Sei sulla pagina 1di 2

Universit Cattolica del Sacro Cuore Sede di Brescia

Corso di Laurea in Scienze dellEducazione- Indirizzo Esperto dei processi formativi


Corso di Laurea per Operatore dei processi formativi e culturali
Aggiornamento professionale Attivit di tirocinio 1

Autore: Gian Carlo Cocco

Titolo del volume:Il modello delle competenze per lo sviluppo delle capacit.
Ipermanaging

Anno di pubblicazione: 2000

Casa editrice: Franco Angeli

N. di pagine: 190

Abstract:

Lo scopo di questo libro, richiamando il modello delle competenze, proprio quello di
favorire una verifica sia in termini attuali, sia in termini prospettici delle proprie
probabilit di successo; di dare un aiuto per definire meglio il quadro delle capacit che
possediamo e di quelle che vengono richieste per ricoprire il ruolo di oggi e di domani;
vuole fornire uno spunto per fare emergere eventuali carenze che possono minare i
risultati che dobbiamo ottenere ed essere un riferimento per costruire in modo
strategico, ma fortemente realistico, la mappa delle capacit necessarie per la
professione e la carriera.
Il lavoro manageriale nelle organizzazioni ha subito una sorta di rivoluzione negli ultimi
decenni che ha richiesto e richieder sempre pi il possesso e il dispiego di un numero
elevato di sofisticate capacit. Se tradizionalmente il management basato sul
raggiungimento degli obiettivi, per il futuro prossimo si baser sul continuo e rigenerato
apprendimento ed occorrer risalire al funzionamento della mente.
Tale funzionamento si presenta come una societ organizzata basata sulla divisione
dei compiti tra loro integrati e in qualche modo correlati a localizzazioni celebrali. Si
tratta di individuare delle capacit che rappresentino i comportamenti voluti, e stabilire
come riconoscerle e svilupparle.
Il cervello si divide in tre parti: corticale dove lobiettivo lutile e il giusto; limbico dove
lobiettivo il piacere; primitivo o rettiliano dove lobiettivo la sopravvivenza.
Per quanto riguarda le capacit il cervello si divide in quattro parti: corticale sinistro
(intellettuale), corticale destro (imprenditoriale o gestionale innovativo), limbico sinistro
(operazionale o gestionale applicativo), limbico destro (relazionale).
Un mito da sfatare sul piano del funzionamento mentale la contrapposizione tra
sentimenti ed emozioni da un lato, e razionalit e pensiero logico dallaltro. Infatti,
recenti ricerche hanno riconosciuto la rilevanza della sfera emotiva sul pensiero
razionale, che altrimenti si presenterebbe pi come una astrazione convenzionale che
come una rappresentazione reale del funzionamento della mente. Le emozioni
rappresentano il passaggio tra mente e corpo e si dividono in primarie e costruite.
Lesperienza cambia il cervello, infatti, coniugando lo sviluppo delle strategie cognitive
con la creativit, le forme emozionali ed affettive con gli aspetti razionali dei diversi stati
mentali presenti in ogni persona, si potr allenare il manager del futuro ad acquisire
esperienze e strategie di manovra senza doverle faticosamente prendere dalla vita
quotidiana, acquisendo punti fermi da impiegare in un quadro di continui mutamenti.
Le capacit e le competenze per un manager sono: fiducia in se stessi, disponibilit ai
rapporti interpersonali, lavorare in gruppo, comunicazione verbale e scritta,
programmazione e organizzazione del proprio lavoro, controllo operativo, iniziativa,
tenacia/realizzazione, adattabilit/flessibilit, autocontrollo e gestione dello stress,
gestione dei conflitti, gestione dellincertezza e delle difficolt, convincimento,
negoziazione, parlare in pubblico, gestione dei gruppi e delle riunioni, leadership,
Universit Cattolica del Sacro Cuore Sede di Brescia
Corso di Laurea in Scienze dellEducazione- Indirizzo Esperto dei processi formativi
Corso di Laurea per Operatore dei processi formativi e culturali
Aggiornamento professionale Attivit di tirocinio 2
gestione delle risorse umane, raccolta ed elaborazione delle informazioni, analisi,
sintesi, soluzione dei problemi, stesura di rapporti e relazioni, programmazione,
organizzazione, decisione, controllo, orientamento ai risultati, assunzione dei rischi,
impostazione e conduzione del gioco di squadra, creativit, pensiero prospettico,
propensione al nuovo.
Il modo pi attendibile per rilevare il possesso di una capacit mettere la stessa alla
prova dei fatti.E possibile, comunque, utilizzare alcuni strumenti di valore diagnostico
crescente: test mentali, interviste e colloqui personali, assessment center, questionario
comportamentale.
Ognuna delle capacit pu essere migliorata utilizzando diverse tecniche: formazione
(training), allenamento (coaching), autosviluppo, lettura ragionata e finalizzata di testi.
Il sistema fin qui presentato, denominato ipermanaging, pu confluire in una proposta
integrata basata sui seguenti passaggi:
1. Definire le capacit che caratterizzano i ruoli sui quali si vuole focalizzare
lattenzione.
2. Verificare le eventuali carenze sulle capacit caratterizzanti il ruolo.
3. Stabilire quali capacit si ritiene essenziale dover migliorare.
4. Scegliere il percorso di miglioramento pi idoneo in una logica di costi e benefici.
5. Verificare i miglioramenti ottenuti sulla base dei risultati conseguiti nellattivit di
lavoro.


Studente: Caterina Lo Presti