Sei sulla pagina 1di 3

Giornata Mondiale del Teatro 2011

Nel 2010 per la prima volta in Italia è stata celebrata, , “la giornata mondiale del teatro",
istituita dal Governo con decreto del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2009.

La decisione del Consiglio dei Ministri di celebrare la Giornata del Teatro il 27 marzo,
aderendo così alla Giornata mondiale istituita a Vienna nel 1961 in occasione del 9°
Congresso dell’Istituto Internazionale del Teatro, rappresenta un segno di attenzione e
riconoscimento nei confronti del teatro come momento importante del patrimonio
culturale italiano.

Per programmare e organizzare gli eventi di questa giornata è stato costituito un Comitato
organizzatore sotto la presidenza del Sottosegretario di Stato Dott. Gianni Letta cui fanno
parte anche l’Agis e l’ETI-Ente Teatrale Italiano.

La FITA, affiliata all’ Agis, ha già aderito all’iniziativa lo scorso anno assicurando la
maggior diffusione dell’evento tra le compagnie iscritte.

LE INIZIATIVE PROMOSSE DALLA F.I.T.A. PER IL 2011

ROMA 27 MARZO TEATRO GOLDEN

La FITA nazionale con la COEPTA in collaborazione con AGISCUOLA e con il supporto


organizzativo del Comitato regionale Fita Lazio ha già programmato un evento di rilievo
nella città di Roma. Al Teatro Golden nella giornata del 27 marzo avrà luogo una non stop
dei gruppi Fita che si avvicenderanno sul palcoscenico ininterrottamente dalle ore 10,00
alle ore 23,00, coinvolgendo la mattina gli studenti delle scuole romane.

IL CARTELLONE NAZIONALE F.I.T.A.

Ma la collaborazione della FITA e della COEPTA alla giornata mondiale del Teatro non si
fermerà a questo. Infatti tutte le compagnie che realizzeranno spettacoli o eventi nella
giornata del 27 marzo, apriranno la partecipazione ai giovani, ipotizzando un prezzo
ridotto per l’accesso agli spettacoli potranno essere inseriti nel programma della Giornata
Mondiale. Pertanto tutti i gruppi Fita o i comitati regionali/provinciali che intendono
celebrare la ricorrenza con qualsiasi manifestazione, dovranno comunicarlo il più
presto possibile e comunque entro il 28 febbraio alla segreteria nazionale, indicando
data-luogo e manifestazione, in modo da poter essere inserita nel programma che sarà
diffuso a mezzo stampa.

UN TESTO PER L’EUROPA – PREMIO COEPTA-INTERCULTURA

Nell’Unione europea la diversità linguistica costituisce un elemento fondamentale di


cultura e democrazia. Le lingue non soltanto aprono le porte alle altre culture, ma
arricchiscono anche praticamente la capacità di beneficiare dei contatti culturali quando si
viaggia o si lavora in altri paesi dell’Unione.

Il sostegno alla diversità linguistica è uno dei principi alla base del funzionamento dell’U.E.
con l’adesione di nuovi Stati membri nel 2004 e 2007, il numero delle lingue ufficiali
dell’Unione è salito da 11 a 23. La legislazione dell’UE deve essere disponibile in tutte le
lingue per risultare accessibile a tutti i cittadini. Inoltre, l’Unione garantisce a ciascuno dei
cittadini la possibilità di scrivere e ricevere una risposta nella propria lingua quando si
rivolge alle istituzioni o agli organi europei. Analogamente, ogni membro del Parlamento
europeo ha il diritto di rappresentare i propri elettori nella loro lingua ogni qualvolta
prenda la parola.

L’Europa è dunque orgogliosa delle sue diversità culturali. Lingua, letteratura, teatro, arti
visive, architettura, artigianato, cinema e televisione, pur appartenendo a una regione o a
un paese specifici, rappresentano una parte del comune patrimonio culturale europeo.

Collegando questo discorso a quello, sempre presente nell’agenda europea, per la cultura
teso a riconoscere le diversità culturali e a favorire il dialogo interculturale, la Fita ha
indetto il premio Coepta / Intercultura rivolto a testi di autori della Unione Europea e
con la premiazione che si svolgerà a Roma in occasione della giornata mondiale del teatro.

Il testo vincitore verrà rappresentato da una compagnia Fita in occasione della giornata
mondiale del teatro 2012.

LA GRAMMATICA DEL TEATRO

Il teatro e la scuola sono indubbiamente i “luoghi” privilegiati nei quali si forma la


personalità del giovane, in cui si formano e si affinano le sue capacità critiche e il giovane
cresce e matura utilizzando tutte le sue capacità emozionali, percettive,
psicointellettive,realizzando la sua individualità nella comunicazione con l’altro.

Un percorso di tale rilevanza educativa e culturale si realizza in maniera efficace, ove alla
base vi sia un adeguato lavoro di interpretazione testuale ed anche di utilizzazione dei
linguaggi audiovisivi nei quali i nostri giovani più facilmente si riconoscono.

Paul Ricoeur identificava con grande lucidità l’atteggiamento dei giovani di fronte al fatto
teatrale affermando che “Il giovane , pur partendo dai propri “pregiudizi”iniziali, di
fronte al testo fa esperienza di sé appropriandosi di un’esperienza del senso del mondo”.
Per questi motivi La FITA nazionale con la COEPTA in collaborazione con AGISCUOLA
bandisce in occasione della giornata mondiale del teatro 2011 il concorso “ La
grammatica del teatro”.
Al concorso potranno partecipare ragazzi o classi delle scuole di ogni ordine e grado
inviando elaborati di argomento attinente al teatro.

Tale elaborati potranno essere testi teatrali, monologhi, recensioni su spettacoli poesie ,
foto , cortometraggi ecc. L’unica discriminante dovrà essere il riferimento dei suddetti
lavori al Teatro inteso nella sua interezza e completezza.

Al di là, dunque, delle iniziative più artistiche e teatrali nell’istituzione di questo premio
deve essere visto il tentativo di dare una progettualità che prosegue nel tempo ai concetti
espressi per cui è stata istituita la “Giornata mondiale del Teatro”. Iniziativa che è volta a
richiamare l'interesse del pubblico - in particolare i giovani - sull'importanza del teatro,
quale elevata forma di espressione artistica di alto valore sociale, in grado di rafforzare la
pace e l'amicizia tra i popoli, a promuoverne la funzione educativa e sociale, in quanto
fattore fondamentale di aggregazione e socializzazione delle varie realtà culturali del nostro
Paese

Roma, 10.02.2011

Il Presidente della F.I.T.A La Presidente COEPTA

Carmelo Pace Fiammetta Fiammeri