Sei sulla pagina 1di 4

San Zen

JIANYU (LI-15), 
JIANEILING (EXTRA),
JIANLIAO (T-14)

Principale azione e applicazione clinica

Questa cmbinazione è squisitamente indirizzata ai problemi della spalla, la si usa frequentemente per
disperdere le stasi nell'articolazione della spalla, facilitandovi così la circolazione del Qi.

Questa combinazione è afficace nelle affezioni da Freddo alla spalla oppure in caso di Bi-Umidità
(spalla gelata, infiammazione periarticolare, etc...) è anche utile negli accidenti sportivi.

Funzione dei punti

Jianyu - in Cinese - "osso della spalla", è il punto principale per tutte le patologie della spalla, le sue
indicazioni sono:

1. elimina il Vento

2. rimuove le ostruzioni dai Jingluo, e promuove la circolazione di Qi e Sangue.

3. alleviare le articolazioni, ridurre il dolore e disperdere le Bi.

Jianyu è punto profondamente, con l'arto addotto verso Jiquan (HT-1), per le infiammazioni
dell'articolazione della spalla, o lungo il deltoide, per Umidità o Bi da Freddo che colpisce muscoli e
tendini.

Spesso è cauterizzato con moxa, in tutte le sue variazioni: diretta (cicatrizzata), ago caldo e moxa su
fetta di ginger.  Queste tecniche si applicano per il Freddo, o problemi da Freddo-Umidità. Per la
"spalla gelata" da Freddo penetrato a livello dell'osso, si deve usare la tecnica dell'"ago caldo". Con
questa tecnica un lungo ago viene scaldato al fuoco e viene infisso profondamente a Jianyu e quindi
ritratto. Questa tecnica è descritta nel Ling Shu ed il medico della dinastia Ming, Wu Hegao, la
raccomanda per le Bi-Umidità della spalla.

L'uso del calore in questa sede accelara la circolazione ed il flusso del Qi, disperde il Freddo e la stasi
di Umidità, favorendo il ripristino dell'efficienza muscolare ed articolare. Tuttavia è necessariuo
ricordare che ogni irritazione acuta della spalla mpostra una condizione di Calore ( cioè una Bi
febbrile), e non va trattata in moxa perchè produrrebbe un aggravamento.

Jianneiling è un punto extra situato esattamente tra Jianyu e la parte superiore della linea ascellare
anteriore.

le sue indicazioni sono le stesse di Jianyu.

Jianliao - "Giunzione della spalla" in Cinese, ha anch'esso le stesse indicazioni di Jianyu.

La puntura di questi tre punti tratta la spalla da tre differenti direzioni,


procurando un'accelerazione del Qi che passa in questa articolazione. I vari
metodi di stimolazione, appropriatamente applicati, trattano di conseguenza le
cause e la natura della stasi.

Sequenza di puntura, manipolazione e stimolazione

La sequenza di puntura di questa combinazione è collegata alla sede del dolore:

- Se è dolente la parte anteriore della spalla si pungerà prima Jianneiling, e poi gli altri
due.
- Se duole tutta la spalla, si punge prima Jianyu, come punto più potente del trio.

Oltre l'uso della moxa, in caso di patologie della spalla, è molto utile anche l'uso della coppettazione.

La coppettazione è in genere applicata isolatamente sui punti dove pensiamo sia necessario aumentare
la circolazione del Qi e del Sangue, ampiamente usata negli ospedali cinesi.

Anche la stimolazione elettrica può essere applicata a questi tre punti, e si applica il tipo "denso-
disperso" per un tempo di 10-20 minuti.

La coppettazione si applica anche dopo aver messo gli aghi includendo l'ago nell'area
coppettata, per 15-20 minuti.

Quando si applica la tecnica dell'"ago caldo", in genere la si usa su di un solo ago dei tre, quello situato
nell'area più dolente. Questa è una variante della tecnica chiamata "Qici" tramandata dal Nei Jing (45),
insieme ad un'altra tecnica, chiamata "Huici" anch'essa menzionata nel nei Jing, in grado di risolvere la
stasi e alleviare rapidamente il dolore.
Con questo metodo un ago da un cun e mezzo (4cm) è infisso e manipolato fino all'arrivo del "Deqi",
a questo punto l'ago viene risollevato e reinfisso verso destra o sinistra, e manipolato
ancora per 3 minuti, dopodichè si ripete la stessa operazione indirizzando l'ago verso
un'altra direzione manipolandolo ancora. Viene poi rialzato fino al livello superficiale e
lasciato in loco.

Caso Clinico

Signora. C.D., di professione maestra, aa. 52. Viene a visita, lamentando un forte dolore
alla spalla destra, che le disturbava il sonno, impedendole inoltre molti movimenti con la
mano destra.

Un esame Rx metteva in evidenza una calcificazione periarticolare della spalla.

Avendola già vista in passato per altri problemi trattati con agopuntura, non soddisfatta
delle cure tradizionali consigliatele,veniva a visita. L'esame metteva in evidenza una BI-
Freddo della spalla, e un Deficit di Yang di Rene, i principali sintomi rilevati erano:

1. Paura generica del Freddo, con gradimento di Calore alle spalle.

2. Viso e labbra pallide.

3. Lingua pallida, umida, con un sottile induito bianco.

4. Polso sottile, profondo e debole in terza posizione.

L'unico segno discordante è il polso cha avrebbe dovuto essere più consistente. Tuttavia interpretando
il polso sottile come un Vuoto di Sangue, dovuto in parte al Vuoto di Rene Yang che non faceva
produrre sufficiente Sangue, mentre la relativa debolezza e profondità del polso era sempre dovuti alla
debolezza del Rene.

Per il trattamento utilizzammo:

A Dx: Tiaokou (ST-38), Jianyu (LI-15), Jianliao (TR-14), Jianneiling.

Bilaterale: Taixi (KI-3), Shenshu (BL-23).

Tiaokou (ST-38) è un eccellente punto empirico per il dolore acuto di


spalla.
Esso viene inserito verso  Chengshan (BL-57), e manipolato per 5
minuti (46).
Su Jianyu applicammo l'ago caldo in ciascuna seduta.

I tre punti della spalla vennero manipolati in dispersione secondo la tecnica Huici, vista più su, questo
prima di applicare la moxa per disperdere il ristagno di Freddo diffuso nella zona.

Taixi e Shenshu (BL-23) per stimolare e rinforzare lo Yang di Rene. Inoltre, per assicurarci una buona
attività sullo Yang di Rene applicammo tre tranci di moxa su Shenshu (BL-23) di Sn.

Siccome tutto lo Yang va a Sn e tutto lo Yin a Dx, Shenshu (BL-23) di Sn si considera


appartenere allo Yang, per cui applicammo una stimolazione extra.

La paziente ottenne un notevole miglioramento già dalla prima seduta, potendo anche
dormire meglio per tutta la notte. 
Vi fu un peggioramento intercorrente alla terza seduta a causa di un cambiamento
atmosferico del tempo verso il Freddo, per cui si resero necessarie altre cinque sedute,
tutte con moxa per avere pieno dominio della sintomatologia.
Visti i miglioramenti ottenuti dopo le altre cinque sedute, dalla  sesta in poi proseguimmo
senza moxa.