Sei sulla pagina 1di 7

SINTESI DELLATTIVITA SVOLTA NELLA CLASSE 5A anno scolastico 2003-2004 AMBITO LOGICO-MATEMATICO SCUOLA ELEMENTARE DI VIA TORINO CIRCOLO

I QUARRATA

Insegnante Lia Colzi PROGETTO TUTORING Durante lanno scolastico 2003-2004 nella classe ci sono stati due momenti particolarmente significativi e particolarmente efficaci dal punto di vista metodologico-didattico: il progetto TUTORING (TUTORAGGIO), inizialmente con due studenti dellI.T.C. CAPITINI che hanno seguito gli alunni di quinta per un periodo di circa quattro mesi nellambito di una prima alfabetizzazione multimediale; questa ha permesso ai ragazzi di realizzare schemi di lavoro individuale e mappe di studio particolarmente utili per la preparazione della prova orale dellesame di fine anno. In seguito gli allievi di quinta hanno collaborato con quasi tutti i bambini dellultimo anno delle scuole dellinfanzia del circolo per realizzare vari giochi didattici contenuti in un apposito CD.

DALLAPPROCCIO AL CONCETTO DEL VOLUME ALLA REALIZZAZIONE DI UN PLASTICO DELLAULA.

Tutto iniziato con il travaso del vino che la classe ha prodotto durante la vendemmia presso unazienda agricola nel settembre 2003. Sono state analizzate le due bottiglie una per il vino bianco, una per il vino rosso e sono state osservate secondo questo schema: o forma o altezza o capacit o livello di riempimento o colore del vino o aroma, tempo di invecchiamento o fondata Le misurazioni della quantit del vino sono state fatte ad occhio, ma da subito i ragazzi si sono posti questo quesito: - Qual la vera quantit del vino?

Considerazioni dei ragazzi Basta pesare le due bottiglie e togliere le tare (Lorenzo) Possiamo travasare il vino bianco e il vino rosso nelle due bottiglie uguali portate dalla Maria e misurare il livello di riempimento (Giulio) Possiamo versare il vino in bottiglie dacqua vuote da un litro e misurare il livello di riempimento (Alex) Si potrebbe versare il vino in bicchieri graduati e vedere la misura (Maria) Si potrebbe misurare il vino in una brocca graduata (Marco) Si potrebbe graduare una bottiglia da un litro (Giuseppe) Si potrebbero usare come campione di misura le bottigline di succo di frutta portate da Alice (Alessandro) Si versano i vini in bicchieri di plastica e si contano (Maicol) Si prende una brocca , si pesa vuota, si riempie di vino e si pesa dopo (Lorenzo) Io ho pesato le due bottiglie vuote! - esclama Monica.

Dopo una lunga discussione per verificare il metodo migliore per misurare il vino, sono state pesate le due bottiglie e con una sottrazione stato calcolato il peso dei due tipi di vino. In questo modo i ragazzi hanno verificato il peso del vino, ma non la sua capacit, per effettuare la misurazione verr usata una brocca graduata in decilitri. Purtroppo anche in questo caso le misure sono ancora approssimate per cui verranno utilizzati i bicchieri graduati in ml. Finalmente la misura delle quantit precisa. Per comodit i bicchieri graduati sono stati rappresentati in maniera schematica: due

rettangoli in scala 1:2, a questo punto sono state calcolate le frazioni corrispondenti alle due quantit di vino in base al disegno e alle bottiglie da 0,75 l.

Inoltre i ragazzi hanno compreso, avendo due bottiglie di forma diversa, di come lapparenza inganni! Solo dopo pi confronti stato verificato che la forma di un contenitore non fa conoscere la sua reale capacit. Siccome tutti questi travasi e misurazioni potevano rovinare il vino, questo stato sostituito con dellacqua di pari quantit che ha permesso di calcolare la quantit di acqua evaporata in cinque settimane. Levaporazione ha permesso di realizzare tabelle di osservazione prima individuali e poi collettive, di elaborare svariate considerazioni e di usare grafici con il piano cartesiano. Durante il corso dellanno scolastico sono continuate le attivit inerenti ad uscite e visite legate ad unalimentazione equilibrata. Durante la preparazione di una colazione, abbiamo visto che ogni bambino aveva bevuto 45ml di latte che corrispondevano a circa di brick di estat o succo di frutta, continuando sempre questo lavoro e pesando lacqua utile per la preparazione di uno sciroppo di zucchero stato visto che fra il peso e la capacit dellacqua c una relazione, un rapporto, 1 ml di acqua corrisponde a 1 g, quindi 1 kg di acqua corrisponde a 1 litro di acqua. Piano piano i ragazzi iniziano a comprendere che si pu misurare ci che contenuto in un corpo solido.

QUANTA ARIA CONTIENE LA NOSTRA AULA?


Nel mese di gennaio i ragazzi si sentono fortemente coinvolti durante le iscrizioni dei bambini di classe prima e un alunno si pone la domanda di scoprire quanta aria pu essere contenuta nell aula per vedere quanti bambini vi possono essere accolti. Due alunni nei momenti del dopo-mensa cominciano a misurare la nostra stanza e a casa preparano un modellino di cartone in scala e riempiono quella specie di scatola con dei cubetti di carta.

I MODELLINI DI AULA COSTRUITI DAI RAGAZZI TRASCRIZIONE DEGLI APPUNTI SCRITTI DAI DUE ALUNNI MISURAZIONE IN MC DELLA NOSTRA AULA Per misurare la nostra aula in mc, lho disegnata in scala 1:50 e ho usato questo metodo: ho misurato la larghezza, laltezza e la lunghezza. La larghezza 6,15m, laltezza 3m, la lunghezza 8,40m, ho trasformato in cm e ho ridotto in scala 1:50, la larghezza divenuta 12,3cm, laltezza 6 cm e la lunghezza 16,8cm. Per far vedere laltezza della stanza ho aggiunto alette mobili al rettangolo che rappresenta il pavimento. Ho riquadrettato tutto il modellino in cm, ho preparato un cubetto con il lato di 1 cm e contando quanti ne servivano per coprire il pavimento ho misurato il piano della stanza. Il risultato lho moltiplicato per laltezza della stanza. Cos ho scoperto il volume della nostra aula. (LORENZO)

OBIETTIVO: RIUSCIRE A CALCOLARE LARIA CONTENUTA NELLA NOSTRA STANZA IN MC

Ho realizzato il modellino in scala 1.25. La formula che ho usato dovrebbe essere giusta perch per trovare larea del pavimento in mq basta fare bxh e per trovare i mc basta moltiplicare i mq ottenuti per laltezza, cos si calcola lo spazio di una figura in tre dimensioni Il risultato ottenuto non preciso perch nella stanza ci sono delle incavature che non abbiamo considerato nelle misurazioni per comodit. (ALEX)

Questi due lavori hanno stimolato i ragazzi al punto che abbiamo deciso di realizzare un modellino reale dellaula (plastico di cartone) per verificare se i bambini piccoli (26) vi potessero essere ospitati comodamente. PROGETTO NEW CLASS Laula stata misurata in maniera piuttosto accurata e tutte le misure, cambiate in cm, sono state ridotte in scala 1:10 su del cartoncino spesso e colorato. A questo punto dovevano essere riprodotti in scala gli arredi per vedere se nellaula entravano tutti i banchi, per disporre le scaffalature in modo da ottenere pi spazio libero possibile. I ragazzi hanno inventato varie modalit per rappresentare con il cartoncino sedie, banchi, mensole, ecc. e qui veramente si sono vissute ore molto intense e ricche di soddisfazioni. Durante questattivit i ragazzi hanno dato anche un nome al progetto, lhanno chiamato NEW CLASS. Una volta riprodotti tutti gli arredi, tolti quelli ingombranti e inseriti quelli pi utili, i ragazzi hanno calcolato larea calpestabile dellaula. Larea dellaula pari a 45,25mq, tolto lo spazio occupato dal termosifone, dalla cattedra, dai 26 banchi, dalle 28 sedie, dai 3 scaffali, dal mobile per il computer, dai 26 mobiletti Ikea, dalla mensola sotto la finestra, dalla mensola vicino alla porta, sono rimasti 29,08 mq Larea calpestabile da ogni persona che abitualmente si trova nellaula pari a 1,0772 mq, quindi ogni persona ha a disposizione circa un mq di pavimento.

Laula riprodotta in scala con gli arredi

Il lavoro non si limitato solo alla realizzazione del plastico, andato oltre perch i ragazzi hanno calcolato tutte le spese necessarie per rendere diversa questaula. Hanno calcolato tutti gli spazi da tinteggiare per cambiare colore alle pareti e per smaltare gli arredi (usando gli arrotondamenti per eccesso o per difetto) in modo da conoscere la quantit di prodotto abbastanza precisa da acquistare. Si sono talmente immedesimati nella parte che hanno ricercato i prezzi pi convenienti nelle varie mesticherie del paese.

Questa la tabella di sintesi PREVENTIVO FINALE DELLE SPESE RELATIVE AL PROGETTO NEW CLASS STRUMENTI O MATERIALI Pennelli da smalto 8 Acquaragia 1 barattolo 3 7 barattoli di smalto 56 colore rosso da 8 luno Secchio di vernice da pareti da 14 litri 27 1 pennellessa 6,50 Colorante grande colore giallo 3,20 26 mobiletti Ikea Didrik colore rosso da 10 260 luno 4 vasetti di gerbere nane da 3 luno 12 TOTALE 375,70 COSTO

Questo lavoro stato mostrato ai genitori alla fine dellanno scolastico e il progetto stato consegnato al Dirigente Scolastico perch lo presentasse alla riunione del Consiglio di Circolo fissata per la fine di giugno. Tutti i ragazzi hanno lavorato con un grande impegno ed un notevole entusiasmo dimostrando che quando un attivit coinvolgente non si accorgono n della stanchezza, n della difficolt nel ricercare soluzioni particolari o nel ricercare modalit di costruzione efficaci e realizzabili nella pratica.

P.S. Lunica difficolt sar quella di realizzare tutto ci che stato progettato perch sicuramente allinizio del prossimo anno scolastico, molti ragazzi torneranno per verificare ci che stato rinnovato nella loro vecchia aula per i primini!

QUARRATA, GIUGNO 2004

LINSEGNANTE

LIA COLZI

Interessi correlati