Sei sulla pagina 1di 16

I MESSAGGI DELLA MADONNA A BALESTRINO

Per maggiori informazioni, richiesta dei due libri: 22 anni di incontri con la Madonna e Le apparizioni della Vergine a Balestrino potete scrivere o telefonare a: Casa Editrice Di Vincenzo Via Rivoli 8/b 16128 GENOVA Fax.: 010 532377; Tel.: 010 581606, 010 590880

4 ottobre 1949 Caterina Richero sulla strada vicino casa sua, intenta a far divertire la sorellina Maria. Improvvisamente corre spaventata in casa dicendo: Ho visto un Angelo come il Signore!... Appena calmata, racconta ai familiari di aver visto apparire improvvisamente un Angelo con lunghissimi capelli, in un alone di luce, circondato da un volo di uccelli (pass sopra i tetti delle case. 5 ottobre 1949 Il giorno seguente (verso le 18.30, cio circa la stessa ora del d precedente, in cui ebbe la visione dell'Angelo, Caterina al pascolo con la sorellina Giorgina e la compagna Maria nella terra detta Ruchei. Nel campo vi un albero di fichi coi frutti maturi e la neo-veggente sale a raccoglierne. Improvvisamente scende e dice: "Ho visto la Madonna scendere dal Cielo e prendere terra vicino alla Croce sul Monte. Mi ha parlato dicendomi: - Dirai molti rosari per gli ammalati. Fra 5 mesi mi vedrai di nuovo". 5 marzo 1950 Caterina ancora una volta al pascolo con la cugina Maria nel terreno detto "Boggia". A un certo punto sale sul ripiano superiore, chiama la cugina e le dice: "Guarda! ... Lass c' la Madonna! ... La cugina non vede nulla e chiede:"Dov'?" "L, sulla roccia della Curara, guarda bene!..." Ma la cugina, per quanto aguzzi lo sguardo, non vede niente. Caterina aggiunge: Mi ha parlato e mi ha detto di essere molto contenta perch ho cominciato i primi venerd del mese. Mi ha pure detto che fra un mese la vedr di nuovo. Poi l'ho vista voltarsi indietro, mostrando un gran raggio lucente, ed sparita dietro a una nuvola rosa. 5 aprile 1950 Caterina col babbo, la madre e la cugina al Monte Croce a falciare erba per il bestiame, ad un tratto cade in ginocchio ed esclama: Lass c' la Madonna!... Poi, alzandosi, riferisce che la Madonna le ha detto di pregare maggiormente e lei, dal canto suo, ha rivolto alla Vergine un appello perch guarisca i tanti malati che sono nel mondo. 5 maggio 1950 La veggente si reca alla Chiesa di S. Apollonia a recitare il S. Rosario. Alle 18.30 le appare la Madonna, che le dice: Bisogna diventare pi buoni. D alle tue compagne di essere pi buone. 5 giugno 1950 Ancora nella Cappella verso le 18.15 Caterina cade improvvisamente in ginocchio ed esclama: Maria, dimmi chi sei!. L'Apparizione le risponde: Io sono l'Immacolata Concezione. Tanti malati attendono la Tua grazia! aggiunge la bambina, che si sente rispondere: Conceder le grazie a tutti coloro che le meritano. Poco dopo, Caterina si alza esclamando: Evviva Maria!. 5 luglio 1950 Durante l'Apparizione, Caterina dice: Oh, Maria, c' una giovane ammalata che domanda la grazia. Guariscila!. La Madonna le risponde: Conceder le grazie a tutti coloro che le meritano. Oggi ero sul punto di guarire quel bambino muto della tua frazione, ma non ne ho fatto nulla perch c' troppo scandalo sulle labbra della gente. La Madonna baci Caterina sul volto. Il mutolino ebbe la visione e si inginocchi gridando tre volte: Evviva Maria!.

5 agosto 1950 La Madonna mi ha detto (sono le parole di Caterina dopo l'Apparizione che narrano gli eventi ad essa connessi che desidera una Cappella lass dove apparsa la prima volta. Ha aggiunto che coloro che vogliono entrare nel Suo regno devono diventare pi buoni e pregare molto. Mi ha benedetto e mi ha detto che torner alle 17.00 del prossimo mese. 5 settembre 1950 La Madonna mi ha detto (la veggente dalla data precedente ha iniziato a raccontare le sue esperienze in prima persona): "Costruite la Cappella dove credete, ma starebbe bene alla Croce". Ha aggiunto poi che la sera in cui ci siamo impaurite perch il cielo era diventato rosso, era Lei che passava a benedire le case. Mi ha invitata a fare pi sovente la S. Comunione e a pregare per i peccatori, promettendo un miracolo. Ha benedetto i fiori e le coroncine del S. Rosario. 5 ottobre 1950 La Madonna mi ha detto: "I buoni saranno premiati, ma se continuerete ad essere cattivi verr sulla terra un tremendo castigo. Siamo nell'Anno Santo e bisogna essere pi buoni e pregare di pi". Io le ho porto i fiori e mi ha detto: Questi fiori sono belli, ma bisogna fare degli altri fiori ancora pi belli. Ha benedetto tutti. 5 novembre 1950 La Madonna mi ha detto: "Pi presto costruiranno la Cappelletta, pi presto vi apparir dentro. Conceder le grazie a chi le merita. Chi non crede nelle mie apparizioni, non entrer nel mio regno". La Madonna aveva una rosa ai piedi e mi ha detto: "Questa rosa sar per te quando verrai nel mio regno". A dicembre non verr. Torner in gennaio. 5 gennaio 1951 La Madonna mi sorrideva ed era contenta. Poi mi ha detto: "Quando recitate il S. Rosario, dite: - Dolce Cuore di Maria, siate la salvezza dell'anima mia. Coloro che lavoreranno per costruire la mia Cappella e che faranno offerte per la sua costruzione, saranno da me benedetti. Pregate che la guerra ancora lontana. Quelli che pregano, un d verranno con Me nel Celeste Tempio della gloria. Quando nessuno lo aspetter far il miracolo". Poi mi ha dato la Sua benedizione. 5 febbraio 1951 Ho chiesto alla Madonna di concedere le grazie, ed Essa mi ha detto: Alle grazie penser io. In questi giorni bisogna pregare di pi perch esposto il SS. Sacramento. 5 marzo 1951 La Madonna ha detto: "Bisogna compiere tante opere buone e ricevere la S. Comunione ai primi venerd e sabati del mese. Dei doni dei buoni terr conto quando verranno in Paradiso con me". Ha benedetto i fiori e me. 5 aprile 1951 La Madonna ha detto: "Fuggite il peccato e fate penitenza. Consacratevi tutti al Mio Cuore Immacolato". Le ho chiesto le grazie per gli infermi, e mi ha detto che le avrebbe concesse a suo tempo, quando le meriteranno. Ho chiesto di benedire il mio fratellino perch possa diventare un buon figlio di Dio, e Lei lo ha benedetto. Il mese prossimo non verr. 5 giugno 1951 La Madonna mi ha detto: "In questi mesi i miei figli mi hanno onorata, presto vi dar la prova". Ho chiesto misericordia per gli ammalati e la Vergine mi ha detto: "Conceder le grazie se le meriteranno". 5 luglio 1951 Caterina porta con la mano alle labbra il manto della Madonna e lo bacia. Terminata l'estasi, dice: "La Madonna mi ha detto: Le grazie che tu chiedi le conceder a coloro che le meriteranno. Pregate tanto affinch mai il nemico entri nel vostro cuore. Ha benedetto i fiori e gli oggetti di culto.

5 agosto 1951 La Madonna mi ha detto di portare domenica prossima sul Monte sette bambini della mia frazione, poi mi ha rivelato cinque segreti aggiungendo come, dove e quando, far il miracolo. Ha benedetto i fiori e i presenti. Era vestita come le altre volte, la veste color rosaciclamino, il mantello blu indaco, la corona in testa, ai piedi aveva dei sandali e nelle mani il Rosario. Domenica 12 agosto 1951 Come stabilito il 5 scorso, Caterina sale al Monte con sette bambini della frazione di Bergalla. La folla al Monte numerosa. Caterina fa allontanare tutti, osservando che la Madonna aveva dato appuntamento solamente ai bambini. Rimasta Caterina sola coi bambini, la gente ad un tratto, sente gridare in coro tre volte: "Evviva Maria!". La gente si avvicina ai bambini, e Caterina comunica che la Madonna apparsa e si dichiarata soddisfatta della Cappella, aggiungendo: "I bambini, questa volta, non l'hanno vista; la vedranno un'altra volta. Per hanno baciato la Corona e la Madonna sul viso. Mi ha detto che la grazia al sordomuto la far un'altra volta, perch ora non era possibile. Ha benedetto la tovaglia, i fiori e le Corone". 5 settembre 1951 Caterina chiede alla Madonna misericordia per gli ammalati e invoca la benedizione dei fiori e delle coroncine. Terminata l'estasi, Caterina dice: La Madonna mi ha detto che siamo tutti suoi diletti figli, ci ama tutti, ed ha benedetto tutti i presenti e le vostre familie, che non si sono potute recare ai suoi piedi. 5 novembre 1951 La Madonna mi ha detto: "In questo mese avete pregato? Mi avete onorata? Sono poco contenta perch non avete pregato e non mi avete onorata come le altre volte". Ho promesso che, per un altro mese, saremo pi buoni, e Lei ha aggiunto: "Oh, miei figli, pregate tanto perch tutti i peccatori si convertano e possano meritare un giorno il Regno della Gloria. I prossimi mesi verr dalle 16.00 alle 16.30. Ha benedetto i fiori, il quadro, le corone. Ha benedetto me. 5 dicembre 1951 La Madonna mi ha confidato un segreto ed ha aggiunto: "In questo mese sono pi soddisfatta. Mi avete pregata ed onorata pi del passato. Continuate sempre cos. Mio Figlio Ges, voleva mandare un castigo, ma vuol provarvi ancora una volta". Ha benedetto i fiori, me e tutti i presenti. 5 gennaio 1952 La Madonna mi ha detto: "Avete passato bene il Santo Natale? L'avete passato con entusiasmo verso Ges, con gioia?". Io ho risposto: "Si". La Madonna ha allora aggiunto: "Benedico tutti i fedeli. Ora che siamo nell'inverno, la sera, quando non avete lavori recitate il S. Rosario, ed io vi conceder tante belle grazie per la vostra anima e per il vostro corpo. Al S. Natale tante familie non erano contente perch avevano in casa ammalati e dispiaceri. Ho dato loro la mia benedizione, ed ora sono pi sollevati". Ha benedetto me, le Corone, i fiori. Il prossimo mese non verr. 5 marzo 1952 La Vergine mi ha detto: "In questo tempo di quaresima mio Figlio Ges vuole dai suoi figli tanta penitenza, e che vi accostiate pi sovente ai SS. Sacramenti e adempiate la Sua Volont. D a quelli del comitato (per l'erezione della Cappella che non si disturbino per la sabbia, che penser Io". Ha benedetto il popolo presente, le Corone, i fiori, me, aggiungendo delle altre cose per me e per la Cappella. 5 aprile 1952 La Madonna mi ha detto: "Io amo tanto tanto voi miei figli e voi mi amate?". Ho risposto: "Si". Allora Lei mi ha detto: "Il miracolo vicino, pregate sempre pi". Ha benedetto i fiori e i presenti.

5 maggio 1952 La Madonna mi ha detto: "Sono proprio contenta che in questo mese, dedicato a me, mi onorate in questa Cappella recitando il S. Rosario. Amatevi sempre pi. Io vi conceder tante grazie. Torner il mese prossimo". Ha benedetto i fiori e le Corone. Era vestita come il solito. 5 giugno 1952 La Madonna mi ha detto: "Sono proprio contenta che questo scorso mese di maggio mi avete onorata molto. Il miracolo sempre pi vicino, fate tante opere buone ed Io vi conceder tante benedizioni". Ha benedetto i fiori e gli altri oggetti e mi ha confidato un segreto. Il prossimo mese non verr. Torner in agosto. 5 agosto 1952 La Madonna mi ha detto: "Sono proprio contenta della cappella che avete costruito su questo Monte. Benedico tutti quelli che l'hanno costruita e quelli che hanno contribuito con denaro. Pregate tanto. Il miracolo vicino". Ha benedetto i presenti e i fiori. 5 settembre 1952 La Madonna mi ha detto: Sono pi contenta perch in questo mese mi avete pregata pi del mese scorso. Figlioli cari, camminate sempre nella retta via che conduce al Paradiso. Io vi aiuter. Vi benedico tutti di cuore. 5 ottobre 1952 La Madonna mi ha detto: "Siate sempre buoni. Mio Figlio Ges vi vuole tanto bene, perch voi siete Suoi veri figli. Sono contenta di voi che, in queste brutte giornate siete venuti lo stesso". Ha benedetto i fiori e le Corone. 5 novembre 1952 La Madonna mi ha detto: "Miei figli, guardate la vostra anima se candida o se macchiata. Fate che la vostra anima sia piena di amore per mio Figlio Ges. Vi benedico tutti e benedico le vostre familie che non sono potute venire. So che aspettate il miracolo: vi dico che vicino". Ha benedetto i fiori e le Corone del Rosario. 5 dicembre 1952 La Madonna mi ha detto: "Si avvicina la festa del S. Natale, andate da Ges con tanto amore e con tanta gioia". Mi ha detto tante cose per me ed ha benedetto i fiori. 5 gennaio 1953 La Madonna mi ha detto: "E' incominciato il nuovo anno, cercate di amare sempre pi il mio Figlio Ges e Me. Quanta neve intorno! Oh se la vostra anima fosse candida e bella come questa neve!". Ha benedetto i presenti e quelli che non sono potuti venire e ha detto: "Il mese prossimo non verr, ritorner in marzo". 5 marzo 1953 Sono contenta di voi perch mi avete pregato di pi. Pregate tanto perch possa trattenere la Mano di Mio Figlio Ges da castighi. Amate sempre la vostra Madre Celeste che vi vuol tanto bene". Ha benedetto i fiori e i presenti. Il prossimo mese non verr. 5 maggio 1953 "E' incominciato il mese di maggio, in Cielo si fa tanta festa per Me in questo mese a Me consacrato. Anche voi, figli miei, fatene tesoro, pregate, pregate tanto, perch Io possa convertire tanti peccatori. Di ai miei figli di proseguire i lavori della mia Cappella, che Io possa presto apparirvi dentro. Benedico di cuore i miei figli". 5 giugno 1953 La Madonna aveva ai piedi un giglio, ed ha detto: "Oh! Se le vostre anime fossero candide come questo giglio! ... Come sarei contenta! So che tutti aspettate il miracolo. Vi dico che sempre pi vicino".

5 luglio 1953 "Sono proprio contenta della Cappella. D una benedizione ai miei figli che mi amano e ai quali voglio tanto bene. Sono pi contenta dell'altro mese. Il mese venturo vieni alla nuova Cappella". Ha benedetto i fiori e il Crocifisso. 5 agosto 1953 "Vi ho fatto venire fin qui per fare un p di penitenza, perch al mondo vi sono troppi peccati. Mio Figlio Ges molto disgustato. Avvicinatevi di pi a Ges Eucarestia". La Madonna aveva un cestino vuoto e disse: Se, prima di arrivare a Mio Figlio Ges, fosse riempito di opere buone, come sarei contenta! Ges vi perdona. Confessatevi delle vostre colpe. Il prossimo mese spero di trovarvi migliori. Sono contenta che i miei figli sono venuti qui ad onorarmi ed a pregare. Vi benedico tutti di cuore. Ha benedetto i fiori. Il prossimo mese non verr. 5 ottobre 1953 "In questo mese sono pi contenta. Recitate tanti Rosari in questo mese a me consacrato. Vi benedico tutti. Mio Figlio Ges pi contento dello scorso mese. So perch tu sei qui. Il prossimo mese verr alle 15.30. Se vuoi, vieni su alla Croce". Mi ha detto ancora: "Non sono Io che faccio il miracolo. Io lo intercedo a Mio Figlio Ges. Prima di scendere dal Paradiso mi disse di dirti che lo far presto". Ha benedetto i fiori, gli oggetti della chiesa e le Corone. Mi ha detto due cose per me. 5 novembre 1953 La Madonna mi apparsa ad Albenga e mi ha dato un segreto per me, poi mi disse: "Benedico tutti i tuoi superiori. Io sar sempre con te. Mio Figlio Ges molto contento. Anche questa volta so perch sei qui" (Caterina era stata convocata da Mons. Fenocchio). 5 dicembre 1953 "Si avvicina la mia grande festa e l'anno a me consacrato. Oh, figli miei, pregate tanto per i peccatori perch possano ritornare sulla via del Cielo". Ha poi detto un segreto per me ed ha benedetto i fiori. 5 gennaio 1954 "Sono contenta che avete avuto un p di buona volont di venire vicino a Me. Vi benedico tutti e anche quelli che non hanno potuto venire. In questo anno dedicato a Me dite tanti Rosari e fate molta penitenza". Io le ho baciato il manto. 5 febbraio 1954 "Sono contenta perch avete avuto la buona volont di venire anche con un tempo brutto. Mio Figlio Ges non contento perch al mondo vi sono troppi peccatori e vuol mandare un castigo; ma Io sono Sua Madre, cercher di trattenerlo. Mettetevi sotto il mio manto e vi protegger. Il prossimo mese non verr". E' venuta vicino a Me ed ha benedetto i fiori. 5 aprile 1954 "Sono contenta perch mi avete onorato. In questi giorni di passione del mio Figliolo Ges, pregate, vi dico pregate tanto che presto vi dar la bella prova". 5 maggio 1954 La Madonna sul Monte Croce ha detto: "Sono scesa dal Cielo per farvi visita e dirvi di fare tanta penitenza. In questo mese dedicato a Me pregate, pregate tanto, che presto vi far tutti contenti. Ho visto le vostre lacrime e vi consoler. Il mese venturo non verr". Ha benedetto i presenti e i fiori. Durante l'apparizione il sole assunse la forma a croce; le persone che videro il fenomeno si inginocchiarono mantenendo lo sguardo alzato. 5 luglio 1954 Monte Croce: "Oh, miei figli, Io vi amo tanto e voi amate Me come Io vi amo. Osservate i miei desideri, della vostra Mamma Celeste ed Io sar contenta di voi".

5 agosto 1954 La notifica vescovile campeggia sulla porta della chiesetta di S.Apollonia. La Madonna ha detto: "Il mio cuore non tanto contento e nemmeno quello del mio Figlio Ges. Ma io vi voglio sempre bene. Pregate tanto che mi consolerete ed io presto vi accontenter". 5 settembre 1954 "Sono scesa dal Cielo per venire vicino a voi, perch vi amo tanto, pregate tanto mio Figlio Ges perch abbia sempre misericordia di voi e di tutto il mondo". Mi ha detto diverse cose personali. E' venuta sul cuscino (in camera vicino a me ed ha benedetto i fiori. Nostra Signora era vestita come d'abitudine ed aveva al braccio un Rosario. 5 ottobre 1954 "Cari figli, prima di scendere dal Cielo, mio Figlio Ges mi disse: D che preghino, che preghino. Voglio che vengano a godere l'eterna gloria del Paradiso. Vi benedico tutti, perch vi voglio molto bene". 5 novembre 1954 Monte Croce: "E' quasi finito il mio anno mariano e sono contenta di voi che in questo anno mi avete onorata. Il prossimo mese vi aspetto tutti al Monte e vi dar la S. Benedizione speciale". Ha benedetto tutti. 5 dicembre 1954 "Sono contenta che avete fatto penitenza venendo su questo Monte. Siamo al termine del mio anno mariano. Amatemi come mi avete amata qust'anno. Sono molto contenta di voi". Ha benedetto tutti i presenti e quelli che erano gi, alla Cappella di S. Apollonia. 5 gennaio 1955 "E' cominciato un nuovo anno, pregate tanto che presto far il sospirato miracolo. Sono contenta che avete sfidato questo cattivo tempo e siete venuti con la neve a vedere la vostra Mammina del Cielo. Benedico tutti, anche quelli che non sono potuti venire". Ha benedetto fiori e corone. 5 febbraio 1955 "Cari figlioli, prima di scendere dal cielo, Ges mi disse di dirvi che vi ama tanto e vuole che portate a Lui tante anime con la preghiera. Se adempirete ai suoi desideri, avrete un premio: il premio del Paradiso". Ha benedetto i presenti e i fiori. 5 marzo 1955 "Cari figlioli, pregate tanto che salverete tante anime. Fate anche tanta penitenza, perch io possa trattenere la mano di Mio Figlio Ges da tanti castighi". 5 aprile 1955 "Figlioli, la S. Pasqua vicina e in questi giorni che la precedono, pregate tanto. Ve lo dice la vostra Mamma del Cielo: pregate tanto Ges, dolente per i peccati dell'umanit". 5 maggio 1955 "Cari figlioli, sono scesa dal Cielo per venire in mezzo a voi perch vi voglio fare pi buoni, vi voglio avvicinare di pi al mio Cuore e a quello di Ges. In questo mese a me dedicato fate tante mortificazioni. Io sono contenta di voi e vi far tante grazie". 5 giugno 1955 "Siamo nel mese dedicato a mio Figlio Ges, pregate tanto, fate penitenza che Ges vi vuole tutti salvi. Se farete questo avrete la vita eterna. Presto vi far contenti con un grande miracolo". 5 luglio 1955 "Figlioli cari, siate buoni, vogliatevi bene. Imitate la vostra Madre Celeste; pregate, qualunque grazia mi chiederete, io non ve la negher. Benedico le vostre familie e voi tutti". 5 agosto 1955 "Come mai ti trovi qui?" "Mi trovo qui per ordine del Vescovo e ho voluto obbedire alla Chiesa. Mi costato sacrificio, ma l'ho fatto volentieri per farti contenta". Lei ha risposto: "Hai fatto bene. Sono contenta e Ges ne terr conto. Pregate, pregate, pregate tanto,

figlioli, che ci sono ancora tante anime da avvicinare al mio Cuore e state tranquilli che presto vi far contenti. Benedico voi e quelli che sono rimasti lass" (l'apparizione avvenne ad Albenga). Vi furono delle persone che meravigliate videro il sole girare, il prof. Cotta, laureato in fisica, che segu a lungo i fatti di Balestrino non vide mai nulla di strano. 5 settembre 1955 "In questo momento che la vostra Mamma viene sulla terra voi mi chiedete tante grazie. Pregate tanto e abbiate grande fiducia in Me. Io interceder presso mio Figlio Ges. Finora sono stati pochi i vostri meriti, ma grande la misericordia di Ges". 5 ottobre 1955 "Cari figlioli, sono contenta perch in questo mese mi avete onorata. Continuate sempre cosi ed io vi accontenter. In questo bel mese dedicato a Me, voglio che tutti i miei figli recitino ogni giono il S. Rosario. Se farete questo piccolo sacrificio vi far tante grazie". 5 novembre 1955 "Cari figlioli, la vostra Mamma Celeste vi chiede sempre preghiera, perch con essa possiate sempre pi avvicinarvi al mio Cuore e a quello di Ges. Chi pi vicino al mio Cuore riceve pi luce e amore. Confidate sempre in Me ed Io vi aiuter. 5 dicembre 1955 Ho visto la vostra fede. Sono contenta. Anche mio Figlio Ges contento e presto far quello che da tanto tempo desiderate. La Madonna ha recitato un'Ave assieme a Caterina, che le ha baciato la mano e Lei ha benedetto i presenti e quelli che erano fuori. 5 gennaio 1956 Figlioli, il mio desiderio quello di avvinarvi tutti al Mio Cuore. Pregate, pregate, o miei figli che siete pi vicini, affinch i pi lontani si avvicinino. La Madonna ha chiesto a Caterina di recitare la Salve Regina con Lei, e l'ha recitata. Maria ha poi aggiunto: Il prossimo mese voglio che tu venga da questa Cappella; per gli altri mesi te lo dir. 5 febbraio 1956 In questo momento che scendo dal Paradiso per venire in mezzo a voi, mi chiedete tante grazie. Sappiatelo, figlioli, che chi ha implorato grazie, non sar da Me abbandonato. Pregate tanto e siate tranquilli che presto Ges dar la grande prova. Poi ha detto: Vuoi recitare l'Ave Maria con Me? E Caterina l'ha recitata. 5 marzo 1956 Il giorno in cui mi manifester vicino. Pregate tanto. In questo tempo di Quaresima fate penitenza, affinch Mio Figlio Ges non lasci cadere tremendi castighi. Il prossimo mese vi aspetter al Monte. 5 aprile 1956 Sono diversi anni che vengo in mezzo a voi. Sapete perch? Perch vi voglio pi buoni. Sappiate che verr qualche volta ancora, ma prima di lasciarvi Mio Figlio Ges, far un grande miracolo. Il mese prossimo - ha detto - fai il piccolo sacrificio di tornare qui (Monte Croce). 5 maggio 1956 Sono contenta di vedervi cos numerosi questo mese (Caterina sorride, parla e ride ancora. Pregate, pregate e fate penitenza, affinch i peccatori ritrovino la via della salvezza. verr ancora poche volte, ma prima di lasciarvi, vi d una preghierina da recitare quando non verr pi: Maria, Regina del Monte Croce, pregate per noi. Ha poi recitato un'Ave Maria con la veggente e benedetto. 5 giugno 1956 Monte Croce: "Sono contenta che nello scorso mese di maggio mi avete onorata. In questo mese guardate a Ges il vostro sguardo sia puro, perch Ges possa essere lieto di fissarvi il Suo. Siccome il giorno in cui mi manifester vicino, vi voglio preparati con preghiere e penitenze".

5 luglio 1956 Di fronte alla chiesa di S. Apollonia: "Cari figlioli, so che mi amate molto. In questo momento che sono in mezzo a voi mi chiedete tante grazie. Sappiate che tutto quello che domandate, nella preghiera, l'otterrete. Pregate in questo mese, ve lo raccomando tanto, pregate! Fra poco il Mio Ges vi dar una consolazione". 5 agosto 1956 "Cari figlioli, vi amo infinitamente anche se siete poveri peccatori. In questa valle di tentazioni e di pericoli, voglio la vostra salvezza. Stringetevi a Me, ed Io vi condurr a Ges". 5 settembre 1956 "Cari figlioli, in questi anni nei quali sono scesa sulla terra, molti di voi hanno sentito la mia parola, ma tanti no: il Mio Ges ne spiacente. Per far quello che ho promesso, perch voi crediate in Me, ed affinch Ges non lasci cadere sulla terra un tremendo castigo". 5 ottobre 1956 Cari figlioli, so che mi amate tanto. In questo mese a me dedicato, vorrete negare un piccolo sacrificio alla vostra Mamma Celeste? Voglio che voi recitiate il S. Rosario affinch con questa grande arma possiate vincere il vostro nemico. Sono contenta di tutti voi, e maggiormente di quelli che hanno operato secondo il mio desiderio e il desiderio del Figlio Mio Ges. Pregate tanto che presto vi dar la prova del mio grande amore. Il mese prossimo non verr. Ritorner a dicembre. pregate, pregate tanto! Ho benedetto voi e quello che avete con voi. 5 dicembre 1956 La Madonna era triste, ed ha detto: Cari figlioli, se vorrete che ancora la misericordia di Dio regni sulla terra, pregate per i peccatori, anche loro sono miei cari figli. Durante queste pochissime volte che verr ancora in mezzo a voi far tante grazie. Io sono per voi Luce, Forza e Guida al Cielo. Ha detto diverse cose per Caterina ed ha concluso con le benedizioni: Benedico voi e tutto quello che avete con voi. 5 gennaio 1957 Sono le ultime volte che vengo in mezzo a voi, miei cari figlioli, ma voglio portare ancora tante anime a Ges. Vorrete anche voi aiutarli con la preghiera? State tranquilli che le grazie che mi chiedete in questo momento, prima o poi ve le far. Ho benedetto i fiori e tutto quello che avete con voi. 5 febbraio 1957 Sono tanto contenta che molti di voi in questo mese, hanno fatto quello che desideravo. In questo mese vi dico una cosa che vi far piacere: Presto far il miracolo e presto verr pure benedetta la Cappellina e vi sar celebrata la S. Messa. Pregate ancora tanto che la vostra cara Mamma Celeste potr intercedere per tutto quello di cui abbisognate, presso il Suo Figlio Ges. Ha benedetto i fiori e la pisside; verr in aprile. 5 aprile 1957 Figli cari, in tutto questo tempo vi ho gi concesso molte grazie. Ve ne conceder ancora tante, se farete quello che desidero. In questo mese Ges vuole preghiere e penitenze, specialmente da voi che Gli siete pi vicini. Presto vi lascer, ma vi lascer contenti. Benedico in particolare la Patrizia. Presto sar guarita. Benedico tutti voi e i fiori. 5 maggio 1957 Quanto dolce la voce della vostra Mamma Celeste, non vero figlioli? In questo mese, dedicato a Me, pregate, pregate, pregate ed io vi conceder le grazie che in questo momento voi mi chiedete. Il giorno in cui vi lascer sempre pi vicino e l'ultimo mese che verr in mezzo a voi, far il grande miracolo che vi ho promesso. Ha detto a Caterina quando dovr svelare due segreti.

5 giugno 1957 "Voi sapete che senza la preghiera non potete ottenere nulla. Pregate e le grazie che mi chiedete in questo momento le poser, appena in Cielo, sul Cuore di Ges, e state tranquilli che sar generoso con voi. Sono poche le volte che il mio Ges mi permetter di scendere ancora su questa terra in mezzo a voi, ma non vi abbandoner mai, anzi sar maggiormente vicino a voi. Verr in agosto". 5 agosto 1957 "Cari figlioli, io sono la Madre del bell'Amore e della Santa Speranza. Chiunque cerca me, trover pace, giocondit e vera vita di grazia. Benedico tutti voi che siete venuti vicino a Me con tanta fede. Il prossimo mese non verr. Ritorner in ottobre lass sul Monte Croce". 5 ottobre 1957 "Cari figlioli, sono tanto contenta di vedervi tutti vicino a me, anche se, venendo quass, avete fatto molta penitenza. Vi benedico tutti di cuore. Benedico pure coloro che hanno lavorato per la mia Cappellina. So che in questo giorno tutti voi aspettavate il miracolo. Il mio Ges lo far presto, pi di quanto crediate. Pregate tanto e fate quello che io desidero e Ges vi conceder le grazie che domandate. Il 5 novembre e il 5 dicembre verr ancora su questo Monte". 5 novembre 1957 "Sono felice per quei figli che si sono recati dove desideravo, ma sono contenta anche per voi che avete fatto questa bella rinuncia rimanendo vicini a Me. Pregate tanto per consolare Ges afflitto da tante ingiurie che riceve continuamente e affinch tenga la Sua mano su tutto il mondo. Benedico tutti voi che mi siete vicini". Ha quindi spiegato alla veggente il motivo per cui non apparsa sul Monte. 5 dicembre 1957 "Siete venuti su questo Monte per fare penitenza perch sappiate, cari figlioli, che senza penitenza, non potrete meritare il Paradiso. Chi siete voi? Poveri miserabili vestiti di peccato. Chi sono io? La vosta cara Mamma Celeste che vi ama tanto tanto. Amo i giusti e amo anche quelli che si trovano nell'infelicit e nella colpa. Cari figlioli, mettetevi sotto il mio manto, io vi stringer al mio cuore e vi condurr a Ges. Benedico voi e quello che avete con voi. Il prossimo mese fate ancora un piccolo sacrificio e ritornate quass". 5 gennaio 1958 "Vi siete recati su questo Monte facendo penitenza per portarvi tutti vicino a me, e sono tanto contenta, ma sono anche tanto triste vedendo che molti dei miei figli offendono tanto Ges. Pregate, pregate: ve lo raccomando con tutto il cuore, se non volete che scenda sulla terra un tremendo castigo. Presto io trionfer facendo il grande miracolo. Benedico voi e quello che avete con voi. Torner in marzo". 5 marzo 1958 "Cari figlioli, la vostra piet debole, la vostra fede troppo vacillante. Penitenza, penitenza!... In questi brutti momenti in cui vi trovate, io sono la Porta del Cielo, la Fonte di ogni grazia. Presto vi, dar una grande gioia. Il prossimo mese non verr. Torner in maggio". 5 maggio 1958 "Io sono la vostra Mamma piena di tenerezza e di misericordia, specialmente per i figli pi lontani da Me. Preghiera e penitenza, preghiera e penitenza! La felicit che presto vi dar sar grande. Benedico voi e quello che avete con voi. Il prossimo mese non verr. Torner in luglio". 5 giugno 1958 "Sono ben poche le volte che scender in mezzo a voi. Ascoltate le mie parole e tenetele preziose. Sappiate, cari figlioli, che vengo su questa terra per la vostra salvezza e per portarvi tutti un giorno con Me in Paradiso. Non stancatevi di pregare e di fare penitenza. Chiedete misericordia alla Divina Giustizia ed io esaudir i vostri bisogni. Torner in settembre".

5 settembre 1958 "La vostra Mamma del Cielo legge, in questo momento, in tutti i vostri poveri cuori, angosciati da mille preoccupazioni, la maggior parte corporali. Perch non vi preoccupate della parte migliore di voi: l'anima! Pregate, figli cari, e non verr negato nulla a quelle anime che hanno fiducia e fede. Aiutatemi, cari figlioli, che in questo breve tempo, voglio ancora salvare tante anime. Il mese prossimo verr al Monte Croce". 5 ottobre 1958 "In questi tempi cos tristi e dolorosi vi devono essere delle anime riparatrici che seguono la strada che conduce a Ges Sofferente, senza aver paura di sacrifici e specialmente di derisioni. Figlioli cari, dovete essere voi, anime fedeli, coloro che portano i figli traviati al Mio Ges. Preghiera, preghiera, preghiera! Presto vi lascer". 5 novembre 1958 "Cari figlioli, dovete staccarvi da questa terra lasciando ansie e dolori, preoccupazioni inutili, per ascendere il monte della perfezione, se volete un giorno raggiungere la Patria Celeste. Presto, prestissimo Ges non mi permetter pi di venire in mezzo a voi in questo giorno, ma anche dal Cielo, sar la vostra Avvocata nei casi disperati e come Mamma di Ges, non vi negher mai il mio aiuto. Benedico voi e tutto quello che avete con voi". Ha detto quando Caterina deve rivelare i quattro segreti. 5 dicembre 1958 "Cari figlioli, sono l'Immacolata, la Madre di Ges e Madre vostra. Vi apro le braccia e mi chino sulle doloranti vostre piaghe, mutando le menti dei peccatori, consolando gli affitti e gli umili. Pregate ancora tanto per preparare una soffice culla al Bambino Ges". 5 gennaio 1959 "Cari figlioli, se volete trovare un porto sicuro per le tempeste che da ogni parte vi stringono, mettetevi nelle mia braccia. Io sono la vostra guida. Pregate, pregate, pregate tanto tanto, affinch possa, ancora per molto tempo, trattenere il braccio del Mio Ges. Vi far contenti prestissimo. Torner in marzo. 5 marzo 1959 "Sono contenta che in questi due mesi avete consolato il Cuore di Ges con le preghiere e la riparazione. Penitenza, penitenza, cari figlioli, perch sono troppi ormai gli uomini che vogliono sorpassare la via di Ges per distruggere le Sue grandi opere. Per a questo non riusciranno mai. Ritorner a maggio sul Monte Croce. 5 maggio 1959 "In questo mese a Me dedicato sono scesa ancora su questo Monte in mezzo a voi. Sapete perch? Perch vi amo tanto. Cari figlioli, se voi veramente mi amate, ora il momento di dimostrarlo. Voi lo sapete: Io sono la vostra Mamma e vi attendo sempre per stringervi nelle mie braccia. Pregate in questo momento, affinch Ges abbia ancora tanta misericordia di voi. I prossimi mesi non verr, ritorner in agosto". Caterina l'ha abbracciata e baciata. 5 agosto 1959 "Cari figlioli, vi siete portati ancora vicino a Me in questo giorno e avete deposto ai miei piedi tutte le vostre croci e sofferenze. Come pu il mio caro Ges non ascoltare la voce di tante anime che tanto amano la Mamma Sua? Figlioli cari, dovete sapere che la sofferenza la scala che porta al Cielo per quelle anime che la sopportano con rassegnazione. Ritorner in ottobre sul Monte Croce". Caterina bacia l'orlo del manto. 5 ottobre 1959 Monte Croce: "Siamo giunti al mese consacrato a Me e al S. Rosario. Figlioli cari, dovete sapere che questa Corona (a questo punto Caterina, visibilmente commossa, aggiunge: e mi ha mostrato il Rosario che teneva in mano) una forte arma contro il male. A tutti quei figlioli che devotamente recitano il S. Rosario prometto la mia speciale protezione e

infinite grazie. Pregate, pregate. Fra pochissimo vi lascer, ma il mio Ges dar la grande prova promessa. Torner in dicembre". 5 dicembre 1959 Casa di Bergalla:" In questo mese, cari figlioli, dovete fare contenta la vostra Mamma Immacolata, pregando di pi perch sappiate, cari figlioli, che sono le ultime volte che vi raccomando la preghiera ...e poi?... figlioli, se volete che la Misericordia di Ges regni ancora su questa terra fate quello che vi dico. Il Cuore del Figlio Mio ormai troppo oltraggiato ed io non riesco a trattenere il Suo braccio. Perci pregate. Ritorner in marzo". 5 marzo 1960 Monte Croce: "In questo momento vedo innanzi a me tante anime: infermi, afflitti e peccatori. Figlioli, voi sapete che sono la Mediatrice di tutte le grazie. A chiunque ricorre a me con tanta fiducia, nulla sar negato. Figlioli, pregate in questo tempo, perch voglio convertire e portare la Russia a Ges. Ritorner in maggio". 5 maggio 1960 Casa di Bergalla: "Quante anime vedo in questo momento dinanzi a me con le lacrime agli occhi. Cari figlioli, non avete mai sentito al mondo che chi ha implorato il mio aiuto sia stato da me dimenticato. Figli miei, pregate, pregate proprio di pi, perch l'umanit non trover pace fino a che non confider nella Misericordia del mio Ges. Figli miei, torner il 5 ottobre". 5 ottobre 1960 Monte Croce: "Figlioli, avete fatto un p di penitenza venendo su questo monte. Ve ne proprio bisogno. Figlioli in questo mese pregate recitando il S. Rosario. Solo con la preghiera potete salvarvi. Non vi altro mezzo! E pensate, che andando di questo passo, si va malissimo. Figlioli miei, questi sono proprio gli ultimi miei consigli. Ascoltatemi! Torner in dicembre". 5 dicembre 1960 Casa di Bergalla: "Io sono l'Immacolata. Quanto mi piacciono le anime caste e quanto pi un' anima sar stata pura su questa terra, tanto pi sar vicina a Ges in Cielo. Figlioli miei, pregate! Ve lo dice la Mamma per il vostro bene, pregate (la Madonna quasi piangeva, disse Caterina. I prossimi mesi non verr, ritorner in aprile". 5 aprile 1961 "Figlioli cari, sono lieta di vedervi tutti vicino a me su questo monte. Tanti di voi sono venuti per vera devozione, altri invece per chiedere grazie, la maggior parte materiali, e altri unicamente per vedere il miracolo. Figlioli, prima riconciliatevi con Dio, poi io far tutto il resto, state tranquilli. Figlioli, la vostra salvezza dipende da voi. O farete penitenza o andrete a sicura rovina. Figlioli cari, ascoltatemi! Ritorner a giugno". 5 giugno 1961 Casa di Bergalla:" Siete venuti tutti vicino a me perch mi amate, anch'io vi amo. Quelli che cercheranno me, mi troveranno ed avranno dal Signore la vita eterna. Figlioli cari, nutrite un grande amore per il Cuore del mio Ges, facendo la Comunione riparatrice i primi venerd del mese. Figlioli cari, state tranquilli, Ges sta preparando una grande consolazione per voi. I prossimi mesi non verr. Ritorner in ottobre. Figlioli cari, vi benedico proprio di cuore. 5 ottobre 1961 Monte Croce: "Figlioli, scendo dal Cielo per condurvi tutti sulla retta via. Figlioli, Ges ha riposto in Me tutte le Sue grazie e le Sue Misericordie. Pregate! Recitate il S. Rosario, implorate misericordia, misericordia per le nazioni traviate, per tutto il mondo, e per tanti che si dicono cristiani e straziano il Cuore adorato del Mio Ges. Siate voi anime riparatrici e consolerete il Cuore del Mio Figliolo. Ritorner a febbraio". Benedizioni.

5 febbraio 1962 "Vedo tante anime con le lacrime agli occhi. Figlioli cari, voi chiedete tante grazie, ma sappiate che l'onnipotenza del mio Ges limitata dalla vostra confidenza, e chiss quante volte voi avreste potuto ottenere maggiori grazie se aveste pregato con maggior fiducia. Figlioli cari, cercate prima la salvezza delle vostre anime; Io poi vi conceder tutto il resto. A tutti coloro che ti chiedono se hai chiesto per loro la grazia a Me, rispondi di mettere in pratica questo messaggio. I prossimi mesi non verr. Ritorner a maggio". Benedizioni. 5 maggio 1962 Monte Croce: "In questo mese a Me dedicato siete saliti su questo monte portandovi vicino alla Mamma vostra. Comprendessero le vostre anime il mio cuore... Figlioli cari, quanto pi i vostri occhi si leveranno in alto per guardare i miei, tanto pi il mio sguardo amoroso si abbasser su voi. Beati coloro che ricorrono a Me per qualunque grazia, sia spirituale che materiale, perch avranno da Me aiuto. Figlioli, ascoltate questi miei ultimi consigli. Vi benedico proprio di cuore. I prossimi mesi non verr, ritorner in ottobre". 5 ottobre 1962 Casa di Bergalla: "Cari figlioli, in questo mese a Me dedicato fate contenta la vostra Mamma Celeste recitando il S. Rosario nelle familie e facendo penitenza in questo momento tanto importante per la Chiesa. Figlioli cari, vi raccomando sempre tanto la preghiera, affinch il mondo ritrovi l'unit e la pace, e possa trionfare il Regno del Mio Ges. Figlioli ascoltatemi, sono gli ultimi richiami della vostra cara Mamma. Benedico voi e quello che avete con voi. Torner in gennaio. 5 gennaio 1963 "Figlioli cari, sono troppo contenta di voi e del sacrificio che avete fatto recandovi fin quass (la giornata era piovosa) per portarvi vicino alla Mamma vostra. Figlioli miei, solo con la preghiera e la penitenza il Mio Ges riuscir a salvare l'umanit. Perch oggi tanto male nel mondo? Manca la preghiera e lo spirito di sacrificio! Pregate, cari figlioli, e presto vi dar una consolazione e vi preparer poi un bel posto in Paradiso vicino al Mio Ges. Figlioli, ricevete la mia materna benedizione. I prossimi mesi non verro. Verr il 5 aprile". 5 aprile 1963 "Figlioli cari, fate penitenza! Ve lo dico per il vostro bene! Pregate, pregate tanto, anche per coloro che non credono e non pregano. La giustizia del Mio Ges gi cominciata. Figlioli cari, solo con la preghiera e la penitenza potrete ottenere ancora misericordia. I prossimi mesi non verr. Verr in settembre. Vi benedico proprio di cuore". 5 settembre 1963 Monte Croce: "Figlioli cari, sono contenta del vostro sacrificio, ve ne proprio tanto bisogno. Il Cuore amatissimo del Mio Ges versa abbondantemente il Suo amore e le Sue grazie su tutti, ma tanti Suoi figli lo contraccambiano con tanta ingratitudine e disprezzo; e ci non solo fanno i suoi figli lontani, ma anche i Suoi figli prediletti. Quanto dolore per un cuore di Madre, vedere oltraggiato il Suo Figliolo! Pregate tanto, presto non verr pi (Caterina nel corso dell'apparizione baci la veste della Madonna ed al termine si asciug con la mano le lacrime che scendevano dal suo viso,) ma dal Cielo vi aiuter con tanto amore concedendovi innumerevoli grazie. I prossimi mesi non verr. Ritorner a dicembre. Benedizioni. 5 dicembre 1963 Casa di Bergalla: Figlioli cari, vi raccomando tanto di pregare, affinch possiate ottenere sempre tanta misericordia. Il Mio Cuore Immacolato deve trionfare, solo allora il mondo potr avere pace. Figlioli, sento in questo momento i vostri desideri e le vostre ansie: ripongo tutto nel Cuore del Mio Ges, state tranquilli che nulla sar negato alle anime che avranno chiesto con vera fede. Prestissimo vi lascer. Sappiate apprezzare questi miei inviti. Ricevete, figlioli, la mia materna benedizione. Ritorner in febbraio.

5 febbraio 1964 Casa di Bergalla: Figlioli cari, non avete bisogno di tante grazie, sappiate che ogni giorno ve ne concedo moltissime, ma tanti di voi, non appena ricevute, non sentono pi il dovere di ringraziare il mio caro Figliolo. Figlioli, voglio la vostra cooperazione e solo per mezzo della preghiera e della penitenza. Continuer a farvi infiniti favori. I prossimi mesi non verr. Ritorner a maggio. Ricevete la mia benedizione. 5 maggio 1964 Monte Croce: Figlioli cari, siamo a maggio il mese a me dedicato, amatemi, figlioli, come io vi amo, sforzatevi di imitare le mie virt. Solo cos mi darete la vera prova della vostra devozione. Ricordatevi che io sono la Madre della Misericordia e aspetto, per mezzo della vostra preghiera, la conversione di tutti i peccatori. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. I prossimi mesi non verr. Ritorner a settembre. 5 settembre 1964 Casa di Bergalla: Figlioli cari, sebbene oggi a voi sia costato sacrificio recarvi vicino alla Mamma vostra in questa brutta giornata, ritornerete alle vostre case portando con voi la mia benedizione. Figlioli, pregate tanto. Voglio anzi insegnarvi questa breve preghiera, che reciterete spesso affinch io possa ancora per tanto tempo trattenere il braccio del mio Figliolo: - O Ges, che vuoi usare misericordia anzi che sdegno verso coloro che non confidano in Te, donaci che noi piangiamo i nostri peccati, affinch possiamo ottenere le Tue grazie e consolazioni - Arrivederci, figlioli, al 5 dicembre. Benedico voi e tutto quello che avete con voi". 5 dicembre 1964 Monte Croce: Ascoltate, figlioli, la voce della vostra Mamma Immacolata che in questo momento vi chiede di pregare tanto tanto per i troppi bisogni che ha l'umanit. Il mio Ges vuole la vostra penitenza: Offritemela perch io possa portarla a Lui, vi contraccambier con innumerevoli benedizioni. Figlioli, conosco tutti i vostri bisogni, accontentate il mio Ges ed io far contenti voi. I prossimi mesi non verr. Torner a marzo. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. 5 marzo 1965 Bergalla: "Scendo dal Cielo in questi primi giorni di Quaresima per invitare maggiormente alla preghiera e alla penitenza. Figlioli ve lo chiede la vostra Mamma per consolare il Cuore molto addolorato del mio Ges. Figlioli se non darete retta a questo mio invito, presto vi pentirete, lo dico proprio per il vostro bene: ascoltatemi! Io presto vi lascer facendo quello che ho promesso. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. Ritorner a giugno". Dice Caterina: "La Madonna ha voluto in mano le Corone ed ha detto: Pregate, pregate, pregate!..." 5 giugno 1965 Bergalla: "Figlioli cari, in questo momento leggo in tutti i vostri cuori. Tanti di voi vogliono ricevere grazie senza avere ancora pregato. Figlioli, prima di tutto abbiate tanta fede, e le grazie che mi chiedete presto ve le conceder. Arrivederci figlioli al 5 ottobre. Benedico voi e tutto quello che avete con voi". 5 ottobre 1965" Bergalla: "In questo momento vi bisogno urgente della vostra preghiera affinch i peccatori ritornino alla Casa del Padre. Si estingua l'odio verso la S. Chiesa e nelle nazioni ritorni la pace. Ma perch ci avvenga necessario che voi usiate, specialmente in questo mese, la Corona del S. Rosario. Solo con questa arma salverete l'umanit. Fra pochissimo non verr pi. In questo breve tempo ascoltatemi. Benedico voi e quello che avete con voi. Verr il 5 gennaio. 5 gennaio 1966 "Figlioli, vi siete portati ai miei piedi per sentire le mie parole e ricevere le mie benedizioni. Sappiate, figlioli, che la vostra fede non deve consistere unicamente in questo poco

tempo che io sono in mezzo a voi, ma sempre, tanto nelle gioie quanto nel dolore io vi sono sempre accanto. Abbiate dunque vera fede, ed io vi dar grandi grazie. Ricevete, figlioli, la mia benedizione. Arrivederci al 5 maggio". 5 maggio 1966 "Sotto il peso di tanti dolori e angosce vi siete portati vicino a Me. Figlioli, Io vedo e leggo in tutti i vostri cuori, ma quante volte per i vostri peccati, siete voi stessi l'ostacolo al compimento dei vostri desideri. Figlioli, siate prima di tutto, in intima amicizia col mio Ges, e Lui sar tanto generoso con voi. Benedico voi e quello che avete con voi. Ritorner in settembre". Quando ha benedetto i fiori ha detto: "Chi ha vera fede, con questi fiori otterr tante grazie". 5 settembre 1966 Bergalla: "Figlioli cari, nell'acre tormento di questa vita moderna, nel frastuono di troppe voci, resta soffocata la Voce di Colui che veramente vi ama. Figlioli, troppe volte vi illudete di conquistare tutto e di bastare a voi stessi, mentre invece la vera conquista consiste nel possedere la gioia del cuore, ossia Ges. Figlioli cari, pregate, ma veramente, con fervore, oggi stesso, perch domani potrebbe essere troppo tardi. Sono gli ultimi miei ammonimenti. Arrivederci al 5 dicembre. Benedico voi, quello che avete con voi e i fiori". In cielo comparve una sfera, poi un' altra che si fusero formando un'unit (si veda riprese super 8 del prof. Cotta tra soffici nuvole. 5 dicembre 1966 Bergalla: "Figlioli, se siete nel dolore venite al mio Cuore. Io conosco le vostre amarezze. Ricordate, figlioli, che voi non siete soli, non siete abbandonati, non siete dimenticati, Io sono con voi sempre. Sappiate, figli, che il mio Cuore non ha mai misurato l'amore, sia con le anime buone, che verso i peccatori. Non stancatevi dunque, di pregare anche per essi, perch non vadano perduti. Figlioli, vi benedico di cuore e arrivederci al 5 aprile". 5 aprile 1967 Bergalla: "Figlioli, cosa buona pensare a cose materiali, ma molto pi utile preoccuparsi per lo spirito. Figlioli, voi prendete le grazie, ma dite, figlioli, come sono i vostri rapporti con Dio? Voi desiderate pace e pace, ma la vera pace l'avrete solo quando veramente amerete Ges. Figlioli, vi invito ancora a riparare, perch troppe anime si perdono. Benedico voi e quello che avete con voi. Ritorner in ottobre". Ha detto poi cose relative alla veggente. 5 ottobre 1967 Bergalla: "Figlioli, ancora una volta vi siete portati in questo luogo per deporre ai miei piedi tutte le vostre miserie. Tanti di voi non comprendono, che senza preghiere non si possono ottenere grazie. Ed questo, figlioli miei, lo scudo che salva l'umanit: il S.Rosario (la Madonna in quel momento alz la Corona del Rosario). Sappiatelo adoperare con fede e amore e sar questa la dolce catena che vi condurr a Dio. Senza la preghiera nesssuno si salver. Benedico voi e quello che avete con voi. Torner in febbraio". 5 febbraio 1968 Bergalla: "Se in questo momento nel vostro cuore c' veramente tanta fede, ritornerete alle vostre case, portando con voi la mia benedizione. Molti di voi riceveranno la grazia desiderata, ma in molti cuori vedo con dispiacere solo curiosit. Io scendo dal Cielo per tutti. Beati quelli che mi ascoltano e mettono in pratica la mia parola, perch presto saranno premiati. Molto presto non verr pi in questo luogo, ma continuer a far scendere dal Cielo copiose grazie su quelli che m'invocheranno. I prossimi mesi non verr. Ritorner in giugno". Benedizioni. Ha poi riferito altre cose a Caterina di natura personale. 5 giugno 1968 Bergalla: "Figlioli, quando ormai ogni tentativo umano inutile, voi vi rivolgete a Me. Sappiate, figli cari, che solo il mio Cuore potr darvi quelle gioie che nessuno mai vi potr dare. Figli miei, siate apostoli della preghiera e gli sforzi per ristabilire la pace nel mondo siano

sinceri e sostenuti dalla preghiera di tutti. Vedo tanti sofferenti vicino a Me. La mia ora non ancora venuta, ma pregate che tanto, presto verr. Benedico voi, quello che avete con voi e i fiori. Ritorner il 5 ottobre". 5 ottobre 1968 Bergalla: Figli cari, il mio Cuore molto rattristato per le grosse offese che riceve il mio Ges. Ben pochi dei miei figli hanno ascoltato e messo in pratica i miei consigli. Figli cari, la mano del mio Ges diventa sempre pi pesante, aiutatemi, miei cari figlioli, con la vostra costante preghiera, affinch la possa ancora trattenere. La vostra fede verr premiata con tante grazie. Ritorner il 5 dicembre. 5 dicembre 1968 Bergalla: Figli cari, sono ancora in mezzo a voi per richiamarvi alla preghiera, in questo tempo cos tanto brutto per voi in modo particolare vi raccomando il Santo Padre. Pregate, pregate, pregate, ve lo chiedo con le lacrime agli occhi, per fare contento il mio Ges. Ritorner il 5 marzo. Benedizioni. La Madonna si presentata con una lunga rosa rossa piena di spine ai piedi. Poi ha detto altre cose per Caterina. 5 marzo 1969 Bergalla: Figlioli cari, senza la fede impossibile piacere a Dio. Se nel vostro cuore, in questo momento, c' veramente la fede, ritornerete alle vostre familie portando con voi grazie e benedizioni. Io sono dappertutto, vedo tutto, leggo nei vostri pensieri, come potete dubitare che la vostra Mamma vi abbandoni? Per, quante anime lontane! Figlioli, aiutatemi a portarle a Ges. I prossimi mesi non verr. Ritorner il 5 giugno. Benedizioni. Ha detto altre cose per Caterina. 5 giugno 1969 Bergalla: "Figlioli cari, quando la tribolazione si abbatte su di voi, non ribellatevi alla sua visita, prendetela dalle mani di Dio, e troverete la forza di amarla. Ogni istante il mio Ges con voi con la Sua reale presenza, ma cosa riceve da voi in cambio di tanto amore? Abbiate, figlioli cari, pi gratitudine verso di Lui e sar per voi la vera fonte di grazie. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. Ritorner il 5 ottobre. 5 ottobre 1969 Bergalla: "Figlioli, parte di voi si preoccupa solo del corpo, dimenticando completamente l'anima, altri invece pregano cos: - Signore, non voglio altro se non quello che volete Voi -. Ma quando avvengono cose contrarie, non sanno rassegnarsi alla Divina Volont. Figlioli tenete unita la vostra volont a quella di Dio e avrete pace per la vostra anima. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. Ritorner il 5 gennaio". 5 gennaio 1970 Bergalla: "Figlioli cari, in molti di voi vedo grande fede. Sappiate figlioli, che tutti siete tenuti alla santificazione e tutti dovete collaborare con reciproca responsabilit alla realizzazione del Regno di Cristo in ciascuno di voi e nel prossimo. Pregate, figlioli miei... Su questa terra sar una continua lotta, ma prometto una gioia in Cielo per chi avr corrisposto ai miei desideri. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. Ritorner il 5 maggio". 5 maggio 1970 Bergalla: Figli miei, eccomi qui! Sono la vostra Mamma che vi costantemente accanto. Qualche volta metto a dura prova la vostra fede e la vostra pazienza. Io sono la Madre della speranza e della fiducia, non deludo mai chi si rivolge a me. Figli cari, non basatevi sui vostri meriti, perch sono ben pochi, ma sull'infinita misericordia del mio Ges. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. Ritorner il 5 ottobre. 5 ottobre 1970 Bergalla: "Figli miei cari, eccomi ancora a rivolgervi la mia parola piena di comprensione. Voglio aiutarvi in ogni vostro desiderio. Io sono la Regina dei cuori e sono qui per ricevere la vostra generosa offerta. Figlioli, pi sarete generosi con la vostra Mamma Celeste,

tanto pi io lo sar con voi. Figlioli, ho bisogno della vostra preghiera per il momento tanto difficile che stanno attraversando tanti miei figli prediletti. Consolatemi con la vostra fervente fede, ed io vi esaudir. Benedico voi e tutto quello che avete con voi. Ritorner il 5 marzo". 5 marzo 1971 Bergalla: "Figlioli cari, quanto conforto per il mio Cuore di Madre, leggere nel cuore dei miei figli una fede sincera e disinteressata (meno gente del solito anche per via della neve). E' proprio questo che piace al mio Figlio Ges; per mezzo della fede che Io posso ottenere da Lui infinite grazie. Figlioli cari, ascoltate le mie parole e vana non sar la vostra preghiera. I prossimi mesi non verr. Torner il 5 ottobre. Benedico voi e tutto quello che avete con voi". 5 ottobre 1971 Bergalla:"Figlioli cari, questa l'ultima volta che il mio Ges mi permette di venire in mezzo a voi. Verr ancora una volta per te, ma la data ti rimane sconosciuta. Figlioli, conoscerete molto presto la verit delle mie manifestazioni, perch io far luce su di esse. La vostra fede non sar stata vana. Figlioli, sul Monte Croce potrete trovare la luce e la forza, ed Io, in quel luogo, conceder copiose grazie. Figlioli, vi lascio il comandamento dell'amore: amatevi gli uni gli altri come il mio Ges e la Mamma Vostra amano voi e avrete quello che il vostro cuore desidera. La mia benedizione si estende su ognuno di voi".