Sei sulla pagina 1di 15

CENTRALI NUCLEARI

SONO IMPIANTI PER LA PRODUZIONE INDUSTRIALE DELLENERGIA ELETTRICA. NELLE CENTRALI ELETTRONUCLEARI PER PRODURRE ENERGIA TERMICA SI FA USO DI COMBUSTIBILE NUCLEARE.

COME FUNZIONE UNA CENTRALE NUCLEARE


NEL REATTORE SI TROVA IL COMBUSTIBILE FORMATO DA PASTIGLIE DI URANIO, E QUI AVVIENE UNA FISSIONE ( PROCESSO CHE CONSISTE NELLA SCISSIONE DI UN NUCLEO ATOMICO IN 2 O PIU PARTI) CONTROLLATA. IL CALORE PRODOTTO DALLA FISSIONE, SERVE A GENERARE VAPORE SURRISCALDATO, CHE METTE IN ROTAZIONE UNA TURBINA A VAPORE CHE E COLLEGATA AD UN ALTERNATORE ( GENERATORE DI CORRENTE), IN QUESTO MODO SI OTTIENE ENERGIA ELETTRICA. IL CONTROLLO DELLA FISSIONE , AVVIENE MEDIANTE BARRE DI CONTROLLO, QUANDO SI VUOLE DIMINUIRE LA POTENZA DELLA CALDAIA O SPEGNERLA, SI METTONO PIU O MENO BARRE DI CONTROLLO. QUANDO INVECE CE UN GUASTO, LE BARRE SI INSERISCONO AUTOMATICAMENTE.

FUSIONE NUCLEARE
E LA REAZIONE NUCLEARE CHE SI HA QUANDO DUE NUCLEI LEGGERI, DOTATI DI ALTA ENERGIA, SCONTRANDOSI DANNO LUOGO AD UN NUCLEO PIU PESANTE CON LIBERAZIONE DI ENERGIA E AD ALTRI PRODOTTI DI REAZIONE. QUESTA REAZIONE AVVIENE CONTINUAMENTE ANCHE SUL SOLE, E LE STELLE, DOVE IL CALORE E LA LUCE ARRIVANO FINO A NOI E LEFFETTO E INVISIBILE. GLI SCIENZIATI SONO RIUSCITI FINO AD OGGI A REALIZZARE LA FUSIONE NUCLEARE SOLO IN FORMA NON CONTROLLATA, (BOMBA ALLIDROGENO) ORDIGNO MICIDIALE E DISTRUTTIVO, MA NON SONO ANCORA RIUSCITI A FARE CIO IN MANIERA LENTA E CONTROLLATA. LA CAUSA STA NELLE ALTISSIME TEMPERATURE CHE SERVONO ALLA REAZIONE CIOE MILIONI DI GRADI.

MATERIE PRIME PER IL PROCESSO DI FUSIONE


GLI SCIENZIATI RITENGONO CHE LUSO COMMERCIALE DELLA FUSIONE NUCLEARE NON POTRA INIZIARE PRIMA DEL 2020/2050. IL DEUTERIO( CHE SI RICAVA DALLACQUA DEL MARE) E IL TRIZIO( CHE SI RICAVA DAL LITIO) , SONO LE MATERIE PRIME USATE PER IL PROCESSO DI FUSIONE, E SONO DISPONIBILE IN GRANDI QUANTITA E A PREZZI MOLTO BASSI. LENERGIA DI FUSIONE POTRA ESSERE IL FUTURO DELLA UMANITA NON SOLO DAL PUNTO DI VISTA DELLA DISPONIBILITA ILLIMITATA DI QUESTE MATERIE, MA ANCHE DALLA LORO SICUREZZA. PERCHE NON SI PRODURRANNO SCORIE RADIOATTIVE, CHE SONO OGGI INVECE UN GROSSO PROBLEMA.

LA SICUREZZA DELLE CENTRALI NUCLEARI


PER MOLTI ANNI ERA STATO AFFERMATO CHE LE CENTRALI NUCLEARI ERANO SICURE, POI E SUCESSO LIRREPARABILE UN GRANDE INCIDENTE E AVVENUTO NELLA CENTRALE DI CHERNOBIL NEL 1986. LINCIDENTE PORTO ALLA DISTRUZIONE DEL REATTORE E DELLEDIFICIO DOVE ERA COLLOCATO. FURONO RILASCIATE GRANDI QUANTITA DI MATERIALE RADIOATTICO NELLAMBIENTE CIRCOSTANTE CAUSANDO NUMEROSE VITTIME. LA NUBE RADIOATTIVA SPINTA DAI VENTI ARRIVO ANCHE IN ITALIA DOVE SI SONO REGISTRATI NOTEVOLI AUMENTI DI RADIOATTIVITA NEL SUOLO, CONTAMINANDO ARIA, ACQUA, ALIMENTI COME LATTE, VERDURE. LINCIDENTE FU CAUSATO DA NUMEROSI ERRORI UMANI E DALLA VIOLAZIONE DELLE NORME OPERATIVE DA PARTE DI TECNICI DELLA CENTRALE, COMBINATI CON LE CARATTERISTICHE DEL REATTORE DI VECCHIO TIPO E POCO AFFIDABILE, CHE AGGRAVARONO GLI EFFETTI DELLERRORE UMANO. ANCORA OGGI NON SI CONOSCONO ESATTAMENTE LE CONSEGUENZE CHE QUESTO INCIDENTE AVRA SUL FUTURO ANCHE A DISTANZA DI TANTI ANNI DA QUANDO E SUCCESSO, PER LE POPOLAZIONI PIU DIRETTAMENTE COLPITE DALLE RADIAZIONI. IL DOPO CHERNOBYL HA AVUTO COME EFFETTO LA SOSPENSIONE DEI PROGRAMMI NUCLEARI IN DIVERSI PAESI, TRA CUI LITALIA DOVE UN REFERENDUM POPOLARE HA DETTO NO ALLA SCELTA DEL NUCLEARE. ALTRI PAESI INDUSTRIALIZZATI COME LA FRANCIA, GIAPPONE, HANNO FATTO DELLENERGIA NUCLEARE IL CENTRO DEI LORO PROGRAMMI ENERGETICI, COSTRUENDO NUOVE CENTRALI. LA MOTIVAZIONE E QUELLA DI DIMINUIRE LA LORO DIPENDENZA DALLESTERO DEI MATERIALI DI PETROLIO E CARBONE. IN FRANCIA PIU DEL 75% DELLENERGIA ELETTRICA, E PRODOTTA NELLE CENTRALI NUCLEARI. LITALIA IMPORTA DALLA FRANCIA ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA CON IL NUCLEARE, IN CENTRALI CHE DISTANO POCHE DECINE DI CHILOMETRI DAL NOSTRO TERRITORIO. I NUCLEARISTI VOGLIONO CHE ANCHE LITALIA RITORNI SULLE SUE DECISIONI E CHE LA SCELTA NUCLEARE VENGA NUOVAMENTE PRESA IN COSIDERAZIONE. MA I PROBELMI CAUSATI DALLE CENTRALI NUCLEARI NON SI ESAURISCONO CON QUELLI LEGATI ALLA POSSIBILITA PIU O MENO REMOTA DI UN INCIDENTE.

Chernobyl

IL PROBLEMA DELLE SCORIE NUCLEARI


UN ALTRO GRAVE PROBLEMA E QUELLO DELLE SCORIE RADIOATTIVE PRODOTTE DALLE CENTRALI. NEL 1942 ENRICO FERMI REALIZZO LA PRIMA FISSIONE NUCLEARE. LA SUA SCOPERTA EBBE IMPORTANTI APPLICAZIONI NELLA MEDICINA E FECE NASCERE LA SPERANZA DI RICAVARE ELETTRICITA A BASSO PREZZO. GENERO ANCHE DELLE SCORIE RADIOATTIVE CHE CONTINUERANNO AD ESISTERE IN FORMA PERICOLOSA PER LA SALUTE UMANA PER CENTINAIA DI MIGLIAIA DI ANNI. LA RADIOATTIVITA DELLE SCORIE NUCLEARI SI RIDUCE SOLTANTO CON IL PROCESSO NATURALE DI DIMEZZAMENTO. IL COMBUSTIBILE IRRADIATO VIENE CUSTODITO IN GRANDI VASCHE DI RAFFREDDAMENTO VICINO AI REATTORI NUCLEARI. IN ALCUNE CENTRALI SI USA IL COMBUSTIBILE IRRADIATO PER OTTENERE NUOVA ENERGIA, MA ALLA FINE DEL PROCESSO RIMANGONO LO STESSO SCORIE RADDIOATTIVE.

COME SMALTIRE LE SCORIE NUCLEARI


IL PROBLEMA DELLO SMALTIMENTO DELLE SCORI NUCLEARI SI E POSTO SIN DAGLI INIZI,SONO STATE SCARTATE LE IPOTESI DI SOTTERRARE LE SCORIE NEI FONDALI DELLOCEANO E NELLO STRATO PROFONDO DEI GHIACCIAI DELLANTARDIDE, O LINVIO NELLO SPAZIO. LA SOLUZIONE FINORA PIU ADATTA E QUELLA DEL SEPPELIMENTO DELLE SCORIE IN DEPOSITI SCAVATI NELLA ROCCIA A CENTINAIA DI METRI DI PROFONDITA. MA I PROBLEMI CHE SI PRESENTANO SONO QUELLI CHE LE ACQUE SOTTERRANEE POTREBBERO COMPROMETTERE LISOLAMENTO DEI DEPOSITI E LA INSTABILITA DEL TERRENO IN SEGUITO A MOVIMENTI SISMICI O ATTIVITA VULCANICHE. NESSUNO SCIENZIATO E IN GRADO DI INDICARE OGGI UN LUOGO CHE DOVRA RIMANERE INVIOLATO PER DECINE DI MIGLIAIA DI ANNI. LE FORTI OPPOSIZIONI DELLE POPOLAZIONI LOCALI, CHE NON VOGLIONO DEPOSITI DI SCORIE NUCLEARI NEI LORO TERRITORI, HANNO IMPEDITO FINO AD OGGI, LINIZIO DELLO SMALTIMENTO DEI MATERIALI PIU PERICOLOSI.