Sei sulla pagina 1di 31

Scuola dellInfanzia

1 Circolo Didattico
Insediamento Consigli di Intersezione anno scolastico 2011/2012

La scuola lambiente di apprendimento in cui promuovere la formazione di ogni bambino, la sua interazione sociale, la sua crescita civile. Linteriorizzazione delle regole pu avvenire solo con una fattiva collaborazione con la famiglia. Pertanto la scuola persegue lobiettivo di costruire una alleanza educativa con i genitori.

Un alleanza reale

Costruita su relazioni costanti dove vengono riconosciuti i reciproci ruoli e dove le parti (scuola e famiglia) si supportano vicendevolmente nelle comuni finalit educative.

Dice il saggio: in due si ottiene di pi, nel nostro caso se ci si allea tutti ricavano beneficio.

Come?
Attraverso lassunzione di impegni
Gli incontri scuola-famiglia
sono unoccasione per concretizzare questa alleanza educativa.

Consigli di Intersezione e Assemblee dei genitori

Consigli di Intersezione

Consigli di Intersezione

Consigli di Intersezione

Consigli di Intersezione

I DIRITTI dei rappresentanti:

Assemblee dei genitori


Competenze:
Eleggere i rappresentanti di sezione Fare proposte inerenti ad aspetti educativo didattici

I rappresentanti si sezione hanno il compito di :


Collaborare per una migliore concretizzazione del progetto educativo, Promuovere e sostenere i valori della scuola Favorire il dialogo tra docenti, dirigente, genitori e alunni Sensibilizzare i genitori alla partecipazione attiva alla vita scolastica

Il nostro impegno di corresponsabilit


sancito nel

P.E.C.
Il atto ducativo di orresponsabilit , infatti, un contratto sociale tra la scuola, le famiglie e gli alunni. Esso regolamenta le relazioni tra i vari partecipanti alla vita scolastica e definisce diritti e doveri di ciascuno al fine di: 1. promuovere una comune azione educativa 2. individuare e condividere aspetti fondamentali del processo educativo 3. consentire la risoluzione di problemi e/o conflitti nel pieno e reciproco rispetto dei ruoli

Le insegnanti della Scuola dellInfanzia si impegnano a:


Offrire un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona, garantendo un servizio didattico di qualit in un ambiente educativo sereno, favorendo il processo di formazione di ciascuno bambino, nel rispetto dei suoi ritmi e tempi di apprendimento; Adeguare allet degli alunni, alle loro caratteristiche e ai loro bisogni lintervento didattico, le metodologie, le strategie didattiche ed educative, provvedendo a piani ed azioni individualizzati in caso di necessit formulare e far conoscere le proprie proposte educative e didattiche e fornire in merito ad esse informazioni chiare e leggibili Valutare lefficacia delle proprie proposte Informare periodicamente le famiglie degli apprendimenti dei bambini e dei loro progressi Favorire la piena integrazione degli alunni diversamente abili; Garantire la puntualit e la continuit del servizio scolastico. Avvisare tempestivamente di ogni modifica del regolare svolgimento delle lezioni dandone comunicazione scritta. Stabilire, attraverso la stesura del Regolamento di Istituto, regole chiare e condivise.

I genitori della Scuola dellInfanzia si impegnano a:


Conoscere la proposta formativa della scuola. Condividere con gli insegnanti linee educative comuni, consentendo alla scuola di dare continuit alla propria azione educativa in modo che il bambino trovi a casa e a scuola atteggiamenti educativi analoghi Farsi carico delle problematiche della maturazione psico-fisica dei propri figli. Informare la scuola di eventuali problematiche che possono avere ripercussioni sullandamento scolastico del bambino

Tenersi informati sulle iniziative della scuola, contribuire al loro arricchimento e alla loro realizzazione sia sul piano ideativo che operativo Sostenere i bambini nel mantenimento degli impegni assunti a scuola Partecipare ai momenti di incontro e confronto con la scuola (consigli di classe, riunioni, ecc), rafforzando nei propri figli lidea che la scuola importante Avere attenzione al corredo scolastico, alligiene, agli effetti personali dei propri figli. Impartire ai propri figli le regole del vivere civile, dare importanza alla buona educazione ed al rispetto degli altri . Conoscere il Regolamento di Istituto. (Rispettare gli orari di inizio e termine dellattivit limitando il pi possibile le entrate e le uscite fuori orario ) Segnalare, con garanzia del massimo riserbo da parte della scuola, problemi di salute o personali che necessitino di congrui e tempestivi interventi da parte dei docenti.

Il Dirigente si impegna a:
Garantire e favorire lattuazione dellOfferta Formativa, ponendo alunni, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il proprio ruolo Garantire a ogni componente scolastica la possibilit di esprimere e valorizzare le proprie potenzialit Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione, il rispetto tra le diverse componenti della comunit scolastica Cogliere i bisogni formativi degli alunni e della comunit in cui opera la scuola, per cercare risposte adeguate

Il personale non docente si impegna a:


Essere puntuale a svolgere con precisione le mansioni assegnate Conoscere lOfferta Formativa della scuola e a collaborare a realizzarla, per quanto di competenza Conoscere, rispettare e far rispettare le regole della scuola (organizzazione della scuola, Regolamenti di Istituto) Segnalare ai docenti e al Dirigente scolastico eventuali problemi rilevati Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutti i soggetti della comunit scolastica (loro stessi, alunni, docenti, genitori) Osservare le norme di sicurezza dettate dalla normativa e dal Regolamento di Istituto

LA NOSTRA MISSION
Favorire la cultura dellintegrazione e dellinclusivit per garantire unofferta formativa di qualit che non escluda nessuno. Stimolare il sapere, saper fare, saper essere, saper stare con gli altri

La scuola dellinfanzia un luogo di apprendimento per i bambini

SCUOLA

SCUOLA

La creazione di contesti di apprendimento parte dalla conoscenza dei bisogni dei bambini

Ogni anno affrontiamo questo impegno con scrupolosa attenzione perch da questo lavoro di analisi che si sviluppa lintero percorso formativo con la progettazione di percorsi concreti per i bambini delle tre fasce di et.

(conoscenze e abilit che i bambini devono essere in grado di padroneggiare come risultato del percorso didattico) individuati e formulati

Gli obiettivi relativi ai traguardi di competenza

Indicazioni Nazionali

sulla base delle

delle caratteristiche cognitive e socio-affettive dei bambini e della conseguente stima dei loro bisogni formativi

tenendo conto

bisogno di

Essere accompagnato dalladulto nellaccettazione del nuovo Essere ascoltato

Anni 3 Essere accolto Essere rassicurato Sentirsi parte di luoghi e gruppi di riferimento

bisogno di

Esplorare e osservare Affermarsi Esprimersi e comunicare Fare esperienza Consolidare conquiste precedenti

Anni 4

bisogno di

Aprirsi alla realt Acquisire sicurezza nelle relazioni

Anni 5

Esprimersi e comunicare

Padroneggiare lambiente

Unit di apprendimento bambini anni 3

Unit di apprendimento bambini anni 4

Scoperte straordinarie
Il percorso ha lo scopo di soddisfare il naturale bisogno di esplorazione e curiosit dei bambini avviandoli al tempo stesso ad una organizzata visione della realt.

Unit di apprendimento bambini anni 5

Unit di apprendimento bambini anni 3

Unit di apprendimento bambini anni 4

Briciole di parole
Il percorso intende offrire al bambino lopportunit di soddisfare il naturale bisogno di comunicare, di raccontare e raccontarsi con un bagaglio lessicale pi ricco e articolato per affermare la propria identit in crescita.

Unit di apprendimento bambini anni 5

Unit di apprendimento bambini anni 3

Unit di apprendimento bambini anni 4

Mi muovo, mi oriento, mi adatto


Il percorso intende offrire al bambino la possibilit di perfezionare le abilit motorie e di orientamento spazio temporale possedute e acquisire semplici strumenti per padroneggiare situazioni ed eventi.

Unit di apprendimento bambini anni 5

Unit di apprendimento bambini anni 3

Unit di apprendimento bambini anni 4

Uno Nessuno e Centomila


Il percorso nasce con il preciso intento di allargare lorizzonte relazionale del bambino e quindi soddisfare il bisogno di acquisire sempre maggiore sicurezza nelle relazioni. Il bambino approfondisce e diversifica i processi di crescita gi avviati in famiglia. Unit di apprendimento bambini anni 5

Laboratori: plesso S.S Trinit Espressivo Motorio - Linguistico

Unidea che prende forma


Il percorso intende offrire al bambino lopportunit di parlare di s attraverso la sperimentazione di codici espressivi diversi e di promuovere nel bambino la consapevolezza che ogni codice ha un proprio potere espressivo.

Laboratori plesso Sconduci: Art - Musica music - Via il sipario Amico pc (bambini anni 5)

Il nostro progetto extracurricolare

Lets play with English Lintroduzione della lingua inglese non si configura come un insegnamento precoce, ma come una sensibilizzazione del bambino verso un codice linguistico diverso dal proprio che porter, in seguito, ad un apprendimento attivo. Per i bambini di 5 anni