Sei sulla pagina 1di 32

COMPETENZE OBIETTIVI (SCUOLA ( SCUOLA INFANZIA) INFANZIA)

Localizza e colloca se stesso, oggetti e persone in situazioni spaziali. Esegue percorsi sulla base di indicazioni verbali. Guida in maniera verbale e/o non verbale il percorso altrui. Riferisce eventi del passato recente dimostrando consapevolezza della loro collocazione temporale. Esplorare lambiente. Localizzare se stesso e gli altri nello spazio, denominando correttamente topologie (soprasotto, dentro-fuori, ecc) Muoversi nello spazio secondo comandi o regole. Precisare relazioni spaziali. Concettualizzare e simbolizzare lambiente. Avvicinarsi al concetto di forma nelle pi varie accezioni. Individualizzare le forme a tre dimensioni. Individuare semplici propriet geometriche dei solidi (il rotolare della sfera, ecc)

COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA)


Lalunno stabilisce relazioni tra gli oggetti. Esegue percorsi sulla base di mappe. Esegue percorsi sulla base di indicazioni verbali. Rappresenta graficamente percorsi. Riconosce e denomina figure geometriche. Riconosce simmetrie. Confronta grandezze. Misura grandezze. Disegna figure bidimensionali e tridimensionali. Costruisce figure solide ( cubo e piramide) Problematizza.

OBIETTIVI ( SCUOLA PRIMARIA)


Contare, confrontare e ordinare fatti ed eventi. Eseguire un semplice percorso partendo dalla descrizione verbale o dal disegno e viceversa. Riconoscere, denominare e descrivere le principali figure geometriche. Percepire e rappresentare forme, relazioni che si trovano in natura e nella realt circostante. Formulare ipotesi. Misurare grandezze utilizzando unit arbitrarie.

COMPETENZE OBIETTIVI (SCUOLA ( SCUOLA INFANZIA) INFANZIA)


Sviluppa fiducia e motivazione nellesprimere e comunicare agli altri i propri ragionamenti e i propri pensieri attraverso un linguaggio verbale. Utilizza il linguaggio verbale in modo differenziato e appropriato nelle diverse attivit. Ascolta e comprende gli altri, discute, chiede spiegazioni e spiega. Usa il linguaggio per progettare e per definire le regole. Descrivere situazioni spaziali e movimenti del corpo nei vari percorsi. Descrivere verbalmente un percorso fatto (contesto sia fantastico che reale delle uscite nel paese) Confrontare oggetti tridimensionali diversi e ne coglie e descrive le particolarit.

COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA)


Lalunno comprende le consegne orali. Conversazioni. Lalunno conosce e rispetta le regole di una conversazione corretta Rielabora oralmente testi ascoltati. Lalunno produce semplici testi narrativi e descrittivi. Conosce ed usa le convenzioni ortografiche.

OBIETTIVI ( SCUOLA PRIMARIA)


Mantenere lattenzione sullargomento della comunicazione. Comprendere largomento della comunicazione. Interagire nello scambio comunicativo, con domande e risposte pertinenti, rispettando le regole stabilite. Raccontare esperienze rispettando lordine cronologico e/o logico. Leggere e comprendere testi di vario tipo individuandone gli elementi essenziali. Produrre semplici testi per narrare, seguendo lordine logico e/o cronologico. Produrre testi.

COMPETENZE OBIETTIVI (SCUOLA ( SCUOLA INFANZIA) INFANZIA)


Esplora i materiali che ha a disposizione e li utilizza con creativit. Ricostruisce le fasi pi significative per comunicare quanto realizzato. Rappresentare graficamente un percorso fatto ( di una fiaba nel contesto fantastico, del paese, contesto reale). Rappresentare tridimensionalmente un percorso effettuato nel paese assieme agli altri bambini.

COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA)


Lalunno sa colorare il perimetro di una figura. Lalunno sa colorare la superficie di una figura. Lalunno sa utilizzare figure semplici per produrre figure complesse. Lalunno sa scomporre in maniera ludica, figure complesse in figure semplici. Lalunno sa progettare e costruire figure geometriche solide con diversi materiali: cubie e piramidi.

OBIETTIVI ( SCUOLA PRIMARIA)


Disegnare figure geometriche piane con il computer. Disegnare figure geometriche solide con il computer. Utilizzare semplici software a scopi didattici. Usare oggetti, strumenti e materiali coerentemente con le sue funzioni.

COMPETENZE OBIETTIVI (SCUOLA ( SCUOLA INFANZIA) INFANZIA)


Si muove con destrezza nello spazio circostante e nel gioco prendendo coscienza della propria dominanza corporea e della lateralit. Esercita le potenzialit sensoriali, conoscitive ed espressive del corpo. Discriminare azioni e posizioni. Discriminare i momenti pi utili e prodottivi per risolvere problemi motori. Percepire e riconoscere forme solide prima con gli occhi e poi con il solo uso del tatto ( ad occhi bendati prendendo dei solidi da un contenitore)

COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA)


Lalunno controlla il gesto motorio relativo al compito assegnato. lalunno utilizza e controlla la coordinazione oculomanuale. Utilizza il corpo e il movimento per esprimere situazioni ambientali guidate. Riflette sulla propria modalit di esecuzione. Lalunno comprende le modalit di gioco e rispetta le regole. Lalunno collabora con gli altri nellassistenza durante lesecuzione dei giochi. Conosce le regole dei giochi.

OBIETTIVI ( SCUOLA PRIMARIA)


Utilizzare abilit motorie in forma singola, a coppie, di gruppo. Muoversi con scioltezza, destrezza, disinvoltura e ritmo. Utilizzare il linguaggio gestuale, motorio per comunicare, individualmente e collettivamente, stati danimo, idee, situazioni. Coordinare e utilizzare diversi schemi motori combinati tra loro (correre, saltare, afferrare, lanciare) Conoscere e applicare correttamente modalit esecutive di giochi di squadra.

Prima fase: invenzione della storia (Novembre) I bambini di Fognano (classe II ) inventano una storia con le seguenti figure solide: PIRAMIDE, SFERA, CUBO. Seconda fase (Dicembre) Inizia il rapporto epistolare con la Scuola dellInfanzia di Tobbiana. Richiesta daiuto dei bimbi di Seconda, per ritrovare il Re Sole, che nellesplosione stato catapultato chiss dove?! Terza fase (Gennaio) I bambini della scuola di Tobbiana, inviano alla scuola primaria una lettera dando la loro disponibilit per ritrovare il Re Sole. Quarta fase: costruzione solidi (Febbraio) I bambini della scuola primaria osservano e manipolano questi tre solidi. Gli alunni successivamente costruiscono questi solidi e li descrivono nella terza lettere ai bambini di Tobbiana Quinta fase: sperimentazione percorsi (Febbraio) .. Contemporaneamente nella scuola dellInfanzia i bambini e le bambine lavorano sui concetti topologici e sperimentano dei percorsi (inizialmente sono partiti dal contesto fantastico legato alle fiabe, per poi passare al contesto reale, i percorsi nel paese) Successivamente realizzeranno in scala tridimensionale con scatole e oggetti di facile consumo e di recupero i luoghi e gli edifici pi importanti e significativi del paese. Sesta fase: Caccia al tesoro Gli alunni di Fognano vanno in gita a Tobbiana per nascondere i tre solidi, realizzati in classe, nei pressi di tre luoghi simbolo del paese. Lasceranno poi nella cassetta delle poste della scuola dellInfanzia, anche gli indizi in rima baciata della caccia al tesoro per il ritrovamento dei tre solidi. Settima fase: Ecco li abbiamo trovati!! Nello stesso giorno i bambini di Tobbiana, seguono gli indizi ed eseguono il percorso allinterno del paese di Tobbiana. Ritrovano i solidi. Ottava fase I bambini della scuola dellInfanzia riportano nella scuola primaria i tre solidi, finalmente sono tornati nel loro luogo di appartenenza e vissero tutti felici e contenti! Uscita a Tobbiana: data: prima settimana di aprile giornata dedicata per nascondere e per il ritrovamento dei solidi. Festa a Fognano: data: intorno alla met di aprile GIORNATA DEDICATA ALLA FESTA E AI GIOCHI GEOMETRICI

Carissimi amici della scuola dellinfanzia di Tobbiana, siamo disperati! Noi bambini delle classi I e II di Fognano avevamo costruito una piramide dorata nel giardino della nostra scuola. La piramide custodiva il Re Sole (una sfera tutta doro) e il suo piedistallo a forma di cubo. Due giorni fa successa una catastrofe spaventosa: precipitato un aereo! Indovinate dove? Proprio nel giardino della nostra scuola: la piramide, il cubo e il Re Sole sono stati scaraventati via; noi li abbiamo cercati per tutto Fognano, ma non li abbiamo trovati! Ci dovete aiutare assolutamente altrimenti nella nostra scuola succederanno dei brutti fattacci. Vi promettiamo che chi lo trover ricever una meravigliosa ricompensa! Aspettiamo vostre notizie e ovviamente anche il vostro preziosissimo aiuto!

Corri svelto nel giardino, E per mano ad un bambino Una figura rossa mi devi portare, Ma a cosa deve assomigliare? Alla vetta di un monte che in fronte a te sta E che tre lati tutti ben dritti ha! La figura che quattro lati uguali ha, Mamma mia quale sar? Da un amico fatti aiutare E quello blu dalla maestra vai a portare! Cerca, cerca mio bel bambino, Non lontano, ma qui nel nostro giardino, Quella figura che al piatto assomiglia Ma con la pizza una meraviglia! Spigoli e facce non ha, mamma mia che figura sar? Quella gialla vai a collocare Corriii, corri non farmi aspettare! Se in piedi sta, la forma della porta assumer, Ma quando alla sera, il buio arriver, la forma del letto prender! Dolci sogni ti far fare, ma una cosa non devi dimenticare: Se due lati lunghi e due corti ha: rettangolo si chiamer! Quello verde devi portar Svelto svelto, non ti incantare!

Rileggendo gli obiettivi che ci eravamo poste nella fase iniziale del progetto, abbiamo con soddisfazione constatato che sono stati tutti pienamente raggiunti dagli alunni, sia della scuola dellInfanzia, che della scuola Primaria. A nostro avviso, il motivo di tale successo, da attribuire allapproccio sia ludico che sperimentale che abbiamo deciso di dare al percorso, ci ci ha consentito di raggiungere obiettivi anche complessi grazie allattenzione e alla motivazione dei bambini che sono rimaste costantemente alte ed attive. Non tutto per stato immediato e semplice: le maggiori difficolt, ma anche le grandi soddisfazioni le abbiamo riscontrate nella realizzazione dei solidi geometrici, tappa caratterizzata da tentativi, prove ed errori, che ci aiutavano ad osservare gli oggetti per capirne le caratteristiche, a fare ipotesi e a correggere il nostro percorso; in pratica stavano costruendo il loro sapere sui successi e sugli errori. Inoltre lentusiasmo dei bambini ci portava sempre ad andare oltre, dedicando sempre pi attenzione ed energie a questo percorso che ci ha visto impegnati per tutto lanno scolastico. Nella prima fase i bambini della scuola primaria di Fognano hanno osservato dei solidi e si sono confrontati con noi insegnanti sulle caratteristiche di queste figure e sulle loro propriet: numero di facce, lati uguali e non, ecc Hanno poi cercato di realizzarle, attraverso numerosissimi tentativi: prima di tutto le possibili disposizioni nel cubo delle sei facce, poi lutilit e il numero delle linguette per chiuderlo, ecc Una volta realizzati il cubo e la piramide, questi sono stati donati ai bambini della scuola dellInfanzia, che a loro volta sono partiti proprio da questi per osservarne le caratteristiche. Per quanto concerne laspetto ludico del progetto i bambini e le bambine della scuola dellInfanzia hanno sperimentato inizialmente dei percorsi legati al concetto fantastico delle fiabe per passare poi a quello reale passeggiando per le vie del paese di Tobbiana. Attraverso molteplici attivit grafico-pittoriche i bambini hanno rappresentato tali percorsi. Successivamente sono stati realizzati, in scala tridimensionale attraverso materiali di facile consumo, i luoghi e gli edifici simbolo del paese. I bambini hanno partecipato attivamente e con entusiasmo a tale attivit. Il plastico suscitava curiosit anche negli alunni del secondo ciclo i quali,dialogando con i pi piccoli, affermavano con entusiasmo:Quella casa proprio la mia!! spiegandone la collocazione. Gli alunni della classe seconda hanno invece inventato una storia fantastica avente per protagonisti un cubo, una piramide e una sfera, che venivano dispersi in seguito ad un incidente aereo. Per il loro ritrovamento gli alunni di Fognano hanno preparato la caccia al tesoro per i bambini della scuola dellinfanzia. Presi dallentusiasmo nel giro di pochi giorni hanno organizzato la caccia al tesoro, gli indovinelli e hanno individuato i luoghi simbolo dove nascondere i tre protagonisti. Finalmente arrivato il giorno della caccia al tesoro: nella prima parte della mattinata i bambini della seconda sono andati a Tobbiana a nascondere i solidi e gli indizi, successivamente i bambini dellinfanzia sono partiti alla ricerca del tesoro. Tutti insieme abbiamo deciso di concludere il nostro percorso sulla geometria con una festa, ma i bambini hanno affermato che non ci pu essere una festa senza giochi. Quindi gli alunni di Fognano, si sono nuovamente cimentati nella realizzazione di quattro maxi giochi tappeto, con i quali hanno giocato tutti insieme e dove gli alunni pi grandi facevano tutoraggio nei confronti dei pi piccoli.