Sei sulla pagina 1di 2

V 1.

1 2 06/12/10

Dalle origini all'età comunale


 Dopo la disgregazione dell'Impero romano d'Occidente, tra il V e il X secolo,
prende faticosamente forma l'Europa moderna.

 Nei secoli della decadenza, la signoria fondiaria diventa il fulcro di quel


sistema economico, sociale e politico che prende il nome di feudalesimo

 la crisi del Trecento agisce sul processo di trasformazione in atto,


rallentandone la velocità e imprimendogli quelle caratteristiche che
consentiranno al vecchio e al nuovo di convivere fino al XVIII secolo.
 Dal punto di vista culturale, il fenomeno più significativo è il venir meno
del predominio ecclesiastico (la chiesa) della cultura

 A questi fenomeni si collegano sia la nascita delle lingue e delle letterature


europee.
 Dante Alighieri, Giovanni Boccaccio e Francesco Petrarca

La nascita della civiltà europea


 L'impero romano aveva unificato il mondo mediterraneo (Mar Mediterraneo);
la sua decadenza, fra il III e il V secolo. registrò il declino della civiltà
mediterranea antica, segnando una svolta epocale (importante) nella storia
dell'Occidente europeo.
 La scomparsa delle scuole pubbliche e le invasioni barbariche del V
secolo determinano anche il progressivo degrado (peggioramento) della
lingua latina scritta e. in misura anche maggiore, parlata, uno dei più
importanti elementi unificanti della civiltà romana.
 Esclusivo elemento di continuità con la cultura classica e, insieme, unica
struttura :organizzativa sul piano culturale rimane la Chiesa.

 La città di Aquisgrana, capitale del rinato Impero (il Sacro Romano Impero:di
cui Carlo Magno è incoronato imperatore nella notte di Natale dell'anno 800),
diviene anche la sede della Schola Palatina.
 E' il primo importante centro di formazione culturale non direttamente
ecclesiastico; ma la situazione di predominio della Chiesa in campo
culturale non cambia.

 Un'eccezione al quadro delineato è rappresentata dai giullari (dal latino


ioculator, cioè buffone, burlone). Insieme danzatore, suonatore, acrobata,
giocoliere, attore e narratore, in occasione di feste religiose o fiere. il giullare
intrattiene il pubblico mettendo in scena spettacoli che si basano soprattutto sul
V 1.1 2 06/12/10

gesto e sulla corporeità. ( Sul muoversi).

 Corti: il ceto feudale va progressivamente perdendo i suoi connotati


(caratteristica) militari originari:
 Il cavaliere (uomo armato a cavallo) non è più solo il "signore della
guerra" (condottiero, comandante in battaglia), ma diviene l'emblema
delle migliori virtù di quel mondo.