Sei sulla pagina 1di 14

Linarrivabile Achille Campanile unaltra cosa!

A
Napoli,
durante
loccupazione alleata del
secondo
dopoguerra,
fu
involata
nottetempo
una
nave da guerra dotata di
armi antisommergibili ed
antiaeree.
Questa fu subito detta, a

causa del furto, la fregata


fregata.
Anzi,
siccome
immediatamente prima della
sparizione era stata tirata a
lucido dai marinai, che ne
avevano
energicamente
strofinata ogni sua parte, fu
pi esattamente chiamata la
fregata fregata fregata.
Dopo qualche tempo, nel
golfo di Salerno e con
modalit identiche, si ripet
lo scherzetto su altri due
navigli.

Durante la fuga per,


imperizia o fretta, ci fu
collisione
fra
le
imbarcazioni
le
fiancate
sfregarono
contro laltra.

per
una
due
cui
una

Sul
momento,
non
fu
possibile che appellarle la
fregata
fregata
fregata
sfregata e la fregata fregata
fregata sfregata.
Si
pu
facilmente
immaginare come la cosa
creasse molti inconvenienti.

Appartenendo
infatti
i
marioli a due gruppi
diversi,
lomonimia
dava
origine a spiacevoli equivoci,
fraintendimenti
e,
soprattutto, accoltellamenti.

Il primo
gruppo era
guidato da unorribile virago,
vedova di un camorrista

perito in uno scontro a fuoco


con i Mamma & Pap
(MP=Military Police), detta
a tagliett a causa della
vistosa cicatrice che le
deturpava il volto.
A capo del secondo cera
invece una pia donna di
nome Donna Pia, intesa
piadonna.
Ella
aveva
perpetrato il furto per motivi
patriottici
(non
riusciva
infatti a capire come si
potesse vincere insieme ai
nemici,
che
adesso
si

chiamavano alleati, quella


stessa guerra che si era
persa insieme agli alleati,
che adesso si chiamavano
nemici) ed era per questo
disprezzata dai malviventi
locali, che la spregiavano.
Solo sulla base di questa
diversit
fra
le
proprietarie, in un secondo
momento, fu quindi possibile
distinguere i due natanti: la
fregata
fregata
fregata
sfregata della sfregiata e la
fregata
fregata
fregata

sfregata della spregiata.


Di li a poco a tagliett, pur
essendo napoletana verace,
fece come i ladri di Pisa e
litig con i suoi accoliti che,
senza un briciolo di tatto, la
tagliarono
fuori
dal
comando emarginandola.
Nello
stesso
periodo,
neanche a farlo apposta,
piadonna,
per
una
questione
di
gelosia
amorosa, sub una rasoiata
in faccia.

Da quel momento perci in


tutto
il
circondario,
compreso
lagro
nocerino-sarnese, si parl di:
la fregata fregata fregata
sfregata
della
sfregiata
spregiata e la fregata fregata
fregata
sfregata
della
spregiata sfregiata.
I nomi erano s diversi, ma
sempre confusione si faceva.
And un po meglio quando
a tagliett, nellintento di

ritornare a dominare la
banda, anche se con armi
non convenzionali, si rivolse
ad una maga restandone, a
causa di una dose troppo
bassa di ali di pipistrello,
stregata.
La gente di mare, quelli
dellagro nocerino-sarnese se
nerano sempre altamente
fottuti, poteva finalmente
riferirsi a la fregata fregata
fregata
sfregata
della
sfregiata spregiata stregata e
la fregata fregata fregata

sfregata
della
sfregiata e basta.

spregiata

Quando
piadonna,
irriducibile come sempre,
nella
speranza
di
riconquistare
unantica
fiamma, fu vista prendere
la strada che porta a
Benevento, si cap che ben
presto in rada ci sarebbe
stata la fregata fregata
fregata
sfregata
della
sfregiata spregiata stregata
insieme a la fregata fregata
fregata
sfregata
della

spregiata sfregiata stregata.


La misura era ormai colma.
Per fortuna, risolse tutto un
losco ed amorale campanaro
originario
di Campagna
(SA). Un ex campagnolo
campano
che
campava
suonando le campane in
chiesa. Le suonava anche a
casa, specialmente se le
campane, che campavano
sotto la campata di un vicino
ponte, gli portavano un
incasso insoddisfacente.

Grazie
alla
mediazione
delluomo di chiesa, ci fu una
vendita
segretissima
(talmente
segreta
che
nemmeno a tagliett e
piadonna
ne
seppero
niente).
Mentre
le
due
fregate
(donne), che fregiandosi di
questo appellativo divennero
per
tutti
la
fregata
sfregiata spregiata stregata
della fregata fregata fregata
sfregata
e
la
fregata

spregiata sfregiata stregata


della fregata fregata fregata
sfregata, restarono in loco, le
due fregate (navi) salparono
alla
volta
dei
mari
intertropicali, dove vive un
uccello pelicaniforme che
preferisce rubare le prede ad
altri uccelli marini:

la fregata

Per
non
aumentare
la
fregatura data a chi avesse
avuto la bont di leggere fin
qui, si traccia un grosso
frego sul resto della storia
della fregata che frega i pesci
e se li pappa svolazzando
sulla ex fregata fregata
fregata
sfregata
della
sfregiata spregiata stregata
ed ex fregata fregata fregata
sfregata
della
spregiata
sfregiata stregata...