Sei sulla pagina 1di 1

TEMPORALE Giovanni Pascoli Un bubbolo lontano. . .

Rosseggia lorizzonte, come affocato, a mare: nero di pece, a monte, stracci di nubi chiare: tra il nero un casolare: unala di gabbiano. PARAFRASI

Il brontolio di un tuono lontano Lorizzonte si accende di rosso, come se fosse di fuoco, verso il mare; sui monti il cielo nero come la pece, in mezzo vi sono nubi bianchi: tra le nuvole nere c un casolare: unala di gabbiano. COMMENTO Il poeta in questa poesia , descrive il fenomeno atmosferico del Temporale : dove il cielo e ricoperto di nuvole nere e diventa rosso per il lampi , si vedono poi delle nuvole chiare e le paragona a degli stracci,; poi lattenzione si focalizza su un casolare che si trova tra queste nuvole nere e il poeta la paragona ad unala di gabbiano, un nido, in contrapposizione quindi al temporale che rappresenta il pericolo. Inoltre, si pu osservare il fatto che Pascoli utilizza fenomeni atmosferici, o la natura per lo pi, come similitudini ad accaduti, per lo pi pessimistici, che caratterizzato la vita delluomo. LE CARATTERISTICHE DELLA POESIA Versi: 7 versi settenari divisi in 2 strofe di cui una (la prima) di un solo verso. Rime: ABCBCCA Essa irregolare