Sei sulla pagina 1di 18

Sommario

1 Informazione e disinformazione sul coronavirus


1.1 Spazio dedicato al coronavirus dai media italiani
1.2 Tv e quotidiani: spazio dedicato al coronavirus
1.3 Informazione online: spazio dedicato al coronavirus
Il primo numero dell’Osservatorio sulla
1.4 Disinformazione online: spazio dedicato al coronavirus disinformazione online-Speciale
1.5 Social network: post e tweet sul coronavirus Coronavirus è dedicato all’analisi della
produzione di informazione e
1.6 Siti web di disinformazione: articoli sul coronavirus disinformazione sul tema del Covid-19.
1.7 Incidenza della disinformazione sulle notizie online del coronavirus
I valori riportati sono aggiornati al 22
1.8 Diffusione mediatica della campagna #iorestoacasa marzo 2020 nell’intento di delineare gli
1.9 Dieci notizie false sul coronavirus scenari informativi che caratterizzano il
sistema italiano a un mese dall’inizio
dell’emergenza medico-sanitaria nel
Paese.
2 Informazione e disinformazione online in Italia Lo Speciale Coronavirus
dell’Osservatorio si inserisce tra le
2.1 Informazione online prodotta in Italia
attività del Tavolo Piattaforme
2.2 Disinformazione online prodotta in Italia digitali e Big data – Emergenza
Covid-19 istituito dall’Autorità per
2.3 Incidenza della disinformazione sulle notizie online contribuire, tra l’altro, al contrasto della
disinformazione online sulle tematiche
legate all’epidemia.
NOTA METODOLOGICA
www.agcom.it
Nel presente Osservatorio, è stato utilizzato prevalentemente il termine ‘‘coronavirus’’ per indicare in senso
ampio l’argomento dell’emergenza epidemiologica. Più precisamente, il nome scientifico del ‘’nuovo coronavirus’’
(ossia, il virus appartenente alla famiglia dei coronavirus mai identificato prima nell’uomo) è ‘’SARS-CoV-2’’,
mentre il termine ‘’Covid-19’’ individua la malattia infettiva causata dallo stesso
1 INFORMAZIONE E DISINFORMAZIONE SUL CORONAVIRUS
1.1 Spazio dedicato al coronavirus dai media italiani

Incidenza giornaliera delle notizie riguardanti il coronavirus sul totale delle notizie prodotte

II FASE
I FASE DIFFUSIONE DEL CONTAGIO: EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA IN ITALIA
EPIDEMIA IN CINA E PRIMI CASI DI CONTAGIO IN ITALIA Con il diffondersi dell’epidemia in
Italia cresce notevolmente lo spazio
70%
Il governo vara il decreto
70.000 dedicato dai media (quotidiani, Tv,
"Cura-Italia" radio e internet) al coronavirus

60% 60.000

Focolaio di contagi in
Lombardia e Veneto e
50% prima vittima italiana 50.000
NOTIZIE SUL CORONAVIRUS NEL

Numero contagi (valori cumulati)


GIORNO MEDIO
Percentuale (%)

40% 40.000

30% 30.000
4% I FASE
Inizio del contagio in Italia: del totale 1° GEN - 20 FEB
coppia turisti cinesi a
Roma
20% 20.000

10% 10.000
45% II FASE
del totale 21 FEB - 22 MAR

0% 0
01-gen-20
02-gen-20
03-gen-20
04-gen-20
05-gen-20
06-gen-20
07-gen-20
08-gen-20
09-gen-20
10-gen-20
11-gen-20
12-gen-20
13-gen-20
14-gen-20
15-gen-20
16-gen-20
17-gen-20
18-gen-20
19-gen-20
20-gen-20
21-gen-20
22-gen-20
23-gen-20
24-gen-20
25-gen-20
26-gen-20
27-gen-20
28-gen-20
29-gen-20
30-gen-20
31-gen-20

01-mar-20
02-mar-20
03-mar-20
04-mar-20
05-mar-20
06-mar-20
07-mar-20
08-mar-20
09-mar-20
10-mar-20
11-mar-20
12-mar-20
13-mar-20
14-mar-20
15-mar-20
16-mar-20
17-mar-20
18-mar-20
19-mar-20
20-mar-20
21-mar-20
22-mar-20
01-feb-20
02-feb-20
03-feb-20
04-feb-20
05-feb-20
06-feb-20
07-feb-20
08-feb-20
09-feb-20
10-feb-20
11-feb-20
12-feb-20
13-feb-20
14-feb-20
15-feb-20
16-feb-20
17-feb-20
18-feb-20
19-feb-20
20-feb-20
21-feb-20
22-feb-20
23-feb-20
24-feb-20
25-feb-20
26-feb-20
27-feb-20
28-feb-20
29-feb-20
Dal 1° gennaio al 22 marzo i media
italiani hanno prodotto circa
Notizie "coronavirus" su totale notizie prodotte (informazione e disinformazione) Contagi confermati in Italia 700.000 contenuti riguardanti il
coronavirus

2
Servizio economico-statistico
1.2 Tv e quotidiani: spazio dedicato al coronavirus
Tempo dedicato al coronavirus dai principali canali televisivi(*) (% sul totale)
ORE DEDICATE AL CORONAVIRUS DAI INCIDENZA CORONAVIRUS SUL TOTALE
80%
PROGRAMMI INFORMATIVI IN TV ORE DEI PROGRAMMI INFORMATIVI

709 TOTALE 28% 1°-29 FEB


% "coronavirus" sul totale

60%
61,8% 64,0% 63,4%
1° FEB - 10 MAR del totale
40%

20% 27,9% 27,5% 27,6%


211 TG 63% 1°-10 MAR
1° FEB - 10 MAR del totale

L’incidenza dell’argomento ‘’coronavirus’’


EXTRA-TG
0%
01-29 feb 01-10 mar 498 sul totale ha valori analoghi per Tg e
Tg Extra-Tg Totale informazione 1° FEB - 10 MAR programmi extra-Tg (ossia, riconducibili alla
responsabilità di una testata giornalistica)
(*) Rai 1, Rai 2, Rai 3, Canale 5, Italia 1, Rete 4, La7, TV8 e NOVE Fonte: elaborazioni su dati Geca Italia

Articoli dedicati al coronavirus dai quotidiani nazionali e locali (% sul totale)

60%
ARTICOLI DEI QUOTIDIANI SUL INCIDENZA CORONAVIRUS SUL TOTALE
CORONAVIRUS ARTICOLI PUBBLICATI DAI QUOTIDIANI

10% 1°-29 FEB


40%

56.626 1° FEB –
% sul totale

20%
30,9%
10 MAR del totale

31% 1°-10 MAR


9,7%
0% del totale
01-29 feb 01-10 mar

Articoli di quotidiani sul "coronavirus"

3
Servizio economico-statistico
1.3 Informazione online: spazio dedicato al coronavirus

Incidenza giornaliera delle notizie riguardanti il coronavirus sul totale informazione online

NOTIZIE SUL CORONAVIRUS NEL


II FASE GIORNO MEDIO
I FASE DIFFUSIONE DEL CONTAGIO: EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA IN ITALIA

4% I FASE
EPIDEMIA IN CINA E PRIMI CASI DI CONTAGIO IN ITALIA

70% 70.000 del totale 1° GEN - 20 FEB


informazione
online
60% 60.000

49% II FASE
Focolaio di contagi in Lombardia e
Veneto e prima vittima italiana
50% 50.000
del totale 21 FEB - 22 MAR

Numero contagi (valori cumulati)


informazione
online
Percentuale (%)

40% 40.000

Nelle ultime 2 settimane, la media


30% 30.000 giornaliera si attesta al 60%

20% 20.000

10% 10.000

0% 0 Nella II Fase dell’emergenza, rispetto


al periodo precedente, il numero di
01-gen-20
02-gen-20
03-gen-20
04-gen-20
05-gen-20
06-gen-20
07-gen-20
08-gen-20
09-gen-20
10-gen-20
11-gen-20
12-gen-20
13-gen-20
14-gen-20
15-gen-20
16-gen-20
17-gen-20
18-gen-20
19-gen-20
20-gen-20
21-gen-20
22-gen-20
23-gen-20
24-gen-20
25-gen-20
26-gen-20
27-gen-20
28-gen-20
29-gen-20
30-gen-20
31-gen-20

01-mar-20
02-mar-20
03-mar-20
04-mar-20
05-mar-20
06-mar-20
07-mar-20
08-mar-20
09-mar-20
10-mar-20
11-mar-20
12-mar-20
13-mar-20
14-mar-20
15-mar-20
16-mar-20
17-mar-20
18-mar-20
19-mar-20
20-mar-20
21-mar-20
22-mar-20
01-feb-20
02-feb-20
03-feb-20
04-feb-20
05-feb-20
06-feb-20
07-feb-20
08-feb-20
09-feb-20
10-feb-20
11-feb-20
12-feb-20
13-feb-20
14-feb-20
15-feb-20
16-feb-20
17-feb-20
18-feb-20
19-feb-20
20-feb-20
21-feb-20
22-feb-20
23-feb-20
24-feb-20
25-feb-20
26-feb-20
27-feb-20
28-feb-20
29-feb-20
notizie prodotte nel giorno medio sul
coronavirus aumenta di 12 volte, sia
Notizie "coronavirus" su totale informazione online Contagi confermati in Italia per i siti web che per le pagine e gli
account social di informazione

4
Servizio economico-statistico
1.4 Disinformazione online: spazio dedicato al coronavirus

Incidenza giornaliera delle notizie riguardanti il coronavirus sul totale disinformazione: confronto con l’informazione online

NOTIZIE SUL CORONAVIRUS NEL


II FASE GIORNO MEDIO
I FASE DIFFUSIONE DEL CONTAGIO: EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA IN ITALIA
EPIDEMIA IN CINA E PRIMI CASI DI CONTAGIO IN ITALIA
5% I FASE
70% 70.000 del totale 1° GEN - 20 FEB
disinformazione

38% II FASE
60% 60.000

Focolaio di contagi in Lombardia e


Veneto e prima vittima italiana
50% 50.000
del totale 21 FEB - 22 MAR
disinformazione

Numero contagi (valori cumulati)


Nelle ultime 2 settimane, la media
Percentuale (%)

40% 40.000
giornaliera si attesta al 46%

30% 30.000
Nel giorno medio della II Fase, gli
articoli delle fonti di disinformazione
20% 20.000 sul coronavirus aumentano (rispetto
alla I Fase) di 8 volte, i post/tweet di
10 volte
10% 10.000

Nella I Fase, lo spazio dedicato al


0% 0 coronavirus è mediamente maggiore
per le fonti di disinformazione
01-gen-20
02-gen-20
03-gen-20
04-gen-20
05-gen-20
06-gen-20
07-gen-20
08-gen-20
09-gen-20
10-gen-20
11-gen-20
12-gen-20
13-gen-20
14-gen-20
15-gen-20
16-gen-20
17-gen-20
18-gen-20
19-gen-20
20-gen-20
21-gen-20
22-gen-20
23-gen-20
24-gen-20
25-gen-20
26-gen-20
27-gen-20
28-gen-20
29-gen-20
30-gen-20
31-gen-20

01-mar-20
02-mar-20
03-mar-20
04-mar-20
05-mar-20
06-mar-20
07-mar-20
08-mar-20
09-mar-20
10-mar-20
11-mar-20
12-mar-20
13-mar-20
14-mar-20
15-mar-20
16-mar-20
17-mar-20
18-mar-20
19-mar-20
20-mar-20
21-mar-20
22-mar-20
01-feb-20
02-feb-20
03-feb-20
04-feb-20
05-feb-20
06-feb-20
07-feb-20
08-feb-20
09-feb-20
10-feb-20
11-feb-20
12-feb-20
13-feb-20
14-feb-20
15-feb-20
16-feb-20
17-feb-20
18-feb-20
19-feb-20
20-feb-20
21-feb-20
22-feb-20
23-feb-20
24-feb-20
25-feb-20
26-feb-20
27-feb-20
28-feb-20
29-feb-20
rispetto a quelle informative. Nella II
Fase, la tendenza si inverte per
Notizie "coronavirus" su totale informazione online Notizie "coronavirus" su totale disinformazione online Contagi confermati in Italia effetto della crescita più sostenuta
dell’informazione

5
Servizio economico-statistico
1.5 Social network: post e tweet sul coronavirus

Incidenza dei post/tweet riguardanti il coronavirus sul totale, per tipologia di fonte social (% nel giorno medio della settimana)

POST/TWEET SUL CORONAVIRUS


80% NEL GIORNO MEDIO

70%
30 gennaio 21 febbraio
45% 16-22
MARZO
Primi contagi confermati in Inizio emergenza
Italia: coppia turisti cinesi epidemiologica in Italia
del totale fonti
60%
informazione

50%
36% 16-22
Percentuale (%)

45% 45%
40% del totale fonti
disinformazione MARZO
36% 36%
30% 33%
32%

20%
24% 24%

14%
Sia per le fonti social di informazione
10% 13% che per quelle di disinformazione si
3% 8% 8% riscontra un trend in netta crescita
2% 6%
5% 6% 5% dello spazio attribuito all’epidemia.
0% Dalla fine di gennaio al 22 marzo Il
20-26 gen 27 gen-02 feb 03-09 feb 10-16 feb 20 17-23 feb 20 24 feb-01 mar 02-08 mar 09-15 mar 16-22 mar peso sul totale dei post/tweet aventi
ad oggetto il coronavirus aumenta di
37 p.p. per le fonti di informazione e
% notizie "coronavirus" su totale post/tweet delle fonti social di informazione % notizie "coronavirus" su totale post/tweet delle fonti social di disinformazione
di 28 p.p. per le fonti di
disinformazione

Nota: i valori indicati si riferiscono ai post e tweet pubblicati dalle pagine e account social (Facebook e Twitter) delle fonti di informazione e delle fonti di
disinformazione individuate come tali da soggetti esterni specializzati in attività di debunking. Non includono, pertanto, i post/tweet degli utenti

6
Servizio economico-statistico
1.6 Siti web di disinformazione: articoli sul coronavirus

Articoli sul coronavirus prodotti nel giorno medio da ciascun sito di disinformazione

Nei primi 3 mesi del 2020, un sito web di


disinformazione ha pubblicato in media 7-8 articoli al
10
giorno riferiti a notizie di qualsiasi genere

8
ARTICOLI SUL CORONAVIRUS PUBBLICATI AL
8
7 7 GIORNO DA UN SITO DI DISINFORMAZIONE

4 MARZO
Numero articoli

su un totale di 7
4
4
Parallelamente all’acuirsi della criticità della situazione
italiana, aumenta il numero di articoli sul coronavirus
2
prodotti da un sito web di disinformazione in un
meno di 2 giorno medio. Da gennaio a febbraio, si passa da
1 al giorno meno di un articolo al giorno a 2, per poi arrivare al
doppio a marzo
0
gen-20 feb-20 mar-20 I siti di disinformazione assumono tipicamente un
ruolo che consiste nel conferire impulso alle notizie
fake. Le stesse, una volta innescate, sono atte a
Totale Coronavirus diventare oggetto di propagazione virale attraverso i
social network e le altre piattaforme online

Nota: i valori indicati si riferiscono agli articoli pubblicati online dai siti web di disinformazione individuati come tali da soggetti esterni
specializzati in attività di debunking

7
Servizio economico-statistico
1.7 Incidenza della disinformazione sulle notizie online del coronavirus

Notizie fake sul totale delle notizie online relative al coronavirus (% nel giorno medio della settimana)

30 gennaio 21 febbraio Con l’aggravarsi dell’emergenza


Primi contagi confermati in Inizio emergenza epidemiologica in Italia, si registra un
Italia: coppia turisti cinesi epidemiologica in Italia trend in decrescita dell’incidenza, nel
giorno medio della settimana, della
disinformazione sul totale delle notizie
inerenti al coronavirus prodotte dalle
10%
fonti online

8%
INCIDENZA DISINFORMAZIONE
7,3% NEL GIORNO MEDIO
Percentuale (%)

6% 6,8% 6,8% 6,8%


6,2%
4,8% 16-22
4%
4,9%
4,3%
4,9% 4,8% del totale MARZO
notizie online
‘’coronavirus’’
2%

In corrispondenza dell’incremento dei


0% contenuti online di informazione sul
20-26 gen 27 gen-02 feb 03-09 feb 10-16 feb 20 17-23 feb 20 24 feb-01 mar 02-08 mar 09-15 mar 16-22 mar coronavirus, nelle ultime 4 settimane
considerate, il peso delle notizie fake
scende al di sotto del 5%. Nelle
% disinformazione su totale notizie online "coronavirus" Linea di tendenza settimane precedenti, si attestava
invece tra il 6% e il 7%

8
Servizio economico-statistico
1.8 Diffusione mediatica della campagna #iorestoacasa

Contenuti prodotti giornalmente dai media sulla campagna #iorestoacasa


#iorestoacasa è la campagna
promossa dalla Presidenza del
Consiglio con il Ministero della Salute
e la Protezione Civile, al fine di
sensibilizzare i cittadini
sull’importanza di evitare
spostamenti per contenere la
diffusione del nuovo coronavirus

CONTENUTI PRODOTTI SULLA


CAMPAGNA #IORESTOACASA
NEL SISTEMA INFORMATIVO

11.000 8-22
in totale MARZO

All’iniziativa hanno aderito moltissimi


utenti, rilanciando l’hashtag della
campagna sui propri profili social.
Ma è stato l’intero sistema
dell’informazione a unirsi alla
diffusione del messaggio. In media,
dall’8 al 22 marzo, Tv, radio,
quotidiani, siti web, pagine e account
social delle fonti di informazione
hanno dato notizia della campagna
o ribadito il monito in oltre 700
contenuti al giorno

9
Servizio economico-statistico
1.9 I fact-check delle principali notizie false sul coronavirus
10 principali notizie false diffuse in Italia sull’emergenza epidemiologica da Covid-19 Per il fact-checking delle notizie, si ringraziano Open e Pagella Politica

LA PROFEZIA DI BILL GATES L’IBUPROFENE PEGGIORA LA PENSIONI RIDOTTE LA VITAMINA C FAVORISCE LA L’AUDIO SULLE TEORIE
SULL’EPIDEMIA MALATTIA DA COVID-19 DEL 50% GUARIGIONE DA COVID-19 DI COMPLOTTO

FALSO FALSO FALSO FALSO FALSO


Bill Gates in un suo intervento del Non vi sono prove scientifiche Falsa la circolare INPS che prevede Non esiste alcun resoconto medico Finto l’audio Whatsapp di un
2015 non aveva predetto nulla della correlazione tra ibuprofene e la riduzione del 50% delle pensioni sul fatto che la vitamina C favorisca italiano bloccato in Cina che
sull’epidemia Covid-19 peggioramento della malattia ad aprile a causa dell’emergenza la guarigione dalla malattia espone tutte le teorie di complotto

LA FOTO DELLE NUMEROSE BARE IN LA DELIBERA SULLO STATO BERE PIÙ ACQUA PER ‘‘SPAZZARE IL SERVIZIO DI TGR LEONARDO DEL 2015 STIPENDI RIDOTTI PER LE ALTE
FILA A BERGAMO D’EMERGENZA TENUTA NASCOSTA VIA’’ IL VIRUS SUL VIRUS CREATO IN LABORATORIO CARICHE DELLO STATO

FALSA FALSO FALSO FUORVIANTE FALSO


La foto delle tante bare in fila non è La delibera del 31/01/2020 sullo Bere acqua ogni 15 minuti non Il servizio non riguardava il Covid-19. Non esiste alcun decreto che riduce
stata scattata a Bergamo a marzo stato d’emergenza in Italia era nota impedisce di essere infettati dal È stato diffuso per far pensare che il gli stipendi delle alte cariche dello
2020 ma a Lampedusa nel 2013 e tutti i media ne hanno parlato virus virus fosse stato creato in laboratorio Stato a causa dell’emergenza

Per approfondimenti, vai alla sezione Fact-checking del Tavolo Piattaforme digitali e Big data – Emergenza Covid-19
10
Servizio economico-statistico
2 INFORMAZIONE E DISINFORMAZIONE ONLINE IN ITALIA
2.1 Informazione online prodotta in Italia

Totale notizie prodotte dalle fonti di informazione online nel giorno medio del mese

Nel primo trimestre 2020, cresce


complessivamente l’informazione
online prodotta da siti web, pagine e
account social di fonti informative

INFORMAZIONE ONLINE PRODOTTA

+8% MARZO 2020


rispetto a febbraio

Il tasso di crescita dell’informazione


online a marzo è più accentuato di
quello registrato a gennaio e febbraio
(+7% in ciascuno dei due mesi)

gen-19 feb-19 mar-19 apr-19 mag-19 giu-19 lug-19 ago-19 set-19 ott-19 nov-19 dic-19 gen-20 feb-20 mar-20

A gennaio, febbraio e marzo, valori


Totale informazione online Media sopra la media e superiori a quelli del
primo trimestre 2019

Vai alla sezione sul coronavirus


12
Servizio economico-statistico
2.2 Disinformazione online prodotta in Italia

Totale notizie prodotte dalle fonti di disinformazione online nel giorno medio del mese

Nel primo trimestre 2020, il totale


delle notizie prodotte da siti web,
pagine e account social di
disinformazione mostra un trend
crescente

DISINFORMAZIONE PRODOTTA

+5% MARZO 2020


rispetto a febbraio

La disinformazione online era in


aumento anche a gennaio (+6%) e
febbraio (+5%). Tuttavia, la
disinformazione online cresce meno
dell’informazione online

gen-19 feb-19 mar-19 apr-19 mag-19 giu-19 lug-19 ago-19 set-19 ott-19 nov-19 dic-19 gen-20 feb-20 mar-20
I valori dei primi mesi dell’anno sono
di poco superiori alla media, ma
Totale disinformazione online Media decisamente maggiori rispetto a quelli
del primo trimestre 2019

Vai alla sezione sul coronavirus


13
Servizio economico-statistico
2.3 Incidenza della disinformazione sulle notizie online

Notizie fake sul totale delle notizie online prodotte (% nel giorno medio del mese)

In ciascuno dei 3 mesi del 2020,


all’aumentare del numero complessivo
di notizie online prodotte, si riscontra
un lieve calo dell’incidenza della
disinformazione

INCIDENZA DISINFORMAZIONE
NEL GIORNO MEDIO

6,1%
MARZO 2020
del totale

5,8% 6,1% 6,5% 7,0% 6,5% 6,6% 7,2% 7,9% 6,4% 6,8% 6,4% 6,4% 6,3% 6,2% 6,1% Nel primo trimestre 2020, il peso della
gen-19 feb-19 mar-19 apr-19 mag-19 giu-19 lug-19 ago-19 set-19 ott-19 nov-19 dic-19 gen-20 feb-20 mar-20 disinformazione sul totale dei
contenuti pubblicati sul web assume
% disinformazione Totale notizie online
valori inferiori alla media dell’intero
periodo considerato (pari al 6,5%)

Vai alla sezione sul coronavirus


14
Servizio economico-statistico
 Nota metodologica

COMPOSIZIONE DEL DATABASE APPROFONDIMENTI

Per ulteriori approfondimenti e aggiornamenti sulle


Le informazioni riportate nel presente numero dell’Osservatorio, se non attività dell’Autorità in materia di disinformazione online
diversamente specificato, sono il risultato di elaborazioni svolte dall’Autorità su un riguardante l’emergenza epidemiologica, è possibile
database documentale costruito a partire dai dati estrapolati attraverso la consultare l’area dedicata al Tavolo piattaforme
piattaforma sviluppata da Volocom Technology. digitali e Big data – Emergenza Covid-19, nonché le
In particolare, è stato analizzato l’intero contenuto testuale di oltre 17 milioni di sezioni allo stesso correlate Covid-19 per gli utenti e
documenti generati in Italia (dal 1° gennaio 2019 al 22 marzo 2020) da più di 2.000 Fact-checking
fonti informative (canali televisivi e radiofonici nazionali, quotidiani, agenzie di Per una trattazione più dettagliata sugli aspetti
stampa, siti web di editori tradizionali, testate esclusivamente online, e relative metodologici, si rimanda al Rapporto Agcom (2018),
pagine e account di social network), e fonti di disinformazione (siti web e News vs. fake nel sistema dell’informazione
pagine/account social) individuate come tali da soggetti esterni specializzati in
attività di debunking. Il volume di disinformazione online prodotto in Italia è stato Per approfondimenti di carattere definitorio e tecnico in
quindi stimato con una metodologia di tipo soggettivo, ossia considerando il merito alla disinformazione online, si rinvia al Rapporto
numero complessivo di documenti generati quotidianamente dalle predette fonti di Agcom (2018), Le strategie di disinformazione online
disinformazione. e la filiera dei contenuti fake, realizzato nell’ambito del
Tavolo pluralismo e piattaforme online
Il database utilizzato si compone di tutti i documenti generati nell’arco di una
giornata da ciascuna fonte informativa e di disinformazione. Per documento si Per le linee di intervento intraprese e programmate
intende l’intero articolo, nel caso di quotidiani e siti web; la trascrizione di un dall’Autorità a tutela dell’informazione online, si
segmento di trasmissione (servizio), nel caso di Tv e radio; l’intero tweet/post, nel rimanda al documento redatto a chiusura
caso delle piattaforme online. dell’Indagine conoscitiva su piattaforme digitali e
sistema dell’informazione (2020)

www.agcom.it/osservatorio-sulla-disinformazione-online

15
Servizio economico-statistico
www.agcom.it

ses@agcom.it

SERVIZIO ECONOMICO STATISTICO