Sei sulla pagina 1di 5

Tecnica Affresco, estratto da:

AA VV, Pisanello artista cortigiano, Electa 1996. Solo per uso scolastico.
Tecnica Affresco, estratto da:
AA VV, Pisanello artista cortigiano, Electa 1996. Solo per uso scolastico.
preparatorio, che cambia a modo differente alle variazioni di Temperatura e
LA PERGAMENA E IL CODICE. A B seconda che si tratti di Umidità Relativa dell’ambiente.
Caratteristiche doratura “a bolo”, ovvero “a A B Conseguentemente, il danno
missione”. Nel primo caso più diffuso e
La pergamena è un materiale organico ottenuto
esso è costituito da gesso, quantitativamente più grave
da pelle animale (generalmente capra, pecora,
bolo armeno e colla di ed irreversibile, è lo
vitello) mediante calcinatura (immersione in
pergamena (cioè ottenuta dai sbiadimento dei pigmenti
acqua e calce), depilazione, asciugatura,
ritagli della pergamena) organici e dei fogli.
raschiatura e infine trattata con calce in polvere
come legante, nel secondo,
o polvere di ossa per sgrassare la pelle e
generalmente, da una mano La mancanza d’adesione fra
pomice, per ottenere superfici bianche, levigate
di albume. supporto e pellicola pittorica
e opache. I fogli così ottenuti (es. un foglio di
Strati di una pergamena o doratura è un
quaderno forma 2 pagine 4 facciate) sono
con colore senza priming e deterioramento ricorrente, di
regolarizzati (tagliati nella misura voluta) e
dorata con legante. difficile intervento di
piegati per formare un fascicolo (es. quaderno),
A: Pergamena, conservazione.
più fascicoli formano un codice (libro).
B: Colore, Distacco del colore e di
C: Legante in bolo o una foglia d’oro
chiara d’uovo, A: Pergamena,
D: Foglia d’oro B: Colore,
C: Legante in bolo o
Foglio Fascicolo Codice Rilegatura chiara d’uovo
Nella fabbricazione di un D: Foglia d’oro.
La pergamena è molto sensibile all’azione del codice, prima si scrive, poi si Si deve maneggiare il meno
calore che, accelerando il naturale processo di eseguono le miniature, una possibile il codice, per
disidratazione, può causare fenomeni di volta terminato il lavoro i evitare shock meccanici che
contrazione; l’eccesso d’umidità relativa, le fa fogli sciolti sono uniti alterano diversamente i vari
assumere un aspetto rugoso. assieme nella rilegatura, per materiali della pergamenza,
La luce può apportare variazioni cromatiche formare i volumi ed infine ridurre i rischi di depositi di
(ingiallimento) e causare tramite gli Uv (raggi cuciti per formare il codice. tracce di untume (idoneo
ultravioletti), un invecchiamento del materiale. Il tutto è poi legato alla terreno di coltura per
Agenti di deterioramento notevolissimi sono coperta (oggi detta anche biodeteriogeni, i distruttori
insetti di tutti i tipi ma anche i topi, “copertina”) sostenuta da una della pergamena). È buona
microrganismi (soprattutto funghi e batteri) che anima interna in legno (a)
A C D norma l’uso dei guanti
producono anche macchie rosse e violacee. (nel ‘700 anche in cartone) e (deacidificati, che non
Infine, sono responsabili del degrado della rivestita (b) in pelle e più riccamente in: avorio, A C D
lasciano residui, es. in
pergamena anche la polvere (caratteristico metallo (spesso una lamina d’argento), pietre cotone specifico allo scopo), per evitare che il
l’effetto di alterazione cromatica causato da preziose, smalti...., decori. Il tutto è completato grasso della pelle aderisca alle pagine. Si deve
polveri di ferro prodotte dagli scaffali metallici, dai vari accessori (es. i fermagli (c), per fare ogni sforzo per garantire ai codici miniati
che la fanno diventare giallastra) e i materiali chiudere il libro che tengono le pagine ben un ambiente termoigrometrico particolarmente
acidi (tra i quali, come per la carta, alcuni tipi di distese e piatte; stabile. Se il codice è esposto mai lasciare
inchiostro).
visibile sempre le stesse pagine ma alternarle,
Struttura della pergamena altrimenti la parte più esposta ingiallisce più
La pergamena fu usata per secoli, prima di delle altre. La luce naturale va schermata per
essere soppiantata dalla carta sia come materiale non oltrepassare i 50 lux ed evitare o filtratare i
scrittorio, che come supporto d’immagini raggi Ir (Infrarossi es. lampade ad incadescenza)
disegnate e dipinte. e Uv (Ultravioletti es. normali lampade
Per l’uso per la scrittura, è analogo a quello fluorescenti). Se si usa l’illuminazione
della carta; a parte la possibilità di riscrivere più artificiale utilizzare un sistema a tempo o a
volte sulla stessa pagina raschiando la sensori (es. tappeto sensibile, così c’è luce solo
superficie, asportando i caratteri precedenti alla presenza del visitatore, come le porte
(palinsesto). Prima di essere impiegati i fogli di automatiche dei negozi).
pergamena (come quelli di carta) possono essere Il codice va conservato in piano orizzontale,
colorati. dentro apposite scatole di cartone neutro
(deacidificato), confezionate senza adesivi e
La pittura su pergamena (miniatura, da minio, metalli, in scaffalature che non rilascino
uno dei primi inchiostri usati per scrivere, noto inquinanti (sostanze acide, composti chimici),
antiruggine, poi sinonimo di piccole immagini), non siano in ferro (ingiallimento delle pagine),
è molto differente rispetto alle più diffuse senza cariche elettrostatiche (che attirano la
tecniche di pittura su supporto mobile (tavola. polvere).
tela). La superficie, infatti, non ha solitamente
una preparazione per accogliere i colori, che Scritto e schemi di Paolo Villa 2003, solo per
sono dati con un medium (soprattutto gomma uso scolastico.
arabica, in cui si scioglie il colore per garantire Bibliografia
coesione con il supporto), può esserci un
il segnalibro striscia di tessuto attaccata al libro, Inclusa immagine del codice: Giuseppe Basile,
priming (es. nel caso in cui la pergamena non è
per tenere il segno della pagina). Le opere d’arte negli edifici di culto, come
abbastanza liscia e bianca, è apprettata con creta
prevenire il degrado, la Nuova Italia Scientifica,
o gesso misti a colla).
Conservazione Roma 1994.
La pergamena è costituita da materiali diversi: la Nuova Enciclopedia dell’Arte Garzanti,
Per la doratura, è indispensabile uno strato
supporto e strati pittorici, che reagiscono in Milano, 1986.
Tecnica pittura su Tavola, estratto da:
AA VV, Pisanello artista cortigiano, Electa 1996. Solo per uso scolastico.
Tecnica pittura su Tavola, estratto da:
AA VV, Pisanello artista cortigiano, Electa 1996. Solo per uso scolastico.