Sei sulla pagina 1di 3

SCHEDA DI RILEVAZIONE PER L’ATTIVITÀ DIDATTICA DI

DIRITTO DELLE IMPRESE IN CRISI

Anno accademico 2018/19

Docente
Laurea Magistrale in Management, imprenditorialità e
Corso di Studi innovazione –

Profilo (Indirizzo) Dottori commercialisti


Insegnamento Diritto delle imprese in crisi
Subject
CFU 09

Obiettivi formativi e loro coerenza con gli obiettivi del corso di studio

Coerentemente con l'obiettivo generale del Corso di Studi, il corso si propone di offrire
agli studenti la possibilità di analizzare ed apprendere le regole di funzionamento dei
principi generali della crisi di impresa e delle procedure concorsuali.

Obiettivo dell’insegnamento è quello di fornire agli studenti gli strumenti attraverso i


quali comprendere gli istituti offerti dal legislatore attualmente in vigore, nonché di
esaminare le eventuali modifiche che potranno essere apportate nel complessivo
impianto normativo.

Durante l’insegnamento si farà costante richiamo agli interventi della giurisprudenza di


merito e di legittimità per fornire agli studenti un riscontro applicativo concreto dei
singoli istituti, anche al fine di individuare eventuali criticità. Durante il corso verrà fatto
riferimento anche al generale diritto di impresa per comprendere gli elementi specifici
dell’insegnamento, valorizzando la connessione della materia con altre discipline ad
essa complementari.

Si prevede di coinvolgere nelle lezioni esperti nel settore del diritto delle imprese in crisi
al fine di illustrare concretamente agli studenti i possibili risvolti pratici delle disposizioni
di legge esaminate durante del corso e per fornire le nozioni indispensabili per risolvere
questioni concrete che potranno porsi all’attenzione degli studenti nel percorso
lavorativo. L’insegnamento è, infatti, prioritariamente finalizzato alla formazione di
soggetti interessati ad operare quali dottori commercialisti e consulenti di imprese ed
istituzioni.
Al termine dell’insegnamento, coerentemente con l'obiettivo generale del Corso di
Studio, gli studenti dovranno dimostrare di possedere le seguenti capacità:
 Conoscenza e capacità di comprensione - gli studenti devono dimostrare di conoscere
i principi generali della materia, le nozioni essenziali relative alle procedure concorsuali
e alle soluzioni negoziate della crisi di impresa;
 Capacità di applicare conoscenza e comprensione - gli studenti devono essere in
grado di rielaborare gli argomenti trattati durante l’insegnamento, in modo da applicare
le conoscenze acquisite per individuare le possibili soluzioni ai problemi emergenti dalla
rapida evoluzione normativa della materia trattata;
 Autonomia di giudizio – gli studenti devono essere in grado di raccogliere i dati
rilevanti osservando i casi concreti, al fine di integrare le conoscenze acquisite e
formulare giudizi;
 Abilità comunicative – gli studenti devono esporre in modo chiaro le nozioni apprese;
 Capacità di apprendimento - gli studenti devono dimostrare di avere sviluppato
capacità di apprendimento tale da consentire loro di aggiornarsi con continuità
attraverso lo studio degli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali.

Programma/contenuti del corso

Le procedure concorsuali. La crisi dell’impresa commerciale.


I presupposti del fallimento, la dichiarazione di fallimento, gli organi preposti al
fallimento, gli effetti del fallimento, l’esercizio provvisorio dell’impresa, l’affitto di
azienda, l’accertamento del passivo e dei diritti reali mobiliari dei terzi, la liquidazione e
la ripartizione dell’attivo, il concordato fallimentare.

Il concordato preventivo.

La liquidazione coatta amministrativa.

L’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza.

Le procedure concorsuali dei debitori non fallibili.

La disciplina del sovraindebitamento.

Dissesto degli enti pubblici.

“Bail in”.

Bibliografia/testi di riferimento

G.F. CAMPOBASSO, Diritto Commerciale, vol. III, Contratti, titoli di Credito, procedure
concorsuali, a cura di M. Campobasso, Utet, Torino, ult. ed., limitatamente alle parti in
programma.

Prerequisiti

Le materie propedeutiche sono Diritto Privato e Diritto Commerciale.

Metodi didattici

Il corso è articolato con lezioni frontali ed, eventualmente, attività seminariali.

Lingua
Italiano
Modalità di verifica

Ogni studente deve superare una prova orale.


L'esame sarà volto a verificare le conoscenze sia degli argomenti contenuti nel
programma, sia di quelli trattati nelle lezioni tenute dal docente.
Il voto è calcolato in trentesimi.
Altre informazioni

Studenti con disabilità o studenti con DSA


Gli studenti con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), accreditati
presso il Centro servizi per studenti disabili e studenti con DSA, possono rivolgersi
direttamente al docente, o tramite il referente di Dipartimento per la disabilità/DSA, per
concordare, sentito il Centro servizi, le modalità di svolgimento delle prove intermedie,
degli esami, adottando le eventuali misure dispensative o l’uso di strumenti
compensativi previsti dalla normativa vigente e dalle apposite Linee guida dell’Ateneo.