Sei sulla pagina 1di 66

LA SALUTE CON LIGIENE NATURALE

A.I. MOSSERI

L ARTE DI NUTRIRSI
PER FORTIFICARSI
ORTOTROFIA

Secondo i lavori del Dr. Herbert Shelton

Capitolo 1
IL REGIME DI EPICURO

Forse i voluttuosi esiteranno a sottomettersi a


tutte queste regole. Allora sappiano che
cessano daver diritto alla buona salute,
non fa per loro.
Salgues

1.1 Le persone sentono il piacere con la stessa


intensit`a?
Noi sentiamo simpatia per i voluttuosi e per questo motivo non siamo daccordo
con Salgues circa luso del termine voluttuosi nella citazione riportata sopra.
Sarebbe stato meglio usare la parola crapula, con la quale sintende leccesso nel
bere e nel mangiare. La volutt`a invece e` la ricerca del piacere dei sensi. La prima
e` anormale, la seconda e` naturale.
Prima di analizzare meglio la volutt`a, vediamo cosa ne pensava Epicuro: insegnava che il piacere e` il bene supremo delluomo e che tutti i nostri sforzi debbono tendere ad ottenerlo. Ben lontano dal farlo consistere nel piacere grossolano
dei sensi, Epicuro lo poneva nella cultura dello spirito e nella pratica della virt`u.
Solo per una falsa interpretazione la parola epicureo e` diventata sinonimo di
un uomo dedito al piacere della tavola. . . .
E` senzaltro auspicabile la scelta dei piaceri pi`u raffinati, ma ne siamo capaci?
Occorre avere una salute perfetta per avere i sensi sviluppati al massimo delle loro, capacit`a. Con una salute carente, il nostro odorato sar`a incapace di percepire i

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

profumi pi`u delicati, il nostro gusto non potr`a apprezzare i cibi pi`u naturali, il nostro tatto sar`a paralizzato e la nostra vita sessuale priva di ogni gioia. La capacit`a
di sentire il piacere e` senza dubbio proporzionale al benessere fisico dellindividuo. Per sviluppare al massimo detta capacit`a bisogna fortificare la propria salute
e portarla al massimo grado possibile. E` evidente che una persona di salute cagionevole non e` in grado di goder appieno i piaceri della vita. Un gusto fine, un
odorato sottile sono lappannaggio di una salute esuberante. Che piacere si pu`o
ricavare mangiando senza appetito? La salsa migliore non e` forse la fame?
C`e una differenza fra un individuo e laltro nella percezione del piacere. Molti
mangiano senza averne voglia. Quando si e` depressi, stanchi c`e nulla di meglio
che il riposo dello stomaco e il sonno. Si tratta di cure facili, che permettono al
corpo di ricaricare le batterie senza fatica.

1.2 Gioia di vivere e piacere


Non bisogna ricercare il piacere: deve essere il risultato, non uno scopo. Secondo
il dottor Pierre Delore luomo deve sviluppare la gioia di vivere e non correre
dietro i piaceri della vita.
I piaceri del palato, della carne, della stimolazione sono effimeri. Minano la
salute di chi ne abusa, intorpidiscono i sensi che finiscono col non sentire pi`u
lo stesso piacere provato allinizio. Sono gioie che durano pochissimo, giusto il
tempo di gustarle.
Al contrario la gioia di vivere e` evidente in ogni momento. Lindividuo che la
possiede e` in buona salute, lavora con interesse, e` pronto a sorridere se qualcuno
gli rivolge la parola e` sempre di buon umore; in una parola e` felice di vivere. Va
a letto e prova piacere a distendersi. Al mattino e` contento di risvegliarsi. Ha il
cuore pieno di gioia, e` radioso: fa piacere incontrarlo.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 2
LA SCIENZA DEI CADAVERI HA
VALORE PER I VIVENTI?
La trofologia (scienza dellalimentazione) e il digiuno non sono mai stati materia
di studio alla Facolt`a di Medicina. Solo gli igienisti le hanno scoperte e studiate.
La scienza della salute e le condizioni necessarie allo sviluppo normale dellindividuo non si insegnano alla Facolt`a di Medicina. Gli studenti imparano studiando
i morti, sezionandoli, analizzando lo stato di malattia. Non si e` mai studiato la
scienza delluomo vivo, che e
` studio della fisica.
Dovreste leggere Luomo, questo sconosciuto, che dimostra lincapacit`a e
linutilit`a della medicina limitata alla scienza dei cadaveri. Fra gli igienisti e i
medici chi dunque e` meglio qualificato per conoscere le condizioni ottimali atte
al conseguimento, della buona salute?
Secondo J. C. Thomson la specializzazione ha rovinato la medicina. Gli
specialisti egli dice sono coloro che studiano sempre di pi`u un soggetto sempre
meno vasto, per cui finiscono col sapere tutto a proposito di niente.

2.1 Gli igienisti non si ammalano


Chiss`a si chiede Puck cosa faremmo, se mai ci ammalassimo. Ecco la
superstizione medica che ritorna a galla. Forse che la malattia e` un flagello che
piomba dal cielo? E` senza motivo? Beviamo alcool e intanto stupidamente preghiamo Dio di preservarci dalla malattia, di creare delle leggi sovrannaturali. Ma
le stesse cause produrranno gli stessi effetti: questa e` la legge della Natura. Non
la si pu`o violare impunemente. Non e` possibile violarla.

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

La paura della malattia proviene dalla superstizione che essa non sia regolata da leggi. Mio caro signor Puck, non vi ammalerete MAI seguendo lordine
naturale. Voi avete la possibilit`a di prevedere la malattia.
Sublata causa, tollitur effectus: e` lassioma che bisogna imprimere nella memoria. Sopprimete le cause e guarirete.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 3
COMINCIA COL DIRMI COSA
` COL DIRTI
MANGI, E IO FINIRO
COSA SEI

Credetemi: conviene rifiutare medici e medicine;


non servono che a far del male.
Napoleone (a SantElena).

3.1 De omni re scibili et equibusdam aliis


In generale la medicina sostiene questopinione: il nutrimento ha unimportanza
minima sul nostro stato di salute.
Quando un malato va dal medico, costui gli consiglia una dieta che non si
discosta molto da ci`o che tutti quanti mangiano.
Lignoranza della medicina e quella del pubblico appare evidente a chiunque
si dia la pena di aprire gli occhi per vedere. I medici mangiano, fumano, bevono
come tutti gli altri. Nel corso dei loro studi non hanno imparato la trofologia.
Non si pu`o chiedere loro pi`u di quanto sappiano. Daltronde si ammalano come
tutti gli altri, sono incapaci di guarirsi e chiamano in loro aiuto colleghi che,
con le migliori intenzioni di questo mondo, li spediscono al Creatore esattamente
come gli altri pazienti.

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

3.2 Un cambio brusco


Da quando esiste luomo, cio`e da migliaia di anni, il nostro cibo e` consistito sempre in alimenti naturali, non manipolati ne trattati. I nostri avi mangiavano ci`o
che la natura offriva loro e stavano bene. E` sempre stato cos` dalla comparsa
delluomo sulla terra.
Ora, da alcuni secoli soltanto, imponiamo al nostro stomaco un cibo che non
ha labitudine di assimilare, perche e` del tutto diverso. Mangiamo conserve, pietanze surriscaldate, zucchero raffinato, carne in eccesso, dolci, preparati industriali irriconoscibili, cibi congelati, ecc.. Tutti questi prodotti sono snaturati, alterati,
degradati.
Abbiamo imposto ai nostri organi digestivi questo cibo immondo al quale non
sono abituati. Il cambiamento e` stato molto brusco se si pensa al periodo nel quale
si e` realizzato appena alcuni secoli un attimo nella Storia, in ogni caso nella
storia del nostro organismo.
Ecco il motivo per cui il numero delle malattie e` aumentato in modo spaventoso. Questa progressione geometrica ascendente, che rischia di annientare la razza
umana, dovrebbe mozzare il fiato anche allo sciocco pi`u ottimista.

3.3 Storie vissute


Nel 1914 quattromila uomini sono stati uccisi dallacidosi, dal beri-beri e dalla tubercolosi. Dovevano costruire la linea ferroviaria Medina-Marmora nellAmerica del Sud. Il loro cibo consisteva in carne, farina bianca, pappe di
grano privo di germe, riso brillato, tapioca, pasta, marmellate, glucosio, zucchero, sciroppi, strutto, conserve. Questi alimenti causarono le malattie sopra
citate nei lavoratori e il progetto dovette essere abbandonato.
Tuttavia si osserv`o che nella vicina foresta le scimmie vivevano coi frutti e
le noci che vi trovavano in abbondanza, e nessuna fu colpita dalle malattie che
causarono la morte dei quattromila operai.
Essi disprezzavano il cibo delle scimmie, proprio come capita agli uomini civili di oggi cui ripugna cibarsi di verdure. I sopravvissuti che poterono raccontare
i fatti erano stati salvati da un regime a base di frutti.
Si noti che quegli infelici si cibavano di un mucchio di ingredienti cotti, niente
di crudo. Laggiunta di un po di frutta e di alcuni ortaggi al loro regime carente

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

di vitamine li avrebbe senza dubbio salvati, ma non avrebbe procurato loro una
salute di primordine.
Il regime devitaminizzato, al quale si aggiunge una piccola quantit`a di
frutta e ortaggi crudi, e` il regime abituale. Ecco perche non si muore in cos`
breve tempo come quegli operai, ma molti sono i malati che non sanno di
esserlo.
Nel 1925 il dottor Goldberger volle dimostrare che gli idrati di carbonio determinano la pellagra. Dodici prigionieri si prestarono per lesperimento che ebbe
luogo nel Mississipi. Essi furono nutriti con cereali privi di germe e devitaminizzati quali farina bianca, maccheroni, riso, pasta, amidi ecc.. Tutti senza eccezione
si ammalarono e subirono atroci sofferenze; alcuni tentarono persino il suicidio.
A quel punto vennero nutriti con frutta e legumi. Tutti si ripresero.

3.4 Lenigma del corazziere tedesco


Durante il grande Macello Mondiale del 1914-1918 il corazziere tedesco KronprinzWilhelm, orgoglio della marina tedesca, aveva affondato quattordici navi francesi
o inglesi durante una crociera di 255 giorni.
A un certo punto il corazziere tedesco dovette fare scalo a New York, perche
dieci dei suoi marinai si erano ammalati di beri-beri. Ne venivano colpiti in media
due al giorno. Accusavano sintomi di debolezza, irritabilit`a, atrofia muscolare,
paralisi, dilatazione cardiaca e dolore al tatto.
Il corazziere tedesco aveva saccheggiato tutte le navi nemiche prima di affondarle, impadronendosi, fra il resto, delle riserve alimentari. In tal modo i marinai tedeschi mangiavano e bevevano in abbondanza. Non avevano mai mangiato cos` bene in vita loro. Ogni giorno facevano baldoria; mangiavano a
saziet`a carne, farina bianca, legumi in scatola, patate, biscotti, formaggio, margarina, the, caffe, champagne, ecc.. Invero i marinai mangiavano cibo considerato
indispensabile.
Frutta e legumi freschi erano rari ed erano riservati agli ufficiali. Orbene,
fatto curioso, nessuno degli ufficiali si ammal`o.
I medici di bordo non furono in grado di affrontare la situazione. I loro sforzi
non riuscirono a guarire un solo malato e nemmeno a limitare il contagio.
Nel porto di NewYork i marinai furono visitati dai pi`u famosi medici della
citt`a che non riuscirono a guarirne nemmeno uno. La situazione diveniva tragica.
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

Si attribu` la malattia a un fattore misterioso e nascosto che nessun dottore era in


grado di capire.
Alla fine venne chiamato un igienista; il dottor Alfred W. Mc Cann che riusc` a
salvarli da sicura morte 1 . Prescrisse unalimentazione ricca di vitamine naturali,
ossia frutta cruda, foglie verdi fresche, pochissima carne e questa solo in considerazione della psicologia dei marinai convinti che la carne costituisca il loro solo
sostegno. Proib` ogni cibo azotato, amidaceo, grassi, zuccheri, farina bianca.
Il miglioramento fu immediato. In due settimane tutti gli uomini si ristabilirono, quantunque non fosse stata somministrata loro alcuna medicina.
Quanta. verit`a nelle parole del chimico svedese:
vinta dallindustria delle conserve alimentari.

Quella nave da guerra fu

Giustamente qualcuno ci chieder`a perche allora la gente, che in genere mangia


come i marinai del corazziere tedesco, non accusi sintomi degli stessi mali.
La nostra risposta e` questa: soffre, s`, ma in modo non cos` evidente, dal momento che consuma UN PO di frutta e di verdure crude che servono da correttivi
e rallentano leffetto dannoso degli altri cibi.

3.5 Gli eccessi a tavola


In molti casi chi non si d`a allalcool si abbandona agli eccessi a tavola. Un vizio al
posto dellaltro. Corpo e spirito sono allora offuscati dallebbrezza alimentare. Il
dottor Tilden afferma che il giudizio di quelle persone e` in parte falsato e ci`o spiega perche le loro soluzioni siano fra le peggiori, vale a dire le medicine. Il dottor
Herbert M. Shelton classifica quegli individui fra i bricconi a causa dei profondi
cambiamenti che gli eccessi hanno impresso al loro carattere. Quanto al corpo,
incapace di resistere a tanti eccessi, diventa quanto mai debole.
Leccesso di proteine e` il peggiore fra tutti. Uova, pesce, carne, leguminose,
ecc. sono tutti ricchi di proteine. Questi alimenti lasciano nellorganismo dei
rifiuti acidificanti, causa di tossiemia, che e` lo stato precursore della malattia. Il
sovrappi`u di proteine alimentari viene trasformato dal fegato in urea, che verr`a
eliminata dai reni e ci`o affatica sia il fegato che i reni. Ci si sente stanchi e si
1

Questa storia e` tratta dallopera di Alfred W. Mc Cann la cui edizione ed i diritti dautore
sono stati acquistati dal Corpo Medico Americano. Ledizione fu distrutta; lacquisto dei diritti
dautore imped` a chiunque di ristampare lopera che in quel tempo appariva troppo pericolosa per
il corpo medico. Ecco perche Shelton non riserva mai i suoi diritti dautore per timore che i
suoi eredi ne facciano cattivo uso.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

soffre mal di testa. I protidi in eccesso che giungono nellintestino crasso, vanno
in putrefazione, causano avvelenamento e provocano stitichezza settica il tipo
peggiore che porta alla distruzione sistematica dellorgano nei casi pi`u gravi.
I protidi che pi`u rapidamente vanno in putrefazione dunque i pi`u pericolosi
sono in ordine di importanza:
pesce
carne
uova
formaggio
Ne deriva diarrea e stitichezza, che sovente si alternano, nonche gas nauseabondi. La lingua e` assai irritata. Si accusa un senso di fatica a causa della perdita
dei succhi digestivi trascinati dal bolo alimentare ed eliminati con le feci molli
e putride. Testa pesante, infezioni, diminuzione del potere digestivo, perdita
dellappetito, angoscia, pessimismo, ecc. sono sintomi di abuso proteico.
Coloro che mangiano troppi alimenti ricchi di proteine in generale sono magri. I loro corpi insudiciati sono incapaci di assimilare gli alimenti. La riduzione della razione di proteine si risolve sovente nellaumento di peso.
I rifiuti dei corpi amidacei (pane, riso, pasta ecc.) sono acidi, anche se meno
dannosi di quelli dei protidi. Labuso di cibi amidacei e` causa di acidosi, flatulenza (gas), raffreddori, influenza, disturbi dello stomaco per la fermentazione
delleccesso di cibo non digerito, cattiva circolazione, geloni, reumatismi, ecc. La
lingua bianca e` il sintomo piu` evidente. Senza cereali e` molto difficile avere
malattie catarrali o reumatiche; i cereali ne sono appunto la causa principale.
In quanto alleccesso di zucchero esso procura infiammazione di stomaco, ritarda la digestione, accelera la putrefazione intestinale cui seguono disturbi gastrointestinali e nervosi, carie dentarie, ecc..
Labuso di grassi e` nefasto perche essi si scindono in glicerina e acido grasso, il quale scioglie i sali minerali necessari allorganismo. Lolio di fegato di
merluzzo, prescritto nei casi di carenza di calcio, ha per risultato leffetto
contrario di quello che ci si attende, e cio`e una carenza piu` accentuata.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 4
GLI ALIMENTI ADULTERATI
4.1 Cause di malattia
Secondo il giornale inglese Sundy Pictorial (19-12-1948) ogni anno in Gran Bretagna muoiono cinquemila persone a causa degli alimenti e delle bevande adulterate,
infette, contaminate o avvelenate.
Infatti, invece di venderci alimenti naturali, il mercato ci offre cibi sottoposti
a diversi processi industriali di preparazione che li privano dei loro pi`u importanti elementi e vi aggiungono prodotti chimici tossici e malsani. Quei cibi sono
pertanto denaturati, chimicati, pervertiti, adulterati. I prodotti chimici vengono
aggiunti per conservarli e poterli vendere come se fossero cibi freschi e naturali.
In fondo non e` il commercio ci`o che conta? Cosa, vi preoccupate della salute
pubblica? Ma brava gente, ci sono le medicine. . . ed e` un altro commercio. Uno
aiuta laltro; ci si d`a la mano. Il droghiere, il farmacista, il politico, Esculapio
hanno tutti la loro ragione sociale: uccidersi lun laltro! Ognuno ha perfezionato la sua arte. Si dice che e` il secolo della luce, del progresso, della civilizzazione. Forse e` anche lultimo, con la realizzazione del summum della nostra
civilizzazione: la bomba atomica.
Per dare unidea dei prodotti chimici utilizzati nellindustria alimentare per
conservare, colorare, dare un gusto gradevole o un odore speciale che favorisca la
vendita, citeremo i seguenti prodotti chimici: borace, anidride solforosa, saccarina, esteri, benzoato di sodio, solfato di alluminio, solfato di rame, acido stearico,
paraffina ecc..
Sono tutti prodotti tossici, ossia avvelenano. Quantunque la dose abitualmen-

10

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

11

te sia minima, non si deve trascurare leffetto cumulativo che presto o tardi si
manifester`a con sintomi patologici.
In tal caso la causa della malattia e` difficile da trovare, ma e` dovuta sicuramente alla presenza nellorganismo umano di materie dannose che gli impediscono di
svolgere nel modo migliore le sue funzioni.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 5
` CHE MANGI
DIMMI CIO
` CHI SEI
IO TI DIRO
.

Se rinunciaste alla droga vi sentireste meglio


Napoleone.

5.1 E` necessario mangiare come tutti gli altri?


La gente crede che sia necessario mangiare come fanno tutti e non si chiede mai
se questa sia unabitudine buona o cattiva. Ci si accontenta di adattarsi quanto
pi`u possibile agli usi del secolo. Ecco il senso unico che prende la riforma individuale, ma e` facile capire che questa riforma non ha nulla di razionale, nulla di
cartesiano.
Nessun vuole prendere la responsabilit`a dei propri atti, si vuole evitare il
rischio di apparire bizzarri e soprattutto si vuole morire come tutti gli altri.
In una parol`a: gente pecorona.
Vediamo: che si mangia al mattino? I Francesi prendono caffe col latte e
tartine imburrate; gli Inglesi tea, bacon and aggs, i Cinesi del riso, gli Egiziani
fave secche.
Detto ci`o si vede chiaramente che non e` possibile mangiare come tutti gli altri,
perche non tutti hanno le stesse abitudini.
Senza dubbio e` consigliabile conformarsi a certe regole, quandesse hanno
12

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

13

dato prova di quanto valgono. Orbene, se un popolo ha una salute debole, perche
adottare le sue abitudini malsane e legare la nostra alla loro sorte?
Le persone sono malati che si ignorano, aveva scritto Claude Bernard. E` forse
da saggi mangiare come il proprio vicino che e` in cattive condizioni di salute a
causa del suo sregolato modo di nutrirsi?
Nellanno delle droghe 1974 siamo arrivati al punto di credere che la malattia
e` normale e che solo la salute e` anormale. Per definizione la media e` diventata la
norma. E la medicina non fa eccezione. Al contrario: essa e` lo specchio fedele
delle superstizioni popolari riguardo alla salute. Una buona parte della patologia
e` ormai considerata come fisiologia. Luomo in perfetta salute e` diventato un
uccello raro, degno di un museo.

5.2 Cosa si mangia alla prima colazione?


Secondo il Larousse la prima colazione e` considerato un pasto leggero. Si incomincia con una tazza di the o di caffe. In seguito si prendono alcune tartine
imburrate con del formaggio o della marmellata. Di rado si termine con della
frutta.
Ecco limmondizia con cui ci si riempie lo stomaco ogni giorno dellintero
anno. E ci si stupisce, proprio cos`, ci si stupisce di diventare malati dal momento
che ci si nutre tanto bene.

5.3 Il the ed il caffe


Tutti dicono che il the aiuta la digestione. Affermazione assolutamente errata.
La funzione digestiva appartiene esclusivamente allo stomaco e agli intestini,
dunque il the non pu`o aiutare la digestione. Il the non ha poteri digestivi, al
contrario: e` stato provato che il the ostacola la digestione.
Inoltre il the contiene un veleno: lacido tannico che e` un acido tossico, un
violento astringente, che corrode le mucose dello stomaco; intralcia le secrezioni
digestive e causa indurimento. Non dimenticate che si usa appunto questacido
per fare il cuoio! Il cuoio non e` altro che un tessuto organico come quello del
vostro stomaco.
Il the, essendo un liquido, ritarda notevolmente la digestione, poiche diluidizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

14

sce le secrezioni e le trascina col bolo alimentare nelle feci, impedendo il loro
riassorbimento.
Il caffe invece contiene la caffeina che e` ancora pi`u irritante del the. La caffeina e` un veleno dei nervi che il corpo riesce ad eliminare con grande dispendio
di energia.
The e caffe causano catarri gastrici, disturbi allo stomaco e agli intestini, disturbi nervosi. Danneggiano anche i reni e gli altri organi preposti alleliminazione.
Il cioccolato impedisce il rilassamento nervoso e muscolare e procura palpitazioni.

5.4 I sandwiches
E` stato il Conte di Sandwich che invent`o il sandwich. Ne la Natura ne Dio hanno mai inventato un sandwich. Gli animali non mangiano una gran variet`a di
alimenti. Ogni pasto e` costituito per lo pi`u da un solo cibo.
Quando si mangia un sandwich al formaggio, il pane impedisce la digestione del formaggio e viceversa. Il succo che viene versato sul pane per digerirlo e`
neutro e contiene ben poco acido cloridrico. Per`o quando si mangia del formaggio
o si prende del latte col pane durante lo stesso pasto, i due primi alimenti necessitano un ambiente fortemente acido per essere digeriti. Vediamo dunque che la
digestione proteica (formaggio, latte, uova, fave) ostacola la digestione amidacea
(pane, pappe di frumento, di avena, di riso). In una parola vi e` indigestione.
Per questo motivo solo una piccola parte di ci`o che mangiamo viene digerito ed il resto viene espulso a prezzo di grande dispendio di energia e di perdita
dei succhi digestivi.
Neppure i sandwiches di marmellata, miele ecc. vengono digeriti. Il pane, le
pappe e tutti i corpi amidacei si digeriscono male quando sono associati con la
marmellata, lo zucchero, ecc..
La digestione amidacea (pane), per esempio, comincia nella bocca e continua
nello stomaco. Gli zuccheri non si digeriscono ne nella bocca, ne nello stomaco;
essi si digeriscono nellintestino tenue.
Orbene, quando gli zuccheri vengono trattenuti nello stomaco dalla digestione
del pane, fermentano rapidamente a causa del calore e dellumidit`a favorevoli.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

15

Tutta la massa alimentare entra in fermentazione. Ecco la causa delle acidit`a,


rutti, indigestione, sensazione di bruciore, gas, ecc..

5.5 Il pane
Un regime esclusivo di farina bianca e acqua e` sufficiente a causare la morte
di un uomo perfettamente sano, dopo avergli causato da venti a quaranta giorni di scorbuto, giorni di tortura, gengive sanguinanti, articolazioni gonfie ed altri
sintomi.
Il pane, bianco o integrale che sia, fa assai pi`u male che la carne presa una
volta al giorno. Non si mangia forse il pane in tutti i pasti?
Vogliamo dire questo ai vegetariani irrazionali che mangiano pane, pasta, riso: se ritornaste a mangiare la vostra razione di carne, abbandonando i
` necessario giungere,
farinacei, stareste assai meglio. Luomo non e` granivoro. E
progressivamente alla soppressione di tutti i cereali.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 6
LE UOVA

Non ce lho coi medici, ma con la loro arte


Montaigne

6.1 Anafilassi
I sintomi anafilattici derivanti dalluso frequente di certe sostanze ci portano alla conclusione che esse non sono adatte alla nutrizione. I fenomeni anafilattici si limitano quasi esclusivamente al cibo animale. Pi`u le sostanze animali
assomigliano al corpo umano nella loro composizione, pi`u esse generano detti
fenomeni.
La carne e` l`a peggiore; seguono le uova, lolio di fegato dei pesci, il miele,
poi il latte.
Con la parola carne si intende quella di tutti gli animali: bue, pecora, pesci,
polli, piccioni, conigli, ecc..

6.2 Le uova
Si afferma che le uova sono un alimento perfetto. Niente di pi`u sbagliato. Esse contengono una quantit`a minima di vitamine e di sali minirali in rapporto al
loro tenore di protidi. Coloro che ne consumano in abbondanza sono intossicati
dalleccesso proteico.

16

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

17

6.3 Qualit`a delle uova


Le uova sono sempre di buona qualit`a? No. Quasi sempre sono di qualit`a inferiore.
I contadini sono avidi di guadagno, vogliono ottenere dalle loro galline sempre pi`u uova e di grandezza sempre maggiore. Per questo motivo rimpinzano i
loro volatili col risultato di sacrificare la qualit`a delle uova alla quantit`a e alla loro
dimensione.
A volte il risultato e` visibile a occhio nudo: il guscio e` molle (carenza di
calcio), il rosso e` pallido (carenza minerale), luovo sovente non d`a il pulcino.
Queste chiacchiere non ci interessano, dir`
a qualcuno. Per`o, quando e` indisposto, si stupisce che la provvidenza gli mandi quella prova e vuole che un
altro si incarichi di guarirlo. Lui non si degna di occuparsi del suo corpo, ne
di ci`o che entra nella sua bocca. A questindividuo noi diremo una volta per
tutte: Interrompa la lettura a questo punto e chiuda il libro per sempre. Cos`,
forse, non ci disturber`a pi`u e saremo liberi di proseguire senza essere interrotti.

6.4 Il bianco duovo


Il bianco duovo e` indigesto: il 30-50% attraversa le vie digestive senza essere
digerito o assorbito. Sovente causa diarrea o anche vomito, eppure la medicina di
Gribouille lo raccomanda a chi non sta bene.
Inoltre il bianco duovo e` acidificante. Nello stomaco di certi individui produce acidi pericolosi e mortali. Tutti gli stitici sono sensibili al bianco duovo. I
deboli, gli stitici, i sedentari devono evitare in modo particolare il bianco duovo.
Non parliamo poi di coloro che accusano disturbi al fegato o ai reni.
Per i bambini e` meglio sopprimere una volta per tutte questo cibo dannoso.
E` nota lesperienza di Beaumont su Alex SaintMartin. Gli diede un bianco
duovo e not`o che questo rimaneva pochissimo nello stomaco. Non aveva considerato che questo cibo poteva venire espulso rapidamente senza alcuna digestione,
trascinando per di pi`u i succhi digestivi nelle feci, anzich`e riassorbirli.
Le esperienze di Pavlov, il grande scienziato russo, hanno dimostrato che il
bianco duovo non stimola le secrezioni gastriche come gli altri protidi.
Dal canto suo Abderhalden ha dimostrato che la pepsina non agisce facilmente
sul bianco duovo. Okada ha stabilito che il succo pancreatico e la bile non eserdizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

18

citano alcuna azione sul bianco duovo e nemmeno la trypsina reagisce su questo
alimento.
Parecchi scienziati hanno confermato questi fatti. Vernon, Hetin e molti altri hanno dimostrato che il bianco delluovo impedisce la digestione delle altre
sostanze alimentari.
Bayliss, professore di Fisiologia allUniversit`a di Londra, ha dimostrato che
il bianco duovo contiene una sostanza che, pur essendo in quantit`a minima,
impedisce la secrezione delle ghiandole digestive.
In Francia Lemoine ha dimostrato che il bianco duovo contiene un veleno che
danneggia considerevolmente i reni.

6.5 Malattie provocate dal bianco duovo preso in


eccesso
catarri
diarree
raffreddori cronici
disturbi digestivi
malattie gastro intestinali
acidosi
vomito
stitichezza
malattie delle vie respitorie ecc.
Meglio dunque per tutti sopprimere il bianco duovo tanto al naturale che cotto
o incorporato in altri alimenti come le torte, le creme, la maionese, le paste.

6.6 Il rosso duovo


Mentre il bianco e` acidificante, il rosso e` alcalinizzante e non arreca alcun
disturbo. E` facilmente digeribile. Noi ne raccomandiamo luso, insieme
al formaggio non fermentato. Sar`a questa una fonte buona e facile di protidi
digeribili.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 7
CHI PENSA A NUTRIRSI DI
CADAVERI?

Imparate che in Natura non ci sono rimedi: si conserva la buona salute con lesercizio
e la sobriet`a
Voltaire

La carne delle bestie uccise e` carne di cadaveri. Citiamo il bestiame, i volatili,


i pesci, ecc..

7.1 Luomo e` frugivoro


Tutte le caratteristiche anatomiche, fisiologiche, embriologiche delluomo lo pongono nella categoria dei frugivori. Ci limitiamo a citare le seguenti caratteristiche:
numero e struttura dei denti;
lunghezza e forma delle vie digestive;
posizione delle unghie;
funzione della pelle;
caratteristiche della saliva;
dimensione del fegato, ecc..

19

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

20

7.2 Civilizzazione e vegetarismo


Le civilizzazioni sono sempre sorte su una base vegetariana, agricola e orticola. I
popoli antichi non si cibavano di carne.
Secondo Erodoto gli antichi Egiziani vivevano di frutta e di verdure crude.
I primi Romani erano frugali e vegetariani. La decadenza del loro impero e`
dovuta in gran parte al fasto e alla buona carne cui si sono abbandonati in seguito.
Gli spartani non mangiavano mai carne.
Ai giorni nostri luso della carne e` generalizzato nei paesi civili. Non c`e
quindi da stupirsi se la salute dei popoli si altera progressivamente. Alexis Carrel
ha lanciato un grido dallarme. Secondo lui la civilizzazione declina e rischia di
scomparire. In diversi Paesi la carne e` vietata dalle religione come in India, in
Cina ecc..

7.3 Salute dei vegetariani


Hindhede ha dimostrato che la salute dei vegetariani e` di gran lunga superiore a
quella dei carnivori.
Mc Carrison ha segnalato che gli Hunza nel Nord dellIndia sono il popolo
pi`u sano della terra; sono vegetariani. Gli atleti vegetariani hanno vinto molte
gare. Sono quasi sempre vincitori quando si tratta di gare di resistenza.
Un enorme numero di malati ha abbandonato il regime cadaverico salvando in
tal modo la loro vita.
Parecchi chirurghi hanno notato che le donne vegetariane partoriscono rapidamente come gli animali, con poca sofferenza e si rimettono presto in
forze.
Le ferite dei vegetariani si cicatrizzano molto rapidamente. Secondo il professor Richet la carne provoca malattie del siero; frutti e verdure sono sani.
Un bimbo con meno di otto anni non pu`o neutralizzare i veleni originati dalla
carne e dalle uova.
Lauto-intossicazione e la tendenza allinfezione sono meno frequenti nei vegetariani che nei carnivori.
Le esperienze di Bouchard hanno messo in evidenza che le feci di coloro che
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

21

mangiano carne sono due volte pi`u tossiche di quelle dei vegetariani.
Herter, di NewYork ha notato che soluzioni di escrementi di mangiatori di
carne uccidono rapidamente gli animali, mentre soluzioni simili di animali vegetariani non sono mortali.
Il cancro e` causato da un eccessivo consumo di carne e di pesce. In condizioni
simili in generale i vegetariani vivono pi`u a lungo dei carnivori. Tutto considerato
possiamo ben dire che la carne e` un cibo molto malsano.

7.4 Anafilassi
Lincidenza del cancro e` proporzionato allalimentazione carnea. Il dottor Round
scrive che il cancro e` sconosciuto in Polinesia, nella Malesia e in genere nella
razza negra. Sono tutti vegetariani.
Invece i Sud-Africani e gli Europei sono carnivori ed il cancro e` assai diffuso
fra di loro.
E` un errore consumare certe sostanze a causa dei fenomeni di anafilassi che si
verificano dopo la loro ingestione. Pi`u le sostanze assomigliano alla carne umana,
meno sono commestibili.

Il virus del cancro forse e` lanafilassi cronica (Dr. H. M. Shelton).

Il consumo della carne e` nefasto alla salute fisica e mentale.


Queste le quattro ragioni principali:
1. Essendo molto ricca di proteine, la quantit`a di carne che oltrepassa i 100
grammi non pu`o esser digerita. La putrefazione parziale o totale avr`a effetti
nefasti.
2. La carne contiene una considerevole quantit`a di rifiuti provenienti dai sottoprodotti del metabolismo, presenti nei tessuti al momento della morte dellanimale. Essi avvelenano e irritano, il che stimola lorganismo. A torto
si considera questo stimolo come un aumento di forze.
3. E` impossibile acquistare della carne, per fresca che essa sia, priva di
un certo grado di putrefazione. Quando non e` freschissima si altera con
facilit`a e per di pi`u subisce anche putrefazione nel tubo digestivo. I veleni
che risultano dalla putrefazione nello stomaco e negli intestini sono identici
a quelli che si generano durante la putrefazione della carne nel frigorifero.
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

22

4. Gli animali uccisi, nella maggior parte non sono in eccellente stato di salute.
Quasi tutti sono malati a causa della sovralimentazione. I tessuti malati non
possono essere salutari per luomo.

7.5 State in guardia


Non bisogna credere, come certi ingenui vegetariani, che sia sufficiente astenersi
dal consumo della carne, perche la dieta sia ideale. Nemmeno per sogno.
Un regime di pane, pasta, riso, pappe davena o di frumento e` ben piu`
dannoso che un regime di carne. Se i vegetariani creduloni che si nutrono in
questo modo ritornassero a consumare carne, migliorerebbero la loro salute.
Mangiare pane tre volte al giorno fa piu` male che mangiare carne una
volta al giorno.
Noi sconsigliamo entrambe le cose. Gli igienisti hanno sempre considerato
il regime puramente vegetariano come ideale. Noi invece siamo del parere che
e` possibile conservare una salute abbastanza buona mangiando carne al massimo
due volte alla settimana. Senza dubbio e` assai meglio abolirla completamente. La
difficolt`a varia da individuo a individuo ed e` in parte di carattere psicologico.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 8
I DOLCIUMI
Signore, sapete come si fabbricano i confetti? Non lo indovinereste mai. I colori
sgargianti, i profumi aromatici evocano il gusto dellananas, della pera cotogna,
della fragola, del lampone, della banana. Niente di tutto ci`o: nessuno di questi
frutti entra nella composizione dei confetti. Ciascuno di questi frutti e` sostituito dal butirato detile, dal perlargonato di metile, dallacetato e benzoato di
amile, dal valerianato di metile. Ce n`e a sufficienza per provare disgusto per
sempre.
Ma andiamo oltre: lo zucchero e` sostituito dalla saccarina che proviene in
linea diretta dal carbone, dalla ducina ricavata dallurea, dal glucosio dei
vecchi stracci trattati con l S04H2, dalla glicerina che e` un residuo del
saponificio, e dallo sciroppo che viene filtrato su ossa calcinate di animali.
Vi basta? D`a il voltastomaco sapere che quei graziosi confetti non sono che
carbone, urea, stracci, sapone, il tutto accomodato con salsa nero-animale.
Tutti i dolciumi sono quanto mai nocivi per la tenera carne dei vostri figli.
Date loro alimenti prodotti dalla natura, non dallindustria. La mamma chiamer`a
confetto il dattero che non far`a sicuramente male al bimbo. Se si nega al bimbo
il confetto, egli si sentir`a frustrato rispetto ai compagni. La stessa cosa per il
cioccolato che riuscirebbe difficile eliminare totalmente; lo si pu`o sostituire col
cioccolato bianco, che contiene soprattutto latte in polvere e burro di cacao. I
frutti quali mango, uva, fichi, meloni, kaki sono eccellenti se voi ci tenete alla
crescita normale e felice delle vostre creature.

23

Capitolo 9
LE BEVANDE A BASE DI
COCA-COLA
Le droghe e gli eccessi di tavola causano febbre
e delirio. La pratica medica costruisce la malattia
Dr. J. H. Tilden

9.1 Una grossa industria contro la salute pubblica


Il mondo della finanza pu`o vantarsi delle colossali fortune edificate facendo traffico della salute e della vita umana, ma la Morale non pu`o andare orgogliosa delle
vite mutilate, rovinate che ne sono la triste conseguenza.
Il sistema ovunque usato e` quello di distribuire gratuitamente la bevanda nelle officine o nelle strade. Lo scopo del fabbricante, come vedremo, e` quello di
obbligare le pecore di Panurge al consumo regolare della bevanda che puzza di
farmacia.

9.2 Quantit`a di veleno


La Coca e` una pianta dellAmerica chiamata erithroxyloncoca, che cresce anche
allo stato naturale nelle Ande. La si coltiva per estrarre dalle sue foglie il chloridrato di cocaina usato in farmacia. In infusione le foglie posseggano unazione
stimolante analoga a quella del caffe, del the, del mate; gli indigeni le masticano:
esse anestetizzano la bocca e lo stomaco.
24

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

25

La Cola proviene da una noce, prodotta da una pianta africana, che contiene
tre sostanze: caffeina, theobromina e tanina. Si tratta di sostanze tossiche,
hanno cio`e la nefasta propriet`a di causare avvelenamento, qualunque sia la
dose: non va trascurato leffetto cumulativo delle piccole dosi. Chi mette in dubbio la relazione esistente fra gli alimenti ingeriti ed il nostro carattere? Chi dubita
del legame fra la nostra indigestione e la nostra indecisione? . . . fra le nostre
abitudini e le nostre malattie? Veramente certuni affermano scioccamente che la
malattia ci piomba dal cielo.
A Parigi, nei laboratori della Centrale di Polizia, servizio frode furono analizzate parecchie bottiglie di Coca-Cola: Ne risult`o la presenza di caffeina e di
acido fosforico (P04H3) non indicati sulletichetta. Il giudice istruttore M. de
Choqueuse, ha aperto uninchiesta giudiziaria per infrazione alla legge sulle frodi
in materia di bevande per mancata dichiarazione. Forse linvestimento di due
miliardi per lanciare il prodotto servir`a a salvare la situazione?

9.3 Disturbi provocati


La cocaina e` lalcaloide che caratterizza la foglia di coca. Lo sapevate? Basta
farne uso due o tre volte per non riuscire piu` a farne a meno. In genere e` cos`
per tutti i veleni. Piccole dosi regolarmente assorbite sono sufficienti per avere un
effetto cumulativo di tossicomania. Dopo un brevissimo periodo di piacevole
eccitazione, ne derivano gravi disturbi dellintero sistema nervoso.
Se soffrite di palpitazioni, perdita di appetito, allucinazioni, tachicardia
(polso rapido oltre 90 battiti al minuto) fra le altre cose sospettate della Coca. E`
un veleno che crea lo stato di bisogno, rendendo il tossicomane schiavo della sua
passione. Se non vi pare vero, consultate i libri di medicina.
La caffeina e` un alcadoide a doppia solubilit`a (solubile sia nellacqua che
nellolio), la cui azione sulle cellule viventi e` nefasta; ne sono colpite le cellule
piu` nobili: quella dei nervi e della materia cerebrale. Grazie a questa doppia
solubilit`a la caffeina attraversa la parete resistente della cellula inducendo una
specie di narcosi che indebolisce, paralizza la volont`a del soggetto, rendendolo
a poco a poco schiavo del suo vizio e di coloro che lo sfruttano. Tutti questi
ingredienti logorano le riserve fisiologiche e provocano deficienze organiche via
via pi`u gravi.

Altre conseguenze sono ancora la stitichezza e ledema. J. C. Thomson lo


spiega in chiaro nella sua opera divenuta classica Constipation and our Civilisation.
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 10
LALCOOL
Nessuno contester`a che lalcool sia dannoso, ad eccezione di qualche medico sonnambulo, che si ostina a dire il contrario. La religione mussulmana proibisce il
consumo delle bevande alcooliche e i Fratelli Mussulmani che si ispirano alle sue
leggi lottano attivamente contro lalcoolismo.
Bisogna ricordare a un gran numero di persone che anche il vino e la birra
sono bevande alcooliche.
Il crescente consumo di bevande alcooliche e` uno dei problemi pi`u gravi
che deve affrontare la nostra societ`a. E` la principale causa della degenerazione mentale e fisica di molte persone; e` un flagello che accompagna la moderna
civilizzazione come unombra nel suo cammino.
Gli igienisti hanno accordato a questo fenomeno tutta la loro attenzione e sono convinti che occorra uno studio serio sui rapporti fra regime alimentare ed
intemperanza.
La natura ci offre frutti deliziosi necessari per ristabilire le forze fisiche e mentali. Ma ecco che i migliori prodotti della terra vengono alterati dalluomo che si
ingegna di convertirli in autentici veleni: sidro, aceto, ecc..
Lalcool e` un veleno per il cuore, i polmoni, i reni, tutti gli organi del
corpo. Lalcool danneggia lintelligenza, altera la nutrizione e il metabolismo
da cima a fondo. Lalcool e` un veleno per tutto il sistema nervoso.
Stupefacente, narcotico, paralizzante, esso uccide la vita dellindividuo.
Non produce n`e forza fisica, n`e calore.
Consumare bevande alcooliche e` gettare denaro dalla finestra, senza par-

26

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

27

lare della salute.


C`e da rimanere stupiti quando si pensa allenorme spreco di materie prime causato dalla fabbricazione dellalcool. Anche laceto va considerato come
lalcool, poiche e` un prodotto della fermentazione che contiene acido acetico e
alcool.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 11
VOI FUMATE?
11.1 Veleno dellintelligenza
Si fuma come non mai nella storia. Grandi e piccoli, uomini e donne, sani e malati,
medici e chirughi, preti e rabbini, tutti quanti fumano.
Nel XIX secolo i giovani e le donne non fumavano. Oggi poca gente ragionevole si astiene da questo vizio.
Il tabacco e` detto il veleno dellintelligenza. J. C. Thomson dal canto suo
lo chiama veleno sociale.
Alcuni fumano a causa di un complesso, o per lo meno hanno cominciato a
fumare per rendersi pi`u socievoli.
La cos`a piu` assurda e` che i fumatori si considerano persone normali,
guardano i non fumatori con un occhio particolare e si stupiscono che il fumo
li disturbi.

11.2 Quantit`a di veleno


Il tabacco contiene tutta una serie di veleni: nicotina, ossido di carbonio,
pyridina, furfurol, ammoniaca, ciannidi, monociannidi, arsenico. Le marche
di sigarette leggere dette MILD contengono pi`u nicotina che le marche forti dette
STRONG (P. C. Thomson). Una sola goccia, di questo meraviglioso elemento
pu`o uccidere un coniglio.

28

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

29

Lossido di carbonio uccide i porcellini dIndia che lo inalano: muoiono per


soffocazione.
La pyridina e le sue fedeli sorelle sono basi per nulla confortevoli per chi
volesse usarne in quantit`a sufficiente.
In quanto allammoniaca e` associata allurina in putrefazione; cio`e e` il prodotto della putrefazione dei rifiuti gi`a altamente tossici. Pensate un po! Non
parliamo poi dellarsenico, del furfurol e del resto: potete discuterne fra voi.
Eppure quando vi ammalate vi stupite. Ma bisogna essere colpiti da delirio
mentale per essere capaci di stupirsi quando ci si ammala. Bisogna essere totalmente incapaci di ragionare per credere che si possa fumare senza incorrere nelle
nefaste conseguenze.
Nessuna medicina pu`o sopprimere i danni causati dal tabacco: solo lastensione totale dal fumo pu`o guarire le malattie causate dal tabacco.
Il tabacco danneggia gravemente il sistema nervoso, i polmoni, il sangue, ecc.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 12
IN CHE MODO LE EMOZIONI
COLPISCONO LA SALUTE
12.1 Il fisco
Un Ispettore della Finanza si presenta da un commerciante per controllare i suoi
libri contabili, trova defle irregolarit`a e minaccia severe sanzioni.
Lo choc nervoso provoca immediatamente nel commerciante vomiti continui,
persistenti.
Il dottore igienista Alvarez, che si prende cura del paziente, non riesce a guarirlo se non dopo aver regolato personalmente la pendenza con lIspettore delle
imposte.

12.2 Altri esempi


1. Capita sovente che persone in attesa della visita dei genitori, moglie, fratelli o altre persone cadano malati parecchi giorni prima del loro arrivo:
vomitano, diventano nervosi, hanno mal di testa, ecc..
Senza dubbio lospite atteso non e` desiderato, oppure usercita una cattiva
influenza sul soggetto.
2. Ricevere una lettera spiacevole, o attenderne una che non arriva mai, pu`o
causare disturbi.

30

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

31

3. Un soggetto malato si vede restituire dalla Banca due assegni. Ne e` tanto


sconvolto che il suo stato peggiora e la digestione si blocca totalmente.
4. Lassenza di una persona amata, come la moglie o un figlio, pu`o causare
disturbi.
5. Una donna adultera va dal confessore che la minaccia di sofferenze eterne
nellinferno. La paura dellinferno causa disturbi nella digestione e sanno
agitato.

12.3 Le emozioni
Una cattiva notizia tronca lappetito. Un dispiacere pu`o levare lappetito per
diversi giorni.
Le emozioni violente arrestano i movimenti ritmici delle pareti dello stomaco
e le secrezioni digestive. La bocca, ad esempio, diventa secca.
Ecco alcuni fattori in grado di ostacolare la digestione:
preoccupazioni
paura
ansiet`a
litigi
invidia
apprensione
eccitazione
fretta
odio
pena
irritabilit`a
cattivo umore
gelosia
finzione
collera
disperazione
ostilit`a
rumore
tensione nervosa

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

32

12.4 Consigli pratici


Lemozione agisce su ogni cellula del nostro corpo. Lemozione e` un riflesso
complesso provocato dalla triplice reazione nervimuscolighiandole, capace in
certi casi emotivi di ostacolare alcune funzioni come, ad esempio, la digestione e
lescrezione.
Le emozioni indeboliscono il corpo tanto quanto i veleni, sciupano una
quantit`a di energie vitali quanta ne sciupa lalcool. Avrete notato che la fame
sparisce quando si hanno emozioni; questo e` un indice significativo che si traduce
nellinattitudine del corpo a ricevere alimenti in quel preciso momento. Abbiamo
visto infatti che le emozioni sospendono piu` o meno le secrezioni.
Diventa cosa naturale sospendere un pasto se non si e` calmi. Finche si hanno
emozioni forti, bisogna astenersi dal mangiare.
Chi mangia quando e` in preda alle emozioni non digerisce ed il cibo si
trasforma in veleno che danneggia il corpo ancor piu` delle emozioni stesse.
Quando gli animali sono spaventati si astengono dal mangiare.

12.5 Malattie causate dalle emozioni


Gli individui in buona salute si rimettono rapidamente dagli choc nervosi a
condizione che si astengano dal mangiare mentre sono in stato di agitazione.
Gli individui la cui salute lascia a desiderare e che mangiano malgrado siano
turbati da violente emozioni finiranno collessere colpiti dalle seguenti malattie
per nulla invidiabili:
tensione arteriosa anormale
diabete
disturbi alla vescica biliare
ulcera
disturbi digestivi
debolezza generale
malattie nervose
stitichezza
Non dimenticate dunque di fare lo sciopero della fame la prossima volta che
vi lascerete trascinare dalla collera. Forse questa restrizione vi aiuter`a a capire che
bisogna conservare la calma e la serenit`a, condizioni indispensabili alla salute.
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 13
LA FAME
Se non siete stanchi, vi viene in mente di riposare? Se non avete sete, vi viene
voglia di bere? Perche dunque si mangia quando non si ha fame? La fame e` il
segnale naturale che vi avverte che il corpo ha bisogno di cibo. Come conclusione
logica luomo meno intelligente e` capace di concludere che lassenza di fame
denota che il corpo non ha bisogno di cibo.
Se noi mangiamo malgrado linappetenza, lorganismo, che non necessita alimenti, digerisce solo una parte del cibo ingerito; laltra si trasforma in
dannosa materia che fermenta e imputridisce nel canale alimentare. Di qui provengono le malattie. Ma come riconoscere la fame? Non e` una contrazione
dello stomaco, n`e una sensazione di vuoto, di malessere; questi sono disturbi
patologici, causati dalla fermentazione dei residui alimentari non digeriti.
La fame e` lacqualina in bocca. E` una sensazione di energia, non di
debolezza.
Bisogna distinguere tra fame e appetito. Lappetito e` linclinazione che porta
a desiderare una cosa per la soddisfazione dei sensi. E` listinto della fame pervertito, alterato, snaturato. Non riguarda lo studio della salute, ma piuttosto quello
della malattia.
Usare mezzi astuti per provocare la fame significa voler ingannare la natura. E`
possibile farlo impunemente? Saremmo pi`u intelligenti di lei? Le nostre malattie
sono la prova del nostro diminuito vigore fisico e mentale.
Se non avete fame aspettate che si faccia sentire; si manifester`a al momento
opportuno, n`e prima n`e dopo.

33

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

34

13.1 In che modo riconoscere la fame?


Quando si avverte la fame occorre attendere mezzora o unora: Se e` fame
falsa sparir`a rapidamente. Se e` fame vera persister`a e si far`a via via pi`u acuta.
I sintomi della fame falsa sono: contrazioni dello stomaco, bocca cattiva,
pastosa, amara o secca, crampi allo stomaco, mal di testa, gola contratta,
rutti, ecc..
I sintomi della fame vera sono: lacquolina in bocca, gola distesa, bocca
pulita e sana, piena di saliva che viene naturalmente senza che occorra lavare
la bocca, il che non e` raccomandabile.
Quando si aspetta la fame acuta, lo stomaco non e` pi`u disteso e ci si sente sazi
con poco.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 14
LE VITAMINE NON SI
SMERCIANO NELLE FARMACIE
Secondo noi le vitamine hanno funzioni analoghe a quelle degli enzimi. Per questo motivo il biochimico svedese Regnar Berg attribuisce loro un vocabolo piu`
corretto: completine.
Esse sono sostanze che regolarizzano gli scambi vitali, esattamente come gli
ormoni e gli enzimi di cui forse costituiscono la base della genesi. Sono molto
complesse, poco conosciute e molte sono ancora da scoprire.
Alcune vitamine si trovano in ogni cellula del nostro organismo. E` noto che
possediamo molti milioni di cellule; ci`o prova che le vitamine giocano un ruolo fondamentale nella vita. Luomo ha bisogno di certe vitamine in quantit`a
infinitesimale, ma sono indispensabili, pena disturbi vari.
Le vitamine permettono alle materie azotate, ai corpi amidacei, ai corpi grassi
ed ai minerali di essere utilizzati dallorganismo per la crescita, la rigenerazione,
il mantenimento della salute.
Le funzioni di ogni cellula sono tanto pi`u compromesse, quanto maggiore e` la
deficienza delle vitamine. Una carenza totale conduce alla distruzione totale.

14.1 Completina epiteliogena


(o vitamina A anti-xeroftalmica)
La si trova nella lattuga, ma le foglie periferiche ne contengono trenta volte
35

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

36

di piu` di quelle centrali. Nelle foglie verdi questa vitamina viene mascherata
dalla clorofilla.
I pomodori ne contengono pi`u del burro (provitamine A). Certe qualit`a di
frumento, le patate, il navone sono povere di vitamina A.
Questa vitamina si distrugge per ossidazione quando gli alimenti vengono
tagliati a pezzetti e macinati. Le carote grattugiate contengono meno vitamina
A delle carote intere.
La cottura prolungata in un recipiente scoperto distrugge questa vitamina. La
luce solare e i raggi ultravioletti la colpiscono mortalmente.
I bimbi e le mamme hanno bisogno di mangiare molta frutta e verdure crude.

14.2 Completina nevrogena


(vitamina B1 o antinevrotica)
Questa vitamina e` distrutta dal calore, specialmente quando supera il punto di
ebollizione.
E` solubile nellacqua. Lacqua di cottura non deve perci`o essere gettata
via, perche essa e` piu` ricca di vitamina B1 che gli alimenti cotti. Si dice
che questa vitamina scarseggia nei legumi, nel latte e nei frutti, mentre la contengono il lievito di birra e il grano integrale. Eppure molti animali vegetariani
si sostentano con cibo che non comporta mai il consumo di lievito di birra o di
grano. Il vitello si nutre solo di latte per un lungo periodo. Quanto al lievito di
birra e` significativo il fatto che le autorit`a mediche insistono sempre su un
prodotto fornito dallindustria commerciale.
Non dobbiamo cercare la nostra razione di vitamina B1 n`e nelle medicine
vitaminazzate, n`e negli estratti di fegato, n`e mangiando fegato o ingoiando lievito
di birra. Le vitamine sintetiche non sono altro che una frode. Non assomigliano
n`e tanto n`e poco alle vitamine naturali se non nelle loro propriet`a chimiche; non
posseggono alcuna propriet`a vitale.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

37

14.3 Completina ribiflavina


(vitamina B)
Questa vitamina viene alterata dalla luce e dai raggi ultravioletti. Non c`e
alcun bisogno di far provvista di vitamina B2 comperando vitamine sintetiche
fabbricate in laboratorio, oppure prodotti industriali alimentari. Basta mangiare
verdura e frutta.

14.4 Completina C
(vitamina C o antiscorbutica)
Il calore, il processo di disseccamento, di messa sotto sale, il contatto con
laria, limmagazzinamento sono tutte cose che distruggono la vitamina C.
Il cavolo crudo ne contiene venti volte di piu` del cavolo cotto. Lacqua di
cottura discioglie questa vitamina e la sottrae allalimento.
Il bicarbonato di sodio e altri alcalini usati in cucina affrettano la distruzione
di questa vitamina.

14.5 Completina osteogena


(vitamina D o antirachitica)
La vitamina D2 viene fabbricata dalle radiazioni dei raggi ultravioletti, di
qui la necessit`a di prendere bagni di sole. Si insiste troppo, ed e` facile capirne il
motivo, sulla ricchezza in vitamina D dellolio di fegato di merluzzo e di altri
prodotti commerciali.
Eppure il regno vegetale, la frutta ne contengono in abbondanza.
Le donne incinte hanno particolarmente bisogno di questa vitamina che
potranno ottenere stendendosi al sole pressocch`e nude.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

38

14.6 Le altre vitamine


Tante altre vitamine non sono conosciute e non lo saranno mai. Ne resteranno ancora sempre da scoprire. I frutti ed i legumi contengono tutte le vitamine note e sconosciute, mentre i prodotti farmaceutici non contengono che le
vitamine segnate sulletichetta.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 15
LA COTTURA UCCIDE GLI
ALIMENTI

La medicina e` una scienza confusa


Claude Bernard

15.1 I volti della superstizione


Sotto qualunque meridiano operi, a qualsiasi civilizzazione faccia capo, non importa a quale confraternit`a appartenga, Esculapio ha un solo culto: il culto del
microbo. Non ha che un solo dio: il dio-microbo, e una sola religione: la superstizione. La medicina insegna che bisogna temere il dio-microbo sotto pena di
scatenare la sua collera.
I primitivi credevano negli spiriti cattivi, nei demoni. Lui, Esculapio, e` dotato
di spirito scientifico: crede al microbo. I primitivi per ottenere la guarigione esorcizzavano i demoni mediante la magia. Esculapio vuole esorcizzare i microbi
avvelenandoli con medicine tossiche.
Cercare, trovare e uccidere i microbi: e` la strada per prevenire e persino per
guarire.
Il pasto totemico degli antichi non si basava sulle stesse concezioni? Superstizione scientifica: ecco il vero volto della medicina.

39

40

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

15.2 Per esorcizzare i microbi


Per uccidere i microbi nefasti e crudeli, ci viene dato il consiglio di far bollire o addirittura di pastorizzare il latte, di aggiungere cloro allacqua, di lavare le
verdure in una soluzione di permanganato, di cuocere la frutta e farne delle marmellate, di lavarsi le mani prima di mettersi a tavola, di toccare i cibi con forchette
e coltelli lavati con sapone o sterilizzati, ecc..
Per esorcizzare i microbi al giorno doggi, in cui la scienza si perfeziona al
servizio del progresso, non si fa pi`u uso dincantesimi, di amuleti o di riti caduti
in disuso; si impiega una magia pi`u scientifica: il fuoco.
Il calore uccide i microbi, ci dicono. Guardatevi dal rispondere che certi microbi resistono alle pi`u alte temperature; ci sar`a sempre una scusa per giustificare
il rito.

15.3 La cottura distrugge le vitamine


I cibi cotti sono alimenti morti, aveva scritto il professor Byron Tyler E gli alimenti morti aggiunge Leon Behar non possono sostentare un corpo vivente.
Le vitamine solubili B C D vanno perdute nellacqua di cottura. Le vitamine sono sostanze quanto mai delicate e instabili che vanno perdute in molti modi.
Gli alimenti cotti e conservati parecchie ore, fino al momento del pasto, perdono
o tutte, o parte delle vitamine restanti.
Le conserve che vengono cotte e custodite nei depositi perdono le loro vitamine.
Nella tavola seguente si pu`o vedere la distruzione delle vitamine in seguito a
cottura:
vitamine

alimenti

distruzione

B3
B3
B6
H
H
inositol
inositol

legumi
carne
carne
carne
legumi
legumi
carne

debole
33%
debole
72%
debole
59%
meno del 59%

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

41

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

acido folico
PP
C
B1

in generale
carne
legumi
legumi

elevata
3366%
45%
35%

La cottura ad alta pressione distrugge rapidamente le vitamine; lo stesso accade se la cottura e` prolungata. Pi`u i legumi cuociono, pi`u perdono vitamine.
Inoltre quanto piu` tempo passa tra la cottura ed il pasto, quante piu` vitamine
si perdono. Bisogna cuocere rapidamente e mangiar subito.
Il latte perde le sue qualit`a anti-scorbutiche quando viene bollito, condensato,
pastorizzato. Quando e` bollito perde rapidamente le sue qualit`a anti-nevrosiche.
Scimmie nellet`a di crescita, nutrite con latte condensato, si ammalano di scorbuto
infantile.
Gli scienziati Hess e Unger hanno scoperto che i vegetali pi`u ricchi di qualit`a
anti-scorbutiche perdono la loro efficacia quando sono sottoposti ad essicazione,
perche questo processo distrugge la vitamina C e le basi anti-scorbutiche.
Si e` riscontrato lo scorbuto in soldati nutriti con legumi conservati.
Muller in un articolo in merito allepidemia di scorbuto che si era manifestato nellIstituto delle Orfanelle di Rummersburg attribuisce la colpa al latte
pastorizzato e ai legumi secchi.
Quando la dieta comprende concentrati di zuppa e legumi secchi lindividuo
finisce col soffrire di edema da denutrizione. Anche le conserve di frutta perdono
le loro propriet`a anti-scorbutiche.
Quando si riscalda il cavolo, una parte delle sue propriet`a anti-scorbutiche
va perduta; se lo si fa cuocere unora di seguito esse vanno perdute completamente.
Per quanto riguarda i semi: noci, fave, piselli, ecc., il loro principio di germinazione viene ucciso dalla cottura.

15.4 Le vitamine morte


Da notare che questi semi non pi`u in grado di germinare hanno le stesse propriet`a
chimiche di quelli che sono in grado di germinare. I primi sono morti; i secondi
sono vivi.
La prossima volta che il vostro medico vi prescriver`a vitamine artificiali in botdizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

42

tiglietta, ricordategli che le vitamine artificiali sono vitamine morte. Le vitamine


morte non possono conservare in buon stato un corpo vivo.
Non sono pochi i medici che hanno ucciso un buon numero di bambini
iniettando loro massicce dosi di vitamina D.
Tutti i medici sono al corrente di simili incidenti, ma si guardano bene di
ammetterlo pubblicamente. Se ne comprende fin troppo chiaramente il motivo.

15.5 Esperienze edificanti


Le seguenti esperienze furono pubblicate durante la prima guerra mondiale.
Due medici francesi Weill e Mouriquand hanno fatto esperienze approfondite dimostrando che il mais ben macinato e` la causa di almeno tre malattie da
carenza.
Cereali privi dellinvolucro dati a volatili e piccioni hanno determinato paraplegia, paralisi e morte. Si attribuisce la morte alla carenza di un elemento
essenziale contenuto nella fascia esterna separata del seme.
E` stato fatto un esperimento coi piccioni: uno e` stato nutrito con mais completo per 240 giorni (aveva sei mesi); il secondo con grano integrale, il terzo con
riso integrale, il quarto con chicchi di avena completi, il quinto con orzo intero.
Tutti si sono mantenuti in grande attivit`a. Ma quando i chicchi integrali furono
sterilizzati a 120 C., gli uccelli morirono paralizzati dopo 90 giorni.
Laggiunta al regime di una certa quantit`a di grani crudi imped` il beri-beri.
Un altro gruppo di piccioni fu nutrito con mais ben macinato e privo della
crusca. Dapprincipio lo rifiutarono; furono costretti a prenderlo per forza. Il
risultato fu che al trentatreesimo giorno erano deboli, paralizzati e morirono in
breve tempo. La cottura e la separazione dello strato periferico del chicco causano
la perdita delle vitamine e dei fermenti che contengono.
Lo scienziato Mc Carrison ha dimostrato che le scimmie nutrite con cibi cotti
in breve tempo venivano colpite da diarrea o dissenteria. Le scimmie perdevano
lappetito, diventavano anemiche, la loro pelle diventava brutta, perdevano peso e tutti i loro organi vitali cominciavano ad atrofizzarsi. Diventavano meno
resistenti alle infezioni.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

43

15.6 La cottura priva gli alimenti dei loro elementi


nutritivi
La cottura non serve ad altro che a privare gli alimenti del loro valore nutritivo. Anziche facilitare la digestione, come comunemente si crede, la rende
piu` difficile.
Il Bollettino n.22 dellUnited States Departement of Agriculture porta i risultati dei seguenti esperimenti dello scienziato Ladd.
Un gruppo di maiali fu nutrito con cibi a volte cotti, a volte crudi e si constat`o
che la digeribilit`a degli alimenti diminuiva con la cottura.
Si trov`o che per farli aumentare di un chilo avevano bisogno di una maggiore quantit`a di cibo quando era cotto; ne occorreva meno quando il cibo
era crudo.
Conclusione: gli alimenti cotti sono improprii al nostro sistema digestivo dal
momento che sono denaturati, devitaminizzati e demineralizzati.
Bisogna mangiare cibi crudi quanto pi`u si pu`o.
Certo alcuni cibi si possono cuocere senza danno per la salute, ma e` necessario
che gli alimenti cotti costituiscano la parte piu` piccola del pasto.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 16
QUALI SONO GLI ALIMENTI
NUTRIENTI?
Non esistono alimenti nutrienti in se stessi. La funzione digestiva appartiene
esclusivamente al nostro organismo vivente. La calorimetria alimentare, secondo cui ogni alimento ci fornisce un determinato numero di calorie, e` sostanzialmente errata. Lerrore di M. Purgon e` fin troppo evidente per chi vuole
ben considerare i fatti. Uninsalata vi darebbe pi`u calorie che una bistecca al
sangue, se, mentre mangiate questultima, venissero a dirvi che la vostra auto ha
preso fuoco. Allora e` la digestione o lindigestione che decidono la ricchezza o
la povert`a in calorie di un alimento.
Daltra parte il pane, che viene considerato nutriente, basterebbe a procurarvi
le peggiori malattie se non mangiaste nullaltro. Una dieta di sola carne ed acqua
renderebbe malato chiunque in ben poco tempo. Eppure si dice che lo carne e`
nutriente.
Invece se si mangiasse nientaltro che lattuga per una settimana non soltanto
non si manifesterebbe alcuna malattia, ma ci si potrebbe guarire dei mali di cui si
soffre. Lasciamo che il lettore intelligente rifletta a queste cose e ne tiri le proprie
conclusioni.

44

Capitolo 17
COMBINAZIONI ALIMENTARI
Quando si mangia il pane con la frutta, con alimenti azotati (carni, noci, uova) la
digestione viene ostacolata. E` necessario che un individuo mangi solo quando
ha realmente fame, altrimenti anche le migliori combinazioni non potranno impedire una parziale indigestione, la quale si accompagna alla perdita del
potere digestivo.

17.1 Come mangiare la frutta


Si e` osservato che gli animali mangiano una sola qualit`a di cibo nello stesso pasto:
un pasto di frutta, uno di noci, uno di carne, ecc..
Gli acidi deboli dei frutti distruggono la ptialina e la pepsina, ostacolano
la digestione degli amidi e delle sostanze azotate.
Inoltre, secondo i lavori di Pavlov, essi impediscono la secrezione gastrica e
provocano fermentazione e putrefazione.
Tutti i frutti, eccezione fatta per le banane, il melone e languria, possono
essere mangiati insieme. Gli ultimi due frutti, specialmente languria, vanno
mangiati da soli. Molte persone non digeriscono il melone; se lo mangiassero da solo, ne potrebbero consumare una grande quantit`a senza risentire alcun
malessere.

45

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

46

17.2 La prima colazione


La prima colazione deve essere leggera, altrimenti lenergia occorrente per il quotidiano lavoro verr`a usata per la digestione e si lavorer`a meno bene. Al mattino la
fame non e` molto forte; durante la notte il corpo e` stato impegnato nelleliminazione, nessun lavoro muscolare ha provocato richiesta di cibo.
Al mattino bisogna procurare allorganismo tutti gli elementi indispensabili
come le vitamine ed i sali minerali organici. Sono elementi che in genere mancano
nei pasti abituali. Ecco alcuni esempi di prima colazione:
a)
b)
c)
d)
e)
f)

tre arance;
un pompelmo;
due mele e una pera;
500 g. di fragole;
datteri secchi (mezzo bicchiere) + latte cagliato;
due pomodori e due mandarini + un bicchiere di latte crudo tiepido per i
bambini di meno di dieci anni;
g) fichi secchi (mezzo bicchiere) + latte cagliato;
h) due banane secche + latte cagliato;
i) latte cagliato solo.
In estate si avr`a a disposizione una maggiore variet`a di frutta: ciliege, albicocche, pesche, fragole, meloni, angurie, uva, pere, mele, ecc..
Chi sta bene migliorer`a il suo stato cambiando regime. Chi e` indisposto far`a
un passo importante verso una radiosa salute.

17.3 lista di alimenti sani


Frutti
banane secche
canna da zucchero
ciliege
limoni dolci
datteri freschi e secchi
fragole
cachi
mandarini
mango
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

more
noce di cocco
arance
arance dolci
pompelmi
angurie
pesche
pere
mele

47

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

castagne
meloni
pomodori
uva bianca
uva nera

prugne fresche (poche)


prugne secche (poche)
uva secca
ecc.

Verdure
carciofi
melanzane (poche)
barbabietole
carote
cocomeri
zucchine

zucche
fagioli verdi
rape
patate
peperoni dolci
ecc.

Foglie verdi
bietole
broccoli
sedano
cicoria
cavolo (non piccante)
spinaci
malva

lattuga
prezzemolo
ramolaccio (foglie)
ruca (non piccante)
cavolfiore
finocchio

17.4 Menu` sano


Mattino

Ore 16

frutta varia

datteri, fichi o banane cotte

Mezzogiorno

Sera

lattuga e crudita
(olio,mayonnaise, olive)

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

verdure e patate cotte

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

48

17.5 AVVERTENZA
Quando si segue questa dieta si risentono diversi disturbi allinizio. Non bisogna
credere che quei sintomi significhino debolezza, al contrario ci`o significa che il
corpo sta eliminando i rifiuti accumulati, purificando il sangue, disintossicando i
tessuti.
Questi alcuni dei sintomi che potrete sentire nei primi giorni:
debolezza,
sensazione di vuoto allo stomaco,
vertigini,
mal di testa.
Se si continua la dieta i sintomi a poco a poco scompaiono e si avvertir`a
maggior forza fisica, migliore concentrazione mentale, buona disposizione per
il lavoro. La salute generale migliora.
Guai a lasciarsi scoraggiare da quei sintomi i primi giorni. Se sono troppo
forti, modificate la vostra dieta in modo pi`u lento.

17.6 Le cure di frutta


Sento voci che si elevano con indignazione protestando che le ciliege sono carissime, frutti da milionari. Eppure mi capita di vedere le stesse persone in farmacia
intente a comperare per 500 franchi una fiala di vitamine artificiali.
Se non avete ancora dimenticato del tutto la tavola pitagorica vi renderete
conto che una cura di frutta e` assai meno cara che una cura di vitamine antinaturali.
La cura di frutta si fa mangiandone una piccola porzione ogni due ore
per un giorno intero: bisogna evitare ogni altro cibo. La cura pu`o durare
uno, due o tre giorni; e` indicata per le persone che soffrono di un qualsiasi
disturbo, perche ha un effetto disintossicante grandemente salutare. La pelle
acquista freschezza, gli occhi diventano brillanti e la salute migliora.
Si pu`o ripetere la cura ogni mese in caso di bisogno. Le ciliege contengono
lo 0,95 di materie azotate, il 16,31 di zuccheri di facile digestione e lo 0,67 di
materie grasse. Le ciliege migliori sono quelle scure quando sono ben mature.
Anziche ciliege si possono usare pompelmi, arance, uva, mele o pomodori.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 18
IL DIGIUNO
18.1 Consensum omnium
Questa mattina una signora sofferente dartrite, di fegato, di reni e di umor nero
e` entrata nella mia clinica con unidea degna di lei. Non a caso e` cuoca di professione, pesa circa 100 chili e non e` per nulla contenta di averne perduti dieci in
seguito ad una dieta intrapresa per guarire. Vuole guarire, s` ma conservando gelosamente la sua massa gelatinosa ben in vista. Dunque entra e mi dice: Dottore,
i malati non devono digiunare. Questo e` un caso tipico. Sono molte le persone
convinte a torto che i malati debbano fortificarsi mangiando. Invece sono proprio
le persone malate e deboli che hanno pi`u bisogno di digiunare.
La gente non sa che nel caso della malattia il corpo perde in parte il potere di
digerire. Lo stomaco, gli intestini, tutto lorganismo ha bisogno di riposo. Basta
osservare un cane o un gatto malato. Si ritira in un angolo della casa, sotto una
sedia, nelloscurit`a e non mangia per diversi giorni fino a guarigione completa.

18.2 Disintossicazione e purificazione


Si tende a trascurare il digiuno a causa di un pregiudizio. In tutti c`e la convinzione che sia indispensabile alimentarsi per non indebolirsi. E` stata radicata nello spirito della gente, in gran parte per rispondere alle necessit`a commerciali
ed economiche inerenti al sempre maggior sviluppo dellindustria alimentare
e farmaceutica.
Uno dei risultati della civilizzazione e` leccesso della nutrizione che diminui 49

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

50

sce la forza e la vitalit`a, anziche aumentarle. La maggioranza della gente mangia


senza aver veramente fame, e assai di pi`u del reale bisogno.
Solo una parte del cibo viene digerita, il resto fermenta, va in putrefazione,
avvelena il corpo, ritarda in modo evidente leliminazione e le secrezioni. I rifiuti
nocivi si accumulano nel corpo e creano disturbi. Il corpo perde i suoi succhi
digestivi trascinati nelle feci col bolo alimentare non digerito.
I sintomi rappresentano il tentativo che il corpo fa per liberarsi dalle tossine. Sopprimendo i sintomi con le medicine o con unalimentazione forzata, le
tossine fanno marcia indietro per manifestarsi piu` tardi con forza maggiore.
Bisogna dunque aiutare il lavoro della natura per eliminare le sostanze nocive
economizzando quanto pi`u possibile le forze.
Occorre sapere che la digestione di un pasto copioso equivale allenergia
che consuma un operaio in una giornata di lavoro.
Il corpo pu`o vivere con le sue riserve tossiche, le brucia (ossidazione mediante
la respirazione) e in tal modo attiva leliminazione avendo a disposizione una
maggiore quantit`a di energia allorche economizza le forze della digestione.
La debolezza durante il digiuno e` solo apparente, sovente psicologica. Come spiegarla? La natura sottrae o dirige lenergia individuale dallesterno verso
linterno; la persona si dedicher`a a un lavoro pi`u leggero nelle attivit`a giornaliere, mentre un lavoro pi`u intenso avr`a luogo nellinterno del suo organismo. C`e
dunque compensazione, non perdita di energia.
Dopo il digiuno la maggior parte dei malati, ma anche dei sani, ritrova uneccezionale lucidit`a di spirito e di vigore fisico. Se il periodo di digiuno si e` ,
protratto il tempo sufficiente, non avranno pi`u mal di fegato, di reni, di testa, catarro, disturbi digestivi o intestinali, ecc., per non parlare della luminosit`a degli
occhi, della freschezza della pelle che si accoropagnano al miglioramento della
salute.

18.3 Orge e frugalit`a.


Il modo col quale la maggior parte della gente digiuna e` contrario alle regole
delligiene. Il digiuno deve essere interrotto alla sera col succo di un frutto
acido. Qualunque altra cosa pu`o provocare vomiti o altri gravi disturbi. Ogni
tre ore un mezzo bicchiere di succo di un frutto acido: ecco come si deve
interrompere il digiuno.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

51

18.4 Il medico si deve mettere alla scuola della


natura
Da sempre il digiuno e` stato praticato da tutti gli animali, homo sapiens compreso.
Lorso si ritira durante tutto linverno in un luogo riparato e digiuna. I cacciatori
non luccidono in autunno, aspettano la primavera, perche sanno che prima del
digiuno la sua carne ha cattivo gusto, invece dopo e` dolce. Tra parentesi, ecco
a voi, Signore, una ricetta per la bellezza della vostra pelle, tramite il digiuno.
Anche i pesci digiunano. Il salmone maschio digiuna durante la sua luna di
miele che dura parecchi mesi. I coccodrilli, le lumache e gli insetti (in alcune
regioni calde) digiunano tutta lestate. Lanimale digiuna durante la metamorfosi
o quando procrea.
Chi ha un cane constata che quando si ammala. o si ferisce si ritira sotto una
sedia, in un angolo oscuro della casa e rifiuta il cibo.
A volte si alza per bere giusto un pochino.

18.5 I profeti
Anche la religione raccomanda il digiuno. La nostra pseudo-civilizzazione ha
pressoche cancellato questabitudine millenaria. Il digiuno e` una cosa naturale
per luomo come il nutrimento. Mos`e e Ges`u hanno digiunato quaranta giorni.
Il profeta Maometto una volta ricevette come dono un medico personale. Lo
rimand`o indietro dicendo: Mangio solo quando ho fame Il digiuno e` la
salute.

18.6 Per la salute


Il digiuno e` utilizzato nelle case di salute igieniste per risanare qualunque malattia.
Il suo periodo pu`o variare da uno a cinquanta giorni.
Il digiuno e` riposo completo dello stomaco, degli intestini, del sistema nervoso
e d`a al corpo la possibilit`a di disintossicarsi e di rigenerarsi completamente. Le
malattie pi`u refrattarie quali cancro, diabete, possono guarire mediante il digiuno. Sotto la nostra vigilanza molti pazienti hanno digiunato parecchie settimane
con risultati eccellenti.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

52

18.7 Lo sciopero della fame


Il digiuno e` una nuova arma politica senza dubbio molto efficace. Se ne e` servito
anche Gandhi. In Egitto centinaia di prigionieri politici hanno digiunato per periodi non superiori ai 21 giorni nelle prigioni di Huckstep e di El-Torr. In generale
raggiungono il loro scopo.
Il Progres Egytien (Progresso Egiziano, quotidiano del Cairo del 28 agosto
1951) ci informa sotto questo titolo: Cinque persone fanno lo sciopero della
fame. . . che quattro uomini e una donna hanno deciso di digiunare fino a quando
il trattato del 1936 non sia denunciato.
Coloro che fanno lo sciopero della fame di solito ignorano del tutto le regole delligiene che si devono osservare durante il digiuno. A volte si procurano un male irreparabile come lastenia degli organi, laffaticamento dei reni,
disturbi nervosi, ecc. e possono morire a causa di un errore da loro considerato
insignificante.
Una volta abbiamo chiesto ad una persona che aveva fatto lo sciopero della
fame a Huckstep, in che modo avesse interrotto il digiuno. Ci rispose: Con dei
pasti molto leggeri come the, riso al latte. . . . Non per nulla lo stesso giovane
venne in seguito per guarire il mal di reni.
Quando al secondo o al terzo giorno colui che fa lo sciopero della fame viene
colto da una crisi violenta, cosa succede? Si interrompe il digiuno o si chiama il
medico. Ma costui quando ha seguito e sorvegliato un digiuno? Mai. E` in
grado di occuparsi di quellindividuo in caso di crisi? No. Che fa? Prescrive
una medicina o delle iniezioni, per cui il soggetto o muore o sfiora la morte.
Allora si dice che e` il digiuno che lha ucciso e non lignoranza del medico.

18.8 Sustine et abstine


Riassumendo:
1) Si rischia la vita se si ingerisce una medicina qualsiasi durante il digiuno, soprattutto in caso di crisi. Bisogna lasciar passare la crisi, senza
intervenire con alcuna cura. E` una crisi di pulizia .
2) E` dannoso interrompere bruscamente un digiuno con un pasto ricco. Per tre
giorni si devono solo ingerire succhi di frutta. Durante e dopo il digiuno bisogna
stare a letto beni caldi.
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

53

3) La conoscenza teorica superficiale non e` sufficiente ad un profano che voglia arrischiarsi a digiunare, sia egli malato o intenzionato a fare il digiuno della
` quanto mai opportuno studiare bene largomento. Servir`a allo scopo
fame. E
lopera magistrale del Dr. H. M. Shelton Il digiuno.
I malati che desiderano guarire rapidamente devono procurarsi questo libro che
va letto lentamente da cima a fondo. Il suo stile e` molto facile; gli esempi citati
nellopera sono assai interessanti.
Dunque il digiuno e` ottima cosa a condizione di non fare uso di purghe, o lassativi,
o clisteri.
4) Il digiuno non e` mai pericoloso se condotto secondo le regole e sorvegliato
da un igienista qualificato in una casa adatta.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 19
RAPPORTI SESSUALI DURANTE
LA GRAVIDANZA E
LALLATTAMENTO

Mettere al mondo un bimbo non dovrebbe causare pi`u dolore


che deglutire o defecare. Si tratta di conformarsi alle leggi
delligiene naturale
Dr. H. Shelton

19.1 La natura animale si adatta, ma a quale


prezzo?
Luomo si e` evoluto, la sua intelligenza si e` sviluppata. Egli e` lanimale non
bisogna dimenticare che luomo e` un animale pi`u intelligente.
Ha sempre cercato di soggiogare la natura per utilizzarla a suo profitto: e` il suo
modo di concepire la vita. Sui tre piani del conforto, del piacere, del benessere
vuole trarre il massimo vantaggio con il minimo sforzo.
Dominare la natura: questo si chiama civilizzazione. Per`o, volendo dominare
la natura, luomo agisce in maniera anti-armonica. Invece di cercare di svilupparsi
in una simbiosi naturale, ha voluto combattere le influenze e le condizioni nelle
quali vive. Ha dovuto adattarsi per poter vivere nelle nuove condizioni create da
lui stesso.
Orbene, ogni adattamento si accompagna a dei cambiamenti che si avvicina 54

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

55

no o si allontanano dallideale a seconda che esso sia pi`u o meno conforme alla
natura.
Il risultato delladattamento alle condizioni anti-naturali della civilizzazione
e` sfociato in un cambiamento specifico che ha originato debolezza, perversione
dellistinto, malattia.
In seguito, studiando le abitudini degli altri animali, vedremo perche la nostra condotta sessuale durante la gestazione si e` allontanata dallideale. Gli altri
animali non hanno listinto pervertito, non sono degenerati quanto luomo. Le
femmine nella natura salvo nella razza homo sapiens partoriscono senza
dolore; tutti gli animali selvatici partoriscono senza soffrire. Non bisogna considerare gli animali domestici che vivono con luomo i quali mangiano come lui o
pressapoco.

19.2 Comportamento sessuale degli animali


In tutti gli animali, uomo escluso, i rapporti sessuali sono regolati dal desiderio
della femmina. Non e` il maschio che sceglie il momento. La femmina permette
che il maschio le si avvicini solo durante certi periodi.
Secondo il Dottor E. Rosch poco dopo latto sessuale pu`o persistere un tale
desiderio negli organi sessuali della femmina che non resiste e cerca un secondo,
persino un terzo accoppiamento. Per`o pochi giorni dopo la natura cambia direzione. Lanimale perde interamente la capacit`a del godimento sessuale e rimane in
quello stato fino al momento in cui nascer`a il suo piccolo e fino al suo completo
svezzamento.
Durante la gestazione e una parte del periodo dellallattamento la femmina
attacca ogni maschio che cerchi di avvicinarla, ma in generale nessun maschio
avvicina una femmina in gestazione.

19.3 Nelluomo
Che accade nelluomo? Il suo comportamento sessuale e` totalmente differente da
quello di tutti gli altri animali. Reclama la condiscendenza della moglie quand`e
incinta o nel periodo dellallattamento, pi`u raramente durante la mestruazione o
la malattia.
In alcuni paesi, ancora oggi, luomo e` il padrone, la donna la sua schiava. Fra
dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

56

loro non c`e eguaglianza; ella non ha il potere di rifiutarsi. Egli e` riuscito perfino
a codificare quello che viene chiamato dovere coniugale per soddisfare i suoi
desideri. Si tratta di dovere per la moglie.
Con quale diritto luomo pretende di fare eccezione alle uniformit`a ed alle
regole della natura? E` forse stato esentato dalle leggi naturali? Da chi?
Nessun, allevatore permette agli animali maschi di importunare le femmine incinte. Perche alla donna incinta non si riserva altrettanta considerazione
e cura? Alla donna normale ripugna il coito mentre e` incinta o nel periodo
dellallattamento. Dopo il parto il rapporto sessuale le causa dolore.

19.4 Conseguenze
I rapporti sessuali in queste condizioni determinano sovente una regolare febbre
mattutina prima del parto, complicata da irritabilit`a, isterismo, incompatibilit`a
dumore, perdite bianche, ecc..
Ne risulta anche un aumento di dolori durante il parto, una febbre continua, e
altri disturbi pi`u o meno gravi.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 20
ATTO SESSUALE
La femmina della volpe non si presta allaccoppiamento
che tre giorni allanno; la sua gestazione dura 52 giorni
Rene Brest (Scienza e vita sett. 1951)

20.1 Principi digiene


Il dottore igienista americano Sylvestre Grahanm ha enunciato il seguente principio che concorda con la fisiologia: . . . Non possiamo trasformare il godimento di
nessuno dei nostri sensi in una sorgente di piacere che vada oltre la realizzazione
dello scopo costituzionale in virt`u dei quali sono stati creati senza compromettere
gli interessi della nostra natura, senza incappare nella sofferenza e nella malattia
cercando . . . il cammino della felicit`a.
Affrontiamo il problema sessuale senza falsi pudori per darne il punto di vista
igienico.

20.2 Il piacere della carne


Applichiamo questo principio a ci`o che mangiamo. Il cibo ci procura piacere, tuttavia il piacere non e` ne lo scopo, ne loggetto della nutrizione: e` un
incidente.
Quando ci si abbandona senza misura allappetito col solo scopo di trarne
diletto, senza tener conto dei bisogni alimentari del corpo, si va incontro ad un
triplice disastro organico: perdita del gusto, della salute e persino della vita.
57

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

58

Bisogna mangiare per vivere e non vivere per mangiare; ha detto Moli`ere. La
stessa regola vale per latto sessuale. Non bisogna compierlo per il piacere che
ci procura o il sollievo che ne deriva. Latto sessuale e` il piano naturale altri
direbbero divino per la perpetuazione della razza. Il piacere cui si accompagna
non centra con lo scopo, e` solo un incidente.
La ricerca del piacere attraverso la sessualit`a sfrenata conduce alla tristezza,
al dispiacere, al dolore.

20.3 Comportamento sessuale degli animali


Gli animali tranne quelli domestici i cui istinti sono pervertiti dalla civilizzazione, non compiono mai latto sessuale se non per procreare. Cos` la femmina della volpe non si presta allaccoppiamento che tre giorni allanno. La sua
gestazione dura meno di due mesi.

20.4 Nelluomo
Dal punto di vista biologico luomo e` sempre pronto per laccoppiamento, mentre la donna se ne astiene durante la gravidanza e lallattamento. Dunque luomo
e` nato poligamo, ma per evitare il caos, per mantenere lordine, luomo rester`a
monogamo. La moglie non soffrir`a, se il marito sar`a comprensivo, umano. Non
sappiamo se la sublimazione delle passioni sia cosa possibile o anche solo naturale. In caso affermativo sarebbe la soluzione ideale. Comunque si cercher`a di controllare le passioni quanto pi`u possibile, di limitare le tentazioni, di non lasciarsi
andare liberamente e senza freni. La regola generale sar`a la moderazione.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Capitolo 21
COME MI SONO GUARITO
(Conferenza del Dr. Mohamed Anis Mez tenuta allIstituto
di Cultura Umana del Cairo)

Bisogna modificare la teoria per adattarla


alla natura e non la natura per adattarla
alla teoria
Claude Bemard
(Introduzione alla Medicina sperimentale)

Il Signor Moss`eri mi ha invitato a raccontare in che modo sono giunto allIgiene Naturale: devo dunque parlare di me stesso.
Sono un chirurgo patologo ed esercito la medicina da ventanni. La pratico secondo le regole apprese ed applicate da tutti i miei colleghi. Non mi e`
mai venuto in mente di dubitare della verit`a delle teorie mediche. Tuttavia ad un
dato momento sono stato obbligato a considerare tutte le teorie al di fuori della
medicina regolare. Per me era questione di vita o di morte.

21.1 Diabete, pressione alta, fegato malato


Terminati gli studi di medicina, alcuni anni dopo mi sono sposato. La mia salute
vacillava ed andava via via peggiorando. La mia pressione era troppo alta in
rapporto allet`a. Soffrivo di diabete: fumavo sigarette, sigari e anche la chicha1 ,
1

Apparecchio usato dai fumatori egiziani

59

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

60

bevevo ogni tipo di acoolici e mi drogavo. Bevevo the, caffe, mangiavo carne.
Le mie forze declinavano di giorno in giorno. Avevo molto lavoro: in certi
momenti costituiva per me uno sforzo che mi martorizzava.

21.2 Angina pectoris


Alcuni mesi fa ho avuto un attacco di angina pectoris; soffrivo terribili dolori al
petto. Mi sono fatto visitare dai pi`u famosi specialisti, ho preso medicine, pillole,
ho fatto iniezioni senza alcun risultato. Il mio caso continuava a peggiorare. Un
secondo attacco mi avrebbe ucciso: sentivo avvicinarsi la morte. Il mio petto
pareva volersi spezzare: la mia sofferenza era atroce.

21.3 Guarigione
Eppure non morii; Dio ha voluto darmi ancora una possibilit`a. Per caso, in una
libreria, un libro attir`o la mia attenzione. Trattava del digiuno. Dopo una rapida
lettura misi da parte tutte le medicine; in seguito cercai di sopprimere tutte le cattive abitudini ella mia vita, in modo speciale modificai il mio regime. Abbandonai
il fumo e lalcool. Diabete e pressione alta sono scomparse del tutto. Ecco: devo
la mia vita a quel libro. Dir`o subito che i libri che mi hanno maggiormente colpito
sono quelli di Thomson e di Shelton.

21.4 La medicina
Ieri un certo Abdallah Harfez e` morto in seguito ad uniniezione di penicillina.
Gli abusi dei medici in quanto a medicine non possono essere giustificati dal
buon senso. Quando un medico vi dice di seguire un certo regime o di smettere
di fumare, non vi dice in che modo dovete comportarvi. Si prendono le medicine
senza applicare le cure digiene. Anche la gente ha la sua parte di colpa. Quando
un malato richiede le mie cure, incontro una grande difficolt`a a fargli cambiare
il suo stile di vita anti-igienico. Ben spesso mi capita di dover prescrivere ai
miei pazienti delle pillole che contengono solo zucchero. Affermo che quella
medicina e
` quanto mai efficace, ma pu`o agire solo in assenza di quello o
quellaltro cibo. Solo cos` riesco a tenerli lontani dallalcool, dal tabacco e dai
piatti troppo conditi.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

61

Le malattie croniche, dette malattie della civilizzazione, si possono guarire


solo mediante la cura delligiene naturale.

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Indice
COPERTINA

IL REGIME DI EPICURO
1.1 Le persone sentono il piacere con la stessa
intensit`a? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
1.2 Gioia di vivere e piacere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

1
2

LA SCIENZA DEI CADAVERI HA VALORE PER I VIVENTI?


2.1 Gli igienisti non si ammalano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

3
3

` COL DIRCOMINCIA COL DIRMI COSA MANGI, E IO FINIRO


TI COSA SEI
3.1 De omni re scibili et equibusdam aliis . . . . . . . . . . . . . . .
3.2 Un cambio brusco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.3 Storie vissute . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.4 Lenigma del corazziere tedesco . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.5 Gli eccessi a tavola . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

5
5
6
6
7
8

GLI ALIMENTI ADULTERATI


4.1 Cause di malattia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

10
10

` CHE MANGI
DIMMI CIO
` CHI SEI
IO TI DIRO
5.1 E` necessario mangiare come tutti gli altri?
5.2 Cosa si mangia alla prima colazione? . . .
5.3 Il the ed il caffe . . . . . . . . . . . . . .
5.4 I sandwiches . . . . . . . . . . . . . . . .
5.5 Il pane . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

.
.
.
.
.

12
12
13
13
14
15

LE UOVA
6.1 Anafilassi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

16
16

62

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

63

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

6.2
6.3
6.4
6.5
6.6
7

Le uova . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Qualit`a delle uova . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Il bianco duovo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Malattie provocate dal bianco duovo preso in eccesso .
Il rosso duovo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

CHI PENSA A NUTRIRSI DI CADAVERI?


7.1 Luomo e` frugivoro . . . . . . . . . . . .
7.2 Civilizzazione e vegetarismo . . . . . . .
7.3 Salute dei vegetariani . . . . . . . . . . .
7.4 Anafilassi . . . . . . . . . . . . . . . . .
7.5 State in guardia . . . . . . . . . . . . . .

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

16
17
17
18
18

.
.
.
.
.

19
19
20
20
21
22

I DOLCIUMI

23

LE BEVANDE A BASE DI COCA-COLA


9.1 Una grossa industria contro la salute pubblica . . . . . . . . . . .
9.2 Quantit`a di veleno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
9.3 Disturbi provocati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

24
24
24
25

10 LALCOOL

26

11 VOI FUMATE?
11.1 Veleno dellintelligenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
11.2 Quantit`a di veleno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

28
28
28

12 IN CHE MODO LE EMOZIONI COLPISCONO LA SALUTE


12.1 Il fisco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
12.2 Altri esempi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
12.3 Le emozioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
12.4 Consigli pratici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
12.5 Malattie causate dalle emozioni . . . . . . . . . . . . . . . . .

.
.
.
.
.

30
30
30
31
32
32

13 LA FAME
13.1 In che modo riconoscere la fame? . . . . . . . . . . . . . . . . .

33
34

14 LE VITAMINE NON SI SMERCIANO NELLE FARMACIE


14.1 Completina epiteliogena . . . . . . . . . . . . . . . . . .
14.2 Completina nevrogena . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
14.3 Completina ribiflavina . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
14.4 Completina C . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
14.5 Completina osteogena . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

35
35
36
37
37
37

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

64

LARTE DI NUTRIRSI PER FORTIFICARSI

14.6 Le altre vitamine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


15 LA COTTURA UCCIDE GLI ALIMENTI
15.1 I volti della superstizione . . . . . . . . . . . . . . . .
15.2 Per esorcizzare i microbi . . . . . . . . . . . . . . . .
15.3 La cottura distrugge le vitamine . . . . . . . . . . . .
15.4 Le vitamine morte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
15.5 Esperienze edificanti . . . . . . . . . . . . . . . . . .
15.6 La cottura priva gli alimenti dei loro elementi nutritivi .

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

38
39
39
40
40
41
42
43

16 QUALI SONO GLI ALIMENTI NUTRIENTI?

44

17 COMBINAZIONI ALIMENTARI
17.1 Come mangiare la frutta . . .
17.2 La prima colazione . . . . . .
17.3 lista di alimenti sani . . . . . .
17.4 Men`u sano . . . . . . . . . . .
17.5 AVVERTENZA . . . . . . . .
17.6 Le cure di frutta . . . . . . . .

.
.
.
.
.
.

45
45
46
46
47
48
48

. . . . . . . . . . . . .
. . . . . . . . . . . . .
. . . . . . . . . . . . .

49
49
49
50

.
.
.
.
.

51
51
51
52
52

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

18 IL DIGIUNO
18.1 Consensum omnium . . . . . . . . . . .
18.2 Disintossicazione e purificazione . . . . .
18.3 Orge e frugalit`a. . . . . . . . . . . . . . .
18.4 Il medico si deve mettere alla scuola della
natura . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
18.5 I profeti . . . . . . . . . . . . . . . . . .
18.6 Per la salute . . . . . . . . . . . . . . . .
18.7 Lo sciopero della fame . . . . . . . . . .
18.8 Sustine et abstine . . . . . . . . . . . . .

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

.
.
.
.
.

19 RAPPORTI SESSUALI DURANTE LA GRAVIDANZA E LALLATTAMENTO


19.1 La natura animale si adatta, ma a quale
prezzo? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
19.2 Comportamento sessuale degli animali . . . . . . . . . . . . . . .
19.3 Nelluomo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
19.4 Conseguenze . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

54
55
55
56

20 ATTO SESSUALE
20.1 Principi digiene . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
20.2 Il piacere della carne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

57
57
57

dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

54

20.3 Comportamento sessuale degli animali . . . . . . . . . . . . . . .


20.4 Nelluomo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
21 COME MI SONO GUARITO
21.1 Diabete, pressione alta, fegato malato
21.2 Angina pectoris . . . . . . . . . . . .
21.3 Guarigione . . . . . . . . . . . . . .
21.4 La medicina . . . . . . . . . . . . . .

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

Le persone non hanno mai mangiato cos` bene e tanto abbondantemente come oggi, eppure tanti si sentono sempre
stanchi, apatici, si annoiano e la vera salute rimane una
chimera, che si tenta invano di raggiungere con laiuto del
medico e delle medicine.
Con un ritorno a pasti pi`u frugali, pi`u appropriati alle
esigenze fisiologiche delluomo e con un consumo regolare di cibi naturali, cio`e ricchi di vitamine, minerali, enzimi e oligoelementi, tanti malati hanno ritrovato miracolosamente una forza vitale e un benessere fisico mai
sperato.
Questo trattato, oltre a mostrarci limportanza della frugalit`a e del digiuno, ci aiuta anche a capire che i cibi dogni
pasto dovrebbero essere corretamente associati tra di loro,
per rispettare le limitazioni enzimatiche dello stomaco e per
assicurare al sangue sostanze nutritive anziche tossine.
Molti anni desperienza ci hanno insegnato che la vera salute non si pu`o acquistare nelle farmacie o nelle erboristerie, ma la si pu`o pi`u facilmente perdere o riacquistare a
tavola.

.
.
.
.

.
.
.
.

.
.
.
.

58
58
59
59
60
60
60