Sei sulla pagina 1di 19

thinkITALIAN

DECEMBER 2011 - DICEMBRE 2011

IL NATALE

ITALIAnO

YOUR DOORWAY TO A NEW LANGUAGE AND A NEW CULTURE

COStUME
si distingue: differs seguendo (seguire): following lesempio: the example Ges Cristo: Jesus Christ vivono (vivere): live (to live) secondo: according to la parola: the word Dio: God precetti (precetto): precepts colui: he who vita: life fedeli (fedele): believers per loro: for them intercede (intercedere): intercede diventa (diventare): becomes mediatore: mediator si trovano (trovarsi): find themselves (to find) terra: earth cieli (cielo): skies oggetto di venerazione: object of veneration origini lontanissime: very distant origins inizi (inizio): beginnings venivano uccisi (uccidere): were killed (to kill) per la loro fede: for their faith martiri (martire): martyrs ci si comincia (cominciare): they start (to start) a rivolgere: to turn chiedendo (chiedere): asking (to ask) malattia: illness in seguito: afterwards, then vennero riconosciuti (riconoscere): (they) were recognized (to recognize) molti miracoli: many miracles lo sviluppo: the expansion si sviluppa (sviluppare): develops (to develop) scatenarono (scatenare): triggered (to trigger) guerre (guerra): wars il loro possesso: their possession erano (essere): were (to be) di solito: usually meta di pellegrinaggio: a pilgrim destination avevano vissuto (vivere): have lived (to live) operato (operare): operated (to operate) erano morti (morire): died (to die) compiuto (compiere): made (to make, to do)

Come vengono scelti i santi patroni. I santi nella cultura cattolica. La


religione cattolica si per la grande che ha per i

distingue devozione

santi, figure che, seguendo lesempio di Ges Cristo, vivono secondo la parola di Dio e seguendo i suoi precetti. Santo colui che si distingue come modello di vita per tutti i fedeli e per loro intercede presso Dio. Diventa mediatore fra i fedeli,che si trovano ancora sulla terra, e Dio, che nei cieli. Nel cattolicesimo i santi sono oggetto di venerazione e il loro culto ha origini lontanissime. Agli inizi del Cristianesimo, quando ancora dominavano i Romani, santi erano i cristiani che venivano uccisi per la loro fede, diventando martiri. Nel Medioevo a loro che ci si comincia a rivolgere per intercedere presso Dio, chiedendo lui aiuto per esempio nel caso di una malattia e in seguito vennero riconosciuti come santi anche molti fondatori di ordini religiosi, come San Francesco, straordinaria figura religiosa autore anche di molti miracoli. Con lo sviluppo del culto dei santi si sviluppa anche il culto delle reliquie, che scatenarono spesso guerre fra le citt per il loro possesso. Le reliquie erano di solito, e lo sono tuttora, conservate nelle chiese, meta di pellegrinaggio da parte dei fedeli. I santi divennero patroni non solo di chiese, ma di intere citt o zone, solitamente localit dove avevano vissuto e operato, dove erano morti o avevano fondato un ordine religioso o compiuto miracoli.

December 2011 / dicembre 2011

Con il diffondersi della divenne cristianit, abitudine

COStUME
il diffondersi: the spreading divenne (diventare): became (to become) abitudine: habit dedicare: to dedicate innumerevoli (innumerevole): countless venerati (venerato): venerated, sacred padri: fathers fino alle donne:up to women martirizzate (martirizzare): martyred possiamo annoverare: (we) can include il gi menzionato: the alreday mentioned dedicato: dedicated fondatore: founder conosciuto (conoscere): known (to know) come: as affida (affidare): leaves in care per esempio: for example vivono (vivere): live chi esercita: who practices attivit: an activity, a business devoto:devoted rivolge preghiere : prays, makes a request fa (fare): makes (to make) offerte votive: votive donations in genere: in general ogni: every,each mestiere: profession, craft ad esempio: for example dentisti: dentists si rivolgono (rivolgersi): turn to (to turn to) non dimenticare: lets not forget essendo stato falegname: having been a carpenter oggi: today protegge (proteggere): protects (to protect) gli artigiani: the craftsmen
w ww.thi nki tali an.com

comune dedicare una chiesa ad un santo. Innumerevoli religione sono i santi venerati nella cattolica, dagli apostoli a coloro che sono considerati i padri della chiesa, come San Agostino, fino di alle chiesa, donne spesso come

martirizzate,

Santa Caterina, Santa Teresa o Santa Rita da Cascia. Tra i santi pi famosi e venerati in Italia possiamo annoverare il gi menzionato San Francesco, San Antonio da Padova, a cui dedicato un santuario, san Giovanni Bosco fondatore dei Salesiani, e San Pio da Petralcina, pi conosciuto come padre Pio. Per il cattolicesimo, i santi patroni sono individui che vengono venerati come santi, a cui Dio affida la protezione di una determinata categoria di fedeli, per esempio coloro che vivono in una precisa localit o chi esercita una particolare attivit. Al santo patrono il fedele devoto rivolge preghiere e fa offerte votive. In genere ogni mestiere ha il suo santo protettore e la lista infinita. Ad esempio i dentisti si rivolgono a Santa Apollonia, i marinai e gli artificieri a Santa Barbara, i soldati a San Giorgio, i motociclisti a San Colombano Abate e i musicisti a Santa Cecilia. Da non dimenticare San Giuseppe, padre putativo di Ges. Essendo stato falegname, oggi protegge gli artigiani.

CUltURA
citt: town paese: village lo celebra (celebrare): celebrates him (the saint) almeno: at least una volta lanno: once a year sagre (sagra): town festival festeggiamenti: celebrations hanno (avere): have (to have) origini antichissime: very ancient origins risalgono (risalire): trace back (to trace back) centinaia: hundred secoli fa: centuries ago di solito: usually vedono intrecciarsi: see weaving together, getting together insieme: together da un lato: on one side infatti: indeed troviamo (trovare): (we) find (to find) rievocano (rievocare): commemorate (to commemorate) canti: chants, songs fuochi d artificio: fireworks dolci tipici: typical desserts affonda le sue radici (affondare): has deep roots albori: dawn Chiesa: Church uno dei pilastri: one of the pillars fede: faith appuntamenti: events nord: north sud: south ovunque: everywhere piccola: small grande: big che non abbia (avere): that doesnt have (to have) la sua festa: its celebration solo per citarne alcune: just to mention a few che si celebra (celebrare): that is celebrated mor (morire): died (to die) martire: martyr la protettrice: patron saint, guardian donne: women il tumore al seno: breast tumor
December 2011 / dicembre 2011

Le festivit in Italia
che celebrano i santi
In Italia ogni citt o
paese ha il suo santo patrono, o protettore, e lo celebra, almeno una volta l anno, con sagre e festeggiamenti che hanno origini e che fa. Le antichissime tradizioni di secoli

risalgono a centinaia celebrazioni di solito vedono intrecciarsi elementi religiosi e pagani insieme. Da un lato infatti troviamo le processioni e le cerimonie religiose che rievocano il santo in questione, dall altro canti folkloristici, fuochi d artificio, danze in costume e stand di prodotti gastronomici, con vino e dolci tipici. Il culto dei santi, che affonda le sue radici agli albori della Chiesa, uno dei pilastri della religione cattolica e lItalia, da sempre un paese di fede cattolica, ha una lunga tradizione di celebrazioni di santi. Gli appuntamenti sono innumerevoli, da nord a sud Italia, ovunque e tutto l anno. Non c citt, piccola o grande, che non abbia la sua festa per il santo patrono. Tra le feste pi antiche, solo per citarne alcune, c la festa di Sant Agata, a Catania, un evento popolare che si celebra da cinque secoli ogni 17 agosto e che atteso tutto l anno dai catanesi. La santa mor martire nel 3 secolo dopo Cristo ed la protettrice delle donne con il tumore al seno.

Il 3 settembre a Viterbo, cittadina del Lazio non lontana da Roma, si celebra invece Santa Rosa, una santa che visse nel XIII secolo. In quell occasione, i viterbesi trasportano in spalla, per le strade del paese, la macchina di Santa Rosa, un campanile di quasi trenta metri con sopra la statua della santa.

CUltURA
non lontana: not far che visse (vivere): who live (to live) viterbesi: from Viterbo trasportano (trasportare): carry (to carry) in spalla: on their shoulders le strade: the streets paese: town, village la macchina: (in this context) the machine un campanile: steeple, belltower sopra: above non solo: not only la vita: the life padre putativo: putative father accendono dei fal (accendere): (they) light some bonfires (to light) ma si gustano (gustare): but it is possible to enjoy (to enjoy) ovunque: everywhere dolci fritti: fried sweets ripieni di crema: filled with custard cream conosciuto (conoscere): known (to know) il mondo: the world il giorno: the day protettore dei single: patron saint of the people who are single dove trover anche la morte: where he will die per opera: at the hands of lo ricorda: (Brescia) commemorates him decine di bancarelle: dozen of stalls ricche di prelibatezze: full of delicacies attirano (attirare): attract (to attract) migliaia di persone: thousand of people in quel giorno: on that day la folla si raduna: a crowd gathers liquefazione del sangue: blood liquefaction seguito (seguire): followed immigrati campani: immigrants from the Campania region molto sentita: deep felt il primo maggio: the first of May viene portato (portare): is brought (to bring) fino alla: as far as omonima: homonym sfilano (sfilare): parade (verb, third person, plural) carri addobbati: decorated floats contadini: peasants gruppi: groups cortei di cavalli: parades with horses fedeli in preghiera: believers praying, in prayer
w ww.thi nki tali an.com

La festa di San Giuseppe coincide con la festa del pap e si celebra il 19 marzo. Per l occasione non solo si rievoca la vita del padre putativo di Ges e si accendono dei fal, ma si gustano ovunque le zeppole, dolci fritti ripieni di crema. Se il 14 febbraio conosciuto in tutto il mondo come il giorno di San Valentino, la festa degli innamorati, il 15 febbraio si celebra invece San Faustino, il santo protettore dei single. San Faustino anche il santo protettore della citt di Brescia perch originario di questa cittadina lombarda, dove trover la morte per opera dell imperatore romano Adriano. Brescia lo ricorda ogni anno con processioni e

celebrazioni liturgiche, ma anche con che decine di bancarelle ricche di prelibatezze attirano migliaia di persone.

A Napoli, in Campania, c la festa di San Gennaro, che si celebra il 19 settembre. In quel giorno, la folla si raduna nella cattedrale della citt per assistere al miracolo della liquefazione del sangue, seguito da otto giorni di festa. Per la grande presenza di immigrati campani, la festa di San Gennaro molto sentita e celebrata anche negli Stati Uniti, in citt come New York.

Sempre nel sud Italia, in Sardegna, il primo maggio si festeggia Sant Efisio, che viene portato in processione da Cagliari fino alla chiesa omonima, situata nei pressi di Nora, dove sono conservate le sue reliquie. In suo onore, sfilano carri addobbati a festa con i prodotti locali e gli utensili dei contadini, gruppi in costume e cortei di cavalli, seguiti dai fedeli in preghiera.

CUltURa
dolci: dessert apprezzati (apprezzati): appreciated (to appreciate) terra: land da dove: from where proviene (provenire): (it) comes from (to come from) oltreconfine: across the border la storia: the history ha origini lontanissime: it originates in a very distant past affonda le radici: (it) has roots durante: during dominazione araba: the Arab domination il nome: the name deriva: comes from parola: word ciotola rotonda: round bowl una cupola rovesciata: upside- down cupola il bianco: the white frutta candita: candied fruits decorano (decorare): decorated (to decorate) ai tempi: during the times il palazzo: the palace cuochi: chefs, cooks crearono (creare): created (to create) formaggio: cheese diffusissimo: very popular usato: used sin dai tempi antichi: since the old times unendo (unire): adding (to add) cedro: citron arancia: orange limone: lemon canna da zucchero: sugar cane durante: during lepoca: the epoch suore: nuns mandorla: almond zucchero: sugar che and (andare): that went (to go) a sostituirsi: to substitute involucro: wrapping per contenere: to contain nata (nascere): born (past participle) and perfezionandosi: started to get more refined arricchendosi: started to get richer isola: island cioccolato: chocolate pan di Spagna: sponge cake
December 2011 / dicembre 2011

Storia della cassata siciliana e ricetta


La cassata siciliana uno dei
dolci pi famosi e apprezzati non solo in Sicilia, terra da dove proviene, ma in tutta Italia e anche oltreconfine. La storia di questo dolce ha origini lontanissime, che affonda le radici durante il periodo della dominazione araba in Sicilia. Il nome stesso testimonia lorigine. Deriva infatti da Quasat, parola araba che significa ciotola rotonda.

La forma del dolce infatti circolare, simile a una cupola rovesciata. Il bianco della ricotta, ingrediente principale, contrasta con i colori brillanti e vivaci della frutta candita che decorano il dolce.

Ai tempi della dominazione araba, alla Kalsa di Palermo, il palazzo dellemiro, i cuochi crearono la cassata utilizzando la ricotta, formaggio diffusissimo e usato sin dai tempi antichi, e unendo ad essa altri ingredienti, tutti introdotti dagli arabi in Sicilia, come il cedro, larancia, limone e la canna da zucchero.

Durante lepoca della dominazione normanna, nel convento della Martorana a Palermo, le suore crearono la pasta reale o di mandorla, preparata con zucchero e mandorle, che and a sostituirsi alla pastafrolla come involucro per contenere la ricotta. Era nata la cassata siciliana, che and perfezionandosi e arricchendosi quando gli spagnoli portarono nell isola cioccolato e pan di Spagna.

Il dolce era preparato prevalentemente nei conventi e nei monasteri e preparata di solito solo durante il periodo di Pasqua, ma nel corso del tempo divenne un dolce sempre pi diffuso vanto della pasticceria siciliana, da gustare in occasione di ogni tipo di festeggiamento.

CUltURa
il dolce: the dessert nei conventi: in the convents nei monasteri: in the monasteries durante: during Pasqua: Easter tempo: time divenne (divenire): became (to become) diffuso: popular Vanto: glory, pride da gustare : to be enjoyed festeggiamento: celebration pi esperti: more expert, more skilled si pu velocizzare: it can be sped up

La ricetta non semplice ed destinata ai cuochi pi esperti, ma si pu velocizzare la preparazione utilizzando pan di spagna e pasta di mandorle gi pronte.

Ingredienti:

300 g di zucchero, 500 g di ricotta fresca, canditi, gocce di cioccolato, 400 g di pan di Spagna gi pronto, 200 g di pasta di mandorle, vaniglia in polvere

canditi: candied gocce di cioccolato: chocolate chips vaniglia in polvere: powdered vanilla tagliare: cut

Tagliare il pan di Spagna e metterlo in una ciotola, che andr poi rovesciata per dare al dolce la classica forma a cupola della cassata. Foderare i bordi della ciotola con la pasta di mandorle. Dopo aver passato la ricotta al setaccio, raccogliendola in una scodella, aggiungere lo zucchero e mescolare. Bisogna poi unire i pezzi di cioccolato e i canditi.

metterlo: put it una ciotola: a bowl, a baisin che andr (andare): that will go (to go) poi: then rovesciata: tip over, knocked over per dare: to give forma a cupola: a cupola form, cupola shaped cassata: name of the sicilian cake foderare: cover bordi: rims dopo aver passato al setaccio: after having

Riempire la ciotola, gi farcita con il pan di Spagna, con la crema di ricotta e ricoprire con un altro strato di pan di Spagna. Rovesciare la preparazione su un piatto e ricoprirla e decorarla con una glassa preparata facendo sciogliere 200 grammi di zucchero con poca acqua. Completare la preparazione con frutta candita.

sifted raccogliendola (raccogliere): gathering (to gather) una scodella: a bowl aggiungere: add bisogna poi unire: (you) must then add pezzi: chunks riempire: fill gi farcita: already filled, stuffed ricoprire: cover un altro strato: another layer facendo sciogliere: melting
w ww.thi nki tali an.com

ViaGGi
diventata (diventare): become (to become) il mondo: the world se: if le riprese: the shots, the shoots vere e proprie: out and out furono effettuate (effettuare): took place (to take place) paesi (paese): towns sullo schermo: on screen personaggio: character pellicola: movie si racconta (raccontare): they tell (to tell) a seguito delluccisione: following the killing per mano del: idiomatic expression that literally means at the hand of di appena: of just undicimila abitanti: 11.000 inhabitants sorge (sorgere): stands (to stand) nellentroterra: in the inlands, upcountry molto antiche: very old ritrovamenti (ritrovamento): findings scacciarono (scacciare): expelled, fought off (to expel, to fight off) ripopolarono (ripopolare): repopulated quindicesimo secolo: 15th century divenne (divenire): became (to become) un borgo feudale: a feudal village, feudal hamlet costrinse (costringere): forced (to force) emigrare: to migrate alla fine del: at the end of il flusso: the stream lOttocento: 1800s fino a dopo: up until after la seconda guerra mondiale: The Second World War nonni materni: mothers side granparents offre (offrire): offers (to offer) si trovano: you can find gole naturali: natural gorges scavat (scavare): excavated (to excavate) secoli (escolo): centuries dallacqua: from water fiume: river circondate (circondare): surrounded (to surround) una lussureggiante vegetazione: a lush vegetation inoltre: furthermore

Corleone e il Padrino
La
cittadina siciliana di Corleone diventata famosa in tutto il mondo perch immortalata nella trilogia di film del Padrino del regista italo americano Francis Ford Coppola, anche se le riprese vere e proprie furono effettuate nei paesi di Savoca e di Forza DAgr, in provincia di Messina. Sullo schermo, Corleone il paese di origine di don Vito Corleone, personaggio leggendario interpretato nella pellicola da Marlon Brando, In particolare nel Padrino Parte II si racconta linfanzia di don Vito a Corleone e il suo trasferimento a New York, a seguito delluccisione della sua famiglia per mano del boss mafioso Don Ciccio. Corleone una citt di appena undicimila abitanti in provincia di Palermo e sorge nellentroterra, in una zona di montagna. Ha origini molto antiche, con ritrovamenti di numerosi reperti archeologici a testimoniarlo. Fu fortezza bizantina, poi fu occupata dagli arabi e successivamente fu conquistata dai Normanni nel 1080, i quali scacciarono gli arabi e ripopolarono la citt con i lombardi. A met del quindicesimo secolo divenne un borgo feudale sotto la famiglia Ventimiglia.

Una grave crisi economica costrinse una buona parte degli abitanti a emigrare e a partire per lAmerica e lEuropa gi alla fine del 1700. Il flusso di emigranti fu costante e continu per tutto lOttocento fino a dopo la seconda guerra mondiale. Tra gli emigranti ci furono anche i nonni materni dellattore Al Pacino.

December 2011 / dicembre 2011

Corleone offre diverse attrazioni sia artistiche che naturali. A qualche chilometro dalla cittadina si trovano le Gole del Drago, gole naturali scavate nei secoli dallacqua del fiume Frattina, circondate da una lussureggiante vegetazione mediterranea. Inoltre molto interessanti sono anche le facciate barocche delle sue chiese e di alcuni suoi palazzi e caratteristiche sono le rocche gemelle, Rocca Sottana e Rocca Soprana, su cui si trova la Torre Saracena. Corleone purtroppo diventata famosa anche per il ruolo che alcuni suoi concittadini hanno avuto nello sviluppo e nella diffusione della mafia. Tra questi Bernardo Provenzano, Luciano Liggio e Salvatore Riina. Corleone ha dato per i natali anche a personaggi come Placido Rizzotto, sindacalista e assassinato dalla mafia. Esistono due vini che portano il suo nome, prodotti dalla cooperativa Libera Terra, che li produce in vigne confiscate alla mafia. Il paese un importante centro per lallevamento di bovini e ovini e produce anche squisiti formaggi, che vengono celebrati ogni anno in una importante fiera a maggio e giugno Importante anche la produzione di legno e ferro e degna di menzione la produzione di alcune uve come il Nero DAvola, il Syrah, il Catarratto e lo Chardonnay, con cui si creano vini che si esportano in tutto il mondo. Visitare Corleone significa anche immergersi in un universo di delizie gastronomiche. Oltre ai gi citati formaggi, tra cui spiccano caciocavallo e ricotta, merita un assaggio lo sfincione, una sorta di focaccia fatta con la pasta della pizza, che qui viene condita con pomodoro, cipolle, formaggio caciocavallo e salsiccia corleonese.

ViaGGi
le facciate barocche: the baroque facades chiese (chiesa): churches le rocche gemelle: the twin fortresses purtroppo: unfortunately concittadini: fellow citizens hanno avuto (avere): have had (to have) sviluppo: development diffusione: circulation, diffusion tra questi: among these ha dato i natali: (idiomatic expression) gave birth sindacalista: trade unionist assassinato (assassinare): murdered (to murder) esistono (esistere): there are (to be) due vini: two wines che portano il suo nome: that are named after him che li produce (produrre): that produce them (to produce) in vigne (vigna): in vineyards confiscate (confiscare): confiscated (to confiscate) allevamento: breeding bovini: cattle ovini: sheeps squisiti formaggi: delicious cheeses vengono celebrati (celebrare): are celebrated ogni anno: every year fiera: fair a maggio: in May giugno: June legno e ferro: wood and iron degna di menzione: worth mentioning uve (uva): grapes si creano: (creare): are created (to create) si esportano (esportare): are exported (to export) visitare: to visit delizie gastronomiche: food delicacies spiccano (spiccare): stand out (to stand out) caciocavallo: a hard, strong pear shaped cheese merita un assaggio: worth a try, worth tasting lo sfincione: a flat and soft bread filled with onions, tomato, anchovies, cheese qui: here viene condita (condire): is flavored (to flavor) pomodoro: tomato cipolle: onions salsiccia: sausage

ww ww. ww.thi thi nk spani nki tali sh. an.com com 9

StORia
al comando: in command esercito spagnolo: Spanish army Regno: Kingdom allora: that time avamposti (avamposto): outposts austriaci: Austrian prende cos forma (prendere): takes shape (to take) dominer (dominare): will dominate (to dominate) decise (decidere): decided (to decide) costruire: to build la sua corte: his court reggia: royal palace degna di: worthy of nome: name che gli permettesse (permettere): that could allow him (to allow, to permit) rivaleggiare: to compete against sede: center non scelse (scegliere): didnt choose (to choose) non troppo distante: not too distant lontana dal mare: far from the sea eserciti nemici: enemy armies diede lincarico (dare): entrusted with the task of (to give) creare: to create sfarzosa (sfarzoso): luxurious potere: power nuovo stato: new state che fosse ricca: which could be full giardini (giardino): gardens tesori (tesoro): treasures terreno: ground fu edificato (edificare): was built (to build) boschi (bosco): woods piedi (piede): foot una cifra minore: a cheaper price posizioni (posizione): views lavori (lavoro): works non iniziarono (iniziare): didnt start (to start)
December 2011 / dicembre 2011

La reggia di Caserta
Nel 1734 Carlo di Borbone, al comando del suo esercito spagnolo, conquist prima il Regno di Napoli e poi il Regno di Sicilia, sino ad allora avamposti austriaci. Prende cos forma il Regno delle Due Sicilie, su cui la dinastia dei Borbone dominer sino al 1861, anno dellUnit dItalia. Carlo decise di far costruire per se e la sua corte una reggia degna di questo nome, che gli permettesse di rivaleggiare con quella di Versailles e superarla in splendore e grandezza. Come sede non scelse Napoli, che pure era capitale del Regno, ma opt per Caserta, non troppo distante dalla citt partenopea ma sufficientemente lontana dal mare e da eventuali attacchi di pirati ed eserciti nemici. Diede lincarico allarchitetto olandese Ludwig Van Wittel, detto Luigi Vanvitelli, a cui impart lordine di creare una reggia monumentale e sfarzosa che simboleggiasse il potere del nuovo stato e che fosse ricca di immensi giardini e di tesori darte.

Il terreno su cui il palazzo reale fu edificato, un territorio ricco di boschi ai piedi dei Monti Tifatini, fu acquistato per una cifra minore del suo valore reale dal Duca Caetani, a cui era gi stata confiscata buona parte del patrimonio a causa delle sue posizioni antiborboniche. I lavori non iniziarono prima del 1759, quando Carlo fu nominato Re di Spagna e lasci Caserta per la Penisola Iberica.

Alla 3.000 dei

sua

realizzazione oltre molti schiavi catturati La

StORia
contribuirono (contribuire): contributed (to contribute) uomini (uomo): men schiavi (schiavo): slaves catturati (catturare): captured (to capture) navi (nave): ships sovrano: king esempio: example barocca: baroque prosegu (proseguire): continued (to continue) poi: after succedettero (succedere): succeeded (to succeed) ritocco: touch up stanze (stanza): rooms affreschi (affresco): frescoes celeberrimo: very famous lo scalone reale: the royal grand staircase conduce (condurre): leads (to lead) appartamenti (appartamento): apartments voleva (volere): wanted (to want) parco: park maestoso: majestic profondo: deeply conoscitore: knowledge fece costruire (fare): made them build (to make) viale: avenue lungo: in length ombreggiato: shady lecci (leccio): live oaks cascata: waterfall arrivava (arrivare): arrived (to arrive) giochi dacqua: water displays figlio: son chiamata (chiamare): called (to call) inglese: English esotiche: exotic per volere: according to the wish decisa a rivaleggiare (decidere): decided to compete (to decide) aveva voluto (volere): had required (to require) simile: similar superarla in maestosit: to surpass it in majesty
w ww w.thi ww.thi nk spani nki tali sh. an.com com 11

contribuirono uomini, quali

nordafricani nel

dalle navi del sovrano Mediterraneo. costruzione della Reggia comunque, un sublime considerata esempio

dellarchitettura barocca, prosegu anche con i sovrani che poi succedettero a Carlo. Gli ultimi lavori di ritocco e completamento del complesso architettonico furono terminati nel 1845. La Reggia, dotata di 1.200 stanze, adornata con affreschi di Girolamo Starace Franchis, dipinti di Filippo Hackert e Fedele Fischetti e statue di Tommaso Solari e Andrea Violani. Celeberrimo lo scalone reale, largo quasi 20 metri e posto alla destra del vestibolo centrale. Lo scalone conduce sia alla Cappella Palatina, ispirata alla Cappella di Versailles, che agli appartamenti reali. Appartenente agli appartamenti della regina era la Biblioteca Palatina. Particolare cura fu riservata alla progettazione dei giardini. Vanvitelli voleva che il parco della reggia fosse tanto imponente e maestoso quanto il palazzo stesso. Profondo conoscitore dei giardini di Versailles, Tuileries e Fontainebleau, Vanvitelli cre un giardino allitaliana e fece costruire un viale lungo tr chilometri ombreggiato da lecci che da una cascata arrivava allentrata della reggia. Fontane con giochi dacqua, opera del figlio di Vanvitelli, Carlo, completano il giardino allitaliana. Il parco comprende anche una zona chiamata il giardino allinglese, ricco di piante esotiche e realizzato dal botanico Andrew Graefer per volere di Maria Carolina, moglie di Ferdinando IV e sorella di Maria Antonietta di Francia, decisa a rivaleggiare con lei, che aveva voluto un giardino simile a Versailles, e a superarla in maestosit.

tRadiZiOnE
feste (festa): holidays durante: during anno: year attesa (attendere): awaited (to wait) Natale: Christmas giorno: day nascita: birth cominciano (cominciare): begin (to begin) molto tempo prima: long before decorare: to decorate case (casa): houses albero: tree palline (pallina): little balls luci colorate (luce): colorful lights oggetto: object nato (nascere): born (to be born) capanna: hovel, shack statuine (statuina): statuettes bue: ox asinello: donkey intorno: around botteghe (bottega): shops altri personaggi (personaggio): other characters paesi (paese): villages si pu assistere (potere): you can watch (can, to be able to) dal vivo: live sacro: sacred visitando (visitare): visiting (to visit) vivente: living si ricostruiscono (ricostruirsi): are reconstructed (to reconstruct) negozi (negozio): shops vestite (vestito): worn popolano (popolare): populate (to populate) facendo finta (fare finta): pretending (to pretend) artigiani (artigiano): craftsmen lavandaie (lavandaia): laundresses non mancano (mancare): (they) do not lack (to lack) bambino: baby lo hanno riscaldato (riscaldare): they have kept him warm (to keep somebody warm) fredda: cold pane: bread mangiare: to eat bere: to drink bicchiere: glass quasi magcia: almost magical

Il Natale italiano
In Italia ci sono molte feste durante lanno, ma ce n una molto
importante e molto attesa da tutti gli italiani: il Natale. Il giorno di Natale il 25 dicembre, giorno in cui si ricorda la nascita di Ges. I festeggiamenti, per, cominciano molto tempo prima. Gi dalla fine di novembre in tv ci sono gli spot pubblicitari di alcuni prodotti tipici del Natale e molti italiani cominciano a decorare le loro case. Lornamento pi popolare sicuramente lalbero, decorato con palline e luci colorate. C per un altro oggetto decorativo, pi tradizionale e suggestivo: il presepe. Il presepe la ricostruzione della notte in cui Ges nato: c la capanna con le statuine di San Giuseppe, Maria, il bue e lasinello; intorno ci sono altre case o botteghe e altri personaggi e animali. In alcuni paesi si pu assistere alla rappresentazione dal vivo del sacro evento visitando il presepe vivente: nelle grotte naturali si ricostruiscono case, negozi e la capanna, mentre delle persone, vestite come in quel periodo, popolano la scena facendo finta di essere pastori, artigiani, lavandaie. Naturalmente non mancano San Giuseppe, Maria, il bambino e i due animali che lo hanno riscaldato in quella notte fredda. A volte nelle grotte si prepara realmente il pane, cos chi va a visitare il presepe pu mangiare e bere un bicchiere di vino in unatmosfera bellissima e quasi magica.

December 2011 / dicembre 2011

Gli italiani amano festeggiare anche in casa e nel periodo natalizio di solito si incontrano da amici o parenti, giocano a carte o a tombola (un gioco simile al bingo) e mangiano i dolci tipici del Natale, come ad esempio il pandoro e il panettone. Durante questo periodo, per quasi un mese, i negozi sono affollati perch tutti sono impegnati a cercare un regalo per amici e parenti; i pi indaffarati sono i genitori che devono soddisfare le richieste dei loro bambini. I bambini, infatti, giorni prima scrivono una lettera a Babbo Natale, facendo la lista dei giocattoli che vogliono trovare sotto lalbero. Anche i supermercati per sono sempre molto pieni. Eh s, perch gli italiani amano trascorrere il tempo mangiando in buona compagnia e in questo lungo periodo di festa le occasioni per incontrarsi non mancano: nelle case si preparano lunghe tavolate con piatti di ogni genere, dallantipasto al dolce, apparecchiate con tovaglie rosse e le candele. Finalmente arriva il 24 dicembre, giorno della vigilia. Gli adulti sono occupati nei preparativi della grande cena, mentre i piccoli aspettano con ansia il momento in cui poter aprire i regali. Di solito la cena a base di pesce, ma i piatti possono cambiare a seconda della zona. Mangiando, brindando e giocando si aspetta mezzanotte per festeggiare la nascita di Ges. I pi religiosi vanno in chiesa ad ascoltare la Santa Messa; altri restano a casa e aprono i regali tutti insieme. Chi non va a messa la notte precedente, pu partecipare alla messa della mattina. molto bello andare in giro la mattina del 25 dicembre perch tutti sembrano felici: si abbracciano, si baciano, si danno gli auguri, si scambiano i regali, sorridono e sembrano dimenticare i dolori e lo stress. Allora di pranzo per tutti di nuovo a casa a mangiare e brindare.

tRadiZiOnE
si incontrano (incontrarsi): they meet each other (to meet) amici (amico): friends giocano a carte: they play cards gioco: game dolci tipici: local desserts pandoro: Italian Christmas cake from Verona panettone: Italian Christmas cake from Milan mese: month negozi (negozio): shops affollati: crowded impegnati: busy cercare un regalo: to look for a present indaffarati: busy genitori (genitore): parents devono soddisfare le richieste: they have to cater to the requests Babbo Natale: Santa Claus facendo la lista (fare): making the list (to make) vogliono trovare (volere): they want to find (to want) pieni: full amano trascorrere (amare): they love to spend (to love) per incontrarsi: to meet each other lunghe tavolate: a long table piatti di ogni genere: every kind of food dolce: dessert apparecchiate: set (the table) tovaglie (tovaglia): tablecloths rosse (rosso): red candele (candela): candles vigilia: eve cena: dinner ansia: anxiety poter aprire i regali: its possible to unwrap the presents pesce: fish cambiare: to change brindando (brindare): toasting (to toast) giocando (giocare): playing (to play) si aspetta mezzanotte: waiting for midnight vanno in chiesa (andare): they go to church (to go) insieme: together messa: mass andare in giro: to wander si abbracciano (abbracciarsi): they hug each other (to hug) si baciano (baciarsi): they kiss each other (to kiss) si danno gli auguri (darsi): they wish each other (to wish) si scambiano (scambiarsi): they exchange (to exchange) sorridono (sorridere): they smile (to smile) sembrano dimenticare: they seem to forget ora di pranzo: lunchtime
w ww.thi nki tali an.com

BiOGRaFia
cantanti (cantante): singers musica leggera: easy listening music anni 60 (anno): the sixties pur non avendo viaggiato molto: even if she didnt travel so much oltrepassato (oltrepassare): overcome (to overcome) la sua voce: her voice diventando (diventare): becoming (to become) celebre: famous mondo: world parliamo (parlare): we are talking (to talk) bella e brava: beautiful and good soprannominata: nicknamed in modo molto particolare: in a very particular way sfidata (sfidare): challenged (to challenge) amici (amico): friends salire sul palco: to go on the stage accetta (accettare): accepts (to accept) sfida: challenge in seguito: then si propone (proporsi): puts herself forward (to put oneself forward) riscuotendo (riscuotere): meeting with (to meet with) subito: soon comincia (cominciare): begins (to begin) non solo ... ma anche: not only . . . but also spettacoli (spettacolo): shows conosce (conoscere): knows (to know) nascita: birth attore: actor sposato: married allontanata (allontanare): dismissed (to dismiss) gente: people esordio: debut ritorna (ritornare): goes back (to go back) ottiene (ottenere): gets (to get) intrattiene (intrattenere): entertains (to entertain) ospiti (ospite): guests scrivono (scrivere): write (to write) essere insofferente verso: become intolerant of si ritira (ritirarsi): retires from (to retire from) dal vivo: live oggi: nowadays, today non appare (apparire): doesnt appear (to appear) regalarci: to give us vecchi pezzi (pezzo): old pieces sognano (sognare): dream (to dream) dimostra (dimostrare): proves (to prove) vero e proprio: absolutely true mito: myth
December 2011 / dicembre 2011

Canta bella
famosi degli anni 60 ce n una che, oltrepassato i confini con la sua voce, diventando celebre in tutto il mondo. Parliamo di Mina, bella e brava cantante soprannominata la tigre di Cremona. Mina entra nel mondo musicale italiano in modo molto particolare: nellestate del 1958, mentre si trova in Versilia in vacanza, viene sfidata dai suoi amici a salire sul palco in un locale molto famoso, la Bussola; Mina accetta la sfida e canta impressionando tutti con la sua voce e con la gestualit che la caratterizza. In seguito si propone come cantante per un gruppo di Cremona che in quegli anni sta riscuotendo molto successo, gli Happy Boys. Il gruppo laccetta subito e comincia cos il suo percorso di grandi successi, non solo come cantante, ma anche come conduttrice di numerosi spettacoli di variet. La sua carriera conosce anche dei momenti difficili. Nel 1963, in seguito alla nascita del figlio avuto da un attore sposato, pur separato, viene allontanata dalla tv di stato, e definita peccatrice pubblica dalla stampa. La gente, per, la ama e continua ad applaudirla nei suoi concerti alla Bussola, locale del suo esordio. Lanno successivo ritorna in tv e ottiene grandi successi con spettacoli in cui intrattiene con ospiti famosi e canta pezzi meravigliosi come E se domani, Brava e molti altri. Negli anni 70 incontra Battisti e Mogol che scrivono per lei canzoni indimenticabili come Amor mio e Insieme. Mina, per, comincia ad essere insofferente verso i media e alla fine degli anni 70 si ritira dalle scene, rinunciando agli spettacoli ma anche ai concerti dal vivo. Oggi Mina non appare pi, ma continua a regalarci la sua voce bellissima attraverso canzoni nuove ed interessanti. Molti giovani cantanti fanno cover di suoi vecchi pezzi o sognano di cantare con lei: ci dimostra che Mina un vero e proprio mito della musica italiana.

Fra i cantanti di musica leggera pi

pur non avendo viaggiato molto, ha

Il presepe
Una delle pi belle opere darte
che si possono trovare in Italia durante il periodo di Natale la rappresentazione della Nativit, composta da oggetti generalmente fatti a mano e che compongono il presepe.

tRadiZiOnE
trovare: to find Natale: Christmas composta (comporre): composed (to compose) oggetti (oggetto): objects (object) fatti a mano: handmade esempio: example fase iniziale: initial phase destinate a: intended to comporre: to form, to compose cartapesta: papier-mch viene modellata (modellare): is shaped (to shape) (viene) dipinta (dipingere): (is) painted (to paint) la vigilia di Natale: Christmas Eve vita quotidiana: daily life durante: during le uniche: the only ones presto: soon alcuni: some addirittura: even incaricarono (incaricare): commissioned, charged (to commission) personaggi (personaggio): characters avevano (avere): they used to have (to have) vestiti (vestito): clothes stoffe pregiate: precious cloth fatti su misura: tailor-made ornati: adorned gioielli: jewelry monili (monile): jewels luoghi (luogo): places gente del posto: the locals venivano raffigurati (raffigurare): used to be depicted (to depict) spaccati di vita quotidiana: scenes from daily life umile: humble se siete (essere): if you are (to be) vi consigliamo (consigliare): we suggest you (to suggest) fermarvi (fermarsi): (you) to stop by (to stop) soprattutto: especially se vi trovate (trovarsi): if you are (to be in a place) non mancate (mancare): dont miss (to miss) vanta (vantare): boasts (to boast) tutto lanno: all the year long portando avanti (portare): carrying out (to carry) altissimo valore: very high value
w ww.thi nki tali an.com

Il presepe un esempio meraviglioso di arte povera. Nella fase iniziale, le figure e le varie parti destinate a comporre il presepe sono fatte di cartapesta, che successivamente viene modellata e dipinta. Sembra che il primo presepe fu rappresentato da S. Francesco durante la vigilia di Natale del 1223 e rappresentava un momento di vita quotidiana durante la Nativit.

Inizialmente, le chiese erano le uniche ad aver rappresentato il presepe durante il Natale, ma presto luso si estese anche fra i cittadini pi ricchi e importanti. Alcuni, addirittura, incaricarono scultori ben noti di rappresentare il loro personale presepe privato. I personaggi avevano vestiti di stoffe pregiate fatti su misura ed erano ornati di gioielli e monili. Luoghi e gente del posto venivano sempre raffigurati nel presepe, che rappresentava cos spaccati di vita quotidiana. Ben presto luso di avere un presepe si estese anche tra la gente pi umile.

Se siete in Italia durante questo periodo di festa, vi consigliamo di fermarvi ad ammirare i vari presepi. Soprattutto se vi trovate a Napoli, non mancate di visitare S. Gregorio Armenio, una zona particolare di Napoli che vanta una serie di artigiani che tutto lanno lavorano alla costruzione dei presepi, portando avanti una tradizione antichissima con i loro pezzi di altissimo valore.

Think Italian Grammar Corner


Negative Sentences in Italian
In English the purpose of a negative statement is to express a negation, which is to say that something is incorrect or untrue. In order to create a negative sentence a negative adverb is included before the first auxiliary verb in a positive sentence, if there is no auxiliary verb then one needs to be added in order to create a proper negative statement. An example of a Present Simple positive sentence without an auxiliary verb is I see, to make this into a negative sentence one would add do not or dont (ie. I do not see.) Negative sentences in English are created by adding negative adverbs like do not or dont, as seen above, as well as no, doesnt, didnt, and not, or for Past Progressive sentences we add words like hasnt and wasnt. One creates negative sentences in Italian by placing non before the infinitive of the verb. Other words used to create negative statements include neppure, nemmeno, and neanche (neither, nor). Some examples of this can be seen as follows: No smoking! Non fumare! E meglio non andare. Neanche io. Its better not to go Ive never been to Paris Non sono mai andato a Parigi. Neither have I

Io non posso andarci, lui neanche. I cant go and neither can he Non lho visto, e neanche voglio vederlo. I havent seen him and I dont want to N luno n laltro. Neither (Not one or the other)

Here is a list of the negative Italian words: Nessuno: nobody (indefinite pronoun) Niente: nothing (indefinite pronoun) Nulla: nothing (indefinite pronoun) Mai: never (adverb)

December 2011 / dicembre 2011

The Prefix NE- In Italian Many Italian words used to express the negative are also compounds that start with the prefix NE-. For example: Ne + uno (one): nessuno (nobody, no one, none) Nessun colore cos brillante. No color is as bright Non c nessuna novita. There is no news

Nessuno/a is a compound of UNO, but before a masculine noun it loses the last O (as seen in the example above, nessun colore). Other instances where this occurs is nessun rumore (no noise) and nessun sconto (no discount). When the noun begins with Z or S plus a consonant then nessuno (masculine) or nessuna (feminine) is used, depending on whether the consonant is masculine or feminine. For example, the consonant possibilit is feminine so the correct use would be nessuna possibilit. ne + ente: niente (nothing) Non abbiamo visto niente.

We did not see anything

In negative sentences the words nemmeno, neanche, and neppure replace the word anche. For example, a positive sentence would be Anche loro vogliono mangiare (Even they would like to eat), while a negative would be Neanche loro vogliono mangiare (Not even they want to eat.) ne + meno (less): nemmeno (not even, neither) Nemenno loro vogliono mangiare. Not even they want to eat.

ne + anche (also, even): neanche (not even, neither) Neanche un bambino lo direbbe. Not even a child would say it. Non ci crederei neanche se lo vedessi. I wouldnt believe it even if I saw it.

ne + pure (also, even): neppure (not even, neither) Non bere neppure una goccia. Dont even drink a drop.

Now its time to practice your pronunciation with the phrases in this months Repeat After Me section.

w ww.thi nki tali an.com

Ripetete dopo di me! ! Repeat after me!


Practice your prounciation and reinforce what you have learned in this months Grammar Lesson. Listen and Repeat!
E meglio non andare. Its better not to go. Non sono mai andato a Parigi. Ive never been to Paris. Io non posso andarci, lui neanche. I cant go and neither can he. Non lho visto, e neanche voglio vederlo. I havent seen him and I dont want to. N luno n laltro voleva rispondere. Neither of them wanted to answer. Non conosco n luno n laltro dei fratelli. I dont know either of the brothers. Non abbiamo visto niente. We did not see anything. Non ci crederei neanche se lo vedessi. I wouldnt believe it even if I saw it. Lucia non vuole venire con me al cinema. Lucia doesnt want to come with me to the movies. Carlo non vuole guidare la macchina. Carlo doesnt drive the car.

December 2011 / dicembre 2011

www.thinkitalian.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

www.thinkspanish.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

PO Box 124949

www.thinkfrench.com
n

San Diego, CA 92112