Sei sulla pagina 1di 0

I IN NS SE EG GN NA AM ME EN NT TO O D DI I

D DI IR RI IT TT TO O P PR RO OC CE ES SS SU UA AL LE E C CI IV VI IL LE E
L LE E S SI IN NG GO OL LE E A AZ ZI IO ON NI I C CI IV VI IL LI I: : L L A AZ ZI IO ON NE E D DI I A AC CC CE ER RT TA AM ME EN NT TO O



P PR RO OF F. . A AN NG GE EL LO O S SC CA AL LA A
Universit Telematica Pegaso Le singole azioni civili: Lazione di accertamento


Attenzione! Questo materiale didattico per uso personale dello studente ed coperto da copyright. Ne severamente
vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto dautore
(L. 22.04.1941/n. 633)

2 di 7
Indice
1 LE SINGOLE AZIONI CIVILI: LAZIONE DI ACCERTAMENTO ---------------------------------------------- 3
Universit Telematica Pegaso Le singole azioni civili: Lazione di accertamento


Attenzione! Questo materiale didattico per uso personale dello studente ed coperto da copyright. Ne severamente
vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto dautore
(L. 22.04.1941/n. 633)

3 di 7
1 Le singole azioni civili: lazione di accertamento

La prima delle azioni astrattamente proponibili davanti al giudice civile l AZIONE DI
MERO ACCERTAMENTO; lespressione azione di mero accertamento si giustifica alla luce del
fatto che ogni azione civile presuppone sempre la richiesta di un accertamento al giudice.
La caratteristica dell azione di mero accertamento che lunica utilit che lattore
intende conseguire laccertamento circa lesistenza di un proprio diritto (accertamento
positivo) o linesistenza di un diritto altrui (accertamento negativo).
Il problema che la tutela di mero accertamento pone nel nostro ordinamento, quello di
stabilire se abbia carattere generale e cio sia suscettibile di essere azionata indipendentemente
da una norma di legge che la preveda o abbia carattere tassativo, cio si possa promuovere un
azione di mero accertamento solo nei casi in cui espressamente lo prevede la legge.
Una parte della dottrina ha cercato di dare risposta a questa domanda utilizzando come
modello di riferimento larticolo 100 del c.p.c. , articolo che come vedremo impone a chi propone
la domanda di avere interesse ad agire.
In realt utilizziamo lart 100 c.p.c. come punto di riferimento, perch non ci serve a
spiegare se lazione di accertamento ha carattere generale oppure no; partiamo col dire che
larticolo in questione si limita a porre una condizione, e cio ci dice che per agire in giudizio
necessario linteresse ma non ci dice quando linteresse sufficiente per poter promuovere una
domanda. Che cosa si vuol dire con questo?
Vuole dire che necessario linteresse ad agire ma dire che necessario linteresse ad agire
non vuol dire ancora che una singola azione proponibile, dobbiamo vedere se quellinteresse ad
agire nel singolo caso sufficiente a promuovere un giudizio; per cui dal dettato dellarticolo non
abbiamo alcuna risposta alla domanda se linteresse ad agire allazione di accertamento generale o
meno.
Quindi, primo passaggio non possibile rispondere allinterrogativo circa la tipicit o
atipicit dell azione di accertamento facendo leva sullinteresse ad agire.
In realt il problema della tipicit o Atipicit dellazione di mero accertamento va distinto a
seconda che ci si trovi di fronte a diritti assoluti o a diritti relativi ed in particolare a diritti di
credito.
Universit Telematica Pegaso Le singole azioni civili: Lazione di accertamento


Attenzione! Questo materiale didattico per uso personale dello studente ed coperto da copyright. Ne severamente
vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto dautore
(L. 22.04.1941/n. 633)

4 di 7
Ripetiamo, dunque, una volta stabilito che non sulla base dellarticolo 100 c.p.c. che
dobbiamo decidere se lazione di accertamento a carattere generale oppure no, dobbiamo fare un
passo ulteriore e cio dobbiamo distinguere secondo che i diritti vantati in giudizio siano assoluti
oppure si tratta di diritti relativi ed in particolare di diritti di credito.
Ora, se il diritto assoluto non vi sono dubbi particolari circa lammissibilit di unazione di
accertamento con carattere generale; quindi in base alla consistenza del diritto dedotto in giudizio si
pu dire che se il diritto assoluto lazione di accertamento dovrebbe essere senza particolari
difficolt ritenuta ammissibile anche al di fuori dei casi previsti dalla legge.
Una tale conclusione si giustifica prima di tutto perch la caratteristica del diritto assoluto
quella di consentire al titolare di goderne delluso nei confronti di tutti i consociati e contro
qualunque atto diretto a limitarne il godimento, anche se consistente in un vanto altrui. Quindi la
caratteristica del diritto assoluto che un diritto tutelabile erga omnes nei confronti di qualunque
atto di molestia.
Del resto a conferma di ci, se guardiamo il codice civile ci accorgiamo che vi sono
molteplici ipotesi di azione di accertamento poste a tutela di diritti assoluti, ad esempio pensiamo
allazione confessoria o negatoria servitutis cio allazione con la quale si chiede di accertare
lesistenza di una servit o di negare che vi sia una servit sul proprio fondo, oppure allazione di
rivendica, con la quale si chiede laccertamento del proprio diritto di propriet.
La situazione risulta essere pi complicata nellipotesi dei diritti di credito; infatti una parte
della dottrina sostiene che in relazione ai diritti di credito lazione di accertamento non ammessa
con carattere generale ma lo solo se il legislatore espressamente lo prevede, solo in questo caso si
pu esercitare unazione di accertamento perch altrimenti si violerebbe il principio di economia
processuale, dato che per ottenere la realizzazione di un credito si pu agire con lazione di
condanna.
Altra parte della dottrina, per lo pi quella prevalente, riconosce invece lammissibilit di
unazione di accertamento anche in relazione ai diritti di credito utilizzando a riguardo vari
argomenti;
il primo che vero che nel nostro c.p.c., al contrario di quanto accade ad esempio in
Germania non c nessuna norma che ci dice che lazione di accertamento ammessa con carattere
generale, in Germania di contro la norma dice che chiunque pu agire in giudizio per accertare un
qualunque diritto, ma vero anche che non esiste neanche alcuna norma del c.p.c. che limiti
lazione di mero accertamento ai casi espressamente previsti dallla legge; quindi, ripetiamo il
Universit Telematica Pegaso Le singole azioni civili: Lazione di accertamento


Attenzione! Questo materiale didattico per uso personale dello studente ed coperto da copyright. Ne severamente
vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto dautore
(L. 22.04.1941/n. 633)

5 di 7
primo argomento vero che non c nessuna norma che ci dice che a carattere generale ma non
c neanche nessuna norma che ci dice che tipica e quando il legislatore ha voluto che una certa
azione fosse proponibile nei soli casi espressamente previsti dalla legge lo fa espressamente( vedi
azione costitutiva).
Il secondo argomento prospettabile che larticolo 24 della Costituzione espressamente
tutela il diritto di azione e nella tutela del diritto dazione esiste anche la tutela del diritto del
cittadino ad esercitare la forma dazione che ritiene pi congrua nel caso di specie.
Infine terzo argomento, se andiamo vedere le norme del codice che si occupano dellazione
di accertamento ci accorgiamo che esse non distinguono tra accertamento di diritti assoluti ed
accertamenti di diritto di credito ci vale soprattutto per una particolare azione di accertamento
proponibile nel corso del processo, il cosiddetto accertamento incidentale la cosiddetta domanda
di accertamento incidentale.
Per capire che cos questa domanda di accertamento incidentale necessario osservare
come la decisione del giudice circa lesistenza o inesistenza del diritto debba passare
necessariamente attraverso un iter logico di accertamento di una serie di fatti.
Esempio:
il giudice per condannare il convenuto al risarcimento del danno causato da un incidente
stradale, deve accertare:
1. Che ci sia stato un incidente stradale e che lo stesso sia avvenuto tra le parti
coinvolte nel processo;
2. Che la responsabilit dell incidente stradale sia del convenuto;
3. Che, per es., il convenuto non abbia pagato o che il diritto dell attore non si
sia prescritto o che non sia stata fatta una transazione;
Quindi, solo allesito di questo complesso iter logico, il giudice potr pronunciare la sentenza
di condanna.
Per cui ogni decisione del giudice, ogni suo accertamento circa lesistenza o meno del diritto
frutto di un processo logico che passa attraverso dei preventivi accertamenti di fatti rilevanti nel
corso del processo.
Questi accertamenti rientrano in un iter logico che il giudice deve necessariamente svolgere
per arrivare alla pronuncia circa lesistenza o inesistenza del diritto, con una importante differenza
per che ove il giudice intendesse accogliere la domanda e quindi accertare lesistenza del diritto
Universit Telematica Pegaso Le singole azioni civili: Lazione di accertamento


Attenzione! Questo materiale didattico per uso personale dello studente ed coperto da copyright. Ne severamente
vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto dautore
(L. 22.04.1941/n. 633)

6 di 7
necessario che egli verifichi lesistenza dei fatti costitutivi del diritto, cio dei fatti da cui il diritto
trae origine e linesistenza di fatti estintivi, modificativi o impeditivi.
Quindi il giudice pu accogliere la domanda solo dopo aver accertato che i fatti costitutivi del
diritto esistevano, quindi che il diritto vantato in giudizio, era sorto e che successivamente alla sua
costituzione non si siano realizzati fatti (estintivi, modificativi o impeditivi), ulteriori che ne
abbiano determinato la fine; al contrario, quando il giudice intende rigettare la domanda o meglio
ai fini del rigetto della domanda sufficiente per il giudice accertare linesistenza di un fatto
costitutivo o lesistenza di un fatto estintivo, modificativo o impeditivo, quindi in termini ancora
pi chiari, ai fini del rigetto della domanda liter logico che conduce a questo tipo di pronuncia
pi semplice perch comprende solo laccertamento dellinesistenza di un fatto costitutivo del
diritto o dellinesistenza di un fatto estintivo, modificativo o impeditivo.
In termini riassuntivi dobbiamo dire che il giudice passa sempre attraverso laccertamento di
fatti che rappresentano antecedenti logici nelliter che conduce alla pronuncia della sentenza di
merito, laccertamento dellesistenza o inesistenza del diritto, ove il giudice intenda accogliere la
domanda cio laccoglimento della domanda passa per laccertamento di fatti costitutivi del diritto
e dell inesistenza di eventuali fatti estintivi, modificativi o impeditivi, ove invece il giudice intenda
rigettare la domanda perch la ritiene non fondata, laccertamento del giudice pu essere limitato
alla verifica dellinesistenza di un fatto costitutivo o dellesistenza di fatti estintivi, modificativi o
impeditivi.
Allinterno di questi fatti rilevanti ai fini della decisione si vuole distinguere tra:
questioni preliminari e questioni pregiudiziali di merito.
Che cosa sono queste questioni?
Tra le questioni che il giudice chiamato ad accertare e tra i fatti che il giudice
chiamato a verificare ai fini dell accoglimento della domanda ce ne sono alcune che sono di
mero fatto, e cio che non potrebbero mai costituire oggetto di accertamento giurisdizionale cio
non potrebbero mai costituire oggetto di un autonomo giudizio e queste questioni si chiamano
preliminari di merito.
Invece ci troviamo nellambito delle questioni pregiudiziali di merito quando il fatto che
costituisce lantecedente logico necessario delliter motivazionale che deve seguire il giudice al fine
dellemanazione della decisione un fatto-diritto( cio tale diritto potrebbe essere accertato anche
Universit Telematica Pegaso Le singole azioni civili: Lazione di accertamento


Attenzione! Questo materiale didattico per uso personale dello studente ed coperto da copyright. Ne severamente
vietata la riproduzione o il riutilizzo anche parziale, ai sensi e per gli effetti della legge sul diritto dautore
(L. 22.04.1941/n. 633)

7 di 7
in un altro processo) e quindi potrebbe costituire oggetto di un autonomo giudizio; per es., ai fini
dellaccoglimento della domanda di condanna al pagamento degli alimenti il giudice deve accertare
lesistenza del rapporto di parentela tra le parti; ebbene, tale rapporto potrebbe costituire oggetto di
un autonomo giudizio, dedicato esclusivamente ad un tale risultato.
Il problema che si pone in relazione a queste questioni se laccertamento svolto dal giudice
circa lesistenza o meno di un fatto-diritto che nel processo deciso come questione pregiudiziale
produce o meno effetti al di fuori del processo nel quale avvenuto laccertamento.
La regola seguita dal codice che la decisione sulle questioni pregiudiziali di merito
avviene con effetti incidenter tantum cio limitati al processo nel quale laccertamento stesso
avvenuto, tale regola per incontra due eccezioni:
1) che vi sia una espressa previsione di legge in senso contrario, cio che per
legge sulle questioni pregiudiziali si formi il giudicato;
2) che una delle parti espressamente richieda al giudice di decidere la
questione pregiudiziale con efficacia di giudicato.
Questa domanda di accertamento incidentale va fatta a pena di decadenza dal convenuto
nella comparsa di risposta e dallattore nella prima udienza di trattazione.
Lesistenza dellazione di accertamento incidentale, quindi dimostra come nel nostro
ordinamento si possa chiedere laccertamento di un diritto con efficacia di giudicato sia in
relazione ai diritti di credito che a quelli assoluti.
Quindi al termine di questo approfondimento ci chiediamo;
ma l azione di accertamento si pu sempre richiedere?
La risposta : NO
Infatti, lazione di accertamento ammessa con carattere generale,ma con due importanti
limiti:
1) Si pu agire in giudizio solo per laccertamento di diritti, non si pu agire per
laccertamento di un fatto;
2) Si pu chiedere laccertamento solo se la parte dimostra di avere interesse ad agire
cio solo se quell accertamento giustificato da una contestazione stragiudiziale.