Sei sulla pagina 1di 1

Circoscritto progetto ricerca, piano di sviluppo, metodologia, bibliografia, fonti archivistiche e

documentarie 10000 caratteri spazi inclusi

TITOLO DEL PROGETTO DI RICERCA

Il Molise nel secondo dopoguerra: dal “caso anomalo” alle politiche democristiane di Giacomo Sedati per lo
sviluppo agricolo

LINEA DEL BANDO A CUI VIENE RIFERITO IL PROGETTO DI RICERCA

“I Partiti politici nel Molise del secondo Dopoguerra”, codice bando IR_01_2018

OBIETTIVI DEL PROGETTO DI RICERCA

Giacomo Sedati, parlamentare nativo di Riccia, che, mantenendo il suo tratto


umano e vicino ai bisogni dei cittadini, è stato, nel corso di una lunga e variegata
carriera, un coraggioso ed attento politico e un avveduto e lungimirante uomo
delle istituzioni.
Anche il modo di fare politica di Giacomo Sedati, improntato sui contenuti e
sfuggente rispetto alle sterili e vuote polemiche, può essere un monito a tutti i
competitori nella campagna elettorale che sta per iniziare, ad occuparsi delle
cose concrete che servono realmente ai molisani, per dare loro risposte ai
bisogni e creare le speranze per un futuro migliore
Sobrietà e onestà: sono le qualità che hanno caratterizzato tutta la vita dell'onorevole Giacomo
Sedati". A dirlo è Massimiliano Marzillo, studioso che ha 'scavato' nel passato del
parlamentare della Dc prima di dare alle stampe il libro 'Giacomo Sedati, il Ministro della
ricostruzione', presentato a Campobasso. Ininterrottamente in Parlamento dal 1948 al 1984,
anno della sua improvvisa scomparsa, ministro dell'Agricoltura, Sottosegretario, alto
Commissario governativo per il Vajont, attento osservatore delle politiche di sviluppo europee
e meridionali. La sua figura, però, è segnata dal principale nemico della memoria. Sedati è
ancora ricordato nei territori del Vajont, Veneto e Friuli, dove arrivò nei giorni immediatamente
successivi alla tragedia in qualità di alto Commissario governativo, un po' meno nel 'suo'
Molise. "Questo è un paradosso - commenta Marzillo - presentare oggi il libro a Campobasso,
a cinque anni dalla sua uscita, la dice lunga. Sedati in alcune zone del Molise è stato
dimenticato".
PRESUPPOSTI SCIENTIFICI E RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

STRUTTURA E STRUMENTAZIONE DISPONIBILE

Accesso agli atti presso l’Archivio di Stato di Campobasso ed altre banchi dati storiografiche come
l’archivio personale di Giacomo Sedati custodito e curato dall’Istituto Luigi
Sturzo di Roma, ricerca on line, confronto con ricercatori.