Sei sulla pagina 1di 17

DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO di QUARRATA SCUOLA dellINFANZIA di CATENA Anno Scol.

20022002-2003 Gruppo ricercaricerca-azione di matematica, sperimentazione di un percorso geometrico:

Un divertente viaggio alla scoperta del mondo delle forme


Destinatari: bambini della sez. A 3 anni B 4 Insegnanti : sez .A Tonini Patrizia,con la collaborazione della collega di sezione Spina Ornella B Bongi Fabiana, Favaron Francesca Tempi Dal 28-01-03 al 15-04-03, due volte la settimana, marted-gioved dalle ore 11.00 alle Ore 12.00. Modalit Attivit dintersezione per gruppi misti: gruppo A- 22 bambini di cui 11 di 3 e 11 di 4 anni , 1 insegnante dei 3 e 1 insegnante dei 4 anni gruppo B- stessa formazione con i bambini e le insegnanti rimanenti delle due sezioni.

MOTIVAZIONE La possibilit di scambio, confronto e ricerca di nuove strategie metodologiche, nata dalla partecipazione al gruppo di ricerca-azione di matematica stato linput per la formulazione e lattuazione di questo percorso.

FINALITA Stimolare la curiosit e linteresse del bambino verso un approccio esperienziale e successiva riflessione e formalizzazione della dimensione geometrica della realt , in maniera ludica e creativa.

OBIETTIVI -Discriminare percettivamente caratteristiche specifiche legate alla forma, presenti nellambiente. -Cogliere uguaglianze tra oggetti e forme geometriche. -Discriminare percettivamente le caratteristiche delle forme geometriche:cerchio,triangolo,quadrato,rettangolo. -Usare il linguaggio corporeo, espressivo, manipolativo e verbale per sperimentare le forme in modo creativo.

ATTIVITA 1 incontro Giochi motori: girotondo io son contadinella, gioco dei 4 cantoni, gioco dei 3 cantoni, delimitazione con lo scotch colorato delle 3 forme con colori diversi; le opinioni dei bambini: verbalizzazioni spontanee, domande stimolo. 2 incontro Lettura dimmagine delle foto dellesperienza precedente; conversazione con la presentazione delle sagome di cartone, ogni bambino sceglie un cartone e lo colora con le tempere. 3incontro Gioco libero con i cartoni, riflessione sullesperienza, conversazione:quale cartone hai scelto e perch. 4incontro Conversazione collettiva di sottogruppo:diamo un nome ai cartoni, ogni bambino sceglie un nome, poi riunione dei 2 gruppi e, ascoltate le varie proposte, attribuzione di comune accordo dei nomi che saranno utilizzati durante tutto il percorso. 5incontro Realizzazione di un collage collettivo: costruiamo con le forme e la fantasia, utilizzando cartoncino nero e varie forme di diverse misure ritagliate dai quotidiani. 6incontro Scelta di uno stampo della forma preferita per creare, contornandola e colorandola a piacere, unopera personale. 7incontro Gioco del pescatore: pescare in un sacchetto le forme riconoscendole al tatto: per i 3 anni cerchio e triangolo, per i 4 anni cerchio, triangolo e quadrato. Gioco motorio: Il lupo mangia forme.

8incontro Ascolto della storia animata: Nel paese di Formoso. 9incontro Drammatizzazione della storia con la caratterizzazione dei personaggi-forme. 10incontro Gioco della scatola magica:un bambino dentro uno scatolone compie la magia di trasformare le forme introdotte, in altre, secondo le caratteristiche richieste dagli altri bambini. 11incontro Gioco motorio con il corpo: osservando le nostre forme di cartone ricostruiamole, collaborando insieme, posizionandoci adeguatamente sul pavimento. Collage individuale: realizziamo sul foglio il gioco eseguito. 12incontro Caccia al tesoro: raccolta nellambiente di oggetti di forma diversa e successiva riflessione con domande stimolo: Questo assomiglia a. MATERIALI Ludico, di recupero, carta, cartoncino, scatole, tempere, pennelli, colla, nastro adesivo colorato, libri, rullini e macchina fotografica, fotocopiatrice. DOCUMENTAZIONE Spiegazione dei giochi proposti. Elaborati individuali dei bambini. Elaborati eseguiti in forma collettiva. Fotocopie delle conversazioni e riflessioni dei bambini. Foto delle attivit ludiche e motorie. VERIFICA Osservazione del grado di interesse e partecipazione alle attivit proposte. Riesame e valutazione degli elaborati individuali. Percorso motorio finale: Tutti a casa per verificare, a livello individuale, il grado di riconoscimento e di denominazione delle figure geometriche proposte.

Procedura metodologica

I INCONTRO
Dopo aver riunito i bambini delle due sezioni nel salone, abbiamo costituito il primo gruppo misto per il girotondo: La bella lavanderia, successivamente al secondo gruppo stato proposto il girotondo Il canarino; alla fine del quale un insegnante ha delimitato, esternamente al cerchio dei bambini, il perimetro. Spontaneamente i bambini hanno osservato la figura sul pavimento denominandola Cerchio (4 anni) Tondo ( 3 anni). Successivamente linsegnante introduce il gioco dei quattro cantoni posizionando i 4 bambini e delimitando il percorso da fare ,strada, con lo scocth . Un bambino di quattro anni dice: E un quadrato Interviene un coetaneo Si ! perch ha le punte. un quadro. Nellesecuzione del gioco si osserva come in modo naturale i bambini si posizionino sugli angoli, comprese un buon numero di bambini dei tre anni. Spontaneamente alcuni bambini hanno iniziato a camminare sul perimetro delle due figure disegnate. Le insegnanti raccogliendo lo spunto invitano tutti i bambini ad entrare dentro, uscire fuori, camminare intorno. Esaurito linteresse viene presentano lultimo gioco: La staffetta; dopo aver posizionato tre bambini viene delimitato il perimetro con il nastro adesivo. Disegnata la figura un bambino dei quattro anni dice: E una stradina un po strana assomiglia a una montagna , interviene un coetaneo: E un altrangolo, un coetaneo: E un triangolo. I bambini, al via dellinsegnante, si spostano da una casina (angolo) allaltra. Per concludere lesperienza i bambini sono stati lasciati liberi di giocare con le figure tracciate sul pavimento.

Osservazioni dei bambini raccolte durante lesperienza:


QUESTA FORMA ASSOMIGLIA A. UN TONDO UN CERCHIO UN PALLONE UNA PALLA DI NEVE UNA PANCIONA UN ROTOLO DI NEVE UN GIGANTASCO ROTONDO UN TESTONE UN PALLONE DA BASKET LA PANCIA DEL PUPAZZO DI NEVE LA TASTA

QUESTA FORMA ASSOMIGLIA A. UN TETTO UNA VELA UN TRIANGOLO UNA BARCA UNA PIRAMIDE UN CONO CON TUTTI I POP-CORN QUESTA FORMA ASSOMIGLIA A. UN QUADRO UN FAZZOLETTO UN QUADRATO UNA FINESTRA UN QUADRO DI LOTTA ( RING ) UNA TELEVISIONE LE PAGINE DI UN LIBRO 2 INCONTRO Guardiamo le fotografie dellesperienza giocosa . E osserviamo che: Un girotondo.La bella lavanderina Il gioco delluccellino .. la maestra faceva una magia, i bambini si sono messi in tondo girotondo e la maestra ha fatto la magia cerchiando il tondo e quando i bambini sono usciti cera il tondo .

Il quadro lo abbiamo fatto per giocare ai quattro cantoni, i bambini si erano messi sulle punte.

La Patrizia costruisce la forma del missile

i bambini vanno sulle punte e poi camminano sulla riga e vanno nella casina dellaltro bambini ( Staffetta)

I bambini si sedevano dentro al tondo e al quadrato I bambini camminano sopra la riga del tondo, nella punta del missile, e qui sono tutti sul quadrato. .Siamo andati tutti dentro al tondo, nel cerchio e poi fuori..Poi correre dentro e fuori e saltare dentro e fuori dalla riga ( a zig-zag )

3 INCONTRO
Dopo aver colorato sagome di cartone di varie forme si utilizzano giocando liberamente.

I bambini dopo aver giocato liberamente con le forme ne hanno scelta una ed hanno spiegato il perch. Ho scelto il triangolo perch: - E una barca - E bello - E cos, assomiglia ad una barca - Assomiglia alla pinna dello squalo - Sembra un tetto - E un aereoun trapano quello per far cos - Io ce l ho come un missile blu Ho scelto il tondo perch: - E rosso, perch c ho la maglia rossa - Sono quelli dei giocolieri - E una palla - E bello - Mi piacciono i tondi - E una ruota Ho scelto il quadrato perch: - Mi piace - E bello - A quattro anni come me - Ha quattro angoli - C ho le scarpe celesti

4 INCONTRO
Nomi proposti dai bambini per identificare le forme ( si osserva che tutti i bambini cercano un nome collegato dalla somiglianza tra le forme e oggetti conosciuti ). Ascoltate le proposte sono state votate Cerchio : cerchio 1 ruota 2 testa 1 palla 2 specchio 2 piatto 4

Quadrato: quadro 2 finestra 1 scatola 1 legno 1 tavolo 0 sedile 0 mattone 6

triangolo: tetto 3

vela 1

pinna 3

missili 1

freccia 7

.. useremo le parole : piatto per il cerchio, mattone per il quadrato, freccia per il triangolo. Sono stati proposti giochi motori con luso dei nuovi termini, con divertimento e grande partecipazione dei bambini che non hanno avuto alcun problema ad associare la terminologia da loro scelta alle forme.

7INCONTRO Gioco del pescatore: riconosciamo le forme al tatto.

8 INCONTRO
Ascoltiamo la storia NEL PAESE DI FORMOSO
Nel paese di Formoso vivevano formosetti e formosette. Tutti i pap indossavano sempre la cravatta. Tutte le mamme hanno sempre un colletto bianco di pizzo. Tutti i bambini hanno un fiocco: le femmine rosa sui capelli i maschietti azzurro al collo. Possono essere di 3 colori e di 3 forme. Ogni famiglia vive in una casa con un piccolo giardino. Vicino al cancello ogni famiglia ha la sua cassetta delle lettere.

Le famiglie possono avere 3 o 4 componenti: mamma e pap con un figlio maschio, mamma e pap con una figlia femmina, mamma e pap con due figli; un maschio e una femmina. Quando si spostano per il paese devono fare molta attenzione ai segnali che trovano e rispettarli perch i vigili urbani sono molto severi e fanno multe salatissime. La domenica adulti e bambini vanno al parco ma siccome non molto esteso non possono andare tutti insieme e allora anche qui ci sono segnali da rispettare; chi non trova posto al parco, per, pu andare al cinema, a giocare a tennis o a pattinare presso il centro sportivo. Anche i bar e i ristoranti del paese per evitare di essere troppo affollati spesso mettono fuori dei cartelli che gli abitanti rispettano senza discutere. La scuola al centro del paese; molto grande e qui i bambini possono andare tutti insieme contemporaneamente e ci vanno anche molto volentieri. Nel paese c anche il municipio dove tutti i residenti, grandi e piccoli, vengono registrati e un ufficio postale molto efficiente. Esiste anche un ospedale dove vengono ricoverati quelli che stanno male, ma a dire la verit frequentato pochissimo. Ogni quattro anni tutti gli adulti sono chiamati alle urne per lelezione del sindaco del paese che deve essere di forma e di colore diversi dal sindaco in carica. Formoso un paese calmo e tranquillo dove, rispettando tutte le regole, si vive molto bene.

9 INCONTRO
Dopo aver caratterizzato ogni bambino con una forma, ecco i pap con la cravatta e le mamme con i colletti bianchi .i bambini con i fiocchi rosa e celesti. i due gruppi si sono riuniti, sono nate le famiglie che hanno rivissuto la storia.

Rappresentazione della storia

11 INCONTRO
Ricostruiamo le forme con il corpo posizionandoci adeguatamente sul pavimento e realizziamo il gioco eseguito con un collage

Riproduzione con il collage

12 INCONTRO
Verifica : percorso motorio TUTTI A CASA
I bambini di una forma o tutte le famiglie di una forma devono tornare a casa seguendo le indicazioni dei cartelli stradali. Partano e, al primo bivio, allindicazione triangoli /non triangoli si divide il gruppo e i triangoli sono subito a casa. Al secondo bivio un cartello indica la casa dei cerchi / non cerchi e i bambini con tale forma sono arrivati a casa. Lultimo bivio, quadrati / non quadrati, fa trovare la casa ai quadrati.

RIFLESSIONI CONCLUSIVE
Particolarmente significativa stata lintegrazione tra bambini delle due sezioni (3 e 4 anni) sul piano affettivo, comportamentale, comunicativo, espressivo e cognitivo. Si subito creato un rapporto di scambio e interazione tra i due gruppi di et diverse, che ha portato i bambini al piacere di stare e fare insieme, ad una disponibilit e apertura nellaccettare con fiducia figure adulte diverse. Sul piano operativo si rilevata una partecipazione entusiasmante alle varie proposte. Spontaneamente si instaurata una forma di tutoraggio che ha permesso ai bambini di 4 anni di rispettare i modi e i tempi dei pi piccoli e a quelli di 3 anni di prolungare i propri. La dinamica di lavoro in gruppi eterogenei ha permesso questi duplici risultati:

- per i bambini di 3 anni stata occasione di crescita affettiva, sociale, cognitiva; losservazione dei comportamenti dei compagni pi grandi stata una opportunit di riflessione, stimolo e messa in atto di strategie proprie operative. - I bambini di 4 anni invece hanno vissuto momenti di solidariet e condivisione, che hanno permesso di maturare i loro comportamenti, rendendoli pi responsabili verso gli altri e compartecipativi. In seguito allosservazione diretta dei bambini durante le attivit, al riesame degli elaborati prodotti individualmente o in gruppo e alla verifica , delle competenze acquisite, tramite il percorso motorio finale abbiamo potuto constatare che gli obiettivi stabiliti sono stati ampiamente raggiunti. Possiamo dire che tutti i bambini: - discriminano percettivamente sia le caratteristiche legate alla forma nellambiente circostante sia quelle specifiche delle forme geometriche esaminate (quadrato, cerchi, triangolo). - Colgono uguaglianze tra oggetti conosciuti e forme geometriche. - Usano i vari linguaggi ( corporeo, espressivo, verbale) per sperimentare le forme. - Riconoscono le forme geometriche. - Denominano le forme geometriche proposte (I bambini di 4 anni e un piccolo gruppo dei 3 anni). Ci preme sottolineare che lutilizzo del gioco, come metodologia predominante, stato lo stimolo per motivare i bambini ed avvicinarli con curiosit al mondo della matematica.