Sei sulla pagina 1di 22

Personaggi:

Arise of Thyphoon

di

Emanuele Nicolosi

Caterina Revassi: la protagonista, una giovane ragazza di 19 anni, figlia dello scienziato veneto, Giancarlo Revassi e di una Biologa marina veneta, ovvero, Stefania Marzelli

diventa una pilota di Aereomobili marini, venendo infettata e contaminata dalle "Cellule meriniche"

e instaurando un legame diretto con il "Tifone" e per questo inquadrata nelle "Forze Aereomarine

veneziane" Giancarlo Revassi: il padre di Caterina Revassi, un celebre, famoso e importante scienziato veneto, divenuto uno scienziato di fama internazionale, per i suoi studi e ricerche riguardanti le "Cellule meriniche", misteriose cellule senzienti, un evoluzione e sbalzo evolutivo delle cellule biologiche e bio-organiche, uno scienziato teorico del "Aereomobile Marino", come del "Tifone" Luigi Bai Ron: uno scienziato Sino-Veneziano, un caro amico di Giancarlo Revassi, lavora al "Progetto Tifone" e ai programmi di ricerca Sino-Veneziani sulle cellule meriniche e l'Aereomobile Marino Carlo Zhu: il ragazzo di Caterina Revassi, un Sino-Veneziano, un ragazzo adolescente mezzo cinese e mezzo veneziano, vive nella Chinatown, si innamora di Caterina Revassi Lola Galvez: una giovane donna messicana, di origini e discendente Azteche, fa parte di una setta Azteca, che venera gli antichi dei Aztechi, ovvero, "l'Ordine di Xibalba", un organizzazione paramilitare, che fa parte del Esercito Messicano, alleato del "Unione Ispanica" e che controlla un intero gruppo di Aereomobili marini messicani, il cui motore merinico e composto dalle cellule di una misteriosa creatura ed entità aliena, chiamata "Atlacamani" dagli Aztechi, ovvero, una misteriosa creatura aliena acquatica e marina, che vive nascosta nelle profondità del Golfo del Messico e venerato come una creatura sacra dai popoli Maya e Aztechi del Messico, l'Atlacamani e una specie di "Tifone" messicano, una versione azteca o Maya del "Tifone"

Antagonisti:

Konrad von Kretzen: un comandante militare austriaco-asburgico senza scrupoli, l'antagonista principale, il comandante di una divisione militare d'Elite del Esercito Imperiale Asburgico d'oriente, ovvero, la "Divisione Jǫtunheimr", una divisione speciale del esercito Austriaco, che si occupa del monitoraggio militare delle minacce non-umane o extraumane al Impero Austriaco, tale divisione controlla le ricerche e attività "Top Segret" o "Classificate" del Impero Austriaco, controllando armamenti alieni e tecnologie aliene, Konrad e noto per essere un generale spietato e crudele e senza scrupoli. Wilhelm Bretzfeld: un principe e comandante militare austriaco, il capo della EW – Edler Watch, la polizia segreta e "Gendarmeria sociale" del Impero Austriaco, noto per essere un comandate spietato, crudele e senza scrupoli, pronto a tutto, pur di difendere la monarchia e il potere degli aristocratici, anche causare millioni di morti, la EW detiene il controllo anche dei "campi di prigionia" e dei campi di lavoro del impero Austriaco

Jag'Natha: un misterioso capo supremo alieno, il comandante supremo del "Orda Scillaica" o

"Marea dei Scilla", composta da una misteriosa razza aliena ostile, gli "Scilla" o "Skylla", che hanno ottenuto la capacità di viaggiare nel multiverso e di spostarsi attraverso i mondi, gli universi

e

le dimensioni, ma di viaggiare e spostarsi anche nello spazio e nel tempo, nelle varie "Timelines"

o

"Linee temporali" della Terra e dei pianeti del sistema solare e di tutta la Via Lattea, gli Scilla,

hanno una civiltà evoluta e avanzata, aldilà di ogni immaginazione e concezione mentale

Megh'netra: il capo supremo dei Kjahera, una fazione ribelle, rinnegata e conservatrice dei

Kruatha, che viveva nel universo base dei fatti di "Tifone" e "Project Thyphoon", ma che poi, lasciò

e abbandonò quel universo e linea temporale, trasferendosi nella linea temporale dei fatti di "Arise

of Thyphoon"

inizialmente, Megh'netra e un antagonista, ma poi, di fronte alla più grande e maggiore minaccia del "Orda di Scilla", mette da parte i conflitti e rivalità con la Terra e la razza umana, alleandosi con il genere umano, di fronte alla minaccia e pericolo comune del "Orda di Scilla"

i Kjahera, sono una civiltà aliena evoluta e avanzata, progredità aldilà di ogni immaginazione e

concezione mentale, anche a livello scientifico e tecnologico, una civiltà che ha ottenuto la capacità

di viaggiare nel Multiverso, la capacità di viaggiare, muoversi e spostarsi tra mondi, universi e

dimensioni parallele, di viaggiare anche nel tempo e nello spazio, di viaggiare attraverso le varie "Timelines" o "Linee temporali" della Terra, dei pianeti del sistema solare, che di tutta la Via

Lattea

Sinossi:

Nell'1290, Marco Polo riesce a scampare all'agguato navale da parte dei Genovesi e riesce a tornare

a Venezia

Tornato a Venezia, ed ancora abbagliato dallo splendore d'Oriente, Marco Polo tenta di fare le cose

in grande: cerca di convincere i piani alti di San Marco ad intraprendere rapporti stabili con la Cina,

assicurando che Venezia diventerebbe decine di volte più ricca di ogni singola nazione in Europa, così ricca che Genova apparirebbe una repubblica di straccioni in confronto allo stato lagunare. Al solo pensiero di una vittoria su Genova e di una prospettiva di arricchimento per Venezia, il Doge veneziano prepara una grande spedizione, assicurando a Polo grandi privilegi nel caso questa andasse a buon fine. Nonostante l'opposizione di varie famiglie dell'oligarchia veneta, terrorizzate al pensiero che Polo possa ottenere del potere, si dirige verso la Cina una carovana di 500 individui, tra cui anche rappresentanti del governo lagunare veneto.

La Serenissima di Venezia si allea sia con la Cina degli Yuan che con l'Impero Mongolo, le truppe veneziane aiutano i Mongoli contro i loro nemici, sia nell'campo terrestre, che nell'campo navale, i veneziani forniscono tecnologie belliche e navali ai Mongoli e ai cinesi

Questi avvisa i veneziani dei recenti avvenimenti, e le possibilità di un accordo commerciale o di rapporti politici sembrano venir meno, dato l'interrompersi del dominio diretto mongolo sulla Via della Seta. Ma il Khan, memore dell'affetto di suo nonno per Marco Polo, decide di tentare e stabilisce dei legami con Venezia. Da quel momento, i mongoli Yuan con le loro navi arriveranno sino al Mar Rosso e raggiungeranno Cipro e Venezia con altre navi dopo aver attraversato il Sinai

Venezia, capita la rotta, fonderà vari centri in Egitto, assicurando al regnante locale una percentuale dei profitti, e si spingerà sino all'Oceano Indiano, anticipando l'era delle esplorazioni, così l'epoca delle Esplorazioni inizia prima, già nell'XIV°secolo

In Cina la classe mercantile, disprezzata dalle èlite confuciane, diventa enormemente più importante

anche grazie all' influenza del pensiero veneziano

intanto, i Mongoli conquistano il medio Oriente e iniziano ad espandersi in Africa, a partire

dall'Egitto,

in Cina, avviene una rivoluzione Industriale, che rende la Cina una potenza mondiale già nell'XV°

secolo, ha inizio la "epoca cinese delle esplorazioni" con Zheng He che diventa un esploratore pari

a Cristoforo Colombo o ad Amerigo Vespucci, le esplorazioni cinesi scoprono e mappano l'AFrica e le Americhe, grazie alle tecnologie navali veneziane, la Cina diventa una potenza navale,

Venezia diventa una grande potenza commerciale, stabilendo il monopolio su tutto ciò che viene dall'estremo Oriente, conquistando anche un impero coloniale composto da Ceylon, Maldive, Andamane ed Indonesia occidentale. Un secolo dopo, il grande navigatore Zheng He giungerà a circumnavigare l'Africa, entrare nello stretto di Gibilterra e stabilire rapporti con tutte le grandi potenze europee, che nel frattempo si sono date da fare circumnavigando l'Africa nel senso opposto, Portogallo in testa.

Un altro secolo dopo, i vari signori italiani faranno a gara per assicurarsi, oltre alle prestazioni degli artisti più quotati, anche un pezzo d'Oriente in casa, ed il Rinascimento vede i vari intellettuali conciliare il pensiero classico con quello orientale, gli scultori dare il volto di bellezze orientali a statue ispirate al mondo greco e romano. La Cina invece vedrà la classe mercantile fondersi con il ceto dei mandarini in modo simile a quanto accaduto ai mercanti di Firenze con la vecchia nobiltà, con la differenza che la loro carica la otterranno per concorso, impiegando poi le ricchezze ottenute coi commerci nell' amministrazione delle città.

Ma le repubbliche marinare italiane dell'Tirreno decidono di orientarsi verso l'Africa e le americhe invece che verso l'Asia, cosa che fa Pisa,

nell'1420, inizia l'epoca cinese delle esplorazioni, la Cina scopre: Antartide, Australia, Nuova

Zelanda, Nord America, Sudamerica, isole e atolli dell'Pacifico e dell'Oceania, e anche il passaggio

a Nord-Est, circumnavigando la Groenlandia e scoprendo il Polo Nord e il Polo Sud, circumnavigando il mondo prima di Federico Magellano,

nell'1435, una Delegazione cinese giunse in Italia, aprendo ambasciate cinesi a Firenze e a Roma, lo stato pontificio aprì rapporti diplomatici con la cina Yuan.

nell'1450, la Cina Yuan instaura degli empori commerciali a Firenze, dove si instaura una comunità cinese e Mongola, nell'XV°secolo, Firenze e una città cosmopolita e multietnica,

negli stessi anni, avviene l'ascesa dell'"Impero Timuride" retto e guidato dall'condottiero Tamerlano che decide di rifondare l'impero Mongolo di gengis Khan, Timur invade l'India, conquista tutta l'Asia centrale e il Medio Oriente e assedia Costantinopoli e la conquista nell'1402, mettendo fine all'impero Bizantino, i Timuridi iniziano ad espandersi nei Balcani

nell'1500, Venezia controlla la Costa della Dalmazia, l'Albania e la Grecia e numerose isole greche, diventando la principale potenza dell'meditteraneo assieme a Spagna, Francia e Impero Ottomano,

si forma una "Federazione dei Khanati mongoli" in Asia, un crogiolo di stati, nazioni e repubbliche Mongole o Mongoliche, ricche, prospere e potenti,

i Balcani e l'Europa dell'Est diventano un crogiolo di culture Arabe, Mongole, Altaiche, Slave ed

Elleniche,

nell'1492, Cristoforo colombo conduce una missione navale congiunta Ispano-Genovese, che scopre le americhe

la Repubblica di Genova si allea con l'Impero Spagnolo e l'Impero Asburgico, mentre Venezia si

ritrova accerchiata da vicini aggressivi e Bellicosi, anche dallo Stato Pontificio che si è schierato con Spagna e Austria, facenti parte dell'"Blocco Asburgico"

la "Guerra di Cambrai" dell'1511, diventa una guerra tra Oriente e Occidente, con Cina, India, Persia e Khanati mongoli che si alleano con Venezia e Ancona, con soldati Cinesi e Mongoli che combattono all'fianco dei veneziani contro Francesi, Spagnoli e Genovesi e Piemontesi e Lombardi.

il NordAmerica viene spartito tra Cina, Giappone, Mongolia e Manciuria, i popoli nativi americani

si alleano con gli Estremo-Orientali, da occidente, le coste NordAmerica sono colonizzate da Irlandesi, Gallesi, Scozzesi e Bretoni, che si alleano con le popolazioni native e la "Federazione

Irochese" aiutandoli contro i colonialisti Inglesi e Francesi,

mentre il Portogallo si allea con il "Impero dell'Congo" e il "Impero di Monopotama" diventando la principale potenza "Africana" d'Europa assieme alla repubblica Pisana,

intanto, Genova diventa ricca e potente, recuperando terreno contro Venezia facendo affari d'oro con l'oro delle Americhe, ottenendolo da Aztechi e Maya, che hanno ricevuto tecnologie e conoscenze dai genovesi, si formano tensioni tra Genova e l'Impero Spagnolo, ma stavolta Maya e Aztechi sono più preparati, e riescono a sconfiggere e sbaragliare gli Spagnoli, in minoranza numerica

nell'1600, la Francia invade e conquista la Repubblica di Genova, ma la Repubblica Genovese, riottiene l'indipendenza nel 1715, con la "Guerra d'indipendenza Genovese", che porta alla formazione della "Repubblica Genovese" o "Repubblica Ligure"

-

in questa Ucronia, Marco Polo e scampato al agguato navale da parte dei genovesi nel 1271, riuscendo a ritornare sano e salvo a Venezia e riuscendo a instaurare forti rapporti e legami tra l'Impero Veneziano e la Cina, portando alla creazione di un alleanza Sino-Veneta, un alleanza di ferro, dopo che la Cina imperiale, si è aperta ai commerci con l'impero veneziano, con quest'ultimo che è diventato un intermediario e interlocutore privilegiato della Cina in Europa, una “Porta della Cina” nel territorio Europeo, rendendo l'impero Veneziano una delle maggiori potenze mercantili della “Via della Seta” assieme alla Cina imperiale, si crea così un alleanza di ferro tra la Repubblica veneziana e la Cina, che crea un sincretismo culturale Veneto, cinese e asiatico, l'impero veneziano diventa una potenza economica, scientifica e tecnologica, affermandosi come una delle maggiori potenze del continente Europeo, una potenza integrata nella “Via della Seta”, cosa che rende l'impero veneziano, una potenza al avanguardia scientifica e tecnologica, con la creazione di vere e proprie “Silicon valleys” nel Veneto, mentre l'Europa e l'occidente, si sono fortemente asianizzate ed orientalizzate

Venezia si è orientata sul Asia e l'Oriente e sulla “Via della Seta” e il continente asiatico, ma anche sul Eurasia e i paesi afro-asiatici

Pisa e la repubblica marinara Pisana, si è orientata sul Africa, siglando un alleanza di ferro tra la Repubblica Pisana e l'Impero del Mali, con capitale a Timbuktù, alleanza siglata nel XV°secolo

Amalfi e la Repubblica marinara Amalfitana, si è orientata sul mondo arabo-Islamico e i paesi Meditteranei

Ancona e la Repubblica marinara Anconetana, si è orientata sui Balcanik, l'Europa del Est, l'Eurasia

e la massa Euroasiatica

Genova e orientata sulle Americhe e il continente americano, sia il NordAmerica, che il Sudamerica, anche se ha una larga presenza anche nel “Area Levantina” o “Levante” o “Terre Levantine” (Medio Oriente, Anatolia, Balcani, coste del Mar Nero)

in questa Timeline, Venezia ha forti legami e rapporti con l'Asia e i paesi asiatici, sopratutto con Cina, India e Russia e le “Terre Levantine”, questa e una venezia che fonde assieme architettura Romanica, Cinese, Indiana e Balcanica

--

Venezia ha instaurato forti e massicci rapporti con imperi e regni Asiatici, sopratutto con Cina e India, l'Italia si divide in Venezia e Ancona asianizzate e Pisa e Amalfi filo-Arabe e filo-AFricane

mentre Genova stringe alleanza con le civiltà Mesoamericane per via delle esplorazioni di Cristoforo Colombo

Pisa ha instaurato forti e massicci rapporti con imperi e regni africani, esploratori pisani, versioni pisane di Marco Polo, sono giunte a Timbuctù raccontando della vastità e grandezza dei regni e imperi africani

Impero Veneziano

Impero Amalfitano

Repubblica di Genova

Repubblica Pisana

Repubblica Livornese

Repubblica Triestina

Repubblica Anconetana

Libera Repubblica marinara di Spalato

le nazioni più potenti della penisola italiana sono due: l'Impero Veneziano e il "Regno della Grande Partenopea, chiamato anche "Regno del Sud Italia"

viene creata la URI o "Unione delle Repubbliche Italiche", una alleanza delle Repubbliche Marinare italiane, creato allo scopo di formare un blocco politico ed economico degli stati e repubbliche indipendenti e sovrane della Penisola italiana

In questa "Timeline", le maggiori potenze Europee non sono Inghilterra e Francia, nemmeno la Germania, ma sono la Spagna e l'Austria

qui, Francia e Inghilterra, sono stati e paesi poveri, arretrati e rurali, paesi irrilevanti e di secondo piano

in questa Ucronia, il modello coloniale spagnolo, non si è basato su guerre d'aggresione, saccheggi o dominio assoluto, ma su un modello, simile o ricalcante quello inglese-anglosassone, un "Commonwealth" in versione ispanica, un modello basato su una versione Spagnola o ispanica dei "Dominion" inglesi, ovvero, evitando lo sterminio o genocidio delle popolazioni locali, per esempio, in Messico, Aztechi e Maya, non sono stati sterminati definitivamente, con gli spagnoli, che tengono sotto controllo Messico e Perù, cercando di cooperare con le autorità locali e native, come fecero gli Inglesi in India, con il British Raj o India Anglo-Britannica, l'impero coloniale spagnolo, non diventa un impero centralizzato, ma un impero autonomista, che concede larghe autonomie e poteri locali alle sue colonie, come fece l'impero coloniale inglese nel XIX°secolo

l'impero coloniale Spagnolo, conquista l'India, invece del "British Raj" o Impero anglo-Indiano, c'e

il "Reino hispano-indio" (regno Ispanico-Indiano" in Spagnolo), chiamato anche "Imperio de la

Gran India " (Impero della Grande India in spagnolo), o "Reino Indio" ("regno Indiano" in Spagnolo) o "Impero della Grande India Occidentale", un Impero Ispano-indiano, dove regna un

sincretismo culturale tra cultura Spagnola-Ispanica e cultura Indiana o Hindi.

Mentre l'Australia e la Nuova Zelanda, e la Malesia, il Canada e i paesi anglosassoni o del COmmonwealth della nostra "Timeline"; sono stati tutti conquistati o colonizzati dalla Spagna, invece che dal Inghilterra

In questa Ucronia, il ramo spagnolo degli Asburgo, gli Asburgo spagnoli non si sono estinti o decaduti nel XVIII°secolo e i Borboni non hanno mai preso il potere o il sopravvento sulla Spagna, con la monarchia spagnola, restata saldamente nelle mani degli Asburgo, ma l'Impero Asburgico, che ha ottenuto nei secoli precedenti, il controllo ed egemonia del continente Europeo, si spacca e divide in due imperi, per via dello "Scisma Asburgico", avvenuto nel 1751, causando la divisione del Impero Asburgico in due imperi:

Impero Asburgico d'occidente: che sarebbe l'impero coloniale Spagnolo, che in questa "Timeline";

si è allargato ed esteso, tra Americhe, Africa e porzioni di Asia e Oceania, creando una specie di

"Commonwealth" spagnolo o "Commonwealth" ispanico, ovvero, l'Unione Ispanica, qui, nel XIX°secolo, la maggiore potenza coloniale Europea, non è l'Inghilterra, ma la Spagna, che ha creato un vasto e immenso impero coloniale d'oltremare Impero Asburgico d'Oriente: che sarebbe il Sacro Romano impero e l'impero Austriaco e poi Austro-Ungarico, che qui controlla tutta la "Mitteleuropa" e larghe porzioni di Europa del Est e Balcani e tutta la Germania, ma anche tutta l'Olanda, i paesi bassi e l'area Benelux

nel 1790, avviene a Madrid, la "Rivoluzione Spagnola", contro lo strapotere della monarchia assoluta Spagnola degli Asburgo d'occidente, che devono scappare dalla Spagna, per rifugiarsi nella "Nuova Castiglia", ovvero, il NordAmerica, gli Stati uniti d'america della nostra "Timeline", cosa che causa una marea rivoluzionaria Giacobina nei paesi del Impero coloniale spagnolo, che si divide tra stati Giacobini e stati Monarchici, l'Impero spagnolo e travolto dalla "Guerra Rivoluzionaria Ispanica", che viene vinta dalle forze rivoluzionarie Ispaniche, che sconfiggono e sbaragliano le forze monarchiche e tradizionaliste ispaniche

nel 1801, la "Repubblica di nuova Granada" (gli Stati uniti d'America della nostra "Timeline"), proclama l'indipendenza e la secessione dalla Spagna, proclamandosi come stato indipendente, ma retto da una monarchia assoluta, guidata dai discendenti degli Asburgo d'occidente, che si proclamano monarchi e guida della "Nuova Castiglia", ovvero, il NordAmerica spagnolo, creando "l'Impero Castigliano" o "Impero della Nuova Castiglia", che comprende Stati uniti d'America e Canada, ovvero, tutto il NordAmerica, tranne il Messico

ma la maggioranza dei paesi Ispanici o del "Unione Ispanica", si evolvono in stati simil-Comunisti

o Simil-Socialisti, poichè ideologie come il comunismo e il Socialismo, diventano molto popolari e

diffusi nei paesi Ispanici, che progrediscono molto a livello scientifico e tecnologico l'Unione Ispanica e molto forte, evoluta e avanzata a livello scientifico e tecnologico, anche nel campo sociale e culturale, poichè stati attraversati da una forte e poderosa industrializzazione, anche per via dei governi SocialDemocratici e Capital-Comunisti (un sincretismo di Capitalismo, Comunismo, Libero mercato e Socialismo), divenuti diffusi nei paesi del Unione Ispanica

al contrario, l'Impero Asburgico d'Oriente, rimase un impero arretrato, contadino e rurale, un impero conservatore e tradizionalista, dove vige ancora la Monarchia assoluta, con il potere in mano al monarca, ovvero, al "Sommo Imperatore Germanico-Latino della casa degli Heirenstaufen", la

società del "Impero Asburgico d'occidente" e una società a Caste, dove vige il sistema delle caste, dove i Nobili sono la casta e classe più alta e i poveri e la gente comune, i "Plebei", sono la casta povera ed emarginata, l'ideologia base della politica e società del Impero Asburgico d'Oriente e l'Aristocratismo, detto anche NeoAristocratismo, teorizzato da Wilhelm Von Kraftberg, nel 1855, un ideologia sociale, basata sul "Primato", egemonia e supremazia dei "Forti" sui deboli, dei ricchi e dei nobili aristocratici, sui nobili e sui plebei, ideologia che ha come base la difesa del "Ordine cosmico"; contro il "Disordine cosmico", l'opposizione delle "Forze luminose della monarchia", contro le forze del "degrado e del disordine oscuro" l'Aristocratismo e una specie di Meritocrazia, ma una meritocrazia estremista e integralista, applicata ai suoi massimi estremi, una "Meritocrazia" anche del corpo fisico, biologico e bio- organico, una "Meritocrazia" razziale e sociale, il "Meglio" deve sempre comandare, il "Meglio" ha sempre ragione e mai torto e il "Peggio" ha sempre torto, che rifiuta la Democrazia, l'Egualitarismo, visti come Astratti e irrealistici, come forme di Idealismo dannoso e nocivo per la società, come Ideologie senza basi e fondamenti, come dottrine politico-sociali atte a disgregare e distruggere la società, la stabilità e la coesione sociale, vedendo nella Democrazia, ma anche nel Capitalismo, nel Comunismo e nel Socialismo e nelle forme di emancipazione e liberazione sociale, veicoli del caos e del disordine, vedendo nella monarchia e nel aristocrazia, veicoli di ordine e stabilità sociale, mezzi di garanzia di pace, sicurezza e stabilità

l'Impero Asburgico d'oriente, si reputa il "Faro" e "Baluardo" del occidente e della civiltà occidentale e la guida razziale, spirituale e politica del Europa e dei popoli Europei,

l'impero Asburgico d'oriente o "Impero d'Austria" e un impero razzista e xenofobico, il Re d'Austria, si considera il "Re dei Nordici"; vedendo nel impero d'austria, un "Impero Nordico" e "Impero Germanico", l'impero a capo e guida dei "Popoli Nordici" e dei popoli germanici, con le "Leggi Nobiliari" o "Leggi Aristocratiche" del Impero d'Austria, che impongono che il Nobile o il monarca d'austria, sia di "Pura razza Nordica" o di "Razza germanica", ritenuta dalle leggi imperiali, come la "Razza nobile", la "Razza aristocratica", vietando la vendita dei titoli nobiliari ai non-germanici e non-austriaci del Impero

malgrado, nel Impero d'Austria, ci sia un forte conservatorismo sociale e ci sia una grossa popolazione di cristiani cattolici, l'Aborto e permesso e diffuso, ma solo verso i "Plebei", con le "autorità Aristocratiche", che impongono una politica che ricalca una fusione di Eugenetica, Aristocrazia, governo simil "Ancien Regime", Spiritualismo, Monarchia Assoluta, Darwinismo Sociale e sistema Simil-Feudale e simil-Latifondista

nel Impero Asburgico d'oriente, nel 1901, tramite un Editto monarchico, il Monarca ha bandito il cristianesimo e la fede cristiana, lasciando legale solo una "Chiesa di Stato" creata dal monarca d'Austria, ovvero, la "Chiesa del Aquila nera" una chiesa tradizionalista, che vede nel monarca d'Austria, la "Bocca di dio", la diretta emanazione di Dio nel mondo materiale, un "Tramite" tra il cielo e la terra, tra il mondo profano della materia e il paradiso celeste ma questo nel 1902, ha causato lo "Scisma austriaco", uno scisma tra la chiesa cattolica latina di Roma e la Chiesa Imperiale Austriaca, dopo che il Papa di Roma, ha scomunicato i cardinali austriaci, ritenendo che i cattolici d'Austria, dovessero obbedire al Papa, a San Pietro e non al Imperatore d'Austria o alla monarchia austriaca questo causa una tensione perenne tra lo Stato Pontificio e l'Impero Austriaco

ma questo causa anche una spaccatura tra "Cattolici del Popolo" e "Cattolici del Monarca", tra cattolici sostenitori delle monarchie e dei sistemi monarchici e aristocratici, visti come guardiani e custodi e garanti della civiltà cristiana Europea e delle tradizioni cristiane e chi invece, al interno del cattolicesimo, vede negli Aristocratici, una minaccia e pericolo ai veri e autentici valori cristiani, valori di pace, amore, fratellanza e cooperazione tra tanti popoli e razze diverse, poichè, come tutti

gli umani, sono creati eguali di fronte a dio, cosa che però, causa profonde spaccature e divari al interno del cristianesimo Europeo

ma questo, ha reso debole, fragile e instabile l'impero Asburgico d'oriente, un impero logorato da guerre e ribellioni etniche perenni, da parte di Ungheresi, Croati, Ladini, Bosniaci, Slavi, popolazioni e minoranze Slave, Dinariche e Balcaniche ed Est Europee, ma anche dei Dalmati, i popoli latini della Dalmazia e delle minoranze italiane e "Latine" di Friuli-venezia Giulia, Istria e Trentino, per via delle politiche razziste e ultra-nazionaliste e filo-Germaniche della monarchia d'Austria ma l'impero d'Austria e logorato al suo interno, anche da rivolte contadine e rivolte rurali, causate dalla fame e dalla povertà, ma anche da tensioni e conflitti sociali e di classe, conflitti e ribellioni alimentate da gruppi comunisti e Socialisti e Liberal-Democratici e Social-Democratici, divenuti popolari e diffusi nella popolazione comune, come forme di liberazione ed emancipazione sociale, come forze di liberazione contro la tirranide del Monarca e della casta degli Aristocratici, ma causando ribellioni, insurrezioni e ribellioni perenni, delle "Guerre rivoluzionarie" o guerre d'insurrezione popolare, che stanno iniziando a far indebolire e vacillare l'Impero Asburgico d'oriente, con il Monarca che ha imposto una forte e ferrea restrinzione delle libertà individuali, vietando e bandendo i gruppi pro-Liberalismo e pro-Socialismo e pro-comunismo e pro- Democrazia, con la scusa di "difendere le tradizioni" e "combattere la degenerazione sociale" e la "Politica degenerata" e "Anti-Tradizionale" e "Anti-Spirituale"

questo, ha portato alla formazione e creazione di guerriglie armate partigiane anti-monarchiche nelle Alpi tirolesi e nelle Alpi Dinariche e nei monti Metalifferi, creati da gruppi di ribellione e rivolta e opposizione alla monarchia autoritaria del Monarca d'Austria, impegnate in una guerriglia armata contro "l'Esercito Imperiale Austriaco"

poi, i Principi e principesse, i nobili, duchi, baroni, conti e aristocratici austriaci, spendono milliardi e milliardi di Corone, ovvero, i soldi del impero Austriaco, in costose vacanze ai tropici, o in feste o banchetti o balli di corte o andando in giro in Limousine o in aerei jet privati, o comprandosi interi pezzi di terreno, rendendole proprietà private esclusive e vietandone l'accesso a chiunque, violando quotidianamente la legge e fregandosene delle stesse leggi imperiali, arrivando a corrompere poliziotti, giudici e funzionari imperiali, per permettergli di violare la legge, senza essere processati, anche tramite una legge della "Tassa d'immunità", ovvero, un nobile può pagare una quota per violare la legge, il Nobile austriaco, può impunemente violare tutte le leggi del regno, solo deve pagare una tassa, basata sul pressuposto che il nobile e aristocratico, essendo tale, abbia sempre ragione e mai torto, fregandosene e infischiandosene dei problemi della gente comune, vivendo in castelli dorati o in torri d'avorio, in isole o comunità chiuse di ricchezza, benessere e prosperità, ignorando la fame, povertà e miseria, divenuti endemici nella gente comune, pretendendo di essere amati e ammirati dalla gente comune, per il solo fatto di essere "Principi" "Nobili" o "Aristocratici"

ma nel 2018, il mondo e piombato in una guerra fredda, tra l'Impero Asburgico d'oriente e l'Unione Ispanica, entrambe due i paesi, hanno dato il via a una poderosa corsa agli armamenti, sviluppando armamenti sempre più evoluti e avanzati e creato un arsenale di bombe atomiche, testate nucleari e missili ballistici a lungo raggio, con entrambe due le fazioni, che minacciano l'autodistruzione e l'autoannientamento, in una guerra nucleare apocalittica su vasta scala

ma nel Unione Ispanica, anche se i paesi ispanici, sono stati con grande libertà, uguaglianza ed emancipazione a livello etnico, razziale e sessuale, anche se gli stati ispanici, sono paesi multiculturali, cosmopoliti e multietnici, i paesi ispanici sono retti da stati Socialisti o simil- comunisti, stati dove vige un forte e ferreo statalismo e un sistema politico-economico pesantemente statalizzato, dove lo "Stato" gestisce e monopolizza ogni cosa, dove lo stato e

"garante" e "custode" del popolo

il continente Europeo, finisce nel mezzo, spaccato e diviso tra l'Unione Ispanica e l'Impero Asburgico d'Oriente, in una guerra fredda, tra blocchi contrapposti

-

nel continente Europeo, l'unica zona al mondo, ad avere una democrazia vera e propria, ad avere governi propriamente democratici sono le repubbliche Marinare italiane, gli stati sovrani e indipendenti della Penisola italiana, le "Repubbliche Italiche", dove vige una tradizione di Democrazia e sistemi di governo parlamentari e multiPartitici, l'Unione delle Repubbliche marinare italiche e ostile e diffidente sia verso l'impero Asburgico d'Oriente, che verso l'Unione Ispanica, entrambe due viste, come potenze anti-democratiche o nemici della vera libertà del popolo, tra un Unione Ispanica Comunista-Socialista e un Impero Austriaco Monarchico e Aristocratico e ultra- Tradizionalista radicale, entrambe due sistemi politici anti-capitalisti, al contrario, l'Unione delle Repubbliche marinare italiche e pro-Capitalismo e pro-libero mercato

l'economia delle Repubbliche italiche, si basa sul Anarco-Capitalismo, su un capitalismo a larga libertà e concessione, su un potere dei mercanti e delle grandi compagnie private, che contribuiscono alla ricchezza e benessere degli stati italiani ma le repubbliche italiche si basano su un tipo particolare di Democrazia, ovvero, la "Democrazia popolare", ovvero, il governo del popolo, con l'obbligo da parte del governo, di riflettere gli affari einteressi del popolo, il governo e del popolo e deve garantire la libertà e prosperità del popolo, lo stato non deve mai schiacciare o prevaricare il popolo e non deve mai essere opposto o antitesi del popolo una democrazia tendente al Anarchismo, simile al Anarchia, non è la democrazia liberale classica vera e propria, ma una Demo-Anarchia, una Anarco-Democrazia

il motto della Repubblica veneta e delle repubbliche marinare italiane e "non potere del monarca, "

non potere dello Stato, ma potere del Popolo

per questo, le Repubbliche Marinare italiane, si considerano un isola di libertà, una terra di uomini e popoli liberi, minacciati dal Impero Asburgico d'Oriente e diffidenti verso l'Unione Ispanica

in questa Ucronia, lo Stato della Chiesa o stato pontificio non è mai crollato o caduto, ed è rimasto in piedi, fino ai nostri giorni, diventando uno stato cattolico della Penisola italiana, mentre nel Sud italia, c'e il "Regno della grande Partenopea", con sede a Napoli, che controlla tutto il Sud italia, esclusa la "Repubblica Amalfitana", con sede ad Amalfi, alleata della "Unione delle Repubbliche marinare italiche" e la "Repubblica Siciliana", ovvero, una sicilia che ha un proprio stato Indipendente

ma lo Stato Pontificio e uno stato italico ricco, forte e potente, per esempio, lo stato Pontificio dispone di bombe atomiche e di un arsenale nucleare, che il Papa minaccia di impiegare sia contro l'Impero Asburgico d'occidente, che contro l'Unione Ispanica, che contro le Repubbliche marinare italiche, come mezzo per conquistare la penisola italiana e creare un dominio pontificio su tutta l'Italia, nel tentativo di "Purificare" o "liberare" l'italia, dalle forze "Massoniche" "Relativiste" e "Demoniache" ed "Eretiche"

con le autorità pontifice che controllano la Corsica, qui, un territorio pontificio, con i Papi, che hanno convertito la Corsica a zona di test per esperimenti nucleari e lo sviluppo di bombe atomiche Pontificie, rendendo le isole della corsica Meridionale e le isole rocciose al largo della corsica, una specie di "Mururoa" o "Atollo di Bikini" pontificio, con i Corsi nativi e i popoli locali, logorati da

Tumori e contaminazioni radioattive, causate dai test nucleari pontifici

con il Papa che ha creato un Bunker anti-atomico sotto il vaticano e che ha convertito le catacombe sotteranee di Roma e la "metropolitana Pontificia" di Roma a rifugio anti-Atomico, per preparare Roma e il Vaticano al rischio ed evenienza di una guerra nucleare su vasta scala

mentre nel nord italia, la "Repubblica Lombarda", con sede a Milano e divenuto uno stato ricco e potente, con Milano che si è affermato come un centro economico, industriale, scientifico e tecnologico d'alto livello, la Repubblica lombarda controlla la Valle d'Aosta, il Piemonte e la Lombardia

mentre nel centro italia, c'e la "Repubblica Toscana" o "Repubblica Medicea", con sede a Firenze, la Toscana e divenuto uno stato ricco e potente, affermando Firenze come un centro econoico, industriale, scientifico e tecnologico, in competizione con le Repubbliche marinare di Pisa e Livorno

-

la Repubblica Amalfitana, dispone di proprie forze aereomarine e di propri veicoli aereomarini, con le "Forze Aereomarine Amalfitane", schierate e custodite in una base segreta ipertecnologica, nascosta nelle scogliere di Positano, vicino ad Amalfi, che dispone sia di passaggi dal alto, con aperture e porte automatiche nelle scogliere e con aperture sottomarine, nelle profondità marine di Positano, vicino alle grandi scogliere marine di Positano

-

La Repubblica veneziana, ha sviluppato congiuntamente con la "Repubblica Cinese", dei prototipi e modelli di Aereomobili marini, dopo che tramite l'alleanza Sino-Veneziana, avviene un interscambio di tecnologie avanzate tra la Cina e la Repubblica veneziana

così, viene creato un corpo congiunto di Aereomobili Marini Sino-Veneziani, ovvero, il Corpo Aereomarino "Marco Polo", creato e intitolato in onore di Marco Polo e del alleanza Sino- Veneziana

al programma Aereomarino veneziano, partecipano numerosi scienziati Cinesi, Indiani e Russi

-

l'Impero Veneziano o "Repubblica Veneziana", sigla un alleanza con l'Impero Russo, per contrastare l'Impero Asburgico d'oriente, che si sta rivelandosi una minaccia egemonica e imperialista, sia per la Russia, che per la repubblica Veneziana

-

La Monarchia degli Asburgo d'occidente, gli Asburgo austriaci, iniziano a giustificare il regime Monarchico, sostenendo che una monarchia assoluta sia necessaria, che senza i re o i Monarchi, la società sia destinata a piombare nel caos o nel disordine, a sprofondare nel anarchia, ritenendo che l'unico governo forte e stabile, sia il governo dei Monarchi

la propaganda Filo-Monarchica degli Asburgo d'occidente, si oppone alla Democrazia e ai governi parlamentari e al sistema multipartitico, ritenendolo come una forma di governo marcia, corrotta e decadente, una forma di governo che porta la società al caos, al disordine e al anarchia, ritenendo

che l'assenza di monarchie possa solo peggiorare le cose, che possa portare al dilagare di ideologie autoritarie e totalitarie di massa, come per esempio, il Comunismo e il Socialismo, promossi dal "Unione Ispanica"

una propaganda che odia e disprezza i "Plebei" e le masse popolari, vedendoli come stupidi selvaggi

o come bifolchi ignoranti rozzi e campagnoli, trattandoli con paternalismo, alla stregua di bambini da educare o da animali da addomesticare, ritenendo che sia un "dovere naturale" del cittadino, quello di obbedire e sottomettersi al monarca

la Monarchia degli Asburgo d'Occidente e una monarchia razzista e xenofobica, che reputa i

Germanici come una razza superiore, vedendo gli Slavi come una razza inferiore, infatti, nel Impero Asburgico d'oriente, gli Slavi sono emarginati a livello economico, sociale e razziale, vittime una segregazione razziale anti-Slava, con gli Slavi sfruttati come schiavi o confinati in quartieri-ghetto o sfruttati come manodopera a basso costo nelle fabbriche, industrie e campi agricoli del Impero Asburgico d'Oriente, ma questa segregazione razziale e sfruttamento schiavista, non riguarda solo gli Slavi, ma riguarda tutti i popoli non-Germanici e non-Austriaci del impero Asburgico d'Oriente, come Ungheresi, Bosniaci, Croati, Zingari-Gitani e Cecoslovacchi e Polacchi e tutte le minoranze etniche del Impero Asburgico d'Oriente

la Monarchia degli Asburgo orientali e ostile e diffidente verso la Federazione delle Repubbliche

marinare italiche, poichè le repubbliche Marinare italiane, come governo, hanno la democrazia parlamentare e un sistema politico Liberal-Democratico e un economia basata sul Capitalismo e l'interscambio mercantile e i mercati, tutte cose odiate e detestate, dalla Monarchia Austriaca, ostile sia verso la Democrazia, che verso il Capitalismo e il libero mercato

per questo, l'Impero Asburgico d'oriente, vuole invadere e conquistare la Penisola italiana e soggiogare le Repubbliche marinare italiane, per rendere suddite e vassalle del Impero Asburgico d'Oriente, un impero reazionario, conservatore e tradizionalista e Neo-Aristocratico

-

ma la "Repubblica veneziana e la Federazione delle Repubbliche marinare italiche, hanno creato una forza aereomarina congiunta, la "Forza Aereomarina PanItalica", creata per impedire alle forze militari Asburgiche, di invadere e soggiogare la penisola italiana e combattere le mire egemoniche e imperialiste degli Austriaci

Storia:

) Tifone!

Oceano Atlantico, al largo delle isole Baleari anno 2016, Linea temporale 1784-A901B Spedizione oceanografica della Marina Repubblicana Ispanica

una nave da esplorazione oceanografica spagnola, recupera dal fondale marino oceanico, una specie

di bara di metallo, ricoperta di conchiglie e alghe marine,

nella bara, si trova racchiuso, quello che sembra un essere umano, ma non lo è, somiglia a un umano, ma e molto più alto, muscoloso e dalla pelle grigia, simile a quella di un Delfino,

a bordo della nave, si trovano dei soldati e un comandante del esercito spagnolo, che vogliono

sfruttare quella scoperta a scopi militari, come arma segreta contro la “Titanide continentale”

così, gli scienziati a bordo della nave, iniziano a raccogliere campioni di DNA del uomo-delfino, da usare per un progretto segreto del esercito Ispanico.

-

siamo in un ucronia, dove Marco polo e tornato vivo dal suo viaggio in Cina, creando un alleanza tra l'impero Veneziano e la Cina e dove la Spagna e divenuta una potenza mondiale, creando un grosso impero coloniale, in competizione a un impero Asburgico austriaco, esteso a grossa parte del Europa, divenute le due potenze dominanti d'Europa, mentre l'Impero veneziano e alleato con la Cina e i paesi asiatici e le repubbliche marinare italiane, si sono unite e coese sotto “l'Alleanza delle repubbliche marinare Italiche” - ARMI

l'ARMI per difendere la penisola italiana da attacchi esterni ostili, vara un programma militare top- segret, per lo sviluppo di un veicolo avanzato multirolo aereo-marino, da condurre in cooperazione con la Cina, ovvero, un “Aereomobile Marino” , un invenzione avveniristica e ultra-tecnologica, un veicolo d'avanguardia, in grado sia di volare, che si andare sott'acqua, il più evoluto e avanzato veicolo da combattimento al mondo, in grado di combattere sia in aria, che sott'acqua, il prototipo di un evoluto e sofisticato veicolo da combattimento di nuova generazione, ovvero “l'Aereomobile Marino”

una spedizione oceanografica genovese, scopre nel Mar Meditteraneo, al largo del Algeria, un campione di cellule meriniche, che viene usato per creare l'aereomobile marino Veneziano, il “Tifone”

-

la

Città di Venezia si è espansa verso il Mare Adiatrico, sia nella superficie che sott'acqua,

diventando“Venezia Maris”, la prima “Marinopoli” al mondo, una “Metropoli marina”

“Venezia Maris” o “Venezia sottomarina” e qui una “Marinopoli” cosmopolita e multietnica,

crocevia di popoli, culture, etnie e religioni, un centro di sviluppo scientifico e tecnologico, artistico e culturale,

la zona rimasta in Superficie, comprende la Venezia vecchia, con il governo e istituzioni

governative veneziane e “Venezia Terris”, o “Venezia Sopramarina”, che comprende Mestre e si sviluppa verso l'entroterra veneziano.

A Venezia, regna una fusione etno-culturale di cultura Veneta, Italiana, Cinese, Indiana, Greca, e

culture asiatiche e africane.

L'aereoporto di Venezia,si trova a Mestre o “Venezia Terris”, collegato direttamente alla “Venezia sopramarina” tramite un treno MAGLEV ad alta velocità, che collega l'aereoporto alla città in pochi minuti, Venezia Terris ha una propria “Skyline”, stile Manhattan, ma anche la “Venezia Maris” ha la sua skyline sottomarina.

Venezia Maris e in rivalità perenne con il centro portuale concorrente di Trieste, sotto controllo della Titanide continentale.

-

siamo in Ucronia, in una storia alternativa dove le Repubbliche Marinare italiane, non sono mai crollate o scomparse e sono durate fino ai nostri giorni

dove l'Europa e spartita in una guerra fredda tra l'Impero coloniale spagnolo e l'impero coloniale Asburgico\Austro-Ungarico, con il Sacro Romano Impero che non è crollato ed è rimasto in piedi, ma come impero cosmolita e multietnico, i due imperi, sono entrambe in rivalità, contro l'IMpero Russo, quest'ultimo, alleato nella “Alleanza Pan-BIzantina”, detta anche “Alleanza Pan-Slavica”, un asse Greco-Russo-Slavo, contrapposto al asse Germanico Austro-Tedesco e al Impero Ispanico.

La Penisola italiana e le repubbliche marinare italiane, si trovano in mezzo a questa “Guerra Fredda”, ma la “Alleanza delle Repubbliche Marinare Italiche”, una alelanza e unione delle repubbliche marinare italiane, si mantiene neutrale ed equidistante in questa guerra Fredda

per proteggersi dai nemici esterni, la ARMI – alleanza Repubbliche marinare italiche, vara il primo programma Top-segret pan-italiano e co-gestito comunemente tra le repubbliche marinare italiane, ovvero, il “Tifone”, il primo prototipo di “Aereomobile marino” al mondo, un misterioso veicolo top-segret rivoluzionario, che però, attira le attenzioni, ostilità e diffidenze delle principali potenze mondiali, che mandano i loro servizi segreti e spie in Italia, per ottenere dati e informazioni sul misterioso “Tifone” e catturarne le tecnologie, sia l'impero ispanico, che l'impero continentale Asburgico, vogliono imposessarsi del Tifone, per produrre su vasta scala, gli “Aereomobili marini”

e sfruttarli per scopi bellici e militari

intanto, i due blocchi, minacciano entrambe di dare il via a una guerra nucleare, minacciando reciprocamente di schierare e mobilitare i loro arsenali nucleari e missilistici

i maggiori contributori alla realizzazione del “Tifone”, sono la “Repubblica Veneziana” e la “Repubblica Amalfitana” o “Grande Amalfia”, le fazioni e repubbliche marinare più forti e potenti nella penisola italiana

l'Italia e divisa nella rivalità tra le Repubbliche marinare e le Repubbliche continentali o terrestri, ovvero, stati terrestri della penisola italiana, come la “Repubblica Lombarda” e la “Repubblica Sabauda” e la “Federazione Partenopea”, che controlla tutto il Sud Italia

il “Tifone”, viene segretamente costruito dalla Repubblica veneziana, in una fabbrica-laboratorio in

un isola della Laguna veneta, vicino a Venezia, nel “Arsenale” di venezia

la Repubblica Veneta, si dota di una “Forza Aereomarina”, composta di Aereomobili marini, la prima forza aereomarina in italia e nel mondo, poi, anche le altre repubbliche marinare italiane, iniziano a dotarsi di una propria forza aereomarina, tra cui la “Repubblica Amalfitana”, che posiziona e schiera la sua forza aereomarina, in una base militare protetta, nelle scogliere di Positano, in Campania

la ARMI ha creato e realizzato l'aereomobile marino, per difendere la Penisola italiana e le Repubbliche marinare italiane, dalel miere egemoniche e imperialiste degli imperi di Spagna e Austria, che vogliono conquistare e spartirsi la penisola italiana

l'inventore del aereomobile marino e un armatore Veneto di nome Gialuigi Revassi, che però scomparve misteriosamente, poco dopo la costruzione del primo aereomobile marino al mondo, ovvero, il “Tifone”

la creazione dei primi aereomobili marini da parte della Repubblica veneta e la creazione di “Forze Aereomarine” militari da parte delle Repubbliche marinare Italiane, attira le attenzioni dei servizi segreti e delle potenze straniere, che si preoccupano della presenza di un invenzione ultra- tecnologica e d'avanguardia in mano alle “Repubbliche Marinare italiane”, cosa che potrebbe

ribaltare le sorti del Europa e della guerra fredda tra Spagna e Austria

Genova, Ministero Comunitario marinaro degli affari scientifici e tecnologici

Un ammasso di cellule meriniche, viene scoperto nelle profondità del mar Meditteraneo, al largo

delle coste Algerine, da una spedizione oceanografica genovese, che trasporta un grosso campione

di cellule meriniche, fino a Genova, il grosso campione, viene spartito di metà e metà tra le

maggiori repubbliche marinare italiane, ognuno con la propria "Porzione" di cellule meriniche, impiegate congiuntamente, in un programma governativo varato congiuntamente tra i laboratori e centri di ricerca del ARMI, ovvero, il "Programma Tifone", ogni paese membro del ARMI, crea i propri aereomobili marini, ognuno con le proprie cellule Meriniche, un grosso campione di cellule meriniche, viene mandato e spedito a Venezia, dove viene studiato in un laboratorio di ricerca Sino- Veneziano

da quel momento, la Repubblica di Venezia, inizia a sviluppare motori Merinici e aereomobili

marini, congiuntamente con "Repubblica Cinese" (Cina) e l'Impero Russo (la Russia) e l'Unione Federale Indiana (l'India) allo scopo di dotare Venezia dei primi motori aereomarini al mondo

Venezia, Aereoporto di Mestre o Venezia Terris Febbraio 2018

siamo a bordo di un Aereo di linea della "Compagnia Area Veneta", che sta per atterrare nel aereoporto di Venezia-Mestre

Caterina Revassi, che prima viveva con la madre in Portogallo, in un centro di studi e ricerche di oceanografia, viene mandata dal padre a Venezia, a studiare in una ricca e importante accademia e liceo d'alto livello, dove studiano i figli e membri del alta classe e del elitè veneziana, ovvero, "l'Istituto Scolastico Marco Polo", il Padre di Caterina, Giancarlo Revassi ha voluto che sua figlia

studiasse in quel accademia, sia perchè e un accademia d'eccelenza e d'alto rango, nel campo dello studio scientifico e tecnologico e Giancarlo, vuole che caterina, diventi una scienziata, per seguire

le orme della madre e del padre, anche perchè Giancarlo Revassi e divenuto una figura l'alto rango e

d'alto livello nelle classi alte ed elitè del alta società veneziana, una vera e propria "Star" o celebrità della scienza a "Venezia Maris"

ma questo a Caterina, non piace tanto, essendo abituata alla vita semplice che faceva in Portogallo, dove Caterina, si era fatta tanti amiche e amiche, che ora deve lasciare per volere del padre, che gli impone di studiare in un accademia d'alto livello per giovani ricchi, snob e viziati, dove Caterina, non conosce nessuno, in una grande città come Venezia

Venezia e qui una città multiculturale, cosmopolita e multietnica, una città e metropoli multiculturale, multirazziale e multietnica, una metropoli che funge da crocevia tra Oriente e occidente, tra Europa e Asia, una metropoli dinamica e vibrante, con una grande vita sociale e una propria "Movida" notturna, un centro di politica ed economia, un centro di Arte e cultura, con una vivace vita artistica e culturale

a Venezia, si sono formati quartieri etnici, come una grossa Chinatown cinese, il quartiere cinese di Veneiza, una IndiaTown, il quartiere degli Hindi, o indiani del India, un quartiere degli Armeni, dei Russi, un grosso quartiere Ebraico, quartieri di popolazioni Slave, Balcaniche, Arabe, Levantine, ma anche di popolazioni Asiatiche e Africane

molti mesi dopo la scomparsa misteriosa di Gianluigi Revassi, un importante e celebre scienziato veneziano, che stava conducendo studi ed esperimenti sul prototipo di Aereomobile marino, in

realizzazione a Venezia, tramite un volo di linea, Caterina Revassi, la figlia di Gianluigi Revassi, giunge al aereoporto di Metro-Venezia, per studiare come studentessa da poco iscritta, al “Istituto Bragadan”, una scuola privata per studenti ricchi, o facoltosi o del elitè Veneziana, dove studiano gli studenti del aristocrazia veneta e dei benestanti veneti, Caterina venne iscritta in quel istituto per volere del Padre scomparso, perchè quest'ultimo era implicato fortemente con l'aristocrazia veneta

Caterina Revassi, giunta a venezia, viene contattata da un gruppo di spie e agenti dei “Servizi segreti Veneti” e da uno scienziato Veneto-Cinese, un amico e collega di lavoro di Gianluigi Revassi, ovvero, Carlo Zhu, che è uno dei co-creatori del “Tifone”, poiché, il Tifone si attiva e si pilota solo e unicamente tramite un sistema e meccanismo di “Compatibilità genetica”, tra il veicolo e il pilota, per cui, per attivare il Tifone e pilotarlo, il veicolo deve accettare e riconoscere il DNA del suo pilota e solo Caterina ha lo stesso DNA del Padre, che aveva programmato la compatibilità genetica del “tifone”in base al DNA proprio di Gianluca Revassi, ma il Tifone può essere attivato e acceso solo da chi ha lo stesso DNA di Revassi e solo Caterina ha lo stesso DNA di Revassi, un sistema di sicurezza creato dallo stesso Revassi per impedire che il Tifone potesse cadere nelle mani sbagliate così, Caterina, viene portata nel “Arsenale” di Venezia, dove si trova custodito il “Tifone” e dove si trovano i laboratori di sviluppo degli Aereomobili marini, poiché, gli scienziati del progetto Tifone, vogliono far provare l'aereomobile marino a Caterina, per colmare la scomparsa del padre di Caterina, che era anche un pilota di aereomobili marini

Caterina, a bordo di un aereo di linea, della "Compagnia Aerea Veneta", la compagnia dei voli di linea civili della Repubblica Veneta, atterra nel aereoporto internazionale di Mestre o "Venezia Terris", che funge da Aereoporto internazionale di Venezia

Alla stazione ferroviaria di Venezia, Caterina incontra Luigi Bai Ron, uno scienziato Sino-Veneto, un caro amico di Giancarlo Revassi, il padre di Caterina, misteriosamente scomparso da molto tempo, spiegandogli di come Caterina, dopo la scomparsa misteriosa di suo padre, sia divenuta molto importante e vitale, per il "Progetto Tifone" della Serenissima di Venezia, con Lugi BaiRon, che convince Caterina a seguirlo fino al arsenale di Venezia, per fargli visitare i laboratori di ricerca del Aereomobile marino

Gli studi ed esperimenti sulla creazione degli Aereomobili marini veneziani, avvengono nel "Arsenale" di Venezia, dove e stato creato e allestito un laboratorio di ricerca congiunti sugli Aereomobili marini e le cellule meriniche, un laboratorio di ricerca co-gestito congiuntamente tra la "Repubblica Cinese" e la "Serenissima di Venezia", un centro di ricerca Sino-Veneziano

l'Aeremobile marino e dotato di un sistema di sicurezza, di una "Chiave genetica" o di un "Codice genetico", praticamente, il veicolo Aereomarino, si attiva solo il base al DNA del pilota, per cui solo chi ha un DNA corrispondente o chi ha un certo e determinato codice genetico e in grado di pilotare l'aereomobile marino, per impedire che un aereomobile marino, possa cadere in mani nemiche

Gianluigi Revassi, per impedire che il "Tifone", potesse cadere nelle mani sbagliate, fece impostare

la "Chiave genetica" del Tifone, in base al suo DNA e corredo genetico e in base al DNA della sua

famiglia e discendenza, per impedire che nessuno potesse impadronirsi, in maniera maleintenzionata del Aereomobile Marino

per questo, il Tifone non si accende, rigettando e rifiutando i codici genetici dei piloti veneti volontari, ma accettando il DNA e codice genetico di Caterina, poichè, Caterina ha lo stesso DNA

di suo padre e per questo, il DNA di Caterina, attiva la "Chiave genetica" del Tifone, permettendo a

Caterina, di essere l'unica nel Arsenale, a poter pilotare e controllare il Tifone e a farne uso

ma gruppi di spie straniere, si sono infiltrate a Venezia e nel Arsenale di venezia, tramite varie

“cellule”, che iniziano a seguire e pedinare caterina e a infiltrarsi nel arsenale veneziano, per rubare

e trafugare documenti e informazioni sul Tifone

ma un gruppo di spie Austriache, infiltrate e sottocopertura a Venezia, riescono a infiltrarsi nel Arsenale di venezia e ad attaccarlo, armati fino ai denti, sferrano un attacco a sorpresa contro l'Arsenale veneziano, nel tentativo di impadronirsi del "Tifone" e degli studi e progetti segreti Sino- Veneziani, riguardanti il Tifone

il laboratorio e attaccato da delle Spie Austriache, che cercano di impadronirsi del Tifone,

scappando a bordo del veicolo, per scampare alla sparatoria, Caterina, attiva accidentalmente l'aereomobile marino e instaura al istante, un legame e rapporto mentale, con il “Nucleo merinico” usato come motore del aereomobile marino, entrando in contatto con Kal'Mheru, la creatura la cui mente e racchiusa nelle sue cellule meriniche del Nucleo merinico. Caterina attiva il veicolo e attivando gli armamenti, gli usa per sbaragliare le spie austriache, per poi sfondare l'Hangar in cui era custodito l'aereomobile marino, muovendosi per la Laguna veneta, volando a velocità supersoniche e affondando una barca da pesca, usata come copertura per spie spagnole per infiltrarsi nel “Arsenale” di Venezia

dopo il volo aereomarino spettacolare, Caterina ritorna nel Arsenale di venezia, dove Caterina scende dal veicolo

Caterina, viene notata dal "Concilio degli Scienziati veneti", che notano che quando Caterina, pilotava l'Aereomobile marino, quest'ultima e finita contaminata dalle cellule meriniche del Tifone, che si trovavano racchiuse al interno del Aereomobile marino e del "Motore Biocellulare Merinico" del Tifone

Caterina ha così instaurato un legame simbiotico con il "Tifone", per questo, da ora in poi, Caterina

e l'unica che può pilotare l'Aereomobile marino, poichè, il "Tifone" si fà pilotare solo da chi instaura un legame intimo e profondo con quest'ultimo e con chi condivide le stesse cellule meriniche del "Tifone",

per questo, Caterina, venendo notata dai vertici del "Concilio degli Scienziati veneti" e dai vertici militari delle "Forze Aereomarine Venete", decidono di reclutare e arruolare Caterina nelle forze aereomarine venete, ma impiegando Caterina, solo in missioni top-segret, in missioni dietro le linee nemiche, per mantenere l'anonimato di caterina e coprire la vera identità di Caterina, che quando impiegherà il tifone, dovrà restare segreta,con Caterina che deve nascondere alla sua gente comune,

il fatto che lei sia infettata da cellule meriniche e che lei stessa sia pilota del "Tifone" o di

"Aereomobili marini", per conto della "Serenissima" di Venezia e della "Repubblica veneta" e delle "Forze Aereomarine Venete"

) prime amicizie e primi amori

Caterina revassi, giunge al istituto scolastico, una specie di università o Campus universitario, al "Università Marco Polo" di Venezia, co-gestita tra la Cina e la Serenissima di Venezia, ma Caterina, però viene presa in gira e bersagliata da un gruppo di ragazze viziate e smorfiose, guidate da Marianna Mizolchi, una ricca ragazza viziata e snob, figlia di un ricco e potente armatore e mercantile navale veneto, ragazza affiancata da due sue amiche smorfiose, poi, Caterina si sente quasi un pesce fuor d'acqua in quel nuovo ambiente, diverso da quelli a cui era abituata, un ambiente di giovani ragazzi e ragazze "di classe"

ma qui, Caterina fa la conoscenza di Carlo Zhu, un ragazzo Sino-Veneziano, figlio di un ricco e

potente mercante cinese di Venezia e di una donna Veneta

tra Caterina e Zhu, nasce ben presto, una storia d'amore, una storia romantica molto profonda

dopo, Caterina stringe una forte amicizia con Carlo Zhu, un ragazzo Veneziano-Cinese, che vive nella “Chinatown” di Venezia

) la ragazza venuta dal Mare

Chiara, trova nella laguna veneta, una ragazza aliena, una Siranghi, una razza antropomorfa e umanoide, dalle fattezze di uomini-Delfino alieni, misteriosamente, svenuta e priva di sensi, ma ritrovata e salvata da Chiara, che porta al riparo e al sicuro, la misteriosa ragazza aliena a casa sua

la misteriosa ragazza-delfino, stabilisce un "Ponte telepatico" con la mente e pensiero di Caterina,

rivelando di essere una Siranghi, ovvero, di appartenere a una razza di umani-Delfino antropomorfi,

di un evoluzione antropomorfa dei Delfini, proveniente da un lontano pianeta, fatto solo di mari e

oceani, il Pianeta Sarinthia, dove i Siranghi, aveva creato una progredita, evoluta e avanzata civiltà, che si era alleata, con i "Tifonidei", una versione alternativa dei Tifoni, presenti in quella "Timeline" alternativa, ma il pianeta Sarinthia, come la maggioranza della Via Lattea, sono finiti devastati e

ridotti in macerie, da una misteriosa razza aliena ostile extra-dimensionale, una razza aliena oscura, ovvero, "l'Orda di Scilla", che ha iniziato a distruggere e devastare le galassie e l'intero universo, rivelandosi una minaccia per tutte le civiltà e forme di vita del universo, la Siranghi, che rivela di chiamarsi Omirgi, rivelando, che lei stava cercando di raggiungere la Terra, assieme a un corpo di spedizioni Siranghi, per avvertire la razza umana e il genere umano, della minaccia imminente da parte del orda di Scilla, che minaccia di devastare sia il sistema solare, che il pianeta Terra

ben presto, tra Chiara e la ragazza aliena, nasce una forte e profonda amicizia

) Xibalba

Veracruz, Messico

l'Unione Ispanica, decide di schierare in Spagna, nella "Spagna Repubblicana" o "Repubblica Social-Popolare spagnola", un corpo d'elite di piloti d'aereomobili marini Messicani, di origine e discendenza Azteca, ovvero, i "Demoni di Xibalba", che l'Unione Ispanica, vuole impiegare nel caso di una imminente guerra contro l'Impero Asburgico d'Oriente

i Demoni di Xibalba sono una via di mezzo tra una setta, un organizzazione paramilitare e un organizzazione di piloti di aereomobili marini del esercito Messicano e delle "Forze Aereomarine messicane", che fanno parte integrante del Unione Ispanica, i Demoni di Xibalba sono Aztechi, legati ai culti tradizionali Aztechi

Rijeka\ Fiume, Croazia, territorio imperiale Croato del Impero d'Austria

Caterina, viene incaricata dal comando delle "Forze Aereomarine venete", di assaltare e catturare un convoglio navale di navi Austriache che sta navigando nel Mare Adriatico, convoglio navale, salpato da un porto della Romania, dopo che la Romania e stata invasa e conquistata dal "Impero Austriaco", un convoglio che sta trasportando un misterioso veicolo, quello che sembra il prototipo

di un veicolo aereomarino, di un probabile "Aereomobile marino" austriaco

ma ad assaltare il convoglio navale, diretto verso il porto di Rijeka o Fiume, non è soltanto le forze aereomarine venete, ma anche le forze aereomarine del Unione Ispanica, che comprendono veicoli

aereo-marini messicani, che vogliono impedire che l'Impero Austriaco possa dotarsi di tecnologie troppo evolute o avanzate

dei membri del "Ordine di Xibalba", lanciandosi dai loro Aereomobili marini, che sono dotati del pilota automatico, si lanciano sulle navi austriache o si tuffano in mare, arrampicandosi per le pareti della nave, per poi scontrarsi contro i soldati e marinai austriaci di guardia alle navi, usando armi da mischia, che ricalcano le armi degli antichi Aztechi, riuscendo a uccidere e far fuori numerosi soldati

ma questo spinge, un commando di forze speciali Sino-Venete, ad assaltare una delle navi, nel tentativo di catturare uno degli Aereomobili marini Austriaci, ma unendosi al assalto, Caterina, si ritrova faccia a faccia, con una misteriosa ragazza messicana, con la pelle ricoperta di tatuaggi aztechi e con pitture di guerra bianche e nere e sulla faccia, una pittura simile a un teschio con tatuaggi e decorazioni simil-Messicane e simil-Azteche

Caterina incontra Lola Galvez, una pilota di aereomobili marini Messicana, pilota del "Tenochitlan", un aereomobile marino delle "Forze Aereomarine messicane"

le forze Sino-Venete, riescono a catturare una delle navi, ma le altre navi, sono catturate dalle forze speciali del Unione Ispanica, che si impadroniscono, degli Aereomobili marini Austriaci

-

ma dietro ai programmi militari top-segret del Impero Asburgico d'Oriente, c'e il "Club di Horgenstaufen", un organizzazione di nobili e aristocratici Austriaci, il cui scopo e impadronirsi di tecnologie evolute e avanzate, per rafforzare il potere ed egemonia di nobili, aristocratici e classi alte del impero Austriaco, sulle masse povere ed emarginate del Impero Austriaco, tale organizzazione e una specie di "Ku Klux Klan" delle classi nobili e aristocratiche, che si oppone al emancipazione sociale delle masse povere e dei "Plebei", un organizzazione per la difesa della "Supremazia" e "superiorità" dei nobili e degli aristocratici

il Club di Horgenstaufen e aiutato e supportato, dalla "EW - Edler Wachter", o "Guardia Nobiliare", una specie di Polizia segreta Monarchica, delle "Guardie Bianche" del Impero Austriaco, che ricalcano l'Oprichnika della Russia del XVI°Secolo, l'Ochrana del Impero zarista Russo o il SAVAK della monarchia dello Shah nel Iran Monarchico (1925-1979), ma anche allo Shinsengumi (XIX°Secolo) e al Kempeitai (XX°secolo) Giapponesi, una polizia segreta che rapisce, sequestra e tortura i critici o dissidenti della Monarchia Austriaca, ma anche esecuzioni sommarie degli anti-monarchici o dei critici della monarchia la Edler Wachter, si occupa anche di censurare Libri o Film o opere anti-monarchiche o critiche verso la Monarchia, la EW – Edler Wachter, funge anche da "Polizia Politica" e da "centro di Igiene sociale"

la EW gestisce prigioni segrete o "Carceri politiche" nascoste nelle montagne del Tirolo e nelle Alpi, in zone montuose di difficile accesso o nei Monti Metalliferi, in Repubblica ceca

) Fuga dalle montagne

Sud Tirolo, Austria, Alpi Tirolesi

in una valle montuosa del Tirolo, le autorità Asburgiche, hanno creato un "Campo di lavoro", un campo di prigionia, creato appositamente per deportarci i dissidenti politici, ma anche membri delle minoranze etniche, Comunisti, Socialisti, Liberal-Democratici, Progressisti e membri di gruppi e

movimenti anti-Monarchici, ma anche nobili e aristocratici "Epurati" perchè critici verso la monarchia di Re Gustav Von Harstofen I°

nel campo di prigionia, viene rinchiuso anche Heinz Hemovorst, uno scienziato Austriaco ma di discendenza croata, incarcerato e deportato per essersi rifiutato di consegnare delle avveniristiche invenzioni alle autorità monarchiche e per aver tentato di trafugare documenti e invenzioni segrete Austriache al estero e a paesi esterni, per impedire fossero usati dagli Asburgo d'oriente, ma per questo, arrestato e deportato nel campo di lavoro come "traditore della Patria" e "Nemico della monarchia"

il campo di lavoro, ha lo scopo di sfruttare i deportati e gli incarcerati come degli schiavi, sfruttandoli in dei lavori forzati, per creare delle gallerie sotteranee sotto le montagne del tirolo e delle basi segrete del Esercito Imperiale austriaco, da impiegare per programmi militari top-segret asburgici

Chiara, a bordo del "Tifone"; riceve dal comando Aereomarino veneziano, la missione e incarico di aiutare un organizzazione di Partigiani anti-monarchici austriaci, ovvero, "l'Esercito di Resistenza Popolare Austriaca", ad assaltare il campo di prigionia, sia per liberare i prigionieri politici lì rinchiusi, sia per liberare Heinz Hemovorst e portarlo in salvo, al riparo e al sicuro nella penisola italiana, per sottrarlo alla prigionia, da parte degli Asburgici d'oriente

così, il Tifone, affiancato da degli Aereomobili marini italici, attaccano il campo di prigionia, bombardandolo e bersagliandolo dal alto, coprendo e supportando dal alto, l'attacco al campo di prigionia, da parte dei partigiani del ERPA – Esercito di resistenza popolare Austriaca, che assaltano in forze il campo di prigionia, scontrandosi contro la "Gendarmeria imperiale" austriaca, che funge da guardia carceraria del campo di prigionia

l'attacco al campo, permette la fuga di massa dei prigionieri e carcerati, aiutati dagli uomini del ERPA, ma gli aereomobili marini italici e il Tifone, vengono attaccati a sorpresa, da uno stormo di misteriosi veicoli alati, simili a degli aereomobili marini, le "Aquile Nere", un corpo di "Aerei d'assalto" del Impero Austriaco, che si scontrano nel cielo, sopra il campo di prigionia, contro gli aereomobili marini italici

-

si scopre che Gianluigi Revassi, era stato anch'esso, infettato dalle cellule meriniche, diventando un "Licaone" merinico, mezzo umano e mezzo Tifone, dopo esperimenti di manipolazione delle cellule meriniche, di cui lo stesso Revassi, si era offerto di sottoporsi come cavia umana, facendosi infettare da delle cellule meriniche

Gianluigi Revassi, era stato rapito dal "Corpo di Servizio Governativo Veneto", ovvero, i Servizi segreti della Repubblica veneta e rinchiuso in una prigione segreta nei monti Dolomiti, poichè, Revassi era divenuto un Licaone, cosa percepita come una minaccia e pericolo dalle autorità veneziane

) il Relitto

Bosnia, Governatorato Bosniaco del Sacro impero Romano-Germanico degli Asburgo d'Oriente, Alpi Dinariche

delle spie Russe, infiltrate nel impero Asburgico d'oriente, diffondono informazioni riservate alle autorità venete, rivelando che gli Austriaci, hanno ritrovato e rinvenuto nelle Alpi Dinariche, in

Bosnia, il relitto e carcassa di un astronave aliena precipitata da poco, un astronave Kruatha, una misteriosa razza aliena malefica di "vampiri cellulari", entità che uccidono gli esseri viventi biologici, risucchiandone cellule e sostanze biochimiche corporee, per rafforzarsi ed espandersi

le autorità militari austriache, hanno catturato, l'astronave aliena e hanno creato un laboratorio

militare segreto, nascosto nelle montagne Bosniache, allo scopo sia di studiare il relitto aliene e le tecnologie aliene e sia di creare armamenti alieni e impadronirsi delle tecnologie aliene, per usarle a favore e vantaggio del Impero Asburgico d'Oriente

Chiara, viene incaricato dalle autorità Veneziane, di affiancare una missione di sabotaggio in Bosnia, di forze speciali congiunte Veneziane, Russe e Cinesi, per distruggere la base e il relitto alieno e impedire che gli Asburgici, possano imposessarsi delle tecnologie aliene

così, un commando di forze speciali e sabotatori veneziani e Cinesi, si infiltrano nelle Alpi Dinariche, venendo aiutati e appoggiati dal alto, da uno squadrone di aereomobili marini veneziani, che trovando la zona del laboratorio di ricerca Austriaco, lo attacca e lo assalta, venendo aiutati e appoggiati dal alto, dagli aereomobili marini e dal "Tifone", ma quando il "Commando" riesce a conquistare il laboratorio e a sbaragliarne la sorveglianza armata, scoprono però che al interno del astronave aliena, si trova un superSoldato alieno, dotato di EsoCorazza BioSenziente aliena

si scopre che quel astronave aliena, che era stata catturata dal esercito imperiale austriaco nelle alpi

Dinariche, non era altro che un astronave militare del "Orda di Scilla", che per via di un malfunzionamento, era precipitata nella terra e che uno dei soldati "Scillaici" a bordo del astronave, era sopravissuto

quel supersoldato alieno, attiva la sua SuperCorazza Bio-Sintetica aliena, scontrandosi contro i soldati delle forze speciali Veneziane-Cinesi, facendone fuori molti, causando una carneficina, con il soldato alieno, che scappa e fugge dalla base militare, dileguandosi nei boschi e foreste delle alpi dinariche

-

una fazione rinnegata degli alieni Kjaran, ovvero, i Kjahera, una fazione oltranzista, che si oppone alla nuova politica di pace, dialogo e interscambio interplanetario e intergalattico dei Kjaran, decide

di lasciare la loro Dimensione, per trasferirsi di massa, in una "Timeline" dove la terra e la razza

umana, non siano abbastanza evoluti o avanzati per essere sconfitti facilmente dai Kjahera, arrivando nella "Timeline" di Chiara e del Impero Veneziano, reputandolo una terra vulnerabile, adatta per essere conquistata facilmente dalle forze Kjaran, che cercano di sfruttare a loro favore e vantaggio, le divisioni e tensioni internazionali nella terra

agenti Kjaran, cercano di infiltrarsi di nascosto nella società terrestre, allo scopo di aizzare, causare o fomentare una guerra mondiale tra l'Unione Ispanica e l'Impero Asburgico d'occidente, per spingere la razza umana ad autodistruggersi e autoannientarsi in una guerra catastrofica e apocalittica, che possa portare al crollo e sfaldamento la razza e civiltà umana, per aprire e spianare

la strada alla conquista e dominazione della Terra e della razza umana, da parte dei Kjahera

ma i Kjahera, scoprono però che anche in questa "Timeline" alternativa, ci sono degli Aereomobili marini e forze aereomarine terrestri,

-

In

questa Ucronia, la terra e minacciata sia dalla “Titanide continentale”, che dal “Esercito di

Scilla”,

l'esercito di Scilla e una razza aliena di creature acquatiche mezze umano, mezze pesce e metà rettile, che funge da esercito della “Grande Rete”, poiché l'insieme di razze e civiltà aliene, vede la Terra e la continua e costante espansione umana, come una minaccia e pericolo per tutto l'universo, quindi la “Grande rete”, incarica “l'Esercito di Scilla”, guidato da una misteriosa creatura acquatica aliena, il “Scilla”, che ha rapporti e legami verso il Tifone, con lo scopo di attaccare e spazzare via l'umanità e conquistare la terra, rendendolo un possedimento e dominio della “Stirpe di Scilla”, la razza aliena derivata e discendente del Scilla

) Tentacoli!

Un mostro marino alieno, simile a una piovra gigante aliena, viene liberata da un astronave della "Stirpe di Scilla", sopra il Mare Adriatico, dove la creatura viene liberata, il mostro marino, attacca e devasta Venezia Maris, che piomba nel panico e nel caos, l'esercito Veneto-Cinese e la Marina militare congiunta Veneziano-cinese, viene schierata e mobilita, ingaggiando violenti e furiosi combattimenti militari contro il mostro marino alieno, che sta devastando Venezia Maris

ma il mostro marino, viene combattuto e contrastato dalle forze Aereomarine veneziane e dal "Tifone", pilotato da Caterina, che viene aiutata e affiancata dal Tenochcitlan di Lola Galvez, divenuta amica e alleata di Caterina e del "Tifone"

-

si scopre che la Titanide continentale, guidata dalla “Unione Asburgica orientale”, si sta dotando della bomba atomica e di un intero arsenale nucleare e ha intenzione di sferrare un attacco nucleare su tutta l'Europa occidentale e sulla penisola italiana, per spianare la strada alle forze d'invasione Pan-continentali e sbaragliare al istante, ogni forma di resistenza armata nel europa occidentale,

così, il “Tifone”, sferra un assalto, assieme al “Tenochcitlan”, a una base segreta degli Austro- Ungarici nei Monti Metalliferi, in Repubblica ceca, dove si trova una base segreta dove e tenuta nascosta una delle bombe atomiche dei “Continentali”.

Però, gli austro-Ungarici hanno già sferrato pochi attacchi nucleari, colpendo solo Londra, Oslo, Stoccolma e Parigi e Amsterdam, in larga parte del Europa occidentale, si è diffuso il Panico e il caos, dove gli eserciti sono rimasti colti di sorpresa e dopo lo sbando e disorganizzazione iniziale, cercano di organizzarsi contro le forze di invasione continentali.

Ma il “Tifone” e il “Tenochitlan”, riescono a impedire agli Austro-Ungarici, di lanciare un attacco nucleare sulla penisola italiana e le città italiane, riuscendo a sabotare le ultime bombe atomice rimaste,

ma sia il “Tifone”, che il “Tenochitlan”, devono scappare via frettolosamente, perchè sono state piazzate delle cariche esplosive, con il conto alla rovescia, che se detonano, saltano in aria le bombe atomiche,

dopo che il “Timer” delle cariche esplosive scade, le bombe atomiche si innescano e dai Monti Metalliferi, si alzano dei funghi nucleari,

così, la Penisola Italiana, si ritrova ad essere assieme a Spagna e Portogallo, l'unico paese europeo scampato al attacco nucleare da parte della Titanide continentale, ritrovandosi anche a diventare un baluardo e roccaforte contro le forze di invasione continentali, che ora minacciano di

invadere militarmente l'italia.

-

i Kjahera sferrano un attacco su larga scala contro il pianeta Terra, invadendo inizialmente i mari e gli oceani della Terra e poi dal mare, attaccando i continenti e le masse continentali, per stringere a tenaglia, la razza umana e il genere umano,

Venezia, per paura e timore di essere travolta dal invasione Kjahera, si dota di un sistema di fortificazioni e difese avanzate estese a tutta la Laguna veneta, mentre la città di venezia, viene protetta e "Fortificata con una Cupola Energetica, uno Scudo-Cupola di energia Idrionica, usata per respingere i raggi laser e i dardi energetici delle forze militari Kjahera