Sei sulla pagina 1di 39

Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli Ultrasuoni

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni

Vy  f (Vx)

f freq. u.s. 1
f 
T period. u.s. T

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: propagazione.


c velocità dell’ultrasuono nel mezzo
c  f  lunghezza d’onda
f frequenza dell’ultrasuono
In un determinato mezzo, c = costante, perciò ad ogni
frequenza f vi sarà una corrispondente lunghezza d’onda
Esempio: supponiamo c = 1540 m/sec.
f 
1 MHz 1,54 mm.
5 MHz 0,31 mm.
10 MHz 0,15 mm.
15 MHz 0,10 mm.
20 MHz 0,08 mm.
Università degli Studi “Federico II” di Napoli
16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni

propagazione
assorbimento
riflessione e rifrazione
focalizzazione
rappresenzatione (A, B, M mode)

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: propagazione.


Le frequenze in gioco:
Suono 20 Hz  18 KHz

Ultrasuono 18 KHz  1 GHz

Ultrasuono 0,5  20 MHz


in medicina 
f
1,54 mm.
Esempio: supponiamo c = 1540 m/sec… 1 MHz
5 MHz 0,31 mm.
10 MHz 0,15 mm.
15 MHz 0,10 mm.
20 MHz 0,08 mm.

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: propagazione.


I: è l’energia dell’u.s. che viaggia nell’unità di tempo attraverso
l’unità di area del mezzo. Cioè è la densità di potenza nel mezzo.

cv 2 densità del mezzo
I 0 [watt/cm2] V
0 velocità della particella
2 costitutente il mezzo

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: propagazione.


Esiste una relazione analoga a quella di Ohm: V=Z·I
(tensione=impedenza x corrente)

pp ==  ·· cc ·· vv00 == ZZ ·· vv00
In cui il mezzo è individuato dalla Impedenza Acustica Z

p
Z  c
v0

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: valori di “c” e “Z”

Esempi: f = 1 MHz
Materiale Velocità c [msec-1] Z [Kgm-2sec-1x10-5]

Aria (a T°) 331 0.0004


Sangue 1570 1.61
Cervello 1541 1.58
Grasso 1450 1.38
Rene 1561 1.62
Fegato 1549 1.65
Muscolo 1585 1.70
Ossa cranio 4080 7.80
Acqua 1480 1.48

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: Assorbimento

Coefficiente di assorbimento
Ix = I0 exp(-x)

W 
 cm 2 
  kf
ove K dipende dal mezzo
 cm
Superficie esterna
del mezzo Profondità (depth)

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: Focalizzazione


Andamento del campo acustico

X max

Zona Zona
FRESNEL FRAUNHOFER
campo vicino campo lontano

r2 0.61 0.61  c
xmax   f sen   
 r r f
Università degli Studi “Federico II” di Napoli
16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: il compromesso di f


U.S. a frequenza minore penetrano maggiormente …

  kf
… ma U.S. a frequenza maggiore mantengono una migliore
focalizzazione:

xmax  f
…la frequenza viene scelta in base a questi due vincoli!!!

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: Riflessione e Rifrazione

U.S. U.S.
incidente riflessa
i Legge della rilessione
r

Mezzo 1
ii==rr

Mezzo 2
o.u.s. Legge di Snell
t trasmessa
sen i c1

sen t c2

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: Riflessione e Rifrazione


Si possono definire i coefficienti di riflessione e di assorbimento:
2
I r  Z 2  Z1 
r    
I i  Z 2  Z1 
It 4 Z 2 Z1
t  
Ii  Z 2  Z1  2

Tessuto-aria tissue-air 0.9995


tessuto-acqua tissue-water 0.05
grasso-muscolo fat-muscle 0.10
muscolo-sangue muscle-blood 0.03
muscolo-osso muscle-bone 0.64
Università degli Studi “Federico II” di Napoli
16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Fisica degli ultrasuoni: Assorbimento

I Mezzo 1 Mezzo 2  I 2 ( xd )   I ( xd )
t i
t 1
 r
I  I (0)e
i
1
i
1
 1 x
 I1 ( xd )   r I1i ( xd )

I 2t  I 2t ( xd )e  2 x   t I t1 ( xd )e  2 x

xd x
I1t  I1t ( xd )e1x   t I1i ( xd )e1x
Università degli Studi “Federico II” di Napoli
16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
L’effetto Doppler è il cambiamento di frequenza di un’ onda
che si osserva a causa del moto relativo tra sorgente dell’onda
ed osservatore.

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
L’effetto Doppler è il cambiamento di frequenza di un’ onda
che si osserva a causa del moto relativo tra sorgente dell’onda
ed osservatore.

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Se l’ osservatore si muove verso la sorgente con velocità v, la
frequenza rivelata da esso è maggiore;

cv
f r  ft
c
Università degli Studi “Federico II” di Napoli
16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Se l ’ osservatore si muove in una direzione che forma un
angolo δθ rispetto alla velocità della sorgente allora la
frequenza rivelata è

θ v

c  v cos( )
f r  ft
c

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Se l ’ osservatore si muove in una direzione che forma un
angolo δθ rispetto alla velocità della sorgente allora la
frequenza rivelata è

θ
v

c
f r  ft
c  v cos( )

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Se l ’ osservatore si muove in una direzione che forma un
angolo δθ rispetto alla velocità della sorgente allora la
frequenza rivelata è

θ
v

c
f r  ft
c  v cos( )

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Se l’ osservatore è fermo e la sorgente si muove in direzione
dell’ osservatore con velocità v, allora la frequenza rivelata da
esso è:

θ
v

c
f r  ft
c  v cos( )

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Nel caso delle applicazioni dell’ effetto Doppler in ecografia un
fascio di ultrasuoni viene retrodiffuso da una cellula in
movimento, in questo caso i due effetti di allontanamento
(avvicinamento) della cellula e dell’ onda diffusa si combinano
e si ottiene che:

c  v cos( )
f r  ft
c  v cos( )

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Il cosiddetto Doppler Shift e dati dall’equazione

c  v cos( ) 2 f t v cos( )
f d  f r  ft  ft  ft 
c  v cos( ) c
(…dato che c>>v)

N.B. le frequenze dello shift Doppler sono nel range


dell’udibile !! Si possono ascoltare e registrare con gli ecografi

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler
Quanto prima esposto vale nel caso semplificato in cui trasmettitore e
ricevitore del fascio ultrasonoro coincidano
Se così non fosse e fosse presente un angolo d tra emettitore e ricevitore,
allora le equazioni andrebbero modificate !!

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler

V fD  c
f D   fs  cos   cos   V
c fs  cos   cos  
Università degli Studi “Federico II” di Napoli
16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Effetto Doppler

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Struttura generale di un oscilloscopio

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni



Il funzionamento

Vy
Vx

Vanodo-catodo
Università degli Studi “Federico II” di Napoli
16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: A Mode

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: A Mode

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: A Mode

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: B Mode

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: B Mode

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: B Mode

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Ecografia: M-Mode
Fisica degli Ultrasuoni

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Ecografia: M-Mode
Fisica degli Ultrasuoni

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Ecografia: M-Mode
Fisica degli Ultrasuoni

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: M Mode

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it
Fisica degli Ultrasuoni

Ecografia: Le sonde (Dynamics Focusing)

Università degli Studi “Federico II” di Napoli


16 Maggio 2007 Prof. M. Bracale e-mail: bracale@unina.it