Sei sulla pagina 1di 8

L’ARTICOLO DI GIORNALE:TIPOLOGIE E STESURA

Tipologie di articoli:

articolo di cronaca

articolo d’opinione

articolo culturale

articolo specialistico.

ARTICOLO DI CRONACA

Argomenti attuali,recenti o accaduti nel periodo di tempo in cui viene pubblicato l’articolo.
Si distinguono diverse tipologie di cronaca:
CONTENUTI  politica (relativa ad eventi o dibattiti politici)
 giudiziaria (relativa a processi e indagini)
 nera (relativa a delitti o violenze )
 rosa (relativa a vicende sentimentali o gossip)
 bianca (relativa a tematiche di interesse generale)
 mondana (relativa ai personaggi famosi)
 locale (relativa alla vita cittadina)
TIPOLOGIA testo informativo

STRUTTURA  narrazione imparziale ed oggettiva( bastano un aggettivo, un avverbio,una


SINTATTICA E sottolineatura, una maggiore o minore evidenziazione di alcuni elementi per far
LESSICO trasparire la tua opinione sull’argomento).
 frasi brevi, con prevalenza della paratassi e frequente ellissi del verbo (frase
nominale)
 ordine regolare di posizione di soggetto,predicato,complementi
 prevalenza di verbi all’indicativo presente o passato prossimo e futuro
 termini oggettivi, spesso espressivi, a seconda del carattere dell’articolo
 lessico piano e stile semplice, diretto, comprensibile, senza passaggi ‘dotti’ che
possano impedire la comprensione
 titoli ad effetto per catturare l’attenzione del lettore*
STESURA Raccolta delle notizie

Giornalisti:
 istituzioni, forze dell’ordine, aziende, agenzie di stampa (in Italia l’ANSA).
Prova scolastica:
 testo di storia, documenti, ricerche (su enciclopedia, Internet), interviste e libri di
letteratura, storia, filosofia,economia, geografia, sociologia,ecc..

Preparazione della scaletta

 distingui tra informazioni principali e secondarie


 prepara due tipi diversi di scaletta: una relativa alla struttura dell’articolo, una relativa
alla trattazione vera e propria che rispetti l’ordine cronologico oppure l’ordine causa-
effetto.

Scaletta sulla base della struttura

Attacco o lead,sviluppo e conclusione o chiusura.

 rispetta le 5W +h sin dal leadwho(chi)what(cosa)where(dove)when (quando)why


(perché) +:how (come);
 puoi aggiungere riferimenti al background (sfondo), ovvero dati utili ma non
indispensabili alla comprensione della vicenda.
Scaletta sulla base degli argomenti

 distingui i fatti dalle opinioni


 presenta i fatti secondo la loro concatenazione logica
 articola la narrazione in paragrafi.

Puoi procedere in vario modo:

 evidenziando le parole e le frasi chiave dal materiale di documentazione


 costruendo una lista di punti chiave, da trattare come altrettanti titoletti dei paragrafi
del testo da preparare
 facendo una breve sintesi del materiale di documentazione e seguendo questa
traccia per sviluppare l’argomento

Presentazione delle opinioni

Le opinioni puoi inserirle all’interno dello svolgimento o alla fine,ma devi evidenziare che si
tratta di un commento riferendo il nome della persona che lo formula o il documento da cui
hai tratto i diversi punti di vista critici e di cui puoi riportare le citazioni, che porrai tra
virgolette.

Titolazione*

Revisione

Dopo la stesura del testo e della titolazione procedi alla correzione per controllare:

 gli errori ortografici;


 i tempi dei verbi:puoi scegliere il presente storico, presentando i fatti passati come se
avvenissero nel presente, oppure il passato prossimo;puoi fare ricorso anche al
futuro, in riferimento ad avvenimenti già avvenuti, ma successivi al momento in cui ci
si colloca idealmente.
 la completezza;
 la concatenazione logica tra le varie parti (temporale, causale,
consecutiva,avversativa).

*TITOLAZIONE

CONTENUTI Tutte le informazioni necessarie per illustrare l’argomento, esprimendo solo ciò che è
strettamente necessario in modo originale e attraente.

COMPOSIZIONE Titolo vero e proprio, spesso ad effetto, scritto con caratteri di dimensioni maggiori, che
riporta la notizia principale;

Occhiello, collocato sopra il titolo, in caratteri di dimensioni minori, che approfondisce


la notizia esposta nel titolo; può anche non comparire.

Catenaccio o sottotitolo, collocato sotto il titolo, anch’esso scritto in caratteri più


piccoli, che aggiunge ulteriori informazioni; può anche non comparire.

TIPOLOGIE IN  titoli freddi, puramente informativi


MERITO AL  titoli caldi, che suscitano sentimenti ed emozioni.
CONTENUTO  titoli caldi «gridati»,pensati cioè per fare sensazione
oppure
 titoli narrativi che raccontano in maniera breve il succo della storia(il titolo
include il verbo) Esempio: Celentano torna su Raiuno e sfida se stesso sugli
ascolti
 titoli iconici,che presuppongono certe conoscenze da parte dei riceventi.
Esempio: Orgoglio Milan
 titoli patemici,che suscitano gioia o dolore nel recipiente.
Esempio: L’ultimo addio a Giovanna
 titoli interpretativi,che aiutano il recipiente a capire il senso della notizia
comunicata.
Esempio: I nostri beni comuni che dobbiamo difendere
TIPOLOGIE IN  titolo costituito da due segmenti, separati da una virgola, da due punti o,
MERITO ALLA raramente, da un punto fermo, con il tema nominale al primo posto e il rema
STRUTTURA nominale o verbale al secondo
 .titolo formato da una frase nominale
 titolo formato da una frase verbale
 titolo contenente una battuta di discorso diretto, sempre più frequentemente
senza virgolette Esempio:Casini: Cattolici, basta buonismo
 titolo costituito da una frase semplice
 titolo costituito da una frase complessa.(titolo narrativo che necessariamente
richiede un verbo e nei quali l’articolo è raramente assente).
Esempio:Un mammifero su quattro rischia di sparire
STRUTTURA DEVI:
SINTATTICA
 essere sintetico, chiaro;
 usare i due punti per dividere le frasi;
 preferire la coordinazione;
 usare lo stile ellittico (frase nominale senza il verbo a volte sostituito dalla
punteggiatura, frase verbale priva di soggetto;assenza dell’articolo determinativo
e indeterminativo, omissione della preposizione nel complemento
indiretto).Esempi**
LESSICO DEVI:

 usare parole brevi e persino monosillabiche e termini significativi per il lettore;


 non ripeterti; usare informazioni essenziali;
 diffondere neologismi;
 utilizzare delle abbreviazioni;
 ispirarti anche alla struttura dei proverbi (Chi va piano è sempre in vacanza);
 ispirarti anche a titoli di libri o a fatti storici(Lettera a un bambino mai partorito
per Lettera a un bambino mai nato di Oria$na Fallaci);

 usare figure retoriche( Traffico, tolleranza zero).


ESPRESSIVITA’ I meccanismi grazie ai quali puoi ottenere una struttura maggiormente espressiva sono i
seguenti:

 titolo costituito con l’ordine degli elementi della frase marcato

 puoi marcare dal punto di vista sintattico grazie ad un ordine degli elementi
all’interno della frase diverso da quello canonico
Esempio: Università Bocconi, Osculati lascia ù

 puoi marcare anche una frase dalla struttura normale, costituita secondo lo
schema: soggetto (tema dato) –predicato (rema nuovo) – oggetto con una
virgola o dai due punti che vanno a sostituire il verbo.

 dislocazione a sinistra

 sposta un elemento della frase verso sinistra

Esempi: Francia, italiana trovata morta

Stazione Termini, 3 ragazzi gay picchiati nella notte di Halloween

Negli esempi nota l’ellissi della preposizione

 tema sospeso

 poni un tema e fallo seguire da una frase chiusa

Esempi: Dipinti: più ci si avvicina e più si scoprono i segreti

Televisione; tutti la guardano, pochi si fidano

**ESEMPI
Titoli con frasi nominali:
Bucarest, corteo di protesta davanti all’ambasciata italiana (ellissi del verbo sostituito
dalla punteggiatura)
Nuovi lavori a Malpensa niente auto agli arrivi (ellissi del verbo senza sostituzione)
Mio padre, persona perbene coraggiosa e timida (ellissi della copula essere)
Voto estero, risultato più incerto (ellissi del verbo copulativo)
Petrolio, corsa senza freni (ellissi del verbo sostituito da un nome)
Inflazione giù anche in ottobre (ellissi del verbo sostituito dall’avverbio giù)

Titoli con frasi senza articolo:


Scherzi, battute, isolamento (omissione dell’articolo in coppie ed elenchi)
Droghe, alcool e troppi suicidi (omissione dell’articolo in coppie ed elenchi)
Prezzi, ispezioni della Finanza Controlli su grano, pane e pasta(omissione dell’articolo
con i nomi che appartengono alla stessa categoria grammaticale)
Milano, giovane di colore ucciso a sprangate fermati i due aggressori: padre e figlio
(omissione dell’articolo con le coppie di SN dal significato collegato)
Scontro Usa-Cina sui diritti umani (omissione dell’articolo con due nomi con trattino )
Ghedaffi jr, crisi tra Libia e Svizzera(omissione dell’articolo nel SP contenente una
preposizione e due toponimi)
ma anche
Amichevoli le relazioni tra la Croazia e l’Italia (presenza dell’articolo nel SP contenente
una preposizione e due toponimi)
Kentucky, strage in fabbrica uccide 5 colleghi e si ammazza (omissione dell’articolo
con i numerali se si tratta di un sottoinsieme di un insieme)
Faceva violentare i due figli durante riti esoterici (presenza dell’articolo con i numerali
se si tratta di un insieme)
Calabria in fiamme, roghi in tutta Italia (omissione dell’articolo con il quantificatore
tutto+ il toponimo)
ma anche
Ecomaratona, tutta l’Italia di corsa per salvare le coste dal degrado (presenza
dell’articolo con il quantificatore tutto+ il toponimo)
Il Bangladesh devastato dal ciclone (presenza dell’articolo davanti un toponimo con
funzione di soggetto)
ma anche
Bangladesh devastato dal ciclone(omissione dell’articolo davanti un toponimo con
funzione di soggetto)

Titoli con frasi con toponimi senza la preposizione


Danimarca, ecco la fabbrica dei papà perfetti (omissione della preposizione con i nomi
di Stato,dislocati a sinistra, con la funzione di complemento di luogo.)
Sicilia, via ai ballottaggi urne aperte in 26 comuni (omissione della preposizione con i
nomi di isole,dislocati a sinistra, con la funzione di complemento di luogo.)
Maldive, sette arresti per l’attentato Tutti fuori pericolo i 12 turisti feriti (omissione della
preposizione con i nomi di isole,dislocati a sinistra, con la funzione di complemento di
luogo.)
In questo caso si rileva un’eccezione poiché la regola vuole che i nomi di arcipelaghi
siano accompagnati dall’articolo)
Veneto, ubriaco alla guida (omissione della preposizione con i nomi di regione,dislocati
a sinistra, con la funzione di complemento di luogo)
Europa, la cortina di ferro va in soffitta (omissione della preposizione con i nomi di
continente,dislocati a sinistra, con la funzione di complemento di luogo)
Quando il toponimo funge da soggetto o complemento oggetto e la frase è completa,
cioè contiene il predicato, l’articolo è presente
Esempio: La Germania accelera, bilancio pubblico in attivo
ma anche
Germania, bilancio pubblico in attivo

Titoli con frasi con altri nomi accompagnati da preposizioni


 la preposizione di è articolata nel complemento di specificazione
Esempio: Aziende, il Lazio corre più dell’Italia
 la preposizione in non è articolata sia per il femminile che per il maschile
Esempio : Molti ispanici tornano in Messico
 tutte le altre preposizioni diverse da in e di sono articolate
Esempi:L’Europa scivola verso il disastro con l’Iran
Svolta dagli USA, piccole e sobrie anche per Sarkozy
Nessuno prova contro l’Iran
Traffico di farmaci con l’Egitto: denunciati 3 medici
Prodi sull’Iran: “il dialogo è unico strumento”
Quei treni bloccati per la Germania
Democrazia: non fa per l’Africa e l’Asia

Titoli con frasi con un toponimo al plurale:gli USA


I toponimi nella forma plurale richiedono sempre l’articolo,soprattutto nella funzione di
soggetto
Esempio: La Rice: gli Usa pronti a rivedere
Si può usare anche la preposizione in,articolata e non,quando il toponimo al plurale
costituisce un complemento di luogo,oppure ometterla secondo la regola generale
Esempi: In USA «controesodo» verso il Messico
Al Qaeda prepara negli Usa un attentato peggiore dell’11/9"
Usa, trovati i cataloghi d’arte di Adolf Hitler
Eccezione
Il nome USA con funzione attributiva non richiede l’uso della preposizione di
Esempio: Bagdad, cinque soldati Usa (degli USA=americani)uccisi in un attentato
suicida

Titoli con frasi con nomi denominanti squadre


Con i toponimi indicanti il nome di squadre sportive l’uso dell’articolo è variabile.
Esempi: Il Palermo gioca per lo 0-0
Firenze sogna, Prandelli frena

Titoli con frasi con nomi di popoli


Il nome di un popolo solitamente contiene l’articolo.
Esempio:L’Italia che non ama i rom
A tavola con la crisi economica e gli italiani riscoprono la pasta
Si riscontrano numerosi casi in cui i titoli contengono il nome di un popolo non
preceduto dall’articolo ( in particolare nella funzione di soggetto).
Esempio: Italiani all’estero: il voto ancora per corrispondenza

Nomi di popoli e la preposizione contro


Il nome di un popolo unito alla preposizione contro viene quasi sempre introdotto
dall’articolo.
Esempio:Squadristi contro i romeni
Attentato contro i canadesi

Titoli con frasi con sigle


Le sigle,considerate come nomi propri, richiedono l’articolo.
Esempi: Il Dna accusa Amanda e Raffaele
La Rai snobba i bambini

Sigle nella posizione del soggetto nella prima parte del titolo
Le sigle nel tema del titolo che hanno la funzione di soggetto sono prive dell’articolo.
Esempi: G8, stop all’inchiesta parlamentare
Ogm, polemiche a Parma
Unicef, un’orchidea per l’Africa da mille piazze ai campi di A e B

Titoli con frasi con i titoli Dalai Lama e Papa


Il Dalai Lama e il Papa sono i due titoli più frequenti riportati nei titoli dei giornali.
Essendo questi dei nomi propri unici richiedono l’articolo determinativo. Tuttavia,anche
questa regola è passata in seconda linea a causa del bisogno di sinteticità che
caratterizza i titoli dei giornali,anche se gli esempi sono rari.
Esempi:Terrorismo, la Cina attacca il Dalai Lama
Il Papa a favore dei trapianti
Dalai Lama in Francia, lo accoglierà la Bruni
Papa in Australia per incontrare i giovani

ARTICOLO D'OPINIONE
Non contiene soltanto informazioni e non si riferisce necessariamente a eventi attuali,
ma consente all’autore di esprimere la propria opinione personale relativamente alla
CONTENUTI tematica affrontata.

COLLOCAZIONE In prima pagina in veste di editoriale (commento ad una notizia di rilievo) oppure
di corsivo (scritto in caratteri corsivi, di tono ironico o sarcastico).

TIPOLOGIA Testo argomentativo

STRUTTURA I periodi risultano più articolati e la regola delle 5W + 1H non viene sempre rispettata;.
SINTATTICA ogni paragrafo corrisponde ad un’argomentazione

LESSICO Il lessico risulta più vario e viene adattato ai contenuti, mentre prevalgono i titoli ad
effetto per catturare l’attenzione del lettore.

STESURA Dopo aver riportato la notizia di partenza, il candidato procede a una rapida analisi
dell’evento e poi giunge ad una riflessione più generale, esprimendo la propria opinione
tramite varie argomentazioni e una conclusione efficace.

ARTICOLO CULTURALE

Argomenti culturali, in riferimento a dibattiti in corso o proposti per la prima volta, su


argomenti di area umanistica (storia, filosofia, arte, letterature) o di area scientifica
CONTENUTI (tecnologia, informatica ecc.).

COLLOCAZIONE Spazi o rubriche specifiche in riviste specializzate. Nel passato gli argomenti culturali
venivano trattati nella terza pagina, per questo la parte del giornale che se ne occupa
viene detta «Terza pagina» o anche «elzeviro»

TIPOLOGIA Testo informativo quanto argomentativo

STRUTTURA Non segue la regola delle 5W+ 1H; periodare complesso in cui prevale l’ipotassi
SINTATTICA

LESSICO Lessico specifico e ricercato

STESURA Informare su una particolare questione culturale e, al tempo stesso, esprimere


un’opinione personale a riguardo

ARTICOLO SPECIALISTICO
Contenuto tecnico, relativo ad una disciplina particolare (biologia, motori,
economia ecc.) oppure ad una tematica specifica (moda, sport ecc.).
CONTENUTI

COLLOCAZIONE Spazi o rubriche specifiche in riviste specializzate

TIPOLOGIA Testo informativo, con inserimento di piccole valutazioni personali.

STRUTTURA Segue la regola delle 5W+ 1H(se argomenti d’attualità); periodare tanto
SINTATTICA semplice quanto complesso in cui prevale l’ipotassi

LESSICO Lessico specifico e presenta qualche tecnicismo, puntualmente chiarito con


note e spiegazioni

STESURA notizia di partenza;

analisi dell’evento;

riflessioni tramite varie argomentazioni;

conclusione efficace.