Sei sulla pagina 1di 56

Contatti

tel: + 329 111 64 35 39 skype: eurozama e-mail: eurozama@gmail.com

ANALISI ECONOMICA

Il mercato dellenergia Tipologie di impianti fotovoltaici Quadro normative Analisi economica Valutazione dellinvestimento Discussione finale

IL MERCATO DELLENERGIA

IL MERCATO DELLENERGIA: LA STRUTTURA

Produzione/Generazione Trasporto/Trasmissione Distribuzione Vendita

PRODUZION E
Nucleare Eolico Hidro Idrocarburi

TRASPORTO

Loperatore di trasporto in Romania e TRANSELECTRICA.SA che e una societa statale, e fa parte della rete europea e degli operatori di trasporto di energia, ed e responsabile del funzionamento del sistema.

DISTRIBUZIO NE
Regime di monopolio naturale Pari accesso a tutti gli operatori

Estensione capillare sul territorio delle linee di trasmissione per consegnare a tutti i consumatori finali
grandi consumatori industriali consumatori industriali residenziale, uffici, PMI

VENDITA
Regime di concorrenza Il mercato del energie e liberalizzato Dal 01.01.2008: tutti i consumatori sono liberi di scegliere il proprio Lenergia fornitore si scambia attraverso la borsa prodotta dellenergia o attraverso contratti bilaterali I produttori e gli importatori possono vendere o comprare attraverso la borsa o direttamente dai consumatori o dai grossisti

PREZZI E QUANTITA: FINO AL 31 DICEMBRE 2008


Piaa pentru Ziua Urmtoare

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2008

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2008

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2008

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2008

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2008

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2009

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2009

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2009

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2009

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2009

PREZZI E QUANTITA : FINO AL 31 DICEMBRE 2009

TIPOLOGIE DI IMPIANTI FV: COLLEGAMENTO ALLA RETE


Impianti fotovoltaici Impianti collegati alla rete di distribuzione di vari distributori Impianti fino a 10 MW Impianti da 10 50 MW Impianti maggiori di 50 MW Le norme tecniche di connessione alla rete specificano che fino a 10MW si possono connettare direttamente alle reti di media tensione (10.000 e 20.000), da 10 50 MW si connette nelle stazioni di trasformazione dallalta alla media tensione, per piu di 50MW si devono creare stazioni di transformazione.

TIPOLOGIE DI IMPIANTI FOLTOVOLTAICI

1. IMPIANTI

Quando i moduli sono installati:


A terra Sui tetti, sia che si tratti di elementi di arredo urbano, che di tetti (solo nel caso di tetti a falda) o facciate di edifici

Foto

Foto

2. IMPIANTI

Quando i moduli, non sostituendo i materiali che


costituiscono le superfici di appoggio, sono installati: su tetti piani e terrazze di edifici e fabbricati in modo complanare

Alle superfici degli edifici su cui sono fissati (tetti a


falda, coperture, facciate, balaustre, parapetti) Agli elementi di arredo urbano e viario

Foto

Foto

Foto

Foto

QUADRO NORMATIVO

QUADRO NORMATIVO

Caratteristiche del sistema di incentivazione;

INCENTIVARE LE FONTI RINNOVABILI


Transizione verso un sistema energetico sostenibile; Sicurezza approvvigionamento energetico; OBIETTIVO: rendere competitive le tecnologie rinnovabili favorendone: La diffusione e luso; Il miglioramento in termini di efficienza;

GLI STRUMENTI PER INCENTIVARE LE FONTI RINNOVABILI

La legislazione in vigore prevede tramite la legge 220/2008 e la legge 139/2010, incentiva la produzione di energia da fonti rinovabili tramite i certificati verdi; Tramite Ministero delAmbiente esistano dei finanzamenti a fondo perduto ;

LE PROBLEMATICHE

Accesso alla rete e rapporti con i gestori di rete; Costi di investimento iniziali; Accesso al credito;

LEGGE 139/2010
17. L'articolo 5 modificato come segue: "Articolo 5 Sistema (A) del vettore e produttori di certificati verdi emessi mensilmente per la quantit di elettricit prodotta da fornitori di energia rinnovabili e consegnati e / o consumatori finali. (2) I produttori di beneficiare delle fonti energetiche rinnovabili da un certo numero di certificati verdi per l'energia elettrica prodotta e consegnati in base al par. (1), compresa la quantit di elettricit prodotta durante la prova dei gruppi di funzioni / centrali elettriche come segue: a) per l'elettricit da centrali idroelettriche con una potenza installata di pi di 10 MW: (I) 3 certificati verdi per ogni 1 MWh prodotto e consegnato, se sei centrali idroelettriche nuove; (Ii) certificati secondo verde per ogni MWh prodotto e consegnato, se le centrali idroelettriche sono rimessi a nuovo; b) un certificato verde per ogni MWh di due impianti idroelettrici con una capacit installata di oltre 10 MW, che non sono conformi alle condizioni di cui al punto. a); c) due certificati verdi fino al 2017, e un certificato verde, dal 2018, per ogni 1 MWh prodotto e fornito da produttori di elettricit da energia eolica;

LEGGE 139/2010
d) 3 certificati verdi per ogni 1 MWh prodotto e fornito da produttori di energia elettrica da fonti di cui all'art. 3. (1). d)-i); e)6 i certificati verdi per ogni 1 MWh prodotto e fornito da produttori di elettricit da energia solare. (3) Potranno beneficiare della promozione attraverso i certificati verdi di cui alla presente legge e sistemi di potenza isolati. (4) Per l'energia elettrica prodotta in impianti di cogenerazione ad alto rendimento che utilizzano fonti energetiche rinnovabili di cui all'art. 3. (1). d)-i) concesso in aggiunta alle disposizioni del par. (2). d) o di certificati verdi per MWh nel gennaio del Prodotto OGNI e consegnato. (5) ANRE ha i seguenti attributi: a) qualificare i gruppi di energia elettrica che beneficiano del regime di promozione, secondo le regole di qualificazione dei produttori di elettricit da regime di promozione delle energie rinnovabili per l'applicazione b) elaborare un quadro normativo per controllare le entrate dei produttori di generazione dei costi di energia elettrica da fonti rinnovabili, promuovendo i benefici del regime dei certificati verdi."

POTENZA DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

FLUSSI DI ENERGIA CON LA RETE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO


P =Energia prodotta incentivata; E =Energia prelevata dalla rete; U =Energia prodotta dallimpianto e immessa in rete; C =Energia consumata dalle utenze; M1 e M2 =Contatori energia prodotta e incentivata ed energia scambiata con la rete;

REGIME DI VENDITA E RITIRO

REGIME DI VENDITA INTEGRALE


Tutta lenergia prodotta dallimpianto immessa (e venduta) in rete; Il S o g g e tto Re s po ns abile ovviamente considerato Pro dutto re In questo caso si avranno solo ricavi espliciti: Ricavo dai certificati verdi; Ricavo da Vendita

VENDITA

Per la Vendita dellenergia prodotta dallimpianto FV si possono utilizzare due diverse modalit: Ve ndita : attraverso la vendita in Borsa o la vendita ad un Grossista o ad un Cliente Finale;

QUALI IMPIANTI POSSONO BENEFICIARNE?


Impianti con potenza apparente nominale inferiore a 10 MVA alimentati da fonti rinnovabili. Impianti che producono energia elettrica dalle seguenti fonti rinnovabili: o eolica; o solare; o geotermica; o idraulica (limitatamente agli impianti ad acqua fluente); Impianti con potenza nominale superiore a 10 MW, alimentati da fonti rinnovabili sono poco incentivati.

ANALIS I ECONOMICA

QUADRO ECONOMICO
Co mpo ne nti e attivit pe r la re alizzazio ne de llimpianto
Moduli Fotovoltaici Inverter / gruppo di conversione Quadri di campo Quadro e accessori di consegna Sistema di Monitoraggio e Stazione Meteo Strutture di Sostegno Eventuali opere edili necessarie Cavi e canaline Progettazione e D.L Installazione Trasporto Oneri di Sicurezza

VOCI DEL FULL BUDGET 1

Produttivita Impianto in MWh (con riduzione dal 2 anno dello 0,3 0,4%); Ricavi da certificati verdi: MWh/anno; Ricavi da Vendita : MWh/anno ;

VOCI DEL FULL BUDGET ROMANIA

VOCI DEL FULL BUDGET CON VENDITA IN ITALIA

CONCLUSIONI
Il rientro dellinvestimento varia da 7 a 9 anni; Sulla base del Full Budget possibile calcolare gli indici per la valutazione dellinvestimento (VAN e TIR); Nel costo di investimento da considerare anche gli eventuali costi di TERRENO, ADEGUAMENTO SITO, CORRIDOI e CAMINAMENTI, ecc; Gli Impianti FV possono essere realizzati su Terreni Agricoli;

PRIORIT: PERFORMANCE e AFFIDABILIT de llIMPIANTO

CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI


Le principali metodologie sono: Pay-back VAN TIR

PAY-BACK
Si tratta del periodo entro il quale i ritorni monetari pareggiano le uscite dellinvestimento Si tratta di un indicatore grezzo poich le somme non sono attualizzate e, di conseguenza, non tiene conto del valore finanziario del tempo. In questa maniera si privilegiano investimenti che potrebbero avere ritorno veloce, pur se meno redditizi

CONVENIENZA DI UN INVESTIMENTO
In generale, un progetto risulta economicamente conveniente se:
il Valore Attuale Netto nullo o positivo; il Tasso Interno di Rendimento maggiore o eguale al costo del capitale;

Importante: gli investimenti vanno valutati con un insieme di metodologie, in quanto ogni metodologia contiene dei limiti intrinseci;

PROPOSTA INVESTIMENTO

PROPOSTA INVESTIMENTO

PROPOSTA PROGETTO

GRAZIE PER LATTENZIONE!