Sei sulla pagina 1di 56

www.gazzetta.

it Domenica 1/5/2022 Anno LXXVIII - numero 18 |euro 1,50

SARRI 4-3 CON LO SPEZIA IERI CAGLIARI-VERONA 1-2 CLASSIFICA MILAN 74 TORINO 44
NAPOLI-SASSUOLO 6-1 35A GIORNATA INTER 72 UDINESE 43
Lazio vince Acerbi SAMPDORIA-GENOA
SPEZIA-LAZIO
1-0
3-4 *UNA GARA IN MENO
NAPOLI
JUVENTUS
70
66
BOLOGNA
EMPOLI
42
37
Mou fa le staffette OGGI JUVENTUS-VENEZIA ORE 12.30
EMPOLI-TORINO 15
LAZIO
ROMA
59
58
SAMPDORIA
SPEZIA
33
33
Torino guida Lukic MILAN-FIORENTINA
UDINESE-INTER
15
18
Champions League
Europa League
FIORENTINA
ATALANTA
56
55
CAGLIARI
SALERNITANA*
28
25
per salire in top 10 Francesco Acerbi DOMANI
ROMA-BOLOGNA
ATALANTA-SALERNITANA
20.45
20.45
Conference League
Serie B
VERONA
SASSUOLO
52
46
GENOA
VENEZIA*
25
22

VOLATONA -4 ALLA FINE


1967-2022
AVEVA 54 ANNI, ERA MALATO DA TEMPO

ADDIO
GIROUD DIAVOLO RAIOLA
L’agente dei big

SCUDETTO
Trattative infinite
(e bracci di ferro)
Ha gestito Ibra, Haaland, Balo, De Ligt
Donnarumma l’affare più discusso
di IANDIORIO, LAUDISA, PIERELLI R 14-15-16-17
(Mino Raiola con Zlatan Ibrahimovic)

Il Milan contro la Fiorentina


chiede al gigante francese L ’ A N A L I S I

i gol per lo strappo decisivo DA TONALI


Pioli: «Tecnica più ferocia» A PERISIC
di BOCCI R 4-5
I FATICATORI
(Nel fotomontaggio di Luigi Garlando
Olivier Giroud, 35 anni,
R A pagina 2-3
centravanti del Milan)

CAMPIONE CON IL REAL MADRID

CARLO V
Trionfa anche in Spagna
Re nei 5 grandi campionati
Nessuno come Ancelotti
di RICCI, SCHIANCHI R 36-37 (Ancelotti in festa)

VISTA FOCU
S
INTER

Montella formula vincente Adani «Vedo due trappole


«ServelaspintadiSanSiro» nella corsa delle milanesi»
di FALLISI R 6 di GUIDI R 12
Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

I L S U O M A E S T R O
OGGI I NERAZZURRI A UDINE CON L’OBBLIGO DI VINCERE: HANDANOVIC STRINGE I DENTI PER ESSERE IN CAMPO
BATTE TUTTI COME UOMO

INZAGHI HA GUARITO L’INTER?


Il tecnico fa anche lo psicologo per risollevare i suoi dopo il ko a Bologna: «Noi ci crediamo»
di Arrigo Sacchi R A pagina 35

Buon 1o maggio, seguiteci su gazzetta.it


Domani la Gazzetta non sarà in edicola, torneremo
di CONTICELLO R 8-9-10 martedì. Seguite le dirette del campionato e tutti gli
aggiornamenti degli altri sport sul sito gazzetta.it

LA JUVE CONTRO IL VENEZIA PER IL TERZO POSTO


DOPO IL GELO CON DE LAURENTIIS NON C’È PACE PER IL TECNICO NEMMENO DOPO IL 6-1 AL SASSUOLO
MAX ASSALTO AL PODIO
CON BONUCCI CAPITANO Napoli Spalletti sempre più isolato
di CONTESSA, DELLA VALLE R 20-21 (Leonardo Bonucci) L’allenatore: «Grande annata». Ma Mertens: «Siamo molto delusi»
di NICITA R 18-19 e il commento di LICARI R 35 (Luciano Spalletti, 63 anni, al Napoli dall’estate scorsa)

LOTTA SALVEZZA
Derby alla Samp
20501

Genoa disperato
Il Cagliari trema
9 771120 506000

MOTOGP SPAGNA (ORE 14): DUCATI, CHE SCATTO di GRIMALDI, OLIVERO,


PINNA, VELLUZZI R 28-29-31
BAGNAIA SI SBLOCCA (Mimmo Criscito)

POLE RECORD A JEREZ IL ROMPIPALLONE Investcorp vuole lo stadio soltanto per il Milan. info@4b12.it
di IANIERI R 44-45 (Pecco Bagnaia)
Zhang: «Noi invece restiamo a San Siro.
di Gene Gnocchi Sarebbe un peccato non usufruire del bonus facciate».
https://overpost.biz https://overday.info
2 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A 35a GIORNATA

LA VOLATA TRICOLORE

Oggi si lavora.
Duello Ivan Perisic, 33 anni,
e Sandro Tonali, 21, nell’ultimo
derby: sono gli stakanovisti per lo
scudetto GETTY IMAGES
PER LO
PRIMO MAGGIO
di Luigi Garlando
Tonali

U
na finale secca può anche essere DA PRIMO POSTO
PRESENZE

32
MINUTI

MILAN E INTER
la Sagra del Talento, ma un cam-
GIOCATI
pionato è sempre la Festa del La-
voro, perché un torneo di 38 par- 2318
tite è una catena di montaggio.
Chi si assenta di più, perde. Chi lo

TRASCINATE
vince ha un merito etico prima MEDIA VOTO
ancora che tecnico, perché signi-
fica che ha avuto più costanza, 6,51
piùapplicazione,piùdisponibili- GOL
tà al sacrificio, più forza di reazio-
3

DAI FATICATORI
ne alle difficoltà. Milano, nell’im-
maginario collettivo, è la città del
ASSIST
lavoro. Milan e Inter guidano la
classifica perché hanno lavorato 2
tanto e bene. Sono le due squadre
che, prima della 35a giornata, PALLE RECUPERATE
hanno calciato di più verso la
170
porta: 584 tiri i nerazzurri, 539 i
rossoneri. Al vertice della pro- Tonali e Perisic, i più in forma, tirano INTERCETTI
duttività. I due migliori, per me-
dia voto, Tonali (6,56) e Brozovic la volata. Pioli ospita la Fiorentina, 30
(6,66), sono due faticatori: San-
dro è sul podio rossonero sia per Inzaghi a Udine senza Calhanoglu OCCASIONI CREATE

minutaggio(2.318)cheperlame- 39
dia chilometri (10,250 km); Mar-
celo è in assoluto il giocatore che
ha corso di più in Serie A (media
di 11,633 km). In questo primo
maggio, Milan e Inter non fanno
festa, ma si giocano il sogno scu-
detto che è stato costruito soprat-
tutto con il lavoro. In modo diver-
so, vediamo come. struiscitelo, con le idee e con il la- Milan scivola al 6° posto. Nella anche grazie al carisma di Ibra non riesce ai compagni. Si è spre-
voro. Non ci sono soldi». Idee e classificadegliassist,guidatadal- che ha imposto una nuova cultu- muto. Come Leao, insostituibile.
Il lavoro di Pioli lavoro: è la strada obbligata del l’Inter (49), il Diavolo è solo 10° ra del lavoro e una nuova mistica Impiego Un Milan di grandi lavoratori.
Gioco e collettivo nostro calcio che non può più (21). Significa che, per assenze del gruppo che ha fatto lievitare Sono 8 i nerazzurri
per coprire le lacune
permettersi i Maradona e i Plati-
ni. Idee e lavoro: sono le medaglie
(Ibra) e modestia d’interpreti
(Diaz, Messias…) il Milan ha gravi
la resa dei singoli. Simbolo di
questo spirito leonino, divampa- titolarissimi con Il lavoro di Inzaghi
Più palleggio e dominio
Dei quattro allenatori in zona dei Pioli partito da un organico lacune in zona gol e rifinitura. Se to contro la Lazio, è lo stakanovi- più di 2.000 minuti per dimenticare Lukaku
Champions, Stefano Pioli è l’uni- inferiore a Inter, Juve e Napoli e il calabrone vola nonostante le ali sta Tonali, rivelazione stagionale.
co che c’era già l’anno prima. I tre ulteriormente rimpicciolito dal- piccole; se Pioli è davanti a tutti Lotta, corsa e all’Olimpico ci ha giocati, la metà tra AncheSimoneInzaghicihames-
anni di lavoro di Pioli sono il vero l’emergenza. Ha perso colonne nonostante emergenza e lacune, messo anche il gol-partita. Il rap- i rossoneri so «lavoro e idee». Ma in modo
tesoro del Milan. Quando, a 27 portanti come Kjaer e Ibrahimo- è proprio perché, in tre anni di per Dani Faiv gli ha dedicato una diverso. Non tanto per compen-
anni, Arrigo Sacchi cominciò ad vic. Una spia: l’Inter conta 8 tito- magistero, ci ha messo «idee e la- canzone: «Sudore, sangue e fati- sare delle lacune, ma per far frut-
allenare in Seconda Categoria, a larissimi oltre i 2.000 minuti di voro». Nessuno ha le conoscenze ca: sono Sandro Tonali». Come tare le generose risorse di casa.
Fusignano, chiese al suo primo gioco; il Milan la metà: Hernan- solide del Milan che, sulla base Ligabue a Oriali. Un’altra vita da Persa la corsa di Hakimi e
presidente, ex partigiano e latini- dez, Tomori, Tonali, Leao. Dice- del 4-2-3-1, ha variato spesso mediano. Tonali, ma anche Theo, Lukaku, Inzaghi ha creato una
sta: «Mi serve un libero». Il pre- vamo del Milan secondo per tiri spiazzando le avversarie (vedi il più presente, dopo Tomori, squadra meno votata alla ripar-
sidente gli mise in mano una ma- «verso» la porta. Se restringia- Napoli, Roma). Nessuno ha quello che ha servito più assist (5) tenza, più bella e imprevedibile
glia numero 6 e gli spiegò: «Co- mo la ricerca ai tiri «in» porta, il un’empatia del genere, cresciuta esegnato4gol:hafattoquelloche di quella di Conte. C’è riuscito

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 3

..
N E L L A S T O R I A

Da Lodetti
FOCU
S
a Bedin e Oriali

SCUDETTO
lode agli operai
del pallone
DA RECORD

Perisic
PRESENZE

31 Brozovic Leggende Giovanni Lodetti, al Milan dal 1961 al 1970,


Il regista e Gabriele Oriali, all'Inter dal 1970 al 1983
dell’Inter
MINUTI è il giocatore
GIOCATI di Alex Frosio
che in media
2512 ha corso di più i te dominet Milan», si canta da quasi
in campionato:
11,663 km
a partita
«T un secolo con dedica alla «bela
Madunina» (e come recitava una delle
coreografie più belle nella storia del
MEDIA VOTO
derby, opera della curva interista). Chiunque
6,56 arrivi a Milano alza gli occhi verso i 108,5 metri
della guglia più alta del Duomo, dove la
GOL
Madonnina domina la città. Se sta lassù è perché
5 sotto i magutt hanno mandato avanti per secoli la
Veneranda Fabbrica. Ecco, per metterla in termini
ASSIST calcistici: i grandi fuoriclasse attirano gli occhi di
5 tutti, ma la storia di Milan e Inter l’hanno fatta
anche i grandi faticatori. Utili? Di più:
Hernandez
PALLE RECUPERATE indispensabili. Perché, per usare le parole di un
Il terzino del
noto filosofo calabrese che sudava nella maglia
152 Milan è solo uno
rossonera numero 8, «se undici Gattuso giocano
dei 4 rossoneri
INTERCETTI contro undici Montella, di sicuro non perdono».
sopra i 2.000
Ringhio - è lui l’aforista - è stato fondamentale
43 minuti giocatori.
nell’ultimo grande Milan europeo, quanto la
Come lui
OCCASIONI CREATE classe di Pirlo, i gol di Shevchenko e Inzaghi, i
Tomori, Tonali
guizzi di Kakà. Ed è stato la versione moderna di
42 e Leao
Giovanni Lodetti, operaio - lui che era stato
garzone meccanico - del primo Diavolo
conquistatore. Si diceva che lui corresse poi dava
il pallone a Rivera che illuminava. Ma non è vero
che il Gianni non correva. È che Lodetti correva il
doppio. Come Angelo Colombo, protagonista di
una frase apocrifa di Sacchi: «Per vincere servono
undici Colombo e non undici Maradona». Vera o
no, le corse dell’Angelo biondo nel primo Milan
Skriniar
grazie al felice inserimento di Il minor tempo di convivenza tra zovic è nota; l’inesauribilità di grandi lavoratori. L’Udinese, che dell’Arrigo servirono eccome, a battere il Napoli
Lo slovacco
Calhanoglu (7 gol, 10 assist). Solo squadra e mister non ha permes- «Duracell» Barella pure. viene dallo spavaldo 4-0 di Firen- di Maradona. Sull’altra sponda del Naviglio, la
è il giocatore
Napoli e Atalanta fanno più pos- so l’empatia che lega il Milan a ze, è squadre fisica, tosta, l’anno filastrocca dell’Inter del Mago alla quarta voce
di movimento
sesso nella metà campo avversa- Pioli o che Conte aveva maturato Trappole scudetto scorso fermò Conte. I lavoratori
con più minuti
scandisce il nome di Gianfranco Bedin, arrivato
ria. Smontati i binari di Conte, dopo due stagioni ad Appiano. di Inzaghi dovranno sgobbare dalla Primavera alla vetta del mondo correndo
l’Inter ora resta alta e comanda il Non sempre l’Inter è riuscita a
Udinese carica e tosta anche per riempire il buco di
in campo tra
come un forsennato. Poi più avanti la musica ha
gioco, senza attendere di riparti- imporsi la ferocia che il Diavolo, La Viola fa scherzi qualità lasciato da Calha. Quelli
le milanesi:
consegnato all’eternità artistica la vita da
2.976 minuti
re. I 17 passaggi che hanno porta- caricato da Pioli, ha mostrato con Ma come simbolo d’applicazione di Pioli dovranno convincersi che mediano di Lele Oriali. Lavorare sui polmoni, che
to in gol Lautaro nel derby di la Lazio. Troppo spesso ha sba- scegliamo Perisic, lavoratore a la Fiorentina è la squadra di qua- il pallone devi darlo a chi finalizza il gioco. E poi
Coppa Italia hanno ribadito il gliato approcci e atteggiamenti. tutta fascia, uno da straordinari, lità che ha guastato il sogno del nei tempi moderni l’ultima grande leggenda
cambio di pelle. Simone non ha Farsi sfilare la vittoria a Bologna, che Conte lasciò partire (Bayern Napoli e non quella sfiorita dopo. nerazzurra, correndo, ha stabilito il record di
avuto a disposizione anni di inse- dopo essere passati in vantaggio, Monaco) e poi ha ripreso alter- Primo maggio. «Chi non lavora, presenze con la maglia dell’Inter: Javier Zanetti è
gnamento, come Pioli, ma mesi. I nel momento chiave del campio- nandolo con terzini protettivi. non vince lo scudetto», canta arrivato a 858. Ben più in alto della Madonnina,
dati di produzione certificano nato, è stato un delitto. Ma la sto- Inzaghi ne ha fatto una spina of- Adriano Celentano, milanese. ma nessuno andrà su a dirglielo.
comunque la qualità del suo la- ria non è finita. Anche l’Inter ha fensiva insostituibile che difende © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

voro. L’Inter, miglior attacco e grandi lavoratori e non vuole la- sulla linea di fondo: l’Eto’o del
miglior difesa, è prima anche per
tiri in porta, assist, cross, corner.
sciare l’opera e metà. Un simbolo
comeTonali?LacentralitàdiBro-
possibile Tripletino. Oggi l’Inter
deve ripartire dal Friuli, terra di s TEMPO DI LETTURA 4’ 26”
s TEMPO DI LETTURA 1’40”

Milano via Gesù 9


tel. +39 0276005050
https://overpost.biz https://overday.info
4 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A 35a GIORNATA

LA VOLATA TRICOLORE

Riecco Giroud il di Alessandra Bocci L’ANALISI


MILANO

N È LUI LA GUIDA DEL MILAN


I NUMERI on saranno i Fab Four, ma avere
in forma e sani in contempora-
GRAZIE AI GOL PESANTI
12 E SE NON BASTA, IBRA...
nea Ibrahimovic, Leao, Giroud e
Rebic è una bella soddisfazione
per Pioli, per il Milan e per i suoi
tifosi. Non saranno una coppia
i gol stagionali reale, il totem svedese e il sena-
di Olivier tore francese, anche perché in-
Giroud: nove in sieme non hanno giocato prati-
campionato, tre camente mai, però funzionano.
in coppa Italia. «Credo che potremmo essere

9 (7)
12
complementari», diceva Olivier LA SUA STAGIONE IN A GOL TOTALI PASSAGGI
entrando nel Milan in punta di
piedi ma non troppo. La solu- PRESENZE MINUTI GIOCATI
(SEGNATI A SAN SIRO)
POSITIVI 407 NEGATIVI

le reti
zione non è stata provata anche
per ragioni fisiche, eppure quel 25 1646 DI TESTA 1 284 123
segnate in che adesso è certo è che Zlatan
FUORI
Premier League Ibrahimovic e Olivier Giroud si
con l’Arsenal nel sono completati in altro modo, 19
2016-17: alla fine trascinando a turno il Milan ver-
in stagione i gol so un traguardo che adesso è TIRI
furono 16. dietro l’angolo. E per proseguire
38
8
la corsa servono i loro gol anche
contro la Fiorentina.
8
DI DESTRO DI SINISTRO IN PORTA
Riflessi di gloria Sognato, 0
i gol pensato, perso, ritrovato, lo scu- 19
di Zlatan detto è ancora lì da prendere. Si
Ibrahimovic in è riavvicinato grazie al gol di Gi-
questo
campionato. Lo
roud all’Olimpico e al raddoppio
del leader Tonali, si è materializ- Olivier ha fa per dire, a Napoli e Roma. Fi- che in Italia, non per fare la ma-
no al 6 marzo, data del suo gol al scotte, come direbbe Ibrahimo-
svedese è stato
bloccato dagli
zato mercoledì sera e giovedì,
assicura Pioli, nessuno a Mila-
realizzato in Maradona, Giroud non aveva vic, e soprattutto per conquista-
mai fatto gol fuori da San Siro. re prima di tutto un campiona-
Campione
del mondo
infortuni ma nello ha parlato della partita campionato Certo, aveva fatto due gol con to, impresa che gli è riuscita Olivier Giroud,
dell’Inter. Testa bassa e pedalare, l’Inter padrona di casa, ma in soltanto una volta, dieci anni fa,
anche a Roma
subentrando è anche se né Giroud né Ibrahi- solo un gol in fondo quello era sempre il suo in Francia con il Montpellier. Poi
35 anni, è alla
prima stagione
stato
importante per
movic sono tipi particolarmente
modesti. Ma sanno come si vin-
più di Zlatan: prato, anche se sulle tribune si coppe nazionali e continentali, il
vedeva più nerazzurro. E l’Oli- Mondiale per club, insomma un
con il Milan
dopo un lungo
la squadra. Tre
gli assist. Zlatan
ce e dopo Zlatan anche Olivier si
è dimostrato un innesto impor-
la staffetta sarà vier trascinatore rossonero forse palmares notevole, ma nessuna
nasce proprio lì, quando si butta corsa a tappe. Quella che tenta
periodo in
Premier League.
ha messo tante. E’ entrato in scena al mo- la formula in scivolata nell’area interista e di vincere adesso alternandosi a E’ campione del
insieme in
campionato 20
mento giusto, si direbbe, quan-
do i guai fisici di Ibrahimovic si scudetto? così facendo ribalta il campio- Ibrahimovic quando c’è da tira-
nato strap- re il gruppo.
mondo con la
Francia e ha un
presenze. sono intensificati. Ha sovvertito pandolo a un La sincronia ricco palmares,
le gerarchie di inizio stagione e andamento per ora non ma ha vinto un
la logica di una staffetta che lo che pareva Casa sua manca e la co- solo campionato
vedeva sempre in ultima frazio-
ne. Ecco, in un certo senso però
SocialClub scontato. Lo Il francese a Milano
porta fuori dai
esistenza fra i
due leoni, se
l’ultima frazione è proprio que- Leao, nuovo look binari, così si esalta e vuole un non a livello
sta, quattro partite e tutto da come aveva campionato dopo tattico, fun-
guadagnare. L’attacco del Milan tentato di fare ziona benissi-
è tornato al completo ma ora il Ibrahimovic l’unico vinto in mo sul piano
protagonista è lui, l’uomo dei gol nella parte Francia nel 2012 dei risultati.
a San Siro. centrale della
stagione. Complementari: in Fiducia Se ci credi puoi farlo, è
Re di casa Perché i numeri di qualche modo sì, davvero. più o meno il motto di Giroud. E
Giroud e quelli di Ibrahimovic anche, naturalmente: allenati
Gazzetta.it non sono molto diversi nel tota- Carisma Lui, l’altro, la staffet- duramente, gioca allo stesso
Sul nostro sito, le: nove gol in campionato (ma ta: a volte diventano situazioni modo. Determinato. Consape-
tutte le notizie in 12 in stagione) uno, otto l’altro. avvelenate, ma in questo caso vole di qualità che non ha perso
diretta sulla Giroud però ha segnato 7 volte a l’equilibrio è stato quasi perfetto nonostante il passare degli anni.
lotta scudetto e San Siro contro l’unica di ● Ecco le treccine che Rafael e il breve scoppio di rabbia di Gi- «E’ stato un acquisto azzecca-
sugli altri incroci Ibrahimovic. E se i gol si pesano Leao sfoggerà oggi pomeriggio roud al momento della sostitu- to», ha detto Pioli dopo il suc-
della Serie A e oltre a contarli, si scopre davve- contro la Fiorentina: zione domenica scorsa soltanto cesso con la Lazio. Su Ibrahimo-
della B che è ro quanto importanti siano l’attaccante portoghese del un segnale della sua voglia di in- vic, invece, ormai c’è poco da
ormai alle quelli del francese, che lontano Milan ha postato una foto del cidere sempre di più. Perché è aggiungere: la patente di fanta-
battute finali da Milan ha segnato soltanto, si nuovo look su Instagram venuto per lasciare il segno an- stico leader Pioli gliel’ha data al
primo incontro. Zlatan impor-
tante anche quando pare eclis-
La corsa scudetto sarsi, fondamentale anche
quando non fa gol. Ma risve-
gliarsi all’Olimpico, proprio
35ª 36ª 37ª 38ª contro una delle sue vittime
OGGI 6-8 maggio 15 maggio 22 maggio preferite, la Fiorentina, sarebbe
un buon modo per pareggiare i
MILAN
conti con Giroud: nove a nove e

74
PUNTI palla al centro, fino alla prossi-
Fiorentina VERONA Atalanta SASSUOLO ma tappa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

INTER
s TEMPO DI LETTURA 3’35”

72
PUNTI
UDINESE Empoli CAGLIARI Sampdoria

In MAIUSCOLO le partite in trasferta


GDS

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 5

re di San Siro Così alle 15 a San Siro L’ALLENATORE ROSSONERO

MILAN 4-2-3-1
19
HERNANDEZ
FIORENTINA 4-3-3
2
QUARTA
SPRINT PIOLI
17 22 5
LEAO GONZALEZ BONAVENTURA

23 79 4
TOMORI KESSIE MILENKOVIC

16 10 9 9 18 1
MAIGNAN DIAZ GIROUD CABRAL TORREIRA TERRACCIANO

20 8 98
KALULU TONALI IGOR

30 8 32
MESSIAS SAPONARA DUNCAN
2 3
CALABRIA BIRAGHI

ALLENATORE Pioli ALLENATORE Italiano

PANCHINA 1 Tatarusanu, 83 Mirante, PANCHINA 69 Dragowski, 25


Equilibrio Stefano Pioli, 56, al Milan dall’ottobre 2019. Da giocatore ha vinto tutto con la Juve
5 Ballo-Touré, 13 Romagnoli, 46 Rosati, 23 Venuti, 55 Nastasic, 17

«Tappa dopo tappa


Gabbia, 4 Bennacer, 33 Krunic, 41 Terzic, 34 Amrabat, 14 Maleh, 7
Bakayoko, 7 Castillejo, 56 Callejon, 19 Piatek, 33 Sottil, 91
Saelemaekers, 12 Rebic, 11 Ibrahimovic Kokorin, 11 Ikone. SQUALIFICATI
SQUAL. nessuno DIFF. Kalulu, nessuno DIFFIDATI Odriozola,

senza perdere
Tomori, Romagnoli, Diaz INDISP. Castrovilli, Amrabat INDISP
Kjaer (stagione finita), Florenzi (10 gg), Castrovilli (8-10 mesi), Odriozola (da
Maldini (da valutare) ALTRI Lazetic valutare) BALLOTTAGGI Quarta-
BALLOTTAGGI Diaz-Bennacer 70- Venuti 51-49 %, Saponara-Ikone 55-45
30%, Messias-Saelemaekers 70-30% %, Bonaventura-Maleh 55-45 %

ARBITRO Valeri ASSISTENTI Vivenzi-Ranghetti


IV UOMO Marinelli VAR Irrati AVAR Zufferli
TV Dazn INTERNET gazzetta.it PREZZI 9-119 euro ANDATA 3-4
GDS
tecnica e ferocia»
GLI AVVERSARI VIOLA
HA DETTO «Dobbiamo so decise da episodi e devi met-
tere qualcosa in più dell’avver-
essere lucidi. sario, che sia tecnica, intuito, fe-

Fiorentina, Europa a rischio


rocia. Nel gruppo ho visto atten-
Cuore caldo zione, determinazione. Servono
ancora».
Colloqui allenatore-società La Viola è e testa fredda
aggressiva credo sia la Niente bilanci C’è la traccia
Italiano: «Resta il feeling» e veloce, noi
dobbiamo caratteristica
di tutti gli attaccanti nella partita
dell’Olimpico che ha rilanciato
il Milan prima ancora del recu-
● Più scherzetti che dolcetti parlato anche con il
mantenere
lo spirito
migliore» pero perso a Bologna dai neraz-
quelli consegnati da Vincenzo presidente Commisso. Siamo zurri. Attaccanti e non soltanto.
Italiano al Milan di Pioli: se è concentratissimi e vorremmo visto contro «A Roma abbiamo meritato la
la Lazio di Alessandra Bocci
vero che nell’unico ancora coronare il nostro vittoria perché ci abbiamo cre-
MILANO
Specialista precedente a San Siro i sogno». In serata poi, ci fu un duto e dobbiamo partire dai due
in scudetti rossoneri vinsero in colloquio fra dirigenza ed un utto in quattro gior- gol fatti, dall’accelerazione di

T
Zlatan scioltezza, gli altri due gruppetto di giocatori nate? Stefano Pioli Leao alla scivolata di Giroud,
Ibrahimovic, confronti (a Spezia la passata rappresentativi tra cui non ci sta. Dato per dalla pressione di Rebic alla po-
40 anni, ha stagione e al Franchi in capitan Biraghi e Rosati (il Il giorno spacciato, o quasi, sizione di Ibrahimovic e la zam-
avuto parecchi questa) hanno visto esultare vero collante dello dopo dopo il rallentamento pata di Tonali. Non mi interessa
guai fisici in proprio Italiano. Il cammino spogliatoio). Ora serve la
Bologna- contro Bologna e Torino e so- se fuori dal campo siamo ap-
questa stagione. della Fiorentina, però, dopo reazione in campo. «Tranne i prattutto dopo il tonfo nel derby prezzati o no, cerchiamo di co-
Inter è stato
Protagonista una marcia semi trionfale si è calciatori reduci da infortunio di coppa Italia, il Milan è risorto prire i nostri limiti ed esaltare le
dell’ultimo complicato. Due sconfitte di fisicamente siamo al top. Il forse l’unico all’Olimpico contro la Lazio e il nostre qualità». Gli chiedono,
scudetto fila contro Salernitana ed Milan è fortissimo e resta in cui non passo falso dell’Inter nel recupe- che cosa ha detto alla squadra
rossonero Udinese (che diventano tre favorito per lo scudetto, mi ho parlato ro di Bologna lo ha rilanciato co- dopo la sconfitta dell’Inter? Ri-
(2011), è l’unico considerando la Juve in piacerebbe maggior cinismo in alla me favorito nella corsa scudetto. sposta pronta. «Credo sia stato
ad aver vinto Coppa), hanno reso durissima attacco. La clausola? Siamo squadra Ma il tecnico, tipo abituato ad l’unico allenamento durante il
vinto 11 la corsa europea. A seri, c’è dal primo giorno, non andare per gradi, si focalizza so- quale non ho parlato alla squa-
Stefano Pioli
campionati in testimonianza del momento cambia nulla. Ho un contratto prattutto sulla Fiorentina. Logi- dra. Se ha parlato Zlatan? Lui
tecnico Milan
differenti paesi delicato, il giovedì passato al con la Fiorentina ed è quello co: la sua ex squadra è stata la parla sempre, ma non ha riunito
GETTY mare in zona Viareggio con che conta per il presente ed il prima che lo ha battuto in que- la squadra perché era il giorno
l’allenatore ed il dg Barone a futuro. Con la società c’è sto campionato, Italiano lo aveva meno indicato per parlare. Le
parlare di tutto, calcio e non. grande feeling». messo in difficoltà da allenatore mie emozioni in questo mo-
«Mi ha fatto piacere stare Giovanni Sardelli dello Spezia, quindi calma. Ra- mento sono grande concentra-
insieme al direttore, ho © RIPRODUZIONE RISERVATA gione e sentimento. Sentimento zione e basta. Semmai, è il no-
in campo magari, ragione nella stro calcio a essere fatto di emo-
preparazione di un match da zione e passione. Prendete i no-

Clic
non sbagliare. E Pioli cerca lo stri tifosi, sono intelligenti,
metaverso di The Nemesis. sprint senza proclami: vuole parlano poco anche ora perché
La Serie A diventa così la una squadra ad alta intensità e sanno che non è il momento…
prima lega calcistica a di poche parole, ancora. Cosa dico ai miei giocatori? Non
trasmettere una gara, con uso mai frasi come “andrà tutto
Milan-Fiorentina la collaborazione con Furore e cervello «La cosa bene”, le cose andranno come le
nel metaverso ConsenSys e The Nemesis. migliore è concentrarsi su una faremo andare». Maldini si è
Milan e Fiorentina saranno partita, è sbagliato pensare alle detto orgoglioso della squadra,
Viaggio nel futuro le prime squadre ad prossime quattro. Cuore caldo e Pioli ricambia. Lancia avvisi ai
affrontarsi in un match sul testa fredda credo sia sempre la naviganti, perché la Fiorentina è
● La Serie A sbarca nel metaverso, dove gli utenti caratteristica migliore. Giochia- squadra aggressiva e veloce. Ve-
metaverso: nell’area del potranno interagire con le mo un calcio che richiede ener- de il traguardo, ma quando c’è
Medio Oriente e Nord Africa diverse funzionalità. gia, fatica e intensità, ma dob- da pedalare, meglio tenere la
sarà possibile assistere a «L’innovazione tecnologica biamo essere lucidi. Contro la bocca chiusa.
Milan-Fiorentina è essenziale per una Lega Lazio abbiamo meritato la vitto- © RIPRODUZIONE RISERVATA
all’interno della stanza di moderna come la Serie A», ria perché ci abbiamo creduto,
Lega Serie A presente nel ha detto l’a.d. De Siervo. dobbiamo fare lo stesso contro
la Fiorentina. Le gare sono spes- s TEMPO DI LETTURA 2’18”
https://overpost.biz https://overday.info
6 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A 35a GIORNATA

LA VOLATA TRICOLORE
RIVELAZIONE

«MILAN, ORA SFRUTTA


IN TURCHIA

Vincenzo Montella, 47 anni,

LA SPINTA DI SAN SIRO


ex tecnico di Fiorentina
e Milan (dove ha vinto la
Supercoppa Italiana 2016).
Ora è all’Adana, club dove

TONALI L’UOMO IN PIÙ


gioca Mario Balotelli, e l’ha
condotto in zona coppe GETTY

CHE BRAVO ITALIANO»

Montella
di Marco Fallisi
partita: ho visto i nerazzurri col
Bologna, hanno dominato a lun-
«Per chi non vince da tanti anni
come il Milan, la spinta dei tifosi è
Il doppio ex eppure è primo. Una nota di me-
rito per il club, che ha seguito la
o proseguire?
«Impossibile dare consigli, io ho

«C
go. Mi sono piaciuti anche atleti-
camente, ma è la testa nel rush fi-
solo un vantaggio. Lo scudetto sa-
rebbe un premio al lavoro della
ultimo a vincere linea che si era dato restando sem-
pre coerente. Se il Milan vincerà
smesso quando avevo ancora un
anno di contratto... Dipende da
nale a fare spesso la differenza. società, dei dirigenti e di Pioli, che coi rossoneri: sarà straordinario, ma va applau- quello che ti dice il corpo e da
L’abitudine a giocare per certi tra-
guardi può darti qualcosa in più,
non hanno sbagliato una mossa:
con un budget relativamente bas- «Comunque dito anche in caso contrario». quanto la testa sia disponibile al
sacrificio. Ibra è un grande profes-
anche la spensieratezza dei giova-
ni può trascinarti oltre i limiti».
so hanno costruito una squadra
competitiva. Tra addii, infortuni,
vada, squadra 3 Che voto dà alla stagione diGi-
roud?
sionista, sa come gestirsi e in cam-
po sa ancora farsi sentire».
erto che vedrò Milan-Fiorentina e o rendimenti sottotono il Milan ha e club meritano «Direi un otto: ha segnato gol pe-
3 San Siro pieno e affamato di 3 Chi l’ha stupita di più?
non solo perché sono due mie
squadre. Nello spazio libero che scudetto: l’entusiasmo può esse-
“perso” l’asse centrale dell’anno
scorso, penso a Donnarumma, solo applausi» santi e portato esperienza».
«Tonali. È cresciuto tantissimo in
mi lascia l’Adana seguo tutti i re un’arma a doppio taglio? Kjaer, Kessie, Calhanoglu e Ibra, 3 Il futuro di Ibra: deve smettere personalità e gestione della palla.
campionati». Vincenzo Montella, Le prospettive si intuivano, però
nonostante la sconfitta di sabato un conto è intravederle e un altro
nell'anticipo con il Giresunspor, è dare continuità».
resta la rivelazione del campiona-
to turco. Ha preso la squadra in 3 Il Milan sta per cambiare pro-
coda alla classifica e l'ha portata in prietà, una scena che lei ha già
zona coppe. Adesso è quinto: «Ma vissuto tre volte in carriera, an-
non dobbiamo accontentarci, ci che in rossonero nel 2017. Come
vuole poco a macchiare l'incredi- si gestisce la situazione?
bile percorso fatto». Anche per «Ci sono cambiamenti che sono
questo ha deciso di togliere due salti nel buio e destabilizzano
giorni di riposo alla squadra e ha l’ambiente, ma non è il caso del
rinunciato a tornare dalla fami- Milan attuale. Da quello che leggo,
glia in Italia. l’arrivo di Investcorp potrà appor-
tare dei miglioramenti al progetto
3 Montella, ma non dicevano che sportivo perché l’asticella verrà
la sua passione per la panchina si alzata ulteriormente: un quadro
era affievolita? del genere diventa un incentivo
«Altro che spenta, non è mai stata per la squadra. È benzina per an-
così accesa... Io vivo di calcio, pas- dare più forte».
so il tempo a studiare partite, av-
versari, campionati». 3 Nell’era dei fondi e delle pro-
prietà straniere, quanto è impor-
3 Lei è l’ultimo ad aver vinto con tante per un allenatore potersi
il Milan, la Supercoppa 2016, confrontare con una figura di
quest’anno i rossoneri si giocano calcio come Maldini?
lo scudetto. A inizio stagione dis- «Tantissimo. Conosco Paolo da
se: «Il Milan non è favorito ma sempre, è una persona corretta,
darà fastidio fino alla fine». Sor- pulita e con una storia straordina-
preso? ria. Lavorare a stretto contatto con
«Pensavo che sarebbero stati pro- lui deve essere il massimo».
tagonisti a lungo, anche se non
immaginavo di vederli davanti a 4 3 Qualcuno dice che Italiano è il
partite dalla fine. Pioli ha un van- nuovo Montella...
taggio leggero ma importante, pe- «Mi piace: riesce trasmettere i
rò è tutto aperto: il calcio sa essere suoi principi di gioco, coraggio e
crudele e non mancheranno altre fiducia ai giocatori. La Fiorentina
trappole». ha fatto una grande annata. Il Mi-
lan oggi dovrà sudare...».
3 A partire dalla Fiorentina.
«Sfida tostissima, contro la rive- 3 E lei, tornerà in Italia?
lazione del campionato. Arriva da «Del futuro si parla solo a fine sta-
due ko ma ha qualità e intensità». gione...».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 Lotta scudetto: chi è messo me-


glio?
«Sia il Milan che l’Inter sono in s TEMPO DI LETTURA 3’19”

La lotta con l’Inter A Giroud do un 8


durerà fino alla Pioli, gran lavoro
fine. La Fiorentina E avere Maldini
è la rivelazione è il massimo
Vincenzo Montella Vincenzo Montella
Sul campionato Sul Milan

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 7
https://overpost.biz https://overday.info
8 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A 35a GIORNATA

LA VOLATA TRICOLORE
Il tecnico
ha chiesto
ai giocatori
di essere
sereni
e pensare solo
a se stessi
«Questa A

Funzionerà
regala sempre
sorprese...»
di Filippo Conticello

N
on è la prima volta che l’Inter si
stende su quel lettino ad Appiano. la terapia Inzagh
Simone Inzaghi l’aveva già psica-
nalizzata un paio di volte almeno
in questa folle stagione: il tecnico
ha lavorato ancora da analista, ha
esplorato le fragilità mentali, ha
A CACCIA DI RIVINCITA
cercato di capire il perché di questi

SIMONE PSICOLOGO
ripetuti saliscendi emotivi, di que-
sta tendenza autolesionista quan-
do sta per arrivare la gioia. Negli
ultimi giorni, dopo la beffa di Bo-
logna, ad Appiano svolazzavano

PER CURARE L’INTER


gli stessi fantasmi che i nerazzurri
avevano avvistato dopo il ribalto-
S
ne del derby del 5 febbraio, quello
del Giroud-bis: fu una sconfitta, FOCU
bizzarra e immeritata quanto

«NOI CI CREDIAMO»
quest’ultima, e da lì si spense la lu-
ceperduemesi.Perquesto,tuttoil
lavoro di Inzaghi da giovedì fino a
ieri è stato, soprattutto, psicologi-
co. Le sue parole ai giocatori han-
no girato e rigirato attorno a un
concetto: è necessario evitare che
la storia si ripeta, bisogna impedi-
re che si resti di nuovo al buio. Inu-
tile farsi prendere dall’ansia o ce- Prima stagione pubblicamente: «Concentriamo-
dere all’isteria che in alcuni casi si
è notata al Dall’Ara: dall’uscita
Oggi a Udine ore 18 Simone Inzaghi, 46 anni, in
estate è passato dalla
ci su come possiamo incidere sen-
za guardare gli altri campi. Non
nervosa di Barella al sanguinoso Lazio all’Inter GETTY penso al Milan, ma solo all’Udine-
giallo preso da Calha passando per UDINESE 3-5-2 INTER 3-5-2 se: è in salute, dovremo fare molta
il rosso al suo preparatore Spiccia- 13 2 attenzione». Certo, sarebbe stato
riello, l’atmosfera dei nerazzurri UDOGIE DUMFRIES condoiltecnico,inutileanchesolo meglio avere con sé pure Bastoni,
pareva elettrica. Così l’allenatore immaginare che ci siano squadre a rischio per il guaio al polpaccio
ha ripetuto con schiettezza che 2 33 più o meno arrendevoli da qui alla perfino per la finale di Coppa Italia
NEHUEN PEREZ D’AMBROSIO
occorre recuperare la serenità del- 37 7 9 23 fine: «Tutte le partite vanno te- dell’11 maggio. E pure Calhanoglu
l’ultimo mese: solo con la calma PEREYRA SUCCESS DZEKO BARELLA mute, tutte sono difficili, non farei che, da squalificato, ha comunque
dei forti si potrà arrivare alla luce. troppi conti su chi incontra chi». viaggiato coi compagni in aereo fi-
Insomma, l’inciampo di Bologna HANDANOVIC no all’aeroporto di Trieste, poi da lì
non deve lasciare strascichi come 1 22 11 77 6 1 Un anno dopo Colloqui di fino a Udine. In fondo, un segno di
accaduto in passato. Ma l’Inter SILVESTRI PABLO MARÍ WALACE BROZOVIC DE VRIJ gruppo, incontri individuali, di- unione nel momento più delicato:
non è l’unica squadra che trema scorsi a metà campo: pare che ne- «L’umore dopo Bologna non era
nelle difficoltà e quindi è lecito 5 10 10 22 gli ultimi giorni si sia parlato più deimigliori,mainquestigiorniho
aspettarsi altri scossoni in classifi- ARSLAN DEULOFEU LAUTARO VIDAL del solito ad Appiano, tutto per visto un ottimo spirito di gruppo e
50 37
ca, come ha ribadito ieri il tecnico SKRINIAR
imparare la lezione e andare avan- ci vogliamo credere fino alla fi-
BECAO
nella conferenza pre-Udinese: ti. Con una avvertenza in aggiun- ne», ha aggiunto Simone.
16 14
«Questo campionato riserva sor- MOLINA PERISIC
ta: inutile pensare troppo al Dia-
prese ogni domenica...», la frase volo, meglio focalizzarsi su di sé. Vecchio spirito Calha l’anno
ammiccante lasciata scivolare. Se- ALLENATORE Cioffi ALLENATORE Inzaghi Inzaghi stesso lo ha ripetuto ieri scorso abitava altrove e non può
PANCHINA 20 Padelli, 31 Gasparini, PANCHINA 97 Radu, 21 Cordaz,

Clic
17 Nuytinck, 4 Zeegelaar, 28 Benkovic, 13 Ranocchia, 32 Dimarco, 11 Kolarov, L’UDINESE
21 Ballarini, 93 Soppy, 24 Samardzic, 18 Gosens, 36 Darmian, 5 Gagliardini,
8 Jajalo, 30 Nestorovski, 23 Pussetto 8 Vecino, 7 Sanchez, 19 Correa,

Cioffi ritrova Pereyra e va all’attacco


SQUALIFICATI Makengo 88 Caicedo
(una giornata) SQUALIFICATI Calhanoglu (1)
Domani è un anno DIFFIDATI Becao, Deulofeu, Soppy, DIFFIDATI Bastoni, Perisic, Vidal

«Saremo cattivi e affamati più di loro»


Pussetto, Udogie INDISPONIBILI Bastoni (10 giorni)
dallo scudetto vinto INDISPONIBILI Beto (7 giorni) ALTRI nessuno
a 4 turni dalla fine ALTRI Stryger Larsen, Santurro BALLOTTAGGI Handanovic-Radu 55-
BALLOTTAGGI Pereyra-Samardzic 45%, Lautaro-Correa 60-40%, Vidal-
55-45%, Success-Pussetto 70-30% Gagliardini 60-40% ● (n.a.) Il ritorno del Tucu mister non ha dubbi sulla forza
● Domani corre un anno Pereyra due settimane dopo dei nerazzurri, nonostante il
esatto dalla conquista del ARBITRO Chiffi ASSISTENTI Tolfo-Pagliardini IV UOMO Baroni VAR l’infortunio e quello di Nehuen ko di Bologna. “Sono i campioni.
19° scudetto nerazzurro Banti AVAR Volpi TV Dazn PREZZI 45-100 euro ANDATA 0-2 Perez dopo la squalifica. Un Ce li aspettiamo cattivi, decisi
con 4 giornate d’anticipo campionato da continuare a e affamati, ma noi lo saremo di
sulla fine del campionato. GDS onorare al meglio. La voglia di più. È la quinta gara in 15 giorni
Il 2 maggio 2021, infatti, misurarsi contro una delle due e non siamo abituati a farlo,

I NUMERI
l’Inter, che il giorno prima pretendenti allo scudetto. Così l’abbiamo preparata
aveva vinto 2-0 a Crotone, oggi l’Udinese si appresta ad riposando. L’Udinese è stata

6 4
ha potuto festeggiare il affrontere l’Inter. «L’asticella molto prolifica in aprile con 2,8
titolo grazie all’1-1 di si alza di parecchio - ha detto El Tucu Roberto Pereyra, 31 anni, gol di media. «Ho sempre
Sassuolo-Atalanta, un il tecnico Gabriele Cioffi alla ex Juve, è all’Udinese dal 2020 ANSA riconosciuto un grande
pareggio che ha tagliato vigilia-. Affrontiamo i campioni potenziale offensivo
fuori definitivamente la in carica, che lavorano insieme a una Dacia Arena piena; inespresso a questa squadra -
squadra bergamasca, dal 2019. Ci arriviamo ambiziosi perché credo che un ha chiosato Cioffi -. Peccato
unica rivale di Lautaro e emozionati, ambiziosi e con le giocatore debba sognare l’assenza di Makengo per
compagni nelle ultime Vittorie per l’Inter nelle ultime 8 Gol realizzati da Ivan Perisic giusta mentalità. Emozionati sempre l’impresa e con squalifica perché sta vivendo
giornate, dalla corsa per il partite giocate al Friuli, due sono all’Udinese tra cui la sua prima perché gare come questa mentalità perché sappiamo che un momento di forma
tricolore firmato Conte pareggi. In 7 occasioni i nerazzurri doppietta in A nel successo per 2-1 generano aspettative davanti sarà una partita di fatica». Il strepitoso».
hanno mantenuto la rete inviolata alla Dacia Arena datato gennaio 2017

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 9
#

Le fatiche
L’attaccante
di Appiano

Dzeko guida l’assalto per la storia


L’ultimo
allenamento
di ieri dell’Inter

Cerca il titolo in 3 Paesi e 3 decenni


ad Appiano
prima di andare
a Udine.
La squadra

?
è arrivata in
aereo a Trieste
e da lì si è Ha vinto nel 2008 in questa felice esperienza italia- spinto decisamente più in là: nel
spostata in bus
GETTY
il campionato na. Dopo sei stagioni romane,
sentiva quella gioia avvicinarsi a In avanti
2016-17, il suo anno più produtti-
vo, a questo punto era arrivato già
con il Wolfsburg Milano e, invece, gli ultimi eventi In un mese e mezzo a 25, poi chiuse da capocanno-
e nel 2012 e 2014 hanno messo in discussione
solo un gol in A
niere a 29. Adesso che segna assai
quella certezza: Edin, assieme al meno di allora, vede il traguardo
col City. Ma la mira resto della compagnia, deve ora Ma il bosniaco dello scudetto all’orizzonte e ri-
si è inceppata... battagliare (e sperare) per vincere
ora serve ad aiutare corda di essere una specialista
il primo scudetto tricolore. Per negli arrivi in volata. Nei tre pre-
riuscirci, serve anche che il bo- Lautaro o Correa cedenti campionati vinti, al Wol-

hi
di Filippo Conticello
sniaco errante ritrovi la vena per- fsburg nel 2009 e soprattutto al
din Dzeko ha atteso duta: nell’ultimo mese e mezzo City nel 2012 e 2014, Edin aveva

E
questo mese di mag- ha segnato solo a Verona, troppo esultato all’ultima curva. Dieci
gio per sette anni, o poco per chi dovrebbe trainare anni fa addirittura all’ultimo se-
forse per una vita. nell’ultimo miglio. condo, in quel mitologico 4-3 dei
Sulla carta di identità blu di Manchester di Mancini
HA DETTO ora c’è scritto 36, ma già quando
ne aveva la metà era curioso del
Nella storia A Bologna Dzeko
non è partito negli undici e poi,
contro il QPR. Dzeko eviterebbe
volentieri di rischiare ancora, an-
mondo, non soltanto del pallone: quando la sfida si è impolverata, zi sarebbe meglio entrare comodi
immaginava di viaggiare e vince- non è riuscito a riportare pulizia, nella storia. Se ce la facesse anche
re insieme. Voleva una carriera brillantezza, energia. Stavolta, all’Inter, l’eterno Dzeko avrebbe
la delusione itinerante e trionfante, l’aveva ot- però, è lui quello sicuro del posto, vinto in tre nazioni diverse. E pu-
era forte tenuta pure. Sia nella tappa tede- mentre i due argentini competo- re in tre decenni.
SocialClub dopo
Bologna,
sca sia in quella inglese era riu-
scito a sbaciucchiare la Coppa del
no per fargli da spalla: Lautaro è
di una incollatura avanti rispetto
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lautaro papà felice ma ho visto


titolo nazionale. Semmai, il cruc-
cio è non esserci riuscito ancora
a Correa, che può essere usato
per cambiare mazzo di carte nel s TEMPO DI LETTURA 2’13”

spirito secondo tempo. Di certo, en-


di gruppo: ci trambi sono i primi beneficiari
proveremo
fino alla fine NUMERO delle finezze bosniache. Contro
unasquadrapotenteefisicataco-
NUMERO

2 1
me questa Udinese sono, co-
munque,necessarii191centime-
tri di Dzeko, anche se spesso il
Meglio centravanti finisce per stare lon-
concentrarsi tano dall’area. Quest’anno di reti
su di noi: in A ne ha segnate 13 e lo stacco
Doppiette realizzate rispetto all’ultima, decadente Trofeo vinto dell’ex bomber
non penso al stagione romana è evidente: nel
dall’attaccante bosniaco in questo romanista con la maglia nerazzurra
Milan, solo campionato: contro il Bologna (6-1) 2020-21, alla 34esima giornata, che veste dalla scorsa estate: la
● Lautaro Martinez e la foto di famiglia postata. all’Udinese alla 4a giornata e contro la ne aveva segnati appena 7. Certo, supercoppa italiana 2021
Lui, felice, con la moglie Agustina e la figlia Nina a cui fare Salernitana (5-0) alla 28a nel passato giallorosso si era conquistata battendo la Juventus
molta
festeggiare la ricorrenza, ma do- attenzione
mani sarà passato un anno esatto
dalla scudetto numero 19: dopo la
Simone La stagione di Edin ai raggi X
Inzaghi
vittoria di sabato 1° maggio 2021 a
46 anni Presenze
Crotone, decisivo per l’Inter con- NELLA A 2021/22 LE SPECIALITÀ DEL BOSNIACO COSÌ ALLA 34 DI CAMPIONATO
tiana fu il pari del giorno dopo PRESENZE GOL Il confronto con le altre punte in stagione In tutte le sue stagioni alla Roma Gol
dell’Atalanta col Sassuolo. Così, il 13 TIRI IN PORTA TIRI DI TESTA GOL DI TESTA 35 34 33
popolo nerazzurro si riversò in Ciro Immobile EDIN DZEKO Victor Osimhen 32
33
strada a Milano, come mosso da 29 29
30
una forza liberatoria, repressa per 54 40 6
undici lunghi anni. Allora a que- 25
sto punto il tricolore era già una MEDIA VOTO
Domenico Berardi Milan Djuric Ciro Immobile 25
formalità, adesso invece si lotta in 6,2
Gazzetta.it trincea punto su punto. È pure 24
TIRI Totali 42 23 6
Sul nostro sito cambiato il modo di giocare, l’In- 81 20

notizie in tempo ter si è fatta più bella rispetto al Lautaro Martínez João Pedro Mattia Destro 15
reale, carrarmato dell’anno passato, ma 37 Nello 15 14
commenti, maicomeadessoèrichiestoilvec- specchio 40 21
video, analisi chio spirito. OCCASIONI CREATE 5 8
10
su questo © RIPRODUZIONE RISERVATA EDIN DZEKO Thomas Henry EDIN DZEKO
appassionante 38 7
8
finale di
campionato s TEMPO DI LETTURA 3’54” 37 20
4
5
2015/16 2016/17 2017/18 2018/19 2019/20 2020/21
https://overpost.biz https://overday.info
10 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A 35a GIORNATA

LA VOLATA TRICOLORE
Le riserve
Titolare Romeno Veterano
Samir Ionut Radu, 24 Alex Cordaz,
Handanovic, anni, secondo 39, terzo
37 anni, portiere. Ha portiere.
all’Inter giocato anche Ha giocato
dal 2012 nell’Avellino e 6 stagioni a
nel Genoa Crotone

Handa a tutti i costi


Samir stringe i denti, poi via al rinnovo
Lo sloveno a Udine prova a recuperare in extremis. Ma dopo l’incubo, Radu è pronto
fino al 2024 grazie a una opzione noto, Handa è un cannibale che causa di forza maggiore. E in quel
di Filippo Conticello
3 DOMANDE A...
dopo il primo anno, con ingaggio non ama lasciare neanche le bri- caso Inzaghi non avrebbe dubbi:
ggi verrà provato una ovviamente dimezzato rispetto La strategia ciole ai commensali, ma Onana è «Se mancasse Samir, giocherà

O La scelta di Inzaghi
volta ancora, una vol- agli attuali 3,2 milioni a stagione. stato preso per sedersi al suo ta- Radu», la sua sentenza. Esclusa
ta di più. Ma Samir
Handanovic stringerà
La scelta risponde a una esigenza
del club che deve ammorbidire il «C’è speranza
volo. Di certo, su come si gestisce
portiere titolare e vice Inzaghi ha
una puntata in extremis sul terzo
portiere Cordaz, anche perché
Ivano
i denti e proverà a in- piùpossibilel’atterraggiodiOna- di avere Samir, una idea precisa: «Non sono per sarebbe un altro schiaffo a Ionut, Bordon
dossare i guanti da titolare a Udi- na: lo staff crede ciecamente nel- l’alternanza dei portieri — ha det- frastornato già di suo. Con le pa-
ne. In fondo, vuole semplice- la forza esplosiva del camerune- no all’alternanza to ieri – per me ci sono delle ge- role ieri Simone gli ha dato l’en- PORTIERE INTER 1970-83
mente essere quello che è sempre se, però è consapevole che la tec- dei portieri» rarchie. Samir ha fatto un’ottima nesima carezza pubblica: «Avrà 71 ANNI
stato: il custode dei sogni neraz- nica di base vada un po’ sgrezza- stagione, Radu mi ha dato fiducia una carriera importante...». In-
zurri. Eppure, a causa di qualche ta. Per questo sarebbe decisivo enonhopensatofossenecessario tanto, però, servono a tutti costi le
errore sparso qua e là, il tribunale tenere salda l’esperienza di Han- fargli fare gare in più». solite manone slovene.
dei social lo ha accompagnato da da, il miglior Cicerone possibile © RIPRODUZIONE RISERVATA
tempo alla porta e l’ombra di ad Appiano. A quel punto, sarà da Gli altri L’Inter conta quindi su
Onana si è fatta sempre più in-
combente. Gli ultimi sfortunati
gestire anche il nascente duali-
smo della porta: come è ormai
Handa per Udine, ma non è ne-
anche da escludere un forfait per s TEMPO DI LETTURA 2’45”

eventi hanno, però, confermato


che avere il capitano è una neces-
sità, non un vizio. Del resto, fare il
vice di Samir richiede un grande
esercizio di pazienza: il povero
Radu prima di Bologna aveva vi-
sto il campo tre volte in due sta-
«Simone fa bene
gioni. L’errore sanguinoso ha, a non ruotare
inevitabilmente, cambiato il co-
lore del cielo sulla testa del rome-
In porta serve
no: è stato consolato per giorni ad una gerarchia»
Appiano, è rischioso ridargli
un’altra responsabilità adesso.
Anche per questo si è scelto di ac-
celerare al massimo per il recu-
pero di Handa. Il numero 1 ha
1 Ivano Bordon,
leggenda della porta
interista: è d’accordo con
sofferto per una contrattura del- Inzaghi sulla gestione del
l’obliquo esterno dell’addome portiere?
mercoledì e anche ieri non ha po- «Ha ragione, serve un
tuto partecipare all’allenamento numero 1 che giochi
completo.Diluihaspiegatoqual- sempre: io stesso in carriera
cosa di più lo stesso Inzaghi: «Sa- ai miei vice ho lasciato
mir ha un problema importante pochi minuti... Mi rendo
che non gli ha permesso di esser- conto che rispetto ai miei
ci a Bologna, ha fatto un lavoro tempi si gioca molto di più,
parziale non in gruppo, c’è qual- ma questo è un ruolo
che speranza e ci proverà. Se non particolare, in cui serve
dovesse farcela abbiamo le alter- sicurezza e tranquillità. Per
native». A fare la differenza, co- questo, per una ragione
me sempre, sarà il risveglio mu- psicologica, non credo
scolare in hotel stamattina. nell’alternanza tra primo e
secondo».
Idea biennale Al di là dell’as-
salto disperato alla seconda stella
e della porta da proteggere per le
ultime 4, Handa ha un altro ap-
2 Ma come valuta il
momento dei portieri
nerazzurri?
puntamento con la storia: parlerà «Arriverà Onana: mi sembra
con il club per fare un altro giro di esplosivo, talentuoso,
giostra, forse anche due. Rispetto vedremo come si adatterà.
a qualche mese fa, l’orizzonte ora Lo potrà aiutare proprio
tende al sereno e lo sloveno e il Handanovic, che è stato un
club sembrano più vicini all’ac- grandissimo. Può avere
cordo: il nuovo, ultimo, contratto avuto qualche problema
del portiere potrebbe spingersi quest’anno, ma resta una
garanzia. Capisco cosa provi
Radu, ma ora è inutile
NUMERO abbattersi. E poi c’è un altro
elemento da considerare...».

33 3 Quale?
«La palla, il portiere la
deve usare con i piedi solo
se serve. A furia di far
iniziare l’azione, anche
Presenze di Samir Handanovic in i più bravi prima poi
questo campionato con 26 gol subiti sbaglieranno».
e 14 “clean sheet”. In carriera il cont.
portiere sloveno ha giocato 434 © RIPRODUZIONE RISERVATA

partite ufficiali con la maglia dell’Inter

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 11
https://overpost.biz https://overday.info
12 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A 35a GIORNATA

Iolavedocosì...
PARTITA PER PARTITA

Adani e le trappole per lo scudetto


«Milan occhio alla Dea, Inter al Cagliari»
Opinionista
televisivo
Lele Adani, 47 anni, è un ex
difensore con 5 presenze in
Nazionale. Appese le scarpe
al chiodo, è diventato uno dei
più apprezzati volti tv
PISTOIA

HA DETTO HA DETTO

Il Milan è L’Inter
calato nella aveva
proposta, ritrovato
ma ha il gioco, ma
dimostrato a Bologna
spirito, è mancata
coraggio dopo il
e valori lot. Va replicata quella partita». pareggio di
di Marco Guidi
morali Arnautovic

U
Oggi pomeriggio Trasferta in casa 3 Alla penultima giornata, poi, il
con la Fiorentina dell’Udinese Milan riceverà l’Atalanta.
Adani su Milan-Fiorentina: «Ai Adani su Udinese-Inter: «Friulani «L’avversario più difficile delle
L’Atalanta è rossoneri basterà l’attenzione in forma, ma i nerazzurri devono otto delle milanesi. Cosa servirà A Udine
l’avversaria mostrata nelle ultime gare» AP mostrare consapevolezza» GETTY per superarlo? La maturità. Sarà nerazzurri
più dura: la partita che vale due anni e pas- consapevoli
sa di lavoro di Pioli, un po’ come
la prova di essere
na volata scudetto da vivere par- Fin qui le ultime tappe, ora Adani 3 I nerazzurri giocheranno in la discussione della tesi alla fine
di maturità forti:
definitiva
tita dopo partita, minuto per mi-
nuto. Milan due punti avanti, In-
ci accompagna a conoscere le
prossime trappole che aspettano
Il calendario anticipo nel turno successivo. A
San Siro contro l’Empoli.
del percorso all’università».
un’altra
per la ter con un calendario sulla carta le milanesi sulla strada del trico- «Avversario cui mostrare rispetto 3 Inter invece a Cagliari, dopo la frenata
squadra più agevole, almeno secondo il lore. E come disinnescarle con MILAN INTER per i valori che esprime: club con finale di Coppa Italia con la Juve. sarebbe
di Pioli pensiero di Lele Adani. L’ex di- una parola. più italiani e che ha lanciato più «Trasferta da affrontare con luci- deludente
fensore, oggi opinionista tv in giovani in Serie A. L’Empoli non dità e non solo per la gestione
Adani Adani
Sul Milan
Rai, analizza le ultime quattro 3 Lele, cominciamo da Milan- ha, sulla carta, più obiettivi, ma delle energie dopo la finale. Il Ca-
sull’Inter
sfide per capire quale sponda del Fiorentina di oggi pomeriggio. dopo un girone di ritorno compli- gliari si giocherà la salvezza, sarà
Naviglio avrà più chance di fe- «La parola chiave per Pioli sarà 74 GIORNATE 72 cato, ha ritrovato il suo calcio sba- una partita dal forte contenuto
steggiare in piazza Duomo: ros- attenzione. I viola sono in un pe- razzino e la vittoria sul Napoli ha emozionale, ma l’Inter non deve
sonera o nerazzurra? «Niente riodo complicato: fanno sempre ridato entusiasmo. Ecco perché farsi trascinare e restare lucida».
pronostici - spiega Adani -, que- la partita, ma hanno problemi 35ª sarà una gara in cui non deve
Fiorentina UDINESE
sto campionato ci ha insegnato negli ultimi 30 metri e concedo- ★★★ ★★★ mancare il rispetto, altrimenti 3 Ultimo turno in contempora-
che è pericoloso farli. Il Milan do- no sempre qualcosa. Credo che al può diventare rischiosa». nea: Milan in casa del Sassuolo,
po il derby perso in Coppa Italia è Milan basterà conservare la soli- Inter a San Siro con la Samp.
andato subito sotto con la Lazio, dità difensiva mostrata negli ulti- 3 Poi toccherà al Milan a Verona. «Ai rossoneri occorrerà fred-
ma ha avuto la forza, lo spirito di mi due mesi grazie alla grande at- 36ª Campo in cui i rossoneri hanno dezza, perché il Sassuolo quan-
VERONA Empoli
non mollare. La squadra di Pioli è tenzione, appunto, per poi colpi- ★★★ ★★ lasciato un paio di scudetti. do è in giornata ti obbliga anche
calata nella proposta di calcio, re almeno una volta davanti». «Concentriamoci sul presente. Il a soffrire. Devi restare freddo
ma in due anni e mezzo ha dimo- Milan può vincere usando... la nella gestione, evitare di sovrac-
strato di avere grandi valori mo- 3 Come risponderà, nel caso, qualità. Il Verona ha una classifica caricare le fasi della partita. Se
rali: ha sempre reagito ai mo- l’Inter a Udine? 37ª tranquilla, ma non è per nulla in l’Inter, invece, si giocasse lo scu-
Atalanta CAGLIARI
menti di difficoltà. Al contrario, «Con la consapevolezza di chi sa ★★★★ ★★★ vacanza, come le recenti vittorie detto con la Samp, punterei sul-
l’Inter era uscita dalla “crisi” di di essere forte e di aver fatto un su Atalanta e Cagliari hanno pro- le individualità dei campioni. I
febbraio ritrovando il gioco, ma a percorso di lavoro, iniziato addi- vato. Gioca uomo contro uomo, Perisic, i Lautaro e via dicendo
Bologna è mancata nell’atteggia- rittura con Spalletti e proseguito 38ª ha intensità, ma concede duelli avrebbero l’occasione di griffare
mento dopo il pareggio di Arnau- con Conte e ora Inzaghi. L’Udine- SASSUOLO Sampdoria uno contro uno in cui il Milan de- il tricolore e non se la lascereb-
tovic. Il clamoroso errore di Radu se è in un gran momento di for- ★★★ ★★ ve far valere la maggiore qualità. bero sfuggire».
che è costato il ko non è un episo- ma, ma l’Inter deve sentirsi sicu- Come hanno vinto lo scorso anno © RIPRODUZIONE RISERVATA

dio isolato, ma figlio di un’ora ra della propria superiorità: una In MAIUSCOLO le partite in trasferta in casa dell’Hellas i rossoneri?
★COEFFICIENTE DIFFICOLTÀ
giocata male, senza la concentra-
zione e la pazienza necessaria».
nuova battuta d’arresto dopo Bo-
logna sarebbe deludente». RCS
Con due giocate: punizione di
Krunic e gol da fuori area di Da- s TEMPO DI LETTURA 3’21”

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 13
https://overpost.biz https://overday.info
14 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

IL LUTTO
#

MINO RAIOLA 1967-2022

Addio Raiola l’
L’ANNUNCIO SOCIAL DELLA FAMIGLIA

REAZIONI/1
Sopra, il messaggio social con il
Non quale la famiglia ha annunciato la
prenderli
in giro in morte di Mino Raiola. A destra (foto
Paradiso, LaPresse) l’Ospedale San Raffaele
loro sanno di Milano dove era ricoverato
la verità.
Ti voglio
bene
AL SAN RAFFAELE DI MILANO
Mino

MINO SI È ARRESO A 54 ANNI


A. Agnelli
LA FAMIGLIA: «SE NE VA
Sono
affranto,
perdiamo
IL PIÙ GRANDE DI SEMPRE»
QUANTI SCONTRI CON I CLUB
una persona
di elevata
competenza
Criticava
sempre per
costruire
Sconfitto da un male, è scomparso un manager discusso
ma unico nel suo genere. Implacabile nelle trattative, era
amatissimo dai suoi assistiti che lo consideravano un padre
B. Marotta «Con infinito dolore annuncia- staff, però, si affrettò a precisare Spesso è entrato in rotta di colli-
di Matteo Pierelli
mo la scomparsa di Mino, il più che quelle cure a cui era stato sione con i tifosi, le istituzioni e
MILANO
straordinario procuratore di sottoposto rientravano in un ci- Origini soprattutto le società. Emblema-

D
sempre. Mino ha lottato fino al- Piango la clo di controllo programmati da campane tico lo scontro con il Milan du-
AC Milan
si stringe
l’ultimo istante con tutte le sue
forze proprio come faceva per
scomparsa di tempo. Poi il veloce peggiorare
della situazione, fino al triste
Mino Raiola,
scomparso a 54
rante l’estenuante trattativa per
il rinnovo di Gigio Donnarum-
attorno alla difendere i calciatori. E ancora Mino, sempre leale epilogo di ieri. L’agente era in anni, era nato in ma che a giugno 2021 effettiva-
famiglia di una volta ci ha resi orgogliosi di
lui, senza nemmeno rendersene
nelle trattative condizioni gravissime da giorni,
giovedì scorso sul suo profilo so-
Campania, da
una famiglia di
mente è andato a scadenza,
sbarcando al Psg a parametro ze-
Mino e alle conto. Mino è stato parte delle cial era comparsa una battuta Angri (Salerno) ro con un contratto da favola. Ma
persone a avanti al San Raffaele c’è il silen- vite di tanti calciatori e ha scritto («Per la seconda volta in 4 mesi ed era cresciuto i giocatori gli volevano un bene
lui care nel zio. In questo triste ultimo saba- un capitolo indelebile della sto- mi uccidono. Sembrano anche ad Haarlem, in dell’anima e non solo perché gli
giorno della to di aprile nessuno ha voglia di ria del calcio moderno. Ci man- in grado di resuscitarmi...») do- Olanda, al faceva guadagnare tantissimi
scomparsa parlare. Solo bocche cucite, co- cherà per sempre e il suo proget- po la falsa notizia della sua mor- seguito della soldi. Lo consideravano una per-
me chiesto comprensibilmente to di rendere il mondo del calcio te che si era propagata all'im- famiglia EPA sona di famiglia, uno di cui fi-
dalla famiglia di Mino Raiola, il un posto migliore per i calciatori provviso. Notizia poi smentita darsi, uno da chiamare nel mo-
super procuratore che è morto sarà portato avanti con la stessa da Alberto Zangrillo, primario mento del bisogno. Ecco perché
ieri a soli 54 anni. Fuori dal set- passione. Ringraziamo di cuore dell’Unità Operativa di Aneste- ad esempio Zlatan Ibrahimovic,
tore Q2 dell’ospedale milanese coloro che gli sono stati vicini e sia e Rianimazione del San Raf- che era legato da quasi 20 anni a
ci sono i giornalisti (anche una chiediamo a tutti di rispettare la faele, storico medico personale Raiola, ovvero dai tempi del-
troupe arrivata dalla Norvegia, privacy di familiari e amici in Adriano Galliani di Silvio Berlusconi e da novem- l’Ajax dove Zlatan non riusciva a
patria di Erling Haaland, uno dei questo momento di grande do- 77 anni (foto LAPRESSE) bre anche presidente del Genoa. esprimere in pieno il proprio ta-
Il Milan suoi pupilli che lo ha definito «il lore». Stavolta, invece, è tutto vero. lento, giovedì scorso è corso al
migliore»), qualche curioso che San Raffaele, per vederlo per
vuole sapere cosa sia successo, Malato da tempo Le notizie Legami e scontri Raiola è l’ultima volta. Ecco perché Ma-
infermieri in pausa sigaretta e il sulle sue precarie condizioni di Il Presidente Cairo stato un personaggio discusso rio Balotelli, un altro dei suoi as-
via vai di ambulanze nel vicino
pronto soccorso. Per il resto, re-
salute erano trapelate già lo
scorso gennaio: era stato ricove-
e tutto il Torino nel mondo del calcio. Si è fatto
dal nulla e dal nulla ha costruito
sistiti, ieri sera è partito dalla
Turchia per tornare in Italia:
gna una calma surreale. E’ stata rato e aveva subito un delicato sono vicini alla un vero e proprio impero, difen- vuole esserci a ogni costo al fu-
la famiglia a dare la notizia della
scomparsa di Raiola con un post
intervento chirurgico all’ospe-
dale “San Raffaele” di Milano per
famiglia Raiola dendo gli interessi dei giocatori
(e di riflesso, logicamente, anche
nerale.

sui social intorno alle 16 che ha una patologia non legata a Torino i suoi) di cui aveva la procura, Quanto affetto Ecco perché
fatto in breve il giro del mondo. un’infezione da Covid. Il suo Il ricordo di Mino Raiola forte di un potere sconfinato. gran parte del mondo del calcio

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 15
#

agente dei big


CHI ERA Il ritratto

Partito da una pizzeria,


Carmine “Mino”
Raiola
NATO A NOCERA INF. (SALERNO)

ha inventato i top player


IL 4 NOVEMBRE 1967
RUOLO AGENTE DI CALCIATORI

● Nato a Nocera Inferiore, in

Ibra il suo faro e amico


Campania, Carmine “Mino”
Raiola cresce ad Haarlem, in
Olanda, dove la sua famiglia
si è trasferita poco dopo la
sua nascita, aprendo il
ristorante Napoli. Mino gioca
a calcio nell’Haarlem, ma
REAZIONI/2 Gli inizi in Olanda, la prima volta in Italia con Bergkamp
Il momento più delicato lo strappo Milan-Donnarumma
presto abbandona il calcio
giocato per diventare prima
d.s. del club e poi per
mettersi in proprio come Abbiamo di Carlo Laudisa
intermediario di calciatori. litigato, ma MILANO
Quando ottiene la licenza di quando ero
agente Fifa, fonda la sua o sono un uomo libe-
malato ti eri

«I
società a Montecarlo e ro». Libero di osare,
spicca il volo. Agli albori della offerto di libero di provocare, li-
carriera entra come portarmi bero di stupire. Mino
mediatore nei trasferimenti negli Usa Raiola ha sempre fatto
di Jonk e Bergkamp dall’Ajax a tue spese. parlare di sé e dei suoi modi bru-
all’Inter nel 1993. Più avanti le Grazie Mino schi in pubblico, ma mai del suo
procure di Zlatan privato. Guai a violare il suo inti-
Ibrahimovic e di Pavel mo. In una delle prime interviste
Nedved lo rendono famoso in fu dura strappargli un cenno su
Italia e non solo. Da lì in poi è sua moglie e i suoi due figli. Tanto
una escalation. Raiola è spazio ai suoi campioni, tante
bravo ad assicurarsi i battaglie per la loro carriera. Tan-
migliori talenti, negli ultimi ti, tanti soldi che gli procurano la
anni Pogba e Haaland, e a fama del mercante cinico.
moltiplicarne i guadagni a W. Sabatini
ogni cambiamento di Orgoglio Negli ultimi trent’an-
squadra. Lascia un “impero” ni costruisce un impero sugli af-
calcistico. fari partendo da Haarlem, sob-
Per me era borgo di Amsterdam. Come tanti
legato a prova a giocare a calcio, ma a 16 alla Roma manda a Trigoria i cer- scelto un addetto stampa. Fa tutto
Ibra. Ha anni già comincia a fare il diretto- tificati sullo «stato depressivo» in prima persona.
re sportivo. Nel mezzo, gli show del brasiliano, ma soprattutto Coppia
costruito nella pizzeria di famiglia. Suo pa- confeziona l’arrivo in extremis storica Famiglia Il momento più deli-
una fortuna dre, con orgoglio, ricorda: «Piz- (31 agosto) di Zlatan Ibrahimovic. Zlatan cato è nella primavera del 2018,
nel senso zaiolo? Mino non è mai entrato in In soli due anni Mino cambia in- Ibrahimovic, quando scoppia il caso Donna-
buono, cucina, non sa fare una pizza. Era dirizzo. La Juve non vuole au- 40 anni, rumma. Il Milan cinese gli mette
con grande sempre nel salone o a fare pubbli- mentare lo stipendio di Ibra e lui con Mino Raiola contro anche la famiglia di Gigio,
capacità che relazioni. Poi mi diceva: “Ho minaccia una causa a Lucianone. ai Mondiali di convincendo papà Alfonso a por-
conosciuto il Ceo della Abn Am- Ha già l’accordo con Berlusconi e calcio 2018 tare in rossonero anche il fratello
bro”, la banca top in Olanda. Ca- Galliani, ma Calciopoli penalizza in Russia. maggiore Antonio. Mino convoca
pito?». C’è l’orgoglio di una mo- i rossoneri e in tutta fretta trova il Il loro sodalizio, una conferenza stampa a Monte-
desta famiglia campana, che in super ingaggio dell’Inter di Mo- un vero e carlo per difendere il suo giova-
Olanda ha trovato l’agiatezza: ratti. proprio patto nissimo assistito, ormai tacciato
l’uomo di punta è lui, Mino. Il ra- d’acciaio, come Dollarumma. Lui vorrebbe
gazzino nato ad Angri dove passa- Feeling Il feeling con il mondo era nato nel portarlo via subito e pensa che il
va le estati con la nonna che gli milanista, però, rimane vivo. È lontano 2003 contratto ad Antonio sia solo una
- dai giocatori ai colleghi procu- zione è stata strettissima. Il brac- F. Capello insegnava l’italiano, ma in... dia- sempre Ibra il faro dei suoi blitz. ed è durato trappola. Nel 2021, però, Gigio va
ratori, dai direttori sportivi a cio destro di Silvio Berlusconi si letto. Fisico robusto, mai vestito a Lo svedese arriva a guadagnare 15 nel tempo davvero via a scadenza. E Mino
molti presidenti - ha voluto ren- dice «affettuosamente vicino al- modo. Un vezzo? Ci sarebbe da milioni quando Guardiola lo vuo- GETTY IMAGES affronta le ire dei tifosi milanisti
dergli omaggio. «E’ stato un la famiglia e piange la scompar- dire di sì, visto che i suoi familiari le al Barcellona. Ma nell’estate del che gli danno del venale. Si vanta
amico e un interlocutore nell’at- sa del caro amico Mino, grande La notizia hanno sempre abiti inappuntabi- 2010 il richiamo di Adriano Gal- di non far mai firmare le procure
tività lavorativa, una persona di manager calcistico, innovatore della sua li. Anche i suoi figli. Ha il soprav- liani è troppo forte. L’abbraccio ai suoi assistiti: «Se non si fidano
qualità ed elevata competenza - nel suo settore e sempre leale scomparsa vento il Raiola pubblico, l’angelo con il Milan è spettacolare. Nel di me li lascio liberi». Ma non
le parole di Beppe Marotta, a.d. nelle trattative. Riposa in pace». custode dei numeri uno. Non solo 2013 segue anche lo sbarco di Ma- tutte le ciambelle escono col bu-
addolora
dell’Inter -. Sono stati molti i L’ex tecnico Fabio Capello ricor- in campo. Dietro quella scorza rio Balotelli. Intanto a Torino An- co. È il 2019 quando per il pro-
momenti positivi insieme, di da le grandi qualità professionali me e tutto ruvida c’è un’intelligenza sottile. drea Agnelli chiama al suo fianco mettente Gianluca Scamacca su-
collaborazione e intenso lavoro, di Raiola sottolineando «la sua il Napoli. Che conquista la fiducia dei cal- Pavel Nedved e il procuratore ita- bisce una squalifica di 3 mesi per
con qualche contrasto ma sem- grande capacità nel conquistare Vicinanza ciatori e fiuta i partner giusti per lo-olandese viene accolto come presunte irregolarità nella procu-
pre corretto, nel rispetto delle la fiducia dei giocatori di alto li- alla gli affari. Inizia la carriera da sin- uno di famiglia. Nasce così l’ope- ra. Ma poche settimane dopo vie-
persone e delle professionalità». vello perché non si sceglie un famiglia dacalista con Rob Jansen. La sua razione-Pogba, un capolavoro. Il ne assolto. La considera comun-
Marotta ha sottolineato la dop- procuratore per antipatia o sim- prima sortita in Italia è al fianco di Polpo arriva a parametro zero e que un’ingiustizia. Intanto si allea
pia operazione con Pogba, con il patia». Mentre Dino Zoff, da ex Bergkamp, spaesato all’inizio al- verrà poi venduto al Manchester con Mendes, la Stellar Group e la
passaggio dal Manchester Uni- tecnico e presidente, ricorda un l’Inter. Poi, il colpo di fulmine a United per 110 milioni. Plusva- Roggon per sfidare la Fifa che
ted alla Juventus a 19 anni a pa- Raiola alle prime armi. «Quan- Foggia dove accompagna Brian lenza da record per la Juve, com- vuole arginare il potere dei pro-
rametro zero e dalla Juventus ai do ero presidente della Lazio so- Roy. Si ferma un’estate e si inna- missioni da urlo per Mino. Per i curatori. In questa vita frenetica
Red Devils per una cifra intorno no stato uno dei primi a cono- mora di sua moglie. Ma conosce più sono eccessi immorali. Parla 6 lascia poco spazio ai lussi. A Mon-
ai 110 milioni. «Un grande capo- scerlo, faceva l’interprete quan- anche Zdenek Zeman. Con il tec- lingue, ha grandi referenti dap- tecarlo vive in un condominio e
lavoro in cui Raiola ha avuto un do arrivò Nedved. Non era anco- nico ceco confeziona l’arrivo di pertutto ma l’Italia per lui ha un riceve gli ospiti in un Hotel. Uno
ruolo importante. Il mondo del ra nell’ambito dei procuratori. A. De Laurentiis Nedved alla Lazio, un grande col- posto speciale. In Brasile acquista sfizio? La villa da 8 milioni di dol-
calcio perde un grande profes- La sua qualità era quella di meri- po, il primo di tanti. In pochi anni un piccolo club per facilitare il lari acquistata a Miami: era stata
sionista», ha aggiunto il dirigen- tarsi la fiducia dei calciatori per- Raiola diventa anche il confiden- lancio delle stelline verdeoro: se- di Al Capone, suo lontano parente
te nerazzurro. Anche Andrea ché aveva il meglio». E il meglio te di Luciano Moggi, il nemico gue le prime orme di Pato con da parte materna. L’ultimo colpo
Agnelli lo ha ricordato affettuo- adesso si stringe attorno a un giurato del Boemo. La prima vera Gilmar Veloz, ma la collaborazio- in canna? Haaland: City in pole
samente: «Non prendere in giro uomo che ha rivoluzionato il occasione è il passaggio di Ne- ne si arena presto. Mino non è uo- per il bomber del Dortmund. Una
in Paradiso, loro conoscono la modo di fare mercato. dved alla Juve nel 2001: una fuga mo di mediazioni. Si avvale di scelta che Mino dovrà delegare.
verità... Tvb, Mino». E non pote- © RIPRODUZIONE RISERVATA da Roma con l’aereo privato per professionisti affermati e le batta- © RIPRODUZIONE RISERVATA
va mancare Adriano Galliani, evitare le ire del mondo laziale. glie giuridiche vanno sempre a
ora a.d. del Monza, con il quale
ai tempi del Milan la collabora- s TEMPO DI LETTURA 5’05” Poi, nel 2004, addirittura fa una
doppietta. Per strappare Emerson
segno. Il braccio destro è il cugino
Enzo, solo negli ultimi anni ha s TEMPO DI LETTURA 4’52”
https://overpost.biz https://overday.info
16 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

IL LUTTO

MINO RAIOLA 1967-2022

UN PORTAFOGLIO CLIENTI INCREDIBILE


Che fine farà l’im

Matthijs de Ligt Erling Haaland Gigio Donnarumma Zlatan Ibrahimovic Marco Verratti
Difensore centrale olandese Attaccante norvegese del Borussia Il portiere del Psg, 23 anni, L’attaccante svedese, 40 anni, Centrocampista del Psg, 29 anni,
della Juventus, 22 anni, Dortmund, 21 anni, è (con Mbappé) ha lasciato il Milan a costo zero è a scadenza con il Milan: è uno dei punti di riferimento
è stato acquistato dall’Ajax il grande trasferimento atteso dopo essere cresciuto nel settore il suo futuro è ancora da scrivere del club parigino dove è arrivato
nel 2019 per 85,5 milioni GETTY per la prossima estate GETTY giovanile rossonero AFP AFP nel 2012 AFP

LA SUA SCUDERIA

DA DE LIGT A HAALAND, A POGBA...


LE STAR AL CENTRO DEL MERCATO
di Carlo Laudisa
sempre notizia, a prescindere
dai valori tecnici. Merito evi-
Matthijs de Ligt, legato alla Juve
sino al 2024 e con una clausola Alcuni giocatori no offerte irrinunciabili. Negli
anni Mino ha sempre puntato
che in questi anni l’appoggio
del suo super agente gli è stato
di Raiola si
@CARLOLAUDISA
dentemente della sua strategia da 125 milioni di euro. Entro la su rapporti fiduciari speciali, di grande aiuto. Un discorso a

D
trentennale, sempre impronta- prossima estate il bianconero anche senza vincoli contrattuali parte merita Mario Balotelli, ri-
ta a mettere i calciatori al centro dovrà riprogrammare il suo fu- ritrovano senza con i suoi assistiti. lanciatosi in questi mesi in Tur-
di un progetto di carriera ambi- turo e non è un passaggio da chia. Quando è stato necessario
zioso. poco. Rinnova? O dà ascolto al- guida in un L’esempio di Pogba Esem- Raiola è stato severo con lui, ma

Occhi su Haaland Ovvia-


le sirene? Sempre a Torino c’è
Moise Kean, in prestito per un
momento plare a riguardo l’unione con
Paul Pogba, mister 110 milioni.
SuperMario sa bene quante ra-
gioni avesse. Per restare in Serie

all’over 40 Ibrahimovic al ven-


mente tutte le attenzioni sono
per l’imminente cambio di ma-
altro anno con obbligo di riscat-
to. Ma la sua conferma è ancora
cruciale della Ha chiuso con il Manchester
United, ora il Polpo deve pren-
A l’armeno Mkhitaryan ha tro-
vato la sua dimensione nella
tunenne Haaland: nel mezzo glia del norvegese Erling Haa- un punto interrogativo. Invece a carriera. Come dere decisioni importanti: lui Roma di Mourinho, al contrario
c’è un mondo di talenti. Tutti
targati Raiola. È facile parlare di
land, che sembra destinato al
Manchester City. Il City lo con-
Milano hanno le valigie pronte
Stefan De Vrij sul versante Inter Donnarumma, rivorrebbe la Juve, ma Parigi
forse può fare al caso suo. Del
del messicano Lozano, destina-
to a trovare nuovi entusiasmi
impero, soprattutto se nel 2020
è stato censito un fatturato vici-
sidera suo, ma il giocatore ten-
tenna. Una clausola da 75 mi-
(Premier), mentre sulla sponda
milanista Alessio Romagnoli sta
De Vrij, Lozano resto, al Psg ci sono altri due
pezzi forti della Mino-band:
lontano da Napoli. Tra gli ju-
ventini ha bisogno di nuove
no agli 850 milioni di dollari lioni di euro e un’offerta per flirtando con la Lazio. Sempre o Gravenberch Marco Verratti e Gigio Donna- esperienze anche Luca Pellegri-
con commissioni per 85 milio- l’ingaggio da 28 milioni per un in casa nerazzurra ha superato rumma. Il centrocampista è or- ni, come l’interista Andrea Pi-
ni. secondo Forbes l’agente ita- lancio ai massimi livelli del ri- tutti gli esami l’esterno Denzel mai un punto fermo al Parco namonti cerca un’opportunità
lo-olandese è al terzo posto nel- vale di Mbappé nelle prossime Dumfries, sbarcato l’estate dei Principi mentre Gigio è fini- importante dopo la buona sta-
la graduatoria miliardaria, ma è edizioni del Pallone d’Oro. In scorsa per raccogliere la pesan- to controvento: ha appena di- gione in prestito ad Empoli. C’è
altrettanto semplice constatare questa galleria di stelle merita te eredità di Hakimi: conferma- chiarato di non temere la con- sempre tanto interesse anche
che gli uomini di Mino fanno particolari attenzioni l’olandese tissimo, a meno che non arrivi- correnza di Navas, ma è chiaro per Riccardo Calafiori, speran-

VeronaFiere

4/7 Maggio 2022


La più importante fiera al mondo di stufe,
caminetti, caldaie e cucine a legna e pellet
• Novità 2022: focus outdoor e barbecue

www.progettofuoco.com

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 17

mpero di Mino?
IL GOTHA DEGLI AGENTI

Barnett o Mendes
I BIG
Tanti campioni
guardano a loro
della Sports360 GmbH, con
di Iacopo Iandiorio
Timo Werner, Sule e Toni
ino Raiola era il n.3. Kroos, 73 milioni di incassi e

Jonathan
Barnett
M Nella classifica Forbes
degli agenti sportivi
più potenti del mondo
1,8 miliardi di contratti (ha
“tariffe” più basse), o l’italiano
Federico Pastorello e la sua P&P
inglese, 72 anni, nel 2020, e i dati non sono Sport Management, sui 30
della ICM Stellar cambiati di molto, aveva milioni di euro di commissioni:
Sports, segue davanti solo Jonathan Barnett e con lui Romelu Lukaku (l’estate
Bale, 135 milioni Jorge Mendes. Il primo inglese, scorsa venduto al Chelsea per
di euro di classe 1950, è il presidente e 115 milioni di euro) e
commissioni fondatore della ICM Stellar Bernardeschi. E poi Frank
Sports, con giocatori come Trimboli della CAA Base LTD,
Gareth Bale, lo spagnolo del con un giro di affari da 300
Chelsea Saul, il compagno milioni, e quasi 30 di guadagni,
Loftus-Cheek, nel 2020 vantava procuratore del brasiliano
contratti da oltre 1,43 miliardi dell’Everton Richarlison e del
di dollari (oltre 1,3 in euro) per sud coreano del Totteham Son.
una somma di commissioni dal O l’israeliano di base a Londra
valore di 142 milioni di dollari Pini Zahavi, manager di
Uno dei gioielli Jorge (135 milioni di euro), poco Lewandowski, di Nkunku del
Mino Raiola con Paul Mendes sopra il 10% dei trasferimenti. Lipsia, dello spagnolo Carrasco
Pogba alla festa scudetto portoghese, 56 Barnett e soci sono la seconda dell’Atletico, 320 milioni di
della Juventus della anni, padrone società di agenti sportivi più affari. Fra gli italiani da
stagione 2014-15 LAPRESSE della Gestifute di ricca al mondo, dietro a Scott segnalare anche Alessandro
CR e Mou, 850 Boras, re Mida del baseball Usa. Lucci e la sua WSA, agente di
milioni di affari Bonucci e Dzeko, Scamacca e
za romanista ora al Genoa. Che Sampdoria. Dopo qualche me- Sentite condoglianze alla famiglia Raiola per la
85 di guadagni Dom Jorge Poi c’è il Muriel, 220 milioni di affari.
ne sarà invece di Giacomo Bo- se, però, l’ala olandese sparisce tragica scomparsa dell'amico portoghese Jorge Mendes, 56
naventura a Firenze? C’è co- e rompe con Mino. Non se le Mino anni, ideatore e padrone della Dice la Fifa Secondo il report
munque un’opzione per il rin- mandano a dire. Anche perché, Oscar Damiani, Oscar junior Damiani, Cecere
Crescenzo. Gestifute, diventato ricco e della Fifa, l’Intermediaries in
novo del contratto in scadenza. si sa, l’agente Italo-olandese - Milano, 30 aprile 2022.
famoso con Cristiano Ronaldo e International Transfers del
In Olanda, invece, è pronto al preferisce sempre mettere in FC Internazionale Milano si unisce al dolore per
la scomparsa di José Mourinho, ha chiuso dicembre scorso nel 2021 i club
grande salto Ryan Gravenberch, chiaro le situazioni, anche le Mino Raiola contratti per oltre un miliardo hanno pagato 500,8 milioni di
19 anni, già nel giro della nazio- più crude. Una ricetta che alla grande procuratore e uomo di sport.- Alla famiglia di dollari in una stagione, dollari (443,4 milioni di euro)
le più sentite condoglianze da parte del club, che
nale. Nulla di più facile che Ten lunga ha dato i suoi frutti. Pren- per lui esprime un commosso ricordo. guadagnandoci sopra circa 104 di commissioni. Appena 3
- Milano, 30 aprile 2022.
Hag lo chiami allo United. Tra i diamo il caso di Rodrigo Ely, ar- Volker milioni di dollari. Con lui tanti milioni sopra le cifre del 2020,
Lancieri è a scadenza il terzino rivato al Milan nel 2015 con Mi- Juventus Football Club partecipa con profondo
cordoglio al lutto che ha colpito la famiglia Raiola Struth connazionali in passato come ma tenendo conto che il valore
destro Noussair Mazraoui, di no garante di una grande car- per la perdita del caro
tedesco, a capo Nani, Anderson, Deco, Ricardo totale dei trasferimenti si è
recente accostato al Milan. riera. Non è stato così: ora il bra- Mino Raiola della Sports360, Carvalho, Paulo Ferreira, Tiago ridotto del 14%, da 13,2 a 11
punto di riferimento del professionismo nel calcio.
siliano è all’Almeria, ancora - Torino, 1 maggio 2022. 1,8 miliardi di e Maniche, molti del Porto miliardi di euro, il mezzo Gazzetta.it
Occasioni mancate È diffi- fedele alla causa. Per quanto contratti, 30 di campione d’Europa nel 2004, e miliardo è una cifra enorme. E i Sul nostro sito
cile, comunque, indicare il nu- scomodo, per quanto contro- commissioni con poi Radamel Falcao, James club europei pagano quasi il aggiornamenti e
mero esatto dei suoi assistiti. verso, intorno a lui c’è stata tan- Werner e Kroos Rodriguez, Angel Di Maria e totale delle commissioni: per la ultime notizie di
Tra tante storie di successo, ci ta rivalità ma anche rispetto. Di Diego Costa. Mino Raiola precisione il 95,8% dei 500,8 mercato.
sono fatalmente anche le occa- sicuro quello dei suoi assistiti. viaggiava sugli 850 milioni di milioni di dollari. E poi risultati e
sioni mancate. Con le inevitabi- © RIPRODUZIONE RISERVATA affari e 85 di commissioni. © RIPRODUZIONE RISERVATA classifiche
li rotture. Un esempio? Moha- italiane e dei
med Ihattaren, arrivato a luglio
alla Juventus è subito girato alla s TEMPO DI LETTURA 3’15” Dietro gli altri E poi il
tedesco Volker Struth, a capo s TEMPO DI LETTURA 2’15” principali tornei
stranieri
https://overpost.biz https://overday.info
18 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A ANTICIPI 35ª GIORNATA

NAPOLI, GOL E RIMPIANTI


MERTENS: «SIAMO
MOLTO DELUSI»
LUCIANO: «NO,
GRANDE ANNO»
Il Napoli travolge il Sassuolo
ma i tifosi azzurri contestano
tutti. Vedute contrastanti
anche tra bomber e tecnico

Spalletti felice e is
Clic
meno mitigati alla fine per la vit- chiaro che c’è il rammarico di al- legato con la stessa tv, lo sente fica». Ma in quella domenica di
L’analisi toria. Con i soli Koulibaly e Mer-
tens che riescono alla fine a tra-
cune partite, ma queste sono sta-
te sostituite da grandi vittorie su
Spalletti che replica subito (an- follia, dopo Empoli, era stato lui
che se Mertens lascia il campo e ad assecondare la decisione di un
mutare qualche fischio in ap- campi difficili. Sono stato io che non si rende conto che parla l’al- iracondo presidente, che poi a
di Maurizio Nicita
plauso. Luciano Spalletti non ci ho parlato di scudetto per tentare lenatore). «Il campo ha detto che sua volta ha definito «arcaica»
NAPOLI
sta e sottolinea l’importanza del di alzare il livello di determina- Dries,cinquevolte sono più forti gli altri. Altrimenti quella scelta. Se poi vogliamo

R
risultato: «Giocare una partita zione dei ragazzi, per andare ol- indoppiacifrainA dica chi secondo lui è stato insuf- pensare che alla base dei sei gol
importante come quella col Sas- tre l’ostacolo». ficiente, di chi è la responsabili- rifilati al Sassuolo ci siano le due
suolo in un clima di contestazio-
Oraèaquota148 tà». Differenze di vedute, ma mi- cene “chiarificatrici” - e lo stesso
ne non lo capisco e mi dispiace La risposta di Ciro Intanto ca da poco. Perché da un’analisi Spalletti sottolinea sarcastico
per i calciatori. Deve prevalere Mertens, nell’intervista a bordo ● Dries Mertens, che con la interna seria e approfondita si «allora andiamo anche a cola-
quello che è il lavoro di tutto l’an- campo di Dazn, aveva sposato doppietta di ieri è salito a può capire cosa bisogna miglio- zione» -, allora c’è da chiedersi
no, perché avere la quasi certezza senza dubbio alcuno la delusione 148 gol col Napoli, ha rare in un futuro che è ancora perché questo tipo di intervento
iavvolgiamo il nastro e torniamo di entrare in Champions con tre dei tifosi: «Tutta la squadra è de- raggiunto un altro tutto da scrive- De Laurentiis
all’estate scorsa. Dopo lo scon- partite di anticipo non è facile. È lusa, in nove anni che sono qua traguardo: è il quarto re. Che parte non l’abbia
forto per la Champions sfumata questo è stato l’anno in cui sono azzurro a concludere il dalla certezza fatto mesi pri-
all’ultima partita, se a qualsiasi più deluso. Una volta abbiamo quinto campionato di Serie della qualifi- Tensioni ma, quando si
tifoso fosse stato detto: nel pros-
simo campionato con una golea-
SocialClub fatto 91 punti e non abbiamo vin-
to. Ma questa volta è diverso, le
A in doppia cifra dopo
Antonio Vojak, Diego
cazione in Si sentono le scorie
Champions,
parlava di scu-
detto. E qui sta
da di 6 reti al Maradona la squa- DeLaurentiisei2Ciro altre squadre non erano più forti Maradona e Lorenzo ma anche da di Empoli. Neanche la rabbia di
dra si qualificherà in Champions di noi. Certo ci sono poi Roma, Insigne. Mertens è andato bilanci da far la Champions ormai tanti tifosi,
a tre giornate dalla fine, tutti sa- Lazio, Juve, Atalanta, che sono in doppia cifra di gol quadrare che non per forza
rebbero stati disposti a firmare. dietro. Ora rialziamo la testa, an- stagionale in tutte le nove porteranno De raggiunta frena organizzati.
D’accordo, per l’aritmetica cer- diamo in Champions e speriamo annate in azzurro. Laurentiis a i malumori Resta la sensa-
tezza manca ancora un punto. che l’anno prossimo possiamo cedere diversi zione che
Già ma chi può pensare che la combattere di nuovo perché ab- giocatori. un’occasione come quella di vin-
Roma oltre a vincere quattro par- biamo un grande gruppo». Del cere quest’anno in campionato
tite consecutive (e il Napoli per- suo rinnovo non vuol parlare ma Occasione perduta Bene fa per il Napoli chissà per quanti lu-
derne tre) possa recuperare un il belga di Posillipo parla da lea- Spalletti a mettere i puntini sulle i stri non ricapiterà. Ed è un fatto
gap di ben 21 gol nella differenza der, riconosciuto dentro e fuori di una stagione dalle possibili let- difficile da negare. Questo è lo
reti (+36 contro +15)? Poteva es- dal campo: «Parlo ai tifosi. Que- ture diverse. Ma quando comin- sport e bisogna accettare, senza
sere un pomeriggio di festa inve- st’anno abbiamo sognato e sba- cia a vedere fantasmi o attacchi per forza indicare capri espiatori.
ce niente. Contestazione fuori e ● Nuovo indizio sul rinnovo in gliato tutti, ma ora non bisogna esterni si renda conto che nell’ar- Ma se al Napoli pensano che i ne-
dentro uno stadio con i soli bam- arrivo per Mertens. A fine gara, mollare, è brutto anche per noi. co dell’ultima settimana il Napoli mici sono fuori, sarà l’ennesima
bini portati dalle scuole - per il presidente De Laurentiis ha Si deve stare sempre insieme. ha fatto tutto da sé, sconcertando occasione mancata per crescere.
riempire spalti con tanti vuoti - a postato una foto con Dries Speriamo di prendere giocatori l’intero ambiente. Ancora ieri lo © RIPRODUZIONE RISERVATA
tifare candidamente, mentre “Ciro” Mertens e suo figlio Ciro forti per l’anno prossimo». Ci- stesso allenatore ha sottolineato
dalle curve partivano insulti al
presidente e ai giocatori, nem-
Romeo. «Per adesso ho fatto
un contratto a Ciro Romeo...».
ro finisce di parlare in diretta,
mentre dalla sala stampa, col-
come fosse «assurdo mandare in
ritiro una squadra terza in classi- sTEMPO DI LETTURA 3’41”

LE IMMAGINI DELLA GOLEADA

Primo gol Koulibaly Secondo gol Osimhen Terzo gol Lozano Quarto gol Mertens Quinto gol Mertens
Al 7’ il centrale sblocca la gara con Al 15’ il nigeriano svetta su un altro Al 19’ a segno il messicano che Al 21’ colpisce il belga, innescato al Al 9’ s.t. il belga firma la doppietta
un colpo di testa su corner di Insigne corner di Insigne: traversa e gol capitalizza un assist di Osimhen tiro da Mario Rui dopo una combinazione con Fabian

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 19

La partita
NAPOLI
(PT)4 R 6 1 SASSUOLO
Q0

MARIO RUI MULDUR


Il Sassuolo non gioca
INSIGNE BERARDI Gli azzurri dilagano:
sei reti senza fatica
KOULIBALY FABIAN RUIZ FRATTESI CHIRICHES

OSPINA MERTENS OSIMHEN SCAMACCA RASPADORI CONSIGLI

RRAHMANI ANGUISSA LOPEZ FERRARI


Apre Koulibaly, poi nuta la reazione del Sassuolo e
LOZANO così Mertens ruba palla a Lopez
DJURICIC
Osimhen e Lozano, (fallosamente?) e dà in verticale
DI LORENZO ROGERIO la doppietta di per Osimhen che crossa per Lo-
4-2-3-1 4-2-3-1
Mertens e il gol di zano,ingolpurelui.Edueminuti
MARCATORI: Koulibaly (N) al 7’, Osimhen (N) al 15’, Lozano (N) al 19’, Mertens
Rrahmani. Alla fine dopo ancora difesa spettatrice:
(N) al 21’ p.t.; Mertens (N) al 9’, Rrahmani (N) al 35’, Lopez (S) al 42’ s.t. Mertens si porta il pallone in area
la rete di Lopez sul destro e calcia con precisione:
4-0 e siamo solo al 21’.
NAPOLI (4-2-3-1)
Ospina; Di Lorenzo (dal 37’
53,4 46,6 SASSUOLO (4-2-3-1)
Consigli; Muldur, Chiriches NAPOLI
s.t. Zanoli), Rrahmani, (dal 1’ s.t. Ayhan), Ferrari, Dionisi cambia Passando a
Koulibaly, Mario Rui (dal Rogerio; Frattesi (dal 27’ i sarebbe da capire un 4-3-3 con Lopez basso a pro-

C
37’ s.t. Ghoulam); s.t. Magnanelli), Lopez; perché il Sassuolo ieri tezione della difesa, inserendo
Anguissa, Fabian Ruiz (dal POSSESSO % Berardi, Raspadori,
32’ s.t. Demme); Lozano Djuricic (dal 25’ p.t.
non sia sceso in cam- Henrique mezzala al posto del
(dal 32’ s.t. Politano), 8 4 Henrique); Scamacca (dal po, senza per questo trequartista Djuricic. La goleada
Mertens, Insigne; Osimhen 1’ s.t. Defrel). togliere meriti al Na- si ferma, ma solo perché fa caldo
(dal 32’ s.t. Elmas). PANCHINA: Satalino, poli che stavolta fa pesare la qua- e il Napoli non ha bisogno di alza-
PANCHINA: Meret, Pegolo, Oddei, Ciervo, lità dei propri giocatori e l’orga- re il ritmo. Nella ripresa anda-
Marfella, Malcuit, TIRI IN PORTA Peluso, Ceide, Tressoldi. nizzazione. Dionisi focalizza la mento lento e la qualità degli az-
Tuanzebe, Juan Jesus, ALLENATORE: Dionisi
causa sui primi due calci d’ango- zurri ha la meglio. Bello il trian-
Zielinski, Petagna.
ALLENATORE: Spalletti
10 9 ESPULSI nessuno
AMMONITI Lopez e Berardi lo che hanno prodotto altrettanti golo Mertens-Fabian col quale il
ESPULSI nessuno per gioco scorretto, gol in avvio. Ma se dopo 2’ Chiri- belga realizza una doppietta che
AMMONITI nessuno Frattesi per simulazione. ches manda in porta Osimhen lo porta a 148 gol. Intanto al posto
CAMBI DI SISTEMA: CAMBI DI SISTEMA: dal 25’ (che colpisce il palo) con un pas- di uno Scamacca “non pervenu-
nessuno FALLI FATTI p.t. 4-3-3 saggio-assist avventato, è segno to” entra Defrel che almeno rie-
BARICENTRO: MOLTO
BASSO 45,4 metri 543 476 BARICENTRO: MOLTO
BASSO 47,2 metri
che la concentrazione non è
quella giusta. Gli azzurri, si sa, sui
sce a far alzare il baricentro emi-
liano (suo il primo tiro dopo

solato
calci piazzati sono fra i più forti un’ora di gioco). Avanti stanca-
d’Europa, e Insigne riesce per mente fino alla chiusura del pri-
PASSAGGI RIUSCITI due volte a pennellare sulle teste mo set, siglato da Rrahmani su
di compagni per nulla contrasta- azione successiva ancora a calcio
ARBITRO: Rapuano di Rimini VAR: Dionisi ti.PrimasegnaKoulibalychenon d’angolo. C’è il tempo per il gol
NOTE: spettatori circa 20 mila, paganti e incasso non comunicato. Tiri in porta
8(+1 palo)-4. Tiri fuori 8-3. In fuorigioco 5-1. Angoli 4-3. Recuperi: p.t. 1’; s.t. 0’ ha manco bisogno di staccare al- dellabandieradiLopez,conladi-
to. Cosa che invece fa Osimhen, fesa azzurra non impeccabile.
in maniera imperiosa (ma anche ma. ni.
qui senza marcatura). Per il nige- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Diluvio di gol Festa napoletana dopo il gol di Kalidou riano gol numero 13 in campio-
Koulibaly che ha sbloccato il risultato al Maradona IPP nato eguagliando il suo record a
Lilla, due stagioni fa. Non perve- s TEMPO DI LETTURA 1’38”

TECNICO EMILIANO
LE PAGELLE
di ma.ni.
Dionisi amaro
«È stato difficile NAPOLI SASSUOLO
finire la partita»
● (nic. ber.) Alessio Dionisi e il
suo Sassuolo smarrito al
6,5 4,5
Maradona. «Non siamo 7 MERTENS IL MIGLIORE 6 DEFREL IL MIGLIORE
entrati bene in campo. Le Quando si gioca Quantomeno con
prime due reti sono arrivate a questi ritmi lui al centro
da due palle inattive, da calci bassi resta il dell’attacco il
migliore. Avvia il Sassuolo si
d’angolo, forse non era la
3-0, segna una avvicina alla
giornata giusta - ha doppietta. porta di Ospina
dichiarato il tecnico degli Presenza da e crea qualche
emiliani -. Ma non è tutto nero leader. grattacapo.
come può sembrare. Ci sono
6 OSPINA Per un’ora incrementa il 5 CONSIGLI Sembra l’orsacchiotto
meriti del Napoli e demeriti
basso numero di spettatori. Alla fine del luna park. Gli arrivano da tutte le
del Sassuolo. Sembrava che prende un gol, non per colpa sua. parti e lui non riesce a salvare nulla.
fossimo venuti a Napoli con 7 DI LORENZO Un paio di diagonali in 4,5 MULDUR Con Insigne ci capisce
poche motivazioni ma non è avvio fanno capire quanto abbia poco, fuori posizione sul 4-0.
stato così». Da Dionisi anche pesato la sua assenza. (Zanoli s.v.) 4 CHIRICHES Comincia con un
l’ammissione di un profondo 6,5 RRAHMANI Quarta rete assist per il palo di Osimhen, che si
disagio. È stata per lui la gara stagionale, meno impreciso dietro, perde poi sul gol. Disastroso.
anche se proprio in chiusura… 4,5 AYHAN Si fa prendere in mezzo
più problematica sulla 6,5 KOULIBALY Sblocca la partita e sul 5-0, spesso in ritardo.
panchina del Sassuolo? il suo gol mette tutto in discesa. 5 FERRARI Della difesa ballerina è
«Penso di sì, c’è stata una Sempre in anticipo sugli attaccanti. quello che fa minori danni.
netta disparità come mai non 6 MARIO RUI Berardi è avversario 4,5 ROGERIO Lozano se lo perde più
era accaduto. È stato rognoso e nel finale gli scappa qualche volte e anche con Politano soffre.
davvero difficile finire la volta. (Ghoulam s.v.) 5 FRATTESI Una buona verticale in
6,5 ANGUISSA Cerniera precisa e avvio che Scamacca non capisce.
partita. Non ho nulla da tempestiva, favorita da avversari lenti “Colpevole” sul 4-0. E anche nervoso.
rimproverare alla squadra. e prevedibili. 5 MAGNANELLI Entra nel finale e si
Ora però alziamo la testa e 6 FABIAN RUIZ Lo spagnolo è in distingue per un tiro da fuori sballato.
guardiamo avanti». ripresa, bello l’assist a Mertens, ma 5,5 LOPEZ Non riesce a far girare la
© RIPRODUZIONE RISERVATA poco altro. (Demme s.v.) squadra. Mezzo voto in più per il gol.
6,5 LOZANO Gli mancava il gol da 5,5 BERARDI Nella ripresa prova a
gennaio e sicuramente lo aiuta. Dà creare. Sua l’iniziativa che porta al gol.
profondità all’azione. (Politano s.v.) 4 RASPADORI Non dà problemi né
6,5 INSIGNE Due assist dalla da sottopunta, né da esterno.
bandierina per indirizzare la partita. 4,5 DJURICIC Pochi minuti anonimi,
Ha più gamba di tutti. sacrificato per il cambio di sistema.
6,5 OSIMHEN Si presenta con un 5 HENRIQUE Si mette mezzala
palo, poi segna ancora di testa. Ma può sinistra per dare più ordine. Scarsi
fare di più e Spalletti giustamente lo risultati.
rimprovera. (Elmas s.v.). 4 SCAMACCA Pochi palloni giocabili
6 ALL. SPALLETTI Squadra e sfruttati abbastanza male...
ordinata e sul pezzo. Ma questo set 4,5 ALL. DIONISI Se una squadra
non può fare primavera e lo sa non scende in campo, l’allenatore è
benissimo. In copertura qualche responsabile. Anche se cerca di
sbavatura. sistemare in corsa.

G L I A R B I T R I
di Matteo Dalla Vite

Sesto gol Rrahmani 6,5 RAPUANO (Arbitro) Gara facile: nella quale, però, riesce a sbagliare due cose.
C’è fallo di Mertens su Lopez quando nasce il 3-0. Mario Rui-Frattesi: né rigore né
Al 35’ s.t. il difensore conclude la giallo al neroverde (come invece sanzionato) 6,5 MOKHTAR 6,5 FIORE (Assist.)
goleada con un tocco in area
https://overpost.biz https://overday.info
20 D O M E NI CA 1 M AG GI O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A 35a GIORNATA

ALLEGRI INSEGUE PIRLO


E SE CALA IL POKER
PUÒ CHIUDERE TERZO
Col Venezia parte la volata: il livornese non può superare
i 78 punti della scorsa stagione ma può piazzarsi meglio
I NUMERI

16
Presente e passato
della Signora
Massimiliano Allegri, 54 anni, è
tornato quest’estate alla guida
le vittorie della Juventus; accanto Andrea
della Juve Pirlo, 42, ex giocatore
contro il bianconero che ha allenato la
Venezia in Serie Signora nella stagione 2020-21,
A. La Juve, chiudendo al quarto posto
assieme al ANSA/AFP
Milan, è la
squadra che ha
battuto il
Venezia per il
maggior numero
di volte nel

Juve al Max per il


massimo
campionato

8
le sconfitte
consecutive
del Venezia.
Nella sua storia
la squadra
arancio-
neroverde non
ha mai ottenuto zia e poi Genoa, Lazio e Fiorenti- Livorno naviga in acque placide e re tanti anni sulla stessa panchi- stati da situazioni di svantaggio a
di Fabiana Della Valle
più sconfitte na Max arriverebbe a 78 come sicure. Programmazione è la pa- na può essere un vantaggio per testimoniare che Madama ha ri-
TORINO
consecutive in Andrea Pirlo, che acciuffò la rola d’ordine del nuovo corso tutti. Con la Juve abbiamo lavora- trovato lo spirito bianconero. La coppia

Q
Serie A nel Champions all’ultima giornata bianconero, per il quale que- to bene, anche cercando di valu- Max è considerato da Agnelli cerca gol
corso di una ma non gli bastò per non essere st’anno sono state gettate solide tare gli errori fatti. Siamo sulla l’uomo giusto per far crescere Alvaro Morata,
singola stagione. esonerato. fondamenta per il futuro. «La Ju- buona strada, anche se non lotta- questa squadra, che con i dovuti 29 anni,
ve negli ultimi anni ha vinto tan- re per lo scudetto mi fa girare pa- innesti già dall’anno prossimo attaccante
Progetto a lungo termine I to ed è stata molto brava in Euro- recchio le scatole». può tornare a competere per lo spagnolo,
punti (e i trofei) però non raccon- pa - ha spiegato Max -. Quest’an- scudetto. festeggia con
tano del tutto una stagione, que- no abbiamo messo una buona Progressi e solidità Il club ha Dusan Vlahovic,
uattro è il numero del giorno. sto è ciò che pensa la dirigenza base e dobbiamo essere pronti fiducia nel tecnico (come dimo- Caccia al Napoli Allegri non 22, centravanti
Quattro come le partite che man- bianconera, che non ha mai avu- per l’anno prossimo. In Italia si stra anche il lungo - 4 anni - e ric- può superare Pirlo come punti serbo. Max
cano alla fine del campionato e to dubbi sulla permanenza di Al- tende a buttare giù gli allenatori co contratto) e vede dei progressi ma come piazzamento sì, scaval- Allegri si
come i punti che servono alla Ju- legri, neanche quando il quarto dallaseraallamattina,invecesta- che non erano così evidenti nello cando il Napoli: «Arrivare terzi affiderà a loro
ventus per raggiungere matema- posto era seriamente a rischio. Il stesso periodo della stagione pre- avrebbe un grande significato due in attacco
ticamente il quarto posto. Sfu- motivo lo ha spiegato Andrea cedente. La squadra non ha an- perché se non sbaglio noi siamo per battere il
mato lo scudetto, l’ossessione di Agnelli qualche giorno fa: «C’è JUVENTUS 4-4-2 cora un gioco (e questo sarà un stati anche decimi e a gennaio Venezia
Massimiliano Allegri è diventata un progetto di lungo periodo, sa- n VENEZIA 4-3-3 elemento di riflessione per la eravamo in una brutta posizione. AFP
l’Europa delle big per la prossima pevamo che quest’anno sarebbe n prossima stagione) però dopo Poi abbiamo fatto un gran lavoro
stagione, perché va bene essere stato difficile e avere rimpianti OGGI a Torino ore 12.30 STADIO l’avvio shock ha trovato solidità e e una bella rincorsa. Il Napoli fino
usciti troppo presto dalla lotta per la vittoria finale è di buon au- Juventus Stadium ARBITRO Prontera continuità. Il confronto numeri- a poco fa si giocava lo scudetto,
ASSISTENTI Di Iorio-Lombardo
scudetto per colpa di una falsa spicio per il futuro». Parole ap- IV° UOMO Marcenaro VAR Mazzoleni
co racconta che Pirlo a questo vediamo se riusciamo a prender-
partenza (sebbene una vittoria prezzate dall’allenatore, che AVAR Di Vuolo TV Dazn, Sky 202 e 213 punto della stagione aveva 3 pun- lo.Intantoconsolidiamoilquarto
con l’Inter avrebbe potuto riapri- l’estate scorsa è stato scelto da ti in più, più gol fatti (67 reti con- posto». Mancano quattro partire
re i giochi), ma restare fuori dalle Agnelli per riaprire un ciclo vin- 1 tro 52) e una rete subita in più, alla fine della A e servono quattro
SZCZESNY
prime quattro con questa rosa sa- cente e si è sempre detto in sinto- però aveva anche Cristiano Ro- punti per la matematica certezza
rebbe un delitto, oltre che un gra- nia coi progetti del club. Ecco 6 19 4 17 naldo, mentre Max ha avuto della Champions e quattro vitto-
ve danno per i conti del club. perché, pur ottenendo meno del DANILO BONUCCI DE LIGT LU. PELLEGRINI Vlahovic solo a gennaio. La Juve rie per eguagliare Pirlo.
Quattro sono pure le vittorie che Maestro — che oltre al quarto po- 20 28 47 25 di Allegri ha fatto un salto nel gi- © RIPRODUZIONE RISERVATA
servono al tecnico bianconero sto ha sollevato due trofei, men- BERNARDESCHI ZAKARIA MIRETTI RABIOT rone di ritorno, infilando insieme
per non fare peggio del suo pre-
decessore: battendo oggi il Vene-
tre Allegri al massimo può vince-
re la Coppa Italia — il timoniere di
7
VLAHOVIC
9
MORATA
al Milan più punti di tutti (32), e
poi ci sono quei 12 punti conqui- s TEMPO DI LETTURA 3’18”

77 14 10
IL VENEZIA OKEREKE HENRY ARAMU OGGI IN DIRETTA SU LA7D
21 5 33
CUISANCE VACCA CRNIGOJ
Soncin non esclude il miracolo 55 32 31 44 Coppa donne: la Roma è in finale
«Per noi ci sono ancora 5 gare» La Juve con il Milan parte dal 6-1
HAPS CECCARONI CALDARA AMPADU
1
MAENPAA
● Il Venezia, chiusa l’era Otto sconfitte consecutive alle PANCHINA 36 Perin, 23 Pinsoglio, 3 ● (g.sae.) Serie A ferma per il Fiorentina. Per il Milan di
Zanetti, riparte dal Andrea spalle, il traumatico e inatteso Chiellini, 24 Rugani, 12 Alex Sandro, 45 De ritorno delle semifinali di Ganz, occasione per chiudere
Winter, 5 Arthur, 46 Soulé, 38 Aké, 18 Kean,
Soncin, cinque partite per un esonero di Zanetti, il Venezia si 10 Dybala ALL. Allegri
Coppa Italia. Dopo il 6-1 con una vittoria una stagione
“miracolo”. «Serve una svolta presenta a Torino con il BALLOTT. Lu. Pellegrini-Alex Sandro 60- dell’andata, oggi alle 12 in chiaroscuro. Una sfida,
- ha spiegato l’allenatore recupero di Vacca a 40%, Bernardeschi-Dybala 60-40%, Morata- (diretta La7d) contro il Milan quella contro la Signora, che
promosso dalla Primavera -, centrocampo, i rientri di Haps Kean 70-30% DIFFIDATI Rabiot, Vlahovic, per la Juve sarà una si replicherà nell’ultima
Kean SQUAL. nessuno INDISP. Chiesa,
ho visto la squadra e Kiyine dalla squalifica, ma ha Kaio Jorge (stagione finita), McKennie,
formalità raggiungere la giornata di campionato.
determinata. Ci aspetta un perso fino al termine della Locatelli (15), Cuadrado (10), De Sciglio (7) Roma nella finale che si Gazzetta.it
compito complicato, ma ci sono stagione Modolo. Così al centro disputerà il 22 maggio allo Roma ok Intanto ieri la Segui Juventus-
ancora 5 partite e l’obiettivo è della difesa Caldara PANCHINA 34 Bertinato, 19 Ullmann, 30 stadio Mazza di Ferrara. Le Roma, detentrice del trofeo, Venezia sul
Svoboda, 37 Mateju, 8 Tessmann, 16
quello di arrivare all’ultimo affiancherà Ceccaroni con la bianconere guidate da ha battuto nuovamente nostro sito:
Fiordilino, 23 Kiyine, 27 Busio, 9 Nsame, 11
incontro con il Cagliari avendo possibilità che Soncin schieri il Sigurdsson, 17 Johnsen, 20 Nani ALL. Montemurro sono a un passo l’Empoli dopo l’1-0 dell’andata cronaca,
ancora una possibilità per jolly Ampadu sull’out difensivo Soncin BALLOTT. Caldara-Svoboda 60- dal centrare la sesta finale in e si è qualificata per la finale. pagelle, le
salvarci. Affrontiamo una a destra. 40%, Aramu-Johnsen 55-45% SQUAL. cinque stagioni, la seconda Il 2-0 per le giallorosse è stato dichiarazioni
nessuno DIFFIDATI Caldara, Vacca,
squadra di primissimo livello, Michele Contessa Okereke INDISP. Lezzerini (3 mesi),
della competizione dopo firmato dalla difesa grazie alle post gara e tanti
servono coraggio e fiducia». © RIPRODUZIONE RISERVATA Modolo (6 settimane), Romero (1 mese), quella vinta nel 2019 contro la reti di Soffia e Bartoli. approfondimenti
Ebuehi (7 giorni) interressanti

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 21

Il difensore oggi compie 35 anni

Continuità Bonucci
ventus, Bonucci se n’è andato e
quindi il conteggio si è azzerato.
Se vuole la fascia la compri e vada
a giocare in piazza con quella»,

Compleanno da leader
aveva spiegato Allegri a inizio sta-
gione, anche se poi in realtà Bo-
nucci era scivolato solo al terzo
posto, dietro a Dybala, e gli è già

e pilastro del futuro


capitato di avere la fascia in que-
sta stagione. Leo non era conten-
to ma aveva accettato senza fare
unplissé:«Eraunabattutaeciho
riso su — commentò il difensore
Se Chiellini —. Sono uno dei leader e so ciò
che posso dare in campo e nello
lascerà, la fascia spogliatoio per la figura che ho.
da capitano può Fascia o non fascia, Allegri sa che
può sempre contare di me».
diventare sua,
unico reduce del Capitano aggiunto Con i fatti
Bonucci ha dimostrato di essere
ciclo dei 9 scudetti un capitano aggiunto: la fascia si
può comprare al mercato, la lea-
dership no e Leo ce l’ha dentro da
di Fabiana Della Valle
sempre,unitaalfortesensodiap-
TORINO
partenenza alla Signora (quello
uando arrivò alla Ju- che lo ha spinto a tornare a “casa”

Q
ventus, Leonardo Bo- dopo l’anno al Milan) e al Dna
nucci aveva 23 anni e bianconero. Uno che lotta e si sa-
un buon campionato crifica sempre, esempio e guida
inAcolBarisullespal- per i giovani. E’ stata un’annata
le. E’ partito tra i fischi (che non complicata per colpa degli infor-
dimenticherà mai) e con due set- tuni (oggi sarà la trentesima sta-
timi posti per costruirci sopra gionale, di cui 21 in A) ma proprio
una carriera piena di successi: 8 Centrale Leonardo Bonucci, 35 anni, capitano in Coppa con il Villarreal GETTY nelle difficoltà Allegri ha avuto la
scudetti, 4 Coppe Italia e 5 Super- conferma della sua importanza.
coppe Italiane. Oggi LB19 festeg- perché dopo essere tornato a fare simbolo della continuità. Chiello Bonucci ha giocato più volte pur
gerà il suo 35esimo compleanno il vice con Sarri e Pirlo Allegri gli lascerà l’azzurro di sicuro ma non essendo al top per far fronte

podio
al centro della difesa e molto pro- aveva messo davanti Dybala, ma non ha ancora sciolto i dubbi sul all’emergenzaeAllegrilohapub-
babilmente con quella fascia che potrebbe chiudersi con la succes- futuro in bianco e nero: gli exit blicamenteringraziato.Oraiguai
a breve potrebbe diventare sua. sione al trono di Re Giorgio. poll lo danno più vicino alla Mls fisici sono alle spalle e Leo vuole
Senza capitan Chiellini e con il che alla A e se così sarà Leo pren- godersi il finale di stagione. Alla
vice Dybala candidato alla pan- Nuovo corso e fascia Così il derà il suo posto nell’Italia e con Juve è diventato uomo e a 35 anni
china i gradi toccheranno a Leo, dispiacere per l’addio della suo molta probabilità anche nella Ju- è pronto per un nuovo ciclo con
anche se in realtà lui non smette completamento in campo, con ventus, dove diventerà l’unico re- ancora più responsabilità.
mai di essere un punto di riferi- cui ha condiviso i successi bian- duce del glorioso ciclo dei 9 scu- © RIPRODUZIONE RISERVATA

mento, neanche quando sta fuo- coneri ma anche quelli in Nazio- detti di fila. «Il capitano e il vice
ri. La stagione di Bonucci era ini-
ziata con con un declassamento,
nale, sarà mitigato dall’orgoglio
diereditarneilruoloediventareil
capitano vengono decisi in base
agli anni di permanenza nella Ju- s TEMPO DI LETTURA 2’39”

Le scelte del tecnico

Esordio per Miretti


Morata con Vlahovic
Il dubbio è Dybala
Allegri pensa a un
4-4-2 con il baby
centrocampista
titolare, Danilo
terzino, la Joya
verso la panchina

TORINO

a lista degli infortuna-

L
ti è ancora lunga: out
Cuadrado e De Sciglio
oltre ai già noti Mc-
Kennie, Locatelli,
Chiesa e Kaio Jorge e Danilo che Debutto Fabio Miretti, 18 anni,
non è al top. «Avrebbe bisogno di centrocampista dell’Under 23 GETTY
riposaremadevegiocare»,diceil
tecnico del brasiliano, che ha un lo ha segnato il gol numero 114
problema al piede ma non può con la maglia della Juventus e
fermarsi a causa dell’emergenza punta ad agganciare Robi Baggio
terzini. Danilo tornerà in difesa, a 115 nella classifica dei migliori
lasciando però un buco a centro- marcatori bianconeri di sempre,
campo, dove gli unici due bian- potrebbe partire dalla panchina,
coneri di ruolo disponibili sono lasciando spazio alla coppia d’at-
Zakaria e Rabiot, con Arthur re- tacco Vlahovic-Morata.
cuperato per la panchina.
Infortuni nella norma Tor-
Miretti sì, Dybala ni Più che nando agli infortuni, che in que-
a una median a due però Allegri sta stagione hanno complicato
sta pensando all’inserimento del non poco i piani della Juventus,
baby Fabio Miretti, qualche mi- Allegri non vede particolari criti-
nuto qua e là ma ancora nessuna cità: «Io credo che gli infortuni
partita da titolare in questa sta- muscolari siano nella media,
gione. Centrocampista, più mez- quelli lunghi sono stati i trauma-
zala che regista, contro il Venezia tici. Anche Danilo, che è stato
dovrebbe fare coppia con Zakaria fuori due mesi, si è strappato do-
nel 4-4-2, con Rabiot dirottato po una botta presa a Roma».
sulla fascia sinistra nel solito 4- f.d.v.
4-2 “storto”. L’altra novità rispet- © RIPRODUZIONE RISERVATA

to alle previsioni della vigilia po-


trebbe riguardare Paulo Dybala:
l’argentino, che contro il Sassuo- s TEMPO DI LETTURA 1’15”
https://overpost.biz https://overday.info
22 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 23

SERIE A 35a GIORNATA

La Roma si sdoppia
ROMA 3-4-2-1
n BOLOGNA 3-5-2
n
OGGI Ore 20.45 STADIO Olimpico

Via alle staffette


ARBITRO Fabbri ASSISTENTI
Raspollini-Di Gioia IV Camplone VAR
Piccinini AVAR Alassio TV Dazn
INTERNET www.gazzetta.it

per i sogni di Coppa


RUI PATRICIO
23 3 24
MANCINI IBANEZ KUMBULLA
15 4 17 92
MAITLAND- CRISTANTE VERETOUT EL SHAARAWY
NILES
64 7
FELIX PELLEGRINI

Testa al Leicester, così col Bologna pronti


9
ABRAHAM
99 9

Kumbulla, Felix, Shomurodov ed Elsha BARROW


SORIANO
ARNAUTOVIC
SVANBERG
3 21 30 32 29
HICKEY SCHOUTEN DE SILVESTRI
La volata per Europa e Conference League 6
THEATE
17 5
MEDEL SOUMAORO
28
35ª 36ª 37ª 38ª SKORUPSKI
PANCHINA 83 Fuzato, 6 Smalling, 2
Karsdorp, 37 Spinazzola, 5 Viña, 52 Bove,
LAZIO
59 Zalewski, 42 Diawara, 62 Volpato, 11

59 PUNTI SPEZIA 3-4 Sampdoria JUVENTUS Verona
Perez, 22 Zaniolo, 14 Shomurodov ALL.
Mourinho BALL. Maitland-Karsdorp 60-
40%, El Shaarawy-Viña 60-40%, Felix-
Perez-Zaniolo 40-30-30%, Abraham-
ROMA Shomurodov 60-40% SQUAL. Oliveira (1)

58
DIFF. Cristante e Abraham INDISP.
Mkhitaryan (20 g.) ALTRI Santon,
PUNTI Bologna FIORENTINA Venezia TORINO
Darboe

FIORENTINA PANCHINA 22 Bardi, 15 Mbaye, 71


7ª Kasius, 4 Bonifazi, 2 Binks, 14 Viola, 20

56 PUNTI MILAN Roma SAMPDORIA Juventus


Aebischer, 8 Dominguez, 7 Orsolini, 10
Sansone, 19 Santander, 55 Vignato. ALL.
Tanjga BALL. Svanberg-Dominguez 55-
ATALANTA 45%, Barrow-Sansone 55-45% SQUALIF.
nessuno DIFF. Soriano. INDISP.

55 PUNTI Salernitana SPEZIA MILAN Empoli
Kingsley (7 g.), Dijks (15 g.).

Con la Juve quarta virtualmente, anche se non aritmeticamente e in Champions, e dato che le finaliste di Coppa Italia sono già
qualificate nel trofeo più prestigioso, all’Europa League approderanno quinta e sesta classificata, la settima in Conference League.
Se La Roma vincesse la Conference senza arrivare nelle prime sei, l’Italia avrebbe 3 squadre in Europa League e nessuna in Conference
In MAIUSCOLO le partite in trasferta
GDS Strategie José Mourinho, 59 anni, penserà anche al match col Leicester EPA

Clic
to il cuore sintonizzati sulla sfida proprio nella ripresa, quando – a anche se il centrocampista az- Occhio comunque anche a Sho-
di Massimo Cecchini
di giovedì prossimo contro il oltre dieci mesi dal suo infortu- zurro è diffidato e all’orizzonte murodov. L’uzbeko, dopo aver
ROMA
Leicester, che deciderà l’ingresso nio – dovrebbe tornare in campo incombe la sfida contro la Fio- trovato spazio a San Siro contro
ilocazione. Secondo il o meno dei giallorossi alla finale Leonardo Spinazzola, reduce rentina, che potrebbe essere de- l’Inter (suo l’assist per il gol di

B
dizionario Treccani di Conference League. dalla rottura del tendine d’achil- cisiva in chiave quinto posto (e Mkhitaryan), ha la fisicità e la
significa: «Simulta- le. Notizia ottima per la Roma, Conference a Mou non solo). Così non è escluso che velocità giusta per dare fastidio
nea presenza di un Spina e Kumbulla Con que- ma anche per la Nazionale, che il e Roma settima? in mediana possa toccare a Pe- alla difesa del Bologna e, nello
medesimo corpo ste premesse, davanti a un Olim- terzino ha lasciato da vero leader rez, anche se in un ruolo non stesso tempo, a regalare minuti
umano in due luoghi diversi». pico esaurito, non sorprende che azzurro. Sempre restando sulle
Tre italiane in EL suo. Comunque, soprattutto se di riposo a tanti. Una cosa è cer-
Accadeva ai grandi santi della José Mourinho pensi a un robu- fasce, non è escluso che si riveda la partita si incanalasse nel mi- ta: oltre al turnover servirà an-
storia, ma a volte può accadere – sto turnover per gestire al meglio Maitland-Niles al posto di Kars- ● Se la Roma non gliore dei modi, è possibile che a che tanta concentrazione. Per-
in modo assai più profano – an- le energie, nonostante la forma- dorp, che sarà indispensabile in arrivasse nelle prime sei partita in corso si possa rivedere ché il Bologna vorrebbe regalare
che ai ragazzi del calcio. Per in- zione rossoblù ci stia prendendo Coppa, mentre a sinistra ripose- del campionato, ma in campo anche il baby Bove, un’altra gioia a Mihajlovic.
formazioni chiedere alla Roma, gusto a giocare scherzetti alle rà il baby Zalewski per dare spa- riuscisse ad alzare la utile a far rifiatare qualche big. © RIPRODUZIONE RISERVATA

che stasera giocherà con il corpo grandi. Intendiamoci, Mourinho zio a uno fra El Shaarawy (per coppa della Conference
contro il Bologna, però avendo
gran parte della testa e quasi tut-
ha chiesto ai suoi grande con-
centrazione. Eppure, nonostan-
una formazione a trazione ante-
riore) e Viña.
League nella finale di
Tirana, l’Italia l’anno
Felix e Shomurodov È deli-
cato anche il discorso relativo al- s TEMPO DI LETTURA 3’15”

te tutto, ci saranno innesti nuovi prossimo avrebbe un l’attacco. Per il gran lavoro fatto
fra i titolari, mentre di sicuro ar- Ciao Micki, idea Perez Più posto in più in Europa in copertura a Leicester, sia
IL NUMERO riveranno le cinque sostituzioni
destinate a cambiare il volto del-
problemi ci saranno a centro-
campo, visto la contemporanea
League. Oltre ai giallorossi
(che accederebbero
Abraham che Zaniolo sono de-
scritti stanchi. Perciò sembra
IL NUMERO

3 13
la squadra. Davanti infatti a Rui assenza di Mkhitaryan per in- direttamente alla fase a molto difficile che giochino en-
Patricio, che è il portiere più uti- fortunio e Oliveira per squalifi- gruppi) andrebbero in trambi, visto l’impegno che li at-
lizzato del campionato, comin- ca. L’armeno, che ha riportato Europa League anche la tende giovedì. Più probabile che
cerà a cambiare anche la difesa. una lesione al flessore della co- quinta e la sesta del in avvio il turno di riposo tocchi
Turno di riposo sicuro per Smal- scia destra, rimarrà fuori per campionato. L’Italia quindi all’azzurro, perché all’inglese
ling, uscito peraltro malconcio al una ventina di giorni, focaliz- non avrebbe squadre Mourinho rinuncia sempre mal-
i punti in più che la squadra naso dalla sfida di Coppa, e spa- zando il suo recupero sulla even- nella Conference League volentieri. Perciò, per sostituire le partite giocate finora in
giallorossa vanta rispetto allo zio quindi dall’inizio a Kumbul- tuale finale di Conference in del 2022-2023, ma ben tre Nicolò si giocano il posto lo stes- Conference League dalla squadra
scorso campionato. Nel 2020-21 la la, cosa che proietterà Ibanez al programma a Tirana il 25 mag- nella manifestazione so Perez (stavolta nel suo ruolo) giallorossa allenata da Mourinho. Il
Roma, settima in A, era arrivata in centro del reparto. La cosa più gio. Così sulla carta dovrebbe “superiore”. oppure Felix, che in genere è sta- bilancio finora è di 8 vittorie, 3
semifinale di Europa League bella, però, potrebbe arrivare toccare a Cristante e Veretout, to il cambio naturale di Zaniolo. pareggi e 2 sconfitte

Qui Bologna

Ecco Mou dopo Juve e Inter: Arnautovic vuole il... triplete


In gol contro bianconeri e nerazzurri, sione, sfrontatezza sulla quale la-
vorare. L’accostamento era chia-
Chat, orologio Oggi Arna è un
uomo, con famiglia perfetta, con
orologio: «Marko è geniale - dis-
sepoiJosè-.Dopotantiritardisiè
il n°9 ritrova il suo primo tecnico in A ro: l’Inter aveva appena curriculum variopinto e rivedere presentato all’allenamento con
«Ho ancora l’orologio che mi regalò» “scambiato”, con soldi, Ibrahi-
movic con Eto’o e Arnautovic era
Mou resta e resterà sempre una
cosa non banale. «Con i giocatori
addirittura cinque ore d’antici-
po...».OggiArna,13gol,40punti
to letale gioca per il tris: dopo Ju- il ragazzo talentuoso che in giro di quel 2010 abbiamo sempre sui 42 totali con lui dal 1’, uscito
di Matteo Dalla Vite
ve e Inter mette nel mirino la Ro- perl’Europaassomigliavadipiùa una chat - ha detto Arna -, con coi crampi mercoledì (ma al 99%
INVIATO A CASTELDEBOLE
ma (un personalissimo... triple- Zlatan. Mou (pieno di campioni Mourinho ci siamo anche sentiti. ci sarà) punta un altro bersaglio
i erano visti anche al- te) del tecnico che lo allenò per la che fecero l’impresa) poco alla L’orologio che mi regalò? E’ da grosso: le “big” ora tremano, quel

S
l’andata. Ma, agonisti- prima volta in Italia e che oggi ve- volta sperava di potergli dare mia madre…». Le cronache rac- bambinone interista ora è un
camente parlando, drà un giocatore molto diverso. quello spazio mai arrivato. Ma... contano che poco dopo esser sta- “santino” bolognese. Il duo De
per soli 17’ perché poi «Ero come un bambino al Luna to messo fuori squadra per un ri- Leo-Tanjga (con Sinisa da remo-
Marko uscì per infor- Simil-Ibra L’aneddotica fra Jo- Park, pensavo a divertirmi, per la tardo ad una riunione tecnica, to) tenta la sesta gara di fila (dopo
tunio. Oggi sarà diverso. Perché sé Mourinho e Marko Arnautovic prima volta in una grande città, ai Marko decise di non farsi più tro- Milan, Samp, Juve, Udinese, In-
stasera Marko Arnautovic rivede è lunga. Mourinho lo accolse nel- macchinoni» disse. In A giocò 3 vare in difetto. Così, sbagliando ter) senza ko: «Sinisa? Lo voglia-
José Mourinho da giocatore che l’Inter che poi fece il Triplete, il gare (spezzoni), visse il derby per eccesso, si presentò la matti- mo con noi al più presto» dice De
la Serie A se l’è presa tutta appa- comparto di mercato (Branca in (quello… Primavera), legò con na ad Appiano Gentile per l’alle- Leo. Intanto, guida Arnautovic.
recchiando 13 gol e uno spessore primis) aveva visto quel talento Balotelli e insomma «non potrò namento quando in realtà l’agen- © RIPRODUZIONE RISERVATA

caratteriale/tecnico che Mou - 12 austriaco con carattere serbo rea- mai dire di aver vinto il Triplete: da recitava che la seduta sarebbe
anni fa - poté più parcheggiare
che far sgommare. L’Arna torna-
lizzare 12 gol nel Twente e soprat-
tutto con fare pieno di classe, vi-
sì, c’ero, ma nell’Inter più che
giocare mi sono allenato». Bomber Marko Arnautovic LAPRESSE
stata al pomeriggio. Mourinho il
giorno dopo si presentò con un s TEMPO DI LETTURA 1’45”
https://overpost.biz https://overday.info
24 D O M E NI CA 1 M AG GI O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 25

SERIE A 35a GIORNATA

ATALANTA (3-4-1-2)
I SUOI “PRETORIANI” n SALERNITANA (3-5-2)
n
DOMANI ore 20.45 STADIO Gewiss
ARBITRO Guida di Torre Annunziata
ASS. Berti-Mastrodonato IV Santoro
VAR Di Paolo AVAR Tegoni TV Dazn e Sky
PREZZI 16-120 euro ANDATA 1-0

1
MUSSO
2 28 6
Toloi Palomino Hateboer De Roon Freuler Pasalic Zapata TOLOI DEMIRAL PALOMINO
Con Gasperini È arrivato Acquistato dalla È allenato Con Gasperini È arrivato Acquistato 33 15 11 77
sin dal primo all’Atalanta Dea nel gennaio dal Gasp dalla sin dal primo a Bergamo dall’Atalanta HATEBOER DE ROON FREULER ZAPPACOSTA
anno, il 2016-17 nel 2017-18 del 2017 stagione 2017-18 anno, il 2016-17 nell’estate 2018 nel 2018-19 88
PASALIC
9 91

Da Toloi a Freuler
MURIEL ZAPATA
9 11
BONAZZOLI DJURIC
RUGGERI BOHINEN MAZZOCCHI
3 13 15 18 30
EDERSON L.COULIBALY

L’Europa del Gasp


19 17 23
RANIERI FAZIO GYOMBER
55
SEPE
PANCHINA 57 Sportiello, 53 Sassi,

passa dai senatori


46 Cittadini, 42 Scalvini, 19 Djimsiti,
3 Maehle, 32 Pessina, 7 Koopmeiners,
20 Mihaila, 59 Miranchuk, 18 Malinovskyi,
10 Boga ALLENATORE Gasperini
BALLOTTAGGI Toloi-Scalvini 55-45%,
Pasalic-Koopmeiners 65-35%
SQUAL. nessuno DIFFIDATI nessuno
INDISPONIBILI Ilicic, Rossi e Pezzella

Alta fedeltà Dea


PANCHINA 72 Belec, 21 Zortea, 5 Veseli,
31 Gagliolo, 25 Dragusin, 14 Di Tacchio,
20 Kastanos, 28 Capezzi, 7 Ribery,
10 Verdi, 87 Mikael, 88 Perotti ALL. Nicola
BALL. L. Coulibaly-Kastanos 60-40%,
Ruggeri-Zortea 60-40%, Bonazzoli-Verdi
60-40% SQUAL. nessuno DIFF. Kastanos,
Obi, Ranieri INDISP. Obi e Radovanovic

di Marco Guidi Il tecnico addirittura dal 2016...). nelle ultime due con Venezia e
Torino), mentre in attacco con-
sti anni, che era venuta a man-
care nei primi mesi del 2022,
@MARCOGUIDI13

uando si va in guer-
dell’Atalanta Vecchia guardia Non è una
scelta del momento, anzi è as-
ferma per il duo colombiano
Muriel (arrivato a Bergamo nel
Guida
nerazzurra
almeno in campionato. La Dea
ha poi uno score invidiabile
con i più esperti
Q
ra, è bene portarsi sai probabile che Gasperini 2019) e Zapata (con Gasp dal Gian Piero contro le neopromosse: otto
con sé armate fedeli
e fidate. Soldati con i per la volata cambi ben poco nelle partite
che chiuderanno la stagione.
2018). Gasperini, 64
anni, allena la
vittorie consecutive, sei delle
quali segnando almeno tre reti.
quali si sono com- finale che vale La speranza è che i gladiatori di Il mercato in panca E gli Dea dall’annata Salernitana avvisata, anche se i
IL NUMERO battute (e spesso vinte...) innu-
merevoli battaglie. Gian Piero un posto
sempre diano compattezza a
una squadra che ha faticato
esclusi? Solo il secondo portie-
re Sportiello e Djimsiti (disa-
2016-17: è stato
il primo
campani nel ritorno stanno
viaggiando allo stesso ritmo

8
Gasperini forse avrà letto Sun tremendamente a trovare con- stroso contro il Toro) sono stati dell’Atalanta: 17 punti per en-
Tzu, forse no, ma contro la Sa- nelle Coppe tinuità di risultati nel 2022. Un allenati da Gasperini più di due
allenatore
dell’Atalanta trambe. E hanno complicato le
lernitana, una sfida quasi da filotto di quattro vittorie vor- anni e mezzo. Della vecchia ad aver cose ai nerazzurri già nella par-

Clic
dentro fuori per la sua Atalanta rebbe, però, dire quasi certa- guardia sarebbe anche Ilicic, conquistato la tita d’andata, quando solo
Le vittorie nella missione per l’Europa, mente Europa e molto proba- sempre indisponibile. Mentre i qualificazione in un’invenzione di Ilicic, trasfor-
consecutive pare essersi deciso a puntare bilmente Europa League (ma vari Maehle, Pessina, Koop- Champions GETTY mata in gol da Zapata, consentì
dell’Atalanta con forza sulla vecchia guardia. dipende anche dai risultati di meiners, Mihaila, Miranchuk, a Gasperini di uscire dall’Are-
contro squadre I suoi pretoriani, appunto, con i Roma, Lazio e Fiorentina), il Malinovskyi e Boga hanno co- chi con i tre punti in tasca. Era
neopromosse quali ha conquistato tre quali- Con lui mai fuori massimo obiettivo raggiungi- nosciuto il tecnico piemontese una Salernitana completa-
in Serie A: ficazioni in Champions League dalle prime sette bile dopo un girone di ritorno più di recente, per non parlare mente diversa da quella attua-
in sei di queste, e firmato imprese come quelle deludente in fatto di risultati. dei giovani Sassi, Cittadini e le, che lotta con i denti per
la squadra di Valencia o Liverpool. In pan-
della classifica Rafael Toloi e Remo Freuler, gli Scalvini. Fuori dai giochi Pez- mantenere la categoria, dopo
nerazzurra china finiscono, invece, i nomi unici due elementi della rosa zella, che anche ieri si è allena- aver infilato tre vittorie conse-
ha segnato portati più di recente da un ● L’Atalanta è con il Gasp sin dalla stagione to a parte (come Koopmeiners, cutive (Sampdoria, recupero
almeno tre reti mercato anche ricco, ma non attualmente ottava in d’esordio, sono rientrati contro che invece dovrebbe recupera- con l’Udinese e Fiorentina). La
sempre soddisfacente sul cam- classifica, ma con il Torino e domani saranno gli re ed essere convocato). Più Dea, invece, non vince al
po. Mancano solamente quat- Gasperini in panchina non “allenatori in campo”, soprat- che una bocciatura per le ulti- Gewiss Stadium da quattro ga-
tro partite alla fine del campio- ha mai concluso il tutto dal punto di vista cari- me sessioni di calciomercato, re di fila: l’ultima volta che ar-
nato, non c’è più tempo per in- campionato oltre il smatico. Sulla fascia c’è Hans però, quella di Gasperini è una rivò a cinque (marzo 2016), Ga-
serire o recuperare qualcuno, settimo posto: quarta nel Hateboer, il primo acquisto professione di fede e ricono- sperini non era ancora l’allena-
serve vincere e basta. E allora 2016-17, settima nel 2017- dell’era post Conti sulla corsia scenza per i suoi uomini più fi- tore nerazzurro. Sembra un se-
ecco che nell’undici iniziale 18 (peggior piazzamento) di destra, in mezzo alla media- dati. colo fa e i tifosi dell’Atalanta
per la gara di domani, solo e tre volte consecutive na, accanto a Freuler, ecco De sperano resti un’epoca lontana
Musso, Demiral e Zappacosta terza dal 2018-19 al 2020- Roon: la coppia formata dallo Voglia di gol, ma... Il 4-4 nel tempo.
sono stati comprati dal 2020 in 21. In nessuna stagione la svizzero e dall’olandese vanta contro il Torino, dopo il succes- © RIPRODUZIONE RISERVATA
poi, mentre ben cinque ele- Dea è rimasta fuori cinque anni di affiatamento so per 3-1 di Venezia, ha certifi-
menti sono al fianco del Gasp
dal 2017 (due, Toloi e Freuler,
dalle coppe europee costante. Sulla trequarti torna
Pasalic (due gol consecutivi
cato il ritorno dei gol in casa
Atalanta. Una costante di que- s TEMPO DI LETTURA 3’18”

Gli ospiti

Ruggeri torna a casa: cerca la salvezza della Salernitana


Il laterale è in Campania in prestito concesso la possibilità di esordi-
re in Champions League (nel fi-
familiari e amici saranno allo
stadio, Ruggeri vorrebbe rega-
con la Cremonese. Sotto a chi
tocca e, tra le poche novità di
e dopo aver superato i tanti guai fisici nale della partita con il Liverpo- larsi una serata speciale che as- formazione, potrebbe esserci
può partire dal 1’ contro i nerazzurri ol), poi in campionato (addirit-
tura titolare contro l’Inter) pri-
sumerebbe un significato enor-
me per lui e naturalmente per la
quella di Bonazzoli che, nella
scorsa stagione, segnò all’Ata-
sione. Tre partite da giocare in ma di dare il via libera alla Salernitana. «Sembrava tutto lanta il gol del definitivo 3-3 che
di Roberto Guerriero
sette giorni a cominciare dalla cessione in prestito del giocato- finito e invece siamo qui a osare permise al Torino di completare
SALERNO
sfida con l’Atalanta. re. Nella Salernitana Ruggeri, e sognare per raggiungere ciò un’incredibile rimonta. Ora il
l vento caldo di pri- dopo un promettente avvio di che meritiamo insieme a tutte le pensiero è all’Atalanta, in attesa

I
mavera ha ulterior- A casa La notte di Bergamo sa- stagione, si è infortunato dopo persone che ci danno una spin- delle partite casalinghe con il
mente surriscaldato rà di quelle speciali per il di- tre partite, poi il rientro a gen- ta incredibile come se fossero la Venezia di giovedì (oltre quindi-
una città in fibrilla- ciannovenne Matteo Ruggeri, naio e subito un nuovo stop. Ma nostra spalla destra...», ha cimila biglietti già venduti) e
zione per la Salerni- punto di forza della squadra di da marzo il laterale mancino è scritto nei giorni scorsi sui so- con il Cagliari domenica prossi-
tana, più vicina alla zona salvez- Nicola. Bergamasco cresciuto tornato in campo e Nicola gli ha cial Matteo. Nell’ultima partita ma in una settimana che po-
za dopo le tre vittorie consecuti- nella Val Brembana, il laterale è subito concesso fiducia. Nove Ruggeri è entrato nel finale al trebbe dare un senso importan-
ve. Dopo un campionato che uno dei tanti talenti lanciati dal- presenze in totale e nell’ultima, posto di Zortea (anche lui di te alla stagione della Salernita-
sembrava segnato solo venti l’Atalanta. Una lunga trafila nel- domenica scorsa con la Fioren- proprietà dell’Atalanta), ora la na.
giorni fa, ecco la settimana che le giovanili culminata con lo tina, il laterale sinistro è stato staffetta potrebbe ripetersi, for- © RIPRODUZIONE RISERVATA

potrebbe consentire ai granata scudetto Primavera, prima del decisivo nell’azione che ha per- se al contrario. Nadir Zortea,
di dare concretezza al progetto
rimonta per evitare la retroces-
salto in prima squadra. Nella
scorsa stagione Gasperini gli ha
In granata Matteo Ruggeri, 19 anni,
terzino della Salernitana LAPRESSE
messo a Bonazzoli di realizzare
il gol della vittoria. Domani sera
dopo uno scudetto Primavera,
ha giocato due campionati di B s TEMPO DI LETTURA 2’3”
https://overpost.biz https://overday.info
26 D O M E NI CA 1 M AG GI O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 27

SERIE A 35ª GIORNATA

Lukic stellare Un pilastro


al centro
Sasa Lukic,
25 anni, è un

al volante Toro
centrocampista
della nazionale
serba: sin
dall’inizio è stato
un pilastro

per entrare
per Ivan Juric
GETTY

tra le prime 10
I NUMERI Due doppiette negli ultimi 180’:
il serbo è in condizioni strepitose
4
I gol segnati
A Empoli per scavalcare il Sassuolo

Missione sorpasso
da Lukic
nell’intervallo
tra domenica,
con lo Spezia, e
mercoledì, nel
recupero di
Bergamo: è il
centrocampista
centrale con più
gol segnati
ad aprile nei a quello del difensore brasiliano. sua settimana si chiuderà que- re: ne ha calciati tre di fila senza
di Mario Pagliara
maggiori cinque EMPOLI 4-3-1-2 L’ultima settimana, poi, ha ag- sto pomeriggio ad Empoli, di sbagliare mai. Oltre ad aver co-
campionati n TORINO 3-4-2-1 a condizione strepi- giunto anche qualcosa in più: fronte alla squadra di Andreaz- struito la stella polare - l’equili-

L
d’Europa tosa c’è, il suo perso- questione di adrenalina, di bol- zoli ricca di giovani e bella sba- bratore perfetto - per la sua vi-
n

2
OGGI ore 15 STADIO Castellani
nale momento è licine, chiaramente di gol. Lukic razzina: nonostante i gol, le co- sione di calcio, Juric ha pure tro-
ARBITRO Cosso ASSISTENTI Palermo- d’oro, l’occasione è ha aperto i suoi sette giorni da pertine, i complimenti e gli ap- vato lo specialista del dischetto.
D’Ascanio IV Marchetti VAR Pezzuto ghiotta. A Empoli, tra applausi prima con una dop- plausi, Lukic non ha smarrito in
AVAR Nasca TV Dazn PREZZI 10-120 qualche ora, il volante del Toro pietta domenica scorsa allo sta- questi giorni quell’umiltà che è Quell’ultima volta... Tra
euro WEB gazzetta.it ANDATA 2-2
Le doppiette sarà tra le mani di un super Sasa dio Olimpico Grande Torino uno dei suoi più grandi segreti. Empoli e Torino si preannuncia
consecutive di 13 Lukic, autore di due doppiette contro lo Spezia. Poi ha prose- Ha continuato a correre al Fila- una sfida di elevato interesse sul
Lukic: la prima VICARIO negli ultimi centottanta minuti guito, mercoledì sera, nel recu- delfia come se nulla fosse, per- piano del gioco. Si affrontano,
allo Spezia, 30 42 33 65 di campionato. L’occasione è pero di Bergamo piazzando ché il lavoro non è finito: vuole infatti, due tra le prime quattro
la seconda STOJANOVIC VITI LUPERTO PARISI ghiotta, dicevamo. E allora toc- un’altra doppietta, lasciandosi chiudere in bellezza, magari squadre per sequenza di pres-
27 23 8
all’Atalanta ZURKOWSKI ASLLANI HENDERSON
cherà al centrocampista serbo alle spalle una tre giorni da urlo. mettendo pure il fiocco a un pe- sing in Serie A: in questa specia-

3
10 guidare l’attacco al G-10 del cal- Con questi quattro gol, uno die- riodo così bello. Rotta su Empo- lità l’Empoli è secondo (547 se-
BAJRAMI cio italiano. Sul treno charter tro l’altro, ha strappato un di- li, allora, per stupire ancora, per quenze, alle spalle dell’Atalan-
11 99 che, ieri pomeriggio, ha accom- screto primato europeo: è di- divertire. E magari, perché no, ta), il Torino è quarto (522 se-
DI FRANCESCO PINAMONTI pagnato i granata in Toscana Ju- ventato il centrocampista cen- ancora per regalare nuovi gol ai quenze, dietro anche a Verona e
I rigori 64 ric ha distribuito tra le carrozze trale ad aver segnato di più nel tifosi del Toro. A proposito, tre naturalmente ai toscani). Nei
PELLEGRI
consecutivi 14 22 le istruzioni per questa quartul- mese di aprile nei principali cin- delle sue ultime quattro prodez- pochi giorni disponibili per gli
calciati e BREKALO PRAET tima giornata di Serie A. Deside- que campionati d’Europa. La ze sono arrivate su calcio di rigo- allenamenti durante una setti-
trasformati dal 15 4 10 17 ra che scatti l’operazione sor- mana piena, con tre impegni di
ANSALDI POBEGA LUKIC SINGO

Clic
serbo: passo: la pesante sconfitta del campionato, Juric ha lavorato
uno allo Spezia 13 3 26 Sassuolo a Napoli di ieri serve al ritorno dal primo minuto molto sulla gestione dei finali. Il
RODRIGUEZ BREMER DJIDJI
domenica, 1
Toro la possibilità di agguantare invece per Brekalo sulla Toro infatti ha incassato il 44%
due a Bergamo. BERISHA il decimo posto, occupato dagli trequarti di sinistra, con dei suoi gol nell’ultimo quarto
Sta diventando emiliani distanti due punti. Bi- Praet confermato d’ora: 16 sui 36 totali. È una per-
uno specialista
PANCHINA 1 Ujkani, 22 Furlan,
34 Ismajli, 6 Romagnoli, 20 Fiamozzi, sognerà vincere e divertire, co- Occasione Pellegri dall’altra parte. Bremer ha centuale record in Serie A. Ser-
anche 15 Benassi, 21 Cacace, 5 Stulac, 7 Verre,
9 Cutrone, 19 La Mantia.
me il tecnico ha richiesto in con- Novità Ansaldi smaltito i problemini fisici virà un pizzico di esperienza in
dal dischetto ferenza. Il Toro è pronto e fa affi- dopo la gara di Bergamo, in più. Che potrà arrivare proprio
ALL. Andreazzoli. BALLOTTAGGI
damento su un Lukic stellare.
Djidji e Pobega ok difesa Djidji sarà il centrale da Lukic, abituato a giocare con
Henderson-Benassi 60-40%, Di
Francesco-Cutrone 60-40% SQU. di destra. Esterni: Singo a la Serbia sul palcoscenico inter-
Bandinelli. DIFFIDATI Marchizza, Tonelli. Settimana d’oro La crescita ● (paglia) La novità più destra, novità Ansaldi a nazionale. Sasa giocherà anche Gazzetta.it
INDISP. Haas, Marchizza, Tonelli del serbo è stata progressiva e si- interessante l’ha svelata sinistra. A centrocampo per raggiungere sé stesso: è stato Sul nostro sito
PANCHINA 32 Milinkovic, 5 Izzo, 6 Zima, gnificativa durante la stagione. Ivan Juric in conferenza: in Pobega sta per vincere il lui l’ultimo centrocampista gra- potete trovare
99 Buongiorno, 27 Vojvoda, 77 Linetty, 34 Non si va molto lontano nel rac- attacco è arrivato il duello con Ricci. Altro nata a segno in tre gare di fila in le notizie, gli
Aina, 28 Ricci, 23 Seck, 38 Mandragora, 9 contare che, dopo Bremer, è sta- momento di Pietro Pellegri. ritorno anche tra i pali: Serie A, nel novembre 2020. An- aggiornamenti
Belotti, 19 Sanabria. ALLENATORE Juric to il calciatore che maggiormen- Juric ha raccontato ai dopo Spezia e Atalanta con cora un po’: ci sta per riprovare. in tempo reale
BALLOTTAGGI Ansaldi-Vojvoda 70-30%
SQUALIFICATI nessuno te ha beneficiato della cura Ju- microfoni che gli farà Milinkovic, Juric riaffida © RIPRODUZIONE RISERVATA e le ultimissime
DIFFIDATI Aina, Buongiorno, Djidji, ric: Lukic ha ripagato la totale fi- giocare la sua prima gara i guantoni a Berisha. di mercato su
Lukic, Singo. INDISP. Fares (stagione
finita), Warming (20 giorni) e Pjaca (5)
ducia concessagli dall’allenatore
con un exploit paragonabile solo
da titolare in granata. È un © RIPRODUZIONE RISERVATA
s TEMPO DI LETTURA 3’35’’ tutte le squadre
della Serie A

Il tecnico dei toscani Il tecnico granata

Andreazzoli non si espone tecnico dell’Empoli - possiamo


ancora migliorarci, mancano Juric e la striscia positiva sempre l’attacco: «Sanabria ha
fatto due partite splendide, e de-

«Futuro dopo la salvezza» «Crescere con i risultati»


ancora quattro partite...». E vo dire che mi è piaciuto molto.
poi? Il presidente Corsi non si è Ma a Empoli la mia intenzione è
sbilanciato, definendo Andreaz- dare l’opportunità a Pellegri».
zoli «un maestro di calcio», ac-
e sbagliamo contro il cennando poco dopo a una rosa incere, crescere e di- Superga alle porte La tra-

«S V
Torino buttiamo al- che sarà rinnovata. Il tecnico sul vertire. Sono le tre sferta di Empoli sarà il viatico
l’aria tutto il buono suo futuro accenna qualcosa: priorità di Ivan Juric, che condurrà verso la celebra-
conquistato col Na- «Quando avremo fatto quel partito ieri pomerig- zione del 4 maggio. Come tutti
poli». Andreazzoli passettino, parleremo del futuro gio insieme alla squa- gli anni dal 1949, sarà la giornata
ha pronta la bici per il suo fioret- - ha detto Andreazzoli -. Non è dra, dopo la rifinitura, con un dedicata al ricordo del Grande
to in caso di salvezza, pedalare un problema, c’è anche un con- treno charter per il ritiro empo- Torino. Sarà la prima volta di Ju-
da casa sua, a Massa, fino a Em- tratto. Il problema era solo tro- lese. «Voglio che a Empoli la ric: «Non so che tipo di emozio-
poli, come accadde nell’anno vare la salvezza, poi il resto viene squadra continui a crescere - ha ni proverò, perché non le ho mai
della promozione in Serie A. Un di conseguenza». Sulla gara col raccontato il tecnico croato nella vissute. In questi giorni sono an-
viaggio che non fece nella sta- Toro: «C’è tanta voglia di chiu- conferenza del mattino -. Dob- dato a Superga, per vedere il po-
gione successiva, quando retro- dere i conti, ma il Torino ha fatto biamo fare una bella partita e sto e iniziare a capire». Infine
cesse con trentotto punti. Ma 4 gol all’Atalanta. Sarà una sfida cercare di fare risultato per con- apre una parentesi sul futuro:
stavolta l’obiettivo salvezza è dura». Molte le conferme ri- tinuare la nostra striscia positi- «Ci sarà tanto da lavorare, ma
davvero a un passo. «Quella spetto alla formazione del se- va». Regala due anticipazioni di ora lavoriamo per finire bene il
volta non ci riuscii per poco, sta- condo tempo contro i parteno- formazione. La prima: «Brekalo campionato. Alla fine della sta-
volta voglio chiudere la stagione pei, quella della storica rimonta. giocherà sicuramente perché gione faremo le valutazioni».
Toscano Aurelio Andreazzoli, 68 in bellezza, perché dopo aver Giacomo Cioni Primo anno Ivan Juric, 46 anni, Pjaca non c’è (è infortunato, Paglia
anni, è il tecnico dell’Empoli LAPRESSE raggiunto la meta - ha spiegato il © RIPRODUZIONE RISERVATA è l’allenatore del Torino LAPRESSE n.d.r.)». La seconda riguarda © RIPRODUZIONE RISERVATA
https://overpost.biz https://overday.info
28 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A ANTICIPI 35ª GIORNATA

L’ANALISI

SABIRI E AUDERO
SPINGONO IL GENOA
VERSO LA SERIE B
Il centrocampista decide la sfida salvezza
Il portiere para un rigore di Criscito al 96’

Ti meriti un bacio
Una simpatica immagine di
Omar Colley che a fine gara
stampa un bacio sulla guancia
del compagno Abdelhamid
Sabiri: il centrocampista
marocchino ha deciso
il derby con il suo gol
segnato nel primo tempo
GETTY

Il derby fa felice la S
noa, un trasferimento al Toronto adesso è vicinissima alla salvez- ha abbracciato e baciato Crisci- povertà tecnica disarmante, con qualche cambio di gioco ef-
L’analisi quasi definito ma rinviato per-
ché, da buon capitano, voleva
za, mentre la situazione del Ge-
noa è sempre più disperata no-
to, consapevole del dramma che
l’avversario stava vivendo. Mim-
emersa ieri in modo lampante
quando la Samp, che già non
fettuato rapidamente i blucer-
chiati avrebbero potuto essere
dare una mano alla squadra fino nostante la sconfitta del Cagliari. mo stanotte non avrà dormito e avrebbe disprezzato un pareg- insidiosi. Il gol decisivo nasce
di G.B. Olivero
alla fine di questa terribile sta- probabilmente rivivrà quel mo- gio, si è trovata in vantaggio e ha proprio così: Sabiri ruba palla a
INVIATO A GENOVA
gione. E al 96’ del derby, sull’1-0 Povertà tecnica Del derby mento centinaia di volte, però badato esclusivamente all’occu- Galdames e passa da sinistra a

N
per la Sampdoria, Criscito ha restano negli occhi i colori delle non deve dimenticare che se il pazione degli spazi in fase difen- destra, Candreva crossa troppo
preso in mano una palla che pe- due meravigliose gradinate (an- Genoa retrocederà non sarà solo siva. lungo ma dalla parte opposta c’è
sava una tonnellata e l’ha piaz- che se quella rossoblù avrebbe per colpa di quell’errore. Anzi, Augello che pennella per lo stes-
zata sul dischetto. Rigore davan- dovuto evitare il lancio di fumo- un punto in più in classifica si- La partita Giampaolo ha so Sabiri, abile nell’inserimento
ti al monitor per deviazione di geni che ha interrotto e distur- curamente avrebbe fatto como- schierato il 4-1-4-1 piazzando centrale che sorprende gli av-
mano di Ferrari su colpo di testa bato il gioco più volte nella ri- do, ma non siamo affatto con- Ekdal a protezione dell’area e lo versari. Il fatto che dopo il gol la
di Destro: bravo Irrati a segna- presa) e, al fischio finale, i due vinti che avrebbe cambiato le svedese, in dubbio alla vigilia, Samp abbia prodotto un solo ti-
emmeno nel peggiore degli in- larlo a Maresca, che ha preso at- capannelli attorno ai protagoni- prospettive rossoblù nella volata ha risposto con una prestazione ro nello specchio (ancora di Sa-
cubi. O nemmeno nel sogno più to e mandato il Genoa a undici sti dell’ultimo atto: i blucerchiati per la salvezza. Il Genoa ha per- eccezionale. L’obiettivo blucer- biri, di testa, a fine primo tem-
bello. Dipende da che parte sta- metri dal pareggio. Criscito ha stretti attorno ad Audero, che so quattro delle ultime cinque chiato era soprattutto quello di po) dimostra le difficoltà in fase
te, da come la guardate, da quale una media eccellente sui rigori era finito in panchina per sei partite, ne ha vinte appena tre in non perdere, anche se la vittoria di costruzione, anche a causa
aspetto preferite mettere in luce. (ne aveva segnati otto consecuti- partite prima di rientrare a metà tutto il campionato, ha segnato 7 avrebbe virtualmente risolto il della deludente prova di Sensi e
Ma il calcio è così: uno sport me- vi), ma stavolta il suo piatto sini- marzo, e i rossoblù impegnati ad gol nel 2022 e solo 3 dal 25 feb- discorso-salvezza. E così la soprattutto per la scelta di non
raviglioso che sa essere tremen- stro non ha battuto Audero, bra- asciugare le lacrime di un in- braio a oggi. No, la Serie B non Samp ha chiuso gli spazi cer- concedere spazi e quindi di
damente crudele anche con chi vissimo a battezzare l’angolo consolabile Criscito, accarezzato porterebbe la firma di Criscito. cando di ripartire e di rendersi avanzare con pochi uomini. Il
non lo meriterebbe. Come Mim- giusto e a deviare il tiro. La mo- anche da Quagliarella e dall’ar- Ben altri problemi ha la squadra pericolosa con qualche cross. Il Genoa, d’altronde, ha attaccato
mo Criscito, una vita per il Ge- rale della favola è che la Samp bitro Maresca. Lo stesso Audero di Blessin, a cominciare da una Genoa era un po’ disordinato e con troppa lentezza e poca ver-

LE PAGELLE
di gb.o. Ekdal rubapalloni, Sensi sempre fuori dal gioco
L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL PEGGIORE
SAMPDORIA 6 Giampaolo 8 Audero 5 Ferrari
6,5 Centesima vittoria da allenatore in A
con una prestazione che non può
essergli piaciuta a livello di
costruzione, ma che sicuramente
Eroe del derby al 96’. Nel primo
tempo era sembrato un po’ indeciso
sul tiro da lontano di Amiri, ma il volo
su Criscito cancella tutto, anche le
Duello rusticano con Destro, a cui
arrivano pochi palloni ma ha voglia di
combattere. Prende una botta e
sanguina. Sul rigore è ingenuo a non
avrà apprezzato per l’applicazione e panchine di qualche settimana fa. tenere le braccia vicino al corpo.
l’impegno.

6,5 6,5 7 7,5 6 Candreva 6 5 7 6 6 s.v. s.v.


Bereszynski Colley Augello Ekdal Solita sostanza Thorsby Sensi Sabiri Caputo Vieira Quagliarella Conti
Molto attento Rinvia senza In una partita Senza l’acuto di sulla destra, Svolge con Costantemente Il gol nasce da Non tira, è vero, Un paio di falli Giampaolo lo
nelle coperture, badare troppo povera Audero, sarebbe magari con profitto la fase fuori dal gioco. Il un suo recupero ma gioca due Tanta legna guadagnati con mette nel finale
Amiri per allo stile. Un tecnicamente, le per distacco il meno qualità di di contenimento, contesto forse con cambio di ottimi palloni per nell’assalto la consueta al posto di uno
pungere deve retropassaggio poche cose belle migliore. Ruba quanto sfruttando non lo mette a gioco. E compagni a finale del Genoa intelligenza. Bello stanco Candreva
accentrarsi. molle per poco vanno premiate. tanti palloni e dà potrebbe. Alcuni anche i suo agio, l’inserimento in rimorchio e e un tiro da l’abbraccio a passando anche
Controllo sereno non manda in E il suo cross la carica con la passaggi centimetri. comunque non area è perfetto. disputa una buona posizione Criscito. alla difesa a
su Portanova porta Galdames, per il gol sua aggressività. stranamente Mancano del riesce mai a Suo anche l’altro partita che viene cinque.
nella ripresa. ma è l’unica decisivo è fuori misura. tutto gli lasciare un tiro doriano. estremamente murato da un
macchia. stupendo. inserimenti in segno. tattica. avversario.
avanti.

GLI ARBITRI 6 MARESCA (Arbitro) Gara nervosa, lui la gestisce con personalità. Valuta correttamente il contatto Bani-Sensi in area genoana. Regolare il gol Samp: non c’è fallo su Galdames a inizio dell’azione. Irrati
di f.g. al Var gli segnala nel recupero il tocco con l’avambraccio sinistro di Ferrari nell’area sampdoriana: dopo il check assegna il rigore 6 PAGANESSI (Assistente) 6 COLAROSSI (Assistente)

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 29

10
I TE C N I C I
SAMPDORIA GENOA

GIAMPAOLO
(PT)1 R Q0

AUGELLO SABIRI FRENDRUP

«Giusto fare festa


EKUBAN

COLLEY SENSI STURARO BANI

ma non è finita
AUDERO EKDAL CAPUTO DESTRO GALDAMES SIRIGU

FERRARI THORSBY BADELJ OSTIGARD

AMIRI

Io penso a Criscito»
BERESZYNSKI CANDREVA VASQUEZ
4-1-4-1 4-2-3-1

MARCATORE: Sabiri al 25’ p.t.

6,5 6 5,5 5,5 Il tecnico rossoblù Blessin non molla:


«Ci credo ancora, guai ad arrendersi»
SAMPDORIA ALL. GIAMPAOLO GENOA ALL. BLESSIN

tifosi e per la società. Non è an-


SAMPDORIA (4-1-4-1)
Audero; Bereszynski,
48,9 51,1 GENOA (4-2-3-1)
Sirigu; Frendrup, Bani, cora fatta, dobbiamo insistere,
Ferrari, Colley, Augello; Ostigard, Vasquez (dal 1’ anche se ora capisco che sia giu-
Ekdal; Candreva (dal 38’ s.t. Criscito); Sturaro (dal sto festeggiare». La partita s’è
s.t. Conti), Thorsby, Sensi 38’ p.t. Portanova), Badelj; incanalata esattamente come
(dal 23’ s.t. Vieira), Sabiri POSSESSO % Ekuban (dall’11’ s.t.
(dal 43’ s.t. Quagliarella); Gudmundsson), Galdames l’allenatore della Samp si sareb-
Caputo. 2 4 (dal 29’ s.t. Yeboah), Amiri be aspettato: «Avevamo prepa-
PANCHINA Ravaglia, (dall’11’ s.t. Melegoni); rato la gara in questo modo -
Falcone, Supriaha, Destro. ammette Giampaolo -. Noi sa-
Askildsen, Yoshida, PANCHINA Semper, pevamo che il Genoa avrebbe
Magnani, Murru, TIRI IN PORTA Vodisek, Masiello, provato a lavorare molto sulla
Damsgaard, Trimboli. Calafiori, Ghiglione,
profondità e sul pressing. Come
ALLENATORE
Giampaolo
13 23 Hernani, Hefti.
ALLENATORE Blessin avevo detto, la Samp ha provato
ESPULSI nessuno ESPULSI nessuno a giocare nello sporco, cercando

amp
AMMONITI Candreva e AMMONITI Gudmundsson di... ripulire quando questo si
Ferrari per gioco per gioco scorretto poteva fare».
scorretto; Audero per FALLI FATTI CAMBIO DI SISTEMA 4-1-3-
proteste
CAMBIO DI SISTEMA 5-3-2 231 223 2 dal 30’ s.t.
BARICENTRO MEDIO
Flebili speranze Atmosfera
dal 38’ s.t. (53 m) di grande delusione e a tratti
BARICENTRO BASSO quasi di rassegnazione nel Ge-
(48,8 m) noa, anche alla luce di un calen-
PASSAGGI RIUSCITI dario quasi impossibile di qui al
22 maggio. Venerdì sera arriva la
ARBITRO: Maresca di Napoli VAR Irrati di Pistoia
Juventus al Ferraris, eppure
NOTE paganti 21.070, incasso 640.341 euro, abbonati 9.066, quota 116.591,50.
Tiri in porta 2-4. Tiri fuori 2-7. Angoli 1-2. In fuorigioco 1-4. Recuperi: p.t. 3’, s.t. 8’ Alexander Blessin prova a rivi-
talizzare l’ambiente: «Sono ar-
rabbiato, a tratti ci è mancata la
ticalità: Audero non ha dovuto giusta mentalità e ho visto trop-
di Filippo Grimaldi
fare quasi nulla fino all’episodio
finale, nonostante i rossoblù ab- L’attimo
La corsa per restare in A Lacrime
GENOVA
pi momenti in cui la manovra è
stata troppo rallentata. Peccato,
biano insistito per tutta la ripre- decisivo amare a notte della festa avremmo potuto portarci a casa

L
sa e Blessin abbia cambiato mo- Il numero uno 35ª 20ª 36ª 37ª 38ª Filippo Melegoni sampdoriana sembra almeno un punto con quel rigo-
PUNTI OGGI -2/5 5/5 6-7-8/5 14-15-16/5 22/5
dulo e interpreti nella speranza sampdoriano prova a non finire mai, ma il re nel finale, ma io credo che il
di trovare la rete del pareggio. Emil Audero CAGLIARI consolare il pensiero di tutti i Genoa abbia ancora la possibili-
Però tutti i cambiamenti hanno intuisce il tiro di 28 compagno protagonisti a fine tà di raggiungere il suo obiettivo.
creato confusione e a un certo Domenico Verona 1-2 SALERNITANA Inter VENEZIA Mimmo Criscito gara è rivolto a Domenico Cri- Per me non è ancora finita, e
punto sembrava quasi che il Ge- Criscito e disperato dopo scito, con quell’errore fatale che non fa comunque parte del mio
noa fosse schierato con il 4-2- respinge il SALERNITANA avere fallito il segnerà per sempre la sua lunga carattere arrendermi». Secondo
2-2, perché alcuni giocatori non rigore 25 rigore del pari vita rossoblù. «Personalmente l’allenatore tedesco, il Genoa è
interpretavano bene le direttive regalando i tre ATALANTA Venezia Cagliari EMPOLI Udinese LAPRESSE mi metto sempre dalla parte di caduto nella trappola degli av-
del tecnico. Il rigore sbagliato da punti alla Samp GENOA colui che soffre - ha spiegato il versari: «Ho avuto quasi l’im-
Criscito è un rimpianto enorme, LAPRESSE tecnico blucerchiato Marco pressione che in campo ci fosse
ma l’ultimo dei problemi. Per 25 SAMPDORIA Giampaolo - e che in situazioni una squadra di uomini esperti
0-1 Juventus NAPOLI Bologna
un punto Martin perse la cappa, come quella che si è verificata contro un’altra di ragazzi. Pec-
ma è difficile che solo per un VENEZIA deve gestire responsabilità mol- cato, Poi il rigore ci ha fatto ma-
punto il Genoa perda la Serie A. 22 JUVENTUS SALERNITANA Bologna ROMA Cagliari
to grandi in campo. Perciò vo- lissimo...».
© RIPRODUZIONE RISERVATA glio rivolgere un mio pensiero a © RIPRODUZIONE RISERVATA

Criscito, immagino cosa stia


s TEMPO DI LETTURA 3’39”
In MAIUSCOLO le partite fuori casa
RCS
provando. Ma sono altresì felice
per la mia squadra, per i nostri s TEMPO DI LETTURA 1’35”

Bani senza sbavature. Destro lotta e si conquista il rigore


L’ALLENATORE IL MIGLIORE IL PEGGIORE
GENOA 5,5 Blessin 6,5 Amiri 4 Criscito
5,5 Rosa debole soprattutto dal punto di
vista tecnico. Hai voglia a correre e
pressare, ma poi per costruire
servono i piedi. Però alcuni cambi
È suo l’unico tiro rossoblù nello
specchio della porta nel primo
tempo. Sono sue le poche iniziative in
velocità che infastidiscono la Samp.
Fa quello che deve fare un capitano,
tra l’altro con un’ottima media dal
dischetto: si prende la responsabilità.
Però l’errore è pesantissimo: costa il
non convincono. C’è molta Non l’avremmo tolto così presto. derby e forse non solo quello.
confusione.

6 5 6,5 6 5 6 5 6 5 6,5 5,5 5


Sirigu Frendrup Bani Ostigard Vasquez Sturaro Badelj Ekuban Galdames Destro Portanova Melegoni
Il gol è Lascia troppa Copre su Anche lui Sostituito dopo Dolorante già nel La colpa del gol Molto attivo e Fa mille ruoli, ma Fa la guerra con Tanta voglia, Non mostra il
imparabile, libertà ad Caputo, la palla assolto, ma per un tempo in cui riscaldamento, di Sabiri ricade determinato nel nessuno bene. Si Ferrari, ma poca resa. suo talento,
risponde con Augello sul cross filtra e segna insufficienze di soffre combatte per su di lui, il più primo tempo, fa scippare da palloni ne vede Corre, pressa, sembra
attenzione al dell’1-0 e in Sabiri: assolto prove. Avrebbe parecchio. Dalla mezz’ora in cui vicino: è poco ma un po’ Sabiri la palla del pochi. Però non ma litiga con il estraneo alla
colpo di testa di generale non perché era potuto sua parte la si attacca a attento e impreciso. Un gol. (YEBOAH molla e sul cross pallone e non squadra e
Sabiri nel finale sembra molto andato sul avvicinarsi a Samp sfonda Sensi e fa un bel reattivo nella colpo di testa 6 Mette la sua della riesce a incapace di
di primo tempo. attento. Spinge centravanti. Sabiri, ma non è facilmente. Un cross. Poi esce lettura. Due tiri fuori. fisicità nel finale) disperazione rendersi trovare la
Ripresa da solo raramente. Prestazione il colpevole colpo di testa infortunato. sballati. (GUDMUNDS- guadagna il pericoloso. Un posizione e il
spettatore. senza sbavature. numero uno. alto. SON 6 Qualche rigore. tiro centrale. modo per
scatto) esprimersi.
https://overpost.biz https://overday.info
30 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 31

SERIE A ANTICIPI 35ª GIORNATA

Il Verona non fa sconti LE PAGELLE


di fr.vell.

Caprari affossa il Cagliari CAGLIARI


5
VERONA
6,5
L’Hellas domina e arriva a 52 punti. Gara disastrosa 7JOAO PEDRO IL MIGLIORE
La punizione gol
7,5 CAPRARI IL MIGLIORE
Fa impazzire i

in difesa per i rossoblù: decisiva la trasferta a Salerno è un capolavoro,


da campione. Fa
13. Ed è l’unico
difensori. E
suggella un’altra
grande prova
che dà la con un gol da
sensazione di fuoriclasse.
di Francesco Velluzzi dare tutto e di Merita l’azzurro
CAGLIARI INVIATO A CAGLIARI
avere qualità. (Retsos s.v.)

6 CRAGNO Non sbaglia un’uscita. 7 MONTIPÒ Manda due tiri sulla


l Cagliari doveva vin-
VERONA Fosse lui il problema. traversa, bene su Marin, tosto in

I
cere per salvarsi, ma 4,5 GOLDANIGA Soffre uscita. Si arrende solo a Joao
chi ha giocato con tremendamente Caprari, commette un 6 TAMEZE Schierato terzino, gioca

1 2
(PT) 0 R Q2
quello spirito è stato erroraccio, sbaglia troppo. un po’ dove gli pare, poi torna a casa,
il Verona che ieri, in 6 CARBONI Doveva giocare lui, in mezzo... 12 recuperi
una Unipol Domus tutta esauri- l’unico rapido, quando entra si vede 7 CECCHERINI Rude, non molla mai
MARCATORI: Barak (V) all’8’, ta, ha vinto (1-2), sostenuto da 4,5 LOVATO Colpevole sui gol: si fa su Keita, Conferma il buon momento
Caprari (V) al 44’ del p.t.; Joao Pedro saltare da Simeone e tiene in gioco 6 SUTALO Respinge gli assalti
270 incalliti tifosi, e raggiunto Caprari. Finisce ferito. 6,5 CASALE Se non c’è Ceccherini,
(C) al 12’ del s.t.
quella quota 50 punti che man- 6 ALTARE Lotta e ne esce con le arriva lui. Attento
3-5-2 cava all’Hellas dal 2014. La cattive, come serve, tanti errori ma 6 FARAONI Fa il quarto di difesa e
CRAGNO
squadra di Tudor, pur salva e prova a impostare. Montipò gli nega il copre l’anarchia di Tameze, pure
con l’Europa lontana, ha giocato gol: colpo di testa sulla traversa. qualche giocata di qualità, ma 24 perse
GOLDANIGA LOVATO ALTARE 5,5 BELLANOVA Depaoli non gli dà 6,5 ILIC Suo il lancio per Caprari, un
alla morte partendo a razzo, con
MARIN DEIOLA tregua, giocate prevedibili. gigante a centrocampo
precisione e concretezza, ag- 5 PEREIRO Nessuna magia. 6,5 VELOSO Dà l’equilibrio e la calma
BELLANOVA GRASSI DALBERT gressività e compattezza. Un 5,5 MARIN Meno strappi, una gran che serve.
primo tempo perfetto in cui An- punizione. Non meritava il cambio. 6,5 HONGLA Primo tempo a mille, si
KEITA JOAO PEDRO tonin Barak (11 gol), in gol dopo 6 NANDEZ Non è al top, poca invola e Cragno si supera.
8 minuti su assist di Simeone, e precisione al cross, ma l’unico che 6 GUNTER In campo per dare una
SIMEONE Gianluca Caprari (12), capolavo- vince i contrasti e difende. mano quando il Cagliari cerca il pari.
5,5 GRASSI Tanti passaggi positivi, 56 Contiene
ro sul lancio di Ilic, hanno con- ma niente di illuminante da regista. 6,5 DEPAOLI Ha il compito di
CAPRARI BARAK
cretizzato, ma Giovanni Simeo- 5 DEIOLA Subisce Hongla e Ilic. neutralizzare Bellanova e lo interpreta
DEPAOLI HONGLA ILIC FARAONI ne, in prestito dal Cagliari con 5 ROG Nessuna scossa, scelte al meglio.
diritto di riscatto del Verona, è sbagliate. 7 BARAK Fa 11 con precisione
CASALE CECCHERINI TAMEZE stato quello del trio d’attacco 5,5 DALBERT Sempre nel vivo, ma chirurgica e dà il vantaggio. Usa anche
che più si è dannato l’anima per mai incisivo e 24 perse. la fisicità. Poi cala
3-4-2-1 6 KEITA Una traversa: senza Montipò 6,5 LASAGNA Dà quel che serve
MONTIPO’ mandare all’inferno i vecchi era gol. Nella morsa di Ceccherini e quando entra, la profondità.
CAGLIARI (3-5-2) compagni. Che ci fossero ruggi- Casale. 6,5 SIMEONE A Cagliari non tornerà
Cragno; Goldaniga (dal 5’ s.t. Carboni), ni si sapeva e si era capito all’an- 5,5 PAVOLETTI Puntato da Orsato neppure da turista. Assatanato, anche
Lovato, Altare; Bellanova (dal 30’ s.t. data, ma a tal punto no. E nella che lo ammonisce subito. Tante troppo, manda in gol Barak, semina il
Pereiro), Marin (dal 1’ s.t. Nandez) , sponde, manca il guizzo, però panico. Becca il giallo.
battaglia si è unito anche chi
Grassi, Deiola (dl 1’ s.t. Rog), Dalbert; 5 ALL. MAZZARRI Sette perse nelle 6,5 ALL. BOCCHETTI Partenza a
Keita(dal 5’ s.t. Pavoletti), Joao Pedro (Caprari, Montipò) lo scorso an-
ultime 8. Giocarsela uno contro uno col razzo, squadra carica e aggressiva.
PANCHINA: Radunovic, Ceppitelli, no era a Benevento e perse la Verona non poteva pagare. Tudor può star tranquillo.
Lykogiannis, Walukiewicz, Zappa, salvezza in casa col Cagliari. Il
Baselli, Strootman calcio è anche questo. Ma i ros-
ALLENATORE: Mazzari G L I A R B I T R I
soblù non hanno fatto molto per
ESPULSI: nessuno AMMONITI :
vincere, o, perlomeno, per rad- di Davide Longo
Pavoletti e Carboni per g.s.
CAMBI DI SISTEMA: Dal 30’ s.t. 3-4-1-2 drizzare una partita che li ha vi-
6,5 ORSATO (Arbitro) Il Cagliari reclama un fuorigioco di Caprari sul gol del 2-0,
BARICENTRO: MEDIO 52,8 METRI sti protagonisti di una gara disa-
ma l’attaccante gialloblù è tenuto in gioco da Lovato. Per il resto, direzione coerente
POSSESSO PALLA: 58,3% strosa in difesa, ma anche sfor- e autorevole 6,5 DE MEO (Assistente) 6,5 ZINGARELLI (Assistente)
tunati perché il bravissimo Contestazione I giocatori del Cagliari a “processo” sotto la curva
VERONA (3-4-2-1) Montipò ha mandato due volte
Montipò; Tameze, Ceccherini (dal 28’ sulla traversa (Altare e Keita) i ha attaccato in modo confuso, tervallo) e Grassi. Le colpe di sera. Con la Samp c’era stato un
s.t. Sutalo), Casale; Faraoni, Ilic (dal 20’
s.t. Veloso), Hongla (dal 20’ s.t. palloni del possibile 1-1 e a un anche con gli innesti di Nandez, Mazzarri? Sfidare il Verona alla pit stop. Ieri il gruppo di Tudor è
Gunter), Depaoli; Barak (dal 20’s.t. minuto dal termine della prima Rog e Pavoletti. Che di sponde e Uno-due micidiale pari, senza attenderlo. Ma se i tornato a ruggire, giocando so-
Lasagna), Caprari (dal 38’ s.t. Retsos);
Simeone PANCHINA: Boseggia, Chiesa,
frazione Caprari, tenuto in gioco
da un Lovato decisamente in-
guerre ne ha fatte, ma palloni
non ne ha visti. Il lancio lungo
Barak e Caprari difensori sbandano così non lo
si può crocifiggere. Lui ha fatto
prattutto nel primo tempo con
spirito da guerriero. L’obiettivo
Frabotta, Bessa, Lazovic, Praszelik, sufficiente, ha confezionato lo del centrale verso la punta, in- hanno colpito nel pure un voto per la salvezza. Ieri dichiarato sono i 54 punti. Il re-
Cancellieri
ALLENATORE: Bocchetti (Tudor
0-2 con un gran gol. Che sia lui trappolata da Ceccherini e Ca- primo tempo, non è sera il presidente Giulini e il di- cord. Facilmente raggiungibile
il nuovo Insigne? Nella ripresa sale, per lunghi tratti è stata rettore sportivo Capozucca sono con 52 punti in saccoccia. Ma
squalificato)
ESPULSI: nessuno AMMONITI: Barak, Joao Pedro è stato al pari degli l’unica soluzione. Perché Boc- bastato il gol di Joao rimasti a lungo a riflettere. Ma, a questa squadra, anche cam-
Tameze, Hongla, Simeone per g.s. attaccanti gialloblù. Non solo ha chetti, sostituto di Tudor, ha fre- Pedro nella ripresa tre giornate dal termine, la solu- biando interpreti e titolari, mo-
CAMBI DI SISTEMA: nessuno. tenuto tutti in scacco (con Orsa- nato l’irruenza di Bellanova zione esonero, potrebbe essere stra una sicurezza pazzesca e
BARICENTRO: MOLTO BASSO 42,3 to che qualche fallo lo ha igno- piazzandogli Depaoli a uomo e più rischiosa che vantaggiosa. una capacità mostruosa di arri-
METRI POSSESSO PALLA: 41,7% rato), ma al 12’ ha riacceso la Dalbert non ha trovato guizzi da
Riflessioni Serve il blitz a Salerno e basta. vare al tiro quando si accende in
ARBITRO: Orsato di Schio
speranza con una punizione ala pura. Il Cagliari, invece, ha Summit serale tra il La voglia di salvarsi, come è suc- velocità e con le progressioni di
VAR Mazzoleni di Bergamo magistrale spedita nel sette. Lì subito la velocità del trio d’at- presidente Giulini cesso lo scorso anno. Perché an- Caprari. Un giocatore rilanciato
Montipò non ha potuto fare mi- tacco che ha segnato 39 dei 61 che la Sampdoria ormai è quasi che ha ancora tutta la vita da-
NOTE Spettatori 16.267. Incasso
156.398 euro. Tiri in porta 5-4. Tiri fuori racoli. gol della macchina Verona e in e il d.s. Capozucca: scappata. vanti.
4-5. Angoli 2-2. In fuorigioco 2-3. Rec. 1’
p.t. 6’ s.t.
mezzo ha perso duelli e contra- alla fine © RIPRODUZIONE RISERVATA

Crisi Ma, a quel punto il Ca- sti. Ilic e il rilanciato Hongla


nessuna decisione Cambio di passo Un Verona
gliari doveva premere, spingere,
almeno verso il pareggio. Però
sembravano due colossi per
Deiola, Marin (sostituiti all’in-
così, invece, potrebbe rivelarsi
“fatale” per il Milan domenica s TEMPO DI LETTURA 3’04”

Squadra e allenatore nella tempesta

Walter amaro: «Per loro sembrava la finale di Champions»


Il tecnico: «Non ho parlato con Giulini, pronto a mettermi l’elmetto in
testa e a dare tutto per questa sal-
tuati così, ma io sono più per far
tornare i calciatori dalle proprie
punti. Contro il Cagliari sapeva-
mo che non sarebbe stata sem-
ma se mi chiama sono a disposizione... vezza. Ora dobbiamo trovare famiglie. Per la salvezza del Ca- plice viste le loro ambizioni per
Per la salvezza ho fatto pure un voto» compattezza in settimana per
andare carichi a giocarci la vita a
gliari ho fatto un voto, se ci salve-
remo ve lo svelerò».
la salvezza ma abbiamo fatto be-
nissimo nei duelli e anche men-
Verona mette i sardi davanti al Salerno. Non credo che ci stia talmente abbiamo fatto meglio.
di Roberto Pinna
CAGLIARI
baratro per la rincorsa salvezza, mancando il cuore nei momenti Felicità gialloblù Umore op- Comunque complimenti a loro
che si chiuderà con due scontri importanti della stagione, forse i posto in casa Hellas, con il rag- perché hanno fatto una buona
ettima sconfitta nelle diretti con Salernitana e Venezia ragazzi stanno sentendo troppo giante Salvatore Bocchetti alla prova. Dobbiamo ringraziare i

S
ultime otto partite in trasferta, intervallati dall’Inter la pressione e non dimentichia- prima da allenatore vista la nostri tifosi che in 270 sono arri-
giocate, una dura in Sardegna. Il tecnico dei rosso- moci che abbiamo recuperato squalifica di Igor Tudor: «Pos- vati in Sardegna, in una trasferta
contestazione da par- blù però ci crede: «Non mi solo da poco giocatori importan- siamo dire buona la prima - mai semplice, e ci hanno spinto
te della curva a fine aspettavo una prestazione così in ti come Nandez e Rog». Dopo la scherza Bocchetti -, ma la nostra al successo. Futuro? La società
gara nei confronti della squadra una gara tanto delicata, ma il Ve- partita nessun colloquio con il forza è che non ci accontentia- ha creato uno staff di qualità e
e un lungo colloquio con la diri- rona sembrava stesse giocando presidente Giulini: «No, io faccio mo. La squadra non ha partico- preparato, vedremo. Ora pensia-
genza e gli stessi giocatori dopo il una finale di Champions. So- l’allenatore e parlo con la squa- lari segreti, è stato bravo Tudor a mo soltanto a dare il massimo
triplice fischio. Per Walter Maz- prattutto in difesa e nella gestio- dra. Poi sono un dipendente e se dare motivazioni, gioco e nell’interesse del Verona».
zarri è il momento più duro da ne dei duelli abbiamo fatto male. mi chiamerà sono a disposizio- un’identità ai ragazzi. Giochere- © RIPRODUZIONE RISERVATA

quando ha accettato la sfida Ca- Ho parlato a lungo con la squa- ne. Non so se faremo un lungo ri- mo fino alla fine con il coltello tra
gliari lo scorso settembre. La
sconfitta interna per 2-1 contro il
dra, sono abbattuti ma è normale
in questo momento, io però sono
Da settembre Walter Mazzarri,
60 anni, al Cagliari da settembre 2021
tiro prima della Salernitana. Qui
dirigenza e giocatori sono abi-
i denti perché vogliamo fare la
storia e superare il record dei 54 s TEMPO DI LETTURA 2’10”
https://overpost.biz https://overday.info
32 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 33

SERIE A ANTICIPI 35a GIORNATA


#

LE PAGELLE LA CLASSIFICA
di Stefano Cieri -

SQUADRE PT PARTITE RETI

SPEZIA MILAN 74
G
34
V
22
N
8
P
4
F
60
S
30

6
INTER 72 34 21 9 4 72 28
NAPOLI 70 35 21 7 7 67 31
JUVENTUS 66 34 19 9 6 52 30
LAZIO 59 35 17 8 10 70 53
ROMA 58 34 17 7 10 55 40
7 PROVEDEL IL MIGLIORE
FIORENTINA 56 34 17 5 12 54 46
Cinque parate
ATALANTA 55 34 15 10 9 61 43
da applausi.
VERONA 52 35 14 10 11 60 52
Peccato che
sulla quarta la SASSUOLO 46 35 12 10 13 60 61
palla gli finisca TORINO 44 34 11 11 12 42 36
sulla schiena e UDINESE 43 34 10 13 11 53 52
sulla quinta arrivi BOLOGNA 42 34 11 9 14 39 49
lo stesso il gol. EMPOLI 37 34 9 10 15 45 62
SAMPDORIA 33 35 9 6 20 42 57
6 AMIAN Comincia col suo primo gol SPEZIA 33 35 9 6 20 37 63
“italiano”. Bene nel primo tempo, nella CAGLIARI 28 35 6 10 19 32 64
ripresa soffre Zaccagni. SALERNITANA 25 33 6 7 20 28 70
6,5 HRISTOV Stacco imperioso sul GENOA 25 35 3 16 16 25 55
gol dell’ultima illusione. Dietro tiene VENEZIA 22 33 5 7 21 27 61
botta.
5 NIKOLAOU Improvvido su CHAMPIONS E. LEAGUE CONFERENCE LEAGUE RETROCESSIONE
Milinkovic ed è rigore. Va in difficoltà

35a GIORNATA
anche in altre occasioni.
4,5 RECA Non oppone resistenza sul
3-3 di Milinkovic. Dalle sue parti la
Lazio spinge. IERI
6 MAGGIORE Interpreta bene le due CAGLIARI-VERONA 1-2
fasi fino all’intervallo. Poi perde le Sigillo finale Francesco Acerbi, 34 anni, firma il gol del 4-3 che dà la vittoria alla Lazio, Per il centrale è la quarta rete in questo campionato GETTY NAPOLI-SASSUOLO 6-1
misure. SAMPDORIA-GENOA 1-0

Acerbi, gol rivincita al 90’


5,5 BASTONI Il suo ingresso coincide SPEZIA-LAZIO 3-4
col momento più difficile per lo Spezia. OGGI
5,5 KIWIOR Sovrastato fisicamente JUVENTUS-VENEZIA (1-1) ore 12.30
da Milinkovic, nella ripresa esce dalla EMPOLI-TORINO (2-2) ore 15
partita. MILAN-FIORENTINA (3-4) ore 15
6,5 VERDE Propizia il primo e il terzo UDINESE-INTER (0-2) ore 18

E La Lazio ribalta lo Spezia RECUPERO 20 GIORNATA


gol. Ne segna anche uno, ma è ROMA-BOLOGNA (0-1) ore 20.45
fuorigioco sia pur di poco. DOMANI
5,5 ANTISTE Entra per congelare la ATALANTA-SALERNITANA (1-0) 20.45
gara. Compito che non assolve.
7 AGUDELO Il gol è un misto di
tempestività e grande tecnica. Utile a
anche in fase di copertura.
(KOVALENKO s.v.)
6,5 GYASI Una spina nel fianco della
difesa laziale nel primo tempo. Nella
L’errore con il Milan, gli insulti, la settimana da incubo GIOVEDÌ 5 MAGGIO
SALERNITANA-VENEZIA (2-1) ore 18
ripresa rallenta.
6,5 MANAJ Lotta su tutti i palloni,
con le buone e con le cattive. Davvero
Il difensore regala la vittoria a Sarri che vede l’Europa 36a GIORNATA
indomabile. (SALCEDO s.v.) VENERDÌ 6 MAGGIO
6 ALL. MOTTA La fortuna prima
di Pierfrancesco Archetti
dell’errore alle rivali. I laziali ora I motivi Si vede di tutto: la pri- INTER-EMPOLI (and. 2-0) ore 18.45
sembra volerlo aiutare poi gli volta le
SPEZIA
sono padroni del loro destino: ma rete di Amian in Serie A, toc- GENOA-JUVENTUS (0-2) ore 21
spalle. Ma lo Spezia c’è. INVIATO A LA SPEZIA SABATO 7 MAGGIO
vincendo sempre (contro Sam- co di testa da due passi sulla
TORINO-NAPOLI (0-1) ore 15
rancesco Acerbi ride pdoria, Juve e Verona) approde- mancata uscita di Strakosha. Un
LAZIO SASSUOLO-UDINESE (2-3) ore 18

LAZIO F
di nuovo. Non per il ranno sul palcoscenico interna- avvio in discesa permette a Mot- LAZIO-SAMPDORIA (3-1) ore 20.45
nervosismo, come zionale. ta di restare corto in fase difensi- DOMENICA 8 MAGGIO

3 4
(PT)2 R Q1

6,5
domenica scorsa do- va e sguinzagliare Manaj e Agu- SPEZIA-ATALANTA (2-5) ore 12.30
po il gol incassato dal Occasione persa Lo Spezia delo nelle ripartenze. Mentre la VENEZIA-BOLOGNA (1-0) ore 15
Milan nel recupero, con annesse vive di una tranquillità minima. Lazio è scolpita sul 4-3-3, lo SALERNITANA-CAGLIARI (1-1) ore 18
MARCATORI: Amian (S) al 9’, VERONA-MILAN (2-3) ore 20.45
valanghe di fango sulla sua per- Non ha l’affanno costante della Spezia si raccoglie a 4-4-1-1 sen- LUNEDÌ 9 MAGGIO
7 MILINKOVIC IL MIGLIORE sona. Ride c o nv ive n z a Immobile (L) su rigore al 33’, Agudelo za palla, mentre in possesso è 4-
(S) al 35’ p.t.; Provedel (S) autogol al FIORENTINA-ROMA (1-3) ore 20.45
Uomo squadra, perché stavol- con la retro- 9’, Hristov (S) all’11’, Milinkovic (L) al
2-3-1 con Verde e Gyasi che al-
punto di ta è lui a se- cessione, però largano il campo. Lo Spezia è
23’, Acerbi (L) al 45’ s.t.
gnare il gol Quanti errori
riferimento della
manovra.
Imposta e
partita al 90’, La difesa laziale
non è ancora
salvo: le scon- 4-2-3-1
PROVEDEL
troppo tenero sul centro sini-
stra, la Lazio si appoggia costan- MARCATORI
lui che viene fitte di Genoa temente su Lazzari e Anderson. 27 RETI Immobile (Lazio, 7)
insultato già concede di tutto,
rifinisce. E segna
il fondamentale e Cagliari le Oppure per arrivare in area i 23 RETI Vlahovic (Juventus;
AMIAN HRISTOV NIKOLAOU RECA
gol del 3-3. prima del via ma ai liguri non tengono lon- sarriani usano il taglio orizzon- 17 alla Fiorentina, 5)
16 RETI Martinez (Inter, 3), Simeone
dai suoi tifosi, tane, ma que- tale e l’imbucata in verticale
e qui la curva basta andare tre
MAGGIORE KIWIOR (Verona)
4 STRAKOSHA La mancata uscita
sta è un’occa- dentro l’area. Provedel respinge 15 RETI Abraham (Roma, 2)
è praticamen- volte in vantaggio
sul gol di Amian è inconcepibile prima VERDE AGUDELO GYASI
ancora che grave. sione buttata. sempre. Il momento dell’errore 14 RETI Berardi (Sassuolo, 6)
5,5 LAZZARI Col freno a mano tirato te in campo, si Tre volte in però arriva anche per Nikolaou, 13 RETI Arnautovic (Bologna, 2),
MANAJ
perché Gyasi è un brutto cliente. sente tutto indistintamente. Lui vantaggio, i bianchi si fanno che salta fuori tempo e poi fer- Scamacca (Sassuolo, 1), Joao Pedro
(Cagliari, 3), Dzeko (Inter), Osimhen
4 PATRIC Il modo in cui perde la palla che, dicono, non sarebbe degno sempre riprendere, fino al sor- ZACCAGNI IMMOBILE F. ANDERSON ma con il braccio in area il pal- (Napoli)
sul gol di Agudelo non ammette della maglia della Lazio, che se passo preannunciato poco pri- leggio di Milinkovic. Immobile 12 RETI Pinamonti (Empoli, 4), Deulofeu
attenuanti. Soffre Manaj. ne deve andare. Prima di farlo, ma da un palo di Zaccagni. In pareggia su rigore e va a 27 nella (Udinese, 1), Caprari (Verona, 2)
(LUIZ FELIPE s.v.) BASIC CATALDI MILINKOVIC
se succederà, potrebbe lasciare una partita di errori e orrori, che classifica marcatori. Cataldi e 11 RETI Pasalic (Atalanta), Mertens
6,5 ACERBI Il gol-vittoria, nonostante (Napoli, 1), Caputo (Sampdoria), Beto
la contestazione dei suoi tifosi ed una la Lazio in Europa, grazie anche provocano palpitazione e mani Patric però rendono subito il fa-
MARUSIC ACERBI PATRIC LAZZARI (Udinese), Barak (Verona, 4),
settimana da incubo. a questo 4-3 all’ultimo istante. sugli occhi dallo sconcerto fin vore: passaggio molto sporco del 10 RETI Zapata (Atalanta, 3),
5 MARUSIC Verde lo costringe a Tre punti presi prima che gio- dall’inizio, lo Spezia si fa infilare primo al secondo che non riesce Milinkovic-Savic (Lazio), Insigne (Napoli,
stare basso. In difficoltà per tutta la chino Fiorentina, Atalanta e Ro- in fondo anche perché sbaglia 4-3-3 STRAKOSHA a controllare e Agudelo (il di- 8), Raspadori (Sassuolo)
gara. ma non concedono la possibilità una ripartenza con Kovalenko. SPEZIA (4-2-3-1) sturbatore nel 4-4-1-1) va in
6 CATALDI Regia di lampi in fase Provedel; Amian, Hristov, Nikolaou,
d’impostazione, ma anche di porta.
Reca; Maggiore (dal 36’ s.t. S. Bastoni), P R I M A V E R A
sofferenza in fase di contenimento. Kiwior; Verde (dal 33’ s.t. Antiste),
(LEIVA s.v. ) analizza le immagini e dà il
Agudelo (dal 36’ s.t. Kovalenko), Gyasi;
Rimonta Lazio Sconsolato
5,5 BASIC Resta fermo sul primo gol via libera: gol regolare. per una fase difensive terribile,
(anche se la colpa è di Strakosha). In
avanti non riesce ad incidere. L A M O V I O L A
Buono anche il gol decisivo di
Manaj (dal 44’ s.t. Salcedo)
PANCHINA: Zoet, Zovko, Bourabia, ma fiducioso per il cospicuo L’Inter in testa
7 LUIS ALBERTO Il suo ingresso
di m.d.v.
Acerbi (nel frame) realizzato
al 90’. La Lazio riconquista
Ferrer, Sher, Nguiamba, Strelec,
Bertola
prodotto offensivo, Sarri rad-
drizza la gara nella ripresa inse-
Ma la Roma oggi
cambia la partita. Fa l’assist per il 3-3
ed è decisivo nell’azione del 3-4. palla sulla trequarti e va al ALLENATORE: Motta rendo Luis Alberto e anche fa- può tornare a +3
5,5 F. ANDERSON Qualche guizzo,
molte pause. Il suo contributo stavolta
C’è il rigore tiro con Immobile da dentro
l’area. Provedel respinge e la
ESPULSI nessuno
AMMONITI Manaj, Amian, Kovalenko
cendo transitare più il gioco a si-
nistra su Zaccagni: così arriva il ● (m.cal.) Oggi la Roma può
è minimo. (ROMERO s.v. )
6,5 IMMOBILE Freddo dal
per la Lazio sfera arriva a Luis Alberto
gioco scorretto
CAMBIO SISTEMA: nessuno 2-2, perché il tiro dell’esterno tornare in testa da sola, dopo
dischetto, Provedel gli nega due volte il
gol, sulla seconda occasione potrebbe
Reti di Acerbi che dal limite dell’area
svirgola il tiro. Il pallone
BARICENTRO: molto basso (46,2 m) costringe Provedel all’autogol
(parata sul palo e gol di schiena),
aver subito l’aggancio
dell’Inter. 32ª giornata:
far meglio.
6,5 ZACCAGNI Di nuovo decisivo.
e Milinkovic: ok arriva ad Acerbi che con un
pallonetto la manda in rete.
LAZIO (4-3-3)
Strakosha; Lazzari, Patric (dal 41’ s.t.
ma tutto è da rifare poco dopo
perché la linea intera dei laziali,
Empoli-Milan 3-1, Inter-Spal
3-1, Juventus-Torino 4-1
Luiz Felipe), Acerbi, Marusic;
Crea superiorità nella ripresa. Due ● Partita ricca di episodi Le riprese televisive non Milinkovic, Cataldi (dal 48’ s.t. Leiva), come spesso è successo anche (venerdì). Sampdoria-Lecce
pali, sul primo ci scappa lo stesso il gol. decisi alla fine mostrano un check con il Var Basic (dal 14’ s.t. Luis Alberto); F. contro il Torino, si fa superare di 1-0, Bologna-Fiorentina 1-0,
6 ALL. SARRI Potrebbe inserire Luis correttamente da Pairetto. Nasca in corso che tuttavia Anderson (dal 48’ s.t. Romero), testa da Hristov su punizione di Napoli-Genoa 1-1, Pescara-
Alberto prima. Gli errori difensivi non
possono essergli imputati.
Giusto il rigore concesso alla avviene: il gol decisivo viene Immobile, Zaccagni Verde. Reca restituisce il piacere Sassuolo 1-0, Atalanta-
Lazio per fallo di mano di convalidato. PANCHINA: Reina, Adamonis, Akpa difendendo male su Milinkovic, Verona 2-2. Oggi (10.45,
Nikolaou al 32’ del primo Akpro, Cabral, Kamenovic, Radu a cui rimane il colpo del 3-3. Sportitalia): Roma-Cagliari.
G L I A R B I T R I ALLENATORE: Sarri
tempo. Il difensore dello ESPULSI nessuno Finché poi spetta a Acerbi sorri- Classifica: Roma*, Inter 62;
di m.d.v. Spezia fa un chiaro dere. D’istinto stava andando Atalanta 58; Cagliari** 55;
AMMONITI Zaccagni cnr
movimento verso la palla con CAMBIO DI SISTEMA nessuno verso lo spicchio di tifosi laziali, Fiorentina 51; Juventus** 50;
6 PAIRETTO (Arbitro) Tante
il braccio staccato dal corpo. BARICENTRO: alto (54,9 m) poi ha virato, è andato a urlare Sampdoria 49; Bologna 45;
situazioni al limite e verificate al Var
sui gol della serata, buono il 4-3 di Convalidato il terzo gol della dall’altro lato. Sassuolo 44; Empoli* 42;
Lazio dopo un consulto con il ARBITRO: Pairetto di Nichelino Torino, Napoli, Verona 40;
Acerbi: nel complesso sembra VAR: Nasca di Bari
© RIPRODUZIONE RISERVATA

prendere la decisione corretta. Var per un presunto tocco di NOTE: Spettatori 8500. Tiri in porta 3-
Milan 39; Genoa, Lecce 37; Spal
6 PERROTTI (Assistente)
6 AFFATATO (Assistente)
mano di Milinkovic. Il Var 9. Tiri fuori 3-7. In fuorigioco 3-2. Angoli
4-5. Recuperi 1’ p.t., 4’ s.t.
s TEMPO DI LETTURA 2’36” 23; Pescara 18. *gare in meno.
https://overpost.biz https://overday.info
34 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE A
#

L’invitataspeciale

Virginiaingioco
IDENTIKIT
Virginia
U SIVO Raffaele
ESCL NATA A ROMA
IL 27 SETTEMBRE 1980
RUOLO ATTRICE

● Discendente da una
dinastia di giostrai, i genitori
furono tra i fondatori
dell’ormai defunto luna park
di Roma, il LunEur, Virginia
Raffaele è cresciuta tra le
giostre di famiglia. Istrionica
HA DETTO attrice, conduttrice e autrice
di veri e propri ritratti, più
HA DETTO
che imitazioni. Tra le più
celebri quelle di Carla Fracci,
Ornella Vanoni, Donatella
La Versace. Dagli esordi tv con Che brava
racchetta la Gialappas passando per Garbiñe
mi piace, «Quelli che...», conquista Muguruza,
il pubblico nelle edizioni del
gioco qualcuno mi
Festival di Sanremo tra il 2016
quando Una e centomila e il 2019 . Nel 2022 partecipa
ha detto che
posso. sui palchi d’Italia alla seconda edizione di «Lol - le somiglio
E spero Virginia Raffaele dietro le Chi ride è fuori», arrivando e non mi
che Matteo quinte nella foto grande e, seconda, autoeliminandosi... dispiace
torni presto sopra, in due momenti dello con una risata. Ora è in affatto
spettacolo «Samusà», pronto tournée con «Samusà»,
per il gran finale a Roma dal 3 al 15 maggio in scena
FOTO: MASIAR PASQUALI al Brancaccio di Roma.

di Edoardo Lusena 3 Insomma,leriescepropriotut-


to?

«NÉ LAZIO NÉ ROMA


MILANO
«Macché, so’ piena de difetti, sa-

N
su Berrettini pesse signora mia... Scherzi a par- Sulla
te, la coordinazione fisica e il con- Muguruza
trollo del corpo che mi sono ritro-

MA IL TIFO MI PIACE
vata e che ho implementato anche
Zlatan lo con il teatro magari aiutano».
immagino In scena
bene sul 3 InSamusà,lospettacoloingiro per due ore,
ulla è come sembra, sul palco co- da qualche tempo (al Brancaccio

IBRA HA PROPRIO
grande mi preparo
me in tv. Se la protagonista è Virgi- di Romadal3al15maggio)indue
schermo, ha con un
nia Raffaele poi, anche un «Forza ore in scena non sta ferma un at-
una faccia Lazio» diventa così credibile da timo, ci vuole fiato... personal
perfetta per farla diventare tifosa in un batter «Per forza, c’è un allenamento trainer:

UNA FACCIA DA FILM»


un film di d’occhio. costante. Faccio un training fun- allenarsi per
Kusturica zionale con un professionista che me è una
3 Virginia, lo sa che l’hanno eti- mi segue e anche quando ho lo costante
chettata laziale? spettacolo mi preparo per mante-
«Come, scusi?» nere il lavoro. Ma è un allenamen-
to progressivo, quasi fosse un av-
3 Qualche anno fa, era il maggio
2017, a qualche giorno da un Ro- La Raffaele in tournée con “Samusà” vicinamento alle olimpiadi, con
tanti mesi in scena davanti».
ma-Lazio finito 1-3, in uno
sketch in tv con Sabrina Ferilli la racconta le sue passioni sportive: 3 L’abbiamo vista in Lol, dove è
Su
Ibrahimovic
sfidò con un «Forza Laziooo».
«Ahhhh, certo. Me lo ricordo be- «Il tennis mi fa impazzire. E Berrettini...» arrivata seconda, la tv le manca?
Anche Sanremo è stata spesso Lei e lo sport
ne, capitò in una puntata di Fac- casa sua
ciamo che io ero (suo show su Ra- «Ho grande rispetto della tv e vo-
iUno, n.d.r.) ma era una gag: Sa- 3 Beh, ha continuato la tradizio- 3 Quindi il calcio, bene o male, la ne Covid e vaccini, resta un gioca- glio farla quando ho qualcosa di
brina ed io decidemmo di inter- ne di famiglia in fondo, lavora insegue. C’è qualche personag- tore incredibile. Io da profana gio- nuovo da proporre. A Sanremo
pretare il ruolo impossibile, due anche lei spesso la domenica, ora gio del mondo del pallone che se- catriceatempopersomiincantoa poi voglio proprio bene, fateme fa’
uomini. E come li puoi fare accen- con il teatro, ma già dai tempi di condo lei ha una faccia da teatro vederli. Quando vedi quei razzi un po’ di dieta dalla tv, poi torno».
dere meglio che contrapponen- Quelli che... o da cinema? che partono, altro che ace, lì dici
doli sul piano del calcio?». «Eh sì e pensi che neanche quan- «Beh Ibrahimovic, senza dubbio. “Va beh...”». 3 Spesso ricorda con affetto e no-
do facevo Quelli che..., storica- Ha una faccia stupenda, da film di stalgia Gigi Proietti, a vederla in
3 Beh con la Ferilli giallorossa fa- menteunatrasmissionecheruota Kusturica, lo trovo molto simpati- 3 Quindi c’è la possibilità di in- scena viene da pensare che lei
re il contraltare era ovvio, ma fu intorno al calcio, mi sono mai vo- co, non sai mai dove finisca la per- crociarla su qualche campo. potrebbe essere tra i pochi a so-
convincente...suiforumdeitifosi tata a una squadra. D’altronde ne- sona e dove inizi il personaggio, lo «Non esageriamo, gioco ogni tan- stenere un nuovo A me gli occhi,
laziali la considerano una dei lo- anche con i fidanzati mi è rimasta vedreisicuramentebenesulgran- to, mi piace, ma sono assoluta- please?
ro. addosso una maglia calcistica. E de schermo». mente una principiante, il mio «Oddio, mi è venuto un brivido,
«Ma dai! Grande (scoppia in una dico purtroppo». rapporto con lo sport è strano» ho amato Gigi da sempre, lo so-
risata, n.d.r.). Eh e invece no, ma 3 Archiviato il calcio, lo sport ha gnavodapiccola,conoscerloèsta-
pur essendo romana non mi sono 3 Prego? comunque un posto tra le sue 3 In che senso? to un privilegio, ma non potrei
mai legata a nessuna delle due «Beh sì, il tifo calcistico è una cosa passioni. «Mi sono sempre definita una mai. Quello spettacolo lo conosco
squadre. D’altronde sono cresciu- bellissima, che unisce molto le «Il tennis indubbiamente, a par- ‘pippa olimpionica’. Nel senso a memoria, ha cambiato il teatro,
ta in una famiglia in cui la dome- persone, due delle mie migliori tire da Berrettini che spero stia che, a parte la danza non ho mai ha inventato un nuovo modo di
nica si lavorava, più del solito, es- amiche sono tifosissime, due su- meglioeprestotorniincampo,al- trovato il mio sport, ma poi in tut- fare spettacolo, ma può esserci so-
sendo tutti impegnati nel Luna per romaniste, con tanto di abbo- la Muguruza, qualcuno dice pure to quello che ho provato non sfi- lo con lui».
Park in cui sono cresciuta, anche namento all’Olimpico, al punto che ci somigliamo ed è un acco- guravo, pensi che un paio di volte © RIPRODUZIONE RISERVATA

se qualche tifoso in famiglia c’è, che mi ritrovo sola al grido di “No, stamento che non mi dispiace. Ma ho fatto qualche uscita a golf e mi
sponda Lazio, ma pure qualche
romanista».
stasera c’è la partita”. Manco ad
ave’ due fidanzati così...».
poi Nadal, Djokovic, nonostante
le sue ultime uscite sulla questio-
hanno fatto i complimenti per lo
swing». s TEMPO DI LETTURA 3’52”

Mi sono sempre definita una pippa olimpionica: a parte la danza, non trovavo la quadra con lo sport,
ma poi riesco in tutto quello che provo, pure a golf mi fecero i complimenti per lo swing
Virginia Raffaele Attrice

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 35

LE NOSTRE OPINIONI
#

DENTROLENOTIZIE
che sentiva già suo, poi
pensava le fosse sfuggito e
quindi s’era di nuovo cucito
sulla maglia. Che sia anni 60 o
IL TEMA DEL GIORNO moderno, capiremo meglio lo
di Fabio Licari spessore mentale del calcio di
LO SPUNTO
Inzaghi non solo in prospettiva di Andrea Fanì

Milan e Inter, è la giornata della verità


campionato: la finale di Coppa
Italia con la Juve, con la quale
era cominciata la risalita, ha
Se Bagnaia
resta “leggero”
RimpiantoSpalletti:ilNapolieradatitolo
implicazioni da brividi.

Nel personalissimo torneo dei c’è margine


n questo campionato
rimpianti, i bianconeri
dovrebbero avere meno
per la rimonta
I è sempre presto per
dare qualcuno per
problemi in questa tappa: alla
Champions mancano quattro rima della pole di
spacciato. Domenica
sembrava che il progetto
Napoli fosse definitivamente
punti e il Venezia non vince in
A dal 21 novembre, però ha
strappato un pari alla
P ieri a Jerez, in un
venerdì che aveva
già dato indizi,
fallito, con la Juve a una stralunata Juve dell’andata e avevamo scelto il titolo
lunghezza dal clamoroso ora ha cambiato tecnico, «Scusate il ritardo» per
sorpasso e il posto Champions Soncin per Zanetti. Una scossa sintetizzare i primi segnali di
addirittura a rischio. Ieri è potrebbe anche essere inutile Pecco Bagnaia. Quando si
arrivata la più prepotente delle in una lotta salvezza dove solo dice che il Motomondiale
risposte: il 6-1 al Sassuolo che uno su quattro ce la farà. Il inizia in Europa - e quando i
aveva appena lottato alla pari derby di Genova ha forse primi a dirlo sono gli addetti
con i bianconeri. Dionisi e i salvato la Samp e condannato ai lavori - non si fa solo abuso
suoi hanno sicuramente mille il Genoa. Ma anche il Cagliari di luoghi comuni: le piste
colpe per questa disfatta, il caduto in casa con il Verona diventano da guidare,
Sassuolo non è sceso in viaggia a una media interpretare, le temperature
campo, ma il Napoli ha detto retrocessione, con Mazzarri sono “da performance”, il
che, con il potenziale che si pericolante, mentre la comportamento delle moto
ritrova, può competere con Uomini gol Rafael Leao, talento del Milan, portoghese, 22 anni, in stagione è a quota 9 reti in campionato, a Salernitana lanciatissima spera comincia a essere compreso
Milan e Inter. Se non ora, per destra Edin Dzeko, attaccante dell’Inter, bosniaco, 36 anni, 13 reti. Passa dal loro rendimento la volata scudetto domani in un’Atalanta triste e dai piloti. Però, perdonato
il prossimo campionato. Da preoccupata di perdere le per il ritardo, adesso che la
capire con chi in panchina: coppe dopo un triennio sveglia è suonata e lui si è
mentre Mertens, vicino al cena per ricucire i rapporti. Lo Inzaghi vivono un primo sporcherebbe un po’ l’immagine entusiasmante. In fondo alzato dal letto, per Pecco non
rinnovo, esprimeva tutta la scudetto è stato un obiettivo maggio di domande scomode. bella e vincente di una squadra l’Europa League è indecifrabile c’è più tempo da perdere. La
delusione per la stagione, reale per tutta la stagione. Quanto i rossoneri soffriranno che, con Italiano, arriva al gol come tutto il resto: la Lazio s’è pole del GP Spagna conferma
Spalletti parlava di «grande la pressione dei favoriti? E sempre con il gioco. E se quello rimessa in pista con il 4-3 che neanche lui si stava
anno». Due visioni Non è la prima volta che come reagiranno i nerazzurri del Milan sembra un impegno rocambolesco a La Spezia nascondendo dietro un
diametralmente opposte. Spalletti dilapida nel finale il alla botta di Bologna? Non c’era complicato, cosa dire allora di segnato proprio dal Acerbi, il cliché, quando ripeteva
Interessante capire quale tesoretto accumulato in niente di peggio di Fiorentina e Udinese-Inter? I bianconeri di cui sorriso ora non ammette «devo capire questa moto».
senta più sua De Laurentiis, stagione, ma questo è il Udinese per avere risposte Cioffi giocano bene, con la equivoci. E il Bologna arbitro Ora pare che il dialogo
la cui rabbia per una volta campionato dei ribaltoni e delle urgenti. Dopo complimenti leggerezza di chi può esagerare, del campionato completa la conoscitivo sia finito, Pecco e
calibrata sembra aver occasioni sprecate. Tutti imbarazzanti, i viola sono tanto la salvezza è conquistata. striscia terribile con la Roma, la Desmo 2022 si sono presi
scatenato gli effetti sperati: possono ostentare rimpianti. caduti due volte di fila contro Una situazione psicologica agli dopo aver preso 5 punti a Inter, per mano e hanno iniziato a
invece di un ritiro punitivo e Chi assicura che oggi Milan e Juve (in Coppa Italia) e antipodi di quella dell’Inter che Milan e Juve. Che spettacolo. correre. A questo punto, per
stressante, meglio ritrovarsi a Inter allunghino ancora? Pioli e Salernitana: un terzo ko potrebbe aver perso lo scudetto © RIPRODUZIONE RISERVATA restare in tema di luoghi
comuni, potremmo
proseguire con uno
scurdammoce ‘o passat:
«Che cosa possiamo fare?». mettiamo da parte le
Gli risposi: «Devi prendere difficoltà iniziali, dovute
delle lezioni private». Veniva anche alla pressione
a Milanello e sottoponeva a psicologica da favorito per il
L’INTERVENTO sedute supplementari di Mondiale, come ammesso dai
di Arrigo Sacchi allenamento con i giovani manager Ducati; a patto però
della Primavera. Tenete di cominciare a vincere,
Le tante qualità di Ancelotti presente che Ancelotti era un
giocatore della Nazionale, già
perché Bagnaia finora è stato
paradossalmente fortunato.

Ma a vincere è quella umana famoso. Provate a dire oggi a


un ragazzo di vent’anni di
In un Mondiale in cui
nessuno ha trovato il ritmo e
«prendere delle lezioni la continuità di risultati, il
er descrivere Carlo e ai luoghi. Segno di grande private»: vi manda al diavolo! grande rivale Quartararo ha

P Ancelotti è
necessario utilizzare
i superlativi assoluti.
intelligenza. Un importante
studioso sosteneva che se hai
un notevole entusiasmo
Ma è grazie a questa
modestia e a questo
entusiasmo se Carlo è
vinto la prima corsa solo al
round numero 5: se Pecco
vincesse oggi, allora sì
Se una persona è brava, lui è sostenuto dalla modestia, dal arrivato al successo, sia come potremmo dire che il suo
bravissimo. Se una persona è buonsenso e dalla calciatore sia come Mondiale è iniziato. Perché
modesta, lui è modestissimo. perseveranza, sei sulla strada allenatore. La sua storia se prima del via del GP
Se una persona è buona, lui è del successo. Carlo ha tutte dovrebbe essere un esempio spagnolo i punti di ritardo dal
buonissimo. È questa la queste qualità. Si fa voler bene La calma del forte Carlo Ancelotti, 62 anni: da tecnico ha vinto 5 per i giovani che cominciano duo di testa Quartararo-Rins
differenza con la maggior da chiunque. Quando smetterà titoli (in Italia, Inghilterra, Francia, Germania e Spagna) e 3 Champions a giocare a pallone. sono 38, con sedici corse da
parte degli altri allenatori: a tutti resteranno ricordi Nel 1994, al Mondiale negli completare (Jerez compresa)
Carlo non fa nulla di piacevoli delle sue squadre, Stati Uniti, per me fu un il margine di recupero è
straordinario, è lui a essere che giocano bene, non sono Evani, e io non avevo un alter dai gesti e dai comportamenti, collaboratore prezioso. Anzi: abbondante. Sempre che
straordinario. E lo ha difensive, non fanno tatticismi, ego in squadra, decisi di voglio raccontarvi questo preziosissimo (con lui Bagnaia faccia... Bagnaia: il
dimostrato conquistando la praticano un calcio positivo e mettere Carlo all’ala sinistra. episodio del quale io e Carlo abbiamo detto che bisogna signore assoluto visto nella
Liga in Spagna, dopo aver già cercano sempre il dominio del Poteva sembrare un siamo stati protagonisti. Un usare il superlativo assoluto). seconda parte del 2021, il
vinto la Serie A in Italia, la campo. Da giocatore non era controsenso, perché non era giorno mi telefona Berlusconi E poi ha iniziato a pilota coraggioso, veloce e
Premier League in veloce di gambe, ma di veloce, ma era il più affidabile e, riferendosi ad Ancelotti, mi camminare da solo e di strada leggero di testa che ha fatto
Inghilterra, la Ligue 1 in cervello. Pensava prima degli per quel ruolo in quel preciso dice: «Lei ha voluto un ne ha fatta parecchia, sudare in modo inaspettato il
Francia e la Bundesliga in altri e così arrivava in anticipo momento. E poi fece pure il gol direttore d’orchestra che non dimostrando che l’umiltà è titolo a Quartararo, quando
Germania. Nessuno come lui. sul pallone. Quando, alla che aprì quella meravigliosa conosce la musica». Era vero. alla base di ogni vittoria e di sembrava averlo in tasca. La
La sua forza è la capacità di vigilia della semifinale contro partita... Ma siccome, più delle Riferii quelle parole a Carlo, il ogni conquista. sveglia è suonata, Pecco...
sapersi adattare alle situazioni il Real Madrid, s’infortunò parole, gli uomini si giudicano quale ascoltò e mi chiese: © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

RCS MediaGroup S.p.A. EDIZIONI TELETRASMESSE PREZZI D’ABBONAMENTO


Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano RCS Produzioni Milano S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 C/C Postale n. 4267 intestato a:
Responsabile del trattamento dati PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.6282.8238 | RCS RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
(D. Lgs. 196/2003): Stefano Barigelli Produzioni S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 Tel. 06.68828917 | RCS Produzioni Padova S.p.A. - Corso Anno: € 514,90 € 464,90 € 356,90
DIRETTORE RESPONSABILE © 2022 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8704.559 |
Per i prezzi degli abbonamenti all’estero telefonare
STEFANO BARIGELLI PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano Tipografia Sedit 4.zero S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. -
all’Ufficio Abbonamenti 02.63798520
può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 | Società
sbarigelli@gazzetta.it Urbano Cairo o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5ª n. INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI
35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 | L’Unione Sarda Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it
CONSIGLIERI DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA S.p.A. - Centro Stampa Via Omodeo, 5 - 09034 ELMAS
VICEDIRETTORE VICARIO Marilù Capparelli, Carlo Cimbri, MILANO 20132 - Via A. Rizzoli, 8 - Tel. 02.62821 (CA) - Tel. 070.60131 | Miller Distributor Limited - Miller
GIANNI VALENTI gvalenti@gazzetta.it ROMA 00187 - Via Campania, 59/C - Tel. 06.688281 House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 -
Alessandra Dalmonte, Diego Della Valle, DISTRIBUZIONE MALTA | Eucles Daily SAS Rue Turgot, 24 - 75009 PARIS - Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419
VICEDIRETTORI Giuseppe Ferrauto, Uberto Fornara, m-dis Distribuzione Media S.p.A. - Via Cazzaniga, 19 20132 Francia | Digitaprint-Imprimerie de l’Avesnois s.r.l. 1 Rue dell’ 1 settembre 1948 - ISSN 1120-5067
Milano - Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 Robert Bichet, 1 - 59440 AVESNELLES – Francia
PIER BERGONZI pbergonzi@gazzetta.it Veronica Gava, Stefania Petruccioli, SERVIZIO CLIENTI
CERTIFICATO ADS N. 9014 DEL 06-04-2022
La Gazzetta dello Sport Digital Edition ISSN 2499-4782
ANDREA DI CARO adicaro@gazzetta.it Marco Pompignoli, Stefano Simontacchi, Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola ARRETRATI Rivolgersi al proprio edicolante, oppure scrivere
Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it In Puglia e in Basilicata
Marco Tronchetti Provera a arretrati@rcs.it . Il pagamento della copia, pari al doppio del
La Gazzetta dello Sport 0.75€ + La Gazzetta del
PUBBLICITÀ prezzo di copertina, deve essere eseguito su:
Mezzogiorno 0.75€. Non vendibili separatamente.
CAIRORCS MEDIA S.p.A. iban IT 97 B 03069 09537 000015700117
Testata di proprietà de DIRETTORE GENERALE LA GAZZETTA DELLO SPORT Sede operativa: Via A. Rizzoli, 8 20132 Milano BANCA INTESA - MILANO intestato a RCS MEDIAGROUP SPA. La tiratura di sabato 30 aprile 2022
“La Gazzetta dello Sport s.r.l.” - A. Bonacossa © 2022 Francesco Carione Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848 - www.rcspubblicita.it comunicando via e-mail l’indirizzo ed il numero richiesto è stata di 246.316 copie.
PREZZI ALL’ESTERO: Belgio € 3,50; Croazia Hrk 27; Francia € 3,50; Germania € 3,50; Grecia € 3,50; Lussemburgo € 3,50; Malta € 3,50; Olanda € 3,50; Repubblica Ceca CZK 100; Slovenia € 3,50; Svizzera CHF 3,50.
https://overpost.biz https://overday.info

GazzaMondo
36 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

Germania Perdono Bayern e Dortmund


● 32esima di Bundesliga. Venerdì: Union-G. Fürth 1-1. Ieri:
Arminia-Hertha 1-1, Augsburg-Colonia 1-4, Dortmund-
Bochum 3-4 (tripletta di Haaland, 2 su rigore, foto), Mainz-
Bayern 3-1, Stoccarda-Wolfsburg 1-1, Hoffenheim-Friburgo
3-4. Domani: Leverkusen-Eintracht, Borussia M.-Lipsia

Il Grande Slam di
IL RECORD
REAL MADRID 1
TRIONFA COL REAL (PT)2 R

4 0
ESPANYOL
Q0

SOLO LUI HA VINTO MARCATORI: Rodrygo al 33’ e al 43’


p.t.; Asensio al 10’, Benzema al 36’ s.t.

2
I 5 CAMPIONATI TOP
4-2-3-1
COURTOIS

L. VAZQUEZ CASEMIRO VALLEJO MARCELO

CAMAVINGA CEBALLOS

ASENSIO MODRIC RODRYGO

Con i blancos completa la collezione MARIANO

iniziata al Milan e proseguita con Chelsea, DE TOMAS PUADO


3
Psg e Bayern. È il suo ventunesimo titolo VILHENA DARDER MELENDO Y. HERRERA

CABRERA S.GOMEZ CALERO A. VIDAL

4-4-2 DIEGO LOPEZ


Protagonisti REAL MADRID (4-2-3-1)
Ancelotti con l’attaccante Courtois; Lucas Vazquez, Casemiro
francese Karim Benzema, 34
anni, Pichichi della Liga, capo
(dal 15’ s.t. Isco), Vallejo, Marcelo;
Camavinga (dal 29’ s.t. Mario Gila),
Ceballos; Asensio, Modric (dal 14’ s.t.
4
cannoniere con 26 gol, e in Kroos), Rodrygo (dal 29’ s.t. Vinicius);
totale in stagione 42 reti in 42 Mariano (dal 15’ s.t. Benzema).
partite finora PANCHINA Lunin, Piñeiro, Carvajal,
AFP Mendy, Valverde.
ALLENATORE: Ancelotti
AMMONITI Mariano, Casemiro e Diaz I trionfi 1. Al Milan con Maldini
per gioco scorretto
2. Al Chelsea vince la Premier 2010
ESPANYOL (4-4-2) 3. Campione di Francia 2013 col Psg
Diego Lopez; Aleix Vidal, Calero (dal 4. Al Bayern, Bundesliga 2017
38’ s.t. David Lopez), Sergi Gomez, 5. Il trionfo col Real ieri
Cabrera; Yangel Herrera (dal 31’ s.t.
Carlo V «Sono molto orgoglio- Merida), Melendo (dal 20’ s.t. Didac vincere la Premier League, pri- una stagione fantastica. Super-
di Filippo Maria Ricci Vilà), Darder, Vilhena (dal 20’ s.t.
I suoi trionfi CORRISPONDENTE DA MADRID
so dei 5 titoli nazionali – dice
Carlo –. La mia è una carriera
Morlanes); Puado, Raul de Tomas (dal mo doblete del Chelsea che alzò
anche la FA Cup. 12 maggio 2013,
coppa di Spagna e Liga conqui-
state, mercoledì la semifinale di

C
20’ s.t. Wu-Lei).
molto lunga ma non mi sono an- PANCHINA Olazabal, Garcia Pons, vittoria a Lione con rete di Menez ritorno in Champions col City di
TROFEI NAZIONALI cora stancato. E poi qui è specia- Miguelon, Moron, Dimata, Ribaudo, per il primo titolo del Psg dopo 19 Guardiola. Stagione che ha delle
Campionato le. Il Real, il Bernabeu, non avevo Embarba. anni, il terzo in totale. Con Ibra e colonne portanti. Karim Benze-
1 italiano mai vinto in questo stadio e l’am- ALLENATORE Vicente Moreno Beckham, si apriva il ciclo parigi- ma, ieri a segno per il 26° gol in
MILAN AMMONITI nessuno
biente è unico». E se lo dice uno no. Il 29 aprile 2017, Wolfsburg 0 Liga, 42 in 42 partite nella stagio-
Supercoppa che ha vinto a Milano, Londra, ARBITRO Munuera Montero Bayern 6, quinta delle 10 Bunde- ne: «Benzema è stato ecceziona-
1 italiana Parigi e Monaco c’è da credergli. NOTE Tiri in porta 6-2, tiri fuori 6-4, sliga consecutive della squadra le da quando è arrivato qui tanti
MILAN arlo si emoziona. «Sì, è una que- Carlo ha iniziato ad allenare a ca- angoli 6-6, fuorigioco 1-0 bavarese, il primo titolo di Carlo anni fa – ha detto ieri Florentino
Coppa stione genetica, lo facevano an- sa sua, Reggio Emilia, nel 1995 in Recuperi 3’ p.t. e 2’ s.t. col figlio Davide come secondo. E Perez – nessuno può togliergli il
1 Italia che mio padre e mio nonno, si- Serie B. Le prime 7 partite, nem- ieri, 30 aprile 2022. L’ultimo si- Pallone d’oro». E poi Vinicius,
MILAN gnifica che sono molto molto fe- meno un successo. Il 2 maggio gillo sulla corona di Carlo V. uno che in 3 anni con Zidane in
Campionato lice». Carlo si commuove, subi- del 2004 a San Siro col Milan bat- Liga aveva segnato 8 gol e in una
1 inglese to, con i lucciconi che arrivano tendo la Roma di Capello ha vin- Karim Pallone d’oro Il Ma- stagione con Carlo ne ha fatti 14.
Chelsea
alla fine di Real Madrid-Espanyol to il suo primo e unico scudetto, drid veniva da una stagione sen- Più tanti assist. E poi Courtois,
Coppa 4-0, la partita che ha portato al con un gol di Shevchenko. Il pri- za vittorie con Zidane. Carlo è colossale e salvatore in tante si-
1 d’Inghilterra Bernabeu la Liga numero 35 con mo anno di Kakà, il record di stato richiamato alla Casa Blan- tuazioni, in questo momento il
Chelsea
4 giornate d’anticipo, cosa che al punti. Poi il 9 maggio 2010, Chel- ca: pochi soldi, poco mercato, miglior portiere del mondo. E la
Supercoppa Madrid non succedeva dal 1990. sea-Wigan 8-0, punteggio record poche aspettative. Lo davano coppia di centrali difensivi, Mili-
1 inglese
E ha fatto diventare l’allenatore di per il Chelsea che segnò 103 reti pronto per la pensione dopo Na- tao-Alaba. Hanno dovuto sosti-
Chelsea
Reggiolo il primo a vincere il in campionato. Primo italiano a poli ed Everton. Ne è venuta fuori tuire due miti come Sergio Ra-
Campionato campionato in Italia, Inghilterra,
1 francese
Francia, Germania e Spagna. Il
Psg
top. Uno per ogni Paese. Carlo se porto coi giocatori, coi dirigenti,
1
Campionato
tedesco
la gode: «Quando hanno iniziato La testimonianza coi tifosi. Ha una dote che pochi
Bayern a lanciarmi in aria dicevo a Mar- posseggono: sa distinguere le

Costacurta svela:
celo: “otra, otra, otra!”, era molto cose importanti dalle meno im-
Supercoppe
bello stare lassù per aria». portanti. Questa distinzione è la
2 di Germania
bussola della sua vita e, di con-
2 Bayern
Si festeggia «Qui al Madrid bi- seguenza, della sua carriera».

«Allenatore già
Coppa
1 del Re sogna celebrare in fretta, perché
Real Madrid ogni successo dura pochissimo 3 Lei ha sostenuto che troppo
Supercoppa
perché si pensa già a quello suc- poco si è parlato di «ancelotti-

quando giocava»
1 di Spagna cessivo. Festeggiamo a Valdebe- smo», mentre molti ragiona-
Real Madrid bas, in famiglia. Celebrare fa be- menti si sono fatti sul «guar-
Campionato
ne, a meno che qualcuno non si diolismo» e sul «cholismo».
1 spagnolo rompa un piede o una gamba, «A volte mi sembra che il lavoro
ma non penso che succeda. Poi di Ancelotti sia un po’ sottosti-
Real Madrid
inizieremo a pensare al City». L’ex compagno: di Andrea Schianchi
mato. Sono 20 anni che vince: «Sapersi adattare alle situazio-
TROFEI INTERNAZIONALI Carlo ringrazia: «Il club e il pre- «Si dovrebbe proviamo a capire come ha fatto, ni. E riuscire a gestirle con cal-
sidente, che mi ha chiamato illy Costacurta rac- con quali metodi, con quale ma, pazienza e umanità. Carlo è
Champions
parlare ormai
B
3 League quando non me l’aspettavo». E conta il suo Ancelotti: strategia. E badate che parlo di una bella persona, prima ancora
2 MILAN, 1 Real Florentino Perez, di rimando in di ancelottismo, il compagno, l’allena- strategia come intende Sacchi: di essere un grande allenatore».
tv: «Sì, non pensava che lo chia- tore, l’amico. Carlo ha una strategia, sa dove
3
Supercoppa
europea massimo e quando l’abbiamo 20 anni che vince vuole arrivare ogni volta che co- 3 Qualche esempio di situazio-
2 MILAN, 1 Real fatto ha detto “Vengo correndo”, con metodo» 3 Il primo aggettivo che le viene mincia un lavoro e state pur cer- ne cui Ancelotti si è adattato?
Mondiale perché uno dei suoi grandi meriti in mente per descriverlo? ti che l’obiettivo lo raggiunge». «Il primo che mi viene in mente
2 per club è l’identificazione col Madrid e «Unico. Carlo è unico e questa è quello del Milan. Si è trovato
1 MILAN, 1 Real con i suoi valori, qualcosa di mol- sua unicità si manifesta nel rap- 3 La sua dote principale? con tanti centrocampisti dai
GDS to importante per noi».

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 37

Francia Vince il Rennes, oggi OM-Lione Turchia Trabzonspor e Hamsik campioni


● In Ligue 1, venerdì: Strasburgo-Psg 3-3; ieri: Lens-Nantes ● Il Trabzonspor allenato da Avcı ha vinto il campionato
2-2; Rennes-St.Etienne 2-0, doppietta di Majer e padroni di turco dopo ben 38 anni, il 7° della storia. Col 2-2 in casa con
casa terzi. Oggi, ore 13: Troyes-Lille; ore 15: Brest-Clermont; l’Antalya infatti va a 77 punti, +9 sul Fenerbahçe a 3 turni
Lorient-Reims; Monaco-Angers; Montpellier-Metz; dalla fine, ma in vantaggio negli scontri diretti. In squadra
Bordeaux-Nizza (17.05); Marsiglia-Lione (20.45, su Sky). anche l’ex Napoli Marek Hamsik, 34 anni, 25 gare e 2 gol.

Ancelotti
Inghilterra

Klopp, grazie Keita


Ma Foden riporta
5 avanti il super City
Il Liverpool passa 1-0 a Newcastle
Pep 4-0 a Leeds, aprono Rodri e Aké
Dubravka in uscita e segna. Pro-
di Iacopo Iandiorio
prio Keita al 7’ ci aveva provato
orpasso e controsor- da fuori. E appare indubbia-
PREMIER
S
passo. Come in un mente come il più fresco davan-
film di Dino Risi, ma ti. Dopo la mezzora inizia il festi-
al quadrato. Nel pri- val degli errori Reds. Mané ha la
35 GIORNATA mo pomeriggio il Li- chance migliore, da Diaz, e spa-
(in tv su Sky) verpool si libera con difficoltà di ra sul portiere slovacco. Poi è
Ieri: un rognoso Newcastle e supera Diogo Jota di testa a impegnarlo.
Newcastle- la capolista City. Nel tardo po- Nella ripresa sbagliano ancora il
Liverpool 0-1, meriggio a Elland Road i Blues di portoghese, Mané, il subentrato
Watford-Burnley Manchester non perdono colpi, Salah e Diaz. E salva tutti Alisson
1-2, Aston Villa- abbattono un buon Leeds, no- su Bruno Guimaraes a 3’ dalla fi-
Norwich 2-0; nostante il risultato (4-0) e ritor- ne. Klopp esulta e fa il gesto del-
Southampton- nano in vetta a 4 turni dalla fine l’infarto: «Gruppo eccezionale,
Crystal Palace della Premier. La corsa continua è uno dei motivi per cui resto
1-2; per entrambi, con in mezzo le qui», a proposito del prolunga-
Wolverhampton- fatiche delle semifinali della mento del suo contrato al 2026.
Brighton 0-3; Champions.
Leeds- Jesus è con noi Più facile per
Manchester City Poco precisi Al St. James’ il City, che all’andata aveva vinto
0-4. Park Klopp fa rifiatare qualche 7-0 con Bielsa, ma il Leeds di
Oggi: titolare, appena 60 ore circa lo Marsch è altra cosa, viene da 5
Tottenham- sforzo col Villarreal di mercoledì gare imbattuto e solo 4 gol subiti.
Leicester (15); sera. In panchina Salah, Thiago, Però perde subito Cooper e dopo
Everton- Alexander-Arnold e Fabinho. Il Dallas. Anche Guardiola fa tur-
Chelsea (15); Newcastle saudita, rivitalizzato nover, fuori De Bruyne, Silva,
West Ham- dal mercato di gennaio e da Mahrez. Dentro dopo il Real
Arsenal (17.30). Howe in panchina viene da 4 Cancelo, Aké, Gundogan, Ster-
Domani: vittorie di fila. Ma contro i Reds il ling e Grealish. Dopo 3’ scivola
Man United- tecnico mette una formazione Cancelo, Rodrigo scappa in con-
Brentford (21). molto prudente, senza attaccan- tropiede, ma chiude Gundogan.
CLASSIFICA: ti titolari, un 4-1-4-1 affollatissi- Passata la paura il City va. Al 13’
Man. City 83; mo al centro, per chiudere tutte punizione di Foden da sinistra,
Liverpool 82; le fonti di gioco del Liverpool. E Rodri di testa, libero, segna in
Chelsea 66; il giochino gli riesce, tanto più area. Poi sbagliano Jesus e Ster-
mos e Varane, e l’hanno fatto in per l’Europa e che permette a Arsenal 60; che i Magpies partono con un ling. Nella ripresa chiude Aké, su
L A L I G A
maniera impeccabile. Non era questa squadra non più giova- Tottenham 58; pressing impressionante, senza angolo battuto da Foden, sponda
scontato. Il brasiliano dopo due nissima di correre con continuità Man. Utd 55; domani, che costringe i Reds ad di Dias e l’olandese gira in porta
stagioni in chiaroscuro è cresciu- e costrutto. La Liga è stata vinta aspettare. Gli ospiti sbloccano il di sinistro. Il Leeds prova a reagi-
Vince l’Alaves di Velazquez to tantissimo, l’austriaco è arri- con 3 sconfitte, Espanyol, Getafe
West Ham 52;
Wolverhampton risultato grazie al buon vecchio re ma prima Jesus, su diagonale
Pari del Levante di Lisci vato a 10 campionati vinti di fila, e Barcellona (unica macchia, 49; Brighton 44; intervento di Milner, 36 anni e ancora di Foden, fa tris e nell’ex-
dopo i 9 col Bayern. E poi i tre di sbiancata dal trionfo), e una re- Newcastle 43; quattro polmoni, che anticipa tratime Fernandinho chiude.
● Nella 34a giornata di Liga, le squadre in fondo alla sempre, Modric-Casemiro-Kro- golarità impressionante. Dome- Leicester 42; Schär a centrocampo, palla a ca- 0© RIPRODUZIONE RISERVATA

classifica non si arrendono. Il Levante dell’italiano Lisci os. Inamovibili, insuperabili, nica prossima al Metropolitano C. Palace 41; pitan Henderson, scambio Kei-
pareggia nel derby col Valencia all’81’. A Vitoria l’Alaves
dell’ex tecnico dell’Udinese nel 2018 Julio Velazquez batte
ispirati. Il croato che a settembre
arriverà a 37 anni con vista sul
nel derby i campioni usciti del-
l’Atletico faranno il “pasillo” ai
Aston Villa,
Brentford,
ta-Diogo Jota, palla di nuovo al
guineano, che dribbla il portiere s TEMPO DI LETTURA 2’25”
il Villarreal, semifinalista in Champions 2-1. E’ la seconda
Mondiale e che sembra un ragaz- nuovi padroni della Liga. Vinta Southampton
vittoria per Velazquez in 4 match con l’Alaves, che nelle 10
gare precedenti ne aveva vinta solo una e perse 7. zino per entusiasmo e minuti dal Madrid grazie a questo signo- 40; Leeds,
● Risultati: Venerdì Siviglia-Cadice 1-1; ieri: Alaves-
Villarreal 2-1; Real Madrid-Espanyol 4-0; Valencia-Levante
giocati. re di buone maniere che in giu-
gno compirà 63 anni e che allena
Burnley 34;
Everton 29; NEWCASTLE 0 LEEDS 0
1-1; Athletic Bilbao-Atletico Madrid 2-0. Oggi, su Dazn, (ore Come un padre E da ultimo da 27. «È come un padre per
1 MANCHESTER CITY 4
Watford 22;
14) Elche-Osasuna; (16.15) Granada-Celta; (18.30) Rayo
Vallecano-Real Sociedad; (21) Barcellona-Maiorca.
vanno menzionati i tanti italiani noi», dice sincero e pieno di af- Norwich 21. LIVERPOOL
che accompagnano Carlo. Ne ci- fetto e riconoscenza Courtois. E (PRIMO TEMPO)R0-1
Domani: (21) Getafe-Betis (PRIMO TEMPO)R0-1
Classifica Real Madrid 81; Siviglia 64, Barcellona 63; tiamo due: suo figlio Davide, fon- Carlo si emoziona. Di nuovo.
Atletico Madrid 61; Betis 57; Real Sociedad 55; Villarreal damentale. Giovane, tecnologi- © RIPRODUZIONE RISERVATA MARCATORI Keita al 19’ p.t. MARCATORI Rodri al 13’ p.t.; Aké al
52; Athletic Bilbao 51; Osasuna 44; Valencia 43; Rayo 40; co, preparato. E Antonio Pintus: 9’, Gabriel Jesus al 33’, Fernandinho al
Celta, Espanyol 39; Elche 38; Getafe 35; Maiorca 32;
Cadice 31; Granada 30; Alaves 28; Levante 26.
l’eterno preparatore che come
Carlo ha vinto tantissimo in giro s TEMPO DI LETTURA 4’8”
NEWCASTLE (4-1-4-1)
Dubravka 7; Krafth 5,5 (dal 40’ s.t.
48’ s.t.

Murphy s.v.), Schär 5,5 (dal 16’ s.t. LEEDS (5-4-1)


Lascelles 6), Burn 6,5, Targett 6,5; Meslier 5,5; Dallas 6 (dal 52’ p.t. D.
Shelvey 6,5; Almiron 5,5, Bruno James 5,5), Ayling 6, Koch 6, Struijk 7,
piedi buoni, c’ero anch’io in so nello studio degli avversari, l’aveva schierato titolare». Guimarães 6,5, Willock 5,5 (dal 22’ s.t. Firpo 5,5 (dal 17’ s.t. Gelhardt 5,5);
quella squadra, 2002-03. Non ma non stressa i giocatori: si fida Wood 5), Joelinton 6; Saint-Maximin Raphinha 6,5, Klich 5,5, Phillips 6,5,
ha escluso nessuno, si è adattato di loro e in questo modo aumen- 3 Lei giocatore e lui allenato- 5,5. Harrison 6; Rodrigo 5,5 (dal 38’ s.t.
alle caratteristiche dei giocatori ta la loro responsabilità». re: com’è stato il rapporto? PANCHINA Darlow, Dummett, Gayle, Greenwood s.v.).
Manquillo, Ritchie, Longstaff PANCHINA Klaesson, Diego Llorente,
e su di loro ha costruito un mo- «Di amicizia, quella non spari-
ALLENATORE Howe 5,5 Cresswell, Shackleton, Bate
dello di calcio. O nella prima 3 Che compagno è stato? sce mai, e di profondo rispetto. AMMONITI Joelinton per ALLENATORE Marsch 5
esperienza al Real. Lo avevano «Era un allenatore anche quan- Io per il suo ruolo, e lui per il comportamento non regolamentare AMMONITI Firpo per comportamento
preso perché volevano la rispo- do giocava. Dava consigli duran- mio. Ho cercato di aiutarlo: non regolamentare, Marsch per
sta a Guardiola, quindi un gioco te la partita, aiutava chi era in prima della finale di Cham- LIVERPOOL (4-3-3) proteste
basato sul possesso e sui passag- difficoltà. Ed era il primo esecu- pions a Manchester, contro la Alisson 6; Gomez 7, Matip 6, van Dijk
gi corti. Lui, però, aveva Cristia- tore degli ordini dell’allenatore. Juve, nel 2003, aveva visto Pirlo 6,5; Robertson 6,5; Keita 7, MANCHESTER CITY (4-2-3-1)
Henderson 6,5 (dal 24’ s.t. Fabinho 6), Ederson 6,5; Cancelo 7, Dias 7,5,
no Ronaldo e Benzema, e si è Quanti calci ho preso da lui e da e Kaladze un po’ nervosi. La Milner 7 (dal 33’ s.t. Thiago 6); Diaz 7, Laporte 6,5, Aké 7 (dal 15’ s.t.
adattato a loro, lasciando perde- Van Basten, nella prima stagione cosa gli era parsa strana, so- Diogo Jota 6,5, Mané 5,5 (dal 24’ s.t. Zinchenko 5,5); Rodri 7,5 (dal 38’ s.t.
re il desiderio dei dirigenti, e così di Sacchi, durante gli esercizi sul prattutto per Pirlo che di solito Salah 6,5) Fernandinho 6,5), Gundogan 6,5;
ha vinto la Champions League pressing! Anche in allenamento sapeva dominare le emozioni. PANCHINA Kelleher, Jones, Tsimikas, Sterling 6,5, Foden 7,5 (dal 35’ B. Silva
nel 2014. Carlo è duttile». lui e Marco erano micidiali e fa- Allora, anziché andare lui da Konaté, Alexander-Arnold, Elliott s.v.), Grealish 6,5; Gabriel Jesus 7
cevano capire a noi giovani co- loro, che magari avrebbero av- ALLENATORE Klopp 6,5 PANCHINA Steffen, Mbete-Tabu,
AMMONITI D. Jota per McAtee, Mahrez, Egan-Riley, De
Ancora 3 Da chi raccoglie l’eredità? me si doveva giocare e che cosa vertito ancora di più la tensio- comportamento non regolamentare, Bruyne
insieme «I suoi maestri sono stati Lie- pretendeva Sacchi da noi. E’ sta- ne, chiese a me e a Paolo Mal- Gomez e Mané per gioco falloso ALLENATORE Guardiola 7
Ancelotti con dholm e Sacchi. Liedholm non ta una grande lezione per me». dini di tranquillizzarli. Visto il AMMONITI Grealish e Cancelo per
Costacurta, 56 era un fondamentalista e aveva, risultato, devo ammettere che ARBITRO Marriner 6,5 gioco falloso
anni, nel ’07, con come Carlo, una grandissima 3 Ricordo di Carlo giocatore? fu un’ottima intuizione». NOTE Spettatori : 52.281.
Billy nello staff umanità. Sacchi era maniaco «La doppietta nella sua ultima © RIPRODUZIONE RISERVATA
Tiri in porta 2-10. Tiri fuori 1-10. Angoli ARBITRO Tierney 6
0-6. Fuorigioco 9-1 Recuperi 2’ p.t., 4’ NOTE Spettatori 35.771.
di Carlo al Milan nella ricerca della perfezione e partita a San Siro col Milan. Se- s.t. Tiri in porta 2-9. Tiri fuori 1-6. Angoli
dei dettagli. Carlo ha saputo fon-
dere questi modelli. E’ meticolo-
gnò con tutta la rabbia che aveva
in corpo perché Capello non s TEMPO DI LETTURA 2’47” 3-6. Fuorigioco 3-1. Recuperi 8’ p.t., 4’
s.t.
https://overpost.biz https://overday.info

SerieB
38 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

LA PENSIAMO COSÌ n campionato così bello girare sugli spalti. Alla fine il
di Davide Tondi U non può essere rovinato
da pochi sconsiderati
povero portiere del Vicenza
Contini e un raccattapalle ne
Non rovinate che non sanno tenere le
mani a posto. Non si lancia nulla
hanno pagato le conseguenze, per
fortuna entrambi non sono gravi.
il torneo più bello sul campo. E non si capisce come Ma anche il Lecce (Baroni nella
le bombe carta possano ancora foto) è stato danneggiato dai suoi

Il Monza mette
LA CLASSIFICA
SQUADRE PT PARTITE RETI
G V N P F S
LECCE 68 37 18 14 5 58 31
MONZA 67 37 19 10 8 60 37
CREMONESE 66 37 19 9 9 55 38
PISA 64 37 17 13 7 46 34
BENEVENTO 63 37 18 9 10 61 37

Il sorpasso per la A
BRESCIA 63 37 16 15 6 52 35
ASCOLI 62 37 18 8 11 48 41
FROSINONE 58 37 15 13 9 57 43
PERUGIA 55 37 13 16 8 39 32
TERNANA 54 37 15 9 13 57 57
CITTADELLA 52 37 13 13 11 38 35

con un super Mota


COMO 47 37 11 14 12 48 52
PARMA 46 37 10 16 11 47 43
REGGINA 46 37 13 9 15 31 46
SPAL 39 37 8 15 14 44 53
ALESSANDRIA 34 37 8 10 19 37 58

Il Benevento crolla
COSENZA 32 37 7 11 19 35 59
VICENZA 31 37 8 7 22 37 59
CROTONE 26 37 4 14 19 41 60
PORDENONE 18 37 3 9 25 29 70

SERIE A PLAYOFF PLAYOUT SERIE C

37a GIORNATA Tris nella ripresa e Cremonese superata


CITTADELLA-BRESCIA
CREMONESE-ASCOLI
1-0
0-1
Berlusconi esulta, Galliani va al Duomo
MONZA-BENEVENTO 3-0 peggiore dei rivali, tenendo a di- per andare a pregare nel Duomo
PARMA-ALESSANDRIA 2-2 di Nicola Binda
PISA-COSENZA 1-1
stanza anche il Pisa), proprio co- di Monza. Il suo grande sogno,
INVIATO A MONZA
PORDENONE-CROTONE 3-3 me nel 1999, quando in quello adesso, è proprio vicino.
REGGINA-COMO 1-4 utti attorno a Silvio stadio con il Milan arrivò il sesto

T
SPAL-FROSINONE 3-0 ad aspettare il finale scudetto dell’era Berlusconi. Il Monza devastante Ci crede-
TERNANA-PERUGIA 1-0 da Cremona. Poi l’ur- Cavaliere dopo la partita è sceso va Galliani, ma nemmeno la ti-
VICENZA-LECCE 2-1 lo: «E’ finita!». Tele- negli spogliatoi a fare i compli- foseria si era rassegnata dopo
fonini alzati al cielo e menti alla squadra («Partita da Frosinone. Con 8.402 paganti è

38a GIORNATA applausi al grande capo. Adesso


il Monza è davvero vicino alla
Serie A! Favolosi!»), mentre
Galliani aveva lasciato lo stadio
stato stabilito il record stagionale
di presenze (650 circa gli ospiti),
VENERDÌ
Serie A, grazie al risultato dello qualche minuto prima della fine con una bella carrellata di vip
ALESSANDRIA-VICENZA ore 20.30 (1-2) Zini e alla netta, meritata e con- (Pippo Inzaghi, Julio Cesar,
ASCOLI-TERNANA (4-2) vincente vittoria nello scontro Claudio Sala e tanti altri ex...). La pirisi e soprattutto Carlos Augu- firmato Gytkjaer. A quel punto,
BENEVENTO-SPAL
BRESCIA-REGGINA
(1-1)
(2-0)
diretto con il Benevento. Un suc-
cesso indiscutibile e nato da lon-
IL NUMERO spinta alla squadra è stato evi-
dente, così come l’approccio de-
sto) pronti a sostenere le azioni
offensive garantendo una supe-
gestita senza affanno la reazione
del Benevento, la squadra di

2013
COMO-CREMONESE (0-2) tano. Dal discorso motivaziona- cisamente blando del Beneven- riorità a centrocampo che si è ri- Stroppa ha cercato il tris con
COSENZA-CITTADELLA (1-1)
CROTONE-PARMA (1-1)
le che Galliani ha fatto alla squa- to, che nei primi 11 minuti è sta- velata determinante. A spazzare D’Alessandro (altra parata di Pa-
FROSINONE-PISA (3-1) dra durante il viaggio di ritorno to preso a pallonate dai tentativi via la Strega e le maledizioni è leari) e l’ha trovato ancora con
LECCE-PORDENONE (1-0) dopo la batosta di lunedì a Frosi- di Gytkjaer (due volte), Mota stato un secondo tempo più Mota, dopo punizione battuta
PERUGIA-MONZA (2-2) none, ma anche dall’atteggia- Carvalho (tre) e Ciurria, fino alla concreto, fatto di organizzazio- rapidamente e furbescamente
mento della squadra di Caserta, paratona di Paleari (è di Giussa- ne e personalità. Con un regalo in verticale (difesa ancora una
che proprio ha mal digerito il ri- L’ultima volata così in B no, sentiva l’aria di casa e si è su- clamoroso, visto il retropassag- volta dormiente), con girata vin-
MARCATORI tiro di Novarello (da mercoledì)
che non ha di certo trasmesso
Due promozioni all’ultima giornata?
In Serie B non succedeva dal 2013,
perato) su Mazzitelli poco dopo
la mezzora. Una maledizione?
gio di Letizia che ha messo Mota
davanti a Paleari: dribbling sul
cente del miglior marcatore del-
la squadra di Stroppa (11 reti, su-
20 RETI Coda (6, Lecce) motivazioni. Anzi. Vittoria del quando Sassuolo e Verona fecero No, è stata solo una questione di portiere e 1-0. Monza sbloccato perato Valoti che è fermo a 10).
14 RETI Strefezza (Lecce); Monza e sorpasso sulla Cremo- festa tenendosi dietro il Livorno pazienza. Stavolta Stroppa ha e pronto a raddoppiare subito
Donnarumma (1, Ternana)
13 RETI Vázquez (Parma)
nese, secondo posto raggiunto. avuto risposte eccellenti dal suo dopo: lancio a sinistra per Moli- Benevento deludente Ca-
12 RETI Corazza (2, Alessandria) Adesso bisogna vincere venerdì schieramento iper offensivo, na, cross al volo intercettato con serta è stato coraggioso a pre-
11 RETI Maric (6, Crotone); a Perugia (o non fare un risultato con due difensori centrali (Sam- un braccio da Improta, rigore sentarsi con Improta basso a si-
Mota Carvalho (Monza)
10 RETI Lapadula (2, Benevento);
Baldini (5, Cittadella); Cerri (5,
Como); Charpentier (1, Frosinone); Pareggio con errori La sorpresa
Valoti (4, Monza); De Luca (4,

Pisa, pari e due casi: Un Brescia deludente


Perugia)
9 RETI Dionisi (3, Ascoli);
Moreo (Brescia); Gliozzi (3) e
La Gumina (1, Como); Zerbin PISA 1
Lucca e Caracciolo si rassegna ai playoff
(Frosinone); Gytkjær (3, Monza);
Galabinov (4, Reggina) COSENZA 1
8 RETI Bidaoui (Ascoli);
(PRIMO TEMPO)R1-0

Cosenza, bene così Cittadella a testa alta


Buonaiuto, Ciofani (2) e Zanimacchia
(Cremonese); Falletti e Partipilo MARCATORI autorete di Venturi
(Ternana) (C) al 6’ p.t.; Liotti (C) su rigore al 34’
s.t.
PISA (4-2-3-1)
taggio immediato (Matosevic a Nicolas 5; Birindelli 6, Hermannsson 6, vamente di andare sotto a fine
LA GUIDA di Alessio Carli di Simone Prai
vuoto su traversone basso di Be- Caracciolo 6 (dal 35’ s.t. De Vitis s.v.), frazione: Joronen ha messo una
PISA CITTADELLA (PD)
ruatto e deviazione di Venturi Beruatto 6; Nagy 6, Marin 6 (dal 35’ provvidenziale pezza su Beretta.
n gol regalato a testa e nella propria porta) il prolunga- s.t. Gucher s.v.); Cohen 5, l Brescia ha perso l’ul- Il tecnico ospite a inizio ripresa
Lecce e Monza
U I
Benali 5,5 (dal 35’ s.t. Mastinu s.v. ),
un punto ciascuno to possesso palla (60%) non è timo treno utile per ha cercato di dare più peso all’at-
venerdi promossi? ma dal sapore oppo- stato accompagnato da concre-
Sibilli 6,5; Torregrossa 5,5 (dal 23’ s.t.
Puscas 5,5) restare in corsa per la tacco inserendo Leris ma al 17’ il
Ecco tutti i casi sto. Il Pisa vede ridur- tezza in avanti, con Cohen col- PANCHINA Livieri, Dekic, Berra, promozione diretta, Cittadella ha sbloccato la partita
si le già basse possibi- pevole di un paio di clamorosi Siega, Touré, Di Quinzio, De Marino non riuscendo ad ap- con il gran sinistro di Cassandro,
● Due squadre promosse in Serie A lità di promozione diretta (una errori e troppi ultimi passaggi ALLENATORE D’ Angelo 5,5 profittare dei passi falsi delle di- al suo primo gol in B, a corona-
all’ultima giornata: non succedeva dal
2013 con Sassuolo e Verona. Venerdì vittoria a Frosinone potrebbe sbagliati (più una traversa di Si- COSENZA (3-5-2)
rette avversarie. Ora l’obiettivo - mento della migliore azione co-
sera possono festeggiare su tutti non bastare) in un quadro com- billi a inizio secondo tempo). Matosevic 5,5; Rigione 6, Camporese come detto da Corini a fine in- rale del confronto. L’ingresso in
Lecce e Monza: ecco come. plicato dall’infortunio di Carac- L’inedito 4-2-3-1 ha funzionato 6,5, Venturi 5,5; Bittante 5,5 (dal 1’ s.t. contro - è quello di evitare il tur- campo di Palacio ha contribuito
ciolo (problema al ginocchio da per un’ora, poi il centrocampo è Kongolo 6), Di Pardo 6,5, Palmiero 6 no preliminare dei playoff. Il al forcing finale del Brescia, che
LECCE IN A SE... Il Lecce deve valutare) e dall’esclusione di andato in inferiorità anche per (dal 1’ s.t. Florenzi 6,5), Carraro 5,5 successo del Cittadella invece ha costretto il Cittadella ad ab-
vincere. Se pareggia o se perde deve Lucca («ha avuto un comporta- le mosse di Bisoli, che ha in (dal 20’ s.t. Zilli 6,5), Situm 5,5 (dal 1’ non ha fatto che aumentare il bassare il baricentro a ridosso
sperare che non vinca una tra Monza s.t. Liotti 6,5); Laura 5, Caso 6,5 (da
e Cremonese. mento non idoneo e ho deciso di mezzo ha inserito Florenzi e rammarico per gli spareggi pro- della propria area. L’undici di
41’ s.t. Ndoj s.v.)
non convocarlo ma da lunedì Kongolo, che hanno dato vivaci- PANCHINA Sarri, Borrelli, Boultam, mozione sfumati dopo averli Gorini non ha saputo sfruttare
MONZA IN A SE... Anche il Monza sarà di nuovo a disposizione» tà, e poi Zilli che si è preso il ri- Gerbo, Voca, Arioli, Hristov centrati negli ultimi cinque anni un paio di ripartenze, così ha
deve vincere. Se pareggia deve ha spiegato D’Angelo). L’1-1 in- gore (fallo di Beruatto) avven- ALLENATORE Bisoli 6,5 di fila. sofferto negli ultimi minuti. Ci
sperare che non vinca la Cremonese. vece non cambia lo scenario del tandosi sulla palla incredibil- hanno provato a ripetizione Ja-
Se perde l’unico caso in cui è ARBITRO Abbattista di Molfetta 6,5
promosso è se si trova a pari punti
Cosenza (solo vincendo avrebbe mente sgusciata a Nicolas su tiro
ASSISTENTI Capaldo 6-Miele 6
Le mosse Il Brescia avrebbe giello, poi Palacio, infine Bian-
con la Cremonese, sempre però che
avuto la certezza del playout) di Caso. Dal dischetto è andato ESPULSI nessuno dovuto fare la partita, sospinto chi, ma Maniero in tutte le circo-
non perda con più di 6 gol di scarto. ma dà ulteriore carica per la ga- l’ex Liotti (promosso in B con i AMMONITI Caracciolo (P), da oltre 1.100 tifosi, invece l’ap- stanze si è fatto trovare pronto. In
ra col Cittadella: «Siamo in palla toscani nel 2019) che ha trasfor- Hermannsson (P), Caso (C), Beruatto proccio migliore è quello della pieno recupero doppio il salva-
LE ALTRE Solo Cremonese e Pisa – ha detto Bisoli - venerdì siamo mato con freddezza nell’angolo (P), Masucci (P) e Ndoj (C) per gioco formazione di Gorini che ha taggio del portiere su Leris, poi
possono ancora sperare nella A condannati a vincere senza sinistro: vano il tuffo di Nicolas. scorretto sfiorato il gol con Tavernelli. Lo fermato per fuorigioco.
diretta. La Cremonese deve vincere pensare al Vicenza». © RIPRODUZIONE RISERVATA
NOTE paganti 6.541, incasso non scampato pericolo ha svegliato la © RIPRODUZIONE RISERVATA
e sperare che non vinca una tra comunicato. Tiri in porta 3 (con una
Lecce e Monza. Il Pisa deve vincere e traversa)-2. Tiri fuori 4-3. squadra di Corini che ha miglio-
sperare che il Monza perda e che la
Cremonese non vinca.
Le mosse La partita l’ha fatta il
Pisa, ma dopo il dono del van- s TEMPO DI LETTURA 1’31” In fuorigioco 2-0. Angoli 4-4.
Recuperi: p.t. 1’, s.t. 5’
rato la manovra con il passare
dei minuti, ma ha rischiato nuo- s TEMPO DI LETTURA 1’31”

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 39
#
stessi tifosi: da quell’episodio in la stessa tifoseria appassionata – e spettacolare e avvincente. E nel braccino e perde in casa con accadere che lo sprint si decida
poi la partita ha cambiato volto e i in gran parte corretta - del Lecce suo piccolo anche il gol di Denis l’Ascoli dando il via libera allo in modo del tutto inaspettato.
giallorossi hanno visto affondare che rischia di non poter assistere ha qualcosa di storico: il scatenato Monza di Stroppa Come la lotta per la salvezza.
il sogno di festeggiare la A con un alla partita conclusiva nel proprio cannoniere della Reggina a 40 sembra una pagina di una trama Allora godiamoci questi ultimi
turno di anticipo. Un disastro. E stadio. Anche se forse il giudice anni e 232 giorni è il più anziano pensata dal più abile dei giallisti. 90’ tenendo i nervi saldi e le
non finisce qui. Perché la terza opterà per una maxi multa. Il ad aver segnato in B. Il ko della Del resto non si chiama “volata” mani al loro posto.
parte ad essere danneggiata sarà campionato comunque resta Cremonese che si fa venire il per caso. E sul filo di lana può © RIPRODUZIONE RISERVATA

la freccia
MONZA 3 La grande delusione
BENEVENTO 0
(PRIMO TEMPO)R0-0
MARCATORI Mota Carvalho al 3’, Tonfo Cremonese
L’Ascoli brinda
Gytkjaer su rigore al 7’, Mota
Carvalho al 43’ s.t.

MONZA (3-5-2)

con il gol dell’ex


Di Gregorio 6; Sampirisi 6,5,
Caldirola 6,5, Carlos Augusto 7;
Gran doppietta Dany Mota Pereira 6,5, Ciurria 7 (dal 29’ s.t.
Carvalho, 23 anni (primo da Colpani 6), Mazzitelli 7 (dal 29’ s.t.
Barberis 6), Machin 6 (dal 23’ s.t.
destra), esulta dopo i due gol
D’Alessandro 6,5), Molina 7;
al Benevento: mai in B era Gytkjaer 6,5 (dal 29’ s.t. Mancuso 6),
andato in doppia cifra: Mota Carvalho 7,5 (dal 45’ s.t. Favilli
adesso è a quota 11 LAPRESSE s.v.)
PANCHINA Lamanna, Valoti,
Bettella, Ramirez, Antov, Marrone,
Pirola
ALLENATORE Stroppa 7
BENEVENTO (4-3-3)
Paleari 7; Improta 5 (dall’11’ s.t.
Foulon 6), Vogliacco 6, Pastina 6 (dal
41’ s.t. Gyamfi s.v.), Letizia 5;
Ionita 5 (dall’11’ s.t. Tello 5,5),
Viviani 5,5, Acampora 5,5; Insigne 6
(dal 25’ s.t. Elia 6), Moncini 5,5, Farias
5 (dal 25’ s.t. Calò 6)
PANCHINA Manfredini, Petriccione,
Rossi, Masciangelo, Talia, Samba,
Brignola
ALLENATORE Caserta 5,5
Jolly La rete di testa di Federico Baschirotto, 25 anni, ex Cremonese LAPRESSE
ARBITRO Di Bello di Brindisi 7
ASSISTENTI Meli 6,5-Di Monte 6,5
ESPULSI nessuno Grigiorossi molli re la tensione dei più giovani gri-
giorossi, spronandoli con vellu-
AMMONITI Sampirisi (M), Viviani
(B), Pastina (B), Tello (B), Vogliacco
e spuntati puniti tati cambi di campo e imbeccate
(B), Acampora (B) e Colpani (M) per
gioco scorretto
da Baschirotto senza però trovare risposte. Alla
mezzora, lo stesso Castagnetti si è
NOTE paganti 8.402, incasso di La Serie A diretta preso un giallo forse troppo seve-
89.646,35 euro. Tiri in porta 7-1.
Tiri fuori 5-2. In fuorigioco 0-0. si allontana. Sottil ro che gli farà saltare la trasferta
di Como. Allo scadere è arrivato
Angoli 7-2. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 0’
blinda i playoff l’unico tiro in porta grigiorosso
dei primi 45’, su un cross sbaglia-
nistra, per una squadra com-
prensibilmente chiusa (ma
dirola. No, il Benevento non è
parso affamato, alla ricerca di
Top di Giulio Saetta
to dalla sinistra di Buonaiuto.

Attacco decisivo quanti rischi ha corso...) e fu- quella vittoria che l’avrebbe 7,5 Mota
INVIATO A CREMONA
L’intuizione Nella ripresa Sot-
Stroppa ha avuto mosa in avanti, malgrado fosse portato vicino alla promozione Doppietta letale n po’ come quando da til ha pescato il jolly con Baschi-

U
pur sempre il miglior attacco diretta. Per il ritorno in A biso- ma anche molti giovane invitavi alla rotto, sostituto di Salvi rimasto
risposte eccellenti della B con i suoi 61 gol. La classe gnerà passare ancora una volta altri tentativi: festa la ragazza dei so- negli spogliatoi, che dopo 6’ ha
eccolo in doppia
dallo schieramento degli attaccanti ha portato a dai playoff e il presidente Vigori- cifra a quota 11
gni e alla fine lei se ne approfittato di una dormita di
qualche situazione interessante, to alla fine è stato abbastanza andava con il tuo mi- Ravanelli e indisturbato ha insac-
iper offensivo su tutte il contropiede non sfrut- criptico su come vorrà affron- gliore amico. In uno Zini strapie- catoditestadacorner.Docciaan-
messo in campo tato da Insigne dopo 21’, ma tarli, parlando di «fase di rifles- no e carico di aspettative per la cor più fredda per la Cremonese
quando il Benevento è entrato in sione» in questi giorni. Ma met- possibilità di tornare in Serie A perché il terzino goleador è un
area il pallone è diventato ogni tere in discussione Caserta ades- dopo 26 anni, la delusione è co- prodotto del suo vivaio. Pecchia
volta pesante come un macigno. so sarebbe l’ennesimo autogol. cente per la Cremonese che per- ci ha provato con il triplo cambio
Con Lapadula ancora sull’Aven- © RIPRODUZIONE RISERVATA dendo contro l’Ascoli viene sca- Zanimacchia-Fagioli-Di Carmi-
tino e con Forte infortunato, da- valcata al secondo posto dal ne, ma è stato l’Ascoli a sciupare i
vanti ha giocato 90’ Moncini che
non ha avuto spazio dall’ex Cal- s TEMPO DI LETTURA 2’58” Monza. Visto questo risultato la
promozione diretta in A non si
2-0 al 24’ con Saric solo davanti a
Carnesecchi anticipato da Okoli.
sarebbe potuta festeggiare nem- © RIPRODUZIONE RISERVATA

meno con una vittoria, ma ora la


Il derby dell’Umbria squadra di Pecchia non è più pa-
drona del proprio destino ed evi- s TEMPO DI LETTURA 2’26’’

tare i playoff è molto difficile. Un

CITTADELLA 1 Donnarumma in gol, TERNANA 1


successo in casa di un Como sen-
za obiettivi non basterebbe se il
Monza a Perugia facesse lo stesso. CREMONESE 0
BRESCIA
(PRIMO TEMPO)R0-0
0 la Ternana festeggia PERUGIA
(PRIMO TEMPO)R1-0
0 I tre punti di ieri valgono oro per
l’Ascoli di Sottil, che non solo ha
la certezza matematica di dispu-
ASCOLI 1

Perugia a secco
MARCATORE Cassandro al 17’ s.t. MARCATORE Donnarumma al 36’ tare i playoff ma vincendo in casa (PRIMO TEMPO)R0-0
p.t. MARCATORE Baschirotto al 6’ s.t.
contro la Ternana venerdì po-
CITTADELLA (4-3-1-2)
Maniero 7; Mattioli s.v. (dal 15’ p.t. TERNANA (3-5-2)
trebbe addirittura agganciare il CREMONESE (4-2-3-1)
Icardi 6,5), Frare 6, Visentin 6 (dal 27’ Iannarilli 6,5; Bogdan 6,5, Capuano 7, Pisa al quarto posto e saltare il Carnesecchi 6; Sernicola 6,
s.t. Del Fabro s.v.), Cassandro 7 la cabina dello speaker ha chiesto Celli 6; Defendi 6,5, Agazzi 7, Proietti 6, turno preliminare. Ravanelli 5, Okoli 6, Valeri 5,5 (dal 40’
di Massimo Laureti s.t. Rafia s.v.); Valzania 5,5 (dall’11’ s.t.
(dal 38’ s.t. Varela s.v.); Vita 6,5, ai suoi di giocare nella ripresa co- Palumbo 7 (dal 35’ s.t. Paghera s.v.),
TERNI Zanimacchia 5,5), Castagnetti 6 (dall’11’
Branca 7, Mastrantonio 6 (dal 1’ s.t. me se stessero perdendo per 9-0. Martella 6 (dal 35’ s.t. Ghiringhelli s.v.); Fede infinita La curva ha inci- s.t. Fagioli 5,5); Baez 5,5, Gaetano 5,
Danzi 6,5); Antonucci 6,5 (dal 27’ s.t. l derby l’ha timbrato Presidente accontentato visto Partipilo 6,5 (dal 42’ s.t. Mazzocchi tato senza sosta la Cremonese co- Buonaiuto 6 (dal 30’ s.t. Strizzolo 5,5);

I
Laribi s.v.); Beretta 6, Tavernelli 6,5 s.v.), Donnarumma 7 (dal 28’ s.t.
PANCHINA Manfrin, Kastrati,
Donnarumma rega- che la Ternana, rischiando il giu- Pettinari 6)
me per sopperire alla mancanza Ciofani 5 (dall’11’ s.t.
Mazzocco, Ciriello, Pavan, Thioune lando la vittoria alla sto, ha sempre tenuto il controllo PANCHINA Krapikas, Ndir, Furlan, di maturità di una squadra talen- Di Carmine 5,5) PANCHINA
ALLENATORE Gorini 7 Ternana che l’aspetta- della partita e avrebbe potuto an- Capone, Rovaglia, Peralta, Boben, tuosa sì, ma tanto giovane. Tre Ciezkowski, Sarr, Fiordaliso, Casasola,
va in campionato da che chiuderla in anticipo con Mazza sconfitte nelle ultime cinque ne Gondo, Meroni, Crescenzi
BRESCIA (4-3-1-2) ALLENATORE Lucarelli 7 ALLENATORE Pecchia 5
15 anni. Il suo gol numero 14 per Partipilo. Nella serata però il pre- sono una prova inconfutabile. E il
Joronen 6,5; Sabelli 6, Cistana 5,5,
Adorni 6, Pajac 5,5 (dal 28’ s.t. Huard
una squadra che in gol ci va da 14 sidente Bandecchi, nonostante la PERUGIA (3-4-1-2)
modo in cui ha sprecato il match- ASCOLI (4-3-1-2)
s.v.); Bisoli 6,5, Van de Looi 5,5 (dal 17’ turni e che ha festeggiato la Pan- gioia dei tifosi, ha manifestato il Chichizola 5,5; Rosi 5,5, Curado (dal ball ieri l’ha confermata. Al- Leali 6,5; Salvi 6 (dal 1’ s.t.
s.t. Palacio 6,5), Bertagnoli 6 (dal 28’ china d’oro consegnata a Luca- proprio disappunto per la stagio- 38’ s.t. Beghetto s.v.), Dell’Orco 6; l’Ascoli, raccolto intorno a Bellu- Baschirotto 6,5), Bellusci 7,
s.t. Jagiello 5,5); Tramoni 6,5 (dal 39’ relli da Ulivieri e Beretta. La Ter- ne con il solito video pubblicato Ferrarini 5,5 (dal 19’ s.t. Carretta 5,5), sci, è bastato impostare una gara Botteghin 6,5, Falasco 6 (dal 39’ s.t.
s.t. Bianchi s.v.); Bajic 5,5 (dal 1’ s.t. Burrai 5,5, Kouan 6 (dal 28’ s.t. D’Orazio s.v.); Collocolo 6, Buchel 6
nana ha vinto sfruttando una su Instagram: «Sto festeggiando ordinata e attenta per ottenere i (dal 13’ s.t. Caligara 6), Saric 6,5;
Leris 6), Moreo 6 delle occasioni create in un pri- la vittoria nel derby, in realtà sto De Luca 6), Lisi 5 (dal 28’ s.t. Falzerano tre punti. Dietro al totem Ciofani,
PANCHINA Perilli, Andrenacci, 5,5); Santoro 5,5 (dal 19’ s.t. Segre 6); Maistro 6,5 (dal 22’ s.t. Paganini 6);
mo tempo giocato da protagoni- festeggiando la sconfitta del Pecchia ha optato per il tridente Tsadjout 6, Bidaoui 6 (dal 39’ s.t. Dionisi
Karacic, Mangraviti, Ayè, Behrami, Matos 6, Olivieri 6,5
Papetti sta. Il Perugia con due attaccanti campionato. Niente vittoria tra il PANCHINA Fulignati, Zaccagno, Baez-Gaetano-Buonaiuto. Che s.v.) PANCHINA Guarna, Quaranta,
ALLENATORE Corini 6 veloci ha puntato sulle riparten- primo e il secondo posto e niente Gyabuaa, Ghion, D’Urso, Zanandrea, però non ha prodotto la superio- Tavcar, Eramo, Fontana, Ricci, Iliev
ze. L’operazione non è riuscita e playoff». Non era soddisfatto Sgarbi rità numerica sperata soprattutto ALLENATORE Sottil 7
ARBITRO Marini di Roma 6 quando nella ripresa ha cercato nemmeno Alvini per il derby ALLENATORE Alvini 5,5 per merito dei meccanismi asco-
ASSISTENTI Di Giacinto 6-Gualtieri ARBITRO Manganiello di Pinerolo 6
di recuperare ha trovato Ianna- perso ma ha sottolineato come lani nella fase di non possesso, ASSISTENTI Margani 6-Grossi 6
6,5 ARBITRO Massa di Imperia 7
ESPULSI nessuno rilli a respingere di piede una «la stagione del Perugia è esatta- ASSISTENTI Preti 6,5-Baccini 6,5 con scivolamenti laterali e rad- ESPULSI nessuno
AMMONITI Van de Looi (B), conclusione ravvicinata di Oli- mente positiva perché a una ESPULSI nessuno doppi sempre puntuali. Così, AMMONITI Valeri (C), Castagnetti
Visentin (C), Beretta (C) e Del Fabro vieri. giornata dalla fine possiamo an- AMMONITI Palumbo (T), Rosi (P) e emozioni col contagocce nel pri- (C), Buchel (A), Collocolo (A) e Salvi
(A) per gioco scorretto; Baez (C) e
(C) per gioco scorretto cora giocare per un obiettivo im- Paghera (T) per g. scorr.; Proietti (T), mo tempo e Ascoli avanti ai punti Leali (A) per comportamento non
NOTE paganti 2.014, incasso di Incitamento dall’alto Ma è portante». Kouan (P) e Iannarilli (T) per c.n.r.; grazie a due mezze occasioni: regolamentare
19.569 euro; abbonati 440, quota di stato un lampo perché nel com- Curado (P) e Santoro (P) per proteste diagonale di Collocolo al 10’ e tri-
2.566 euro. Tiri in porta 4-4.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
NOTE paganti 10.354, incasso di NOTE paganti 12.119, incasso non
Tiri fuori 1-5. In fuorigioco 0-3. plesso la Ternana ha creato di più 131.742 euro. Tiri in porta 5-2. Tiri fuori plo slalom di Bidaoui alla mezzo- comunicato. Tiri in porta 2-2.
Angoli 4-8. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 6’ incitata anche dal presidente
Bandecchi che, squalificato, dal- s TEMPO DI LETTURA 1’16’’ 3-5. In fuorigioco 0-4. Angoli 4-2.
Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’
ra concluso con un tiro debole. Ci
ha provato Castagnetti a scioglie-
Tiri fuori 4-6. In fuorigioco 5-3.
Angoli 7-3. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 4’
https://overpost.biz https://overday.info
40 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

SERIE B 37a GIORNATA

Lecce, brutto botto


Portiere del Vicenza ko, poi la rimonta
Contini in ospedale per un petardo: festa salentina rinviata, i veneti sperano ancora

Clic
di Matteo Brega
VICENZA 2
1 2
INVIATO A VICENZA

è l’adrenalina, c’è la
LECCE 1
C’
voglia di competere,
c’è la voglia di festeg- (PRIMO TEMPO)R0-0 Il 3-0 non ci sarà
giare. Poi c’è la stupi- MARCATORI Strefezza (L) al 24’, Per il Lecce multa
dità che non ha confi- Diaw (V) su rigore al 49’ , Ranocchia
ni geografici, razziali e religiosi. (V) al 58’ s.t. o le porte chiuse
Minuto 24 del secondo tempo: VICENZA (3-5-2)
Gabriel Strefezza ha appena se- Contini 7 (dal 35’ s.t. Grandi 6); ● Nel convulso finale di
gnato a Vicenza il gol che fissa la Brosco 6, De Maio 6, Bruscagin 6 (dal Vicenza in molti si sono
promozione in Serie A del Lecce 35’ s.t. Giacomelli 6); Maggio 5,5, chiesti quale effetto
(in base ai risultati contempora- Ranocchia 8, Zonta 5,5 (dal 16’ s.t. avrebbe potuto avere il
Meggiorini 5,5), Cavion 5,5 (dal 50’ s.t.
nei del momento). I giocatori, Dalmonte s.v.), Lukaku 5 (dal 35’ s.t.
lancio del grosso petardo
compresa la panchina, corrono a Crecco 6); Diaw 7, Da Cruz 5,5 che ha stordito il portiere
festeggiare sotto la curva dei tifo- PANCHINA Pasini, Padella, Bikel, Contini fino al punto di
si salentini (1.281). Il led pubbli- Boli, Cappelletti, Cester, Alessio portarlo a chiedere la
citario che separa il campo dalle ALLENATORE Baldini 6 sostituzione. La regola
vetrate crolla addosso a un rac- LECCE (4-3-3)
della vittoria a tavolino è
cattapalle ferendolo a una gam- Gabriel 6; Gendrey 6,5 (dal 54’ s.t. Prima la paura poi la gioia andata di fatto in pensione.
ba; un secondo dopo un’esplo- Calabresi s.v.), Lucioni 6,5, Dermaku 1. Nikita Contini, 25 anni, portiere Se avesse vinto, però, il
sione fortissima sorprende Con- 6,5, Gallo 6,5; Blin 6 (dal 35’ p.t. del Vicenza, a terra stordito da un Lecce avrebbe
tini, che crolla a terra per lo scop- Helgason 5,5; dal 54’ s.t. Rodriguez grosso petardo lanciato dalla curva teoricamente rischiato
pio, e un altro raccattapalle che s.v.), Hjulmand 6, Gargiulo 7; che ospitava i tifosi del Lecce una penalizzazione almeno
Strefezza 7 (dal 38’ s.t. Ragusa 6),
viene stordito. Il portiere del Vi- 2. I giocatori biancorossi esultano pari ai tre punti del
Coda 6, Di Mariano 5,5 (dal 38’ s.t.
cenza Contini (che di nome fa Listkowski 6) dopo la vittoria pert 2-1 LAPRESSE successo (senza vittoria
Nikita e sventola il passaporto PANCHINA Bleve, Plizzari, Tuia, per il Vicenza). Inoltre, se
ucraino) verrà trasportato fuori Bjorkengren, Barreca, Majer, Asencio Vicenza cavalca l’onda della ri- Rodriguez gestisce malissimo un l’evento che ha cambiato il po- una società collabora per
dal campo in barella e portato in ALLENATORE Baroni 6 valsa, un misto di orgoglio e di- contropiede 3-contro-2, sul ri- meriggio: «Il petardo ha rovinato individuare i violenti, la
ospedale per accertamenti (la Tac sperazione vista la classifica in baltamento Ranocchia arriva al tutto, spero trovino il responsa- sanzione si riduce o si
ARBITRO Mariani di Aprilia 6
ha dato esito negativo). ASSISTENTI Mondin 6-Del Giovane 6 quel momento (retrocessione di- limite, sembra crossare e invece bile. Mi sono sincerato delle con- azzera. In queste ore il club
ESPULSI nessuno retta in C). Al 90’ virtuale, esclusi calcia. Gabriel ha già deciso la di- dizioni di Contini che per fortuna salentino dovrà prestare
Un nuovo scenario La gara AMMONITI Lucioni (L), Diaw (V) e i 15’ minuti di recupero concessi, rezione da prendere e non è sta bene, anche perché molti no- la massima collaborazione
resta ferma 10’. La partita che i Rodriguez (L) per gioco scorretto; casca sul Menti un altro evento: quella giusta. Il pallone entra, la stri giocatori più vicini all’esplo- con le forze dell’ordine, già
salentini stavano dominando nei Ragusa (L) per comportamento non Meggiorini anticipa Helgason in gioia vicentina sgorga. Il Vicenza sione non hanno riportato alcun al lavoro da ieri, per
primi 24’ della ripresa (bravissi- regolamentare area, Mariani viene richiamato ad Alessandria dovrà vincere: fastidio...». E il direttore del- individuare i responsabili
NOTE paganti 10.019, incasso di
mo Contini in almeno due inter- 81.825 euro. Tiri in porta 5-4 (con un dal Var e decide per il rigore. Lo mal che vada, sarà playout. Il l’area tecnica Pantaleo Corvino del fatto. Può arrivare una
venti) finisce lì. Da quando si ri- palo). Tiri fuori 3-5. In fuorigioco 2-3. stesso Meggiorini batte e Gabriel Lecce invece avrà un’altra occa- ha aggiunto una frase al veleno: multa da 6mila a 50mila
comincia in poi, si racconta Angoli 6-7. Recuperi: p.t. 3’, s.t. 15’ para. Ma ancora una volta richia- sione contro il Pordenone, all’ul- «Il tifoso ha sbagliato ma anche il euro. Se il giudice ritenesse
un’altra gara che durerà, nel solo mato dalla regia l’arbitro sceglie tima giornata, per prendersi la portiere. Speculare oltremisura l’episodio di particolare
secondo tempo, 60’. Un viaggio per la ripetizione, punendo il Serie A diretta. vuol dire alterare la gara». gravità, si potrebbe
di altri 36’ nei quali il Lecce è pie- movimento sulla linea del por- © RIPRODUZIONE RISERVATA giungere alle porte chiuse
gato su se stesso, forse stordito tiere. Questa volta a batterlo si Le polemiche Il presidente (settore o stadio). Fino alla
nei pensieri da quanto successo
sotto la curva dei propri tifosi. E il
presenta Diaw che segna, recu-
pera il pallone e carica lo stadio.
dei salentini Saverio Sticchi Da-
miani a fine gara è tornato sul- s TEMPO DI LETTURA 2’18’’ squalifica del campo.

Il verdetto Altalena del gol Le altre partite

La Spal è salva SPAL 3 Alessandria, PARMA 2 REGGINA 1 PORDENONE 3


Tacopina esulta FROSINONE 0 tutto in 90’ ALESSANDRIA 2 COMO 4 CROTONE 3
Al Frosinone (PRIMO TEMPO)R2-0 E il Parma (PRIMO TEMPO)R1-1 (PRIMO TEMPO)R0-2 (PRIMO TEMPO)R0-1

serve un punto è già nel futuro


MARCATORI: Dickmann all’8’, Pinato MARCATORI Palombi (A) al 17’, MARCATORI Parigini (C) al 20’, MARCATORI Nedelcearu (C) al 44’
al 12’ p.t.; Esposito al 43’ s.t. Cobbaut (P) al 44’ p.t.; Vazquez (P) al Blanco (C) al 43’ p.t.; Denis (R) al 7’, p.t.; Candellone (P) al 13’, Marras (C) al
13’, Pierozzi (A) al 36’ s.t. Cerri (C) al 16’, La Gumina (C) al 38’ 14’, Maric (C) al 19’, Butic (P) al 40’,
SPAL (4-3-1-2) s.t. Zammarini (P) al 45’ s.t.
di Alessandro Sovrani Thiam 6,5; Dickmann 7, Capradossi di Andrea Schianchi PARMA (3-4-1-2)
FERRARA
6,5, Meccariello 7 (dal 41’ s.t. Vicari PARMA
Turk 6; Delprato 6, Circati 6, Cobbaut REGGINA (4-4-2) PORDENONE (4-3-3)
s.v.), Celia 6,5; Zanellato 6,5, Esposito 6,5; Coulibaly 6 (dal 23’ s.t. Rispoli 5,5), Turati 6; Franco 6 (dall’11’ s.t. Giraudo Perisan 5 (dal 33’ s.t. Bindi 6);
ittoria salvezza per 6,5, Mora 7 (dal 41’ s.t. Tripaldelli un pareggio che gene- Bernabè 5,5 (dal 23’ s.t. Sohm 6), Juric 6), Cionek 6 (dal 20’ s.t. Paura 6), Zammarini 6,5, Bassoli 5,5,

V È
Spal, mentre al Frosi- s.v.); Pinato 7 (dal 28’ s.t. Crociata 6); ra solo rimpianti. Non 6, Oosterwolde 6 (41’ s.t. Zagaritis s.v.); Amione 6, Adjapong 6; Bellomo 6 Dalle Mura 5,5, Perri 5 (dal 1’ s.t. Valietti
Latte Lath 7 (dal 21’ s.t. Colombo 6), Vazquez 6,5; Inglese 5 (1’ s.t. Pandev (dall’11’ s.t. Rivas 6), Ejjaki 6,5, 6); Gavazzi 5,5, Torrasi 5, Lovisa 5 (dal
none, per entrare nei Finotto 6,5 (dal 28’ s.t. Vido 6)
serve al Parma, da 5), Benedyczak 5,5 (32’ s.t. Tutino 5,5) Crisetig 6, Cortinovis 6; Montalto 6 33’ s.t. Stefani 6); Mensah 6 (dal 1’ s.t.
playoff, sarà suffi- PANCHINA Pomini, Alfonso, Pabai, tempo eliminato dalla PANCHINA Piga, Brunetta, Camara, (dal 20’ s.t. Galabinov 6), Denis 6,5 Candellone 6,5), Butic 6, Cambiaghi 5,5
ciente pareggiare con Melchiorri, Zuculini, Almici, D’Orazio lotta playoff, e non Osorio, Valenti, Bonny, Simy (dal 30’ s.t. Foti 6) PANCHINA Bindi, Fasolino,
il Pisa. Partita decisa in avvio ALLENATORE Venturato 7 serve nemmeno all’Alessandria ALLENATORE Carillo 6 (Iachini PANCHINA Micai Bianchi, Loiacono, Sabbione, Stefani, Onisa, Pasa, Secli,
dallo spettacolare destro al volo che si giocherà tutto nei 90’ del- squalificato) Menez, Carlucci, Folorunsho, Diop Okoro, Biondi
FROSINONE (3-5-2) ALLENATORE Stellone 5,5 ALLENATORE Tedino 6
di Dickmann e dalla conclusio- Minelli 5; Gatti 5,5, Szyminski 5, Cotali
l’ultima giornata. Risultato giu- ALESSANDRIA (3-4-2-1)
ne da centroarea di Pinato. Una 5,5; Zampano 5,5, Boloca 5,5, Ricci 5,5 sto, con la squadra di Longo che Pisseri 6; Mantovani 6 (dal 32’ s.t. COMO (4-4-2) CROTONE (3-4-1-2)
mazzata per il Frosinone schie- (dall’11’ s.t. Canotto 6), Garritano 5 in avvio ci ha provato, e ci è pure Corazza 6), Casarini 6 (dal 32’ s.t. Gori 6; Iovine 6, Scaglia 6, Solini 6,5, Saro 6; Cuomo 5,5, Golemic 5,
rato con un inedito 3-5-2, e con (dal 23’ s.t. Barisic 5), Tribuzzi 5,5 riuscita con il gol di Palombi, ma Coccolo 6), Prestia 6; Lunetta 6, Gori Ioannou 6; Parigini 7,5 (dal 30’ s.t. Nedelcearu 6; Calapai 6 (dal 32’ s.t.
Zerbin, non al meglio, in pan- (dall’11’ s.t. Rohden 5); Ciano 5,5 ha poi subito il ribaltone del Par- 5,5 (dal 7’ s.t. Ba 5,5), Milanese 6, Peli s.v.), Arrigoni 6,5, Bellemo 6,5, Mogos 6), Schirò 6 (dal 32’ s.t. Kone 6),
china. «Non penso che il motivo (dall’11’ s.t. Cicerelli 5), Novakovic 5 ma e a quel punto è stata brava a Parodi 5,5 (dal 22’ s.t. Pierozzi 6); Bianco 6,5 (dal 30’ s.t. Nardi 6); Cerri Awua 5,5, Schnegg 6 (al 40’ p.t.
(dal 30’ s.t. Zerbin 5,5) Chiarello 5,5 (dal 21’ s.t. Fabbrini 5,5), 7 (dal 40’ s.t. Gabrielloni s.v.), Gliozzi Giannotti 6); Marras 6,5 (dal 42’ s.t.
della sconfitta vada ricercato nel rimettersi in carreggiata e a rag-
PANCHINA Ravaglia, Marcianò, Palombi 6,5; Marconi 6 6,5 (dal 20’ s.t. La Gumina 6,5) Gozzo s.v.); Kargbo 5,5 (dal 1’ s.t.
modulo -ha commentato Gros- Oyono, Kalaj, Haoudi, Brighenti, giungere il 2-2. Gara dai conte- PANCHINA Crisanto, Cerofolini, PANCHINA Facchin, Vignali, Borello 6), Maric 6,5
so- ma su come abbiamo subito Manzari nuti tecnici modesti, ma d’al- Benedetti, Ariaudo, Mustacchio, Zanotti, Bertoncini, Varnier, Kabashi, PANCHINA Tornaghi, Serpe,
i gol. Una ribattuta e una palla ALLENATORE Grosso 5 tronde cosa ci si poteva aspetta- Barillà, Di Gennaro Ciciretti, Bovolon Mondonico, Vulic, Canestrelli, Sala,
persa in uscita». Con il doppio re? Il Parma pensa già alla prossi- ALLENATORE Longo 6 ALLENATORE Gattuso 7 Gori, Gural
ARBITRO Aureliano di Bologna 6,5 ALLENATORE Modesto 6
svantaggio Grosso è passato al 4- ma stagione e l’Alessandria ha
ASSISTENTI Macaddino 6,5-Della ARBITRO Paterna di Teramo 5,5 ARBITRO I. Robilotta di Sala
4-2, ma la Spal non è mai parsa Croce 6,5 solo fame di punti? Intanto in tri- ASSISTENTI Garzelli 6-Ceccon 6 Consilina 6 ARBITRO G. Miele di Nola 6
in affanno. Ha rischiato solo su ESPULSI Szyminski (F) al 22’ s.t. per buna i tifosi di casa riflettevano ESPULSI Simy (P) dalla panchina per ASSISTENTI Nuzzi 6-M. Robilotta 6 ASSISTENTI Muto 6-Barone 6
un tentativo di Canotto, poi solo doppia ammonizione (entrambe per suldomani:resteràIachinioppu- proteste al 24’ s.t. ESPULSI nessuno ESPULSI nessuno
spazio per l’espulsione di Szy- gioco scorretto) re verrà un altro allenatore al suo AMM. Gori (A), Parodi (A), Casarini AMMONITI Montalto (R) e Cionek AMMONITI Zammarini (P) per c.n.r.;
minsky, il gol su punizione di AMMONITI Garritano (F), Esposito posto? Si vocifera di un accordo (A), Bernabè (P) e Oosterwolde (P) per (R) per gioco scorretto. Calapai (C) e Lovisa (P) per gioco
Esposito ( grazie alla complicità (S), Zanellato (S), Ricci (F) e Latte con Zanetti, appena esonerato gioco scorr.; Crisanto (A) per proteste NOTE paganti 2.570, incasso non scorretto
Lath (S) per gioco scorretto NOTE paganti 2.351, incasso di 30.222 comunicato; abbonati 1.262, quota NOTE paganti 485, incasso di 4.055
dell’ex Minelli) e la corsa a fe- NOTE paganti 7.033, incasso non dal Venezia. Qualcuno sostiene euro; abbonati 3.074, quota di non comunicata. Tiri in porta 6-5 (con euro; abbonati 130, quota non
steggiare sotto la curva di Taco- comunicato. Tiri in porta 5-5. Tiri fuori che il presidente Krause pensi a 29.933,02 euro. Tiri in porta 4-4. Tiri un palo). Tiri fuori 9-4. In fuorigioco comunicata. Tiri in porta 6 (con un
pina («che sollievo...»). 4-2. In fuorigioco 1-1. Angoli 4-5. Gattuso. Staremo a vedere. fuori 5-2. In fuorigioco 0-3. Angoli 6-7. 3-1. Angoli 4-7. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 3’ palo)-5. Tiri fuori 7-6. In fuorigioco 0-0.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Recuperi: p.t. 1’, s.t. 0’ © RIPRODUZIONE RISERVATA Recuperi: p.t. 1’, s.t. 6’ Angoli 3-5. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 3’

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 41

SERIE C LA FASE FINALE

Via ai playoff: in 28 sulla giostra


Zeman, Di Natale, la Juve U23, Padova e Reggiana che riprovano: chi va in B?
di Pietro Scognamiglio
uasi un mese e mezzo
1 2 3
Q
di partite, da oggi al
12 giugno, per deci-
dere chi raggiungerà
in B le già promosse
Südtirol, Modena e Padova. Par-
te il grande ballo dei playoff, un
imbuto in cui entrano 28 squa-
dre – la formula, dal 2017, è su-
per inclusiva - ma solo una rag-
giungerà l’obiettivo. Le seconde
dei tre gironi (Padova, Reggiana
e Catanzaro) saranno le ultime a
entrare in scena, beneficiando
del piazzamento in campionato
e della tradizione più recente:
negli ultimi anni, la promozione
è stata quasi sempre roba loro,
facendo valere il peso della testa
di serie. Un anno fa è stata
l’Alessandria a spuntarla in fi-
nale sul Padova, che dopo 12
mesi ci riprova ricaricando le
batterie nel ritiro francese di In vetrina Ecco alcuni dei protagonisti dei playoff di C. 1 Il Padova ha già
Lens. La Reggiana invece li ha vinto un trofeo in stagione: la Coppa Italia e ora è tra le favorite alla
vinti due anni fa. Ma occhio alle promozione in B 2 Aimo Diana, allenatore della Reggiana che ha perso la
sorprese: nel 2018 il Cosenza corsa con il Modena 3 Zdenek Zeman allenatore del Foggia
conquistò la promozione (in fi-
nale contro il Siena) arrampi- 90 minuti, senza supplementa- la stellina Soulé – nazionale ar-
candosi dalla quinta posizione
del girone C. Un’eccezione. In-
ri, due risultati su tre a vantaggio
di chi gioca in casa in virtù del
gentino - a indicare la strada
contro il Piacenza. Al ballo an-
Il quadro degli spareggi
sieme a quella meno eclatante migliore piazzamento. Fattore che due cenerentole: prima vol-
del Pisa, che nel 2019 andò in B campo a favore in piazze impor- ta per la matricola Monterosi e FASE A GIRONI FASE NAZIONALE SEMIFINALI FINALE
partendo dal terzo posto del gi- tanti: il Foggia di Zeman, allo per il Picerno, centri che messi 1° TURNO 2° TURNO 1° TURNO 2° TURNO ANDATA ANDATA
rone A (insieme al Trapani, se- Zaccheria, sarà spinto da oltre insieme superano di poco i OGGI MERCOLEDÌ 4/5 ANDATA ANDATA MERCOLEDÌ DOMENICA
condo al Sud, perché quell’anno 6mila spettatori (nonostante la 10mila abitanti. Le 9 qualificate LE MIGLIORI CLASSIFICATE DOMENICA 8/5 MARTEDÌ 17/5 25/5 5/6
A 6ª LECCO RICEVONO LE PEGGIORI
le promozioni sono state due). curva Nord squalificata) contro tornano in campo mercoledì RITORNO RITORNO RITORNO RITORNO
la Turris. Debuttano in casa an- per il secondo turno, dove en- 11ª PRO PATRIA 5ª TRIESTINA GIOVEDÌ 12/5 SABATO 21/5 DOMENICA DOMENICA
Primi turni I primi due step che l’Ancona Matelica del capo- treranno Triestina (A), Entella 29/5 12/6
sono interni ai gironi: se la gio- cannoniere Rolfini (contro l’Ol- (B) e Avellino (C). La formula è la 7ª PRO VERCELLI - 3ª FERALPISALÒ
cano questo pomeriggio le bia) e il Pescara, che sperava di stessa e – nel giro di quattro SORTEGGIO
10ª PERGOLETTESE - SORTEGGIO
squadre classificate dal quinto al piazzarsi meglio e partirà dal- giorni – metterà fuori dai giochi 2ª PADOVA SORTEGGIO
decimo posto nei gironi B e C; l’incrocio dell’Adriatico con la 15 delle 28 partecipanti. -
GIRONE

8ª JUVENTUS U23
nel girone A – quello delle finali- Carrarese di Totò Di Natale. Su- SORTEGGIO
9ª PIACENZA
ste della Coppa Italia, Padova e bito in campo anche la Juventus Sprint con la Var Dall’8 3ª CESENA VINCENTE
Südtirol – spazio anche all’undi- U23, al terzo playoff della sua maggio verranno abbattuti i SORTEGGIO VINCENTE
cesima, col Renate promosso al- fresca storia. Ad Alessandria, confini territoriali con la fase B 5ª PESCARA 2ª REGGIANA
la fase nazionale. Al termine dei campo base dei bianconeri, sarà nazionale e le sfide sulla distan- 10ª CARRARESE 4ª ENTELLA
za dei 180’: dentro al primo step SORTEGGIO
- SORTEGGIO

Clic
le terze classificate (Feralpisalò, 6ª ANCONA 3ª PALERMO
cambiare la griglia delle Cesena e Palermo) più il Renate. 9ª OLBIA - SORTEGGIO SORTEGGIO
partite rispetto a quelle Il 17 e 21 – in quelli che sostan- 2ª CATANZARO
PLAYOUT
GIRONE

annunciate dopo la fine del zialmente saranno i quarti di fi- 7ª GUBBIO -


SORTEGGIO ANDATA RITORNO
campionato. Si parte nale – toccherà alle seconde. Dal
Playout al via il 7 dunque sabato 7 con questi 25 maggio la Final Four, che non
8ª LUCCHESE 4ª RENATE SABATO 7/5 SABATO 14/5
GIRONE A
Girone B rivisitato orari: nel girone A si ha una sede ma prevede andata SORTEGGIO 19ª GIANA-TRENTO 16ª
C 5ª MONOPOLI MIGLIORE
Così le 5 partite giocano Giana-Trento alle e ritorno sia per le semifinali sia
1° TURNO
16.30 e Seregno-Pro Sesto per la finale. Proprio nelle ulti- 10ª PICERNO 4ª AVELLINO 18ª SEREGNO-PRO SESTO 17ª
alle 17.30, nel B invece me sei partite debutterà la Var, - MIGLIORE SORTEGGIO GIRONE B
● I playout partono sabato, Fermana-Viterbese alle per la prima volta in Lega Pro. A 6ª FRANCAVILLA DEI GIRONI 18ª FERMANA-VITERBESE 16ª
per fortuna. Perché nel 17.30 e Pistoiese-Imolese un passo dal traguardo, si respi- 9ª MONTEROSI - SORTEGGIO
girone B il ricorso accolto alle 18, nel C infine l’unica rerà già aria di Serie B. 17ª PISTOIESE-IMOLESE 19ª
-
GIRONE

venerdì all’Imolese gara è Paganese-Fidelis © RIPRODUZIONE RISERVATA 7ª FOGGIA GIRONE C


(restituiti i due punti di Andria alle 17.30. Ritorno e 8ª TURRIS 18ª PAGANESE-FIDELIS ANDRIA 17ª
penalizzazione) ha fatto verdetti sabato 14.
s TEMPO DI LETTURA 2’38”
GDS

Supercoppa: il primo turno BARI 1


SÜDTIROL 2
Il Südtirol ha ancora fame: gran colpo a Bari MARCATORI D’Errico (B) al 33’ p.t.;
De Col (S) al 5’, Casiraghi (S) al 27’
s.t.

D’Errico illude Mignani nel giorno fosse incartato sul prezioso cross
dell’onnipresente Mallamo. Bri-
stante Mignani (amaro il 50°
compleanno) abbia ritardato
BARI (4-3-1-2)
del compleanno: De Col e Casiraghi vidi intorno alla mezz’ora: pri- qualche cambio, il Bari ha pro-
Polverino 5,5; Belli 5,5, Di Cesare 6,
Gigliotti 6, Ricci 6,5; Maita 5,5 (dal 36’
firmano un meritatissimo ribaltone ma Fischnaller ha timbrato il
palo con una rasoiata dal limite,
vato a rifarsi vivo con Gigliotti,
Maita e con il penalty reclamato
s.t. Galano s.v.), Maiello 5,5, D’Errico
6,5 (dal 29’ s.t. Misuraca 5,5);
Mallamo 6,5 (dal 29’ s.t. Citro 5,5);
il Bari, dal canto suo, sull’1-1 ha subito dopo Simeri ha sfiorato il da Cheddira. Ma, con l’innesto
di Franco Cirici Simeri 5,5 (dal 15’ s.t. Paponi 5,5),
recriminato per un intervento bersaglio dalla distanza. Le pre- di Casiraghi, la squadra di Javor- Cheddira 5,5 (dal 36’ s.t. Antenucci
BARI
(quantomeno dubbio) in area di messe al gran gol di D’Errico: cic ha messo la freccia. Al secon- s.v.). (Frattali, Plitko, Celiento,
l Südtirol ha sbancato rigore di Zaro su Cheddira. l’ex del Monza (fino ad allora do pallone toccato, il trequarti- Mazzotta, Terranova, Bianco,

I
il San Nicola, ponen- poco incisivo) d’improvviso ha sta ha trovato la girata vincente Scavone). All. Mignani 5,5
do una seria ipoteca Organizzazione Il Südtirol estratto dal cilindro un destro su cross di Rover. Un’altra ma- SÜDTIROL (4-3-3)
sulla Supercoppa di ha fatto un figurone anche con chirurgico che non ha lasciato gia. Veemente la reazione del Meli 6; De Col 6,5 (dal 36’ s.t. Malomo
C. Davvero triste le second elinee, in un San Nico- scampo a Meli dai 20 metri (nel- Bari, affidata alla classe di Ante- s.v.), Zaro 6,5, Vinetot 6,5, Fabbri 6;
l’epilogo della stagione casalin- la assai più vuoto rispetto al re- l’occasione al posto di Poluzzi, nucci che ha sfiorato due volte il Mawuli 5,5 (dal 40’ p.t. Broh 6),
ga per il Bari, con la seconda cente passato (5.000 tifosi, com- acciaccato nel prepartita). pari. Se fosse entrato prima... H’Maidat 6 (dal 22’ s.t. Gatto 6),
sconfitta di fila dopo quella su- preso un solo fan degli ospiti!). Moscati 6,5; Galuppini 6,5 (dal 22’ s.t.
Casiraghi 7), Fischnaller 6 (dal 1’ s.t.
bita dal Palermo. Ma, quando si Invidiabile l’organizzazione tat- Magie Il Südtirol ha avuto una Programma Sabato 7 secon- Odogwu 6), Rover 7. (Poluzzi,
stacca la spina (la promozione è tica della squadra di Javorcic: marcia in più, e così nella ripre- do atto della Supercoppa, con il Curto, Heinz, Harrasser, Beccaro,
arrivata tre settimane fa...), è ar- una macchina oliata in ogni sa ha sistemato ogni cosa. Ful- Bari impegnato a Modena. Il 14, Mayr). All. Javorcic 7
duo riattaccarla in fretta. Il risul- meccanismo, suggellata dal vi- minante l’avvio, quando Mosca- invece, il Südtirol ospiterà la
tato non fa una grinza. Oltre ai vacissimo Rover. In quanto al ti ha scheggiato la traversa su squadra di Tesser. ARBITRO Scarpa di Collegno 6
NOTE paganti 5.043, incasso non
due bellissimi gol, nel conto de- Bari, nel primo tempo si è affi- punizione. Al 5’ ci ha pensato © RIPRODUZIONE RISERVATA
comunicato. Ammoniti D’Errico.
gli uomini di Javorcic vanno ag- dato essenzialmente alle ripar- De Col a riequilibrare il match, Angoli 5-4
giunti anche i due legni colpiti
da Fischnaller e Moscati. Mentre
tenze. Dopo 8’ avrebbe già potu-
to sbloccare, se Simeri non si
con una bordata di collo destro
da una ventina di metri. Nono-
Il tecnico Ivan Javorcic, 43 anni,
croato, tecnico del Südtirol LAPRESSE s TEMPO DI LETTURA 2’11”
https://overpost.biz https://overday.info
42 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 43

IL CASO

Altelefonocon...
di Fabio Licari

«PALERMO AGLI EMIRI


HA DETTO
«S
e uno sceicco decide di compra-
re un club come il Palermo vuol
PER ESSERE GRANDE CHI È
IL LEICESTER
dire che ha in mente qualcosa di
grande. Un progetto importante
per una città che merita di ritor-
Questa è nare presto in Serie A». A Paler-

HA INDICATO LA VIA»
una città mo lo chiamavano «Lucatoni»,
che merita tutto attaccato. Luca Toni era un
idolo, era il centravanti da top «Sarà Palermo City?»
di stare Così ieri sulla Gazzetta
club. Trenta gol in Serie B nella
sempre in stagione 2003-04: promozione Luca Toni
Serie A. conquistata dopo trentuno anni ● Nella Gazzetta di ieri una è nato a Pavullo
Non ricordo
stadi più
infiniti. Altri 20 centri l’anno
dopo, in Serie A: qualificazione L’ex bomber: «Pochi in Italia possono pagina sulla trattativa tra lo
sceicco Mansour, proprietario
nel Frignano
(Modena) il 26
passionali in Europa. Era il Palermo di
Francesco Guidolin e Maurizio investire tanto e subito. E forse è meglio del Manchester City, e il
Palermo: il presidente Mirri
maggio 1977.
Ex centravanti,
Zamparini. Marcello Lippi lo
chiamò subito in Nazionale e un presidente straniero» potrebbe restare. ha giocato con
Modena, Empoli,
Se uno Toni, alla seconda presenza, set- Fiorenzuola,
sceicco tembre 2004, proprio alla Favo- mente non c’erano più biglietti Lodigiani,
compra un rita rispose con un gol alla Nor- in vendita... Treviso,
vegia nelle qualificazioni mon- «Non c’è dubbio che Palermo Vicenza,
club come diali: quella sera lo stadio sem- meriterebbe di stare sempre in Brescia,
il Palermo è brò venir giù. Serie A. Forse è arrivato il mo- Palermo,
perché ha mento in cui qualcuno può pro- Fiorentina,
in mente 3 Cosa significa l’interesse dei grammare questo percorso». Bayern Monaco,
qualcosa proprietari del City per un club Roma, Genoa,
di grande come il Palermo? 3 Anche da lontano? Juve, Al-Nasr
«Che qualcuno vuole investire «Ma certo, l’importante che si e Verona
seriamente in una piazza im- facciano le cose per bene, nel ri-
portante. Dove servono soldi per spetto delle regole. E soprattutto Palermo
risalire. Mi sembra una bella no- che ci si affidi a qualcuno che Due stagioni in
tizia». conosce l’ambiente e può fare da rosanero, dal
collegamento tra le città e la pro- 2003 al 2005.
3 Ancora uno straniero… prietà. Questo è fondamentale e Il primo anno
«Trovarlo un presidente italiano credo che saranno furbi o intel- in B, il secondo
Lo sceicco disposto a spendere così e subi- ligenti da non sbagliare scelta. in Serie A.
Mansour to… Non vedo problemi: questo è Ogni piazza ha caratteristiche In totale 51 gol (1
il futuro e faremo bene ad abi- ed esigenze particolari da non in Coppa Italia)
tuarci. Piuttosto, teniamoci sottovalutare. E poi posso dire
stretto un proprietario o un fon- una cosa?». Nazionale
do disposti a spendere per ri- Toni ha vinto
mettere in piedi un club». 3 Prego. il Mondiale 2006

Toni
«Un presidente all’estero po- con Lippi.
3 Ripartendo ancora una volta trebbe essere meglio dei soliti In azzurro
da lontano, dalla C, se non do- presidenti italiani fin troppo 47 partite
vesse succedere qualcosa di presenti». e 16 gol
speciale in questi playoff.
«Purtroppo, il Palermo è fallito 3 Da oltre vent’anni vincono lo
ancora una volta e risalire dalla scudetto soltanto Juve, Inter e
Serie C è durissima, peggio che Milan: c’è spazio per un Leice-
dalla B. Vincere non è mai facile, ster italiano?
oltretutto il girone C è sempre il «Perché no? Dipende dalla vo-
più complicato perché ci sono glia di investire che avranno i
partite più difficili, campi più nuovi proprietari. E da quanto
caldi, stadi più pieni e ci vuole vogliono investire. Faccio un
tanta personalità per giocare 3 A Palermo lei ha vissuto due A: Lippi mi convocò ad agosto esempio: Aurelio De Laurentiis
queste partite. E poi quest’anno anni indimenticabili. per l’amichevole in Islanda. Po- non è stato uno spendaccione,
c’era un Bari superiore a tutte le «Forse sono i ricordi più belli che piazze sono così passionali. ha fatto investimenti non ecces-
altre». della mia vita, Una città fantasti- Serve uno che La sera della promozione, giuro, sivi, mirati, e ha sfiorato lo scu-
ca, una squadra fantastica. È conosca lo stadio era qualcosa d’incredi- detto. Anche quest’anno è anda-
3 Ha visto il Palermo? stata la svolta della carriera: so- bile: non penso di averne mai to vicino, prima dei problemi
«No, mi dispiace, mi sono con- no stato lì due anni, abbiamo l’ambiente e faccia visto uno così pazzo di gioia co- nel finale. Il Leicester ha indica-
centrato sul Modena che ha con-
quistato la B. Però ho visto i ri-
vinto la Serie B con facilità e, da
neopromossi, siamo arrivati in
da tramite con la me allora. Impossibile dimenti-
care».
to una strada».
proprietà
© RIPRODUZIONE RISERVATA

sultati e anche i gol di Brunori: Coppa Uefa, sfiorando la Cham-


se uno segna così tanto vuol dire
che è proprio bravo».
pions. Ho conquistato la Nazio-
nale prima ancora di giocare in
Luca Toni
sul futuro del Palermo
3 Trentaduemila abbonati alla
prima stagione in A. Pratica- s TEMPO DI LETTURA 3’
https://overpost.biz https://overday.info

L’AltraCopertina
44 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

Formula E, a Montecarlo vince Vandoorne


● (m.s.) Stoffel Vandoorne su Mercedes vince l’E-Prix
Monaco, sesta gara del Mondiale di Formula E 2022: per
il belga anche la testa del campionato con 81 punti. Sul
podio la Jaguar di Mitch Evans e la DS-Techeetah di
Jean-Eric Vergne. Antonio Giovinazzi chiude 16°.

MOTOMONDIALE/GP SPAGNA

BAGNAIA È UN LEONE
DUCATI AL DECOLLO:
MESSAGGIO AI RIVALI
Pole con primato della pista per Pecco a Jerez
Quartararo è lì: oggi gara chiave per il campionato

Numero 14
Per Francesco Bagnaia è la
quattordicesima pole nel
Motomondiale, di cui sette
in MotoGP. Il pilota Ducati
deve rincorrere in
classifica: dopo 5 gare nel
2022 si trova a -38 da
Quartararo e Rins AFP

Mondiale io ci di Paolo Ianieri


INVIATO A JEREZ DE LA FRONTERA (SPAGNA)
nese ha definito «il mio miglior
giro di sempre. È stato tutto per-
fetto, ho spinto al massimo e non
tana 38 punti, quelli dalla coppia
in vetta al Mondiale, Fabio Quar-
tararo-Alex Rins.
aveva fatto da queste parti, con
un tempo di 1’36”170 che ha la-
sciato a bocca aperta tutti i suoi Record

S
ho fatto alcun errore, quando in- Ho fatto il mio rivali, a cominciare da Quartara- Pecco Bagnaia,
vece, di solito, è facile sbagliare»
miglior giro Distacco monstre Era que- ro, che a livello sia di passo sia di 25 anni, durante
gongola Pecco. Che subito dopo stione di feeling, come ripeteva giro secco in questi due giorni è il giro record a
essersi tolto il casco nel parco di sempre: avevo Bagnaia da inizio stagione, alla sembrato l’unico in grado di gio- Jerez con cui si
chiuso si era detto «euforico»
per quella che è la sua prima po-
grandi sensazioni ricerca di quelle sensazioni anti-
che con l’anteriore della sua Du-
carsela con Pecco, ma che alla fi-
ne ha pagato un distacco di quasi
è preso la pole
del GP Spagna
le della stagione. Soprattutto, il Pecco Bagnaia cati, quella capacità di affondare mezzo secondo, mostruoso in 2022
e due indizi fanno una coinci- primo, importantissimo passo Ducati, viceiridato 2021 la staccata senza perdere troppa questa MotoGP dove si vive or- AFP
denza, allora aspettiamo il terzo verso quel ritorno a una compe- velocità nell’inserimento di cur- mai sul filo dei millesimi.
per avere la prova che Francesco titività assoluta che, proprio per va, quella intensità nella frenata
Bagnaia e la Ducati sono tornati il gran finale di 2021, era data che, da punto debole al suo sbar- Applausi «La sfida per la pole
a essere quell’arma letale che quasi per scontata in questo av- co in classe regina, quattro anni position... non è stata una sfida,
Tutto il nella seconda parte dello scorso vio di Mondiale. Ma siccome nel- Con Pecco non c’è fa con la Pramac, oggi è diventata non so come abbia fatto a fare
Motomondiale in
tempo reale
Mondiale dettavano legge in ma-
niera spesso implacabile. L’ap-
le corse non c’è mai certezza, ec-
co che Bagnaia e la Ducati hanno
stata proprio la sua arma migliore. «A Porti-
mao in gara ho ritrovato la mia
quel tempo» è il riconoscimento
del Diablo. Che qui aveva firmato
ogni giorno con puntamento è oggi per le ore 14, impiegato qualche gara e spreca- sfida: non so come moto, e qui a ogni sessione ab- quattro pole su quattro appari-
notizie,
approfondimenti
quando nel catino traboccante
di tifo di Jerez (che bello rivedere
to diverse occasioni (se saranno
state troppe lo capiremo solo alla
abbia fatto biamo fatto un passo avanti. Og-
gi sulla moto ho avuto grandi
zioni in MotoGP, due delle quali
convertite in vittorie e la terza
e dirette dai le tribune gremite di gente) Pec- fine della stagione) per rimetter- Fabio Quartararo sensazioni» racconta Pecco. sfumata un anno fa per il proble-
circuiti su co scatterà davanti a tutti nel GP si in carreggiata e cominciare, fi- Yamaha, campione del mondo 2021 Sensazioni che, nel giro decisivo ma al braccio. Ancor più signifi-
gazzetta.it/ di Spagna, il premio meritatissi- nalmente, quella rincorsa al tito- della qualifica, lo hanno portato cativo, però, è il fatto che a livello
Motori mo per quello che lo stesso tori- lo che in questo momento è lon- a girare forte come mai nessuno di qualifica questa pista sia stata

Il via alle 14 - Diretta Tv8, Sky e Now


1ª FILA 2ª FILA 3ª FILA 4ª FILA 5ª FILA 6ª FILA 7ª FILA 8ª FILA 9ª FILA
PMedia: 165,5 km/h
BAGNAIA MILLER NAKAGAMI MARTIN P. ESPARGARO MORBIDELLI MARINI A. MARQUEZ D. BINDER
ITA-DUCATI AUS-DUCATI GIA-HONDA LCR SPA-DUCATI PRAMAC SPA-HONDA ITA-YAMAHA ITA-DUCATI VR46 SPA-HONDA LCR S.AF-YAMAHA WITHU

63 43 30 89 44 21 10 73 40

1 1'36"170 4 1'37"049 7 1'37"254 10 1'37"526 13 1'37"138 16 1'37"668 19 1'37"910 22 1'38"014 25 1'38"405

QUARTARARO M. MARQUEZ BEZZECCHI BASTIANINI RINS DI GIANNANTONIO BRADL DOVIZIOSO


FRA-YAMAHA SPA-HONDA ITA-DUCATI VR46 ITA-DUCATI GRESINI SPA-SUZUKI ITA-DUCATI GRESINI GER-HONDA ITA-YAMAHA WITHU

20 93 72 23 42 49 6 4

2 1'36"623 5 1'37"145 8 1'37"285 11 1'37"618 14 1'37"401 17 1'37"882 20 1'37"937 23 1'38"064

A. ESPARGARO ZARCO MIR VIÑALES B. BINDER GARDNER OLIVEIRA SAVADORI


SPA-APRILIA FRA-DUCATI PRAMAC SPA-SUZUKI SPA-APRILIA S.AF-KTM AUS-KTM TECH3 POR-KTM ITA-APRILIA

41 5 36 12 33 87 88 32

3 1'36"933 6 1'37"220 9 1'37"330 12 1'37"675 15 1'37"544 18 1'37"889 21 1'37"958 24 1'38"244


PREVISIONI METEO: CIELO SERENO, 28° C

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 45

L A G U I D A T V OGGI Empoli–Torino, Milan- Marsiglia - Lione, 20.45 Sky Sport ● CICLISMO 20.30 Sky Sport Arena
● CALCIO Fiorentina, 15 Dazn Football Giro Romandia, 13.45 Eurosport 2 Atalanta-Salernitana
Due giorni intensi Juventus–Venezia, 12.30 Dazn Granada-Celta Vigo, 16.15 Dazn Roma – Bologna, 20.45 Dazn ● MOTOCICLISMO 20.45 Sky Sport 1, Dazn
Troyes - Lille, 13 Sky Sport Football West Ham-Arsenal, 17.30 Sky Barcellona–Maiorca, 21 Dazn GP Spagna MotoGP Getafe – Betis, 21 Dazn
tra calcio, tennis Elche–Osasuna, 14 Dazn Sport Football ● BASKET 14 Sky Sport MotoGP, TV8 Manchester Utd-Brentford
e grande ciclismo Tottenham-Leicester, 15 Sky Udinese–Inter, 18 Dazn Milano-Brindisi, 17.20 Eurosport2 DOMANI 21 Sky Sport Football
● TENNIS
Sport Football Rayo Vallecano-Real Sociedad Boston-Milwaukee, 19 Sky Sport ● CALCIO
Everton-Chelsea, 15 Sky Sport 18.30 Dazn NBA B. Moenchengladbach-Lipsia ATP 1000 Madrid, 12 Sky Sport 1

L’INTERVISTA

LORENZO
«Quartararo il mio erede
Ora l’Aprilia è da titolo»
Il 5 volte iridato entra nel club delle Leggende
«Marquez? È l’unico che non conosce la paura»

LA GUIDA CHI È
GP Spagna Jorge
Oggi sul circuito Lorenzo
di Jerez (4.423 è nato a Palma
m) si corre la di Maiorca
sesta prova su (Spagna) il 4
21 del maggio 1987
Motomondiale La carriera
2022. Tutto in Debutta in 125

sono
diretta su Tv8 nel 2002, nel
(in chiaro) Sky, 2006 campione
e Now in 250 con
(streaming) Aprilia e bis nel
2007. In MotoGP
Programma dal 2008, vince i
ore 11 gara Mondiali 2010,
Moto3 (22 giri); 2012 e 2015 con
ore 12.20 gara Yamaha. Ha
Moto2 (23 giri); vinto 68 GP e
ore 14 gara corso con Derbi,
MotoGP (25 Aprilia, Yamaha,
giri); ore 15.30 La medaglia La festa per Jorge Lorenzo, 34 anni, ieri a Jerez: è nella Hall of Fame della MotoGP MILAGRO Ducati e Honda
gara-2 MotoE
per 16 anni un feudo Honda- nuova più piccola ci ha aiutato (20 giri) bello vedere che il gara, altrimenti mi alleno solo 3 Quartararo e la Yamaha non

È
Yamaha. L’ultima pole non giap- proprio in quei due settori, dove luogo dove tutto co- per essere presentabile, ma senza hanno ancora rinnovato, anche
ponese risale al 2006, quando a l’anno scorso perdevamo, anche Classifiche minciò, sia quello do- l’intensità di prima. Per guidare se sembrano vicini a farlo.
partire davanti a tutti fu, su Du- se adesso siamo un po’ in difetto MotoGP ve il tuo nome viene lamacchinanoncen’èbisogno». «Tu devi lottare per il tuo valore
cati, Loris Capirossi. Il giro magi- nei primi due. Il time attack poi a 1. Quartararo celebrato. Jorge Lo- quando fai una negoziazione. Pe-
co di Bagnaia ha interrotto una me è sempre venuto bene, e oggi (Fra/Yamaha) renzo da ieri è una Leggenda del- 3 E, invece, com’è raccontare le rò Yamaha ha scommesso su Fa-
striscia infinita, con Pecco mera- mi sono proprio divertito. Però, 69; 2. Rins la MotoGP. «Jerez è speciale, una gare davanti a un microfono? bio, gli ha dato la possibilità di es-
viglioso nel fare la differenza nel siccome il giorno dopo hai la ga- (Spa/Suzuki) delle piste che preferisco e dove «Un lavoro facile. Sia guidare la sere in MotoGP e poi di correre
T3 e T4. «Tanto di cappello, è ra, alla fine anche se è una sensa- 69, 3. A. ho vinto di più. È la prima pista macchina sia commentare le ga- nel team ufficiale al posto di Ros-
stato grande» lo applaude Aleix zione bellissima il pensiero va Espargaro del Mondiale dove ho girato dav- re, questa è la mia vita, non lo si. A volte è il pilota che non è al
Espargaro, a sua volta grande sempre al GP. Anche perché (Spa/Aprilia) vero, era il 1997 e avevo 10 anni. considero neanche un lavoro». massimo, altre la Casa. Yamaha
con la sua terza prima fila del- adesso è arrivato il tempo di fare 66; 4. Bastianini Facevo la Coppa Aprilia, per me ha qualche problema ora, ma
l’anno su un’Aprilia che ormai è punti». Sarà una lotta feroce, (Ita/Ducati) 61; era Disneyworld, vedevo il verde 3 E allora: che Mondiale vede? questo è il momento in cui Fabio
sempre lì davanti, grazie a un perché Quartararo va molto for- 5. Zarco tutto curato, i cordoli, la pista su- «Non c’è un leader chiaro. Penso deve sostenerla e darle fiducia: è
colpo di reni che ha fatto scivola- te, perché Espargaro è carico a (Fra/Ducati) 51 per grande. Era tutto incredibile. che, se a posto fisicamente, il mi- una Casa con grande storia, un
re in seconda fila Jack Miller, mille («Sì, possiamo vincere») e Moto2 Poi cinque anni dopo ci ho de- glior pilota sia ancora Marquez, grande potenziale economico, e
buon 4° davanti a Marc Marquez Marquez, per quanto ferito, par- 1. Vietti buttato davvero, avevo 14 anni Quartararo gli sta abbastanza vi- con Fabio è un bel binomio».
e Johann Zarzo. Ottimo 8° Marco tendo dalla seconda fila proverà (Ita/Kalex) 90; quando sono arrivato qui il gio- cino, tra gli altri, chi è il migliore?
Bezzecchi, 11° Enea Bastianini. a restare agganciato ai migliori e 2. Ogura vedì, il sabato ne ho compiuti 15 e Bagnaia, Mir, Rins, Bastianini, 3 La Suzuki le piace? Rins e Mir
poi chissà. Sarà una gara bellissi- (Giap/Kalex) 56; ho debuttato con la Derbi: nel Martin? Non so». sono tutti e due sempre lì.
Ora punti pesanti Pecco ri- ma. 3. Arbolino box mi festeggiarono con una «Mi hanno sorpreso molto con il
3 Bagnaia sembra aver fatto
HA DETTO
de felice, spiegando quel suo giro © RIPRODUZIONE RISERVATA (Ita/Kalex) 54 torta e mi misi a piangere, poi co- miglioramento di motore, però
fantastico: «Tendenzialmente, ti Moto3 nobbi Max Biaggi, il mio idolo. Da quel click che aspettavano tutti. manca sempre qualcosa».
rendi conto se stai facendo un
grandissimo giro. La carena s TEMPO DI LETTURA 3’33” 1. Garcia
(Spa/GasGas)
lì è iniziato tutto, ma non mi sarei
mai immaginato tutto questo».
«È chiaro che c’era qualcosa che
non andava bene sulla nuova Du- 3 L’Aprilia e Aleix Espargaro?
83; 2. Foggia cati. Ora sembra che siano torna- «Erano veloci già nei test inver-
(Ita/Honda) 82; 3 Essere Leggenda è...? ti un po’ indietro e Bagnaia ha ri- nali, sempre lì davanti, e questa
MOTO2 MOTO3
3. Masia «È quasi più significativo che es- trovato la strada. Si è visto come non era casualità. Ad Aleix sem- Quartararo
(Spa/Ktm) 54 sere campione, perché se è certo ha fatto il record prendendosi la brava sempre mancare qualcosa, deve capire
che tutte le leggende sono grandi pole, guidando con molta confi- mentre ora che la moto è più che è il
Ogura al top Guevara beffa campioni, non tutti i campioni denza, attaccando con fluidità». completa, lui riesce tranquilla- momento
ma Arbolino c’è il leader Garcia sono considerati leggende».
3 Come giudica, invece, Mar-
mente a fare un ritmo molto co-
stante e competitivo. Possono
di sostenere
la Yamaha,
Fenati rischia Quarto Foggia 3 Com’è la sua vita adesso? quez? La moto non la sente an- lottare per il Mondiale, e sarebbe il team che
«Fantastica. Sono tra quelle per- cora sua, si è fatto male, e lei per una storia incredibile per la Mo- ha creduto
● Pole di Ai Ogura a Jerez ● Izan Guevara partirà dalla sone fortunate che può decidere primo sa bene cosa significhi. toGP, considerando che 5 anni fa
come spendere i suoi giorni. È un
in lui
nella qualifica della Moto2. Il pole position in Moto3, in una «Senza i guai fisici degli ultimi l’Aprilia era sempre ultima».
giapponese del team Asia, prima fila tutta spagnola. privilegio per pochi, ma io questa anni,ancheconquestamotovin- Lorenzo
alla sua prima pole nella Con un tempo di 1’45”880, possibilità me la sono creata con cerebbe delle gare. Ma tra il suo 3 Chi è il nuovo Lorenzo? su F. Quartararo
classe di mezzo, con il tempo Guevara ha preceduto di 124 il lavoro e i sacrifici, e la voglio fisico e la Honda che ha deciso di «Come stile di guida Quartararo,
di 1’41”289 precede un ottimo millesimi il compagno nel sfruttare al massimo». cambiare moto per aiutare gli al- anche se lui è un po’ più aggressi-
Tony Arbolino, secondo a soli team Aspar GasGas, il leader tri piloti, in un Mondiale così vo a livello di staccate. Io ero un
10 millesimi dopo un weekend iridato Sergio Garcia, e di 171 3 Cosa fa oggi? competitivo non riesce più a fare super puro, millimetrico, lui im-
solido. A completare la prima Jaume Masia (KTM Ajo), «Alla fine mi complico molto la la differenza. Non sono nessuno provvisa un po’ di più. E poi Mar- Martin è
file c’è Sam Lowes, terzo a 3 bravo a beffare proprio vita, fino allo scorso anno ero per dare consigli, ma deve avere tin, guida la Ducati un po’ come esplosivo
decimi con il team VDS. Sesto all’ultimo istante Dennis tranquillissimo, ora corro nella pazienza, restare forte e aspettare me, super esplosivo in qualifica. come me,
il leader del Mondiale, Foggia. Il romano della Porsche Cup, faccio il commen- che torni il suo momento». Ma ora deve convincersi che la ma la sua
Celestino Vietti. Futuro Leopard, secondo in tatoreperDaznepartecipoapro- priorità deve essere vincere il priorità
grigio per Romano Fenati, 27° campionato e finito a 290 grammi tv in Spagna. Non volevo 3 Marc ha sempre guidato senza Mondiale di MotoGP, e non sono deve essere
in griglia, che rischia il posto millesimi dalla pole position, più svegliarmi presto, invece...». pauraanchedopobruttecadute. sicuro che lo sia davvero». il Mondiale,
se in gara non dovesse aprirà così la seconda fila È sempre così? p.i. e non so se
centrare un podio: in davanti al turco Deniz Oncu 3 Com’è l’esperienza da pilota a «Vedo che guida come sempre. © RIPRODUZIONE RISERVATA
l’ha capito...
Boscoscuro è pronto a e all’altro spagnolo Xavier quattro ruote? Marcèspeciale,èilsolopilotache
subentrare Alonso Lopez. Artigas. «L’impegno di quando correvo lo
metto adesso solo nel weekend di
ho incrociato che, con le botte
che ha preso, non ha paura». s TEMPO DI LETTURA 3’55” Lorenzo
su J. Martin
https://overpost.biz https://overday.info
46 DO M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

ATLETICA IL CAMPIONE OLIMPICO

di Andrea Buongiovanni L’ANTICIPAZIONE

L JACOBS RIENTRA PRIMA


HA DETTO a notizia è fragorosa: per l’atletica
italiana e per quella internazio-
nale. Avrà larga eco: è inevitabile. SABATO A NAIROBI
A 1865 METRI DI QUOTA
Marcell Jacobs, diversamente da
quanto in un primo tempo stabi-
Tutti i lito, debutterà nella stagione al-
parametri l’aperto sabato a Nairobi, in Ken-
dicono che ya, nei 100 del Kip Keino Classic,
terza tappa Gold del World Athle-
Marcell sia
tics Continental Tour 2022. L’az-
già in ottima zurro tornerà sulla distanza che
condizione, lo ha consacrato campione olim-
da sfruttare
subito al
pico della specialità nove mesi e
sei giorni dopo l’impresa di To-
IDENTIKIT
meglio kyo. In un contesto particolare,
sulla carta molto favorevole: in Marcell
altura (il Moi International Sports
Stadium, nel sobborgo di Kasara-
Jacobs
Il meeting ni, è a 1865 metri sul livello del NATO A EL PASO (TEXAS, USA)
keniano, la mare), su una pista considerata IL 26 SETTENBRE 1994
stagione assai veloce e al cospetto di avver- ALTEZZA 186 CM PESO 84 KG
sari di tutto rispetto, compresi
scorsa, sui
Fred Kerley, lo statunitense che ● Di padre texano, è cresciuto
100 ha nei 100 dei Giochi è stato d’argen- a Desenzano (Bs) e, dopo una
regalato i to, l’atleta di casa Ferdinand parentesi a Gorizia, dal 2018
due migliori Omanyala e Filippo Tortu, che si vive a Roma. Poliziotto, in
tempi al riproporrà là dove, lo scorso set- settembre sposerà Nicole: ha
mondo 2021 tembre, ha corso in 200 in 20”11. tre figli. Lunghista da 8.07
(8.48 ventoso), nel marzo 2021
I motivi «In un primissimo ha vinto l’oro europeo dei 60
tempo - spiega coach Paolo Ca- indoor e in agosto quello
Marcell non mossi - l’intenzione era far esor- olimpico dei 100 (9”80, record
fa i 100 da dire Marcell al meeting di Tokyo europeo) e della 4x100. Nel
molto? In di domenica 8 maggio, per ripar- marzo scorso, a Belgrado,
tire da dove aveva terminato, in con 6”41 (record europeo) ha
inverno ha
una sorta di omaggio. Poi, consi- vinto i 60 dei Mondiali indoor
corso tredici derando il lungo viaggio e le sette
60 e i lavori

Marcell va d
ore di differenza di fuso orario, in
recenti sono vista di una stagione tanto impe-
stati gnativa e con la trasferta di Euge-
utilissimi ne dietro l’angolo, avevamo pre-
ferito rinunciare. Da lì l’idea di
una ripartenza inedita, sui 200
del meeting di Savona del 18. Ap-
puntamento confermato: ma
con l’anteprima di Nairobi. Il
perché è presto detto: il trasferi-
mento, rispetto a quello per To-
kyo, sarà più breve e confortevo-
P.Camossi le, il fuso orario ridotto a un’ora e,
L’azzurro, che
Clic
allenatore soprattutto, perché tutti i para- man, in Giordania) e farà ritorno
di Jacobs metri ci dicono che Marcell sia la notte stessa del meeting: «Co-
già in un’ottima condizione, da avrebbe dovuto sì, dopo aver dormito la notte in
provare a sfruttare subito al me-
glio. La prova in fondo, seppur esordire sui 200 volo - sorride Camossi - domeni-
ca farà in tempo a celebrare al
con altre modalità, era in calen- il 18 a Savona, meglio la festa della mamma: è MoiSportsStadium
dario da sempre: non ho timori a una ricorrenza alla quale tiene teatrodelmeeting:
farlo gareggiare spesso. E averne vuole sfruttare molto».
60.000postiasedere
due nelle gambe prima del gran-
de scontro di Eugene non potrà l’altura, una Le prospettive Il cast, insieme
che fargli bene». pista veloce e a nomi top del mezzofondo mon-
diale e a grandi lanciatori, pro-
ETIOPIA

grandi rivali,
UGANDA

Il viaggio La decisione è matu- porrà una super sfida anche nei SOMALIA
rata negli ultimi due-tre giorni. Il 100 femminili, con protagoniste K E N Y A
manager Marcello Magnani, tra i quali la giamaicana vinci tutto Shelly- ● Il Moi International Sports Stadium, nel
Kerley e... Tortu
quando ha contattato gli organiz- Ann Fraser, la statunitense Nairobi sobborgo di Kasarani, a Nairobi, è a 1865
zatori del meeting keniano, non Sha’Carri Richardson e la 18enne metri sul livello del mare. Una capienza di
ha avuto grandi difficoltà a trova- namibiana Christine Mboma, ie- A F R IC A
60.000 posti, dal 18 al 22 agosto scorso ha
re una corsia per il gardesano... ri a Gabarone, in Botswana (e in ospitato i Mondiali juniores e sabato sarà
Marcell, accompagnato da Ca- altura...) capace di 10”97 sui 100 TANZANIA
sede del 3° Kip Keino Classic, tappa Gold del
mossi e dall’inseparabile fisiote- (con vento di +1.6 metri al secon- World Continental Tour: Filippo Tortu, in
rapista Alberto Marcellini, parti- do) e di 21”97 (+0.6) sui 200, mi- quella scorsa, ha corso i 200 in 20”11 (+1.9)
rà mercoledì (con scalo ad Am- glior prestazione mondiale sta-

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 47

I duellanti
I rivali
È il 1° agosto
scorso: Marcell
Jacobs, 27 anni,
a Tokyo, con Rivincita con Kerley
l’argento di Tokyo
9”80, precede
nei 100 della
finale olimpica lo
statunitense

Knighton: 200 in 19”49!


Fred Kerley di
4/100 di
secondo LAPRESSE

Marcell in Kenya
sfida l’eclettico
Fred. Ieri record
del mondo jr di
100 e 200: Erryon
quarto di sempre
sordio più probante,

E
per Marcell Jacobs,
non potrebbe esserci.
Il poliziotto a Nairobi,
al suo fianco, troverà
tra gli altri Fred Kerley. Insomma:
IN ALTURA sarà subito scontro diretto tra
l’oro e l’argento dei 100 del-
l’Olimpiade di Tokyo. Il versatile
I migliori 100 26enne statunitense - spazia fino
maschili di ai 400 come nulla fosse - con la
sempre in altura sua corsa tutta forza e potenza, in
(oltre i 1000 questa prima parte di stagione ha
metri sul livello già confermato le sue qualità. Tra
del mare) marzo e aprile ha corso i 100 in
9”99, i 200 in 19”80 (miglior pre-
9”76 stazione mondiale stagionale,
T. Bromell due weekend fa a Walnut, in Cali-
Usa fornia) e i 400 in 44”47. Il bello è
Nairobi 2021 che, come del resto testimoniano

di fretta
i personali, sembra avere ancora domande esclamando: «Penso
9”77 molti margini di crescita. Con solo a vincere: voglio diventare
F. Omanyala 9”84, 19”76 e 43”64 è intanto uno una leggenda come Usain Bolt». Mister
Ken dei tre soli iscritti all’esclusivo Alto 1.91 x 93 kg, ex studente uni- versatilità
Nairobi 2021 club di coloro che hanno corso le versitario a Texas A&M, ama sfi- Fred Kerley, 26
tre distanze sotto i 10, i 20 e 44”. dare i migliori. Quindi non teme anni, all’arrivo
9”87 Gli altri? Il sudafricano Wayde il confronto con Jacobs: «Le riva- dei 200 del
O. Thompson Van Niekerk e il connazionale lità mi stimolano - dice - le rivali- meeting di
Bar MichaelNorman.Non,peresem- tà sono il succo dello sport». Walnut, in
Jo’nurg 1998 pio, mister Michael Johnson, sui California, di
100 mai meglio di 10”09. La novità L’altura, natural- sabato 16 aprile,
9”92 mente, sabato aiuterà anche lui. vinti in 19”80,
S. Okunkoya Il personaggio Fred, nato e Così come ieri ha aiutato il miglior crono
gionale. «La scorsa edizione del «Andiamo!» Camossi non Nig cresciutoaTaylor,inTexas(losta- 18enne botswano Letsile Tobogo, mondiale
meeting - ricorda Camossi - pur teme né la lunga mancata fre- Jo’burg 1988 to dov’è nato Jacobs), un’infanzia iridato junior in carica che a Ga- stagionale. Lo
se a settembre inoltrato, sui 100 quentazione del bresciano dalla complicata (fu adottato da una barone, capitale del suo Paese (a statunitense
maschili, grazie allo statunitense specialità, né il fatto che di recen- 9”92 zia insieme a tre fratelli e cresciu- 1014 metri sul livello del mare), vanta 9”84 (100),
Trayvon Bromell e allo stesso te la preparazione possa essere J.A. Harvey to insieme ad altri dodici ragazzi) ha mangiato i 100 in 9”96 (+1.9), 19”76 (200) e
Omanyala, ha regalato i migliori stata un po’ sbilanciata verso i Tur e una carriera costellata da un in- migliorando di 1/100 di secondo 43”64 (400)
crono dell’anno: 9”76 e 9”77 con 200. «Marcell - sostiene - in in- Erzurum 2016 fortunio che lo ha tenuto fermo il record del mondo di categoria
vento a +1.2 m/s. È la conferma verno ha corso tredici volte i 60, dal 2015 al 2017, dovrà presto de- che, dal 2014, apparteneva allo
che a Nairobi si può andare deci- spesso prolungando l’azione e i cidere cosa fare “da grande”. È statunitense Trayvon Bromell
samente forte. La presenza di lavori di questi giorni sono utilis- pur vero che è anche l’unico, in (ieri a Jacksonville a 9”75/+2.1 nei
Kerley poi, uno che in queste set- simi anche per i 100. Se le condi- Diamond League, ad aver centra- 100). Il vero exploit arriva però da
timane ha già gareggiato molto zioni meteo saranno favorevo- to vittorie su tutte e tre le distan- Baton Rouge, Louisiana, dove il
ad alti livelli e che raramente sba- li...». «Ho una sorpresa per voi - ze, ma pensando a Trials e Mon- coetaneo Erriyon Knighton, sui
glia, sarà un bello stimolo. Come ha scritto il doppio campione diali, sarà impossibile triplicare. 200, vola addirittura in 19”49
quella di Tortu che, come ha fatto olimpico sui social in inglese, ve- Per ora, però, si prende tempo: (+1.4), 4° uomo all-time dopo
vedere nel corso dei recenti radu- nerdì sera, indicando un coun- «Aspettate e vedrete» ha dichia- Bolt, Johnson e Blake. Ecco feno-
ni della staffetta, sta a sua volta tdown che scadrà proprio sta- rato di recente. Molto attivo sui meni dai quali i big presto do-
molto bene: sarebbe bello avere mattina -: andiamo! Ci sarà da di- Ci sarà anche Tortu social, in realtà è uno di poche vranno guardarsi alle spalle.
due italiani al vertice anche in vertirsi». Anche Filippo Tortu, primo parole. Ma per dire di quale pasta a.b.
quest’occasione. E sia chiaro: © RIPRODUZIONE RISERVATA italiano sotto i 10” nei 100, siafatto,bastaricordarechespes- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marcell non ha scelto di andare sarà a Nairobi (20”11 nei 200 so si firma usando l’hashtag
in Kenya perché già ci andava Fi-
lippo...». s TEMPO DI LETTURA 4’04” nel 2021) #IAMHISTORY (#Iosonostoria) e
che risponde alla più disparate s TEMPO DI LETTURA 2’18”

A Milano limiti nazionali anche per Fontana e Olivieri OGGI TRICOLORI DELLA 20 KM DI MARCIA

Crippa, limite europeo nei 5 km


Desalu, primato italiano sui 150 Brave ragazze Primati pure di
Vittoria Fontana e di Linda Oli-
vieri. La 21enne varesina firma E la Battocletti non si ferma più
«Sì, avevo già voglia di stupire» quello degli stessi 150: 16”99
(+0.1) sottraendolo a Manuela
Levorato (17”26; Marcon, Ve;
● Yeman Crippa c’è. E Nadia
Battocletti anche. I due trentini
dedicherà alla pista: «Devo
ammettere che la strada
4/5/03). La 23enne novarese sono protagonisti in Germania, comincia a piacermi sempre di
re (storici) primati ita- corsia (con le prime tre libere). quello dei 300 hs: 38”86 (Marzia nella 5 km su strada di più - sottolinea - ma per ora

T
liani su distanze spu- Nel finale non è fluidissimo, ma Caravelli il 25/4/14, a Roma, cor- Herzogenaurach, a casa non cambio obiettivi: giovedì 14
rie in un pomeriggio: chiude in un significativo 15”07 se in 39”00). Batte Folorunso Adidas. Lui, reduce da un mese correrò un 10.000 a Londra per
il 9° meeting Athletic (+1.3), 10/100 in meno della mi- (39”26) e Marchiando (39”98). A di raduno in altura, ai 1700 centrare lo standard iridato».
Elite, all’Arena di Mi- glior prestazione nazionale dete- Palmanova (Ud) 11”56 (+0.4) nei metri di Ifrane, in Marocco, è 7° La Battocletti avanza a suon di
lano - in una bell’atmosfera, no- nuta in comproprietà da Giovan- 100 di Aurora Berton. Nick Pon- con 13’14”, primato europeo primati: questo cade dopo 21
nostante il ritardo nel program- ni Puggioni (Nuoro, 13 aprile zio, a Des Moines (Usa), lancia il (vittoria dell’etiope Yomif anni. La Fiamma Azzurra, nella
ma - regala spettacolo e dice che, 1997), che lo premia e da Chituru peso a 21.04. Al Multistard di Kejelcha con 12’53”). Il limite prova vinta con 14’37” da
al via della stagione all’aperto, Ali (Rieti, domenica scorsa). Per Grosseto (1a g.), Dario Dester è 2° precedente (13’18”) era del dell’etiope Senbere Teferi, è 6a
l’onda lunga dell’atletica azzurra, il campione olimpico il progresso nel decathlon con 4278 punti. francese Jimmy Gressier (miglior europea) in 15’13”, 32”
non s’è infranta. Fausto Desalu, il sul personale, di due anni fa, è di Sveva Gerevini 3a nell’eptathlo- (Montecarlo 2020), mentre meno del (doppio) primato di
più atteso, non delude: i suoi 150, 31/100. Alle sue spalle Federici con 3520. Oggi a Brescia 10.000 quello tricolore, con 13’20” Maura Viceconte (Berna 2000 e
come la maggioranza delle gare (15”31 dopo aver vinto i 100 in tricolori: favoriti Riva e Arnaudo. (Bolzano 2020), era già suo. Il Berna 2001). Oggi, intanto, ad
di velocità, si disputa sul rettili- 10”35/+0.2), Lambrughi (15”53, a.b. poliziotto, reduce dall’aver Alberobello (Ba) Tricolori della
neo opposto a quello d’arrivo, co- poi primo nei 300 in 32”97), Cat- © RIPRODUZIONE RISERVATA polverizzato il record italiano 20 km di marcia con Stano,
sì da avere il vento alle spalle. Il fi- taneo (15”81) e Lopez (15”81). sulla mezza maratona, a Napoli Fortunato, Tontodonati la
nanziere, rasato a zero, all’esor-
dio stagionale, corre in quinta
«Avevo voglia di stupire e di libe-
rare i cavalli» dice Fausto. Olimpionico Fausto Desalu, 28 anni s TEMPO DI LETTURA 1’38” in febbraio (59’26”), ora si Trapletti e la Colombi.
https://overpost.biz https://overday.info
48 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

1 OFFERTE SEGRETARIA receptionist multi- COLLABORATORI FAMILIARI/ PORTOFINOIMMOBILIARE.IT


DI COLLABORAZIONE lingue cerco part-time (6 - 7 ore) BABY SITTER/BADANTI 1.6 Rapallo San Faustino trilocale bi-
presso aziende/studi professio- servizi incantevole terrazzo mq
nali a Milano/Sesto: 16 vista mare su Portofino posto Il Corriere della Sera e La Gazzetta
340.922.59.39. COPPIA italiana offresi per hotel/ auto cantina Ribassato 630.000 dello Sport con le edizioni stampa e
IMPIEGATI 1.1 privati e/o assistenza anziani: Euro. 0039.340.76.49.777 digital offrono quotidianamente agli
345.53.03.596 inserzionisti un’audience di oltre 6,5
SIGNORA 40enne cerca lavoro ngkjord@libero.it PORTOFINOIMMOBILIARE.IT
milioni di lettori.
ASSISTENTE direzione, personal come portinaia a Milano mezza Vuoi vendere o affittare la tua ca-
assistant, segretaria bilingue ita- giornata. 329.629.29.20 COPPIA srilankese esperienza sa al mare? Facciamolo insieme! La nostra Agenzia di Milano è a dispo-
loamericana, tedesco, esperien- ventennale cerca lavoro per Portofino Immobiliare cerca ap- sizione per proporvi offerte dedicate a
za, referenze, valuta proposte re- weekend stiro pulizia anziani partamenti e ville di pregio vista soddisfare le vostre esigenze e rendere
moto o sede solo Bologna cen- 22ENNE diplomato lingue estere pranzi. Referenze. Solo Milano: mare a Santa Margherita, Rapal- efficace la vostra comunicazione.
tro. Tel 338.83.86.952 inglese francese cinese spagnolo 329.20.93.409 lo, Camogli e Zoagli. Chiamaci al
con attestato formazione sicu- 340.76.49.777. TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
rezza salute lavoro ottima pre- CUSTODE / domestico / badante Rubriche in abbinata: Cor-
CONTABILE trentennale espe- senza automunito offresi primo srilankese offresi anche fisso in riere della Sera - Gazzetta

8 COMMERCIALI
rienza con partita iva offresi per impiego: 377.23.85.761 casa. Como/Milano: IMMOBILI dello Sport:
società provincia ovest Milano 339.83.58.173 E INDUSTRIALI n. 0 Eventi Temporary Shop: € 4,00;
AVVENIMENTI / tel. 349.08.277.06.
RICORRENZE ADDETTI PUBBLICI ESERCIZI 1.5 GUARDAROBIERA stiratrice, do- n. 1 Offerte di collaborazione: €
RUBRICA 16 mestica, italiana, esperta, refe- OFFERTE 8.1 2,08; n. 2 Ricerche di collaboratori: €
Pubblica il tuo messaggio di CONTABILE, ventennale espe- renziata. Offresi a Milano. Con- 7,92; n. 3 Dirigenti: € 7,92; n. 4 Avvisi
auguri/congratulazioni ad una rienza, completa autonomia, ITALIANO Inglese/Spagnolo C1, tattare il 320.62.10.747 IMMOBILE in costruzione, pro- legali: € 5,00; n. 5 Immobili residen-
persona cara. Rimarrà impresso e lo contabilità generale, Iva, Intra- esperienza in turismo, si offre co- duttivo/commerciale/direzionale ziali compravendita: € 4,67; n. 6
potrai conservare tra i tuoi ricordi. stat, bilancio. full/part-time Mila- me receptionist. 375.65.08.807 PORTINAIO con referenze, citta- mq. 5000 tangenziale San Dona- Immobili residenziali affitto: € 4,67;
Contattaci per avere un preventivo. no: 371.37.44.357 dinanza italiana, offresi con/sen- to Milanese posizione/visibilità n. 7 Immobili turistici: € 4,67; n. 8
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 za alloggio. Part/full time: straordinarie uniche, investimen- Immobili commerciali e industriali:
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it 331.22.47.472 to sicuro, cessione totale/parzia- €4,67; n. 9 Terreni: € 4,67; n. 10
DOVE Su
VALLE D'AOSTA, LE ALTE VIE| PUGLIA, AFFITTARE UNA MASSERIA| ABRUZZO DAI SAPORI FORTI

le. CE in corso: 335.69.799.10


troverai Vacanze e turismo: € 2,92; n. 11
12,50 USA $ 15.50

MENSILE ANNO 31 N°7 LUGLIO 2021 €4,90


Chf.12,50

PRESTAZIONI TEMPORANEE 1.7


MEDIAGROUP S.P.A. POSTE ITALIANE Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 Conv. L. 46/2004, art. 1, comma 1 DCB Milano - ISSN 2499-4804 (online) Canada Cad. 15.50 Belgio € 12,00 Francia € 8,90 Germania € 10,50 Grecia € 9,95 Lussemburgo € 10,50 Portogallo Cont.: € 8,50 Spagna € 8,50 Svizzera C. Ticino Chf. 12,00 Svizzera Tedesca Chf.

Artigianato trasporti: € 3,25; n. 12


30 proposte per le tue vacanze
EVENTI / TEMPORARY SHOP
da sogno!
I NUOVI VIAGGI
anni

CAPACITÀ organizzativa, profon-


19 AUTOVEICOLI Aziende cessioni e rilievi: € 4,67; n.
13 Amici Animali: € 2,08; n. 14
RUBRICA 0 dità di pensiero/ragionamento, Casa di cura e specialisti: € 7,92; n.
Organizzare e promuovere eventi apertura mentale, determinazio- AUTOVETTURE 19.2 15 Scuole corsi lezioni: € 4,17; n.
da oggi è più facile con la nostra ne e autodeterminazione, cura 16 Avvenimenti e Ricorrenze: € 2,08;
rubrica /attenzione al dettaglio, resilien- COMPRIAMO AUTOMOBILI n. 17 Messaggi personali: € 4,58;
EVENTI/TEMPORARY SHOP za. Affidabilità massima. Espe- qualsiasi cilindrata, massime va- n. 18 Vendite acquisti e scambi: €
Contattaci per un preventivo! rienza relazioni diplomatiche e lutazioni. Passaggio di proprietà, 3,33; n. 19 Autoveicoli: € 3,33; n.
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 commerciali. Studi giurispruden- pagamento immediato. Autogiol- 20 Informazioni e investigazioni: €
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it za. Over 50. Ottima presenza. li - Milano 02.89.50.41.33 -
4,67; n. 21 Palestre saune massaggi:
379.266.30.19 327.33.81.299
€ 5,00; n. 22 Il Mondo dell’usato: €
1,00; n. 23 Matrimoniali: € 5,00;

IL MONDO DELL'USATO
7 IMMOBILI TURISTICI
23 MATRIMONIALI n. 24 Club e associazioni: € 5,42.

RICHIESTE SPECIALI
RUBRICA 22
Per tutte le rubriche tranne la 21e 24:
Sei un privato? Vendi o acquisti COMPRAVENDITA 7.1 MATRIMONIALI 23.1
Capolettera: +20%
oggetti usati? Possiamo pubblicare il
tuo annuncio sulla Rubrica IL MONDO BELLISSIMO appartamento mq. SIGNORA italo-francese, laurea- Neretto riquadrato: +40%
DEL USATO a partire da Euro 12 + Iva. Per i tuoi annunci rivolgiti a: 280 colline Monferrato Casalese ta, vorrebbe conoscere Colore evidenziato giallo: +75%
Contattaci senza impegno! agenzia.solferino@cairorcsmedia.it - tel. 02 6282.7414 oppure 02 6282.7404 completamente arredato con 65/75enne evoluto, preferibil- In evidenza: +75%
Tel. 02.6282.7404 - 02.6282.7414 prato/giardino mq. 4000. prezzo mente senza figli, libero profes- Prima fila: +100%
agenzia.solferino@cairorcsmedia.it vero affare 130.000 Euro: sionista, per convivenza in Costa Tariffa a modulo: € 110 esclusa la
348.700.12.88. Azzurra o Liguria. 338.99.13.958. rubrica 4

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 49

PALLAVOLO DONNE: GARA-1 SERIE SCUDETTO

L’urlo è di Monza
LE PAGELLE
di g.l.p.

CONEGLIANO
6,5
7EGONU LA MIGLIORE
Non può non
prendere la
palma di migliore
in una serata da
28 punti. Ma i
due errori nel
tiebrak pesano
parecchio
5PLUMMER Non è in serata. Parte
titolare, ma quasi subito finisce in
panchina
6.5WOLOSZ Tiene in mano la
squadra, ma anche lei finisce nel
gorgo del quinto set dove l’Imoco
sbaglia troppo. 8 errori diretti
5.5 DE KRUIJF Non è troppo
coinvolta, ma non è una gran serata
Buona la prima Il Vero Volley Monza festeggia in campo la vittoria in gara-1 della finale scudetto a Treviso contro Conegliano: dopo una gara combattuta matura la prima sorpresa della serie DEL BO 6 SYLLA Serata non indimenticabile
soffre in ricezione e in attacco ha

Sbancata Conegliano
qualche fiammata
di Gian Luca Pasini
7 FOLIE Una serata pazzesca con il
INVIATO A TREVISO
92% in attacco con 13 punti (2 muri)
ome sembra lontano 7 DE GENNARO Regge come può la
baracca

C
quel giorno di prima-

La finale inizia a sorpresa


6 COURTNEY Entra e fa il suo
vera del 2009 quando lavoro, ma non chiude la palla decisiva
il Vero Volley Monza 6.5 ALL. SANTARELLI Cambia
aveva conquistato la come può, ma non trova la quadra
sua prima promozione dalla se-
rie B-2 alla B-1. Non si poteva

Il Vero Volley vince il primo set, poi ne rimonta due MONZA


certo immaginare che sarebbe
arrivata fino a qui, a battere Co-

e si impone al tie break. Martedì c’è gara-2 in Brianza 8


negliano, 4 scudetti negli ultimi
5 campionati e dominatrice as-
soluta di queste stagioni in Italia,
nella prima partita della serie
scudetto. «Stiamo ancora di- ne. Senza lasciare nulla di inten- più questo errore ancora. Siamo Marco Gaspari - si aggiunge che 8 VAN HECKE LA MIGLIORE
cendoci l’un con l’altro che è
successo veramente», sorride
CONEGLIANO 2 tato. Siamo una grande squadra
e ce lo siamo detti più volte, an-
contenti, ma il passettino che
abbiamo fatto è davvero piccolo.
la squadra ha avuto il merito di
restare sempre lì attaccata agli
La schiacciatrice
belga ha chiuso
Alessandra Marzari che di que- che in questa partita. Abbiamo Siamo stati bravi ad approfittare avversari». E alla fine Coneglia- alla grande la
sto progetto è l’artefice oltre che MONZA 3 avuto il merito di non distrarci, di alcuni loro errori, Soprattutto no si è dovuta arrendere supera- sua partita con
21 punti e il 47%
la presidentessa. «Ma di scudet- (23-25, 25-15, 25-19, di restare lì fino all’ultimo e ce la nel tiebreak, quelle due palle ta in volata da un Vero Volley che in attacco. Ma
to noi non vogliamo parlare. Sa- 16-25, 13-15) siamo guadagnata tutta». Rag- fuori di Egonu per noi sono state era alla prima finale scudetto fanno male le
pevo che eravamo una squadra giante, ma un po’ sulle sue Mar- oro». Ma l’impresa (anche se della sua storia, fra l’altro nella sue battute
da finale, potevamo andare un PROSECCO DOC CONEGLIANO co Gaspari, il coach di questo Ve- Danesi non è d’accordo) è ini- sera in cui anche il Vakifbank,
De Kruijf 7, Wolosz 5, Plummer 7.5 ORRO Tiene in mano la squadra e
po’ più avanti in Champions 2, Folie 13, Egonu 28, Sylla 9; De
ro Volley, che come in gara-3 a ziata fin dalla prima frazione l’avversaria di Imoco nella finale
guida la rimonta nel quinto
(dove sono state sconfitte dal- Gennaro (L), Caravello, Courtney 9, Novara anche ieri sera è passato quado il Vero Volley ha davvero di Champions, ha iniziato con 7.5 LARSON Forse la vera mvp,
l’Imoco, ndr), ma per lo scudet- G. Gennari. N.e. Bardaro (L), al Palaverde, un impianto che sorpreso Conegliano con una una sconfitta la finale scudetto donna d’ordine e di sostanza sempre
to ci dobbiamo arrivare in due Vuchkova, Omoruyi, Frosini. All.: gronda storia pallavolistica con i partenza sprint (6-1, 11-5) e poi in Turchia con il Fener. Mentre 7.5 DAVYSKIBA 15 punti entra ed
anni». Un po’ scaramanzia e un Santarelli. gonfaloni appesi al soffitto che chiudendo la prima frazione. un tifoso di Conegliano regala esce, ma alla fine della serata lascia il
po’ di realismo perché dall’altra ricordano le vittorie del Sisley un fiore a ognuna delle ragazze segno
VERO VOLLEY MONZA 7.5 PARROCCHIALE Lucida in
parte della rete c’è una squadra Larson 13, Rettke 2, Orro 3,
Treviso e poi dell’Imoco Cone- Battute «Siamo state brave a di Monza si pensa già a gara-2.
ricezione e reattiva in difesa
pazzesca che aveva la gara in Davyskiba 15, Danesi 10, Van gliano. «Non mi parlate di scu- resistere dopo un secondo e ter- «Martedì sera? Sarà una grande 5 RATTKE Dal College alla finale
mano un paio di volte, fino a Hecke 21; Parrocchiale (L), Boldini, detto ve lo dico subito. In questi zo set giocato sottotono. Ho festa - chiude anna Danesi -. scudetto il salto è stato troppo grande.
quando Monza non l’ha sfilata. Candi 2, Stysiak , Lazovic 1. N.e. anni ho imparato che non lo si spiegato alle ragazze che così Sappiamo che il palasport è già Non è in serata
Gennari, Moretto, Negretti (L). All.: può nominare dopo la prima non si poteva andare da nessuna tutto sold out e avremo dal pub- 6.5 CANDI In attacco non lascia il
No impresa «Non mi parlate Gaspari partita di una finale. Mi era ac- parte se non avessimo fatto blico l’ottava ragazza in più in segno, ma le sue serie di battute
di impresa - racconta con punti- caduto quando ero alla guida di qualcosa di più. E qualcosa di campo. Adesso ci crediamo». lasciano il segno
ARBITRI Curto e Cesare. 5 STYSIAK Parte in panchina dove
glio Anna Danesi. Vogliamo dire NOTE Spett. 5013. Durata set: 29’, Conegliano (nel 2013 ha portato più è arrivato dalla battuta, il © RIPRODUZIONE RISERVATA
presto ritorna
che c’è una squadra che ha gio- 26‘, 23, 24’, 18’; tot. 120‘ Prosecco questa società per la prima volta servizio ha iniziato ad entrare e 7DANESI Lascia il segno a muro
cato bene a pallavolo e che ha
saputo tenerla aperta fino alla fi-
Doc: bs 11, v 5, m 8, e 1; Vero Volley:
bs 10, v 3, m 7, e 28.
in finale, ndr) e poi anche a Mo-
dena. Per cui non commetterò
questo ci ha dato un po’ di fidu-
cia in più. A questo - racconta s TEMPO DI LETTURA 2’23” 7.5 ALL. GASPARI Si gioca tutte le
carte fino alla fine.

I 5 temi della finale maschile

Fra Perugia e Civitanova il tricolore si decide così...


Oggi in Umbria alle 18, con diretta Rai pra) deciderà tecnicamente le
sorti di queste finali scudetto.
Italia, ma è stato quasi sempre
decisivo nei successi di Perugia
so. Juantorena può valere più di
una matta a canasta.
Sport, la prima sfida per lo scudetto di questi anni. L’asso cubano-
(al meglio delle 5) fra 2 rivali storiche 2) Stanchezza Le cinque gare
di semifinale, in questo periodo
polacco ha tirato la carretta a
lungo durante la stagione rego-
Lucidità Dalle mani di Gian-
nelli (Perugia) e De Cecco (Civi-
ncora loro, sempre dell’anno, ma come dicono i due della stagione (soprattutto di lare (troppo), ma ha avuto un tanova) passerà la linea elettrifi-

A
loro. Perugia contro coach Grbic e Blengini, si rico- una annata come questa, ricca calo di rendimento (anche a cata di queste partite. Saranno
Civitanova da oggi mincia sempre tutto da capo. di infortuni e di bruschi stop a causa di guai al ginocchio) nelle sempre in prima linea e saranno
pomeriggio (ore 18 Cinque gare (la seconda nelle causa della pandemia) sono sta- semifinali di Champions League sempre sotto pressione, dal pri-
diretta Rai Sport, al Marche mercoledì sera) e cinque te una mazzata che si aggiunge e la sua squadra se n’e accorta. mo all’ultimo punto. Restare lu-
PalaBarton) si contendono lo temi su cui si deciderà la sfida. agli inevitabili piccoli o grandi cidi il più possibile nel corso di
scudetto come è accaduto dal problemi di routine. Chi saprà 4) Effetto Osmany Juanto- una gara può valere il punto de-
2018 in poi e forse come sarebbe 1) Battuta Sir Safety e Lube resistere fisicamente, ma anche rena capitano della Lube è stato cisivo con conquistare quel so-
successo anche nella stagione sono 2 squadre che hanno batti- dal punto di vista psicologico a sempre decisivo nella striscia di gno magico che nessuno dei
annullata dal Covid. La Sir vuole tori in grado di cambiare i con- queste maratone avrà un van- vittorie della sua squadra nelle protagonisti nomina mai: scu-
tornare sul trono dopo 4 lun- notati a un set, ma anche a una taggio decisivo. La tenuta men- ultime stagioni. Quest’anno, in- detto.
ghissimi anni, la Lube invece partita. Sono tanti e quasi tutti tale può diventare lo spartiac- vece, non ha giocato (quasi mai) g.l.p.
vuole tenersi lo scudetto che ha molto buoni nel campo specifi- que tricolore. e la Lube non ha ancora vinto RIPRODUZIONE RISERVATA

vinto nelle ultime due occasio- co. Come batteranno le due con- nulla... Il popolare Os non è al
ni. Gli umbri restano ancora i fa-
voriti (come lo erano all’inizio
tendenti (e come sapranno rice-
vere i servizi velenosi di cui so-
3) Effetto Leo Wilfredo Leon
non ha mai vinto lo scudetto in
Prima volta Wilfredo Leon, 28
anni di Perugia, è senza scudetti
massimo della condizione, ma
potrebbe entrare a serie in cor- s TEMPO DI LETTURA 1’24”
https://overpost.biz https://overday.info
50 D O M E NI CA 1 M AG G I O 2 02 2 L A GAZZE T TA SP O RT I VA

https://overpost.me
D O M E N I CA 1 M AGG I O 2 02 2 L A G A Z Z E T TA S P O RT I VA 51

BASKET SERIE A

Al PalaDozza

Fortitudo
contro Napoli
Se perde
retrocede
ggi la penultima gior-

O
nata della stagione re-
golare ha in program-
ma molti incroci
playoff-salvezza e uno
“spareggio” tra pericolanti. Al Pa-
laDozza tutto esaurito per la sfida
“si salvi chi può” Fortitudo-Na-
DICONO DICONO poli. La squadra bolognese è ob-
bligata a vincere altrimenti scen-
derà in A-2. Napoli rischia l’ag-
gancio e il sorpasso nel doppio
confronto: in questo caso la se-
Per essere al Per un conda retrocessione si definirà
top serve