Sei sulla pagina 1di 11

IMMIGRAZIONE

E INTEGRAZIONE:
CHI HA PAURA
DELLO STRANIERO?
I migranti nel mondo sono pari
a circa il 3% della popolazione. LEu-
ropa resta la destinazione principa-
delle condizioni di vita nei paesi di
origine. La crescita dei movimenti
migratori diretti in Europa il risul-
le verso cui si orienta circa un terzo tato della combinazione di diverse ti-
dei migranti (32,6%), mentre il 28% pologie di flussi che, soprattutto negli
interessa lAsia ed il 23% lAmerica ultimi anni, sono meno legati alla do-
settentrionale. A partire dagli anni manda di lavoro non soddisfatta dalla
duemila la pressione migratoria ha forza lavoro nazionale e sempre pi
progressivamente assunto un con- conseguenti alle pressioni migratorie
notato sociale legato allaggravarsi dovute a condizioni di povert o ad
esodi generati da conflitti.
In Europa la grande In Europa la grande maggioran-
maggioranza degli za degli stranieri (circa il 72,4%) si
distribuisce in 5 Paesi, alcuni con
stranieri (circa il 72,4%) una lunga tradizione di accoglien-
si distribuisce in 5 Paesi, za, come Germania (20,3%), Gran
alcuni con una lunga Bretagna (13,1%) e Francia (10,6%)
tradizione di accoglienza, e altri, come Spagna (15,2%) e Italia
come Germania (20,3%), (13,2%), con una storia pi recente di
Gran Bretagna (13,1%) immigrazione. Sono proprio Spagna
ed Italia i Paesi che fanno registra-
e Francia (10,6%) e altri, re la crescita pi significativa. Fatto
come Spagna (15,2%) e cento il numero di stranieri presente
Italia (13,2%) nel 2002, a dieci anni di distanza lau-

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 53

mento superiore ai 250 punti percen- trasmissione automatica da parte del


tuali per la Spagna e ai 211 per lItalia. genitore straniero divenuto cittadino
Se la crescita demografica che ha inte- italiano al minore convivente, per ele-
ressato lItalia negli ultimi anni stata
complessivamente modesta, quella del-
la popolazione straniera, come si visto, Se la crescita
stata imponente. Nel 2003 ammonta- demografica che ha
va a 1,5 milioni, e gi nel 2010 aveva su- interessato lItalia negli
perato ampiamente la quota dei quattro ultimi anni stata
milioni, per arrivare nel 2012 a rappre- complessivamente
sentare il 7,9% della popolazione totale.
La crescita ha riguardato in modo si-
modesta, quella della
gnificativo il Nord e il Centro, mentre popolazione straniera
nel Mezzogiorno stata decisamente stata imponente.
pi contenuta ed importante sottoli-
neare che senza il contributo della po- zione da parte dei 18enni nati in Italia
polazione straniera non ci sarebbe stata e regolarmente residenti ininterrotta-
crescita demografica. In particolare 2,3 mente dalla nascita, per ius sanguinis.
milioni di stranieri extracomunitari ri- Nelle pagine seguenti pubblichiamo
siedono nel Nord del Paese (65%), men- un importante contributo del mini-
tre nel Centro (23%) e nel Mezzogiorno stro per lIntegrazione, Ccile Kyen-
(12%) risiede poco pi di un terzo dei ge, e due storie di integrazione che
cittadini extracomunitari regolarmente arrivano da due regioni distanti e dif-
soggiornanti. ferenti: il Veneto e la Calabria.
Fra le regioni del Nord la Lombardia
(26,8%) e lEmilia Romagna (12,5%)
sono le principali destinazioni, mentre,
nel Centro Italia, sono il Lazio (11,6%) e
la Toscana (7,8%) le regioni pi attratti-
ve. Le cittadinanze prevalenti sono Ma-
rocco, Albania, Cina, Ucraina e Filip-
pine. Infine risulta in aumento anche il
numero degli stranieri che acquisiscono
la cittadinanza italiana. Nel 2012 sono
stati 65.383, il 16,4% in pi rispetto
allanno precedente. Il dato compren-
de le acquisizioni della cittadinanza per
matrimonio, per naturalizzazione, per

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 54

IMMIGRAZIONE, UNA RISORSA

Ccile Kyenge
Ministro per lIntegrazione

L a parola integrazione, essa ha,


a mio avviso, tre principali significati
che potrebbero essere visti come tre
quello che mangia a casa, sostenere la
fatica e la gioia di imparare molte cose
nuove.
momenti di un processo. Questi signi- Ma lintegrazione non un processo
ficati sono: a senso unico, il lavoro di adattamen-
1. Adeguamento; to non spetta solo al bambino, anche
2. Interazione; la scuola deve fare la sua parte. Cos
3. Perfezionamento. come una comunit politica deve pre-
vedere dei percorsi di inclusione del
In accordo al primo significato inte- nuovo o del diverso, cio di tutti, per-
grazione un processo di adattamen- ch nessuno normale.
to attivo e creativo, significa riuscire a La scuola deve provvedere a creare un
star bene in una situazione nuova. ambiente accogliente, deve valorizza-
Secondo questo significato lintegra- re il bambino per ci che senza im-
zione non riguarda solo gli immigrati. porgli un modello standard di allievo,
Qualsiasi essere vivente che si trova in deve aver rispetto dello stile educativo
un contesto nuovo o mutato deve so- dei genitori che pu differire da quello
stenere la sfida dellintegrazione. della scuola, deve garantire che la sua
Pensate al bambino che per la prima personalit e i suoi talenti possano es-
volta mette piede a scuola. Questo sere coltivati, comprendendo lo sforzo
piccolo scolaro deve orientarsi in un che il bimbo sta facendo per integrar-
ambiente diverso da quello familiare, si in quel nuovo contesto.
imparare le nuove regole, adattarsi a Da questo punto di vista integrazione
nuovi ritmi e abitudini, superare il di- non assimilazionismo. Lassimilazio-
spiacere di stare lontano dai genitori, nismo chiede alla persone di perdere la
fare nuovi amici, apprezzare i cibi che propria differenza, di tradire le radici
propone la mensa e che sono diversi da e uniformarsi alla maggioranza. Ma in

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 55

questo modo si fa violenza alle perso- Ad esempio, quando si parla di un


ne e si perde in ricchezza e variet. progetto integrato significa che varie
La mia idea di integrazione richiede istituzioni, diverse parti sociali, esper-
una reciprocit di impegno dellindivi- ti con differenti competenze lavorano
duo e della comunit. Ad entrambi insieme per risolvere un problema co-
chiesto di aprirsi al nuovo e di accet- mune, un problema complesso che ha
tare un cambiamento che per pu di- bisogno di essere compreso e affronta-
ventare crescita. to da molti punti di vista.
La ricchezza culturale dellItalia non La societ e la vita ci pongono sempre
esisterebbe se gli autoctoni non aves- problemi complessi che dobbiamo ri-
sero accolto il nuovo che proveniva solvere insieme con gli altri e per farlo
dai vari popoli con i quali entravano dobbiamo interagire e cooperare. Se ci
in contatto. Cosa sarebbe stata Roma riusciamo allora uno pi uno non far
Antica senza lapporto culturale dei due, ma un risultato molto pi alto.
Greci? Cosa sarebbe stata la scienza e Questa la forza dellintegrazione: au-
la tecnologia senza il contributo della menta il valore e la forza di ciascuno.
civilt araba? Cosa sarebbe stata lItalia La nostra popolazione infatti con-
se si fosse chiusa allarrivo di quella re- trapposta in molti modi, negli ultimi
ligione mediorientale che il Cristia- anni poi la disuguaglianza cresciu-
nesimo? Cosa sarebbe la meravigliosa ta pericolosamente mettendo cos a
cucina italiana se non si fossero voluti repentaglio giustizia e pace sociale.
usare ingredienti un tempo esotici, ar- Dobbiamo lavorare per integrare la so-
rivati dalle Americhe, come il pomo- ciet, per affrontare i diversi conflitti
doro e il mais? In tempi pi recenti in maniera democratica, per debellare
cosa sarebbe il nostro quotidiano se la guerra tra poveri e dichiarare una
cancellassimo tutti i prodotti ideati o battaglia congiunta contro quelli che
costruiti altrove? sono i veri mali: come le mafie, la di-
Voglio, per, precisare che per me in- soccupazione, la precariet, la violen-
tegrazione non significa relativismo za e la dispersione scolastica, ecc.
indiscriminato. Non va tutto bene. La- Con il mandato che ho ricevuto in-
pertura allaltro e al nuovo non deve ri- tendo favorire questo processo di in-
nunciare ad un atteggiamento critico. clusione, soprattutto combattendo la
Una societ plurale ha comunque bi- marginalit sociale. Perch un Paese
sogno di fondarsi su alcuni principi plurale e coeso un Paese pi forte.
che non possono essere negoziati. Vogliamo che realt diverse cooperino
Allinterno degli stati democratici, insieme per sviluppare idee e pratiche
questi principi sono espressi nella Co- innovative che finalmente scalfiscano
stituzione. vecchi problemi oramai cronicizzati.
Faccio un esempio. Gi dagli anni 80
Il secondo significato del termine in- in Italia la questione rom stata af-
tegrazione anche interazione coo- frontata costruendo i famosi campi
perativa. nomadi, dei luoghi di marginalit e

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 56

segregazione che hanno aumentato la fare la differenza.


sofferenza dei rom e aggravato i com- Siamo abituati a vedere i diritti come
portamenti antisociali. se fossero un bene ad esaurimento,
Questo approccio stato inefficace, come una torta: pi grande la tua
perch al posto di diminuire linsicu- fetta, pi piccola la mia. Ma i diritti
rezza lha accresciuta, ed anche co- sono un bene comune che si accresce
stata moltissimo. quanto pi sono distribuiti.
Invece con la Strategia nazionale di Fare integrazione significa anche ide-
inclusione dei Rom, Sinti e Caminan- are politiche che, al posto di contrap-
ti che abbiamo inaugurato vogliamo porre interessi, permettano alle diver-
perseguire uneffettiva azione parte- se componenti della societ di avere
cipativa. La politica dellintegrazione, diritti e interessi sinergici e con van-
al contrario della politica dellemargi- taggi che addirittura si accrescono nel-
nazione, una forma di prevenzione la collaborazione.
delle patologie sociali e individuali. In-
vestire sullintegrazione ha un doppio Faccio degli esempi. Laccoglienza dei
vantaggio: ottiene pi risultati e costa rifugiati, non necessariamente un
meno. costo, ma pu divenire una chance di
Per costruire dei percorsi di integra- sviluppo locale. Questo lhanno ben
zione di successo dobbiamo certa- capito alcuni comuni della Calabria
mente cambiare il paradigma: lotta come Riace, Caulonia e Acquaformo-
allemarginazione non significa guerra sa. Il loro motto aiutando ci aiutia-
agli emarginati. Non vanno bene le po- mo. Queste cittadine erano spopolate
litiche che colpiscono i deboli e le vitti- e invecchiate a causa di una forte emi-
me, che addossano loro responsabilit grazione, le scuole erano state chiuse,
che sono prima delle istituzioni. i servizi ridotti e gli edifici rovinati
dallabbandono; ma sono rifioriti gra-
Nel terzo significato integrazione vuol zie al fatto di aver voluto accogliere i
dire completare una cosa incompleta, profughi. I migranti hanno recuperato
perfezionare una cosa imperfetta. le case abbandonate, hanno rianimato
Ecco, credo che questo debba essere lo leconomia locale, le scuole sono state
spirito dellaccoglienza. Se arriva una riaperte e nelle piazze sono tornate le
persona nuova dobbiamo rapportarci voci dei bambini, cooperative di per-
come se fosse lelemento che manca- sone locali e rifugiati hanno dato vita
va per completarci, quel tassello che a piccole botteghe per il recupero dei
permetter alla comunit di diventare vecchi mestieri e cos tornato an-
migliore. che il turismo. Inoltre proprio perch
Qualcuno mi accuser di buonismo. la comunit ha affrontato il problema
Ma fare in modo che le persone possa- nello spirito dellintegrazione e non
no essere un valore aggiunto e non un della segregazione, non si mai verifi-
costo in bilancio la scommessa della cato nessun problema di sicurezza.
buona politica, ci che permetter di Le politiche per lIntegrazione sono di-

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 57

ventate, dunque, una specifica respon-


sabilit politica e governativa. Il mio
ruolo istituzionale importante al fine
di concorrere a trovare una migliore
convivenza nazionale e promuovere
una maggiore collaborazione e capaci-
t di collegamento tra i tanti soggetti
pubblici e privati coinvolti.

Per concludere pi uguaglianza signi-


fica pi giustizia, stabilit e crescita.
La gran parte degli economisti sosten-
gono che luguaglianza aiuta la cresci-
ta economica. Estirpare la marginali-
t infatti significa pi istruzione, pi
competenza professionale e impren-
ditoriale, meno devianza, minor spesa
sociale e una popolazione pi capace
di partecipare alla vita pubblica. Tutte
condizioni per la crescita di un paese.

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 58

VENETO, LE STORIE DI MASSER E SAID

Giorgia Gay
Giornalista

S ono oltre 530 mila gli immigra-


ti stranieri in Veneto, stando ai dati
dellultimo rapporto sullimmigrazio-
Quarantanni, sposato con due figlie,
in Italia dal 2001 e oggi si occupa di
immigrazione per la Cisl di Venezia.
ne elaborato dalla Regione, relativi al La sua storia iniziata, come quella di
2012. Con un tasso di 25mila nuovi molti altri, nel segno dellirregolarit.
residenti lanno, il Veneto si colloca al Da allora ha fatto molta strada, fino a
terzo posto in Italia per presenza stra- diventare referente del sindacato con
niera, a pari merito con Emilia Roma- lobiettivo di aiutare altri lavoratori,
gna e preceduto solo da Lombardia e immigrati ma anche italiani. Appe-
Lazio. Lincidenza sul totale della po- na arrivato in Italia ho trascorso nove
polazione del 10 per cento: ci signi- mesi come venditore ambulante. Poi,
fica che mediamente un cittadino ogni nel 2002, ho avuto la fortuna di incon-
dieci di origine straniera. Sono nu- trare una persona che mi ha voluto
meri che testimoniano quanto sia di- come collaboratore per la sua azien-
ventata centrale la partita dellintegra- da che vende macchinari e strumenti
zione, che interessa ogni ambito della alberghieri a Venezia. In occasione
vita quotidiana: dalla scuola al lavoro, della sanatoria del 2003 arrivata la
dal tempo libero alla partecipazione. regolarizzazione, con un contratto a
Dietro i numeri, le stime e le percen- tempo determinato fino al 2006. A
tuali ci sono storie di vita, esperienze quel punto ho intrapreso un percorso
di impegno e di integrazione sul cam- di formazione come saldatore e ho la-
po, sfide vinte e traguardi raggiunti. vorato come metalmeccanico carpen-
Dietro i numeri ci sono nomi come tiere fino al 2008. Una volta concluso
quello di Masser Diane o Said Chaibi, anche questo contratto sono rientrato
sinonimi di impegno e di voglia di fare nella prima azienda che mi aveva as-
la differenza. sunto, a Venezia, e ho ottenuto un con-
Masser Diane di origine senegalese. tratto a tempo indeterminato. La mia

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 59

mansione di gestione dei trasporti e Torniamo per un attimo ai numeri. Dei


del magazzino. Nel 2005, intanto, ar- 530 mila immigrati stranieri in Veneto
riva liscrizione alla Cisl per far fronte 248mila sonooccupati (il 12 per cen-
a un problema di discriminazione sul to del totale). Limpatto della crisi si
posto di lavoro, sfociato in una de- fatto sentire con particolare violenza:
nuncia per mobbing e concluso con le assunzioni di stranieri sono calate
lallontanamento dal posto di lavoro dalle 200 mila del 2008 alle 180 mila
dellautrice di discriminazione. Da del 2011. Il numero di disoccupati
allora ho iniziato a impegnarmi attiva- arrivato a 28 mila e un quinto degli
mente nel sindacato e grazie a questa ammortizzatori sociali servito a co-
esperienza sento di essermi arricchito prire la mobilit a lavoratori immigra-
tanto, dal punto di vista lavorativo ma ti. Dallintero arco della crisi il saldo
anche umano. Ora conosco i miei di- di 10 mila lavoratori stranieri in meno
ritti e i miei doveri e riesco ad aiuta- e del 5 per cento in meno dei posti di
re concretamente le persone, essendo lavoro dipendente. Questo perch gli
diventato un punto di riferimento per stranieri sono presenti soprattutto nei
amici e colleghi. C una grande neces- comparti pi colpiti, come le costru-
sit di aiuto, sostegno, orientamento zioni e il manifatturiero.
tra i lavoratori, maggiore rispetto al Eppure il contributo economico resta
passato. Sono molti gli immigrati che rilevante: nel Nordest le quasi 100mila
stanno affrontando una situazione non imprese condotte da imprenditori
facile. So di molti che avendo perso stranieri concorrono alla produzione
il lavoro ed essendo privi di un punto del 6,4% del Pil complessivo dellarea,
di appoggio sono stati costretti a tor- per un ammontare di 19 miliardi di
nare a casa. Alcuni di quelli che erano euro. Anche questa integrazione.
a ricongiungersi con i propri famigliari Molto diversa, per ragioni anagrafiche
hanno dovuto rimandarli in Senegal. ma anche di settore di impegno, la
Limpegno di Diane non si esaurisce storia di Said Chaibi. Il suo a Treviso
nel sindacato: Sono presidente di sinonimo di cambiamento: il primo
una parte di comunit senegalese. Dal consigliere comunale immigrato eletto
2006 al 2010 sono stato co-presidente nella recente tornata elettorale. Al suo
dellassociazione Oltre le frontiere e fianco un altro nome simbolo, quello
dal 2010 al 2012 ho rivestito la carica di Pretty Gorza, avvocatessa di origi-
di vicepresidente della consulta per ne indiana anchessa eletta in Comune.
limmigrazione della provincia di Ve- Ventitr anni ancora da compiere, Said
nezia. Mi fa piacere dare una mano alla nato in Italia da genitori marocchini.
comunit, mi d soddisfazione aiutare Italiano e orgogliosamente trevigia-
le persone che hanno bisogno. Certo, no - si definisce nella sua pagina Face-
difficile combinare lavoro, impegno book -. Un nuovo cittadino o come
religioso, sociale e familiare ma un preferisco, un ragazzo italiano come
impegno che sto portando avanti con tanti. Mi sono da sempre impegnato
passione. in prima persona per il cambiamento

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 60

in positivo della mia, nostra, citt. di stato una tesina sulle seconde gene-
Dando unocchiata ai risultati delle vo- razioni che si chiudeva con il racconto
tazioni, si scopre che Said eletto tra della nostra esperienza. Ne sono mol-
le fila di Sel nella coalizione Treviso to contento e mi metto a disposizione
Bene Comune - ha ottenuto il doppio di questi ragazzi per dare una spinta
delle preferenze del sindaco uscen- a cambiamento di Treviso, per con-
te Gobbo. E in una citt come Trevi- trastare la deriva xenofoba con buone
so, ad alto tasso di immigrazione ma pratiche e buona politica. A pochi
anche roccaforte leghista, pi che un mesi dallinsediamento della nuova
cambiamento questo sembra una vera amministrazione molto gi in cantie-
e propria rivoluzione. Ho fatto il mio re. Puntiamo a un sistema educativo
ingresso in politica a 15 anni a segui- non monoculturale. Sociale, scuola,
to di un piccolo episodio di razzismo informatizzazione. Stiamo costruen-
a scuola - racconta -. Tornando a casa, do un percorso di educazione senti-
disperato, son passato davanti alla sede mentale e anti discriminazione. Nelle
di Rifondazione e mi sono iscritto. Da scuole elementari Coletti dal terzo
allora limpegno nella vita della citt anno insegneremo unora a settimana
stato costante. Molte le soddisfazioni di arabo, extracurricolare. Lo ritenia-
e le occasioni di crescita, soprattut- mo un modo utile per far conoscere
to in occasione dellultima campagna la cultura di una parte degli alunni ai
elettorale vinta dallattuale sindaco Pd propri compagni di banco.
Giovanni Manildo. Non sono manca-
ti, per, gli attacchi personali: Sono
stato preso pi volte di mira da parte
di colleghi leghisti che hanno cercato
di mettermi in difficolt. Ho ricevuto
offese costanti su Facebook. Ma alla
fine il risultato arrivato. In generale
adesso le persone riconoscono il ruo-
lo di consigliere, anche se non detto
che non sia solo un atteggiamento di
facciata. passato ancora troppo poco
tempo per capire se davvero Treviso
abbia fatto un passo avanti. Certamen-
te la mia presenza e quella di Pretty
Gorza un segnale importante. in-
negabile che siamo diventati un sim-
bolo. I simboli sono importanti, ma
ora dobbiamo riempirli di contenuto
e per questo dobbiamo dare il meglio.
Mi stato riferito che una ragazza del
liceo classico ha realizzato per lesame

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 61

CALABRIA, LA LEZIONE DELLA CITT


DEI BRONZI

Filarete

I l mare. Dimenticatelo come trap-


pola mortale per chi va alla ricerca di
un futuro migliore, pi dignitoso. Il
sentire.
Il mare, per esempio, ha costituito la ri-
nascita per Riace, un Comune del reg-
mare anche libert, riscatto sociale, gino arroccato su un costone roccio-
coraggio, orgoglio, rinascita. E questo so che dalla costa ionica si raggiunge
vale non solo per i tanti fortunati che percorrendo 7 chilometri di tornanti,
sono riusciti, dopo un avventuroso e con tuttintorno un paesaggio a tratti
rischioso viaggio in barcone, a sbar- lunare. Questo piccolo paese, famoso
care su lidi meno ostili. Questo vale in tutto il mondo per i Bronzi, era let-
anche per le mte dei loro viaggi: i mi- teralmente destinato a morire per via
granti costituiscono un valore aggiun- di quei fenomeni cos diffusi nei piccoli
to per le societ che li accolgono. Una centri italiani, al sud in particolare: in-
ricchezza non solo culturale, perch vecchiamento della popolazione, forte
da che mondo e mondo le differenze emigrazione, spopolamento dellabita-
arricchiscono. Ma sono anche una ric- to con abbandono di case e terre. Oggi,
chezza materiale, perch i migranti invece, Riace conosciuta in tutto il
sono forza-lavoro, svolgono mansioni mondo anche per essere la citt sim-
importanti, accettano lavori trascurati bolo dellaccoglienza. qui, infatti, che
dagli italiani, preziosi per il loro va- il sindaco Mimmo Lucano ha ospitato
lore sociale, come accade per le tante centinaia di profughi e rifugiati politici
straniere che accudiscono gli anziani, sbarcati sulla costa ionica, assegnando
una presenza di importanza vitale, una loro le case del centro storico abban-
presenza insostituibile. Gli stranieri donate dai riacesi.
oramai fanno parte del nostro tessuto La straordinaria storia di Riace la
culturale ed imprenditoriale, con buo- protagonista del film Il volo di Wim
na pace della Lega e dei movimentu- Wenders, che ha raccontato la grande
coli xenofobi che ogni tanto si fanno attenzione della comunit riacese per

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A
DOSSIER_IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE / 62

il recupero dellantico borgo storico, diventata luogo di ospitalit diffusa e


listituzione di borse lavoro, lattiva- laboratorio permanente per valorizza-
zione di un laboratorio permanente re le tradizioni del territorio.
per la valorizzazione e il recupero di Un modello positivo di accoglienza
arti e mestieri, che sono espressione ed integrazione, peraltro in una realt
della specificit del territorio. Grazie difficile come quella della Locride, che
al lavoro del Comune stato possibile fa di Riace un vero laboratorio socia-
ricreare il tessuto economico tradizio- le. Che per ha attirato le attenzioni
nale, valorizzando la micro-economia, dei farneticanti di turno, che hanno
recuperando gli antichi mestieri, il minacciato pesantemente il sindaco
credito etico, il consumo responsabile Lucano ma anche la ministra per lIn-
e il turismo etico. Il tutto affidato a mi- tegrazione Ccile Kyenge, ed hanno
granti e abitanti del luogo insieme, in annunciato di avere come obiettivo
una felice sinergia. lespulsione dal territorio italiano di
La rinascita di Riace, dunque, arri- tutti i cittadini di razza e sangue afri-
vata dal mare. Riace tornata a nuova cano sbarcati sulle coste italiane. Au-
vita, e lo ha fatto nel momento in cui, tori della missiva sono i responsabili
sulle splendide coste del mar Ionio, del Partito Nazionalista Italiano, un
finito lavventuroso viaggio delle car- gruppetto sparuto ma dalle idee ben
rette del mare cariche di profughi e confuse, indispettito dagli ottimi pro-
rifugiati politici. Centinaia, migliaia di positi del sindaco e dalla grande atten-
donne, uomini e bambini alla ricerca zione delle istituzioni al caso-Riace,
di una vita pi dignitosa. Per loro lo con le recenti visite della stessa mini-
sbarco sulle spiagge incantevoli della stra Kyenge e del Presidente della Ca-
costa calabrese non ha rappresentato mera, Laura Boldrini.
un punto di arrivo, la fine di un per- Ci dispiace deludere tutti gli italiani
corso, piuttosto linizio di un viaggio animati da sentimenti xenofobi, razzi-
difficile e avventuroso alla ricerca di un sti, fascisti, ma le loro battaglie pseudo
lavoro, di un tetto sotto il quale dormi- nazionaliste, con slogan farneticanti
re, di una citt accogliente nella quale che ricordano quelli che animavano
rinascere. i seguaci del Ku Klux Klan, non solo
I riacesi non ci hanno pensato due vol- sono destinate a fallire, ma provoca-
te: li hanno accolti nella loro comunit no lindignazione di milioni di italiani,
e ospitati, assegnando loro le case del senza distinzioni di sorta. Ci dispiace
centro storico, oramai abbandonate. tanto, ma non si possono fermare la
Un esempio di solidariet e integrazio- voglia di libert, di rivincita, lorgoglio,
ne di una semplicit, genuinit ed effi- il coraggio. Non si pu fermare il mare!
cacia disarmanti. Riace e il suo sindaco
Mimmo Lucano, con ladesione alla
rete dei Comuni Solidali, hanno scelto
di intraprendere una politica di inte-
grazione ed accoglienza: la cittadina

P O L I T I C A S O C I E T C U L T U R A