Sei sulla pagina 1di 16

SETTEMBRE

2017
ANNO XXXIII/N.6

Dunkirk (2017) di Christopher Nolan

PROGRAMMA LUMIRE
Piazzetta Pier Paolo Pasolini, 2b Bologna - tel. 051 2195311
Editoriale

Parte la nuova stagione, in Italia tra qualche nube. Le nubi sullo-


rizzonte del cinema sono dovute al fatto che lannata 2016-17 ha
registrato in Italia un ulteriore sensibile calo nelle presenze in sala.
Da decenni si discute sulle cause di questo assottigliamento di pub-
blico; cause storiche, culturali, legate ai costumi e ai consumi, cause
strutturali e cause contingenti. Mi pare che oggi una chiara causa
contingente si chiami Netflix. Non tanto perch Netflix il pi acces-
sibile serbatoio di film e (soprattutto) di fiction seriale, quanto perch
c nella sua proposta qualcosa che fa sembrare meno moderno il ci-
nema. Netflix ha fatto sua lidea di esclusivit. Lattesa per luscita di
un film e di una serie televisiva, il gioco dellanticipazione, il brivido
di una visione esclusiva sono traslocati dal grande schermo condiviso Dunkirk di Christopher Nolan
sar programmato, in versione
alla tv, e agli altri molteplici schermi della visione individuale. originale con sottotitoli italiani,
Il cinema prova a rispondere con leccellenza della sua storia e della nel cartellone di settembre.
sua tecnologia. Dunkirk di Christopher Nolan, rievocazione dautore Maggiorni informazioni su sito,
newsletter e quotidiani.
di un episodio chiave della Seconda guerra mondiale, gi acclamato
come uno dei film pi importanti degli ultimi anni, quel che un tem-
po si sarebbe chiamato cinema-cinema (ovvero, irriducibile a ogni
altro medium). In Italia, gli unici luoghi ove sar possibile vederlo nelloriginale formato 70mm
sono la mitica sala di Melzo e il nostro Lumire. Nolan, come Tarantino, uno dei registi che
percepiscono il loro esistere allinterno della storia del cinema. La prova migliore la rassegna
che ha costruito insieme al BFI, finanziando la ristampa delle copie: una serie di film che hanno
nutrito il progetto e la realizzazione di Dunkirk. Con piacere presentiamo in questo programma
una selezione della rassegna. Con piacere e sorpresa ho ritrovato, in una lista di fonti tuttaltro
che prevedibile, un film come La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo, e una motivazione cos
acuta alla sua presenza: perch un film che sollecita lempatia con i suoi personaggi con il
minor tasso di messinscena immaginabile.
David Lynch a sua volta un artista che, laddove inventa mondi di totale e perturbante autonomia
estetica, mantiene saldo il legame con la storia del cinema. Basta rivedere, quarantanni dopo,
Eraserhead e quel suo bianco e nero che sapeva di arcano e davanguardia, ora recuperato dal
restauro. Eraserhead Il Cinema Ritrovato al cinema di settembre e ad accompagnarlo sar, oltre
alla personale Lynch, una rassegna dedicata ai Mostri: ci sono i classici, c il muto musicato Il
gobbo di Notre-Dame, ed entra nella serie anche La donna scimmia di Ferreri, uno dei restauri
presentati alla Mostra di Venezia Laltro restauro che portiamo in laguna Novecento, puro
e maestoso cinema di poesia; questo mi d loccasione di segnalare un film per il quale voglio
spendere la parola sorpresa. Evviva Giuseppe di Stefano Consiglio un vitale, emozionante
ritratto di Giuseppe Bertolucci (che, tra molte altre cose, di Novecento fu sceneggiatore). Un
ritratto sorprendente sia per chi lo ha conosciuto sia per chi di lui sa poco ancora. Materiali pri-
vati, testimonianze della parte pi volatile della sua multiforme opera, quella teatrale, una lunga
intima e analitica intervista a suo fratello Bernardo, un gran finale affidato a Benigni ci riportano
con nitidezza il pensiero di Giuseppe, che resta cos sintonizzato sui temi veri del presente, anche
a cinque anni dalla sua scomparsa.
Infine. Novit della stagione sar una lezione di cinema al mese. Percorso non cronologico,
piuttosto modulato sullattualit dei restauri e della programmazione. Cominciano Andrea Mene-
ghelli e Renato Zorzin che, in occasione del 70mm di Dunkirk, racconteranno la storia dei fuori
formato. un anticipo di ci che presto vorremmo attivare nei nuovi spazi del Modernissimo:
una fascia di programmazione dedicata alla formazione del pubblico, regolare e gratuita, fatta
di incontri, lezioni, approfondimenti. Perch da l che tutto parte e tutto pu ripartire, dagli
spettatori e dai loro piaceri. Noi intanto ripartiamo con energia e fiducia, a dispetto dogni nube.
Gian Luca Farinelli
A settembre

IL CINEMA RITROVATO AL CINEMA


tutti i luned e i marted del mese
Quinta stagione per Il Cinema Ritrovato al cinema, che dal 2012 presenta nel-
le sale italiane film riportati dal restauro a nuova vita, splendore e circolazione
culturale. Si parte questo mese con Eraserhead, opera prima di David Lynch, che
nel 1976 affidava a un bianco e nero angoscioso e arcano la sua visione (neo)
surrealista del cinema e del mondo. Lynch sinoltrava nei territori dellinconscio
che non avrebbe pi smesso desplorare: la crudezza allucinatoria di Eraserhead
resta qualcosa di unico, nella storia del suo autore e nella storia del cinema.

PAESAGGI DELLINCUBO:
IL CINEMA DI DAVID LYNCH dal 1 al 16 settembre
Mentre Twin Peaks Il ritorno riuscito nellimpresa quasi impossibile di alzare la-
sticella di una Tv sinceramente sperimentale, il momento di attraversare di nuovo
Lynchtown, il mondo bizzarro e allucinato del regista americano. Se i quarantanni di
Eraserhead mostrano il grado di turbamento che ancora oggi quellesordio suscita,
in tutti gli altri film che si svolge il filo di Arianna del labirinto visionario di Lynch.
E se Sailor e Lula, Cooper e Diane, Dorothy e Jeffrey, Betty e Rita ci sembrano ormai i
nostri amati famigliari lunatici, lo dobbiamo al calore del suo genio.

NO ORDINARY PEOPLE: I MOSTRI AL CINEMA


dall8 al 28 settembre
Incunabolo dellossessione lynchana per la deformit, Eraserhead, con il suo campio-
nario di ordinaria mostruosit, ci offre lo spunto per una carrellata di mostri cinema-
tografici. Da figure classiche dellorrore come il Nosferatu di Murnau e La mummia di
Freund, ai freaks di Tod Browning e Marco Ferreri (La donna scimmia), vittime innocenti
della mostruosit umana, fino al tragico e commovente Quasimodo di Lon Chaney, che
dietro laspetto orrendo cela (come spesso i mostri) una profonda bellezza interiore.

ROAD TO DUNKIRK. CARTA BIANCA A NOLAN


dal 6 al 30 settembre
Intorno al suo ultimo acclamato film (che al Lumire vedremo nelloriginale formato
70mm), Christopher Nolan ha costruito con il BFI una rassegna (non convenzionale, a
tratti sorprendente) dei titoli che lhanno ispirato. Noi ve ne offriamo una selezione: da
un classico del cinema bellico come Allovest niente di nuovo allepica-verit di La bat-
taglia di Algeri, da un esercizio di tensione narrativa come Vite vendute al Prigioniero
di Amsterdam di Hitchcock, spy movie in presa diretta sulla Seconda guerra mondiale.

I RESTAURI DI VENEZIA dal 9 al 28 settembre


La donna scimmia di Marco Ferreri, anomalo freak movie, apologo sullo sfruttamento
come condizione base delle relazioni umane, il restauro che la Cineteca porta a Ve-
nezia (insieme a Novecento, che sar un nostro prossimo Cinema Ritrovato al cinema).
La rassegna presenta anche gli altri restauri del festival: un formidabile tris di capola-
vori giapponesi, Lintendente Sansho, Gli amanti crocifissi, Il sapore del riso al t verde,
e limpetuoso debutto di Milo Forman nella nov vlna praghese, Lasso di picche.

CINEMA DEL PRESENTE dal 1 al 30 settembre


Una selezione dei migliori titoli usciti in sala negli ultimi mesi, tra autori riconosciuti
come il giapponese Hirokazu Koreeda e il rumeno Cristi Puiu; i sorprendenti esordi di
William Oldroyd (Lady Macbeth) e gli italiani Andrea De Sica (I figli della notte) e Roberto
De Paolis (Cuori puri); sguardi su mondi altri: la comunit arabo-israeliana di Libere,
disobbedienti, innamorate In Between e la corrotta capitale filippina di Metro Manila.

SCHERMI E LAVAGNE
dal 17 settembre, tutti i sabati e le domeniche
Riapre il Cineclub per bambini e ragazzi e si riparte subito con la fantasia per i viaggi
e le esplorazioni del nostro Open Day. La nuova stagione offre i paesaggi incontaminati
di Alamar, storia familiare in chiave ecologista, lavventura al femminile di Sasha e il
Polo nord e il poetico anime giapponese Oltre le nuvole Il luogo promessoci.
AGOSTO pensato. I sei lunghi anni della realizzazione,
la troupe... I ricordi sintrecciano a foto di scena
e riprese dellepoca. Il documentario esso stesso
30 MERCOLED calato in unatmosfera lynchana. Il regista parla in
primo piano, davanti un microfono stile anni Cin-
quanta, alle spalle una tenda forse rossa come
Anteprima. Prima visione nella famosa loggia di Twin Peaks, ma il tutto in
22.00 DUNKIRK bianco e nero come Eraserhead.
(USA-GB-Francia/2017) THE ALPHABET
di Christopher Nolan (106) (USA/1968) di David Lynch (4)
Alla sua prima fuga dallimmaginario, lauto- Primi passi nella poetica dellincubo. Una notte la
re della trilogia del Cavaliere Oscuro e di pietre nipote di mia moglie Peggy fece un brutto sogno,
miliari della fantascienza contemporanea come durante il quale pronunciava lalfabeto in manie-
Inception e Interstellar, si cimenta con un kolossal ra tormentosa. Fu pi o meno questo che mise in
di guerra che ricostruisce sul grande schermo (e moto The Alphabet. Il resto veniva solamente del
nello splendore della pellicola 70mm io credo subconscio (David Lynch).
nellimmersione collettiva e nello schermo gigan- SIX MEN GETTING SICK
te, afferma il regista) uno degli episodi-chiave (USA/1966) di David Lynch (1)
del secondo conflitto mondiale e della storia del Anello di congiunzione tra il Lynch pittore e il Lyn-
Novecento: lincredibile evacuazione, tra il mag- ch regista, nasce come quadro in movimento da
gio e il giugno del 1940, verso la Gran Bretagna proiettare in loop su uno schermo scolpito. Lynch
di migliaia di soldati belgi, francesi e britannici, ancora studente allaccademia darte di Phila-
bloccati sulle spiagge di Dunkerque dallavanza- delphia ma il connubio tra astrazione e corporeit
ta dei panzer tedeschi. E lo fa con un dispiego di rimanda gi alle future ossessioni.
mezzi senza precedenti: aerei, navi da guerra e
armamenti originali provenienti da collezionisti di
tutto il mondo, oltre seimila comparse, la maggior
parte delle scene girate nei luoghi reali. Dunkirk
il mio primo film realista. Mi interessava esplo-
rare il fattore umano e soprattutto una condizione
di panico alla Hitchcock. Per raccontare la storia
da un punto di vista soggettivo, ho scelto la terra,
laria e lacqua come lenti e zoom della guerra
(Christopher Nolan).
Il Lumire uno dei due soli cinema in Italia, insie-
me allArcadia di Melzo, in cui il film verr proiettato
nelloriginale versione in pellicola 70mm.
Ingresso: 10 (ridotto 8 ).
Prevendite online sul sito della Cineteca 20.00 THE ELEPHANT MAN
(GB/1980) di David Lynch (125)
La storia di John Merrick, luomo elefante, il freak
31 GIOVED della Londra proto-industriale, serve a Lynch per due
motivi: mostrare il lato intimamente mlo del suo
cinema e trovare una via dentrata a Hollywood. The
Dal 31 agosto Elephant Man ibrido e tragicomico come il suo pro-
Prima visione tagonista, da una parte trascina al pianto il grande
18.00 20.15 22.30 DUNKIRK pubblico e dallaltra fa saettare schegge di orrido
(USA-GB-Francia/2017) e memorie di Tod Browning. Non meno ancestrale
di Christopher Nolan (106) (replica) e traumatico di Eraserhead, The Elephant Man si
Proiezione nelloriginale versione in pellicola 70mm nasconde dietro il film di malattia anni Ottanta
Ingresso: 10 (ridotto 8 ). per costruire una nuova riflessione sul visibile e
Prevendite online sul sito della Cineteca e alla cassa sullorrore. (rm)
del Lumire

Cinema del presente

SETTEMBRE 22.15 LADY MACBETH


(GB/2016) di William Oldroyd (89)
Per il suo debutto nel lungometraggio, il regista teatrale
01 VENERD britannico William Oldroyd adatta il romanzo breve Lady
Macbeth del Distretto di Mcensk di Nikolaj Leskov (che
ispir anche lomonima opera di ostakovic) trasferen-
Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch dolo nellInghilterra dellOttocento. Protagonista una
Inaugurazione della rassegna giovane donna costretta a un matrimonio combinato e
imbrigliata nelle norme sociali dellepoca che trova la-
18.00 ERASERHEAD STORIES more e uninesorabile vendetta. Acclamato dalla critica:
(USA/2001) di David Lynch (85) un noir vittoriano, capace di essere allo stesso tempo
I segreti di Eraserhead. David Lynch in persona ci brillante, sensuale e rigoroso (Peter Bradshaw), Cime
conduce dietro le quinte del suo cult desordio per tempestose diretto da Alfred Hitchcock (Eric Kohn).
raccontarci com nato un film sentito pi che
02 SABATO 04 LUNED
Piazzetta Pasolini e Piazzetta Magnani Il Cinema Ritrovato al Cinema
9.00 14.00 IL MERCATO RITROVATO 18.15 20.15 22.15
Riparte nellabituale collocazione del sabato mattina ERASERHEAD LA MENTE CHE CANCELLA
Il Mercato Ritrovato, il nuovo mercato contadino in (Eraserhead, USA/1977) di David Lynch (89)
Cineteca, che ospita circa quaranta produttori del Nato in un contesto indipendente e underground, il
nostro territorio. Spesa a km zero, spazi didattici per primo lungometraggio di David Lynch passa in po-
bambini, concerti e laboratori, cibi di strada, anche chi mesi dalle gallerie darte di New York alle sale
vegetariani e vegani, birre artigianali e vini autoctoni. di tutto il mondo. Girato in totale autonomia nel
1976, con un pugno di amici e collaboratori fidati,
18.00 ERASERHEAD STORIES (replica) si fa subito notare per linquietudine che emana e
THE ALPHABET (replica) per lo sconcerto che suscita nei pur ben disposti
SIX MEN GETTING SICK (replica) spettatori. il primo incunabolo (ma per alcuni
il pi radicale e ipnotico) delle visioni lynchane:
Cinema del presente bianco e nero avanguardistico, narrazione apoca-
20.00 LIBERE, DISOBBEDIENTI, littica, vicende inspiegabili e orrore ovunque, con
INNAMORATE IN BETWEEN una trama (un uomo misterioso, con un figlio mo-
(Bar Bahar, Israele-Francia/2016) struoso, dentro un futuro post-industriale) presso-
di Maysaloun Hamoud (96) ch nulla. N fantascienza n horror, anche se i vari
Si cita spesso Sex & the City parlando di questa viva- distributori nazionali, Italia compresa, provarono a
ce opera prima. Leila, Noor e Salma sono tre giovani farlo passare per un film di genere. In verit, il dia-
donne palestinesi che vivono a Tel Aviv. Come tutte le logo con il surrealismo, la fotografia industriale,
loro coetanee si divertono, sognano, cercano lamore. lunderground statunitense. Come Shining, Era-
Ma devono lottare per affermare la propria libert e serhead stupisce per la capacit di tener fede alla
identit. Ho cercato di raccontare il complicato dua- forma linguistica dellinconscio, secondo Enrico
lismo della loro quotidianit, stretto fra la tradizione Ghezzi. A posteriori, va considerato come il film che
da cui provengono e la sregolatezza della metropoli in per primo ha dato voce ai fantasmi interiori di Lyn-
cui abitano (Maysaloun Hamoud). ch: non solo alle sue fantasie morbose, ma anche
al suo desiderio di purezza. (rm)
22.15 THE ELEPHANT MAN (replica) Restaurato in 4K da Criterion Collection con la su-
pervisione di David Lynch
03 DOMENICA
17.45 LADY MACBETH (replica) 05 MARTED
Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch 18.15 20.15 22.15 ERASERHEAD
19.45 MULHOLLAND DRIVE LA MENTE CHE CANCELLA (replica)
(USA-Francia/2001) di David Lynch (147)
Ancora oggi si discute: che diavolo succede in Mulhol-
land Drive? Eppure la spiegazione c, a patto di stare
molto, molto attenti. E tutto sommato la storia conta
06 MERCOLED
pi di quanto non si creda, per Lynch. nelle sue pie- Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch
ghe, nelle circonvoluzioni narrative e nelle sterzate oni- 18.00 INDUSTRIAL SYMPHONY NO. 1:
riche del racconto, che poi i misteri gemmano, le paure THE DREAM OF THE BROKENHEARTED
si materializzano, il comico e lorrore si fondono. Per (USA/1990) di David Lynch (50)
di pi, Lynch dimostra di sviluppare un apprezzabile Versione video della performance musical-teatrale
sguardo erotico sulle protagoniste, entrambe magnifi- messa in scena da Lynch al New Music America Festi-
che. Un film su Hollywood, ma non di Hollywood. (rm) val. Le musiche sono realizzate con Angelo Badalamenti
(con cui Lynch ha gi collaborato per Velluto blu e con
Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch cui sta lavorando a Cuore selvaggio del secondo film
22.30 STRADE PERDUTE compaiono anche i protagonisti, Nicolas Cage e Laura
(Lost Highway, USA/1996) Dern) e cantate da Julee Cruise (voce della celebre Fal-
di David Lynch (134) ling, tema principale di Twin Peaks alla serie appar-
Nuova resurrezione lynchana, quando veniva ormai dato tiene lultimo interprete, Michael J. Anderson).
per spacciato. Lost Highway si presenta come un film INTERVALOMETER EXPERIMENTS: STEPS
scintillante e dark, impaginato come un catalogo di moda (USA/2007) di David Lynch (5)
ma attraversato da ogni tipo di paradosso: parlare con BUG CRAWLS
una persona che si trova contemporaneamente al telefono (USA/2008) di David Lynch (5)
con voi, suonare al campanello e dialogare al citofono con INDUSTRIAL SOUNDSCAPE
se stessi, cambiare personalit a met film e vedere un (USA/2008) di David Lynch (11)
mondo che possiede lo stesso lessico ma unaltra sintassi. Tre cortometraggi sperimentali realizzati inizialmente
C una parte della mia creativit che non saprei spie- da Lynch per il suo sito web. Scenari industriali, so-
gare, che mi sconosciuta. come nella musica: le note norit meccaniche e ipnotiche, ripetizione, astrazione,
sono unite in un certo ordine e formano le melodie. Non animazione. Un insetto si arrampica su una casa e
interrompiamo lascolto per chiederci perch il fa minore cade. Macchinari in movimento. Ombre su una scala.
l, dopo il mi diesis? (David Lynch). (rm)
Road to Dunkirk. Carta bianca a Christopher Nolan di Keaton fosse superiore a quello di Man Ray e di Luis
19.45 LA BATTAGLIA DI ALGERI Buuel, poich Keaton era riuscito a conquistare la
(Italia-Algeria/1966) di Gillo Pontecorvo (121) libert espressiva rispettando le regole del cinema
Come il Potmkin, unepica nella forma del documen- narrativo (Cecilia Cenciarelli).
tario ricostruito (Pauline Kael). La ricostruzione quella ONE WEEK UNA SETTIMANA
della guerra di popolo algerina, 1954-1957, contro le (USA/1920) di Buster Keaton e Eddie Cline (25)
autorit doccupazione francesi; il film, Leone doro a Il primo capolavoro di Keaton e uno dei migliori cor-
Venezia e tre nomination agli Oscar, ebbe unaccoglienza tometraggi della storia del cinema. Dopo soli quindici
a dir poco rigida in Francia, non soddisfece il commit- film interpretati in tandem con Roscoe Fatty Arbuckle
tente governo algerino, ma si guadagn unamplissima tra il 1917 e il 1920, lo stile visivo, il raffinato senso
risonanza internazionale. Nella sceneggiatura di Pon- della comicit, la straordinaria inventiva e listinto
tecorvo e Franco Solinas leroe sono le masse in rivolta: dattore di Keaton sembrano aver gi raggiunto la
Una straordinaria narrativa-verit... un film che solleci- perfezione. (Cecilia Cenciarelli)
ta lempatia con i suoi personaggi con il minor tasso di Restaurati nel 2015 da Cineteca di Bologna e Cohen
messinscena immaginabile (Christopher Nolan). (pcris) Film Collection presso il laboratorio LImmagine Ritro-
Restaurato da Cineteca di Bologna e Istituto Luce vata. Con le musiche composte e dirette da Timothy
Cinecitt in collaborazione con Igor Videocine Produ- Brock ed eseguite dallOrchestra del Teatro Comunale
zioni, Casbah Entertainment, Surf Film e CultFilms. di Bologna registrate in occasione del Cinema Ritro-
La rassegna ispirata al programma Christopher vato 2015.
Nolan Presents promosso dal BFI e da Syncopy Films. In occasione di Thats Entertainment! Spectacle,
10 posti gratuiti per Amici e Sostenitori della Cineteca Amusement, Audience and the Culture of Recreation in
Prenotazioni: amicicineteca@cineteca.bologna.it the Audiovisual Contexts of English-speaking countries,
23rd Sercia Conference (Bologna, 7-9 settembre 2017).
Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch
22.15 VELLUTO BLU
(Blue Velvet, USA/1986)
di David Lynch (120)
08 VENERD
Pi che universi paralleli, quelli di Lynch fanno pensa- 17.30 STRADE PERDUTE (replica)
re a mondi che sprofondano in altri mondi. Scatole che
contengono altre scatole (e cosa c nella scatola?, No Ordinary People: i mostri al cinema
ci si chiede in Dune. Dolore). Entrando (e uscendo) 20.00 NOSFERATU
da un orecchio, Velluto blu ci porta a spasso in una (Nosferatu, Eine Symphonie des Grauens,
scatola cranica. un mondo strano, ci dicono. S, Germania/1921) di Friedrich W. Murnau (106)
ma anche molto familiare, a guardarlo onestamente. Il film capitale del cinema muto. Dal Dracula di
cos strano che un delizioso pettirosso stritoli uno Bram Stoker, la storia immortale di Nosferatu, il
scarafaggio nel becco? (am) non-morto che semina la peste, assorbe e spegne le
forze vitali, attenta allequilibrio delluniverso, finch
07 GIOVED un sacrificio femminile far sorgere lalba sulla citt
liberata. Sul piano formale, il film si allontana dalle-
spressionismo e lo trascende: prima dogni altra cosa
17.30 LA BATTAGLIA DI ALGERI (replica) per limportanza che vi ha la Natura, per limpressio-
nante variet di esterni reali che ne accrescono il ro-
Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch manticismo magico. Murnau sabbandona totalmente
20.00 CUORE SELVAGGIO al suo gusto della polifonia e del contrappunto, sul
(Wild at Heart, USA/1990) piano drammatico e cosmico. Nosferatu prima di
di David Lynch (125) tutto un poema metafisico (Jacques Lourcelles).
Cuore selvaggio, che vince Cannes nel 1990 tra le Restaurato da Friedrich-Wilhelm-Murnau-Stiftung.
polemiche per leccessiva violenza, Velluto blu con Con le musiche originali di Hans Erdmann ricostruite e
il piede sullacceleratore. Incredibile e miracoloso ca- dirette da Berndt Heller ed eseguite dalla Rundfunk-Sin-
talogo di eccessi virulenti, lesempio pi potente di fonieorchester Saarbrcken.
road movie attraverso unAmerica disperata, violenta,
pornografica. Lamore di Sailor e Lula, purissimo e Thats Entertainment!
distillato, si accende di immagini maestose e improv- 22.15 LUCI DELLA RIBALTA
vise catastrofi. Per alcuni, semplicemente un tour de (Limelight, USA/1952) di Charlie Chaplin (143)
force per pater le bourgeois; per tutti gli altri (non Quellomino che vediamo lo stesso che poco tem-
pochi), uno dei rari film contemporanei ad aver scosso po prima voleva uccidere tutte le donne del mondo.
dalle fondamenta limmaginario statunitense. (rm) proprio lui. E ora fa di tutto e si dispera perch una
di loro possa tornare a vivere. Luci della ribalta un
Thats Entertainment! film possente, geometrico, torbido e menzognero dove
22.15 SHERLOCK JR. LA PALLA N 13 la bellezza, come il sole sugli specchi, gibigianando
(USA/1924) di Buster Keaton (45) va. Eccolo Buster Keaton. Una sfingea apparizione di
Uno dei film pi incredibili di Keaton, nel quale il pochi secondi ove per poco il cor non si spaura. Insie-
geniale comico dallespressione impassibile un me. Come se Michelangelo scolpendo il David avesse
proiezionista aspirante detective che sogna di entrare fatto fare lorecchio sinistro a Leonardo. Luci della ri-
e uscire dallo schermo cinematografico in un susse- balta un film che sferza e ci aggrandisce. Incatena
guirsi di gag surreali e irresistibili. Luso che Keaton lattenzione dello spettatore. Il film ideologico pi
faceva del sogno e dei raccordi di cui and sempre riuscito di Chaplin poich conserva intatta la forza del
molto fiero fu definito rivoluzionario da Antonin Ar- sentimento che lunica, vera forza rivoluzionaria.
taud e Robert Aron, che sottoline come il surrealismo (Roberto Benigni)
09 SABATO la notturna passeggiata a due nel Central Park della
MGM. Ecco che cos unintermittenza del cuore, al
cinema. (pcris)
9.00 14.00 IL MERCATO RITROVATO
17.30 CUORE SELVAGGIO (replica) 10 DOMENICA
Sottopasso di Piazza Re Enzo Sottopasso di Piazza Re Enzo
18.00 Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi 11.30 Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi
Visita guidata (supplemento di 3 sul biglietto intero Visita guidata
o ridotto)
16.00 NOSFERATU (replica)
No Ordinary People: i mostri al cinema
I restauri della Cineteca a Venezia 18.00 LA DONNA SCIMMIA (replica)
20.15 LA DONNA SCIMMIA
(Italia-Francia/1964) di Marco Ferreri (92) Road to Dunkirk. Carta bianca a Christopher Nolan
Un uomo (Tognazzi) e una donna (Girardot). Lei ha 19.45 VITE VENDUTE
il corpo coperto di peli, lui la esibisce come freak (Le Salaire de la peur, Francia-Italia/1953)
nei baracconi e nelle piazze. Poi lei resta incinta. di Henri-Georges Clouzot (131)
Parabola crudele, e a tratti perversamente tenera, Capolavoro del cinema francese anni Cinquanta,Vite
sullo sfruttamento come fondamento delle relazio- vendute echeggia intorno a Dunkirk poich si tratta, in
ni umane. Il finale fu luogo di varianti di edizio- entrambi i casi, di storie di sopravvivenza (Nolan) e di
ne. Maria muore di parto poco dopo il bambino: i messinscene della tensione. Quattro gaglioffi vengono
due cadaveri vengono imbalsamati ed esposti in assoldati per una missione suicida, portare a desti-
un museo, ma Antonio, reclamati i corpi, decide di nazione due camion pieni di nitroglicerina attraverso
esporli in un baraccone da fiera: questo nelexpli- le carrettiere sfasciate dellAmerica Latina, alla volta
cit previsto (girato e montato) da Ferreri. Invece, dun pozzo petrolifero in fiamme. Narrazione implacabi-
secondo il proposito del produttore Ponti, il film le, evocazione magistrale del caldo, della paura, della
doveva fermarsi sulla morte (sacrificale) di madre vischiosit del destino. Lultima linea dellorizzonte un
e bambino. Un diverso epilogo conobbe la versione biglietto ormai scaduto del mtro di Parigi: In Clouzot
francese: la donna-scimmia perde i peli durante la mai niente di rassicurante, niente di consolatorio, nien-
gravidanza e d alla luce un bambino normalmen- te di risolutivo (Lorenzo Pellizzari). (pcris)
te glabro, condannando il marito a un lavoro one-
sto (Michele Canosa). Il restauro ha recuperato e 22.15 MULHOLLAND DRIVE (replica)
presenta i tre diversi finali.
Restaurato da Cineteca di Bologna e TF1 Studio in
collaborazione con Surf Film presso il laboratorio
LImmagine Ritrovata (Bologna, Parigi).
11 LUNED
18.15 20.15 22.15 ERASERHEAD
LA MENTE CHE CANCELLA (replica)

12 MARTED
18.15 20.15 22.15 ERASERHEAD
LA MENTE CHE CANCELLA (replica)

13 MERCOLED
18.00 INDUSTRIAL SYMPHONY(replica)
BUG CRAWL (replica)
Thats Entertainment! INDUSTRIAL SOUNDSCAPE (replica)
22.15 SPETTACOLO DI VARIET INTERVALOMETER EXPERIMENT: STEPS (replica)
(The Band Wagon, USA/1953)
di Vincente Minnelli (102) Evento speciale
Nel 1931 Fred Astaire aveva portato in scena uno 20.00 22.15
spettacolo di variet dallo stesso titolo; le canzoni DAVID GILMOUR LIVE AT POMPEII
erano di Alfred Schwartz e Howard Dietz; il film ne re- (USA/2017) di Gavin Elder (120)
cupera cinque, Schwartz e Dietz ne aggiungono altre Nel luglio 2016, quarantacinque anni dopo Pink Floyd:
(tra cui la trascinante dichiarazione di poetica Thats Live at Pompeii, David Gilmour torna ad esibirsi in
Entertainment). Tony Hunter, ex song-and- dance man due concerti nellantico anfiteatro romano di Pom-
di Broadway con un avvenire (hollywoodiano) dietro le pei stavolta di fronte al pubblico, unico artista dai
spalle, torna e trova la scena cambiata. Esplodono i tempi dei gladiatori. Si tratta di un posto magico.
colori e Tony/Astaire, pur fedele al suo vestito grigio, Farvi ritorno e vedere il palcoscenico e larena stata
in quei colori che eccitano il pubblico del 1953 deve unesperienza travolgente. un luogo di fantasmi. Il
immergersi. Quel che conta che le canzoni circolino, film-concerto, girato in 4K e Dolby Atmos, propone il
che i passi di danza diano forma visiva al sentimento. meglio delle due esibizioni, con canzoni dagli album
E mai tale forma visiva ha raggiunto la purezza del- pi recenti di Gilmour, Rattle that Lock e On an Island,
ma anche brani dei Pink Floyd come Wish You Were se non nullo, il film profondamente radicato nel tipo
Here e One of These Days, lunica canzone eseguita di comicit da lui preferito, spesso sintomaticamente
anche con la band nel 1971. basato sugli equivoci e sul fallimento del linguaggio.
Ingresso: 15 (ridotto 12 ). Prevendite online e alla Il film assurdo e stupido, nel vero senso della paro-
cassa Lumire a partire dal 1 settembre la. Questa combinazione mi piace, ma a quanto pare
piace solo a me!. (Chris Rodley)
THE DARKENED ROOM
(USA/2007) di David Lynch (8)
Due stanze. Tre donne. Dialoghi enigmatici. il Lynch
pi sperimentale, che mette in crisi la relazione tra gli
spazi, il senso delle situazioni, dei dialoghi, lasciando
anche lo spettatore nella stanza oscura della propria
immaginazione. (aa)

20.00 22.15
DAVID GILMOUR LIVE AT POMPEII (replica)

16 SABATO
14 GIOVED 9.00 14.00 IL MERCATO RITROVATO
No Ordinary People: i mostri al cinema Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch
18.00 LA MUMMIA 17.45 FUOCO CAMMINA CON ME
(The Mummy, USA/1932) (Twin Peaks: Fire Walks with Me, USA/1992)
di Karl Freund (72) di David Lynch (135)
La storia del gran sacerdote Im-Ho-Tep risvegliato dal Considerato da molti (non dai fan, ovviamente) lo
suo sepolcro che si reincarna nellarcheologo Ardeth Bey strampalato prequel di un regista in confusione, si
sispira alle leggende sulla maledizione della tomba di rivelato probabilmente lopera sperimentale con cui
Tutankhamon ma anche a varie fonti letterarie e al Dra- David Lynch voleva scrollarsi di dosso leccessiva fama
cula di Tod Browning, sul set del quale Karl Freund era accumulata con la serie televisiva. Oggi, poi, con la ter-
stato direttore della fotografia. Malvagio emissario di za stagione di Twin Peaks, quel che pareva un accumulo
una terra esotica, Im-Ho-Tep alla ricerca dellamo- di fatti misteriosi e visionari si dimostra tassello indi-
re, esattamente come Dracula, con il quale condivide spensabile per la comprensione di quelluniverso narra-
anche gli ipnotici poteri e lo sguardo fulminante (reso tivo. E a rivederlo oggi, Fuoco cammina con me rappre-
ancora pi impressionante dal make-up di Jack Peir- senta una tappa importante del viaggio nellinconscio e
ce, che nei primi piani fa risaltare le sembianze di un nella violenza, vera ossessione dellautore. (rm)
teschio sotto la pelle avvizzita della mummia). Il perso-
naggio di Ardeth Bey divenne il modello dei modi im- Sottopasso di Piazza Re Enzo
peccabili e gelidamente minacciosi che avrebbero reso 18.00 Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi
Karloff il cattivo pi amato di Hollywood per i quattro Visita guidata
decenni successivi (Bill Krohn).
I restauri di Venezia
20.00 22.15 20.15 LINTENDENTE SANSHO
DAVID GILMOUR LIVE AT POMPEII (replica) (Sansho dayu, Giappone/1954)
di Kenji Mizoguchi (124)

15 VENERD Una foresta. Una donna in viaggio con i due figli. I tre
ricordano la nobile figura del padre, costretto allesilio
per aver preso le difese dei contadini. Verranno rapiti
Paesaggi dellincubo: il cinema di David Lynch e separati. La madre portata sullisola di Sado. I due
18.00 THE GRANDMOTHER ragazzi condotti dal famigerato e spietato intendente
(USA/1970) di David Lynch (34) Sansho. Film dolente in cui gli elementi naturali sono
Secondo corto di Lynch e prima collaborazione con il a un tempo veicolo e risonanza degli stati emozionali.
sound designer Alan Splet, prosegue lesplorazione nei Leco di una canzone. La vastit del mare. Il passato
territori dellincubo. Prima di Eraserhead, la casa e la che fa ritorno. Laria, la terra, lacqua, la luce e i ri-
famiglia sono gi entrate nelloscurit surreale del flessi: qualcosa che andato perduto invade il film:
mondo di Lynch. (aa) linfanzia. Capolavoro. (Rinaldo Censi)
THE AMPUTEE Restaurato da Kadokawa Corporation, The Film Foun-
(USA/1974) di David Lynch (5) dation con la collaborazione di The Japan Foundation
Quella per il corpo deformato, menomato, scisso,
unossessione che attraversa tutta lopera lynchana. David Gilmour 1972-2017
Prima del neonato di Eraserhead, delluomo elefan- 22.30 I PINK FLOYD A POMPEI
te e dellorecchio reciso di Velluto blu, c la donna (Pink Floyd Live at Pompeii, Francia-Belgio-RFT/1974)
amputata di questo terzo cortometraggio. Il dottore di Adrian Maben (85)
interpretato dallo stesso Lynch. (aa) La musica dei Pink Floyd colorata, visionaria, sur-
THE COWBOY AND THE FRENCHMAN reale si presta perfettamente alla rappresentazio-
(USA/1988) di David Lynch (26) ne visiva. Girato allinterno e nei dintorni dellantico
Unica incursione lynchiana nel genere western, per anfiteatro romano di Pompei, questo film unico e me-
il quale il regista nutre un interesse piuttosto scarso, morabile sulla band assoluta del Novecento, coin-
volge lo spettatore in una straordinaria esperienza
audiovisuale. Quattro giorni di riprese con la musica
registrata dal vivo come espressamente richiesto dal
18 LUNED
gruppo, il sole che inonda di luce la suggestiva corni- Il Cinema Ritrovato al cinema
ce dellanfiteatro di giorno, il bagliore delleruzione del 17.30 ERASERHEAD
vulcano a illuminarlo di notte. Il concerto inizia e fini- LA MENTE CHE CANCELLA
sce con lesecuzione dellimponente Echoes. Alle im- (Eraserhead, USA/1977) di David Lynch (89)
magini del live si aggiungono materiali inediti e assai (replica)
personali che ritraggono la band al lavoro a Parigi e Precede la presentazione del libro David Lynch, Io
le interviste originali raccolte durante la registrazione vedo me stesso. La mia arte, il cinema, la vita, a
del loro capolavoro The Dark Side of the Moon. cura di Chris Rodley (il Saggiatore, 2016). Risultato
di oltre un decennio di interviste raccolte da Rodley, a
17 DOMENICA cui Lynch ha affidato il racconto della propria forma-
zione, la passione per la pittura, il lavoro di fotografo,
la collaborazione musicale con Angelo Badalamenti,
Sottopasso di Piazza Re Enzo fino alle grandi opere cinematografiche.
11.30 Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi
Visita guidata 20.15 22.15 ERASERHEAD
LA MENTE CHE CANCELLA (replica)
Schermi e Lavagne. Cineclub per bambini e ragazzi
In viaggio
16.00 OPEN DAY SCHERMI E LAVAGNE
In occasione dellapertura della nuova stagione del
19 MARTED
Cineclub per bambini e ragazzi di Schermi e Lavagne, Lezione di cinema
un pomeriggio di proiezioni di cortometraggi e giochi 17.00 BIGGER THAN LIFE:
allaperto allinsegna dei viaggi e delle esplorazioni I GRANDI FORMATI AL CINEMA
nel tempo e nello spazio. Esploreremo lavventura dei grandi formati, noti e
Dai 5 anni in su. Ingresso libero meno noti (la galassia dei 70mm, CinemaScope, Ci-
nerama, 2P eccetera), laddove il grande cinema si
Prima visione. Ring: critici contro incontra con il cinema grande. Sar un racconto che
17.30 DUNKIRK ripercorre i sentieri di una lunga storia, fornisce delu-
(USA-GB-Francia/2017) di Christopher Nolan (106) cidazioni tecniche basilari, si interroga sui motivi che
(replica) hanno spinto industria e pubblico a pensare agire ed
Al termine della proiezione, tenzone critico-cinemato- amare in grande. Inoltre, attraverso esempi accura-
grafica intorno al film. tamente selezionati, verranno presi in considerazione
film e registi che hanno valorizzato al meglio le poten-
Road to Dunkirk. Carta bianca a Christopher Nolan zialit espressive dei grandi formati.
18.00 RAPACIT Lezione di Andrea Meneghelli e Renato Zorzin
(Greed, USA/1924) di Erich von Stroheim (140) (Archivio film della Cineteca di Bologna)
Greed unopera-mondo di cui possiamo intravvedere Ingresso libero
solo la filigrana doro. E loro la merce pi sudicia su
cui si possano mettere le mani. Nel film che doveva 18.15 20.15 22.15 ERASERHEAD
durare nove ore, che Stroheim ridusse a sette e poi LA MENTE CHE CANCELLA (replica)
a quattro, che Thalberg non volle pi lungo di due,
lumanit un serraglio di bestie ripugnanti, che
lavidit porta a sbranarsi. Come Aurora di Murnau,
questo film esplora tutte le possibilit di una narrazio-
20 MERCOLED
ne puramente visiva (Christopher Nolan). Stroheim 18.00 RAPACIT (replica)
illumina il naturalismo letterario americano con lampi
di luciferino disprezzo. (pcris) Uno sguardo al documentario
Accompagnamento al piano di Daniele Furlati 21.15 EVVIVA GIUSEPPE
Copia proveniente da Photoplay Productions (Italia/2017) di Stefano Consiglio (90)
10 posti gratuiti per Amici e Sostenitori della Cineteca Un film sulla vita e i tanti talenti di Giuseppe Berto-
Prenotazioni: amicicineteca@cineteca.bologna.it lucci (regista di cinema, teatro e televisione, scrittore,
poeta, organizzatore culturale) raccontato attraver-
so le voci del padre Attilio e del fratello Bernardo, le
testimonianze di amici e colleghi come Lidia Ravera,
Mimmo Rafele, Marco Tullio Giordana, Nanni Moretti, i
ricordi di alcune tra le sue attrici predilette: Stefania
Sandrelli, Laura Morante e Sonia Bergamasco. Con il
contributo di Gian Luca Farinelli (Giuseppe stato pre-
sidente della Cineteca di Bologna per oltre dieci anni)
e la partecipazione di Fabrizio Gifuni, Emanuele Trevi,
Aldo Nove e Roberto Benigni (con un monologo inedito
scritto in omaggio allamico di sempre). Ci sono poi il
corpo e la voce di Giuseppe, che ritroviamo in tante
interviste, backstage, dibattiti e nella sua ultima
e commovente performance teatrale, A mio padre
21.15 VITE VENDUTE (replica)
Una vita in versi. Attilio, il padre poeta, in epigrafe che si immaginano al posto di altri. La visionariet,
a Poetica dellextrasistole aveva messo queste parole la profezia, il delirio, dove possiamo rintracciarli?
di Paul Klee: Segua ognuno il battito del suo cuore. Per chi ha la mia et Pasolini un miscuglio abba-
Ecco, quello che ho tentato di fare io, cercando tra stanza curioso ma anche comprensibile di questi
il materiale a mia disposizione (quello girato da me e tre momenti ai quali aggiungerei anche lossessio-
quello di repertorio) un percorso emotivo prima ancora ne (Luca Ronconi).
che biografico/critico (Stefano Consiglio).
Incontro con Stefano Consiglio Ingresso libero
10 posti gratuiti per Amici e Sostenitori della Cineteca
Prenotazioni: amicicineteca@cineteca.bologna.it
Cinema del presente
20.30 I FIGLI DELLA NOTTE
(Italia-Belgio/2016) di Andrea De Sica (85)
Il film, ambientato in un collegio di montagna, algido
e spaventoso quanto basta, pu facilmente suscitare
nel cinefilo un rosario di citazioni colte: Dario Argento,
Michael Haneke, Stanley Kubrick. E cos si potreb-
be alludere anche a Todo modo di Elio Petri, Marcia
trionfale e soprattutto Nel nome del padre di Marco
Bellocchio. De Sica, in verit, riesce a sfilarsi da facili
confronti, grazie a un radicamento molto forte sugli
attori (acerbi ma credibili) e sugli spazi. Piccoli detta-
gli (i brani musicali, gli angoli di ripresa, linquietante
finale) fanno il resto. (rm)
Incontro con Andrea De Sica
In collaborazione con FICE Emilia-Romagna
10 posti gratuiti per Amici e Sostenitori della Cineteca
Prenotazioni: amicicineteca@cineteca.bologna.it

22.30 EVVIVA GIUSEPPE (replica)


21 GIOVED 22 VENERD
31 ottobre 1926, una pagina di storia
nel cuore di Bologna Road to Dunkirk. Carta bianca a Christopher Nolan
18.15 AURORA
17.30 PASOLINI E BOLOGNA (Sunrise, USA/1927) di Friedrich W. Murnau (106)
Il 31 ottobre 1926 Benito Mussolini, a Bologna per Una tragicommedia psicologica. Un giovane uomo,
inaugurare il Littoriale, lo stadio oggi intitolato a una giovane donna, una seduttrice che arriva dalla cit-
Renato DallAra, sfugge a un attentato, mentre il t e sinsinua tra loro. Si perdono, si ritroveranno. Alla
tenente Carlo Alberto Pasolini, padre di Pier Paolo, prima esperienza americana Murnau gira un film tede-
ad occuparsi del servizio dordine. In quel fran- sco: nella tematica, nel ritmo, nelle variazioni luministi-
gente alcuni fascisti trucidano il quindicenne Anteo che (Fernaldo Di Giammatteo). Meraviglia dei chiaro-
Zamboni, presunto attentatore. La difesa dei fami- scuri, ma tra bianco e nero c tutta linfinita, fluttuante
liari, accusati di essere i mandanti, viene assunta scala dei grigi che la pellicola pancromatica concede.
da Roberto Vighi, che dal 1951 al 1970 sar il primo La campagna il luogo del puro amore luminoso, la
presidente della Provincia dopo la Liberazione. Paso- palude invischia nella tensione erotica, la citt-lunap-
lini ebbe sempre un rapporto drammatico col padre ark teatro di stordimento ma anche di riconciliazione.
fascista e scrisse alcune tragedie dove ritornano Profondit di campo, sovrimpressioni. E dovunque, in
figure di padri dilaniati e divisi. Del padre nellopera questo film muto, il suono diventa percepibile grazie
di Pasolini e del rapporto dello scrittore con Bologna alla potenza delle immagini (Lotte Eisner).
parlano Stefano Casi (autore di I teatri di Pasolini, Accompagnamento al piano di Daniele Furlati
Ubulibri), Roberto Chiesi (Centro Studi Archivio
Pasolini) e Niva Lorenzini (Universit di Bologna). 20.30 EVVIVA GIUSEPPE (replica)
In occasione di 31 ottobre 1926, una pagina di sto-
ria nel cuore di Bologna, un progetto ideato e cura- Cinema del presente
to da Marco Macciantelli e promosso da Fondazione 22.15 METRO MANILA
Duemila che si articola in cinque incontri tra il 14 (GB/2013) di Sean Ellis (114)
settembre e il 13 ottobre. Dalle povere risaie del nord delle Filippine, Oscar e
Mai si trasferiscono a Manila. Cercano un futuro mi-
19.00 AFFABULAZIONE gliore per la loro famiglia ma la metropoli offre solo
(Italia/1993) di Luca Ronconi (estratto, 60) corruzione e soprusi. Quando Oscar trova lavoro come
In teatro lautobiografia pericolosa e quando la agente di sicurezza di un blindato portavalori, il dram-
si rappresenta in forme convenzionalmente dram- ma realista vira verso il thriller. In trasferta a Oriente,
maturgiche insopportabile. Nel caso di Pasolini il regista e sceneggiatore britannico Sean Ellis gira
questo non avviene. Nei suoi testi non ci sono in lingua tagalog ispirandosi a un episodio violento
personaggi autobiografici, ma piuttosto la rappre- a cui ha assistito nella capitale filippina. Premio del
sentazione di unautobiografia. Come succede nei pubblico al Sundance 2013.
sogni, i suoi personaggi sono delle figure opposte
23 SABATO incontrare lo sposo che i genitori le hanno destinato;
nella sorpresa generale, prende le sue difese lo zio,
uomo semplice legato ai rituali della tradizione rurale,
9.00 14.00 IL MERCATO RITROVATO sposato a una donna inquieta, che nutre invece sma-
nie demancipazione alloccidentale. Il loro ritrovarsi
InsolvenzFest davanti ai gesti antichi del mescolare il riso al t stilla
12.15 Debiti di gioco e ludopatia: una serenit sconosciuta ai sofferti epiloghi dei film
dietro lo schermo, il diritto di Ozu. (pcris)
Incontro con Gabriele Bordoni (avvocato), Nadia Monti. Restaurato da Shochiku Co., Ltd.
Saranno presenti Massimo Ferro (consigliere Corte di In attesa di conferma
Cassazione e coordinatore OCI) e Stefano Dalla Verit
(avvocato). Al termine, un montaggio di sequenze cine- 22.45 EVVIVA GIUSEPPE (replica)
matografiche sul tema.
In occasione di InsolvenzFest Dialoghi pubblici
interdisciplinari sullinsolvenza (Bologna, 22-24 set-
tembre), sesta edizione della manifestazione dedicata
24 DOMENICA
ai temi del debito e delle insolvenze promossa dallOCI Sottopasso di Piazza Re Enzo
(Osservatorio sulle crisi dimpresa). 11.30 Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi
Visita guidata
Schermi e Lavagne. Cineclub per bambini e ragazzi
16.00 ALAMAR Schermi e Lavagne. Cineclub per bambini e ragazzi
(Messico/2009) di Pedro Gonzlez-Rubio (73) 16.00 SASHA E IL POLO NORD
Tre generazioni a confronto sullo sfondo del Banco (Tout en haut du monde, Francia-Danimarca/2016)
Chinchorro, unestesa barriera corallina nel Mar dei di Rmi Chay (81)
Caraibi, a pochi chilometri dalla costa messicana, La quattordicenne Sasha, figlia di aristocratici russi,
dichiarata riserva della biosfera dallUnesco. Un pa- parte dalla San Pietroburgo del 1882 per ritrovare il
dre conduce il figlio a trovare il nonno pescatore per nonno esploratore, la cui nave s perduta lungo la
fargli conoscere i luoghi da cui proviene, dove luomo rotta verso il Polo Nord. Rmi Chay (gi assistente
vive ancora in sintonia con la natura. Attraverso una alla regia di La tela animata e The Secret of Kells)
storia basata sulla relazione tra luomo e lambiente a esordisce con un racconto avventuroso ispirato alla
Chinchorro, volevo restituire il mio amore per questa drammatica spedizione antartica di Ernest Shakleton.
regione e lammirazione e il rispetto che nutro per le Visivamente influenzato dalla pittura realista russa
vite dei suoi pescatori. Alamar stato ispirato dalla ottocentesca, Chay sceglie di eliminare i contorni dai
semplicit dellessere felici (Pedro Gonzlez-Rubio). disegni trasformandoli in strisce di colore.
Dagli 8 anni in su Animazione. Dai 6 anni in su

Sottopasso di Piazza Re Enzo No Ordinary People: i mostri al cinema


18.00 Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi 18.00 IL GOBBO DI NOTRE-DAME
Visita guidata (The Hunchback of Notre Dame, USA/1923)
di Wallace Worsley (93)
InsolvenzFest Prodotto dalla Universal, tratto dal Notre-Dame de Paris
18.40 PROCESSO ALLA CITT di Victor Hugo, il primo film ad alto budget con Lon
(Italia/1952) di Luigi Zampa (106) Chaney come star assoluta e una delle interpretazio-
Lidea del giovane Francesco Rosi: vorrebbe fare ni imprescindibili della sua carriera: Il Quasimodo di
un film sul processo Cuocolo, che nel 1911 port alla Chaney resta una performance definitiva, [] si distin-
prima condanna in massa di un gruppo di camorristi gue come il solo che sia davvero commovente e tragico;
napoletani, e scrive il soggetto con Ettore Giannini. il suo Quasimodo era lorrenda bestia che adorava e
Ma il film, che anticipa ventanni di cinema civile, proteggeva la bella zingara Esmeralda, e sebbene il suo
puro Zampa, efficace tanto nella drammaturgia che trucco fosse grottesco e repellente, non si poteva non
nella descrizione dambiente. E la ricostruzione della scorgere linnocente bellezza e la devozione infantile
camorra belle poque, si intuisce, un pretesto per che inondavano il cuore di questo mostro disgraziato.
parlare in modo trasparente di una societ che non La sua performance non era solo un tour de force inter-
cambia. Amedeo Nazzari, il giudice ispettore Spicacci, pretativo; era molto di pi: linterpretazione credibile di
lunico appiglio di ordine e morale in una societ che un essere umano (DeWitt Bodeen).
appare corrotta dagli strati pi bassi a quelli pi alti. Accompagnamento al piano di Daniele Furlati
Indagando su un duplice omicidio, scopre una rete di
complicit sempre pi vasta, mentre lui si trova sem-
pre pi solo. (Alberto Pezzotta)
Copia proveniente da CSC Cineteca Nazionale

I restauri di Venezia
20.45 IL SAPORE DEL RISO AL T VERDE
(Ochazuke no aji, Giappone/1952)
di Yasujiro Ozu (115)
Da una sceneggiatura rifiutata in censura nel 1939,
uno dei pi limpidi film della maturit di Ozu. Si par-
te da un sommesso conflitto familiare a pi voci, e
poco alla volta si depura il campo per concentrarsi
sulla storia dun matrimonio. Una ragazza non vuole
Festival Francescano che cade in mare ha fornito lispirazione per molto di
20.00 IN THE SAME BOAT quello che abbiamo provato a fare in Dunkirk (Chri-
(Spagna/2016) di Rudy Gnutti (70) stopher Nolan). (pcris)
Siamo tutti sulla stessa barca e la nostra rotta di-
pende in larga parte da come sapremo utilizzare le Cinema del presente
nuove tecnologie. Nel docufilm di Rudy Gnutti alcuni 22.15 CUORI PURI
tra i pi autorevoli studiosi internazionali (tra i qua- (Italia/2017) di Roberto De Paolis (114)
li Zygmunt Bauman e Serge Latouche) sinterrogano Due giovani agli antipodi sincontrano nella periferia
sulle grandi trasformazioni (globalizzazione, progres- romana. Stefano cerca di stare a galla in una realt di
so tecnico, avvento della robotica, immigrazione) in disagio sociale e familiare. Si divide tra il lavoro come
atto nelle economie avanzate e sullimpatto che tali guardiano e piccola delinquenza. Agnese vive con la
trasformazioni potranno avere sul mercato del lavoro, madre, con cui frequenta attivamente la comunit
sulla distribuzione del reddito e sui sistemi di sicu- evangelica. profondamente religiosa e sta per fare
rezza sociale. voto di castit, ma attraversa una fase dincertezza.
Introduzione di Stefano Toso (economista) e Fabrizio Lopera prima di Roberto De Paolis descrive i margini
Zaccarini (frate minore cappuccino) della societ con un realismo autentico e vitale ca-
In collaborazione con Festival Francescano (Bologna, pace di raccontare, anche con pochi tocchi, luoghi e
22-24 settembre) relazioni, sfumature e complessit. E i personaggi. La
Ingresso libero macchina da presa, mobile e irrequieta, sta loro ad-
dosso, li affianca, li segue nei loro andirivieni, facendo
Cinema del presente di primo piano e semi-soggettiva la cifra visiva di un
22.15 RITRATTO DI FAMIGLIA CON TEMPESTA film duro e puro. (aa)
(Giappone/2016) di Hirokazu Koreeda (117)
Ryota un perdente, con una famiglia disgregata, una
ex moglie delusa e un figlio con cui ha un rapporto
incerto. Un tifone costringe il nucleo a chiudersi in
28 GIOVED
casa, osservando i propri errori. Nuova conferma della I restauri di Venezia
delicatezza di Koreeda, maestro contemporaneo giap- 18.00 LASSO DI PICCHE
ponese, nel percepire la natura umana. Non Ozu ma (Cern Petr, Cecoslovacchia/1964)
ci va vicino, e forse la semplicit e il candore dei suoi di Milo Forman (85)
film rischiano di farne sottovalutare limportanza, in Primo lungometraggio di Milo Forman, primo dei
un presente avaro di riconoscimenti che durano. Lode tre (gli altri sono Gli amori di una bionda e Al fuoco,
particolare a tutti gli attori, particolarmente attenti a pompieri!) girati nellimpeto della nov vlna praghe-
espressioni e linguaggio del corpo. se, prima di lasciare il suo paese per lAmerica. Le
avventure indolenti, gli amori delusi, il grigiore politi-
25 LUNED co, le metafore ironiche: un ragazzo trova un posto da
commesso, capisce che in realt deve controllare che i
clienti non rubino, si sorbisce le prediche paterne, vor-
18.15 20.15 22.15 ERASERHEAD rebbe starsene in piscina o almeno nelle sale da ballo,
LA MENTE CHE CANCELLA (replica) dove per i suoi approcci con le ragazze andranno a
vuoto. C forse uneco del Posto di Olmi, con in pi
26 MARTED il tocco di leggerezza sessuale che tutta del primo
Forman. Nel suo modo lieve e mai acre, questo film
riesce a mostrare un popolo. E quando, lungo certe
18.15 20.15 22.15 ERASERHEAD passeggiate nei quartieri di Praga, tra i personaggi
LA MENTE CHE CANCELLA (replica) cala il silenzio e si sentono i rumori della citt, men-
tre il sole obbliga a ripararsi gli occhi con la mano,
27 MERCOLED veramente magnifico e dobbiamo ammettere che
il meglio della nouvelle vague era proprio qui (Les
InRockuptibles). (pcris)
17.45 RITRATTO DI FAMIGLIA CON TEMPESTA Restaurato da Nrodn filmov archiv
(replica)
I restauri di Venezia
Road to Dunkirk. Carta bianca a Christopher Nolan 20.00 GLI AMANTI CROCIFISSI
20.00 IL PRIGIONIERO DI AMSTERDAM (Chikamatsu Monogatari, Giappone/1954)
(Foreign Correspondent, USA/1940) di Kenji Mizoguchi (102)
di Alfred Hitchcock (120) Larte come sappiamo si nutre di costrizioni. E, per
Anni in cui il cinema di finzione voleva cogliere la entrare nel vivo della questione, sono proprio gli in-
guerra sul fatto, con lurgenza della missione mo- finiti ricami con cui orla questa costrizione, sempre
rale. Non proprio la guerra combattuta, ma il clima, presente come un accordo fondamentale, che costi-
il sospetto, il tradimento, il lavoro della spia, lin- tuiscono lessenziale dellarte di un Mizoguchi. Poco
tossicazione delle idee. Siamo nel 1939, un repor- cimporta che lautore di Gli amanti crocifissi sia o non
ter americano in Europa indaga sul rapimento dun sia il pi giapponese dei giapponesi, poich appare,
politico olandese, scopre leoni travestiti da agnelli, a dispetto di ci o per ci come il pi universale.
e il nazismo gi pronto a schiacciare il continente. [...] Una donna confessa il suo amore a chi non osa
LHitchcock pi grande sar altrove, ma ci sono mo- rivelarsi innamorato, e mentre si stringono appas-
menti indimenticabili (londa di ombrelli neri sotto sionatamente in una scomoda barca, questa si gira
la pioggia, pale di mulini che girano controvento), e va lentamente alla deriva sopra le acque calme di
e il suo virtuosismo tecnico nel riprendere laereo un lago: una simile inquadratura, per con unimpa-
ginazione pi ardita, avrebbe potuto portare la firma
di Murnau. (ric Rohmer)
Restaurato da Kadokawa Corporation, The Film Foun-
30 SABATO
dation in collaborazione con The Japan Foundation 9.00 14.00 IL MERCATO RITROVATO
No Ordinary People: i mostri al cinema Schermi e Lavagne. Cineclub per bambini e ragazzi
22.15 FREAKS 16.00 OLTRE LE NUVOLE IL LUOGO
(USA/1931) di Tod Browning (64) PROMESSOCI
Uno dei capolavori maledetti della storia del cinema. (Kumo no muko, yakusoku no basho, Giappone/2004)
La brutalit di Freaks, prima voluto e poi rinnegato di Makoto Shinkai (91)
dalla MGM (che voleva un successo capace di con- il poetico lungometraggio desordio di Makoto Shin-
trastare il Frankenstein della Universal), resta ine- kai, autore di Your Name, successo internazionale
guagliata, cos come la sua oscura umanit. Inno alla dellultima stagione (in patria stato uno dei maggio-
mostruosit innocente contro la normalit colpevole, ri incassi di sempre tra gli anime, secondo solo a La
unopera affascinante, commovente e inclassificabile, citt incantata del maestro Miyazaki). Oltre le nuvole
che ci lascia ancora oggi esterrefatti per coraggio, ambientato in un Giappone alternativo, diviso in due
incoscienza e modernit di stile, capace di superare parti dopo la Seconda guerra mondiale. Negli anni No-
le categorie tradizionali di realismo e finzione, di fan- vanta il paese unificato, ad esclusione di Hokkaido,
tastico e horror. Buona parte del film infatti dedicata che costruisce unimmensa e misteriosa torre bianca.
allosservazione quasi documentaristica, e senza al- Due amici decidono di scoprire che cosa nasconde al
cuna morbosit, della vita quotidiana dei mostri di di l di essa.
un circo che interpretano se stessi, per poi raggiunge- Animazione. Dai 10 anni in su.
re momenti di orrore che tocca vette surrealiste. Film Biglietto intero: 6 (ridotto 5 )
di carne e desiderio, di peccato e violenza (Jacques
Lourcelles), Freaks ha influenzato molti registi con- Road to Dunkirk. Carta bianca a Christopher Nolan
temporanei, tra tutti David Lynch e non solo con 18.15 MOMENTI DI GLORIA
Elephant Man e Terry Gilliam. (Chariots of Fire, GB/1981) di Hugh Hudson (125)
La guerra solo un patriottico altrove, ma il film di
29 VENERD Hugh Hudson (quattro Oscar e unenorme mozione
sentimentale) comunque la storia di giovani inglesi
che si preparano alla sfida (atletica), temprano corpi
Road to Dunkirk. Carta bianca a Christopher Nolan e menti, portano nellimpresa le loro storie personali,
18.00 ALLOVEST NIENTE DI NUOVO imparano a temere e soffrire, gareggiano, lottano, vin-
(All Quiet on the Western Front, USA/1930) cono. Un capolavoro dellunderstatement britannico,
di Lewis Milestone (136) la cui natura radicale stata oscurata dallo splendore
Dal romanzo di Erich Maria Remarque sulla Grande visivo e dalla grande popolarit (Chris Nolan). Certo
Guerra, uno dei pi grandi e impressionanti film bel- non manca la retorica, assai ben padroneggiata: esci
lici dogni tempo, e dei pi autenticamente pacifisti. con la voglia di correre. (pcris)
Lambientazione era assolutamente convincente,
e nel copione si scelse saggiamente di concentrarsi Cinema del presente
sugli effetti determinati dal conflitto sui singoli perso- 21.00 SIERANEVADA
naggi, piuttosto che dare definizioni ampollose sulla (Francia-Romania-Bosnia-Herzegovina/2016)
natura della guerra [], offrendo uno sguardo estre- di Cristi Puiu (173)
mamente realistico nei confronti della morte che si Magari qualcuno definirebbe spregiativamente tea-
cela dietro i colpi di cannone, le schegge, le baionette, trale Sieranevada che si svolge interamente in un
il filo spinato o il proiettile di un cecchino(Kingsey appartamento dove una media famiglia romena si
Canham). Lha detto prima e meglio di tutti: la guerra ritrova per una ricorrenza (Cristi Puiu ha beffarda-
disumanizza. Rivedendo questo capolavoro, difficile mente intitolato il suo lavoro con unindicazione geo-
non riconoscere che la sua intensit e la sua capacit grafica di ampio respiro, del tutto irrelata al raccon-
di rappresentazione dellorrore non sono mai stati su- to) ma il problema sta in come si filma uno spazio
perati (Christopher Nolan). chiuso. Puiu segue i personaggi nei loro spostamenti
interni senza per questo soffocarli, come se fosse
un ospite aggiunto della famiglia allargata. Torren-
ziale, inarrestabile, il dialogo tra tutti i personaggi
in scena li definisce ancora di pi dei loro volti, dei
loro corpi e dei loro ruoli sociali. Con tutte le loro
contraddizioni, gli uomini e le donne di Sieranevada
appaiono vivi e pulsanti. (rm)

Testi di Alice Autelitano, Alessandro Cavazza, Roberto


Chiesi, Paola Cristalli, Roy Menarini e Andrea Meneghelli

20.30 CUORI PURI (replica)


22.30 LASSO DI PICCHE (replica)
IN MOSTRA

6 GIUGNO / 30 SETTEMBRE
BOLOGNA FOTOGRAFATA
Sottopasso di Piazza Re Enzo
Sottopasso di Piazza Re Enzo
6 giugno-30 settembre 2017
Il racconto vivo di una citt, della sua gente. quello che
pu fare lo sguardo di un fotografo, testimone instanca-
bile di tutto ci che accade, della vita di tutti i giorni.
Cos, attraverso lo sguardo di molti fotografi, vogliamo
ripercorrere la Bologna novecentesca, quella che si af-
faccia alla modernit, pur lasciando ancora allobiettivo
qualche scampolo di maestosa antichit (le mura) o un
inimmaginabile profilo fluviale.
Classici del cinema che ritrovano il grande schermo La capacit unica della fotografia di cogliere e fissare
e lincontro vivo con il pubblico di una sala cinema- le rivoluzioni urbanistiche a cavallo tra Otto e Novecento
tografica. Capolavori di ogni tempo (e senza tempo) la scintilla che innesca un lungo viaggio nel corso del
che ritornano a essere prime visioni. Riparte per il quale incontriamo personaggi e storie della citt (dalla
quinto anno il progetto Il Cinema Ritrovato al cine- Prima guerra mondiale agli anni del fascismo, dalla Li-
ma. Ogni mese un grande film del passato in ver- berazione alla ricostruzione del secondo dopoguerra, con
sione restaurata viene distribuito dalla Cineteca di Dozza, Lercaro, Zangheri).
Bologna sullintero territorio nazionale.
Si parte con Eraserhead, opera prima di David Lynch, Orari
che nel 1976 affidava a un bianco e nero angoscioso lun-mer-gio-ven: 14-20; sabato, domenica e festivi: 10-20
e arcano la sua visione (neo)surrealista del cinema e Marted chiuso (e dal 14 al 22 agosto compresi)
del mondo. Film indipendente e underground, passa in Il servizio di biglietteria termina unora prima della chiu-
pochi mesi dalle gallerie darte di New York alle sale sura della mostra
di tutto il mondo, facendosi notare per linquietudine Biglietti
che emana e per lo sconcerto che suscita. Un turba- Bookshop della Cineteca (sotto il Voltone di
mento ancora oggi intatto e immutato. Nel proseguo Palazzo Re Enzo):
della stagione vedremo, tra gli altri, La corazzata lun-mer-gio-ven: 10-19.30; sabato, domenica e festivi:
Potmkin di Sergej Ejzentejn, film epocale, tra i pi 10-20; biglietto intero: 6 Euro; biglietto ridotto: 4 Euro
celebrati della storia del cinema, realizzato nel 1925 Visite guidate
per celebrare la rivoluzione russa del 1905; Novecen- Per informazioni e prenotazioni gruppi:
to di Bernardo Bertolucci, immenso e potente affresco bolognafotografata@cineteca.bologna.it
dellItalia dallinizio del secolo alla Liberazione; Blow- +39 051 2194150
up di Michelangelo Antonioni, riflessione sul rapporto
tra apparenza e realt e film unico per invenzioni cro-
matiche. Dopo il successo di Dawson City Il tempo
tra i ghiacci di Bill Morrison, ripeteremo inoltre la LAUTORITRATTO NELLEPOCA DEI SELFIE
distribuzione di un documentario contemporaneo, Corso di Fotografia con Simone Martinetto
Visages Villages, storia grafica di un viaggio attra- Dal 17 ottobre 2017
verso la Francia rurale firmato dalla leggenda della Cinque incontri sulle possibilit creative dellautoritratto
nouvelle vague Agns Varda e dallo street artist JR. fotografico
Il corso gratuito e per un massimo di 25 partecipanti
Per info e modalit di selezione:
www.ilcinemaritrovato.it rosaria.gioia@cineteca.bologna.it
EDIZIONI CINETECA DI BOLOGNA TESSERE
I COLORI RITROVATI
Kinemacolor e altre magie Amici della Cineteca
a cura di Mariann Lewinsky
e Luke McKernan
2 Dvd e libro (in italiano e inglese),
185 + Extra e 72 pp. 1

La Cineteca di Bologna conserva Tessera AMICI DELLA CINETECA


la pi ampia collezione di film 25
realizzati tra il 1908 e il 1912
con il sistema Kinemacolor, procedimento di colora-
zione bicroma che per primo tent di riprodurre i colori
naturali al cinema. Dopo un sapiente restauro digitale
dodici di questi rari film, realizzati da Charles Urban e 2
Luca Comerio, sono per la prima volta disponibili in
Dvd. Questa edizione presenta anche film girati ne- Tessera AMICI DELLA CINETECA
AMICI DELLA CINETECA
gli stessi anni con i sistemi concorrenti Pathcolor 45
(colorazione a pochoir) e Chronochrome (tricromia).
Trentasei film mai visti ci conducono in un magico Grand
Tour: a caccia nelle campagne inglesi, a una sfilata di
elefanti nellIndia coloniale, su una spiaggia nel nord
della Francia, a Venezia, in Grecia, in Libia, in Giappo-
ne Testimonianze uniche di storia del primo Novecento
3
si fondono con momenti di pura bellezza, e riportano il AMICI DELLA

Tessera
CINETECA
AMICI DELLA CINETECA
passato alla vita in un tripudio di colori. AMICI DELLA CINETECA
60

CINENIDO VISIONI DISTURBATE


Cinenido uniniziativa rivolta a coloro che, con larri-
vo di un beb, si sono allontanati dalle sale cinemato- Sostenitore della Cineteca
grafiche per non disturbare. Tutti i sabati pomeriggio
da settembre a maggio, e a partire da ottobre anche
il mercoled mattina, presso il Cinema Lumire, ven-
gono proiettati film in prima visione e restauri della
Cineteca rivolgendo una particolare attenzione ai SOSTENITORE
BIANCO E NERO SOSTENITORE 3D

neo-genitori e ai loro bambini: sono previsti deposito


carrozzine presso le casse, fasciatoi nei bagni e liber-
t di disturbo e movimento in sala da parte dei beb. 100 500

I MESTIERI DEL CINEMA


Corsi di formazione gratuiti in Cineteca Schermi e
La Cineteca di Bologna propone un ampio ventaglio
di percorsi di formazione, volto a rafforzare la cultura Lavagne
cinematografica e a sostenere le industrie creative
dellaudiovisivo. Tutti i corsi sono a partecipazione
gratuita, grazie al sostegno della Regione Emilia-Ro- 20
magna e del Fondo Sociale Europeo. Sono ancora
aperte le iscrizioni per i corsi di:
Responsabile di playout di media digitali Amici della
(scadenza iscrizioni: 6 ottobre 2017)
Audience developer per sale cinematografiche e Cineteca
polifunzionali (scadenza iscrizioni: 20 ottobre 2017) ragazzi AMICI DELLA CINETECA - RAGAZZI

Operatore di cineturismo (scadenza iscrizioni:


27 ottobre 2017) 10
Bandi e informazioni sul sito della Cineteca.
Info: cinetecaformazione@cineteca.bologna.it
0512194841

Operazione Rif. PA 2016-6043/RER approvata con DGR n. 1962/2016 e co-fi- Per dettagli relativi ai vantaggi e alle agevolazioni delle tessere
nanziata dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Amici e Sostenitori della Cineteca rimandiamo al sito
www.cinetecadibologna.it
Tutte le tessere hanno validit da settembre 2017 a maggio
2018. Sono acquistabili alla cassa del Cinema Lumire, presso
la Biblioteca Renzo Renzi o sul sito della Cineteca
SETTEMBRE 2017
ANNO XXXIII/N.6

LE TARIFFE DEL CINEMA LUMIRE Direzione culturale: Fondazione Cineteca di Bologna


Presidente: Marco Bellocchio
PRIME VISIONI* Direttore: Gian Luca Farinelli
Interi 7,00 Consiglio di amministrazione: Marco Bellocchio,
Mercoled 5,00 Valerio De Paolis, Alina Marazzi
Riduzioni Fondatore: Comune di Bologna
Amici e Sostenitori Cineteca 5,50 Sostenitori: Production Path, Shivendra Singh Dungarpur,
AGIS (escluso sabato e festivi) 6,00 Gruppo Hera
Studenti e Younger Card (escluso sabato e festivi), Gestione: Mostra Internazionale del Cinema Libero Presidente
Over 60 (escluso sabato e festivi) 4,50 Gian Paolo Testa
* I prezzi potranno aumentare a 8,00 (interi) e 6,00 (ridotti) o Direzione e cura del programma: Andrea Morini
subire variazioni su richiesta dei distributori Coordinamento programmazione: Luisa Ceretto,
Proiezioni in 3D Anna Di Martino, Isabella Malaguti, in collaborazione con
Interi 10,00 Rossana Ronconi
Ridotti 8,00 Segreteria organizzativa: Erika Angiolini
Schermi e Lavagne. Cineclub per ragazzi a cura di Luisa
CINECLUB Ceretto, Elisa Giovannelli, Andrea Morini, in collaborazione con
Interi 6,00 Guy Borle, Cristina Piccinini, Gabriele Veggetti e Narges Bajat
Riduzioni Responsabile sale: Nicoletta Elmi
Tessera Cineclub, Amici e Sostenitori Cineteca 4,50 Proiezionisti: Alessio Bonvini, Marco Morigi, Irene Zangheri
AGIS (escluso sabato e festivi) 5,00 Revisione copie: Carlo Citro, Beatrice Lorenzini
Studenti e Younger Card (escluso sabato e festivi), Movimento pellicole: Ornella Lamberti
Over 60 (escluso sabato e festivi) 4,00 Personale di sala: Marco Coppi, Ignazio Di Giorgi,
Vania Stefanucci
SCHERMI E LAVAGNE Supervisione tecnica: Andrea Piccinelli
Interi 6,00 Amministrazione: Anna Rita Miserendino, Antonio Volpone
Riduzioni
Minori di 18 anni 3,00 CINETECA MENSILE
Studenti, Carta Giovani, Over 60 4,00 Periodico di informazione cinematografica
Soci Coop 4,00 Direttore responsabile: Paola Cristalli
Tessera Schermi e Lavagne (minori di 14 anni) 10,00 Direzione culturale: Fondazione Cineteca di Bologna
Ogni cinque ingressi, il sesto gratuito Redazione: Alice Autelitano, Alessandro Cavazza
Tessera Amici Cineteca Ragazzi (14-18 anni) 10,00 Edizione on-line: Alessandro Cavazza
Ingresso 3 per prime visioni e retrospettive, Grafica e composizione: Lo Studio - www.lostudio.it
esclusi eventi speciali Stampa: MIG Moderna Industrie Grafiche
Editore: Ente Mostra Internazionale del Cinema Libero
Convenzioni (esclusa la prima visione) Propriet: Fondazione Cineteca di Bologna (aut. Trib. n. 5243
Personale docente e non docente dellUniversit di Bologna, del 14-2-1985)
dipendenti del Comune di Bologna, possessori Carta Pi e Mul- Distribuzione: Bernardo Galasso; Fare mondi di Piazza Grande
tiPi Feltrinelli, soci Alliance Franaise de Bologne, Associazione cooperativa sociale
Culturale Italo Britannica, Associazione Hispania, Istituto di
Cultura Germanica, Associazione Culturale Italo-Belga, abbon- Ringraziamenti: Laura Argento, Maria Coletti (Cineteca Nazion-
ati annuali TPer, Tessera dellIstituzione Biblioteche di Bologna, ale), George Watson, Hannah Prouse (BFI), Stefano Francia di
Card Musei Metropolitani Bologna, Fondazione Musica Insieme, Celle, Daniela Persi (Venezia Classici)
Teatro Arena del Sole, Casalecchio Teatro Card, Gender Bend-
er card, Bottega Finzioni, Universit Primo Levi, Associazione
italo-spagnola Regenta, dipendenti Lamborghini Automobili,
dipendenti e clienti Lloyds Farmacie
5,00

Campagna FICE Chi fa dessai fa per tre


per i giovani fino ai 30 anni
Il mercoled, in entrambe le sale 3,00
Invalidi con accompagnatore ingresso libero

Versione originale con sottotitoli italiani PRESTO IL CINEMA IN PIAZZA


Relatore / incontro / tavola rotonda TUTTO LANNO
Accompagnamento musicale dal vivo AIUTACI A RENDERLO POSSIBILE!
Cinefilia Ritrovata Per informazioni:
Proiezioni in pellicola modernissimo@cineteca.bologna.it
Schermi e Lavagne www.cinetecadibologna.it