Sei sulla pagina 1di 39

SABATO 6 E DOMENICA 7 MARZO 2010 € 1,00 Anno 121 - numero 55

Santa Coletta
www.ilcittadino.it POSTE ITALIANE S.P.A. - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N° 46) ART. 1, COMMA 1, DCB - MILANO

SANT’ANGELO LA GIOVANE AVEVA ACCUSATO NEI GIORNI SCORSI FORTI CEFALEE, INUTILE IL RICOVERO ALL’OSPEDALE Il commento
Consiglieri
Muore a 18 anni senza un perché regionali:
troppo ricchi
Denise Daccò stroncata da un malore inspiegabile CARLA ARDIGÒ
n La mattina si è
In breve
sentita male, far­
fugliava e fatica­
va a reggersi in ¢ CODOGNO
Crisi respiratoria
piedi; alla sera è
morta, malgrado È ritornata a splendere per un operaio
i l r i c ove ro i n la Madonna del Magni
ospedale, prima a
Lodi, poi nel re­ Si è completato il restauro della Ma­
dell’Acs Dobfar:
parto infettivi del donna con Bambino, tela di Cesare
Delmati. È una
tragedia ancora
Magni, tornato nella parrocchiale. paura a Tribiano
senza spiegazio­ a pag. 37
ni quella che ha
colpito Denise ¢ MALEO
Daccò, una ra­
gazza di appena
18 anni che vive­
I Lavoratori credenti
va con i genitori trovano una nuova casa
e i quattro fratel­ Individuato a Maleo il nuovo magaz­
li in via Polli e zino dei Lavoratori credenti, costret­
Daccò a Sant’An­ ti nei mesi scorsi a lasciare Casale.
gelo in un edifi­
cio Aler. La gio­ a pag. 35

C
vane aveva accu­ L’azienda chimica Acs Dobfar di Tribiano he i consiglieri regionali
sato nelle setti­ (ma ancor più i parlamenta­
¢ LODI VECCHIO
mane scorse forti mal di testa, ma gli accer­
tamenti clinici effettuati non avevano for­
nito indicazioni risolutive. Il dramma nella
Una bella
immagine
di Denise Daccò;
Alcol ai minorenni, La burocrazia rallenta
n Momenti di paura ieri mattina alla
Acs Dobfar di Tribiano dove un operaio
29enne che stava trasportando un sacco
ri) percepiscano retribuzio­
ni da capogiro, se confron­
tati con gli stipendi medi dei
notte tra mercoledì e giovedì. Ieri mattina
si è svolta l’autopsia sulla salma: esclusa
sullo sfondo
la madre denunciato il titolare il museo archeologico sigillato di sostanze chimiche, ha accu­
sato una grave crisi respiratoria. Le sue
comuni mortali, è ormai cosa
nota. Tuttavia la pubblicazione
l’ipotesi di meningite, si sospetta un aneu­ che ancora Il comune ha i soldi ma non li può condizioni, che inizialmente sembrava­ dei dati tradotti in cifre numeri­
risma o le conseguenze di una malforma­
zione congenita. Oggi i funerali in Basilica.
non sa spiegarsi
l’accaduto:
di un locale di Lodi spendere per il Patto di stabilità: fre­
nata per il nuovo museo archeologico.
no gravissime, sono poi nettamente mi­
gliorate. L’Asl indaga sulle cause.
che (“Il Cittadino”, 13 febbraio
2010) è di forte impatto e provoca
si aspetta l’esito
a pagina 33 dell’autopsia a pagina 19 a pag. 32 a pagina 28 segue a pagina 51

PROTESTA ALLA GLS

Il commento GIUSEPPE BIESUZ, AD DI TRENITALIA/LE NORD: «UN MILIARDO E MEZZO PER MOTRICI E VAGONI»
Il Lodigiano «Da Lodi a Malpensa in treno»
devastato,
Arriverà una navetta “semidiretta” per l’aeroporto
adesso basta n Un treno da ELEZIONI
Lodi alla Mal­
ANDREINA GARIONI pensa, un mi­
liardo e mezzo A Lodi Bersani (Pd)
inaugura la parata
S
u “Il Cittadino” di venerdì 20 per motrici e
febbraio scorso una lettera vagoni nuovi di
di Italia Nostra denunciava
la demolizione a cuor legge­
zecca. È la pro­
mesa di Giu­
dei big verso il voto
ro di un’edicola votiva in via seppe Biesuz, n Pierluigi Bersani, segreta­
Barattieri a Codogno e ancora ad di Trenita­ rio nazionale del Partito de­ Polizia e dimostranti si sono fronteggiati ieri sera a Cerro
una volta metteva il dito nella lia/Le Nord. mocratico, ha inaugurato ieri
piaga di Villa Polenghi, già ripe­
tutamente e vanamente portata
alla ribalta su questo quotidiano
a pagina 21
sera alla Vigne la parata dei
big verso le prossime elezioni. Tensioni alla logistica:
e sul mensile della città, “Il Po­
polo Codognese”. A sostegno di Lodi, dal Broletto L’aereoporto
della Malpensa
a pagina 20 Cerro va sotto assedio
sarà raggiungibile n Ancora tensione alla Gls di Cerro, con i lavoratori
questa lettera avevo preparato
alcune righe sia perché il proble­
nuovo pacchetto con una linea Listino di Formigoni, della cooperativa Papavero che manifestano e occu­
ma del territorio e dell’ambiente
mi trova particolarmente sensi­
“semidiretta”
attraverso oggi il Tar decide pano il paese. Ieri sera il corteo di protesta ha cerca­
to di raggiungere la zona di Cerro, ma è stato allon­
bile sia perché mi sembrava do­
veroso e moralmente corretto
per frenare la crisi il nodo ferroviario
di Rogoredo: sul doppio ricorso tanato dalle forze dell’ordine così si è diretto verso
il paese, bloccando il traffico sulla Santangiolina.
è la promessa
segue a pagina 51 alle pagine 3 e 21 Pierluigi Bersani ieri alle Vigne di Lodi a pagina 31
a pagina 23 per l’Expo 2015

Parte da Casale la rivoluzione digitale: OK ALL’INTEGRAZIONE SALARIALE DELL’80% PER 270 ADDETTI DELL’IPER DI SAN ROCCO

arriva nel Lodigiano Internet senza fili Auchan, ossigeno dall’Inps


n Boccata d’os­
sigeno nella bu­
sta paga per 270
lavoratori del­
l’Auchan: l’in­
tegrazione Inps
all’80% delle
ore lavorate ha
ricevuto l’ok
del ministero.
Il WiMax sbarca anche nel Lodigiano a pagina 36 La galleria Auchan

n Attivato a Casale e nel centro di


Lodi il segnale WiMax per naviga­
re su Internet ad altissima velocità
San Colombano,
in modalità wireless, ovvero senza
fili. L’infrastruttura è stata realiz­ sì alla “cassa”
zata dalla società privata Linkem,
in parte su finanziamenti della Bpl,
ed è tra le prime in tutta Italia.
per la Sama Inox
a pagina 38 a pagina 34
2 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Cronaca
FIRENZE Quattro nuove misure LE CARTE DEI PM
cautelari per il filone fiorentino
La mappa degli appalti pilotati
dell’inchiesta sui grandi eventi.
Le ordinanze sono state notificate
tra giovedì sera e la notte scorsa
Tangenti, favori e regali: così lavorava “la cricca”
dai carabinieri del Ros fiorenti­ n La “cricca” che ha inquinato gli appalti sui contatto con Fusi e la Btp e ottiene dalla società
no. L’arresto è scattato per l’im­ Perugia grandi eventi aveva stretto un «patto corruttivo» e un incarico professionale in merito al contenzioso
prenditore Francesco Maria De agiva con promesse di tangenti e favori agli amici, tra il ministero e la società, nonostante Fusi aves­
Vito Piscicelli (quello che in Completamento con regalie ed elargizione di lucrosi incarichi. È se già un altro legale. Quando si passa al conferi­
un’intercettazione, la notte del aeroporto per questo, secondo la ricostruzione del Gip di Firen­ mento dell’incarico, Cerruti però non indica il
terremoto in Abruzzo, dice che celebrazioni ze, Rosario Lupo, il collante che teneva insieme compenso al suo cliente, anzi lascia la voce in
«rideva nel letto pensando agli Angelo Balducci, Fabio De Santis, Guido Cerruti e bianco. Fusi gli telefona e gli dice: «Bisognerà
appalti»), finito in carcere, e l’av­ 150 anni Unità Francesco De Vito Piscicelli. I primi due, ossia vedersi un attimo io e lei... perché qui è in bianco.
vocato romano Guido Cerruti, ai d'Italia l’ex presidente del Consiglio Come faccio a firmarlo?».
domiciliari (per le condizioni di superiore dei lavori pubblici Cerruti risponde: «Guardi è
salute). Due nuove misure sono e il provveditore alle opere un attestato di stima e fiducia.
state invece notificate in carcere Firenze pubbliche della Toscana, già Metta quello che ritiene op­
L'Aquila
rispettivamente ad Angelo Bal­ Scuola dei Marescialli in carcere, sono stati rag­ portuno». Il gip definisce que­
ducci e Fabio De Santis, i funzio­ Ricostruzione giunti da un nuovo ordine di sto «anomalo» comportamen­
nari pubblici arrestati il 10 feb­ Parco della Musica custodia cautelare. L’avvoca­ to la “mossa Cerruti” e lo
post terremoto
braio insieme a Mauro Della Gio­ Nuovi Uffizi to Cerruti è da qualche ora considera una provvista per il
vampaola e all’imprenditore Die­ ai domiciliari, mentre per pagamento della tangente.
go Anemone. l’imprenditore Piscicelli è Cerruti, tra l’altro, figura
Nelle nuova ordinanza, l’accusa scattato l’ordine di arresto. I anche in intercettazioni relati­
contestata ai quattro è concorso nuovi provvedimenti restrit­ ve ai lavori per i Nuovi Uffizi.
in corruzione continuata e aggra­ tivi per Cerruti e Piscicelli, LA CRICCA E IL 150ESIMO
vata, con riferimento, in partico­ accusati di corruzione, ruo­ UNITÀ ITALIA: Alla cricca
lare, all’appalto per la scuola ma­ tano attorno al caso della non interessavano solo i lavo­
rescialli dei carabinieri a Firen­ Roma Scuola marescialli dei cara­ ri a Firenze. Nel febbraio 2008
ze. In 347 pagine, il gip di Firenze Impianti per i binieri, a Firenze. BALDUC­ Piscicelli e Pierfrancesco Ga­
Rosario Lupo descrive le attività CI­DE SANTIS, FAVORI E gliardi, i due imprenditori che
di Balducci e De Santis per pilota­ Mondiali di Nuoto TANGENTI: Secondo il Gip, i la notte del terremoto al­
re alcuni appalti e le «utilità» che, due funzionari, in cambio di L’ex presidente dei Lavori pubblici Balducci l’Aquila se la ridevano al tele­
in cambio avrebbero ricevuto da denaro, si sarebbero «impe­ fono, si chiamano: il primo ha
alcuni imprenditori. I pm aveva­ gnati» per affidare a «impresa riferibile» a Riccar­ un elenco degli appalti che a breve saranno messi
no chiesto l’arresto anche per il do Fusi, ex patron della Btp, e a Piscicelli, appalti a gara nell’ambito del programma celebrazioni
costruttore Riccardo Fusi, ex pre­ La Maddalena nell’ambito dei 150 anni dell’Unità d’Italia e del per i 150 anni dell’Unità. Gagliardi fa capire che
sidente della Btp, che ha un ruolo G8 alla Maddalena, e per «far ottenere alla Btp la lista è di particolare interesse per la Btp. Pochi
centrale nella vicenda. Il gip ha Opere G8: palazzo l’appalto» per la Scuola marescialli (gara vinta giorni dopo ci sarà l’incontro con Fusi, che «pog­
però rigettato, perché «nonostan­ congressi, alberghi... dalla Btp che poi però è stata estromessa). LA giato sul cofano di un’auto, ha apposto tre X, ov­
te la gravità del fatto reato per Fu­ MOSSA CERRUTI: «IL PREZZO FALLO TU»: Ma­ vero le sue tre preferenze in relazione agli appalti
si si ritiene non sussistere esigen­ novrato da Balducci e De Santis, Cerruti entra in indicati nell’elenco».
ze cautelari particolari». Fusi re­ ANSA-CENTIMETRI
sta libero, an­
che se, contro
questa decisio­
ne, la procura
IL COSTRUTTORE PISCICELLI E L’AVVOCATO CERRUTI ARRESTATI PER L’INCHIESTA SULLA SCUOLA DEI MARESCIALLI A FIRENZE

Appalti, manette per lo “sciacallo”


presenterà ri­
corso. Secondo
l’accusa, per
rientrare nel­
l’appalto della
scuola mare­
scialli, vinto nel
2001 ma poi per­
so nel 2006 in se­
guito a un con­
tenzioso relati­
vo all’indice di
sismicita, Fusi
Sua la telefonata con la risata nella notte del sisma all’Aquila
avrebbe utilizzato Piscicelli come penso» dell’avvocato, «quantifica­
cavallo di troia per entrare in bile in diversi milioni di euro» sa­
contatto con Balducci e De Santis
(all’epoca funzionari della Ferra­
tella) e avrebbe chiesto aiuto al
rebbe «dovuto andare proprio ai
due pubblici funzionari». Del re­
sto, continua il gip, «le tangenti in
Par condicio, salta Santoro
coordinatore del Pdl Denis Verdi­
ni, che si sarebbe attivato per far
nominare De Santis a provvedito­
denaro hanno sempre una giusti­
ficazione contabile; e anzi, la
prassi giudiziaria insegna che
Gli ascolti Rai vanno a picco
re per le opere pubbliche della To­ spesso le provviste si ottengono ROMA I simpatici cani dalmata al ri di tutte le testate televisive e ra­
scana. attraverso false fatturazioni e fal­ posto di Santoro e delle sue inchie­ diofoniche per richiamare la loro
Le ordinanze di custodia cautela­ se consulenze». ste. E gli ascolti vanno a picco. Una attenzione al puntuale rispetto del­
re sono state eseguire nel corso Il nuovo sviluppo delle indagini “protesta” all’insegna della quali­ le regole che disciplinano la cam­
della notte, poche ore dopo la fir­ sulla scuola marescialli ha coin­ tà resa evidente per ironia della pagna elettorale in corso, così co­
ma del gip. Piscicelli, che era fuo­ ciso con la richiesta del ministro sorte proprio dall’Auditel: giovedì me fissate dalla commissione par­
ri Roma, è stato convocato in ca­ per i beni culturali Sandro Bondi, sera la messa in onda de “La cari­ lamentare per l’indirizzo generale
serma per la notifica. L’imprendi­ della «revoca dello stato di com­ ca dei 101” al posto di “Annozero” e la vigilanza dei servizi radiotele­
tore nei giorni scorsi si era pre­ missariamento» per i Nuovi Uffi­ ha causato una perdita secca di visivi».
sentato in procura a Firenze per zi, altro appalto che ha attirato 2.594.000 telespettatori pari al E dopo quella che sta per finire, si
essere interrogato. Stessa cosa l’attenzione degli investigatori 10.80% in termini di share nella fa­ profila un’altra settimana calda
aveva fatto Cerruti. Per Fusi, in­ fiorentini. Bondi ha chiesto la re­ scia oraria 21,14­23,40 (quella nor­ con il Tar che l’11 marzo potrebbe
vece, il confron­ malmente occupata dal program­ decidere sui ricorsi di Mediaset,
to con i pm è in ma di Michele Santoro). Raidue la­ Sky Italia e Telecom Italia Media
programma, scia quindi per strada oltre la metà contro il regolamento sulla Par
già fissato da degli ascolti normalmente ottenu­ condicio varato dall’Autorità per
tempo, il 10 ti il giovedì sera. le Garanzie nel­
marzo. Par condicio del­ le Comunicazio­
Secondo l’accu­ la discordia dun­ ni. Regolamento
sa, quello di que in una gior­ che ha esteso al­
Cerruti sarebbe
un ruolo emble­
nata segnata da
due episodi so­ Casini: le tv private le
norme approva­
tradizionale, quello che segue “An­
nozero”. Per la precisione, diserta­
Tribune al posto di “Ballarò”,
mentre ­ al momento ­ sarà un film
matico della vi­ stanziali: oltre al te dalla Vigilan­ no la serata televisiva 2.594.000 te­ a sostituire “Annozero”. Stessa
cenda emersa
dall’inchiesta.
Per i pm, l’avvo­
crollo degli
ascolti già citato,
il richiamo del
«È solo un za per la Rai.
Nello stesso
giorno si riuni­
lespettatori pari al 10.80% in ter­
mini di share nella fascia oraria
21,14­23,40, quella occupata da San­
sorte toccherà a Bruno Vespa: fic­
tion e film invece delle poltroncine
bianche del salotto di Raiuno.
cato avrebbe ot­ dg Mauro Masi sce il Consiglio toro. Un dato su cui riflettere e sul Unanimi le considerazioni sui dati
tenuto una con­
sulenza da Fusi
ai direttori dei
telegiornali af­
grandissimo dell’Agcom per
pronunciarsi
quale subito si appuntano le rea­
zioni politiche. E, per il futuro im­
d’ascolto: la Rai subisce un grave
danno e in tanti sottolineano come
­ sempre per la finché rispettino sullo stop ai talk mediato, le cose non sembrano a a beneficiarne sia la concorrenza.
vicenda scuola
marescialli ­ su
le regole. Un mo­
nito che cade al­
vantaggio per show deciso dal
vertice Rai in
destinate a migliorare: domenica
su Raitre al posto di Lucia Annun­
«Ho paura che questa par condi­
cio, questa scelta del cda della Rai,
indicazione di l’indomani delle applicazione del ziata ­ che si è autosospesa ­ viene sia solo un grandissimo vantaggio
De Santis e Bal­
ducci: «Ritiene La scuola dei marescialli di Firenze al centro dell’inchiesta
polemiche che
hanno scosso e
Mediaset» regolamento, co­
me sollecitato
anticipato “Alle falde del Kiliman­
giaro”. Martedì ­ sempre su Raitre
per Mediaset», dice il leader del­
l’Udc Pier Ferdinando Casini. A
questo giudice ­ diviso la redazio­ da alcuni com­ ­ sarà ancora una volta la Grande ruota Roberto Rao, del suo stesso
scrive il gip ­ che la “mossa Cer­ voca dello stato di commissaria­ ne del Tg1 diretto da Augusto Min­ missari. Storia a riempire il vuoto di Gio­ partito, Beppe Giulietti (Articolo
ruti” non sia altro che il modo per mento «per rendere possibile da zolini e finite anche in cda. Intanto, come detto, la giornata di vanni Floris, mentre i cuccioli di 21), Pancho Pardi (Idv), Giorgio
crearsi la provvista per il paga­ parte della magistratura il pieno «Il direttore generale della Rai, ieri si è aperta con un brutto risve­ dalmata della “Carica dei 102” sa­ Merlo (Pd). E Vincenzo Vita il qua­
mento della tangente». Il gip ri­ accertamento dei fatti oggetto di Mauro Masi, anche a seguito del glio per la Rai: il calo dell’Auditel è ranno chiamati ­ impresa ardua ­ a le conclude con una massima di
corda che i magistrati fiorentini un’inchiesta giudiziaria». dibattito in cda, ha incontrato nel stato brusco e forse più pesante ri­ risollevare le sorti del giovedì sera buon senso: «Errare può essere
«sostengono che parte del com­ (Ansa) pomeriggio in viale Mazzini ­ spie­ spetto alle previsioni. Raidue per­ di Raidue. La settimana ancora umano, ma perseverare è sicura­
ga una nota dell’azienda ­ i diretto­ de oltre la metà del suo pubblico successiva andranno in onda le mente diabolico».

Napolitano dalla parte dei giovani: QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE


CATTOLICA

«Non rappresentano droga e alcol»


Direttore responsabile
Ferruccio Pallavera
Vice direttore
Aldo Papagni
Società editrice
ROMA Basta con le «facili generaliz­ ai giornali ­ osserva Napolitano ­ so­ ideali di pace e solidarietà» e mo­ Editoriale Laudense srl
Amministrazione
zazioni e i giudizi sbrigativi» sulle no sempre sospettati di voler tappa­ strano appunto che non esistono Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 0371­
nuove generazioni: i giovani non re le bocche e far chiudere le impre­ unicamente i giovani che sono «at­ 544300; fax 544301
sono solo quelli che «dissipano» il se televisive». Cionondimeno il pre­ tratti fatalmente dalla droga, dal­ Redazione
proprio tempo con droghe e alcol, sidente della Repubblica sceglie di l’alcol e che non sanno dare un sen­ Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 544200;
fax 544201; e­mail:redazione@ilcittadino.it
ma anche ragazzi che sanno pren­ lanciare una sorta di monito all’in­ so alla loro vita». Perché «i giovani ­ Sito Internet www.ilcittadino.it
dersi cura degli altri e dare il buon formazione attraverso il ricordo sottolinea rivolto al pubblico che lo Registrazione Tribunale di Lodi 4­7­1948 n. 2
esempio. Il presidente della Repub­ delle parole (che definisce «corag­ ascolta ­ siete anche voi». Ragioni Registro Stampa ­ Iscrizione al Registro
blica approfitta delle celebrazioni, giose») del Pontefice: «Ha ragione ­ che fanno sì che Napolitano consi­ Nazionale della Stampa N. 704 del 5­2­1983
Concessionaria esclusiva per la pubblicità
al Quirinale, della Giornata nazio­ spiega ­ quando dice che si dà trop­ deri momenti come quelli di ieri tra Pubblimedia srl ­ via Cavour, 31 ­ 26900 Lodi ­
nale del Servizio civile e invita tut­ po spazio alla rappresentazione del i «più preziosi e gratificanti» all’in­ Tel. 0371­544300, fax 0371­544348;
ti, media compresi, a evitare di dare male, talvolta con dettagli racca­ terno della complessa agenda di ap­ www.pubblimediasrl.it e­mail: info@pubblimediasrl.it
spazio unicamente «alla rappresen­ priccianti anche sui giovani. Certo puntamenti che si trova ad avere da Stampa Sigraf spa ­ Treviglio (BG)
tazione del male» e raccontare inve­ questi sono fatti ­ aggiunge ­ ma bi­ quando è salito al Colle. «Vi assicu­ Tel. 0363­300330
Quote abbonamento quotidiano Euro 210,00
ce anche «le immagini luminose sogna che ci sia più spazio per im­ ro ­ dice infatti ­ che iniziative così un giorno a scelta Euro 47,00
della nostra società». Il Capo dello magini luminose della nostra socie­ mi danno molta più convinzione, due giorni a scelta Euro 88,00
Stato è consapevole di quanto sia tà». sostegno e fiducia di tante altre oc­ C/C int. a: Editoriale Laudense srl n. 17338203 ­ Via
«delicato fare osservazioni e dare Immagini di cui sono esempio pro­ casioni di lavoro più difficili e più Paolo Gorini 34 ­ Lodi
suggerimenti ai media», soprattut­ prio le ragazze e i ragazzi del Servi­ tese. Sono io ­ conclude dunque ­ che Copie arretrate Il doppio del prezzo di copertina
La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui al­
to da parte dei politici. Questi ulti­ zio civile. «Realtà come la vostra ­ vi ringrazio per questa occasione». la legge 7 agosto 1990, n. 250
Il presidente Napolitano con alcuni ragazzi nella giornata del Servizio civile mi, infatti, se fanno delle «critiche dice il Capo dello Stato ­ mostrano Chiara Scalise
SABATO 6 MARZO 2010 3
il Cittadino
Primo Piano
UN DL “INTERPRETATIVO” SARÀ VARATO DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI PER DISINNESCARE IL BLOCCO DELLA PRESENTAZIONE DELLE LISTE

Un decreto per risolvere il caos elezioni


Il colle disponibile, da Bersani a Casini secco “no” delle opposizioni
ROMA Dopo lo stop di giovedì del
Quirinale a un decreto per la
riapertura dei termini per la
presentazione delle liste per sa­
nare il caos in Lazio e in Lom­
Il Pdl e la Polverini ancora in bilico nel Lazio:
bardia, il governo tenta la carta
di un dl interpretativo delle
norme elettorali. E questa volta
annunciata entro lunedì la decisione del Tar
arriva la disponibilità del Colle ROMA Lunedì ci sarà la risposta
a valutare il provvedimento. In­ giudiziaria ­ se non arriverà pri­
tanto resta il no netto di tutte le ma quella politica ­ al pasticcio
opposizioni a una norma che sa­ della lista Pdl Roma che risulta
ni in corsa la vicenda. Per tutto per ora esclusa dalle elezioni re­
il giorno il leader del Pd Pier gionali nel Lazio.
Luigi Bersani stoppa questa Il Tar del Lazio ha fissato per lu­
eventualità chiedendo che si nedì infatti la discussione del ri­
aspettino le decisioni dei giudi­ corso proposto dal Pdl. Nella
ci. «Il dl interpretativo ­ attacca stessa udienza straordinaria sa­
­ è un trucco. Se decidono così rà discusso anche il ricorso pro­
potranno solo aspettarsi una posto dal consigliere regionale
nostra ferma opposizione». Fabio Desideri che, nella veste
Sulla stessa linea anche il lea­ di elettore, candidato nella lista
der dell’Udc, Pier Ferdinando Pdl e consigliere re gionale
Casini che definisce «intollera­ uscente, ha anch’esso contesta­
bile» delegittimare i magistrati. to il provvedimento con il quale
Ancora più duro Antonio Di la Corte d’appello della capitale
Pietro che parla senza mezzi ha escluso la lista per la circo­
termini di «golpe». scrizione di Roma del partito
La soluzione del dl interpetati­ del presidente Berlusconi dalle
vo arriva dopo una giornata di elezioni regionali. I tempi della
trattative e incontri. Il testo vie­ decisione naturalmente saran­
ne messo a punto in un vertice­ no brevi. La sentenza, «in forma
fiume a Palazzo Grazioli tra il semplificata», ovvero con abbre­
premier Silvio Berlusconi, il viazione dei termini, sarà emes­
ministro dell’Interno Roberto sa forse già lunedì stesso. La candidata del Pdl alle elezioni regionali nel Lazio Renata Polverini
Maroni e quello della Semplifi­ Ad annunciare ieri la presenta­
cazione Roberto Calderoli, il Resta in ogni caso lo stop delle la firma e verrà attentamente zione del ricorso al Tar è stata la sprint della campagna elettora­ la lista non fu dovuta all’imperi­
Guardasigilli Angelino Alfano, opposizioni. Di Pietro va all’at­ valutato. Nel frattempo sono at­ stessa Renata Polverini. «Ci le ha promesso «un look più ag­ zia dei presentatori di lista ma
il ministro delle Infrastrutture tacco e dice che è anti­costitu­ tesi i responsi del Tar del Lazio aspettiamo buon senso, una de­ gressivo». La candidata del cen­ all’impossibilità di consegnare
Altero Matteoli e quello della zionale; Bersani invita il gover­ e di quello della Lombardia che cisione che possa portare tutti trosinistra Emma Bonino in se­ la documentazione perché gli fu
Difesa Ignazio La Russa e il co­ no a governare, oppure ad «an­ (come approfondito nei pezzi in gli elettori di questa regione al­ rata si è dichiarata preoccupata vietato l’ingresso nell’ufficio
ordinatore del Pdl Denis Verdi­ darsene a casa». Il testo che questa stessa pagina, ndr) sono le urne, trovando il loro partito «perché si va verso un decreto». elettorale.
ni. Il provvedimento, di pochi uscirà dal Cdm, arriverà dun­ annunciati per oggi e lunedì. e il loro candidato», ha detto la Gli avvocati spiegano che per lo­ «La mancata consegna della do­
articoli, dovrebbe risolvere sia que sul tavolo di Napolitano per Yasmin Inangiray candidata che per questo ultimo ro la mancata presentazione del­ cumentazione contenente le
il caso Lazio che quello della candidature non è addebitabile
Lombardia. Il primo articolo, all’imperizia, negligenza o tra­
almeno secondo le ultime indi­ scuratezza dei delegati del Pdl,
screzioni circolate, prevedereb­ ma è dipesa in primo luogo dal
be la preminenza del diritto al­
l’esercizio dell’elettorato attivo IN GIORNATA LA CAMERA DI CONSIGLIO CHE DECIDERÀ SULLA SOSPENSIVA (E NON NEL MERITO) IN LOMBARDIA divieto d’ingresso loro arbitra­
riamente intimato a dispetto
e passivo, rispetto agli adempi­ della tempestività dell’accesso
menti formali; il secondo sane­
rebbe le irregolarità di caratte­
re burocratico, legate dunque ai
timbri o alle firme; il terzo sa­
rebbe volto a dare la possibilità
ai dirigenti incaricati di dimo­
Per Formigoni è il giorno del giudizio alla zone deputata all’attesa
presso i locali del Tribunale e,
per altro verso, dallo sbarra­
mento formato dai militanti di
formazioni politiche avversarie,
che hanno profittato della situa­
strare con ogni mezzo di prova
di essere stati presenti nell’uffi­
cio competente al momento del­
Oggi il pronunciamento sul ricorso del governatore uscente zione per erigere un baluardo,
se possibile ancor più insor ­
montabile», si legge nel ricorso
la chiusura della presentazione MILANO Mentre il governo sta valu­ commesse an­ tuazione di incertezza. Gli elettori al Tar.
delle liste. Non solo. Una norma tando di varare un decreto legge che dagli altri non possono essere chiamati a vo­ Secondo il Pdl è la giurispru­
transitoria ­ è sempre stato rac­ meramente “interpretativo” per partiti: «Filippo tare con il rischio poi che a ridosso denza a precisare che «laddove
contato ­ stabilirebbe, circoscri­ superare il nodo delle liste, con il Penati, dichia­ della data del voto o addirittura risulti evidente che erano state
vendolo unicamente ai casi di capo dello Stato che sarebbe pron­ rando con l’abi­ dopo ci sia la decisione del Tar te­ poste in essere tutte le attività
Lazio e Lombardia che lo start to, in questo caso, a valutarlo, oggi tuale stile che nendo presente che dopo quella necessarie per effettuare il rego­
delle 24 ore, per sanare le liste, a Milano il Tar si riunisce in ca­ For migoni s’é sentenza ci può essere ancora un lare deposito della documenta­
sia da intendersi non dal mo­ mera di consiglio per decidere sui affidato per rac­ grado di giudizio e cioè quello di zione prescritta, confermata,
mento della loro accettazione ricorsi presentati dal Pdl contro la cogliere le firme fronte al Consiglio di Stato». come nel caso di specie, dalla
ma dall’entrata in vigore del de­ decisione dell’Ufficio centrale re­ a una banda di Marco Cappato, della Lista Boni­ presenza dei relativi delegati al­
creto. gionale della Corte d’appello che cialtroni ha se­ no­Pannella, firmatario dei ricorsi la presentazione della lista, de­
E mentre il Consiglio dei mini­ ha escluso la lista di Formigoni. gnato un clamo­ che hanno escluso la lista di For­ ve essere consentito il deposito
stri sta per riunirsi per varare Oggi i giudici del Tar dovrebbero roso autogol nel­ migoni ha ricordato al presidente della documentazione anche ol­
il testo, il Colle fa trapelare la decidere solo sulla sospensiva (e la porta sia della della Lombardia che «nessuna del­ tre i termini, con la conseguen­
propria disponibilità a valutare non nel merito) che, se accolta, sua candidatura le loro firme, tra quelle contestate za che è illegittimo l’eventuale
un testo che dovrebbe essere di consentirà a tutti i candidati, per a presidente del­ da noi, è stata invalidata per as­ diniego di ammissione della li­
mera interpretazione e in alcun primo Formigoni, di riprendere la Regione sia senza di documentazione, ma per sta».
modo innovativo. Il Quirinale normalmente la campagna eletto­ della sua credi­ irregolarità che non avremmo po­ Partendo poi dall’indicare che
inoltre, prenderebbe atto che rale. Il presidente della regione, bilità persona­ tuto in alcun modo realizzare a po­ «il cancelliere non può rifiutar­
questo diverso provvedimento dopo le accuse mosse ai radicali le». Alle accuse steriori». si di ricevere le liste dei candi­
sarebbe adottato d’urgenza, te­ che avrebbero potuto manomette­ del Pdl, il candi­ Il presidente uscente della Regione Lombardia Formigoni Non avrà alcun seguito invece la dati neppure se li ritenga irre­
nendo presente l’esigenza di re i documenti per le sue liste, ha dato del centro­ denuncia penale. Il procuratore golari o se siano presentati tar­
una rapida e certa definizione ribadito ieri «il suo diritto a parte­ sinistra ha spiegato che qualsiasi tanti del Pdl che controllano le sue aggiunto Edmondo Bruti Liberati divamente», nel ricorso si preci­
delle modalità di svolgimento cipare alle elezioni». «Saremo at­ sia l’esito del giudizio del Tar non liste non violino la privacy, si è au­ dopo aver aperto il fascicolo a cari­ sa che «ove fossero state assunte
della consultazione elettorale. A tenti ­ ha spiegato ­ a quello che de­ presenterà alcun ricorso: «Non fa­ gurato che oggi il Tar decida nel co di ignoti per falso ideologico ha elementari misure organizzati­
quel punto, stando agli stessi libererà il Consiglio dei Ministri e rò alcun ricorso. Sono io che devo merito. «Mi auguro ­ ha spiegato ­ chiesto l’archiviazione, perché le ve, i ricorrenti avrebbero avuto
ambienti del Quirinale, i conte­ qualora ci fosse un decreto questo difendermi dai due ricorsi presen­ che i giudici del Tar non decidano omissioni rilevate sia nell’autenti­ modo di documentare il rispetti­
nuti del provvedimento del go­ verrà fatto in accordo con il Presi­ tati da Formigoni e da Podestà, nei solo la sospensiva ma decidano nel cazione delle firme della lista di vo titolo di legittimazione e la
verno sarebbero attentamente dente della Repubblica». quali sono chiamato in causa an­ merito perché è necessario che ci Roberto Formigoni, sia in quella tempestività del loro accesso al­
valutati appena sottoposti alla Guido Podestà, coordinatore re­ ch’io e la mia lista». Penati, che ha sia stabilità». Per Penati, infatti, di Filippo Penati, non integrano il l’unica sede che rileva, e cioé ai
firma del presidente della Re­ gionale del Pdl, ha invece sottoli­ chiesto al presidente della Corte se non ci fosse una decisione nel reato. locali del tribunale».
pubblica. neato che irregolarità sono state d’appello di verificare che i mili­ merito «si creerebbe una grave si­ (Ansa) (Ansa)

IL PRESIDENTE DELLA CAMERA TORNA SUI TEMI DELLA GIUSTIZIA: «CANDIDATURE AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO»

Fini: «Legalità non è il processo breve»


ROMA Da Napoli il presidente della Camera, se del ddl anti­corruzione varato da Consi­ che il presidente della Camera striglia la
Gianfranco Fini, ribatte su quello che è di­ glio dei ministri lunedì scorso, quella della classe politica del Sud perché abbandoni la
ventato il “leit motiv” della “sua” campagna ineleggibilità per coloro che sono stati con­ questione meridionale come alibi ma dimo­
elettorale: il rispetto della legalità. Interve­ dannati, con sentenza passata in giudicato, stri invece che il Mezzogiorno può recupera­
nendo a un convegno delle fondazioni Mez­ per reati contro la Pubblica amministrazio­ re il suo svantaggio. «C’è un mantra ­ preci­
zogiorno Europa e Farefuturo sul tema “Per ne. «Sancirne la non candidabilità è un sa Fini ­ quello del Mezzogiorno come que­
la buona politica, per un nuovo Mezzogior­ principio a tutela dello Stato e dei cittadi­ stione nazionale ma attenzione, dire che il
no”, il presidente della Camera ricorda che ni». Mezzogiorno deve diventare questione na­
«Non si può dire che la legalità sia una pre­ E questo, per citare un altro tema caro al zionale, diventa un alibi per le classi politi­
condizione e poi ridurla alla brevità dei pro­ presidente della Camera, è un esempio di che locali che hanno l’onore e l’onere di di­
cessi, e alla presenza della polizia e della «buona politica», quella che serve a riavvici­ mostrare che il Mezzogiorno può farcela.
magistratura sul territorio. La legalità ­ pre­ nare la società civile al Palazzo ma soprat­ Basta con gli alibi occorre una piena consa­
cisa Fini ­ è una serie di politiche che pre­ tutto i giovani alla politica. «Non penso che pevolezza delle classi politiche meridionali,
suppongono inevitabilmente la qualità della sia a rischio l’unità nazionale, ma penso che ovviamente nell’ambito di politiche nazio­
classe dirigente». Per questo, «c’è l’assoluta sia pesantemente a rischio la coesione na­ nali».
necessità che le candidature siano, come si zionale ­ sottolinea il presidente della Came­ »Ma attenzione ­ conclude il presidente della
diceva un tempo, al di sopra di ogni sospetto ra ­ se non c’è senso di appartenenza, infatti, Camera ­ perché il tempo sta per scadere e
come la moglie di Cesare, e invece si dà vita si rischia il venir meno della coesione nazio­ non credo che gli italiani consentiranno al­
a un dibattito sconclusionato, rinfacciando­ nale, si rischia che ciò che accade a Sud di tri 5­10 anni di convegni e di riflessioni sul
si tra uno schieramento e l’altro il proble­ Roma non interessi a nessuno di quelli che Mezzogiorno».E anche questa è un’occasio­
ma». vivono al Nord. Dobbiamo rilanciare l’idea ne da non perdere per riavvicinare il Paese
Il presidente della Camera dunque rivendi­ che la politica è interesse generale». alla politica.
Il presidente della Camera Gianfranco Fini intervenuto ieri a un convegno a Napoli ca nuovamente la paternità dell’idea alla ba­ Ed è appunto in nome della «buona politica» Monica Diamanti
4 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Cronaca
PALERMO Che la Corte avrebbe riget­ GENOVA
tato la richiesta di sentire Massimo
Ciancimino al processo Dell’Utri lo
temeva pure il procuratore generale,
che comunque aveva sostenuto l’as­
Bolzaneto: tutti colpevoli, ribaltato il primo verdetto
soluta necessità della deposizione. n Nella caserma di Bolzaneto, durante il G8 Pene confermate a 1 anno per gli ispettori di
«Ci impiegano troppo ­ era stato il dell’estate 2001, i no­global furono picchiati, Polizia Matilde Arecco, Mario Turco e Paolo
commento delle parti ­. Di certo é un umiliati, sottoposti a «trattamenti inumani e Ubaldi, che avevano rinunciato alla
provvedimento di rigetto». E così è degradanti». Ci fu tortura, e gli imputati sono prescrizione. In primo grado furono 15 gli
stato. Per la seconda volta la seconda colpevoli. Ieri sera la Corte d’appello del imputati condannati a complessivi 23 anni e 9
sezione della corte d’appello ha di­ tribunale di Genova ha condannato i 44 mesi di reclusione mentre furono 30 le
chiarato «inutile» la deposizione del imputati, ribaltando la sentenza di primo grado. assoluzioni. I pm avevano chiesto condanne nei
figlio dell’ex sindaco mafioso, Vito. E A nove anni dai fatti la maggior parte dei reati è confronti di 44 imputati per oltre 76 anni di
ha pesantemente messo in discussio­ ormai prescritta, ma i responsabili pagheranno carcere con pene variabili da sei mesi a cinque
ne l’attendibilità di un teste che sta comunque risarcendo le vittime delle violenze. E anni e 8 mesi e una sola assoluzione. «Nel giorno
riempiendo pagine e pagine di ver­ con loro i ministeri di appartenenza (Giustizia, in cui sembra che la nostra Repubblica
bali d’interrogatorio davanti ai pm Interno, Difesa), che dovrebbero sborsare una smarrisca definitivamente il principio della
di mezza Italia. Una decisione che, a cifra superiore ai 10 milioni di euro. Sono legalità, giunge una buona notizia. È fatta
scanso di nuovi colpi di scena, impri­ quindi responsabili civilmente i 44 imputati del giustizia per i crimini di Bolzaneto. Per questo
me un’accelerazione al dibattimento processo per le violenze nella caserma di Paese c’è ancora speranza». Così il capogruppo
al politico su cui grava una condan­ Bolzaneto, mentre sono dichiarati prescritti i del Pd nella commissione Affari costituzionale
na a 9 anni in primo grado. E che la­ reati. I fatti risalgono al 2001 durante il G8 di della Camera, Gianclaudio Bressa ha
scia intravedere per i primi di giu­ Genova. La sentenza della Corte d’appello di commentato la sentenza. Mentre Emanuele
gno la possibile sentenza. Genova, giunta ieri dopo oltre 11 ore di camera Fiano, presidente del Forum Sicurezza del Pd,
Il provvedimento di nove pagine in di consiglio, ha così ribaltato il verdetto di ha detto: «Dopo nove anni abbiamo almeno una
cui la corte indica in dettaglio per­ primo grado, condannando al risarcimento del verità su Bolzaneto. La prescrizione dopo un
ché Ciancimino non salirà sul banco danno anche gli imputati che erano stati assolti processo così lungo non cancella il senso di una
dei testi è sostanzialmente una boc­ dal Tribunale. Condannati anche penalmente 7 sentenza che riconosce le violenze e gli abusi
ciatura della credibilità del figlio di imputati a pene comprese fra 1 e 3 anni. I sette gravissimi commessi nel 2001 contro tanti
don Vito. In particolare ai giudici imputati condannati sono l’assistente capo della ragazzi inermi e che corregge una sentenza di
non piace «la progressività» delle ve­ Polizia di stato Massimo Luigi Pigozzi (3 anni e 2 primo grado che a molti era apparsa troppo
rità dispensate dal testimone: un ter­ mesi), gli agenti di polizia penitenziaria flebile e inadeguata agli eventi accaduti. È stata
mine edulcorato che bolla, però, la Marcello Mulas e Michele Colucci Sabia (1 anno) una brutta pagina per il Paese e oggi abbiamo
«rateizzazione» delle dichiarazioni e il medico Sonia Sciandra (2 anni e 2 mesi). almeno una verità». Un’immagine di uno degli arresti effettuati durante gli scontri al G8 di Genova
rese dall’accusatore di Dell’Utri. E
poi Ciancimino jr
è il classico caso
di «de relato di se­
condo g rado».
UN PUNTO A FAVORE PER IL SENATORE DELL’UTRI, SUL BANCO DEGLI IMPUTATI E INDICATO COME REFERENTE DEL BOSS PROVENZANO

I giudici non credono a Ciancimino


Cioè riferisce co­
se sapute dal pa­
dre, che questi, a
sua volta, appre­
se da altri. Una
sorta di tam tam,
già di per sé fragi­
le, che, oltre tut­
to, non può esse­
re riscontrato.
Don Vito è morto,
quindi nessuno
potrà chiedergli
La corte d’appello non sentirà il figlio dell’ex sindaco mafioso
se, veramente, ha riferito al figlio dei
rapporti tra Dell’Utri e il boss Ber­ In breve
nardo Provenzano. Ed è assai diffici­
le che una conferma possa venire GENOVA TAURIANOVA SANTA SEDE
dalla fonte di don Vito, cioè lo stesso
padrino corleonese. L’analisi dei ma­
gistrati ­ l’ordinanza riporta interi
Strage fiorata sulla nave Denuncia le violenze «Prendiamo sul serio
passi dei verbali resi da Ciancimino
ai pm e confluiti nel processo d’ap­
per l’onda anomala e rifiuta la protezione gli abusi a Ratisbona»
pello ­ si appunta su tre aspetti. I rap­ Si è sfiorata una strage per pochi mi­ «Non voglio la protezione. Non sono Il vescovo di Ratisbona ammette che
porti tra Dell’Utri e Provenzano; i nuti a bordo della nave da crociera una pentita o una collaboratrice di vi sono stati abusi nel coro dei ragaz­
presunti investimenti della mafia Louis Majesty, investita mercoledì nel giustizia e non ho sbagliato». È deci­ zi, di cui è stato direttore anche il fra­
nel complesso edilizio Milano 2 e golfo del Leone da un’onda alta otto sa Annamaria Scarfò che a Tauriano­ tello del Papa Georg Ratzinger che ha
l’ormai famoso pizzino scritto da metri che, infrante le vetrate del salo­ va, dopo una lunga sequela di violen­ però detto di non essere a conoscen­
Provenzano a don Vito con un pre­ ne di prua, ha provocato la morte di ze sessuali, otto anni fa, ha denuncia­ za dei. «La Santa Sede sta prendendo
sunto riferimento «al nostro amico due passeggeri: il genovese Giuseppe to le persone che avevano abusato di molto sul serio tutta la vicenda dello
sen.» (che secondo il teste sarebbe Neri, di 52 anni, e un turista tedesco. lei fin dall’età di 13 anni e che sono scandalo di pedofilia in Germania» ri­
Dell’Utri). «Per quanto riguarda le Lo hanno denunciato alcuni dei 127 state condannate in primo grado. Un ferisce il vicedirettore della Sala
dichiarazioni rese da Massimo Cian­ crocieristi italiani rientrati la notte atto di coraggio il suo che non le ha Stampa Vaticana, aggiungendo che il
cimino su ciò che afferma di avere scorsa all’aeroporto di Genova da evitato ora di essere oggetto di mi­ Vaticano non vuole intervenire diret­
appreso dal padre Vito in merito a Barcellona con un volo charter. Tra nacce da parte dei parenti di quelle tamente sul caso Ratisbona. Nella let­
pretesi contatti tra Dell’Utri e Pro­ essi anche la moglie e il figlio dodi­ stesse persone che ha fatto mettere tera inviata ai genitori dei ragazzi del
venzano ­ scrivono i giudici ­ le stesse cenne di Neri, che però hanno evitato alla sbarra. E anche in questo caso, la coro, il vescovo dice di «essere venu­
sono connotate da incontestabile di incontrare i giornalisti. Pochi mi­ ragazza ha trovato la forza di rivolger­ to a conoscenza di un caso di abusi
progressione e talora da un’irrisolta nuti dopo l’impatto dell’ondata, han­ si ai carabinieri per denunciare le sessuali negli anni ‘50’ì». «Il diretto­
contraddittorietà». Una considera­ Massimo Ciancimino durante una delle sue deposizioni nelle aule dei tribunali no ricordato i reduci, era infatti stata vessazioni. È cambiata adesso la vita re del convitto dell’epoca, a quanto ci
zione pesante che nasce dal fatto che convocata la riunione degli ospiti ita­ di Annamaria. Da qualche giorno la i risulta, è stato condannato. Successi­
il teste, solo a distanza di un anno e 5 nella realizzazione di Milano 2, poi, Provenzano avrebbe scritto al padre, liani per definire le modalità di sbar­ carabinieri di Taurianova hanno atti­ vamente è morto», si legge nel sito
mesi dai primi interrogatori, am­ le dichiarazioni di Ciancimino ­ a di­ e identificato in Dell’Utri, tutti sa­ co a Genova l’indomani mattina. Il sa­ vato dei servizi di tutela nei suoi con­ del vescovado. Il portavoce del vesco­
mette di sapere del legame tra il poli­ re della Corte ­ sarebbero «generiche rebbero tranne che lui. «Il pizzino è lone pertanto non era ancora gremito fronti. Una pattuglia di militari vigila vo Clemens Neck, ha dichiarato alla
tico e il padrino. Sugli investimenti e contraddittorie». Per i giudici, inol­ del 2001 ­ scrivono i magistrati ­ e al­ di crocieristi. Neri con la moglie e il giorno e notte davanti all’abitazione FrancePresse di «avere informazioni
dei costruttori mafiosi Franco Bonu­ tre, il fantomatico «sen.» disposto ad lora Dell’Utri era deputato, non se­ figlio dodicenne era in anticipo e ha sua e della sua famiglia, e la ragazza su presunti abusi commessi tra il
ra e Salvatore Buscemi e dei boss aiutare i detenuti mafiosi con un natore»: una bocciatura secca trovato purtroppo la morte. è seguita quando esce di casa. 1958 e il 1973».
Stefano Bontade e Mimmo Teresi provvedimento di clemenza, di cui Lara Sirignano

A COMMETTERE IL DELITTO È STATO IL SUO GIOVANE “ALLIEVO”, CHE HA GIÀ CONFESSATO

Risolto il “giallo” del gallerista:


Schubert ucciso per 70mila euro
MILANO Ucciso per 70mila euro. avrebbe avvisa­
Per questa cifra sarebbe stato uc­ t o l a m o g l i e,
ciso Giovanni Schubert, noto chiedendole di
esperto d’arte di 76 anni, il cui occuparsi del
corpo è stato fatto a pezzi e butta­ cane perché era
to nel Naviglio a Milano da Mat­ in ritardo. I fa­
teo Chigorno, suo ex collaborato­ migliari di
re e “allievo” di 36 anni che ha Schubert, che
confessato di aver commesso il non lo vedevano
delitto. rincasare, han­
L’omicidio è accaduto al termine no chiamato
di una lite, per una questione di Chigorno: l’uo­
denaro legata a una vendita di mo ha risposto
quadri. Chigorno ha ucciso il gal­ alla prima tele­
lerista, tra i più noti di Milano, a fonata, dicendo
pugni e calci e anche colpendolo che il gallerista
con un pezzo di ferro, poi ha fatto era già andato
a pezzi il cadavere con due coltelli via. Poi non ha
da cucina e l’ha buttato nel Navi­ più risposto.
glio. Sempre più in­
Il dirigente della Squadra Mobile quieti, i fami­
di Milano, Alessandro Giuliano, gliari sono an­
ha spiegato che i coltelli e il pezzo dati sotto casa
di ferro sono stati trovati in un di Chigor no e Matteo Chigorno ha confessato l’omicidio di Schubert
box nella disponibilità dell’inda­ hanno notato il
gato . Suv di Schubert parcheggiato, or­ All’inizio Chigorno ha finto di es­
Schubert, secondo la ricostruzio­ mai verso le 4 di mattina. Poi so­ sere all’oscuro di tutto ma, messo
ne degli investigatori, aveva dato no andati in questura a denuncia­ alle strette, ha confessato di aver
da vendere a Chigorno, al quale re la scomparsa dell’esperto d’ar­ ucciso Schubert in casa e di aver
era legato da un rapporto da mae­ te. poi portato il cadavere in un box,
stro­allievo, due quadri di Gud­ Già in mattinata gli agenti hanno sempre in via Donna Prassede do­
mundur Errò, artista islandese fatto un primo sopralluogo appro­ ve, con due coltelli, ha sezionato
che ha vissuto per qualche tempo fondito in via Donna Prassede e il corpo per poi metterlo in cin­
a Milano. Dalla vendita il galleri­ in un cestino dei rifiuti vicino a que sacchetti della spesa che ha
sta si aspettava di incassare casa di Chigorno hanno trovato poi gettato in un canale che scor­
70mila euro che l’ex collaboratore uno dei due cellulari di Schubert, re parallelo al Naviglio Pavese.
non gli avrebbe mai dato. Da qui sporco di sangue. Hanno eseguito Chigorno ha quindi condotto gli
la necessità di un chiarimento e una perquisizione nell’apparta­ agenti prima al box e poi al cana­
l’appuntamento a casa di Chigon­ mento dell’uomo e hanno trovato le, dove sono stati recuperati i re­
ro alle 19 dell’altro ieri. un paio di pantaloni con alcune sti della vittima.
Una mezz’ora dopo Schubert gocce di sangue. (Ansa)
SABATO 6 MARZO 2010 5
il Cittadino
Esteri
ANKARA È crisi diplomatica dichiara­
ta fra Turchia e Usa e Ankara non fa
nulla per nascondere la propria pro­
fonda irritazione all’indomani del­
Traffico d’armi, iraniani in cella: In breve
¢ MAR BALTICO
l’approvazione, da parte della Com­
missione Esteri del Congresso ame­
ricano, di una risoluzione in cui si
definiscono un «genocidio» i massa­
Teheran intima la scarcerazione Liberate dal ghiaccio
tutte le navi prigioniere
cri di armeni avvenuti ai tempi del­ TEHERAN L’ambasciatore italiano in Iran, Al­ stampa estera a Roma, dove è molto conosciu­
l’impero ottomano. Genocidio che berto Bradanini, è stato convocato al ministe­ to, e Ali Damirchilu, di 55 anni, arrestato a To­ Tutte le navi rimaste bloccate dal
Ankara ha sempre negato sostenen­ ro degli Esteri di Teheran, che gli ha trasmes­ rino. Altri due iraniani risultano tuttora lati­ ghiaccio al largo delle coste della Sve­
do che, al massimo, i morti armeni so una protesta ufficiale e gli ha chiesto spie­ tanti. Finora non c’é stato nessun commento zia nel mar Baltico sono state liberate
in quel periodo siano stati tra i gazioni sugli arresti, resi noti mercoledì, di da parte della procura di Milano sulla richie­ ieri mattina. Lo hanno annunciato le
300mila e i 500mila e, comunque, due cittadini iraniani in Italia nell’ambito di sta avanzata dal ministero degli Esteri irania­ autorità marittime svedesi. Circa cin­
causati non da uno sterminio pre­ un’inchiesta su un presunto traffico di armi no. Dell’indagine, che ha portato anche all’ar­ quanta imbarcazioni, con migliaia di
meditato ma da una guerra civile verso la Repubblica islamica. Teheran chiede resto di cinque italiani, si sta occupando il persone a bordo, erano ferme da gio­
che ha fatto migliaia di vittime an­ l’immediato rilascio dei procuratore aggiunto vedì nelle acque tra Stoccolma e le
che fra i turchi. Ed ora la diplomazia due iraniani arrestati. Il Ar mando Spataro, isole Aaland. Non si ha notizia di feriti.
turca si aspetta che l’amministrazio­ portavoce del ministero che ha preferito non Le navi rompighiaccio hanno soccorso
ne Usa «si impegni di più «per far sì degli Esteri, Ramin rilasciare alcuna di­ nelle prime ore del mattino il traghetto
che la mozione, se e quando arriverà
all’esame, sia respinta».
Mehman­Parast, ha defi­
nito l’inchiesta, condot­ Tra gli arrestati chiarazione riguardo
la richiesta iraniana.
“Amorella” con circa mille persone a
bordo, mentre gli altri due traghetti
Subito a ridosso della votazione, il ta dalla Guardia di fi­ La televisione di Stato “Isabella” e “Finnfellow” erano riu­
premier turco Tayyip Erdogan ha
espresso preoccupazione per le con­
seguenze del voto e ha sottolineato
nanza di Milano, «un’al­
tra iniziativa propagan­
distica contro l’Iran».
anche un famoso iraniana ha affermato
ieri che si tratta di
una «una nuova mes­
sciti a riprendere la navigazione da so­
li.

che la presa di posizione dell’organi­ «Seguiamo seriamente sa in scena dell’Italia


smo parlamentare Usa «rischia di la vicenda ­ ha aggiunto reporter televisivo contro l’Iran» che «fa
¢ ISRAELE
danneggiare le relazioni turco­ame­
ricane». A freddo, ieri, il ministro
il portavoce ­ e l’amba­
sciatore italiano a Tehe­
parte del piano ameri­
cano­sionista di accu­
Scontri sulla Spianata,
degli Esteri turco Ahmet Davutoglu,
dopo aver confermato che il neo am­
ran è stato convocato per dare spiegazioni sul­
la questione». La Farnesina ha confermato la
sare ingiustamente la Repubblica islamica».
L’emittente ha accusato anche le catene satel­
tensione a Gerusalemme
basciatore a Washington Namik Tan convocazione di Bradanini. Fonti locali hanno litari arabe «Al Arabiya» e «Al Jazira» di esse­ Mentre Israele e Anp si accingono ad
(che aveva presentato le credenziali riferito ai cronisti che l’Iran ha chiesto l’im­ re «entrate in campo per dare una mano alla annunciare la ripresa di negoziati indi­
il 25 febbraio) è stato richiamato per mediato rilascio dei suoi due cittadini, finiti nuova grande ondata di bugie contro l’Iran» retti sotto auspici americani, una nuo­
consultazioni, ha dichiarato che no­ in carcere con cinque italiani: Hamid Masou­ nei loro ampi servizi dedicati proprio all’in­ va fiammata di violenza è esplosa ieri
nostante il risultato del voto negati­ mi­Nejad, 51 anni, giornalista della televisio­ chiesta di Milano. in uno dei luoghi più critici del conflit­
vo per Ankara, la Turchia continue­ ne iraniana accreditato da anni presso la Sala (Ansa) to israelo­palestinese: la Spianata del­
rà nel processo di normalizzazione le Moschee di Gerusalemme. Dopo ore
dei rapporti av­ di scontri, poi estesi alla città Vecchia
viato con Ierevan
(la capitale del­
l’Ar menia) lo
LA MOZIONE HA IRRITATO IL GOVERNO DI ERDOGAN CHE HA RICHIAMATO IN PATRIA L’AMBASCIATORE di Gerusalemme, a Hebron, a Ramal­
lah e ad altre località della Cisgiorda­
nia, sono giunte dichiarazioni inveleni­

Usa e Turchia, lite sull’Armenia


scorso ottobre a te. Il ministro israeliano della sicurez­
Zurigo anche se za interna Yitzhak Aharonovic ha ac­
la risoluzione del cusato Hamas e i suoi fiancheggiatori
Congresso creerà del Movimento islamico in Israele di
di certo proble­ aver scatenato ad arte gli incidenti.
mi«A Washin­ Ma il presidente dell’Anp Abu Mazen
gton è stata pro­ ne ha subito addossato la responsabi­
cessata una vi­ lità invece al governo «avventuriero»
cenda storica», di Benyamin Netanyahu «che ­ ha ac­
ha detto Davuto­
glu. «E voglio at­
tirare l’attenzio­
ne sul procedi­
Ankara contro il testo che condanna la strage cusato ­ varca ogni linea rossa e ri­
schia di innescare una guerra di reli­
gione». Gli incidenti sono iniziati al
termine delle preghiere del venerdì,
mento del voto piuttosto che sul suo dal canto suo Davutoglu ­ non cede­ hanno invece scritto che Ankara po­ quando i fedeli islamici hanno comin­
risultato», ha aggiunto il ministro in remo ad alcuna pressione e la Tur­ trebbe interdire agli americani l’uso ciato a defluire dalla Spianata delle
evidente polemica con il comporta­ chia non prenderà mai decisioni sot­ della base aerea di Incirlik (nel me­ Moschee. Gruppi di dimostranti hanno
mento ­ da lui giudicato «irregolare»
­ del capo della Commissione Esteri,
to le pressioni di nessuno».
Osservatori locali non escludono co­ In vista ridione del Paese) attualmente uti­
lizzata dagli Usa per rifornire le pro­
allora iniziato a lanciare verso la sot­
tostante Spianata del Muro del Pianto
il democratico Howard Berman. munque che la Turchia possa adot­ prie truppe in Iraq e in Afghanistan. una pioggia di pietre e detriti che ha
obbligato la polizia a sgomberare mi­
«È per questo ­ ha spiegato Davuto­
glu ­ che abbiamo richiamato il no­
stro ambasciatore a Washington e
tare misure di ritorsione nei con­
fronti della decisione della Commis­
sione Usa. La stampa aveva avanza­
ritorsioni La minaccia però, come qualcuno ri­
corda, non è del tutto nuova.
Fu ventilata pure nell’ottobre del
gliaia di fedeli ebrei che in quel mo­
mento erano assorti in preghiera. In
convocato quello Usa al nostro mini­ to l’ipotesi della cancellazione di 2007 dopo che la Commissione Este­ parallelo, unità antisommossa hanno
stero». Quest’ultimo, James Jeffrey,
uscendo dal ministero degli Esteri
contratti già stipulati o in via di per­
fezionamento con le cinque maggio­
contro le ditte ri del Congresso aveva dato il via li­
bera ad una mozione analoga a quel­
fatto irruzione da più varchi nella
Spianata delle Moschee per ridurre al­
ad Ankara si è limitato a commenta­ ri aziende Usa della Difesa per un la approvata ieri. Ma allora non se l’impotenza i facinorosi palestinesi
re che «il momento scelto per il voto
è stato sbagliato». «Noi ­ ha concluso
valore di 45 miliardi di dollari. Ieri i
quotidiani «Zaman» e «Hurriyet» Un’immagine dello sterminio degli armeni
americane ne fece niente.
Furio Morroni
che si sono poi asserragliati all’inter­
no della moschea al­Aqsa.

Benvenuti
nella vostra
private collection
Chiara Edelfa Masciotta VERA 1.590€
PELLE divano Oscar a due posti
più chaise longue (249x167 cm)
rivestito in vera pelle naturale.
Offerta valida dal 1° marzo al 4 aprile 2010. Vedere regolamento e fogli informativi presso i punti vendita che aderiscono all’iniziativa. Salvo approvazione della finanziaria.

1.590€ 24 rate senza acconto


66,25€ al mese.
Finanziamento a Interessi 0. Tan 0% Taeg max 9,32% Goditi la vita! Scegli Chateau d’Ax.
Aperti anche domenica pomeriggio
PIEVE FISSIRAGA S.S. 235 vicino C.C. Centropieve - Tel. 0371-239996 PANTIGLIATE S.S. Paullese Km. 8,295 - Tel. 02-90601444 www.chateau-dax.it - numero verde 800-132 132
6 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Economia
ATENE Il parlamento greco ha appro­
vato ieri con procedura d’urgenza il
pacchetto di misure anticrisi da 4,8
LA DISOCCUPAZIONE
miliardi, mentre fuori dell’aula ri­
suonavano le proteste e la rabbia dei
lavoratori e i giovani si scontravano
Allarme Ue:
senza lavoro
con la polizia in un paese paralizza­
to da uno sciopero generale che sarà
ripetuto l’11 marzo.
L’assemblea unicamerale ha dato il
via libera al piano di austerità, che
ridimensiona pesantemente il livel­
lo di vita dei Greci, con il solo voto
più uomini
della maggioranza socialista (160 de­
putati su 300) e del piccolo partito di
estrema destra Laos (15). La princi­
che donne
pale forza di opposizione, Nuova De­ BRUXELLES Effetto della crisi: per la
mocrazia (ND, centrodestra) e prima volta nell’Unione europea la
l’estrema sinistra Syriza hanno vo­ percentuale di uomini disoccupati
tato contro. Il Partito comunista ha superato quella delle donne. Il da­
(Kke) ha lasciato l’aula prima del vo­ to fotografato da Eurostat e reso noto
to in segno di protesta. Le misure, dalla Commissione europea in pros­
viste come il possibile preludio a un simità dell’8 marzo, festa internazio­
più concreto impegno finanziario nale della donna, indica che dallo
europeo a favore della Grecia, sono scorso mese di maggio il tasso di di­
passate mentre Papandreou viaggia­ soccupazione maschile è superiore a
va a Berlino per il vertice con la can­ Agenti di polizia e manifestanti si fronteggiano nella manifestazione nel cuore di Atene quello femminile: a gennaio 2010 nel­
celliera tedesca l’Unione europea le donne senza la­
Angela Merkel.
Il ministro delle
finanze Giorgio
APPROVATO IL PROGETTO DI AUSTERITÀ CHE TAGLIA I SALARI, CONGELA LE PENSIONI E AUMENTA LE TASSE voro erano il 9,3% contro il 9,7% de­
gli uomini. L’Italia però è in contro­
tendenza. Con la Grecia è infatti il

Crisi, la Grecia sotto assedio


Papaconstanti­ Paese dell’Ue che ha tuttora il più al­
nou intervenen­ to gap a favore degli uomini: al 7,7%
do in parlamento la disoccupazione maschile contro il
ha assicurato che 9,8% di quella femminile in Italia e
se il piano di au­ al 7,1% contro il 13,5% in Grecia.
sterità sarà ap­ Il sorpasso degli uomini sulle donne
plicato come pre­ è avvenuto, spiega Eurostat, in quin­
visto «non ci sarà dici Paesi dell’Ue con punte in Esto­
bisogno di nuove nia (11,2% di donne disoccupate con­
misure». E ha in­
vitato l’Europa
ad «assumersi le
sue responsabili­
Scontri dopo il varo del drastico piano anti­deficit tro 19,7% di uomini), Lituania
(10,6% contro 18,6%), Lettonia
(19,2% contro 26,6%) e Irlanda (9,9%
contro 17,0%). «Si tratta degli effetti
tà, cosa che non ha ancora fatto». leggermente ferito. INPS della crisi economica sul mercato
Nel centro di Atene, nonché a Salo­ La leader del Kke, Aleka Papariga, del lavoro», sottolinea l’ufficio di sta­
nicco e in altre città, migliaia di per­
sone intanto manifestavano contro
«le misure criminali e antipopola­
postasi di fatto alla guida della rivol­
ta contro la stretta economica, ha in­
vitato «il popolo a prendere nelle
Cassa integrazione: la “straordinaria” torna a correre tistica che indica come a risentirne
siano stati soprattutto comparti qua­
li le costruzioni, l’industria manifat­
ri». Mentre uno sciopero convocato sue mani la lotta». «Sì, possiamo fer­ n Nuovo balzo in avanti, in febbraio, per la cas­ mento delle ore autorizzate pari al 12,42%. An­ turiera «che hanno provocato soprat­
dal sindacato comunista Pame e dal­ mare queste misure», ha detto, «per­ sa integrazione straordinaria, che fa segnare che la cassa integrazione in deroga, che da sola tutto perdite di occupazione maschi­
le confederazioni dei dipendenti ché la maggioranza dei Greci è con­ un dato in aumento che “cancella” in qualche si conferma circa un quinto di tutte le ore di cig le». Quanto al tasso di occupazione,
pubblici, Adedy, e del settore priva­ tro la politica di austerità del gover­ modo la frenata della cassa ordinaria, registra­ autorizzata, ribadisce la leggera frenata con­ tuttavia, i dati relativi al terzo trime­
to, Gsee, paralizzavano trasporto ur­ no». Ed un sondaggio pubblicato og­ ta nello stesso mese. È questo il trend secondo giunturale avviata dal mese scorso: ­1% le ore stre 2009, indicano ancora una forte
bano, aereo, ferroviario e navale, gi sembra darle ragione: oltre i due quanto informa una nota dell’Inps. A gennaio, autorizzate a febbraio rispetto a gennaio. In differenza a favore degli uomini, con
chiudevano scuole e ospedali, provo­ terzi dei cittadini sono contro i invece, sono calate le domande di disoccupazio­ controtendenza l’andamento della cassa inte­ quella femminile al 58,7% e quella
cavano un parziale black out infor­ provvedimenti che tagliano severa­ ne (­2%) e di mobilità (­25%). Tornando a feb­ grazione straordinaria, che cresce in febbraio maschile al 71% nell’Ue, un dato che
mativo e bloccavano i centri cittadi­ mente i salari, congelano le pensio­ braio, sono state autorizzate 95 milioni di ore di (su gennaio) del 28,07%. I confronti anno su scende rispettivamente al 46,1% e al
ni. Militanti comunisti e dipendenti ni e aumentano le tasse. Papariga ha cassa integrazione, più di un terzo (38 milioni) anno (febbraio 2010 contro febbraio 2009, quan­ 68,9% in Italia. Un primato positivo
disperati hanno occupato il ministe­ sottolineato che la Grecia è divenuta di straordinaria, contro 37,4 milioni di ordina­ do le ore complessivamente autorizzate sono per l’Italia arriva invece dai dati re­
ro delle finanze e il Poligrafico dello il bersaglio della reazione interna­ ria e 19,6 milioni di cig in deroga. La cassa inte­ state 42,5 milioni) indicano la cassa ordinaria lativi al gap salariale tra uomini e
Stato: quest’ultimo nel futile tentati­ zionale perché è l’ultimo avamposto grazione ordinaria conferma in febbraio il calo in linea (+26,14%) e straordinaria quasi tripli­ donne: il nostro Paese è quello con la
vo di impedire la pubblicazione del popolare grazie al più forte partito congiunturale: ­5,38% rispetto a gennaio; il cata (+245,9%). Complessivamente, nei primi differenza meno accentuata nei 27,
piano di austerità sulla gazzetta uf­ comunista europeo; ma anche, rile­ dato dell’industria è ancora più spiccato: due mesi del 2010 sono state autorizzate 179,6 solo il 4,9% contro una media Ue del
ficiale bloccandone l’attuazione. E vano gli osservatori, teatro dell’ulti­ ­9,22%, ma è la cassa integrazione ordinaria milioni di ore di cig, contro i 72 milioni dello 18%. «Questa cifra dell’Italia è stupe­
la rabbia infine si è sfogata in scon­ ma guerriglia armata del continen­ nell’edilizia (+28,04% su gennaio), anche per i stesso periodo dello scorso anno (+149,34%). facente», ha ammesso la commissa­
tri con la polizia e in un’aggressione te e del più attivo movimento anar­ fattori stagionali (pioggia e neve bloccano i Nel gennaio 2010 le domande di disoccupazione ria Ue Viviane Reding sottolineando
contro il presidente della centrale chico. Una miscela che, mescolata cantieri edili), che fa aumentare le ore richieste sono diminuite rispetto allo stesso mese dello che come, soprattutto, in Italia i sala­
sindacale Gsee, il socialista Yannis con la profonda crisi, potrebbe rive­ e autorizzate. Complessivamente, nel confronto scorso anno: si passa dalle 108mila del gennaio ri sono bassi anche per gli uomini e
Panagopoulos accusato di «essersi larsi più esplosiva che mai. febbraio­gennaio 2010, si è registrato un au­ 2009 alle 106mila del gennaio 2010 (­2%). ci sono meno donne con un lavoro
venduto» al governo e che è rimasto Giulio Gelibter poco qualificato o part­time.
SABATO 6 MARZO 2010 7
il Cittadino
Azionario e titoli di Stato
FTSE MIB GLI INDICI DI IERI NIKKEY
Titolo Riferimento % INDICI Valore Minimo Massimo Variazione %
2,20%
Tokyo
A2A 1,325 +2,63 FTSE ITALIA ALL SHARE 22.769,70 22.355,58 22.771,28 +1,83 10.368,96
10.368,96
ANSALDO STS 14,76 -1,14
FTSE MIB 22.278,12 21.839,93 22.287,57 +1,99
ATLANTIA 18,25 +2,07

10.145,72
AUTOGRILL SPA 9,16 +1,83 FTSE ITALIA MID CAP 24.666,53 24.423,66 24.666,53 +1,16
BANCO POPOLARE 4,845 +0,26
FTSE ITALIA SMALL CAP 23.538,36 23.354,18 23.538,36 +0,51 1/3 2/3 3/3 4/3 5/3
BCA MPS 1,151 +0,97
BCA POP MILANO 4,675 +0,65 FTSE ITALIA MICRO CAP 23.377,98 23.119,12 23.428,90 +0,89
FTSE
BULGARI 6,05 +1,26
FTSE ITALIA STAR 11.149,50 11.069,67 11.149,50 +0,66 1,31%
BUZZI UNICEM 9,94 +4,30 Londra
5.599,76
5.599,76
CAMPARI 7,77 +0,26 L’ANALISI
CIR-COMP IND RIUNITE 1,672 +3,47
ENEL 4,0825 +1,37 LA SETTIMANA DI PIAZZA AFFARI SI CHIUDE CON I LISTINI IN POSITIVO: FTSE MIB A +1,99%
5.405,94

Milano alza il passo


ENI 17,39 +1,76
EXOR 12,46 +3,66 1/3 2/3 3/3 4/3 5/3
FIAT 8,92 +4,57
FINMECCANICA 9,99 +0,05 DAX
FONDIARIA-SAI
GENERALI ASS
11,25
17,32
+0,72
+1,52
L’ipotesi scorporo fa correre Fiat, sugli scudi Intesa Francoforte 1,42%
5.877,36
5.877,36
Seduta positiva per Piazza Affari chiusa
GEOX 5,375 +3,07 con il Ftse Mib che guadagna l’1,99% a 22.278
punti, mentre il Ftse All Share incassa un
IMPREGILO 2,3975 +0,95 rialzo dell’1,83% a 22.769 punti.

5.713,51
INTESA SANPAOLO 2,8375 +4,51 FIAT SUGLI SCUDI
L’ipotesi di uno scorporo della divisione
ITALCEMENTI 8,58 +2,14 auto mette le ali a Fiat (+4,57 a 8,92 euro). Al
titolo del Lingotto sembra aver fatto bene 1/3 2/3 3/3 4/3 5/3
LOTTOMATICA 14,1 +0,28 anche i dati sui veicoli commerciali diffusi
da Anfia e Unrae e la risoluzione dell’Agen-
LUXOTTICA GROUP 18,82 +0,37 zia delle Entrate sul problema del recupero
degli incentivi auto ‘anticipati’ dalle case
CAC
MEDIASET S.P.A 5,84 +1,04 produttrici o importatrici di auto. Nella
galassia Agnelli è ben comprata anche Exor 2,14%
MEDIOBANCA 7,995 +1,59 (+3,66% a 12,46 euro), così come, sempre in Parigi
campo automobilistico, Pirelli (+1,74% a 0,4 3.910,42
3.910,42
MEDIOLANUM 4,2925 +0,41 euro).
MONDADORI EDIT 2,9 +0,96 CORRE PRYSMIAN CON USCITA GOLDMAN
In evidenza Prysmian (+4,32% a 13,7 euro)
PARMALAT 1,927 +1,05 nel giorno in cui Goldman Sachs ha comple-
PIRELLI E C 0,4085 +1,74 tato la cessione, annunciata alla vigilia, del 3.769,54
16,8% della società cavi e sistemi, detenuta
tramite Prysmian (Lux) II (16,24%) e Gol-
1/3 2/3 3/3 4/3 5/3
PRYSMIAN 13,77 +4,32 dman Sachs International (0,564%), attraver-
SAIPEM 25,31 +0,84 so un’offerta rivolta a investitori selezionati.
Acquisti anche su sui cementieri Buzzi, in
SNAM RETE GAS 3,545 -0,42 progresso del 4,3% a 9,9 euro, mentre Italce-
menti sale di oltre il 2,14% a 8,5 euro, in atte-
IBEX
STMICROELECTRONICS 6,775 +2,34 sa dei risultati 2009.
+2.55%
TELECOM ITALIA 1,07 +1,42 CORRONO INTESA, UNICREDIT Madrid
Bene in campo bancario Intesa Sanpaolo 11,019.80
11.019,80
TENARIS 16,06 -0,99 (+4,51% a 2,78 euro), seguita a distanza da
Unicredit (+2,81% a 2,01 euro), spinte
TERNA 3,105 +1,31 entrambe dalla raccomandazione ‘buy’
(acquistare) di Bofa-Merrill Lynch. Sulla
UBI BANCA 9,675 +2,76 parità il Banco Popolare (+0,26% a 4,84 euro)
dopo che la Consob ha fissato a 0,797 euro il 10.434,90
UNICREDIT 2,01 +2,81 prezzo dell’Opa residuale (al via lunedì), su
Banca Italease (+3,86 a 0,79 euro). Fuori dal
UNIPOL 0,86 +1,18 paniere principale gli ordini in vendita pie- 1/3 2/3 3/3 4/3 5/3
gano Banca Ifis (-3,18% a 6,85 euro) dopo che
l’istituto ha deciso di lanciare una nuova
MATERIE PRIME Opa su Toscana Finanza, alzando il prezzo a
1,5 euro per azione.
SMI
BRENT CHI SALE, CHI SCENDE FTSE MIB MAGGIORI RIALZI 0,63%
DENARO $ 80,12 Seduta positiva per Telecom (+1,42% a 1,07 Zurigo
Titolo Riferimento Variazione
euro) e Fastweb (+0,91% a 14,4 euro) in atte- 6.847,78
LETTERA $ 80,12
6.847,78
sa della decisione del Gip di Roma sulla
richiesta di commissariamento o eventuali
ORO misure alternative per Fastweb e per Tele- FIAT 8,92 +4,57
DENARO $ 1132.6 com Italia Sparkle. Entrambe le società sono INTESA SANPAOLO 2,8375 +4,51
LETTERA $ 1132.6 coinvolte nell’inchiesta sulla presunta truffa
ai danni dell’erario e sull’ipotesi di riciclag- PRYSMIAN 13,77 +4,32 6.791,48
gio avviata dalla Dda di Roma. Nei big, tra le
ARGENTO vendite, Ansaldo Sts (-1,1% a 14,7 euro), BUZZI UNICEM 9,94 +4,30
1/3 2/3 3/3 4/3 5/3
DENARO $ 17.156 Tenaris (-0,99% a 16,06 euro) e Snam Rg
LETTERA $ 17.156 (-0,42% a 3,5 euro). EXOR 12,46 +3,66

CAMBI MONETARI FTSE MIB MAGGIORI RIBASSI OBBLIGAZIONI


Euro Dollaro US Sterlina Yen Franco SV Titolo Riferimento Variazione Le più scambiate
1 EURO 1.0000 1.3613 0.89990 123.01 1.4629 ANSALDO STS 14,76 -1,14 Nome Ultimo prezzo Variazione
1 DOLLARO STATUNITENSE 0.73420 1.0000 0.66090 90.340 1.0744 TENARIS 16,06 -0,99 Rbs Fb16 Royal 6 Anni Var. 100,00 +0,00
1 STERLINA INGLESE 1.1107 1.5124 1.0000 136.64 1.625 SNAM RETE GAS 3,545 -0,42 Enel Tf 3,5 2010-2016 102,42 +0,05
1 YEN GIAPPONESE 0.0081248 0.011060 0.0073130 1.0000 0.011886
Barclays Ge25 Eur 15 Y 7,5 Notes 101,15 +0,00
Rbs Fb16 Royal 4% 100,60 +0,00
1 FRANCO SVIZZERO 0.68310 0.93030 0.61500 84.070 1.0000 Enel Tv 2010-2016 101,90 -0,02
EURIBOR - QUOTAZIONI (fixing 365) TITOLI DI STATO
EONIA EURIBOR 1M EURIBOR 5M EURIBOR 9M I più scambiati
Nome Ultimo prezzo Variazione
0.320 0.421 0.857 1.106
EURIBOR 1W EURIBOR 2M EURIBOR 6M EURIBOR 10M
0.349 0.522 0.969 1.146 Btp-1Ag21 3,75% 97,99 +0,16
EURIBOR 2W EURIBOR 3M EURIBOR 7M EURIBOR 11M Cct-1Mz17 Ind 98,12 +0,10
0.366 0.662 1.007 1.186 Cct-1St15 Ind 99,21 +0,05
EURIBOR 3W EURIBOR 4M EURIBOR 8M EURIBOR 1Y Btp-1Mz20 4,25% 102,81 +0,18
0.380 0.765 1.055 1.233 Btp-15Ap15 3% 101,21 +0,11
8 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Sezione

Chiesa
IL MESE DI MARZO SI CONCLUDERÀ CON LA VEGLIA DIOCESANA DI SABATO 27 A SANT’ANGELO LODIGIANO IN OCCASIONE DELLA GMG

Quei giovani protagonisti nella Chiesa


Il primo incontro martedì con la Fuci e poi altri appuntamenti
n Diverse iniziative in questo mese

Paullo, di marzo con protagonisti i giova­


ni, a livello diocesano, impegnati in
iniziative e eperienze ecclesiali. Ini­
ziative sono offerte rispettivamente
Operatori pastorale famiglia,
conclusa dalla Fuci, dall?azione Cattolica e
dall?Ufficio di pastorale giovanile. oggi l’incontro in Seminario
la visita n SARANNO MATRICOLE
I giovani della Fuci di Lodi in col­
laborazione con il Msac (Movi­
LODI Appuntamento oggi alle 15 (e fi­
no alle 17,15) nel Seminario di Lodi
con i coniugi lodigiani Cristina Casi­
glie: fare fiorire l’amore per gli altri
nelle azioni piccole e umili di ogni
giornata; dedicarsi – sole o associate

pastorale mento studenti dell’Azione cattoli­


ca) promuove un grande “evento”
rivolto ai ragazzi delle classi IV e
V di tutti gli istituti di scuola se­
roli e Stefano Joli.
Si tratta di un momento di riflessio­
ne che si rivolge soprattutto, ma non
solo, alle coppie dei referenti della
– a “molteplici opere di servizio so­
ciale”, specialmente a vantaggio dei
poveri, di coloro che l’organizzazio­
ne previdenziale e assistenziale delle
+GIUSEPPE MERISI condaria superiore delle province pastorale familiare nelle parrocchie, pubbliche autorità non riesce a rag­
di Lodi e Piacenza. L’evento è in agli animatori e ai responsabili dei giungere».

S
i è con­ programma il prossimo martedì 9 gruppi familiari e comunque agli «Si tratta di vivere – precisano i co­
clusa marzo. la serata si aprirà alle ore operatori che si occupano delle fami­ niugi di Lodi – le opere di misericor­
mercole­ 20.45 alla Casa della Gioventù di glie. La famiglia, infatti, è al tempo dia corporale e spirituale, mediante
dì 3 mar­ Lodi (viale Rimembranze 10) con stesso soggetto ecclesiale e sociale; è “la scelta preferenziale dei poveri” e
un primo momento di confronto ­ ambito privilegiato in cui la Chiesa e le azioni di volontariato». La fami­
zo la Visita
animato da brevi interviste ­ circa la società si incontrano, si esprimo­ glia chiamata, per esempio, a prati­
pastorale nel alcune delle questioni più signifi­ Immagine di archivio di giovani impegnati in una attività di un gruppo ecclesiale no e si realizzano. L’una e l’altra, in care l’ospitalità (accoglienza del fra­
vicariato di cative sull’orientamento alle scel­ famiglia e attraverso la famiglia, tello bisognoso, attenzione ai bisogni
Paullo con te della vita universitaria. Questi tiere spirituale per i giovani, se­ ranno gli esercizi spirituali per possono crescere e svilupparsi insie­ dei fratelli, impegno per assicurare
l’incontro gli indirizzi internet a cui riferirsi gue una cena con tranci di pizze. giovani e 18enni. Informazione me. ad ogni famiglia una casa….). Inol­
con i preti e per domande e informazioni sul­ presso l’Upg e l’Azione cattolica. «Animata dal comandamento del­ tre: animare la promozione umana.
poi con i l’evento: http://lodi.fuci.net fuci­ n FORUM REGIONALE l’amore, la famiglia cristiana ­ ci an­ Essa è «il principale servizio che gli
Consigli Pa­ lodi@gmail.com. L’incontro è Un forum in preparazione alla set­ n VEGLIA DIOCESANA A SANT’ANGELO ticipano i coniugi Joli citando il Pa­ sposi cristiani sono chiamati a com­
storali par­ aperto a tutti ed è da consigliare a timana sociale dei cattolici italia­ Sabato 27 marzo alle 21 la veglia pa ­“vive l’accoglienza, il rispetto, il piere nell’ambito della società civi­
tutti gli studenti del territorio. ni: la sede del Forum è il Chiostro diocesana per i giovani che que­ servizio verso ogni uomo, considera­ le». Si tratta di vivere un’esperienza
rocchiali. di San Barnaba a Mantova. st’anno sarà promossa a Sant’An­ to sempre nella sua dignità di perso­ quotidiana di autentico amore co­
Il Vescovo, n LA TENDA: CANTIERE SPIRITUALE gelo Lodigiano (in basilica), vigi­ na e di figlio di Dio. «Si delineano ­ niugale e famigliare e testimoniare i
con la Curia Sabato 13 marzo alla Casa della n ESERCIZI SPIRITUALI lia della Giornata mondiale per la sottolineano i coniugi Joli ­ esigenti valori dell’incontro interpersonale e
e la Segreteria, ha ringrazia­ Gioventù dalle 19 alla 21,30 un can­ Da venerdì 19 a domenica 21 ci sa­ gioventù (Gmg). prospettive di impegno per le fami­ del dono gratuito di se stesso.
to il Vicario foraneo, i preti,
le religiose e tutti i collabora­
tori laici, dando appunta­
mento all’11 maggio per la
consegna dei Decreti attuati­
vi.
INIZIATIVA PROPOSTA LUNEDÌ 8 MARZO AL TEATRO “SAN FRANCESCO” L’agenda
L’occasione ha consentito di
risottolineare le priorità del­
la Visita pastorale, sia quelle
indicate dal Papa ai Vescovi
lombardi, sia quelle emerse
Il Meic incontra Davigo, del vescovo
n Domenica 7 marzo alla Muzza di
dalla verifica delle situazio­
ni parrocchiali (Pastorale
giovanile e Oratorio, fami­
glia, vocazioni, carità, pre­
un giudice in prima linea Cornegliano laudense alle ore 11 il
vescovo di Lodi monsignor Giusep­
pe Merisi celebra la santa Messa.
LODI Un nuovo importante incontro del Successivamente è divenuto consiglie­ n Lunedì 8 marzo a Bergamo par­
ghiera....). Il tutto in un con­ Movimento ecclesiale di impegno cul­ re della Corte d’appello di Milano. tecipa all’incontro delle delegazioni
testo di comunità che ha reso turale (Meic). L’appuntamento è per lu­ Ora ricopre il ruolo di giudice alla Cor­ delle Caritas lombarde.
facile il richiamo alla cen­ nedì 8 marzo, alle ore 21, presso il Tea­ te Suprema di Cassazione.
tralità dell’Eucaristia e alla tro del collegio San Francesco, a Lodi La storia personale, il percorso profes­ n Giovedì 11 marzo nella chiesa
necessità di un progetto pa­ in via San Francesco 21, nell’ambito del sionale al servizio dello Stato, la capaci­ dell’Ausiliatrice a Lodi in mattinata
storale parrocchiale, sempli­ ciclo “Idee per il futuro”. Ospite del no­ tà di analisi lucida e profonda, la dote partecipa al ritiro del clero.
to Movimento ecclesiale che opera nel di saper esporre in modo chiaro, spesso ­
ce ed effettivo, che ogni Con­ Lodigiano e relatore della serata sarà il con battute fulminanti, idee e opinioni
siglio pastorale deve elabora­ n A Quartiano presso il Centro
magistrato Piercamillo Davigo, attual­ mai scontate, in un dibattito spesso ca­ M’Interessi alle ore 17.30 intervie­
re ed attuare sotto la guida e mente giudice presso la Corte Suprema ratterizzato da slogan o da un linguag­ n e a l C o nv e g n o p a s t o r a l e
la responsabilità del parro­ di Cassazione. gio “per addetti ai lavori”, fanno del “Com.union”.
co, e che sia in grado di favo­ Davigo, nato a Candia Lomellina 59 an­ giudice Davigo un interlocutore privi­
rire e sollecitare partecipa­ ni fa, dopo gli studi universitari a Ge­ legiato di una realtà come il Meic, che n Venerdì 12 marzo a Milano in
zione, comunione, e testimo­ nova è entrato in Magistratura nel «intende esercitare un ruolo di stimolo mattinata interviene al Convegno
nianza missionaria. 1978. Ha iniziato la sua carriera come alla riflessione e all’elaborazione cultu­ “Cancellare la povertà. Una sfida
giudice presso il tribunale di Vigevano; rale nel territorio lodigiano. per l’Europa” organizzato dalla Cari­
Positivi anche gli incontri poi dal 1981 è divenuto sostituto procu­ «Il tema dell’incontro, “Il posto delle re­ gli ultimi anni da Piercamillo Davigo, Qui sopra Pier
vicariali con la presenza dei tas ambrosiana.
ratore della Repubblica presso il tribu­ gole ­ Giustizia, legalità e coesione so­ La giubba del re (intervista a cura di Camillo Davigo,
Responsabili diocesani di nale di Milano, dove si è occupato pre­ ciale: prospettive per il futuro dell’Ita­ Davide Pinardi) e La corruzione in Ita­ noto giudice n RITIRO SPIRITUALE DEI PRETI
ogni settore pastorale. valentemente di reati finanziari, socie­ lia”, ci aiuterà ­ spiega il presidente del lia (con Grazia Mannozzi). di Cassazione, in Giovedì 11 marzo dalle 9,30 ci sa­
Con l’augurio, infine, che la tari e contro la pubblica amministra­ Meic di Lodi Paolo Daccò ­ ad entrare Come ormai è consuetudine, chi non una immagine rà, come da programma di inizio an­
Pastorale d’insieme (Vicaria­ zione. nel vivo di molte delle questioni oggi potrà intervenire personalmente all’in­ d’archivio no inviato a tutti i sacerdoti della
to e Unità pastorali), possa In questo contesto ha fatto parte del po­ centrali per interpretare la stagione contro potrà seguire la serata in diretta durante un diocesi di Lodi, il ritiro spirituale per
ol “Mani pulite”, insieme ai colleghi che il nostro Paese sta attraversando, e sulle frequenze di Radio Lodi (Fm convegno che si i preti nella chiesa dell’Ausiliatrice
venire potenziata, anche in
Antonio Di Pietro, Gerardo D’Ambro­ ci consentirà di spingerci ad immagi­ 88.850 ­ 89.000 ­ 100.500) e sul sito è svolto a Lodi, in viale Rimembranze a Lodi. Predi­
vista del futuro Consiglio sio, Francesco Saverio Borrelli, Ilda narne gli scenari futuri». www.radiolodi.it, sul quale sarà poi re­ promosso
pastorale vicariale. cherà monsignor Saverio Xeres, sa­
Boccassini, Gherardo Colombo, Ar­ Presso la sede dell’incontro sarà possi­ sa disponibile la registrazione audio. da avvocati cerdote della diocesi di Como.
vescovo di Lodi* mando Spataro. bile acquistare i volumi pubblicati ne­ Giacinto Bosoni e magistrati

T I V
erremoti, alluvioni, catastro­ L A N G E L O D E L L A D O M E N I C A di poter vedere finalmente qualche
fi naturali anche in questi frutto di bontà. Non è difficile vede­
giorni hanno portato morte e re in tutto ciò l’opera di Cristo. Egli
distruzione nel mondo. La
domanda è sempre la stessa: ma
Dio, se c’è, dov’era? Perché accado­
L’ostinazione di chi non accoglie il perdono di Dio ci pota con la sua parola, ci ali­
menta con il suo amore, ci rinvigo­
risce con il suo Spirito e domanda
no queste cose? Perché Dio permet­ al Padre di pazientare ancora con
te che bambini innocenti, popoli don Enzo Raimondi noi oltre ogni ragionevole misura.
poveri ed inermi subiscano trage­ Non dobbiamo però usare della
die come queste? Probabilmente sfatto, bensì un padre misericor­ rare come spesso succede ancora tà. Essa non deve andare sprecata, cocente quando, venendo a noi, bontà di Dio per continuare a
con questo interrogativo irrisolto dioso che non gode della morte del oggi davanti alle tragedie da cui è perché realmente la mercede del Egli trova solo fogliame che, come sfruttare i suoi doni di Grazia sen­
che turba il cuore dell’uomo viene peccatore, ma desidera piuttosto afflitta l’umanità. La precarietà peccato è la morte. Ciò che dobbia­ tutti ricordiamo, servì solo a copri­ za che essi portino frutto in noi.
riferito a Gesù di un gruppo di ga­ che si converta e viva. Né quei gali­ della nostra vita, la sua fragilità e mo temere non è la cattiva sorte o re la vergogna del peccato. La deci­ “…Se no lo taglierai”: quest’espres­
lilei sovversivi, il cui sangue Pilato lei che Pilato uccise presso il Tem­ inconsistenza, paragonabile ad un gli strali di un Dio che lancia ful­ sione più logica è quella di abbatte­ sione posta a conclusione della pa­
fece scorrere con quello delle loro pio erano peggiori degli altri gali­ soffio o al fiore del campo che nasce mini sopra i suoi nemici, bensì re quel fico sterile. Tre anni gli so­ rabola è un ulteriore invito a pren­
offerte sacrificali. Sullo sfondo vi è lei per aver meritato quella sorte, al mattino e appassisce già alla se­ quella ostinazione che ci impedisce no già stati concessi, il padrone ha dere sul serio il nostro proposito di
la convinzione che Dio punisce i né coloro su cui rovinò la torre di ra, dovrebbe indurci a far tacere la di accogliere l’amore di Cristo che già pazientato fin troppo e l’ordine conversione perché ne va della no­
cattivi, coloro che gli disobbedisco­ Siloe erano più peccatori degli al­ nostra superbia, radice di ogni pec­ ci perdona e ci salva. Con la para­ ora è quello di estirpare quella stra vita. Grazie a Gesù, Dio ci con­
no, già a partire da questo mondo. tri per meritare d’essere stati sepol­ cato, per riconoscere il Signore co­ bola del fico Gesù ci invita a ricon­ pianta senza frutto affinché non cede ancora del tempo così che, aiu­
Se è successa a quei tali una tale di­ ti sotto cumuli di macerie. Inciden­ me l’Unico. Non ci è dato di na­ siderare il volto di Dio e nello stes­ continui a sfruttare il terreno. Il vi­ tati dalle sue cure, noi abbando­
sgrazia significa che se la merita­ ti, catastrofi, uccisioni avvengono scondere le nostre colpe dietro a so tempo a non sprecare il tempo gnaiolo però, che per conto del pa­ niamo ciò che rende sterili le nostre
vano per i loro peccati. Gesù non più a causa della negligenza e del­ quelle altrui. Se dovessimo pensare che ci è dato per decidere di che fare drone coltiva quella vigna in mez­ esistenze per vivere della sua Paro­
accetta per nulla questa interpreta­ la cattiveria umana che non per il ai meriti e ai demeriti e ad un Dio di noi stessi e della nostra vita. zo alla quale è cresciuto il fico, in­ la e potergli offrire quei frutti squi­
zione. L’occasione è propizia per disinteresse o la vendetta di Dio. che punisce chi sbaglia, tutti sa­ Quest’albero nobile dai frutti squi­ tercede affinché gli sia concessa an­ siti che si attende da noi. Se resiste­
annunciare che il Dio vivo e vero è Resta però vera una cosa: se non ci remmo dovuti perire sotto quella siti non rappresenta solo Israele, cora una possibilità. Lui per primo remo anche al perdono e alla sal­
diverso da come gli uomini se lo convertiamo, periremo tutti allo torre, tutti avremmo meritato d’es­ ma ciascuno di noi: piantati da si impegnerà a prendersene cura vezza che il Figlio ci dona, se conti­
immaginano. Egli non è un giudi­ stesso modo. Gesù legge in questi sere uccisi da Pilato. Se siamo an­ Dio, Egli si aspetta che dall’ascolto con maggiore impegno, proverà a nueremo a scegliere di apparire
ce arcigno ed inflessibile pronto a fatti di cronaca un monito, che non cora vivi è solo perché Dio ci conce­ della sua Parola si producano zappagli intorno alle radici e a piuttosto che essere, la fine che ci
far pagare all’uomo ogni suo mi­ possiamo ancora una volta trascu­ de tempo, ci offre un’altra possibili­ frutti buoni in noi. La delusione è mettere il concime, nella speranza siamo scelti da soli è già segnata.
SABATO 6 MARZO 2010 9
il Cittadino
Chiesa
BENEDETTO XVI: «SONO SICURO CHE NON VERRÀ A MANCARE LA SOLIDARIETÀ DI TANTI, IN PARTICOLARE DELLE ORGANIZZAZIONI ECCLESIALI»

Caritas, una mano tesa anche per il Cile


Dopo il terremoto l’appello per un aiuto concreto alla popolazione
n «Sono sicuro che non verrà a man­
care la solidarietà di tanti, in parti­
colare delle organizzazioni ecclesia­ DIVERSI GLI APPUNTAMENTI E ILLUSTRI OSPITI ACCOLTI IN PARROCCHIA
li». Con queste parole Benedetto XVI
ha sollecitato l’impegno della Chiesa
dopo il violento terremoto che saba­
to 27 febbraio ha colpito il Cile. Solo
un mese e mezzo prima, sempre in
Il vescovo Bettazzi e padre Gheddo
il 14 e il 21 marzo a San Gualtero
America Latina, un altro sisma ad
Haiti ha causato vittime e danni
enormi.
In contatto – sia pure tra comprensi­
bili difficoltà di comunicazione – con n La parrocchia di San Gualtero in e ben riuscita. Alle 10.30 Santa Messa con rito del­
la Caritas Cile e in collegamento co­ Lodi organizza, per il tempo forte di Anche i bambini l’unzione dei malati; alle ore 15 in­
stante con l’intera rete Caritas, Cari­ Quaresima, una settimana di predi­ e i ragazzi della contro per i ragazzi: “don Cesare Bi­
tas Italiana ­ che da anni sostiene la cazione straordinaria, sul tema del­ catechesi parroc­ sognin, sacerdote per pochi giorni”;
Chiesa locale ­ ha subito lanciato un l’anno sacerdotale. chiale avranno sempre alle ore 15 incontro per ado­
appello per poter contribuire quanto Dopo avere invitato due sacerdoti due momenti di lescenti, giovani e adulti sul tema:
prima alla realizzazione di un piano impegnati “in prima linea”, don Gi­ incontro sempre “Cristo, sommo ed eterno sacerdo­
d’emergenza e a messo a disposizio­ no Rigoldi, cappellano del carcere sul tema dell’an­ te. Sacerdozio partecipato ad alcuni
ne 100mila euro per i bisogni imme­ minorile “Beccaria” di Milano, e no sacerdotale, eletti. Teologia­pastorale­spirituali­
diati. La presidenza della Conferen­ don Aniello Manganiello, parroco attraverso la co­ tà”, relatore monsignor Luigi Bet­
za episcopale italiana ha stanziato di Scampia, ora è la volta di altri noscenza delle fi­ tazzi, vescovo emerito di Ivrea. Ve­
un milione di euro invitando le co­ due figure sacerdotali di rilievo e di gure luminose di monsignor Bettazzi nerdì 19 marzo alle 16.30 Santa Mes­
munità ecclesiali a pregare per colo­ fama: il vescovo monsignor Luigi sacerdoti: don sa per anziani con omelia. Il tema:
ro che sono stati colpiti dal tragico Bettazzi, uno dei pochi vescovi vi­ Cesare Bisognin, sacerdote di Tori­ “Sacerdozio ministeriale e sacerdo­
evento e a sostenere le iniziative di venti che hanno partecipato al Con­ no, ordinato a soli 19 anni e morto zio comune. Teologia, pastorale,
solidarietà promosse dalla Caritas cilio Vaticano II, e padre Gheddo, pochi giorni dopo l’ordinazione, e spiritualità”, relatore: monsignor
italiana con l’obiettivo di alleviare le notissimo missionario del Pime, no­ San Damiano de Veuster, l’Apostolo Giuseppe Cipelli, rettore del tempio
sofferenze di quella popolazione. to anche per i suoi innumerevoli dei lebbrosi sull’isola di Molokai. dell’Incoronata. Alle 20.45 adorazio­
Una raccolta di alimenti non deperi­ scritti e gli interventi in televisione, Durante la Quaresima, sempre nel ne Eucaristica per adolescenti, gio­
bili e denaro è stata promossa dalla che parleranno rispettivamente do­ contesto dell’anno sacerdotale, nel­ vani e adulti. Il tema: “Sacerdozio
Caritas a nome di tutti i vescovi del menica 14 e 21 marzo, alle ore 15, nel la predicazione delle 5 domeniche i ministeriale e sacerdozio comune“,
Cile. I centri Caritas sono stati mobi­ salone dell’Oratorio di San Gualte­ sacerdoti della Parrocchia illustra­ relatore monsignor Cipelli.
litati con il sostegno delle parroc­ Uomini sul tetto di una casa distrutta dal terremoto a Capitan Pastena, in Cile ro. Venerdì 19 marzo, al pomeriggio no le varie parti della Messa, dopo Domenica 21 marzo alle 15 incontro
chie. Le comunità cilene sono state e alla sera, sarà la volta di monsi­ una introduzione sul rapporto tra per i ragazzi: “Padre Damiano di
invitate a consegnare alimenti non Bío Bío che sono le più colpite. ro 347013 specificando nella causale: gnor Giuseppe Cipelli, rettore del­ Sacerdozio ed Eucaristia: riti di in­ Molokai, apostolo dei lebbrosi”;
deperibili ­ farina, riso, pasta, latte La situazione resta comunque com­ “Emergenza terremoto Cile”. Sul si­ l’Incoronata, già invitato e apprez­ troduzione, liturgia della Parola, li­ sempre alle 15 incontro per adole­
in polvere, olio ­ nelle parrocchie e plessa e problematica. In tutte le zo­ to della Caritas si possono trovare zato in parrocchia l’anno scorso, turgia Eucaristica, riti di conclusio­ scenti, giovani e adulti sul tema: “I
negli altri centri di raccolta attivati ne colpite è in corso una valutazione anche i riferimenti per i bonifici sempre durante la Quaresima. Que­ ne. miei genitori, ora Servi di Dio, nella
nelle 5 arcidiocesi e nelle 18 diocesi dei bisogni e delle situazioni più ur­ bancari. Oppure si può contribuire sti incontri sono destinati a tutti i mia vocazione sacerdotale – missio­
del Paese. I primi aiuti si stanno di­ genti. Per sostenere gli interventi si direttamente negli uffici Caritas in parrocchiani, adolescenti, giovani, n SETTIMANA DELLA PREDICAZIONE naria”, relatore padre Gheddo, mis­
stribuendo a 150mila famiglie con i possono inviare offerte a Caritas Ita­ via Cavour a Lodi. adulti ed anziani, secondo una for­ Domenica 14 marzo. ad ogni Santa sionario Pime, notissimo scrittore e
furgoni Caritas nelle zone di Maule e liana tramite conto corrente nume­ G. Bos. mula sperimentata ormai più volte Messa “apertura della settimana”. giornalista.

«C’È DENTRO CIASCUNO QUEL PROCESSO DI MATURAZIONE VERSO LA FORMA PIENA, A CUI CI CHIAMA LA PEDAGOGIA DEL SIGNORE»
I ragazzi
«Il beato don Gnocchi, un grande educatore» della stazione:
una sfida
Riflessione di monsignor Passerini nella Messa celebrata a San Colombano da raccogliere
n Con un concerto d’organo, of­ che lo circondava. Pur avendo n “Picchiato dal branco in stazio­
ferto dalla Banca Centropada­ conosciuto l’uomo anche nelle ne”. È il titolo della prima pagina
na, si è conclusa domenica sera sue manifestazioni più buie dell’edizione di giovedì 4 marzo sul
una settimana di appuntamenti “completamente spogliato da Cittadino di Lodi che ha fatto riflette­
a San Colombano al Lambro, ogni ritegno e convenzione, in re gli operatori del Consultorio Cen­
per ricordare l’anniversario del­ totale balia degli istinti più ele­ tro per la famiglia. Un fatto, va detto,
la morte del Beato don Carlo mentari”, pur avendo incontra­ che però non è isolato nella nostra
Gnocchi. Il Papa ha concesso che to l’umanità dolente dalle mem­ società dove capita che ragazzi siano
la memoria liturgica del novello bra dilaniate per le conseguen­ tra i protagonisti di fatti di violenza.
Beato fosse fissata il 25 ottobre, ze della guerra o l’umanità in­ Cosa succede ai ragazzi? Questa è la
giorno della sua nascita e non il nocente provata da gravi disabi­ domanda da porsi con sempre maggio­
giorno della sua nascita al cielo, lità fisiche o psichiche, o dalla re serietà, pur senza drammatizzare
per evitare che sia celebrata in mancanza di famiglia, egli non ed estendere oltre misura situazioni di
tono minore visto il periodo qua­ ha perso di vista la grandezza, disagio e degrado. È interessante
resimale entro il quale essa di so­ lo splendore a cui ogni essere ascoltare i commenti delle persone di
lito cade. umano è destinato dal disegno Lodi alla notizia: colpa della tv, della
Ma il 28 ottobre non può non es­ di Dio e soprattutto non ha mai scuola, dei genitori, della politica e na­
sere ricordata la santa morte del dimenticato il Cristo trasfigura­ turalmente di internet… C’è un po’ di
sacerdote don Carlo e l’estremo to, monito per chi rischia di per­ tutto. C’è anche tanta passione e inte­
gesto di donazione delle sue cor­ dere la fiducia nella grandezza resse insieme però allo sgomento e alla
nee a due bambini, gesto che fece della condizione umana. Cristo sostanziale resa di fronte a fenomeni
scalpore perché non consentito rende possibile a tutti raggiun­ che sembrano non avere soluzione. Ep­
dalla legge ma che aprì una nuo­ gere la forma piena della condi­ pure qualcosa si deve poter fare. Anzi­
va stagione, quella dei trapianti, zione umana, perché Cristo non tutto continuare a considerare i ragaz­
in un Paese che ancora non si in­ solo si è identificato con ogni zi e i più piccoli in generale come credi­
terrogava sull’importanza della uomo, ma si è unito in certo mo­ tori dell’impegno degli adulti. Svilup­
donazione degli organi. Così ha do ad ogni uomo. Con questa in­ pando, si passi l’esempio, una genito­
ricordato il parroco don Mario tuizione sulla grandezza a cui rialità allargata. Nel senso di avverti­
Cipelli all’inizio della Santa ogni uomo è destinato e che re tutti nei loro confronti una piena re­
Messa solenne presieduta dal Vi­ brilla nel Cristo trasfigurato, sponsabilità. La famiglia e la scuola,
cario generale della diocesi mon­ don Carlo ha dedicato la sua vi­ Una foto d’archivio della beatificazione di don Gnocchi in piazza duomo a Milano nel mese di ottobre dell’anno scorso agenzie educative tradizionali, come
signor Iginio Passerini. ta agli altri perché non sprecas­ peraltro anche la parrocchia, sono so­
La celebrazione liturgica è stato sero la possibilità loro offerta di gura riflette l’esperienza della la grandezza che è inscritta nel dentro c’è anche il Maestro inte­ stanzialmente spiazzate nel contesto
il momento culminante di una conseguire un traguardo così trasfigurazione. Siamo destina­ suo Dna. Lo splendore del Cri­ riore con la sua grazia. contemporaneo dove informazioni, va­
settimana che aveva visto radu­ alto e non si perdessero d’animo ti a una forma superiore; vivia­ sto trasfigurato è solo un cam­ Al cui servizio si sentiva don lori, riferimenti e modelli di comporta­
nati gli iscritti della locale asso­ in questa impresa. È proprio il mo un processo di maturazione biamento di forma, ma i disce­ Carlo anche nella sua opera mento giungono da più parti e sono
ciazione dell’Aido, intitolata a bene troppo grande in gioco a verso un compimento. Ma biso­ poli sono invitati a riconoscere educativa: “È tempo di comin­ proposti in modo estremamente veloce,
don Gnocchi, per l’annuale As­ spingere don Carlo a condivide­ gna riconoscere dentro di noi e nel Gesù ordinario tutta la so­ ciare ad attingere al Maestro in­ non mediato, senza filtri. Se la tenta­
semblea e la celebrazione di un re le proprie energie in un ser­ dentro ogni uomo questa poten­ stanza di quello splendore. Sa­ teriore e farsi scolari di questa zione, da parte di ciascuna agenzia, e
Convegno promosso dal centro vizio d’amore in nome di Cristo. zialità: essere fatti per una qua­ per riconoscere la grandezza di cattedra di verità e di consola­ degli adulti in generale, è quella di la­
pastorale San Francesco, dove Leggiamo in una testimonian­ lità di vita superiore. C’è chi ciascuno e lavorare con delica­ zione che Dio ha eretto dentro sciar cadere le braccia – “Non ce la fac­
hanno sede le varie realtà carita­ za: “Quante vite ha strappato a parla addirittura di un processo tezza per ridarle la dignità e lo di noi. Se sarai fedele a questa ciamo” – l’occasione è invece quella di
tive della parrocchia, sul tema gesti insensati, portando nella di divinizzazione in atto. Qui ri­ splendore che le spetta è stata scuola metterai solide basi, per rilanciare e cercare alleanze, mettersi
della disabilità che ha visto come loro disperazione la Parola di conosciamo tutto l’apporto di l’arte di don Carlo Gnocchi nel la vita, al tuo cristianesimo” insieme dando corpo a reale e condivi­
relatrice Elena Corbella, respon­ Dio, quanti uomini ha aiutato a don Carlo al campo della educa­ suo ministero di educatore. Si­ (lettera a Angela Maria Alfieri, sa responsabilità educativa. Questa è
sabile della riabilitazione terri­ venir fuori dalla sacca del Don e zione. Egli parla di “restaura­ gnificative le parole che descri­ 18 settembre 1944 in Don Carlo una vera emergenza contemporanea.
toriale della fondazione “Don non solo materialmente, ma in­ zione della persona umana”. vono la sua differenza dalla li­ Gnocchi, Dio è tutto qui, Milano Ci sono tante volte famiglie chiuse,
Carlo Gnocchi”. tervenendo sulla loro depressio­ Già l’espressione dice che rico­ nea pedagogica di padre Gemel­ 2005, pagine 345). spesso isolate dalle molteplici e concre­
Riportiamo l’ultima parte del­ ne. ... Don Carlo fa tutt’uno con i nosce dentro l’uomo una sua de­ li: “Tra me e padre Gemelli non Condivisione e educazione: due te difficoltà di ogni genere che incon­
l’omelia tenuta dal vicario gene­ patimenti altrui, sprona, incita, stinazione e la riscopre o ne re­ ci si poteva intendere. Lui, Ge­ campi della testimonianza del trano tutti i giorni. Famiglie dove è già
rale monsignor Iginio Passerini sorregge, conforta, superando staura le potenzialità perché la melli intendeva l’educazione co­ beato don Carlo Gnocchi. Ci difficile “fare alleanza” all’interno, a
ogni afflizione. ... È dunque que­ persona umana possa svilup­ me mettere dentro qualcosa, io provocano a “fare” la verità. Un partire dai genitori tra loro. E dove
* * * sta l’esperienza determinante parsi e raggiungere lo scopo per la intendo come estrarre qual­ passo che a lui piaceva: “Chi fa non di rado, e come richiede l’età, i ra­
...Nel mistero della trasfigura­ per mettere in pratica l’impe­ cui è stata fatta. Ciò significa cosa”. E rivelatrice anche que­ la verità viene alla luce” (Gv gazzini e le ragazzine vivono un mon­
zione colgo due aspetti della te­ gno di realizzare grandi opere aver fiducia nell’uomo, in ogni sta autodescrizione: “Se devo 3,21). Cristo viene alla luce della do proprio, talvolta del tutto sconosciu­
stimonianza del beato don Carlo attraverso cui arrecare conforto uomo, come portatore di risorse aggiungere qualcosa di mio, di­ trasfigurazione perché è opera­ to agli adulti. Famiglia e scuola, par­
Gnocchi. ai bisognosi. sufficienti per essere degno del­ rei così: sono innamorato del tore della verità. rocchia, associazioni: sul territorio bi­
Ora lui è partecipe della forma Nell’Alpino morente, come pure la sua grandezza e diventare so­ mistero di ogni persona umana Don Carlo Gnocchi è nella luce sogna fare comunità. Occorre rispon­
definitiva, ultima, gloriosa del­ nel suo orfano e nel più piccolo, migliante a Dio. Certo con la e della sua libertà” (G. Barbare­ della vita gloriosa, di definitivo dere così al progressivo degrado del
la sua figura; anch’egli è piena­ nel più sfortunato e malato, ve­ grazia di Dio, come testimonia schi, refazione al volume di G. splendore perché ha fatto la ve­ tessuto di relazioni che accomuna la
mente trasfigurato. de Cristo e con lo stesso amore è il ministero del prete accanto Rumi – E. Bressan, Don Carlo rità e non semplicemente per­ nostra società, dove ciascuno tende a
Ha raggiunto la misura piena stato, è e sarà pronto a curarlo e all’uomo; certo con il dispiega­ Gnocchi, Milano 2002, p.3­4). ché l’ha detta, pensata, immagi­ fare per sé. È un passo necessario, per
della sua personalità in comu­ a provvedere per lui” (Relazio­ mento di tutto l’impegno educa­ C’è dentro ciascuno quanto ba­ nata. Una santità attiva la sua, ricordare poi che ne servono certamen­
nione con la vita di Dio. Perché ne di Fratel Alfredo, in R. Par­ tivo che comporta l’accompa­ sta per quel processo di trasfi­ una vita da protagonista. te anche altri, per costruire un futuro
nella sua vita terrena non si è li­ meggiani, Ho conosciuto don gnamento di una maturazione. gurazione, di maturazione ver­ Aiuti anche noi ad essere opera­ migliore del quale non vogliamo fare a
mitato ad uno sguardo esterio­ Gnocchi, 2000, 45). Ma con la fiducia di fondo nella so la forma piena, a cui ci chia­ tori di verità, per venire alla lu­ meno.
re, superficiale sull’umanità Ma un altro aspetto della sua fi­ persona, chiunque essa sia, per ma la pedagogia del Signore. E ce della nostra trasfigurazione. Giacinto Bosoni
10 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Chiesa
DON BRUSATI: «RIFLETTIAMO SULL’ATTUALITÀ DELL’IMPEGNO DELLA CHIESA A STARE DENTRO L’ALVEO DEI LINGUAGGI PER COMUNICARE IL VANGELO»

Convegno a Quartiano con 3 vescovi


Il progetto del Centro “M’Interessi” nel simposio di giovedì 11 marzo
QUARTIANO Ci saranno ben tre seguirà quella di monsignor
vescovi al “Conve gno Alberto Maria Careggio, vesco­ In breve
C o m . u n i o n ” d i Q u a r t i a n o, vo di Ventimiglia­San Remo,
giunto alla sua terza edizione. che con don Alessandro Gher­ IL 20 MARZO
Il simposio è programmato al si, responsabile della pastorale
Centro “M’Interessi” per gio­
vedì 11 marzo a Quartiano (ini­
giovanile della stessa diocesi,
illustrerà Jubilmusic, uno dei
Divorziati e risposati:
zio alle 17,30 e fino alle 20,30 ­
segue cena gratuita a tutti i
più importanti Festival mon­
diali della musica di ispirazio­
incontro a Casa Betania
presenti). Interverranno il ve­ ne cristiana. Il vescovo di Lodi Sabato 20 marzo continua il percor­
scovo di Lodi Giuseppe Merisi, Giuseppe Merisi porterà il suo so spirituale e formatico per persone
monsignor Domenico Sigalini, saluto e introdurrà i lavori del­ separate, divorziate e/o risposate.
vescovo di Palestrina ed assi­ la serata. promosso dalla commissione dioce­
stente generale dell’Azione cat­ I n t e r ve r r a n n o a n c h e d o n sana dell’Ufficio famiglia. Alle ore
tolica italiana e monsignor Al­ Giampaolo Rossoni, presidente 15, dopo una breve introduzione, in­
berto Maria Careggio, vescovo “Odielle”, oratori delle diocesi terverrà Carla Mazzoleni, psicologa
di Ventimiglia­San Remo lombarde; don Emanuele Bru­ del Consultorio “Centro per la fami­
«Anche l’edizione di quest’an­ sati, direttore del “M’interes­ glia“ sul tema: “La crisi nella relazio­
no ­ ­ spie ga il direttore del si” e parroco di Quartiano e il ne di coppia”, seguirà il dibattito.
Centro “M’Interessi“ don Ema­ fratello Marco, direttore gene­ L’incontro che si terrà in via Martin
nuele Brusati ­ vuole riflettere rale di “Hope music”. Lutero a Lodi (Casa Betania) è libero
sull’attualità dell’impegno del­ Giacinto Bosoni a tutti.
la Chiesa a stare dentro l’alveo
dei linguaggi per comunicare n IL PROGETTO IN SINTESI ADDOLORATA DI LODI
il Vangelo, affinché questo sia Il Meeting progettuale
“performativo” e non solo “in­
formativo”, come dice il Papa
Com.union, partendo da do­
mande di stringente attualità,
Cammino penitenziale
nell’enciclica “Spe salvi”. E se
il Vangelo non si sconta, nel
si prefigge di analizzare espe­
rienze, percorsi ed orienta­
“sulle orme di Dante”
senso che o è oppure non è, menti finalizzati alla creazione Continua il cammino penitenziale
nemmeno però lo si può comu­ di un “sistema di comunicazio­ sulle orme di Dante nella parrocchia
nicare senza mediazioni: i lin­ ne della Fede” nei luoghi e nei dell’Addolorata (dopo il ponte a Lodi,
guaggi, appunto; linguaggi che tempi storicamente e tradizio­ salone dell’oratorio). I prossimi due
non sono solo parola, ma oggi nalmente “non formali”, come incontri il 12 marzo e il 19 marzo alle
anche e soprattutto le espres­ il “mondo della musica”, “In­ ore 21. Venerdì 12 marzo: colpa ed
sioni “non verbali”. In questa ternet”, il “tempo libero” del espiazione, il “Purgatorio“; venerdì
direzione siamo illuminati dal fine settimana e della notte, i 19: la beatitudine eterna, “il “Para­
cosiddetto miracolo delle lin­ grandi raduni giovanili; in sin­ diso”. Relatrice sarà Virginia Cisotti.
gue, autorevolmente testimo­ tonia con il Servizio Nazionale
niato in Atti al capitolo 2: il per la Pastorale Giovanile, con­ SANT’ALBERTO A LODI
Vangelo, quindi, necessita di sentire l’incontro e la sistemiz­
una “mediazione” af finché
possa essere compreso e vissu­
zazione delle strategie di co­
municazione della fede di alcu­
Incontri per genitori
to».
Il Centro M’interessi, nella lo­
ne iniziative già in essere sul
territorio italiano. Adolescenti e giovani (foto d’archivio) danzano in allegria all’interno del centro parrocchiale “M’Interessi” di Quartiano
che hanno i figli in cielo
gica pastorale dell’ “et­et” e Fanno parte Anche quest’anno a Lodi, nei locali
non dell’ “aut­aut”, si pone nel­ del pro getto: della parrocchia di Sant’Alberto a
l’ambito della missionarietà “Hope”, Lodi, si terranno gli incontri di rifles­
“oltre i luoghi comuni”, cer­ un’iniziativa sione per i genitori che hanno perso
cando di attuare, pur con tutti i
limiti che può avere una tale
esperienza umana, quanto in­
del Servizio
nazionale di
pastorale gio­
Un luogo aperto, attento un figlio. Le date saranno sabato 13,
20 e 27 marzo, alle ore 15 nel salo­
ne, sotto la chiesa parrocchiale. Ter­
rà la riflessione don Roberto Vignolo,
dicato dalal Chiesa. Al suo in­
terno, infatti, si attua uno spe­
cifico progetto di pastorale per
vanile. della
Cei, che dal
1998 si pre­oc­
all’incontro con l’altro, docente della Facoltà teologica del­
l’Italia Settentrionale e dei Seminari
il tempo libero, nella convin­ cupa di forma­ riuniti di Lodi, Crema, Cremona e Vi­
zione che anch’esso possa esse­
re un tempo di promo zione
re giovani ar­
tisti e profes­
“oltre i luoghi comuni” gevano. «Posti nel cuore della Qua­
resima ­ spiegano i genitori coinvolti
umana e di primo annuncio. sionisti nel nell’esperienza tragica di aver perso
Parallelamente l’iniziativa campo della music ­ Festival un figlio ­ questi appuntamenti costi­
“Hope”, promossa dal Servizio comunicazio­ Internazionale di tuiscono una concreta passibilità di
nazionale di pastorale giovani­ ne e della mu­ Christian Music riflettere sulle nostre irreparabili
l e , p a r t n e r d e l c o nv e g n o sica. (Rai Uno), a San­ perdite alla luce della Risurrezione
Com.Union, da dieci anni si de­ “M’interes­ remo; del Figlio di Dio, unica sorgente di
dica alla formazione ed all’edu­ si“, una pasto­ Un obiettivo tra­ speranza per tutti».
cazione dei giovani nel settore rale per il tem­ sversale del pro­
della musica, dello spettacolo e po libero, che getto è “tracciare LODI
della comunicazione. Attraver­ dal 1999 ha il futuro comune
so l’incontro con i coetanei,
un’èquipe di formatori, artisti
sperimentato
iniziative per
ai diversi proget­
ti, verificare le
San Bernardo, libri
e primari professionisti setto­
riali, i giovani che partecipano
l’agg re gazio­
n e g i ova n i l e
possibilità di
coinvolgimento di
in mostra fino al 20
ad “Hope” approfondiscono le con attenzione altre esperienze, Inizia oggi la mostra dei libri usati
conoscenze e sviluppano la cre­ al “tempo libe­ Da sinistra i vescovi di Lodi Giuseppe Merisi e di Palestrina Domenico Sigalini puntualizzando nella parrocchia di San Bernardo a
atività non in solitudine, ma ro” del fine ed evidenziando Lodi e rimane aperta fino a domenica
nella relazione con l’altro, settimana e della notte, consi­ ria specializzata nella produ­ la loro riconoscibilità per esse­ 20 marzo. La vendita, che ha uno
aprendosi così all’esperienza derato non soltanto come tem­ zione di eventi e grandi eventi r e p a r t e d e l s i s t e m a scopo benefico, si effettua nei locali
di fede. Durante il convegno di po della trasgressione, ma co­ ad elevata valenza etica e so­ “Com.union”, come la nonfor­ della parrocchia (all’interno dell’ora­
giovedì 11 marzo ci saranno le me tempo dello Spirito e dell’ ciale, aventi come target prefe­ malità dei luoghi e dei tempi, torio in via Piacenza 45) dove si po­
relazioni di monsignor Dome­ “incontro con l’altro”, anche renziale il mondo giovanile. l’attualità dei linguaggi, la so­ trà scegliere tra circa 10mila libri di
nico Sigalini, vescovo di Pale­ tramite la convivialità tipica Ha all’attivo: i principali even­ lida formazione cristiana degli generi letterari diversi. L’orario della
strina ed assistente generale della cultura italiana. ti delle ultime tre Gior nate operatori, le evidenti finalità mostra, aperta a tutti, è dalle 9 alle
dell’Azione cattolica italiana; “Omnibus”, struttura societa­ Mondiali della Gioventù; Jubil­ pastorali”. Don Brusati, direttore del “M’Interessi” 12 e dalle 14 alle 19.

UN INCONTRO DI FORMAZIONE NEL SEMINARIO DI LODI DON GRECCHI E IL SINDACO DI MONTANASO FERRARI LO HANNO RINGRAZIATO A NOME DELLA COMUNITÀ

La pastorale biblica, Una festa a Arcagna per don Tansini


il 13 c’è don Giavini Il sacerdote ha ricordato in questi giorni i 65 anni di Messa
n Sabat o 1 3 m a r z o a l e o re rà la sua esperienza e il suo im­ n Montanaso e Arcagna festeg­ naso Lombardo e Arcagna dal­ campanile, dell’organo, il ciclo
15.30, presso il Seminario ve­ pegno volto a favorire la cono­ giano don Ermanno Tansini, è le origini al XX secolo” hai det­ di decorazioni del 1981, la casa
scovile di via XX Settembre a scenza della Scrittura nella sacerdote da 65 anni. to “gabbe da una parte e moro­ par rocchiale, le feste del 26
Lodi, si terrà un incontro rivol­ chiesa milanese. Il 24 febbraio l’intera comunità ni da un’altra”. aprile in occasione del ritrova­
to a tutti coloro che nelle no­ In questi anni anche nella dio­ montanasina e soprattutto i re­ In paese però hai anche trova­ mento dell’immagine Maria­
stre Comunità sono in qualche cesi di lodi è cresciuto l’inte­ sidenti della frazione Arcagna to tanta gente ricca di fede e di na” ha proseguito il primo cit­
modo impegnati o interessati resse intorno alla Bibbia. si sono riuniti nel Santuario lo­ valori che ti ha voluto bene e ti tadino con emozione.
alla pastorale biblica. Molti adulti vi si appassionano cale per celebrare una Santa è vicina ancora oggi. Per la tua Tutto nel ricordo di un prete
Il riferimento è agli animatori ritrovando in essa un nutri­ Messa in onore del prete che ha comunità ti sei speso molto, disponibile che tutti apprezza­
dei gruppi di ascolto della Pa­ mento essenziale e sostanzioso detto “sì” al Signore ben ses­ eri sempre pronto a collabora­ no per la cordiale sensibilità ri­
rola, a coloro che propongono o per il proprio cammino spiri­ santacinque primavere fa. re con tutti per il bene di tut­ volta al paese, senza contare
seguono corsi biblici offerti tuale. L’amato don Tansini, che ha 88 ti». l’amore, la fede e la carità tra­
dalle parrocchie, a tutti coloro Tuttavia pare ancora grande anni ma non li dimostra, è sta­ In effetti don Tansini non ha smessi ai credenti.
che si dilettano nello studio e l’impegno che la Chiesa deve to accolto dal parroco don Ste­ mai disdegnato alcun tipo di la­ Ferrari in chiesa ha conclu­
nell’approfondimento della Sa­ affrontare per invitare tutti i fano Grecchi. Quest’ultimo lo voro o fatica:”Come non ricor­ so:«Arcagna e Montanaso oggi
cra Scrittura o che sono inte­ fedeli ad accostarsi alla mensa ha salutato con affetto a nome dare la tua disponibilità e espe­ ti portano nel cuore con l’amo­
ressati a promuoverne la lettu­ della Parola come ha suggerito di tutti i presenti e in ricordo rienza alla guida dello scuola­ re e l’affetto che si devono a
ra e la conoscenza, così che i te­ il Concilio Vaticano II. del suo ingresso ad Arcagna ri­ bus per 13 anni, nella gestione uno di noi. Tu hai sofferto e
sori della Bibbia siano con più L’auspicio per tutti è che anche salente al lontano 22 ottobre della mensa scolastica e nel­ gioito con i nostri nonni semi­
facilità e abbondanza aperti a questo appuntamento possa se­ 1962. l’organizzazione del doposcuo­ nando ciò che oggi noi possia­
tutti i fedeli. L’occasione è data gnare un investimento più de­ Anche il sindaco Luca Ferrari la ma anche come apicoltore. mo raccogliere. Ti auguriamo
dalla presenza di Giovanni terminante della nostra Dioce­ ha voluto riportare alla memo­ Indimenticabili le opere porta­ una lung a vita». Infine don
Giovini, biblista e responsabi­ si e delle singole Comunità ria quel sentito momento. «Ti è te avanti per il Santuario come Tansini ha ricevuto omaggi dai
le da diversi anni della pasto­ parrocchiali a favore di una pa­ sembrata una zona quasi ab­ la posa del pavimento, il nuovo cittadini, dalla parrocchia e
rale biblica della diocesi di Mi­ storale biblica. bandonata ­. ha detto il primo portone, la sostituzione dell’al­ dall’amministrazione che gli
lano. don Enzo Raimondi cittadino ­ tanto che in occasio­ tare in adeguamento alle dispo­ ha donato una maternità di Fe­
Volentieri si è reso disponibile vice direttore ne della tua testimonianza rila­ sizioni del Concilio Vaticano II, lice Vanelli.
ad un incontro in cui racconte­ dell’Ufficio catechistico Don Ermanno Tansini, 88 anni sciata per il libro libro “Monta­ il restauro della chiesa, del Paola Arensi
SABATO 6 MARZO 2010 11
il Cittadino
Sezione
12 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Sezione
SABATO 6 MARZO 2010 13
il Cittadino
Chiesa
VISITA PASTORALE n A PAULLO MERCOLEDÌ SERA LA SOLENNE CELEBRAZIONE CONCLUSIVA PRESIEDUTA DA MONSIGNOR GIUSEPPE MERISI

«Percorrete la strada della testimonianza»


La Messa del vescovo con i fedeli di tutti i consigli parrocchiali
n La visita pastorale presso le par­
rocchie del vicariato di Paullo si è
conclusa mercoledì con una Messa
presieduta dal vescovo di Lodi e con­
L’impegno del vicariato
celebrata da tutti i parroci del vaca­
riato. Accanto al pastore della chiesa
laudense monsignor Giuseppe Meri­
per chi è in difficoltà:
si, tra gli altri c’erano il vicario ge­
nerale della diocesi monsignor Igi­ al Centro di ascolto
nio Passerini e l’economo della dio­
cesi monsignor Luigi Rossi, ma an­
che il nuovo collaboratore di Migne­
accolte 622 persone
te don Stefano Concardi. Nella chie­ PAULLO La visita pastorale è cadu­
sa dei santi Quirico e Giulitta, piena ta in un periodo particolare, in
di fedeli, i fedeli hanno fatto il loro una situazione di crisi che ha
ingresso baciando l’altare. Il rito è colpito molte famiglie, ridotte
stato preceduto dall’intervento del spesso all’indigenza.
vicario foraneo monsignor Sandro Ed il vescovo monsignor Giusep­
Bozzarelli che ha paragonato la mes­ pe Merisi ha potuto raccogliere
sa ad un pontificale. Ed in effetti la questo messaggio di difficoltà
cerimonia è stata particolarmente dalla gente, ma anche dai sindaci
curata, con accompagnamenti musi­ di tutti i comuni visitati, da Co­
cali grazie alla partecipazione delle mazzo fino a Mulazzano, da Dre­ Il diacono Tava
corali di diverse parrocchie che han­ sano fino a Zelo, muovendoci da
no intonato canti conferendo solen­ un alto all’altro del vicariato di Paullo.
nità e bellezza artistica alla liturgia. La diocesi è in prima linea su questo argomento e
Ovviamente principale in questa oc­ ha risposto con il fondo diocesano. Questo argo­
casione è stata l’omelia del vescovo, mento, come della carità, della missionarietà, è
che ha voluto ringraziare tutti, salu­ stato affrontato anche durante gli incontri vica­
tando i diaconi, le suore e i preti, i riali che si sono tenuti presso l’auditorium Pier­
consigli pastorali. Con l’augurio che Sopra e a destra due immagini della giorgo Frassati, ai quali hanno partecipato anche
da questo incontro possa derivare un celebrazione di mercoledì a Paullo gli operatori del mondo del volontariato e le varie
maggiore e rinnovato impegno verso a conclusione della visita pastorale parrocchie.
una vita cristiana. «Lo slancio per Il diacono permanente Aldo Tava ha consegnato
corrispondere alla chiamata del Si­ luogo che il vicario generale decide­ nelle mani del vescovo una relazione sulle attività
gnore e un’occasione ulteriore di rà. Sarà un’altra occasione di rifles­ del centro di ascolto Caritas di Paullo che ben fo­
ascolto della sua Parola», ha detto sione. Abbiamo parlato di scelta per­ tografa le difficoltà attuali. Sono 622 le persone
monsignor Merisi che ha voluto sonale di fede da rinnovare, in un che si sono rivolte al centro d’ascolto per i collo­
esprimere un caro ricordo in memo­ tempo di indifferenza, forse anche di qui, 195 per la prima volta l’anno passato.
ria di don Franco Simonetta, parro­ pigrizia. Due elementi voglio porta­ Per venire incontro alle esigenze delle famiglie
co di Mignete nel trigesimo dalla re alla vostra attenzione: la privatiz­ c’è una collaborazione per la fornitura alimentari
morte. zazione della fede (che non risponde con con la Croce rossa italiana, comitato provin­
L’attenzione di sposta poi al tempo di al senso cristiano autentico) e la pri­ ciale di Milano. È stata stipulata una convenzione
Quaresima, sottolineando le letture, vazione di Dio, come se il Signore per usufruire del servizio di distribuzione dei
che parlano della sofferenza e del sa­ non ci fosse. La strada da percorrere prodotti Agea a favore degli indigenti. «Purtrop­
crificio, del servizio in particolare non è questa, ma è quella della testi­ po seppur col flusso costante della merce – dice
inteso come vocazione all’evangeliz­ monianza. Dobbiamo farci latori di Tava ­, essa non è mai sufficiente. Nel 2009 abbia­
zazione. La spiritualità quaresimale una proposta convinta, perché nella mo ottenuto 848 chili di pasta, 865 chili di biscotti,
ben si concilia con i messaggi lancia­ libertà ognuno possa dire di sì al Si­ 110 di burro, 2052 litri di latte, 840 pezzi di formag­
ti con la visita pastorale. E su questo gnore per dare senso fondato e au­ gi, 675 pezzi di grana, 660 chili di zucchero, 50 chi­
aspetto si è soffermato il vescovo, tentico alla nostra esistenza. Ma non li di riso, 384 confezioni di confetture, 160 chili di
che ha evidenziato tre priorità: la possiamo testimoniare agli altri una farina, 100 chili di fette biscottate».
preghiera, la penitenza e la rinuncia, fede che noi non viviamo. Quindi Ogni venti giorni vengono distribuite le borse ali­
l’elemosina e la carità. «In questo fondiamola su solide basi». Va pro­ mentari: a Zelo ne sono state distribuite a 123 per­
contesto la Quaresima ci permette di mosso al contempo il cammino co­ sone, a 36 a Cervignano, 72 a Paullo, 84 a Mulazza­
ritrovarci nella visita pastorale – ha mune, tra unità pastorali e all’inter­ no, 39 a Merlino, 31 a Comazzo. Nelle borse sono
spiegato ­. Bisogna tradurre nel con­ no del vicariato, secondo il principio stati messi anche generi alimentari raccolti gra­
creto ciò che essa ha proposto. L’11 della sussidiarietà. Un lungo applau­ zie alle iniziative delle varie chiese. Al contempo
maggio ci sarà la consegna dei decre­ so ha accolto le parole del vescovo. sono stati promossi tanti altri servizi.
ti attuativi della visita pastorale, nel Emiliano Cuti E.C.

QUESTA MATTINA E IL 20 MARZO LA SCUOLA APRE ALLE FAMIGLIE PER LA PRESENTAZIONE NOVITÀ VIA WEB

San Francesco: apre il linguistico,


nuovo look per il liceo scientifico
n La scuola superiore italiana sta adulti educatori.
per cambiare: dal primo settembre Vogliamo coglie­
2010 saranno avviati i nuovi licei ed i re questa nuova
nuovi istituti tecnici e professionali. oppor tunità e
Il ministro Gelmini ha spiegato che non farci sfuggi­
“si tratta di un riordino, indispensa­ re l’occasione di
bile, di tutti i percorsi di studio. Il rinnovare e, so­
provvedimento pone fine alle moltis­ prattutto, di rin­
sime sperimentazioni realizzate a novarci. Educato­
partire dagli anni Novanta, che han­ ri e genitori in­
no dato luogo ad un’enorme fram­ sieme, non con
mentazione degli indirizzi”. l’intento di far
Noi Barnabiti ci occuperemo, com’è nascere attorno
tradizione, dei licei. Quelli che la ri­ ai nostri figli un
forma prevede sono sei, organizzati, mondo finto, arti­
in continuità con la scuola seconda­ ficiale, senza fati­
ria di primo grado e in coerenza con che o senza osta­
la legge che prevede l’innalzamento coli, ma al con­
dell’obbligo di istruzione a sedici an­ trario per ”esser­
ni, in un primo biennio, destinato al­ Il rettore del “San Francesco” padre Emiliano Redaelli ci”, per stare ac­ La Cappella musicale della cattedrale durante uno dei concerti alla presenza di tantissimi fedeli nel duomo di Lodi
l’acquisizione delle abilità che pos­ canto a loro aiu­
siamo definire “di base”, seguito da
un secondo biennio in cui si definirà
meglio la specializzazione del corso
di studi e dall’anno conclusivo, pro­
ze, attraverso l’opzione “delle scien­
ze” applicate, che la riforma prevede.
In più riproponiamo, dopo qualche
decennio, il liceo linguistico.
tandoli ad interpretare i fatti della
vita, a comprendere quello che acca­
de, a muoversi fiduciosi nel mondo e
nella cultura di oggi. Dobbiamo of­
Cappella musicale della cattedrale,
pedeutico all’università, in cui anco­
ra maggiore dovrà essere l’approfon­
dimento specialistico. Abbiamo dun­
que una riforma che da un lato eli­
Ci pare così di aver tenuto conto del­
le esigenze che ci è parso di cogliere
nel territorio, nel quale la presenza
dei Barnabiti e la loro azione educa­
frire a quanti stanno crescendo le
migliori condizioni perché possano
camminare serenamente con un se­
rio e affascinante progetto di vita. È
attivato un sito di approfondimento
mina le sperimentazioni che, spesso, tiva e formativa ha radici davvero una risposta corale alla sfida educa­ n Tutte le informazioni sulla fre ospitalità, al riconoscimento della singolare
rischiavano di disperdere le energie antiche ma intende proiettarsi nel tiva che riguarda tutti, per un futuro Cappella musicale della catte­ n La musica alterità dell’altro; dalla relazione con l’unica Pa­
degli studenti e le risorse degli isti­ futuro con un’anima contempora­ aperto alla speranza. Ecco allora il drale di Lodi si trovano da qual­ sa entrare rola originaria all’aprirsi all’originalità altrui; e
tuti nei rivoli di mille discipline, nea. Le strutture non ci mancano e senso e la finalità del nostro percor­ che giorno in un rinnovato sito in profondità questo nell’unanimità, che consiste nel fare della
moltiplicando il numero delle ore e sono a norma, ma non sono l’essen­ so, che può andare dal nido ai nuovi internet che consentirà anche ai nel cuore voce dell’altro il contenuto della propria interiori­
degli insegnamenti, e ritorna ad ziale. Quanto ci preme è la cura del licei, dando vita a una grande e rin­ cantori di accedere ad un’area tà, uscendo dal proprio io.
un’organizzazione più agile ed es­ principio educativo ­ formativo. Per novata passione educativa d’integra­ riservata ove reperire le infor­
dell’uomo In tal modo l’esteriorità non è più concepita come
senziale; dall’altro favorisce l’appro­ questo è necessario che, al di là del­ zione tra la fede e la vita. Sarà bello mazioni sulle date delle prove, e il suono può il lato debole della fede, ma come la realizzazione
fondimento, l’acquisizione seria e si­ l’organizzazione, le persone, i prota­ poter incontrare tutte le famiglie che delle celebrazioni e dei concerti. diventare di quell’intima relazione che libera dal rischio di
cura degli strumenti propria di una gonisti dell’avventura formativa, ac­ vogliano chiarimenti sulle nostre Il sito è: www.coroduomolo­ preghiera un celebrare spettacolare o intimistico e rende
determinata area di studio. cettino di cambiare stile, di farsi scelte organizzative e, soprattutto, di.org possibile la celebrazione comunitaria. Questa co­
È proprio in quest’ottica che al San coinvolgere pienamente da questa formative, nei giorni che abbiamo Attraverso la Cappella la comu­ munione, che accade nell’assemblea riunita, non
Francesco siamo molto felici di ve­ novità. Genitori, insegnanti, coordi­ fissato per la scuola aperta: oggi e nità coinvolta riaccede al luogo generatore della cerca né l’identità, ma neppure produce l’estra­
der pienamente confermato il piano natore didattico, alunni, personale ancora sabato 20 marzo alle ore 10,30 propria vita. Nell’atto liturgico del cantare la neità. Maestro della Cappella della cattedrale è da
di studi del liceo classico, che resta non docente, tutti sono protagonisti io e i miei docenti terremo un incon­ Chiesa si attua nella sua natura di evento di gra­ sempre don Piero Panzetti, che è anche docente di
sostanzialmente uguale a quello tra­ della scuola, ma ognuno deve vivere tro di presentazione della offerta for­ zia e non come applicazione di una categoria uni­ musica per la liturgia presso gli studi teologici
dizionale che abbiamo sempre avu­ nel ruolo che gli appartiene. E ogni mativa e resteremo disponibili a versale preesistente, o di un’idea dell’uomo, o an­ riuniti di Lodi. «La musica, investita del potere
to; allo stesso modo abbiamo fatto la protagonista deve aiutare gli altri a scuola tutta la mattinata per incon­ cora in base a particolari prestazioni (musicali) o evocatore e creatore dell’uomo ­ spiegò tempo fa lo
scelta di “specializzare” il liceo vivere il proprio compito. La legge trare chiunque fosse interessato alle efficienze. stesso don Panzetti ­ può penetrare in profondità e
scientifico nelle discipline che gli so­ della gradualità, della pazienza edu­ nostre proposte. Sono convinzioni che, grazie all’opera della Cap­ il suono può diventare preghiera». «Fino a diven­
no proprie, l’informatica, la matema­ cativa, della corresponsabilità, ri­ padre Emiliano Redaelli pella di Lodi, diventano un percorso: dall’ascolto tare un “luogo” ­ sottolinea don Panzetti ­ in cui si
tica, la chimica, la biologia, le scien­ chiede innanzitutto adulti maturi, rettore “San Francesco” istituito nell’atto stesso del cantare, al quale si of­ rivela di Dio».
14 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Chiesa
TRA CIELO E TERRA PROCLAMATO VENERABILE DALLA CHIESA, FU UN VIVACE ASSERTORE DELL’IMPEGNO DEI CATTOLICI NEL SOCIALE
Leggere
la Bibbia
tra Fede
Aperto l’anno di don Trabattoni
e esegesi Una serie di iniziative per ricordare il parroco di Maleo
STASERA LA PRESENTAZIONE DELLA TESI DI LAUREA DI DON RAIMONDI, TRASFORMATA IN VOLUME

Un libro su don Antonio Acerbi


n La Chiesa nella storia. L’esercizio ripetutamente ci­
storico­teologico di Antonio Acerbi tati in convegni e
nel solco del Vaticano II è il titolo del bibliografie. Ci­
libro che sarà presentato questa sera tiamo, in partico­
a Maleo. L’autore è don Enzo Rai­ lare: Due ecclesio­
mondi, parroco di Maleo. L’appunta­ logie. Ecclesiolo­
mento è fissato per questa sera alle gia giuridica ed
ore 21 presso Villa Trecchi. ecclesiologia di co­
Il libro è edito dalla Cittadella di As­ munione nella
sisi. La serata registrerà gli inter­ Lumen Gentium
venti di monsignor Gianni Ambro­ (Bologna 1975);
sio, vescovo di Piacenza, Annibale La Chiesa nel
Zambarbieri, docente di Storia della tempo. Sguardi
Chiesa all’Università di Pavia, Pie­ sui progetti di re­
tro Foroni, sindaco di Maleo e presi­ lazione tra Chiesa

S
iamo in un’epoca in cui – si dente della Provincia di Lodi, Serafi­ e società negli ul­
dice – i nodi vengono al petti­ no Bassanetti, presidente della Ban­ timi cento anni
ne con irruenza inaudita, ca Centropadana che ha contribuito (Milano 1979);
procurando smarrimenti e alla pubblicazione del volume. Sarà Chiesa, cultura,
scetticismi o, nei casi migliori, sti­ presente anche l’autore, don Enzo società. Momenti
moli a riflettere per raggiungere Raimondi, che i lettori del Cittadino e personaggi dal
nuova consapevolezza e lucidità. Il vescovo emerito monsignor Giacomo Capuzzi con il parroco don Enzo Raimondi conoscono bene in quanto da parec­ Il teologo don Antonio Acerbi è scomparso nel 2004 a 68 anni Vaticano II a Pao­
Sperando di trovarci in questa ul­ chio tempo si occupa della rubrica lo VI (Milano
tima, felice condizione, evochiamo n Come abbiamo ampiamente rela­ renza che venerdì 23 aprile ore 21 del commento ai Vangeli domenica­ nel 1968 e la laurea in Teologia pres­ 1988); L’Ascensione di Isaia. Cristolo­
il problema, oggi sempre più im­ zionato sul “Cittadino” di lunedì, vedrà monsignor Gabriele Bernar­ li. Farà da coordinatore della serata so la Facoltà teologica dell’Italia set­ gia e profetismo cristiano in Siria al­
pellente, della perfetta compren­ alla presenza di monsignor Giaco­ delli delineare il profilo del Venera­ Ferruccio Pallavera, direttore del tentrionale nel 1972. Insegnò Eccle­ l’inizio del II secolo (Milano 1989);
sione del testo biblico, accostato mo Capuzzi vescovo emerito di Lo­ bile Trabattoni mentre il 4 settem­ Cittadino. siologia nella Facoltà di Palermo e Chiesa e Democrazia, da Leone XIII
sia da chi si dedica agli studi sia di è stato aperto a Maleo l’anno Tra­ bre ore 21 in chiesa sarà una tavola Una parola su don Antonio Acerbi. Storia del Cristianesimo nell’Uni­ al Concilio Vaticano II (Milano 1991);
da chi partecipa alle celebrazioni battoniano, a 80 anni dalla morte rotonda a dibattere sul grande tema Nacque a Lodi il 26 luglio 1935. Ordi­ versità di Lecce. Dal 1990 al 1994 fu Colpa e pena? La teologia di fronte al­
liturgiche. Sarà tanto ­ in questa del Venerabile monsignor Pietro “Chiesa e piazza: l’impegno sociale nato sacerdote il 20 giugno 1964, fu ordinario di Storia del Cristianesi­ la questione criminale (Milano 1998);
sede ­ poter dare anche solo la sen­ Trabattoni, beneamato parroco di di monsignor Trabattoni”. viceassistente diocesano della Giac, mo all’Università di Potenza, dal no­ Il ministero papale in prospettiva ecu­
sazione del problema, almeno per Maleo. L’attuale parroco don Enzo Nella struttura polivalente “Il Giar­ assistente della Fuci e collaboratore vembre 1994 fino alla morte ricoprì menica (Milano 1999); La Chiesa e
non incorrere, come lettori del te­ raimondi ha messo a punto un pro­ dinetto” aprirà dal 28 agosto al 14 pastorale a Casalpusterlengo. Si lau­ la stessa cattedra a Brescia dell’Uni­ l’Italia. Contributi per la storia delle
sto sacro, in vistosi errori o in in­ gramma particolareggiato. settembre, offrendo la possibilità di reò in Giurisprudenza all’Università versità Cattolica. loro relazioni negli ultimi due secoli
genuità. “Monsignor Trabattoni, profilo spi­ leggere vecchi scritti di monsignor Cattolica di Milano nel 1958. Ottenne Don Acerbi scrisse decine di libri e (Milano 2003).
Partiamo da un dato elementare, rituale e sociale di un parroco San­ Trabattoni, osservare documenti, la licenza in Teologia presso la Fa­ pubblicazioni, alcune delle quali di­ Morì improvvisamente a Lodi il 29
ovvio ma spesso dimenticato, quel­ to” sarà il tema della prima confe­ ammirare storiche fotografie. coltà teologica di Venegono Inferiore ventate veri best­seller del settore e aprile 2004.
lo, cioè, dell’enorme distanza che
separa le nostre categorie mentali
dai meccanismi del pensiero e del­
lo scrivere secondo i quali furono
redatti i libri biblici, composti in
epoche e in contesti di culture as­ IL PARROCO DON GIANPIERO MARCHESINI ANTICIPA IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI DAL 20 AL 25 MARZO GIOVEDÌ AL VIALE
sai diverse e distanti. Ciò vale per
l’esegesi di qualsiasi opera lettera­
Tutti a teatro
ria, che va sempre contestualizza­
ta e decodificata, e non si vede per­
ché non debba essere altrettanto
per gli scritti composti per divina
Cavenago d’Adda, festa dell’Annunciazione per la Casa
ispirazione ­ come dice la Fede ­
ma pur sempre da individui che
conservano i tratti caratteristici
della loro umanità.
al noto santuario della Madonna della Costa di accoglienza
Dato, poi, che ci siamo già posti n Il parroco di Cavenago d’Adda brata da don Ma­ Giovedì 25 marzo, solennità dell’An­ n La crisi in atto sta mettendo a du­
nella prospettiva della Fede, po­ don Gianpiero Marchesini annuncia rio Marielli, vi­ nunciazione del Signore (a questo ra prova il vissuto di tante famiglie.
niamo l’accento su un altro tema il programma della Fiera del fiore cencancelliere mistero della vita di Gesù è stato de­ Ne emerge un forte bisogno di pros­
fondamentale, che è quello della 2010, festa esterna dell’Annunciazio­ della Curia Ve­ dicato il santuario, fin dal medioe­ simità e solidarietà. Anche la “Casa
storia della salvezza. La Bibbia, ne del Signore al Santuario della Ma­ scovile, origina­ vo). Alle ore 10,20 in santuario la ce­ di Accoglienza Rosa Gattorno“ deve
cioè, narra, nel succedersi dei due donna della Costa. Marzo è, per la co­ rio di Cavenago. lebrazione delle lodi mattutine; alle fare i conti con la recessione econo­
Testamenti, gli interventi di Dio munità parrocchiale di Cavenago, Animerà la cele­ ore 10,30 in santuario S. Messa in mica. Le ospiti che qui vengono ac­
nella storia umana mediante una un mese intenso, in quanto sono an­ brazione una co­ canto, al termine recita dell’Angelus colte, bisognose di un lavoro e di un
Rivelazione compiutasi per gradi che iniziati presso la chiesetta della rale. Per rispetto Domini. Alle ore 16 in santuario Ro­ aiuto per iniziare un complesso cam­
e in diverse fasi, secondo un prov­ Persia ­ come annunciato ­ le celebra­ al tempo quaresi­ sario, Vespri e Benedizione Eucari­ mino di integrazione, risentono di
videnziale disegno divino. Ciò zioni ad onore di San Giuseppe. male i canti ver­ stica; al termine recita dell’Angelus questa stagnazione che si traduce in
spiega la presenza, fra i testi bibli­ Ed ecco il programma della Fiera. ranno eseguiti a Domini. Alle ore 17,15 in santuario tempi di permanenza più lunghi
ci dell’antico Testamento, di pagi­ Sabato 20 marzo (vigilia della Fiera) voce spie gata, incontro di preghiera per i ragazzi presso la struttura, con il conseguen­
ne che non concordano con la no­ alle ore 14 le Confessioni, alle ore 16 senza l’accompa­ delle elementari e delle medie. Alle te impegno di maggiori risorse. Per
vità del messaggio di Cristo, so­ la S. Messa prefestiva animata da gnamento degli ore 20,30 in santuario S. Messa solen­ questo motivo e anche per ridare un
prattutto in tema di rapporti con i una corale. Alle ore 18 la S. Messa strumenti musi­ ne presieduta da monsignor Gabrie­ po’ di ossigeno al “fondo di solidarie­
nemici e per quanto attiene alla prefestiva alla quale parteciperanno cali. le Bernardelli, cancelliere vescovile tà“ interno pensato per sostenere le
carità e al perdono. Non si può i ciclisti dell’associazione provincia­ Sarà possibile ot­ e vicepresidente del Tribunale Ec­ situazioni di particolare disagio e
leggere la Bibbia dimenticando le dell’Udace che, lo scorso anno, tenere il dono del­ clesiastico di Milano; al termine re­ urgenza (interventi su situazioni di
tutto ciò. hanno eletto la Madonna della Costa l’Indulgenza Ple­ cita dell’Angelus Domini (canterà la povertà estrema, contro l’usura, per
Un altro punto su cui riflettere è la come loro protettrice. Presiederà naria o Parziale L’altare del santuario, con la venerata immagine della Vergine corale S. Cecilia di Cavenago d’Ad­ cure mediche specialistiche), la Casa
necessità, in cui ci si trova, di ac­ don Luigi Gatti, arciprete di Turano alle solite condi­ da). di Accoglienza ha pensato di ripete­
costare le pagine bibliche nelle Lodigiano, cappellano dei ciclisti zioni: visita al santuario, parteci­ Lunedì 22 marzo alle ore 9 in santua­ In occasione della fiera sarà aperta re l’offerta di uno spettacolo teatrale
traduzioni via via allestite lungo dell’Udace; animerà la celebrazione pando ad una celebrazione program­ rio l’Ufficio per tutti i defunti della la sala ricordi del santuario, la pesca a scopo benefico. Così il gruppo tea­
il corso dei secoli. Il tradurre non è il coro Barbarossa di Lodi. mata Confessione e Comunione en­ parrocchia. di beneficenza e il bar del santuario trale “Lavori in corso” presenterà
necessariamente un tradire, ma Domenica 21 marzo, giornata della tro 8 giorni prima o dopo la festa; re­ Mercoledì 24 marzo, Vigilia dell’An­ che con domenica 21 marzo apre al giovedì 11 marzo alle ore 21 al Teatro
tutti sanno che è un’impresa sem­ Fiera, la prima Messa sarà celebrata cita del Credo e Padre Nostro; Padre nunciazione, dalle ore 21 alle ore pubblico, fino a domenica 26 settem­ del Viale la commedia brillante Do­
pre ardua, segnata anzi, nella alle ore 7,30. Alle ore 9 la S. Messa ce­ Nostro, Ave Maria e Gloria al Padre, 23,30 in santuario l’adorazione Euca­ bre. dici rose e un... mistero. L’ingresso a
Bibbia, da speciali difficoltà. lebrata da padre Domenico Cavallan­ secondo le intenzioni del Papa. ristica; alle ore 23,30 in santuario Tutte le celebrazioni si terranno al euro 5; prevendita dei biglietti pres­
Si tratta di questo. Nelle versioni ti missionario in Messico (animerà Nei dintorni del santuario ci saran­ l’Ufficio delle Letture e S. Messa; al santuario della Madonna della Co­ so la Casa di Accoglienza Rosa Gat­
della Bibbia, forse anche per la celebrazione il coro giovanile “Ar­ no numerose bancarelle che forme­ termine la recita dell’Angelus Domi­ sta, la chiesa parrocchiale resterà torno di via Gorini 38, e Bar San
omaggio alla sacralità dei testi, cobaleno“ di Cavenago d’Adda). Alle ranno una colorita fiera. ni. chiusa. Francesco di piazza San Francesco.
sono stati rispettati con estremo ore 10,15 davanti al santuario, ricevi­
rigore, già da san Girolamo, certi mento di monsignor Virginio Fo­
moduli espressivi e certe formule gliazza, archimandrita del Patriarca­ MERCOLEDÌ A ZELO
tipiche di idiomi da cui siamo, to greco­cattolico di Antiochia, ac­
ora, lontanissimi. Si sa che queste
formule, spesso citate con dileggio
compagnato dai Cavalieri della S.
Croce di Gerusalemme, con il saluto Mafia e corruzione, PER IL CONSIGLIO D’EUROPA LA CRIMINALIZZAZIONE DEGLI IMMIGRATI VIOLA IL DIRITTO
dagli apostoli dell’ateismo, non del sindaco e della municipalità. Se­
Mattiello (Libera)
«Non chiamateli più illegali»
vanno prese alla lettera e vanno guirà, alle ore 10.30, la S. Messa so­
interpretate in coerenza con il sen­
so generale del messaggio biblico.
lenne pontificale celebrata da monsi­
gnor Fogliazza per tutti i devoti, vivi
ne parla in oratorio
Di fatto però, sganciate dal conte­ e defunti, della Madonna della Costa. n Parrocchia, oratorio e
sto e prese così come suonano, so­ Il pomeriggio, alle ore 14, la celebra­ Gruppo Famiglie organizzano
no sorprendenti e sconcertanti. zione del S.Rosario (misteri gaudio­ in oratorio il ciclo di incontri n «La criminalizzazione relativa al­ una misura sproporzionata, che può esplicitamente l’Italia ricordando la
Farne l’elenco sarebbe per me qua­ si) e la benedizione con l’icona di “Un mondo migliore è possibi­ l’ingresso e alla presenza di immi­ avere come conseguenza la stigma­ legge, approvata nel 2008, che fa di­
si divertente, perché mi rievoche­ Maria. Benedizione degli indumenti le”. Si parte mercoledì 10 mar­ grati irregolari nei paesi europei tizzazione e marginalizzazione dei ventare reato l’affitto di locali a im­
rebbe le reazioni a cui si abbando­ dei malati. Alle ore 15 la celebrazio­ zo (ore 20.45) con Davide Mat­ contravviene ai principi stabiliti dal­ migranti». migrati irregolari e ricorda la propo­
nava, di fronte ad esse, un vecchio ne del S.Rosario (misteri della luce) e tiello, dell’ufficio di presiden­ le norme di diritto internazionale»: Il commissario raccomanda inoltre sta avanzata nel 2009 per eliminare
parroco da me conosciuto, uomo la benedizione con l’icona di Maria. za di Libera sul tema “Legali­ lo afferma il commissario per i dirit­ di abolire l’uso del termine «immi­ dal cosiddetto “pacchetto sicurezza”
pieno di saggezza ma poco incline Benedizione degli indumenti dei ma­ tà: è possibile vincere mafia e ti umani al Consiglio d’Europa Tho­ grazione illegale» sia nelle dichiara­ l’obbligo per il personale medico di
alle analisi filologiche e storiche lati; presiederà padre Domenico Ca­ corruzione?”; in anteprima mas Hammarberg in un documento zioni pubbliche sia sulla stampa. informare le autorità sulle richiesta
in cui devono impegnarsi gli ese­ vallanti. Alle ore 16 celebrazione del animazione teatrale della presentato a inizio febbraio a Bru­ L’essere immigrato può in tal modo di assistenza da parte di immigrati
geti biblici. Questi testi, d’altron­ S. Rosario (misteri dolorosi) e la be­ compagnia le Orme (riduzione xelles sulle ricadute, in termini di associarsi, attraverso un uso impro­ irregolari. Hammarberg sollecita
de, vengono proclamati, nelle cele­ nedizione con l’icona di Maria. Be­ dello spettacolo “A cento passi violazione dei diritti umani, delle prio del linguaggio, «ad atti illegali inoltre i governi «a non introdurre
brazioni liturgiche, così come nedizione degli indumenti dei mala­ dal duomo” di Giulio Cavalli). politiche che criminalizzano l’immi­ previsti del codice penale ­ avvisa reati che si applicano “esclusiva­
stanno ancora scritti, con tutte le ti; presiederà don Luigi Gatti arci­ Martedì 23 Cosimo Raffaele, grazione. «Ho constatato con cre­ Hammarberg ­ con la conseguenza mente” a cittadini stranieri» in mo­
loro difficoltà. Quando ne parlavo prete di Turano Lodigiano, presente consulente finanziario inter­ scente preoccupazione il diffondersi che tutti gli immigrati vengono mac­ do da «separare i cittadini europei
con il parroco di cui sopra, mi ras­ con un gruppo di parrocchiani, pel­ nazionale parlerà di “Crisi di questa tendenza presentata addi­ chiati col sospetto». dagli stranieri facendo passare il
sicurava ricordandomi che la Fe­ legrini a piedi al santuario. Alle ore economica: cause e soluzioni”, rittura come uno dei punti portanti Il documento fa un quadro delle nor­ messaggio che il contatto con loro è
de trasporta anche le montagne. 17 la celebrazione del S. Rosario (mi­ martedì 30 marzo, don Davide delle strategie di gestione dell’immi­ me vigenti nei 47 paesi del Consiglio rischioso e può portare ad azioni pe­
Ne sono convinto, ma mi è anche steri gloriosi); alle ore 17,30 la cele­ Scalmanini, responsabile dio­ grazione» precisa Hammarberg, ag­ d’Europa e sulle direttive Ue, rile­ nali». Il commissario osserva inoltre
chiaro che qualcosa bisogna pur brazione dei secondi vespri della do­ cesano Caritas, di “Immigra­ giungendo che «i paesi hanno un di­ vando «una crescente presenza del­ «nessuno dovrebbe essere sottoposto
fare. menica e la benedizione eucaristica. zione: disagio o risorsa“. ritto legittimo a controllare le loro l’aspetto illegale dell’immigrazione a detenzione per il solo fatto di non
giuseppecremascoli@alice.it Alle ore 18 S. Messa vespertina cele­ frontiere, ma la criminalizzazione è a partire dal 2003». Lo studio cita essere cittadino di un certo paese».
SABATO 6 MARZO 2010 15
il Cittadino
Chiesa
SABATO PROSSIMO 13 MARZO PRESSO IL SEMINARIO DI LODI SI DIBATTERÀ IL TEMA “CON LA SOLIDARIETÀ IL CAMBIAMENTO È POSSIBILE”

Un convegno per il Fondo di solidarietà


Dalla crisi economica quattro precisi messaggi per la Chiesa
n Da sempre la Chiesa osserva e crisi invia alla Chiesa riguarda la
legge con attenzione le dinamiche
storiche ed i processi sociali in cui
si trova a vivere la sua missione.
“questione educativa”. L’aiuto
concreto, offerto dal Fondo di Soli­
darietà, presuppone un prolunga­
Si tratta
Non accetta di subirli, non si limi­
ta a registrarli. Di fronte alla re­
to accompagnamento delle fami­
glie assistite. Dall’iniziale compi­ di un segno
cente crisi economico­finanziaria, lazione dei moduli, alla mensile
che ha gettato nell’incertezza e
nello sconforto non poche fami­
consegna dell’importo, un volon­
tario Caritas affianca infatti le fa­
forte e chiaro
glie, la nostra Chiesa diocesana, miglie destinatarie dell’aiuto. E’ n Il Fondo di Solidarietà istituito
in sintonia con altre Diocesi, non comunemente noto come una del­ dalla Diocesi di Lodi nel 2009 per al­
è stata alla finestra ma ha elabora­ le fragilità che più penalizzano i leviare ed accompagnare le famiglie
to una sua propria forma di aiuto poveri sia proprio la difficoltà a ri­ colpite dalla perdita del lavoro a cau­
e sostegno. Mentre i dati quantita­ sparmiare, a pianificare il paga­ sa della grave crisi economica che ha
tivi dell’intera operazione anti­ mento dei debiti, ad organizzare il travolto anche l’Italia ammontava a
crisi sono riportati su altre colon­ bilancio familiare. Esperta in euro 860.000. Vi sono ancora (anche
ne di questo giornale, i suoi risvol­ umanità, la Chiesa sa che, solo at­ se limitate) disponibilità da erogare
ti qualitativi vengono a coincidere traverso una formazione integra­ a chi presenta presso il Parroco della
con alcune risposte suscitate da le di chi è nel bisogno, il problema propria città la documentazione ri­
una domanda di fondo: “Quale della povertà può essere superato chiesta per un contributo utile a co­
messaggio per la Chiesa?”. in modo stabile. prire alcune delle spese necessarie
Il primo messaggio riguarda Un quarto messaggio, lanciato di una famiglia magari numerosa,
l’identità stessa della Chiesa. E’ dalla crisi, raggiunge la Chiesa e, che viveva già a fatica con un solo
emersa a tutto tondo la sua espli­ con essa, la società civile. La co­ reddito. La perdita del lavoro scom­
cita intenzione di continuare ad munità cristiana non è un corpo pensa l’orizzonte di un nucleo fami­
essere “Chiesa di popolo”, inseri­ estraneo rispetto al Paese, non è liare monoreddito, scompiglia l’ani­
ta a tutti gli effetti dentro le vicen­ interessata a chiedere per sé at­ mo e crea sconforto fra i familiari. I
de quotidiane della gente. Per que­ tenzioni e favori, non ambisce a delicati equilibri che reggono le rela­
sto si è preoccupata, ancora una percorrere la storia come un navi­ zioni in famiglia si frantumano: si
volta, di intercettare i bisogni del­ gatore solitario, ma è sempre di­ creano momenti di disperazione.
le persone, qualunque ne sia la sponibile ad essere soggetto di reti Vi sono anche povertà la cui genesi è
provenienza geografica e cultura­ collaborative e solidali. quasi impossibile identificare: quan­
le. Né si cura solo delle richieste In questo modo, le iniziative a so­ do ci troviamo in prossimità di una
delle famiglie cattoliche, ma delle stegno delle famiglia in stato di INTERVENTI situazione di obiettiva povertà ne
famiglie bisognose. necessità, da un lato diventano oc­ cerchiamo con ostinazione le cause,
Il secondo messaggio ha i contor­ casioni di crescita civile e di vero come se trovandole, riuscissimo ad
ni della “questione antropologi­ esercizio del principio della sussi­ “CON LA SOLIDARIETA’ “Un percorso di solidarietà vissuto a livello diocesano” esorcizzarla! Non è sempre così, vi
ca”. Essa, da un lato, ci ricorda diarietà, dall’altro lato conferma­ (Mons. Iginio Passerini ­ Vicario generale della diocesi di Lodi e Presidente del sono forme di povertà endemiche
che l’uomo è un essere in carne ed no la Chiesa come soggetto piena­ IL CAMBIAMENTO Consiglio di Gestione del Fondo di Solidarietà per le Famiglie) che sono originate dai modelli cultu­
ossa, attraversato da bisogni in­ mente inserito nella vita naziona­ rali ed economici di cui è intrisa la
sopprimibili senza la cui soluzio­ le, sotto il profilo religioso, etico e E’ POSSIBILE” “Fondo di solidarietà per le famiglie: resoconto del primo nostra società. Vi sono sfide nella vi­
ne neppure è possibile parlare in solidale. anno di iniziativa. Risultati, criticità, attese” ta famigliare che richiedono notevo­
modo credibile dei “beni spiritua­ Ancora una volta traspare come la le attrezzatura in termini di cono­
li”. Dall’altro lato, richiama tutti dottrina sociale della Chiesa ab­ (Paola Arghenini ­ Fondo Diocesano) scenza, equilibrio capacità di previ­
coloro che godono di un livello di bia la forza di illuminare con la lu­ sabato 13 marzo 2010 sione, progettualità e amore. Il ri­
vita soddisfacente, ad abbandona­ ce del Vangelo i problemi sempre dalle ore 10 alle ore 12 “Fondo Anticrisi Provinciale: l’impatto della crisi sui servizi schio è che ci si lasci prendere dallo
re chiusure ed autosufficienza, nuovi che emergono nelle nostre territoriali alla persona” sconforto e si rinunci a sostenerla e a
lusso ed indifferenza. Non si può società; ancora una volta, facendo presso l’aula V (Giorgio Savino ­ Consorzio Lodigiano Servizi alla Persona) vederne le sue sostanziali potenziali­
essere felici in pochi, non ci si sal­ risplendere la “verità dell’amore tà all’interno della società.
va a dispetto dei poveri. Il giudizio di Dio per ogni uomo”, rivela d’es­ del Seminario Vescovile Noi crediamo che il Fondo di solida­
dell’ultimo giorno, al riguardo, sere non un astratto insieme di “Quale messaggio per la Chiesa?” rietà sia un segno forte e chiaro dato
non lascia spazio a deroghe per il pensieri edificanti ma un effica­
Via XX Settembre, 42 Gli aspetti che interpellano la Chiesa e la società dalla Chiesa alle persone che in que­
ricco che volutamente ha trascu­ cissimo criterio per una agire eti­ LODI (Mons. Franco Anelli ­ Vicario Foraneo di Casalpusterlengo) sto particolare frangente rischiano
rato il “povero Lazzaro”. co e solidale . di rinunciare a lottare perché travol­
Il terzo messaggio che l’attuale don Franco Anelli Moderatore: Carlo Daccò te da una situazione che le sovrasta.

  

 
       

 
        


 


         

 
 
 


RICHIAMO DI TETTAMANZI CI SONO TRE VIRTÙ CHE AIUTEREBBERO A CONTENERE 
 

GLI EFFETTI        
DELLA CRISI: SONO LA SOLIDARIETÀ,




LA GIUSTIZIA, LA SOBRIETÀ




      
   
La sobrietà 
      
  

Gli aiuti finanziari purtroppo finiranno. E allora?


 


  

  
 
 
  
 
 
 




   

  
 


  
 

 
 
 
 
 
  

 
  


   


      
   
che nasce 




 

 


 

 



  




 









 
 
 
 
 

 
 

 
  




  
 
 






dal vangelo Servono politiche attive in grado di rispondere alle necessità della gente 

 


   
 

 



 
  
    


 



 



«Senza povertà evangelica non c’è Politiche attive e prossimità. Due 

LE PROSSIME DOMANDE DOVRANNO PERVENIRE ENTRO IL 20 MARZO ta per contrastare una crisi che è 
sobrietà, non c’è solidarietà. C’è parole che, riempite di significati 
  anche sociale e culturale. Ci sono
…una domanda – “fastidiosa” forse,
ma stimolante, coraggiosa e benefica
– che sulla sobrietà vorrei porre a
e di vissuta concretezza, possono
restituire credibilità e speranza.
Si conoscono forse cause ed effetti
Finora raccolti 
 


 




tre virtù che, se vissute e praticate
da tanti, aiuterebbero a contenere
gli effetti della crisi: la solidarietà,


me stesso e agli altri: Si, la sobrietà è


necessaria alla solidarietà; ma, di
fatto, è possibile una sobrietà che
della crisi occupazionale in atto
ma, in questi tempi difficili, risul­
ta più complesso capire quali poli­
842.404 euro   
 
 


 
 
la giustizia, la sobrietà. Non si
tratta di “rimedi provvisori”. Se
promossi e vissuti concretamente,
non nasca dalla povertà evangeli­ tiche attive devono essere intra­ Il Fondo di Solidarietà diocesano  


  anche nella complessità dei cam­

ca?». prese per uscirne. L’efficacia delle per le famiglie ha assegnato fino­ 


 biamenti, possono costituire un
A scrivere queste parole è il cardina­ azioni di supporto va di pari passo 
ra euro 678.500. La raccolta com­  motore di “sviluppo” socialmente


le Dionigi Tettamanzi, arcivescovo con la lungimiranza delle azioni plessiva è stata di euro 842.404,73.   
 condivisibile.
di Milano. volte a ripristinare o costruire La situazione è la seguente. Offer­ 


 Siamo chiamati a leggere con at­
«La mia è una risposta ­ continua il nuove possibilità di futuro. te pervenute alla Diocesi di Lodi   tenzione i bisogni della gente, non
cardinale ­ apparentemente parados­ Certamente la prossimità ha un per il “Fondo” dal 10 febbraio al 4  

 i “fastidi”; a sospendere il giudi­
sale ma inequivocabile: non è possi­ valore in sé perché sa coniugare la marzo 2010: N.N. euro 50; Vado  

zio per far posto all’ascolto e alla
bile!. Senza povertà non c’è sobrietà, necessaria attenzione alla vita 

2005 Dresano euro 300, N.N. euro 


  partecipazione; a contrastare ogni
 

non c’è solidarietà! Certo, è necessa­ delle persone con la vicinanza alla 200, N.N. euro 5.000, N.N. euro 



  forma di precarietà che rende in­
rio chiarire bene, per non cadere in concretezza dei problemi. 300, B.C. e U.G. euro 100. Il totale   
sicuri gli affetti e mina il futuro.
 



facili e diffusi fraintendimenti, che Ma…non è così scontata, né può della raccolta al 4 marzo 2010 è 
 I giovani stessi devono poter ricer­
non servono alla stessa povertà. rimanere un “dovere selettivo” pari a euro 842.404,73.  

care opportunità serie, non preca­



Un’occasione particolare per riflette­ per pochi. Essa può (e deve) piut­ Per quanto riguarda la situazione   rie; le famiglie di immigrati (in

re su questo è stata per me l’omelia tosto divenire un’importante indi­ dell’esame delle domande e delle 

  particolare quelle già inserite dal
tenuta la festa di San Carlo sul tema cazione di “metodo”, perché va a 


erogazioni, le domande esamina­  punto di vista sociale e lavorativo)



della povertà dei presbiteri. Rilevavo mobilitare un terreno, come quel­ te nelle prime nove tornate sono 



non vanno viste con paura o chiu­
che la chiamata alla povertà evange­ lo della solidarietà concreta e del­ state 446. Di queste ne sono state 



  sura.

lica accomuna di per sé tutta quanta l’attenzione alle fragilità, che an­ accolte 271 con contributi a fondo 
 

 
Forse è necessario riflettere anche


la Chiesa, pur nella diversità delle cora di più, oggi, va sostenuto. 
perduto e altre 5 con finanzia­  sulla complessità familiare come
 

vocazioni, dei carismi e ministeri, Non basta dare, è fondamentale mento di microcredito. 


  oggi realisticamente si presenta,

delle responsabilità ecclesiali, civili accompagnare! La solitudine che Le domande pervenute nella deci­    che porta in sé le fatiche della di­

e professionali di ciascuno. Precisa­ talvolta vive chi si trova in diffi­  
ma tornata alla Segreteria Gene­ 
 sgregazione e/o della ricostruzio­
vo che la povertà è uno stile di vita coltà è spesso pesante tanto quan­ rale del Fondo sono 46; esse sa­  
  ne; nonché alle tante solitudini.
che testimonia – a partire dalle scel­ to lo stato di bisogno. ranno valutate entro il mese di  
 Bisogna contrastare l’idea che si
 
te basilari e concrete del vissuto quo­ Anche da iniziative di prossimità marzo. Le domande della undice­ 
 possa vivere al di sopra delle pro­
tidiano – il primato del Regno di Dio legate a situazioni di emergenza,  

sima tornata dovranno pervenire  prie possibilità, ma anche spen­


e della sua giustizia. E va ben oltre la come quelle dei Fondi di solidarie­ al gruppo di lavoro vicariale en­ 
 dersi per ridurre quelle disugua­
vita del prete e la sua testimonianza, tà, emerge con evidenza la neces­ 
tro il 20 marzo e alla Segreteria 
 glianze tra chi dispone di grandi
perché riguarda ogni credente, come sità di riscoprire sul territorio, Generale entro il 27 marzo. 
 ricchezze e chi vive situazioni di
pure, in generale, ogni persona ra­ nella comunità, un significativo  grave povertà.
gionevole e di buona volontà». tessuto di connessione relazionale Forse solo la scelta della prossimi­
Conclude l’arcivescovo di Milano: e di accompagnamento. Non è suf­ fa”, ma “come lo si fa”. Sono da nella difficoltà, sia essa accompa­ re a costituire un capitale sociale tà consentirà di acquisire vera
«Cade quanto mai preziosa una cita­ ficiente infatti essere fisicamente considerare i risultati, ma ancora gnata dai servizi sociali territo­ (umano) fondamentale. consapevolezza e porterà alla vo­
zione paolina: “Conoscete infatti la inseriti in un contesto per sentirsi di più i processi messi in atto. riali o dalla comunità parrocchia­ Servono però politiche attive in lontà e necessità di innescare quei
grazia del Signore nostro Gesù Cri­ parte di una comunità. Il senso di La prossimità è una possibilità le, non ci si può mai limitare ad grado di rispondere con efficacia processi educativi in grado di in­
sto: da ricco che era, si è fatto povero appartenenza si forma (e dipende) per tutti. Dona valore allo sguar­ accogliere solo il bisogno. E’ la alle necessità della gente. Certo cidere positivamente sui “sistemi
per voi, perché voi diventaste ricchi dai processi relazionali e struttu­ do, all’ascolto, alla conoscenza. persona il valore primario a cui occorrono nuovi modelli, nuovi di vita”, economici e sociali. Ma,
per mezzo della sua povertà” (2 Co­ rali in essa presenti. Promuove reciprocità di attenzio­ prestare attenzione. Detto questo, “patti di solidarietà” ed un agire considerando anche le complessi­
rinzi 8,9)……”. Quando afferma che Prestare attenzione e “fare spa­ ni, non fa perdere l’occasione di è evidente la consapevolezza che il etico improntato alla giustizia e ve situazioni di perdita occupazio­
Gesù Cristo ci ha arricchiti con la zio”, significa guardare al sociale scelte concrete. Si può vivere sostegno finanziario delle iniziati­ alla legalità. “L’economia provie­ nale, oggetto di sostegno da parte
sua povertà, san Paolo offre un’indi­ non in termini assistenziali ma di ovunque: in ufficio, sulla strada, ve di supporto (come nel caso dei ne dall’uomo ed esige di rimanere del Fondo diocesano, si è potuto
cazione importante non solo sotto il sviluppo, perché consente di inne­ tra vicini di casa. Si fonda sulle re­ fondi territoriali) purtroppo fini­ al suo servizio”. Un discernimen­ constatare una ripresa lavorativa,
profilo teologico, ma anche sul piano scare quei processi di inclusione, lazioni attente ed autentiche (e chi ranno, ma è importante che non to etico in tal senso ed una solida­ purtroppo temporanea, solo per il
sociologico. Non nel senso che la po­ coesione, integrazione, che con­ vive nel bisogno è ancora più sen­ vengano meno quelle relazioni at­ rietà di lungo respiro, permette­ 10% circa delle stesse. Ciò a dimo­
vertà sia un valore in sé, ma perché trastano l’indifferenza, l’indivi­ sibile all’autenticità). La persona, tente e discrete e quei significativi rebbero realmente un recupero di strazione che anche le politiche
essa è condizione per realizzare la dualismo e la solitudine. Per que­ ogni persona, è molto di più della “riferimenti” che si sono creati credibilità. Nuove regole per l’eco­ attive, non possono tardare!
solidarietà». sto è importante non solo “cosa si somma dei suoi bisogni. Anche sul territorio e possono continua­ nomia, ma anche nuovi stili di vi­ Paola Arghenini
16 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Sezione

Domenica 7 Marzo Grancasa, Granbrico e Salone del Mobile aperti il pomeriggio a San Giuliano Milanese.

GR_FUORI TUTTO CIT LD 1 03/03/10 16:52


SABATO 6 MARZO 2010 17
il Cittadino
Centro Missionario
IL PROGETTO PER UNA STRUTTURA CHE ACCOGLIESSE I SACERDOTI DELLA MISSIONE DIOCESANA IN NIGER HA PRESO IL VIA NEL 2005

Canonica di Dosso, genesi di un dono


La nuova Casa parrocchiale frutto della generosità dei lodigiani
H
o da poco terminato di leggere, la pagina del L’APPUNTAMENTO sano; alcuni Gruppi Missionari: di Corno Giovine, Ca­
Cittadino sulla inaugurazione della Casa par­ vacurta, Codogno. Inoltre tanti amici (a volte anche
rocchiale della missione di Dosso. Ho letto le ri­
flessioni del vescovo Giuseppe, quelle di don Gruppi parrocchiali esterni alla diocesi di Lodi) che a volte in modo sor­
prendente ci consegnano una busta chiusa aggiungen­
Vincenzo e la ricca presentazione di don Luca! È bello
ricevere delle “conferme” dalla chiesa che ci ha inviati a raccolta sabato 13 do: “Per le necessità della missione!” magari venendo­
mi a cercare a casa alla vigilia della partenza. Una vol­
qui come fidei donum, “dono della fede” alla giovanis­
sima chiesa sorella del Niger. Piccola chiesa che in un
a livello vicariale ta, invitato a celebrare una Messa in una parrocchia
che durante la Quaresima aveva organizzato una rac­
Paese a maggioranza musulmana cerca di irradiare la n Il Centro Missionario Dio­ colta di fondi per il Foyer delle ragazze, ringraziai tutti
bella notizia di Gesù: morto, risorto ed in cammino ac­ cesano promuove per sabato alla benedizione e dissi scherzando che se qualcuno
canto a coloro che lo cercano. 13 marzo alle ore 15.00 un era dispiaciuto per non aver potuto dare il suo contri­
Qui, soprattutto noi preti, stiamo imparando a ritrova­ incontro di spiritualità per buto in Quaresima poteva “recuperare”, perché erava­
re le tracce della grande scoperta della chiesa primiti­ tutti i membri dei gruppi mo ancora senza casa: all’uscita dalla chiesa un amico
va: Emmaus! Esperienza che noi stiamo vivendo oggi, missionari parrocchiali a mi consegnò una busta. Rientrato a casa scoprii che
pur con qualche variante. Nel soffio dello Spirito, Gesù livello vicariale nei seguenti dentro aveva messo un assegno di 15.000 euro. Ovvia­
tocca il cuore di questi fratelli, ma resta nascosto ai lo­ luoghi: mente presi il telefono per ringraziarlo di cuore, me­
ro “occhi”! Noi siamo qui per aiutare Gesù ad aprire i • Vicariati di Casalpusterlen­ more di altri suoi gesti nel passato; pensai allora ai
loro occhi “raccontando” le Scritture ed il Vangelo a go e Codogno all’oratorio di tanti benefattori, pensionati e pensionate, la cui busta,
coloro che nell’islam locale si pongono domande su di Codogno, parrocchia di San benché più modesta, pesava altrettanto agli occhi del
Lui; per favorire queste occasioni di un loro dialogo Biagio Signore.
con Gesù, Egli non ha oggi altro mezzo che quello di • Vicariati di Spino d’Adda e Non posso dimenticare inoltre i gruppi, più o meno
accontentarsi del volto, della bocca e di gesti dei suoi Paullo all’oratorio di Zelo grandi, di bambini delle scuole di Caselle Landi, di Lo­
attuali discepoli, primi fra tutti i missionari: preti, re­ Buon Persico di Vecchio, di Casale, di San Fiorano, di alcuni piccoli
ligiosi o laici che siano. Tocca a noi oggi, in nome del • Vicariati di Lodi, S. Martino, amici di San Lorenzo, che ogni tanto ci inviano le loro
Risorto, accettare l’invito a fermarsi e cenare con colo­ S. Angelo, Lodi Vecchio nella offerte rinunciando ai regali in occasione dei Sacra­
ro che sono attirati dal fascino della sua pur breve vi­ parrocchia di San Martino menti. Eppure nonostante tutti questi aiuti alla fine
ta: “Eesta con noi Signore, perché si fa sera”. Ecco del 2008 non avremmo potuto lanciare gli appalti se un
quindi che una casa solida e defini­ altro amico, incontrato negli anni
tiva permette di restare con loro e del Collegio Vescovile, oltre ad aver
dar voce a Gesù. aiutato la missione in più occasioni
Per queste ragioni vorrei ringrazia­ con la sua generosità, non mi avesse
re il Signore e voi tutti presbiteri, suggerito di bussare alle porte della
singoli preti, parrocchie, tantissimi Banca Centropadana. Lo ringraziai
amici e anche qualche istituzione del suggerimento dicendogli che,
lodigiana che ci hanno permesso di benché da anni fosse la mia “Cassa
costruire il grosso di questa Casa rurale”, non ci avevo pensato. Cer­
parrocchiale. cai quindi un incontro con il presi­
dente, poco convinto della possibili­
n UN PO’ DI STORIA tà di ricevere un aiuto. Al termine
Nei primi anni 2003­2004, anni di co­ di un discorso nel quale mi parlò de­
noscenza del territorio e della sua gli aiuti che la banca aveva elargito
gente, abbiamo utilizzato le offerte per progetti missionari proposti dal
ricevute nell’acquisto del primo pi­ cardinal Ersilio Tonini, mi aspetta­
ck­up e nell’aiuto alle persone più vo che avrebbe chiuso dicendosi im­
bisognose. Negli anni successivi, possibilitato a soddisfare la mia ri­
dal 2004 alla fine del 2006 la carestia chiesta. Fui invece positivamente
(purtroppo ormai vicinissima) ci ha impressionato della disponibilità;
spinti verso alcuni villaggi della propose infatti di mettere a disposi­
parrocchia e tentare piccoli progetti zione della diocesi di Lodi, per la re­
di sviluppo agro­pastorale. Fu così alizzazione della Casa parrocchiale
che grazie ai vostri aiuti iniziò il nella missione diocesana in Niger,
primo tentativo di aiutare le donne la consistente cifra di 100.000 euro.
a “fare l’orto”, si costruì il primo Benché solo una promessa, era
atelier di taglio e cucito, embrione quanto mi ha permesso di rientrare
dell’attuale Centro Femminile per le in Niger con la speranza di riuscire
ragazze; le Fattorie Ecologiche del nell’intento. A dicembre 2008 la
Sahel; la distribuzione ai pastori Peul della Raggae Ab­ Qui sopra somma fu trasferita sul conto della diocesi di Niamey
banae, la mucca dell’amico ed i primi grandi orti per le la nuova Casa e messa a nostra disposizione; in marzo 2009 partì il
donne di alcuni villaggi, mentre continuavano i nostri parrocchiale cantiere giunto a buon fine.
gesti di carità alle persone più povere, soprattutto nel­
l’ambito della salute. A partire però dalla metà del 2005
incominciammo a pensare più concretamente alla ne­
Parrocchie, gruppi, singoli privati della missione
diocesana
a Dosso
Senza questa donazione, saremmo ancora senza cano­
nica, nel vecchio e traballante edificio del “Quartier
Plateau” fuori dal centro della città, impossibilitati ad
cessità di costruire una casa per noi preti. Fu così che in Niger; accogliere in modo dignitoso gli ospiti di passaggio.
iniziammo a parlarne durante i nostri rientri in Italia.
Trovammo una grande disponibilità da parte dei no­
e la Banca Centropadana hanno reso in alto
don Domenico
Per fortuna, o meglio, grazie alla Provvidenza ed a co­
loro che credono valga la pena spendersi per Lei, noi
stri superiori lodigiani ad aiutare la diocesi di Niamey Arioli e siamo già dentro, cercando di piantare gli alberi capa­
in questa impresa. La diocesi di Lodi mise a disposi­
zione una grossa somma per cominciare, anche con il
possibile un’opera fondamentale don Andrea
Tenca
ci di resistere all’avanzata del deserto e di offrire sol­
lievo ai nigerini che bussano alla porta della canonica.
contributo del compianto don Franco Simonetta. Con Sarebbe bello che un giorno o l’altro, uscendo dalla
questa somma “acquistammo” un grosso terreno di rio e a don Luca quanto era successo; nel frattempo che includono le camere di passaggio e tredici piccoli porta, potessimo stare seduti accanto a loro, all’ombra
10.000 metri quadrati, dotato già di due case riadattabi­ tanti amici­benefattori ci furono vicini. Fu così che ri­ negozi. di uno di questi alberi, insieme a qualcuno di coloro la
li. Purtroppo il proprietario non rispettò il contratto, cominciammo a guardarci in giro ed alla fine dell’an­ Comprato il terreno bisognava costruire, ma le casse cui generosità ne ha permesso la costruzione, a comin­
ma la diocesi di Niamey riuscì a recuperare la capar­ no trovammo un terreno in centro città; lo compram­ erano vuote; con i pochi euro che ci restavano non sa­ ciare dal presidente e dal direttore della banca e del
ra. Fu nello scoraggiamento di questi eventi che, nei mo nel 2007 con una parte dei soldi della diocesi, ma remmo mai stati in grado di costruire una casa il cui consiglio di amministrazione, di cui il vescovo Michel
primi mesi del 2006, mi affidai al Signore: “Tu non anche lì sorsero problemi. Nella parcella confinante, preventivo (come sempre sfondato) era di 150.000 euro, ricorda spesso la bella accoglienza ricevuta nella sede
vuoi che noi abbiamo un terreno in città; o forse non una setta cristiana intendeva assolutamente costruire senza contare i lavori di sistemazione delle camere di di Guardamiglio nel maggio 2009, per arrivare ai preti,
sei d’accordo sulla nostra visione?!” La risposta non si una cappella per cui a Niamey ci consigliarono di non passaggio. ai seminaristi ed a tutti i benefattori, anche un po’ an­
fece attendere. Nella settimana successiva quattro gio­ costruirvi la casa. ziani! Sono certo, una bella sorpresa gradita anche dal
vani, due ragazze e due ragazzi ci cercarono per saper­ Finalmente l’avventura volse al termine quando nella n CHI SONO I BENEFATTORI? Signore!!! Grazie infine per esser riusciti a leggermi fi­
ne di più su Gesù! Uno dei due aveva sognato Gesù che primavera del 2008 Angela Sicco fu chiamata a fare da Ancora una volta il Signore non ci ha lasciati soli. Al­ no qui!! un abbraccio a tutti, che il Signore vi benedica
lo invitava “ad avvicinarsi senza paura”; infine un traduttrice tra l’impresario libico e due tecnici italia­ cune parrocchie ci hanno aiutato, in circostanze ed in come sa fare Lui.
vecchio di un villaggio mi fece un’offerta di 2.000 fran­ ni: montavano le macchine nel pastificio, ma non par­ misura diverse: San Fiorano, San Lorenzo, Ausiliatri­ Domenico
chi (3 euro circa) “per le opere della missione”! Il Si­ lavano il francese! Fu sostituita da don Andrea e da ce, San Martino in Strada, Muzza di Cornegliano, Spi­ Presbitero di Lodi prestato al Niger
gnore ci invitava a continuare: era di marzo 2006. questo incontro nacque un dialogo che si concluse con no d’Adda, Cavenago, Paullo, Miradolo, Camairago, per evangelizzare i discendenti di Sant’Agostino,
Tornando in Italia a maggio spiegai al vescovo, al vica­ l’acquisto dell’attuale terreno: 8.400 metri quadrati Postino, Casalpusterlengo, Lodi Vecchio, Riozzo, Dre­ dei martiri Nàbore e Felice sparsi nel Sahel nigerino

RESTA IL PROBLEMA DELL’INCULTURAZIONE IN ASSENZA DI LIBRI LITURGICI E CATECHISMI NELLE DIVERSE LINGUE
A
quattro mesi dalla seconda as­ termini, che spesso rischia di non
semblea speciale per l’Africa mettere in luce l’eccellenza e il valo­
del Sinodo dei Vescovi, tenuta­ re della vita cristiana e/o consacra­

Sinodo d’Africa, un bilancio attivo


si a Roma nell’ottobre del 2009, ta».
il teologo salesiano ruandese Aima­ Il ruolo della donna, secondo l’In­
ble Musoni, esperto del Sinodo, trac­ strumentum laboris del Sinodo, è
cia un bilancio delle conquiste socia­ fatto di “dolcezza, tenerezza e di­
li registrate nel continente negli ul­ sponibilità”. In che modo la don­
timi 15 anni anche grazie al cattoli­ na svolge questo ruolo privilegia­
cesimo.
Il tema del secondo Sinodo recita­
va: «La Chiesa in Africa al servi­
In crescita i cattolici, più profonda la riflessione teologica to? E in che modo potrebbe ulte­
riormente contribuire alla mis­
sione evangelizzatrice?
zio della riconciliazione, della zione nella misura in cui non si han­ c’è il rischio dell’anonimato per via evangelizzazione e contemporanea moti antenati per arrivare fino ai ni­ «Sono le donne a portare avanti la fa­
giustizia e della pace». Nonostan­ no dappertutto libri liturgici e cate­ delle loro grandi dimensioni che non colonizzazione si è arrivati allora al­ poti attuali, la vita è intesa come miglia in Africa, così come l’educa­
te alcuni progressi registrati nel­ chismi nelle diverse lingue locali. favoriscono il contatto personale. la teologia dell’adattamento, cercan­ “continuità”. Per chi non può avere zione. Un ruolo importante, il loro,
l’ambito socio­politico, economi­ Ecco perché bisogna continuare Ci sono però già delle prime risposte do degli addentellati nella cultura figli è come restare ai margini della che anche la Chiesa dovrebbe rico­
co e culturale, resta difficile sape­ l’opera di traduzione, nonché incre­ da parte dei cattolici grazie alla na­ africana. L’inculturazione è stato il società. In Ruanda una delle maledi­ noscere. Sono già presenti nelle par­
re in che modo i risultati del Sino­ mentare il repertorio dei canti litur­ scita di movimenti giovanili e comu­ passo successivo per andare incon­ zioni più pesanti è quella di augura­ rocchie e nelle comunità ecclesiali
do trovino o abbiano trovato una gici, seguendo i canoni della tradi­ nità ecclesiali di base, le cosiddette tro all’eredità culturale africana, re a qualcuno di morire senza spo­ di base: si tratta di riconoscere uffi­
reale applicazione in Africa... zione consolidata in Europa, sì, ma “piccole comunità cristiane”, orga­ perché questa offrisse un proprio ca­ sarsi o senza avere figli, cioè senza cialmente questo ruolo valorizzan­
«Sì, è difficile quantificare in modo incoraggiando anche la creatività nizzate per quartieri oppure per vil­ nale interpretativo del cattolicesimo lasciare una discendenza. Significa, dolo. E, andando oltre, si potrà con­
preciso i risultati. Ad ogni modo, ri­ del genio africano». laggi e nelle quali ci si ritrova per ed è così, ad esempio, che si è avuta praticamente, scomparire. Ma anche tribuire in questo modo a far ricono­
spetto al 1994, anno del primo Sino­ Se i dati parlano di una crescita pregare e per scambiarsi informa­ l’introduzione della danza nella li­ qui, in questa concezione africana scere e tutelare la dignità della don­
do, si è registrata una crescita note­ dei cattolici, il dialogo ecumenico zioni sulla situazione della collettivi­ turgia. Oggi l’africano può esprime­ della vita, c’è un senso religioso per­ na nella cultura africana in genera­
vole del cattolicesimo nel continen­ e interreligioso rimane tuttavia tà, così da prendere iniziative comu­ re il suo essere nella Chiesa, anche ché l’antenato ha ricevuto la vita da le. Ad esempio la poligamia non ono­
te, i cui membri sono passati da 102 una sfida delicata di fronte alla ni per aiutare chi è in difficoltà. Ad attraverso la corporeità. L’incultura­ Dio e la trasmette a sua volta. Ci so­ ra certamente la donna, quantome­
milioni (pari a 14,6% della popola­ proliferazione delle sette, il cui ogni modo sì, per l’Africa c’è stata a zione, in tal senso, ha aiutato a puri­ no poi però appendici negative per­ no nella visione cristiana. Quanto
zione africana) a 164 milioni (17,5%). fascino non accenna ad arrestar­ volte questa mancanza di attenzione ficare i valori africani per assumerli ché per rafforzare la propria vita, ad allo sfruttamento, è risaputo il ruolo
Così come sono aumentati, ad esem­ si. Sembrerebbe esserci una certa da parte dei missionari, perlopiù oc­ come veicolo del cristianesimo». esempio in Congo, si può toglierla subalterno delle spose nell’organiz­
pio, i consacrati, i missionari laici, i distanza tra la Chiesa e gli africa­ cidentali, che all’inizio avevano so­ I valori propri di alcune culture agli altri (a volte si è parlato di zazione familiare, che può essere in­
catechisti e i seminaristi nonché le ni... spetti abbastanza pesanti sulla cul­ africane come possono armoniz­ “mangiatori di anime”). Così per la vece riveduto per una collaborazio­
strutture ecclesiastiche per l’evan­ «È noto il proliferare delle “Chiese tura africana, a volte sostenendo che zarsi con la fede cristiana? poligamia, che è vista come rafforza­ ne che se non è paritaria, perlomeno
gelizzazione, gli ospedali, le scuole, i indipendenti africane”, la cui esi­ non ci fosse affatto una cultura. Ciò «I cristiani africani vivono in una mento della famiglia: avere tanti fi­ rispetta le personali capacità. La
seminari e le radio cattoliche, passa­ stenza si impregna di due significati: ha consentito di fare una sorta di ta­ certa tensione rispetto ai valori e al­ gli significa avere forza lavoro ma Chiesa, secondo l’augurio dei Padri
te – quest’ultime – da un numero di il primo evidenzia come l’africano bula rasa, nel tentativo di “strappare le tradizioni culturali del proprio Pa­ anche forza difensiva nelle guerre Sinodali, dando alla donna delle re­
15 a ben 163. Si è approfondita anche sia incurabilmente religioso; il se­ al diavolo questi poveracci che cre­ ese. Ad esempio, la nostra concezio­ tribali e, in tal senso, il matrimonio è sponsabilità anche negli organi di
la riflessione teologica, sebbene re­ condo sottolinea il perché ci si allon­ scevano nelle tenebre”, come diceva­ ne della vita ha un valore antropolo­ un’alleanza con le famiglie delle spo­ decisione, potrebbe offrire l’esempio
stino problemi legati all’incultura­ tani dalle chiese ufficiali, nelle quali no i missionari del ‘500­’800. Dalla gico allargato: partendo dai più re­ se. Una visione complessa, in altri più bello».
18 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Sezione
SABATO 6 MARZO 2010 19
il Cittadino
Sezione

Lodigiano & dintorni


DUE RAGAZZI DI 12 E 14 ANNI AVEVANO BEVUTO BIRRE E COCKTAIL ED ERANO GIÀ ALTICCI; SCOPERTE ANCHE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE

Alcol a minori, denuncia in discoteca


La questura entra al Luce, provvedimenti per titolare e barista
n Due ragazzi di 12 e 14 anni sor­
presi a bere superalcolici e birra In breve
in discoteca. La questura ha co­
minciato infatti una serie di con­
trolli nei locali pubblici dopo le se­
Furto allo Sma delle Fanfani, A PIACENZA
gnalazioni arrivate da alcuni geni­
tori preoccupati, e il primo “bersa­
glio” è stato il Luce di via Sant’An­
banda di ragazzini in azione Rissa per una donna,
denunciato peruviano
gelo. n Banda di ragazzini ruba alcu­ si apre solo verso l’interno. Le
Domenica pomeriggio, negli orari ni prodotti al supermercato e cassiere li hanno visti subito e Ha rischiato di finire in galera per
in cui il locale è tradizionalmente fugge a piedi. È successo giove­ hanno cercato di fermarli, ma una ragazza e per qualche bicchie­
frequentato da giovanissimi, i poli­ dì pomeriggio allo Sma di via quelli sono usciti di corsa e so­ re di troppo il giovane peruviano
ziotti sono entrati in borghese fin­ Lodivecchio, piccolo super ­ no scomparsi nel nulla. ricacciato da Piacenza nel Lodi­
gendosi genitori in cerca dei figli: market nel quartiere Fanfani, Non si tratta comunque di un giano dopo aver dato vita a una
all’interno hanno trovato circa 50 anche se i titolari per il momen­ episodio nuovo per i supermer­ violenta rissa in un parchetto della
persone, fra cui una decina con me­ to non hanno ancora sporto de­ cati della città, che praticamen­ città emiliana. L’episodio è acca­
no di 14 anni. Aggirandosi fra di lo­ nuncia alle forze dell’ordine. Il te ogni gior no devono fare i duto giovedì scorso nei giardinetti
ro hanno visto un 14enne bere due gruppo, probabilmente compo­ conti con furti più o meno pic­ di via Morselli. Secondo quanto ri­
birre e un 12enne con in mano un sto da minorenni, è entrato a coli commessi sempre da perso­ costruito il peruviano (un 18enne
cocktail a base di vodka e cola: en­ metà pomeriggio e si è aggirato ne diverse. Tempo fa i carabi­ residente a Tavazzano), era anda­
trambi, fanno sapere dalla questu­ fra gli scaffali arraffando dei nieri di Lodi, dopo alcuni con­ to a Piacenza incontrandosi con
ra, erano già un po’ “alticci”. A quel prodotti, non è chiaro però di trolli mirati, avevano stimato un gruppo di coetanei, anch’essi
punto sono entrati anche i poliziotti quale natura: forse alcolici, be­ in circa il 10 per cento il danno sudamericani. Ai giardinetti, il
in divisa e il controllo è stato uffi­ vande varie o qualcosa da man­ subito dagli esercizi proprio giovane avrebbe partecipato a una
ciale. Per il “preposto alla gestione” giare. Non sembravano zingari per i continui furti subiti. An­ ricca bevuta di superalcolici, co­
del locale, il titolare Antonio Corsa­ o disperati, piuttosto ragazzi che per questo forse i titolari me lascia supporre il ritrovamento
no di 57 anni (noto imprenditore (italiani) in cerca di “un’emo­ dello Sma, che comunque in di ben cinque bottiglie dentro una
della città e volto noto della politica zione” per vivacizzare la gior­ questi giorni non sono raggiun­ giostra; l’euforia, però, sarebbe
locale, consigliere comunale prima nata. Per uscire non sono passa­ gibili, hanno deciso per il mo­ improvvisamente sfociata in una
di Forza Italia e poi del Pd), e per il ti dalle casse, ma hanno aperto mento di non sporgere denun­ selvaggia scazzottata tra il peru­
barista di quel pomeriggio, M.R. L’ingresso della discoteca Luce, entrata nel mirino della questura di Lodi la sbarra posta all’ingresso che cia alle forze dell’ordine. viano e un ecuadoregno, che finiti
23enne di Lodi, è scattata la denun­ ai ferri corti per una ragazza non
cia penale per “somministrazione hanno indugiato a prendersi a cal­
di bevande alcoliche ai minorenni”. ci e pugni davanti ai presenti. Sul
Durante il controllo sono state sco­ posto è arrivata subito la polizia, e
perte anche alcune violazioni am­
ministrative: non erano esposte in­ HANNO 16 E 18 ANNI, IN TASCA AVEVANO ALCUNI GRAMMI DI HASCISC CHE SONO STATI POSTI SOTTO SEQUESTRO uno degli agenti, nel tentativo di
sedare la rissa, è stato ferito a un
fatti l’autorizzazione comunale, gli dito. Finalmente neutralizzati, i
orari di apertura e chiusura e le ta­
belle con i prezzi. In tutto le sanzio­
ni ammonteranno a circa mille eu­
ro. Inoltre c’era un’uscita di emer­
genza parzialmente ostruita, men­
tre all’Asl sono state segnalate alcu­
Sorprese con la droga dopo la scuola due contendenti sono stati con­
dotti in questura, dove scampato
all’arresto il 18enne lodigiano è
stato comunque denunciato per
oltraggio e resistenza a pubblico
ufficiale e lesioni aggravate: oltre
ne sospette irregolarità sulla suddi­
visione del locale in diversi am­
bienti.
Tre studentesse del Clerici sorprese dai poliziotti ai giardini a ciò, e a una multa per ubriachez­
za molesta, il peruviano è stato
diffidato dal farsi rivedere a Pia­
«In trent’anni di carriera è la prima ANCHE QUATTRO TERNI n Fumavano uno spinello dopo fatto con l’hascisc, mentre nel­ cenza per i prossimi tre anni.
volta che mi succede una cosa simi­ la scuola, giusto per “rilassar­ le tasche di una delle tre è stato
le ­ spiega il diretto interessato, An­
tonio Corsano ­. E comunque anche Lotto generoso alla ricevitoria Rovida: si” prima di tornare a casa a
studiare. Ma una pattuglia del­
trovato un pezzetto della stessa
sostanza da circa un grammo.
PROCESSI E RISARCIMENTI
il fatto che solo due persone con me­
no di 16 anni su ottanta avessero be­ centrata quaterna da quasi 12mila euro
la polizia è passata davanti a lo­
ro proprio in quel momento e le
Per loro è scattata la segnala­
zione alla prefettura come con­
Le colpe del medico:
vuto alcolici mi sembra un fatto fi­
siologico, anche perché è difficile n Prova la sorte quasi allo scadere e si porta a casa circa
ha sorprese. Tre studentesse
della Fondazione Clerici, l’isti­
sumatrici di sostanze stupefa­
centi, con la relativa sanzione
corso per gli avvocati
distinguere un ragazzo di 16 anni 12mila euro. È questo il fortunato colpaccio piazzato alla tuto professionale di via Paolo amministrativa prevista dalla Un argomento di drammatica at­
da uno di 14. Noi chiediamo i docu­ tabaccheria­ricevitoria di Christian Rovida dall’ignoto Gorini a Lodi, sono state segna­ legge. tualità al centro di un corso di for­
menti sia all’ingresso che al bar, ma giocatore che, nella serata di giovedì, ha azzeccato una late alla prefettura come consu­ Questo comunque è solo l’ulti­ mazione per gli avvocati: “La re­
loro possono anche non farmeli ve­ quaterna vincente al Lotto dando una bella boccata d’ossi­ matrici di stupefacenti, mentre mo dei controlli messi in cam­ sponsabilità del medico”. Si terrà
dere; e poi noi non possiamo con­ geno al suo conto corrente. L’identità del vincitore è anco­ la droga che avevano in mano e po dalla questura di Lodi per nel pomeriggio di venerdì prossi­
trollare che il cocktail acquistato da ra avvolta nel mistero: nessuno, infatti, si è ancora pre­ in tasca, alcuni grammi di ha­ contrastare il possesso e il con­ mo, dalle 14 nella sala dei Comuni
un maggiorenne non venga poi ce­ sentato nella frequentatissima ricevitoria di via Borgo scisc, è stata posta sotto seque­ sumo di droga fra i giovanissi­ della Provincia di Lodi al 10 di via
duto a un 12enne. Inoltre la domeni­ Adda per reclamare il bottino, cosa che il regolamento stro. mi e gli studenti delle scuole. Fanfulla, la giornata di formazione
ca pomeriggio, sapendo che i clienti sulle vincite superiori ai 10mila euro gli permette peral­ Il controllo è scattato alcuni Alcuni mesi fa in alcuni istituti promossa dalla sezione di Lodi
sono soprattutto minorenni, vengo­ tro di fare anche presentandosi in banca con l’apposito giorni fa, intorno alle 13. Una superiori gli agenti erano en­ dell’Associazione italiana giovani
no serviti soft drink, con un quarto scontrino. Di certo, per ora, si sa solo che l’intuizione delle ragazze ha sedici anni, le trati con i cani antidroga sor­ avvocati con il patrocinio dell’Or­
delle quantità normali di alcolici vincente è scattata a poco più di mezz’ora dalla chiusura altre due diciotto: erano appe­ prendendo quattro ragazzi con dine degli avvocati di Lodi. Inter­
presenti nei cocktail». delle giocate, e che non è costata nemmeno tanto: un euro na uscite dalla scuola e si erano l’hascisc, mentre in precedenza verranno l’avvocato milanese Co­
Il controllo era scattato dopo la se­ per il terno e uno per la quaterna su tutte le ruote. Al fer mate su una panchina dei era stato fatto un controllo su stantino Ricci, sul tema del con­
gnalazione di un genitore al “113” resto, invece, ha pensato la dea bendata, che pescando dal giardini di viale IV Novembre. un autobus carico di studenti senso informato e delle conse­
che diceva di aver notato alcune mazzo dei numeri quattro dei numeri “puntati” dal gioca­ Lì hanno cominciato a passarsi in viaggio sulla via Emilia. guenze penali della mancata o in
amiche di sua figlia, di 14 e 15 anni, tore gli ha permesso di azzeccare una quaterna e ben la “canna” l’una con l’altra. Un Tutti segni di un’attenzione nei valida prestazione, l’avvocato Si­
tornare ubriache dopo essere state quattro terni. Alla fine, la fortuna ha così portato nelle attimo dopo è passata una Vo­ confronti di un fenomeno pre­ mona Serretti, anche lei milanese,
al Luce. Ora comunque questo ge­ tasche del vincitore un totale di 11mila e 703 euro; mentre lante della questura davanti a occupante e sicuramente in che si occuperà di prova e quanti­
nere di controlli proseguiranno an­ il Lotto, nonostante le “quote” cedute ai giochi più in vo­ loro, ha notato i movimenti a crescita fra i giovanissimi, con­ ficazione del danno derivato dal­
che negli altri locale della città e ga quali il gratta e vinci, tiene botta alla concorrenza e si dir poco sospetti e così gli agen­ tro cui le forze dell’ordine non l’esercizio dell’attività medica, e
della provincia maggiormente fre­ conferma una delle lotterie ancora più generose verso i ti si sono fermati per un con­ hanno mai abbassato la guar­ l’avvocato Sara Strosselli del foro
quentati da minorenni. suoi “fedelissimi”. trollo. dia. di Pavia che si concentrerà invece
Davide Cagnola In mano avevano uno spinello D. C. del giudizio innanzi alla Corte dei
conti come una delle conseguenze
per il medico di azioni di respon­
sabilità a suo carico. La parteci­
pazione è gratuita e per gli avvo­

Protezione civile, oggi Il “processo telematico” si avvicina: cati vale 3 dei 20 crediti formativi
annuali obbligatori.

PRECISAZIONE

tre volontari dal Papa positivo il test dei decreti ingiuntivi Pisani è alla guida
della Gelfipharma
n Saranno tre i volontari lodi­ za radio, che fa parte della strut­ n Meno code grazie a Internet an­ lematico elimina il tradizionale de­ vocati puntiamo a organizzare una
giani della Protezione civile che tura provinciale della Protezio­ che nella sezione civile del tribuna­ posito dei ricorsi nelle cancellerie, “scuola permanente” per insegnare Giorgio Pisani è amministratore de­
parteciperanno, nella giornata ne civile, guidata da Patrizio Lo­ le di Lodi, con il sempre più diffuso che per carenza di organico sono da l’utilizzo della consolle del decreto legato di Gelfipharma e non della
di oggi, all’udienza speciale si, e che conta oltre un centina­ utilizzo del decreto ingiuntivo tele­ alcuni mesi aperte con orari ridotti. ingiuntivo telematico, e, se trovere­ società Euticals come erroneamen­
pontificia ribattezzata “Il Papa io di iscritti con 40 volontari at­ matico, ma la strada per arrivare al­ Utilizzando un apposito program­ mo sponsor o altri soggetti disposti te riportato sul «Cittadino» del 5
incontra i volontari di protezio­ tivi e con sedi operative a Lodi, la completa informatizzazione del ma che genera corrispondenza elet­ a sostenere gli investimenti neces­ marzo. Così le precisazioni sulla
ne civile”, programmata nella Borghetto, Sant’Angelo, Casti­ processo civile appare ancora lun­ tronica certificata, gli atti giuridici sari, potremo fare ulteriori passi qualità delle acque fatte da Pisani
mattinata presso la sala “Paolo glione, Senna e Casale. ga: «L’obiettivo è di arrivare a gesti­ passano dallo studio degli avvocati avanti nella diffusione di questo si­ si riferivano ovviamente alla sua
VI” con il saluto introduttivo I volontari sono pronti a inter­ re in modo “virtuale” tutta la parte al terminale dei giudici, che a loro stema». Gelfipharma di viale Milano e non
del capo del dipartimento della venire in tempi estremamente che ora richiede la presenza fisica, volta possono emettere i loro prov­ L’informatica dovrebbe risolvere a alla vicina Euticals. «Nel nostro
Protezione civile Guido Berto­ ridotti in caso di emergenza nel sia nelle cancellerie sia nel rappor­ vedimenti per via telematica. Lodi anche un altro punto dolente: i stabilimento ­ aveva dichiarato nel­
lasi e a seguire il saluto del San­ settore della protezione civile. to con i giudici – spiega il presiden­ Un’esperienza che è già in fase mol­ tempi lunghi nel rimborso delle par­ l’articolo Pisani ­ non vengono uti­
to Padre e l’omaggio al Santo Il programma dell’incontro va­ te dell’Ordine degli avvocati di Lodi to avanzata presso il tribunale di celle degli avvocati impegnati in di­ lizzate a prodotte le sostanze ricer­
Padre da parte di 30 rappresen­ ticano con i volontari prevede Giorgio Bottani – e di ridurre, per Milano e che a Lodi ha preso il via fese a carico dello Stato. Anche per cate dall’Asl e dall’Arpa. L’attività
tanti delle organizzazioni di vo­ anche la possibilità, dalle 12.30 gli avvocati, il tempo trascorso in da circa un anno, con soddisfazione queste pratiche è pronta una proce­ svolta all’interno dello stabile pre­
lontariato presenti durante alle ore, di un visita riservata tribunale solamente a quello neces­ anche dei magistrati della sezione dura informatizzata, che potrebbe vede esclusivamente l’unione di
l’emergenza del terremoto in alla tomba di Papa Giovanni Pa­ sario per le udienze». Una rivoluzio­ civile. «Uno strumento che oggi è legarsi anche a una “codifica“ materie prime (principio attivo ed
Abruzzo. olo II e nel pomeriggio, alle 17, ne radicale, quella del “processo te­ sottoutilizzato ­ aggiunge il presi­ dell'entità dei compensi. «Noi e i eccipienti) all’interno di appositi
I tre volontari lodigiani sono della partecipazione alla Santa lematico”, che secondo Bottani dente Bottani ­ e che ha bisogno di giudici ci stiano mettendo entusia­ preparatori e non la produzione di
Patrizio Losi, Maurizio Seresini Messa officiata dal cardinale «porterà a un notevole aumento del­ superare alcune resistenze psicolo­ smo ­ conclude Bottani ­ ma anche il principio attivo. Noi siamo total­
e Roberto Pedrolli, tutti della Angelo Comastri, arciprete del­ l’efficienza del sistema e ricompen­ giche, ma che avrà anche il vantag­ ministero della Giustizia deve fare mente estranei a quanto si dice in
Federazione italiana ricetra­ la basilica di San Pietro, presso serà ampiamente degli investimenti gio di ridurre il carico di lavoro del­ la sua parte». merito ai residui farmaceutici tro­
smissioni Cb, servizio emergen­ l’altare della Cattedra. necessari». Il decreto ingiuntivo te­ le cancellerie. Come ordine degli av­ Carlo Catena vati a San Grato».
20 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Lodi
CON LUI PENATI E GUERINI, CANDIDATI RISPETTIVAMENTE ALLA REGIONE E AL COMUNE: «IL CONSENSO NON DEVE VENIRE PRIMA DELLE REGOLE»

«Il decreto salva liste è una vergogna»


Alle Vigne la rabbia del segretario del Partito democratico Bersani
n «Non esiste che il consenso ven­
ga prima delle regole. Se passa
questo principio non sta più in pie­
di il paese. Così si apre uno scon­
tro sulla questione democratica».
È molto duro il segretario del Par­
tito democratico, Pierluigi Bersa­
ni, dopo l’approvazione del decreto
“salva liste” da parte del governo.
Intervenuto ieri sera a Lodi, per
sostenere la corsa in Regione di Fi­
lippo Penati e la campagna eletto­
rale del sindaco di Lodi Lorenzo
Guerini, il leader dei Democratici
non esita ad alzare i toni. «Vergo­
gna, vergogna», scandisce più vol­
te. E quindi lancia l’affondo: «È
tutta colpa di sciatteria, disatten­
zione o ritardi? Hanno fatto un pa­
sticcio. E questo per problemi e di­
visioni interni». Annuncia poi che
leggerà il testo del provvedimento
dell’esecutivo, quando verrà uffi­
cialmente reso noto, e deciderà co­
me muoversi. Ma il giudizio rima­
ne netto: «Qui fa un brutta figura
il paese, dove ognuno pensa di po­
ter non rispettare le regole».
Il caos delle liste ­ dopo la bocciatu­
ra ed esclusione di Formigoni e
Polverini dalle elezioni regionali, A lato il pubblico, qui sopra, da sinistra, Mauro Soldati, Pierluigi Bersani, Filippo Penati e il sindaco
e le battaglie legali ­ irrompe sul Lorenzo Guerini al tavolo dei relatori che è stato allestito sul palco del teatro alle Vigne di Lodi
territorio. A sollevare la questio­
ne, il segretario lodigiano del Pd,
Mauro Soldati che ricorda come VERSO IL VOTO
una parte del “pasticcio” per la
presentazione delle candidature
regionali sia stato compiuto anche IL CANDIDATO DEL CENTROSINISTRA FA UN BILANCIO DEL SUO MANDATO: «ABBIAMO RISPOSTO AI BISOGNI SOCIALI» Il sindaco uscente
nel Lodigiano. E si è detto preoccu­
incassa l’appoggio
pato per l’evolversi della vicenda.
Di fronte ad un teatro alle Vigne
gremito, prende quindi la parola il
candidato alla presidenza della Re­
gione per il centrosinistra, Penati:
«Usano le istituzioni dello stato
Il sogno di Guerini è una città solidale dei Pensionati
n I Pensionati fanno il tifo
per Lorenzo Guerini, il
sindaco uscente che corre­
per mettere una pezza ad un pa­
sticcio che hanno fatto loro. E poi
cambiamo le regole di notte come
«Lodi non è un castello da difendere contro le invasioni» rà per il centrosinistra
nella tornata del 28 marzo.
Il partito considera fonda­
dei ladri, quando bastava attende­ n Dieci nuove aree wi­fi in spazi minuti d’intervento per tracciare mentale l’attenzione della
re qualche ora per il responso del pubblici, priorità d’intervento sul­ un bilancio di quanto realizzato e futura amministrazione
Tar, cui loro stessi hanno deciso di la rotatoria Faustina e la proposta presentare le novità in progetto verso i servizi sociali:
ricorrere». di una città solidale. Sono queste per il 2010­15. «La città che voglia­ «Dobbiamo fare in modo
E va avanti ricostruendo la genesi alcune delle linee del “Progetto mo è un centro solidale, una co­ che nella nostra città le
di tutta la bagarre politica, che ri­ per Lodi”, annunciato dal sindaco munità coesa, che sostiene e valo­ famiglie non debbano esse­
schia di lasciare fuori il governa­ Lorenzo Guerini. Il candidato del rizza tutte le reti di solidarietà re costrette a supplire a un
tore lombardo dalle elezioni. «Ci centrosinistra, in corsa verso una presenti nel capoluogo ­ sostiene ­ deficit di servizi pubblici e
accusano di complotto, ma la colpa riconferma a palazzo Broletto, ri­ questo è stato l’elemento guida del possano invece contare sul
non è nostra. Non abbiamo fatto vendica il lavoro fatto in questi nostro lavoro e così vogliamo con­ sostegno di adeguate politi­
nulla. Anche noi abbiamo dovuto cinque anni. E svela le proposte tinuare». che sociali», auspica Dome­
rispondere di un ricorso, ma gli per il futuro. Parte dall’impegno Guerini passa inoltre in rassegna nico Ossino, referente loca­
esami hanno dimostrato che ave­ sul fronte del sociale: «Siamo tra i gli investimenti portati avanti, a le dei Pensionati. Dal pun­
vamo le carte in regola, al contra­ capoluoghi di provincia lombardi cominciare dalla riqualificazione to di vista del partito, la
rio di qualcun altro», continua Pe­ con gli stanziamenti più alti per della biblioteca, poi la sistemazio­ separazione tra Asl e
nati. Introdotto da Laura Taglia­ rispondere ai bisogni sociali. In ne del ridotto delle Vigne. E lo Azienda ospedaliera non
ferri dei Giovani democratici, il questa direzione vogliamo conti­ sforzo definito straordinario per ha portato alcun migliora­
sindaco Guerini attacca invece nuare a procedere». E poi la sfida la realizzazione delle difese spon­ mento concreto, a questa
frontalmente il governo del centro dell’accoglienza degli stranieri: dali. In questo ambito annuncia situazione si aggiungono le
destra in regione: «Formigoni or­ «Lodi non è un castello da difende­ anche il via della gara d’appalto rette delle case di riposo:
mai rappresenta un sistema di po­ re contro le invasioni, la chiusura per l’assegnazione dei lavori del «In una società ideale i
tere che ha ormai in mente solo di sarebbe una scorciatoia poco effi­ nuovo argine lungo la strada pro­ ricoveri nelle strutture
replicarsi. Ma lo sta facendo nei cace». vinciale per Boffalora. Qui sopra il pubblico intervenuto alle Vigne, sotto, Guerini al tavolo dei relatori pubbliche per gli anziani
suoi aspetti peggiori. E l’arrogan­ Di fronte a una platea gremita di Sul fronte viabilistico parla anche dovrebbero essere a costo
za di questi giorni, è la prova più candidati e pubblico, riunita gio­ dell’impegno per risolvere il nodo zero ­ dichiara Ossino ­,
lampante di questo». Inoltre invita vedì sera al teatro alle Vigne di Lo­ viabilistico della rotonda tra la invece le famiglie sono co­
il segretario nazionale Pd a «tener di, Guerini svela i principali punti tangenziale e via San Colombano. strette ad accollarsi media­
alta la voce delle regole: in una de­ del suo programma. Sul palco ci E dell’estensione della Zona a traf­ mente il 60 per cento delle
mocrazia l’aspetto formale non è sono i rappresentanti delle liste fico limitato, da controbilanciare rette, a causa degli insuffi­
un orpello, ma è fondamento. Cer­ che sostengono la sua candidatu­ con un’adeguata politica della so­ cienti contributi della Re­
to si può ragionare su una soluzio­ ra, Pd, Italia dei valori, Pensiona­ sta. Infine, oltre al piano per crea­ gione. E per fortuna che a
ne politica, ma tenendo ben fermo ti, Federazione della sinistra e del­ re zone di accesso ad Internet sen­ Lodi il comune interviene
questo presupposto: la difesa delle le due liste civiche (“Progetto za fili, sottolinea il tema del verde: integrando i versamenti
regole di una democrazia». Guerini” e “Lodi con Guerini”), e «In questi anni sono stati realizza­ delle famiglie con minor
Infine la parola al candidato Pd in in sottofondo parte il brano “Una ti diversi parchi di quartiere e ora disponibilità di reddito,
Regione Lombardia, Fabrizio San­ vita da mediano” di Luciano Liga­ tanti sono i progetti che vogliamo oltre a stanziare da tre
tantonio: «L’esclusione di liste è bue. L’introduzione della serata è portare avanti, tra cui il parco del anni un contributo straor­
successo anche alle scorse provin­ affidata alla giornalista Raffaella Pulignano, di Selvagreca e riqua­ dinario di 100.000 euro a
ciali a Lodi. Allora nessuno aveva Ciceri, quindi il copione prevede lificazione dell’Isola Carolina. favore della casa di riposo
detto nulla. Quindi non è giusto che prendano la parola alcune L’obiettivo è fare di Lodi il primo in conto abbattimento ret­
che una classe politica dopo aver persone del pubblico, mentre vie­ capoluogo in Italia per estensione te». Più in generale, i Pen­
commesso un pasticcio si autoas­ ne proiettato un video sui cambia­ di verde in rapporto al numero di sionati rilevano come i
solva». menti nel capoluogo. Dopo inizia cittadini». servizi siano inadeguati
Matteo Brunello la relazione di Guerini, oltre 40 Mat. Bru. rispetto all’effettiva do­
manda di prestazioni. «In
questo contesto ­ suggeri­
CALCOLI RIBALTATI sce Ossino ­ il ruolo del
comune di Lodi deve svi­
Regionali, il Pdl replica a Santantonio:
«Solo con noi Lodi avrà un consigliere»
Gazebo in piazza per la festa della donna lupparsi in due direzioni:
approfondire sempre più la
conoscenza delle necessità
di servizi sociali, per inve­

n «Se il Lodigiano ha l’opportunità di eleggere un rappresentante


nel consiglio regionale non è con il Pd, ma con noi». Claudio Pe­
drazzini, coordinatore provinciale del Popolo della Libertà, ribalta
Tra i “big” in arrivo Di Pietro e Calderoli stire in modo mirato sulle
aree di bisogno prioritarie,
quindi, esercitare una fun­
zione di forte stimolo nei
nettamente l’assioma di Fabrizio Santantonio, il candidato consi­ n Le donne del Pd incontreran­ alle 10.30 sarà in piazza Duomo rà di una nuova offerta di pane, confronti di Asl, comuni,
gliere del Pd per il Lodigiano che giovedì aveva dichiarato che, con no le lodigiane nella giornata di presso il gazebo, per incontrare pasta, riso, olio, vino, mele e Provincia e Consorzio ser­
l’attuale legge regionale, soltanto il suo partito avrebbe espresso domani, per festeggiare l’8 mar­ gli elettori; in caso di maltempo arance con un banchetto in cor­ vizi alla persona per utiliz­
un “voto utile” per portare un lodigiano al Pirellone. Per Pedrazzi­ zo con un omaggio floreale in ci si sposterà nella sede del par­ so Umberto. In realtà, l’elenco zare al meglio le risorse». I
ni, invece, basta andare a vedere i flussi di voti nel territorio delle piazzale Fiume (dalle 10 alle tito, situata in via Strepponi. non si esaurisce qui, il calenda­ Pensionati si impegneran­
ultime elezioni politiche, europee e provinciali per dimostrare il 12,30) e in piazza Vittoria (dalle Lunedì 15 marzo toccherà al mi­ rio si farà via via più fitto fine no affinché la prossima
contrario: «Andandole ad analizzare, il meccanismo potrebbe dav­ 15 alle 19). In corso Umberto ci nistro del Carroccio, Roberto nei prossimi giorni, arricchen­ giunta assicuri il diritto
vero portarci a eleggere direttamente un nostro rappresentante: sarà invece il gazebo della Lega Calderoli, il quale terrà alle ore dosi di date. Il Pdl ha annuncia­ degli anziani alla preven­
basterebbe conquistare un migliaio di voti in più, contrariamente nord, impegnato nelle celebra­ 20.45 un incontro pubblico nel­ to l’arrivo del ministro Ignazio zione, alla cura e alla riabi­
al Pd, al quale ne servirebbero almeno diecimila. Siamo noi che zioni della festa della donna, l’aula magna del liceo Verri, in La Russa e del ministro Giorgia litazione, oltre «alla priori­
abbiamo la maggiore forza: intanto, andiamo avanti con serenità mentre lunedì la lista Cominet­ via S.Francesco 11 a Lodi. Meloni, il coordinamento pro­ tà degli interventi domici­
nella nostra campagna elettorale». Anche per Giuseppe Carlin, ex ti­Burinato, “Progetto­Gueri­ La Federazione della sinistra vinciale tenterà anche di porta­ liari rispetto all’ospedaliz­
sindaco di Sant’Angelo e segretario amministrativo provinciale ni”, si ritroverà dalle 9 alle 12 accoglierà martedì 9 marzo Pao­ re a Lodi il premier Silvio Ber­ zazione o al ricovero in
del partito, le parole di Santantonio sono sembrate fuori luogo. E presso l’entrata del Cup, il Cen­ lo Ferrero, il segretario nazio­ lusconi. Il Carroccio, invece, sta Rsa, l’assistenza per la
sempre per una questione di numeri: «È solo fumo negli occhi: tro prelievi dell’ospedale Mag­ nale della nuova formazione ar­ portando avanti le trattative per gestione di pratiche sanita­
basta saper leggere i dati a disposizione, si possono dire tante cose giore, un’occasione di confronto riverà a partire dalle 9 incontre­ far sì che arrivi il leader del mo­ rie e amministrative, la
in politica ma i numeri non mentono ­ dichiara entrando nel meri­ con i cittadini. rà in piazza della Vittoria gli al­ vimento, Umberto Bossi. qualità dei servizi, tra gli
to delle cifre ­. Non è affatto vero che l’unico lodigiano che può Nel frattempo continua la “pas­ tri esponenti del partito e del Dopo gli eventi organizzati con interventi necessari si se­
assicurarsi un posto nel consiglio regionale è Santantonio, anzi: serella” dei “vip”, che approde­ Gruppo di acquisto popolare, Filippo Penati e Pierluigi Bersa­ gnalano il deciso potenzia­
gli mancherebbero circa 13mila o 14mila voti. Diverso il caso del ranno nella città del Barbarossa per l’occasione i volontari prov­ ni, il 12 marzo è on programma mento dell’assistenza domi­
candidato Pdl, Monica Guarischi: a lei ne mancherebbero tra i per sostenere i diversi candida­ vederanno alla distribuzione un incontro con il capogruppo ciliare e del servizio pasti a
1500 e i 1800, anche in base alle cifre delle europee». ti. Domani sarà il turno dl lea­ dei diversi prodotti. Sabato 13 del Pd, Dario Franceschini. domicilio».
der dell’Idv, Antonio Di Pietro: marzo, inoltre, il Gap si occupe­ G. B.
SABATO 6 MARZO 2010 21
il Cittadino
Lodi
ALL’INIZIATIVA ELETTORALE DEL POPOLO DELLA LIBERTÀ ERA ATTESO ANCHE IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA PODESTÀ, CHE NON È ARRIVATO

«Un treno diretto da Lodi a Malpensa»


Il capo di Trenitalia­LeNord: «Rinnoveremo il parco convogli»
IL CAOS DELLE LISTE n «Entro il 2015, l’anno di Expo Milano, sul­
la linea S1 e su tutto il sistema ferroviario
«Andremo alle urne, suburbano nessun treno avrà più di dieci
anni di età. Cambieremo il 75 per cento dei «Le stazioni,
si voterà per le regionali convogli. Da Lodi alla Malpensa sarà quasi

e vincerà Formigoni»
una direttissima, l’interscambio di Rogore­
do verrà visto come un dettaglio».
La promessa è giunta giovedì sera nella se­
pezzi di città»
n I timbri scacciano i treni, o al­ de del Popolo della libertà di corso Archinti n Secondo i top manager delle fer­
meno danno gli stessi grattacapi, da Giuseppe Biesuz, da poco più di un anno rovie lombarde invitati giovedì dal
nell’agenda del Pdl lodigiano. Gio­ amministratore di Trenitalia­LeNord, il gi­ Popolo della libertà non è vero che i
vedì sera l’incontro aperto del Po­ gante del trasporti lombardi che dopo aver treni che vanno e vengono da Mila­
polo della libertà sui trasporti fer­ tenuto a battesimo il passante esterno ades­ no, offrano sempre lo stesso piatto
roviari ha offerto annunci di peso so dovrà prendere per mano i trasporti fino anche se cambiano le sigle. Ma le
ma l’attenzione è andata diritta, all’anno della maxifiera milanese. stazioni? Quelle sì che in alcuni ca­
all’inizio, non al caos treni ma al Biesuz è stato ospite dei vertici locali del si, da San Donato Milanese a Borgo­
caos timbri. La dannata faccenda Popolo della libertà, lanciati verso la dop­ lombardo, fino a San Zenone e oltre,
delle liste escluse che aleggia sul pia corsa elettorale, di casa e al Pirellone. sono rimaste davvero le stesse con
voto lombardo, e ormai solo su Doveva esserci anche Guido Podestà, presi­ l’avvento della S1, o servizio ferro­
quello. Il vicepresidente provincia­ dente della Provincia di Milano, ma è stato viario regionale o passante esterno.
le e coordinatore di partito Claudio trattenuto da impegni di lavoro. Invece sono Luoghi spesso desolati e sinistri do­
Pedrazzini ha ribadito, attendendo arrivati Stefano Pillitteri, assessore ai ser­ ve un monitor e poco altro occhieg­
la cruciale sentenza Tar, la certez­ vizi alla persona nella giunta di Letizia Mo­ gia in mezzo a una marea di graffiti
za che «si voterà e vincerà Roberto ratti, e Mario Rossetti, direttore generale urbani. A chi spetta dare un volto
Formigoni, che abbiamo invitato a del settore regionale infrastrutture e mobi­ più umano? Anche qualche giorno
Lodi per l’11 marzo». Pedrazzini lità. fa ben nove sindaci fra Sudmilano e
l’ha ripetuto giovedì sera: «Inconsi­ Ad ascoltare anche i due candidati Pdl al co­ Lodigiano (con San Zenone capofi­
stenza totale delle motivazioni per mune e alla regione Sergio Tadi e Monica la) hanno preso carta e penna per
metterci fuori». Il primo argomen­ Guarischi, il capogruppo in Broletto Giam­ indirizzare a Pirellone e gestori fer­
to, già esternato da Formigoni al paolo Ceresa, consi­ roviari un messaggio preciso: «La
momento di lanciare gli avvocati glieri comunali e Qui sopra i candidati del Pdl stazione di San Zenone, crocevia di
verso il tribunale amministrativo, provinciali, sindaci Sergio Tadi (comune di Lodi) una zona da cinquantamila abitan­
è che i radicali non potevano «spul­ da tutta la provin­ e Monica Guarischi ti, è degradata, non ha panchine e
ciare» nelle liste altrui per un peri­ cia. Biesuz e Rosset­ (Regione Lombardia) e, nel nemmeno una biglietteria». Secon­
odo così lungo (pare 12 ore) e pri­ ti hanno detto cose riquadro, l’amministratore di do Mario Rossetti, responsabile tec­
ma dell’esclusione delle stesse. «Un importanti, in se­ Trenitalia­LeNord Biesuz; a nico regionale delle infrastrutture,
partito normalmente può presenta­ quenza. L’ammini­ lato il pubblico che ha preso bisogna fare chiarezza nella distin­
re ricorso solo per se stesso nel stratore della socie­ parte alla serata dedicata zione di compiti: «Può essere sco­
caso sia stato escluso ­ ha detto il tà “bicefala” (fino ai trasporti ferroviari locali modo dirlo ­ ha affermato a Lodi ­
vice del presidente Foroni ­ Ai radi­ alla fusione) ha ma una stazione è innanzitutto una
cali invece l’ufficio centrale della sciorinato dati im­ meglio degli altri mezzi. parte di un comune. In altri termi­
Corte d’appello ha permesso una portanti: «Non pas­ In che condizioni erano ni: i sindaci e gli amministratori de­
verifica incogrua dei documenti sa un giorno senza le auto con il ghiaccio di vono pensare loro, innanzitutto, a
altrui». Secondo: «Penati ha raccol­ che alla nostra Natale?». Gli fa eco Ros­ creare un “effetto città” negli scali
to in tutto tre firme valide più di azienda ar rivino setti osservando come ferroviari. Soprattutto intorno. Le
noi. Con una forbice simile noi treni nuovi ­ è stato «fra 2009 e 2010 l’utilizzo stazioni sono “allungate” e quindi
restiamo fuori e loro no». Terzo, si l’esordio di Biesuz­ del treno in Lombardia poco controllabili per obbligo detta­
torna alla questione della forma­ nonostante gli scet­ sia comunque cresciuto to dalla fisica. Quindi i comuni de­
sostanza o meno: «Il sistema eletto­ ticismi è in atto uno del 9,1 per cento». vono portare tutto attorno parcheg­
rale è improntato al massimo acco­ sforzo incredibile Nell’agenda aperta da gi, verde urbano, negozi, forme di
glimento della volontà dell’eletto­ da par te nostra e Biesuz ci sono altre cose aggregazione. Anche la stazione è
re, anche in sede di scrutinio, che della Regione. Le ci­ per il Lodigiano: «L’altra città». Il direttore della divisione in­
qui non c’è stata». I militanti Pdl fre? Un miliardo per notte alle tre ero a Tavaz­ frastrutturale Lombardia ha peral­
lodigiani, stuzzicati infine sull’ipo­ l’acquisto di mate­ zano ­ ha rivelato ­ a stu­ tro riconosciuto che non sia facile
tesi più fantapolitica di tutte (un riale rotabile già nel diare la nuova connessio­ orientarsi fra Fs, Trenitalia e Rete
incidente “provocato” per mettere 2010. Un miliardo e ne alta velocità­sistema Ferroviaria Italiana. Insomma ca­
all’angolo la magistratura?) dimo­ mezzo prima di regionale, che permette­ pire chi è il padrone di casa delle
strano di non volerla nemmeno Expo 2015. Arriveremo a quell’appunta­ apparenza non troppo diverso da quelli pas­ rà la massima flessibilità di tracciato». E banchine spesso troppo spartane:
discutere: «Liste sbagliate apposta? mento con treni giovani: dai 27 anni medi di sati, e che attendono al varco il fatidico giu­ nelle stazioni, forse anche fuori Milano, è in «Ma la Regione in questi anni ha
È come il teorema delle Torri ge­ oggi a dieci. Cambieremo il 75 per cento del­ gno 2010 con la S1 estesa anche agli orari di arrivo l’esercito: «L’accordo col ministero fatto pressing su Fs: non importa
melle abbattute dagli americani. le carrozze». Impegni che da Milano torna­ punta? «Ok, in inverno abbiamo avuto sei o della Difesa c’è già, i militari sono pronti a chi è il gestore, siete voi che dovere
Siamo dalle stesse parti». no a rassicurare le periferie. Basteranno ai sette nevicate ­ ha osservato l’ad del gruppo garantire sicurezza negli scali». riqualificare gli interni».
pendolari che hanno patito un inverno in unico ­ ma il treno ha comunque resistito Emanuele Dolcini E. D.
22 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Lodi
DA QUATTRO LE CLASSI RISCHIANO DI DIVENTARE DUE, IN AUMENTO INVECE GLI STUDENTI CHE FREQUENTERANNO NELLE ALTRE MEDIE

Don Milani, sforbiciata sulle iscrizioni


Gli alunni di prima a settembre da 101 potrebbero ridursi a 37
n La scuola
media Don
Milani si di­
me zza. Gli
alunni di
Il sistema che introduce la tracciabilità dei rifuti
prima che
quest’anno
sono 101
incassa la bocciatura dell’Unione degli artigiani
l’anno pros­ n Troppo cara e troppo complicata.
simo diven­ L’Unione artigiani boccia senza mez­
teranno 37. zi termini il Sistri, il nuovo sistema
Da quattro, per la tracciabilità dei rifiuti che, nel
quindi, le giro di pochi mesi, porterà le aziende
classi po­ a comunicare per vie telematica i
trebbero ri­ quantitativi e le tipologie della spaz­
dursi a due. zatura che producono, trasportano e
Il nuovo di­ smaltiscono. La “rivoluzione”, pre­
rigente Ro­ sentata pochi giorni fa come indi­
mualdo spensabile svolta per monitorare in
Monno che tempo reale i traffici di rifiuti e per
quest’anno snellire costi e tempi delle procedure
ha sostitui­ di comunicazioni, è stata illustrata
to Renzo De­ nei suoi punti chiave agli iscritti al­
vecchi e che l’Unione nel corso di un seminario te­
l’anno pros­ nuto da Paolo Pipere, responsabile del
simo andrà servizio ambiente e innovazione della
in pensione, Camera di commercio e industria di
sta analiz­ Milano. Nella platea gremita il silen­
zando la si­ zio attento si alternava al brusio di di­
tuazione in sapprovazione e alle continue doman­
queste ore. de e perplessità: ognuno presentava il Qui sopra il pubblico che è intervenuto al convegno degli artigiani di Lodi, sotto i relatori
«Confer mo suo caso professionale e i problemi di
che sono cir­ fronte ai quali temeva di trovarsi con
ca una tren­ le nuove norme.
t i n a g l i L’ingresso della scuola media statale Don Milani: le iscrizioni in prima sono in calo La perplessità sui dettagli e i termini
iscritti ­ di­ di attuazione del nuovo decreto mini­
ce ­, ma lunedì valuterò bene tutti i nu­ numeri esatti non ci sono, ma le prime steriale sono molte. Secondo il segre­
meri e le classi che riusciremo a forma­ previsioni parlano di due nuove prime. tario dell’Unione Mauro Sangalli, «in
re». A determinare il gap sono stati gli «La tendenza di preferire le scuole del barba alle continue richieste di sem­
alunni dell’Arcobaleno. Due terzi dei centro era già in atto gli altri anni ­ com­ plificazione avanzate dal settore si ri­
bambini che frequentano la scuola ele­ menta l’ex preside Renzo Devecchi ­, ma schia di far cadere su numerose im­
mentare di San Fereolo, infatti, hanno de­ non è mai stata così forte. I bambini di prese artigiane già provate dalla crisi
ciso di fare scelte diverse. «Ci sono alcu­ Montanaso, invece, che all’inizio veniva­ un’ulteriore aggravio di adempimen­
ne variabili che non riusciamo a control­ no da noi, successivamente hanno prefe­ ti, e quel che è peggio anche di costi».
lare ­ commenta il dirigente del terzo cir­ rito la Cazzulani». La situazione si è in I conti, in effetti, all’Unione non tor­
colo Massimo Iovacchini ­. Noi abbiamo qualche modo incancrenita. A salvarla nano affatto. Secondo l’associazione,
due quinte in meno e quindi questo ha in­ dalla chiusura la prossima stagione sco­ infatti, se con il vecchio Mud cartaceo
ciso un po’ anche sulla differenza. Abbia­ lastica, però, potrebbe essere la presenza l’azienda doveva sostenere solo le spe­
mo fatto però azioni di raccordo con la nella scuola dei corsi di educazione degli se di segreteria, ora a quest’ultime si
Don Milani. I ragazzi erano soddisfatti; adulti. Nel frattempo potrebbe arrivare aggiungerà una tassa annua di iscri­
poi, invece, i genitori hanno scelto diver­ una nuova dirigente, che avrebbe il com­ zione di 120 euro. E peggio, secondo
samente. Se invece conoscessero bene pito di rinnovare la scuola. Sangalli, andrà al più ridotto segmen­
l’offerta e il potenziale della Don Milani, «All’Ada Negri, invece, ­ spiega la vice to di imprese che i rifiuti li trasporta­
un istituto che ha degli ottimi docenti, preside Patrizia Bignami ­ passiamo da no e basta: e che con il Sistri, per in­
non manderebbero i loro figli in altre se­ 297 a 306 alunni, ma l’incremento forte ri­ tendersi, spenderanno tra i 120 e i 500 stione dei rifiuti ­ prosegue Sangalli ­. fiuto ricade anche il cumulo dei costi
di. Probabilmente la media di via Salve­ guarda Basiasco: lì gli alunni di prima, euro a seconda delle loro dimensioni, Sul fronte economico, ai contributi dell’intera filiera». Casartigiani, cui
mini non sa proporsi bene come le altre da 19 diventano 38. Dovremmo riuscire a oltre a un supplemento di 150 euro per annuali eccessivi vanno poi aggiunti l’Unione aderisce, si sta già muoven­
scuole. Se non abitassi di fronte all’Ada mantenere l’organico attuale». Leggero camion utilizzato. Per l’Unione, però, gli oneri derivanti dalle fasi di regi­ do presso il governo per ottenere mo­
Negri, sicuramente anch’io manderei i incremento anche alla scuola media Caz­ i «risvolti negativi» non finiscono strazione, dall’installazione delle difiche al decreto; nel frattempo, il
miei figli lì». zulani dove gli alunni saranno 202 suddi­ qui: «Da un punto di vista ammini­ black box, dai servizi di assistenza e termine di iscrizione per il secondo
Ad aumentare i suoi iscritti, invece, an­ visi in 8 sezioni. Le classi però saranno strativo, c’è l’obbligo di dotarsi in manutenzione e dalle attività collega­ “scaglione” di imprese interessate è
che se fa parte della stessa presidenza, è tutte tra i 26 e i 27 alunni. tempi molto ridotti di supporti infor­ te al caricamento dei dati. Senza di­ stato prorogato al 30 aprile.
la scuola Spezzaferri di San Bernardo. I Cristina Vercellone matici di non facile utilizzo per la ge­ menticare che sul produttore del ri­ Luciana Grosso
SABATO 6 MARZO 2010 23
il Cittadino
Lodi
IN UNA DELIBERA TUTTE LE MISURE PREVISTE PER IL 2010, PREVISTE ANCHE INIZIATIVE A FAVORE DELLE IMPRESE E DEL MICROCREDITO

Dal Broletto un nuovo piano anticrisi


Sconti sulle bollette e 300mila euro per le famiglie in difficoltà
n Palazzo Broletto mette nero su Banca Popolare, troveranno spazio
bianco il nuovo piano anticrisi, un anche nel 2010, con la concessione di
pacchetto di misure per sostenere la­
voratori e imprese. Nella giornata di
mercoledì, infatti, il comune di Lodi
finanziamenti agevolati a tasso fisso
per un importo massimo di 50mila
euro a favore dei neo imprenditori e
Riflettori puntati sul verde
ha approvato una delibera nella qua­
le si conferma lo stanziamento di
100mila euro per il fondo di solida­
imprenditrici tra i 18 e i 55 anni, con
piani di rimborso della durata di
quattro anni e quota interessi a cari­
e sui giardini del Passeggio
rietà provinciale, destinato agli ope­ co del comune. n «Recupero, riutilizzo, rivalo­ l’Isola Carolina, in futuro sarà
rai che hanno perso il posto. Una ci­ Una serie di interventi dovranno es­ rizzazione di spazi preziosi che coinvolta in un progetto di ri­
fra a cui si aggiungono 300mila euro sere attuati più avanti nel tempo, a per motivi storici e urbani han­ qualificazione».
di contributi per i cittadini e le fami­ partire dalla collaborazione con la no corso o corrono il rischio di L’intervento sui giardini del
glie in difficoltà; un monitoraggio Provincia per trovare il modo di ga­ non trovare più posto nelle no­ Passeggio, realizzato da Gian­
permetterà di capire se sarà necessa­ rantire alle famiglie la sospensione stre città»: con queste parole franco Franchi, Gianluca Bacci,
rio aumentare le risorse in campo. temporanea del versamento delle rate Gianfranco Franchi, capogrup­ Annalisa Calcagno Maniglio,
La giunta porterà avanti la collabo­ dei mutui, una proposta che dovrà ne­ po dei progettisti che si sono oc­ Giuseppe Lunardini e Maria
razione con la diocesi a favore del­ cessariamente coinvolgere le banche cupati di ristrutturare i giardi­ Chiara Pozzana, è stato esposto
l’assistenza ai più bisognosi e con­ del territorio. Palazzo Broletto, inol­ ni del Passeggio di Lodi, ha nelle sue linee principali da
fermerà l’esenzio­ tre, conta di aderire aperto il lavori dell’incontro Franchi. Prima l’architetto ha
ne dal pagamento e partecipare in pri­ “Parchi e giardini del novecen­ mostrato il passeggio come do­
della tassa rifiuti ma persona al Patto to, conservazione, uso, gestio­ veva essere secondo il disegno
per circa 80 fami­ per l’inserimento ne”, organizzato dall’Associa­ originario, realizzato negli anni
glie, quelle con a lavorativo di perso­ zione italiana di architettura e immediatamente precedenti e
carico quattro fi­ ne con svantaggio paesaggio. Un convegno che si è successivi la seconda guerra Il pubblico che è intervenuto alla serata sui giardini di viale IV Novembre
gli. Inoltre, è previ­ sociale. La giunta svolto non per
sta una procedura proseguirà con lo caso a Lodi, cit­ dino. Anche le aiuole persero di
straordinaria per studio delle dina­ tà che compattezza e cura». La sfida
ricalcolare gli in­ miche occupazio­ ha mostrato per i progettisti è stata quella di
dicatori economici nali in città, per te­ sensibilità ver­ far tornare le persone a vivere
alla base delle age­ nere sotto controllo so i problemi un posto altrimenti abbandona­
volazioni sui ser­ la perdita dei posti legati ai parchi to da più di 20 anni.
vizi, un provvedi­ di lavoro, per poi e ai giardini. «Gli interventi sono stati molti,
mento adottato so­ valutare le scelte da «Sono stati hanno riguardato le sedute, l’in­
prattutto per i di­ compiere. inaugurati, ne­ tegrazione dei giardini all’in­
soccupati. Il Broletto, la sede del comune «Il peso della crisi gli ultimi cin­ terno del tessuto urbanistico
Il comune di Lodi sta assumendo un que anni, sei della città, ma anche il ritorno
è entrato poi a far parte del sistema aspetto di particolare negatività nei nuovi parchi e del motivo dell’acqua, proposto
di gestione delle agevolazioni sulle confronti delle famiglie che hanno si è intervenuti come tema conduttore di tutto il
tariffe elettriche, un’iniziativa che persone non autosufficienti ­ si legge con decisione giardino, effetto fondante della
consente ai residenti con problemi nel documento ­, sia che questi siano ed efficacia sui storia del territorio e ricordo
economici di ottenere uno sconto assistiti a domicilio o presso residen­ giardini del della roggia Molina che scorre­
sulle bollette dell’energia elettrica e ze sanitarie. In questo quadro di dif­ Passeggio ­ ha va dove ora ci sono i giardini».
del gas. ficoltà, si registrano sul territorio detto il sindaco L’intervento ha riguardato an­
Il “piano anticrisi” considera anche iniziative istituzionali e di altri orga­ Lorenzo Gueri­ che la sistemazione delle pian­
la situazione delle aziende, attraverso nismi per attivare strumenti di in­ ni ­, uno spazio te: «Alcuni tassi sono stati tra­
alcune forme di microcredito in gra­ tervento, come il tavolo di confronto che per vari sferiti, purtroppo non con esito
do di dare sollievo non solo ai consu­ promosso dalla Provincia e il fondo motivi era di­ felice, le siepi sono state ricosti­
mi dei lodigiani ma anche agli inve­ della diocesi. Anche l’amministra­ ventato respin­ tuite e l’area di giardini adia­
stimenti delle imprese: un program­ zione comunale intende farsi carico gente, da evita­ Il sindaco, secondo da sinistra, con i tecnici che hanno acceso i riflettori sul parco pubblico cente via marsala è stata inte­
ma che sarà sviluppato con istituti fi­ della situazione, attraverso un pac­ re e che oggi è grata con il resto del parco e
nanziari senza scopo di lucro e istitu­ chetto di misure che integri le inizia­ restituito alla sua vocazione di mondiale. Poi ha mostrato foto­ tenzione, per cui si perse il con­ grazie alla presenza del piccolo
ti bancari convenzionati. “Credito tive già in atto, con azioni coordinate luogo di aggregazione, diverti­ grafie di come era diventato trollo delle piante che, come i bar Calicantus, è una delle parti
giovani” e “Credito rosa”, le due pro­ e in un’ottica di sistema». mento e tempo libero, in cui c’è «dopo il 1983, quando venne me­ tassi, divennero completamente più vitali dell’intero progetto.
poste portate avanti con l’aiuto della Greta Boni anche la rete wireless. Anche no un‘opera costante di manu­ sproporzionate rispetto al giar­ Luciana Grosso

UN GUSTOSISSIMO E PRELIBATO APPUNTAMENTO ACCOMPAGNATO DA SORSI DI RHUM

Sua maestà il cioccolato, serata


dagli Aztechi ai pirati dei Caraibi
LIONS n Ha preso il via lo scorso 16 febbra­ tains di cioccolato fondente al 75% di
io il primo livello del corso per aspi­ cacao che ha ottenuto il prestigioso
Tre appuntamenti ranti sommelier. Numerosi i parteci­
panti, attenti alle parole del relatore
primo premio al London Academy
Awards. Praticamente il miglior
dal Lodi Quadrifoglio Bonassi, che ha illustrato il orso illu­
strando nel dettaglio “La figura del
cioccolato del mondo. I presenti alla
serata hanno molto apprezzato la
e dal Lodi Torrione sommelier”.
Il martedì precedente si era svolta
“Crema da spalmare al gianduia”,
ludico e ideale compagno di lunghi e
n Interessanti appuntamenti con notevole successo la degustazio­ tristi pomeriggi invernali. Tutto
messi a punto, per i prossimi ne dei ciccolatini dell’azienda Ame­ questo ben di Dio non lo si poteva de­
giorni, dai Lions Lodi Quadri­ dei, in abbinamento rhum. La serata gustare da solo e quindi ecco arriva­
foglio e Torrione. era intitolata “Alla corte di Quetzal­ re un moderno pirata, Marcello Bar­
Per quanto concerne il Lodi coatl”. Più che una degustazione, si è beris, che sul rhum, lasciatecelo di­
Quadrifoglio, nel pomeriggio trattato di un viaggio nel tempo, alla re, ne sa veramente tanto.
del 13 marzo e per tutta la scoperta di terre lontane, popoli an­ E così, tra storia e leggenda, ha gui­
giornata del 14 marzo a Quar­ tichi e misteriose leggende, parten­ dato la degustazione di quattro
tiano presso la sede della Pro do dai popoli pre­colombiani, arri­ rhum differenti per provenienza e
Quartiano si svolgerà il tradi­ vando fino ai pirati dei Caraibi. Affa­ per produzione. Due prodotti di ispi­
zionale mercatino dell’usato; scinante davvero il mondo del rhum razione spagnola, un inglese ed un
il club partecipa con oggetti e del cacao. Prodotti caldi e seducen­ rhum “agricole”. Eccoli, i quattro
donati dalle socie e il ricavato ti, diversi tra loro e anche dal vino. rhum. Ron Edmundo Dantes 15 anni
andrà a favore dei services L’attenzione per la materia prima, la da Cuba: rhum raro, prodotto in po­
programmati per l’anno in maniacale cura nella coltivazione chissime bottiglie l’anno e solita­
corso. Si terrà invece il 22 del cacao, della canna da zucchero o mente venduto in accompagnamen­
marzo alle ore 21 presso il della vite che sia porta sempre e co­ to ai famosi sigari Montecristo. Ron
ristorante “Le Gerette” di San munque ad ottenere prodotti di alta Flor de Cana: 12 anni dal Nicaragua.
Colombano al Lambro la sfila­ qualità. L’amore e la passione per il Entrambi questi ron sono ottenuti
ta “Incontro con la moda”. loro lavoro spingono i produttori più da melassa fermentata come anche
Verranno presentati capi attenti oltre il confine della semplice quello di tradizione anglosassone
della boutique “Bianchini” di produzione di un prodotto qualsia­ che è seguito: Rum El Dorado 15 anni
Lodi e occhiali del “Centro si... e il risultato lo si è visto: nel cioc­ dalla Guyana, ottenuto da 8/9 distil­
Ottico Europeo” di Lodi. La colato, nel rhum e nel vino. lati diversi e considerato il miglior
serata prevede anche l’estra­ A fare da mattatrice, l’azienda Ame­ rum commerciale del mondo. Una
zione di premi, il cui ricavato dei, lontana dalle produzione indu­ morbidezza e dei profumi indimenti­
andrà a favore dei services striali di cioccolato, che ha fatto co­ cabili. Il quarto era diverso, un rum
del club, tra cui “Associazione noscere, attraverso il bravissimo “agricole”, ottenuto cioè da succo di
Libro Parlato”, “Comunità Gianluca Gracci, i suoi prodotti: canna da zucchero fermentata: il
Alfaomega”, emergenza Hai­ frutto di scelte aziendali che hanno Rum Agricole Bally 1998, Martinica.
ti, restauro della chiesa par­ portato ad una produzione artigia­ Ed infine, ecco la ciliegina sulla tor­
rocchiale di Quartiano. nale, con cacao coltivati in pianta­ ta... con un tocco glamour. Il famoso
Il Lions Lodi Torrione ricorda gioni di proprietà dell’azienda dove chef Antonio Scaccio, che per l’occa­
che il 9 e 10 marzo presso la cura è ingrediente fondamentale. sione ha presentato il suo libro “Cu­
l’Auditorium della Banca A deliziare i palati sono stati quattro cina Vegetariana Golosa”, ha deli­
Popolare di Lodi verrà propo­ Napolitains e la Crema da spalmare ziato il palato degli intervenuti con
sto a circa 1300 studenti delle alla Gianduia. una sua creazione: “Il tronchetto al
scuole superiori di Lodi e Ed ecco qualche gustosissimo parti­ cioccolato fondente Amedei con bi­
Provincia lo spettacolo “Fu­ colare. Toscano Brown: splendido squit di mandorle e pere caramella­
ghe da fermi”, ideato e scritto napolitains di cioccolato al latte con te”.
dalla Comunità di San Patri­ un sorprendente retrogusto di cara­ Il prossimo appuntamento organiz­
gnano, che ne cura anche mella mhu; Grenada: Monocru, cioc­ zato dall’Ais di Lodi è a Sant’Angelo
l’allestimento. Sul palco ver­ colato fondente extra 70%; Chuau: Lodigiano, presso il Ristorante San
rà rappresentata la storia cioccolato fondente extra 70% otte­ Rocco, mercoledì 17 marzo alle ore
vera di una ragazza, Eugenia, nuto da cacao coltivato in questo pa­ 20.45 sull’argomento “Vino Biologico
raccontata in prima persona ese del Venezuela, Chuau appunto, o Vino da Agricoltura Biologica?”.
da chi ha vissuto l’esperienza raggiungibile solo via mare e dove la Per ulteriori informazioni e costi
della droga. vita si svolge attorno alla cattedrale; contattare carlo.milani@aislombar­
9: è proprio il nome di questo napoli­ dia.it
24 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Agenda
INFO CINEMA
A San Donato EMERGENZE
un mercatino POLIZIA
(soccorso pubblico)....................113
CARABINIERI
in stile francese (pronto intervento)......................112
GUARDIA DI FINANZA............. 117
VIGILI DEL FUOCO Ô LODI
n Il fine settimana a San Donato Milane­
se sarà dedicato alle specialità d’Oltralpe (pronto intervento)......................115 CINEMA DEL VIALE Viale Rimembranze 10, Tel.:
che dopo l’esperienza vincente dell’anno EMERG. SANITARIA................. 118 0371 426028 Shutter island, Sab. ore 19.45,
scorso sono tor nate protagoniste del 22.30 Dom. ore 15.00, 18.00, 21.00 CINEMA
mercatino allestito in Piazza Santa Bar­
MERCATI FANFULLA Viale Pavia 4, Tel.: 0371 30740 Geni­
bara. L’esposizione che ha preso quota ie­ tori e figli, Sab. ore 17.00, 20.30, 22.30 Dom.
ri rimarrà a disposizione dei sandonatesi ore 15.00, 17.00, 19.00, 21.15 Mostri contro
per tutta la giornata di oggi e di domani alieni, Dom. ore 10.30 CINEMA MODERNO Cor­
dalle 14 fino alle 19. In primo piano vini, so Adda 97, Tel.: 0371 420017 Alice in wonder­
spezie, profumi, ma anche le intramonta­ land, Sab. ore 20.15, 22.30 Dom. ore 16.30,
bili baguette e altre gustose leccornie, a 18.45, 21.30 Invictus, Sab. ore 20.00, 22.30
cui si abbinano manufatti di artigianato, Dom. ore 16.00, 18.30, 21.15  
piuttosto che saponi, sacchetti di lavan­
da, in una carrellata rigorosamente fran­ Ô CASALPUSTERLENGO
cese. In centro a Metanopoli gli appassio­ CINEMA TEATRO COMUNALE piazza del Popolo 15,
nati degli acquisti all’aperto avranno co­ SABATO Tel.: 0377 460436 Il figlio più piccolo, Sab. ore
sì fare una passeggiata tra un’originale e BERTONICO P.zza Dante 21.15 Dom. ore 18.30, 21.15 Maga Martina e il li­
colorata galleria, dove è a disposizione CERVIGNANO D'ADDA Centrale bro magico del draghetto, Sab/Dom ore 16.30
una selezione di originali offerte, tra cui torno alle specialità di espositori che nomiche, l’evento anche in questo caso è
CREMA Via Verdi
alcune novità non proprio facili da trova­ portarono un pezzo della loro tradizione, decollato con le migliori prospettive per
LODI Mercato­Volturno
Ô CREMA
re nel nostro paese. Visto l’ampio pubbli­ con particolare cura agli oggetti più ca­ regalare alla città e al territorio del Sud­ MULTISALA PORTA NOVA Via Indipendenza 44, Tel.:
co che nella prima edizione si affollò in­ ratteristici e alle specialità eno grastro­ milano un’occasione di intrattenimento. MALEO Via Vittorio Emanuele II 0373 218411 ­ SALA 1 ­ Invictus, Sab. ore 15.00,
MASSALENGO Amendola 17.40, 20.10, 22.50 Dom. ore 15.00, 17.35,
PANDINO P.zza V.Emanuele 20.10, 22.40 ­ SALA 2 ­ Alice in the wonderland in
MESSE A LODI PAULLO P.zza San Tarcisio 3D, Sab. ore 15.20, 17.40, 20.30, 22.40, 24.40
PESCHIERA B. Via don Sturzo Dom. ore 15.20, 17.40, 20.30, 22.40 ­ SALA 3 ­
08.30 S. Lorenzo, San Grato, Campo di SAN DONATO M. Via Di Vittorio Shutter island, Sab. ore 15.00, 17.40, 20.20, 23.00
IL SANTO Marte SAN GIULIANO M. Via Campoverde Dom. ore 14.40, 17.20, 20.00, 22.40 ­ SALA 4 ­ Co­
SORDIO P.zza Liberazione dice genesi, Sab. ore 15.00, 17.30, 20.10, 23.00
08.45 Sant'Alberto
SANTA COLETTA 6 MARZO 09.00 Barbina; Addolorata, Ausiliatrice, S. SPINO D'ADDA Viale Ungaretti
Dom. ore 15.10, 17.35, 20.10, 22.40 ­ SALA 5 ­ Ge­
nitori e figli, Sab. ore 15.15, 17.30, 20.15, 22.25,
Figlia di una coppia di sposi ormai avanti negli anni, Colet- Francesco, Carmelo San Giuseppe; 24.40 Dom. ore 15.00, 17.20, 20.10, 22.20
te Boylet nacque a Corbie in Piccardia, Francia, nel 1381, e Sacro Cuore DOMENICA
FERIALI fin da giovanissima si sentì chiamata a servire Dio con tut- 09.30 Cattedrale; Cuore Immacolato; San LODI Mercato­Volturno Ô LODI VECCHIO
ta se stessa. Cominciò ad unirsi ad un gruppo di "volonta- Paolo MELEGNANO P.zza IV Novembre CINEMA AURORA Piazza Vittorio Emanuele II 17,
06.45 San Francesco rie" che prestavano servizio nell'ospedale locale, poi entrò 09.45 San Bernardo SANT' ANGELO LOD. Centrale Tel.: 0371 464198 Scusa ma ti voglio sposare, Sab.
07.00 Santa Francesca Cabrini (eccetto il a far parte di una comunità di clarisse (di cui più tardi rifor- 10.00 S. Cabrini; Santa Maria Maddale­ ore 21.00 Dom. ore 15.45, 21.00
sabato) FARMACIE
07.15 Carmelo S. Giuseppe
mò l'ordine), e infine decise di entrare nel Terz'ordine fran-
cescano e di vivere da reclusa. In una celletta adiacente alla
na; San Fereolo; Riolo (sospesa in Ô MELEGNANO
luglio e agosto); Olmo; Santuario CINEMA AGORA' Via Lodi 17, Tel.: 02 9834107 Il
07.30 Santa Maria Maddalena; San chiesa, Coletta trascorse quattro anni della sua vita comu- delle Grazie;
Francesco; Sant’Alberto concerto, Sab. ore 21.00 Dom. ore 16.30, 21.00
nicando con i suoi visitatori attraverso una grata. Ma alcu- 10.15 Santa Maria del Sole; Cappella
08.00 S. Gualtero (a San Grato il ne visioni di S. Francesco, che reclamava la sua azione per ospedale Maggiore; Ausiliatri­ Ô PESCHIERA BORROMEO
lunedì, mercoledì, venerdì e riformare l'Ordine dei Minori, la indussero a uscire dal suo CINEMA DE SICA Via don Sturzo 2, Tel.: 02
sabato) reclusorio e ad impegnarsi nell'opera di rinnovazione di movimenti religiosi ormai lon- ce
10.30 San Gualtero; S. Alberto; San­ 55604225 Il concerto, Sab. ore 20.00, 22.30 Dom.
08.15 Santuario delle Grazie tani dallo spirito francescano primitivo. Dopo quarant'anni di intensa attività, Coletta si ore 15.00, 17.30, 21.15
08.30 S.Bernardo; S.Lorenzo; S.Fereolo; ammalò gravemente e morì a Gand il 6 marzo del 1447. Fu papa Pio VII ad elevarla agli t’Agnese; San Francesco; Sacro
Cuore Immacolato (al martedì, onori degli altari nel 1807. Come la sua guida, S. Francesco, si dice che la santa fosse ca- Cuore Ô PIACENZA
giovedì e sabato); Cattedrale; S. pace di parlare agli uccelli e di interpretarne il linguaggio. 11.00 Cattedrale; San Bernardo; SABATO CINEMA APOLLO Via Giuseppe Garibaldi 79, Tel.:
Maria Addolorata (a Campo di (Nino Ravenna) Santa Maria Addolorata; San CASALPUSTERLENGO 0523 338076 RIPOSO CINEMA CORSO Corso Vit­
Marte) Rocco PONTI ­ lg. Casali 38 ­ Tel. torio Emanuele II 81, Tel.: 0523 321985 ­ SALA MIL­
08.45 Sant'Alberto 11.30 S. Cabrini; S. Fereolo; Santuario 0377/84279 ­ Notturno LENNIUM ­ Lourdes, Sab. ore 15.00, 16.50, 18.40,
09.00 S.Francesca Cabrini; S.Maria del 17.00 San Bernardo; Santuario della 17.30 Sant'Alberto; Santa Maria del delle Grazie; Tempio dell'Incoro­ 20.30, 22.30 Dom. ore 15.00, 16.50, 18.40, 20.30
Sole; Ausiliatrice; S.Rocco in Pace; Sacro Cuore (sospesa Sole nata; Ausiliatrice CERVIGNANO D'ADDA ­ SALA SPAZIO ­ Alvin Superstar 2, Sab/Dom ore
Borgo; chiesa del Cimitero (giove­ luglio e agosto); Barbina (mar­ 18.00 Cattedrale; Santuario delle 12.00 San Filippo LEGNAZZI ­ via Molino 6 ­ Tel. 15.00, 16.50 Il missionario, Sab. ore 18.40, 20.30,
dì) tedì, mercoledì, giovedì e Grazie; San Lorenzo; Santa 16.30 S. Gualtero 02/98854002 ­ Notturno 22.30 Dom. ore 18.40, 20.30 CINEMA IRIS 2000
09.30 San Francesco venerdì) Maria Ausiliatrice; Santa Maria 17.00 Barbina Corso Vittorio Emanuele II 49, Tel.: 0523 334175 ­
17.30 Ausiliatrice; S.Alberto; S. Maddalena Addolorata; Santa Francesca DRESANO SALA 1 ­ Invictus, Sab. ore 15.00, 17.30, 20.00,
10.00 Cattedrale; Chiesa del Cimitero Cabrini; San Fereolo 17.30 Sant'Alberto; Santa Maria Madda­
18.00 Cattedrale; Santa Francesca lena; Santa Maria del Sole GELO ­ via Giardini 5 ­ Tel. 22.30 Dom. ore 15.15, 18.15, 21.15 ­ SALA 2 ­
(sabato) 19.30 Chiesa dell’Ospedale Shutter island, Sab. ore 15.00, 17.30, 20.00, 22.30
11.00 Chiesa della Pace (sabato); Santa Cabrini; San Lorenzo; Santa 18.00 Cattedrale; Santa Francesca 02/9818021 ­ Notturno
Maria Addolorata; Santa Maria 20.30 San Bernardo Dom. ore 15.30, 18.30, 21.30 ­ SALA 3 ­ Alice in
Maria Maddalena (il venerdì) Ausiliatrice; San Fereolo; Santua­ Cabrini; San Bernardo; Santa wonderland in 3D, Sab/Dom ore 15.15, 17.45,
11.30 Incoronata FESTIVE Maria Ausiliatrice; San Lorenzo; LIVRAGA
rio delle Grazie; San Francesco NEGRINI ­ via Roma 1 ­ Tel. 0377/ 20.15, 22.30 CINEMA JOLLY Via Emilia Est 7/A, Tel.:
15.30 Chiesa del Cimitero (lunedi ­ 19.00 Cattedrale 07.30 San Gualtero; San Francesco; San Fereolo; Santa Maria Addolo­ 0523 760541 Cuccioli ­ Il codice di Marco Polo,
martedì ­ mercoledì ­ venerdì); rata; San Francesco 87715 ­ Notturno
PREFESTIVE Sant’Alberto Sab. ore 15.30 Dom. ore 15.00 Il concerto, Sab. ore
Chiesa dell’Ospedale (lunedì ­ 08.00 Cattedrale; S.Cabrini; S. Bernardo; 18.30 Santuario delle Grazie 20.20, 22.30 Dom. ore 16.50, 19.10, 21.30 CINE­
LODI
venerdì) 16.30 S. Gualtero San Rocco in Borgo; S.Fereolo; 19.30 Cappella ospedale Maggiore CORBELLINI ­ viale Italia 63 ­ Tel. MA POLITEAMA Via San Siro 7, Tel.: 0523 328672 ­
16.30 San Gualtero 17.00 Sacro Cuore; Barbina Cappella alla "Gatta" 20.30 Cattedrale 0371/31493 ­ Notturno SALA 1 ­ Genitori e figli ­ Agitare bene prima
dell'uso, Sab. ore 15.30, 18.00, 20.30, 22.30 Dom.
PANTIGLIATE ore 15.30, 18.00, 20.30 ­ SALA 2 ­ Il figlio più picco­
I MUSEI RINALDI ­ via Risorgimento 41 ­ Tel. lo, Dom. ore 15.30, 18.00 Wolfman, Dom. ore 20.30
02/9067058 ­ Notturno ­ SALA 3 ­ Codice genesi, Sab. ore 15.30, 18.00,
Codogno ­ Tel.: 0377 ­ 32370 ­ d’Adda. Tel. 0371.70031 (su pre­ nale 20078 San Colombano al 20.15, 22.30 Dom. ore 15.30, 18.00, 20.30 CINE­
430.826 ­ Fax: 0377 ­ 430.893 notazione) Lambro ­ Tel.: 0371 ­ 200180
MUSEO DEL PANE SAN DONATO MILANESE MA TEATRO PLAZA Largo Giacomo Matteotti 15,
MUSEO CIVICO DI LODI MUSEO DI SCIENZE NATURALI Tel.: 0523 326728 RIPOSO CINESTAR C.so Europa
Corso Umberto 63 ­ 26900 Lodi ­ Piazzetta Bolognini 2 ­ 26866 DEL COLLEGIO SAN FRANCESCO COMUNALE 1 ­ piazza Tevere 22 ­ Tel.
Sant'Angelo Lodigiano ­ Tel.: 0371 02/5271113 ­ Fino ore 21 Tag. Sud uscita stadio, Tel.: 0523 572011 ­ SALA 1 ­
Tel.: 0371 ­ 420.369 ­ Fax: 0371 ­ Via S. Francesco 21 ­ 26900 Lodi Shutter island, Sab. ore 15.30, 19.30, 22.25,
427.179 ­ 2 1 1 . 1 4 0 ­ 4 1 ­ Fa x : 0 3 7 1 ­ ­ Tel.: 0371 ­ 420.019 ­ Fax: 0371
210.337 SAN GIULIANO MILANESE 24.30 Dom. ore 15.30, 19.30, 22.25 ­ SALA 2 ­
MOSTRA PERMANENTE MUSEO DEL LAVORO POVERO ­ 420.019 Shutter island, Sab/Dom ore 18.30, 21.30 ­ SALA 3
E DELLA CIVILTÀ CONTADINA MUSEO DEL TESORO RUBISSE ­ via Trieste 43 ­ Tel.
DI ANTIQUARIATO MUSEO DIOCESANO 02/9841213 ­ Notturno ­ Alice in wonderland, Sab/Dom ore 15.20, 17.45,
Via Garibaldi ­ 26814 Livraga ­ Tel.: DEL TEMPIO D'ARTE SACRA
Via Montemalo 28 ­ c/o Villa Litta DELL'INCORONATA 20.10, 22.30 ­ SALA 4 ­ Alice in wonderland in 3D,
26863 Orio Litta ­ Tel.: 0377 ­ 0377 ­ 87702 ­ 87691 ­ 87808 ­ V. Cavour 31 (Ingresso Cattedrale Sab. ore 15.00, 17.30, 20.00, 22.20, 24.40 Dom.
Via Incoronata 25 (annesso al Tem­ SANT'ANGELO LODIGIANO
944.591 ­ Fax: 0377 ­ 944.591 Fax: 0377 ­ 87847; aperto da mar­ ­ P.zza della Vittoria) ­ 26900 Lodi LUGLI ­ via Umberto 24 ­ Tel. ore 15.00, 17.30, 20.00, 22.20 ­ SALA 5 ­ Wolfman,
zo ad ottobre pio dell'Incoronata) ­ 26900 Lodi
MUSEO AGRICOLO aperto sabato (15.00­18.00) e do­ ­ Tel.: 0371 ­ 610.264 0371/90378 ­ Notturno Sab. ore 15.10, 17.30, 20.00, 22.25, 24.40 Dom.
Piazza Giovanni XXIII 6 ­ 26844 Ca­ MUSEO DELLA CIVILTÀ CONTADINA MUSEO LOMBARDO DI STORIA ore 15.10, 17.30, 20.00, 22.25 ­ SALA 6 ­ Genitori
«CIÒCA E BERLÒCA» menica (15.00­18.00)
vacurta ­ Tel.: 0377 ­ 59118 RACCOLTA LAMBERTI DELL'AGRICOLTURA DOMENICA e figli ­ Agitare bene prima dell'uso, Sab. ore 15.00,
MUSEO ARCHEOLOGICO c/o Municipio ­ 26824 Cavenago E CENTRO STUDI E RICERCHE CODOGNO 17.30, 20.00, 22.20, 24.40 Dom. ore 15.00,
d’Adda. Tel. 0371.70031 (su pre­ Via Cavallotti 6 ­ 26845 Codogno ­
c/o Ex Conventino ­ 26855 Lodi Tel.: 0377 ­ 431238 PER LA MUSEOLOGIA AGRARIA SAN BIAGIO ­ viale dei Mille ­ Tel. 17.30, 20.00, 22.20 ­ SALA 7 ­ Codice genesi, Sab.
Vecchio ­ Tel.: 0371 ­ 460.189 ­ notazione) MUSEO PALEONTOLOGICO Piazzetta Morando Bolognini 2 ­ 0377/35090 ­ Notturno ore 14.50, 17.20, 19.50, 22.20, 24.40 Dom. ore
460.100 ­ Fax: 0371 ­ 754.351 MUSEO DELLA FOTOGRAFIA E ARCHEOLOGICO VIRGINIO CAC­ 26866 Sant'Angelo Lodigiano ­ 14.50, 17.20, 19.50, 22.20 ­ SALA 8 ­ Alvin super­
MUSEO CABRINIANO «PAOLA E GIUSEPPE BESCAPÈ» CIA Tel.: 0371 ­ 211.140 ­ 41 ­ Fax: LODI star 2, Sab. ore 15.10, 17.30 Dom. ore 15.10,
Via S. Francesca Cabrini 5 ­ 26845 c/o Municipio ­ 26824 Cavenago Via Monti 47 ­ c/o Palazzo Comu­ 0371 ­ 210.337 MANFRINI DI RICCABONI ­ piazza Vit­ 17.30, 20.00 Maga Martina e il libro magico del dra­
toria 6 ­ Tel. 0371/420023 ­ Nottur­ ghetto, Sab/Dom ore 15.00 ­ SALA 9 ­ Che fine han­
no no fatto i Morgan?, Sab/Dom ore 17.40, 22.20 Scu­
IL TEMPO sa ma ti voglio sposare, Sab/Dom ore 15.20, 20.00
MELEGNANO ­ SALA 10 ­ Avatar in 3D, Sab/Dom ore 14.50,
OGGI DOMANI OGGI METEO LODI PETRINI ­ piazza Risorgimento 14 ­ 18.10, 21.30
ZERO ZERO
TERMICO: TERMICO: Tel. 02/9834030 ­ Notturno Ô PIEVE FISSIRAGA
800 metri. 400 metri.
Temperatura MULTIPLEX CINELANDIA Centro Commerciale Pie­
PANTIGLIATE ve, Tel.: 0371 237012 ­ SALA 1 ­ Alice in wonder­
Massima 9 RINALDI ­ via Risorgimento 41 ­ Tel. land in 3D, Sab/Dom ore 15.00, 17.30, 20.00,
02/9067058 ­ Notturno 22.30 ­ SALA 2 ­ Shutter island, Sab/Dom ore
(alle 13.00)
14.20, 17.10, 20.00, 22.50 ­ SALA 3 ­ Avatar in 3D,
SAN DONATO MILANESE Sab. ore 16.00, 19.00, 22.00 Dom. ore 15.30,
-3 NUOVA ­ via di Vittorio 47 ­ Tel. 18.30, 21.30 ­ SALA 4 ­ Alice in wonderland (versio­
LODI LODI Minima
02/5230440 ­ Notturno ne tradizionale), Sab/Dom ore 15.15, 17.40, 20.15
(alle 6,00)
Wolfman, Sab/Dom ore 22.40 ­ SALA 5 ­ Genitori e
SAN GIULIANO MILANESE figli ­ Agitare bene prima dell'uso, Sab/Dom ore
BORGOLOMBARDO ­ via Labriola 18 15.10, 17.40, 20.10, 22.40 ­ SALA 6 ­ Avin Super­
Umidità alle 13.00 ­ Tel. 02/9848432 ­ Fino ore 21
N star 2, Sab/Dom ore 15.20, 17.30 Codice genesi,
Evoluzione: Fino al pomeriggio Evoluzione: L'ingresso di un Sab/Dom ore 20.10, 22.45
52% SANT'ANGELO LODIGIANO
sole prevalente, seppure con nucleo gelido determina lieve COMUNALE ­ piazza Vittorio Emanue­ Ô SAN DONATO
strati sulle Alpi, spessi sui confini instabilità. Al mattino nubi le25­Tel.0371/90312­Inappoggio TROISI MULTISALA P.zza Dalla Chiesa 6, Tel.: 02
retici, dove sarà possibile del prevalenti, associate a deboli SOLE festivi 55604225 ­ SALA 1 ­ Invictus, Sab. ore 20.00,
Oggi Domani 22.30 Dom. ore 15.00, 17.30, 21.15 ­ SALA 2 ­
nevischio. Tra la sera e la notte nevicate anche in pianura, specie 06.55 18.16 SENNA LODIGIANA Shutter island, Sab. ore 19.45, 22.30 Dom. ore
nubi in addensamento, con sui settori centro-occidentali. In CACCIALANZA ­ via Dante 5 ­ Tel. 15.30, 18.10, 21.30
tendenza a deboli precipitazioni, seguito attenuazione dei fenomeni 0377/802003 ­ Notturno
nevose a bassa quota, fino in da SE, fino a divenire assenti, con Oggi il sole sorge alle E tramonta alle Ô SAN GIULIANO
pianura sui settori centro- schiarite in avanzamento dai TAVAZZANO CON VILLAVESCO CINEMA ARISTON Via Matteotti 42, Tel.: 02
poco nuvoloso nevischio BORSA ­ V. Emilia 44 ­ Tel. 9846496 L'uomo che verrà, Sab. ore 18.00, 20.15,
occidentali. Freddo. settori orientali. LUNA
Temperature: stabili Temperature: in calo 0371761934 ­ Notturno 22.30 Dom. ore 15.00, 17.30, 21.15
Mancano 300
Venti: In pianura: deboli da O; A Venti: In pianura: forti da E; A 2010
Giorni Trascorsi giorni al
ZORLESCO
Ô SPINO D'ADDA
2000 m: moderati da O; A 3000 2000 m: moderati da SE; A 3000 65 2011 MADIA ­ piazza della Vittoria 1 ­ Tel. CINEMA VITTORIA Viale Vittoria 6, Tel.: 0373
Calante 980106 Scusa ma ti voglio sposare, Sab. ore 21.00
m: forti da NO. m: deboli da SE. Fonte: 3BMeteo.com 0377 89131 ­ Notturno
Dom. ore 15.15, 21.00
SABATO 6 MARZO 2010 25
il Cittadino
Lodi
SI LAVORA PER DEFINIRE LA LISTA DEL NUOVO CDA DELLA BANCA POPOLARE DI LODI, GIOCHI FATTI INVECE PER IL CONSIGLIO DI SORVEGLIANZA

Bpl, congelato il secondo vicepresidente


La nomina del “numero tre” lodigiano potrebbe essere rinviata
n La data di chiusura della lista è fis­ ATTENZIONE ALLA DONNA
sata: 14 marzo. Ma la speranza è di
raggiungere la quadratura del cer­
chio con qualche giorno di anticipo. Tumori femminili, le visite sono gratuite Il campo
Si lavora ancora, dunque, alla com­
posizione del nuovo consiglio di am­
ministrazione della Banca Popolare
negli ambulatori dell’Avolt e in ospedale dell’Edelweiss
di Lodi, che sarà nominato ufficial­
mente dal Banco Popolare. Per il mo­
n Visite gratuite all’Anvolt (Associazione nazionale
volontari lotta contro i tumori) e in ospedale. Le prime intitolato oggi
mento le certezze sono due: il nuovo sono già state programmate per oggi, domani e lunedì,
presidente sarà Mario Minoja di Lo­
di, commercialista e professore uni­
mentre le seconde sono in via di definizione. Questa
mattina, dalle 10 alle 13 e negli altri due giorni, alla
a Dorino
versitario. Il vicepresidente vicario stessa ora, in viale Milano 71, si svolgeranno visite se­ n Sarà intitolato a Simone Dori­
sarà Franco Curioni di Casale, presi­ nologiche, ginecologiche e pap test. Per prenotare è pos­ no, ex dirigente sportivo che è
dente della società di brokeraggio as­ sibile telefonare al numero telefonico 0371/412001, ma scomparso alcuni mesi fa, il
sicurativo Assigeco e patron del­ per informazioni è possibile consultare il sito www.an­ campo di calcio comunale della
l’omonima squadra di basket di Lega volt.org. Anche all’ospedale di Lodi si svolgeranno delle Faustina in gestione alla società
due. La novità emersa ieri riguarda visite gratuite. «Stiamo riorganizzando la senologia ­ sportiva Edelweiss.
invece la carica di secondo vicepresi­ spiega la nuova specialista dell’ospedale Susanna Fissi ­. La cerimonia si terrà questo po­
dente: per il momento l’attribuzione Stiamo mettendo in piedi, insieme all’Alao, delle giorna­ meriggio a partire dalle ore 13.45
della “poltrona” è stata congelata, in te per le donne del Lodigiano spiegando alle abitanti presso l’impianto di piazzale de­
attesa di una schiarita. È probabile quello che si fa a Lodi per la loro salute. Noi poi venia­ gli Sport a Lodi.
che il nuovo Cda della Bpl inizi ad mo dall’istituto dei tumori, quindi abbiamo una consoli­ Interverrà il presidente della so­
operare e, successivamente, venga data esperienza alle spalle». La presidente dell’Alao Car­ cietà Edelweiss Antonio Scara­
completata la nomina dei vicepresi­ la Allegri, dal canto suo, è soddisfatta per la nuova équi­ muzza ed è annunciata la parte­
denti. Non manca chi, nel mondo pe dell’ospedale. «Abbiamo avuto un’ottima impressione cipazione dei vertici dell’ammi­
Bpl, sostiene la necessità di attribui­ ­ commenta al proposito ­. Da molti anni, in occasione nistrazione municipale (il sin­
re la seconda vicepresidenza a un Si lavora ai “piani alti” della Banca Popolare di Lodi per formare il nuovo Cda della giornata della donna, ma non solo, proponiamo, daco di Lodi, Lorenzo Guerini e
consigliere espressione di territori insieme all’assessore Giuliana Cominetti, iniziative di l’assessore allo sport Simone
non lodigiani: ci sono aree, come te uscente della Bpl non potrà però co conosciuta è però strategica, per­ prevenzione sanitaria. Quest’anno c’è la campagna elet­ Uggetti). Inoltre è è prevista la
l’Emilia Romagna, la Brianza e la Li­ assumere altre cariche all’interno ché è la proprietaria dell’area delle torale e l’assessore ha preferito rinunciare per evitare benedizione del terreno di gioco
guria, in cui la Popolare di Lodi è del mondo Banco Popolare. Significa ex Officine Adda. Il nuovo Cds, infi­ che l’iniziativa sembrasse un modo per promuovere la da parte del parroco di Sant’Al­
molto radicata. che, con ogni probabilità, dovrà di­ ne, nominerà il consiglio di gestione: sua candidatura. Se però Giuliana Cominetti verrà ri­ berto, don Giarcarlo Marchesi,
Il nuovo Cda della Bpl dovrebbe ave­ mettersi dalla presidenza della socie­ il lodigiano Gian Corsi, che ne fa confermata, il nostro impegno di collaborazione per tut­ sempre presente in queste occa­
re ancora 14 consiglieri, come l’at­ tà controllata Nadir di Lodi. Una so­ parte, dovrebbe essere confermato. te le donne del territorio continuerà». sioni in f avore di giovani e
tuale. È certo che il presidente cietà, quest’ultima, che sebbene po­ Lorenzo Rinaldi sport.
uscente, Enrico Perotti, lascerà Lodi
per accasarsi a Verona, nel consiglio
di sorveglianza (Cds) della holding PAZIENTI IN VACANZA
Banco Popolare. Ci sono poi altri due
attuali consiglieri della Bpl che non
dovrebbero far parte del nuovo Cda:
si tratta di Domenico De Angelis,
Due settimane all’aria di Pietra Ligure Apre nel Borgo
amministratore delegato della Ban­
ca Popolare di Novara, e di Roberto
per chi ha bisogno di ossigenoterapia il ristorante
Nicola Martone, patron dell’azienda n Il giorno della partenza è finalmente giunto e, tra i pa­
lodigiana di profumi Icr. La rosa dei
candidati per i posti che si libereran­
zienti dell’Alor, l’entusiasmo è salito alle stelle. Una cin­
quantina, tra pazienti e accompagnatori, sono partiti ve­
di Provenzano
no comprende almeno quattro nomi: nerdì mattina per trascorrere due settimane di mare e salu­ n All’ombra del campanile del­
si parte da Angelo Ghitti, ammini­ te grazie al contributo dell’Alor. Anche quest’anno, infatti, la chiesa di San Rocco in Borgo
stratore della Vortice di Tribiano. l’Associazione lodigiana di ossigenoterapia riabilitativa ha apre oggi “Rosso rubino”. Un ri­
Potrebbe poi entrare un consigliere organizzato la consueta vacanza: destinazione Pietra Ligu­ storante in cui il rosso granato
di estrazione brianzola, legato al re. L’idea del soggiorno marittimo nasce ben vent’anni fa è la cromia dominante, sulle pa­
mondo delle aziende locali. E anco­ con l’importante scopo di garantire a persone affette da reti, nella cantina, nelle tova­
ra, sta rafforzandosi la scuola di pen­ patologie respiratorie gravi, condizioni climatiche più favo­ glie, nei mosaici che abbellisco­
siero che vorrebbe almeno una don­ revoli. Fondata dal dottor Antonio Corsano nel 1986, l’Alor no lo spazio della macchina del
na nel nuovo Cda della Bpl: a oggi sul continua a promuovere iniziative indirizzate a malati che caffè, e naturalmente nelle por­
tappeto ci sono due “candidature in hanno bisogno di ossigenoterapia con l’intento di migliore tate offerte.
rosa”. La maggior parte degli attuali la loro condizione di vita. «Vorrei che i miei pazienti fosse­ “Rosso rubino” è gestito dall’ar­
consiglieri Bpl, infine, dovrebbe re­ ro consapevoli che, anche se malati, possono condurre una tista lodigiano Rocco Provenza­ L’artista Rocco Provenzano e il figlio Nicholas nel loro ristorante del Borgo
stare al proprio posto. vita regolare ­ afferma il dottor Francesco Tursi, presiden­ no assieme al figlio Nicholas e a
Nel consiglio di sorveglianza del te dell’associazione ­; è molto importante, inoltre, che im­ un cuoco. Provenzano ha voluto arredo stile anni Settanta, di e scamorza, gamberoni al co­
Banco, invece, sono quattro i consi­ parino a convivere con l’ossigeno piuttosto che considerar­ apporre una firma d’autore ai fronte alla chiesa del Borgo, a gnac e persino ostriche gratina­
glieri di “area lodigiana” in scaden­ lo un limite. Mi auguro che quest’iniziativa possa costituire muri che lui stesso ha affresca­ pochi passi dall’Adda, in un te. Ma non scordiamo le peculia­
za: Duccio Castellotti, Dino Piero una piacevole occasione di svago per i malati ma soprattut­ to in perfetto stile “pollockia­ punto strategico, nei pressi di rità lodigiane, che fanno parte
Giarda, Mario Minoja e Pietro Man­ to un utile momento di confronto per poter affrontare in­ no” e ha arricchito altri angoli altri bar e di attività commer­ dell’offerta alla clientela». “Ros­
zonetto. Castellotti resterà nel Cds e, sieme una condizione spesso difficile da affrontare». Du­ del locale con tele informali ma ciali molto frequentate. so rubino”, via Borgo Adda 1,
anzi, sarà “premiato” con la carica rante la permanenza in Liguria sono previste giornate de­ ricche di colore e di intensità. Si percepisce un clima di fami­ sarà attento alle esigenze di chi
di vicepresidente vicario del Banco, dicate alla riabilitazione respiratoria, lezioni (teoriche e L’atmosfera del luogo, intera­ liarità e di genuinità, testimo­ a mezzogiorno cerca qualcosa
un ruolo di prestigio in uno dei pri­ pratiche) condotte da medici specialisti, fisioterapisti ed mente climatizzato, e che com­ niato dai menu e dalle proposte di rapido e gustoso con due me­
mi cinque gruppi bancari italiani. infermieri e, ovviamente, attività ludiche e tornei per favo­ plessivamente propone una gastronomiche, nelle quali spic­ nu a sette e a dieci euro.
Giarda resterà anch’esso nel Cds, an­ rire l’aggregazione e la socializzazione tra i pazienti. «Ci quarantina di posti aumentabili ca sempre rigorosamente un Per la sera, è previsto un menu
che se perderà la vicepresidenza vi­ tengo molto ­ continua il presidente dell’associazione ­ a di altre venti unità con la salet­ piatto colorato di rosso. «Pren­ a ventotto euro tutto compreso.
caria. Nessuno spostamento neppu­ ringraziare tutti i volontari che, nonostante i numerosi ta al piano inferiore, è suggesti­ diamo il menu dell’8 marzo ­ af­ Aperitivo d’inaugurazione nel
re per il professore universitario impegni, di dedicano all’Alor e, ovviamente, il reparto di va e ricca di fascino. È collocato ferma Rocco Provenzano ­: of­ pomeriggio di oggi a partire
Manzonetto. Minoja passerà, come pneumologia dell’ospedale di Lodi per aver sostenuto l’ini­ nel cuore del Borgo, in uno sta­ friamo, tra l’altro, per l’occasio­ dalle 18. Sono aperte le prenota­
detto, alla Bpl: al suo posto nel Cds di ziativa». bile d’epoca, con travi di legno a ne un risotto con fragole e gor­ zioni per la festa della donna
Verona arriverà Perotti. Il presiden­ vista, arricchito da elementi di gonzola, maccheroni con funghi dell’8 marzo.

Nuove ceramiche artistiche di Lodi


affisse sul celebre Muretto di Alassio

Le ceramiche della Pro Loco e della città di Lodi recentemente affisse sul Muretto di Alassio, celebre in tutto il mondo

n Anche i colori di Lodi campeggia­ ciati e che nel 2009 aveva voluto la­ guita con orgoglio da molti dei pen­
no sul celebre Muretto di Alassio. sciare un segno della propria presen­ sionati lodigiani presenti ad Alassio,
L’iniziativa di collocare la targa del­ za sul Muretto, figlio di un’intuizio­ guidati dal presidente Paolo Grec­
la municipalità laudense e quella ne del pittore locale Mario Berrino. chi. I soci della Padre Granata, dedi­
della Pro Loco è stata sponsorizzata Quest’anno il bis, grazie anche ai cata al celebre sacerdote barnabita e
dalla benemerita associazione citta­ buoni rapporti dei dirigenti della fondata dal compianto e illustre An­
dina “Padre Granata”, che edita il “Padre Granata” con l’amministra­ gelo Cambiè, sono circa 300 e fanno
periodico “Il Canuto”. L’associazio­ zione comunale di Alassio, ben lieta riferimento alla sede dell’associazio­
ne dei pensionati cattolici da anni di ufficializzare i rapporti con il co­ ne in piazza San Lorenzo in Lodi, nei
frequenta durante l’inverno la locali­ mune di Lodi: la posa delle targhe è locali del convegno maschile intito­
tà turistica ligure con i propri asso­ avvenuta lo scorso mese ed è stata se­ lato a monsignor Venanzio Felisi.
26 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
San Donato
SIMULAZIONE IN LABORATORIO ATTRAVERSO LO STUDIO DEL DNA

Omicidio al Mattei,
gli studenti indagano
con i metodi del Ris
n Hanno vestito i panni degli in­
vestigatori scientifici per inca­
strare il colpevole, partendo dal­
le analisi del Dna condotte sulle
tracce lasciate nel corso di un
omicidio virtuale. Una quaranti­
na di studenti del liceo scientifi­
co tecnologico Enrico Mattei nel­ L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dagli alunni del Mattei, che hanno risolto brillantemente il “giallo”
la mattinata di ieri hanno vestito
i panni del Ris, e per un giorno la
scuola si è trasformata nel labo­
ratorio del Dipartimento tecnico
­ scientifico dei carabinieri.
L’originale iniziativa è stata L’ASSEMBLEA DISCUTERÀ DEL CASO DELLA DIPENDENTE GISM MA A PORTE CHIUSE
messa a punto dalla professores­
sa Gabriella Cappella, in collabo­
razione con alcuni docenti delle
facoltà di biologia e di biotecno­
logia dell’Università degli studi
di Milano, i quali sono interve­
I conti Acs sui banchi del consiglio,
nuti, mettendo anche a disposi­
zione alcuni specifici strumenti
a supporto della dotazione già
presente nell’istituto didattico
si parlerà anche del centro sportivo
locale. «È il primo anno che orga­ n La situazione economico ­ fi­ motivazioni e le finalità della de­ QUESTA MATTINA
nizziamo un’iniziativa del gene­ nanziaria dell’Azienda comuna­ signazione di un amministratore
re ­ spiega la docente ­, che abbia­
mo promosso nell’ambito del pia­
Gli studenti hanno potuto indagare utilizzando strumenti della Scientifica le servizi nella serata di lunedì
sarà al centro del dibattito loca­
unico; l’attuale assetto della
struttura aziendale, nonché gli Semaforo spento
no “Cus­Mi­Bio”, e devo dire che
si è trattato di un lavoro molto
ture che avevamo a nostra dispo­
sizione». Per circa tre ore la
in quel caso le nozioni acquisite
hanno avuto un risvolto pratico,
le. Dopo lo scontro politico che
risale ai giorni scorsi riguardo
incarichi dirigenziali e di consu­
lenza; la situazione economico ­ in via XXV Aprile
interessante, che li ha coinvolti
attivamente. Tanto, che se doves­
squadra di alunni si è mossa in­
torno alle preziose tracce sui cui
in quanto consentiranno ai san­
donatesi di saperne di più sulla
la lettera d’intenti sottoscritta
dal sindaco Mario Dompé insie­
finanziaria; il piano industriale
e/o il mandato affidato al nuovo
dalle 9.30 alle 13
se essere riproposto, proverò an­ hanno effettuato una serie di at­ salubrità dello specchio del me al primo cittadino sangiulia­ amministratore. Inoltre, nella n Questa mattina dalle 9.30
che a contattare le forze dell’or­ tenti approfondimenti. Non è la quartiere Concentrico. «C’è l’in­ nese Gina Greco, con l’obiettivo stessa adunanza troveranno ri­ alle 13 gli automobilisti che
dine al fine di dare maggior rilie­ prima volta che all’impegno sui tenzione ­ conclude la docente ­, di individuare eventuali siner­ sposte anche i quesiti riguardo il affronteranno il tratto di
vo alla simulazione. Si sono mos­ libri e nei laboratori, viene dato di presentare pubblicamente i gie in cui coinvolgere anche centro sportivo di Metanopoli e collegamento tra via XXV
si come se si trovassero sulla sce­ un risvolto pratico, al fine di mo­ dati in un evento aperto alla cit­ l’azienda del comune confinante il bocciodromo di via Maritano, Aprile e la Paullese dovranno
na di un delitto, hanno raccolto tivare ulteriormente l’apprendi­ tadinanza, dal momento che quel Genia, i riflettori a questo punto che sono stati sottoposti da alcu­ fare attenzione in quanto, a
le prove, le hanno analizzate in mento. Sempre sotto l’egida della che è emerso ha un riscontro si accenderanno a tutto campo ni portabandiera di centrosini­ causa di un guasto alla linea
laboratorio e sono riusciti a sma­ professoressa Cappella un grup­ scientifico». Nel frattempo, si so­ sulla pedina pubblica di San Do­ stra. Il caso dell’unica dipenden­ dell’Enel, il semaforo rimarrà
scherare il colpevole. Solitamen­ po di giovani del Mattei di San no già accesi i motori per far de­ nato. te incinta ancora in capo a Gism spento dalle 9.30 alle 13. Per­
te prove del genere richiedono Donato insieme a dei colleghi collare nuove iniziative che ve­ L’argomento è stato posto all’or­ che non percepisce l’indennità tanto, chi si metterà al volan­
dei trasferimenti in strutture at­ più giovani delle scuole medie, dranno nuovamente le giovani dine del giorno da una cordata di di maternità, su cui i consiglieri te dovrà muoversi con cautela
trezzate al di fuori del contesto l’anno scorso hanno analizzato leve del Mattei cimentarsi in ori­ consiglieri di minoranza che del Pdl Manolo Lusetti ed Emilio nell’attraversare un incrocio
scolastico, mentre la novità nel le acque del laghetto attraverso ginali approfondimenti sul cam­ hanno raggiunto il quorum per Beatrice hanno presentato una che per alcune ore non potrà
nostro caso è che siamo riusciti a un particolare metodo, partendo po. chiedere che venissero fornite mozione, verrà discusso a porte contare sul semaforo.
fare tutto, utilizzando le attrezza­ alla caccia di inquinanti. Anche Giulia Cerboni risposte ufficiali riguardo: le chiuse.

I Lunedì del Meic


IDEE PER IL FUTURo · 2009-2010

8 Marzo 2010 • Ore 21


Teatro “San Francesco”
Lodi · Via San Francesco 21

Il posto
delle Regole
Giustizia, legalità e coesione sociale:
prospettive per il futuro dell’Italia
incontro con

Piercamillo
DAVIGO
Magistrato · già componente del “pool mani pulite”
giudice presso la corte suprema di cassazione
IL MEIC ringrazia diretta radio e web SU:

COLLEGIO
SAN FRANCESCO
LODI www.radiolodi.it
SABATO 6 MARZO 2010 27
il Cittadino
San Giuliano
NEL 2009 È PROSEGUITA LA TENDENZA AL SALDO POSITIVO CON 470 NUOVI NATI RISPETTO AI 438 DELL’ANNO PRECEDENTE INTERPELLANZA

Conti in rosso anche

A San Giuliano c’è il baby boom per Rocca Brivio srl,


il Pdl vuole la verità
n Conti con il segno negativo
anche per la società Rocca
Brivio srl: il Pdl chiede spie­
gazioni all’esecutivo di Gina

Si conferma come la città più giovane del Milanese Greco. Alla vigilia della di­
scussione sul piano di recupe­
ro del maniero, la minoranza
ha presentato un’interroga­
n San Giuliano si conferma come zione, in cui con numeri alla
una delle città più giovani della mano sollecita alcune specifi­
provincia di Milano: il comune
coronerà questa tendenza con un
benvenuto speciale per i nuovi na­
«Se Genia taglia lavoratori, che riguardo «la volontà e le
determinazioni dell’ammini­
strazione comunale per i pros­
ti. Nelle famiglie dove si riempirà
una culla, in collaborazione con
l’Asf (Azienda speciale servizi
vengano assunti dall’Ikea» simi anni». Nell’interpellanza
viene fatto riferimento all’im­
pegno di Tasm (società a par­
farmaceutici), verrà infatti con­ n «Premesso che la situazione red­ to che si tratta dell’azienda pubbli­ tecipazione pubblica che si
segnato un pacco contente prodot­ dituale di Genia è fortemente com­ ca di San Giuliano, che gestisce occupa del trattamento delle
ti per l’infanzia, a partire da un promessa, chiedo che qualora la un’importante quota di servizi per acque reflue) di investire 2
indumento della linea realizzata società pubblica di San Giuliano il territorio. Ma visto che non ab­ milioni e mezzo di euro entro
in materiali rigorosamente natu­ dovesse trovarsi costretta a ridur­ biamo ancora certezze, ho voluto il 2010, ma al tempo stesso,
rali, che è a disposizione nelle far­ re il numero di dipendenti, questi iniziare a pensare alle sorti del tratteggiando un quadro ge­
macie comunali di San Giuliano, possano avere una prelazione sul­ personale nell’eventualità in cui nerale, la minoranza ricorda
dove peraltro i beneficiari di que­ la quota di di assunzioni all’Ikea dovessero essere intraprese scelte anche che «la situazione eco­
sto omaggio potranno anche spen­ riservata al territorio». L’istanza di riduzione della squadra di lavo­ nomica della cassa del comu­
dere il buono acquisti che trove­ che torna a guardare ai dissesti ratori». È tornato così in gioco ne di San Giuliano è in condi­
ranno nella confezione. Non solo. della multiservizi pubblica, si alza l’accordo che fu stretto tra comune zioni pietose». In base al pro­
Con l’occasione verrà anche di­ dal capogruppo della Lega Nord, e catena di grande distribuzione, spetto allegato, dal 2004 fino
stribuito un vademecum ricco di Stefano Dornetti, il quale in una in base al quale una quota di as­ al 2008 l’unica gestione che si
informazioni, che fungerà da gui­ mozione già è chiusa in positivo è quella
da ai servizi a disposizione sul pronta, che ver­ del 2007, per il resto i conti
territorio. Una sorta di bussola rà protocollata sono accompagnati da una
ricca di riferimenti per agevolare nelle prossime sfilza di “meno”. A questo
i nuclei familiari in cerca di ri­ settimane, in­ punto il centrodestra vuol
sposte. In ogni caso ulteriori in­ A favorire il baby boom a San Giuliano anche la presenza di cittadini stranieri tende aprire uno sapere «qual è la situazione
formazioni su questa novità, che spira glio per complessiva della società
decolla con un pensiero riservato eventuali scelte Rocca Brivio srl». Se nella
a coloro che sono venuti al mondo a cui potrebbe terna di consigli che si terran­
nel 2010, verranno divulgate a trovarsi davanti no lunedì, martedì e mercole­
breve, insieme ad alcune notizie
sullo spirito con cui sta prenden­ Il comune sta preparando l’azienda muni­
cipale con i con­
dì, oltre alla relazione con cui
si è chiusa la commissione di
do quota il progetto. La simpatica ti in rosso che indagine di Genia, sarà af­
accoglienza è stata del resto pen­
sata anche in virtù della gioiosa
peculiarità che contraddistingue
una serie di iniziative sta ancora atten­
dendo il respon­
so definitivo del­
frontato anche il capitolo
della Rocca, partendo dalle
prospettive per il prossimo
questo tratto di Sudmilano, fatta le banche. In ba­ decennio, in cui sono previsti
di tanti piccoli cittadini che si ag­
giungono di anno in anno: un ri­
a favore degli ultimi arrivati se infatti agli ul­
timi aggiorna­ Il nuovo centro dell’Ikea che sta sorgendo a San Giuliano
investimenti per 11 milioni,
guardando alla situazione
svolto di cui la città va fiera. Se menti, la rosa di attuale il Pdl chiede di saper­
infatti l’annuario di statistica ha dell’anno scorso. Questi dati di cleo. Le tavole con un maggior nu­ istituti di credito rimasta in gioco sunzioni dovrà arrivare dal terri­ ne di più. Rispetto ai tempi in
rivelato che nel 2008 sono nati 438 tutto rispetto, che fanno pensare mero di commensali vengono ap­ non ha dato segni di chiusura, ma torio. A tal proposito si è già messo cui fu varato il piano plurien­
bimbi, i numeri più aggiornati ad un futuro energico e vivace, so­ parecchiate nella frazione di Ci­ prima di accordare fidi a lungo in movimento un gran numero di nale, si sono susseguiti avvi­
del 2009 raccontano di un ulterio­ no legati anche alla massiccia vesio, mentre nella zona di Pe­ termine ha chiesto di vedere un se­ aspiranti dipendenti Ikea, che cendamenti che hanno cam­
re incremento, con 470 piccoli ve­ presenza di stranieri, visto che driano e nelle cascine sparse nel­ rio piano aziendale. Una situazio­ hanno arroventato i telefoni del biato le carte in tavola. A
nuti al mondo. Del resto la scalata tra i nuovi nati del 2008, i figli di le aree di campagna, i componen­ ne che sin dai mesi scorsi ha pre­ municipio con centinaia di chia­ partire dal recente arresto del
in positivo si è vista sin dal 2004, famiglie che arrivano da culture ti calano. In questo panorama di occupato fortemente l’organico di mate. In realtà, in base agli ultimi presidente di Tasm Tiziano
che si è chiuso con 349 lieti eventi, lontane sono 97. Fatto sta che, coppie che si insediano nell’hin­ dipendenti, i quali hanno seguito aggiornamenti, sino ad ora si sono Butturini, per proseguire con
per proseguire nell’anno succes­ guardando alle 15mila e 215 fami­ terland e di giovani generazioni passo per passo gli sviluppi, in at­ tenute esclusivamente le selezioni la dipartita del comune di San
sivo con 422 nuovi cittadini, che si glie che nel 2008 risiedevano a ben rappresentate, il comune tesa di notizie positive, che di fatto per lo staff dei profili professionali Donato che ha ceduto le pro­
sono mantenuti stabili anche nel San Giuliano, di cui quasi il 30 stringerà la mano ai papà e alle devono ancora arrivare. «Auspico ­ più alti, per il resto il reclutamen­ prie quote: vicende che po­
2006, con solo una lieve flessione per cento concentrate nel centro mamme dei nuovi piccoli sangiu­ spiega il portabandiera “lumbard” to sembra che non abbia ancora trebbero compromettere il
nel 2007, che è stata poi seguita da storico, la media si attestava sui lianesi. ­, che la situazione possa risolversi preso quota. futuro del progetto.
una ripresa del 2008 e dal boom 2,4 componenti per ciascun nu­ Giulia Cerboni nel migliore dei modi, dal momen­ Giu. Cer.
28 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Sudmilano
TRIBIANO n L’ADDETTO AL MAGAZZINO STAVA MOVIMENTANDO DEI SACCHI QUANDO SI È ACCASCIATO PER UN MALORE: ORA È FUORI PERICOLO

Crisi respiratoria, operaio all’ospedale


Il 29enne potrebbe aver respirato materiale tossico all’Acs Dobfar
TRIBIANO A pochi mesi di distanza sembravano gravissime, ma alla fatti risulta che Alessandro, ad­
dall’ultimo infortunio sul lavoro, fine è stato trasferito in codice detto ai servizi di magazzino del­
altri momenti di paura si sono giallo tramite l’ambulanza della lo stabilimento, stava movimen­
vissuti ieri nello stabilimento di Croce Bianca di Paullo all’ospe­ tando grossi sacchi che contene­
via Edison della Acs Dobfar, la dale di Vizzolo Predabissi dove è vano agenti chimici. Sacchi mol­
multinazionale chimico farma­ sotto osservazione. Potrebbe es­ to pesanti che vengono traspor­
ceutica che ha la sua sede princi­ ser stata la reazione chimica a tati con il muletto.
pale a Tribiano. causare il malore, ma al momen­ L’operaio, che indossava regolar­
Vittima forse di esalazioni noci­ to non ci sono certezze, perché mente la mascherina, ha accusa­
ve ieri intorno alle 11 Alessan­ solo gli accertamenti potranno to un malore. Le sue condizioni
dro P., 29enne di Genova, che da stabilire se ha avuto un suo ruo­ sono peggiorate, con una crisi re­
poco è stato assunto presso l’Acs lo anche lo stato di salute dell’uo­ spiratoria, ed è stato avvertito il
e spostato dal reparto di sintesi mo. 118. I vigili, il commissario ag­
al magazzino. Al momento sul Perché, non è noto come l’opera­ giunto Antonio Giuliani e l’agen­
suo infortunio si possono fare so­ io potrebbe essere venuto a con­ te istruttore Girolamo Bruno,
lo ipotesi, in quanto nonostante tatto con la sostanza presente nei erano già lì. L’incidente, secondo
indossasse la mascherina protet­ contenitori, che erano sigillati. i primi accertamenti della poli­
tiva potrebbe aver respirato le Gli agenti della polizia locale, in­ zia, è avvenuto verso le 11 al
esalazioni tossiche di una so­ tervenuti per i rilievi, hanno tro­ chiuso. Ma le cause sono tuttora
stanza che stava trasportando, vato infatti il sacco contenente il un enigma: non risulta infatti
siglata 7­Zaca, che doveva poi es­ “prodotto” chiuso. Così hanno che l’operaio fosse allergico, sot­
sere lavorata presso gli altri re­ circoscritto l’area, fino all’arrivo toposto prima dell’assegnazione
parti. dei tecnici dell’Asl in capo ai al magazzino alle visite del caso.
Ha avuto un malore e dopo una quali spettano le verifiche del ca­ Inoltre il sacco era sigillato, ma
grave crisi respiratoria, è stato so. Al momento però non sem­ visto che viene consegnato dal­
soccorso dal personale di pronto brano opponibili irregolarità e l’esterno non è detto che possa
intervento aziendale e quindi dal per questi motivi non è stato di­ essere rimasto qualche residuo
personale medico inviato in eli­ sposto alcun sequestro cautela­ di sostanza tossica all’esterno
soccorso dall’ospedale Niguarda re. della confezione.
di Milano. Le sue condizioni Da una prima ricostruzione dei Emiliano Cuti Dramma sfiorato ieri alla Acs Dobfar di tribiano, quando un operaio si è accasciato al suolo per una crisi respiratoria

7 MARZORTI
PESCHIERA n CONSULTAZIONE SUGLI EDIFICI COMUNALI

Ambulatorio o negozi: SIAMO APE


decide il referendum
PESCHIERA Una volta preso visione della
Weekend all’in­ n Il sindaco struttura, i residenti potranno
s e g n a d e l l a lancia oggi esprimere una preferenza circa la
consultazione e domani un tipologia di servizio a cui si vor­
per i residenti sondaggio rebbe destinare i nuovi spazi: le
di Me zzate e principali ipotesi (ci sarà anche
Bellingera: sa­ a Mezzate per l’opzione “altro”) riguardano
bato 6 e dome­ decidere l’uso l’ambulatorio medico e/o speciali­
nica 7 marzo di alcuni spazi stico, un centro anziani, un nego­
chi abita nelle pubblici zio, o magari un centro di aggre­
due frazioni po­ gazione giovanile.
trà partecipare Sarà poi compito dell’amministra­
a un sondaggio zione comunale rispettare quello
istituito per determinare l’uso di che sarà il verdetto del sondaggio.
spazi che sono di proprietà del co­ Per poter partecipare alla consul­
mune. tazione è necessario avere la resi­
L’amministrazione comunale ha denza in una delle due frazioni e
infatti acquisito i locali situati in avere compiuto i 14 anni di età; al
piazza della Costituzione, per una momento del voto occorrerà esibi­
superficie complessiva che am­ re un documento di identità.
monta a circa 150 metri quadri. In merito all’utilizzo dei locali di
Il sindaco Antonio Falletta spiega proprietà comunale era stata pre­
così la decisione di sondare l’opi­ sentata tempo fa un’interpellanza
nione dei cittadini che risiedono dal consigliere comunale Roberto
nella zona interessata: «È strategi­ Galimberti; il rappresentante del
co che chi per primo dovrà poi Pd chiedeva di conoscere le inten­
usufruirne, esprima le indicazio­ zioni del comune, dato che dal 1
ni che ci aiuteranno a dare la mi­ gennaio 2010 la frazione di Mezza­
gliore risposta alle esigenze del te è priva del medico di base, poi­
territorio: è importante il suggeri­ ché l’unico presente ha cessato di
mento di ciascuno degli abitanti esercitare per raggiunti limiti di
di Mezzate e Bellingera, perché so­ età. Di conseguenza, i residenti si
no convinto che il reciproco ascol­ devono rivolgere altrove, con non
to e il costante contatto con ogni pochi disagi. L’istanza di Galim­
singolo cittadino siano alla base berti deve ancora approdare in
di una corretta e trasparente am­ consiglio comunale, tuttavia l’am­

6 Mostra fotografica
ministrazione». ministrazione comunale di fatto
Dalle 10 alle 17 nelle giornate di avrebbe già risposto, istituendo

sabato marzo
sabato e domenica sarà innanzi­ cioè una sorta di «referendum»
tutto possibile visitare i locali si­ circoscritto agli abitanti delle due
tuati in piazza della Costituzione. frazioni di Peschiera Borromeo.

PESCHIERA

La sede del Pd dedicata ai grandi statisti:


il circolo porterà i nomi di Moro e Berlinguer Mostra fotografica di Gabriella Grazzani “Ritratti di
n La sede peschierese del Pd sarà intitolata ad Aldo Moro ed donna”. La mostra narra il variegato universo femminile.
Enrico Berlinguer. È trascorso un anno da quando in via Ca’
Matta al civico 2 è stato aperto il circolo locale del partito:
Patrocinata dal Comune di Lodi

7 Concerto
mancando ancora il nome da dare al ritrovo di militanti e
rappresentanti politici, è stata fatta una recente consultazio­
ne interna. Ha prevalso l’idea di intitolare la sede a due “pa­

domenica marzo
dri” della politica democratica italiana, che stavano per con­
cretizzare quello che è stato definito il “compromesso stori­

ore 17.00 - 19.00


co”. Enrico Berlinguer è stato il segretario del Partito Comu­
nista Italiano dal 1972 fino alla sua morte, avvenuta nel 1984;
ha rappresentato forse la figura più carismatica nel panora­
ma della sinistra italiana del dopoguerra. Aldo Moro fu rapi­
to dalle Brigate Rosse quando nel 1978 era presidente della
Democrazia Cristiana: il tragico epilogo, avvenuto con il suo
assassinio, fece definitivamente arenare il progetto di “avvi­
cinamento” tra i due partiti, storicamente antagonisti. Fran­
cesco Ortugno, segretario del Partito Democratico di Peschie­ Emanuela Campagnoli soprano accompagnata
ra, commenta l’evento: «Si tratta di una scelta presa perché
le nostre radici sono profonde, avendo infatti origini in un
dall’arpa di Elena Spotti alternerà musica e canto alla
mondo che era ancora diviso dal muro di Berlino. Inoltre lettura di poesie tutte al femminile
scegliere dei politici in un momento come questo, particolar­
mente difficile per il Paese, è stata la decisione più coraggio­
sa che si potesse fare per dire chiaramente che c’è bisogno di
più politica, oppure forse di “bella” politica». Prima di arri­
vare all’individuazione dei nomi di Moro e Berlinguer, si è
svolto un dibattito che aveva preso in considerazione anche le
“candidature” di Enzo Biagi e Walter Tobagi. Domani verrà
ufficializzata l’intitolazione della sede di via Ca’ Matta: dalle
negozi specializzati
ore 10 alle 13 il circolo ospiterà militanti e simpatizzanti.
Sarà presente il segretario provinciale del Pd, Roberto Cor­
nelli.
SABATO 6 MARZO 2010 29
il Cittadino
Melegnano
SECONDO IL TECNICO IL RISANAMENTO DEL FIUME MALATO È POSSIBILE, «MA PRIMA BISOGNERÀ ELIMINARE SCARICHI E DISCARICHE ABUSIVE»

«L’emergenza Lambro c’era anche prima»


L’esperto di bonifiche Tedesi: «Nell’alveo metalli e idrocarburi»
n « L o s ve r s a ­ in passato sul Lambro è successo di non è più efficace».
mento di idrocar­ peggio. Per non parlare delle discari­ Una volta ripulita l’acqua, cosa ri­ In breve
buri, a mio pare­ che abusive sulle rive». mane in un fiume che ha subito
re, è stato sola­ Per quanto ha visto sul fiume e uno sversamento di idrocarburi? AL MERCATO
mente una goccia appreso dai giornali, cosa può es­ «Residui sulle sponde e sedimenti.
nel mare dell’in­
quinamento del
sere uscito da quella raffineria
della Brianza?
Per prima cosa si deve procedere con
la caratterizzazione, cioè analisi in
La Lega nord distribuirà
fiume Lambro,
che è frutto di al­
«Qualcuno ipotizza gasolio e olio mi­
nerale più pesante. Io però, quando
diversi punti del sito contaminato,
poi viene realizzato il progetto di bo­
mimose contro il burqa
meno sessant’an­ l’onda nera è passata, mi sono recato nifica, con obiettivi di legge ben pre­ “Una mimosa contro il burqa”. È que­
ni di industrializ­ al cantiere di Cerro e ho constatato cisi per terreni, sedimenti e acque». sta la singolare iniziativa che il candi­
zazione lungo le Claudio Tedesi un notevole impatto olfattivo, che mi Ma fino a che punto si potrà arri­ dato della Lega nord alle regionali per
sue rive». A dirlo ha insospettito. Parlo del mio naso, e vare, se il Lambro è da decenni la provincia di Milano Jari Colla e Denis
è Claudio Tedesi, l’ingegnere lodi­ non di analisi, sembrava l’odore di più simile a un collettore indu­ Zanaboni, segretario locale del Carroc­
giano considerato tra i massimi oli minerali esausti. Ma esistono an­ striale che a un fiume? cio, stanno organizzando per domani
esperti nazionali di bonifiche, sia di che oli combustibili che “puzzano” «Si parla tanto della depurazione mattina, domenica 7 marzo, al merca­
siti contaminati da idrocarburi, sia perché contengono molto zolfo. Di­ delle acque di Milano, ma secondo to. «Lunedì è la festa della donna ­ scri­
di altre situazioni di emergenza am­ ciamo che ho qualche perplessità me quello non è il vero problema. vono in una nota Colla e Zanaboni ­, per
bientale. Non si sta occupando delle sulla natura e la composizione del Dalle città arriva un carico organico cui daremo in omaggio a tutte le signo­
operazioni sul fiume ma la sua opi­ prodotto. Ma è solamente la mia per­ degradabile. Mi ricordo che venti o re un pensiero floreale, accompagnato
nione sulle conseguenze e i rimedi sonale opinione. Bisognerà fare ana­ trent’anni fa c’era un piano di risa­ però da un volantino di denuncia contro
per quanto accaduto martedì della lisi per verificare se oltre agli idro­ namento per Lambro, Seveso e Olo­ la situazione della donna nella cultura
scorsa settimana è preziosa. carburi nel fiume siano passati an­ na: che fine ha fatto?» islamica che, con il fenomeno dell’im­
Su quale base descrive così la si­ che gli idrocarburi policiclici aroma­ Lei intende dire che bisognerebbe migrazione, si sta diffondendo anche
tuazione del Lambro? tici, notoriamente cancerogeni». trattare tutto il Lambro come si nelle nostre città». Di recente la Lega
«Facendo riferimento ad alcuni dati. Come si procede per rimediare a sta facendo per l’area inquinata ha proposto al sindaco Vito Bellomo di
Tempo fa, effettuando analisi in al­ inquinamenti di questo tipo? della Gazzera? adottare un’ordinanza per garantire la
cune aree prossime al fiume per la «Il primo intervento da attuare con­ «Non proprio. Ma sicuramente ci so­ riconoscibilità delle persone in luogo
bonifica di Cerro, avevamo verifica­ siste nell’evitare la diffusione del­ La marea nera di idrocarburi che dal depuratore di Monza è finita nel Lambro no sedimenti nell’alveo del Lambro pubblico. «Vogliamo insomma rimarca­
to che in alcuni punti nei quali ave­ l’inquinante impiegando sbarra­ che vanno asportati e trattati. E non re ­ proseguono ­ come le divergenze
vamo già bonificato c’erano valori di menti, come ho visto fare in alcuni tervento. Tra panne galleggianti, e raffinerie, in cui si impiegano diso­ è un’utopia: il ministero dell’Am­ tra la nostra società e quella islamica
100 o 200 parti per milione di idrocar­ servizi televisivi sull’emergenza skimmer e impiego di autospurgo leatori, vasche in cui avviene la se­ biente sta bonificando aree portuali siano spesso inconciliabili. E ciò ­ con­
buri, che sono alti di per sé ma van­ Lambro: si usano panne oleoassor­ per aspirare gli accumuli di idrocar­ parazione fisica, per gravità, dei di­ importanti, come Taranto, La Spe­ cludono ­ deve portare ad un’attenta ri­
no considerati bassi in un’area che benti, si cerca di sbarrare il primo buri fermati con le barriere si arriva versi liquidi. Una parte degli idro­ zia, Gela e Manfredonia. Il Lambro flessione su che tipo di immigrazione il
era stata contaminata. Bene, poco mezzo metro, dall’alto, del corso a intercettare il 50 per cento del ma­ carburi può essere ritrattata e utiliz­ richiederà un intervento analogo: in nostro Paese deve accettare».
dopo c’era stata un’esondazione del d’acqua, per trattenere gli oli, che teriale che finisce in un corso d’ac­ zata, l’acqua residua invece va poi qualche caso bisognerà asportare
Lambro in quegli stessi punti, e ripe­ tendono a galleggiare, e asportarli qua. C’è un 10 o 20 per cento che inve­ trattata nei depuratori». terreno contaminato, in qualche al­ PALAZZINA TROMBINI
tendo le analisi abbiamo trovato va­ quindi con gli skimmer. Questi mac­ ce si disperde per evaporazione e un Come mai il depuratore di Monza tro trattarlo e ricollocarlo. Senza di­
lori anche di 10mila parti per milio­
ne: si erano depositati sedimenti del
chinati, ideato mezzo secolo fa, sono
costituiti da un rullo semisommerso
30 che si deposita sul fondo».
Gli idrocarburi aspirati o assorbi­
è andato in blocco quando ha rice­
vuto il materiale della ex raffine­
menticare che più è invasivo l’inter­
vento più ne risentono la flora batte­
Serie di incontri del Pd
fiume, che già erano contaminati da
idrocarburi e metalli pesanti, per
fatto di un materiale simile alla stof­
fa: quando passa sott’acqua racco­
ti però sono a loro volta contami­
nati da acqua e altre sostanze: co­
ria finito nelle fogne?
«I depuratori devono lavorare entro
ria e la fauna. Bisognerà iniziare da
monte, e soprattutto eliminare scari­
per le elezioni al Pirellone
scarichi più o meno leciti o abusivi. glie l’olio e quando torna in superfi­ me vengono smaltiti? certi parametri, per assicurare l’effi­ chi fuorilegge. E purtroppo non c’è “Lombardia 2010, è tempo di cambia­
Questo ennesimo inquinamento è cie una lama lo strizza». «Il liquido catturato dagli skimmer cacia dei trattamenti chimici, fisici e nessuna polverina magica che può re”. È questo il filo conduttore di un ci­
stato eclatante per l’attenzione rivol­ Che efficacia hanno questi siste­ contiene al massimo il 20 per cento biologici. Se un impianto è dimen­ risolvere una situazione così com­ clo di incontri che il Pd del territorio or­
ta dai mass media e la sensibilità mi? di idrocarburi, il resto è acqua: va sionato per mille parti per milione di plessa e compromessa». ganizza a Melegnano. Si parte lunedì
ambientale che prima non c’era, ma «Dipende dalla tempestività dell’in­ conferito in impianti di smaltimento idrocarburi e ne entrano 100mila, Carlo Catena sera quando Marco Granelli (presiden­
te del Centro servizi volontariato della
Provincia di Milano) guiderà una tavola
rotonda sul rapporto tra volontariato ed
istituzioni, mentre lunedì 15 marzo toc­
L’ASSOCIAZIONE PUNTA IL DITO PURE SULLA MANCANZA DI INFORMAZIONI cherà ad Ardemia Oriani (consigliere
regionale del Pd) discutere della sanità
in Lombardia. Il ciclo di incontri si con­
cluderà infine il 22 marzo quando Fran­

La denuncia di Legambiente: co Mirabelli, consigliere regionale Pd, e


il deputato melegnanese Erminio Quar­
tiani tratteranno di un argomento di
stretta attualità. Si parlerà infatti della

«I soccorsi attivati in ritardo» dura vita dei pendolari. Tutti gli incontri
pubblici (che sono organizzati dai cir­
coli Pd di Carpiano, Cerro, Colturano,
Dresano, Mediglia, Melegnano, San Do­
n «Disastro ambientale del Lambro, la macchina dei l’utilizzo dell’acqua del fiume. Poi abbiamo allertato il nato, San Giuliano, San Zenone e Vizzo­
soccorsi si è mossa in ritardo». La denuncia è arrivata pronto soccorso dell’ospedale Predabissi, da cui peral­ lo) si terranno a partire dalle 21 nella
da Marzio Marzorati, esponente di Legambiente tro non ci è arrivata alcuna segnalazione di pericolo. palazzina Trombini in via Giardino.
Lombardia, che giovedì sera a Melegnano ha parteci­ Quanto ai pozzi dell’acqua potabile, sinora non abbia­
pato ad un incontro pubblico. «Nella raffineria di Vil­ mo riscontrato alcun tipo di problema. Ad ogni modo, AL CASTELLO
lasanta non si conosceva neppure l’esatta quantità di d’ora in poi ai normali controlli aggiungeremo anche
idrocarburi presenti, mentre da tempo mancava per­
sino l’autorizzazione antincendio ­ ha premesso ­. Lo­
quelli sugli idrocarburi». Vincenzo Caminada ed
Erminia Mandarini hanno fatto il punto sulla flora e
Si diventa tutti casari
gico quindi che già la situazione iniziale non favorisse
una seria attività di prevenzione». Poi Marzorati ha
la fauna del Lambro. «Il danno nel suo esatto ammon­
tare non è stato ancora quantificato ­ hanno precisato
grazie a “Qui latte”
raccontato quanto accaduto in quel tragico 23 febbra­ i due rappresentanti del Wwf ­, ma è certo che sulle «Diventa casaro a casa tua». È questa
io: «Attorno alle 4 di notte i criminali hanno aperto le sponde del Lambro sarà necessario rimuovere le ster­ l’interessante iniziativa prevista per do­
pompe della raffineria, con il petrolio che ha raggiun­ paglie incatramate di petrolio. Per il momento gli uni­ Nella foto sopra menica mattina alle 10 nel centro an­
to dapprima i tombini che vanno nelle fognature co­ ci animali in difficoltà sembrano essere un cormora­ il pubblico che ziani all’ombra del castello in centro
munali e quindi il depuratore del Monzese. Solo a quel no e alcuni pesci, ma invitiamo i cittadini a segnalarci ha partecipato città. «Patrocinato da palazzo Broletto,
punto, erano già le 8, si è messa in moto la macchina eventuali situazioni critiche». Se Giulietta Pagliac­ all’assemblea l’obiettivo del progetto è quello di inse­
dei soccorsi». Gli idrocarburi sono poi finiti nel Lam­ cio (Legambiente) ha rimarcato l’importanza nella vi­ aperta gnare alla popolazione come passare
bro per arrivare nel primo pomeriggio a Melegnano e cenda delle associazioni ambientaliste, «punto di rife­ sul disastro da una materia prima come il latte ai
nel resto del Sudmilano. «E anche qui non sono man­ rimento importante per i cittadini che cercavano in­ ambientale formaggi (in particolare primo sale e ri­
cati i ritardi ­ ha incalzato Marzorati ­. Perchè le ditte formazioni sull’accaduto», Rossana Rinaldi (asses­ che ha colpito cotta) ­ ha spiegato Alberto Montana,
erano pronte ad aspirare il petrolio con le pompe idro­ sore a Dresano) ha invece sottolineato «la scarsità di il Lambro: fra i rappresentate di “Qui latte” e promo­
vore, ma ovviamente volevano avere la garanzia del informazioni a livello istituzionale». L’ultima battuta presenti c’erano tore dell’evento ­. In tal modo, quindi,
pagamento. Non c’era però nessuno che firmasse l’at­ è stata dell’ex sindaco Pietro Mezzi, oggi capogruppo anche l’ex sarà possibile riscoprire le tradizioni e
to relativo, così che si sono perse altre sei ore preziose. di “Melegnano sostenibile”: «In settimana il consiglio sindaco Mezzi e accorciare le distanze, sfruttando tra
A quel punto il danno era fatto, con il petrolio che ha comunale ha approvato un ordine del giorno presen­ l’ex assessore l’altro gli ottimi prodotti che abbiamo
continuato inarrestabile la sua corsa verso il Po». tato dai gruppi di minoranza, con cui tra l’altro invita Pagliaccio; vicino a casa. Senza dimenticare ovvia­
Maurizio Montanelli ha invece illustrato l’attività il comune a costituirsi parte civile contro i colpevoli a destra il tavolo mente l’importanza di un’alimentazione
dell’Asl. «La segnalazione ci è arrivata tra le 12 e le 13 di quanto accaduto e fissa nel 23 febbraio di ogni anno dei relatori, che sana grazie al buon latte nostrano, che
­ ha spiegato il responsabile sanitario ­, e sin da subito la “Giornata del fiume pulito”. Non escludiamo infine nell’occasione viene regolarmente controllato». Le
ci siamo mossi nei comuni di nostra competenza. Ab­ di rivolgerci al prefetto di Milano per capire cosa è hanno criticato iscrizioni al corso, che è gratuito, si ri­
biamo infatti invitato i sindaci del Sudmilano ad successo davvero quel giorno a Melegnano». la macchina cevono presso il punto vendita “Qui lat­
emettere una serie di ordinanze per vietare la pesca e Stefano Cornalba dei soccorsi te” in piazza Vittoria.
UGGERI PUBBLICITA’

NUOVE COLLEZIONI

Primavera
e Cerimonia
Abbigliamento
Abbigl
lia
ame
entto cl
classico
lassiico e sportivo
uomo/donna
SPECIALE SPOSI
l’eleganza su misura per tutti

M I L A N O

Chez Claude griffe e sartoria - Cavenago d’Adda (LO) Via De Gasperi, 1 - tel. 0371 419061 - www.chezclaude.it - Aperto 9.00 12.30 e 15.30 - 19.30 - aperto la domenica mattina
30 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Paullo
IL SINDACO MAZZOLA ANNUNCIA UNA SERIE DI INIZIATIVE: PREVISTO ANCHE IL COMPLETAMENTO DEL CENTRO SOCIO­RESIDENZIALE

Paullo vara l’anno delle grandi opere


Dalla circonvallazione al polo scolastico: 20 milioni d’investimenti
PAULLO La crisi economica non
manca certo di far sentire i suoi
effetti ovunque, con le ammini­
strazioni comunali che stringo­
no la cinghia e molto spesso so­
no costrette a ridimensionare i
propri investimenti. Invece a
Paullo si rispolverano gli inse­
gnamenti di John Maynard Key­
nes, ossia investire per stimola­
re l’economia. Così, quest’anno,
prenderanno il via opere per
circa 20 milioni di euro. Un caso
unico, in rapporto al numero di
abitanti, per quanto riguarda la
provincia di Milano.
Circonvallazione Nord, polo
scolastico, centro socio residen­
ziale, perfino nuovi orti per i
paullesi con il pollice verde: le
operazioni verranno avviate en­
tro quest’anno e alcuni degli in­
terventi saranno ultimati per il
2010, mentre per il polo scolasti­
co e la circonvallazione ci vorrà
un po’ più di pazienza.
«Che dire siamo soddisfatti ­
commenta il sindaco Claudio
Mazzola ­, perché gran parte del
nostro programma elettorale
trova compimento. Abbiamo in
mano tutti i tasselli, comprese L’area degli orti comunali di via Fleming dove è destinato a sorgere il nuovo polo scolastico Qui sopra, il centro socio­residenziale per anziani che il comune conta di concludere entro quest’anno
le risorse da investire, nel corso
dei prossimi anni comporremo «Nella prossima estate contia­ ranno due nuove rotonde. NEI PROSSIMI GIORNI
il mosaico delle opere pubbli­ mo così di poter inaugurare il Un anno e mezzo per vedere ar­
che. Inutile dire che per noi que­
sto è un anno cruciale. Tra l’al­
tro ci sono altre opere, più pic­
nostro centro, una struttura
davvero all’avanguardia», con­
tinua il primo cittadino.
chiviati i lavori, mentre am­
montano a 6 milioni di euro i co­
sti complessivi per l’opera.
Controlli incrociati, progetto Smart in dodici paesi
cole dal punto di vista dell’inve­ Un’altra infrastruttura è pronta Infine, c’è il polo scolastico, che n Dopo la provincia di Lodi, anche il Sudmilano gli ultimi accorgimenti per lo Smart. Ma sul
stimento, ma comunque impor­ ad aprire i cantieri dopo cinque riunirà le scuole elementari e le si prepara ad accogliere il progetto Smart. Nei giorno della “maxi retata” le bocche restano
tanti che faremo. Faccio un anni di attesa: si tratta della cir­ medie in un parco in via Flem­ prossimi giorni verrà effettuato, in modo cucite. «L’ambito territoriale ­ fanno sapere
esempio su tutti: 600mila euro convallazione nord. La giunta ing. Un maxi intervento da 9 mi­ congiunto e coordinato, un pattugliamento a dalla direzione generale polizia locale di regione
saranno investiti per la sistema­ di Paullo in questi giorni ha ap­ lioni di euro (il 70 per cento so­ tappeto su tutto il territorio tra il Lodigiano e la Lombardia ­ sarà ridotto rispetto a Lodi. Ma le
zione di via Milano e per gli ar­ provato il progetto definitivo e stenuto da fondi privati) che metropoli meneghina durante un’intera modalità saranno le medesime». La differenza
redi urbani dell’area dell’ex sta definendo gli espropri. Tra verrà avviato alla fine del mese giornata (fino alle 2 di notte). Dodici i comuni rispetto alla normalità sta nella diffusione degli
consorzio». qualche mese verrà quindi av­ di agosto e concluso in due an­ coinvolti e che metteranno a disposizione una interventi su tutto il Sudmilano, secondo il
L’opera più attesa è tuttavia viata la realizzazione di questa ni. Le costruzioni comporteran­ cinquantina di uomini. Lunedì scorso, presso il principio di sussidiarietà. Non è la prima volta
rappresentata dal centro socio strada che “scavalcherà” il cen­ no lo spostamento degli orti che comando di polizia locale di Melegnano, che è che accade in provincia di Milano (l’esperimento
residenziale, che era stato ulti­ tro di Paullo: le macchine non verranno situati su area comu­ l’ente capofila, si sono riuniti di corpi di polizia era già stato fatto una volta a Cassano, due volte
mato nel 2009. La struttura per taglieranno più nel mezzo il co­ nale individuata in via Martiri di altri 11 comuni, compresi Tribiano e Paullo, nel Magentino, una volta a Corsico). Nell’ambito
l’apertura ha bisogno di strade, mune per raggiungere Tribiano di Nassiriya. Tra marzo e aprile che hanno aderito all’iniziativa. Non parteciperà dell’operazione verranno organizzati posti di
marciapiedi e parcheggi a cor­ o per dirigersi verso Zelo o verranno dunque eseguiti i la­ invece la polizia provinciale di Milano, blocco, effettuati controlli con l’etilometro,
redo. In questi due mesi, con Mombretto di Mediglia, inoltre vori, per 500mila euro, con l’al­ diversamente da quanto era successo invece per utilizzati i telelaser. I trasgressori non avranno
una spesa di 1.200.000 euro, la si­ per assicurare gli innesti, al po­ lungamento dell’arteria. lo Smart a Lodi. Nell’occasione sono stati decisi insomma vita facile.
stemazione verrà finita. sto dei blocchi semaforici, ci sa­ Emiliano Cuti

3
Laurea
AZIENDE E
ATTIVITA' NEGOZI
Venerdì 26 febbraio
DOVERA: vendesi avviata attività di edico­
CLAUDIA DE CAPITANI la/cartoleria/libreria. Prezzo interessante. Te­
di Mairano ha conseguito brillantemente la laurea specialistica in lefonare n. 339.4187441 solo se interessati.
Storia dell’Arte presso l’Università di Pavia Facoltà Lettere Filosofia LODI vendesi bar­ristorante­pizzeria­ge­ TADA concessionaria di 2 marchi mondiali
discutendo la tesi: “S. Maria di Calvenzano. (Storia, Architettura, Re­ lateria­pasticceria. Possibilità amplia­ ricerca persona proveniente dal settore
mento locale e incremento fatturato. commerciale con funzioni ispettive.
stauri)”. Raggiungendo il punteggio di 110 e lode. La mamma, il pa­ Aperto tutto l'anno. Incasso medio gg. Telefonare al n. 0371.412650

Impianti
dalle ore 9 alle ore 15
pà, Laura, Marcello e la piccola Beatrice si congratulano e porgono i 1800,00. Affitto Euro 50.000,00 annui, 38 oppure inviare curriculum tramite e­mail a:
Kg. caffè settimana. Info n. 389.1871271 info@tadavending.com

Fotovoltaici
migliori auguri per un brillante futuro. o fax al n. 0371.610478
STUDIO commercialisti rileva società
COMUNITA’ CED e studi professionali in Lodi.
centro Lodi Massima riservatezza. Scrivere allo
CERCA VOLONTARIE Studio Legale Avv.Toffoloni ­ e­mail:
PER STIRATURA g.toffoloni@tanlu.191.it
INDUMENTI

10 RAPPRESENTANTI
Telefonare al numero 339.2942903

OFFERTE
PRIVATO IMPORTANTE Via dei Cascinotti, 9
AFFITTA MONOLOCALE AZIENDA leader produzione e commercio AZIENDA Credera Rubbiano (CR)
IN LODI depuratori acqua e condizionatori aria, se­
ADIACENZE CITTA’. leziona quattro persone da avviare, carriera SELEZIONA Tel. 0373 61412 (r.a.)
CITTADINO DI LODI (90x115)
Telefonare al numero venditore, anche senza esperienza. Settore
fortissima espansione. Nuovo show­room
VENDITORI Fax 0373 615170 (r.a.)
0371.412650 anche prima esperienza,
del 06/03/10 Milano. Offriamo: fisso, provvigioni elevate, richiesta determinazione Via C. Battisti, 1
zona esclusiva, contributi, incentivi. Selezio­
niamo candidati dinamici, affidabili, anche
e voglia di imparare Albiate (MB)
una professione che offre
Group RICERCA pensionati. Telefonare 0384.296328 ­
02.58300496 Teco Service Srl. concrete possibilità
Tel. 0362 932409
YOUR JOB, OUR WORK
di carriera. Fax 0362 977281

3
Agenzia di Lodi
1 RESPONSABILE DI MAGAZZINO/CAPO TURNO per importante azien-
12 IMPIEGO
OFFERTE
AZIENDA chimica di Lodi Vecchio, cerca
Per appuntamento telefonare al
n. 0371.30950 www.prean.com www.gruppoferla.it

de cliente. Si richiede pregressa nelle gestione del personale, contatto con


fornitori e buon utilizzo del muletto. Orario di lavoro: tre turni. Durata con- collaboratore/collaboratrice per il ruolo di
tratto: da definirsi. Zona: vicinanze Lodi. analista di laboratorio. Requisiti: diploma di
3 1 METALMECCANICO CARPENTIERE per importante azienda cliente. Ne- perito chimico e/o laurea in chimica, buona
cessaria le pregressa esperienza in analoga mansione, la buona conoscenza conoscenza della lingua inglese e del pc,
della saldatura a filo e a tig, buona lettura del disegno meccanico. Orario di massima serietà. Per informazioni contatta­
lavoro: full time. Durata contratto: da definirsi. Zona: vicinanze Lodi. re il n.0371.754250 e si prega di inviare il
3 5 OPERAIE GENERICHE per importante aziende cliente. Si richiede pre- curriculum via e­mail all'indirizzo info@ital­
gressa esperienza in aziende chimiche. Orario di lavoro: 2 turni. Durata galvano.com o via fax al n.0371.460210
contratto: da definirsi. Zona: Lodi.
Via Trento Trieste, 51/53 - ang. Via Biancardi, 28 - 26900 Lodi
tel. 0371/428336 - fax 0371/421531 - e-mail: lodi.trentotrieste@gigroup.it
14 LAVORO
OFFERTE
CERCASI cuoco jolly con esperienza
Agenzia di Codogno
in centri Rsa zona Milano e provincia.
3 1 IMPIEGATA CONTABILE con esperienza di almeno cinque anni nella Inviare curriculum fax 031.242422
fatturazione Italia/estero, redazione scritture contabili, gestione banche,

19 VACANZE E
compilazione modello INTRASTAT. Gradita discreta conoscenza della lin-
gua inglese o francese. Durata: 2 mesi con possibilità di assunzione c/o
azienda cliente. Zona: vicinanze Codogno (Lo) TURISMO
3 1 QUADRISTA ELETTRICO per importante azienda cliente. Si richiede ot- LOANO albergo Edy, ristorante Lanter­
tima conoscenza degli schemi elettrici, esperienza in analoga mansione e na Verde 019.668520, camere servizi
nella manutenzione su PLC, schede analogiche e digitali. Durata contratto: tv, menù a scelta pesce ­ carne pie­
da definirsi. Zona: vicinanze Codogno (Lo). montese. Offerte per il mese di marzo!

20 LOC. TURISTICHE
Via Luigi Cadorna, 12 - 26845 Codogno
tel. 0377/620011 - fax 0377/620092 - e-mail: codogno.cadorna@gigroup.it
Gi Group Spa (Aut. Min. 26/11/2004 Prot. N°1101). I candidati, ambosessi (D.Lgs.198/2006),
AFFITTO
sono invitati a leggere sul nostro sito l’informativa privacy (D.Lgs. 196/2003)
AFFITTASI appartamenti in Sicilia,
www.gigroup.it meravigliosa zona balneare. Telefo­
nare n.339.6258862
SABATO 6 MARZO 2010 31
il Cittadino
Sudmilano
CERRO n I DIMOSTRANTI SFILANO VERSO LA LOGISTICA, MA VENGONO ALLONTANATI DALLE FORZE DELL’ORDINE UN DENUNCIATO

Ancora tensione davanti alla Gls Furti in villa


a Mulazzano,
giro di vite
I lavoratori della cooperativa “occupano” il paese dei vigili
CERRO Ancora forte tensione alla Gls di A ZELO MULAZZANO
Cerro, i lavoratori scioperano e occupano Gli ultimi fur­ n Nei guai
ti nelle villet­ un pakistano
il centro abitato del paese. Attorno alle
20.45 di ieri, per la terza volta nel giro di Scontro fra tre auto, te di Cassino controllato
neppure un mese, i dipendenti della coope­
rativa Papavero (che lavorano nella ditta di tra i sette coinvolti d’Alberi, fra­ alla frazione
zione di Mu­
logistica Gls) si sono radunati nella zona c’è pure un ubriaco lazzano, han­ Cassino,
industriale di Cerro, dove hanno organiz­ no fatto scat­ guidava
zato l’ennesima manifestazione di prote­ n Aveva alzato il gomito deci­ tare una serie con una
sta. «Se è vero che parte degli obiettivi so­ samente oltre i limiti consen­ d i c o n t r o l l i patente falsa
no stati raggiunti con i primi due scioperi ­ titi dalla legge l’automobili­ mirati da par­
si legge in un volantino distribuito dai la­ sta romeno che, giovedì sera, te della poli­
voratori ­, rivendichiamo quanto è rimasto è rimasto coinvolto assieme zia locale. Le pattuglie presi­
in sospeso rispetto alla piattaforma inizia­ ad altre sei persone in un diano la zona soprattutto nelle
le: indennità di mensa (5,16 euro al giorno), incidente sul tratto zelasco ore del pomeriggio e della sera,
reintegro dei licenziati e riconoscimento della “Paullese”. Lo scontro, quelle considerate più a ri­
della nostra organizzazione sindacale Slai­ avvenuto attorno alle 22.40, schio per le incursioni. E du­
Cobas». ha coinvolto una Mercedes rante uno degli ultimi servizi
Alla Papavero lavorano soprattutto giovani 220, una Fiat 500 e una Fiat effettuati durante la settimana
extracomunitari residenti nel Sudmilano, 16; la dinamica è al vaglio dei gli agenti si sono imbattuti in
ma ieri a manifestare con loro c’erano an­ carabinieri del radiomobile un pakistano che ha subito at­
che operai di Turate, Origgio, Corte Olona, di Lodi, che stanno ancora tirato la loro attenzione. Tran­
Brembio e attivisti dei centri sociali mila­ approfondendo gli accerta­ sitava in auto nella frazione ed
nesi. Ad attendere il loro corteo c’erano de­ menti sulle responsabilità di è stato fermato per un control­
cine tra poliziotti e carabinieri in tenuta un episodio che, per fortuna, lo. L’uomo, di 40 anni residente
antisommossa, che li hanno bloccati all’in­ non ha causato gravi conse­ nel Milanese, ha mostrato una
gresso della strada che guenze. Di certo infatti si sa patente scaduta da un anno
conduce alla zona indu­ Alcune immagini della protesta di ieri sera davanti ai solo che delle persone coin­ che non era stata rinnovava,
striale. Le forze dell’ordi­ cancelli della logistica Gls. I dimostranti hanno cercato volte ne sono rimaste ferite così è stato accompagnato al
ne evidentemente pensa­ di bloccare alcuni ingressi del paese per non fare entrare solo tre, e lievemente: dopo comando di Mulazzano per
vano che, come del resto i camion, sotto l’occhio vigile delle forze dell’ordine l’intervento dell’automedica chiarire la sua posizione. Ma
nelle precedenti occasio­ di Lodi, della Croce Rossa di qui, durante un ulteriore ac­
ni, anche stavolta i mani­ Zelo e di un’altra ambulanza, certamento, si è scoperto che il
festanti volessero blocca­ sono stati comunque portati documento non solo era scadu­
re i camion diretti all’in­ all’ospedale di Lodi una to, ma era anche falso. A quel
terno della ditta di logi­ 34enne di Merlino, una ra­ punto per lui è scattata la de­
stica. Ma stavolta i lavo­ gazzina di 14 anni e un bam­ nuncia a piede libero per guida
ratori hanno cambiato bino di 10. Anche il romeno, senza patente.
strategia. Dopo essere che era alla guida della Mer­ I controlli contro i furti, co­
giunti all’incrocio della cedes, è rimasto pressoché munque, sembrano dare buoni
zona industriale, infatti, illeso: i suoi guai però sono risultati, visto che dopo le ulti­
si sono dispersi per il iniziati quando i carabinieri me incursioni di fine febbraio,
centro abitato di Cerro. Così, in un primo lare i nostri diritti ­ hanno gridato i mani­ lo hanno infatti sottoposto al in cui vennero razziate due vil­
tempo si sono portati in prossimità della festanti ­. Perché non è possibile lavorare test per rilevare il tasso alco­ lette in via Sarde gna e via
provinciale Santangiolina, dove si sono in queste condizioni». Le forze dell’ordine lico nel sangue, dal quale è Lombardia (nel bottino finì an­
sdraiati a terra, impedendo in tal modo li hanno circondati e hanno seguito i loro emerso un livello (circa 2,5) che una potente Bmw poi ritro­
l’ingresso in paese dei veicoli. In un secon­ movimenti, con la situazione che alle 22 cinque volte superiore al vata grazie all’antifurto satel­
do tempo, poi, hanno raggiunto le strade era ancora piuttosto tesa. Sul posto è ac­ consentito. Per l’uomo (il litare), i ladri non si sono più
periferiche di Cerro, sempre urlando i loro corso anche il sindaco di Cerro Dario Si­ 35enne A.C.M., residente a presentati nella frazione di
slogan di protesta. Si sono quindi portati gnorini. «Le organizzazioni sindacali han­ Zelo) è scattata così la denun­ Mulazzano. In precedenza, in­
nella zona dove ha sede il palazzo munici­ no raggiunto un accordo con i vertici della cia per guida in stato di eb­ vece, era stato consumato un
pale. Così facendo hanno di fatto bloccato il coop ­ ha detto ­. Non capisco quindi questo brezza; i carabinieri hanno furto in un cantiere edile di via
centro abitato del paese, con le auto in atteggiamento da parte di una minoranza inoltre provveduto all’imme­ Cassino, durante il quale ven­
transito che sono state costrette a deviare di lavoratori». diato sequestro del veicolo. ne rubato un muletto.
per strade secondarie. «Siamo qui per tute­ Stefano Cornalba D. C.

MARCA MODELLO COLORE OPTIONALS IMM. PREZZO €


A.R. 147 1.6 120 CV Dist 5P Euro 4 Nero met. ABS Clima AirBag RL 17’’ Pelle Navigatore feb­07 12.900,00
A.R. 147 JTD Dist 3P Grigio chiaro met. ABS Clima 6 AirBag RL gen­05 10.400,00
A.R. 147 JTD Progression 5P Euro 4 Grigio scuro met. ABS Clima 6 AirBag RL Radio CD apr­09 13.400,00
A.R. 147 JTD Moving 5P Euro 4 Km 0 Bianco ABS Clima 6 AirBag Radio CD dic­09 16.800,00
A.R. 147 JTD Prog 3P Euro 4 Nero met. ABS Clima 6 AirBag RL Radio CD nov­06 11.500,00
A.R. 147 JTD Prog 5P Euro 4 Km 0 Grigio chiaro met. ABS Clima 6 AirBag RL Radio CD ago­08 17.800,00
A.R. 159 JTD 16V Dist Rosso rubino met. ABS Clima 7 AirBag RL 17’’ Pelle Xenon nov­05 13.900,00
A.R. 159 SW JTD 16V Distinctive Grigio chiaro met. ABS Clima 7 AirBag RL 17’’ feb­08 21.900,00
A.R. Cross Wagon Q4 JTD Progression Grigio scuro met. ABS Clima Autom 6 AirBag Radio CD RL feb­05 13.900,00
A.R. MiTo 1.3 Mjtd Dist DPF Km 0 Rosso Alfa ABS Clima AirBag RL Pack SPORT nov­09 17.500,00
Fiat Bravo JTD Dynamic Euro 4 Nero metallizzato ABS Clima Autom AirBag RL Euro 4 giu­07 12.900,00
Fiat Panda 1.2 4x4 Climbing Giallo ottimista ABS Clima AirBag nov­06 8.900,00
Fiat Panda 1.2 Dynamic Class Km 0 Giallo ottimista Clima Fendinebbia 5 Posti ott­08 9.200,00
Ford Galaxi 1.8 TDCi Ghia Pack 7 posti Blu Interni pelle Fari Xenox Tetto panor. Sensori park nov­06 18.500,00
Honda Jazz 1.2 Elegance Bianco ABS EBD 6 AirBag Clima Radio CD Specchi el. nov­08 10.500,00
Honda Accord Tourer 2.2 Dtec Exclusive Advance Nero Full optional Interni pelle Nav. Radar contr. Telecamera Fari Xenon lug­08 28.000,00
Opel Tigra 1.4 Twin Top Sport GPL Blu Sport / Argento ABS Clima AirBag RL 16’’ mag­05 8.900,00
Renault Megane SW 1.5 Dci Rosso metallizzato ABS Clima AirBag Radio feb­05 8.900,00
Renault Megane SW 1.5 Dci Powered Nero ABS Clima 6 AirBag Radio RL mar­07 10.700,00
VW Golf 1.6 Goal 5P Grigio chiaro met. ABS Clima 6 AirBag Radio CD lug­06 10.000,00
Fiat Punto 1.3 MJtd Dynamic 3P Blu met. ABS Clima 2 AirBag lug­03 4.400,00
32 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Centro Lodigiano
LODI VECCHIO n IL COMUNE HA I SOLDI MA NON LI PUÒ SPENDERE A CAUSA DEL PATTO DI STABILITÀ, IL SINDACO: «SIAMO AL PARADOSSO»

La burocrazia imbriglia il nuovo museo


Rallentamento in vista per il cantiere alla zona archeologica
LODI VECCHIO «Il paradosso è che i GRAFFIGNANA
soldi ci sono, ma per colpa della
burocrazia non possiamo spender­
li». Il sindaco di Lodi Vecchio,
No al nucleare: La mamma del bimbo
Giancarlo Cordoni, commenta
con amarezza la decisione di ral­ raccolta firme minacciato a scuola:
lentare il cantiere per la costru­ «Sapevo del coltello»
zione del museo archeologico cit­
tadino, a Corte Bassa, proprio di a Lodi Vecchio n «Sapevo già da alcuni
fronte al Conventino e ai resti del­ giorni che quel ragazzo
la cattedrale di Santa Maria, ri­
portati alla luce nel 2008. I lavori
contro Caorso girava a scuola con un
coltello in tasca. Mio fi­
per il futuro polo culturale ludeve­ LODI VECCHIO Il governo potrebbe glio me lo aveva detto,
gino, avviati ormai da alcuni me­ aprire una centrale nucleare in ma purtroppo io non gli
si, subiranno dunque un ritardo a Emilia e fra i siti previsti c’è an­ ho creduto e non ho av­
causa dell’ormai noto Patto di sta­ che quello di Caorso, in provincia vertito nessuno». Dopo la
bilità, un dispositivo che fissa tetti di Piacenza, a soli quarantatrè lite fra due undicenni
di spesa per i comuni italiani. chilometri in linea d’aria da Lodi davanti alla scuola media
Se in molti casi (basti pensare ai Vecchio. Contro questa decisione di Graffignana, sfociata
dissesti di Palermo e Catania) il (e più in generale contro la scelta nelle minacce con un col­
Patto può rappresentare un giusto di ritornare al nucleare) è stata tello, la mamma del bam­
vincolo per evitare episodi di avviata nella borgata ludevegina bino aggredito (residente
“bancarotta”, in moltissimi altri una raccolta firme da indirizzare in un comune vicino a
comuni, tra cui svariati centri lo­ al governo, alla regione Lombar­ Graffignana) racconta
digiani, il Patto sta imbrigliando dia, alla provincia di Lodi, ai par­ come ha vissuto quel­
la capacità di spesa dei sindaci. È lamentari e ai candidati alle ele­ l’episodio di violenza.
il caso di Lodi Vecchio: nel 2010 il zioni del 28/29 marzo 2010 per far «Mio figlio in effetti è
comune prevede di spendere cifre sentire la voce della gente e impe­ uno che provoca gli altri
importanti per il nuovo asilo nido dire la riapertura di Caorso. L’ini­ e forse lo ha fatto anche
e le case per gli anziani (rispetti­ ziativa, promossa dal Partito de­ in questo caso ­ dice ­, ma
vamente 700mila e 800mila euro) e mocratico, intende richiamare certo un ragazzino di
dunque, pur avendo i soldi, non l’attenzione dei cittadini su que­ undici anni non dovrebbe
può permettersi un ulteriore inve­ sto tema che coinvolge diretta­ girare con un coltello.
stimento di 600mila euro per il se­ mente il Lodigiano. «Siamo molto È stato mio figlio a dire
condo lotto del futuro museo. La cascina di Corte Bassa, destinata a diventare futuro polo museale: i lavori potrebbero però subire rallentamenti preoccupati per questa scelta del alle insegnanti quello
Il primo lotto dei lavori di Corte governo ­ commenta Francesco che era successo». Tutto
Bassa prevedeva una spesa di Ditta, responsabile del forum am­ sarebbe nato come un
700mila euro, di cui 200mila stan­ biente e territorio del Pd di Lodi gioco fra i due ragazzi
ziati dalla Fondazione Cariplo e Vecchio ­ . Siamo fermamente con­ prima dell’inizio delle
500mila arrivati dalla Regione (di
questi, 150mila a fondo perduto).
L’intervento comprendeva la ri­
Il primo lotto dei lavori Il prosieguo dell’opera trari al nucleare, il ricordo di
Chernobyl è ancora vivo. Inoltre,
significherebbe esporre consape­
lezioni, intorno alle otto
di martedì mattina; ma
poi uno dei due ha dato
un pugno all’altro e que­
strutturazione del cascinale e il ri­
facimento del tetto: il cantiere do­
vrebbe essere chiuso entro l’esta­
è in fase di ultimazione costerà 600mila euro volmente le popolazioni residenti
in prossimità delle centrali nucle­
ari a una quantità di radiazioni
sto ha reagito tirando
fuori dalla tasca l’arma e
te. A quel punto dovrebbe partire che innalzano significativamente puntandola contro il
il secondo lotto di lavori, per una to di stabilità e incorrere di conse­ di Corte Grande. Se a questi im­ nostri progetti il 2010 doveva ser­ la percentuale di probabilità di tu­ compagno. Più tardi è
spesa di 600mila euro circa: guenza nelle sanzioni stabilite per porti aggiungessimo la spesa per vire a completare la riqualifica­ mori e di morte. La strada da per­ intervenuto il vigile ur­
200mila euro stanziati dalla Fon­ legge. «Probabilmente dovremo il secondo lotto del museo di Corte zione del complesso di Corte Bas­ correre è quella dell’investimento bano di Graffignana, che
dazione Cariplo e 400mila dalla rallentare i lavori, fino al 2011, per Bassa sforeremmo il limite fissato sa e il 2011 invece sarebbe stato de­ nelle energie rinnovabili e nel ri­ ha sequestrato il coltello
Regione (di questi, 130mila a fon­ non superare il tetto dei pagamen­ dal Patto di stabilità per l’anno in dicato all’allestimento vero e pro­ sparmio energetico». Le firme sa­ al ragazzo e ha fatto la
do perduto). L’intervento è già sta­ ti ­ dice Cordoni ­: tireremo volon­ corso. È davvero una cosa assur­ prio degli spazi museali. Ora, pur­ ranno raccolte domani mattina in segnalazione di reato al
to appaltato, ma il sindaco ammet­ tariamente il freno perché dobbia­ da: abbiamo i soldi e non li possia­ troppo, tutto si sposterà un po’ più piazza Vittorio Emanuele II, dalle tribunale dei minorenni
te che sarà costretto a “tirare il mo già sopportare le spese per le mo spendere per intero. L’idea del in avanti». ore 9 alle 12,30 presso l’apposito di Milano.
freno” per evitare di sforare il Pat­ case per anziani e per l’asilo nido museo resta comunque valida: nei Lorenzo Rinaldi gazebo.
SABATO 6 MARZO 2010 33
il Cittadino
Sant'Angelo
A GENNAIO E A FINE FEBBRAIO HA AVUTO UN FORTE MAL DI TESTA, MERCOLEDÌ MATTINA SI È SENTITA MALE E DI NOTTE È DECEDUTA IN OSPEDALE

Malore improvviso, muore a 18 anni


La vittima è Denise Daccò, il suo dramma è avvolto dal mistero
n La mattina si è sentita male, farfugliava e
faticava a reggersi in piedi; alla sera è mor­
ta. È una tragedia ancora avvolta dal mi­
stero quella che ha colpito Denise Daccò,
una ragazza di appena diciotto anni che vi­
Fuga di gas, interviene il sindaco:
veva con i genitori e i quattro fratelli in via
Polli e Daccò a Sant’Angelo, in un edificio
Aler. Ieri mattina è stata fatta l’autopsia
«Faremo rimuovere quelle bombole»
sulla salma, poi la bara è stata chiusa in at­ n «Ci siamo presi l’im­
tesa dei funerali, che saranno celebrati pegno di far rimuovere
questa mattina in Basilica. «Non so cosa sia le bombole di gpl da
successo, è stato tutto così improvviso, so quell’appartamento».
soltanto che l’ho persa ­ dice con un filo di Dopo la fuga di gas di
voce la mamma Maria Giovanna Squillace giovedì sera in via Polli
­. Denise era la mia vita, non so come farò e Daccò, in un palazzone
senza di lei. Chiedo solo al Signore la forza di sette piani di proprie­
di andare avanti». Denise aveva lasciato la tà dell’Aler, è il sindaco
scuola dopo la terza media, si era iscritta al di Sant’Angelo Domeni­
corso di estetista alla Fondazione Clerici di co Crespi a spiegare co­
Lodi ma poi non aveva mai frequentato le me pensa di intervenire
lezioni. Faceva qualche lavoretto ogni tan­ per risolvere un proble­
to, l’ultimo nel periodo di Natale in una lo­ ma che non f a stare
gistica di Massalengo. «Era una ragazza so­ tranquilli gli inquilini e
lare, altruista, molto buona ­ dice ancora la che già per due volte ha
mamma ­, aveva tanti amici, con cui si tro­ rischiato di provocare
vava sempre al bar Pellegrino, qui vicino a un grave incidente. E fra
casa. Le piaceva cantare e al venerdì, quan­ Maria Giovanna Squillace vuole capire il perché della morte improvvisa della figlia 18enne le ipotesi al vaglio, c’è
do facevano il karaoke, si scate­ anche quella di togliere
nava». ta all’ospedale di Sant’Angelo, reparto In­ l’appartamento all’in­
Denise Daccò aveva cominciato a fettivi, perché si sospettava una meningite. quilino responsabile di
stare male alla metà di gennaio. Alla sera si è ripresa, ha mangiato una pa­ questa situazione.
Il 20, in particolare, andò al pron­ stina e una frutta e ha salutato i genitori. In un appartamento del
to soccorso di Lodi con i genitori «Le ho detto che ci saremmo viste il giorno primo piano, infatti, un
per un fortissimo mal di testa dopo ­ dice la mamma ­, ma lei mi ha rispo­ 70enne tiene da parec­
che non le passava. “Mi scoppia sto “non so se ci vediamo ancora”. E infatti chio tempo alcune bom­
la testa” diceva, tenendosi con le a mezzanotte mi hanno chiamato per dirmi bole di gpl (gas a forte ri­ Il palazzo dell’Aler dove è stata avvertita la fuga di gas giovedì sera
mani la parte destra del capo. Ma che si era aggravata. Ho capito subito co­ schio esplosione) colle­
dopo gli esami le diagnosticaro­ s’era successo, quando siamo arrivati là gate a una stufetta e al piano cottura. «Non il primo cittadino ­. La prossima settimana
no una cefalea, le fecero due fle­ era già morta». paga le bollette e la fornitura gli è stata ta­ andremo con i servizi sociali e i responsabili
bo di toradol (un antidolorifico), Al momento quindi la morte è avvolta dal gliata» spiega il direttore generale dell’Aler dell’Aler per risolvere questa situazione. Uti­
e la rimandarono a casa. Il gior­ mistero. L’ipotesi della meningite è stata Luca Rocchetti. Giovedì c’è stata una perdita lizzeremo le procedure e le possibilità a no­
no dopo i sintomi tornarono, an­ scartata, ora si pensa a un aneurisma dovu­ mentre il 70enne era fuori casa e l’odore si è stra disposizione per impedire che in futuro
che se con meno intensità. Ripre­ to forse a qualche problema congenito, ma diffuso rapidamente sulle scale. si verifichino ancora altri episodi come quel­
se la sua vita di sempre, anche se sarà solo l’autopsia a dare una risposta de­ A lanciare l’allarme era stato un ragazzo che li di giovedì e di dicembre». Fra le ipotesi, ap­
mangiava poco ed era sempre finitiva. intorno alle 18.30 è entrato in portineria. Su­ punto, c’è anche quella di togliere l’apparta­
giù di morale, «triste» dice la Il sorriso di Denise Daccò si è spento mercoledì notte Il funerale della ragazza sarà celebrato que­ bito ha cominciato a bussare a tutte le porte mento al settantenne.
mamma. Fra il 23 e il 24 febbraio, sta mattina alle 10 da monsignor Gianfran­ per avvertire i vicini di quello che stava ac­ «Ho sentito Crespi ­ aggiunge il direttore ge­
però, tornò il mal di testa e il medico le die­ non riconosceva le persone che le stavano co Fogliazza, che vedeva i genitori tutte le cadendo, così tutti (sedici famiglie, più altre nerale dell’Aler, Luca Rocchetti ­. All’inizio
de di nuovo il toradol. «L’hanno letteral­ accanto. Ha scambiato la madre per mattine alla Santa Messa delle 7.30. «Per i di un edificio vicino) sono usciti in strada in della prossima settimana faremo un sopral­
mente imbottita, ma non è servito a nien­ un’amica. I genitori si sono spaventati e genitori questo è il momento di farsi corag­ attesa dei vigili del fuoco. luogo con il comune, del resto il problema
te». hanno chiamato il “118”, poi con l’ambu­ gio e reagire ­ dice ­, hanno una famiglia nu­ Ieri mattina alcuni inquilini sono andati in creato dall’inquilino deve essere gestito di­
Mercoledì la tragedia. Alla mattina si è sve­ lanza è stata portata all’ospedale di Lodi. Le merosa e gli altri figli hanno bisogno di lo­ comune per parlare con il sindaco e chiedere rettamente da loro. Noi come proprietari del­
gliata alle 7.30 e faticava a reggersi in piedi, hanno fatto la risonanza magnetica e due ro. La vita conserva il suo valore anche in una soluzione a questo problema, ma Crespi l’immobile vogliamo essere sicuri che le
aveva il braccio destro e la gamba destra tac, ma non è stato trovato nulla che potes­ queste situazioni drammatiche». era già impegnato in un altro incontro. «In bombole questa volta vengano rimosse».
“morti”, mentre non riusciva a parlare e se spiegare quello stato, poi è stata trasferi­ Davide Cagnola ogni caso mi sono preso un impegno ­ spiega D. C.
34 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Centro Lodigiano
FIRMATO IL PROVVEDIMENTO PER LA CIG STRAORDINARIA, INTANTO SI CERCA DI SALVARE LA DITTA DI SAN COLOMBANO DAL FALLIMENTO

Scatta la cassa integrazione alla Sama


Copertura di un anno a partire dal 10 febbraio per gli 85 dipendenti
SAN COLOMBANO È stata firmata al
Ministero del Welfare la cassa in­
tegrazione straordinaria di un an­
no per i lavoratori della Sama Inox
San Colombano, A Borghetto ribassi da record
di San Colombano. Il provvedi­
mento riguarda i 53 dipendenti
dello stabilimento banino e tutti
ferisce 19enne su importanti opere pubbliche
gli altri occupati nel gruppo, an­
che quelli per cui era già stata con una bottiglia BORGHETTO C’è la crisi e le aziende un piccolo fossato. In questo caso
aperta una procedura di cessazio­ fanno dei super­sconti per le opere la gara è stata vinta dalla società
ne attività, per un totale di 85 lavo­
ratori.
e lo rapina pubbliche: Borghetto risparmia la
metà dei soldi previsti per il rifa­
Moretti Fratelli di Gerenzano che
ha offerto un ribasso del 33,33 per
L’azienda ha dichiarato la sua di­ SAN COLOMBANO Tunisino con resi­ cimento delle strade per le frazio­ cento su una base d’asta di 79 mila
sponibilità ad anticipare in quat­ denza a Sant’Angelo ma al mo­ ni e un terzo per l’allargamento euro circa. «In questo caso il lavo­
tro tranche una parte di Tfr ai la­ mento irreperibile, finisce a pro­ della strada per Fornaci. ro è più complesso, con la tombi­
voratori, in modo da integrare lo cesso per rapina e lesioni aggrava­ Sono state aperte in settimane le natura del fossato, e con una base
stipendio di cassa per un totale di te dopo aver rischiato di svenare buste per le due gare e l’ammini­ d’asta meno alta ­ dice l’assessore
2 mila 400 euro a lavoratore. La un egiziano con un coccio di botti­ strazione borghettina ha trovato ai lavori pubblici Teresa Negretti
prossima settimana si valuterà la glia. Un episodio da “Bronx” che si la gradita sorpresa di ribassi re­ ­. Speravamo in un ribasso consi­
possibilità di accedere volontaria­ era verificato il 25 luglio del 2008 a cord nelle proposte delle ditte che stente, ma siamo stati sorpresi an­
mente alla mobilità da parte dei la­ San Colombano al Lambro, in una hanno concorso. che noi».
voratori, misura che non interessa strada del centro. Il secondo lotto del rifacimento Secondo le informazioni dell’uffi­
i lavoratori banini ma quelli occu­ Secondo quanto ricostruito dalla delle strade per le frazioni con­ cio tecnico comunale, anche le dit­
pati nelle altre sedi del gruppo, a procura della Repubblica di Lodi e templa la riqua­ te sconfitte ave­
Imola, Bologna, Padova, Abbiate­ dai carabinieri di San Colombano, lificazione del vano proposto ri­
grasso o Erba, già destinate alla che avevano raccolto la denuncia manto stradale L’assessore bassi molto con­
chiusura. La Sama Inox di San Colombano, dal 10 febbraio è scattata la Cig straordinaria della vittima. G.M., all'epoca delle vie per le Negretti sistenti e vicini a
La cassa integrazione scatta a par­ 19enne, anch’egli con residenza a frazioni nei trat­ annuncia che quelli delle
tire dal 10 febbraio, data in cui il Sant’Angelo Lodigiano, quella se­ ti compresi tra con i risparmi aziende che poi
tribunale di Como aveva ricono­ ra un tunisino, F.M., allora 38enne, Vigarolo e Bar­ si sono aggiudi­
sciuto formalmente alla società avrebbe adocchiato il telefono cel­ gano, tra Barazi­ si finanzieranno cati i lavori.
interventi che
l’accesso alla procedura di concor­
dato preventivo, l’istituto con il
quale si cerca di tutelare tutti i
Il curatore sta valutando lulare della vittima e, dopo averlo
avvicinato, gli avrebbe chiesto con
tono minaccioso di consegnarglie­
na e Regona, la
strada per la Val­
lazza e il tratto
erano senza
Per l’ammini­
strazione, com­
plessivamente, si
copertura
creditori dell’azienda attraverso
un progetto di ristrutturazione e
restituzione dei debiti e contempo­
le offerte finora ricevute da lo. Il giovane nordafricano, per il
quale anche un semplice telefono
cellulare rappresentava comun­
subito fuori dal­
l’abitato tra via
Cavallotti e Fornaci, verso Pantia­
tratta di un ri­
sparmio di circa
100 mila euro, non poco in un peri­
raneamente cerca di salvare que un oggetto di un certo valore, ra. Il primo lotto d’intervento, già odo di ristrettezze economiche an­
l’azienda dal fallimento portando­
la alla vendita. Una richiesta di
due aziende del ramo acciai si era rifiutato. A quel punto il tu­
nisino avrebbe spaccato una botti­
eseguito l’estate scorsa, aveva in­
teressato la strada per la frazione
che per gli enti.
«E infatti queste risorse saranno
fallimento era già stata presenta­ glia e, impugnando il collo rotto a Monteguzzo. utilissime per altri interventi che
ta, senza soddisfazione, da un cre­ della forza lavoro, dai 53 dipenden­ sito produttivo, e con esso almeno mo’ di coltello, avrebbe colpito il La base d’asta per questo inter­ avevamo già ideato e che manca­
ditore svizzero. ti attuali a circa una trentina, an­ una prospettiva per alcuni lavora­ 19enne al braccio destro. Non con­ vento era di 162 mila euro, e i lavo­ vano di copertura ­ conclude Tere­
Il curatore nominato dal tribunale che se sarebbe salvato il sito pro­ tori. Poi ragioneremo sui numeri». tento, l'aggressore, in base a quan­ ri sono stati assegnati alla ditta sa Negretti ­. C’è il secondo lotto
di Como è Giulia Pusterla, com­ duttivo di San Colombano. Al momento, intanto, i dipendenti to emerso dalla denuncia, avrebbe Colombo Severo di Borgo San Gio­ della strada per Fornaci piuttosto
mercialista comasca esperta pro­ «Per adesso abbiamo tutelato i la­ sono a casa in cassa integrazione a anche stordito il 19enne dandogli vanni che ha proposto un ribasso che il rifacimento dell’asfalto di
prio di crisi di impresa. Toccherà voratori per un anno con la cassa zero ore, anche se, a momenti, la una violenta testata sul volto. A del 45,69 per cento. In totale otto alcune vie cittadine martoriate
a lei valutare le due manifestazio­ integrazione ­ dice Aniello D’Erri­ produzione potrebbe avere delle quel punto, semincosciente e san­ erano le offerte pervenute, e i ri­ dall’inverno rigido, e poi altre
ni d’interesse arrivate a oggi per co della Cisl ­. Quando il curatore piccolissime riprese. Alcuni di­ guinante dal naso e da un braccio, bassi sono andati dal 20 al 45 per opere pubbliche che stiamo pro­
rilevare la Sama da parte di due stabilirà a quale azienda assegna­ pendenti potrebbero quindi essere il 19enne non era più riuscito a op­ cento circa. gettando, dalla manutenzione del­
aziende del settore acciaio. re lo stabilimento intavoleremo la richiamati settimanalmente per porre resistenza e il tunisino si era Le proposte sono state otto anche le scuole alla sistemazione del
Entrambe sono formulate con trattativa per salvare tutti i posti alcune giornate di lavoro, anche se appropriato del telefonino. Che è per l’allargamento del secondo parco della Pace. Questi risparmi
l’ipotesi dell’affitto del ramo di lavoro, ben sapendo che sarà negli ultimi mesi le lavorazioni si stato poi recuperato dai carabinie­ tratto della strada per Fornaci, cadono a proposito e li sfruttere­
d’azienda ed entrambe prevedono molto difficile riuscirsi. La priori­ sono diradate sempre più. ri ed è tra le prove dell’accusa. quello compreso tra le due curve mo a dovere».
un drastico ridimensionamento tà rimane quella di mantenere il Andrea Bagatta Prossima udienza l'8 luglio. pericolose, con a lato della strada A. B.
SABATO 6 MARZO 2010 35
il Cittadino
Basso Lodigiano
IL MAGAZZINO DI ZORLESCO NON HA I REQUISITI DI SICUREZZA, DA QUI LA NECESSITÀ DI TROVARE UN’ALTRA SEDE PER L’ATTIVITÀ BENEFICA

I Lavoratori credenti traslocano a Maleo


Un ex capannone artigianale ospiterà il “mobilificio dei poveri”
MALEO È ormai deciso il trasferi­ OSPEDALETTO
mento del magazzino dei Lavora­
tori credenti da Zorlesco a Maleo:
a metà febbraio è stata depositata Distrae il negoziante e ruba gratta e vinci
allo Sportello unico per le attività
produttive di Codogno la denun­
cia di inizio attività per «la manu­
ma viene “incastrato” dalle telecamere
tenzione straordinaria delle porte n Distrae il titolare e arraffa i gratta e vinci, ma il ladro
di accesso a immobile artigianale “mano lesta” viene scoperto e denunciato. I carabinieri della
adibito a deposito». stazione di Orio Litta hanno denunciato per furto aggravato
Si tratta di un ex capannone arti­ alla procura della Repubblica di Lodi il 33enne romeno N.G.
gianale di circa 800 metri quadrati residente in un paese della Bassa Lodigiana. Secondo l’accu­
di proprietà della società Falcade sa l’uomo avrebbe distratto il titolare dell’emporio alimenta­
e si trova appena fuori dall’abitato re di via Balbini a Ospedaletto, riuscendo così a portargli via
di Maleo, lungo la strada provin­ dal bancone quindici gratta e vinci del valore di cinque euro
ciale 27, al numero civico 16, in di­ l’uno. Il colpo è stato tentato giovedì, ma dato che il derubato
rezione di Cornovecchio. Qui i La­ si è accorto subito di quanto accaduto e ha chiamato senza
voratori credenti di don Peppino indugio le forze dell’ordine, la refurtiva è stata immediata­
Barbesta continueranno l’opera mente restituita e il danno di 75 euro scongiurato. Infatti,
del centro di solidarietà di Zorle­ nonostante il romeno negasse il “colpo”, i carabinieri lo han­
sco, dove portavano i mobili e gli no riconosciuto, in quanto piuttosto noto alle forze di polizia
interi arredamenti che famiglie e incastrato grazie ai filmati dell’impianto di videosorve­
del Lodigiano e dell’intera Regio­ glianza installato all’interno del negozio. Immagini inequi­
ne cedono gratis all’associazione vocabili che hanno quindi messo nei guai il 33enne, immorta­
al momento del rinnovo delle pro­ lato dall’occhio elettronico. Questo furto è soltanto l’ultimo
prie abitazioni. Quegli stessi arre­ di una serie di illeciti riguardanti i giochi legati alla “dea
di usati, divani, letti, soprammo­ bendata”. Da qui l’invito dei carabinieri agli esercenti a pre­
bili, ma anche intere cucine o ca­ stare la massima attenzione quando si sta servendo qualcuno
mere, sono forniti poi gratuita­ al banco. Questo per evitare spiacevoli sorprese come è suc­
mente dai Lavoratori credenti ai cesso nell’emporio di alimentari di Ospedaletto. Il gratta e
poveri e a chiunque, trovandosi in vinci attira più degli altri prodotti perché potrebbe portare
una situazione disagiata, ne fac­ un potenziale guadagno senza troppi sforzi. Sarebbe quindi
cia richiesta. meglio tenere i tagliandini lontano dalla portata dei soliti
A Zorlesco, il sabato mattina, gior­ furbi.
no di apertura del centro, le code Il magazzino di Zorlesco che ha ospitato fino a ora il centro di solidarietà dei Lavoratori credenti di don Barbesta
arrivano anche a 40 o 50 persone,
molte, la stragrande maggioranza,
straniere.
Dopo anni di servizio a Zorlesco,
nel capannone ubicato all’interno
dell’area della piazzola ecologica MALEO n PREVISTO IL RITOCCO DI OLTRE IL 20 PER CENTO MALEO n PER IL TAR ANCHE I NUOVI POSTI LETTO POSSONO ESSERE ACCREDITATI
comunale, l’estate scorsa la nuova

Rifiuti, l’ultimo appalto La Rsa della Divina Provvidenza


amministrazione di centrodestra
aveva sollevato alcuni dubbi sulla
sicurezza dello stabile. Non poten­
do intervenire per la sua ristrut­
turazione, il sindaco di Casale Fla­
vio Parmesani e don Peppino Bar­
besta si erano accordati perché
l’associazione lasciasse l’immobi­
le entro la fine dell’anno.
fa aumentare la tassa vince la guerra contro la Regione
E sia pur in ritardo, i Lavoratori MALEO Dopo la noranza consiliare e pari ora al MALEO La Piccola casa della Divina
credenti si apprestano al trasloco, vicenda giudi­ n La raccolta, 25 per cento. Un percorso tortuo­ Provvidenza di Maleo vince la bat­
anche se potrebbe non essere im­ ziaria che ha dopo il congedo so, quello malerino, seguito allo taglia contro la Regione Lombar­
minente. Lo stesso sindaco di Ca­ coinvolto Italia di Italia 90, “scandalo Italia 90” ed illustrato dia e può quindi ottenere l’accredi­
sale ha ribadito più volte che non 90, l’azienda si­ è stata affidata proprio dall’assessore Bergama­ tamento di parte dei nuovi posti
sarebbe stato un problema ritar­ ciliana deputa­ schi. «L’idea di una grande con­ letto realizzati nella casa di riposo.
dare di qualche mese l’addio del­ ta alla raccolta a un’impresa venzione dei comuni della Bassa Il verdetto del Tribunale ammini­
l’associazione. r i f i u t i n e l l a torinese e i costi nasce prima dello scandalo Italia strativo regionale di Milano è di al­
Don Peppino Barbesta, ieri irrag­ borgata, a Ma­ «sono lievitati 90 ­ spiega ­, ma la gara allora fu cune settimane fa, ma solamente
giungibile per un commento, a di­ leo è la ditta to­ inevitabilmente» concepita proprio in piena bufe­ ora sono state depositate le motiva­
cembre aveva annunciato la nuo­ rinese San ra giudiziaria (Italia 90, appalta­ zioni, che accusano la Regione di
va soluzione, sottolineando però Ger mano De­ tore uscente di alcuni comuni, era aver “fatto dipendere l’accredita­
che dovevano essere risolti gli ul­ rikebourge ad aggiudicarsi uffi­ aggiudicataria di una precedente mento dalla casuale tempistica di
timi dettagli dell’accordo con la cialmente l’appalto triennale per gara al massimo ribasso, ndr) e evasione delle pratiche da parte
proprietà e quindi eseguiti alcuni lo smaltimento. Un incarico lega­ per scelta condivisa da tutti i co­ dell’Asl, rispetto alla quale il sog­
lavori interni al capannone. L’in­ to a una convenzione che nella muni allora si previde la prossi­ getto amministrato è del tutto iner­
tesa con la proprietà è arrivata, Bassa vede il comune malerino ma aggiudicazione in base al cri­ me”. L’accreditamento dei nuovi
sotto forma di comodato d’uso capofila di una gestione associa­ terio dell’offerta economicamen­ posti, infatti, era stato negato per­
gratuito per un anno. Tra 12 mesi ta, di cui fanno parte le ammini­ te più vantaggiosa». ché il via libera dell'Asl era arriva­
le parti si rivedranno per decidere strazioni di Castelnuovo Bocca Criterio per cui, nell’assegnazio­ to con alcune settimane di ritardo
se il capannone passerà definiti­ d’Adda, Maccastorna, Corno Gio­ ne dell’appalto, avrebbero con­ rispetto ai termini fissati “a sor­
vamente ai Lavoratori credenti a vine, Corno Vecchio, Santo Stefa­ corso per il 60 per cento i requisi­ presa”, sostiene il Tar, dalla Regio­
un prezzo agevolato o se si conti­ no, Meleti, San Rocco, San Fiora­ ti tecnici e per il 40 per cento il ri­ ne.
nuerà con una diversa formula. I no e Caselle Landi. basso economico. La struttura gestita dalla coopera­
lavori interni, invece, devono an­ Un appalto che ora giunge dopo «A dicembre 2009 infatti il primo tiva sociale Piccola casa Divina La cappella della casa della Divina Provvidenza di Maleo, che conta 75 posti
cora iniziare. «A questo proposito una prima gara andata deserta tentativo di gara europea, che re­ Provvidenza era già accreditata
l’aiuto offerto dalla Fondazione soltanto a dicembre e per cui il cepiva solo un adeguamento dei con il servizio sanitario regionale Piccola casa di Maleo. Il 24 dicem­ bilità di ottenere l’accreditamento
della Banca Popolare di Lodi ri­ comune di Maleo allora di fronte prezzi pagati, andò deserto ­ sve­ per 65 posti letto quando, nel 2001, bre dello stesso anno la cooperati­ e presenta il ricorso al Tar. La Re­
mane valido ­ aveva spiegato a di­ alla scadenza dell’appalto per la la Bergamaschi ­, ma all’epoca al­ il Pirellone aveva imposto con una va sociale presenta all’Asl di Lodi gione si costituisce in giudizio mo­
cembre don Barbesta ­. Infatti, an­ gestione rifiuti decise di optare cune imprese interessate a parte­ delibera di giunta alcuni interven­ la richiesta per ottenere l'accredi­ tivando i propri atti con un’esigen­
dranno eseguite delle opere per per un accordo di gestione in for­ cipare ci manifestarono l’impos­ ti di adeguamento a strutture di tamento in misura dei 10 posti in za di contenimento della spesa pub­
separare il capannone in due spa­ ma privata, scongiurando il ri­ sibilità di farlo per la mancanza questo tipo. I lavori si erano con­ più realizzati e l’Asl rilascia l’auto­ blica. Ma questo, ritiene il Tar, ter­
zi per due servizi diversi». schio di trovarsi i rifiuti in mez­ di remuneratività dei prezzi, per­ clusi nella primavera del 2008 e ave­ rizzazione il 12 febbraio del 2009, za sezione di Milano, viola il prin­
A spendere un impegno per i La­ zo alla strada. Il tutto, in attesa ché evidentemente la presenza vano portato a un aumento del nu­ nel rispetto dei 60 giorni previsti. cipio di imparzialità, avendo “ar­
voratori credenti era stato a set­ del nuovo appalto che dal mese di sul mercato di Italia 90 aveva mero di posti disponibili, saliti a Ma l'8 aprile del 2009 la Regione de­ ricchito il quadro regolatorio di un
tembre Duccio Castellotti, presi­ aprile 2010 (per tre anni) avrebbe sempre avuto il pregio di mante­ 75. Fin qui nessun intoppo. Nel libera che “potranno essere accre­ elemento del tutto innovativo” e
dente della Fondazione della Po­ coinvolto tutti i comuni conven­ nere i costi a livelli più bassi». 2007 però una legge regionale disci­ ditati la metà dei posti letto di cia­ determinando “un criterio seletti­
polare di Lodi, che aveva dichiara­ zionati. Venuto a mancare questa condi­ plina l’autorizzazione delle attività scuna Rsa che alla data del 2 genna­ vo discriminante ed arbitrario”.
to la massima disponibilità del­ Una fase di transizione che a Ma­ zione però, i prezzi hanno dovuto sanitarie e socio sanitarie sulla ba­ io 2009 siano in possesso di autoriz­ Il ricorso presentato dall’istituto di
l’ente a valutare una richiesta di leo aveva visto preoccuparsi del­ riavvicinarsi alle normali quota­ se di una denuncia di inizio attività zazione definitiva al funzionamen­ Maleo ha portato quindi anche
aiuto dell’associazione per mante­ la raccolta rifiuti proprio la ditta zioni di mercato, causando così e quindi con una delibera di giunta to”. Un termine che prima, sostie­ all'annullamento della delibera di
nere in vita il servizio di consegna San Germano, con cui si era già un aumento della Tarsu tra il 20 e del novembre del 2008 impone inve­ ne il Tar, non era indicato. A questo giunta regionale 8/9243 del 2009 e
gratuita dei mobili ai poveri. prospettato un aumento della tas­ il 25 per cento della quota attuale. ce l’ottenimento di un’espressa au­ punto la Piccola casa della Divina della circolare 6 del 23 aprile 2009.
Andrea Bagatta sa sui rifiuti lamentato dalla mi­ Sara Gambarini torizzazione per strutture come la Provvidenza si trova nell'impossi­ Carlo Catena
36 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Basso Lodigiano
SAN ROCCO n BUSTA PAGA PIÙ “PESANTE” PER I DIPENDENTI CON IL CONTRATTO DI SOLIDARIETÀ DOPO IL VARO DEL DECRETO MINISTERIALE

Ossigeno dall’Inps ai lavoratori Auchan


Via all’integrazione salariale dell’80 per cento per 270 addetti
SAN ROCCO Una boccata d’ossigeno
nella busta paga di febbraio per i 270
lavoratori dell’ipermercato Auchan
in contratto di solidarietà: l’integra­
zione Inps pari all’80 per cento delle
Bertonico, Sorgenia conferma la data d’avvio
ore lavorate promessa in sede di ac­
cordo a luglio attendeva il varo del
decreto ministeriale e con la sua
Tra pochi mesi la centrale entrerà in funzione
pubblicazione a fine gennaio in Gaz­ BERTONICO Sorgenia conferma, la (+0,3%) rispetto negativo andamento dell’economia
zetta Ufficiale è finalmente arrivata. centrale di Bertonico­Turano ac­ all’anno prece­ n Il Cda hanno inoltre comportato maggio­
Insieme al conguaglio degli arretrati cenderà i motori tra pochi mesi, d e n t e a n c h e si è riunito ri accantonamenti effettuati su
da agosto ad oggi, sette mesi in cui i più precisamente nel terzo trime­ grazie a un cre­ in settimana crediti verso clienti».
tre quarti dei dipendenti in forze al­ stre 2010. La notizia è stata ribadita dito fiscale lega­ per stilare Per quanto riguarda invece il pia­
l’iper di San Rocco ­ sono in tutto 350 questa settimana, in occasione del to agli investi­ no industriale, tra la fine del 2009 e
e di questi solo capireparto, caposet­ consiglio di amministrazione della menti in nuova il bilancio l’inizio del 2010 è stata avviata la
tore e addetti alla farmacia restano società, controllata dal gruppo Cir capacità pro­ della società: nuova centrale a ciclo combinato
esclusi dalla misura ­ hanno dovuto e partecipata dall’operatore au­ duttiva. La so­ utili in crescita di Modugno da circa 800 megawatt.
andare avanti tenendo i cordoni del­ striaco Verbund, che si è riunito cietà ha regi­ anche nel 2009 «Nella generazione eolica, inoltre,
la borsa tirati. A luglio, ancora sotto sotto la presidenza di Rodolfo De strato una tenu­ durante l’esercizio 2009 è entrato
shock per la scossa che il cedimento Benedetti e ha approvato il proget­ ta dei ricavi e in funzione il parco di San Grego­
del ponte tra Lodi e Piacenza aveva to di bilancio per l’esercizio 2009. dei margini dell’attività elettrica, rio Magno, il più grande di Sorge­
prodotto sull’economia dell’unità Nell’area ex Gulf, infatti, i lavori beneficiando dell’aumento dei vo­ nia in Italia per capacità, e sono
produttiva, il contratto siglato da vanno avanti a spron battuto. lumi di vendita di elettricità e del­ proseguiti i lavori di costruzione
sindacati e dirigenti era apparso co­ «In un contesto di mercato estre­ l’integrazione tra generazione e dell’impianto San Martino in Pen­
me una scialuppa di lusso capace di mamente difficile a causa della re­ vendita, che ha permesso di limita­ silis da 12 megawatt, la cui entrata
trascinare fuori dai perigli dei posti cessione economica e del forte calo re l’esposizione alle fluttuazioni in esercizio è attesa entro il primo
di lavoro a rischio. E così è stato, se è sia della domanda di energia sia dei prezzi della borsa elettrica. Ri­ semestre 2010. In Francia, la con­
vero che il numero dei dipendenti di dei prezzi di riferimento ­ fa sapere sultano invece in calo, anche se in trollata Société Française d’Eolien­
allora è uguale identico ad oggi e che il gruppo ­, Sorgenia ha chiuso il misura inferiore rispetto al merca­ nes ha avviato l’impianto eolico da
proprio la natura “difensiva” del 2009 con un utile netto di 66,9 milio­ to, i volumi venduti di gas e i relati­ megawatt situato a Plainchamp».
contratto slega la retribuzione dalla Il centro Auchan ha subito le conseguenze del crollo del vecchio ponte sul Po ni di euro, in leggera crescita vi margini. Le ripercussioni del G. B.
riduzione oraria. Il che significa una
cosa semplice, e cioè che la cura di­ SECUGNAGO
magrante del 35 per cento sulle ore al
lavoro cui è stato sottoposto il monte
settimanale non interessa affatto il
Il contributo statale sosterrà È schianto fra due auto sulla via Emilia:
“mese” percepito dai lavoratori, e
questo proprio grazie alla succitata un 25enne lodigiano finisce all’ospedale
integrazione salariale Inps pari al­
l’80 per cento. Purché funzioni però,
ed è questo il punto. «Lo scorso anno,
i redditi fino a luglio del 2011 n Schianto di prima mattina, un giovane soccorso dal 118. Il
tamponamento è avvenuto giovedì a Secugnago all’altezza della
prima di luglio, è stato diramato il seconda entrata che si incontra sopraggiungendo da Casale sulla via
decreto che prevedeva un innalza­ si tratta di un regime d’“emergen­ tato, ma non al punto da fare regi­ Emilia. Coinvolte due auto: una monovolume su cui viaggiava una
mento dell’integrazione Inps dal 60 za”. Viene da chiedersi se ancora strare un ritorno alla normalità, bi­ donna di mezza età residente in paese e la Peugeot 206 del 25enne
all’80 per cento ­ spiega Angelo Rai­ giustificato dal trend di vendita post sognerà vedere nei prossimi se an­ M.G. di Lodi. Per l’urto la prima macchina è volata sull’altro lato
mondi della Cgil ­, si è dovuto però apertura del ponte galleggiante a di­ drà meglio». Ad incidere è poi «la della strada fermando la sua corsa come fosse stata parcheggiata tra
attendere il nuovo anno per la legge cembre. Sempre sia mutato, si inten­ viabilità critica sul ponte provviso­ la carreggiata e la linea bianca verso il ciglio. Invece, l’auto del
e il riconoscimento degli arretrati». de. Al riguardo Raimondi riferisce rio» che scoraggia i piacentini al giovane lodigiano è rimasto in mezzo intralciando il traffico in
Sbloccato lo stallo, il contributo sta­ di un dato stagnante, e ne spiega le passaggio verso il Lodigiano. Che fa­ direzione Piacenza. Per il colpo subito il 25enne accusava un trauma
tale continuerà a sostenere i redditi ragioni: «Questi mesi sono per le re? Sino all’inaugurazione del via­ lieve al braccio destro e una ferita lacero contusa sopra l’occhio
dei dipendenti Auchan fino a luglio vendite tradizionalmente piuttosto dotto definitivo a fine 2010, Auchan sinistro. Lo hanno medicato e trasferito all’ospedale di Codogno i
2011, quando il contratto di solidarie­ scarsi ed era impensabile recupera­ quello che può, ovvero tenere le por­ sanitari dell’automedica in partenza da Casale e gli operatori della
tà scadrà. Una fetta di tempo consi­ re clientela proprio adesso ­ dice ­, te aperte ogni domenica. Casalese Anpas. Illesa la conducente del monovolume. Il teatro dell’incidente sulla statale
stente, soprattutto considerando che certo nei week end il flusso è aumen­ Laura Gozzini

DOMENICA
7 MARZO
APERTO
DALLE 9,00 ALLE 20,00
CON ORARIO CONTINUATO
CODOGNO (Lodi)
Via A. Moro, 3
SABATO 6 MARZO 2010 37
il Cittadino
Codogno
LA PREZIOSA TELA DEL 1531 VIENE CONSIDERATA IL “GIOIELLO” DI CODOGNO

Torna il capolavoro di Magni


dopo anni di restauri a Roma
n Rappresenta uno dei “gioielli” più preziosi del pa­
trimonio d’arte religiosa della città. E finalmente, do­
po un’assenza lunga quasi sei anni, è tornato a casa.
Restauro concluso per l’antica tela raffigurante la
“Madonna con Bambino tra i santi Pietro martire e
Ridare luce alle tele a rischio
Vincenzo Ferreri”, datata 1531 e realizzata da Cesare
Magni, pittore milanese contemporaneo dei Piazza:
da qualche giorno, il quadro è tornato nella sua posi­
il patto tra chiesa e Pro loco
zione originaria, all’interno della cappella Finetti n Una collaborazione ormai ben alla parrocchia di monsignor
che si incontra nella navata di destra della chiesa rodata e a tutto vantaggio dell’ar­ Diego Furiosi l’essere riuscita a
parrocchiale di piazza XX Settembre. L’antica tela è te custodita nella Collegiata di trovare nel 2007 la disponibilità
rientrata a Codogno da Roma, per la precisione dal­ piazza XX Settembre. Questo è il di un nome noto dell’imprendito­
l’Istituto nazionale di restauro scelto direttamente patto di collaborazione stretto or­ ria locale a farsi “mecenate” del
dal Ministero ai beni culturali come laboratorio ido­ mai da anni tra la parrocchia restauro delle tre opere. Nel­
neo al restyling di questa opera di gran valore artisti­ centrale di Codogno e la Pro loco, l’elenco anche il quadro di primo
co. unite da un unico obiettivo: rida­ Settecento “Il battesimo di San
A riportare in chiesa parrocchiale il quadro sono sta­ re splendore ai capolavori pittori­ Giovanni Battista”: grazie all’in­
ti direttamente gli esperti dell’Istituto, che hanno ri­ ci che impreziosiscono le navate teressamento del parrocchia cen­
posizionato l’opera all’interno della cappella. Ad as­ della chiesa dedicata a San Bia­ trale l’opera è stata restaurata
sistere all’operazione c’erano anche il parroco mon­ gio e alla Vergine Immacolata. In con il contributo del Rotary Club
signor Diego Furiosi, il presidente della Pro loco che modo è presto detto, visto che Codogno. Non da meno è stata la
Emilio Gnocchi, la dottoressa Cristina Quattrini del­ in questi anni parrocchia e Pro Pro Loco, attivissima nel ricerca­
Qui sopra, una foto della “Madonna con Bambino” del Magni appena rientrata nella parrocchiale la sovrintendenza, l’ente che ha finanziato i lavori di loco si sono fatte in prima perso­ re sponsorizzazioni a sostegno
restauro della tela. «Impossibile non commentare na mediatrici e ricercatrici di be­ del recupero conservativo di ope­
ALLA FELISI questo ritorno con grande gioia ­ sottolinea monsi­ nefattori capaci di prendersi a re pittoriche della parrocchiale.
gnor Furiosi ­. Finalmente, dopo un’assenza di cin­ cuore il restauro di un quadro o Molti gli interventi sostenuti in

Tutti d’accordo: salva la palazzina liberty que anni e mezzo, i fedeli potranno tornare ad ap­
prezzare il pieno recupero di questo dipinto. Ringra­
zio i funzionari del Ministero, soprattutto la dottores­
di un’antica tela. Così è stato an­
che per il dipinto di Cesare Ma­
gni in questi giorni rientrato a
questo modo. In essi spiccano le
sponsorizzazioni trovate per il re­
stauro della “Natività” (attribui­
n Stavolta è ufficiale: casa Felisi non na per uffici direzionali. Nei giorni sa Quattrini, e tutti coloro che hanno reso possibile Codogno da Roma: pagato dalla ta in un primo momento proprio
sarà abbattuta. Sono notizie positive scorsi in sua difesa era scesa in campo la conservazione di un’opera pregevole come que­ sovrintendenza dopo una mirata a Cesare Magni) e per “La Madda­
quelle che arrivano all’indomani della anche la sezione lodigiana di Italia sta». opera di promozione fatta dai due lena” di Camillo Procaccino.
riunione della commissione comunale Nostra. «Riteniamo sia possibile il La parrocchia centrale di Codogno, peraltro, ha con­ enti proprio presso le Belle Arti. Stesso interessamento per i pre­
al territorio che giovedì pomeriggio ha pieno recupero del nucleo originario tribuito concretamente al sostegno di quest’interven­ Stesso percorso anche per le due ziosi quindici “Misteri” di An­
nuovamente approfondito le linee gui­ di casa Felisi ­ queste le riflessioni to, con una spesa di 4 mila euro utilizzata per le spese antiche tele Seicentesche (sem­ drea Mainardi», dei quadri raffi­
da del piano di riqualificazione pro­ dell’associazione, guidata nel Lodigia­ legate al trasporto, all’imballaggio ed all’assicurazio­ pre custodite in parrocchia) raffi­ guranti “San Sebastiano e San
gettato per la rinascita del comparto no da Germana Perani ­. E questo non ne dell’opera. «Un restauro eseguito magnificamente guranti l’“Annunciazione di Ma­ Domenico” sempre attribuiti alla
dismesso della Felisi. Giovedì, in sede solo per il valore storico legato all’at­ ­ questo il commento di Gnocchi ­. Il quadro era stato ria” e la “Nascita di Giovanni scuola del Magni.
di commissione, è emerso con chiarez­ tività di lavorazione delle passamane­ soggetto a molte ridipinture eseguite nel corso dei se­ Battista”: in questo caso si deve Lu. Lu.
za che la palazzina in stile liberty che rie a Codogno: casa Felisi si trova inse­ coli, tolte le quali sono emersi particolari prima na­
fu dimora della famiglia Felisi non rita nel tessuto urbano delle ville co­ scosti, soprattutto nel paesaggio sullo sfondo. Questa
sarà abbattuta. «Ad onor del vero, fin struite nel primo Novecento in viale tela è un’opera importante, una delle poche del Ma­
dall’inizio nessuno aveva mai pensato Trento, attraverso il quale si può os­ gni che portano la data di realizzazione e la firma del­
ad un destino di demolizione per que­
sto edificio ­ fanno sapere dalla società
servare l’evoluzione degli stili archi­
tettonici nella prima metà del secolo
l’autore. Un vanto averla a Codogno». La scheda tec­
nica del restauro è in attesa di essere spedita da Ro­ Il complicato recupero
“Giambi”, proprietaria dell’area ­. La scorso». Le dichiarazioni della pro­ ma direttamente alla parrocchia. Quel che già si sa è
riqualificazione della Felisi, dove sarà
possibile, prevede anche il recupero di
quegli elementi di architettura indu­
prietà della Felisi arrivano però ora a
dare finalmente punti fermi a tutta la
vicenda. Il progetto definitivo di casa
che l’intervento è stato complesso, eseguito su questa
tela formata da tre tavole di legno (pioppo probabil­
mente) unite tra loro. A contribuire al deterioramen­
è stato eseguito
striale risalenti agli anni Cinquanta e Felisi è datato 1927, all’interno del­ to della tela, probabilmente, furono anche gli stress
che ancora sono visibili nel sito». Casa
Felisi non corre pericoli. Potrebbe
l’abitazione è conservata una pregevo­
le scala in pietra con ringhiera in fer­
climatici legati al cambio di posizione del quadro, in
passato tolto dalla cappella Finetti e posto prima so­
e finanziato
però cambiare destinazione: non più ro battuto a collegamento dei due pia­ pra l’ingresso della sacrestia, quindi vicino l’entrata
abitazione residenziale, bensì palazzi­ ni dell’edificio. principale della navata destra della parrocchiale.
Luisa Luccini
dalla soprintendenza
38 SABATO 6 MARZO 2010

il Cittadino
Casale
LA RETE È STATA REALIZZATA DALLA SOCIETÀ PRIVATA LINKEM CON L’APPOGGIO DELLA BPL: IERI LA PRESENTAZIONE UFFICIALE IN COMUNE

A Casale arriva l’autostrada per Internet


Attivato il segnale WiMax per navigare ad altissima velocità
n Le autostrade digitali arrivano zini ­. Abbiamo sviluppato il
In breve a Casale: è stato attivato su tutta progetto guardando alle aree ap­
la città, su Vittadone e su Zorle­ petibili per la società, ma anche
¢ A VITTADONE sco, il segnale WiMax per naviga­ alle esigenze di copertura del
re su Internet ad altissima velo­ territorio, e non è un caso che
Va in fumo il colpo cità in modalità wireless, ovvero
senza fili. L’infrastruttura è stata
tra i primi comuni figurano pae­
si, anche piccoli, che finora non
della banda dei bar realizzata dalla società privata
Linkem, con finanziamenti an­
hanno avuto la banda larga».
La collaborazione ha portato a
Ancora i bar nel mirino dei ladri. Nella che della Popolare di Lodi, ed è sviluppare anche una apposita
notte tra mercoledì e giovedì scorsi la tra le prime in tutta Italia. offerta commerciale destinata ai
banda dei videopoker ha tentato di as­ Nel Lodigiano, Linkem ha attiva­ cittadini della provincia di Lodi,
saltare il bar Renzo nella frazione di to nei giorni scorsi il segnale su ai quali sarà data la possibilità di
Vittadone. I malviventi sono riusciti a Casale e frazioni e sul centro di accedere a un contratto di navi­
forzare l’ingresso posteriore del locale L o d i , m e n t re gazione Inter­
ma hanno fatto un po’ troppo rumore: i entro giugno è net con chiavet­
titolari, che vivono sopra il locale, sono prevista la co­ ta a soli 10 euro
stati infatti svegliati. Uno di loro si è af­ pertura di San­ al mese, invece
facciato alla finestra, mettendo in fuga
i ladri, scappati così a mani vuote.
t’Angelo Lodi­
giano, Graf fi­ Il sistema che i 20 previsti
dalla tariffa
gnana, Boffalo­ commerciale di
¢ DONNA FERITA ra d’Adda, Ca­
stiglione d’Ad­ è stato esteso Linkem. Altre
proposte, a 30 e
Ancora un incidente da e San Rocco