Sei sulla pagina 1di 23

Università di Roma Tor Vergata

Facolta’ di Ingegneria

Benvenuti
Benvenutial
almodulo
modulodi:
di:
ELABORAZIONE
ELABORAZIONE NUMERICA
NUMERICA DEI
DEI SEGNALI
SEGNALI
Prof.
Prof. Marina
Marina Ruggieri
Ruggieri
ruggieri@uniroma2.it
ruggieri@uniroma2.it
Ing.
Ing. Tommaso
Tommaso Rossi
Rossi
tommaso.rossi@uniroma2.it
tommaso.rossi@uniroma2.it

a.a. 2009/2010
2

Modalita’
Modalita’ d’esame
d’esame

Prova
Prova in
in itinere
itinere::
martedi’
martedi’ 26
26 gennaio
gennaio 2010
2010

Prova
Prova di
di recupero
recupero (per
(perinsuff
insuff,, ritirati
ritirati oo assenti):
assenti):
martedi’
martedi’ 22 febbraio
febbraio 2010
2010

Orale
Orale in
in appello
appello (su
(su tutto
tutto ilil programma)
programma)

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
3

Siti
Siti

IlIl sito
sito della
della didattica
didattica di
di ENS
ENS è:
è:
http://www.uniroma2. it/didattica/ENS1/
http://www.uniroma2.it/didattica/ENS1/

Sito
Sito per
per lala prenotazione
prenotazione degli
degli esami
esami è:
è:
http:// delphi.uniroma2.it/totem/jsp/index.jsp
http://delphi.uniroma2.it/totem/jsp/index.jsp

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
4
LIBRI DI TESTO 1

The
TheRiver
RiverPublishers’
Publishers’Series
Seriesin
inSignal,
Signal,Image
Image
&&Speech
SpeechProcessing
Processing
An
AnIntroduction
Introductionto
toDigital
DigitalSignal
SignalProcessing
Processing
AAFocus
FocusononImplementation
Implementation
Prof.
Prof.Stanley
StanleyHenry
HenryMneney
Mneney
ISBN:
ISBN:978-87-92329-12-7
978-87-92329-12-7

Copyright
Copyright©©2008
2008River
RiverPublishers
Publishers
www.riverpublishers.com
www.riverpublishers.com
info@riverpublishers.com
info@riverpublishers.com

Disponibile
Disponibilenella
nellalibreria
libreria
UNIVERSITALIA
UNIVERSITALIA
Via
ViadidiPassolombardo,
Passolombardo,421
421

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
5
LIBRI DI TESTO 2

Digital
DigitalSignal
SignalProcessing
Processing
Exercises
Exercisesand
andApplications
Applications
Prof.
Prof.Marina
MarinaRuggieri,
Ruggieri,Prof.
Prof.Michele
MicheleLuglio,
Luglio,
Dr. Marco Pratesi
Dr. Marco Pratesi
ISBN:
ISBN:88-7999-907-9
88-7999-907-9

Copyright
Copyright©©2004
2004Aracne
Aracne

Disponibile
Disponibilenella
nellalibreria
libreria
UNIVERSITALIA
UNIVERSITALIA
Via
ViadidiPassolombardo,
Passolombardo,421
421

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
6
ALTRI TESTI PER APPROFONDIMENTI

S.K.Mitra, “Digital Signal Processing – A Computer-Based Approach”,


3° edition, McGraw-Hill, 2006.

A.V.Oppenheim - R.W.Schafer, “Discrete-Time Signal Processing”,


Prentice Hall, 1989.

M.Laddomada, M.Mondin, “Elaborazione Numerica dei Segnali”,


Pearson Prentice Hall, 2007.

S. Dellepiane, “Elaborazione di Immagini Digitali”, EGIC, 2004.

P.D.Cha, J.I.Molinder, “Fundamentals of Signals and Systems”,


Cambridge, 2006.

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
7
Aree tematiche del modulo

• Strumenti per l’elaborazione numerica nel dominio del


tempo e della frequenza (sistemi, trasformate)

• Algoritmi per il calcolo veloce (metodi, prestazioni)

• Progetto e realizzazione di filtri numerici (metodi,


architetture, problemi realizzativi)

• Applicazioni (signal processing, image processing)

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
8
Elaborazione numerica dei segnali
Digital Signal Processing

• Rappresentazione dei segnali con SEQUENZE di numeri e simboli

• Elaborazione delle sequenze per stimare i parametri caratteristici di un


segnale; trasformare un segnale in una forma piu’ vantaggiosa

• Vari elementi di sviluppo:


- Disponibilita’ di calcolatori veloci
- Progressi nella tecnologia dei circuiti integrati
- Importanza in molti campi: radar, comunicazioni, biomedicina,
navigazione, etc.

• Applicazioni: monodimensionali e bidimensionali.

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
SEQUENZE
SEQUENZEEESISTEMI
SISTEMIDISCRETI
DISCRETI

Marina Ruggieri, Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali 1, a.a. 2004/2005


10
Sequenze

esempio

• x(n): indica la sequenza oppure il valore n-simo di essa

• x(n) non e’ definita per valori di n non interi

• interpretazione temporale di x(n): x(t)|t=nT con T=quanto temporale

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
11
Esempi
Impulso discreto (unitario)

e’ una sequenza di energia

Gradino discreto (unitario)

e’ una sequenza di potenza

Esponenziale discreto

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
12
Energia e Potenza di una sequenza
ENERGIA
Sequenza e’ di energia se
εs non e’ infinita

POTENZA

Sequenza e’ di potenza se
Ps non e’ infinita
attenzione all’origine!

Sequenza e’ di potenza e periodica


attenzione al numero di punti!

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
13
Traslazione di una sequenza

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
Sistemi discreti 14

LE 5 PROPRIETA’ DEL SISTEMA:


• LINEARITA’
• INVARIANZA ALLA TRASLAZIONE
• CAUSALITA’
• STABILITA’
• MEMORIA (lunghezza)

SE SISTEMA E’ LIT , CIOE’


Lineare E Invariante alla Traslazione
ENERGIA
(LTI = Linear and Time Invariant)

LINEARITA’ ESISTE LA RISPOSTA IMPULSIVA h(n) E

INVARIANZA ALLA TRASLAZIONE

LA CONVOLUZIONE E’ COMMUTATIVA
Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
15

STABILITA’

CAUSALITA'

MEMORIA

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
16
Esempio di convoluzione discreta (1/3)

Sistema LIT con x(n) rettangolare


di durata N e :

Sequenze di partenza: x(n) e ribaltamento di h(n)

Traslazioni di h(-n)=h(0-n)

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
Esempio di convoluzione discreta (2/3) 17

1. per n minore di 0 :
h(n - k) e x(k) non hanno campioni non nulli che si sovrappongono
y(n) = 0
2. per n tra 0 e N-1 :
h(n - k) e x(k) hanno valori non nulli che si sovrappongono da k=0 a k=n

3. per n maggiore di N - 1 :
i valori non nulli di h(n - k) e x(k) che si sovrappongono si estendono da
k= 0 a k = N - 1

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
Esempio di convoluzione discreta (3/3) 18

IL RISULTATO FINALE DELL’ESEMPIO DI CONVOLUZIONE E’, DUNQUE:

Zona 2 Zona 3

Zona 1

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
Esempi sulle proprieta’ dei sistemi 19

ESEMPIO SU CAUSALITA’ E STABILITA’

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
Esempi sulle proprieta’ dei sistemi 20

ESEMPI SULLA MEMORIA

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
21
UN MODELLO PER SISTEMI DISCRETI

Il modello (equazione alle differenze a coefficienti costanti di ordine N) si applica


a sistemi LIT che supporremo anche causali e, dunque, in forma esplicita diventa:

n.mo valore di uscita e’ calcolabile da: 1) n.mo valore ingresso; 2) M valori


precedenti d’ingresso; 3) N valori precedenti d’uscita.

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
22
UN MODELLO PER SISTEMI DISCRETI

Se nel modello si pone N=0:


N=0

cioe’ y(n) e’ dato dalla convoluzione discreta tra x(n) e:

di durata finita pari a M+1.


M+1

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010
23
CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DISCRETI LIT

I sistemi LIT possono essere:

1. FIR (Finite Impulse Response),


Response con risposta all’impulso
(di durata) finita.
N.B. se N=0 nel modello, il sistema e’ FIR

2. IIR (Infinite Impulse Response),


Response con risposta all’impulso
(di durata) infinita.
N.B. se N>0 nel modello, il sistema e’ IIR

Questa e’ una classificazione molto importante ai fini progettuali .

Marina Ruggieri & Tommaso Rossi - Modulo di Elaborazione Numerica dei Segnali , a.a. 2009/2010