Sei sulla pagina 1di 3

San Zen

HEGU (LI-4),
YINGXIANG (LI-20),
ZUSANLI (ST-36),
NEITING (ST-44),
XIANGU (ST-43)
Principale azione e applicazione clinica

Questa combinazione è basata sulla regola: "un punto sopra e due punti sotto".  Il suo scopo è quello di
aprire le ostruzioni del livello Yang Ming, in particolare le sinusiti.

Essa ha un chiaro effetto sedativo, ed è usata in quadri da Pienezza, caratterizzati da Calore ed


Umidità.

Funzione dei punti

Hegu LI 4

 è uno dei punti di agopuntura maggiormente usati, è il punto più potente del livello Yang Ming ed è
usato sempre in tutte le patologie della testa.

Esso è usato per eliminare il Vento-Calore o il Vento-Freddo:  Hegu è anche un forte


punto analgesico per trattare il dolore. Ha funzioni antiflogistiche, antipiretiche, ed è
usato anche per tutti i processi infiammatori della sfera cefalica.

Yingxiang LI 20

è l'ultimo punto del meridiano dell'Intestino Crasso, ed è indicato in tutte le patologie del naso. Le sue
indicazioni sono allora per tutte le patologie del naso, e disperde il Vento-Calore dalle cavità nasali.
Esso è anche un punto di riunione tra Stomaco e Intestino Crasso, e punto di riunione dei punti Yuan.

Anche Zusanli

è uno dei punti più usati, trattandosi del punto più potente del meridiano dello Stomaco,
usato per tutti i disturbi digestivi. Qui è usato per eliminare il Calore e l'Umidità dal
livello Yang Ming, esso ha anche azione di dispersione o di tonificazione, a seconda della
natura della disarmonia.
Tra queste molteplici attività, esso può essere usato per eliminare il Vento e l'Umidità,
regolare la circolazione di Qi e Sangue, tonificare l'astenia e promuovere il Qi
antipatogeno.

Neiting ST 44

è un punto scelto per trattare sindromi da Pienezza dello Stomaco, o il meridiano di Stomaco. Ess è
usato principalmente per ridurre il Calore nel meridiano o negli organi di pertinenza di questo canale.
Ciò include le cavità nasali, i denti e le gengive superiori, stomaco ed intestini. Tra le sue indicazioni
troviamo anche la regolazione del Qi ed il trattamento del dolore.

Xiangu ST 43

lo si usa principalmente per gli edemi facciali, per il dolore e l'eliminazione del Vento. Le sinusiti è
caratterizzata come una patologia da vento.Calore, che causa accumulo di Fluidi (Umidità) al viso, a
causa del ristagno di Calore.

Come abbiamo già accennato, questa combinazione enfatizza la regolazione del Qi nei
meridiani, facendolo scorrere più vigorosamente nella giusta direzione, utilizzando più
punti nella corretta direzione.

Così, Zusanli, Neiting e Xiangu hanno un peso maggiore di Hegu e Yingxiang, per
promuovere il flusso del Qi nella loro direzione. Questo irrobustimento del Qi è detto
che rimuove le ostruzioni (sinusite) dove lo Yangmind della mano e del piede si incontrano
(nell'area nasale).

Penso sia inutile ricordare che tutti questi punti hanno, tra le altre, una importante
funzione di rimuovere l'Umidità ed il Calore.

Sequenza di puntura, manipolazione e stimolazione

La sequenza di puntura ha maggiore importanza in questa combinazione, in quanto l'idea


globale è quella di propellere l'energia lungo il meridiano nella direzione desiderata,
quindi li dobbiamo stimolare nell'appropriato ordine. Pungendo questi punti in
successione, noi siamo in grado di propagare sia il Deqi che l'energia nella giusta
direzione.

Il fatto che Neiting è punto prima di Xiangu è perchè Neiting è un punto più forte di
Xiangu, e quindi gioca un ruolo più importante nel bilanciamento "see-saw" di questa
combinazione.

Naturalmente i punti vanno manipolati in dispersione o tonificazione, cioè ruotati in senso


antiorario, oppure con la manovra di spingi-tira.
Quando siamo davanti ad una condizione di Pienezza-Calore, è possibile usare  la tecnica
"Raffreddare il Cielo".

In questa tecnica l'ago viene inserito alla profondità desiderata e poi retratto
forzatamente per una frazione, e delicatamente reinserito di nuovo. Questa manovra la
si ripete per sei volte. Si ripete la procedura a tre differenti livelli, dalla posizione più
profonda a quella più superficiale, finchè il paziente non sente una  sensazione di
frescura. Si tratta di una manovra esattamente opposta a quella denominata "bruciando
la montagna", descritta in precedenza. (44).

Come regola generale, per disperdere la manipolazione richiede forti movimenti con angli
di rotazione maggiori rispetto alla tonificazione. Spesso è sufficiente pungere lungo la
direzione del meridiano o controcorrente per tonificare o disperdere.

Caso Clinico
S.F., donna, 40 aa., venne nel nostro ambulatorio lamentando una sinusite da circa 12 anni. Ogni
hanno ha avuto da  4 a 6 recidive, per le quali le venivano prescritti quasi sempre degli
antibiotici. più di una volta è stata sottoposta a pulizia dei seni paranasali senza apprezzabili
miglioramenti a lungo termine

Si tratta di una paziente che avevamo visto anche qualche anno prima 8circa due o tre),
a causa di un forte attaco di sinusite, non risolto con antibiotici. La p. aveva poca febbre,
si sentiva molto debole e malata, ed aveva un dolore insopportabile sopraorbitale,
specialmente sopra l'occhio sinistro. Presentava una rinorrea purulenta, gialla, di odore
nauseabondo, bocca secca e costipazione.

Sia polso che lingua erano per una condizione di pienezza di Umidità-Calore, il polso era
anche debole indicando la sua generale astenia.

Facemmo circa sei sedute con la combinazione descritta, cui aggiungemmo Zanshu (BL
2).  Zanshu venne manipolato in dispersione, infatti fu punto tre volte in tre diverse
direzioni unadopo l'altra, lasciandolo poi in situ.

Zanshu è stato scelto per la sua azione locale per disperdere la raccolta purulenta in regione
periorbitale.

Dopo la seconda seduta la paz. ottenne un notevole miglioramento, e dopo la quinta


seduta essa mi disse di non aver più fastidi. proseguimmo per altre tre sedute per
stabilizzare il risultato ottenuto.

Negli ultimi tre anni la paz. ha sofferto di un attacco acuto, che rispose bene allo stesso trattamento.