Sei sulla pagina 1di 7

Il dizionario dei luoghi comuni

Data di pubblicazione: 31.01.2006

Autore: Flaubert, Gustave

103 parole stralciate da un insuperabile dizionario della stupidità dell'uomo


di ieri (e di oggi). Scritto nel 1880, e inedito alla sua morte.

ACCADEMIA FRANCESE: Denigrarla, ma se possibile darsi da fare per


farne parte

AGENTI DI BORSA: Ladri

ALABASTRO: Serve per descrivere le parti piú belle del corpo femminile

ALBIONE: Sempre preceduto da "bianca", "perfida", "positiva". C'è


mancato poco che Napoleone la conquistasse. Farne l'elogio: la libera
Inghilterra.

AMBIZIONE: Viene sempre preceduta da "folle", escluso il caso in cui


venga preceduta da "nobile"

AMERICA: Un bell'esempio di ingiustiza: scoperta da Cristoforo Colombo,


prese invece il nome da Amerigo Vespucci. Se l'America non fosse stata
scoperta non avremmo la sifilide e la filossera

ARCHITETTI: Tutti imbecilli. Dimenticano inevitabilmente le scale delle


case

ARCHITETTURA: Ci sono solo quattro ordini di architettura. Beninteso, se


non si contano l’egizio, il ciclopico, l’assiro, l’indiano, il cinese, il gotico, il
romano ecc.

ARTE: Fa finire all'ospizio


ASSASSINO: Sempre vile, anche quando è intrepido e audace: Meno
colpevole d’un incendiario

BAFFI: Danno l’aria marziale.

BANDIERA (nazionale): La sua vista fa battere il cuore

BIONDE: Piú calde delle brune

BORSA (LA). Termometro dell’opinione pubblica

BRUNE: Piú calde delle bionde

CALORE: Sempre insopportabile. Non bere quando fa caldo.

CALVIZIE: Sempre precoce, è provocata dagli eccessi di gioventù o dalla


concezione di grandi idee.

CANE: Creato per salvare il proprio padrone. Il cane è amico dell’uomo.

CENSURA: Utile, checché se ne dica

CHATEAUBRIAND: Noto soprattutto per la bistecca che porta il suo nome.

CIGNO: Canta prima di morire. Con la sua ala può rompere la coscia di un
uomo. Il cigno di Cambray non era un uccello, ma un uomo chiamato Fénelon.
Il cigno di Mantova è Virgilio. Il cigno di Pesaro è Rossini.

COITO, COPULAZIONE: Parole da evitare. Dire: “Avevano dei rapporti...”

CONCORRENZA: È l’anima del commercio

CONCUPISCENZA: Parola adoperata dal parroco per esprimere i desideri


carnali

CONVERSAZIONE: Devono essere bandire la politica e la religione.

CORNUTO: Ogni moglie fa cornuto suo marito


CORTIGIANA: È un male necessario. Sono la salvezza delle nostre figlie e
sorelle finchè ci saranno degli scapoli. Dovrebbero essere implacabilmente
cacciate. Non si può andare a spasso con la propria moglie a causa della loro
presenza sui viali. Sono sempre figlie del popolo traviate da ricchi borghesi.

COZZE: Sono sempre indigeste

CROCEFISSO. Fa bella figura nell'alcova e sulla gighiottina.

CROCIATE: Sono state benefiche per il commercio di Venezia

DANARO: Causa di tutti i mali. Auri sacra fames. Il dio del giorno (da non
confondere con Apollo). I ministri lo chiamano trattamento, i notai
emolumento, i medici onorario, gli operai salario, i domestici stipendio. Il
danaro non fa la felicità

DEMOSTENE: Pronunciava i suoi discorsi con un sassolino in bocca

DESERTO: Produce datteri

DIDEROT: Sempre seguito da d’Alembert

DIO: Lo stesso Voltaire diceva: “Se Dio non ci fosse, bisognerebbe


inventarlo”

DIPLOMAZIA: Belle carriera, ma irta di difficoltà, piena di misteri. Non


conviene che ai nobili. Mestieri di significato incerto, ma al di sopra del
commercio. Un diplomatico è esmpre acuto e penetrante.ù

DOGE: Sposava il mare: Se ne conosce solo uno: Marin Faliero

DOTTRINARI: Disprezzarli. Perché? non si sa

ECLETTISMO: Tuonare contro, essendo una filosofia immorale

EGOISMO: Lamentarsi di quello altrui e non vedere il proprio.

ELEFANTI: Si distinguono per la loro memoria, e amano il sole

EMPIO: Tuonare contro


EREZIONE: Non parlarne se non a proposito dei monumenti.

FERROVIE: Se Napoleone le avesse avute sarebbe stato invincibile.


Estasiarsi per la loro invenzione e dire: “Io, signore, ero stamattina a X,
sono partito col treno di X; laggiù ho fatto i miei affari ecc., e all’ora x ero
tornato!”

GOBBI: Hanno molto spirito. Sono ricercati dalle donne lascive.

IMMORALITA’: Questa parola, se ben pronunciata, eleva chi la impiega

IMPERATRICI: tutte belle

IMPERIALISTI: persone oneste, beneducate, pacifiche, distinte

IMPERMEABILE (un): Molto vantaggioso come indumento. Molto nocivo


perchè impedisce la traspirazione

INFINITESIMALE: Non si sa che cos’è, ma ha a che fare con l’omeopatia

INGEGNERE: La prima carriera per un giovanotto. Conosce le scienze

INNOVAZIONE : Sempre pericolosa

INQUISIZIONE : Si sono molto esagerati i suoi delitti

ISPIRAZIONE poetica: cose che la provocano: la vista del mare, l’amore, la


donna ecc.

ITALIA: si deve vedere subito dopo il matrimonio. Delude parecchio, non é


cosí bella come si dice

ITALIANI: Tutti musicisti, tutti traditori

LEGALITà: La legalità ci uccide. Con essa non è possibile governare.

LETTERATURA: Occupazione degli oziosi.

LIBERO SCAMBIO: Causa di sofferenza per il commercio.


LIBERTA’: O libertà, quanti delitti si compiono in tuo nome! Noi abbiamo
tutte le libertà che ci sono necessarie. Libeertà non significa licenza (frase
da conservatore).

LUCE: Dire sempre: Fiat lux quando si accende una candela.

LUNA : Ispira melancolia. Forse è abitata ?

LUSSO: Perde gli Stati.

MACCHERONI: Si deve servirsene con le dita quando sono all’italiana.

MACCHIAVELLI: Non averlo letto, ma parlarne come di uno scellerato.

MACCHIAVELLISMO: Parola che non bisogna proninciare senza fremere.

MACELLAI. Terribili in tempo di rivoluzione.

MARE. Non ha fondo. Immagine dell'infinito. Fa venire grandi pensieri. In


riva al mare bisogna sempre avere un cannocchiale. Quando lo si guarda, dire
sempre: «Quanta acqua!».

MATERASSO. Più è duro, più è igienico.

MATERIALISMO: Pronunciare questa parola con orrore, appuggiannto la


voce su ogni sillaba.

METAFISICA: Riderne è una testimonianza di spirito superiore.

METODO: Non serve a niente.

MONARCHIA: La monarchia è la migliore delle repubbliche.

MONOPOLIO: Tuonare contro.

MUSCOLI: I degli uomini forti sono sempre d’acciaio.

MUSICA: Fa pensare a un sacco di cose. Addolcisce i costumi. Esempio, La


Marsigliese
MUSICISTA: La peculiarità del vero musicista è quella di non comporre
alcuna musica e non suonare alcuno strumento, e di disprezzare i virtuosi.

NAPOLI: Se parlate con persone colte, ditePartenope. Vedi Napoli e poi


muori.

NATURA: Che bello la natura.Dirlo ogni volta che si è in campagna.

NAVIGATORE; Sempre ardito.

NEGRE: Piú calde delle bianche

OPERAIO: Sempre onesto, quando non partecipa a sommosse

ORGANO: Eleva l’anima a Dio

OTTIMISTA: Equivale a imbecille.

PASSEGGIATA: Fare sempre una passeggiata dopo pranzo, facilita la


digestione.

PENSARE. Increscioso. Le cose che ci costringono a farlo vengono di solito


accantonate

PRETI: Si dovrebbe castrarli. Dormono con la perpetua e hanno figli che


chiamano nipoti

PROFESSORE: Sempre sapiente.

PROGRESSO: Sempre malinteso e troppo frettoloso.

PROPRIETÀ: Una delle basi della società. Più sacra della religione

PROPRIETARIO: Gli umani si dividono in due categorie: I proprietari e i


locatari.

REGALO: Non è il valore che ne fa il prezzo, oppure non è il prezzo che ne


fa il valore. Non conta il valore ma l’intenzione

ROSSE: Vedi bionde, brune e negre


SCIENZA: Un po’ di scienza allontana dalla religione, molta scienza vi
riconduce

SIBARITI: Tuonare contro.

SIVIGLIA: Luogo celebre per il suo barbiere. Vedi Siviglia e poi muori (v.
Napoli)

SOSPIRO: Da esalare accanto a una donna.

STALLONE: Sempre vigoroso. Una donna deve ignorare la differenza tra


uno stallone e un cavallo.

STRANIERO: Entusiasmarsi per tutto ciò che viene dall’estero:


testimonianza di spirito liberale. Denigrare tutto ciò che non è francese:
testimonianza di patriottismo.

SUICIDIO: Prova di viltà

UCCELLO: Desiderare d’esserne uno, e dire, sospirando: “Delle ali! delle ali!”
Caratterizza un’anima poetica.

VANGELI; Libri divini, sublimi ecc.

ZANZARA: Più pericoloso di qualsiasi bestia feroce.

Traduzione (all’impronta) di Edoardo Salzano. Le correzioni sono gradite