Sei sulla pagina 1di 212

sottodiciotto

film
festivalS
xiv
edizione

18

t or i n o
sc h er m i
g io v a n i
20 novembre 2 0 1 3
14 d i c e m b r e

sottodiciotto
film
festivalS
xiv
edizione

18

t or i n o
sc h er m i
g io v a n i
20 novembre 2 0 1 3
14 d i c e m b r e

con ladesione
del Presidente della Repubblica

con il contributo di

con il patrocinio di

con la collaborazione di

partner tecnici

Aardman Animations

LHamburgheria di Eataly

Amnesty International
Piemonte e Valle dAosta

Jazz Club Torino

Archivio Nazionale Cinema dimpresa (ANCI)


Archivio nazionale Cinematografico
della Resistenza

Keluar
Saturn Torino Lingotto
Turin Cats

ASIFA Italia
Biblioteche Civiche Torinesi
Centro Interculturale della Citt di Torino
CIAS - Coordinamento italiano
Audiovisivi a Scuola
CNC Centro Nazionale del Cortometraggio
Comitato Unicef Torino
Coordinamento Comuni per la Pace
della provincia di Torino
Eagle Pictures
Festival International du Court Mtrage
de Clermont-Ferrand
Film Commission Torino Piemonte
Fondazione Carlo Molo Onlus
Fondazione Centro Sperimentale
di Cinematografia Cineteca Nazionale
progetto
Identit di genere
nellimmaginario Under18
Bando per la diffusione della
cultura di parit e del principio di
non discriminazione nel sistema
educativo e nel mondo del lavoro

sponsor

Fondazione Centro Sperimentale


di Cinematografia Dipartimento Animazione

organizzatori

Fusion Digital
Il Circolo dei lettori
Incanti Rassegna Internazionale
di Teatro di Figura
IncanTo. Torino citt di prestigio
Koch Media
Les Films de lArlequin
Magic Light Pictures
Museo Diffuso della Resistenza,
della Deportazione, della Guerra,
dei Diritti e della Libert
media partner

progetto
TO.Do. Dire, fare
guardare il cinema

Museo Nazionale del Cinema


Museo Regionale di Scienze Naturali
Nickelodeon (Viacom International
Media Networks Italia)
Rai Fiction
Salone Internazionale del Libro di Torino

Presidenza del
Consiglio dei Ministri
Dipartimento della
Giovent e del Servizio
Civile Nazionale

Regione Piemonte
Direzione Cultura,
Turismo e Sport
Settore Politiche
Giovanili

Servizio LGBT- Settore Pari opportunit


e Politiche di Genere - Citt di Torino
Slow Cinema
TeamEntertainment

progetto
Lux Film Days

The Ray and Diana Harryhausen Foundation


Torino Jazz Festival - Fringe in the Box
Turismo Torino
Twentieth Century Fox Italy
Universal Pictures International Italy
Universit degli Studi di Torino Dipartimento di Studi Umanistici
Video in
Warm Up industry
Warner Bros. Entertainment Italia

c/o
Aiace Torino
Galleria Subalpina 30
10123 Torino
tel 011.538962/011.5067525
fax 011.542691
aiacetorino@aiacetorino.it
www.aiacetorino.it
www.sottodiciottofilmfestival.it

S18

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

DIREZIONE

Lia Furxhi (AIACE Torino)


in collaborazione con
Comune di Torino - Direzione Centrale
Cultura e Educazione - ITER
ASSISTENTE ALLA DIREZIONE

PERSONALE DI SALA

Alessandra Bentivoglio
Ivan Chetta
Cristina Di Pietro
Martin Hofer
Martina Ponsa
Giulia Sahner

Emiliano Fasano
MANIFESTO
ORGANIZZAZIONE GENERALE

Ilaria Di Meo
Sara Girardo
Cristiana Menarello

Cinzia Bongino
dell IPSSP Albe Steiner
di Torino
TG SOTTODICIOTTO

COORDINAMENTO SCIENTIFICO SCUOLA


E MEDIA LITERACY
SELEZIONE CONCORSI

Michele Marangi
Umberto Mosca
CONCORSO SOTTODICIOTTO OFF

Daniele Gaglianone
SEGRETERIA PER LE SCUOLE

Serena Anastasi
SEGRETERIA

Giuliana Gulinelli
Luca Bugnone
UFFICIO STAMPA

Giuliana Martinat
Marta Franceschetti
RELAZIONI ISTITUZIONALI

Daniela Giuffrida

Studenti dellIPSSP
Albe Steiner
di Torino
SERVIZI FOTOGRAFICI

Studenti dellIIS
Bodoni-Paravia
di Torino
BLOG

Studenti della IV H
del Liceo Classico
V. Gioberti
di Torino
ACCOGLIENZA CLASSI

Studenti
dellIPSCTS C. I. Giulio
dellIIS G. Giolitti
dellIPS Bosso-Monti
dellIIS J. B. Beccari
di Torino

OSPITALIT

Maria Vittoria Foghino

Cinema Eliseo
via Monginevro 42
Cinema Greenwich Village
via Po 30
Cinema Massaua
piazza Massaua 9
Cinema Sociale di Omegna
via Carducci 2
Cinema Splendor di Chieri
via XX Settembre 6
Cinema Ideal
corso Beccaria 4
Cinema Lux
Galleria San Federico
Cinema Massimo
via Verdi 18
Cinema Reposi
via XX Settembre 15
Cinema Romano
Galleria Subalpina 30
Goethe-Institut Turin
piazza San Carlo 206

Mole Antonelliana
via Montebello 20

PROIEZIONI

Jazz Club Torino


piazzale Valdo Fusi

Edoardo Faletti
Andrea Pagliardi

Il Circolo dei lettori


via Giambattista Bogino 9

SOTTOTITOLI ELETTRONICI

Ivan Enrico
Stefano Gariglio
Luca Manfrin
(Neon Video)

LHamburgheria di Eataly
piazza Solferino 16/A
A.I.A.C.E. TORINO - CONSIGLIO DIRETTIVO

INTERPRETI

Iacopo Di Nuzzo
Giulia Gerb
Giulia Lopopolo
Evelyn Toutcha Njayang

Cinema Centrale
via Carlo Alberto 27

Galleria Subalpina

Stefano Boni
con la collaborazione di
Alessio Di Girolamo

STAGIAIRES

Cinema Ambrosio
corso Vittorio Emanuele 52

Centri di Cultura ITER

CATALOGO

Giliola Viglietti
Anna Ribotta

I LUOGHI DEL FESTIVAL

Paolo Bertinetti (presidente)


Alberto Barbera
Enrica Bricchetto
Valter Cantino
Michele Marangi
Umberto Mosca
Gaetano Renda
Lorenzo Ventavoli

Sala delle mostre della Regione Piemonte


piazza Castello 165
Liceo Classico Gioberti
via SantOttavio 9
Bibliomouse - Ospedale Infantile Regina Margherita
piazza Polonia 94
Casa del Teatro Ragazzi e Giovani
corso Galileo Ferraris 266
Centro Interculturale della Citt di Torino
corso Taranto 160

RINGRAZIAMENTI

Si ringraziano per la cortese e


indispensabile collaborazione
alla diffusione del bando di
concorso per le scuole
sullintero territorio nazionale:
le Direzioni Generali e gli USP del MIUR
i CIDI
le Biblioteche
gli Informagiovani
gli Assessorati allIstruzione
i Dirigenti Scolastici
gli Insegnanti
i Festival di settore
e tutti coloro che hanno fornito
utili indicazioni in merito

Si ringraziano tutti coloro


che, a vario titolo, hanno aiutato
a realizzare
Sottodiciotto Filmfestival:
Alessandra Aimar (Museo Nazionale del
Cinema)
Giada Armando (Turismo Torino)
Davis Alfano (Dip. Audiovisivi IPSS A. Steiner)
Giaime Alonge (Universit degli Studi di
Torino)
Sihem Aoufi (Path Distribution, Parigi)
Concetta Aprigliano (IIS Bosso-Monti)
Giulio Arcopinto (Dip. Audiovisivi IPSS A.
Steiner)
Laura Argento (Cineteca Nazionale)
Massimo Arvat (Zenit Arti Audiovisive)
Giulia Abbio (IPSCTS C.I. Giulio)
Carole Balducci-Helfer (Association WildTouch, Parigi)
Roberto Balocco (Elyron)
Christian Ballarin (Maurice GLBTQ Torino)
Alberto Barbera (Museo Nazionale del
Cinema)
Bruno Barberis (ALM, Torino)
Ilaria Baron Toaldo (AMREF Italia)
Gabriele Bartesaghi (Keluar)
David Bartholomew (Protagonist Pictures,
Londra)
Alfio Bastiancich (ASIFA Italia)
Cristiana Benini (Fusion Digital, Roma)
Rodolfo Bisatti
Valeria Bodanza (Smemoranda)
Anna Boggio (Liceo V. Gioberti)
Luigi Boggio (Ideal Cineplex, Torino)
Jrmy Bois (Cinma Public Films, Parigi)
Dario Bonazelli (I Wonder Pictures, Bologna)
Marco Bonfiglioli (Provveditorato Regionale
Amministrazione Penitenziaria Piemonte e
Valle dAosta)
Stefano Boni (Museo Nazionale del Cinema)
Corrado Borsa (ANCR, Torino)
Valentina Borsella (Fondazione Carlo Molo
Onlus)
Davide Bracco (Film Commission Torino
Piemonte)
Oscar Brenifier
Raffaella Brienza (Warm Up Industry, Milano)
Maria Giulia Brizio (Salone Internazionale del
Libro di Torino)
Marco Buttino (Universit degli Studi di
Torino)
Alessandra C.
Massimiliano Cadeddu (Medusa, Torino)
Cristiana Caimmi (Warner Bros., Roma)
Romea Caligaris (IPSCTS C.I. Giulio)
Sabrina Callipari (Lynx Multimedia Factory,
Roma)
Zelda Camilleri (The Festival Agency, Parigi)
Pietro Campedelli (Studio Campedelli,
Milano)
Angelica Cantisani (Film Commission Torino
Piemonte)
Laura Capitaneo (Circolo dei lettori)
Gaetano Capizzi (Festival Cinemambiente)
Fabrizio Cardamone (LHamburgheria di
Eataly, Torino)

Giulia Carluccio (Universit degli Studi di


Torino)
Gabriella Carr (Biblioteche Civiche Torinesi)
Paolo Caruccio
Vittoria Castagneto (Dip. Audiovisivi IPSS
A. Steiner)
Simone Castagno (Massaua Cityplex, Torino)
Max Castlunger
Diego Cavallo
Paolo Ceretto (Zenit Arti Audiovisive)
Marco Cermenati (Nickelodeon, Viacom
International Media Networks Italia, Milano)
Francesca Cesarotti (Amnesty
International)
Jacopo Chessa (CNC - Centro nazionale del
cortometraggio)
Ugo Chincher (Dreamlight Entertainment,
Torino)
Nicoletta Chinni (Festival Incanti)
Sylvain Chomet
Dilva Ciaudano (ITER, Torino)
Luca Cipriani (Servizio LGBT - Citt di Torino)
Cecilia Cognigni (Biblioteche Civiche
Torinesi)
Stefania Collalto (Eagle Pictures, Roma)
Alessandra Comazzi
Massimo Coppola
Emiliano Darchini (Zenit Arti Audiovisivi)
Patrizia Della Morte (Consulta Regionale dei
Giovani)
Valentina Del Buono (Axelotil, Roma)
Juan Del Valle (Cineteca Nazionale)
Maria Antonia De Libero (Goethe Institut
Turin)
Gianni Deambrogio (Cinema Splendor, Chieri)
Fabiana Degrassi (Circolo dei lettori)
Esther Devos (Wild Bunch, Parigi)
Furio Di Castri (TJF)
Marisa Di Geronimo (Video In, Torino)
Davide Di Lernia
Mariangela Donna (MIUR, Ufficio Scolastico
Regionale per il Piemonte)
Sbastien Duclocher (Festival International
du Court Mtrage de Clermont-Ferrand)
Sergio Durando (Associazione ASAI)
Anna Eigl (ERF Edgar Reitz Filmproduktions,
Monaco)
Khaled Elsadat (Giovani Musulmani Italiani,
Torino)
Roberto Emprin (Servizio LGBT - Citt di
Torino)
Margherita Eula (CSC Piemonte)
Claudia Falco (IIS Bosso-Monti)
Veronika Faistbauer (Arri Wordsales, Berlino)
Marco Farano (Goethe Institut Turin)
Alessandra Fassio (Regione Piemonte Giunta Regionale)
Silvana Ferrero (ITER, Torino)
Anna Ferrero (Centro Interculturale della
Citt di Torino)
Ruth Fielding (Lupus Films, Londra)
Giorgio Finello (Turin Cats)
Laura Fiori (CSC Piemonte)
Morris Forlin (Koch Media, Milano)
Bruno Fornara
Michelangelo Fornaro
Andrea Fornasiero (Rai4, Roma)

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Luana Forte (Slow Cinema, Torino)


Carlo Freccero
Mario Galasso (TFF)
Mario Galleana (IIS Bodoni-Paravia)
Daniele Gaglianone
Eugenia Gaglianone
Gabriella Garbarino (ITER, Torino)
Lydia Genchi (Nomad Film, Roma)
Sergio Geninatti (Museo Nazionale del
Cinema)
Veronica Geraci (Museo Nazionale del
Cinema)
Elena Giacobino (Museo Regionale di Scienze
Naturali)
Claudia Gianetto (Museo Nazionale del
Cinema)
Francesco Giorda
Giovanni Giovannetti
Giulia Giovannini (Fusion Digital, Roma)
Laura Giuntoli (Smemoranda)
Maria Grazia Girotto (Museo Nazionale del
Cinema)
Barbora Greplov (HBO Europe, Praga)
Roger Gonin (Festival International du Court
Mtrage de Clermont-Ferrand)
Michele Guaschino
Adam Jackson-Nocher (Lupus Films, Londra)
Luc Jacquet
Alberto Jona (Festival Incanti)
Marianne Klopocki (Memento Films
International, Parigi)
Marion Klotz (Memento Film International,
Parigi)
Jessica Kraatz Magri (Goethe Institut Turin)
Jazmin Kuan Veng (Fusion Digital, Roma)
Dario Iritano (Nickelodeon, Viacom
International Media Networks Italia, Milano)
Natacha Lacour (Les Armateurs, Parigi)
Lorenzo Leardi (Consulta Regionale dei
Giovani)
Sarah Lebutsch (Independent Film Company,
Londra)
Carole Leichtmann (Les Film dArlequin,
Parigi)
Chelo Loureiro (Abano Productions, Ferrol)
Enzo Luoni (The Walt Disney Company Italia,
Roma)
Sanam Madjedi (Films Distribution, Parigi)
Cosimo Maffione
Umberto Magnoni (ITER, Torino)
Chiara Magri (CSC Piemonte)
Pino Mango (IIS J.B. Beccari)
Fulvio Marcellino (Slow Cinema, Torino)
Antonella Marchesin (ITER, Torino)
Francesco Marchetti (20th Century Fox,
Roma)
Giovanna Marchi (Warner Bros., Roma)
Alessandra Margaritelli (Universal Pictures
International Italy)
Fabrice Marquat (Agence du court mtrage,
Parigi)
Emanuela Martini (TFF)
Simone Martini (Warner Bros, Milano)
Claudio Massucco (2001, Torino)
Lisa Menga (Eagle Pictures, Roma)
Luca Mercalli
Eros Miari

Manuela Michetti
Lucia Moisio (Scuola Holden)
Alessandro Muner (Jazz Club Torino)
Giovanni Mura (NIP, Torino)
Roberto Necco (Elyron)
Massimo Novero (Saturn, Torino)
Paola Olivetti (ANCR, Torino)
Laura Onofri (Se Non Ora Quando)
Daniele Ormezzano (Museo Regionale di
Scienze Naturali)
Grazia Paganelli (Museo Nazionale del
Cinema)
Sergio Pagani (Warm Up Industry, Milano)
Marco Pagot
Carlo Pandolfi (Warner Bros, Milano)
Stefano Parola
Cristina Partenza (20th Century Fox, Roma)
Elena Pasetti (CIAS, Brescia)
Marco Pautasso (Salone Internazionale del
Libro di Torino)
Bridget Pedgrift (Protagonist Pictures,
Londra)
Marcella Pedicini (Arco Film, Torino)
Giuseppe Pelazza (Centro Interculturale
della Citt di Torino)
Marcello Pellegrino (IIS P. Boselli)
Salvatore Perna (IIS J.B. Beccari)
Simone Piani (Amnesty International)
Gualtiero Pironi (Cinema Sociale, Omegna)
Francesco Pistoi (TJF)
Michele Pizzino (Coordinamento Comuni per
la pace, Provincia di Torino)
Alexandre Poncet (Frenetic Arts, Massy)
Francesca Portalupi (Zenit Arti Audiovisive)
Fiorella Prati (Bibliomouse, Ospedale
Infantile Regina Margherita)
Mauro Pregnolato (Arti Grafiche Parini)
Maggie Prida (Gijn International Film
Festival)
Marinella Principiano (IPS A. Steiner)
Roberta Quadrini (Parlamento Europeo,
Roma)
Francesca Ramella (IIS Bodoni-Paravia)
Pietro Rapisarda (IIS G. Giolitti)
Nello Rassu (DAMS, Torino)
Edgar Reitz
Ciaran Reynolds (Arts Alliance Media,
Londra)
Gaetano Renda (Slow Cinema, Torino)
Amedeo Reposi (Multisala Reposi, Torino)
Stefano Ricci (Minerva Pictures Group)
Maria Carla Rizzolo (Bibliomouse, Ospedale
Infantile Regina Margherita)
Sarah Roberts (Magic Light Pictures, Londra)
Maria Romanelli (TeamEntertainement)
Monica Rosselli (Lynx Multimedia Factory,
Roma)
Marisella Rossetti (Parlamento Europeo,
Bruxelles)
Armando Rubino (Dip. Audiovisivi IPS A.
Steiner)
Stefano Rulli
Davide Saitta (Consulta Regionale dei
Giovani)
Anna Sanzone (IIS G. Giolitti)
Stefano Savio (Trieste International Science
Fiction Festival)

Angela Savoldi (Museo Nazionale del Cinema)


Enrico Sbriglia (Provveditorato Regionale
Amministrazione Penitenziaria Piemonte e
Valle dAosta)
Marzia Scala (Festival Incanti)
Mario Serenellini
Saskia Serrin (DNC Entertainment)
Brian Shingles (The Works Film Group Ltd.,
Londra)
Elodie Sobczak (Wild Bunch, Parigi)
Anja Socic (New Europe Film Sales, Parigi)
Giampaolo Soro (Amnesty International)
Davide Sorzato (ALM, Torino)
Anja Sosic (New Europe Film Sales, Varsavia)
Eva Sotriffer
Stefano Suraniti (Ufficio Scolastico
Regionale del Piemonte)

Federica Tabb (Museo Diffuso della


Resistenza)
Alessandro Tannoya
Elena Testa (ANCI, Ivrea)
Claire Thibault (The Festival Agency, Londra)
Riccardo Tinnirello (Warner Bros., Roma)
Sergio Toffetti (CSC Piemonte)
Cinzio Tolomei (Citt di Torino)
Davide Tosco
Elena Toselli (production manager)
Mago Trabk (Scuola di Magia Blink)
Maria Costanza Trapanelli (Unicef)
Paola Traversi (Museo Nazionale del Cinema)
Beppe Turletti
Agnese Urbano
Guido Vaglio (Museo Diffuso della
Resistenza)
Anne-Sophie Vanhollebeke (Studio
Campedelli, Milano)
Thibaud Van Rillas (Tiens Toi Bien, Parigi)
Nicholas Varley (Park Circus, Glasgow)
Lorenzo Ventavoli
Tommaso Verna (Warner Bros, Milano)
Antonio Viespoli (Warner Bros, Roma)
Angela Vitale Negrin (Amnesty
International)
Francesca Vittani (Circolo dei lettori)
Alice Volpi
Leslie Vuchot (The Festival Agency, Parigi)
Jeffrey Winter (The Film Collaborative,
Los Angeles)
Alix Wiseman (Aardman Animations, Bristol)
Patrizia Zanetti (Biblioteche Civiche
Torinesi)
Stefano Zenni (TJF)

Si ringrazia inoltre
il personale delle sale cinematografiche
e tutti gli studenti e gli insegnanti
che hanno messo a disposizione
tempo ed energie per collaborare
alla gestione organizzativa
del Festival

Premi dei Concorsi

Giurie dei Concorsi


GIURIA UFFICIALE DEL CONCORSO
SCUOLE DELLINFANZIA E PRIMARIE

Alessandra Aimar
Inizia a collaborare nel 2005 come operatore
didattico con il Museo Nazionale del Cinema
e dal 2009, con i Servizi Educativi del Museo,
organizza proiezioni, laboratori e progetti
rivolti alle scuole.
Maria Antonia de Libero
Direttrice Cooperazione didattica e
linguistica del Goethe-Institut di Torino.
Si occupa di programmi culturali per le
scuole in Italia, progetti, aggiornamento per
insegnanti, promozione della lingua tedesca,
collaborazione con le scuole e le universit.
Silvana Ferrero
Insegnante di ITER Istituzione Torinese per
una Educazione Responsabile, lavora presso
il Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione, dove si occupa di audiovisivi in
ambito educativo.
SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO

Gabriella Garbarino
Insegnante di ITER Istituzione Torinese per
una Educazione Responsabile, lavora presso
il Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione, dove si occupa di audiovisivi in
ambito educativo.
Elena Toselli
Animatrice. Ha lavorato a numerose
produzioni tra cui Nat e il segreto di Eleonora.
Attualmente lavora alle serie TV Topo Tip e
Calimero. Dal 2009 collabora con il Centro
Sperimentale di Cinematografia.
Nicoletta Chinni
Laureata in Saperi e Tecniche dello Spettacolo
a Roma, fino al 2011 lavora come aiuto regista,
come operatrice teatrale in scuole primarie
e secondarie e collabora con le riviste online
DASSpettacolo e MPnews. Nel 2013 si diploma
alla Scuola Holden di Torino e partecipa
allorganizzazione del festival Incanti.
SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO

Cecilia Cognigni
Bibliotecaria presso le Biblioteche Civiche
Torinesi. responsabile del coordinamento
dei servizi al pubblico della Biblioteca Civica
Centrale e degli uffici Attivit Culturali e
Qualit e Sviluppo del Sistema Bibliotecario
Urbano. Dal 2006 segue lallestimento e
lapertura delle nuove sedi. presidente della
sezione Piemonte dellAIB.
Maria Angela Donna
Dalla.s. 2005/6 presta servizio presso
lUfficio Scolastico Regionale per il Piemonte.
Attualmente si occupa, in particolare, delle
educazioni collegate allinsegnamento di
Cittadinanza e Costituzione e della commissione
Scuola e Cinema. poetessa e scrittrice.

Davide Saitta
Laureando in Giurisprudenza, stato eletto
nel 2010 quale componente dellUfficio
di Presidenza della Consulta Regionale
Giovani, in cui rappresenta lAssociazione
Culturale Rompicapo. componente di
TUTTINRETE, Tavolo interistituzionale ed
interprofessionale sulle problematiche
relative a minori e mass-media.
Targa CIAS per il
miglior prodotto realizzato
in ambito scolastico

Raffaele Luponio (Immagine per Immagine)


Elena Pasetti (presidente onorario CIAS)
Gigi Corsetti (Consigliere Direttivo CIAS)
Concorso prodotti
Sotto18 OFF - Under18

Davide Bracco
stato segretario generale di Torino Film
Festival dal 2000 al 2006 e coautore di testi
dedicati al cinema torinese (Torino citt del
cinema ed. Il Castoro, 2001; Officina torinese
ed. Lindau, 2000). Attualmente Direttore
di Film Commission Torino Piemonte e Vice
Presidente del Coordinamento Nazionale delle
FC italiane.
Lucia Moisio
Ha esordito come regista di cortometraggi
e documentari per poi dedicarsi
esclusivamente alla sceneggiatura. Ha
scritto con Marco Ponti due lungometraggi
prodotti (Luomo perfetto -cinquina dei
Nastri dArgento 2006- e Cardiofitness),
diverse puntate di serie tv (Distretto di
polizia, La strana coppia) e i booktrailer dei
libri di Giorgio Faletti e Luciano Ligabue. Ha
insegnato per oltre dieci anni sceneggiatura
e narrazione cinematografica alla Scuola
Holden.
Christian Ballarin
Classe 1977. Laureato in storia e critica
del cinema al DAMS di Torino. Presidente del
Maurice GLBTQ.
Concorso prodotti
Sotto18 OFF - Under18
Targa DAMS

Dipartimento Studi Umanistici


Universit degli Studi di Torino
Gabriele Zola
Edoardo Monteduro
Elisabetta Vacchetto
Carlotta Trombacca

Concorso nazionale prodotti delle Scuole


dellInfanzia e delle Scuole Primarie:
I e II premio in attrezzature tecniche per le
scuole
Concorso nazionale prodotti delle Scuole
Secondarie di I grado: I e II premio in
attrezzature tecniche per le scuole
Concorso nazionale prodotti delle Scuole
Secondarie di II grado: I e II premio in
attrezzature tecniche per le scuole
Concorso nazionale prodotti Sotto18
OFF - Under18: I e II premio in attrezzature
tecniche
Targa Citt di Torino - Sottodiciotto
Filmfestival conferita per ogni sezione del
Concorso Scuole e per il Concorso Sotto18
OFF - Under18
Premio UNICEF conferito per ogni sezione del
Concorso Scuole e per il Concorso Sotto18
OFF - Under18
Premio Salone Internazionale del Libro
conferito per ogni sezione del Concorso
Scuole e per il Concorso Sotto18 OFF Under18
Premio Smemoranda conferito per ogni
sezione del Concorso Scuole e per il Concorso
Sotto18 OFF - Under18
Premio Coordinamento Comuni per la Pace
della provincia di Torino conferito per ogni
sezione del Concorso Scuole e per il Concorso
Sotto18 OFF - Under18
Premio Ufficio Scolastico Regionale per
il Piemonte conferito a ogni sezione del
Concorso Scuole
Targa CIAS conferita per ogni sezione del
Concorso Scuole
Premio Consulta Regionale dei Giovani
conferito al miglior prodotto delle Scuole
Secondarie di II grado piemontesi selezionate
per il Concorso
Premio del pubblico Sottodiciotto conferiti
per ogni sezione del Concorso Scuole
Targa Dams - Facolt di Scienze della
Formazione, Universit degli Studi di Torino
conferita al miglior prodotto del Concorso
Sotto18 OFF - Under18

Gabriele Scavone
I premi del pubblico Sottodiciotto sono
gentilmente offerti da VIDEO IN, via Mazzini
33/a, Torino

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Introduzione13

1.

Concorsi Sottodiciotto17

1.1 Concorso nazionale prodotti audiovisivi delle scuole


1.1.1 Concorso Scuole dellInfanzia e primarie
1.1.2 Concorso Scuole secondarie di I grado
1.1.3 Concorso Scuole secondarie di II grado
1.2 Concorso Sottodiciotto OFF

18
38
58
78

2.

Proposte per la scuola89


2.1 Sottodiciotto LAB: attivit didattiche,

laboratori, visite
2.2 Festa di premiazione dei prodotti delle scuole

con i Centri di Cultura ITER Citt di Torino
2.3 Proiezioni, incontro e convegno
2.3.1 Proiezioni
2.3.2 Incontro: Metissage!
2.3.3 Convegno: Educazione al senso libero
della differenza maschile/femminile

90
94
98
100
111
111

3.

Retrospettive113
3.1
3.2

Sylvain Chomet
Luc Jacquet

114
120

4.

Incontri125

4.1

4.2

Stefano Rulli
(Targa Citt di Torino Sottodiciotto Filmfestival)
Edgar Reiz

126
130

5.
6.

Inedite visioni135

Percorsi149

6.1
6.2
6.3

Polpette in arrivo! 
Mitici! Vampyr
Mitici! Sono tornati i dinosauri!

150
152
155

7.
8.

Omaggio a Ray Harryhausen163

Teenvision169
8.1

Made in S18

174

9.

Baby Special177
9.1
9.2
9.3
9.4

Calimero
E tu che ne pensi?
Le nuove avventure di Capelito
Tra cielo e terra con un pizzico di fantasia

178
182
184
187

10.

Sottodiciotto in corto191
10.1
10.2
10.3
10.4

Giovane animazione da tutta Europa


Selezione del Festival di Clermont-Ferrand
Et voil le cinma
Mygeneration - Nickelclip

192
196
198
198

10

a sempre impegnato a far conoscere la rappresentazione


cinematografica delluniverso giovanile, Sottodiciotto
Filmfestival si conferma un progetto apprezzato dal pubblico e
capace di portare in citt grandi maestri, affiancati da una vetrina di
opere inedite e dai lavori di videomaker giovanissimi, dinamici e aperti
allinnovazione.
Nel corso degli anni questa formula ha garantito il successo di
Sottodiciotto Filmfestival, che ha cos raggiunto nuove fasce di
pubblico, puntando sempre sulla forza di un cinema dallo sguardo
personalissimo e autentico, capace di regalare punti di vista sul mondo
sorprendenti e inaspettati.
Regione Piemonte conferma quindi il suo impegno per Sottodiciotto
Filmfestival per ledizione 2013, che ancora una volta presenta ospiti
e interlocutori di prestigio. Un festival per i giovanissimi, aperto a
tutta la cittadinanza grazie a un programma ricco e pieno di stimoli e
suggestioni, attraverso seminari, laboratori, incontri e soprattutto
molto cinema.
Ledizione 2013 di Sottodiciotto dedicata al tema R.Evoluzioni,
evocativo di una dimensione di crescita e di maturazione che non
intesa solo come personale, ma anche culturale e sociale. Anche
questanno, dunque, i giovanissimi talenti sono diretti protagonisti,
agendo in prima persona come autori, con i duecentoquindici lavori
direttamente realizzati, provenienti da tutta Italia e che partecipano ai
tre Concorsi nazionali per le scuole, e con i quaranta lavori selezionati
per il Concorso extrascolastico Sotto18 OFF, nucleo forte e qualificante
del festival, che ne ha fatto il suo tratto distintivo, a conferma dei
caratteri originali e della singolarit della manifestazione.

Michele Coppola
R egione P iemonte
Assessore a lla C u ltu ra
e a lle P o litic h e G iovani li

11

ottodiciotto Filmfestival Torino Schermi Giovani, ormai


giunto alla XIV edizione, dimostra sempre pi la sua vocazione:
trasmettere il cinema come strumento in grado di trasmettere
emozioni, di proporre riflessioni e di stimolare uno spirito critico, un
mezzo per arrivare ai giovani attraverso dei percorsi non istituzionali
e con linguaggi pi adatti ad interpretare una realt in continuo
movimento.
La scelta del tema conduttore delledizione 2013, R.Evoluzioni,
conferma lattenzione alluniverso giovanile: lidea di progresso e di
visione del futuro vista sia come crescita e maturazione personale che
come percorso culturale e sociale.
Lunicit e loriginalit del festival continuano ad essere riconosciute
nel panorama nazionale ed internazionale non solo grazie ad un
palinsesto sempre pi ricco di ospiti deccezione, di retrospettive e
delle sempre pi numerose anteprime, ma anche per la compresenza dei
due programmi, quello specifico per le scuole e quello aperto a tutti gli
spettatori, distinti ma complementari, che il risultato di un lavoro che
in questi anni ha continuato a coinvolgere e a mettere insieme adulti,
ragazzi e bambini, scuola e citt, cinema considerato grande e registi
in erba.
A questo proposito non si pu tralasciare limportanza dei workshop
pratici proposti attraverso lappuntamento con Sotto18lab alle classi
da partner come ITER, con il suo Centro per la cultura e per limmagine,
insieme a Film Commission Torino Piemonte, al Centro Sperimentale di
Cinematografia, al Festival Incanti e al Museo Nazionale del Cinema.
Grazie alla qualit delle proposte culturali presenti e al Concorso
Nazionale prodotti audiovisivi delle scuole pi generazioni si
confrontano attraverso un linguaggio comune: il cinema.
Il cinema diventa anche uno strumento didattico che aiuta i pi giovani
a scoprire e a condividere in modo meno tradizionale il mondo dei
coetanei e quello, a volte parallelo, degli adulti.
Laugurio della Citt di Torino che la chiave di lettura di questedizione,
R.Evoluzioni riesca ad essere spunto di riflessione per tutti, grandi e
piccoli, affinch lo scambio tra generazioni non si fermi ai giorni del
festival ma produca percorsi futuri.

Piero Fassino
S indaco
della C itt di Torino

Maurizio Braccialarghe
Assessore
a lla C u ltu ra , Tu rismo
e P romozione della C itt

Mariagrazia Pellerino
Assessora
a lle P o litic h e Ed u cative

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
12

Introduzione

introduzione

anifestazione unica e originale, dedicata al cinema fatto da e


per i pi giovani e ai film che raccontano le nuove generazioni
di ieri e di oggi, Sottodiciotto Filmfestival Torino Schermi
Giovani, giunto alla XIV edizione, propone un ricco palinsesto con
anteprime e prime visioni, retrospettive, omaggi, premi, programmi
speciali, incontri, cos da coinvolgere un pubblico pi che mai variegato:
dai teenager ai cinefili, dai bambini ai loro genitori.
Filo conduttore del palinsesto sar il tema delledizione 2013,
R.Evoluzioni, che pone laccento sul concetto di progresso verso
una nuova e migliore condizione non solo in riferimento al processo di
crescita e maturazione personale, ma anche sotto laspetto culturale
e sociale, con una particolare attenzione alle tematiche dellidentit di
genere e delle pari opportunit.
Ospiti deccezione delledizione 2013 sono Sylvain Chomet, autore
di culto dellanimazione internazionale, dalla carriera folgorante e
dallimpronta ormai ben riconoscibile i cui tratti salienti sono lomaggio
alla Francia del dopoguerra, i personaggi disegnati con tratti fortemente
caricaturali, le citazioni letterarie, cinematografiche e musicali mai fini
a se stesse, il gusto per il paradosso e la volont di parlare a un pubblico
di ogni et; e Luc Jacquet, biologo, documentarista, premio Oscar
per La marcia dei pinguini, autore di opere che combinano felicemente
lesigenza del rigore scientifico con lurgenza di sensibilizzare lopinione
pubblica alle grandi emergenze ambientali dei nostri giorni; ed infine
Edgar Reitz, regista del monumentale Heimat, film che ha definito
una generazione di cinefili, con un nuovo episodio della saga che offre
non pochi spunti di riflessione sulle rivoluzionarie trasformazioni
europee avvenute in soli 150 anni.
La Targa Citt di Torino - Sottodiciotto Filmfestival viene questanno
assegnata a Stefano Rulli a riconoscimento di una carriera dedicata
a raccontare lItalia con sguardo lucido e problematico, capace
di restituire sullo schermo unanalisi ampia e approfondita della
Storia ma attento anche ai dettagli pi intimi della psicologia dei
personaggi, inserendo dunque a pieno titolo il suo nome tra i grandi della
sceneggiatura europea.
Agli ospiti del festival si affiancano i programmi speciali. Sono tornati
i dinosauri!, dedicato alla cine-evoluzione dei giganti della preistoria,
che dal primo dinosauro della storia del cinema, Gertie, passando per
la famiglia pi famosa e divertente della preistoria, I Flintstones e
lomaggio a Ray Harryhausen, il pioniere della tecnica stop motion
e la recente rielaborazione in 3D di Jurassic Park 3D, il capolavoro di
Spielberg arriva alle produzioni pi recenti, come la nuova serie animata
Le straordinarie avventure di Jules Verne, Non c festa senza Rex
3D, fino allanteprima di A spasso con i dinosauri di Barry Cook e Neil
Nightingale.
Una vera e propria pioggia di hamburger in arrivo su Sottodiciotto
grazie al secondo programma speciale, Polpette in arrivo! In occasione
dellanteprima di Piovono polpette 2 - La rivincita degli avanzi

13

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
14

il Festival in collaborazione con Warner Bros. e con LHamburgheria di


Eataly riporta sullo schermo anche il primo episodio realizzando per
loccasione un divertente laboratorio rivolto ai bambini.
La sezione si chiude con un omaggio ai signori della notte, i vampiri.
Tornati alla ribalta grazie a romanzi, film e serie tv di successo, alle
creature del buio dedicato un programma speciale: Vampyr. Partendo
dal Nosferatu diretto nel 1922 da Murnau, si arriva allanteprima
dellultimo film di Neil Jordan, Byzantium, passando attraverso due
esibizioni dal vivo: lo spettacolo Dracula - Il non morto sfida la morte
vincitore di Cantiere XX di Incanti-Festival Internazionale del teatro
di figura e unesibizione di Michele Guaschino, uno dei pi noti artisti
degli effetti speciali e creatore di maschere e trucchi per lo spettacolo.
Numerosi i titoli che Sottodiciotto propone in Inedite visioni: dal
nuovo film, in bilico tra realt e finzione, diretto dal regista torinese
Daniele Gaglianone La mia classe a Burning Bush di Agnieszka Holland,
da Starred Up, il nuovo film di David Mckenzie a Il superstite - For Those
in Peril lungometraggio desordio di Paul Wright, da The Selfish Giant, di
Clio Barnard a Mother, I Love You secondo lungometraggio di Janis Nords,
dalla seconda opera di fiction del promettente regista americano Destin
Cretton, Short Term 12 a Our Sunhi, nuova speech comedy del brillante
regista sudcoreano Hong Sang-soo, da Valentine Road, debutto nella
regia di Martha Cunningham a Eastern Boys del francese Robin Campillo
(presentati in una realizzata con lAssessorato alle Pari Opportunit e
il Servizio LGBT della citt di Torino), fino a il documentario di Matt Wolf
Teenage, che ripercorre storicamente levoluzione della cultura giovanile
e la nascita del concetto di adolescenza, sconosciuto fino alla Seconda
Guerra mondiale: tutti film provenienti dai pi prestigiosi festival
internazionali, e che rappresentano una carrellata sulle tendenze
emergenti, i nuovi talenti e il cinema di qualit prodotto nelle pi diverse
parti del mondo.
Sottodiciotto riserva ampio spazio ai piccoli e ai piccolissimi con
lanteprima del film danimazione Khumba, sequel del fortunatissimo
Zambezia e diretto dal sudafricano Anthony Silverston e con i
programmi Baby Special: festeggeremo insieme a Marco Pagot e
Calimero il 50esimo compleanno dellindimenticabile pulcino piccolo e
nero; ci confronteremo con gli interrogativi dei bambini in compagnia
di Oscar Brenifier e degli episodi della serie E tu che ne pensi?; vivremo
le nuove avventure di Capelito, irresistibile fungo magico di origine
spagnola; aspetteremo il Natale e le sue gioiose atmosfere di festa
con proiezioni di film danimazione inediti da vedere con mamma e
pap, da Room on the Broom a The Snowman and the Snowdog, da Its a
SpongeBob Christmas! a Le Pre Frimas.
Lanimazione anche il filo conduttore della selezione di cortometraggi
in arrivo dal Festival di Clermont-Ferrand proposti per linaugurazione di
Cineclub 12-15 e della selezione delle opere pi interessanti realizzate
dagli studenti delle scuole di E.T.N.A. - European Training Network for
Animation Schools selezionate dal CSC Animazione.

introduzione

Ormai tradizionale spazio poliedrico dedicato agli under 20 e gestito


congiuntamente da un gruppo di giovanissimi e dallo staff del Festival,
TeenVision si propone anche questanno come territorio di incontro e di
confronto tra esperienze e tendenze innovative. Tra gli appuntamenti
della sezione, un incontro con Carlo Freccero e Massimo Coppola
dedicato a La buona televisione con lintento di esplorare la possibilit
di un modello alternativo di programmi per il piccolo schermo, con Fringe
in the Box novit delledizione 2013 del Fringe, sezione off del Torino
Jazz Festival, lo sperimentale laboratorio di integrazione tra la musica
jazz e elettronica; con Cultural Shock, format crossmediale che si
interroga sul significato dellessere straniero. Tra le altre proiezioni della
sezione, il documentario Pussy Riot A Punk Prayer, che ripercorre la
storia dellormai leggendaria band di attiviste russe.
Come sempre gli under18 saranno diretti protagonisti del Festival con
i 255 film da loro realizzati, provenienti da tutto il territorio nazionale,
che partecipano al Concorso nazionale prodotti audiovisivi delle scuole
(dellInfanzia e Primaria, Secondarie di I grado e di II grado) e al Concorso
Sottodiciotto Off. Le originali esperienze di creativit collettiva e
autoprodotta di giovani e giovanissimi che rappresentano la singolarit
di Sottodiciotto nel panorama delle manifestazioni cinematografiche e
il fulcro del Festival, sono accompagnate da uno specifico Programma
per le Scuole pi che mai ricco e articolato con proiezioni e incontri e la
nuova edizione di Sotto18LAB, uno spazio di coinvolgimento attivo che
vedr impegnate le classi partecipanti in laboratori, workshop, attivit
didattiche e visite guidate, promossi in collaborazione con prestigiosi
partner.
Vi aspettiamo al cinema e auguriamo a tutti, piccoli e grandi,
buona visione!

15

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
16

17

Concorsi
Sottodiciotto

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

1.1

Concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

18

.1

III Circolo Didattico - Scuola Primaria di via Fea Chieri (Torino)

Alphabet Song
Italia, 2012, DVD, 0320, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese,


montaggio, coordinamento: Dario Cipolla. Interpreti:
alunni della classe III A. Produzione: III Circolo Didattico Scuola Primaria di via Fea.
Sul ritmo della canzone omonima, le lettere dellalfabeto
inglese sono rappresentate in vari modi, tra creazioni
fantastiche e riferimenti alla realt quotidiana.
Il laboratorio ha permesso di visualizzare una canzone
con testo in lingua inglese, favorendo o consolidando
lapprendimento dellalfabeto in modo ludico e
divertente. Inoltre ha mirato a educare allimmagine
attraverso la produzione diretta.

Scuola Primaria Sala - Calolziocorte (Lecco)

Alfabeto dellamicizia
Italia, 2013, DVD, 0320, col.

Concorso
scuole dellinfanzia
e primarie

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto: Simonetta Valli.
Sceneggiatura, interpreti: alunni della classe I.
Produzione: Scuola Primaria Sala / Centro Multimedia
della Provincia di Lecco.
Nuova classe, nuovi amici dalla A alla Z, il vademecum
delle buone amicizie, per un alfabeto molto colorato
e giocoso, in cui ciascuno pu trovare la propria
dimensione.
Il tema della convivenza con i propri compagni si
sviluppato allinterno di un progetto dove lobiettivo
didattico essenziale stato quello di definire le strategie
comunicative che hanno consentito di rendere in modo
narrativo e creativo le diverse percezioni e opinioni degli
alunni.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

Scuola Primaria A. De Scalzi-F.li Polacco - Genova

An Dante un po mosso
e un po commosso

19

Circolo Didattico Marconi - Scuola Primaria L. Moglia


- Collegno (Torino)

Lavventura di Chicco di grano

Italia, 2013, DVD, 2310, col.

Italia, 2013, DVD, 1204, col.

Regia, montaggio: David Vaolao. Soggetto,


sceneggiatura, scenografia: alunni della classe V
A. Fotografia: insegnanti della classe V A. Riprese:
insegnanti della classe V A, D. Vaolao. Musica: Karen
Parisi. Interpreti: alunni e insegnanti della classe V A.
Coordinamento: Gioia Strazza, K. Parisi, Laura Vianello.
Produzione: Scuola Primaria A. De Scalzi-F.li Polacco.
Dante Alighieri ricompare inaspettatamente ai nostri
giorni e incontra gli alunni di una quinta. Ne scaturisce
un confronto tra il suo viaggio della Commedia e il loro
percorso negli anni.
Il laboratorio ha permesso di sperimentare e utilizzare,
dopo averli analizzati e studiati durante lanno
scolastico, le tecniche linguistiche e alcuni strumenti
per la produzione cinematografica, realizzando una
video-memoria degli anni trascorsi insieme durante le
elementari.

Regia, sceneggiatura, riprese, musica, montaggio,


coordinamento: Michele Catalano. Soggetto: alunni della
classe II A. Animazione: M. Catalano, alunni della classe II
A. Produzione: Circolo Didattico Marconi - Scuola Primaria
L. Moglia.
Trasformatosi in un chicco di grano, un bambino si ritrova
sotto terra, dove incontra tanti personaggi, dalla formica
alla talpa, dalle radici alla coccinella. Fa amicizia con
tutti, ma il giorno della mietitura si avvicina.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare le
basi per costruire un film danimazione, sia sul piano
narrativo che tecnico. In chiave tematica ha introdotto
gli alunni a una riflessione sulla percezione della propria
crescita e sul rapporto con le differenze di genere,
stimolando lespressione creativa.

Centro di Cultura Ludica ITER - Gruppo Gioco


in Ospedale - Torino / ITSSE C. Levi - Torino
Scuola Primaria R. Bonfiglioli - Minerbio (Bologna)

Attenti al lupo

Bibliomula
Italia, 2013, DVD, 0737, col.

Italia, 2013, DVD, 0430, col.

Regia, musica: Pinuccia Bianchi, Irene Zambon.


Soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese: alunni
delle classi III A e III B. Animazione, montaggio: Carlo
Baruffi. Coordinamento: P. Bianchi, I. Zambon, C. Baruffi.
Produzione: Scuola Primaria R. Bonfiglioli / C. Baruffi.
Un omaggio alla famosa canzone di Lucio Dalla,
reinterpretata e sviluppata dai bambini attraverso la
tecnica del dcoupage. Ma i lupi sono solo animali o forse
possono anche essere qualcosaltro?
Il laboratorio ha inteso educare al rapporto tra immagini
e suoni attraverso la produzione diretta, permettendo ai
bambini di realizzare un film dopo le fasi di ideazione e
progettazione, a partire da uno spunto tematico riferito
alla paura e al rapporto con gli altri, per promuovere una
maggiore consapevolezza della propria identit.

Regia: Sabrina Civiero. Soggetto: Renata Bronzino.


Sceneggiatura, voci: bambini e ragazzi ricoverati
presso lOspedale Infantile Regina Margherita di Torino.
Animazione, riprese, musica, montaggio: Michele
Catalano. Coordinamento: S. Civiero, R. Bronzino.
Produzione: Centro di Cultura Ludica ITER - Gruppo Gioco
in Ospedale / ITSSE C. Levi.
Una biblioteca che si sposta a dorso di mula non una
favola, ma una bella realt che vive grazie a un progetto
di volontariato che porta i libri nei villaggi delle Ande
venezuelane a oltre 3000 metri di altezza.
Il progetto consente di utilizzare il cinema di animazione
in modo creativo ma anche educativo, mediando tra
i disegni e le nuove tecnologie e sviluppando nuove
competenze espressive e comunicative, che permettono
di unire la documentazione della realt con lefficacia
narrativa e stilistica.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
20

Istituto Comprensivo Bellano - Scuola Primaria


A. Stoppani - Lierna (Lecco)

Istituto Comprensivo L. Da Vinci - Scuola Primaria


G. Marconi - Senago (Milano) / AVISCO - Brescia

La bottega dei nasi

Chi lo sa?

Italia, 2013, DVD, 0250, col.

Italia, 2012, DVD, 0240, col.

Regia, sceneggiatura, animazione, riprese, musica,


montaggio: Ilaria Pezone. Soggetto: Anna Zucchi.
Interpreti: alunni della classe I. Coordinamento: Patrizia
Cattaneo. Produzione: Istituto Comprensivo Bellano Scuola Primaria A. Stoppani / Centro Multimedia della
Provincia di Lecco.
Con laiuto dei trucchi filmici, il nostro naso pu
trasformarsi in molti modi diversi. C quello che
rimpicciolisce, che ingrandisce, che si trasforma in
creatura mostruosa o in animaletto pauroso.
Obiettivo del lavoro stato quello di acquisire maggiore
consapevolezza di s e della propria potenziale
espressivit, arrivando a conoscere il rapporto tra
limmagine e la comunicazione e utilizzando le risorse
offerte dai trucchi visivi.

Regia, montaggio, coordinamento: Tiziana


Passarini. Soggetto: da una poesia di Fatou Ndiaye Sow.
Sceneggiatura, riprese: alunni delle classi III A, III B, IV A
e IV B, T. Passarini. Animazione: T. Passarini. Produzione:
Scuola Primaria G. Marconi / Comune di Senago / AVISCO.
A partire dalla poesia Il piccolo qui e il grande altrove,
della poetessa senegalese Fatou Ndiaye Sow, i bambini
rappresentano la loro idea delluniverso, in un viaggio
verso linfinito.
Il laboratorio ha permesso di riflettere sul senso
delluniverso, della natura e delle relazioni tra le persone,
in unottica interculturale. Didatticamente, ha permesso
di trasformare i propri pensieri in immagini e storie,
capendo il funzionamento del cinema danimazione e
della tecnica delle silhouette.

Scuola Primaria A. Moro - Monticello Brianza (Lecco)

Istituto Comprensivo D. Di Nanni - Scuola dellInfanzia


G. Rodari - Grugliasco (Torino)

Cera una volta un albero


Italia, 2013, DVD, 0540, col.

La chioccia e tanti pulcini colorati


Italia, 2013, DVD, 0521, col.

Regia, animazione, riprese, musica, montaggio:


Ilaria Pezone. Soggetto: Lucia Cagliani. Sceneggiatura,
scenografia: alunni della classe IV A. Coordinamento:
Patrizia Cattaneo. Produzione: Scuola Primaria A. Moro /
Centro Multimedia della Provincia di Lecco.
Nella loro fissit apparente e nella loro capacit di non
arrendersi mai, rinnovandosi continuamente, gli alberi
non chiedono mai nulla, e donano sempre. Noi invece
cosa offriamo alla natura?
Il laboratorio ha permesso di lavorare in gruppo e di
imparare lutilizzo del linguaggio delle immagini a scopo
comunicativo, aumentando la sensibilizzazione sui
temi dellecologia e del rispetto ambientale attraverso
la creazione di un film che favorisce una maggiore
consapevolezza sul tema.

Regia, soggetto, sceneggiatura, coordinamento:


Giusi Cutaia. Animazione: Michele Catalano, bambini della
sezione F. Riprese, musica, montaggio: M. Catalano.
Produzione: Istituto Comprensivo D. Di Nanni - Scuola
dellInfanzia G. Rodari.
Una chioccia deve ripararsi da un temporale con i suoi
sei piccoli gialli. Quando torna il sereno, appaiono due
pulcini di un altro colore, uno rosso e uno nero, ma per
mamma chioccia non un problema.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare le
basi per costruire un film danimazione, sia sul piano
narrativo che tecnico. In chiave tematica ha introdotto
gli alunni a una riflessione sulla percezione della
differenza e dellinterculturalit, valorizzando il gioco
come modalit comunicativa che supera ogni barriera.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

21

Istituto Comprensivo Bagnolo Mella - Scuola Primaria


di via Bellavere - Bagnolo Mella (Brescia)
AVISCO - Brescia

Istituto Comprensivo 1 - Scuola dInfanzia Fossitermi Scuola Primaria A. Revere - La Spezia

Ci piace il mondo

Italia, 2013, DVD, 0420, col.

Il circo fracassoni

Italia, 2013, DVD, 0420, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese: alunni


delle classi II A e II B. Animazione, montaggio: Vincenzo
Beschi. Coordinamento: Neri Leali, V. Beschi. Produzione:
Istituto Comprensivo Bagnolo Mella - Scuola Primaria di
via Bellavere / AVISCO.
Il mondo composto da tante cose, ognuna importante
per renderlo unico ed eccezionale: il vento, il sole, i mari e
i fiumi, gli alberi, ma anche le persone.
Scopo del lavoro stato quello di apprendere i
meccanismi di funzionamento del racconto attraverso
le immagini, approfondendo le potenzialit del cinema
danimazione e cercando di aggiungere alle esigenze
espressive di base anche unattenzione tematica al
rapporto con lambiente fisico e umano in cui viviamo.

Regia: Stefania Colombo. Soggetto: Giovanna Di Nino.


Sceneggiatura: Claudia Cei. Riprese, montaggio,
coordinamento: Maurizio Montagnoli. Interpreti: alunni
delle scuole. Produzione: Istituto Comprensivo 1 - Scuola
dInfanzia Fossitermi - Scuola Primaria A. Revere.
Le mirabolanti avventure, tra risate ed emozioni, di un
circo un po particolare, in cui tutti i protagonisti sono
rumorosi, goffi e divertenti, capaci di far sorridere, ma
anche di far pensare.
Il laboratorio ha permesso ai bambini di progettare
e realizzare un racconto audiovisivo, incoraggiando
lascolto attivo, stimolando linvenzione di storie e
traducendo le idee creative in disegni e scrittura efficaci
per comunicare il senso della storia.

Scuola Primaria - Colleretto Castelnuovo (Torino)


Scuola Primaria Sala - Calolziocorte (Lecco)

Ciao piccolo principe

Come acqua
Italia, 2012, DVD, 0314, col.

Italia, 2013, DVD, 0720, col.

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto: Fabrizia Conti.
Sceneggiatura, interpreti: alunni delle classi V A e V
B. Produzione: Scuola Primaria Sala / Centro Multimedia
della Provincia di Lecco.
La lettura del famoso romanzo ha stimolato i bambini a
fare riflessioni e considerazioni sul significato che si d
alle parole del Piccolo Principe, cercando di coglierne le
diverse sfumature.
Il percorso ha sviluppato le conoscenze sul cinema,
cogliendo le possibilit di lavorare in modo creativo e
innovativo con la possibilit di rielaborare testi classici
e generare nuove interpretazioni capaci di offrire uno
sguardo originale, generato dai bambini.

Regia, soggetto, sceneggiatura: Enrico De Santis,


Alessandro Salvatore. Riprese, montaggio: A. Salvatore.
Interpreti: alunni della classe IV. Coordinamento:
Francesca Cola. Produzione: Scuola Primaria / Progetto
Bifronte.
Un documentario creativo che rielabora un laboratorio
didattico tra cinema, teatro e danza, unendo il piano del
racconto con quello delle interpretazioni dei protagonisti.
Il video intende testimoniare ai bambini e alle loro
famiglie il lavoro svolto dal laboratorio di danzamovimento-terapia. Inoltre rappresenta unoccasione
per far familiarizzare i bambini con il mezzo audiovisivo,
permettendo di scoprire le potenzialit comunicative ed
espressive del cinema.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Scuola Primaria A. Vivaldi - Settimo Torinese (Torino)

Il compleanno di Martina
Italia, 2012, DVD, 0600, col.

22

II Direzione Didattica - Scuola Primaria Riccione Ovest


- Scuola Primaria Riccione Paese - Riccione (Rimini)

Crescere un tuffo
Italia, 2012, DVD, 0732, col.

Regia, soggetto, riprese: insegnanti della classe I


C. Sceneggiatura: insegnanti e alunni della classe I C.
Montaggio: Massimiliano Spertino. Interpreti: alunni
della classe I C. Coordinamento: Michela Puccio, Antonia
Megna. Produzione: Scuola Primaria A. Vivaldi.
Durante una festa bello divertirsi, ma bisogna fare
attenzione a quello che si beve. Soprattutto se, alla fine
della festa, si deve tornare a casa in macchina. Perch
rischiare di rovinare un momento cos piacevole?
Il progetto ha promosso una riflessione e un confronto
sulla sicurezza stradale, intesa come cultura del
rispetto delle regole, degli altri e di se stessi, attraverso
lacquisizione di unabitudine comportamentale corretta
in relazione alla percezione del rischio.

Istituto Comprensivo di Rezzato - Scuola dellInfanzia


T. Alberti - Rezzato (Brescia)
Fondazione PInAC - Pinacoteca Internazionale dellet
evolutiva A. Cibaldi - Rezzato (Brescia)

Concertino
Italia, 2013, DVD, 0620, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura: bambini di 5 anni.


Animazione, montaggio: Vincenzo Beschi. Riprese:
bambini di 5 anni, Irene Tedeschi. Coordinamento:
Azzurra Zini, V. Beschi. Produzione: Istituto Comprensivo
- Scuola dellInfanzia T. Alberti / Fondazione PInAC.
Un suono pu diventare anche una visione, se si usa la
plastilina e lo si anima. Se poi si aggiungono fantasia e
creativit, le possibilit diventano infinite, come le forme
da inventare e suonare.
Scopo del lavoro stato quello di apprendere i
meccanismi di funzionamento del racconto attraverso
le immagini, approfondendo le potenzialit del cinema
danimazione e cercando di aggiungere alle esigenze
espressive di base anche unattenzione al rapporto tra
immagini e musica, stimolando la creativit.

Regia, animazione, fotografia, riprese,


coordinamento: Michela Donini, Roberto Paganelli.
Soggetto, sceneggiatura, musica, montaggio,
scenografia, voci: alunni delle classi V A delle scuole,
M. Donini, R. Paganelli. Voci: alunni delle classi V A delle
scuole. Produzione: II Direzione Didattica - Scuola
Primaria Riccione Ovest - Scuola Primaria Riccione Paese
/ Biblioteca Comunale di Riccione.
Dalla graphic novel Fiato sospeso, uninterpretazione
animata da parte dei bambini. Un fiume pu diventare
tante cose diverse e accompagnare le differenti fasi della
vita di un bambino.
Il laboratorio ha inteso educare allimmagine
attraverso la produzione diretta, permettendo ai
bambini di realizzare immagini dopo le fasi di ideazione
e progettazione, a partire da uno spunto tematico
riferito alla crescita, al cambiamento e al rapporto con
lambiente in cui si vive, in chiave ecologica.

Scuola Primaria A. Spinelli - Torino

A Different Point of View


Italia, 2012, DVD, 0211, col.

Regia, animazione, riprese, coordinamento: Paola


Picotto. Soggetto, sceneggiatura, scenografia,
interpreti: alunni della classe IV A. Fotografia: Enrico
Vergnano. Musica: P. Picotto, Emanuele Lappano.
Montaggio: Lucio Lionello. Produzione: Scuola Primaria
A. Spinelli.
Ispirandosi al lavoro dellartista contemporaneo
sudafricano Robin Rhode, i bambini hanno creato in
totale autonomia delle microstorie animate.
Sulla base delle fotografie di Rhode, il percorso ha
permesso di scoprire come avviene la lettura di
unimmagine nella sua complessit, sottolineando sia
limportanza del punto di vista di chi produce il testo sia
di chi ne fruisce, trasformando il medium fotografico in
animazione audiovisiva.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

23

Istituto Comprensivo Don P. Pointinger Scuola Primaria L. Bertone - Santa Maria Ho (Lecco)

Istituto Maria Ausiliatrice - Scuola Primaria - Bologna

I diritti dei bambini

Italia, 2013, DVD, 1429, col.

Evoluzioni

Italia, 2013, DVD, 0230, col.

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto: Mara Corno, Angela
Maggioni. Sceneggiatura, interpreti: alunni delle classi
IV e V. Produzione: Istituto Comprensivo Don P. Pointinger
- Scuola Primaria L. Bertone / Centro Multimedia della
Provincia di Lecco.
importante ricordare che tutti i bambini del mondo
sono uguali e hanno il diritto di giocare. Non importa
come e con chi, purch ci si diverta e si possa crescere
bene insieme.
Il tema dei diritti dei minori e della necessit del gioco
come argomenti utili a confrontarsi sulle specificit
del racconto cinematografico, integrando i fondamenti
teorici con le opportunit pratiche di conoscenza degli
aspetti tecnici, le esigenze di espressione creativa con le
regole della collaborazione di gruppo.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


scenografia, interpreti: alunni della classe V.
Montaggio: Lucia Giustini. Coordinamento: L. Giustini,
Fabio Monesi. Produzione: Istituto Maria Ausiliatrice Scuola Primaria / Associazione tra artisti.
I bambini di una scuola parlano tra loro del lavoro che
vorrebbero fare da grandi. Emerge un ritratto divertente
e grottesco delle aspettative che nutrono i loro genitori,
ossessionati dalla tv e dalla celebrit.
A partire dalla lettura di Levoluzione di Calpurnia di
Jacqueline Kelly, nato lo spunto narrativo di base: cosa
accadrebbe oggi se i bambini volessero studiare e i loro
genitori non fossero daccordo? La realizzazione del corto
ha permesso di insegnare teoria e pratica video in modo
divertente e coinvolgente.

Scuola Primaria G. Pascoli - Tellaro (La Spezia)


Convitto Nazionale P. Colletta - Scuola Primaria Avellino

La famiglia Sempreattenti

Dove andremo?

Regia: Rosanna Fabiano, Marzia Ghidoni. Soggetto,


riprese: alunni della classe IV, R. Fabiano. Sceneggiatura,
animazione, coordinamento: R. Fabiano. Montaggio:
Simone Leonardi. Produzione: Scuola Primaria G. Pascoli.
Anche nellEra Paleolitica era importante osservare le
norme sulla sicurezza, facendo molta attenzione a non
correre rischi. E oggi, come bisogna comportarsi di fronte
a nuovi pericoli?
A partire dal Progetto Icaro, un programma nazionale
sulla sicurezza, il laboratorio ha stimolato nei bambini la
curiosit di scoprire i pericoli e i rischi di un determinato
periodo storico e nello stesso tempo guidarli alla
riflessione sulle minacce di oggi e sulle strategie per
evitarle.

Italia, 2013, DVD, 1000, col.

Regia, riprese, montaggio: Valentina Cammino.


Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni della
classe V. Coordinamento: Anna Formisano, V. Cammino.
Produzione: Convitto Nazionale P. Colletta - Scuola
Primaria.
Due famiglie a confronto. Due epoche diverse, gli anni
Sessanta e oggi. Cosa cambiato, si viveva meglio prima
o adesso? La differenza tra la famiglia del passato e
quella contemporanea.
Il film ha permesso di riflettere sul rapporto tra genitori
e figli e di parlare di tematiche legate alla storia e al
presente in modo creativo e partecipato, utilizzando
la modalit comunicativa audiovisiva e imparando a
realizzare un formato filmico attraverso tutte le fasi di
ideazione e realizzazione.

Italia, 2013, DVD, 0244, col.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
24

Istituto Comprensivo Galbiate - Scuola Primaria


Don Milani - Sala al Barro (Lecco)

Scuola Primaria G. Mazzini - Terni

Filastrocca del riciclaggio

Italia, 2013, DVD, 0400, col.

Il filo dellamore

Italia, 2013, DVD, 0522, col.

Regia, sceneggiatura, animazione, riprese, musica,


montaggio: Ilaria Pezone. Soggetto: Lorena Caron.
Interpreti: alunni della classe I. Coordinamento: Patrizia
Cattaneo. Produzione: Istituto Comprensivo Galbiate
- Scuola Primaria Don Milani / Centro Multimedia della
Provincia di Lecco.
Dalla A alla Z, il vademecum per diventare dei buoni
ricicloni, senza sprecare nulla. Non si tratta di compiti
particolarmente difficili, sufficiente fare tante piccole
cose nel quotidiano.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare
concretamente le basi per costruire un racconto
audiovisivo, sia sul piano narrativo che tecnico. In
ambito tematico ha sensibilizzato gli allievi sulle
problematiche dellinquinamento ambientale e sulla
necessit di nuovi atteggiamenti pi ecologici.

Regia, fotografia, riprese: Benedetta Gelati.


Soggetto: Laura Fausti. Sceneggiatura, scenografia,
coordinamento: L. Fausti, B. Gelati. Musica, montaggio:
Riccardo Palladino. Interpreti: alunni delle classi III A e
III B. Produzione: Scuola Primaria G. Mazzini / Comune di
Terni.
Lamore come un filo che unisce i bambini del mondo.
un messaggio importante, che il linguaggio poetico pu
esprimere in forme evocative e metaforiche.
Il laboratorio ha permesso di acquisire le competenze
per creare una poesia, sviluppandola da un semplice
spunto di partenza fino alla sua rappresentazione
compiuta, attraverso linterazione con immagini e suoni,
familiarizzando anche con gli elementi fondamentali del
linguaggio filmico e delle tecniche di ripresa.

Scuola dellInfanzia M.L. King - Torino


Scuola Primaria - San Zeno Naviglio (Brescia)
AVISCO - Brescia

La forchetta Giulietta

Filastrocca della paura

Regia, soggetto, musica, coordinamento: Tina Cerri.


Sceneggiatura: Assunta Ronco. Animazione: A. Ronco, T.
Cerri, bambini delle sezioni B, C e D. Riprese, montaggio:
A. Ronco, T. Cerri. Produzione: Scuola dellInfanzia M.L.
King.
Una filastrocca animata e in rima che racconta
lincontro tra una bella forchetta e un coltello lucente,
sicuro di far colpo su di lei. Ma sar amore a prima vista o
saranno dolori? Il laboratorio ha permesso di apprendere
e utilizzare le basi per costruire un film danimazione, sia
sul piano narrativo che tecnico. In chiave tematica ha
introdotto gli alunni a una riflessione sulla percezione
della differenza di genere, valorizzando il gioco come
modalit comunicativa che supera ogni barriera.

Italia, 2013, DVD, 0508, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese: alunni


delle classi IV A e IV B. Animazione, montaggio: Irene
Tedeschi. Coordinamento: Michela Pedersoli, I. Tedeschi.
Produzione: Scuola Primaria / AVISCO.
Un raccapricciante film di animazione, scuro, mostruoso,
sanguinolento e peloso. Streghe, orchi, gufi e topi, cos
paurosi che meglio non incontrarli prima di andare
a dormire! Il laboratorio ha permesso agli alunni di
esprimersi e comunicare attraverso il linguaggio del
cinema danimazione, in modo da riflettere sulle proprie
emozioni personali e sulle loro percezioni del mondo,
imparando a esprimerle e comunicarle con uno stile
efficace e coinvolgente.

Italia, 2013, DVD, 0420, col.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

25

Scuola Primaria A. Frank - Lein (Torino)

Scuola Primaria G. Parini - Torino

Frutta in arrivo, merendine in fuga

I funghi di Marcovaldo

Italia, 2013, DVD, 0358, col.

Italia, 2013, DVD, 0321, col.

Regia, sceneggiatura: Carla Valsiga. Soggetto: alunni


della classe IV B. Animazione: Assunta Ronco, alunni
della classe IV B. Riprese, musica, montaggio: A. Ronco.
Coordinamento: C. Valsiga, A. Ronco. Produzione: Scuola
Primaria A. Frank.
Lo stomaco di un bambino troppo goloso, che non resiste
alle merendine, chiede aiuto al cervello, che trover una
soluzione. Ci sono altri modi per assimilare zuccheri,
molto pi sani e comunque gustosi.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare le
basi per costruire un film danimazione, sia sul piano
narrativo che tecnico. In chiave tematica ha introdotto
gli alunni a una riflessione sullimportanza di una
corretta alimentazione, traducendo in modo creativo e
giocoso le regole per crescere sani.

Regia, sceneggiatura, animazione, riprese,


montaggio: Vincenzo Gioanola, dal romanzo Marcovaldo
di Italo Calvino. Musica: Paolo Maria Guardiani. Voci:
alunni della classe III A. Coordinamento: Anna Maria
Rionda, V. Gioanola. Produzione: Scuola Primaria G. Parini
/ Mus-e.
Il pi famoso eroe di Italo Calvino alle prese con i funghi
e si ritrova in situazioni molto strane e paradossali,
talvolta un po preoccupanti, ma quasi sempre molto
divertenti. Il percorso ha sviluppato le conoscenze sul
cinema danimazione, unendo le possibilit di lavorare
in modo creativo e innovativo con la possibilit di
rielaborare testi classici e generare nuove interpretazioni
capaci di offrire uno sguardo originale.

Scuola Primaria Sala - Calolziocorte (Lecco)

La frutta ti frutta
Italia, 2013, DVD, 0350, col.

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto: Isabella Bonaiti.
Sceneggiatura, interpreti: alunni delle classi II A e II B.
Produzione: Scuola Primaria Sala / Centro Multimedia
della Provincia di Lecco.
Lo sai quanto bene ti fa la frutta? importante
mangiarla in abbondanza, perch contiene varie sostanze
che contribuiscono a far crescere forte e sano il nostro
corpo e anche il nostro cervello!
Il laboratorio ha permesso di lavorare in gruppo e di
imparare lutilizzo del linguaggio delle immagini a scopo
comunicativo, aumentando la sensibilizzazione sui temi
della corretta alimentazione, attraverso la creazione di
un film che promuova comportamenti consapevoli e sani.

Istituto Comprensivo di Cogorno - Scuola Primaria


N. Green - Ne Conscenti (Genova)
Istituto Comprensivo di Cogorno - Scuola Secondaria
di I Grado G. Garibaldi - Ne Conscenti (Genova)

La gabbianella che torn nel libro


Italia, 2013, DVD, 1500, col.

Regia, fotografia, montaggio: Attilio Valenti,


Matteo Valenti. Soggetto, sceneggiatura, interpreti:
alunni delle classi V Primaria e I Secondaria di I Grado.
Animazione: A. Valenti. Riprese, musica: Matteo
Valenti. Scenografia: alunni e insegnanti delle classi V
Primaria e I Secondaria di I Grado, A. Valenti, M. Valenti.
Coordinamento: Anna M. Garibaldi. Produzione: Istituto
Comprensivo di Cogorno - Scuola Primaria N. Green Scuola Secondaria di I Grado G. Garibaldi.
Attraverso la lettura di un bel libro possibile viaggiare
dalla realt al mondo magico, scoprendo personaggi,
ambienti e storie che spesso aiutano a vivere meglio
anche la propria vita reale. Il progetto ha promosso,
in modo non superficiale ma coinvolgente, il gusto
di riscoprire le proprie radici, il piacere di leggere,
immaginare, esplorare, per fare un viaggio virtuale
nel mondo virtuale delle storie e poter poi ritornare
arricchiti alla realt quotidiana, vivendola in modo pi
intenso.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Direzione Didattica 1 Circolo - Primarie


Borgo Ferrone e Trigari - Mondov (Cuneo)
Direzione Didattica 2 Circolo - Primarie di Altipiano,
Borgo Aragno, via Cuneo e SantAnna Mondov (Cuneo)

Il galletto di Mondov
Italia, 2012, DVD, 0420, col.

Regia, fotografia, riprese, scenografia: alunni delle


classi II, III, IV e V. Soggetto, sceneggiatura, montaggio:
Elena Valsania. Animazione: Stefano Cavallotto. Musica:
Stefano Viada, Barbara Martinetto. Coordinamento: Anna
Bertazzoli, Carlotta Fabbris, E. Valsania. Produzione:
Direzione Didattica 1 Circolo / Direzione Didattica 2
Circolo / Associazione La Scatola Gialla.
Il gallo, simbolo della citt, presenta Mondov, tra
passato e presente. Dalle leggende alla storia, dalle
caratteristiche fisiche alle ricchezze culturali, tra
elementi della tradizione e aspetti del quotidiano.
Il laboratorio ha mirato ad avvicinare i bambini al
linguaggio del cinema di animazione e a favorire la
socializzazione e il lavoro di gruppo. Sul piano tematico
si cercato di scoprire tradizioni e leggende del passato
per valorizzare il presente e promuovere la conoscenza
del territorio.

26

Istituto Comprensivo Altalanga - Scuole Primarie


di Borgomale, Feisoglio, Niella Belbo - Bossolasco
(Cuneo)

Girotonda
Italia, 2013, DVD, 0514, col.

Regia, animazione, riprese, montaggio: Anna


Torazza, Vincenzo Gioanola. Soggetto: alunni delle scuole
primarie. Sceneggiatura: alunni, A. Torazza, V. Gioanola.
Musica: Alberto Cipolla. Coordinamento: Maria Rosa
Ferrari. Produzione: Istituto Comprensivo Altalanga Scuole Primarie di Borgomale, Feisoglio, Niella Belbo.
Le avventure e gli incontri straordinari di una nocciola
che attraversa alcuni paesi dellAlta Langa, scoprendo le
tracce della storia, il valore delle tradizioni e le bellezze
naturali e culturali del presente.
Il laboratorio ha mirato ad avvicinare i bambini al
linguaggio del cinema danimazione e a favorire la
socializzazione e il lavoro di gruppo. Sul piano tematico
si cercato di scoprire tradizioni e leggende del passato
per valorizzare il presente e promuovere la conoscenza
del territorio.

Scuola Primaria G. Rodari - Verbania

La goccia ribelle
Circolo Didattico Marconi - Scuola Primaria L. Moglia
- Collegno (Torino)

Gina Pina
Italia, 2013, DVD, 1007, col.

Regia, animazione, riprese, musica, montaggio,


coordinamento: Michele Catalano. Soggetto,
sceneggiatura: Pietro Monacelli. Voci: alunni della
classe IV. Produzione: Circolo Didattico Marconi - Scuola
Primaria L. Moglia.
Due bambini approfittano dellassenza di uno scienziato
per salire sulla macchina del tempo e si ritrovano nel
futuro, a novecento anni di distanza dal presente, a
fronteggiare la rivolta dei robot domestici.
Attraverso i richiami al cinema di fantascienza,
la realizzazione del video stata loccasione per
sensibilizzare gli alunni alle dinamiche della creativit
e del simbolico che sottendono il funzionamento del
linguaggio cinematografico.

Italia, 2013, DVD, 1800, col.

Regia, fotografia, riprese, montaggio: Lorenzo


Camocardi. Soggetto, sceneggiatura, scenografia,
coordinamento: Nives Cerutti, Mariella Nasini. Musica:
Renato Pompilio. Interpreti: alunni del laboratorio di
cinema. Produzione: Scuola Primaria G. Rodari.
Avvelenata dallinquinamento prodotto dagli uomini, la
goccia di un fiume si ribella al suo destino e combatte
per ristabilire un ordine delle cose che promuova un
pianeta pi ecologico.
Il laboratorio ha permesso di lavorare in gruppo,
aumentando la sensibilizzazione sui temi della
salvaguardia dellambiente, attraverso la creazione di
un film che promuova comportamenti responsabili ed
ecologici.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

27

I Circolo Didattico - Scuola Primaria G. Giacosa Settimo Torinese (Torino)

Istituto Comprensivo di Almese - Scuola dellInfanzia


La Giostra - Villar Dora (Torino)

Guida con prudenza non


rischiare

In viaggio con le emozioni


Italia, 2013, DVD, 0500, col.

Italia, 2013, DVD, 0129, col.

Regia: insegnanti della classe III B. Soggetto,


sceneggiatura: alunni e insegnanti della classe III B.
Riprese, montaggio, coordinamento: Madia Solito.
Interpreti: alunni della classe III B. Produzione: I Circolo
Didattico - Scuola Primaria G. Giacosa.
Uno spot promozionale sul tema della sicurezza
stradale, rivolto a fratelli e sorelle maggiori. Non solo
importante fare attenzione ai segnali, ma anche evitare
comportamenti rischiosi mentre si guida.
Il progetto ha promosso una riflessione e un confronto
sulla sicurezza stradale, intesa come cultura del
rispetto delle regole, degli altri e di se stessi, attraverso
lacquisizione di unabitudine comportamentale corretta
in relazione alla percezione del rischio.

Regia, animazione, riprese, montaggio: Vincenzo


Gioanola. Soggetto, sceneggiatura: insegnanti e bambini
di 5 anni della sezione C. Musica, coordinamento: Silvia
Gioanola. Produzione: Istituto Comprensivo di Almese Scuola dellInfanzia La Giostra.
Dare un nome a ogni emozione importante per riuscire
a riconoscerle, siano esse positive o negative, e per
vivere con esse in modo sano e piacevole, senza paure o
problemi.
Riconoscere le attivit concrete che stanno alla base
della realizzazione di un film danimazione ha consentito
agli alunni di imparare a conoscere meglio sia il proprio
mondo interiore che quello esterno, acquisendo nuove
sensibilit di carattere creativo ed espressivo.

Istituto Comprensivo A. Manzoni-Dervio - Scuola


dellInfanzia di Vestreno - Vestreno (Lecco)

Istituto Comprensivo I. Micheloni - Scuola Primaria


A. Manzoni - Capannori (Lucca)

Guizzino

Madama Battlefield

Italia, 2013, DVD, 0600, col.

Italia, 2013, DVD, 1612, col.

Regia, sceneggiatura, animazione, fotografia,


riprese, musica, montaggio: Ilaria Pezone. Soggetto:
Luisa Ongaro. Voci: bambini della scuola. Coordinamento:
Patrizia Cattaneo. Produzione: Istituto Comprensivo A.
Manzoni-Dervio - Scuola dellInfanzia di Vestreno / Centro
Multimedia della Provincia di Lecco.
Un pesciolino curioso vuole andare alla scoperta
delloceano. Ma come farlo in modo sicuro, cercando di
sfuggire ai grandi predatori? Con unidea semplice ma
efficace.
Scopo del lavoro stato principalmente quello di
apprendere i meccanismi di funzionamento del racconto
attraverso le immagini, definendo alcuni obiettivi forti
di comunicazione e cercando di aggiungere alle esigenze
espressive di base anche unattenzione ai processi di
stilizzazione creativa.

Regia, sceneggiatura, riprese, montaggio: Pier


Dario Marzi. Soggetto, interpreti: alunni della classe
IV A. Coordinamento: P.D. Marzi. Produzione: Istituto
Comprensivo I. Micheloni - Scuola Primaria A. Manzoni.
Ispirandosi allimmortale storia della Madama Butterfly
di Puccini, le vicende amorose di due bambini e
dellinaspettata intrusione di un terzo incomodo, con
alcuni adeguamenti al presente. Play the Opera!
Il laboratorio ha permesso di conoscere il linguaggio
cinematografico attraverso la realizzazione di un film,
con lobiettivo di padroneggiare pi stili narrativi,
dalla musica allimmagine, e di stimolare gli allievi a
recuperare forme espressive del passato mediandole con
le attuali modalit di intrattenimento.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
28

Scuola Primaria G. Pascoli - Vaglio (Biella)

Scuola Primaria C. Battisti - Lecco

La magia dellalfabeto della salute

Match Point

Italia, 2013, DVD, 1015, col.

Italia, 2013, DVD, 1225, col.

Regia, montaggio: Luca Percivalle. Soggetto: Caterina


Brevi, Lorenzo Pagani. Sceneggiatura, riprese: alunni
delle classi IV A e V A. Interpreti: alunni delle classi IV
A e V A, Vanessa Braca, Daniela Mauro, Gloria Ramella.
Coordinamento: V. Braca, L. Percivalle. Produzione:
Scuola Primaria G. Pascoli / Fondo Edo Tempia.
In una scuola i disegni dei bambini diventano
improvvisamente in bianco e nero. Dopo una serie di
accurate indagini, sar un fantasmino a trovare la
soluzione, utilizzando lalfabeto della salute.
Il laboratorio si posto lobiettivo di educare agli stili di
vita vincenti utilizzando le potenzialit e la creativit
del linguaggio cinematografico come strumento utile sia
a sensibilizzare sul tema, sia a permettere di esprimere in
modo piacevole e non banale il proprio punto di vista.

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto, sceneggiatura, interpreti:
alunni delle classi IV A e IV B. Produzione: Scuola Primaria
C. Battisti / Centro Multimedia della Provincia di Lecco.
Nello sport una sconfitta pu farci perdere fiducia
in noi stessi e spingerci ad abbandonare qualsiasi
competizione. Come si pu ricominciare, senza arrendersi,
ma con la voglia di recuperare?
Attraverso la progettazione e la realizzazione del film,
gli studenti hanno imparato a utilizzare il linguaggio
delle immagini secondo lo scopo comunicativo voluto,
trasformando in stile estetico e narrativo le proprie
percezioni e opinioni sul tema della fiducia in se stessi.

Scuola dellInfanzia G. Villas - Collegno (Torino)


Scuola Primaria Villa Madre Arcucci - Bari

Markos
Italia, 2013, DVD, 1000, col.

Regia: Rosa Ferro. Soggetto, sceneggiatura: alunni


del laboratorio di cinema. Animazione: Marilisa Mincuzzi.
Fotografia, riprese, montaggio: Edoardo Nicoletti.
Interpreti: Markos Tesfay Habtom, Antonio Cassano,
Aurora De Meo, Nicola Saponaro, Abdel Aziz, Pio Toure.
Coordinamento: Erminia Pirone, R. Ferro. Produzione:
Scuola Primaria Villa Madre Arcucci.
Markos un bambino molto vivace e dispettoso che
fa arrabbiare facilmente i suoi compagni. Per questo
spesso escluso dai giochi. Ma Markos pi intelligente
di quanto credano i suoi compagni e cos i loro litigi si
sciolgono subito come neve al sole.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare
concretamente le basi per costruire un racconto
audiovisivo, sia sul piano narrativo che tecnico. In
ambito tematico ha introdotto gli alunni a una riflessione
sul rapporto con la diversit e sui comportamenti che
generano diffidenza.

Il mio amico paperonzolo


Italia, 2013, DVD, 0416, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, coordinamento:


Barbara Reinaud, Cristiana Divina. Animazione: Michele
Catalano, bambini di 5 anni delle sezioni A e B. Riprese,
montaggio: M. Catalano. Musica: C. Divina. Produzione:
Scuola dellInfanzia G. Villas.
Un ragnetto che ha sempre avuto paura di essere
schiacciato dai paperi, un giorno ne incontra uno che a
sua volta ha paura dei ragni. Giocando si accorgono di
non aver pi paura e diventano amici inseparabili.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare
le basi per costruire un racconto audiovisivo, sia sul
piano narrativo che tecnico. In chiave tematica ha
introdotto gli alunni a una riflessione sulla percezione
della differenza e della paura, valorizzando il gioco come
modalit comunicativa che supera ogni barriera.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

29

Istituto Comprensivo 3 A - Scuola dellInfanzia


di via dei Mille - Conegliano (Treviso)

Circolo Didattico Marconi - Scuola Primaria L. Moglia


- Collegno (Torino)

Noi, amici dellacqua

Olivotta in Fenicia

Italia, 2013, DVD, 0333, col.

Italia, 2013, DVD, 0645, col.

Regia: Emanuela Franzin. Soggetto, sceneggiatura:


bambini della sezione B. Animazione, riprese,
montaggio: Riccardo Collalto. Musica: Matteo Collalto.
Coordinamento: E. Franzin, Elisabetta Marcotto,
Antonella Gardenal. Produzione: Istituto Comprensivo 3
A - Scuola dellInfanzia di via dei Mille.
Un fiore spiega ai bambini quali possono essere le
disastrose conseguenze se viene annaffiato con acqua
troppo ricca di sapone e invita tutti a utilizzare meglio
lacqua, senza sprecarla.
Il laboratorio ha fatto s che i bambini imparassero a
tradurre le proprie esperienze in tracce visibili e fruibili
anche da altri coetanei. La comunicazione delle loro
scoperte ha facilitato la presa di coscienza sui rischi
dellinquinamento.

Regia, sceneggiatura: Filomena Fiorito. Soggetto:


Pietro Monacelli. Animazione: Michele Catalano,
alunni della classe IV B. Riprese, musica, montaggio:
M. Catalano. Coordinamento: F. Fiorito, M. Catalano.
Produzione: Circolo Didattico Marconi - Scuola Primaria
L. Moglia.
Unoliva intraprendente si imbarca alla volta della
Fenicia. Qui diventa amica di un pappagallo che le spiega
il problema del re: sta cercando qualcosa che insaporisca
i suoi pranzi. Forse Olivotta ha la soluzione giusta.
Il percorso ha sviluppato le conoscenze sul cinema
danimazione, unendo le possibilit di lavorare in modo
creativo e innovativo con la possibilit di rielaborare
testi letterari e generare nuove interpretazioni capaci di
offrire uno sguardo originale.

Scuola Primaria S. Giovanni - Lecco

Scuola Primaria G. Parini - Torino

Notizie rosa

Lorigine del mondo

Italia, 2013, DVD, 0823, col.

Italia, 2013, DVD, 0812, col.

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto: Alessandra Fazzini.
Sceneggiatura, interpreti: alunni delle classi V A e
V B. Produzione: Scuola Primaria S. Giovanni / Centro
Multimedia della Provincia di Lecco.
Basta con le notizie di cronaca nera! Alcuni bambini
decidono che ora di guardare al mondo con pi fiducia
e provano a raccontare solo notizie rosa, quelle sulla
bont.
Il laboratorio ha permesso agli alunni di esprimersi
e comunicare attraverso il linguaggio del cinema, in
modo da riflettere sulle proprie emozioni personali e
sulle percezioni del mondo, imparando a esprimerle e
comunicarle con uno stile efficace e coinvolgente.

Regia, sceneggiatura, animazione, riprese,


montaggio: Vincenzo Gioanola. Musica: Paolo Maria
Guardiani. Voci: alunni della classe III B. Coordinamento:
Andreina Poy, V. Gioanola. Produzione: Scuola Primaria G.
Parini / Mus-e.
Tre miti sullorigine del mondo, rielaborati, illustrati e
interpretati dai bambini, tra fedelt alla tradizione e
qualche innovazione fantasiosa.
Riconoscere le attivit concrete che stanno alla base
della realizzazione di un film di animazione diventa
lesperienza di base per consentire agli alunni di imparare
a distinguere lambito della rappresentazione da quello
della realt, acquisendo nuove sensibilit di carattere
creativo ed espressivo.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Scuola Primaria Sala - Calolziocorte (Lecco)

Pillole di salute
Italia, 2013, DVD, 0700, col.

30

Scuola Primaria Bambini di Sarajevo - Crespellano


(Bologna)

Poesie ai quattro venti


Italia, 2013, DVD, 0442, col.

Regia, soggetto, riprese, musica, montaggio,


coordinamento: Patrizia Cattaneo. Soggetto: Patrizia
Mapelli. Sceneggiatura, interpreti: alunni delle classi
IV A e IV B. Produzione: Scuola Primaria Sala / Centro
Multimedia della Provincia di Lecco.
Per una vita sana necessario fare sport, soprattutto
da piccoli. Non importa in che modo, se da soli o in
compagnia, limportante non restare sedentari,
scoprendo che il movimento anche divertente.
Il progetto omonimo promosso dallASL sul territorio
ha dato lo spunto per sottolineare limportanza di fare
sport, soprattutto da piccoli. Il linguaggio audiovisivo ha
permesso di sensibilizzare sul tema del benessere fisico,
promuovendo comportamenti sani e piacevoli.

Scuola Primaria G. Parini succursale Aurora - Torino

Pinocchio su pellicola

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio:


Michela Donini, Roberto Paganelli. Soggetto,
sceneggiatura, animazione, scenografia: alunni della
classe V C, M. Donini, R. Paganelli. Coordinamento:
Elisabetta Alvisi, R. Paganelli. Produzione: Scuola
Primaria Bambini di Sarajevo / Associazione OTTOmani /
Comune di Crespellano - Progetto SEI.
Per creare una poesia non serve granch: molta fantasia
e una buona ispirazione. Se si uniscono questi due
ingredienti e se si lavora in gruppo, anche le situazioni
pi semplici possono diventare poetiche.
Il laboratorio ha avvicinato i bambini al linguaggio del
cinema di animazione e ha favorito la socializzazione
e il lavoro di gruppo. Sul piano tematico si cercato di
stimolare la produzione poetica, attivando un punto
di vista creativo e fantasioso sulle cose del mondo e
invitando i bambini a diventare poeti in prima persona.

Italia, 2013, DVD, 0116, col.

Regia, sceneggiatura, riprese, musica, montaggio:


Vincenzo Gioanola. Soggetto, coordinamento: Antonello
Marchese, V. Gioanola. Animazione: alunni della classe
III B, V. Gioanola. Produzione: Scuola Primaria G. Parini
succursale Aurora / Mus-e.
Leroe pi famoso di Collodi e il suo immaginario
fantasioso e avventuroso prendono corpo nelle nuove
interpretazioni dei bambini, disegnate direttamente sulla
pellicola. Il percorso ha sviluppato le conoscenze sul
cinema danimazione, coniugando il lavoro creativo con
la rielaborazione di testi classici. Questo ha consentito
di generare nuove interpretazioni capaci di offrire uno
sguardo originale.

Scuola Primaria Bambini di Sarajevo - Crespellano


(Bologna)

Poesie senza rima


Italia, 2013, DVD, 0501, col.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio: Michela


Donini, Roberto Paganelli. Soggetto, sceneggiatura,
animazione, scenografia: alunni della classe V B, M.
Donini, R. Paganelli. Coordinamento: Sandra Pannone,
Giulia Ghelfi, Irene Varipapa, R. Paganelli. Produzione:
Scuola Primaria Bambini di Sarajevo / Associazione
OTTOmani / Comune di Crespellano - Progetto SEI.
Parole, suoni e immagini si animano magicamente,
creando brevi composizioni poetiche inventate dai
bambini, capaci di allargare il significato di ogni cosa a
visioni e sensazioni pi ampie.
Il laboratorio ha avvicinato i bambini al linguaggio del
cinema di animazione e ha favorito la socializzazione
e il lavoro di gruppo. Sul piano tematico si cercato di
stimolare la produzione poetica, attivando un punto
di vista creativo e fantasioso sulle cose del mondo,
invitando i bambini a diventare poeti in prima persona.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

31

Scuola Primaria R. Bonfiglioli - Minerbio (Bologna)

Scuola dellInfanzia Arcobaleno - Collegno (Torino)

Prove provate

Raffa la giraffa e i suoi amici

Italia, 2013, DVD, 1000, col.

Italia, 2013, DVD, 0252, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


interpreti: alunni della classe V B. Musica: Pinuccia
Bianchi, Irene Zambon. Montaggio: Carlo Baruffi.
Coordinamento: Mirella Bellosi, Monica Bentivoglio, C.
Baruffi. Produzione: Scuola Primaria R. Bonfiglioli / C.
Baruffi.
Un bambino sottoposto a differenti prove da superare.
Alcune sono molto semplici, altre pi difficili. Alcune
divertenti altre un po inquietanti. Ma importante
imparare ad affrontarle tutte, senza paura. A partire
da uno spunto tematico riferito alla crescita e al
cambiamento, il laboratorio ha fatto s che i bambini
sviluppassero una maggiore consapevolezza di s e
della propria identit. Gli alunni hanno sperimentato le
varie fasi di lavoro, dallideazione delle immagini alla
produzione diretta.

Regia, coordinamento: Maria Luisa Borio, Daniela


Masoero. Soggetto: Milena Bosco. Sceneggiatura:
Anna Petta. Animazione: A. Petta, bambini della scuola.
Riprese, montaggio: M. L. Borio. Musica: D. Masoero.
Produzione: Scuola dellInfanzia Arcobaleno.
Raffa trascorre tutto il giorno a raccogliere conchiglie.
Ma perch restare sola soletta, quando con gli amici si
pu giocare e divertirsi insieme? Proprio come accade
allasilo.
A partire dalla rielaborazione di dinamiche e di giochi
sperimentati nella realt dellasilo, il film ha permesso
di tradurre visivamente e narrativamente la riflessione
sullimportanza del gioco condiviso e della capacit di
fare gruppo, inventando insieme tante possibilit per
divertirsi e imparare allo stesso tempo.

Scuola Primaria G. Pascoli - Quattro Castella


(Reggio Emilia)

Pubblicit progresso

Istituto Comprensivo C. Perone-C. Levi Scuola Primaria - Bari

Ridatemi il mio nome


Italia, 2013, DVD, 0751, col.

Italia, 2013, DVD, 0650, col.

Regia: Paola Mastronardi, Paola Nironi. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni delle classi IV A e
IV B. Riprese, montaggio: Erik Scaltriti. Musica: P.
Mastronardi. Coordinamento: P. Mastronardi, P. Nironi,
Virna Montanari. Produzione: Scuola Primaria G. Pascoli /
Biblioteca Comunale C. Levi.
Quattro spot che invitano al rispetto dellambiente e a
uno stile di vita pi ecologico, a partire da piccoli gesti
quotidiani: Cera una volta, Vita sana, Rispetta la natura,
Regolamento per il giardino. Oltre ad aver affrontato
le differenti fasi di ideazione, scrittura e realizzazione
di un prodotto audiovisivo, il laboratorio ha cercato di
far crescere la sensibilit rispetto ad atteggiamenti
ecologici e responsabili, attraverso la creazione di alcuni
spot che promuovano comportamenti consapevoli.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio,


scenografia: Antonio Musci. Soggetto: Francesca
Gaia Attolico. Sceneggiatura: alunni delle classi IV
del laboratorio di scrittura creativa. Interpreti: Ilaria
Carofiglio, Fabiana Loiacono, Caterina Sibilano, alunni
del laboratorio. Coordinamento: C. Sibilano, Leo Nicla.
Produzione: Istituto Comprensivo C. Perone-C. Levi Scuola Primaria.
Martina usa un nomignolo per chiamare Piera, che
per pretende che venga utilizzato il suo vero nome.
Laffermazione della propria identit come primo
riconoscimento dei diritti del bambino.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare
concretamente le basi per costruire un racconto
audiovisivo, sia sul piano narrativo che tecnico.
In ambito tematico ha sensibilizzato gli allievi
sullimportanza dei diritti e del loro rispetto, a partire
dalle situazioni pi semplici e quotidiane.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
32

Istituto Comprensivo 3 - Scuola Primaria


di via Lanciano - Chieti

Circolo Didattico Marconi - Scuola Primaria Fratelli


Cervi - Collegno (Torino)

Rime di rabbia

Il robot ballerino

Italia, 2013, DVD, 0541, col.

Italia, 2012, DVD, 0250, col.

Regia, animazione, soggetto: Isabella Micati, Alessio


Tessitore, dalle Rime di Rabbia di Bruno Tognolini.
Sceneggiatura: B. Tognolini. Fotografia, riprese,
montaggio: A. Tessitore. Scenografia: I. Micati. Voci:
alunni delle classi II A e II B. Coordinamento: Enrica
Polidoro, Anna Maria Borgonsoli. Produzione: Istituto
Comprensivo 3 - Scuola Primaria di via Lanciano / Museo
Palazzo de Majo.
Le poesie di Bruno Tognolini si animano nelle storie
di corde, sassi, mappamondi, creando effetti visivi e
narrativi che riescono a simboleggiare stati danimo
molto particolari.
Il laboratorio ha permesso di avvicinare i bambini alla
tecnica dellanimazione tradizionale a passo uno, per
sprigionare la loro creativit e metterli in contatto
diretto con i cartoni animati di cui sono spesso
fruitori, rendendoli cos protagonisti attivi e creativi
dellimmagine e della narrazione.

Regia, riprese, musica, coordinamento: Sara Giolitti.


Soggetto: Marco Ungurean. Sceneggiatura: Lorenzo
Vietti. Animazione: M. Ungurean, Michele Catalano, alunni
della I B. Montaggio: S. Giolitti, M. Catalano. Produzione:
Circolo Didattico Marconi - Scuola Primaria Fratelli Cervi.
Un piccolo robot sente una canzone di Vasco Rossi e
non riesce a trattenersi dal ballare, interpretando con il
suo corpo meccanico il senso delle parole e il ritmo della
musica.
Il laboratorio ha permesso ai bambini di progettare
e realizzare un racconto audiovisivo, incoraggiando
lascolto attivo, stimolando linvenzione di storie e
traducendo le idee creative in disegni e scrittura efficaci
per comunicare il senso della storia.

Scuola Primaria A. Spinelli - Torino

Rondeau
Italia, 2012, DVD, 1136, col.

Scuola Primaria G. Rodari - Brescia

Ritmi
Italia, 2013, DVD, 0630, col.

Regia, animazione, montaggio: Adriana Lupattelli.


Soggetto, sceneggiatura, riprese: alunni delle classi
I A e I B. Coordinamento: A. Lupattelli, Enrica Zucchi.
Produzione: Scuola Primaria G. Rodari.
Come trasformare il suono in visione? Non difficile,
basta avere fantasia e creativit, necessarie per animare
le forme geometriche sui ritmi prodotti dai bambini con
voce e strumenti. Il laboratorio ha permesso ai bambini
di sperimentare un percorso di animazione e di ideare,
progettare e realizzare sequenze di immagini. In questo
modo stato anche possibile integrare il linguaggio dei
suoni con il linguaggio delle immagini, in modo creativo
e ludico.

Regia, fotografia, riprese, montaggio, scenografia,


coordinamento: Angela La Barbiera. Soggetto,
sceneggiatura: A. La Barbiera, Elisabetta De Angelis,
alunni della classe I A. Musica: A. La Barbiera, Ren
Vinon. Interpreti: alunni della classe I A. Produzione:
Scuola Primaria A. Spinelli.
Non basta vedere, bisogna percepire e sentire anche
le cose che a prima vista non si colgono. Ad esempio,
un bambino solitario forse non sar pi tale se tutti si
accorgono di lui e lo coinvolgono.
La realizzazione del film ha permesso lacquisizione della
consapevolezza delle differenze e della complementarit
nella percezione, attraverso luso dei cinque sensi,
imparando che il cinema una forma di linguaggio
multisensoriale, non solo visiva e sonora.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

Scuola Primaria G. Parini succursale Aurora - Torino

Rumori & colori


Italia, 2013, DVD, 0713, col.

33

Scuola Primaria M. Garagnani - San Giovanni


in Persiceto (Bologna)

Solo bianco e nero? Forse no


Italia, 2013, DVD, 0530, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio: Vincenzo Gioanola. Animazione: alunni
della classe III B, V. Gioanola. Coordinamento: Antonello
Marchese, V. Gioanola. Produzione: Scuola Primaria G.
Parini succursale Aurora / Mus-e.
I suoni e i rumori possono diventare segni con effetti
di ritmo affascinanti, che permettono di rappresentare
graficamente le emozioni disegnando direttamente sulla
pellicola.
Riconoscere le attivit concrete che stanno alla base
della realizzazione di un film di animazione diventa
lesperienza di base per consentire agli alunni di imparare
a distinguere lambito della rappresentazione da quello
della realt, acquisendo nuove sensibilit di carattere
creativo ed espressivo.

Istituto Comprensivo Carmagnola II Plesso S. Michele - Carmagnola (Torino)

Se la sicurezza vorrai, i cartelli


rispetterai!

Regia, soggetto, sceneggiatura, animazione,


riprese, coordinamento: Cristina Bonazzi. Musica,
montaggio: Maurizio Sanci. Scenografia: alunni della
classe V A. Produzione: Scuola Primaria M. Garagnani.
Siamo tutti diversi, limportante accettare le proprie
caratteristiche e rispettare quelle degli altri. Solo cos
possibile arricchirsi reciprocamente, senza banali
confitti.
Lo spot pubblicitario ha come obiettivo principale quello
di far capire limportanza dellessere tutti diversi.
fondamentale saper riconoscere e accettare le differenze
e rispettarle. Il cinema diventa cos uno strumento
piacevole e creativo per affrontare un tema delicato e
attuale.

Scuola Primaria Collegio Volta - Lecco

Sogni
Italia, 2013, DVD, 0400, col.

Italia, 2013, DVD, 0400, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, scenografia:


alunni della classe IV. Animazione, montaggio:
alunni e insegnanti della classe IV. Coordinamento:
Rosa Scotellaro, Fulvia Grande. Produzione: Istituto
Comprensivo Carmagnola II - Plesso S. Michele.
Non si troppo piccoli per imparare a comportarsi in
modo adeguato sulla strada. A partire dalla capacit di
saper leggere i segnali stradali, importanti anche quando
si a piedi.
Attraverso le forme creative del cinema danimazione, il
laboratorio ha permesso lacquisizione di comportamenti
adeguati e sicuri da osservare quando si per strada,
identificando le azioni corrette e quelle scorrette e
imparando a riconoscere il significato delle differenti
tipologie segnaletiche.

Regia, riprese, musica, montaggio: Lien Nollet.


Soggetto: Fausta Castelnuovo. Sceneggiatura,
interpreti: alunni della classe V A. Coordinamento:
Patrizia Cattaneo. Produzione: Scuola Primaria Collegio
Volta / Centro Multimedia della Provincia di Lecco.
Speranze, paure, aspettative: come sar la scuola il
prossimo anno? Alla fine delle elementari ci si sente
grandi se si pensa al passato, ma di fronte al futuro
ci sono mille domande. Il laboratorio ha permesso agli
allievi di esprimersi e comunicare attraverso il linguaggio
del cinema, in modo da riflettere sulle proprie emozioni,
attese, dubbi e paure, imparando a raccontarle in modo
efficace e coinvolgente.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Scuola Primaria A. Diaz - Oggiono (Lecco)

Sopra o sotto?
Italia, 2013, DVD, 0714, col.

Regia, animazione, riprese, musica, montaggio,


coordinamento: Patrizia Cattaneo. Soggetto: Magda
Spreafico. Sceneggiatura, scenografia: alunni delle
classi IV. Produzione: Scuola Primaria A. Diaz / Centro
Multimedia della Provincia di Lecco.
Nessuno ha mai completamente ragione o torto,
sempre una questione di punti di vista. Per sperimentarlo
sufficiente provare a vedere le cose, e il mondo, da
unaltra prospettiva.
Scopo del lavoro stato principalmente quello di
apprendere i meccanismi di funzionamento del racconto
attraverso le immagini, definendo alcuni obiettivi forti
di comunicazione e cercando di aggiungere alle esigenze
espressive di base anche unattenzione ai processi di
attribuzione del significato alle cose.

Scuola dellInfanzia Ex Eti - Collegno (Torino)

Storia di Lily

34

Istituto Comprensivo S. Domenico Savio Scuola dellInfanzia Madre Teresa di Calcutta Scuola dellInfanzia C. Collodi - Capurso (Bari)

Le storie a rovescio
Italia, 2013, DVD, 0218, col.

Regia, soggetto, animazione, fotografia, riprese,


musica, montaggio: Girolamo Macina. Sceneggiatura,
scenografia: G. Macina, Claudia Leo. Interpreti: bambini
delle scuole. Coordinamento: C. Leo. Produzione: Istituto
Comprensivo S. Domenico Savio - Scuola dellInfanzia
Madre Teresa di Calcutta - Scuola dellInfanzia C. Collodi Capurso (Bari).
Dalla filastrocca di Gianni Rodari, le mille possibilit di
reinventare ogni storia, dando libero corso alla propria
fantasia e permettendosi di cambiare a piacere il senso
delle cose, oltre ogni ovviet.
La realizzazione del film ha permesso di promuovere la
comprensione e la funzione di una pluralit di linguaggi,
dal verbale al sonoro al visivo iconico, con particolare
riferimento alle potenzialit del linguaggio filmico e
cinematografico per creare storie allo stesso tempo
fantastiche e realistiche.

Italia, 2013, DVD, 0213, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, animazione,


riprese, musica, montaggio: Elena Ussia. Voci: bambini
della sezione B. Coordinamento: E. Ussia, Michele
Catalano. Produzione: Scuola dellInfanzia Ex Eti.
Lily, una farfalla birichina, non ascolta i consigli della
mamma che le dice di non avvicinarsi troppo al sole. Un
giorno Lily decide di andare a vedere il sole da vicino un
po troppo vicino. Ma per fortuna non sola.
Un progetto mirato a consentire ai bambini di avvicinarsi
al mondo del cinema di animazione con il giusto
atteggiamento creativo, ottenuto grazie a nuove
competenze di linguaggio, utilizzando anche i nuovi
strumenti digitali e multimediali, rendendoli pi familiari
e utili.

Istituto Comprensivo Galbiate - Scuola Primaria


Don Milani - Sala al Barro (Lecco)

Storie vicino al camino


Italia, 2013, DVD, 1622, col.

Regia, riprese, musica, montaggio: Ilaria Pezone.


Soggetto: Ilaria Brambilla. Sceneggiatura, interpreti:
alunni della classe IV. Coordinamento: Patrizia Cattaneo.
Produzione: Istituto Comprensivo Galbiate - Scuola
Primaria Don Milani / Centro Multimedia della Provincia di
Lecco.
La vita pi lenta e pi semplice di una volta lasciava
pi spazio per il contatto tra le persone e con la natura.
Il camino era il centro della casa, luogo vicino cui
raccontare e ascoltare piccole e grandi avventure.
Scrivere e realizzare una storia in gruppo pu
rappresentare loccasione per scoprire i valori diffusi a
livello popolare nel passato e per riuscire a rappresentare
un altro modello di vita e di sviluppo. Le possibilit
espressive e creative del cinema permettono di imparare
con maggiore semplicit.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

35

Scuola Primaria Martiri della Libert Settimo Torinese (Torino)

Istituto Comprensivo Teramo 1 Zippilli-No Lucidi Scuola Primaria - Teramo

La tenda misteriosa

Tre amici

Italia, 2013, DVD, 1500, col.

Italia, 2013, DVD, 0630, col.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio,


scenografia: Franco Carapelle. Soggetto,
sceneggiatura, interpreti: alunni della classe IV A.
Coordinamento: Filomena Mazzarone, Mauro Nas Naretto.
Produzione: Scuola Primaria Martiri della Libert.
Durante una gita scolastica gli alunni si allontanano
dallinsegnante introducendosi in una tenda misteriosa
che li porter in un luogo oscuro, dove troveranno un
bambino scomparso da anni. Come salvarlo?
Il percorso di costruzione del film ha fatto cogliere
le differenze tra la comunicazione teatrale e quella
cinematografica. Lobiettivo primario stato quello di
costruire una storia con un messaggio di solidariet,
aiuto e amicizia, rendendola divertente e coinvolgente.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, montaggio,


interpreti: alunni delle classi V C e V D. Coordinamento:
Clara Pediconi, Dimitri Bosi. Produzione: Istituto
Comprensivo Teramo 1 Zippilli-No Lucidi - Scuola
Primaria / Cineforum Lumire Gianni Di Venanzo.
Un segreto tradito scatena un litigio tra due amiche.
Ma la reazione forse troppo dura. Il perdono e la
riconciliazione arriveranno grazie a qualcosa di
imprevisto.
Il tema dellamicizia e dei conflitti ha permesso di
confrontarsi sulle potenzialit del racconto filmico,
integrando teoria e prassi di conoscenza degli aspetti
tecnici, esigenze di espressione creativa e regole della
collaborazione di gruppo.

Istituto Comprensivo 57 S. Giovanni Bosco Scuola Primaria - Napoli

Istituto Comprensivo Giovanni XXIII Scuola Primaria - Monesiglio (Cuneo)


Istituto Comprensivo Giovanni XXIII Scuola Primaria - Camerana (Cuneo)

Teseo il bugiardo
Italia, 2013, DVD, 1000, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura: Mena Solipano.


Riprese, montaggio: Giovanni Bellotti. Musica: M.
Solipano, G. Bellotti. Interpreti: alunni della classe III B.
Coordinamento: Angela Fasana, M. Solipano. Produzione:
Istituto Comprensivo 57 S. Giovanni Bosco - Scuola
Primaria / Arci Movie.
Una divertente rivisitazione in chiave moderna di miti e
personaggi dellantica Grecia.
Il film ha approfondito le tematiche di studio riferite
al mito. Lutilizzo del linguaggio cinematografico
ha permesso di affrontarle in modo alternativo e
complementare alla didattica tradizionale, con un
coinvolgimento dei ragazzi molto attivo, capace di unire
listruzione con il divertimento e la creativit.

Un tuffo nel fiume


Italia, 2013, DVD, 0353, col.

Regia, animazione, riprese, montaggio: Vincenzo


Gioanola, Anna Torazza. Soggetto: alunni delle classi I, II,
III, IV e V. Sceneggiatura: alunni delle classi I, II, III, IV e V,
V. Gioanola, A. Torazza. Coordinamento: Luisa Montanaro.
Produzione: Istituto Comprensivo Giovanni XXIII - Scuola
Primaria di Monesiglio - Scuola Primaria di Camerana /
Associazione Parco culturale Altalanga.
Il fiume Bormida nel corso del tempo ha modificato il suo
rapporto con luomo, come testimoniano le tracce fisiche
e culturali che emergono dai racconti e dai paesaggi.
Attraverso le differenti fasi di ideazione e realizzazione
di un cortometraggio, il laboratorio ha avvicinato
i bambini al fiume che tutti conoscono, facendone
scoprire limportanza nella storia del proprio territorio
e permettendo di fare didattica su differenti materie in
modo piacevole e creativo.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
36

Scuola Primaria Il Cucciolo - Torino

Scuola Primaria S. Stefano - Lecco

Turinaleparei

Vogliamo un mondo pulito

Italia, 2013, DVD, 1800, col.

Italia, 2013, DVD, 0220, col.

Regia, montaggio: alunni della scuola. Soggetto:


Alexis Basso, Luisa Monzeglio, Giovanna Girardo, Monica
Baridon. Sceneggiatura, riprese, musica: Vincenzo
Gioanola. Animazione: L. Monzeglio. Fotografia: A. Basso.
Scenografia: A. Basso, V. Gioanola. Produzione: Scuola
Primaria Il Cucciolo / L. Monzeglio.
Una sorprendente guida turistica di Torino, vista dalla
prospettiva dei bambini. Tra fotografie e animazioni
emerge una citt non consueta, con i commenti dei
bambini che la rendono sempre diversa.
Il laboratorio ha mirato ad avvicinare i bambini al
linguaggio del cinema di animazione e a favorire la
socializzazione e il lavoro di gruppo. Sul piano tematico
si cercato di scoprire i diversi aspetti della citt in cui
si vive, promuovendo la conoscenza del territorio in modo
ludico e interattivo.

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto, sceneggiatura, interpreti:
alunni delle classi V A e V B. Produzione: Scuola Primaria
S. Stefano / Centro Multimedia della Provincia di Lecco.
Lo spot vuole ribadire che ognuno di noi, anche se
piccolino, pu contribuire a tenere pulito il nostro
pianeta. I piccoli gesti quotidiani devono diventare
abitudini di vita.
Il laboratorio, attraverso la creazione di uno spot di
pubblicit progresso che promuove comportamenti
responsabili ed ecologici, ha permesso di lavorare in
gruppo, aumentando la sensibilizzazione sul tema della
salvaguardia dellambiente.

Scuola Primaria R. Bonfiglioli - Minerbio (Bologna)

Il volo di Sara

La vita cambia
Italia, 2013, DVD, 0730, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


interpreti: alunni della classe V D. Musica, montaggio:
Carlo Baruffi. Coordinamento: Patrizia Grazia, Gabriella
Pindozzi, C. Baruffi. Produzione: Scuola Primaria R.
Bonfiglioli / C. Baruffi.
Una riflessione semplice e poetica sulla vita che si
modifica continuamente e sulle cose che ci accadono
ogni giorno, trasformandoci lentamente in persone
sempre differenti.
A partire da uno spunto tematico riferito alla crescita e
al cambiamento, il laboratorio ha fatto s che i bambini
sviluppassero una maggiore consapevolezza di s e
della propria identit. Gli alunni hanno sperimentato le
varie fasi di lavoro, dallideazione delle immagini alla
produzione diretta.

Direzione Didattica F. Rasetti - Scuola Primaria


Colonnetta - Castiglione del Lago (Perugia)

Italia, 2013, DVD, 0900, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


scenografia: alunni della classe V B, Silvia Bistacchia,
dal Volo di Sara di Lorenza Farina e Sonia M.L. Possentin.
Animazione, montaggio: S. Bistacchia. Voci: alunni della
classe V B. Coordinamento: Paolo Buzzetti, S. Bistacchia.
Produzione: Direzione Didattica F. Rasetti - Scuola
Primaria Colonnetta.
In un campo di concentramento, durante la Seconda
Guerra Mondiale, il poetico incontro tra una bambina
impaurita, separata dalla madre e un pettirosso che le
infonde fiducia e speranza.
A partire da una storia letta in classe, il laboratorio
ha permesso di affrontare una tematica complessa e
delicata come lOlocausto in modo non superficiale e
poetico, utilizzando il cinema come strumento non solo
di conoscenza, ma anche di condivisione delle emozioni,
attraverso la stilizzazione visiva e narrativa.

1.

1.1

1.1.1

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
dell infanzia
e primarie

Scuola Primaria A. Manzoni - Morosolo di Casciago


(Varese)

Volta la carta
Italia, 2012, DVD, 0243, col.

Regia, animazione: Margherita Balduzzi. Soggetto,


sceneggiatura, riprese: alunni del Centro Estivo.
Montaggio: Lorenzo Orlandi. Coordinamento: Michele
Orlandi, Margherita Balduzzi. Produzione: Scuola Primaria
A. Manzoni.
Una serie di improbabili personaggi si sussegue in un
turbine di situazioni surreali e ironiche. Chi sar il
prossimo? Volta la carta e lo saprai.
Lo scopo del progetto era quello di coinvolgere i bambini
in unattivit ludica e creativa, stimolando la loro
fantasia e la loro inventiva, permettendogli di esprimersi
liberamente con un mezzo nuovo e coinvolgente, tutto
da sperimentare, nelle sue varie fasi: dallideazione delle
storie, ai disegni, alle riprese, al montaggio.

37

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

1.1

38

.2

Istituto Comprensivo Varese II - Scuola Secondaria


di I grado S. Pellico - Varese

3 spot per la differenziata


Italia, 2013, DVD, 0157, col.

Regia, riprese, montaggio, coordinamento: Michele


Orlandi. Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni
della classe I B. Produzione: Istituto Comprensivo Varese
II - Scuola Secondaria di I grado S. Pellico / Associazione
Cortisonici / Legambiente Varese / Aspem.
Tre divertenti spot ci aiutano a riflettere sullimportanza
della raccolta differenziata. Attraverso la metafora dello
sport, un invito a comportamenti pi consapevoli ed
ecologici: Differenziamoci, Fai goal con la differenziata,
Usa la testa.
Il progetto, in collaborazione con Legambiente Varese
e Aspem, societ di raccolta rifiuti del Varesotto, ha
permesso di riflettere sullimportanza della raccolta
differenziata, ma anche sulla necessit di saperla
comunicare alle generazioni pi giovani, attraverso
limpatto degli audiovisivi.

Scuola Secondaria di I grado E. Gola Olgiate Molgora (Lecco)

Concorso
scuole secondarie 
di I grado

25 aprile
Italia, 2013, DVD, 0300, col.

Regia, riprese, montaggio, coordinamento: Patrizia


Cattaneo. Soggetto: Paola Manzoni. Sceneggiatura,
musica, interpreti: alunni della classe III B. Produzione:
Scuola Secondaria di I grado E. Gola / Centro Multimedia
della Provincia di Lecco.
La ricorrenza del 25 Aprile non solamente un ricordo, ma
anche loccasione per inviare un messaggio di pace. Un
video in cui le immagini dellarchivio dellIstituto Luce si
fondono con la canzone di protesta degli anni Sessanta.
Il progetto di produzione stato realizzato con lobiettivo
di imparare a utilizzare il linguaggio delle immagini
raggiungendo lo scopo fissato da un accurato piano di
comunicazione.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

39

Scuola Secondaria di I grado M.L. Quarini Sede associata di Andezeno - Andezeno (Torino)

Istituto Comprensivo D. Alighieri - Scuola Secondaria


di I grado - Calcinato (Brescia)

Abisso di paura

Angel Face

Italia, 2013, DVD, 0623, col.

Italia, 2013, DVD, 1915, col.

Regia, montaggio: Pierluca Pira. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II C.
Riprese: Davide Carbonari. Coordinamento: Tommaso
Caroni, Lia Fasolo. Produzione: Scuola Secondaria di
I grado M.L. Quarini - Sede associata di Andezeno /
ActingOUT sas.
I ragazzi di una scuola di Andezeno se la devono vedere
con una giovane strega e con le proprie paure: la
diffidenza nei confronti dellaltro diventa la conferma delle
insicurezze pi recondite.
Le dinamiche narrative del fantasy e dellhorror come
stimolo per convincere gli studenti ad accostarsi al
cinema, ai suoi linguaggi e alla sua valenza culturale.
Attraverso le lezioni pratiche di ripresa, i ragazzi hanno
ricevuto lo stimolo alla creativit che gli agili strumenti
tecnici mettono a disposizione.

Regia, montaggio: Renato Cipriani. Soggetto,


coordinamento: Laura Butti. Sceneggiatura: alunni della
classe III D. Riprese: alunni e insegnanti della classe III
D. Interpreti: Marco Bocchio, Davide Zanotti, Hiri Halima,
Elisabetta Romano, Emanuele Forlati. Produzione: Istituto
Comprensivo D. Alighieri - Scuola Secondaria di I grado.
Una faccia pulita, un ragazzo come tanti da cui non
ti aspetti problemi. Invece, dietro le apparenze, si cela
una realt difficile e molti problemi che si fa fatica ad
affrontare e non si riesce a raccontare.
Il film la sintesi di un percorso che ha affrontato
tematiche riferite alladolescenza e al rapporto tra
giovani e adulti, con lobiettivo di favorire la capacit di
riflessione critica e di stimolare la progettualit rispetto
nuovi mezzi di espressione narrativa, sviluppando
specifiche competenze sui media audiovisivi.

Scuola Secondaria di I grado A. Meucci - Torino

Istituto Comprensivo di Rezzato - Scuola Secondaria


di I grado G. Perlasca - Rezzato (Brescia)
Fondazione PInAC - Pinacoteca Internazionale
dellet evolutiva A. Cibaldi - Rezzato (Brescia)

Africa Express
Italia, 2013, DVD, 0804, col.

Regia: Enrico De Santis, Alessandro Salvatore.


Soggetto, sceneggiatura, scenografia: alunni della
classe III L. Fotografia: Federico Minetti. Riprese,
musica, montaggio: A. Salvatore. Interpreti: alunni
della classe III L, Eleni Molos, Annalisa Spurio Fasc.
Coordinamento: E. De Santis. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado A. Meucci / Progetto Bifronte.
Il Ministero della Pubblica Istruzione ha dovuto operare
una scelta necessaria, ma dolorosa: questanno niente
pi gite. La classe apprende dalla televisione la tragica
notizia. Si dispera. Ma non detta lultima parola, una
speranza c ancora.
Il progetto ha permesso di sviluppare capacit critiche e
competenze pratiche relative al mondo della produzione
audiovisiva nellepoca multimediale, sensibilizzando i
partecipanti allimportanza del lavoro di gruppo e alla
possibilit di rielaborare in modo creativo le vicende della
quotidianit.

Angelica la scelta
Italia, 2013, DVD, 0351, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese: alunni della


classe II E. Animazione: Vincenzo Beschi, Irene Tedeschi.
Montaggio: V. Beschi. Coordinamento: Mariella Foresti,
V. Beschi, I. Tedeschi. Produzione: Istituto Comprensivo
di Rezzato - Scuola Secondaria di I grado G. Perlasca /
Fondazione PInAC.
Perch continuare a scagliarsi pregiudizi, insulti, botte da
orbi? Perch anche in amore i problemi vanno risolti con
una guerra? Unendo Orlando furioso di Ariosto, Il cavaliere
inesistente di Calvino e LOrlando di Endrigo, una variazione
sul tema e una proposta nonviolenta. Il percorso ha
sviluppato le conoscenze sul cinema danimazione, unendo
le possibilit di lavorare in modo creativo e innovativo con
la possibilit di rielaborare testi classici pur differenti tra
loro e generare nuove interpretazioni capaci di offrire uno
sguardo originale su un tema consueto come lamore.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
40

Istituto Comprensivo di Molteno - Scuola Secondaria


di I grado - Molteno (Lecco)

Istituto Comprensivo G. Marconi - Scuola Secondaria


di I grado G. Marconi - Terni

Apologia del silenzio

Lascensore

Italia, 2013, DVD, 0235, col.

Italia, 2013, DVD, 0742, col.

Regia, riprese, musica, montaggio: Nicoletta Favaron.


Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni della classe
II B. Coordinamento: Patrizia Cattaneo. Produzione:
Istituto Comprensivo di Molteno - Scuola Secondaria di I
grado / Centro Multimedia della Provincia di Lecco.
Il silenzio! Spesso non lo sentiamo pi, ci fa paura, ci
infastidisce. E se provassimo ad ascoltarlo? In differenti
situazioni, i protagonisti provano a sperimentare come ci
si trasforma se cessano i rumori.
Attraverso la progettazione e la realizzazione del film,
gli studenti hanno imparato a utilizzare il linguaggio
delle immagini secondo lo scopo comunicativo voluto,
trasformando in stile estetico e narrativo le proprie
percezioni e opinioni sul tema affrontato.

Regia, montaggio: Riccardo Palladino. Soggetto,


sceneggiatura, riprese, interpreti: Francesco Cameli,
Nicolas Consalvi, Lorenzo Cottini, Floriana Fascetti,
Chiara Palmieri, Clara Pasqualino, Riccardo Sorano, Andrea
Lambertucci, Sofia Moriconi. Coordinamento: Antonella
Malloggi, R. Palladino. Produzione: Istituto Comprensivo
G. Marconi - Scuola Secondaria di I grado G. Marconi.
Un gruppo di studenti rimane bloccato nellascensore
della scuola. Dopo aver chiesto aiuto pi volte, in
attesa di qualcuno che li liberi, cercano di rassicurarsi a
vicenda, raccontandosi le loro paure. Ma allimprovviso
lascensore riparte. Dove li porter?
Il progetto ha permesso di conoscere gli elementi propri
del linguaggio cinematografico e di acquisire maggiore
sicurezza nella lettura espressiva e nella recitazione.
Lavorando in gruppo si riusciti a confrontarsi con
le proprie paure e con la capacit di trasformarle
figurativamente attraverso la scrittura.

Istituto Comprensivo M. Polo - Scuola Secondaria


di I grado Giovanni XXIII - Senago (Milano)
AVISCO - Brescia

Arte in video
Italia, 2013, DVD, 1145, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, interpreti:


alunni delle classi II A e II B. Animazione, montaggio:
Vincenzo Beschi, Irene Tedeschi. Coordinamento:
Margherita Parolini, Ugo Tramontano, V. Beschi, I.
Tedeschi. Produzione: Istituto Comprensivo M. Polo Scuola Secondaria di I grado Giovanni XXIII / AVISCO /
Comune di Senago.
divertente poter fare delle incursioni digitali allinterno
di celeberrimi dipinti, creando situazioni impreviste con
la Venere del Botticelli o regalando un po di divertimento
alla seriosa Gioconda.
Il percorso ha permesso un avvicinamento ad alcuni
aspetti dellarte attraverso il gioco di interpretazione e
rilettura di alcuni quadri famosi, che si trasformano e si
rinnovano grazie alla fantasia degli studenti e alle loro
incursioni audiovisive.

Istituto Comprensivo Camigliano - Scuola Secondaria


di I grado - Camigliano Capannori (Lucca)

Asocial Network
Italia, 2013, DVD, 0745, col.

Regia, sceneggiatura, riprese, montaggio,


coordinamento: Pier Dario Marzi. Soggetto, interpreti:
alunni della classe II C. Produzione: Istituto Comprensivo
Camigliano - Scuola Secondaria di I grado / Comune di
Capannori.
In origine un semplice pettegolezzo scolastico, ma
la trasmissione rapida e molteplice tipica dei nuovi
media contemporanei pu farlo diventare un caso molto
particolare.
Il laboratorio ha permesso di conoscere il linguaggio
cinematografico attraverso la realizzazione di un
prodotto audiovisivo, con lobiettivo di confrontarsi sul
fenomeno dei nuovi media e di proporre in modo creativo
e divertente una riflessione sulle potenzialit e i rischi a
essi connessi.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

41

Istituto Comprensivo G. Salvemini - Plesso C. Colombo


- Torino

Istituto Comprensivo di Poirino - Scuola Secondaria


di I grado Thaon di Revel - Poirino (Torino)

Lastrolabio

Caccia allattore

Italia, 2013, DVD, 0300, col.

Italia, 2013, DVD, 0453, col.

Regia, coordinamento: Ornella Capretto. Soggetto,


interpreti: alunni della classe II A. Sceneggiatura:
Alessia Pagano. Riprese: O. Capretto, Seliks Gjoni,
Giovanni Prestinice. Montaggio: O. Capretto, Nouhaila
Benzayyan. Produzione: Istituto Comprensivo G.
Salvemini - Plesso C. Colombo.
Ladozione di un monumento storico come stimolo per
unagile dissertazione sulla lingua e lidentit nazionale
italiana, dove linteresse per la Storia si fonde con i
moderni linguaggi creativi.
La partecipazione al concorso Laltra lingua degli
italiani, larte figurativa, il paesaggio e lidentit
nazionale come strumento per esplorare e comprendere
gli elementi tipici di una citt, ma anche per sviluppare
atteggiamenti di curiosit per la realt che ci circonda.

Regia, coordinamento: Tommaso Caroni. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II A.
Riprese: Davide Carbonari. Montaggio: Giulia Musso.
Produzione: Istituto Comprensivo di Poirino - Scuola
Secondaria di I grado Thaon di Revel / ActingOUT sas.
Durante la realizzazione di un cortometraggio in classe,
una misteriosa sparizione porta tutti i membri del set
alla ricerca del protagonista del film. I meccanismi del
mystery e dellhorror ripensati allinterno di un racconto
meta-cinematografico.
Il video stato realizzato allinterno del progetto Corti in
Provincia, il cui intento quello di stimolare gli studenti
a confrontarsi con maggiore interesse e competenza
al mondo del cinema, dove le competenze teoriche si
trasformano in momenti di pratica creativa.

Istituto Comprensivo Varese I - Scuola Secondaria


di I grado A. Righi - Varese

Scuola Secondaria di I grado G. Carducci - Bagheria


(Palermo)

Bagno gang

Caduta nella rete

Italia, 2013, DVD, 1551, col.

Italia, 2013, DVD, 1500, col.

Regia, interpreti: alunni del doposcuola Chicos del


Mundo. Soggetto: Renato Gjeloshi. Sceneggiatura:
Rikardo Prelaj. Riprese, montaggio, coordinamento:
Michele Orlandi. Produzione: Istituto Comprensivo Varese
I - Scuola Secondaria di I grado A. Righi / Cooperativa
Sociale Totem.
Una banda di bulli ecologisti promuove presso gli
studenti della scuola pratiche virtuose finalizzate alla
tutela e salvaguardia dellambiente, con ogni mezzo,
lecito e non.
Il laboratorio ha previsto una parte teorica e una
realizzativa, attraverso tutte le fasi della produzione,
dalla scelta del soggetto alle riprese e al montaggio. La
scelta del tema stata fatta dai ragazzi, interessati a
lavorare sia sulla tutela dellambiente che sul bullismo,
trovando una sintesi efficace di entrambi gli aspetti.

Regia, sceneggiatura: Marco Lanzafame. Soggetto:


M. Lanzafame, Milena Dato. Fotografia: Michele Di
Giovanni, M. Lanzafame. Riprese, montaggio: M. Di
Giovanni. Scenografia: Claudia Clemente. Interpreti:
alunni, docenti e personale della scuola. Coordinamento:
Giuseppa Provino, Graziella Lanza, C. Clemente.
Produzione: Scuola Secondaria di I grado G. Carducci /
Making.
I mezzi di comunicazione stanno cambiando, bisogna
imparare ad usarli senza rischi. Computer, smartphone,
social network possono diventare un problema se ci si
dimentica alcune regole fondamentali.
Il percorso ha voluto proporre la narrazione
cinematografica come tramite per la rielaborazione della
realt in cui gli alunni vivono e crescono, utilizzando
gli audiovisivi come forme alternative di espressivit e
comunicazione.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Istituto Comprensivo di Villanova dAsti Scuola Secondaria di I grado A. Astesano Villanova dAsti (Asti)

Cambia la tua scuola con un click


Italia, 2013, DVD, 0502, col.

Regia, montaggio: Pierluca Pira. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II B.
Riprese: Davide Carbonari. Coordinamento: Tommaso
Caroni. Produzione: Istituto Comprensivo di Villanova
dAsti - Scuola Secondaria di I grado A. Astesano /
ActingOUT sas.
Un telecomando universale con cui si pu mandare avanti
e indietro gli avvenimenti di unintera vita: il remake del
film Cambia la tua vita con un click reinventato in chiave
scolastica e reinterpretato dai ragazzi.
Il laboratorio di cinema come opportunit per analizzare
i meccanismi narrativi che decretano il successo dei film
popolari e come occasione per cimentarsi con il lavoro di
gruppo e con il confronto costruttivo tra le idee.

42

Scuola Secondaria di I grado A. Meucci - Torino

Co.Sp.
Italia, 2013, DVD, 1432, col.

Regia: Enrico De Santis, Alessandro Salvatore.


Soggetto, sceneggiatura, scenografia: alunni della
classe II L. Fotografia: Federico Minetti. Riprese,
musica, montaggio: A. Salvatore. Interpreti: alunni
della classe II L, Francesco Gargiulo, Marco Intraia, Carlo
Nigra. Coordinamento: E. De Santis. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado A. Meucci / Progetto Bifronte.
In un mondo minacciato da una pericolosa ignoranza
criminale, una classe ha deciso di correre ai ripari. I Co.Sp.
sono i Corpicini Speciali, che affronteranno con coraggio e
fantasia larrivo nella loro scuola di due goffi ladri.
Il laboratorio ha permesso di sviluppare capacit critiche
e competenze pratiche relative al mondo della produzione
audiovisiva nellepoca multimediale, sensibilizzando i
partecipanti allimportanza del lavoro di gruppo e alla
possibilit di rielaborare in modo creativo le vicende della
quotidianit.

Scuola Secondaria di I grado A. Meucci - Torino

Chi lha vista?


Italia, 2013, DVD, 1023, col.

Regia: Enrico De Santis, Alessandro Salvatore.


Soggetto, sceneggiatura, scenografia, interpreti:
alunni della classe II L. Fotografia: Federico
Minetti. Riprese, musica, montaggio: A. Salvatore.
Coordinamento: E. De Santis. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado A. Meucci / Progetto Bifronte.
La sparizione di una professoressa. Si indaga nel suo
passato, tra leggende della musica e semplici conoscenti,
nei corridoi della scuola e nei video di You Tube, a caccia
di una soluzione. Con rivelazioni sconvolgenti. Ma vero
che tutto falso?
Il laboratorio ha permesso di sviluppare capacit critiche
e competenze pratiche relative al mondo della produzione
audiovisiva nellepoca multimediale, sensibilizzando i
partecipanti allimportanza del lavoro di gruppo e alla
possibilit di rielaborare in modo creativo le vicende della
quotidianit.

Istituto Comprensivo G. Falcone - Scuola Secondaria


di I grado - Mappano (Torino)

Dante altrimenti noi


Italia, 2013, DVD, 1819, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura: Claudio Pinto.


Riprese, musica, montaggio: Filippo Viberti. Scenografia,
interpreti: alunni del laboratorio Fare Cinema.
Coordinamento: Maria Grazia Olmo, Ivana Panebianco.
Produzione: Istituto Comprensivo G. Falcone - Scuola
Secondaria di I grado.
Dante ha finito di scrivere lInferno e ora progetta
lallestimento dello spettacolo teatrale con i compagni
di classe. Ma gli aspiranti interpreti sono troppi ed
necessario un casting accurato per capire chi reciter i
vari ruoli.
Oltre alla conoscenza del linguaggio audiovisivo e alla
promozione della creativit e della capacit di esprimersi
attraverso immagini e suoni, il laboratorio ha diminuito le
distanze tra allievi con capacit diverse e ha permesso di
superare blocchi emotivi, incertezze e paure.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

Istituto Comprensivo di Sestola - Scuola Secondaria


di I grado - Fanano (Modena)

Di farina e dacqua - Ricette


affettive dai quattro angoli del
mondo

43

Istituto Comprensivo di Colognola ai Colli Scuola Secondaria di I grado G. Fano Colognola ai Colli (Verona)

Disegnando con Mozart


Italia, 2013, DVD, 1503, col.

Italia, 2013, DVD, 0500, col.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio:


Michela Donini, Roberto Paganelli. Soggetto,
sceneggiatura, animazione, scenografia: alunni della
classe I C, M. Donini, R. Paganelli. Coordinamento:
Caterina Muzzarelli, R. Paganelli. Produzione: Istituto
Comprensivo di Sestola - Scuola Secondaria di I grado
/ Associazione Rocca di Pace / Associazione ARCO /
Comune di Fanano / Fondazione Cassa di Risparmio di
Modena / Associazione OTTOmani.
Le ricette di famiglia come mondo di affetti e di memoria
su cui costruire la propria identit personale e culturale,
scoprendo la tradizione senza rinunciare allesigenza di
modernit.
Un progetto mirato a consentire ai ragazzi di avvicinarsi
al mondo del cinema di animazione con il giusto
atteggiamento critico, ottenuto grazie a nuove
competenze di linguaggio, utilizzando anche i nuovi
strumenti digitali e multimediali.

Istituto Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria


di I grado L. da Vinci - Lentate sul Seveso
(Monza Brianza)

Die Young
Italia, 2013, DVD, 0555, col.

Regia, riprese, montaggio: Giorgio Magar. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II E.
Coordinamento: Stefania Terraneo. Produzione: Istituto
Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria di I grado L. da Vinci.
Se un asteroide stesse per impattare sulla Terra cosa
fareste? Ecco alcune risposte dei ragazzi, tra ansia da
apocalisse, scenari da fantascienza e ipotesi da supereroi.
Il laboratorio, finalizzato alla resa comunicativa, ha
permesso di lavorare in gruppo, imparare a utilizzare le
immagini in modo consapevole e sperimentarsi nei ruoli di
attore, regista, costumista, sceneggiatore. La scelta del
soggetto e dello stile di messa in scena ha permesso di
unire elementi del videoclip e del fantasy.

Regia, fotografia, montaggio: Salvatore Aiello.


Soggetto, sceneggiatura: alunni partecipanti al
laboratorio Ciak si gira. Riprese: S. Aiello, Nicholas Fattori.
Interpreti: Denise Rossetti, Davide Grazi, Vittoria Grazi, S.
Aiello. Coordinamento: S. Aiello, Patrizia De Cavaggioni.
Produzione: Istituto Comprensivo di Colognola ai Colli Scuola Secondaria di I grado G. Fano.
Un ragazzo solitario, con problemi in famiglia e senza
amici a scuola, non rende nello studio ed considerato
un tipo strano. Tutto cambia quando incontra una
ragazza che adora, come lui, i disegni e la musica.
Lo sviluppo delle competenze per la progettazione e
la realizzazione di un film, sia in chiave narrativa che
tecnica, ha permesso agli studenti di approfondire anche
alcuni temi tipici della loro et, rispetto riguardo la
propria identit e il rapporto con gli altri.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Istituto Comprensivo di Rezzato - Scuola Secondaria


di I grado G. Perlasca - Rezzato (Brescia)
Fondazione PInAC - Pinacoteca Internazionale dellet
evolutiva A. Cibaldi - Rezzato (Brescia)

Don Chisciotte. Strappi


davventura
Italia, 2013, DVD, 0459, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese: alunni della


classe II D. Animazione: Vincenzo Beschi, Irene Tedeschi.
Montaggio: V. Beschi. Coordinamento: Anna Bertolino,
V. Beschi, I. Tedeschi. Produzione: Istituto Comprensivo
di Rezzato - Scuola Secondaria di I grado G. Perlasca /
Fondazione PInAC.
A forza di divorare molti libri leroe di Cervantes sembra
sempre pi eccentrico. Ma che importa se aprendo un
vecchio libro di carta ingiallita le pagine dovessero
iniziare a sfogliarsi da sole, liberando cavalli, ciuchi e
cavalieri erranti
Il percorso ha sviluppato le conoscenze sul cinema
danimazione, coniugando le possibilit di lavorare
in modo creativo e innovativo con la possibilit di
rielaborare testi classici in modo originale, stimolando il
piacere della lettura e le potenzialit della fantasia.

Istituto Comprensivo P. Carmine - Scuola Secondaria


di I grado - Cannero Riviera (Verbania)

Dove eravamo?
Italia, 2013, DVD, 0600, col.

Regia: Giuliana Giaparize, Stefano Pedroni. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe III D.
Riprese: S. Pedroni. Montaggio: S. Pedroni, alunni della
classe III D. Coordinamento: G. Giaparize. Produzione:
Istituto Comprensivo P. Carmine - Scuola Secondaria di I
grado.
Dopo il suicidio di un compagno di scuola, Rachele
chiede ai compagni doverano quando Andrea veniva
perseguitato da alcuni di loro.
La realizzazione del prodotto ha rappresentato il punto
darrivo di un lavoro formativo complesso attraverso
cui far riflettere i ragazzi sulle responsabilit che hanno
coloro che si limitano a non fare nulla, assistendo
in maniera passiva alle angherie di una minoranza nei
confronti dei loro pari.

44

Scuola Secondaria di I grado A. Bellani - Monza


(Monza Brianza)

Fi.Fa 13
Italia, 2013, DVD, 0546, col.

Regia: Jos Arandia, Luca Caldato, Lucia De Rosa,


Marco Della Vedova, Patrizia Di Benedetto, Emma Sormani.
Soggetto: J. Arandia. Sceneggiatura: alunni della
classe III D. Riprese: L. Caldato, M. Della Vedova. Musica:
alunni della classe III D, Cinzia Masotina. Montaggio:
C. Masotina, Giuseppe Giusto Scenografia: Martina
Vaticano, Diana Spampinato, Letizia Sala, Eleonora
Olivieri, Eleonora Grasso, Maria Grazia Gonzalez, Francesca
De Pace. Interpreti: Edoardo Giagnorio, Caterina
Monti, Toni Groza, Tommaso Marchesi, Michele Pizzo,
Chiara Bonacci, Melina Flores, Carla Castro, J. Arandia.
Coordinamento: Concetta Cascina, C. Masotina, Giuseppe
Giusto. Produzione: Scuola Secondaria di I grado A.
Bellani.
Un tredicenne particolarmente fifone, che frequenta la
terza media nellanno 2013, riesce a superare le sue paure
e il bullo della classe grazie al sentimento amoroso che
prova verso una compagna, con un finale a sorpresa.
Il laboratorio ha permesso di sviluppare la scrittura
creativa, decodificare e apprendere il linguaggio
cinematografico e migliorare la capacit di comunicare
con codici verbali e non.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

45

Scuola Secondaria di I grado A. Moro Cerro al Lambro (Milano)

Scuola Secondaria di I grado A. Meucci - Torino

Fil rouge

Italia, 2013, DVD, 1221, col.

La fuga

Italia, 2013, DVD, 49, col.

Regia: Adalberto Lombardo, Gemma Oliveri. Riprese:


Amir Ghazouani. Montaggio: A. Lombardo. Interpreti:
Daria Dante, Cristian Giambrone, Ylenia Passafaro,
Alessandro Romano, Andrea Cirafici, Gianluca Vetere.
Coordinamento: G. Oliveri, Giordana Mercuriali, Maria
Luisa Sacchetti. Produzione: Scuola Secondaria di I grado
A. Moro / AVIS Cerro al Lambro.
Alcuni fili rossi partono da una persona e arrivano ad
altre, fino a unire tutti in un unico gruppo, metafora di un
legame forte che accomuna. Storie e vite diverse possono
essere unite dallimportanza di donare il sangue.
Con lobiettivo di conoscere le attivit dellAVIS, come
negli altri spot della serie, il laboratorio ha voluto favorire
lo sviluppo della solidariet, abituando gli studenti alla
capacit di sintesi e a lavorare in gruppo, condividendo
il lavoro e sviluppando una metafora efficace rispetto al
tema.

Regia: Enrico De Santis, Alessandro Salvatore.


Soggetto, sceneggiatura, scenografia: alunni della
classe II H. Fotografia: Federico Minetti. Riprese,
musica, montaggio: A. Salvatore. Interpreti: alunni
della classe II H, Roberto Accornero. Coordinamento: E.
De Santis. Produzione: Scuola Secondaria di I grado A.
Meucci / Progetto Bifronte.
Un attore professionista legge una sceneggiatura scritta
da ragazzi che frequentano la seconda media, svelando
come una storia pu trasformarsi in mille modi, con
innumerevoli possibilit di sviluppo o di cambiamento.
In un gioco meta-cinematografico, il progetto ha
permesso di mettere in luce limportanza della fase di
scrittura in una produzione audiovisiva, facendo scoprire
agli studenti la complessit e la bellezza del lavoro
creativo e narrativo.

Scuola Secondaria di I grado A. Moro Cerro al Lambro (Milano)


ISC Centro - Scuola Secondaria di I grado M. Curzi San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno)

La fontana
Italia, 2013, DVD, 0720, col.

Regia, coordinamento: Dante Albanesi, Riccardo


Massacci. Soggetto, sceneggiatura: Sonia Infriccioli,
Daniela Cecchini, Claudio Benigni. Riprese, montaggio:
D. Albanesi. Interpreti: Noellia Toloko, C. Benigni, Giulia
Consorti. Produzione: ISC Centro - Scuola Secondaria di I
grado M. Curzi.
Hai sete? Bevi pure, ma impara quanto preziosa lacqua
e come evitare di sprecarla. Non si tratta di un compito
difficile, sufficiente rendersi conto dei piccoli gesti
quotidiani utili a un atteggiamento pi ecologico.
Il film riflette in modo paradossale ed emblematico il
dato per cui pi di un miliardo di persone non ha accesso
a risorse idriche. La storia ha sensibilizzato gli studenti a
un consumo responsabile dellacqua, coinvolgendo tutti
in maniera partecipata e attiva.

Goccia dopo goccia


Italia, 2013, DVD, 45, col.

Regia: Adalberto Lombardo, Gemma Oliveri. Riprese:


Amir Ghazouani. Montaggio: A. Lombardo. Interpreti:
Daria Dante, Cristian Giambrone, Ylenia Passafaro,
Alessandro Romano, Andrea Cirafici, Gianluca Vetere.
Coordinamento: G. Oliveri, Giordana Mercuriali, Maria
Luisa Sacchetti. Produzione: Scuola Secondaria di I grado
A. Moro / AVIS Cerro al Lambro.
Alcuni ragazzi si guardano per capire chi c intorno a
loro. Quando si riconoscono e trovano fiducia reciproca,
ognuno accende una lucina rossa. Tutte le luci formano
una goccia che lentamente si anima e diventa un cuore.
Per rappresentare limportanza delle donazioni di
sangue, il gruppo ha scelto di utilizzare un espediente
comunicativo efficace: la metafora. Ogni piccola
donazione di sangue come una goccia che permette al
mare della vita di esistere.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
46

Istituto Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria


di I grado L. da Vinci - Lentate sul Seveso
(Monza Brianza)

Istituto Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria


di I grado L. da Vinci - Lentate sul Seveso
(Monza Brianza)

Highway To Hell

In volo

Italia, 2013, DVD, 0415, col.

Italia, 2012, DVD, 0728, col.

Regia, riprese, montaggio: Giorgio Magar. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II B.
Coordinamento: Stefania Terraneo. Produzione: Istituto
Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria di I grado L. da
Vinci.
E se un diavoletto si impadronisse della super secchiona
della classe? Allora s che se ne vedrebbero delle belle,
oltre ogni possibile immaginazione e previsione.
Rielaborando una famosa canzone e cercando di
adattarla alla propria esperienza di vita, stato possibile
imparare a utilizzare le immagini in modo consapevole e
finalizzato alla resa comunicativa, sperimentandosi nei
ruoli di attore, regista, sceneggiatore, costumista.

Regia, riprese, montaggio: Giorgio Magar. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni del laboratorio di
cinema. Coordinamento: Stefania Terraneo. Produzione:
Istituto Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria di I grado
L. da Vinci.
Dopo una visita alla mostra sulla vita di Don Carlo
Gnocchi, un ragazzo superficiale si lascia affascinare
dalla figura del Beato e riesce a salvare una compagna in
pericolo.
A partire da una situazione reale come la visita
distruzione, il laboratorio ha permesso di rielaborare il
senso tematico di quanto appreso e di trasformarlo in
avventura narrativa in cui far convergere le percezioni
dei ragazzi con la riflessione sul senso di solidariet e di
altruismo.

Scuola Secondaria di I grado G. Zanella Monteforte dAlpone (Verona)

Lho sempre saputo


Italia, 2013, DVD, 2235, col.

Regia, fotografia, montaggio, coordinamento:


Salvatore Aiello. Soggetto, sceneggiatura: alunni
delle classi III del laboratorio Ciak si gira. Riprese: Paolo
Mosele, Fabio Veneri. Musica: Laila Fadil. Interpreti:
Ilenia Zoso, Edoardo Zanuso, Sabrina Steccanella, Laura
Ambrosi, Giuseppe Boninsegna, Vincenzo Di Carlo.
Produzione: Scuola Secondaria di I grado G. Zanella /
Amministrazione Comunale.
Giulia ricorda un periodo della sua vita che aveva
rimosso. Poco dopo scompare, poi ricompare il giorno
successivo. Nel suo passato c qualcosa di strano,
che forse Maurizio, il suo amico che ama la fotografia,
conosce molto bene.
La comprensione delle differenti fasi che portano alla
realizzazione di un film ha potenziato la capacit di
osservazione e la creativit degli studenti, permettendo
loro di scrivere e girare una storia che sa tradurre in
chiave estetica e narrativa alcuni temi tipici dellet,
dallinsicurezza alla paura.

Scuola Secondaria di I grado M.L. Quarini Sede associata di Riva presso Chieri Riva presso Chieri (Torino)

Indagine su studenti al di sopra


di ogni sospetto
Italia, 2013, DVD, 0750, col.

Regia, montaggio, coordinamento: Tommaso Caroni.


Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni della
classe II A. Riprese: Pierluca Pira. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado M.L. Quarini - Sede associata di Riva
presso Chieri / ActingOUT sas.
Uno zaino smarrito e una improbabile coppia di
detective che si mette alla sua ricerca: le indagini
portano a salvare la vita di una compagna di scuola.

Raccontare una storia in modo spontaneo e divertente


pu essere il metodo migliore per imparare in maniera
piacevole, secondo il principio didattico dellimparare
facendo, ma anche costruendo il progetto formativo a
partire dalle conoscenze dei ragazzi.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

47

Istituto Comprensivo I. Micheloni - Scuola Secondaria


di I grado L. Nottolini - Capannori (Lucca)

Scuola Secondaria di I grado Giovanni XXIII Cittiglio (Varese)

Io ho paura

Lui chi ?

Italia, 2013, DVD, 1733, col.

Italia, 2013, DVD, 1022, col.

Regia, sceneggiatura, riprese, montaggio,


coordinamento: Pier Dario Marzi. Soggetto, interpreti:
alunni della classe I B. Produzione: Istituto Comprensivo
I. Micheloni - Scuola Secondaria di I grado L. Nottolini /
Comune di Capannori.
Una ragazzina al suo primo giorno nella nuova realt
della scuola media; tra paure di ogni tipo, si trover a
compiere un viaggio come una novella Alice nel paese
delle meraviglie
Il laboratorio ha permesso di conoscere il linguaggio
cinematografico attraverso la realizzazione di un
prodotto audiovisivo, con lobiettivo di confrontarsi
con le paure legate al nuovo contesto rappresentato
dalla scuola media e con la possibilit di rielaborarle
attraverso uno stile narrativo divertente ed efficace.

Regia, riprese, montaggio, coordinamento: Michele


Orlandi. Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni del
CAG Casa Fraschini. Produzione: Scuola Secondaria di I
grado Giovanni XXIII.
Una coppia di amiche sperimenta sulla propria pelle i
rischi degli incontri sul web. A volte non si pu realmente
sapere chi c dallaltra parte, oltre le apparenze digitali.
In collaborazione con un Centro di Aggregazione
Giovanile, gli studenti hanno svolto un percorso di
alfabetizzazione e consapevolezza sulle potenzialit
e i rischi dei media digitali, a partire dal quale stato
ideato e realizzato il film, utile per comunicare le proprie
riflessioni a un pubblico pi ampio.

Scuola Secondaria di I grado Croce-Morelli - Torino


Scuola Secondaria di I grado A. Meucci - Torino

Io non ero cos


Italia, 2013, DVD, 0639, col.

Regia: Enrico De Santis, Alessandro Salvatore.


Soggetto, sceneggiatura, scenografia: alunni della
classe III H. Fotografia: Federico Minetti. Riprese,
musica, montaggio: A. Salvatore. Interpreti: Matilda
Ferraris, Ludovico Liprandi, Guglielmo Revel, Francesco
Benedetto. Coordinamento: E. De Santis. Produzione:
Scuola Secondaria di I grado A. Meucci / Progetto
Bifronte.
Un confronto generazionale tra un padre e un figlio per
scoprire che, se solo si potesse andare indietro nel tempo,
si scoprirebbero cose molto interessanti
Il progetto ha permesso di sviluppare capacit critiche e
competenze pratiche relative al mondo della produzione
audiovisiva nellepoca multimediale, sensibilizzando i
partecipanti allimportanza del lavoro di gruppo e alla
possibilit di superare in modo creativo le barriere sociali
e culturali.

Lavoro minorile
Italia, 2013, DVD, 0315, col.

Regia: Marco Savio, Enrico Gallotto. Soggetto: alunni


della classe III C. Sceneggiatura, interpreti: alunni delle
classi III C e III E. Riprese, montaggio: M. Savio. Musica:
E. Gallotto alunni della classe I C. Coordinamento: M.
Savio, E. Gallotto, Patrizia Bailone, Donatella Claut, Laura
Manassero, Laura Zolfo. Produzione: Scuola Secondaria di
I grado Croce-Morelli.
Una scuola in cui la maggioranza dei ragazzi nata in
Italia, ma non ha la cittadinanza italiana. Un giovane
fatica a inserirsi, a comunicare e a trovare degli
amici. Saranno i suoi compagni a scoprire un aspetto
sconosciuto della sua personalit che nasconde un
dramma personale.
Affrontare attraverso la discussione, lo scambio e le
esperienze di vita, il tema del lavoro minorile, arrivando a
una sintesi che sia il risultato di competenze acquisite e
di una pi forte consapevolezza.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Scuola Secondaria di I grado C. Nigra - Torino

Lui, lei, laltro e... il messicano


Italia, 2013, DVD, 1419, col.

48

Scuola Secondaria di I grado G. Gozzano Rivarolo Canavese (Torino)

Mettiamoci in gioco!
Italia, 2013, DVD, 0551, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio, scenografia, interpreti: alunni del
laboratorio Facciamo un film. Coordinamento: Elena
Bonomi. Produzione: Scuola Secondaria di I grado C. Nigra
/ VIDEO IN OUT snc
Chiara e Pietro sono grandi amici. Ma quando lei si
innamora di Davide, il fighetto della scuola, Pietro ci
rimane male, perch segretamente innamorato della
sua migliore amica. Non sar facile trovare una soluzione
soddisfacente per tutti.
Il laboratorio ha permesso agli studenti di esprimersi
e comunicare attraverso il linguaggio del cinema, in
modo da riflettere sulle proprie emozioni, imparando a
rappresentarle in modo efficace e coinvolgente.

Scuola Secondaria di I grado Alvaro-Modigliani Torino

Matite colorate
Italia, 2013, DVD, 0814, col.

Regia, riprese, montaggio, musica: Paolo Ferrero.


Soggetto, sceneggiatura, fotografia, scenografia,
interpreti: alunni del gruppo cinema. Coordinamento: P.
Ferrero, Maria Antonietta Menghini. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado A. Modigliani.
Una passione sfrenata per i disegni e una storia
incredibile da raccontare, che vive di forme e di colori e
permette di comunicare sentimenti profondi al di l delle
parole pi ovvie.
I ragazzi sono stati stimolati a non essere solo spettatori
passivi della televisione, ma a porsi in un ruolo attivo e
creativo nelle fasi produttive, per poter sperimentare in
prima persona come si realizza un prodotto audiovisivo.

Regia: Paolo Ceretto, alunni della classe II D. Soggetto,


interpreti: alunni della classe II D. Sceneggiatura: Elena
Forneris, Federica Negro Frer, Giulia Gerbalena, Giulia
Vezzoso, Martina Pezzino, Pietro Castello, Rachele Rosso,
Siham El Yadini, Silvia Maglietta, Stefano Brogliatto
Stefano Leone, Stefano Michela. Riprese, montaggio:
Paolo Ceretto. Scenografia: Alessandro Lombardo, Elena
Forneris, Stefano Brogliatto. Coordinamento: Grazia
Ravara, P. Ceretto. Produzione: Scuola Secondaria di I
grado G. Gozzano.
Un ragazzo trova dei vecchi giocattoli nascosti in
cantina e riscopre la gioia di trovarsi in compagnia
a giocare allaria aperta e in maniera eccitante e
spensierata.
Provare a confrontarsi con linvenzione e lo sviluppo
di un racconto originale per immagini come esperienza
decisiva per acquisire le logiche e le tecniche che
stanno alla base del linguaggio cinematografico. Dalla
sceneggiatura al montaggio, lesperienza della filiera
completa di produzione del prodotto audiovisivo.

Istituto Comprensivo Don E. Ferraris Scuola Secondaria di I grado - Cigliano (Vercelli)

Mi ascolti o mi ignori?
Italia, 2013, DVD, 0603, col.

Regia: Francesca Perino. Soggetto, sceneggiatura:


alunni del laboratorio Filmiamo. Riprese, coordinamento:
F. Perino, Carla Vercellone. Montaggio: C. Vercellone.
Interpreti: Cristian Coscia, Alessandro Borra, Costella
Jaugureanu, Edoardo Lanza, Alessandro Merlo, Alberto
Napolitano, Cesare Vezzoli, Gaia Armaroli, Davide Linci,
Leticia Henrique, Cristina Paraschiveanu, Federico
Pedroni, Sandra Ramambazanany, Martina Sasso.
Produzione: Istituto Comprensivo Don E. Ferraris - Scuola
Secondaria di I grado.
Ermanno, ragazzo sportivo che ama il basket, cerca
un dialogo con la madre per chiederle di non giocare
pi a pallamano. Lei, lavoratrice distratta, lo ignora. Si
riscatter facendo qualche palleggio con il padre.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

Il film ha permesso di riflettere sul rapporto tra genitori


e figli e di parlare di tematiche adolescenziali in
modo creativo, utilizzando la modalit comunicativa
audiovisiva e creando un prodotto multimediale
attraverso tutte le fasi di ideazione e realizzazione.

49

Scuola Secondaria di I grado E. Gola Olgiate Molgora (Lecco)

Non arrenderti mai


Italia, 2013, DVD, 0856, col.

Scuola Secondaria di I grado G. Gozzano Rivarolo Canavese (Torino)

No Study, No Party!
Italia, 2013, DVD, 0408, col.

Regia: Paolo Ceretto, alunni della classe III E.


Soggetto, interpreti: alunni della classe III E.
Sceneggiatura: Mattia Baudino, Francesca Bonaudo,
Rachele Galetta, Francesca Menegazzo, Elena Parenti,
Angela Pavia, Matteo Simeone. Riprese, montaggio: P.
Ceretto. Scenografia: Manuela Bruno, Denisa Carpiuc,
Marika Del Busso, Giada Falcone, Enrico Liotine, Giulia
Mollura, Chiara Sosi. Coordinamento: Stefano Tarsia,
P. Ceretto. Produzione: Scuola Secondaria di I grado G.
Gozzano.
Alcuni studenti di una classe seguono attentamente le
lezioni di inglese, mentre gli altri sono sempre distratti e
preferiscono chiacchierare o ascoltare musica. Ma i nodi
vengono al pettine quando la classe si reca a Londra per
una vacanza studio.
Dallintroduzione al linguaggio cinematografico alla
realizzazione di un cortometraggio a partire da una serie
di tematiche affiorate nellambito di un confronto di
gruppo degli alunni.

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto: Wanda Pistacchio.
Sceneggiatura, interpreti: alunni della classe I B.
Produzione: Scuola secondaria di I grado E. Gola / Centro
Multimedia della Provincia di Lecco.
Il tuo corpo non ti piace pi, ti senti insicuro, non vuoi
pi vedere neppure gli amici? Cambiare abitudini di vita
si pu, per fondamentale non arrendersi.
Il tema della convivenza con il proprio corpo si
sviluppato allinterno di un progetto dove lobiettivo
didattico essenziale stato quello di definire le strategie
comunicative che consentono di costruire le immagini
con un intento preciso di comunicazione nei confronti
dello spettatore.

Istituto Comprensivo di Barlassina Scuola Secondaria di I grado G. Galilei - Barlassina


(Monza Brianza)

Non conosci fino in fondo


le persone... perch grande
il mondo!
Italia, 2013, DVD, 0333, col.

Regia, riprese, montaggio: Giorgio Magar. Soggetto,


sceneggiatura: alunni della classe II C. Interpreti: alunni
e insegnante della classe II C. Coordinamento: Rosella
Murano, G. Magar. Produzione: Istituto Comprensivo di
Barlassina - Scuola Secondaria di I grado G. Galilei.
Internet potrebbe diventare un problema, se si rinuncia
completamente a stare con gli amici. Si rischia di isolarsi
progressivamente, perdendo il contatto con la realt
fisica e le persone che ci circondano.
Il laboratorio ha permesso di lavorare in gruppo,
confrontando le varie opinioni sul tema e aumentando
le conoscenze e le competenze utili per sensibilizzarsi
sulle tematiche relative allutilizzo corretto del web,
attraverso la creazione di una breve storia emblematica.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Istituto Comprensivo di Sestola - Scuola Secondaria


di I grado - Fanano (Modena)

Non di solo pane Modi di dire


lievitati due volte
Italia, 2013, DVD, 0252, col.

50

Istituto Comprensivo di Barlassina Scuola Secondaria di I grado G. Galilei - Barlassina


(Monza Brianza)

Non farti sprecare dal tempo:


condividilo!
Italia, 2013, DVD, 0245, col.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio:


Michela Donini, Roberto Paganelli. Soggetto,
sceneggiatura, animazione, scenografia: alunni della
classe I C, M. Donini, R. Paganelli. Coordinamento:
Caterina Muzzarelli, R. Paganelli. Produzione: Istituto
Comprensivo di Sestola - Scuola Secondaria di I grado
/ Associazione Rocca di Pace / Associazione ARCO /
Comune di Fanano / Fondazione Cassa di Risparmio di
Modena / Associazione OTTOmani.
La pasta di pane come strumento privilegiato per una
colta e raffinata rielaborazione dei tanti modi di dire
legati al principale elemento di consumo quotidiano.

Riconoscere le attivit concrete che stanno alla base


della realizzazione di un film di animazione diventa
lesperienza che consente agli alunni di imparare a
distinguere lambito della rappresentazione da quello della
realt, acquisendo nuove sensibilit di carattere critico.

Regia, riprese, montaggio: Giorgio Magar. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II B.
Coordinamento: Giuseppe Terranova, G. Magar.
Produzione: Istituto Comprensivo di Barlassina - Scuola
Secondaria di I grado G. Galilei.
Se si trascorrono troppe ore con i videogiochi e sul web, si
rischia di perdere il senso della realt. Perch trasformare
un divertimento e uno svago in un pericolo?
Il laboratorio ha permesso di lavorare in gruppo,
confrontando le varie opinioni sul tema e aumentando le
conoscenze e le competenze utili per sensibilizzarsi sulle
tematiche relative allutilizzo corretto del web, attraverso
la creazione di una breve storia emblematica.

Scuola Secondaria di I grado E. Gola Olgiate Molgora (Lecco)

Scuola Secondaria di I grado G. Falcone - Santena


(Torino)

Non fumare!

Non tutto oro ci che luccica

Regia, riprese, musica, montaggio, coordinamento:


Patrizia Cattaneo. Soggetto: Renata Cattaneo.
Sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II A.
Produzione: Scuola secondaria di I grado E. Gola / Centro
Multimedia della Provincia di Lecco.
I ragazzi devono riflettere sui danni apportati dal fumo
e lo fanno con approcci e prospettive diverse e curiose,
in modo che il messaggio si trasmetta in maniera
convincente.
Scopo del lavoro stato principalmente quello di
apprendere i meccanismi di funzionamento del racconto
attraverso le immagini, definendo alcuni obiettivi forti
di comunicazione e cercando di aggiungere alle esigenze
espressive di base anche unattenzione ai processi di
percezione del significato.

Italia, 2013, DVD, 0601, col.

Regia, coordinamento: Tommaso Caroni. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe III E.
Riprese, montaggio: Pierluca Pira. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado G. Falcone / ActingOUT sas.
Bigliettini e telefonate misteriose minacciano una
povera ragazza: gli amici cercheranno di aiutarla, ma
il finale presenter dei risvolti sconvolgenti.

Il tema dei pregiudizi sociali e di genere come argomento


utile a confrontarsi sulle specificit del racconto
cinematografico, integrando i fondamenti teorici con le
opportunit pratiche di conoscenza degli aspetti tecnici,
le esigenze di espressione creativa con le regole della
collaborazione di gruppo.

Italia, 2013, DVD, 0206, col.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

51

Istituto Comprensivo di Poirino - Scuola Secondaria


di I grado Thaon di Revel - Poirino (Torino)

Istituto Comprensivo L. Murialdo - Scuola Secondaria


di I grado - Ceres (Torino)

Operazione California

Questa volta la volta buona

Italia, 2013, DVD, 0736, col.

Italia, 2013, DVD, 0745, col.

Regia, montaggio, coordinamento: Tommaso Caroni.


Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni della
classe II C. Riprese: Pierluca Pira. Produzione: Istituto
Comprensivo di Poirino - Scuola Secondaria di I grado
Thaon di Revel / ActingOUT sas.
Per rimediare a un brutto voto una classe si inventa
la truffa del secolo: il fascino irresistibile del trucco e
della manipolazione come una delle espressioni culturali
vincenti dellimmaginario collettivo.
Scrivere e realizzare una storia in gruppo pu
rappresentare loccasione per scoprire i valori diffusi a
livello popolare e per riuscire finalmente a raccontare ci
che la morale sociale obbliga a tenere nascosto. Il valore
espressivo del cinema per narrare il non detto.

Regia, soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni


delle classi III A e III B. Riprese: alunni delle classi III A
e III B, Associazione Babylon. Montaggio: Associazione
Babylon. Coordinamento: Paola Tetti. Produzione: Istituto
Comprensivo L. Murialdo - Scuola Secondaria di I grado.
Linserimento di una ragazza straniera in una classe
italiana. Dopo alcune incomprensioni iniziali tutti riescono
a superare i conflitti di tipo culturale, realizzando un
processo di integrazione.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare
concretamente le basi per costruire un racconto
audiovisivo, sia sul piano narrativo che tecnico. In ambito
tematico, ha introdotto gli alunni a una riflessione sul
fenomeno dellimmigrazione e sui comportamenti che
generano diffidenza verso gli stranieri.

Istituto Comprensivo Gozzi-Olivetti Scuola Primaria G. Gozzi - Scuola Secondaria


di I grado C. Olivetti - Torino

Ore 9 lezione di comunicazione:


le emozioni
Italia, 2012, DVD, 0844, col.

Istituto Comprensivo di Sestola - Scuola Secondaria


di I grado - Fanano (Modena)

Questi siamo noi Antologia


di colorate emozioni
e movimentate passioni
Italia, 2013, DVD, 0803, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese,


scenografia: allievi della classe II D Secondaria di I
grado. Musica: alunni della classe II D, Patrizia Moraglio.
Montaggio: Roberto Trevisan. Interpreti: alunni della
classe V C Primaria, allievi della classe II D Secondaria di
I grado. Coordinamento: Patrizia Moraglio. Produzione:
Istituto Comprensivo Gozzi-Olivetti - Scuola Primaria G.
Gozzi - Scuola Secondaria di I grado C. Olivetti.
Il riconoscimento e lespressione delle emozioni realizzato
a partire dallincontro tra studenti di paesi europei ed
extraeuropei dalle culture molto diverse.
Obbiettivo del lavoro stato quello di acquisire
maggiore consapevolezza di s e della propria potenziale
espressivit, arrivando a conoscere il rapporto tra
limmagine e la comunicazione nellambito del testo visivo
e narrativo.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio: Michela


Donin, Roberto Paganelli. Soggetto, sceneggiatura,
animazione, scenografia: alunni della classe II C, M.
Donini, R. Paganelli. Coordinamento: Caterina Muzzarelli,
R. Paganelli. Produzione: Istituto Comprensivo di Sestola Scuola Secondaria di I grado / Associazione Rocca di Pace /
Associazione ARCO / Comune di Fanano / Fondazione Cassa
di Risparmio di Modena / Associazione OTTOmani.
Luniverso delle passioni perlustrato attraverso le tecniche
narrative dellanimazione con il risultato di approfondire le
conoscenze dei ragazzi nei confronti dellambiente, delle sue
caratteristiche e della popolazione degli habitat naturali.
A partire dalla presentazione di una serie di cartoon poco
conosciuti, che raramente si ha occasione di vedere in
televisione, la costruzione di uno spirito critico che il
frutto della miscela tra nuove prospettive culturali ed
eccitanti competenze tecniche.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Istituto Comprensivo di Barlassina Scuola Secondaria di I grado G. Galilei - Barlassina


(Monza Brianza)

Un ramo di felicit

52

un vero ring, nel rispetto delle regole.


Il progetto multimediale e multidisciplinare si propone
di utilizzare il percorso di creazione e realizzazione di
un cortometraggio per aiutare gli studenti a sviluppare
la riflessione partecipata sui temi della legalit e della
cittadinanza attiva.

Italia, 2013, DVD, 0348, col.

Regia, riprese, montaggio: Giorgio Magar. Soggetto,


sceneggiatura: alunni della classe II A. Interpreti: alunni
della classe II A, Gabriella Vallini. Coordinamento: Laura
Gazzola, G. Magar. Produzione: Istituto Comprensivo di
Barlassina - Scuola Secondaria di I grado G. Galilei.
Un ramo caduto o spezzato come una vita che
si interrompe. Se viene ripiantato pu rigenerarsi
nuovamente, creando altre possibilit di benessere e
salute per tutti, non solo nel presente, ma anche nel
futuro.
Il laboratorio ha permesso di lavorare in gruppo,
aumentando la sensibilizzazione sui temi della
salvaguardia dellambiente, attraverso la creazione di
uno spot che promuova comportamenti responsabili ed
ecologici.

Istituto Comprensivo Corropoli-ColonnellaControguerra - Scuola Secondaria di I grado Colonnella (Teramo)

Revenge on the Ring


Italia, 2013, DVD, 1842, col.

Regia, fotografia, riprese: Donato Di Pasquale.


Soggetto: alunni delle classi III A e III B. Sceneggiatura:
Colomba Mazza, Clarice Tomassini. Animazione: Nabil
Oukass, Giovanni Francesco Di Pasquale. Musica:
D. Di Pasquale, alunni del corso di Computer Music.
Montaggio: Matteo Di Simone. Scenografia: Marinella
Monti. Interpreti: Leonardo Gagliardi, Ludovica
Annunzi, Dritan Gjoni, Luciano Di Giampaolo, Eugenio
Di Natale. Coordinamento: D. Di Pasquale, C. Mazza, C.
Tomassini. Produzione: Istituto Comprensivo CorropoliColonnella-Controguerra - Scuola Secondaria di I grado
/ Associazione Play22settembre / Fondazione Cassa di
Risparmio della Provincia di Teramo.
Per motivi di gelosia, due ragazzi aggrediscono una
coppia di amici e lanciano una sfida su un social network
in cui il vincitore potr frequentare la ragazza contesa.
Ma un insegnante fa in modo che lincontro avvenga su

Istituto Comprensivo L. Murialdo - Scuola Secondaria


di I grado - Ceres (Torino)

Riciclare aiuta il mondo!


Italia, 2012, DVD, 0556, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni


delle classi II A e II B. Riprese: alunni delle classi II A e II B,
Associazione Babylon. Montaggio: Associazione Babylon.
Coordinamento: Paola Tetti. Produzione: Istituto
Comprensivo L. Murialdo - Scuola Secondaria di I grado.
La maleducazione ambientale potrebbe diventare un
problema serio per il futuro. Per scongiurarlo importante
che ciascuno capisca che ogni piccolo gesto quotidiano
pu permettere uninversione di tendenza.
Il laboratorio ha permesso di apprendere e utilizzare
concretamente le basi per costruire un racconto
audiovisivo, sia sul piano narrativo che tecnico. In
ambito tematico, ha sensibilizzato gli allievi sulle
problematiche dellinquinamento ambientale e sulla
necessit di nuovi atteggiamenti pi ecologici.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

53

Scuola Secondaria di I grado A. Moro Cerro al Lambro (Milano)

Scuola Secondaria di I grado C.A. Dalla Chiesa San Mauro Torinese (Torino)

La risposta

La scoperta di Piopuni

Italia, 2013, DVD, 53, col.

Italia, 2012, DVD, 1727, col.

Regia: Adalberto Lombardo, Gemma Oliveri. Riprese:


Amir Ghazouani. Montaggio: A. Lombardo. Interpreti:
Daria Dante, Cristian Giambrone, Ylenia Passafaro,
Alessandro Romano, Andrea Cirafici, Gianluca Vetere.
Coordinamento: G. Oliveri, Giordana Mercuriali, Maria
Luisa Sacchetti. Produzione: Scuola Secondaria di I grado
A. Moro / AVIS Cerro al Lambro.
In una stanza di ospedale un bambino sta facendo una
trasfusione di sangue e dialoga con il padre, che lo
rassicura e gli comunica fiducia. Ma c una domanda
del figlio alla quale non sa rispondere. Perch molti
adulti non donano il sangue, pur sapendo che si possono
salvare delle vite?
Lo scopo dello spot di sensibilizzare le persone alla
donazione del sangue offrendo una parte di s per aiutare
unaltra persona.

Regia: Filippo Manera, Alessio Cavallo. Soggetto,


interpreti: alunni della classe II H. Sceneggiatura:
Sabrina Candido, Alessia Di Natale, Giulia Lupi.
Fotografia: Greta Guiotto. Riprese: Alessandro Cofano,
Andrea Renati. Musica: Erno Grubessich. Montaggio:
Ivan Novena, Andrea Campi. Scenografia: Elisa Mazzotti,
Federica Melis. Coordinamento: Luciana Bertinetti, A.
Campi. Produzione: Scuola Secondaria di I grado C.A. Dalla
Chiesa.
Un ragazzo di scuola media stanco di venire emarginato
e preso in giro dai suoi compagni si vendica mettendo
a soqquadro la sua classe. Preso dal rimorso, decide di
fornire alcuni indizi per farsi scoprire e per consentire di
arrivare allo scioglimento dellenigma.
Progetto realizzato a partire dalla finalit di apprendere
le tecniche di produzione e realizzazione di un prodotto
audiovisivo, attraverso lo studio dellintera filiera di
lavoro.

Istituto Comprensivo D. Alighieri - Scuola Secondaria


di I grado - Calcinato (Brescia)
Fondazione PInAC - Pinacoteca Internazionale dellet
evolutiva A. Cibaldi - Rezzato (Brescia)

Istituto Comprensivo di Flero - Scuola Secondaria


di I grado E. Rinaldini - Poncarale (Brescia)

Sciogli la lingua

La scuola, che noia!

Italia, 2013, DVD, 0751, col.

Italia, 2013, DVD, 0423, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese: alunni delle


classi II A e II C. Animazione, montaggio: Vincenzo Beschi,
Irene Tedeschi. Coordinamento: Quirino Novellino, V.
Beschi, I. Tedeschi. Produzione: Istituto Comprensivo D.
Alighieri - Scuola Secondaria di I grado / Fondazione PInAC.
In ogni cultura esistono scioglilingua molto difficili.
Come fare per renderli pi semplici? Gli studenti, dopo
aver messo a dura prova la lingua, in senso letterale,
hanno trasformato lettere e parole con la tecnica
dellanimazione.
Il percorso ha permesso di esplorare le potenzialit del
cinema danimazione e di sottolineare la necessit di
lavorare in gruppo in modo coordinato, con la possibilit
di usare qualsiasi materiale, senza porre limiti alla
fantasia, dialogando oltre le parole, alla scoperta di una
prospettiva interculturale.

Regia, montaggio: Alessandro Bonini. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe I G.
Musica: ABX. Coordinamento: Simonetta Cagioni.
Produzione: Istituto Comprensivo di Flero - Scuola
Secondaria di I grado E. Rinaldini.
Gli inviati del Tg intervistano gli alunni di una scuola
dove, per debellare unepidemia di noia, il consiglio
studentesco ha proposto metodologie didattiche pi
coinvolgenti.
Un inno allimmaginazione di una scuola diversa, in cui
lacquisizione di conoscenze specifiche delluniverso
dei media propedeutica a imparare la progettazione e
la realizzazione di unidea, in una prospettiva di forte
collaborazione tra gli studenti.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
54

Scuola Secondaria di I grado A. Moro Cerro al Lambro (Milano)

Istituto Comprensivo EL/7 Montello Santomauro Scuola Secondaria di I grado - Bari

Se hai

Il segreto di Alice

Italia, 2013, DVD, 54, col.

Italia, 2013, DVD, 1327, col.

Regia: Adalberto Lombardo, Gemma Oliveri. Riprese:


Amir Ghazouani. Montaggio: A. Lombardo. Interpreti:
Daria Dante, Cristian Giambrone, Ylenia Passafaro,
Alessandro Romano, Andrea Cirafici, Gianluca Vetere.
Coordinamento: G. Oliveri, Giordana Mercuriali, Maria
Luisa Sacchetti. Produzione: Scuola Secondaria di I grado
A. Moro / AVIS Cerro al Lambro.
Nel tentativo di comunicare con le persone indifferenti,
un testo musicale riflette sul profilo del donatore di
sangue ed evidenzia come nessuno possa esimersi dal
diventarlo: bisogna uscire dal disinteresse e superare le
solite scuse banali.
Il laboratorio ha stimolato la conoscenza di diversi
linguaggi espressivi, dal sonoro al visivo, per riflettere
sul tema delle donazioni e costruire un testo breve ma
efficace per stimolare un nuovo atteggiamento, pi
consapevole e responsabile.

Regia, sceneggiatura, riprese, musica, montaggio:


Girolamo Macina. Soggetto, interpreti: alunni delle classi
II A, II B, II D, III A, III B e III G partecipanti al laboratorio
Ciak! Si scrive Coordinamento: Rosa Paglionico, Pia
Pavone. Produzione: Istituto Comprensivo EL/7 Montello
Santomauro - Scuola Secondaria di I grado.
Storia di adolescenti in contesto scolastico che
si relazionano con una nuova compagna e le
sue immaginifiche storie di vita. Tra consensi ed
emarginazioni, tra essere e apparire si gioca una partita
sul campo della crescita personale e della ricerca di una
identit pi autentica.
Il laboratorio ha permesso di conoscere e applicare
le procedure di ideazione, pianificazione e stesura di
una sceneggiatura cinematografica; realizzare forme
di scrittura creativa dallideazione del soggetto alla
realizzazione del corto.

Istituto Comprensivo Carmagnola III Scuola Secondaria di I grado C. Pavese Villastellone (Torino)

Scuola Secondaria di I grado M.L. Quarini Sede associata di Riva presso Chieri Riva presso Chieri (Torino)

The Secret Door

Il seme dei sogni

Italia, 2013, DVD, 0606, col.

Italia, 2013, DVD, 0623, col.

Regia, riprese, montaggio: Pierluca Pira. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe I A.
Coordinamento: Tommaso Caroni. Produzione: Istituto
Comprensivo Carmagnola III - Scuola Secondaria di I grado
C. Pavese / ActingOUT sas.
Una misteriosa figura si nasconde nei sotterranei della
scuola, attraverso i suoi appunti e i suoi disegni i ragazzi
scopriranno la sua identit.
Lintento del progetto Corti in Provincia quello di
formare gli studenti allinteresse nei confronti del cinema
e dei suoi differenti linguaggi, in un processo graduale in
cui le lezioni pratiche puntano a stimolare la creativit
dei singoli e ad organizzarla nellesperienza produttiva di
gruppo.

Regia, montaggio, coordinamento: Tommaso Caroni.


Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni della classe
II B. Riprese: Pierluca Pira. Produzione: Scuola Secondaria
di I grado M.L. Quarini - Sede associata di Riva presso
Chieri / ActingOUT sas.
Svegliarsi e trovare una pianta amica pu essere la
soluzione a tutti i problemi, sia dal punto di vista delle
emozioni e dei sentimenti sia per la prospettiva con la
quale si osservano le cose del mondo.
Il laboratorio di cinema come occasione per imparare il
lavoro di gruppo e per confrontarsi con i propri compagni,
sviluppando lo strumento del dialogo costruttivo e
dello scambio di idee. Lo sguardo del fantastico come
linguaggio per mettere tutti daccordo.

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

Scuola Secondaria di I grado A. Modigliani - Torino

Semplicemente irresistibile
Italia, 2013, DVD, 0835, col.

55

Scuola Secondaria di I grado M. Pluchinotta SantAgata Li Battiati (Catania)

Skin
Italia, 2013, DVD, 0952, col.

Regia, fotografia, riprese, montaggio, musica:


Paolo Ferrero. Soggetto, sceneggiatura, scenografia,
interpreti: alunni del gruppo cinema. Coordinamento: P.
Ferrero, Maria Antonietta Menghini. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado A. Modigliani.
Ambientato in un futuro immaginario ben diverso dai
nostri tempi, un gruppo di artisti impegnato in un
casting per un talent show. Nonostante molte cose siano
cambiate, la tv ha sempre un discreto fascino.
Il laboratorio ha permesso agli studenti di impadronirsi
delle strategie narrative e delle competenze tecniche che
permettono la realizzazione di un audiovisivo, puntando
anche al miglioramento delluso della lingua italiana per i
ragazzi extracomunitari che hanno partecipato.

Regia, sceneggiatura, riprese, montaggio: Rosario


Marco Amato. Soggetto: R.M. Amato, alunni della classe
III C. Interpreti: alunni della classe III C. Coordinamento:
Maria Filippa Vasta. Produzione: Scuola Secondaria di I
grado M. Pluchinotta.
Alunni di culture diverse posso superare i pregiudizi
sul colore della pelle e sulle differenze di genere, in una
societ che purtroppo spesso vittima di luoghi comuni
e stereotipi.
Il tema dei pregiudizi sociali e culturali ha permesso
di confrontarsi sulle potenzialit del racconto filmico,
integrando teoria e prassi, esigenze di espressione
creativa e regole della collaborazione di gruppo.

Scuola Secondaria di I grado G. Falcone Santena (Torino)

Istituto Comprensivo Camigliano - Scuola Secondaria


di I grado - Camigliano Capannori (Lucca)

Shut Up and Download the Hits

Sono felice

Italia, 2013, DVD, 0918, col.

Italia, 2013, DVD, 0900, col.

Regia, montaggio, coordinamento: Tommaso Caroni.


Soggetto, sceneggiatura, interpreti: alunni della
classe III C. Riprese: Pierluca Pira. Produzione: Scuola
Secondaria di I grado G. Falcone / ActingOUT sas.
Sottrarsi alla pirateria digitale una missione pi
complessa del previsto per una classe della scuola di
Santena. Il downloading illegale di musica come tema
delicato intorno a cui realizzare un piano di formazione
culturale.
Per conoscere e approfondire un argomento di attualit
non c occasione migliore di scrivere una storia che lo
rappresenti, laddove lanaliticit degli spunti deve essere
integrata in un piano di comunicazione agile ed efficace.

Regia: Michele Moretti. Soggetto: Chiara Giampaoli,


Martina Giannerini, M. Moretti, Marco Vanelli.
Sceneggiatura: Pier Dario Marzi. Riprese: Edoardo
Marazzitta, Samuel Giraffi. Montaggio: S. Giraffi.
Interpreti: alunni della classe II A. Coordinamento:
Francesca Roncoli. Produzione: Istituto Comprensivo
Camigliano - Scuola Secondaria di I grado.
Raccontare le avventure, i sogni e le speranze di una
ragazzina disabile per far comprendere che non ci sono
barriere e che, pur con difficolt, ognuno pu essere
felice con o senza sedia a rotelle.
Oltre alla scoperta del mondo del cinema e delle sue
tecniche, il percorso ha permesso di far comprendere
ai ragazzi che se una persona invece di due gambe
funzionanti deve ricorrere alla sedia a rotelle, ha lo
stesso diritto di vivere sentimenti ed emozioni uguali a
quelli delle altre persone.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Istituto Comprensivo XV Bologna - Scuola Secondaria


di I grado F. Zappa - Bologna

Lo spaventapasseri
Italia, 2013, DVD, 0253, col.

56

Istituto Comprensivo Carmagnola III Scuola Secondaria di I grado C. Pavese Villastellone (Torino)

Tick tack
Italia, 2013, DVD, 0758, col.

Regia, animazione, montaggio: Tiziana Passarini.


Soggetto, sceneggiatura, riprese: alunni delle classi
III C e III D, Paola Sarti, T. Passarini, dalla canzone
Lo spaventapasseri di Janna Carioli, Paolo Mattotti.
Musica: alunni delle classi III C e III D, T. Passarini.
Coordinamento: P. Sarti, Antonio Castriotta, Elisabetta
De Stefano, T. Passarini. Produzione: Istituto
Comprensivo XV Bologna - Scuola Secondaria di I grado F.
Zappa.
Lanimazione dellomonima canzone dei primi anni
Ottanta, cantata dal gruppo Canzoniere delle Lame, fa
comprendere perch meglio uno spaventapasseri che un
fucile: uno difende la vita, laltro semina morte.
Il laboratorio ha permesso di capire come funziona il
cinema danimazione, trasformando il testo di una
canzone in una sceneggiatura cinematografica e ha
aiutato gli studenti ad approfondire la riflessione sul
tema della pace e della nonviolenza.

Regia, coordinamento: Tommaso Caroni. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe I B.
Riprese, montaggio: Pierluca Pira. Produzione: Istituto
Comprensivo Carmagnola III - Scuola Secondaria di I grado
C. Pavese / ActingOUT sas.
Che cosa succede se capita di rivivere sempre lo stesso
giorno allinfinito? Toccher ai ragazzi della scuola di
Villastellone scoprirlo.
Attraverso tutta una serie di riferimenti ad alcuni classici
del cinema fantastico, la realizzazione del video stata
loccasione per sensibilizzare gli studenti alle dinamiche
della creativit e del simbolico che sottendono il
funzionamento del linguaggio cinematografico.

Istituto Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria


di I grado L. da Vinci - Lentate sul Seveso
(Monza Brianza)

Istituto Comprensivo N. Alunno - Scuola Secondaria


di I grado - Foligno (Perugia)

Try

Una terribile avventura

Regia, riprese, montaggio: Giorgio Magar. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni della classe II C.
Coordinamento: Stefania Terraneo. Produzione: Istituto
Comprensivo E. Toti - Scuola Secondaria di I grado L. da
Vinci.
In ogni occasione importante non avere paura di quello
che si deve fare, ma cercare di provarci e di raggiungere i
proprio obiettivi, come sottolineato dalla canzone.
Rielaborando una famosa canzone e cercando di
adattarla alla propria esperienza di vita, stato possibile
imparare a utilizzare le immagini in modo consapevole e
finalizzato alla resa comunicativa, sperimentandosi nei
ruoli di attore, regista, sceneggiatore, costumista.

Italia, DVD, 1950, col.

Regia, riprese, musica: Matteo Lucidi. Soggetto,


sceneggiatura, interpreti: alunni del laboratorio
cinematografico 2012. Fotografia, scenografia: Simona
Molino. Montaggio: M. Lucidi, S. Molino. Coordinamento:
Vincenzo Falasca. Produzione: Istituto Comprensivo N.
Alunno - Scuola Secondaria di I grado.
2012. Sulla terra si stanno verificando avvenimenti
sempre pi catastrofici. A scuola, Nikita e i suoi
amici sono continuamente perseguitati dai bulli.
Improvvisamente per le cose cambiano e niente sar pi
come prima.
Il progetto ha lobiettivo di insegnare agli studenti tutte
le fasi che permettono la realizzazione di un film, dalla
stesura del soggetto al montaggio finale, raccontando
attraverso il cinema temi importanti della loro esperienza
di vita.

Italia, 2013, DVD, 0453, b/n

1.

1.1

1.1.2

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i grado

Istituto Comprensivo Camigliano - Scuola Secondaria


di I grado - Camigliano Capannori (Lucca)

Tutta colpa degli occhiali


Italia, 2013, DVD, 0935, b/n

Regia, sceneggiatura, riprese, montaggio,


coordinamento: Pier Dario Marzi. Soggetto, interpreti:
alunni della classe II C. Produzione: Istituto Comprensivo
Camigliano - Scuola Secondaria di I grado / Comune di
Capannori.
Il secchione della classe ascolta con attenzione le lezioni
dellinsegnante di storia, ma sembra essere lunico.
Solo gli occhiali della professoressa gli garantiscono
lincolumit.
Il laboratorio ha permesso di conoscere il linguaggio
cinematografico attraverso la realizzazione di un
prodotto audiovisivo, con lobiettivo di riflettere sulle
dinamiche della classe e di rielaborarle attraverso scelte
narrative ed estetiche capaci di unire lo sguardo sulla
realt con il tono della commedia.

Istituto Comprensivo di Scanzorosciate Scuola Secondaria di I grado F. Nullo Scanzorosciate (Bergamo)

Tutta colpa di uno scamosciato


Italia, 2013, DVD, 0932, col.

Regia: Luigi Corsetti. Soggetto, sceneggiatura,


riprese, musica, interpreti: alunni della classe II B, da
Cara Camilla, nessuno mi capisce di Steve Skidmore
e Steve Barlow. Montaggio: Multimagine. Interpreti:
alunni della classe II B, insegnanti della scuola, negozianti
di Scanzorosciate. Coordinamento: Santina Marinelli,
L. Corsetti. Produzione: Istituto Comprensivo di
Scanzorosciate - Scuola Secondaria di I grado F. Nullo.
Dopo aver acquistato un giubbotto in pelle, Chiara
subisce le pesanti ironie dei compagni, che la tormentano
finch non si convince di avere addosso la pelle di un
animale morto. Turbata, scambia il suo giubbotto con un
cappotto di lana.
Il film ha permesso una pi approfondita conoscenza
degli artifici della comunicazione audiovisiva,
stimolando la riflessione sullinfluenza che le modalit
adottate per mettere in scena la realt potranno avere
sulla percezione dello spettatore.

57

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

1.1

58

.3

Liceo Artistico e Musicale F. Casorati - Novara

Lalba
Italia, 2012, DVD, 0451, col.

Regia, sceneggiatura, animazione, fotografia,


riprese, montaggio: Graziano Cascone, Ilaria Marchetti.
Soggetto: G. Cascone, I. Marchetti, Silvia Rosa. Musica:
G. Cascone. Coordinamento: Serena Leale. Produzione:
Liceo Artistico e Musicale F. Casorati.
Un incontro tra la rappresentazione della poesia e il
valore insostituibile dei legami familiari, in cui la voce
dei genitori diventa uno strumento imprescindibile per
interpretare il mondo e per proteggersi da esso.
Fare immagini come opportunit attraverso cui elaborare
quellapproccio critico alla realt che rappresenta uno
dei valori pi preziosi per la formazione degli studenti.
Dal punto di vista della metodologia didattica va
sottolineato il ruolo strategico rivestito dalle tecnologie
digitali come agile strumento di partecipazione.

IISS Gorjux-Tridente - Bari

Alluminio per lItalia


Italia, 2013, DVD, 0101, col.

Concorso
scuole secondarie 
di II grado

Regia, montaggio: Sara Spadafina. Soggetto,


sceneggiatura, musica: studenti della classe III BG.
Riprese: Francesco Mitaritonna. Interpreti: Rossella
Vavallo, Francesco Genchi, Francesco Messinese, Federico
Piscitelli, Nicoletta Santoro, Leonardo Scardicchio.
Coordinamento: Raffaello Volpe. Produzione: IISS GorjuxTridente.
Un ragazzo apre una lattina per berne il contenuto. Dopo
averla finita, la getta con indifferenza, ma questa viene
raccolta da altri ragazzi per giocarci a pallone. La vita
di un oggetto dal suo primo utilizzo a una completa
reinvenzione artistica.
Il prodotto di unattivit didattica incentrata sulla
sensibilizzazione al tema dellinquinamento e del
riciclo in Italia, tra i primi Paesi al mondo nel recupero
dellalluminio.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

IIS E. Bona - Biella

Amarsi
Italia, 2013, DVD, 0803, col.

59

IPSIA di San Benedetto del Tronto San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno)

Arnold Mezini
Italia, 2013, DVD, 0300, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


musica, scenografia, interpreti: studenti della classe II
SSB. Montaggio: Luca Percivalle. Coordinamento: Ettore
Patriarca, Claudia Scilla, L. Percivalle. Produzione: IIS E.
Bona.
Alcuni stili di vita vincenti nellambito delleducazione
alla salute: modelli di comportamento che toccano gli
eventi pi delicati della quotidianit e la complessa
esperienza del crescere.
Sostenuto da un fondo di ricerca per la lotta contro
i tumori, il progetto ha sottolineato la centralit
allinterno del processo produttivo delle riflessioni sui
temi che sono stati trattati dagli studenti e che hanno
offerto loro nuove competenze comunicative nellambito
dei linguaggi audiovisivi.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese,


montaggio: Arnold Mezini, Dante Albanesi, studenti
della III F Produzioni Audiovisive. Interpreti: A. Mezini.
Coordinamento: D. Albanesi. Produzione: IPSIA di San
Benedetto del Tronto.
Il ritratto di uno studente albanese emigrato nelle
Marche, in cui la condizione sociale lascia volentieri
spazio alla dimensione poetica evocata dai versi di
Preferisco il rumore del mare di Dino Campana.
Un corto costruito al fine di mettere in pratica le
tecniche di realizzazione acquisite dagli studenti
con lobiettivo di costruire un breve documentario di
creazione in cui spicca il tentativo di catturare lessenza
dellindividuo piuttosto che disegnare il suo ritratto
sociologico.

Liceo Linguistico A. Manzoni - Milano

Amavo il suo sorriso ma ho


preferito il mio

Liceo Classico M. DAzeglio - Torino

Autogestiti (?)

Italia, 2013, DVD, 0414, col.

Italia, 2013, DVD, 0827, col.

Regia, montaggio: Chiara Brasca. Soggetto: Gaia


Meneghetti. Sceneggiatura: Viola Ianni. Riprese: Chiara
Dal Molin. Interpreti: C. Brasca, C. Dal Molin, V. Ianni, G.
Meneghetti, Ilaria Stefanino. Coordinamento: Pierluigi
Maruca. Produzione: Liceo Linguistico A. Manzoni.
Un gruppo di ragazze di diciassette anni si cimenta con
alcune storie di donne perseguitate e picchiate dagli
uomini.
Un processo formativo incentrato sulla possibilit di
scegliere le modalit narrative e i registri espressivi pi
utili per affrontare una tematica estremamente delicata,
ponendo al contempo una grande attenzione nella
realizzazione degli aspetti tecnici di creazione dellopera.

Regia: Enrico De Santis, Alessandro Salvatore.


Soggetto, sceneggiatura, interpreti: studenti del
laboratorio di cinematografia. Riprese, montaggio: A.
Salvatore. Coordinamento: E. De Santis. Produzione:
Liceo Classico M. DAzeglio / Progetto Bifronte.
Durante lautogestione dellaprile del 2013, gli studenti
del Liceo DAzeglio documentano le loro azioni e il
confronto tra le idee.
Un laboratorio che ha consentito di soddisfare la
curiosit degli studenti rispetto allattivit di video
making. Il concept del video, inoltre, ha permesso loro
di interrogarsi in modo spontaneo e approfondito sul
tema dellautogestione e sul suo significato, anche in
senso lato.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
60

Istituto L. Cobianchi - Liceo delle Scienze Umane Verbania Intra (Verbania)

Liceo Artistico P. Toschi - Parma

Broken

Italia, 2013, DVD, 1205, col.

Il cambio della guardia

Italia, 2013, DVD, 1915, col.

Regia, riprese: Francesco Zoppis. Soggetto: Sabrina


Lunardon. Sceneggiatura: S. Lunardon, F. Zoppis, Andrea
Dotto. Fotografia: Roberta Strola, Fabiola Tonta, Giulia
Polo. Musica: A. Dotto, F. Zoppis. Montaggio: A. Dotto,
Simone Marchica. Scenografia: F. Tonta. Interpreti:
S. Marchica, R. Strola, Giuseppe Mastropietro, Luca
Signorelli, Ildegarda Antonioli. Coordinamento: Laura Sau,
Giovanni Za. Produzione: Istituto L. Cobianchi - Liceo
delle Scienze Umane.
Il mito di Narciso viene calato nella realt quotidiana di
un adolescente. Il personaggio maschile e la sua fortuna
presso le rappresentanti del sesso femminile.
Un prodotto realizzato con lobiettivo di migliorare le
competenze tecnologiche degli studenti, imparando gli
step necessari alla progettazione e alla realizzazione
di un cortometraggio, non senza riuscire ad affinare la
conoscenza della lingua inglese, anche grazie al lavoro
con i partner europei.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


musica, montaggio, scenografia: studenti della classe
V B Discipline dello Spettacolo. Interpreti: Romina
De Dominicis, Michele Gilioli, Federico Mastromauro,
Federico Morgotti, Marianna Vezzoni, Aisha Serafini.
Coordinamento: Michele Putorti. Produzione: Liceo
Artistico P. Toschi.
Max, Luca e Alessandra: tre ragazzi e una grande
passione da coltivare. I giovani e il loro futuro al tempo
della crisi, tra scelte personali, sogni da realizzare,
rapporti con i genitori e spese da tagliare.
Un lavoro incentrato sullo studio e la riflessione
intorno alla percezione del futuro da parte delle giovani
generazioni, dove la produzione di un racconto per
immagini si trasforma in una preziosa opportunit per
analizzare le difficolt e le contraddizioni della nostra
societ.

Liceo L. Cagnazzi - Altamura (Bari)


IIS Bodoni-Paravia - Torino

Bulli
Italia, 2013, DVD, 1432, b/n

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, montaggio:


Alessandro Barba, Andrea Lucarelli, Alessandro Croce,
Giulia Imperiale. Animazione: A. Barba, A. Croce, G.
Imperiale. Musica: A. Lucarelli, A. Croce, G. Imperiale.
Coordinamento: A. Croce, Manuela Cigna, Piera Fratini.
Produzione: IIS Bodoni-Paravia.
A scuola un ragazzo come tutti gli altri manifesta
progressivamente un comportamento violento e trova un
alleato in un compagno di classe. La vera motivazione
quella di riuscire a far colpo su una ragazza di cui
si invaghito e che lo ricambia segretamente ma ne
disapprova il comportamento.
Il progetto nasce come tentativo di valorizzare le risorse
specifiche della classe rispetto alla presenza di due
allievi portatori di disabilit e per potenziare le risorse
creative di gruppo.

Catabasi
Italia, 2013, DVD, 2115, col.

Regia, soggetto: Antonio Mirizzi. Sceneggiatura:


A. Mirizzi, Mariachiara Fedele. Fotografia: Gaetana
Popolizio. Riprese: Massimo Carlucci, G. Popolizio.
Musica: Salvatore Cornacchia, Marco Lorusso, A. Mirizzi,
M. Carlucci. Montaggio, scenografia: M. Carlucci.
Interpreti: Giuseppe Mercadante, Vincenzo Barone,
Annalisa Martimucci, Nicola Farella, Mariangela Massaro,
Danilo Cortinisio, Domenico Petrone, Alessandro Denora.
Coordinamento: Francesco Palmisano. Produzione: Liceo
L. Cagnazzi.
In un mondo alternativo in cui la Seconda Guerra Mondiale
stata vinta dai fascismi e in Italia vigono sistemi
totalitari sul modello nazista, un gruppo di giovani
partigiani del XXI secolo sogna la rivoluzione, aspettando
loccasione per fuggire da una cittadella del Sud.
Un percorso didattico volto a permettere agli studenti di
esperire concretamente le procedure di realizzazione di
unopera cinematografica come strumento di espressione
e organizzazione della libert creativa.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

61

IIS A. Einstein - Torino

IPSSP A. Steiner - Torino

Che genere di domani

Come una gazzella

Italia, 2013, DVD, 1244, col.

Italia, 2013, DVD, 0557, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, interpreti:


studenti della classe V C. Montaggio: Silvia Casolari.
Coordinamento: Paola Bertola. Produzione: IIS A.
Einstein / Associazione Immagina.
Una storia che riflette sul tema delle pari opportunit e
delle differenze di genere traendo ispirazione dallopera di
Richard Matheson.
Un prodotto realizzato con lobiettivo di far cogliere
i fondamenti teorici e pratici del linguaggio delle
immagini, con unattenzione particolare al racconto
fantascientifico e alle metafore sociali che in esso
spesso si nascondono.

Regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio: Enrico


Zanello. Fotografia, riprese: Davide Perrino. Interpreti:
Samuele Deiana. Coordinamento: Adriana Toppazzini,
Vittoria Castagneto, Giulio Arcopinto, Davis Alfano.
Produzione: IPSSP A. Steiner.
Mattia un ragazzo che trascorre il suo ennesimo
pomeriggio chiuso in casa. Immerso nella noia e nella
depressione, vede un documentario in televisione dove
un ghepardo insegue una gazzella. La visione scatener
in lui parecchie riflessioni.
Un cortometraggio realizzato per la prova di Qualifica,
con gli studenti impegnati nelle varie attivit creative
e tecniche, dallelaborazione del soggetto alla fase del
montaggio.

Liceo Linguistico A. Manzoni - Milano

CLH
Italia, 2012, DVD, 0410, col.

Regia, sceneggiatura, montaggio: Silvia Mezzina.


Soggetto, riprese: Alice Formentini. Interpreti: Marco
Gregoli, Andrea Salerno, Alessio Azzali, S. Mezzina,
A. Formentini. Coordinamento: Pierluigi Maruca.
Produzione: Liceo Linguistico A. Manzoni.
Laffannosa rincorsa tra due ragazzi in cui il movimento
funziona come emozione pura. Il tentativo di costruire
delle immagini che funzionano principalmente per il loro
valore poetico e creativo.
La realizzazione di questo video rappresenta il punto
conclusivo di un ampio processo formativo che ha
permesso agli allievi di conoscere le varie fasi di
sceneggiatura, ripresa e montaggio e di utilizzarle
nellambito di unesperienza pratica.

ITIS A. Volta - Alessandria

Dark Side of the Bridge


Italia, 2013, DVD, 2200, col.

Regia, riprese, montaggio: Sergio Angelo Notti.


Soggetto: Antonietta Maiolino. Sceneggiatura:
Federico Mantelli. Fotografia: Angelo Vismara. Musica:
Massimo Aldrovandi. Scenografia: Riccardo Brilli, Alfredo
Tassistro. Interpreti: Franco Milanese, Paolo Gambaudo,
Federico Mantelli, Nicol Pavanetto, Valerio Canepa,
Franco Gabriele, Mauro Bisio, Antonietta Maiolino, Cinzia
Fiori, Adriana La Marra, Claudio Mantelli, A. Vismara.
Coordinamento: A. Maiolino, A. La Marra. Produzione: ITIS
A. Volta.
Un gruppo di ragazzi indaga sulla distruzione del Ponte
Cittadella di Alessandria: attraverso interviste e prove
inconfutabili scoprir un incredibile complotto e una
terribile verit. Unimportante riflessione sul potere di
manipolazione da parte dei media.
Un progetto volto a costruire labilit degli studenti nel
raccogliere, selezionare e utilizzare le informazioni e i
documenti per una ricerca, imparando inoltre le tecniche
per organizzare questi materiali in testi elaborati e
compiuti.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
62

En.A.I.P. Varese - Varese

IT L. da Vinci - Milazzo (Messina)

Dietro la maschera

Drogati, inscatolati e pronti


per il futuro

Italia, 2013, DVD, 0505, col.

Italia, 2012, DVD, 35, col.

Regia, riprese, montaggio: Michele Rocchi. Soggetto:


Matteo Albergoni. Sceneggiatura: M. Albergoni, Devis
Ferrara. Interpreti: M. Albergoni, Marzia Adelardi, Davis
Mussuto. Coordinamento: Michele Orlandi. Produzione:
En.A.I.P. Varese / Associazione Cortisonici / Comitato
Unicef Varese.
Un ragazzo vittima di bullismo cerca di capire perch i
compagni lo trattino in quella maniera. Una riflessione
intorno alla figura del bullo per cercare di scoprire che
cosa si cela dietro la sua maschera.
Un progetto nato dalla collaborazione tra il Festival
di cortometraggi Cortisonici e il Comitato Unicef di
Varese che ha permesso ai ragazzi di affrontare un
breve percorso sui diritti dellinfanzia e delladolescenza
contenuti nella Carta in cui vengono sanciti e regolati.

Liceo Artistico Marcianise - Caserta

Donare un atto damore


Italia, 2012, DVD, 0401, col.

Regia, fotografia, riprese, scenografia: Simone


Abbate. Soggetto, sceneggiatura, musica, montaggio:
Roberto Ocera. Interpreti: Veronica Saporita.
Coordinamento: Fiorella Teresa Turano, Antonino Caruso.
Produzione: IT L. da Vinci.
I ragazzi che fanno uso di droghe come pesci che prima o
poi finiranno nelle reti e quindi inscatolati. La discoteca
raccontata come luogo in cui perdere il controllo del s.
Lobiettivo didattico del progetto quello di far acquisire
agli studenti la consapevolezza che una comunicazione
efficace possa disincentivare i ragazzi a perseguire nelle
proprie dipendenze. Conoscere le immagini, la musica e gli
effetti speciali come risorsa attraverso cui elaborare una
visione del mondo basata su una forte autonomia.

Fondazione Marri-S. Umilt - Liceo Linguistico


e delle Scienze Sociali - Faenza (Ravenna)

Entriamo in gioco
Italia, 2013, DVD, 0819, col.

Regia: Pasquale Damiano. Soggetto: Oleksandra


Kozlova. Sceneggiatura, riprese, montaggio: O.
Kozlova, Mattia Stellato, Manuela Esposito, Angelo
Candile, Elena Gargiulo, Pasquale Tanzillo, P. Damiano.
Fotografia: P. Damiano, Antonella Tufano. Musica: M.
Esposito, P. Damiano. Scenografia: A. Tufano. Interpreti:
Brigida Capocasale, Antonio Braccio, Angela Braccio.
Coordinamento: P. Damiano, A. Tufano. Produzione: Liceo
Artistico Marcianise.
Una mamma alla disperata ricerca di un donatore di
sangue per la figlia malata. Un annuncio su Internet
pubblicato viene letto da un anonimo signore che decide
di fare la sua parte. Un giorno la bambina e luomo si
incontrano, ma senza riconoscersi.
Un prodotto realizzato al fine di sensibilizzare gli
studenti, i giovani e gli adulti sul tema delle donazioni e
sul suo significato sociale e culturale.

Regia: studenti e insegnanti delle classi V. Soggetto,


sceneggiatura: studenti delle classi V. Riprese,
montaggio: Samantha Casella. Interpreti: Mirko
Valtangoli, Antonio Vespoli, Chiara Argelli, Lorenzo
Sabbatani, Rob Andrei Vasile. Coordinamento: Maria
Raffaela Prencipe, Maria Cristina Fabbri, S. Casella.
Produzione: Fondazione Marri-S. Umilt - Liceo
Linguistico e delle Scienze Sociali.
Partendo da una serie di luoghi comuni, un percorso che
mostra attraverso la lente dellumorismo le differenze tra
gli abitanti di Paesi diversi, con la ricchezza delle varie
culture, delle lingue e delle tradizioni. Un omaggio al film
di Michelangelo Antonioni Blow Up.
Il prodotto di unattivit didattica volta a formare i
giovani sulle tematiche dellunit europea, avvicinando
il mondo della scuola ai processi di integrazione che si
possono realizzare anche attraverso la produzione di
immagini.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

Istituto L. Cobianchi - Liceo delle Scienze Umane Verbania Intra (Verbania)

IPSIA Bellini - Novara

The Everchanging Italian Family

Italia, 2013, DVD, 0700, col.

63

La forza fa lunione

Italia, 2013, DVD, 2340, col.

Regia, soggetto: Camilla Mafrica. Sceneggiatura: C.


Mafrica, Giovanni Za. Fotografia: Irene Piana. Riprese:
Valeria Gabrielli. Musica: Priscilla Costantini. Montaggio:
Alessandra Noja, Wojtek Borchon. Scenografia: Sarah
Jane Di Lecce. Interpreti: studenti della classe III B.
Coordinamento: Laura Sau, G. Za. Produzione: Istituto L.
Cobianchi - Liceo delle Scienze Umane.
Levoluzione delle tipologie di famiglia italiana,
dallAntica Roma al futuro. Uninchiesta sulle nostre
radici comuni, con unattenzione particolare alle
trasformazioni della lingua e alla specificit dei costumi.
Realizzato nellambito di un progetto didattico volto
ad affinare la conoscenze delle tecnologie utili a
produrre immagini. I ragazzi hanno anche sperimentato
la collaborazione di gruppo nellambito di attivit
extrascolastiche e si sono misurati nella comunicazione
in lingua inglese, resa necessaria dal lavoro con altri
studenti europei.

Regia, riprese, montaggio: Enrico Omodeo Sal.


Soggetto, interpreti: studenti della classe II MAT/A.
Sceneggiatura: studenti della classe II MAT/A, Nicoletta
Fornara. Coordinamento: N. Fornara. Produzione: IPSIA
Bellini / Associazione Turi Kumwe.
Una riflessione sul tema dellintegrazione e
dellintercultura incentrata sulle dinamiche di scambio
tra vari personaggi e sulla progressiva definizione del
carattere e della personalit di ciascuno di essi.
La produzione di un cortometraggio sul tema
dellintegrazione attraverso la partecipazione attiva
degli alunni allutilizzo di tecnologie audiovisive ha
rivelato la sua utilit nel valorizzare la socializzazione
come elemento centrale per la crescita psicologica delle
singole persone.

IIS F. Orioli - Viterbo

Il gioco un suicidio senza morte


Italia, 2012, DVD, 0121, col.

Liceo Artistico di Orvieto - Orvieto (Terni)

Finire per iniziare


Italia, 2013, DVD, 0120, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


montaggio: studenti della classe III A. Interpreti: Giulia
Gallo, Francesca Esposito, Thomas Verdecchia, Viola
Inghlieri. Coordinamento: Maria Teresa Nulli, Fabrizio
Boggi. Produzione: Liceo Artistico di Orvieto.
Una storia di violenza contro le donne consumata tra
le mura domestiche. Uno sguardo attento che coglie le
emozioni, i silenzi, ma anche le ragioni pi profonde di un
fenomeno sempre pi diffuso.
Il cortometraggio stato realizzato nellambito di una
serie di azioni volte ad acuire la sensibilit dei ragazzi nei
confronti di comportamenti spesso invisibili o comunque
non sempre osservati con la dovuta attenzione. La
creazione audiovisiva come strumento prezioso per
ampliare le conoscenze attraverso le rappresentazioni.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese: studenti


della classe V GA. Montaggio: Michele Pelliccia.
Interpreti: Luca Pallotti. Coordinamento: Silvia
Cesaretti. Produzione: IIS F. Orioli.
Uno spot sui temi della ludopatia e del gioco
dazzardo. Le macchinette come luogo simbolico
dellautodistruzione dellindividuo contemporaneo, tra
societ della crisi e scacco esistenziale.
Un lavoro svolto nellottica di sensibilizzare i ragazzi nei
confronti delle problematiche di carattere sociale di pi
urgente attualit, cercando tuttavia di allontanarsi dalla
dimensione della pura cronaca per assurgere a un grado
di comprensione delle cose incentrato sulla particolarit
dellindividuo.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Liceo Classico U. Foscolo - Albano Laziale (Roma)

Una giornata qualunque


Italia, 2013, DVD, 2230, col.

Regia, montaggio: Luca Piermarteri. Soggetto:


Sara Cossu. Sceneggiatura: Adriano Carrieri, Lorenzo
Antoniucci. Riprese: Alfonso Benedetti, Sara De
Domenico, Beatrice Musella. Interpreti: Angelo Cianfoni,
L. Antoniucci, Anna De Bellis, Alfonso Benedetti, Piero
Pascazi, Lorenzo Casarini, Mariacristina Faraglia, Marco
Guglielmo, Ester Percaccio, S. De Domenico, Chiara Di
Donato, Christian Negroni. Coordinamento: L. Piermarteri,
Elena Caporaso. Produzione: Liceo Classico U. Foscolo /
Associazione Gay Center.
Durante la quotidiana passeggiata al parco, lesistenza
ordinaria del signor Sempronio viene sconvolta dalla
visione di un bacio appassionato tra due ragazzi gay.
linizio di un cortocircuito esistenziale dove una realt
stereotipata e densa di pregiudizi subir un imprevedibile
capovolgimento.
Il laboratorio di regia si dedica alladattamento di un
racconto originale scritto da unallieva della scuola e
interpretato da un attore professionista. Un processo
creativo che ha portato gli studenti a misurarsi con i
registri del surreale e del grottesco.

64

Al centro dellesperienza formativa spicca lintenzione di


valorizzare le metodologie educative collegate alle varie
fasi del processo creativo di unopera cinematografica,
dalla scrittura al lavoro di post-produzione, mettendo in
rilievo il lavoro di gruppo.

Liceo Scientifico-Linguistico E. Medi - Leonforte (Enna)

Giudicare
Italia, 2013, DVD, 0600, col.

Regia, riprese: Giuseppe Guagliardo. Soggetto,


sceneggiatura, montaggio, interpreti: studenti del
Liceo. Musica: Shanj De Francesco. Coordinamento:
Michele Bertino, G. Guagliardo. Produzione: Liceo
Scientifico-Linguistico E. Medi.
La storia di un padre che aggredisce il medico giunto in
ritardo nei soccorsi del figlio che ha subito un incidente.
Un video che ha essenzialmente un obiettivo educativo
e che corona un progetto volto a insegnare che bisogna
esser molto prudenti nel giudicare il comportamento degli
altri. Il racconto audiovisivo come specchio attraverso cui
analizzare i propri punti di debolezza.

Liceo Artistico e Musicale F. Casorati - Novara

Heimat
IIS Saluzzo-Plana - IIS Nervi-Fermi - IIS L. da Vinci IC G. Galilei - Alessandria

Un giorno nella vita


Italia, 2013, DVD, 0553, col.

Regia, riprese, montaggio: Sergio Notti. Soggetto:


Martino Maranzana. Musica: Giorgio Penotti. Scenografia:
Beatrice Braghiroli, Giorgia Abbaneo, Deborah Baci, Clara
Davite, Paola Vitale, Simone Manca, Arianna Impinna,
Giacomo Modini, Benedetta Canegallo, Stephani Nunez,
Sara Ronchiato. Interpreti: Andrea Merlo, Micaela
Aldighieri, Alberto Poidomani, Luca Ferrari, Irene Scalisi.
Coordinamento: Giovanni Giavotto. Produzione: IIS
Saluzzo-Plana - IIS Nervi-Fermi - IIS L. da Vinci - IC G.
Galilei.
Marco si sveglia per lhappy hour ed esce di casa con una
bottiglia di birra in mano. Entra in un bar e inizia a bere
ininterrottamente, poi attraversa ubriaco le strade della
citt. Come si concluder la sua serata?

Italia, 2012, DVD, 0351, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, animazione,


fotografia, riprese, musica, montaggio, scenografia:
Paolo Acciardi, Luca Squeo, studenti della IV C
Sperimentale. Coordinamento: Serena Leale. Produzione:
Liceo Artistico e Musicale F. Casorati.
Tradotto in italiano, il termine tedesco heimat
comunemente significa casa o luogo di appartenenza.
Da qui lispirazione alla realizzazione di un plastico in
cui gli evidenti problemi sociali di alcuni membri della
comunit vengono tenuti nascosti sotto la coltre di una
quotidianit apparentemente tranquilla.Un lavoro che ha
consentito agli studenti di attivare un approccio critico
nei confronti della realt e di collaborare con artisti e
intellettuali, misurandosi con la loro visione del mondo e
con il loro saper fare.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

65

ITCS R. Luxemburg - Bologna

IIS B. Pascal - Giaveno (Torino)

Ho paura, non ho paura Tre spot


contro lillegalit

Hope
Italia, 2013, DVD, 1050, col.

Italia, 2013, DVD, 0203, col.

Regia, riprese, musica, montaggio: Michela


Donini, Roberto Paganelli. Soggetto, sceneggiatura,
animazione, scenografia: studenti della classe II D, M.
Donini, R. Paganelli. Coordinamento: Serenella Bordoni,
R. Paganelli. Produzione: ITCS R. Luxemburg / Regione
Emilia-Romagna / Associazione Gli Anni in Tasca /
Associazione Oltre / Associazione OTTOmani.
Le tecniche dellanimazione per affrontare le regole della
convivenza civile. I segreti della pixillation e del passo
uno per imparare a comunicare efficacemente con uno
stile che proviene dal linguaggio pubblicitario.
Il laboratorio di cinema di animazione ha come scopo
di stimolare gli studenti coinvolti ad affrontare in
modo attivo la tematica della legalit e delle regole
di convivenza sviluppando un progetto collettivo di
costruzione di un prodotto.

ITTS A. Volta - Guidonia Montecelio (Roma)

Ho una concezione positiva


di un futuro nero

Regia: Serena Finis, Mattia Scirpoli, Francesca


Allemano, Marco Sampugnaro. Soggetto: F. Allemano,
Silvia Ferraro. Sceneggiatura, montaggio: Roberto
Loiacono. Fotografia: Lisa Bergonzi, Aurora La Greca.
Riprese: Aiman Moustahy, Enea Guarnieri, Matteo
Ferrante. Musica: Matteo Zicari, Matteo Cardo.
Scenografia: Roberta Gioana, Giuseppe Picaro,
Alessandro Givone, Valentina Caddeo, Beatrice Masia,
Alessia De Ruvo, S. Ferraro. Interpreti: Cecilia Ruffino.
Coordinamento: Simona Galluccio, Davide Gabriele
Bergia, R. Loiacono. Produzione: IIS B. Pascal / F.D.T.
studio.
Lo spaccato di vita nella classe di una scuola italiana,
in cui una ragazza racconta le proprie complesse
vicissitudini e le sue esperienze passate. Lidentit di
una giovane immigrata diventa un punto di interesse per
tutti.
Un progetto mirato a mettere gli studenti al centro
della pratica creativa nellambito dellaudiovisivo,
facendo loro sperimentare le fasi e i vari aspetti della
progettazione, della produzione e della post-produzione.

Italia, 2012, DVD, 0336, col.

IIS G. Peano - Torino

Regia: Bogdan Vieru, Raffaella Vigliotti. Soggetto,


sceneggiatura: Francesco Trentini. Riprese, montaggio:
B. Vieru. Musica: Giovanni Bartolucci. Interpreti:
Giovanni Bartolucci, Anton Tsutsey, Cristian Cozlan.
Coordinamento: R. Vigliotti. Produzione: ITTS A. Volta.
Una riflessione sul futuro prossimo osservato dal punto
di vista dei pi giovani, in cui il linguaggio dellhip-hop
diventa lo strumento decisivo per avvolgere il tema in
unatmosfera che risulta agile e profonda allo stesso
tempo.
Un video realizzato allinterno di un percorso formativo
rivolto agli studenti in cui riveste un ruolo centrale la
capacit del singolo individuo di confrontarsi con i propri
sogni e le aspettative pi intime e segrete.

Io, Clone
Italia, 2013, DVD, 1550, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, interpreti:


studenti della classe II E, dal racconto omonimo di Clifford
Simak. Montaggio: Silvia Casolari. Coordinamento: Paola
Nicola. Produzione: IIS G. Peano / Associazione Immagina.
Una storia incentrata sul tema del doppio e della ricerca
dellidentit, ispirato al racconto fantascientifico di
Clifford Simak intitolato Io, clone.
Un progetto realizzato per fare apprendere i fondamenti
teorici e pratici del linguaggio audiovisivo, attraverso la
realizzazione di un cortometraggio, lapprofondimento del
genere fantascienza e la riflessione su questioni sociali
di fondamentale importanza.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
66

Liceo Artistico P. Toschi - Parma

IIS E. Ferrari - IPSAA F. Leonti - Milazzo (Messina)

Joy e Ryan

Love Letters

Italia, 2013, DVD, 0826, col.

Italia, 2012, DVD, 2448, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio: Giorgia Faroldi, Chiara Gandolfi, Alice Spagni,
Rebecca Staffolani. Interpreti: Licia Cristofaro, Cristian
Talignani, Leonardo Lasagni, Alice Bassi, Matteo Boschelli,
Federica Frangella. Coordinamento: Mario Ponzi.
Produzione: Liceo Artistico P. Toschi.
Lamicizia tra due ragazzi segnata dalla scomparsa
del fratello di lei. Laffetto riesce a smuovere il dolore
riaccendendo linteresse per una passione profonda.
Un progetto volto a costruire le conoscenze di base della
narrazione cinematografica e in particolare delle regole
di ripresa e di montaggio che consentono di gestire la
presenza in scena dei personaggi e lespressione delle loro
emozioni.

Regia, soggetto, montaggio: Francesco Gulletta.


Sceneggiatura, riprese: F. Gulletta, studenti del
progetto IDIACO. Interpreti: studenti del progetto IDIACO.
Coordinamento: Lia Marullo, F. Gulletta. Produzione: IIS
E. Ferrari - IPSAA F. Leonti.
Qual il ruolo della scuola nella conquista di una vita
vissuta in piena legalit? E soprattutto, vivere in modo
onesto comporta dei vantaggi? Il futuro visto dai ragazzi
di una scuola di confine.
Il progetto, nato con lintento di promuovere riflessioni
intorno al concetto di legalit, ha permesso ai ragazzi
di affrancarsi dalla posizione di soggetto passivo
di informazione, passando a quella di autore/attore
consapevole.

ITT Panella-Vallauri - Reggio Calabria

La leggenda di Robin Water


Italia, 2013, DVD, 1200, col.

IPSSP A. Steiner - Torino

La maschera
Italia, 2013, DVD, 0308, col.

Regia, sceneggiatura, riprese: Maurizio Marzolla.


Soggetto: Maria Tarzia. Fotografia: Guillermo Laurin.
Montaggio: M. Tarzia, M. Marzolla. Interpreti: studenti
delle classi I AG, II AT, III AT e V AT. Coordinamento: M.
Marzolla, Francesco Di Bartolo, M. Tarzia. Produzione: ITT
Panella-Vallauri.
Una rilettura della leggenda di Robin Hood per affrontare
e analizzare una tematica importante come quella
dellacqua, bene primario da tutelare e da garantire
a tutti. La chiave della parodia storica come scelta
narrativa.
Il progetto stato principalmente finalizzato al
coinvolgimento degli alunni, in qualit di protagonisti,
in unattivit didattica e formativa incentrata
sulleducazione al rispetto del bene comune.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio: Giulia Palermo. Interpreti: Simone De
Grandis. Coordinamento: Adriana Toppazzini, Vittoria
Castagneto, Giulio Arcopinto, Davis Alfano. Produzione:
IPSSP A. Steiner.
Il problema dellindossare le maschere che possono
essere strappate via in ogni momento. Il corpo e i suoi
tatuaggi come strumento di comunicazione, ma anche
come codice attraverso cui nascondere le cose.
Un prodotto realizzato nellambito delle prove di
Qualifica, per il quale gli studenti hanno ideato il
soggetto, elaborato la sceneggiatura e realizzato
riprese e montaggio, mettendo in campo le competenze
acquisite nel triennio di studi.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

67

ITIS A. Avogadro - Torino

ISIS Politecnico del Mare Duca degli Abruzzi - Catania

Il mio futuro sicuro. Parte da qui

Moby Dick

Italia, 2013, DVD, 0306, col.

Italia, 2013, DVD, 0431, col.

Regia: Alessandro Rota. Soggetto, sceneggiatura,


scenografia: studenti delle classi AvoVideo. Fotografia:
Gerardo Fornaro. Riprese, montaggio: A. Rota, studenti
delle classi AvoVideo. Musica: Don Capuano. Interpreti:
Stefano Pregnolato, Dylan Odini, Chiara Magosso.
Coordinamento: Antonio Mandarano. Produzione: ITIS A.
Avogadro / INAIL Piemonte.

Regia, soggetto: Cristina Cal, Giovanna DUrso.


Sceneggiatura, coordinamento: C. Cal, G. DUrso,
Carmela Rapisarda. Fotografia: Marco Di Giovanni.
Riprese, montaggio: Domenico Fabiano. Musica: C.
Cal. Scenografia: Silvana Zapparoli. Interpreti: Letizia
Denaro, M. Di Giovanni, Federico Russo, Giada Nicotra,
Roberta Puglisi, Max Luca Trombetta, Giuseppe Nicolosi,
Salvatore Bonfiglio, Alessio Scafile, Francesco Marchese,
Loriana Vitanza. Produzione: ISIS Politecnico del Mare
Duca degli Abruzzi.
Il celebre romanzo di Herman Melville riletto attraverso
una canzone di Vinicio Capossela: unopportunit
per interpretare in modo critico i temi pi importanti
dellopera, come il viaggio e il mare, la balena e la nave
con tutto il suo equipaggio.
Obiettivo principale del lavoro stato quello di
potenziare la capacit degli studenti di svolgere il
lavoro di analisi e di interpretazione dei testi letterari,
utilizzando le immagini in una prospettiva artistica e
creativa.

Tre brevi spot che analizzano i diversi significati della


parola sicurezza: tre giovanissimi si interrogano su ci
che vorrebbero fare da grandi. Unaula, la palestra e il
cortile della scuola sono le location in cui i protagonisti
si misurano con i loro pensieri.
Un progetto incentrato sulla necessit di favorire
la formazione di una cultura della sicurezza,
sensibilizzando sui vari rischi che si possono correre a
scuola, a casa e negli ambienti di lavoro. Significativa la
scelta di partire dalle visioni dei ragazzi intorno al loro
futuro per arrivare ad affrontare il tema principale.

IIS Boselli, To2 - Torino

Missione nel passato


Italia, 2013, DVD, 1158, col.

IPSSP A. Steiner - Torino

Un mondo parallelo
Italia, 2013, DVD, 0506, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, interpreti:


studenti della classe I T, dal racconto Ucciso dagli
antenati di Mack Reynolds. Montaggio: Silvia Casolari.
Coordinamento: Ornella Bertini. Produzione: IIS Boselli,
To2 / Associazione Immagina.
Una storia che affronta il tema del viaggio nel tempo
e delle differenze razziali traendo ispirazione da un
racconto di fantascienza di Mack Reynolds intitolato
Ucciso dagli antenati.
Un lavoro che risulta essere il prodotto finale di
unattivit didattica incentrata sulle caratteristiche del
linguaggio filmico e delle prospettive pratiche attraverso
cui applicare modelli stilistici e narrativi alladattamento
di un testo letterario.

Regia, soggetto, sceneggiatura: Luca Fagiolini.


Riprese, musica, montaggio: L. Fagiolini, Samuele
Deiana. Interpreti: L. Fagiolini. Coordinamento: Adriana
Toppazzini, Vittoria Castagneto, Giulio Arcopinto, Davis
Alfano. Produzione: IPSSP A. Steiner.
Luomo sempre stato affascinato dal mistero. Il pi
grande? Riuscire a distinguere la realt dalla fantasia,
che nessuno esclude possa essere pi reale della realt
stessa.
Un cortometraggio realizzato come prova di Qualifica
e per il quale gli studenti hanno ideato il soggetto,
elaborato la sceneggiatura e realizzato riprese e
montaggio, mettendo in campo le competenze acquisite
nel triennio di studi.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
68

ITIS A. Bernocchi - Legnano (Milano)

IIS V. Capirola - Leno (Brescia)

Murales

Lombelico del mondo

Italia, 2013, DVD, 1100, col.

Italia, 2013, DVD, 0530, col.

Regia, sceneggiatura: Luca De Venuto. Soggetto: Joel


Nici. Riprese: Riccardo Tenconi. Musica: Raffaele Amato.
Montaggio: Alessandro Giavoni. Interpreti: Diego Morelli,
Paola Gatti, Alessandro Chiarot. Coordinamento: Luigi
Marcon, Carlo Barbui. Produzione: ITIS A. Bernocchi.
Un operaio viene licenziato e inizia cos la sua ricerca
di un nuovo lavoro e di un riscatto. Quando le speranze
sembrano essere terminate arriva uninaspettata
illuminazione.
Un video realizzato da un gruppo interclasse impegnato
nel corso Fare cinema a scuola, dove le competenze
tecniche basate sullutilizzo degli strumenti si sono fuse
con le strategie di racconto che permettono di gestire
limmagine audiovisiva.

Regia, riprese, montaggio, coordinamento:


Alessandro Bonini. Soggetto, sceneggiatura, musica:
studenti del laboratorio di video-danza. Fotografia:
Levani Guralia, Parvesh Singh, Alessandro Bonini.
Scenografia: G. Battagliola. Interpreti: Babacar Faye,
P. Singh, Arianna Prisciandaro, Amina Aschlaf, Giorgia
Battagliola, Daniela Mita, Maura Montani, Antonio Piscopo,
L. Guralia, Carla Coletti. Produzione: IIS V. Capirola.
Uninsegnante molto rigida e un po razzista viene
travolta dagli studenti della sua classe in un ballo
sfrenato sulle note di due brani di Jovanotti che le
faranno cambiare idea.
Il laboratorio allinterno del quale il video stato
realizzato ha rappresentato loccasione per sensibilizzare
i ragazzi su una tematica di grande importanza quale
lintegrazione culturale. Il linguaggio del cinema si
mescola a quello della danza e di altre discipline, in un
complesso intreccio di codici espressivi.

ISIS Carducci-Vota-Pacinotti - Piombino (Livorno)

Oltre lapparenza
Italia, 2013, DVD, 0950, col.

IISS Gorjux-Tridente - Bari

Regia, fotografia, riprese, montaggio, scenografia:


Michele Collavitti. Soggetto, sceneggiatura: studenti
del gruppo Peer Education. Musica: La Misre de la
philisophie. Interpreti: Sara Bicellari, Sadibou Cheikh
Mbow, Giuseppe Orando, Irene Gronchi, Nicola Todde.
Coordinamento: Lorella Niccolini, Odetta Barani, M.
Collavitti, Ilicia Di Ienno, Stefano Carboni. Produzione:
ISIS Carducci-Vota-Pacinotti.
Lintegrazione dei giovani migranti e i pregiudizi relativi
alla loro condizione in un panorama sociale dove ha luogo
la crescita esponenziale dei ragazzi che rappresentano le
cosiddette seconde generazioni di immigrati.
Lo scopo generale del progetto quello di promuovere
percorsi di educazione alla partecipazione, di inclusione
sociale e cittadinanza attiva rivolti ai giovani immigrati
di seconda generazione e ai loro coetanei italiani.

Loperaio e la ballerina
Italia, 2013, DVD, 0210, col.

Regia: Francesco Mitaritonna. Soggetto,


sceneggiatura: studenti della classe V AG. Riprese:
Alessandro Perrini. Musica: Federico Piscitelli.
Montaggio: Michele Laporta. Interpreti: F. Mitaritonna,
Maria Anna Susco. Coordinamento: Raffaello Volpe,
Umberto Biancamano, Alessandra Isgr. Produzione: IISS
Gorjux-Tridente.
In una narrazione parallela una ballerina disegna col
gesso la sagoma di alcuni oggetti mentre un operaio
si appresta al suo lavoro quotidiano. Quando i due
racconti si fondono in uno soltanto, sar la danzatrice a
proteggere luomo dallincombente pericolo di morte.
Un progetto volto a sensibilizzare studenti e spettatori
sulla delicatissima questione sociale delle morti sul
lavoro, in cui lespressione artistica diventa lo strumento
privilegiato per superare le semplificazioni e i luoghi
comuni.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

69

Liceo Linguistico A. Manzoni - Milano

Liceo Artistico R. Cottini - Torino

Operazione doma il bullo

Un pacco inaspettato

Italia, 2012, DVD, 0338, col.

Italia, 2013, DVD, 0850, b/n

Regia, sceneggiatura, montaggio: Lorenzo Ceccaroni.


Soggetto, riprese: Bruno Col. Interpreti: Domenico
Barbato, L. Ceccaroni, B. Col, Aldric Tchetchoua.
Coordinamento: Pierluigi Maruca. Produzione: Liceo
Linguistico A. Manzoni.
Gli studenti affrontano in classe la tematica del
bullismo, molto sentita dai giovani, declinandola in una
chiave esplicitamente ironica e volutamente avvincente.
Obiettivo principale di questa operazione la capacit
da parte degli studenti di cimentarsi con la costruzione
di un promo cinematografico, lavorando sulla costruzione
delle attese da parte dello spettatore e sui meccanismi
narrativi che consentono di costruire determinate
aspettative nei confronti del racconto.

Regia: Linda Borello. Soggetto, fotografia, scenografia,


interpreti: studenti della classe III M. Sceneggiatura,
riprese: Kevin Catania. Musica: Davide Berthod, Marco
Orlando, Alessia Di Franco. Montaggio: Eleonora Trioli,
Martina De Cesare, Alberto Cagnotto. Coordinamento:
Gian Carlo Povero, Sergio Fergnachino. Produzione: Liceo
Artistico R. Cottini / Ce.Se.Di. / Zenit Arti Audiovisive.
Larrivo del computer nella sezione Audiovisivi e
Multimedia viene attesa con ansia. Trascorrono i giorni
e finalmente ecco il pacco inaspettato. Il PC in una
scatola di montaggio con istruzioni incomprensibili e
riserver una straordinaria sorpresa.
Un progetto realizzato da Zenit Arti Audiovisive attraverso
la collaborazione con il Ce.Se.Di. della Provincia di Torino.
Unoccasione per misurarsi con le caratteristiche del
genere comico e in particolare con la comicit surreale di
Buster Keaton.

ITCG G. Galilei - Avigliana (Torino)

Il pacco
Italia, 2013, DVD, 0309, col.

IIS Saluzzo-Plana - Alessandria

Regia, montaggio: Daniele Croce. Soggetto, musica:


Giorgio Jannon. Sceneggiatura: G. Jannon, D. Croce.
Riprese: D. Croce, Sebastian Correa. Interpreti: studenti
del laboratorio di cinematografia. Coordinamento: G.
Jannon. Produzione: ITCG G. Galilei.
La scuola compie cinquantanni di vita ed come se
fosse appena nata. come se ogni anno si ritornasse
bambini per scoprire nuovi mondi sempre con la
medesima meraviglia. Il pacco come simbolo di questo
entusiasmo da rinnovare puntualmente.
Il corto stato realizzato dopo aver posto lobiettivo di
costruire un nuovo gruppo di cinema dopo una pausa
durata tre anni. Tra le competenze trasversali acquisite
da inserire la possibilit di osservare la scuola da una
prospettiva diversa e di partecipare alla scrittura della
propria storia.

La partita a scacchi
Italia, 2013, DVD, 0733, col.

Regia, riprese, montaggio: Sergio Notti. Soggetto:


Marika Ameglio, Ilena Santaniello. Musica: Giorgio
Penotti. Scenografia: Irene Scalisi, Simone Manca, Gilles
Mortara, Beatrice Braghiroli, Clara Davite, Luca Ferrari,
Ilena Santaniello, Veronica Sorce, Sara Bertolino, Martina
Dossena, Giorgia Abbaneo, Deborah Baci, Samantha Solimani.
Interpreti: M. Ameglio, Davide Panizza, Andrea Merlo,
Arianna Impinna, Giacomo Modini. Coordinamento: Giovanni
Giavotto. Produzione: accordo di rete tra IIS Saluzzo-Plana IIS Nervi-Fermi - IIS L. da Vinci - IC G. Galilei / OffiCINEMA.
Emma una giovane volontaria che gioca a scacchi con
Cico, un anziano ospite della casa di riposo. Durante la
partita nei suoi pensieri scorrono alcuni momenti della sua
adolescenza, come il tempo sprecato nella frequentazione
di amicizie dissolute.
Un progetto orientato a costruire sensibilit nei confronti
del linguaggio delle immagini, offrendo conoscenze sugli
approcci della critica e della lettura dei film, promuovendo
la cultura cinematografica.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
70

Liceo Scientifico A. Volta - Torino

IPSSP A. Steiner - Torino

Per non dimenticare

La ragazza dello specchio

Italia, 2012, DVD, 0750, col.

Italia, 2013, DVD, 1440, col.

Regia: Giulio Bardi, Elisa Demartini, Eleonora Guidi,


Andrea Pieragostini, Chiara Raganato, Tommaso Sgrizzi,
Chiara Trimboli. Soggetto, sceneggiatura, musica:
studenti della classe II D. Riprese: C. Raganato, C.
Trimboli. Montaggio: G. Bardi, T. Sgrizzi. Interpreti:
studenti della classe II D. Coordinamento: Rossella
Bernascone, Anna Laura DellAglio. Produzione: Liceo
Scientifico A. Volta / Tele EMA productions.
Un gruppo di ragazzi si trova improvvisamente
trasportato nel passato, nellItalia del fascismo. il 18
dicembre 1922 e poco per volta si scoprono i fatti da cui
prende il nome la piazza che sta accanto alla loro scuola.
Un prodotto costruito dagli studenti in seguito
alladozione da parte della scuola della lapide ai martiri
caduti del dicembre del 22. Gli allievi hanno deciso di
creare una vicenda che raccontasse i fatti in maniera
emozionante e cercando di mantenere viva la fedelt
storica.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, montaggio:


Gabriele Barcotto. Interpreti: G. Barcotto, Greta Marmo.
Coordinamento: Adriana Toppazzini, Vittoria Castagneto,
Giulio Arcopinto, Davis Alfano. Produzione: IPSSP A.
Steiner.
Chi ha deciso che gli individui debbano essere tutti
uguali? Perch la societ ci impone modelli che non
corrispondono al nostro essere pi autentico? La storia di
unadolescente alle prese con la proiezione immaginaria e
femminile di s.
Realizzato per la prova di Qualifica prevista al terzo anno
di studi, il prodotto dellincontro tra le abilit tecniche
elaborate in ambito formativo e la libera creativit degli
studenti.

Liceo Artistico di Orvieto - Orvieto (Terni)

Reagisci
Italia, 2013, DVD, 0159, col.

ITTS A. Volta - Guidonia Montecelio (Roma)

Promesse
Italia, 2012, DVD, 47, col.

Regia, interpreti: studenti del laboratorio audiovisivo. Soggetto, sceneggiatura: Francesco Trentini.
Riprese, montaggio: Bogdan Vieru. Coordinamento:
Raffaella Vigliotti. Produzione: ITTS A. Volta.
Uno spot di denuncia sulla violenza nei confronti delle
donne, realizzato secondo la regola per cui la brevit
del formato deve essere direttamente proporzionale
allintensit dellassunto.
La realizzazione di un video di ispirazione civile come
strumento che offre ottime potenzialit per invitare
lo spettatore ad andare oltre le semplificazioni e i
luoghi comuni. Per ottenere ci bisogna imparare
che ogni immagine deve contenere in s un elemento
necessario rispetto alleconomia della narrazione e della
comunicazione.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, montaggio:


studenti della classe III A. Interpreti: Livia Aiello, Fabio
Caccioppo. Coordinamento: Fabrizio Boggi, Maria Teresa
Nulli. Produzione: Liceo Artistico di Orvieto.
Le tematiche dello stalking legate alleducazione di
genere dei ragazzi e ai rapporti allinterno dei gruppi
sociali.
Un progetto realizzato a partire dallesigenza di
sensibilizzare gli studenti intorno alle tematiche
delleducazione di genere, non senza uno sguardo
consapevole nei confronti delle narrazioni per immagini
come strumento insostituibile per confrontarsi con le
rappresentazioni dei fenomeni sociali.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

71

IISS Gorjux-Tridente - Bari

Liceo Linguistico A. Manzoni - Milano

La rici-bicicletta magica

Ricordare Norma Cossetto

Italia, 2013, DVD, 0100, col.

Italia, 2013, DVD, 0448, col.

Regia, musica, montaggio: Federico Piscitelli.


Soggetto, sceneggiatura: Rosella Paglionico. Riprese:
Francesco Mitaritonna. Interpreti: Nicola Licciardi,
Nicoletta Santoro. Coordinamento: Raffaello Volpe,
Isabella Pentassuglia, Umberto Biancamano, Alessandra
Isgr. Produzione: IISS Gorjux-Tridente.
Un ragazzo cammina furtivamente tenendo in mano
una busta nera dellimmondizia di cui non si riesce a
distinguere il contenuto. Il centro della scena passa poi
a una ragazza che ricopre con un lenzuolo un cumulo di
immondizia, ma improvvisamente dallo stesso cumulo
fuoriesce una bicicletta sfavillante e nuova di zecca.
Un progetto di sensibilizzazione alle tematiche
dellinquinamento da rifiuti e alla possibilit di
riutilizzare gli oggetti di alluminio. Lo spot pubblicitario
come strumento di educazione del cittadino.

Regia, montaggio: Francesca Lanza. Soggetto: Alessia


Boccanfuso. Sceneggiatura: Laura Maialetti. Riprese:
Giulia Piccinelli. Interpreti: A. Boccanfuso, F. Lanza, L.
Maialetti, G. Piccinelli. Coordinamento: Pierluigi Maruca.
Produzione: Liceo Linguistico A. Manzoni.
La storia di Norma Cossetto, una ragazza istriana
catturata, torturata e uccisa dalle truppe di Tito alla
fine della Seconda Guerra Mondiale. La drammatica
esperienza delle foibe raccontata nella prospettiva di
una giovane partigiana italiana.
Il tema storico come materiale di riferimento per
unesperienza di realizzazione di un cortometraggio a
tema libero, in cui gli studenti hanno dovuto confrontarsi
con la responsabilit insita nella costruzione di un
discorso sulla Storia del proprio Paese.

FORMart - Parma
Liceo Polivalente Don Q. Punzi - Cisternino (Brindisi)

Riciclare seminare speranza

Riesci a truccare la morte?


Italia, 2013, DVD, 0826, col.

Italia, 2013, DVD, 0137, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura: Martino


Buongiorno. Riprese: Franco Paolucci. Montaggio: Erika
Zigrino. Interpreti: M. Buongiorno, Pietro Fragnelli.
Coordinamento: F. Paolucci. Produzione: Liceo
Polivalente Don Q. Punzi.
Un breve trattato sullalluminio, a partire dalla sua prima
invenzione. Un viaggio attraverso le modalit della sua
produzione, della sua diffusione e del suo consumo.
Lesperienza essenziale del riciclo creativo e il simbolo
della possibilit di inventare un nuovo stile di vita.
Un progetto volto allorientamento degli studenti verso
la consapevolezza del riuso come metodo fondamentale
per il risparmio energetico, nella prospettiva di
una consapevolezza crescente delle responsabilit
dellindividuo verso lambiente e i suoi abitanti.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, interpreti:


studenti della classe III A Operatori alle cure estetiche.
Montaggio: Michele Gennari. Coordinamento: M. Gennari,
Valeria Ottolenghi, Francesca Olivieri, Paola Iamunno.
Produzione: FORMart.
Una scuola, un obitorio, alcune morti misteriose? Chi
minaccia la vita delle aspiranti truccatrici? Una storia
horror ambientata ai nostri giorni, in cui una grande
inquietudine investe la realt quotidiana.
Un cortometraggio di genere realizzato con lobiettivo di
costruire una dimensione irreale in cui far confluire e dare
sfogo alle paure degli studenti. Girato nelle aule della
scuola dove le ragazze trascorrono il tempo scolastico
imparando il trucco e lacconciatura.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
72

ITT e Liceo Scientifico e Tecnologico N. Copernico Barcellona Pozzo di Gotto (Messina)

CFP Padre Monti - Saronno (Varese)

Sahid

Italia, 2013, DVD, 0103, col.

Una scuola da paura

Italia, 2012, DVD, 1353, col.

Regia, coordinamento: Francesco Gulletta. Soggetto,


sceneggiatura: studenti del progetto IDIACO. Riprese,
montaggio: F. Gulletta, studenti del progetto IDIACO.
Interpreti: Gerry Carbone, Stefano Crisafulli, Sara De
Pasquale, Federico Lucchesi, Dalila Mirabile. Produzione:
ITT e Liceo Scientifico e Tecnologico N. Copernico.
Larrivo di un nuovo compagno straniero sconvolge gli
equilibri di una classe affiatata, mettendo in gioco tutta
una serie di conflitti e contraddizioni, che tuttavia
hanno il pregio di smontare le certezze apparentemente
pi indistruttibili.
Il linguaggio filmico e le sue regole posto come termine di
confronto con quello letterario, al fine di implementare la
abilit critico-analitiche degli studenti.

Regia, montaggio, scenografia, coordinamento:


Andrea Castiglioni, Chiara Crespi. Soggetto,
sceneggiatura: C. Crespi. Fotografia, riprese:
A. Castiglioni. Interpreti: Andrea Lepori, Samuele Pirotta,
Christian Spinelli. Produzione: CFP Padre Monti.
Tre ragazzi in un edificio scolastico vuoto, tre pericolosi
killer e alcune macchine che prendono incredibilmente
vita. Una storia di paura che viene presentata con la
funzione di trailer.
Il video il prodotto conclusivo di un lavoro di studio
e di elaborazione dei temi e dei meccanismi narrativi
che stanno alla base dei racconti horror, con un curioso
principio di realizzazione basato sul fatto che gli
studenti non conoscevano lintreccio che insegnanti e
coordinatori chiedevano loro di mettere in scena.

IIS C.I. Giulio - Torino

IIS Fermi-Galilei - Ciri (Torino)

Le scimmie sulla schiena

La seconda vita di Dracula

Italia, 2013, DVD, 1502, col.

Italia, 2013, DVD, 0900, b/n

Regia, sceneggiatura, riprese, montaggio: Federico


La Rosa. Soggetto, interpreti: studenti del laboratorio
di espressione audiovisiva. Coordinamento: Consiglia
Berardi. Produzione: IIS C.I. Giulio.
Storie di dipendenza e dipendenze. Cinque compagni
di classe, grazie a un minidocumentario realizzato a
scuola, si raccontano davanti alla videocamera di un
giovanissimo videomaker. I rispettivi disagi, legati a
varie tipologie di dipendenza, iniziano ad affiorare, quindi
vengono affrontati e si cerca di risolverli.
Un prodotto realizzato cercando di favorire la
collaborazione tra allievi di et, provenienza e cultura
differenti, rafforzando la capacit di osservazione,
analisi e rielaborazione critica della realt.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


montaggio, scenografia, interpreti: studenti della
classe I A AFM. Coordinamento: Anna Gasco. Produzione:
IIS Fermi-Galilei / Museo del Cinema di Torino.
Il remake in formato breve del celebre capolavoro di
Friederich Wilhelm Murnau Nosferatu, testo sacro
dellespressionismo cinematografico. Girato allinterno
di una villa liberty messa a disposizione dal Comune di
Balangero, una ricerca dei segreti dei grandi successi
artistici della storia del cinema.
Unesperienza che ha consentito agli studenti di vivere
il grande lavoro di squadra che sta alla base della
produzione di un film, la divisione tra i ruoli, il senso di
responsabilit dei singoli.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

73

ISS Cellini-Tornabuoni - Firenze

IIS C. Colombo - Sanremo (Imperia)

Sei spot sul cyberbullismo

Senza ritorno

Italia, 2013, DVD, 0700, col.

Italia, 2013, DVD, 2118, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, montaggio:


studenti della classe IV G Grafici. Interpreti: Giada Corsi,
David Pereyra, Ginevra Manetti, Jessica Brunelli, Gabriele
Forni, Ivan Poppi, Sara Grandoni, Lia Pascolini, Alice
Pinzauti. Coordinamento: Valeria E. Russo. Produzione:
ISS Cellini-Tornabuoni.
Il tema della discriminazione e della violenza osservato
in differenti contesti della vita sociale: le grandi
problematiche dei diritti umani osservate dagli occhi dei
ragazzi e a partire da un approccio fresco e spontaneo,
ma senza perdere la necessaria lucidit sulle cose da
comunicare.
Realizzato nellambito di un progetto legato alla
conoscenza del cinema e delle sue tecniche e alla
realizzazione di un prodotto di narrazione fatto con gli
strumenti digitali.

Regia, fotografia, montaggio, coordinamento:


Marco Di Gerlando. Soggetto, sceneggiatura: studenti
della scuola. Riprese: M. Di Gerlando, Manuel Pidutti.
Interpreti: Alessio Zavoli, Daniele Conterini, Nicola
Gattino, Fabio Santamaria, Federico Rao. Produzione: IIS
C. Colombo.

FORMart - Parma

Liceo Scientifico A.B. Sabin - Bologna

Senza differenze

Sfasorario

Italia, 2013, DVD, 0859, col.

Italia, 2013, DVD, 0459, col.

Regia, sceneggiatura, riprese: studenti della classe


II A Operatori alle cure estetiche. Soggetto: Alessandra
Spagnolo. Montaggio: Michele Gennari. Interpreti:
Alessandra Spagnolo, Chiara Cecchi. Coordinamento:
M. Gennari, Valeria Ottolenghi, Francesca Olivieri, Paola
Iamunno. Produzione: FORMart.

Regia, soggetto, sceneggiatura: studenti del


workshop di produzione audiovisiva. Riprese: Emilio
Costa, Matteo Russo, Giulio Letizi, Daniele Bisceglia.
Musica: Stefano Diso. Montaggio: Filippo Pierpaolo
Marino. Interpreti: Gloria Maria Aranciotta, Dafne Borgia,
Anna Brazzoli, Dario Carl, Ylenia Fonti, Francesca Paola
Marino, Michelangelo Mastrorocco, Giada Meschiari,
Anna Russo, Alice Turone. Coordinamento: Alfonso De
Berardinis, Silvia Bertolini, Maurizio Finotto, F.P. Marino.
Produzione: Liceo Scientifico A.B. Sabin.
Una lunga soggettiva allinterno del Liceo Sabin,
dove si verifica una serie di avvenimenti surreali
che trasformano la percezione del tempo scolastico
nellambito di una normale giornata di lezione.
Un progetto didattico basato sullapprendimento delle
tecniche di realizzazione di un prodotto audiovisivo, sia
per quanto concerne la fase di scrittura sia di riprese
(anche con la tecnica della stop motion) e montaggio.

Unadolescente trova il coraggio di reagire ai


soprusi subiti a causa della sua omosessualit.
Dopo esclusioni e pestaggi, limpegno civile dar alla
protagonista una speranza per un futuro migliore.

Un progetto di cortometraggio che intende raccontare


il disagio che molte persone, soprattutto adolescenti,
devono affrontare quotidianamente. Una storia scritta
prendendo spunto dalle discriminazioni osservate dagli
studenti e di cui spesso nessuno si accorge.

Luniverso privato di un adolescente, tra sentimenti


e sensazioni molto personali: quando lAmore e lArte
si fondono in un viaggio nel Tempo, alla ricerca di un
antidoto nei confronti della violenza.

Video realizzato nellambito di un progetto in cui gli


studenti hanno svolto le varie mansioni professionali
di una vera e propria casa di produzione, dalla fase
di progettazione fino alla confezione del prodotto
finito, con unattenzione particolare verso la fase
dellinterpretazione e della recitazione.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
74

IIS Arimondi-Eula - Savigliano (Cuneo)

IPSSP A. Steiner - Torino

Simposhow

The Stalker

Italia, 2013, DVD, 1430, col.

Italia, 2013, DVD, 1622, col.

Regia: Andrea Ranieri, Marco Gerbaudo, Gabriel


Ciolpan. Soggetto: A. Ranieri, Ester Colombero, Andrea
Gerbaudo. Sceneggiatura: A. Ranieri, E. Colombero, M.
Gerbaudo. Riprese: G. Ciolpan, Remo Schellino. Musica: E.
Colombero, Carlo Turco. Montaggio: C. Turco, R. Schellino.
Interpreti: Luca Otella, Cindy Engolo, Chiara Trucco,
Cristina Vitaliano, Gianluca Chiavassa, Marta Trossarello,
Jacopo Barbero, G. Ciolpan, E. Colombero, A. Ranieri, M.
Gerbaudo, Ilda Curri, Sara Cedrani, Eleonora Fazio, Isabella
Brunetti. Coordinamento: C. Turco. Produzione: IIS
Arimondi-Eula.
A cavallo tra il Simposio di Platone e Una patente per
la tv di Karl Popper, una surreale, ironica e grottesca
riflessione sulla televisione spazzatura.
Il Laboratorio Cinema ha come obiettivo lideazione e
la realizzazione di un cortometraggio da parte di un
gruppo di una trentina di studenti che si misurano
con la partecipazione attiva, le decisioni di gruppo,
la negoziazione di contenuti e procedure, il senso di
appartenenza nei confronti del prodotto finito.

Regia, soggetto: Luca Scamaldo. Sceneggiatura:


Emiliano Vaccariello, L. Scamaldo. Fotografia: Simone
Tringali. Riprese: S. Tringali, L. Scamaldo. Musica: Giulia
Palermo. Montaggio: Giacomo Pandiani, L. Scamaldo.
Interpreti: Martina Sarcina, Vally Tocci, Alessio Tocci,
Giuseppe Del Vescovo, Donato Cannillo, Francesco Blasi.
Coordinamento: Adriana Toppazzini, Vittoria Castagneto,
Giulio Arcopinto, Davis Alfano. Produzione: IPSSP A.
Steiner.
Una ragazza pensa di aver trovato lamore, ma
solamente linizio di una insostenibile persecuzione che
scandisce il ritmo della storia e attraverso la tensione
narrativa deve porre lo spettatore in una condizione di
profondo disagio.
Un lavoro svolto nellambito delle prove di Qualifica in cui
le capacit tecniche degli allievi hanno dovuto misurarsi
con lispirazione creativa e con le strategie di racconto e
di comunicazione.

ITC A. Pacinotti - Pisa


Liceo Scientifico A. Gramsci - Ivrea (Torino)

La spiaggia
Italia, 2013, DVD, 0415, b/n

Regia: Davide Martinoli. Soggetto, sceneggiatura,


riprese, scenografia: D. Martinoli, studenti del gruppo
interclasse. Animazione: D. Martinoli, Silvana Matarese.
Fotografia, montaggio: D. Martinoli. Coordinamento: S.
Matarese, Pasquale Basile. Produzione: Liceo Scientifico
A. Gramsci.
La guerra pu apparire come un gioco, ma veramente
cos oppure chi la fa il bambino inconsapevole che c
in ognuno di noi? Una riflessione a pupazzi animati sul
tema del conflitto.
Un progetto creativo che ha al centro le tecniche
di animazione in stop motion, in cui il medium
cinematografico diventa lo strumento essenziale per
articolare unindagine riflessiva e complessa sul tema
delle guerre.

Di strada
Italia, 2012, DVD, 1200, col.

Regia, coordinamento: Simone Pecori. Soggetto,


sceneggiatura, scenografia: studenti partecipanti
al progetto InCORTIamoci. Fotografia: S. Pecori, Luca
Vannozzi. Riprese: S. Pecori, Marco Sighieri. Montaggio:
S. Pecori, L. Vannozzi. Interpreti: Jennifer Innocenti,
Mauro Cerrai, Matthieu Angbeletchy, Luna Di Pietro, Sara
MHaidra. Produzione: ITC A. Pacinotti.
Le esperienze di una ragazza che abbandona la sua casa
dopo incomprensioni e violenze familiari. La giovane
finisce per vivere come una senza dimora in una citt che
non la sua. Soltanto lattenzione e la generosit di un
volontario potranno esserle daiuto.
Un progetto volto alla sensibilizzazione degli studenti
intorno alla diffusa realt dei numerosi homeless dispersi
nelle nostre citt, facendo conoscere loperato dei
volontari che li ascoltano, li accolgono e se ne prendono
cura.

1.

1.1

1.1.3

concorsi

concorso nazionale
prodotti audiovisivi
delle scuole

concorso scu o le
secondarie
di i I grado

75

Liceo Classico S. Maffei - Verona

ITCG G. Galilei - Avigliana (Torino)

Studiare o non studiare?

Ti ho incontrata/o sui banchi di


scuola

Italia, 2013, DVD, 0200, col.

Italia, 2013, DVD, 1423, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, animazione,


riprese: studenti della classe II C. Montaggio,
coordinamento: Luigi Falezza. Interpreti: Luca Molon.
Produzione: Liceo Classico S. Maffei.
Un finale in animazione per un racconto ironico sulle
distrazioni dello studente, in cui lattenzione degli
adolescenti trova sempre una buona ragione per evadere
dalla realt ordinaria della scuola.
Il progetto di realizzazione di un cortometraggio come
occasione per mettere in scena realt e sensazioni
normalmente nascoste nella quotidianit della scuola,
nella prospettiva di una formazione pi complessa in cui
il percorso didattico tenda a valorizzare le specificit di
ciascun individuo.

Regia, riprese, montaggio: Daniele Croce. Soggetto,


coordinamento: Giorgio Jannon. Sceneggiatura: G.
Jannon, D. Croce. Interpreti: studenti del laboratorio di
cinematografia. Produzione: ITCG G. Galilei.
I valori autentici dellesistenza non hanno et.
Unamicizia che nasce sui banchi di scuola, oggi come
mezzo secolo fa, pu trasformarsi in una scelta di vita
importante. Le testimonianze di giovani di un tempo
e dei giorni nostri che da compagni di scuola si sono
trasformati in compagni di vita.
Un percorso volto a far comprendere come lesperienza
della vita scolastica costituisca qualcosa di molto
importante, che d una profondit speciale alle esistenze
di tutti. Unoccasione, anche, per riflettere sul valore
formativo della scoperta del passato.

Liceo Sociopsicopedagogico G. Mazzini - La Spezia

Su i bicchieri, gi i vestiti
Italia, 2013, DVD, 0322, b/n

Regia: Francesca Bellettini. Soggetto: Davide


Lombardi, Jazmina Shoshi, Erika Cozzani. Sceneggiatura:
studenti delle classi IV del gruppo Peer Education.
Fotografia: Marianna Tognoni. Riprese: Claudia Natucci.
Musica: Margherita Giannini. Montaggio: Miriam Raschi.
Scenografia: Greta Angeloni, Flavia Piscitelli, Jolanda
Vannini, Jasmine Mangiacapra. Interpreti: D. Lombardi, J.
Shoshi, E. Cozzani. Coordinamento: Valeria Belloni, Laura
Baria, Adriana Marcian, Claudia Danesi. Produzione:
Liceo Sociopsicopedagogico G. Mazzini / ASL 5.
Due ragazzi si preparano per uscire e si incontrano in
discoteca. Inebriati dalla musica, si appartano per avere
un rapporto sessuale, ma non usano il contraccettivo.
Al risveglio lui la abbandona e quando la giovane si
accorger di essere rimasta incinta, cercher di non farsi
pi trovare.
Un progetto incentrato alla condivisione del sapere tra
pari e mirato alla promozione dei metodi contraccettivi
con lobiettivo di prevenire le gravidanze precoci e le
malattie sessualmente trasmissibili.

IPSIA Bellini - Novara

True life
Italia, 2013, DVD, 0933, col.

Regia, riprese, montaggio: Enrico Omodeo Sal.


Soggetto: studenti della classe I MAT/A. Sceneggiatura,
interpreti: studenti della classe I MAT/A, Nicoletta
Fornara. Coordinamento: N. Fornara. Produzione: IPSIA
Bellini / Associazione Turi Kumwe.
Il rap e la cultura hip-hop come linguaggio del dialogo
interculturale. I rapporti tra pari con esperienze formative
molto diverse trovano uno stimolante punto di incontro
negli stili della cultura giovanile.
Misurarsi con gli strumenti e le tecniche della produzione
audiovisiva pu consentire di scatenare imprevedibili
dinamiche socializzanti, dove lapprendimento scolastico
si fonde con lesperienza di crescita dei singoli individui.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Primo Liceo Artistico - Torino

Zonarte
Italia, 2012, DVD, 1013, col.

Regia, coordinamento: Paolo Genovese. Soggetto,


sceneggiatura: studenti delle classi III G e IV D. Riprese:
Luca Pirfo, Flavio Sonetti, Alberto Cicchese, Francesco
Mansi. Musica: A. Cicchese, Simone Scardino. Montaggio:
Matteo Ambrosini, A. Cicchese, L. Pirfo, S. Scardino.
Interpreti: studenti delle classi III G e IV D, visitatori e
operatori della mostra Artissima 2011. Produzione: Primo
Liceo Artistico.
Un servizio di reportage realizzato in occasione della
manifestazione Artissima in cui gli attori della scena
artistica contemporanea si confrontano su modelli di
creativit, logiche di business e strategie di marketing.
I ragazzi del Primo Liceo Artistico che partecipano a un
progetto Peer Education hanno coinvolto il pubblico
di Artissima in una serie di interviste volte a riflettere
sul significato e sul valore dellArte nella societ
contemporanea.

76

77

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

1.2

78

Giulio Fiore - Udine

Lamore al tempo degli zombie


Italia, 2013, DVD, 0718, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia,


riprese, musica, montaggio, scenografia, produzione:
Giulio Fiore. Interpreti: G. Fiore, Denise Bonessi, Marco
Benedetti, Nicola Castaldo, Simone della Mea.
Durante lApocalisse Zombie un ragazzo alla ricerca
della fidanzata dispersa. Ma lamore ha un prezzo
davvero alto per il nostro eroe.

Alberto Frigo - Vicenza

Arto fantasma
Italia, 2013, DVD, 1003, col.

Concorso
Sottodiciotto 
OFF

Regia, soggetto, fotografia, riprese, musica,


scenografia, produzione: Alberto Frigo. Sceneggiatura,
montaggio: A. Frigo, Marta Iselle. Interpreti: Stefano
Scapin, M. Iselle, Chiara Veronese, Luca Bortoli.
Due pianeti stanno per scontrarsi un ricordo, una
storia damore, una strage in una scuola dei fantasmi?
Frammenti sospesi e voci sussurrate in un corto ispirato
al romanticismo apocalittico di Melancholia di Lars
Von Trier, ma lasciandosi guidare da Mahler anzich da
Wagner.

Leonardo Tacconella - Torino

Assassins Creed - Lost Memories


Italia, 2013, DVD, 0351, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


musica, montaggio, scenografia, produzione: Leonardo
Tacconella. Interpreti: Daniele Pautasso, Dario Taverna,
Ester Richiero, Martina Belli, L. Tacconella.
Cortometraggio ispirato alla celebre saga di Assassins
Creed dove i due grandi ordini medioevali dei Templari e
degli Assassini sono in lotta da secoli.

1.

1.2

concorsi

concorso nazionale
sottodiciotto
off

Alessandro Bertoncini - San Martino Sinzano (Parma)

The Beater
Italia, 2013, DVD, 2049, col.

79

Servizio appoggio educativo territoriale Gulliver Nichelino (Torino)

F.U.E.P.S.
Italia, 2013, DVD, 1245, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia,


montaggio, produzione: Alessandro Bertoncini. Riprese:
A. Bertoncini, Anita Bertoncini. Scenografia: Isa Ruggeri,
Roberta Cenci. Interpreti: Lucia Chierici, Stefano Cenci.
Jessica una ragazza con la passione per il gioco
del softball. Le cose sembrano andare per il verso
giusto dopo che il talent scout di una squadra le offre
unoccasione. Ma Jessica dovr affrontare lostilit
dellambiente circostante

Associazione La scatola gialla - Cuneo

Il circo degli animali fantastici


Italia, 2013, DVD, 0411, col.

Regia, riprese, scenografia: bambini dellAssociazione


La scatola gialla. Soggetto, sceneggiatura, montaggio:
Elena Valsania. Animazione: Stefano Cavallotto. Musica:
Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo.
Produzione: Associazione La scatola gialla.
Cos un animale fantastico? Una scimmiotta,
allingresso di un circo molto speciale, ci guida alla
scoperta degli strani esseri affrescati sulle pareti di Casa
Cavassa.

Elia Tedesco e Gianmarco Diprima - Torino

Come un sogno
Italia, 2013, DVD, 2955, col.

Regia, musica, montaggio: Elia Tedesco. Soggetto,


sceneggiatura, produzione: E. Tedesco, Gianmarco
Diprima. Riprese: Diego Bianchin. Scenografia: E.
Tedesco, G. Diprima, D. Bianchin. Interpreti: E. Tedesco,
G. Diprima, Chiara Gianusso, Antonio Tedesco, Francesco
Statunato, Simone Macr, Federico Mauro, D. Bianchin.
Elia ha un sogno: diventare una rockstar. Il suo amico
Gianma lo aiuta facendogli da manager. Gli organizza
la vita facendogli incontrare improbabili promoter e
proponendogli scelte esistenziali consone al personaggio
che dovrebbe diventare, ma Elia resiste.

Regia, sceneggiatura: Michele Raffa. Soggetto:


M. Raffa, Davide Acca, Oussama Bounane, Salvatore
Candeliere, Michele Forte, Christian Marino, Samuele
Marino, Micaela Matteucci. Riprese: M. Raffa, D. Acca,
O. Bounane, S. Candeliere, M. Forte, C. Marino, S. Marino,
M. Matteucci, Chiara Franco, Simone Franco, Alessandra
Oddo, Maurizio Romano. Musica, montaggio: S. Franco.
Scenografia: M. Raffa. Interpreti: D. Acca, O. Bounane,
S. Candeliere, M. Forte, C. Marino, S. Marino, M. Matteucci.
Produzione: Servizio appoggio educativo territoriale
Gulliver / Cooperativa animazione Valdocco.
Sette storie per sette adolescenti della periferia torinese,
ognuno alle prese con una situazione che lo porta a
pronunciare la fatidica frase: Faccio lUltima E Poi
Smetto

Associazione OTTOmani - Guiglia (Modena)

Fatti di pane
Italia, 2013, DVD, 0402, col.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio:


Michela Donini, Roberto Paganelli. Soggetto,
sceneggiatura, scenografia, animazione: bambini
coinvolti nel laboratorio, M. Donini, R. Paganelli.
Produzione: Associazione OTTOmani / Festival Isole che
parlano - Associazione Sarditudine.
Le avventure di alcuni personaggi costruiti lavorando e
modellando il pane. Un corto realizzato per imparare e
conoscere, divertendosi, gli innumerevoli tipi di pane.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
80

Edoardo Pappi - Ferrara

Gruppo Bianco&Nero - Torino

Foto ricordo

La grande corsa

Italia, 2013, DVD, 1404, col.

Italia, 2013, DVD, 0658, b/n

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio, produzione: Edoardo Pappi. Scenografia:
Patrizia Pazi, Marco Vinicio Ferrazzi, E. Pappi. Interpreti:
Enrico Paolazzi, Tommaso Guarelli, Andrea Coppa, Matilde
di Pasquale, Eleonora Pavani.
Cinque amici. Un omicidio. Una fotografa. Chi
lassassino? Perch lha fatto? Un corto raccontato
attraverso salti temporali e scandito dalla melodia di Per
Elisa.

Regia, soggetto, sceneggiatura, musica, montaggio,


scenografia, produzione: Gruppo Bianco&Nero. Riprese:
Simone Gallo, Elisa Audagnotto. Interpreti: S. Gallo,
Giorgio Diena, Andrea Audagnotto.
Due amici sono alle prese con il loro desideratissimo
pranzo. Ma un terzo incomodo arriva e ruba un panino!
Inizia una rincorsa senza esclusione di colpi Un corto
in bianco e nero a ritmo di musica daltri tempi, quando
esisteva un altro cinema.

I Pantofolai - Pinerolo (Torino)

Gruppo video YEPP Loano - Pietra Ligure (Savona)

Fuga in pantofole

Lidentit

Italia, 2013, DVD, 0315, col.

Italia, 2013, DVD, 0828, col.

Regia, fotografia, riprese: Ester Zanus. Soggetto,


sceneggiatura, montaggio, scenografia: Michele
Filippucci, E. Zanus. Musica: M. Filippucci. Interpreti:
Susanna Arisio, Umberto Bianciotto, Giulio DAprile, M.
Filippucci, Silvia Moretto. Produzione: I Pantofolai.
Genitori fuori di casa per il weekend? Una grande
occasione da sfruttare per essere autonomi e coinvolgere
gli amici in sogni e progetti. Ma siamo sicuri che
limprovvisa libert a disposizione stimoli progetti di
fuga? Il tepore delle pantofole e la fatica di rinunciare
alle consuete attenzioni materne potrebbero avere la
meglio.

Regia, sceneggiatura: Federico Quai, Irene Vajra.


Soggetto: ragazzi del Gruppo video YEPP Loano. Riprese:
Marta Bruzzone, Sam Caccamo, Roberto Michele
Mero, Dianos Oddone, Alessandro Spagnoli. Musica: I.
Vajra. Montaggio: Federica Bono, Andrea Pruiti, Valerio
Fiorito, F. Quai, Luca Farinazzo, Alessandro Spreafico.
Scenografia: Paola Colombini, Pier Alberto Di Salvatore.
Interpreti: Gabriele Fiandaca, Siria Soddu, Federico Moro,
Ludovico Oreggia, Christian Di Gangi. Produzione: Gruppo
video YEPP Loano.
Un ragazzo appassionato di musica scoraggiato
dalla sua famiglia, dalla fidanzata e dai suoi amici a
perseguire la propria passione. Davanti allo specchio,
dopo lennesimo scontro con un ambiente ostile, si
immagina la sua vita senza violino: sarebbe troppo triste.
Decide cos di partecipare a unaudizione e continuare a
inseguire i suoi sogni.

Gruppo Animation - Torino

I giochi di Marta
Italia, 2013, DVD, 0436, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, animazione,


riprese, scenografia, produzione: Gruppo Animation.
Musica, montaggio: Pietro Bogoni. Interpreti: Marta
Vendrame.
Marta apre una vecchia valigia: dentro ci sono i
giocattoli della sua infanzia. I giochi, nella magia della
fantasia, prendono vita e si animano secondo una
bizzarra coreografia.

1.

1.2

concorsi

concorso nazionale
sottodiciotto
off

Giancarlo Tovo - Torino

In odore di cinema Le inchieste


dellispettore Badola
Italia, 2013, DVD, 1108, col.

81

Centro di aggregazione giovanile - Mignanego


(Genova)
Associazione Zuccherarte - Genova

La leggenda di Lucy
Italia, 2012, DVD, 0928, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese,


scenografia, interpreti: ragazzi di Casa Oz. Fotografia:
Giancarlo Tovo. Montaggio: Daniela Andr. Produzione:
Giancarlo Tovo / Museo Nazionale del Cinema.
Un furto in una scuola. La scarpa rubata a un professore
severo e ossessionato da Ugo Foscolo loggetto
dellindagine serrata condotta da un singolare
investigatore che tenter di sbrogliare uningarbugliata
matassa in cui tutti gli studenti sono potenziali
colpevoli. Un corto ironico costruito attraverso raffinate
citazioni cinematografiche.

Regia, soggetto, sceneggiatura, scenografia: ragazzi


del Centro di aggregazione giovanile. Riprese, montaggio:
Marco Di Gerlando. Interpreti: Raffaella Belfiori, Luhen
Parodi, Giorgia Chino, Lucrezia Tar, Alessio Sorrentino,
Chiara Pertica, Xavier Guido, Martina Repetto, Michela
Vacca, Aurora Parodi, Layla Della Loggia. Produzione:
Centro di aggregazione giovanile / Associazione
Zuccherarte.
Una classe di giovani studenti sembra essere preda di un
incantesimo malefico. La loro compagna Lucy si rivela
uninquietante presenza. Forse si tratta di un sogno ma
il risveglio sar rassicurante?

Associazione La scatola gialla - Cuneo

In volo con Leonardo e piumati


Italia, 2013, DVD, 0446, col.

Regia, riprese, scenografia: bambini dellAssociazione


La scatola gialla. Soggetto, sceneggiatura: alunni della
Scuola Primaria di Bra. Animazione: Elena Valsania, Giulia
Bellunato. Musica: Ezio Fornione. Montaggio: E. Valsania.
Produzione: Associazione La scatola gialla.
Un viaggio in animazione alla scoperta delle suggestive
idee e degli arditi progetti di Leonardo Da Vinci, per
scoprire il segreto del volo.

Giulio Fiore - Udine

Killing Kant
Italia, 2013, DVD, 0206, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio, scenografia, produzione: Giulio Fiore.
Interpreti: G. Fiore, Francesco Macorig, Raffaella Fabris.
Uno studente deve rispondere a una difficile domanda
della professoressa di filosofia. Chiede di andare in bagno
per un bisogno impellente: ma solo una scusa per
risolvere i problemi filosofici a modo suo

Gruppo Horror - Torino

La morte sul lago


Italia, 2013, DVD, 0709, b/n

Regia, riprese: Lorenzo Bevilacqua. Soggetto,


sceneggiatura, montaggio, scenografia, produzione:
Gruppo Horror. Interpreti: Matteo Bogoni, Margherita
Dacquino, Alessandro Proietti, Corinne Zaki, Giacomo
Proto.
Matteo e Margherita passeggiano romanticamente sulla
riva del lago, quando improvvisamente, alla vista di uno
strano personaggio incappucciato, la ragazza sviene.
Matteo disperato, corre a casa, ma i genitori non lo
ascoltano, credendo si tratti di uno scherzo. Neanche gli
amici lo capiscono e lui non sa cosa fare finch non si
imbatte nuovamente nellincappucciato sulla riva del
lago e la verit riaffiora.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
82

Giulio Fiore - Udine

Associazione La scatola gialla - Cuneo

The Movie Circle

Le parole delluccellino A

Italia, 2013, DVD, 0252, col.

Italia, 2013, DVD, 0418, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio, scenografia, produzione: Giulio Fiore.
Interpreti: G. Fiore e TheFlowerPowerFilms.
La sceneggiatura di un film dazione. Ciak, si gira Ma
non cos facile. Ironica e intelligente riflessione sulla
natura del cinema e sulle sue insidie.

Regia, riprese, scenografia: bambini dellAssociazione


La scatola gialla. Soggetto, sceneggiatura, montaggio:
Elena Valsania. Animazione: Christian Grappiolo.
Musica: Scuola di Musica dellAccademia Montis Regalis.
Produzione: Associazione La scatola gialla.
Un giorno un artista, ispirato dal canto degli uccelli,
inizia a disegnarne alcuni. Durante la notte i fogli volano
via dalle finestre proprio come gli animali che aveva
disegnato Breve cartone danimazione che ci racconta
quanto pu essere lungo il viaggio di un foglio.

Associazione OTTOmani - Guiglia (Modena)

Movimenti Tra il prima e il dopo


Italia, 2013, DVD, 0253, col.

ComicsGuys - Torino

Regia, fotografia, riprese, montaggio: Roberto


Paganelli, Andrea Martignoni. Soggetto, sceneggiatura,
musica, scenografia, animazione: ragazzi partecipanti
al laboratorio, R. Paganelli, A. Martignoni. Produzione:
Associazione OTTOmani / Manitese Finale Emilia /
Progetto Primo Segno
Affascinante percorso di animazione in passo uno fra
materiali di vario genere che prendono vita e forme
inaspettate e dove le immagini sembrano disegnate con
la materia. Un corto realizzato per restituire sensazioni
e stati danimo degli abitanti di una terra scossa dal
terremoto, alla ricerca di un nuovo equilibrio.

Partita con la morte


Italia, 2013, DVD, 1609, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, riprese,


musica, montaggio, scenografia: Leonardo Tacconella.
Interpreti: Dario Taverna, Daniele Pautasso, Nicol
Santoro, Eleonora Menotti, Ester Richiero, L. Tacconella.
Produzione: ComicsGuys.
Giovanni si trova in pericolo, ma ha ancora una
possibilit di sfuggire al proprio destino: una partita a
scacchi con la morte. Se accetter la sfida, a ogni pezzo
perso sar costretto a sacrificare la vita di una persona
cara Il corto ispirato a un fumetto di Dylan Dog.

Espera y Espera - Torino

Paddotte
Italia, 2013, DVD, 2013, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


scenografia, produzione: Espera y Espera. Montaggio:
Nicola Winkler, Giulia Spagnolo Caruso, Lorenzo Severin.
Interpreti: N. Winkler, G. Spagnolo Caruso, L. Severin, Laura
Iaria, Alice Magnino, Marco Luparia, Giovanni Bandelli.
Un giovane saluta il sole. Un vecchietto in un pugliese
strettissimo inveisce contro qualcuno affacciato ad
una finestra: esorta in modo energico a procurarsi le
paddotte. Un giovane si imbatte in una ragazza svenuta.
La rianima e inizia con lei un viaggio irreale in una terra
sospesa e magica.

Davide & Alfredo Fragasso - Moncalieri (Torino)

Pianeta T4 soluzione finale


Italia, 2013, DVD, 0758, col.

Regia, sceneggiatura, musica, montaggio: Davide


Fragasso. Soggetto, scenografia: Alfredo Fragasso.
Fotografia, riprese: Flavio Fragasso. Interpreti:
D. Fragasso, Giorgio Linzalone, Z Cinese, Roberto
Cavallero, Andrea Bonello, Fabio De Santis, Sergio DAloia.
Produzione: Davide & Alfredo Fragasso.
Dopo dieci anni di guerre il pianeta T4 combatte ancora
per la sua libert contro le forze dellImpero capitanate
da Lord Fener La sincera e seria passione per Guerre

1.

1.2

concorsi

concorso nazionale
sottodiciotto
off

stellari e il genere fantascientifico sono alla base


di questo divertente corto che ben mescola suoni e
sequenze di film hollywoodiani con scene amatoriali.

83

Laboratorio cinematografico per ragazzi


Pier Paolo Pasolini - San Fili (Cosenza)

Protasov
Gabriele Druetta - Torino

Italia, 2012, DVD, 1129, col.

Prima fermata

Regia, montaggio, produzione: Laboratorio


cinematografico per ragazzi Pier Paolo Pasolini. Soggetto,
sceneggiatura, riprese: Antonio Malfitano. Fotografia:
Eugenio Falcone. Scenografia: Francesco Cauteruccio.
Interpreti: Diego Carbotti, Francesco Bartella, Angelo
Comand.
Semifinale degli europei 1988 tra Italia e URSS: un gol
del centravanti sovietico Protasov stronca le speranze
dellItalia di accedere alla finale. Un gruppo di tifosi
azzurri esulta al gol: si tratta di comunisti fedeli alla
Rivoluzione dottobre. Ma lo scenario della storia cambia
repentinamente e i tifosi comunisti dovranno affrontare
sfide ben pi impegnative Divertente (e amaro)
racconto sul destino del comunismo in Italia.

Italia, 2013, DVD, 0624, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, musica,


montaggio, scenografia, produzione: Gabriele Druetta.
Riprese: G. Druetta, Letizia Druetta. Interpreti: Mirko
Fracei, Rebecca Aurigemma.
Un ragazzo vive un momento difficile. Pu accadere di
voler scendere prematuramente dal treno, alla prima
fermata, al primo ostacolo che sembra insormontabile.
Coraggiosa riflessione sul tema del suicidio, evento
ancor pi drammatico quando a commetterlo sono degli
adolescenti.

Guglielmo Loliva - Torino

Promettimelo
Italia, 2013, DVD, 1805, col.

Federico Mottica - Stazzano (Alessandria)

Quasi padre
Italia, 2013, DVD, 2514, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, montaggio,


scenografia, produzione: Guglielmo Loliva. Musica:
Davide Bernardi. Interpreti: Michele Paolo Pesante,
Giacomo Felice Gallarati, Davide Bernardi, Matteo Barbero,
Monica Iannessi.
Due ragazzi fanno amicizia casualmente. Uno dei due
stato appena lasciato dalla fidanzata ed disperato,
laltro sembra interessato solo a conoscere ragazze.
Niente lascia pensare che tra i due giovani possa nascere
qualcosa che vada oltre lamicizia. Non sar facile n
accettarlo, n farlo accettare.

Regia, soggetto, sceneggiatura, musica, produzione:


Federico Mottica. Fotografia, riprese, montaggio:
Marzio Mirabella. Scenografia: F. Mottica, Luana Lauro.
Interpreti: Marco Venturini, Stefano Amoretti, Giulia
Sezzi, Francesca Chiocci.
Una famiglia dove due su tre figli sono gi fuori di casa
e il pi piccolo vive ancora con i genitori. Il padre un
uomo sarcastico al quale non sembra interessare pi
nulla degli altri e forse nemmeno di se stesso. Ma
davvero cinismo, il suo?

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
84

Sara Pinki Ranieri - Villar Perosa (Torino)

Associazione OTTOmani - Guiglia (Modena)

Ricordi

Tre fili fanno uno spago

Italia, 2013, DVD, 0309, col.

Italia, 2013, DVD, 0734, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, musica, montaggio,


scenografia, produzione: Sara Pinki Ranieri. Riprese:
Martina Costabello. Interpreti: S. Pinki Ranieri, M.
Costabello, Arianna Bonino, Chiara Soster, Stefano
Fornero.
Una giovane ragazza sfoglia un album di fotografie. A
ogni foto un ricordo riaffiora dal passato: la partenza
verso un altro paese, le giornate con la migliore amica,
i momenti di svago trascorsi con gli amici sciando Poi
lalbum riprende dallinizio: un futuro ignoto la aspetta.

Regia, fotografia, riprese, musica, montaggio:


Michela Donini, Roberto Paganelli. Soggetto,
sceneggiatura, scenografia, animazione: bambini
coinvolti nel laboratorio, M. Donini, R. Paganelli.
Produzione: Associazione OTTOmani / Festival SMIAF
San Marino / Ludoteca di San Marino Pologioco, con il
contributo della Giunta di Castello di San Marino.
Un gruppo di bambini di San Marino realizza un film di
animazione che racconta i tanti modi di dire che hanno
come protagonista il filo

Massimiliano Finotti - Novaretto Caprie (Torino)

Space Mannus
Italia, 2012, DVD, 1537, col.

Domingo Bombini - Bari

U-Aliens
Italia, 2013, DVD, 0717, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio,


produzione: Massimiliano Finotti. Riprese: M. Finotti,
Alessio Carlucci. Scenografia: German Impache.
Interpreti: Matteo Ferrante, Federico Bicchi, Elisabetta
Fantino, Vittorio Cavalli, Alessandro De Scisciolo.
Il comandante Ridley dellincrociatore Ulisse incaricato
di una missione eroica ma ardua: deve difendere la
vita sulla Terra e gli oppressi dalle ingiustizie. I nemici
naturalmente non tardano a manifestarsi. Raffinato
ed elaborato tentativo di realizzare un corto di
fantascienza.

Michele Merlo - Castagnito (Cuneo)

Time Line
Italia, 2013, DVD, 0105, b/n

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, musica,


montaggio, scenografia, produzione: Michele Merlo.
Riprese: Valentino Merlo. Interpreti: M. Merlo, Maria
Elena Persano, Ettore Merlo, Sara Merlo.
Breve e fulmineo viaggio visivo nelle insidie del vizio
del fumo, seguendo la time line della biografia del
protagonista, dalla nascita alla maturit per imparare
che la vita, a volte, pu bruciare veloce come una
sigaretta aspirata con eccessiva bramosia.

Regia: Domingo Bombini, Leonardo Gregorio.


Sceneggiatura: ragazzi del progetto Torna in pista!.
Riprese, animazione, montaggio: D. Bombini.
Scenografia: D. Bombini, L. Gregorio, ragazzi del progetto
Torna in pista!. Produzione: D. Bombini / Associazione
UNISCO Network per lo sviluppo locale.
Una navicella spaziale arriva sulla Terra carica di piante
e animali. Ne discendono due alieni che, dopo aver creato
luomo, ci accompagnano con occhi curiosi in un grande
viaggio nel tempo, dallinizio della storia dellumanit
fino ai giorni nostri.

1.

1.2

concorsi

concorso nazionale
sottodiciotto
off

85

Associazione La scatola gialla - Cuneo

Associazione La scatola gialla - Cuneo

Luccellino curioso

La vera storia dei canali di Vignolo

Italia, 2013, DVD, 0523, col.

Italia, 2012, DVD, 0350, col.

Regia, animazione, riprese, scenografia: bambini


dellAssociazione La scatola gialla. Soggetto,
sceneggiatura, montaggio: Stefano Cavallotto.
Musica: Maestro Gorlier dellIstituto musicale Gandino.
Produzione: Associazione La scatola gialla.
Lavventura di un uccellino vissuto 2000 anni fa che,
volando lungo le rive del Tanaro, viene attirato dai rumori
della citt romana di Pollentia. Attraverso i suoi occhi
scopriamo alcuni aspetti della vita degli antichi romani.
Corto di animazione direttamente ispirato ai reperti
trovati durante gli scavi archeologici di Pollenzo.

Regia, riprese, scenografia: bambini dellAssociazione


La scatola gialla. Soggetto, sceneggiatura, montaggio:
Elena Valsania. Animazione: Christian Grappiolo. Musica:
Stefano Viada, Barbara Martinetto, Associazione Insieme
Musica. Produzione: Associazione La scatola gialla.
Un film danimazione che racconta la storia dei canali
irrigui di Vignolo. I bambini narrano le tappe della loro
costruzione, realizzata oltre seicento anni fa con le
pietre del fiume.

Associazione Culturale Aladino - San Benedetto


del Tronto (Ascoli Piceno)
Giulio Fiore - Udine

La vendetta del filosofo

La verit negli occhi


Italia, 2013, DVD, 1344, col.

Italia, 2013, DVD, 0202, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, riprese, musica,


montaggio, scenografia, interpreti, produzione: Giulio
Fiore.
Uno studente preferisce la PlayStation al manuale di
filosofia. Ma ogni tanto non studiare filosofia quasi pi
pericoloso che studiarla

FedeVideoMaker Production - Roma

La vendetta di Milo
Italia, 2013, DVD, 0401, col.

Regia, riprese, montaggio: Federico Luciano.


Soggetto: Michael Riganti. Sceneggiatura: M. Riganti,
Aurora Di Filippo. Scenografia: Sygei Greco. Interpreti:
Gabriele Galloni, Sara Deidda, Alessio Cirulli, Mattia Ruffo.
Produzione: FedeVideoMaker Production.
Milo, dopo aver scoperto che il suo migliore amico
Francesco stato assassinato, decide di vendicarlo. Esce
di casa armato di pistola, ma non tutto va per il verso
giusto

Regia, sceneggiatura, riprese, montaggio,


scenografia: Lorenzo Olivieri, Nadia Mazzarella. Soggetto:
L. Olivieri, N. Mazzarella, Alessandra Sgattoni. Interpreti:
Giuseppe Riggio, Davide di Gasbarro, Lorenzo Ficetola,
Andrea Fazzini, Sofia Candidori, Gianluca Rosati, Andrea
Vannicola. Produzione: Associazione Culturale Aladino.
Tre rose rosse, tre carnefici e tre vittime. Tutti senza
colpa. Molti corti realizzati da e con gli adolescenti
affrontano il tema del bullismo, ma raramente si cerca
di raccontare il punto di vista di chi gli atti di bullismo li
compie. Questo corto tenta questa difficile strada.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Damiano Bedini - Ostra (Ancona)

Volo via?
Italia, 2013, DVD, 1451, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia,


montaggio, scenografia: Damiano Bedini. Riprese:
Marina Donati. Interpreti: D. Bedini, M. Donati, Damaso
Bedini, Cristina Brutti, Marco Bedini. Produzione: D. Bedini
/ Circolo Culturale La Gioconda.
Un ragazzo vive con i genitori in una grande casa dove
grandi sono anche la solitudine e lassenza di futuro.
Il ragazzo immagina di vivere unaltra situazione e nei
suoi gesti quotidiani cerca una prospettiva diversa che
lo allontani da tutto ci che lo circonda. Ma giusto
volersene andare?

Savyoung Film Production - Savigliano (Cuneo)

Wonder
Italia, 2013, DVD, 1955, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio: Jacopo


Barbero. Fotografia: Chiara Borio, Ilaria Martini, Eleonora
Scarati. Riprese: Isabella Brunetti, C. Borio, Sara Borello,
Chiara Giolitti, Eleonora Fazio. Musica: J. Barbero,
S. Borello, Sara Astesano, C. Borio. Scenografia: S.
Astesano, E. Fazio. Interpreti: J. Barbero, Chiara Sabena,
I. Brunetti, E. Fazio, S. Astesano. Produzione: Savyoung
Film Production.
Una signora anziana ripensa alla propria vita. Lunica
cosa che rimpiange di non aver pi incontrato un amore
della sua giovent. Nello stesso tempo una ragazza ai
giorni nostri incontra un ragazzo: il modo di essere della
giovane molto lontano dal mondo rievocato dalla
signora. Ma forse non troppo distante il desiderio di
essere felici con un ragazzo diverso da quelli incontrati
fino a quel momento.

86

87

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
88

89

proposte
per la scuola

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

2.1

90

orte del successo registrato negli scorsi anni, Sottodiciotto


allarga nuovamente la proposta didattica che nel 2013 si
arricchisce dell'importante presenza del Festival Incanti Rassegna Internazionale di Teatro di Figura e dell'Archivio Nazionale
Cinema d'Impresa (ANCI). Numerose proposte suddivise per fasce d'et
che consentiranno di conoscere da vicino i vari aspetti del "fare cinema"
e di scoprire la nostra citt.

LAB 6 11 anni

Magie del cinema danimazione

Un laboratorio per chi desidera scoprire il mondo di Cartoonia con


carta, matite e tanta fantasia. Una selezione delle sequenze realizzate
verranno presentate in occasione della cerimonia di premiazione di
Sottodiciotto.

Sottodiciotto LAB:
attivit didattiche,
laboratori, visite

A cura di
Laboratorio ITER - Centro di Cultura per lImmagine e il
Cinema d'Animazione
via Millelire 40, Torino, tel. 011.4429316
LIstituzione Torinese per una Educazione Responsabile ITER costituisce per la citt la risposta al nuovo panorama
formativo che nel tempo si costruito, ai bisogni di crescita
e di formazione dei cittadini, dai pi piccoli alla famiglia,
vista come luogo di responsabilit educativa, ma anche di
stimolo e sviluppo. ITER comprende quella parte del sistema
educativo che trova espressione nei laboratori territoriali
organizzati in Centri di Cultura per lInfanzia e lAdolescenza,
arricchendo di proposte e sperimentazioni il tempo scuola e
il tempo libero. In occasione del Festival, tradizionalmente,
i Centri di Cultura propongono alle classi percorsi di
educazione allimmagine e di scoperta della citt.

Incanti, ombre e lanterne magiche

Gli spettacoli di teatro d'ombre, insieme a quelli di mondi nuovi e


lanterne magiche, hanno affascinato milioni di spettatori che di l a
poco si sarebbero innamorati del cinematografo. Ma il teatro d'ombre
mantiene ancora oggi la sua forza e la sua capacit di fascinazione. Il
corso vuole far conoscere questo mondo e la sua capacit narrativa,
armati di forbici, cartoncino e luci.
A cura di
INCANTI Rassegna Internazionale di Teatro di Figura
Incanti una rassegna dedicata al Teatro di Figura per adulti,
con particolare attenzione al Teatro dOmbre, e ha come
obiettivo di offrire, insieme alla tradizione, un panorama della
ricerca e degli sviluppi internazionali del Teatro di Figura
ospitando produzioni in cui musica, poesia e arti visive si
incrociano con fantasia e libert creativa. nata nel 1994
per iniziativa della Compagnia Controluce Teatro d'Ombre con
il sostegno della Regione Piemonte e la collaborazione del
Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, cui si sono

2.

2.1

proposte
per la scuola

sottodiciotto
lab

91

aggiunti negli anni la Compagnia di San Paolo, la Fondazione


CRT, la Citt di Torino, Sistema Teatro Torino, il Comune
di Grugliasco, la Fondazione Teatro Stabile di Torino e la
Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani.

LAB 11 14 anni

Music factory

Un laboratorio semplice e divertente in cui i ragazzi sperimentano due


loro grandi passioni: musica e video. Suoni e immagini si fondono per
dar vita a veri e propri videoclip di cui viene proiettata una selezione
durante la cerimonia di premiazione di Sottodiciotto.
A cura di
Laboratorio ITER - Centro di Cultura per la Comunicazione
e i Media
via Modena 35, Torino, tel. 011.4420802

Torino citta' del cinema - dagli schermi alla realt

Un percorso all'interno della Mole Antonelliana per scoprire in che modo


la citt stata raccontata nei film. Il laboratorio prevede un'ora di visita
guidata alle collezioni del Museo e un'ora di visioni critiche a partire
dalle sequenze dei film che hanno meglio rappresentato le molte facce di
Torino, in un viaggio tra generi, autori e stili narrativi differenti.
A cura di
Museo Nazionale del Cinema
via Montebello 20, Torino, tel. 011.8138560
Fondato nel 1953 da Maria Adriana Prolo, il Museo Nazionale
del Cinema tra i pi importanti al mondo per la ricchezza
del patrimonio e per la molteplicit delle sue attivit
scientifiche e divulgative. Ma ci che lo rende davvero unico
la peculiarit del suo allestimento espositivo. Il museo
ospitato allinterno della Mole Antonelliana, un monumento
bizzarro e affascinante, simbolo della Citt di Torino. A partire
dagli ambienti della Mole, lo scenografo svizzero Franois
Confino ha lavorato dingegno e fantasia, moltiplicando
i percorsi di visita per dar vita a una presentazione
spettacolare, che investe il visitatore di continui e inattesi
stimoli visivi e uditivi.

LAB 14 19 anni

Quando il cinema si industria: il montaggio video

Una lezione volta a conoscere la figura del montatore video e scoprire i


segreti di questa professione, attraverso la testimonianza pratica di un
professionista del settore. L'appuntamento fa parte del ciclo di incontri
"Quando il cinema si industria", organizzato ogni anno da FCTP con il
sostegno della Compagnia di San Paolo.
A cura di
Film Commission Torino Piemonte
via Cagliari 42, Torino, tel. 011.2379201
Nata nel 2000, la Film Commission Torino Piemonte ha come
primo scopo la promozione della Regione Piemonte e del suo

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

2.1

92

capoluogo come location e luogo di lavoro deccellenza per


la produzione cinematografica e televisiva, attirando sul
territorio societ italiane e straniere e, al tempo stesso,
sostenendo lindustria cinematografica e televisiva locale,
creando nuove opportunit di lavoro per chi opera nel settore.

Come si crea un film di animazione

Incontro-seminario sul processo creativo e produttivo del film animato,


in una delle pi prestigiose scuole di cinema del mondo. Lattivit
ideata e condotta dagli studenti e dai docenti del Dipartimento
Animazione del CSC a Torino.
A cura di
Centro Sperimentale di Cinematografia
Sede del Piemonte
via Jacopo Durandi 10, Torino, tel. 011/9473284
Il Corso di Animazione del Centro Sperimentale di
Cinematografia - Scuola Nazionale di Cinema nato nel
2001 a Chieri col supporto della Regione Piemonte e dal 2012
ha sede a Torino. Il corso di specializzazione in animazione
ha l'obiettivo di coltivare talento e creativit, competenze
artistiche e tecniche per l'industria dell'animazione e si
sviluppa in continuo confronto con il settore della produzione
e della formazione a livello europeo.

Critici per un giorno: dalla visione in sala al web

Un momento dincontro e confronto rivolto agli studenti e agli


insegnanti basato sul coinvolgimento diretto dei partecipanti.
Lesperienza permette di acquisire strumenti critici di base per
realizzare una recensione da pubblicare sul web, a partire da alcuni
cortometraggi presentati a Sottodiciotto.
A.I.A.C.E. Torino
Dipartimento di Studi Umanistici, via SantOttavio 20, Torino,
tel. 011.6703340
L'Associazione Italiana Amici del Cinema d'Essai nasce in
Italia nel 1962 ed presente su tutto il territorio nazionale.
La sede principale quella di Torino. Nata nel 1968, la realt
di punta per numero di soci e per sale che afferiscono al
circuito: 21 cinema d'essai aderenti e tutte le prime visioni
affiliate a Torino (a esclusione dei Multiplex) e 16 sale d'essai
in Piemonte. L'attivit dell'A.I.A.C.E., che si sviluppa sia
sul piano dell'esercizio che su quello didattico-culturale,
sostenuta e svolta da collaboratori qualificati, docenti
universitari, critici cinematografici e storici del cinema.

Il lavoro in scena i film d'impresa raccontano il boom


economico italiano

Il cinema dimpresa ha rappresentato per tutto il Novecento un settore


importante della politica industriale e ha portato alla produzione di
migliaia di documenti filmati che affrontano tutti gli aspetti della

2.

2.1

proposte
per la scuola

sottodiciotto
lab

93

vita aziendale, dalle opere sociali, alle fasi della produzione, fino
alla pubblicit. Questo patrimonio dimmagini ci aiuta a ripercorrere
levoluzione della produzione industriale, dei rapporti sociali,
delleconomia e del lavoro nellItalia del boom economico.
A cura di
Archivio Nazionale Cinema d'Impresa (ANCI)
viale della Liberazione 4, Ivrea (TO), tel. 012.5230204
Istituito nel 2005 a Ivrea, in convenzione tra il Centro
Sperimentale di Cinematografia, la Regione Piemonte, il
Comune di Ivrea e Telecom Italia per la conservazione e la
diffusione dei documenti visivi realizzati in ambito d'impresa,
l'Archivio conserva circa 50.000 rulli di film realizzati
a partire dai primi anni del Novecento da imprese come
Borsalino, Breda, Edison, Eni, Innocenti, Montecatini, Fiat,
Olivetti, Birra Peroni, AEM-gruppo A2A, Necchi, Metropolitana
Milanese; enti di ricerca come l'Enea; case di produzione
pubblicitaria come Film Master e Rectafilm.

LAB PER TUTTI 6 19 anni

Alla scoperta di Torino

Un itinerario per la conoscenza della citt nelleccellenza del suo


patrimonio storico, artistico e culturale. Quattro proposte di itinerari
guidati per visitare la Torino antica, barocca, ottocentesca e moderna.
A cura di
ITER - Centro di Cultura per lEducazione
alla Cittadinanza
via Domodossola 54, Torino, tel. 011.4427740

Visite al Museo Nazionale del Cinema

Il Museo Nazionale del Cinema, allestito nella suggestiva Mole


Antonelliana, offre lingresso gratuito a 16 classi che partecipano alle
proiezioni di Sottodiciotto. Viene data priorit alle scuole provenienti
da altre regioni. Le classi interessate ai percorsi guidati a pagamento
possono prenotarsi direttamente presso lufficio prenotazioni del
Museo.
Museo Nazionale del Cinema di Torino Mole Antonelliana
via Montebello 20, Torino, tel. 011.8138564-5

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

2.2

94

La Festa di premiazione dei prodotti delle scuole con i Centri di


Cultura ITER Citt di Torino presenta le realizzazioni dellultimo anno
scolastico.
Chandalvis (13)
Centro di Cultura per la Comunicazione e i Media /
Primaria Statale A. Berta / Primaria Statale S. Pellico /
Istituto Comprensivo Vivaldi Murialdo - Torino
Tre studenti sognano di trasformarsi in personaggi
famosi e di visitare Torino accompagnati da bambini
poliglotti.

Pezzettino (646)

Festa di premiazione
dei prodotti delle
scuole con
i Centri di Cultura
ITER Citt di Torino

Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema


dAnimazione / Scuola Infanzia Castello Mirafiori - Torino
Attraverso lanimazione della plastilina i bambini
raccontano le avventure di Pezzettino.

La bicicletta (534)
Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Primaria Statale D. DAosta / Primaria
Statale A. Toscanini / Primaria Statale G. Salvemini Torino
Visualizzazione della canzone La Bicicletta sul tema
della mobilit sostenibile (nellambito del progetto
Smart School Mobility).

Quattro spot (404)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Primaria Statale E. Morante - Torino
Brevi spot sul tema della mobilit sostenibile
(nellambito del progetto Smart School Mobility).

Il sogno di Rossociliegia (257)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Primaria Statale Castello Mirafiori
/ Primaria Statale P. Gobetti / Primaria Statale M.
Mazzarello - Torino
Storia liberamente tratta da un libro di Shirin Yim Bridges
sul tema delleducazione di genere: la storia di una
bambina cinese che sogna di frequentare lUniversit.

Femminarte (520)
Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Centro di Cultura per lArte e la
Creativit / Primaria Statale I. Alpi / Primaria Statale A.
Cairoli - Torino
Il tema delleducazione di genere attraverso lanalisi e la
reinterpretazione del lavoro di alcune artiste.

2.

2.2

proposte
per la scuola

festa di premiazione
dei prodotti
delle scuole

95

Tema (520)
Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Primaria Statale A. Cairoli - Torino
I bambini raccontano sogni e desideri.

La bambina grassa (311)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Cooperativa Sociale P. G. Frassati - Torino
I bambini affrontano il tema dellaggressivit e della
violenza in diversi contesti: scuola, strada e cos via.

Lo scippo (239)
Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Cooperativa Sociale P. Frassati - Torino
I bambini affrontano il tema dellaggressivit e della
violenza in diversi contesti: scuola, strada e cos via.

Il segreto della misericordia (15)


Centro di Cultura per la Comunicazione e i Media /
Secondaria Statale di I grado A. Meucci - Torino
Isabella e Edoardo sentono una forte attrazione
verso la chiesa della Misericordia. Dalle loro
ricerche scaturiranno una storia ed un messaggio
indimenticabili.

Spot ecosostenibilit (142)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Secondaria Paritaria di I grado E. Artom
- Torino
Breve spot sul tema della sostenibilit (allinterno del
progetto Smart School Mobility).

Spot libert (1)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Secondaria Paritaria di I grado E. Artom
- Torino
Breve spot sul tema della legalit.

Tre spot sullidentit di genere (2)


Centro di Cultura per per la Comunicazione e i Media /
Secondaria di I grado P. G. Frassati - Torino
Una classe si confronta con il concetto dellidentit di
genere e realizza tre spot sullargomento.

Bi-lanciamoci (127)
Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Secondaria di I grado P. G. Frassati Torino
Breve spot sul tema delleducazione di genere.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

2.2

96

Cenerentola 2.0 (650)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Secondaria di primo grado Peyron-Fermi
- Torino
Rielaborazione in chiave moderna della storia di
Cenerentola per educare i ragazzi a un uso consapevole
del Web.

Cinema (444)
Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Secondaria di I grado A. Cairoli - Torino
I ragazzi si sono divertiti nellanimare i generi
cinematografici.

Laltra faccia della mela (6)


Centro di Cultura per la Comunicazione e i Media / Liceo
psicopedagogico A. Einstein - Torino
La mela il filo conduttore del video e il pretesto
narrativo per ripercorrere le fasi della conoscenza
delluomo.

Il lavoro sulla luna (239)


Centro di Cultura per la Comunicazione e i Media / ASAI /
CPT Parini - Torino
Inventarsi un lavoro sempre pi una necessit. Chi,
come i ragazzi protagonisti, giunto in Italia con questa
speranza, spesso deve fare ricorso alla fantasia.

Spot Diabolik (105)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / CADD Paradigma - Torino
Breve spot per festeggiare i 50 anni del fumetto Diabolik.

Segni sulla sabbia (228)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / CAD La Galleria - Torino
Giochi animati con la sabbia.

Il volo del calabrone (326)


Centro di Cultura per lImmagine e il Cinema
dAnimazione / Casa OZ Associazione ONLUS Torino
I ragazzi ospiti di Casa Oz hanno liberamente
interpretato Il volo del calabrone di Rimsky-Korsakov

2.

2.2

proposte
per la scuola

festa di premiazione
dei prodotti
delle scuole

97

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

2.3
S

Proiezioni, incontro
e convegno

98

ottodiciotto Filmfestival si conferma un appuntamento


cinematografico di riconosciuta qualit nel quadro delle proposte
culturali e giovanili nazionali. Anche questanno il palinsesto di
proiezioni, programmi speciali e incontri pi che mai ricco e articolato.
Ad esso, inoltre, si aggiunge un convegno dedicato al tema della
differenza maschile/femminile.
La chiave di lettura che ha guidato le scelte stata il tema dellanno
R.evoluzioni che ha prodotto riflessioni e ampie sinergie. Il Festival
inaugura con Il libro della giungla di Wolfgang Reitherman, un classico
dell'animazione Disney proposto in occasione della Giornata Universale
del Bambino. La proiezione, realizzata con la collaborazione di Unicef,
Biblioteche Civiche Torinesi e Salone Internazionale del Libro di
Torino, presentata da Maria Costanza Trapanelli e introdotta dallo
scrittore Eros Miari. Accanto a esso Epic Il mondo segreto 3D, altro
eccellente esempio di animazione realizzato con la nuova tecnica
del 3D stereoscopico e selezionato in collaborazione con Asifa Italia
(presentazione di Andrea Pagliardi). Tridimensionali sono anche I Croods
- che il Festival proietta in collaborazione con il Museo Regionale di
Scienze Naturali e che viene preceduto da unintroduzione del musicista
Beppe Turletti e Ralph Spaccatutto, presentato dalla giornalista
Alessandra C. Conclude il percorso per i pi piccoli Le avventure
di Zarafa, proposto in collaborazione con Amnesty International
(introduzione di Ilaria Baron Toaldo e commento al termine di Angela
Vitale Negrin). Sul fronte del cinema dal vero destinato al pubblico
delle Scuole Secondarie di I grado, il Festival propone questanno
lappassionante Adle e lenigma del faraone (in collaborazione con
il Museo Regionale di Scienze Naturali e introdotto dal paleontologo
Daniele Ormezzano), Tutti per uno di Romain Goupil (presentato da
Umberto Mosca), il meraviglioso Frankenweenie di Tim Burton (in
collaborazione con Biblioteche Civiche Torinesi e con commento a fine

2.

2.3

proposte
per la scuola

proiezioni,
incontro
e convegno

proiezione dellanimatore Michelangelo Fornaro) e, in occasione della


Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilit, linedito
Voci nel buio di Rodolfo Bisatti, al termine del quale il regista incontra
il pubblico presente in sala. Naturalmente Sottodiciotto pensa anche
ai pi grandi e, per gli studenti delle Scuole Secondarie di II grado, ha
predisposto un ricchissimo programma tutto allinsegna del binomio
rivoluzione/evoluzione. Il primo appuntamento con il critico Bruno
Fornara, che incontra il giovane pubblico al termine di Qualcosa
nellaria di Olivier Assayas. Amnesty International collabora invece
alla proiezione di The Summit, con il commento di Francesca Cesarotti,
a quella di NO I giorni dellarcobaleno, discusso da Giampaolo Soro,
e alla proposta di La bicicletta verde, selezionato in occasione della
Giornata mondiale per leliminazione della violenza contro le donne (al
termine incontro con Laura Onofri). Nellambito della collaborazione con
Biblioteche Civiche Torinesi e Salone Internazionale del Libro figurano
invece le proiezioni del recentissimo Il Grande Gatsby, di Acciaio di
Stefano Mordini e di Educazione siberiana di Gabriele Salvatores.
Il Servizio LGBT del Comune di Torino propone poi il cult-movie
Transamerica, seguito da un incontro con il coordinamento Torino Pride
LGBT. In occasione del 70 anniversario della Resistenza, Sottodiciotto
ha in programma Roma citt aperta di Roberto Rossellini mentre,
per la Giornata Internazionale dei Migranti, viene proiettato con la
collaborazione del Centro Interculturale della Citt di Torino Al ha
gli occhi azzurri, seguito da un incontro con Khaled Elsadat moderato
da Michele Marangi. Chiudono lampio ventaglio di proposte Reality
di Matteo Garrone e Wintertochter di Johannes Schmid, selezionato
dal Goethe Institut Turin. Per gli insegnanti e gli educatori, il Festival
organizza inoltre lincontro Metissage!, dedicato al tema della societ
multietnica, e il convegno Educazione al senso libero della differenza
maschile/femminile.

99

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

2.3

.1

100

Acciaio
Italia, 2012, DCP, 95, col.

Regia: Stefano Mordini. Soggetto: dal romanzo di Silvia


Avallone. Sceneggiatura: Giulia Calenda, S. Mordini, S.
Avallone. Fotografia: Marco Onorato. Musica: Andrea
Mariano. Scenografia: Luciano Ricceri. Costumi: Ursula
Patzak. Montaggio: Jacopo Quadri, Marco Spoletini.
Interpreti e personaggi: Michele Riondino (Alessio),
Vittoria Puccini (Elena), Anna Bellezza (Francesca),
Matilde Giannini (Anna), Francesco Turbanti (Mattia).
Produzione: Palomar/Rai Cinema. Distribuzione: Bolero
Film, via Vicenza 5a, 00197 Roma, tel. 06.4463061.
Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Anna e Francesca sono due quattordicenni piombinesi.


Vivono in quartiere popolare i cui abitanti sono in gran
parte operai delle acciaierie Lucchini. Anna ha un padre
che ha lasciato il lavoro e ora cerca fortuna lontano
dalla famiglia. Francesca invece ha un genitore troppo
presente che forse abusa di lei. Le due ragazze vivono i
primi turbamenti del crescere e, al contempo, Anna sente
forte la presenza della fabbrica e delle condizioni di vita
che essa sottintende. Presentato con grande successo
alle Giornate degli Autori di Venezia 2012.
Biofilmografia

Proiezioni

Stefano Mordini (Marradi, 1968) inizia


a lavorare nel cinema come produttore
esecutivo nel 1990. Sei anni dopo il
suo corto I ladri selezionato dalla
Mostra di Venezia. Negli anni successivi
realizza molti documentari e debutta nel
lungometraggio di fiction con Provincia
meccanica (2005). Nel 2007 ha girato Il
confine, un documentario sulle comunit
islamiche in Italia.

2.

2.3

2.3.1

proposte
per la scuola

proiezioni,
incontro
e convegno

proiezioni

101

Adle e lenigma del faraone

Al ha gli occhi azzurri

Les aventures extraordinaires dAdle Blanc-Sec


Francia, 2010, 35mm, 105, col.

Italia, 2012, DCP, 94, col.

Regia e sceneggiatura: Luc Besson. Soggetto: dal


fumetto di Jacques Tardi. Fotografia: Thierry Arbogast.
Musica: Eric Serra. Scenografia: Hugues Tissandier.
Costumi: Olivier Briot. Montaggio: Julien Rey. Interpreti
e personaggi: Louise Bourgoin (Adle Blanc-Sec), Mathieu
Amalric (Dieuleveult), Gilles Lellouche (Caponi), JeanPaul Rouve (Justin de Saint Hubert), Jacky Nercessian
(Esperandieu). Produzione: Europa Corp./Apipoula.
Distribuzione: Medusa Film, via Aurelia Antica 422-424,
00165 Roma, tel. 06.663901.

Regia: Claudio Giovannesi. Soggetto: dai racconti di


Pier Paolo Pasolini. Sceneggiatura: C. Giovannesi, Filippo
Gravino. Fotografia: Daniele Cipr. Musica: C. Giovannesi,
Andrea Moscianese. Scenografia: Daniele Frabetti.
Costumi: Medile Siaulytyte. Montaggio: Giuseppe
Trepiccione. Interpreti e personaggi: Nader Sarhan
(Nader), Stefano Rabatti (Stefano), Brigitte Apruzzesi
(Brigitte), Marian Valenti Adrian (Zoran), Cesare Hosny
Sarhan (padre di Nader). Produzione: Acaba/Rai Cinema.
Distribuzione: Bim, via Lorenzo Magalotti 15, 00197
Roma, tel. 06.3231057.

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di I grado

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

1912. Lintrepida e giovane giornalista Adle BlancSec pronta a qualunque cosa pur di raggiungere i
suoi obiettivi. Mentre lei in Egitto alla ricerca di una
leggendaria mummia, Parigi in preda al panico: un
uovo di pterodattilo conservato in una teca del Museo di
Storia Naturale si improvvisamente schiuso liberando
un uccello preistorico che terrorizza i cieli della citt.

Due ragazzi di sedici anni rubano un motorino, fanno una


rapina e alle nove entrano a scuola. Nader e Stefano: uno
egiziano ma nato a Roma, laltro italiano ed il suo
migliore amico. Anche Brigitte, la fidanzata di Nader,
italiana, e per questo i genitori del ragazzo sono contrari
al loro amore. Nader allora scappa di casa: in bilico tra
lessere arabo o italiano, Nader dovr sopportare la
solitudine, la strada, la fame e la paura. Premio speciale
della giuria al Festival di Roma 2012.

Biofilmografia

Luc Besson (Parigi, 1959) uno dei


registi francesi di maggior successo
internazionale. Ha studiato cinema in
America e si imposto allattenzione
del pubblico con Subway (1985) e con il
famosissimo Nikita (1990). Tra i suoi film
pi amati dal pubblico vanno ricordati Lon
(1994), Il quinto elemento (1997) e Angel-A
(2005). Dal 2006, con Arthur e il popolo
dei Minimei, si avvicinato con notevoli
risultati al cinema per ragazzi.

Biofilmografia

Claudio Giovannesi (Roma, 1978) si


diplomato al Centro Sperimentale di
Cinematografia nel 2005. Lavora per la Rai
e compone musiche per spettacoli teatrali.
Dopo aver girato numerosi cortometraggi,
ha realizzato il suo primo lungo nel 2009
con La casa sulle nuvole, seguito poi dal
documentario Fratelli dItalia.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
102

Le avventure di Zarafa
Giraffa giramondo
Zarafa
Francia/Belgio, 2012, DCP, 78, col.

La bicicletta verde
Wadjda
Arabia Saudita/Germania, 2012, DCP, 97, col.

Regia: Rmi Bezanon, Jean-Christophe Lie. Soggetto:


Alexander Abela, R. Bezanon, Jean-Claude Jean.
Sceneggiatura: R. Bezanon, A. Abela. Animazione:
Pedro Daniel Garcia Perez, Laurent Kircher, Satjit Matharu.
Musica: Laurent Perez. Montaggio: Sophie Reine.
Produzione: Prima Linea Productions/Path/Scope
Pictures. Distribuzione: Good Films, viale Tunisia 36,
20124 Milano, tel. 02.6704399.

Regia e sceneggiatura: Haifaa Al Mansour. Fotografia:


Lutz Reitemeier. Musica: Max Richter. Scenografia:
Thomas Molt. Costumi: Peter Pohl. Montaggio: Andreas
Wodraschke. Interpreti e personaggi: Waad Mohammed
(Wadjda), Reem Abdullah (la madre), Abdullrahman Al
Gohani (Abdullah), Ahd Kamel (Ahd Hussa), Sultan Al
Assaf (il padre). Produzione: Razor Film/High Look/Rotana
Studios. Distribuzione: Academy Two, via Pammatone 2,
16121 Genova, tel. 010.8681119.

Proiezione rivolta alle Scuole Primarie e Secondarie di I grado

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Allombra di un baobab, nel cuore dellAfrica, un vecchio


saggio racconta a un gruppo di bambini la storia
dellamicizia tra il piccolo Maki, 10 anni, e Zarafa, una
giraffa orfana offerta in dono dal Pasci dEgitto al re di
Francia Carlo X nel 1827. Si trattava del primo esemplare
che raggiungeva lEuropa, una giraffa leggendaria che
attravers lAfrica e la Francia a piedi, in nave e in
mongolfiera. La voce italiana del vecchio saggio di
Vinicio Capossela.

Arabia Saudita. Wadjda lotta per non soffocare i propri


desideri di libert. Uno di questi riguarda lacquisto di
una bicicletta verde: la sua famiglia non vuole che lei si
faccia vedere su un oggetto tradizionalmente riservato
agli uomini, cos Wadjda comincia a cercare i soldi per
conto proprio rendendosi conto ben presto che quasi
tutti i metodi per farlo le sono proibiti. Realizzato col
sostegno del Torino Film Lab e presentato con grande
successo lanno scorso alla Mostra di Venezia.

Biofilmografia

Biofilmografia

Rmi Bezanon (Parigi, 1971) ha studiato


cinema allESRA e ha debuttato nella
Regia con Ma vie en lair (2005),
conquistando poi il successo con Le
premier jour du reste de ta vie (2008).
Recentemente uscito
in Italia il suo terzo film, Travolti dalla
cicogna (2011).
Jean-Christophe Lie (Marsiglia, 1972)
ha lavorato a lungo per la Disney
partecipando come animatore a molti
progetti, tra i quali Il gobbo di Notre Dame
(1996). Nel 2009 ha diretto il suo primo
corto, LHomme la Gordini. Le avventure di
Zarafa segna il suo debutto nella Regia di
un lungometraggio.

Haifaa Al Mansour (Riyad, 1975) la


prima regista donna dellArabia Saudita.
Si laureata in letteratura al Cairo e ha
studiato cinema a Sydney. Ha diretto tre
cortometraggi e un documentario dal titolo
Women Without Shadows (2010). Lavora
anche come giornalista televisiva e della
carta stampata. Si sempre occupata dei
diritti delle donne nel suo Paese.

2.

2.3

2.3.1

proposte
per la scuola

proiezioni,
incontro
e convegno

proiezioni

103

I Croods

Educazione siberiana

The Croods
Usa, 2013, DCP, 90, col.

Italia, 2013, DCP, 110, col.

Regia e sceneggiatura: Chris Sanders, Kirk De


Micco. Soggetto: John Cleese, K. De Micco, C. Sanders.
Fotografia: Yong Duk Jhun. Scenografia: Christophe
Lautrette. Musica: Alan Silvestri. Montaggio: Eric
Dapkewicz, Darren T. Holmes. Produzione: Dreamworks
Animation. Distribuzione: 20th Century Fox Italia, largo
Amilcare Ponchielli 6, 00198 Roma, tel. 06.844301.
Proiezione 3D rivolta alle Scuole Primarie
e Secondarie di I grado

Hip unadolescente che fa parte di una famiglia di


cavernicoli, i Crood. Un tempo la sua famiglia era in
un gruppo pi numeroso che, a poco a poco, stato
decimato dai predatori, dai mammuth, dalle zanzare e
dal freddo. Il padre Grug iperprotettivo verso tutti i suoi
familiari e permette loro di uscire dalla caverna solo per
cacciare. Presentato fuori concorso a Berlino, il film si
avvale nella versione originale delle voci di Nicolas
Cage ed Emma Stone.

Regia: Gabriele Salvatores. Soggetto: dal romanzo


di Nicolai Lilin. Sceneggiatura: G. Salvatores, Stefano
Rulli, Sandro Petraglia. Fotografia: Italo Petriccione.
Musica: Mauro Pagani. Scenografia: Rita Rabassini.
Costumi: Patrizia Chericoni. Montaggio: Massimo
Fiocchi. Interpreti e personaggi: Arnas Fedaravicius
(Kolima), Vilius Tumalavicius (Gagarin), Eleanor Tomlinson
(Xenja), Jonas Trukanas (Mel), John Malkovich (Kuzya).
Produzione: Cattleya/Rai Cinema. Distribuzione:
01 Distribution, piazza Adriana 12, 00193 Roma, tel.
06.684701.
Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Nel sud della Russia due bambini di 10 anni, Kolima


e Gagarin, crescono insieme, amici per la pelle.
Leducazione che viene impartita piuttosto particolare:
il furto, la rapina, luso delle armi. Il loro clan ha delle
regole precise, una specie di codice donore che non
va tradito per nessun motivo. Ma il tempo passa, i due
ragazzi crescono mentre il mondo intorno a loro cambia
radicalmente.

Biofilmografia

Chris Sanders (Denver, 1962) ha iniziato la


sua carriera alla Marvel ed poi passato
alla Disney nel 1987. Ha debuttato nella
Regia con Lilo & Stitch (2002) e nel 2010 ha
diretto Dragon Trainer.
Kirk De Micco (Los Angeles, 1970) dopo la
laurea ha lavorato per tre anni in Italia
come giornalista ed poi tornato negli
Stati Uniti per intraprendere lattivit di
sceneggiatore. Nel 2008 ha diretto Space
Chimps Missione spaziale. Attualmente
sta lavorando al sequel dei Croods.

Biofilmografia

Gabriele Salvatores (Napoli, 1950) studia


al Piccolo di Milano e nel 1972 fonda il
Teatro dellElfo. Nel 1983 gira il suo primo
film e sei anni dopo conquista il successo
con Marrakech Express. Nel 1991 il suo
Mediterraneo vince lOscar per il miglior
film straniero. Tra i tanti titoli importanti
si ricordano Sud (1994), Nirvana (1997), Io
non ho paura (2003) e Come Dio comanda
(2008).

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
104

Epic Il mondo segreto

Frankenweenie

Epic
Usa, 2013, DCP, 104, col.

id.
Usa, 2012, DCP, 87, b/n

Regia: Chris Wedge. Soggetto: C. Wedge, James V.


Hart, dal romanzo di William Joyce. Sceneggiatura:
Daniel Shere, W. Joyce, Tom J. Astle, Matt Ember, J. V.
Hart. Fotografia: Renato Falco. Scenografia: Greg
Couch. Musica: Danny Elfman. Montaggio: Andy Keir, Tim
Nordquist. Produzione: Blu Sky Studios. Distribuzione:
20th Century Fox Italia, largo Amilcare Ponchielli 6, 00198
Roma, tel. 06.844301.

Regia: Tim Burton. Soggetto: T. Burton, Leonard Ripps.


Sceneggiatura: T. Burton, John August. Fotografia:
Peter Sorg. Scenografia: Rick Heinrichs. Musica: Danny
Elfman. Montaggio: Chris Lebenzon, Mark Solomon.
Produzione: Tim Burton Animation/Walt Disney Pictures.
Distribuzione: The Walt Disney Company Italia, via
Cantalupo in Sabina 29, 00191 Roma, tel. 06.330831.
Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di I grado

Proiezione 3D rivolta alle Scuole Primarie


e Secondarie di I grado

Tra le forze del bene, che mantengono il mondo naturale


in vita, e le forze del male, che vogliono distruggerlo,
in corso una battaglia. Una ragazza, magicamente
trasportata in questo universo segreto, decide di aiutare
un gruppo di guerrieri dlite per salvare il loro mondo
e anche il nostro. Le voci della versione italiana sono
di Lillo & Greg, Maria Grazia Cucinotta e Francesco Di
Giacomo.

Dopo aver inaspettatamente perso ladorato cane


Sparky, il giovane Victor sfrutta il potere della scienza
per riportare in vita il suo amico. Prova a nascondere la
sua creazione cucita-in-casa, ma quando Sparky esce, i
compagni di scuola e lintera citt scoprono che tenere
al guinzaglio una nuova vita pu essere pericoloso. Uno
dei vertici pi alti del cinema di Tim Burton, che torna
allanimazione utilizzando il bianco e nero e la tecnica
della stop motion. Remake del suo omonimo corto del
1984.

Biofilmografia

Biofilmografia

Chris Wedge (Binghamton, 1957), dopo


un master in computer graphics alla
Ohio State University, passato alla
Magi/Syntha Vision dove stato tra gli
animatori di Tron (1982). Nel 1998 ha vinto
un Oscar per il miglior cortometraggio
danimazione con Bunny. Il suo primo
lungometraggio da regista stato Lera
glaciale (2002), seguito poi da Robots
(2005).

Tim Burton (Burbank, 1958) inizia gi da


bambino a girare piccoli film ed entra alla
Disney allinizio degli anni 80. Il suo primo
grande succcesso stato Beetlejuice
(1988), seguito poi da Batman (1989) e da
Edward mani di forbice (1990). Nel 2008
ha ricevuto il Leone doro alla carriera a
Venezia e due anni dopo il MOMA di New
York gli ha dedicato una mostra di enorme
successo.

2.

2.3

2.3.1

proposte
per la scuola

proiezioni,
incontro
e convegno

proiezioni

105

Il grande Gatsby

Il libro della giungla

The Great Gatsby


Usa/Australia, 2013, DCP, 142, col.

The Jungle Book


Usa, 1967, DCP, 78, col.

Regia: Baz Luhrmann. Soggetto: dal romanzo di


Francis Scott Fitzgerald. Sceneggiatura: B. Luhrmann,
Craig Pearce. Fotografia: Simon Duggan. Musica:
Craig Armstrong. Scenografia e costumi: Catherine
Martin. Montaggio: Matt Villa, Jason Ballantine,
Jonathan Redmond. Interpreti e personaggi: Leonardo
DiCaprio (Jay Gatsby), Tobey Maguire (Nick Carraway),
Carey Mulligan (Daisy Buchanan), Joel Edgerton (Tom
Buchanan), Isla Fisher (Myrtle Wilson). Produzione:
Bazmark Films/Red Wagon. Distribuzione: Warner Bros.,
via Varese 16/b, 00185 Roma, tel. 06.448891.

Regia: Wolfgang Reitherman. Soggetto: dal romanzo


di Rudyard Kipling. Sceneggiatura: Ralph Wright, Vance
Gerry, Larry Clemmons, Ken Anderson. Animazione:
Milt Kahl, Franklin Thomas, Oliver Johnston Jr., John
Lounsbery. Musica: George Bruns. Montaggio: Tom
Acosta, Norman Carlise. Produzione: Walt Disney
Productions. Distribuzione: The Walt Disney Company
Italia, via Cantalupo in Sabina 29, 00191 Roma, tel.
06.330831.

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Mowgli un cucciolo duomo che stato abbandonato


nella giungla e allevato da una famiglia di lupi. Una
volta cresciuto, il bambino deve tornare con gli umani: la
pantera Bagheera e lorso Baloo si assumono il compito
di scortarlo al villaggio vicino. Ultimo lungometraggio
prodotto da Walt Disney in persona, che morir prima
delluscita del film, ottenne una Nomination agli Oscar
per la miglior canzone originale.

Nella primavera del 1922, il giovane Nick Carraway si


trasferisce a Long Island vicino alla villa di Gatsby, un
misterioso milionario. Cugino della bella e sofisticata
Daisy Buchanan, Nick viene a conoscenza del passato
intercorso tra Daisy e Gatsby e si presta a ospitare un
incontro tra i due, a cinque anni di distanza. Travolto dal
clima ruggente dellet del jazz, Nick si scopre testimone
del tramonto del sogno americano. Film dapertura del
Festival di Cannes 2013.
Biofilmografia

Baz Luhrmann (Sydney, 1962), dopo


aver frequentato il National Institute
of Dramatic Arts, debutta come attore
per dedicarsi poi al teatro di prosa e al
musical. Nel 1992 dirige il suo primo film,
Ball Room, conquistando poi il successo
internazionale con Romeo + Juliet (1996)
e Moulin Rouge (2001). Dopo sette anni di
pausa tornato al cinema con Australia
(2008).

Proiezione rivolta alle Scuole dellInfanzia e Primarie

Biofilmografia

Wolfgang Reitherman (Monaco di Baviera,


1909 Burbank, 1985) si trasferisce negli
Stati Uniti negli anni Venti e nel 1934 viene
assunto dalla Disney come animatore.
Con Pinocchio (1940) diventa direttore
dellanimazione e nel 1959 debutta nella
Regia con La bella addormentata nel bosco.
Ha diretto, tra gli altri, Gli Aristogatti
(1970), Robin Hood (1973) e Le avventure di
Bianca e Bernie (1977).

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
106

No I giorni dellarcobaleno

Qualcosa nellaria

No
Cile/Usa/Messico, 2012, DCP, 110, col.

Aprs mai
Francia, 2012, DCP, 122, col.

Regia: Pablo Larran. Soggetto: da un testo teatrale


di Antonio Skrmeta. Sceneggiatura: Pedro Peirano.
Fotografia: Sergio Armstrong. Scenografia: Estefana
Larran. Montaggio: Andrea Chignoli. Interpreti e
personaggi: Gael Garca Bernal (Ren Saavedra), Alfredo
Castro (Lucho Guzmn), Antonia Zegers (Vernica),
Luis Gnecco (Urrutia), Marcial Tagle (Alberto Arancibia).
Produzione: Fabula/Participant Media/Canana.
Distribuzione: Bolero Film, via Vicenza 5a, 00197 Roma,
tel. 06.4463061.

Regia e sceneggiatura: Olivier Assayas. Fotografia:


ric Gautier. Scenografia: Franois-Renaud Labarthe.
Costumi: Jrgen Doering. Montaggio: Luc Barnier,
Mathilde Van De Moortel. Interpreti e personaggi:
Clment Mtayer (Gilles), Lola Crton (Christine),
Flix Armand (Alain), Carole Combes (Laure), India
Salvor Menuez (Leslie). Produzione: MK2/France 3.
Distribuzione: Officine Ubu, via Melchiorre Gioia 65,
20124 Milano, tel. 02.87383020.
Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Nel 1988 il dittatore cileno Augusto Pinochet, a causa


della pressione internazionale, costretto a indire un
referendum allo scopo di rimanere alla guida del Paese. I
leader dellopposizione convincono un giovane e audace
pubblicitario a condurre la campagna per il NO. Con
pochi mezzi a disposizione e sotto il controllo costante
del dittatore, Saavedra e il suo team concepiscono un
ambizioso progetto per vincere le elezioni. Presentato
alla Quinzaine di Cannes 2012, il film ha vinto lArt
Cinema Award.
Biofilmografia

Pablo Larran (Santiago del Cile,


1976), figlio di due importanti politici
conservatori, studia cinema a Santiago
e fonda una societ di produzione
audiovisiva e pubblicitaria, Fabula. Nel
2007 il suo secondo film, Tony Manero,
lo impone allattenzione della critica
internazionale e vince il Torino Film
Festival. Post Mortem (2010) viene invece
selezionato dalla Mostra di Venezia.

Nella Parigi degli inizi anni 70, un giovane liceale, Gilles,


coinvolto totalmente dal fermento politico e creativo
di quel periodo. Combattuti tra impegni radicali e le
aspirazioni pi personali, Gilles e i suoi amici arriveranno
prima in Italia e poi a Londra, dove dovranno fare delle
scelte decisive per trovare il loro posto in unepoca
tumultuosa. Presentato in anteprima mondiale alla
Mostra di Venezia 2012, dove stato premiato per la
migliore sceneggiatura.
Biofilmografia

Olivier Assayas (Parigi, 1955), figlio di uno


sceneggiatore e fratello di un noto critico
musicale, uno dei pi importanti registi
francesi contemporanei, cui Sottodiciotto
ha dedicato nel 2006 una retrospettiva
completa. Tra i suoi film pi significativi
ricordiamo Leau froide (1994), Irma Vep
(1996), Clean (2004) e la miniserie Tv Carlos
(2010).

2.

2.3

2.3.1

proposte
per la scuola

proiezioni,
incontro
e convegno

proiezioni

107

Ralph spaccatutto

Reality

Wreck-It Ralph
Usa, 2012, DCP, 101, col.

Italia/Francia, 2012, DCP, 115, col.

Regia: Rich Moore. Sceneggiatura: Phil Johnston,


Jennifer Lee. Musica: Henry Jackman. Montaggio: William
J. Caparella. Produzione: Walt Disney Animation Studios.
Distribuzione: The Walt Disney Company Italia, via
Cantalupo in Sabina 29, 00191 Roma, tel. 06.330831.
Proiezione 3D rivolta alle Scuole Primarie
e Secondarie di I grado

Ralph Spaccatutto il protagonista cattivo di un


videogame ma il suo desiderio quello di essere amato
come leroe suo antagonista, Fix-It Felix. Stanco
di questa vita, Ralph decide di scappare dalla sua
macchina a gettoni. Conosce cos la piccola Vanellope
Von Schweetz e vive con lei unemozionante avventura.
Candidato allOscar 2013 come miglior film danimazione.
Biofilmografia

Rich Moore (Los Angeles, 1963), dopo


aver studiato animazione al prestigioso
CalArts, dal 1990 diventa regista di famose
serie Tv come I Simpson, Futurama e Baby
Blues. Nel 2008 passa alla Disney, dove
sviluppa diversi progetti insieme a John
Lasseter. Ralph Spaccatutto il suo primo
lungometraggio.

Regia: Matteo Garrone. Sceneggiatura: M. Garrone,


Maurizio Braucci, Ugo Chiti, Massimo Gaudioso.
Fotografia: Marco Onorato. Musica: Alexandre Desplat.
Scenografia: Paolo Bonfini. Costumi: Maurizio Millenotti.
Montaggio: Marco Spoletini. Interpreti e personaggi:
Aniello Arena (Luciano), Loredana Simioli (Maria), Nando
Paone (Michele), Graziella Marina (madre di Luciano),
Nello Iorio (Massimone). Produzione: Archimede Film/
Fandango/Le Pacte. Distribuzione: 01 Distribution,
piazza Adriana 12, 00193 Roma, tel. 06.684701.
Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Luciano vive a Napoli in un palazzo fatiscente con la


moglie e i figli. Gestisce una pescheria mentre con la
moglie ha attivato un traffico illegale di casalinghi.
Luciano ha una vocazione per lesibizione cos il giorno
in cui i familiari lo sollecitano a partecipare a un casting
de Il Grande Fratello non si sottrae. Luciano inizia a
comportarsi nella vita quotidiana come un concorrente
del reality ed entra in una spirale di attese che trasforma
la sua vita. Grand Prix a Cannes 2012.
Biofilmografia

Matteo Garrone (Roma, 1968), figlio di un


noto critico teatrale, debutta nel cinema
con il corto Silhouette (1996), che vince
il Sacher Festival. Terra di mezzo (1997),
il suo primo lungo, vince invece il premio
speciale della giuria al Festival Cinema
Giovani. Nel 2002 presenta alla Quinzaine
Limbalsamatore e il suo nome assume
un rilievo internazionale, consolidato dal
grande successo di Gomorra (2008).

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
108

Roma citt aperta

The Summit

Italia, 1945, 35mm, 103, b/n

Italia, 2011, HD, 97, b/n e col.

Regia: Roberto Rossellini. Sceneggiatura: Sergio


Amidei, Federico Fellini, R. Rossellini. Fotografia:
Ubaldo Arata. Musica: Renzo Rossellini. Scenografia:
Rosario Megna. Montaggio: Eraldo Da Roma. Interpreti
e personaggi: Anna Magnani (Pina), Aldo Fabrizi (don
Pietro), Vito Annichiarico (Marcello), Marcello Pagliero
(Manfredi), Nando Bruno (Agostino). Produzione: Excelsa
Film. Distribuzione culturale: Centro Sperimentale di
Cinematografia - Cineteca Nazionale, via Tuscolana 1524,
00173 Roma, tel. 06.722941.

Regia: Franco Fracassi, Massimo Lauria.


Sceneggiatura: Vincenzo Crocitto, Eleonora Ferrazzi,
F. Fracassi, M. Lauria, Daniela Mastrosimini, Vincenzo
Perrone, Andrea Petrosino, Fabiana Tacente. Fotografia:
Furio Bruzzone, Pietro Silvestri. Musica: Francesco
Marchetti, Alessandro Molinari. Montaggio: Gustavo
Alfano. Produzione: Telemaco/Thalia Group/Minerva
Pictures/Video Voyagers/Eidos. Distribuzione: Minerva
Pictures, via del Circo Massimo 9, 00153 Roma, tel.
06.84242430.

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Nella Roma del 1943-44, occupata dai nazifascisti, la


lotta, le sofferenze, i sacrifici della gente sono raccontati
attraverso le vicende di una popolana, di un sacerdote
e di un ingegnere comunista. Il film che apr la strada al
Neorealismo italiano e che meglio rappresenta il tema
politico centrale dellItalia nel Dopoguerra. Palma doro al
Festival di Cannes 1946.

20-21 luglio 2001. Gli occhi del mondo sono puntati su


Genova dove si sta tenendo il G8. I Movimenti No Global
si sono organizzati per mettere in atto una serie di
dimostrazioni. I Black Bloc intervengono in formazioni da
guerriglia. In Piazza Alimonda muore un ragazzo, Carlo
Giuliani. Nella notte del 21 polizia e carabinieri fanno
irruzione nella Scuola Diaz. Il documentario ricostruisce
quanto avvenne in quei giorni attraverso le tesi dei
manifestanti e le valutazioni di esperti di tattiche
militari. Presentato lanno scorso a Berlino nella sezione
Panorama.

Biofilmografia

Roberto Rossellini (Roma, 1906-1977) inizia


a lavorare nel cinema negli anni Trenta e,
con la trilogia composta da Roma citt
aperta (1945), Pais (1946) e Germania anno
zero (1947), getta le basi del Neorealismo
italiano. Nel 1950 sposa Ingrid Bergman e
con lei realizza, tra gli altri, Viaggio in Italia
(1953). Nel 1959 vince il Leone doro con Il
generale Della Rovere. Negli anni Sessanta
si dedica soprattutto alla Tv, diventandone
un pioniere.

Biofilmografia

Franco Fracassi (Roma, 1965) ha lavorato


per 16 anni come giornalista e fotoreporter
occupandosi dei conflitti in Bosnia,
Kosovo, Angola e Iraq. Dallinizio degli anni
Duemila produce e dirige documentari
dinchiesta come Zero Inchiesta sull11
settembre (2006).
Massimo Lauria (Genova, 1975)
appassionato di cinema e giornalismo. Da
anni attivo nellamministrazione pubblica
ligure. The Summit il suo primo film.

2.

2.3

2.3.1

proposte
per la scuola

proiezioni,
incontro
e convegno

proiezioni

109

Transamerica

Tutti per uno

id.
Usa, 2005, 35mm, 103, col.

Les Mains en lair


Francia, 2010, 35mm, 90, col.

Regia e sceneggiatura: Duncan Tucker. Fotografia:


Stephen Kazmierski. Musica: David Mansfield.
Scenografia: Mark White. Costumi: Danny Glicker.
Montaggio: Pam Wise. Interpreti e personaggi:
Felicity Huffman (Bree), Kevin Zegers (Toby), Fionnula
Flanagan (Elizabeth), Elizabeth Pea (Margaret), Graham
Greene (Calvin). Produzione: Belladonna Productions.
Distribuzione: DNC Entertainment, via Capo Di Mondo 62,
50136 Firenze, tel. 055.6550129.

Regia e sceneggiatura: Romain Goupil. Fotografia:


Irina Lubtchansky. Musica: Philippe Hersant.
Scenografia: Jean-Baptiste Poirot. Costumi: Julie
Marteau. Montaggio: Laurence Briaud. Interpreti e
personaggi: Valeria Bruni Tedeschi (Cendrine), Linda
Doudaeva (Milana), Jules Ritmanic (Blaise), Louna Klanit
(Alice), Louka Masset (Ali). Produzione: Les Films du
Losange. Distribuzione: Teodora Film, via Ovidio 20,
00193 Roma, tel. 06.80693760.

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di I grado

Bree una transessuale. Alla vigilia dellintervento


chirurgico che la ridefinir sessualmente, scopre di
avere un figlio, Toby, nato ventanni prima dal suo
unico rapporto eterosessuale. La sua psicoterapeuta la
costringe a confrontarsi con il ragazzo e con il passato.
Toby, intanto, arrestato per droga, ha bisogno di un
padre. Sar Bree a pagare la cauzione e il riscatto per
una vita migliore. Presentato a Berlino, il film ha vinto
numerosi premi nei festival internazionali e ha ottenuto
due Nomination agli Oscar.

Milana una bambina di origine cecena che vive a


Parigi. La sua vivace comitiva comprende ragazzi di ogni
colore e provenienza. Quando uno di loro, Youssef, viene
rimpatriato, lo stesso destino sembra attendere anche
lei. I suoi compagni decidono cos di mettere in atto un
piano per salvarla. Per questo film Valeria Bruni Tedeschi
ha vinto il Nastro dArgento 2011.

Biofilmografia

Duncan Tucker (Phoenix, 1975) si laureato


alla New York University e ha esordito nel
cinema con il cortometraggio The Mountain
King (2003). Due anni dopo ha firmato il
suo primo lungo, Transamerica, proiettato
nei festival di tutto il mondo. Attualmente
si dedica alla scrittura di racconti ed
attivo nel mondo dellarte contemporanea
come fotografo e pittore.

Biofilmografia

Romain Goupil (Parigi, 1951), attore e


regista, stato uno dei protagonisti del
Maggio Francese nel 68. Ha lavorato con
Godard, Polanski e Chantal Akerman.
Il suo primo film da regista stato il
documentario Mourir trente ans, col
quale ha vinto la Camra dor a Cannes,
seguito poi dal thriller La Java des ombres
(1983). Tra i suoi film pi noti ricordiamo
Maman (1990) e Une Pure concidence
(2002).

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

2.3

.2 .3

110

Voci nel buio

Wintertochter

Italia/Slovenia, 2011, DCP, 90, col.

La figlia dellinverno
Germania/Polonia, 2011, Dvd, 90, col.

Regia: Rodolfo Bisatti. Sceneggiatura: R. Bisatti,


Maurizio Pasetti. Fotografia: Radovan Cok. Musica:
Fabian Perez Tedesco. Montaggio: R. Bisatti, Mattia
Visintini. Interpreti: Giuseppe Cocevari, Franois
Bruzzo, Laura Pellicciari, Xenia Gugliatti, Nina Benedetti.
Produzione: Gianluca Arcopinto/Kineofilm/Studio
Arkadena. Distribuzione: Pablo, piazza S. Maria
Liberatrice 27, 00153 Roma, tel. 06.45496945.
Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di I e II grado

Una famiglia ai margini vive a Trieste. Il figlio


adolescente, Giovanni, ha perso la vista a quattro
anni. Cora, la madre, vive per lui. Il padre Angelo, un ex
professore, sopravvive nellombra portando i giornali nelle
edicole di notte. Limmobilit e lisolamento vengono
scossi da Dusan, un serbo che disert i combattimenti
del 99 in Kosovo e che ritorna in Italia per accusare
Angelo, un tempo impegnato nellaiuto ai profughi, di
aver fatto sparire sua moglie e sua figlia.
Biofilmografia

Rodolfo Bisatti (Padova, 1960), dopo


la laurea al DAMS di Bologna nel 1984,
approfondisce gli studi sul linguaggio
audiovisivo e realizza numerosi programmi
Tv, documentari e spot pubblicitari. Nel
2004 ha presentato a Venezia Il gioco del
falco. Dal 1995 promotore di Kineo e nel
2005 ha fondato a Londra, insieme a Guido
Fabris e Maurizio Pasetti, la societ di
produzione The Society.

Regia: Johannes Schmid. Soggetto: dal dramma di


Nora Lmmermann. Sceneggiatura: Michaela Hinnenthal,
Thomas Schmid. Fotografia: Michael Bertl. Musica:
Michael Heilrath, Kathrin Mickiewicz. Scenografia:
Dorothee von Bodelschwingh. Costumi: Walter
Schwarzmeier. Montaggio: Thomas Kohler. Interpreti
e personaggi: Nina Monka (Kattaka), Ursula Werner
(Lene Graumann), Leon Seidel (Kncke), Dominik Nowak
(Waldek), Merab Ninidze (Alexej). Produzione: Schlicht
& Ergreifend/Pokromski Studio. Distribuzione: Goethe
Institut.
Proiezione rivolta alle Scuole Secondarie di II grado

Lundicenne Kattaka scopre a Natale che il suo vero


padre un marinaio russo la cui nave rester ancorata al
porto di Danzica fino a Capodanno. Con la 73enne Lene,
Kattaka intraprende un viaggio alla ricerca del genitore.
Lene, che durante la guerra era dovuta scappare dalla
sua terra natale, la Polonia, e aveva perso i suoi genitori,
fa dellavventura di Kattaka anche un viaggio alla ricerca
del proprio passato. Presentato con grande successo al
Festival di Monaco, il film ha vinto il premio come miglior
lungometraggio per ragazzi.
Biofilmografia

Johannes Schmid (Vilsbiburg, 1973)


ha studiato cinema a Regensburg,
Erlangen e Monaco. Ha lavorato a lungo
in teatro come aiuto regista e dal 1999
ha diretto numerosi corti. Il suo primo
lungometraggio, Blde Mtze! (2007), lo
ha imposto allattenzione della critica
tedesca.

2.

2.3

2.3.2

proposte
per la scuola

proiezioni,
incontro
e convegno

incontro

111

2.3.3
convegno

Incontro:
Metissage!

partire dallanalisi critica di alcune sequenze del film Fratelli


dItalia di Claudio Giovannesi, si propone una riflessione sul
cinema come risorsa per indagare limmaginario di una societ:
la rivoluzione demografica e le trasformazioni multietniche nel contesto
italiano, tra luoghi comuni e sguardi originali, temi ricorrenti e aspetti
meno trattati. Lincontro si svolge al Centro Interculturale della Citt
di Torino e a esso partecipano Sergio Durando (presidente Associazione
ASAI) e Michele Marangi (AIACE Torino).
Incontro rivolto a insegnanti ed educatori

Convegno:
Educazione al
senso libero della
differenza
maschile/femminile

a costruzione del s oggi un processo sempre pi complesso


che ogni giorno entra nella scuola e si confronta con fantasie
onnipotenti a cui corrisponde una cornice educativa con confini
sempre pi labili. A partire dal corpo, che contraddistingue maschio
e femmina, possibile affrontare il tema della finitezza, del limite
del desiderio che se non trova un suo argine si risolve in potenza
distruttrice. Quel corpo, che oggi proiettato verso lesterno, diventa
oggetto di stereotipi definiti da modelli sociali dominanti. La scuola
deve assumere una funzione educativa che non solo culturale ma
anche politica, deve occuparsi della comunit e quindi dei valori e dei
comportamenti che ne derivano, operare per unetica della necessit
per consegnare i veri valori di cittadinanza e di uguaglianza alle future
generazioni. Il convegno, che si svolge presso la Casa del Teatro Ragazzi
e Giovani viene introdotto da Mariagrazia Pellerino (Assessora alle
politiche educative della Citt di Torino). Vi prendono parte: Anna Maria
Piussi (docente ordinaria di Pedagogia Generale e Sociale, Universit
di Verona), Maria Cristina Mecenero (insegnante di scuola primaria,
Milano), Alessio Miceli (insegnante e componente dellAssociazione
MaschilePlurale), Daniela Braidotti e Nuccia Maldera (Forum Regionale
per lEducazione e la Scuola), Ferdinanda Vigliani (Centro Studi e
Documentazione Pensiero Femminile), Anna Gonella (responsabile
pedagogica Divisione Servizi Educativi - Citt di Torino), Maria Luisa
Puccini (responsabile pedagogica Divisione Servizi Educativi - Citt
di Torino), Anna Maria Venera (responsabile Settore Formazione ITER Citt di Torino) e Umberto Magnoni (Direttore di ITER - Citt di Torino).
Convegno rivolto a insegnanti ed educatori

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
112

113

retrospettive

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

3.1
S

Sylvain Chomet

114

ottodiciotto Filmfestival dedica sempre un'attenzione


particolare al cinema contemporaneo, con il nella
sperimentazione dei linguaggi pi diversi. Questanno uno degli
omaggi vede protagonista il francese Sylvain Chomet, uno dei registi
pi significativi degli ultimi quindici anni nell'ambito dell'animazione,
capace di raccogliere consensi sia tra il pubblico che tra i critici,
vincitore di prestigiosi premi internazionali e, dal 2006, attivo anche
nel cinema live action. Formatosi allcole suprieure de limage di
Angoulme, la scuola di fumetto pi importante d'Europa, Chomet
si dedica inizialmente a quest'arte pubblicando un paio di volumi di
successo. Il suo obiettivo, tuttavia, il cinema e dopo alcuni anni di
gavetta progetta il suo primo cortometraggio, La vieille dame et les
pigeons, che termina nel 1996, dopo cinque anni di lavoro. Il film vince
ad Annecy e ai BAFTA, mettendo subito in tavola le carte che il regista
della banlieu parigina sapr giocarsi negli anni successivi: l'omaggio alla
Francia del dopoguerra, i personaggi disegnati con tratti fortemente
caricaturali, le citazioni letterarie, cinematografiche e musicali mai
fini a se stesse, il gusto per il paradosso e la volont di parlare a un
pubblico di ogni et. Il riferimento al fumetto esplicito ma Chomet sa
dargli vita con straordinaria efficacia e consapevolezza del linguaggio
cinematografico. Siamo lontani sia dalla tradizione americana che da
quella giapponese: il mondo dell'autore profondamente europeo, ne
davvero la quintessenza poetica. Con Appuntamento a Belleville, il suo
primo lungometraggio (che ottiene due nomination agli Oscar), Chomet
allarga il respiro del racconto ma resta coerente alla sua poetica. Non
pi soltanto Parigi, questa volta, ma anche New York, gettando un
ideale ponte culturale tra le due grandi metropoli del Novecento. In
questi 78 minuti c' di tutto: Fausto Coppi, Josephine Baker, Charles
Trenet, Django Reinhardt, Fred Astaire, Cab Calloway, Glenn Gould e,
soprattutto, l'amato Jacques Tati, che torner poi da protagonista
in L'illusionista (2010), tratto da una sua sceneggiatura inedita. Il
viaggio, in questo film, dalla Francia all'Inghilterra e l'illusionista del
titolo sembra omaggiare il Chaplin di Luci della ribalta. I dialoghi, gi
estremamente rarefatti in Appuntamento a Belleville, raggiungono
ora il grado zero: potere all'immagine, al gesto, all'espressione del
volto, proprio come insegnava Tati. Non sorprende dunque che il primo
passo nel cinema dal vero, l'episodio Tour Eiffel del collettivo Paris, je
t'aime, abbia al centro due mimi che si scoprono innamorati. In Attila
Marcel, primo lungometraggio live action che Sottodiciotto presenta in
anteprima italiana, i dialoghi invece ci sono e il film rappresenta, a tutti
gli effetti, una vera e propria sfida. Se ne parler con Sylvain Chomet in
persona, che sar a Torino per incontrare il pubblico del festival.

3.

3.1

retrospettive

sylvain chomet

115

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
116

La Vieille dame et les pigeons


Lanziana signora e i piccioni
Francia/Canada, 1998, 35mm, 24, col.

Regia, soggetto e animazione: Sylvain Chomet. Sceneggiatura:


S. Chomet, David Freedman, Alan Gilbey. Musica: Jean Corti. Montaggio:
Chantal Colibert, Hlne Girard. Produzione: Les Productions Pascal Blais/Les
Armateurs/Productions Django. Distribuzione: Les Armateurs, 33 rue Linn,
75005 Paris, France, tel. +33-1-49290977.
Un gendarme parigino malnutrito osserva con invidia tutti coloro che
sfoggiano grossi panini o la loro stazza corpulenta. Neanche i piccioni
sembrano soffrire la fame: quelli che incontra lungo la strada di casa sono
cos grassi che non riescono a volare. Provengono tutti dalla panchina di
unanziana signora che regala loro grossi arrosti e pietanze succulente.
Luomo inizia a spiare la vecchietta e, indossato un grosso costume da
piccione, si reca tutti i giorni alla stessa ora alla casa della signora, che
non esita a ingozzarlo con i suoi pranzi. Luomo inizia a ingrassare, tanto da
non riuscire pi a togliersi il costume. Gran premio al Festival di Annecy e
nomination agli Oscar 1999 per il miglior corto animato.

Appuntamento a Belleville
Les Triplettes de Belleville
Francia/Belgio/Canada, 2003, 35mm, 78, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione: Sylvain Chomet. Musica:


Mathieu Chedid, Benot Charest. Scenografia: Evgeni Tomov. Montaggio:
Dominique Brune, Chantal Colibert Brunner, Dominique Lefever. Produzione:
Les Armateurs/France 3 Cinma/RGP France/Production Champion/Vivi Film.
Distribuzione: Mikado Film.
Madame Souza ha accolto il nipotino Champion, orfano dei genitori, e si
dispera perch il bambino non si interessa a nulla, non felice e si annoia.
Un giorno Madame scopre che il nipote nasconde delle foto del Tour de
France e dei campioni ciclisti. Gli regala allora una bicicletta e decide di farlo
allenare per farne un giorno il vincitore del Tour. Gli anni passano e Champion
sta partecipando al Tour quando due misteriosi individui vestiti di nero lo
rapiscono. Madame Souza e il suo fedele cane Bruno si mettono allora sulle
loro tracce. La ricerca li porta a una megalopoli chiamata Belleville, dove
incontrano delle eccentriche cantanti di music-hall degli anni Trenta che li
prendono sotto la loro ala protettrice. Ma la mafia francese ha piani diversi
Presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2003, il film ha ottenuto due
nomination agli Oscar 2004 e ha vinto un Csar per la miglior musica.

3.

3.1

retrospettive

sylvain chomet

117

Tour Eiffel
Francia/Germania, 2006, Blu-ray, 5, col.

Regia e sceneggiatura: Sylvain Chomet. Fotografia: ric Guichard.


Interpreti: Yolande Moreau, Paul Putner. Produzione: Victoires International/
Pirol Stiftung.
Un bambino racconta il primo incontro tra i suoi genitori, entrambi mimi.
Episodio del film collettivo Paris, je taime, presentato in apertura della
sezione Un certain regard al Festival di Cannes 2006.

Lillusionista
LIllusioniste
Francia/Gran Bretagna, 2010, 35mm, 80, col.

Regia, sceneggiatura, animazione, musica e montaggio: Sylvain Chomet.


Soggetto: da una sceneggiatura inedita di Jacques Tati. Scenografia: Bjarne
Hansen. Produzione: Django Films/Cineb/Path. Distribuzione: Sacher, via
della Piramide Cestia 1, 00153 Roma, tel. 06.5745353.
Nella Francia del 1959, un vecchio illusionista la cui fama stata oscurata da
quella dei cantanti rock, si esibisce in piccoli teatri, in feste private e nei bar
di paese. proprio durante uno dei suoi spettacoli in un pub di una cittadina
scozzese che lillusionista incontra la piccola Alice, destinata a cambiargli
la vita. La bambina lo elegge a suo eroe personale, si convince del fatto
che i suoi trucchi siano reali e decide di seguirlo a Edimburgo. Lillusionista,
lusingato dallentusiasmo di Alice, la accoglie in casa sua e decide di non
rivelarle la verit sui suoi trucchi e cos comincia a coprirla di costosi regali
affinch abbia tutto ci che desidera. Come tutte le altre bambine, per,
Alice destinata a crescere. Presentato al Festival di Berlino e candidato agli
Oscar 2011, il film ha vinto un Csar e uno European Film Award come miglior
film danimazione.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
118

Attila Marcel
Francia, 2013, DCP, 106, col.

Regia, soggetto e sceneggiatura: Sylvain Chomet. Fotografia: Antoine


Roch. Musica: S. Chomet, Franck Monbaylet. Scenografia: Carlos Conti.
Costumi: Olivier Briot. Montaggio: Simon Jacquet. Interpreti e personaggi:
Guillaume Gouix (Paul), Anne Le Ny (signora Proust), Bernadette Lafont
(Annie), Hlne Vincent (Anna), Luis Rego (signor Coelho), Fanny Touron
(Anita), Kea Kaing (Michelle). Produzione: Path/France 3 Cinma/Appaloosa.
Vendita allestero: The Festival Agency, 44 rue de Clry, 75002 Paris, France,
tel. +33.9.54904863.
Paul ha trentanni e vive in un appartamento a Parigi insieme alle zie Annie
e Anna, due anziane aristocratiche che si occupano di lui dallet di due
anni e che vorrebbero vederlo diventare un pianista di successo. Le sue
giornate trascorrono tutte uguali, con lui al pianoforte impegnato in esercizi
o nellaccompagnamento delle lezioni di danza delle zie. Cresciuto separato
dal resto del mondo, Paul sente di non aver mai vissuto. Un giorno, per, la
sua esistenza cambia allimprovviso grazie allincontro con la signora Proust,
linquilina del quarto piano. Presentato con grande successo a Toronto, il film
uscito in tutte le sale francesi a fine ottobre.

Biofilmografia

Sylvain Chomet (Maisons-Laffitte, Francia, 1963), dopo essersi


diplomato in arti plastiche nel 1982, studia allcole suprieure
de limage di Angoulme. Nel 1986 pubblica il suo primo fumetto,
Le secret des libellules (Futuropolis). Alla fine degli anni Ottanta
si trasferisce in Inghilterra, dove lavora come regista di spot
pubblicitari. Tornato in Francia, gira un videoclip per la band
TSF e si riavvicina con successo al mondo dei fumetti. Nel 1991
inizia a preparare il suo cortometraggio desordio, La vieille
dame et les pigeons, che termina solo nel 1996 in Canada. Il
film fa incetta di premi e il nome di Chomet diventa noto alla
critica e agli appassionati di animazione. Nel 2003 esordisce
nel lungometraggio con Appuntamento a Belleville, che viene
venduto in tutto il mondo. Lanno dopo fonda a Edimburgo la
sua societ di produzione, la Django Films. Nel 2006 partecipa
al progetto collettivo Paris, je taime con un corto dal vero. Nel
2010 porta a Berlino Lillusionista, suo secondo lungometraggio
danimazione. Attila Marcel il suo primo lungo girato dal vero.

3.

3.1

retrospettive

sylvain chomet

119

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

3.2
N

Luc Jacquet

120

on un mistero che, da quindici anni a questa parte, il


documentario stia vivendo una nuova giovinezza, evidente sia
nei programmi dei festival internazionali che nellambito della
distribuzione in sala. Giovani autori, con alle spalle esperienze diverse
e multiformi, si sono avvicinati al cinema non fiction con lurgenza
di raccontare storie forti e autentiche, liberandosi dai vincoli e dalle
convenzioni del film narrativo tradizionalmente inteso. Tra le figure
che hanno contribuito decisivamente al rinnovamento del panorama
cinematografico c sicuramente quella di Luc Jacquet, vincitore
dellOscar per La marcia dei pinguini nel 2006. a lui che Sottodiciotto
Filmfestival dedica questanno un omaggio, arricchito dallanteprima
italiana del suo nuovo lungometraggio, Il tait une fort, appena uscito
con notevole esito in Francia. Brillante biologo e attento osservatore
della fauna antartica, Jacquet ha appreso sul campo luso della
macchina da presa, filmando i pinguini nel corso di una lunga spedizione
organizzata dal CNRS nel 1992. La scoperta del cinema come strumento
di documentazione e ricerca scientifica gli ha cambiato la vita,
spingendolo ad abbandonare la carriera universitaria per un avventuroso
progetto di divulgazione attraverso limmagine in movimento. Nei suoi
film, Jacquet dispiega tutto lapparato linguistico della settima arte,
concedendosi anche alcune licenze rispetto al documentario tout
court, dando vita a opere che combinano felicemente lesigenza del
rigore scientifico con lurgenza di comunicare a un pubblico pi ampio
possibile. Lobiettivo, ovviamente, quello di sensibilizzare lopinione
pubblica alle grandi emergenze dei nostri giorni: il rispetto per la flora e
la fauna, la diffusione di una nuova coscienza ambientale, la necessit
di un radicale ripensamento della politica ecologica dei grandi paesi
industrializzati. La marcia dei pinguini, divertente e malinconico al
tempo stesso, in questo senso un manifesto straordinario del pensiero
di Jacquet che, dopo solo due anni, tornato sui grandi schermi di
tutta Europa con La volpe e la bambina. Apparentemente studiato per
coinvolgere il pubblico dei pi piccoli, il film conquista in realt anche
gli adulti grazie a uno sguardo puro e innocente, alla sottile poesia che
lo sottende e a una dimensione atemporale che lo trasforma in unelegia
della natura di rara intensit. Costantemente in viaggio alla ricerca
di nuovi spunti, Jacquet si imbattuto qualche anno fa nel botanico
Francis Hall, che gli ha svelato i segreti delle grandi foreste primarie.
Da questo incontro nato adesso Il tait une fort, forse il suo progetto
pi ambizioso e riuscito, unautentica immersione nella natura pi
lussureggiante del pianeta. Luc Jacquet sar a Torino per presentarlo e
discuterne col pubblico.

3.

3.2

retrospettive

luc jacquet

121

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
122

La marcia dei pinguini


La Marche de lempereur
Francia, 2005, 35mm, 80, col.

Regia e soggetto: Luc Jacquet. Sceneggiatura: L. Jacquet, Michel Fessler.


Fotografia: Jerome Maison, Laurent Chalet. Musica: milie Simon. Montaggio:
Sabine Emiliani. Produzione: Bonne Pioche/Buena Vista International/Canal
Plus/Alliance de Production Cinmatographique/Institut Polaire Franais PaulEmile Victor. Distribuzione: Lucky Red, via Antonio Chinotto 16, 00195 Roma,
tel. 06.3759441.
Il pinguino imperatore che vive nelle regioni antartiche deve migrare per
diversi mesi in determinate zone per riprodursi e allevare i propri figli. Il
documentario segue da vicino il viaggio di una colonia e successivamente
di una coppia di questi, che affronta diverse marce affinch il piccolo possa
resistere al freddo e alla fame nel periodo dopo la sua nascita. Il film mostra
le sofferenze dei pinguini durante la loro riproduzione, partendo dalla marcia
che dalloceano li porter allinterno della regione ghiacciata. Presentato nei
festival di mezzo mondo e premiato con un Oscar per il miglior documentario,
La marcia dei pinguini segna il debutto su grande schermo del biologo
Luc Jacquet, che per pi di dieci anni si era fatto le ossa lavorando per la
televisione. Nella versione italiana la voce narrante di Fiorello.

La volpe e la bambina
Le Renard et lenfant
Francia, 2007, 35mm, 90, col.

Regia e soggetto: Luc Jacquet. Sceneggiatura: Eric Rognard. Fotografia:


Grard Simon, ric Dumage. Musica: Alice Lewis, David Reyes, Evgeni Galperine.
Montaggio: Sabine Emiliani. Interpreti e personaggi: Bertille Nol-Bruneau (la
bambina). Produzione: Bonne Pioche/France 3 Cinma. Distribuzione: Lucky
Red, via Antonio Chinotto 16, 00195 Roma, tel. 06.3759441.
In autunno, sulla montagna, una bambina dai capelli rossi incontra nel bosco
una volpe selvatica che poi scappa via. La bambina torna sul posto a cercarla
ma si fa male al piede. Dinverno, confinata in casa, la bambina pensa alla sua
volpe, alla sua vita con un compagno, ucciso poi dal veleno dei cacciatori.
A primavera, la bambina la trover rintanata e scoprir i suoi cuccioli. Dopo
lunghi appostamenti, disturbati da porcospini affamati, le due si rincontrano
e diventano amiche. La bambina chiama la volpe Titou. Un giorno,
inseguendo la volpe sotto la pioggia, la bambina finisce in una grotta. Sar
salvata dai genitori dopo aver passato la notte su un albero. Le amiche si
lasciano andare a giochi e scorribande nella natura, finch la bambina non
mostra alla volpe la sua casa con i genitori... Girato tra la Francia e lAbruzzo,
a met tra documentario e finzione, il film racconta in modo straordinario
il rapporto tra la bambina e la natura che la circonda. La voce italiana di
Ambra Angiolini.

3.

3.2

retrospettive

luc jacquet

123

Il tait une fort


Cera una volta una foresta
Francia, 2013, DCP, 78, col.

Regia e sceneggiatura: Luc Jacquet. Soggetto: Francis Hall. Fotografia:


Antoine Marteau. Musica: ric Neveux. Montaggio: Stphane Mazalaigue.
Produzione: Bonne Pioche/France 3 Cinma/Rhne-Alpes Cinma/Wild-Touch.
Vendita allestero: Wild Bunch, 99 rue de la Verrerie, 75004 Paris, France, tel.
+33.1.53015020.
Guidato dal biologo e botanico Francis Hall, Jacquet racconta la nascita e lo
sviluppo delle grandi foreste pluviali tropicali. La loro natura lussureggiante,
vero e proprio polmone verde del nostro pianeta, prende vita davanti ai
nostri occhi e interagisce con la fauna che la popola. Realizzato grazie
allassociazione Wild-Touch, fondata dallo stesso Jacquet con la moglie e
alcuni amici allo scopo di comunicare limportanza della preservazione della
natura attraverso i media, il documentario - che ha come madrina lattrice
Marion Cotillard - stato girato in Per e in Gabon. Presentato al Festival di
Vancouver, il film uscito in Francia a met novembre e viene mostrato in
anteprima italiana da Sottodiciotto.

Biofilmografia

Luc Jacquet (Bourg-en-Bresse, Francia, 1967) si laurea in biologia


animale a Lione nel 1991 e prosegue gli studi a Grenoble fino al
1993. Nel 1992 compie una lunga ricerca sul campo in Antartide
ed entra in contatto con il mondo dei pinguini imperatori. Gli
animali vengono filmati con una cinepresa 35mm e Jacquet
scopre unautentica passione per il documentario. Abbandonata
lattivit accademica, si concentra sul cinema e lavora come
operatore a molti film di carattere naturalistico. Presto diventa
regista di documentari per la televisione e, allinizio degli anni
Duemila, comincia a progettare il debutto nel lungometraggio
per il grande schermo. La marcia dei pinguini (2005) conquista
un grandissimo successo di pubblico e vince lOscar nel 2006.
Nel 2007 la volta di La volpe e la bambina, che Jacquet
realizza mescolando realt e finzione a partire da un suo
ricordo dinfanzia. Nel 2010 fonda lAssociazione Wild-Touch
per sensibilizzare lopinione pubblica ai temi dellecologia e del
rispetto della natura. In questo ambito conosce lo studioso
Francis Hall che lo spinge - dopo molti viaggi in Gabon, Per e
Nuova Guinea - a realizzare Il tait une fort.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
124

125

incontri

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

4.1
L

Stefano Rulli

Targa Citt di Torino 


Sottodiciotto Filmfestival

126

a Targa Citt di Torino - Sottodiciotto Filmfestival viene


questanno assegnata a Stefano Rulli, a riconoscimento di una
carriera dedicata a raccontare lItalia con sguardo lucido e
problematico, capace di restituire sullo schermo unanalisi ampia e
approfondita della Storia ma attento anche ai dettagli pi intimi della
psicologia dei personaggi, inserendo dunque a pieno titolo il suo nome
tra i grandi della sceneggiatura europea. Dopo essersi avvicinato al
cinema esercitando il mestiere di critico sulle pagine delle pi importanti
riviste militanti di fine anni Sessanta segnatamente Ombre Rosse e
Quaderni Piacentini Rulli passa dietro la macchina da presa lavorando
con Marco Bellocchio, Silvano Agosti e Sandro Petraglia (oggi suo
partner fisso) ai progetti Matti da slegare e La macchina cinema. Dopo
aver sceneggiato Il gabbiano di Bellocchio, tratto da Cechov, abbandona
il set per dedicarsi a tempo pieno alla scrittura cinematografica. Poco
alla volta, il suo talento per la ricostruzione storica e lindagine sociale,
sempre sorrette da una solida coscienza politica, compongono un
ritratto del Paese senza precedenti, con sottili legami e corrispondenze
tra un film e laltro. Da Il muro di gomma di Marco Risi (sulla tragedia
di Ustica) a Il portaborse di Daniele Luchetti (profetico anticipatore
di Mani Pulite), da Pasolini, un delitto italiano di Marco Tullio Giordana
alla miniserie Don Milani dei fratelli Frazzi, lItalia di Rulli si configura
come lantitesi del Bel Paese. Cinema civile, dunque, utile a scuotere
le coscienze e a rileggere pagine di cronaca che qualcuno preferirebbe
dimenticare, procedendo nel solco scavato da maestri come Francesco
Rosi ed Elio Petri. Un cinema, per, fatto anche di personaggi memorabili,
che ci aiutano a capire meglio il dramma dellesistenza e la fatica di
essere umili: il transessuale Mery di Mery per sempre (Marco Risi), il
ghanese Kwaku che raccoglie i pomodori in Pummar (Michele Placido), la
piccola Rosetta di Il ladro di bambini (Gianni Amelio), il professor Vivaldi
di La scuola (Daniele Luchetti), la prostituta Vesna di Vesna va veloce
(Carlo Mazzacurati), ladolescente Paolo di Le chiavi di casa (Gianni
Amelio). Le due dimensioni, poi, spesso si intrecciano dando vita a film
straordinari come La meglio giovent di Giordana, Romanzo criminale di
Placido e La nostra vita di Luchetti. Cinque Nastri dargento e quattro
David di Donatello stanno a dimostrare quanto Rulli abbia contribuito al
cinema italiano degli ultimi quarantanni.
In omaggio a un percorso artistico di eccezionale rigore e coerenza,
il Festival programma in occasione della consegna del premio il
bellissimo documentario Un silenzio particolare, che Rulli ha diretto nel
2004 per raccontare la storia che gli sta pi a cuore, quella della sua
famiglia.

4.

4.1

incontri

stefano rulli

127

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
128

Un silenzio particolare
Italia, 2004, 35mm, 75, col.

Regia e sceneggiatura: Stefano Rulli. Fotografia: Ugo Adilardi. Musica:


Carlo Sillotto. Montaggio: Clelio Benevento, Lorenzo Macioce. Produzione:
Paneikon Productions/Fondazione La Citt del Sole. Distribuzione: Sacher,
via della Piramide Cestia 1, 00153 Roma, tel. 06.5745353.
Matteo un ragazzo autistico. Insieme ai genitori Clara e Stefano, si osserva
in un filmino sgranato dal tempo, mentre sta fermo, con lo sguardo vuoto, tra
le braccia di sua madre. Sono passati ventanni da quella vacanza. Matteo
oggi un giovanotto dagli occhi solcati da molte ombre, i genitori hanno
i capelli brizzolati e gli occhi segnati dal passaggio del tempo. Proprio per
uscire da quel mondo fatto di isolamento dagli altri, per dare a Matteo e a
loro stessi la possibilit di condurre unesistenza normale, Stefano e Clara
hanno deciso di dar vita a La citt del sole, una casa famiglia progettata
per aiutare linserimento di ragazzi con ogni tipo di diversit. Il giorno
dellinaugurazione, si svolge una festa a cui intervengono molte persone
ma Matteo non si avvicina, resta ai margini rifiutando persino di parlare.
Neanche larrivo, il giorno dopo, di alcuni amici di Matteo cambia la situazione
e il ragazzo per alcuni mesi si rifiuta di tornare alla Citt del sole. Sar la
morte di una del gruppo a farlo riavvicinare agli altri, a farlo partecipare al
dolore, a metterlo dinanzi alla realt, allesigenza di superare una volta per
tutte lostilit nei confronti di sua madre e aprirsi a un difficile abbraccio.
Presentato alla Mostra di Venezia, il film ha vinto un David per il miglior
documentario e una menzione speciale ai Nastri dargento.
Biofilmografia

Stefano Rulli (Roma, 1949) uno dei pi importanti sceneggiatori


italiani di sempre. Inizia la sua carriera come critico
cinematografico collaborando a Ombre Rosse, Quaderni
Piacentini e Cinemasessanta. Tra il 1975 e il 1977 gira,
insieme a Marco Bellocchio, Silvano Agosti e Sandro Petraglia,
i documentari Matti da slegare e La macchina cinema. Dalla
fine degli anni Settanta, sempre in coppia con Petraglia, firma
le sceneggiature di decine di film come Il gabbiano (1977) di
Bellocchio, Mery per sempre (1989) di Marco Risi, Il portaborse
(1991) di Luchetti, Il ladro di bambini (1992) e Le chiavi di casa
(2004) di Amelio, Vesna va veloce (1996) di Mazzacurati, La
meglio giovent (2003) di Giordana, Romanzo criminale (2005)
di Placido ed Educazione siberiana (2012) di Salvatores. Nel
2004 ha anche diretto il documentario Un silenzio particolare
(2004), dedicato al figlio Matteo. Ha vinto quattro David di
Donatello ed attualmente presidente del Centro Sperimentale
di Cinematografia.

4.

4.1

incontri

stefano rulli

129

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

4.2
C

Edgar Reitz

130

i sono dei film che segnano e, in alcuni casi, addirittura


definiscono una generazione. Spesso si tratta di opere che,
con rara acutezza, riescono a cogliere la quintessenza di
un periodo storico, insinuandosi sottopelle, mirando al cuore delle
cose senza lasciarsi distrarre dalla tentazione di strizzare locchio al
pubblico. Capita per, qualche volta, che si tratti invece di film che
unintera generazione di cinefili va a vedere, finendo poi per discuterne
a lungo, quando si esce dal cinema, meditando di andare a berci sopra.
Questi film, in qualche modo, danno vita ad una comunit. accaduto
esattamente questo nel 1992, quando in alcune sale italiane stato
distribuito a puntate Heimat 2 Cronaca di una giovinezza di Edgar
Reitz, 25 ore e 32 minuti che raccontavano la vita del giovane Hermann
Simon, dal 1960 al 1970. Un successo straordinario, soprattutto in Italia
e in particolare al Cinema Massimo di Torino. Nel 1984 la televisione
tedesca aveva trasmesso la prima parte, che durava 10 ore di meno.
Da noi si era vista solo a Venezia ma Fuori Orario, proprio in occasione
di Heimat 2, lo ha opportunamente riproposto. Heimat 3 poi arrivato,
sempre a puntate, nel 2004, seguito da Heimat-Fragmente due anni
dopo. Pochi mesi fa, ancora una volta alla Mostra di Venezia, Reitz ha
presentato Die andere Heimat, ambientato a met dellOttocento,
legato al progetto ma a tutti gli effetti un film autonomo. Sottodiciotto
Filmfestival, in collaborazione con il Goethe-Institut Turin, orgoglioso
di portarlo a Torino alla presenza del regista, che ama accompagnare il
suo film e confrontarsi con il pubblico.

4.

4.2

incontri

edgar reitz

131

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
132

Home from Home Chronicle of a Vision


Die andere Heimat Chronik einer
Sehnsucht Laltra patria Cronaca di una visione
Germania, 2013, DCP, 230, b/n

Regia: Edgar Reitz. Soggetto e sceneggiatura: E. Reitz, Gert Heidenreich.


Fotografia: Gernot Roll. Musica: Michael Riessler. Scenografia: Toni Gerg,
Hucky Hornberger. Costumi: Esther Amuser. Montaggio: Uwe Klimmeck.
Interpreti e personaggi: Jan Dieter Schneider (Jakob Simon), Antonia Bill
(Jettchen), Maximilian Scheidt (Gustav Simon), Marita Breuer (Margarethe
Simon), Rdiger Kriese (Johann). Produzione: Edgar Reitz Filmproduktion/
Les Films du Losange/ARD Degeto/WDR/BR ARTE. Vendita allestero:
ARRI Worldsales, Trkenstrasse 89, 80799 Munchen, Germany, tel.
+49.89.38091288.
In un villaggio dellHunsrck, a met del XIX secolo, gli abitanti sono costretti
a vivere in gravi condizioni e per questo molti di loro devono prendere una
difficile decisione: restare o lasciare la propria casa per sempre, alla ricerca
della libert e di un futuro migliore. Jakob, il figlio pi giovane di una famiglia
di contadini e artigiani sogna di trasferirsi con il suo grande amore in Brasile.
Il suo progetto, per, viene improvvisamente messo in discussione quando
il fratello maggiore Gustav torna dal servizio militare Presentato fuori
concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2013, il nuovo film di Reitz stato
uno dei pi apprezzati al Lido da critica e pubblico.
Biofilmografia

Edgar Reitz (Morbach, Germania, 1932) ha studiato letteratura,


giornalismo e arte drammatica a Monaco. Nel 1962, insieme
ai registi tedeschi emergenti del periodo, firma il Manifesto
di Oberhausen e fonda a Ulma, insieme ad Alexander Kluge,
unimportante scuola di cinema. Il suo primo lungometraggio,
Mahlzeiten, del 1967. Dopo molti film sperimentali e
documentari assai apprezzati, si impone allattenzione del
grande pubblico con la serie Heimat, realizzata in tre parti tra il
1984 e il 2004, per un totale di quasi 53 ore di proiezione.

4.

4.2

incontri

edgar reitz

133

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
134

135

inedite visioni

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

5.

136

5.
inedite visioni

137

Inedite visioni

antissime anteprime nazionali e prime visioni torinesi anche


questanno nel ricco programma di Sottodiciotto che, lavorando
sul tema R.Evoluzioni, ha setacciato i festival internazionali
per proporre al suo pubblico titoli inediti ed emozionanti, che spaziano
dallanimazione ai film dautore, dal cinema giovane e indipendente alle
produzioni televisive e al documentario.
Per i pi piccoli attesissima la proiezione di Khumba, realizzata in
collaborazione con Eagle Pictures. Sequel del fortunatissimo Zambezia,
Khumba un nuovo viaggio nella savana in compagnia di una buffa zebra
con le strisce a met. Si rivolgono allampio pubblico dei cinefili invece
i due nuovi film di Hong Sang-soo e Agnieszka Holland. Il primo, Our
Sunhi, distribuito da Movies Inspired, ha appena vinto un importante
premio a Locarno ed la storia raccontata in punta di penna di una
r.evoluzione intima e poetica. Il secondo, invece, Burning Bush, proposto
da HBO e Beta Film, ricostruisce lesaltante ma drammatica stagione
della Primavera di Praga.
Tra le anteprime di opere prime e seconde sono da non perdere Il
superstite dello scozzese Paul Wright (di prossima uscita in Italia con
Nomad Film), il lettone Mother, I Love You (in corsa per gli Oscar 2014) e
Short Term 12, superpremiato film del 29enne hawaiano Destin Cretton,
che ha rielaborato in versione lunga un suo corto del 2009. Sul fronte
del documentario, Sottodiciotto orgoglioso di mostrare in anteprima
assoluta Teenage di Matt Wolf, indagine sul concetto di adolescenza
scritto a quattro mani con il grande critico musicale Jon Savage. Per la
prima volta in Italia anche Starred Up, film carcerario dellinglese David
Mackenzie, gi autore dei bellissimi Young Adam e Follia.
Arrivano poi dalla Mostra di Venezia due opere straordinarie: La mia
classe di Daniele Gaglianone, che ritrova Valerio Mastrandrea per dar
vita ad un film rischioso e sorprendente, a cavallo tra finzione e realt,
e Eastern Boys di Robin Campillo, il regista di quel Les Revenants che ha
dato vita ad una delle serie televisive pi viste in Francia e Inghilterra.
Sta facendo invece il giro dItalia, dopo aver preso parte alla Quinzaine
di Cannes, The Selfish Giant di Clio Barnard, che il Parlamento Europeo
ha selezionato per il prestigioso Lux Prize. Per concludere, ancora un
documentario: Valentine Road dellattrice americana Martha Cunnigham,
che indaga su un drammatico episodio di intolleranza e violenza
accaduto in California cinque anni fa.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Burning Bush
Horc ker
Cespuglio in fiamme

Repubblica Ceca, 2013, DCP, 206, col.

Regia: Agnieszka Holland. Soggetto e sceneggiatura: Stepan Hulik.


Fotografia: Rafal Paradowski, Martin Strba. Musica: Antoni Lazarkiewicz.
Scenografia: Milan Bcek. Costumi: Katarina Holl. Montaggio: Pavel
Hrdlicka. Interpreti e personaggi: Tatiana Pauhofov (Dagmar Bureov),
Jaroslava Pokorn (Libue Palachov), Petr Stach (Jir Palach), Ivan
Trojan (Jire), Vojtech Kotek (Ondrej Trvncek). Produzione: Etamp Film
Production/HBO/Nutprodukce. Vendita allestero: Beta Film, Gruenwalder Weg
28d, 82041 Oberhaching, Munich, Germany, tel. +49.89.67346980.
16 gennaio 1969. Jan Palach, uno studente universitario, si d fuoco sulla
piazza San Venceslao a Praga per protestare contro loccupazione sovietica.
La polizia indaga per capire se Palach faccia parte di un gruppo organizzato
e se si prevedano altri gesti dimostrativi. Lavvocatessa Dagmar Bureov,
intanto, prepara la difesa dei leader studenteschi che si accingono ad
organizzare uno sciopero generale a sostegno di Palach. Quando il giovane
muore in ospedale, il suo funerale diventa una vera e propria dimostrazione di
protesta contro i sovietici. Il governo cerca di screditare Palach mettendo in
giro la voce che la sua morte in realt una messinscena operata dai servizi
segreti occidentali Straordinaria mini-serie televisiva della regista polacca
Agnieszka Holland, Burning Bush stato presentato come evento speciale a
Toronto e rappresenta la Repubblica Ceca nella corsa agli Oscar per il miglior
film straniero.
Biofilmografia

Agnieszka Holland (Varsavia, 1948) si diplomata in cinema


alla FAMU di Praga studiando con Milos Forman e Ivan Passer.
Nel 1970 torna in Polonia e lavora come assistente di Wajda e
Zanussi. Nel 1980 vince il premio della critica a Cannes con Attori
provinciali. Dopo essersi trasferita a Parigi, nel 1985 realizza
Raccolto amaro, che ottiene una nomination agli Oscar. Europa
Europa (1991) vince invece il Golden Globe. Dagli anni Novanta
molto attiva negli Stati Uniti, dove ha diretto Il giardino segreto
(1993), Poeti dallinferno (1995), Washington Square (1997) e, pi
recentemente, Io e Beethoven (2006). Ha partecipato anche alla
regia di molte serie televisive come The Wire, Cold Case, Treme e
The Killing.

138

5.
inedite visioni

139

Eastern Boys

Ragazzi dellEst
Francia, 2013, DCP, 128, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e montaggio: Robin Campillo. Fotografia:


Jeanne Lapoirie. Musica: Arnaud Rebotini. Scenografia: Dorian Maloine.
Costumi: Isabelle Pannetier. Interpreti e personaggi: Olivier Rabourdin
(Daniel), Kirill Emelyanov (Marek), Danill Vorobyov (Boss), Eda Darcque
(Chelsea), Camila Chanirova (Camila). Produzione: Les Films de Pierre. Vendita
allestero: Films Distribution, 36 rue du Louvre, 75001 Paris, France, tel.
+33.1.53103399.
Parigi, stazione centrale. Alcuni amici provenienti dallEuropa dellEst non
fanno altro che girovagare per la Gare du Nord, avranno al massimo 25 anni
e forse si prostituiscono. Daniel, un uomo riservato che ha messo gli occhi
su Marek, un pomeriggio tenta lapproccio. Il giorno dopo Marek si presenta
alla porta di Daniel. Da quel momento le conseguenze per i due saranno
inimmaginabili: li attende una vera e propria trappola. Dal regista di Les
Revenants, il film che ha vinto il premio Orizzonti alla Mostra del Cinema di
Venezia 2013.
Biofilmografia

Robin Campillo (Mohammedia, Marocco, 1962) ha studiato a


Aix-en-Provence e si specializzato in cinema allIDHEC di Parigi,
dove ha incontrato Laurent Cantet. Con lui ha lavorato alla
sceneggiatura e al montaggio di A tempo pieno (2001), Verso
il sud (2005) e La classe (2008), vincitore della Palma doro a
Cannes. Nel 2004 ha debuttato nella regia con Les Revenants, da
cui stata tratta recentemente una popolare serie televisiva.

Khumba
Sudafrica, 2013, DCP, 85, col.

Regia: Anthony Silverston. Soggetto e sceneggiatura: Raffaella Delle


Donne, A. Silverston, Jonathan Roberts. Animazione: Daniel Snaddon,
Matthew Lowry, Jako Tromp. Musica: Bruce Retief. Scenografia: Daniel Clarke.
Montaggio: Luke MacKay. Produzione: Triggerfish Animation. Distribuzione:
Eagle Pictures, Lungotevere Michelangelo 9a, 00192 Roma, tel. 06.3269101.
La storia di una zebra con le strisce a met che, esclusa dalla propria mandria
e dalla propria famiglia, si avventura in un viaggio oltre i confini del gruppo di
appartenenza. Durante il suo percorso si imbatte in una serie di altri animali,
bizzarri come lei, e grazie a loro capir che essere diversi non rappresenta
sempre una debolezza. Sequel del fortunatissimo Zambezia, il film stato
presentato con grande successo al Festival di Annecy e si avvale, nella versione
originale, delle voci di Liam Neeson, Lawrence Fishburne e Steve Buscemi. Una
grande anteprima italiana allinsegna dellanimazione per i pi piccoli.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Biofilmografia

Anthony Silverston (Cape Town, 1968) ha iniziato a lavorare in un


laboratorio di genetica a Vancouver ma, appassionato di cinema,
ha seguito in quel periodo un corso di animazione stop-motion.
Abbandonata la carriera di scienziato, dopo aver diretto un
cortometraggio dal titolo Georges Date (2005), ha collaborato
a Zambezia in qualit di produttore e sceneggiatore. Khumba il
suo primo lungometraggio da regista.

La mia classe
Italia, 2013, DCP, 92, col.

Regia: Daniele Gaglianone. Soggetto e sceneggiatura: Gino Clemente,


D. Gaglianone, Claudia Russo. Fotografia: Gherardo Gossi. Scenografia: Laura
Boni. Costumi: Irene Amantini. Montaggio: Enrico Giovannone. Interpreti e
personaggi: Valerio Mastandrea (il maestro), Bassirou Ballde, Mamon Bhuiyan,
Gregorio Cabral, Jessica Canahuire, Laura Metin Celik (allievi). Produzione:
Axelotil Film/Kimerafilm/Relief/Rai Cinema. Distribuzione: Axelotil Film, piazza
Santa Maria Liberatrice 27, 00153 Roma, tel. 06.45496945.
Un attore impersona un maestro che d lezioni a una classe di stranieri che
mettono in scena se stessi. Sono extracomunitari che vogliono imparare
litaliano per avere il permesso di soggiorno, per integrarsi, per vivere in Italia.
Arrivano da diversi luoghi del mondo e ciascuno porta in classe la propria
esperienza. Durante le riprese, per, accade un fatto per cui la realt prende il
sopravvento. Il regista d lo stop ma lintera troupe entra in campo: ora tutti
diventano attori di ununica vera storia, in un unico film di vera finzione.
Selezionato dalle Giornate degli Autori di Venezia 2013.
Biofilmografia

Daniele Gaglianone (Ancona, 1966) ha studiato a Torino


laureandosi con una tesi su Michael Cimino. Debutta alla fine
degli anni Ottanta con una serie di cortometraggi presentati
con successo in molti festival italiani e internazionali.
Contemporaneamente collabora con lArchivio Nazionale
Cinematografico della Resistenza accanto a Paolo Gobetti. Nel
2000 debutta nel lungometraggio di finzione con I nostri anni,
selezionato per la Quinzaine di Cannes. Tre anni dopo vince un
premio a Rotterdam con Nemmeno il destino. Nel 2009 il suo
documentario Rata nece biti conquista un David di Donatello.
Lanno dopo presenta a Locarno Pietro, mentre nel 2011 la volta
di Ruggine, inserito nella sezione Giornate degli Autori della
Mostra di Venezia.

140

5.
inedite visioni

141

Mother, I love you


Mammu, es Tevi milu
Mamma, ti voglio bene

Lettonia, 2013, DCP, 83, col.

Regia, soggetto e sceneggiatura: Janis Nords. Fotografia: Tobias


Datum. Scenografia: Ieva Kaulina. Montaggio: Tamara Meem. Interpreti
e personaggi: Kristofers Konovalovs (Raimonds), Vita Varpina (la madre di
Raimonds), Matiss Livcans (Peteris), Indra Brike (la madre di Peteris), Haralds
Barzdins (il preside). Produzione: Film Studio Tanka. Vendita allestero:
National Film Center of Latvia, Peitavas 10/12, 1050 Riga, Latvia, tel.
+371.67.358878.
Raimonds un adolescente che studia musica a scuola. A causa del suo
comportamento ribelle, viene punito con una nota sul diario e, per evitare
di doverne parlare con la madre, stacca il telefono impedendo al preside
di chiamarla. La donna lavora in clinica e fa molti straordinari per poter
mantenere la famiglia: Raimonds, quindi, spesso solo e deve risolvere i suoi
problemi senza il sostegno di un adulto. La madre, peraltro, impegnata com
non riesce a capire che il figlio sta vivendo un momento difficile. Un giorno
Raimonds scappa di casa ed entra in contatto con la piccola malavita della
capitale, stringendo amicizia con una prostituta. Presentato con successo
alla Berlinale, il film ha vinto il premio della giuria al Festival di Los Angeles e
rappresenta la Lettonia nella corsa agli Oscar.
Biofilmografia

Janis Nords (Limbazi, Lettonia, 1983) ha studiato cinema alla


National Film & Television School di Beaconsfield, in Inghilterra.
Ha iniziato la sua carriera come aiuto regista sul set di molti
spot televisivi e film di finzione realizzati nel suo Paese. Nel 2008
ha debuttato nel lungometraggio con Amatieris, seguito poi dai
corti Freedom Day (2010) e Au Revoir Monkeys (2011). Mother, I
Love You il suo secondo film.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Our Sunhi

U ri Sunhi
La nostra Sunhi
Corea del Sud, 2013, DCP, 88, col.

Regia, soggetto e sceneggiatura: Hong Sang-soo. Fotografia: Park


Hong-yeoi. Musica: Chong Yong-jin. Montaggio: Hahm Sung-won. Interpreti
e personaggi: Jung Yumi (Sunhi), Lee Sunkyun (Munsu), Kim Sangjoong
(professor Choi), Jung Jaeyoung (Jaehak). Produzione: Jeonwonsa Film.
Distribuzione: Movies Inspired, via Maddalene 2, 10154 Torino, e-mail stefano.
jacono@moviesinspired.com.
Sunhi, laureata in cinema, visita un suo professore, Choi, per chiedergli una
lettera di raccomandazione per poter studiare negli Stati Uniti. Durante
la giornata, Sunhi incontra altri due uomini: Munsu, il suo ex, e Jaehak, un
regista che si diplomato nello stesso istituto. Nel corso di questi incontri,
Sunhi riceve vari consigli ma i tre uomini sembrano parlare di lei come se non
la conoscessero veramente. Stranamente hanno tutti la stessa opinione e la
esprimono in maniera simile, ma le loro riflessioni sembrano diventare sempre
meno pertinenti. Per fortuna, alla fine Sunhi riceve uneccellente lettera di
raccomandazione. Pardo per la miglior regia al Festival di Locarno 2013.
Biofilmografia

Hong Sang-soo (Seul, 1960) uno dei maggiori registi coreani.


Dopo aver studiato in Corea e negli Stati Uniti, ha debuttato
nel cinema con The Day a Pig Fell Into the Well (1996), vincitore
di molti premi sia in patria che allestero. Tra i suoi film pi
significativi, presentati nei grandi festival internazionali, si
ricordano Woman Is the Future of Man (2004), Night and Day
(2008), Hahaha (2010, premiato a Un Certain Regard a Cannes),
The Day He Arrives (2011) e il recente In Another Country (2012),
interpretato da Isabelle Huppert e distribuito anche in Italia.

The Selfish Giant

Il gigante egoista
Gran Bretagna, 2013, DCP, 91, col.

Regia, soggetto e sceneggiatura: Clio Barnard. Fotografia: Mike Eley.


Musica: Harry Escott. Scenografia: Helen Scott. Costumi: Matthew Price.
Montaggio: Nick Fenton. Interpreti e personaggi: Conner Chapman (Arbor),
Shaun Thomas (Swifty), Sean Gilder (Kitten), Lorraine Ashbourne (Mary), Ian
Burfield (Mick Brazil). Produzione: Moonspun Films. Distribuzione culturale: Lux
Prize, European Parliament, Bat. Altiero Spinelli, 60 rue Wiertz, 1047 Bruxelles,
Belgium, tel. +32.2.22842111.
Il 13enne Arbor e il suo migliore amico Swifty sono stati entrambi espulsi
da scuola. Emarginati anche nel loro quartiere, i ragazzi incontrano Kitten,

142

5.
inedite visioni

143

un robivecchi, che propone loro di raccogliere rottami metallici usando un


cavallo e un carretto. Mentre Swifty ha una predisposizione naturale per
trattare i cavalli, Arbor emula Kitten, desideroso di impressionarlo e fare
qualche soldo. Tuttavia, quando Kitten sembra preferire Swifty escludendo
Arbor, lamicizia tra i due ragazzi subisce uno strappo che porter a
drammatiche conseguenze. Selezionato dalla Quinzaine di Cannes e vincitore
del primo premio al Festival di Hamptons, il film stato selezionato dal
Parlamento Europeo per concorrere insieme a Miele di Valeria Golino e a The
Broken Circle Breakdown di Felix van Groeningen al prestigioso Lux Prize.
Biofilmografia

Clio Barnard (Londra, 1968) ha studiato belle arti e si poi


specializzata in cinema elettronico. Nel 1988 il suo corto Dirt and
Science stato inserito in un programma speciale, curato da
Tilda Swinton per lICA, che ha fatto il giro del mondo. Ha diretto
molti documentari e cortometraggi come Lambeth Marsh (2000),
Random Acts of Intimacy (2002) e Flood (2003). Nel 2010 giunta
al successo con The Arbor, un lungometraggio sulla vita della
scrittrice Andrea Dunbar. Clio Barnard affianca allattivit di
regista quella di docente di cinema presso lUniversit del Kent.

Short Term 12
Usa, 2013, DCP, 96, col.

Regia, soggetto e sceneggiatura: Destin Cretton. Fotografia: Brett


Pawlak. Musica: Joel P. West. Scenografia: Rachel Myers. Costumi: Joy
Cretton, Mirren Gordon-Crozier. Montaggio: Nat Sanders. Interpreti e
personaggi: Brie Larson (Grace), John Gallagher Jr. (Mason), Kaitlyn Dever
(Jayden), Stephanie Beatriz (Jessica), Rami Malek (Nate). Produzione: Animal
Kingdom/Traction Media. Vendita allestero: Memento Films, 9 Cit Paradis,
75010 Paris, France, tel. +33.1.53349020.
Grace ha poco pi di ventanni e lavora come supervisore presso Short Term
12, un centro di accoglienza per adolescenti a rischio. Ama il suo lavoro e si
occupa in maniera esemplare dei giovani a lei affidati, mentre intimamente
lotta contro i fantasmi del suo passato. Con larrivo di Jayden, una ragazza
agitata e molto dotata, Grace non pu pi ignorare i problemi della propria
infanzia e il fragile equilibrio della sua vita privata e lavorativa rischia di
spezzarsi. Grace dovr trovare il modo di superare una crisi che la spinge
sul bordo del precipizio e che al contempo le dar modo di intravedere una
speranza inaspettata. Vincitore di quattro premi a Locarno (tra cui quello per
la migliore attrice a Brie Larson) e di altri riconoscimenti ai festival di Atene,
Hamptons, Valladolid, Nuntucket e al South By Southwest, arriva finalmente
in anteprima italiana lopera seconda di un giovane e promettente regista
americano.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Biofilmografia

Destin Cretton (Maui, Hawaii, 1984) ha scritto e diretto diversi


cortometraggi, tra cui Longbranch: A Suburban Parable (2002),
Bartholomews Song (2006), Deacons Mondays (2007) e Short
Term 12, che ha vinto il Premio della giuria al Sundance Film
Festival nel 2009 ed stato candidato agli Oscar nel 2010,
il che lo ha ispirato a realizzarne una versione lunga. Il suo
lungometraggio desordio I Am Not a Hipster stato presentato
in prima mondiale al Sundance nel 2012. Destin Cretton ha anche
firmato due documentari: Drakmar: A Vassals Journey (2006) e
Born Without Arms (2009).

Starred Up

Contrassegnato
Gran Bretagna, 2013, DCP, 100, col.

Regia: David Mackenzie. Soggetto e sceneggiatura: Jonathan Asser.


Fotografia: Michael McDonough. Scenografia: Tom McCullagh. Costumi:
Susan Scott. Montaggio: Nick Emerson, Jake Roberts. Interpreti e
personaggi: Rupert Friend (Oliver), Jack OConnell (Eric), Sian Breckin
(Cardew), Ben Mendelsohn (Neville), Sam Spruell (Hayes). Produzione: Sigma
Films. Vendita allestero: Independent Film Company, 32 Tavistock Street,
WC2E 7PB London, UK, tel. +44.207.2578734.
Eric, un adolescente violento, viene trasferito dal riformatorio ad un carcere
per adulti. Temendo la loro aggressivit, si fabbrica unarma per potersi
difendere. In seguito ad unaggressione, rischia una feroce punizione da parte
dei secondini ma viene salvato dallo psicologo della prigione, che lo convince
poi sebbene recalcitrante a seguire una terapia per smussare gli angoli
del suo carattere. Il direttore del penitenziario, preoccupato che il giovane
non riesca a cavarsela nel rapporto con gli altri detenuti, che stringono
continuamente alleanze sulla base della loro appartenenza etnica, si rivolge
a Neville un carcerato di lungo corso chiedendogli aiuto. Neville, per,
il padre di Eric Presentato con grande successo a Toronto e al London Film
Festival, arriva a Torino, in anteprima assoluta per lItalia, il nuovo film di
David Mackenzie (Young Adam, Follia).
Biofilmografia

David Mackenzie (Corbridge, Gran Bretagna, 1966) ha studiato al


Duncan of Jordanstone College of Art and Design di Dundee, in
Scozia, e ha debuttato nel lungometraggio con The Last Great
Wilderness (2002), interpretato dal fratello Alastair. Lanno dopo
ha raggiunto il successo con Young Adam, presentato a Cannes.
Nel 2005 ha diretto Follia, dal romanzo omonimo di Alexander
McGrath. Dopo Hallam Foe (2007) e Toy Boy (2009), due anni fa ha
realizzato Perfect Sense con Ewan McGregor. Starred Up il suo
ottavo lungometraggio.

144

5.
inedite visioni

145

Il superstite

For Those in Peril


Gran Bretagna, 2013, DCP, 93, col.

Regia, soggetto e sceneggiatura: Paul Wright. Fotografia: Benjamin


Kracun. Musica: Erik Enocksson. Scenografia: Simon Rogers. Costumi: Jo
Thompson. Montaggio: Michael Aglund, Anders Refn. Interpreti e personaggi:
George MacKay (Aaron), Kate Dickie (Cathy), Brian McCardle (Forbes), Conor
McCarron (Billy), Jordan Young (Michael). Produzione: Warp X. Distribuzione:
Nomad Film, via Ostiense 81A, 00154 Roma, tel. 06.64420276.
Scozia. Il giovane Aaron vive in una comunit isolata ed lunico superstite
di un incidente di pesca, costato la vita a cinque persone tra cui suo fratello
maggiore. Spinti da vecchie leggende e superstizioni, gli abitanti del villaggio
ritengono Aaron responsabile della tragedia e lo emarginano. Il ragazzo, per,
crede che il fratello sia ancora vivo e parte alla sua ricerca. Presentato in
concorso alla Semaine di Cannes, il film ha fatto il giro dei pi importanti
festival internazionali da Sydney a Karlovy Vary, da Edinburgo a Stoccolma
e viene proiettato in anteprima italiana da Sottodiciotto.
Biofilmografia

Paul Wright (Glasgow, 1981) ha studiato cinema alla National


Film & Television School e ha diretto tre cortometraggi
selezionati in concorso dai pi prestigiosi festival internazionali.
Believe (2009) ha vinto il primo premio a Miami e il Pardino doro
a Locarno; Photos of God (2010) stato tra i corti pi applauditi
a Berlino; Until the River Runs Red (2011) ha invece conquistato
un BAFTA. Il superstite segna il suo debutto nel lungometraggio.

Teenage

Adolescente
Usa/Germania, 2013, DCP, 78, col.

Regia: Matt Wolf. Sceneggiatura: M. Wolf, Jon Savage. Fotografia: Nick


Bentgen. Musica: Bradford Cox. Scenografia: Inbal Weinberg. Costumi: Tere
Duncan. Montaggio: Joe Beshenkovsky. Produzione: Cinereach. Vendita
allestero: The Works Film Group Ltd., 5th Floor, Fairgate House, 78 New Oxford
Street, WC1A 1HB London, UK, tel. +44.207.6121080.
Prima del XX secolo, il concetto di adolescenza era pressoch sconosciuto.
Fino ai primi anni Cinquanta del Novecento un individuo passava dallessere
bambino allessere uomo quando, nella seconda met del decennio, qualcosa
cominci radicalmente a cambiare. Attraverso un collage di raro materiale
darchivio, filmati storici e testimonianze, il documentario ripercorre gli anni
di lotte che gli adolescenti hanno affrontato per affermare una nuova idea
di giovent, vissuta non pi come semplice trampolino di lancio verso let
adulta. Prodotto da Jason Schwartman (nipote di Francis Ford Coppola e

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

attore di tanti film di Wes Anderson) e scritto con Jon Savage (uno dei critici
musicali inglesi pi importanti di sempre), il documentario reduce dal
Tribeca Film Festival e viene presentato in anteprima italiana. Tra gli attori
che compaiono nel film ricordiamo Jena Malone (Hunger Games), Ben Whishaw
(Cloud Atlas) e Alden Ehrenreich (Beautiful Creatures La sedicesima luna).
Biofilmografia

Matt Wolf (San Jos, California, 1982) uno dei 25 volti nuovi
del cinema indipendente secondo Filmmaker Magazine ed un
Guggenheim Fellow dal 2010. Il suo acclamato documentario
Wild Combination (2008), sul violoncellista davanguardia Arthur
Russell, presentato in anteprima al Festival di Berlino, stato
incluso nella Top 10 del 2008. Il film uscito nelle sale di Stati
Uniti e Inghilterra, distribuito poi in tutto il mondo da Plexifilm,
ed stato trasmesso sul Sundance Channel. Matt ha prodotto
e diretto documentari brevi per il New York Times, tra cui la
recente collaborazione OpDoc con Jon Savage Il ruolo dei giovani,
parte della serie High Line Stories per il Sundance Channel.

Valentine Road
Usa, 2013, DCP, 89, col.

Regia e sceneggiatura: Martha Cunningham. Fotografia: Arlene Nelson.


Musica: Michael Orendy. Montaggio: Tchavadar Georgiev. Produzione: BMP
Films/Eddie Schmidt Productions. Vendita allestero: The Film Collaborative,
3405 Cazador Street, Los Angeles, CA 90065, U.S.A., tel. +1.323.2078321.
Nel febbraio 2008, il giorno di San Valentino, in California, Brandon spara al
compagno di classe Larry per punirlo di avergli spedito un bigliettino amoroso.
Due giorni dopo, Larry muore e lomicidio sconvolge la piccola comunit di
Oxnard. Un inno alla tolleranza e il racconto di una doppia tragedia, quella
della vittima e quella dellassassino, entrambi ragazzi con un passato di
violenza sessuale subita. Presentato con grande clamore al Sundance, il
documentario ha vinto premi a Miami, Philadelphia e San Francisco. Sar
trasmesso nel 2014 dalla prestigiosa Tv via cavo HBO.
Biofilmografia

Martha Cunningham (Los Angeles, 1980) ha iniziato la sua


carriera come ballerina e coreografa, avvicinandosi poi al cinema
in qualit di attrice di serie Tv (Maggie, Grown Ups, Abby). Dopo
aver letto la storia di Brandon e Larry, ha deciso di realizzare un
documentario che segna il suo debutto dietro la macchina da
presa.

146

5.
inedite visioni

147

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
148

149

percorsi

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

6.1
D

Polpette in arrivo!

150

a sempre Sottodiciotto Filmfestival propone al pubblico delle


famiglie una straordinaria anteprima di un film danimazione in
uscita per le feste natalizie. Non c dubbio che questanno tra
i titoli pi attesi ci sia Piovono polpette 2 La rivincita degli avanzi,
sequel 3D del fortunatissimo lungometraggio distribuito quattro anni
fa. Diretto da Cody Cameron e Kris Pearn, che avevano contribuito alla
realizzazione del primo film e che sono stati promossi sul campo dai
produttori Phil Lord e Christopher Miller, Piovono polpette 2 ripropone
il personaggio del geniale inventore Flint, questa volta alle prese con
una malvagia corporation che intende monopolizzare la produzione del
cibo. Prima di questa proiezione, il Festival riporta sullo schermo anche
il primo Piovono polpette, per unautentica e incessante pioggia di
hamburger. Allevento inoltre collegato un laboratorio molto speciale
organizzato dalle Hamburgherie di Eataly.

Piovono polpette

Cloudy with a Chance of Meatballs


Usa, 2009, DCP, 90, col.

Regia e sceneggiatura: Phil Lord, Christopher Miller. Soggetto: dal libro di


Judi e Ron Barrett. Animazione: Derek Friesenborg, Peter Nash, Jayson Price.
Musica: Mark Mothersbaugh. Scenografia: Justin Thompson. Montaggio:
Robert Fisher jr. Produzione: Sony Pictures Animation. Distribuzione: Warner
Bros. Italia, Via Varese 16/b, 00185 Roma, tel. 06.448891.
Un inventore impacciato ma geniale, Flint Lockwood, fin da bambino tenta di
sorprendere i concittadini della piccola isola atlantica di Swallowmarina con
le sue assurde invenzioni. Dopo tanti insuccessi, Flint, per far fronte alla crisi
economica che ha fatto chiudere lindustria di sardine dellisola, cerca unidea
per debellare la fame nel mondo e scopre un modo per trasmutare lacqua
in cibo. In cerca di pi energia elettrica per la sua invenzione, Flint rovina
linaugurazione del nuovo parco a tema cittadino e la sua invenzione schizza
negli strati alti dellatmosfera. Quando tutto sembra perduto, Flint osserva
esterrefatto cadere dal cielo migliaia di cheeseburger, scatenando leuforia
generale della popolazione. Candidato al Golden Globe 2010 come miglior film
danimazione, Piovono polpette stato una delle sorprese pi divertenti del
Natale 2009, incassando quasi 250 milioni di dollari in tutto il mondo.
Biofilmografia

Phil Lord (Miami, 1975) e Christopher Miller (Everett, Washington,


1975) sono una coppia di registi, sceneggiatori, produttori e
attori che lavorano sia per il cinema che per la televisione.
Si sono conosciuti al Dartmouth College e hanno esordito

6.

6.1

percorsi

polpette in arrivo!

giovanissimi con la serie animata Clone High, andata in onda


su MTV. Piovono polpette (2009) stato il loro primo film per
il grande schermo. Tre anni dopo hanno girato il film dal vero
21 Jump Street, adattamento dellomonima serie televisiva
prodotta a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta. Attualmente
stanno terminando la realizzazione di The Lego Movie, un film
danimazione ispirato al famosissimo gioco di costruzioni,
e hanno in pre-produzione 22 Jump Street, sequel del loro
lungometraggio del 2012.

Piovono polpette 2 La rivincita degli avanzi 3d


Cloudy with a Chance of Meatballs 2
Usa, 2013, DCP, 95, col.

Regia: Cody Cameron, Kris Pearn. Soggetto: dal libro di Judi e Ron Barrett
e dal film di Phil Lord e Christopher Miller. Sceneggiatura: Erica Rivinoja, John
Francis Daley, Jonathan Goldstein. Animazione: Tim Pixton. Musica: Mark
Mothersbaugh. Scenografia: Justin Thompson. Montaggio: Robert Fisher jr.,
Stan Webb. Produzione: Sony Pictures Animation. Distribuzione: Warner Bros.
Italia, Via Varese 16/b, 00185 Roma, tel. 06.448891.
Dopo aver provocato la disastrosa tempesta di cibo, Flint e i suoi amici
sono costretti a lasciare la citt. Flint accetta cos linvito del suo idolo
Chester V a unirsi alla Live Corp Company, dove i migliori inventori del mondo
sono impegnati nella creazione di tecnologie atte a migliorare le condizioni
dellumanit. Quando Flint scopre che la sua macchina ancora in funzione
ed ora utilizzata per la creazione di bestie alimentari mutanti, lui e i suoi
amici devono rimettersi in moto per salvare il mondo. Dopo il successo
di Piovono polpette, Phil Lord e Christopher Miller hanno subito messo in
cantiere un sequel decidendo per di esserne soltanto i produttori esecutivi
e affidando la regia a due loro collaboratori del primo film. Straordinaria
anteprima italiana del cartoon natalizio della Warner Bros, che promette una
nuova pioggia di cheeseburger.
Biofilmografia

Cody Cameron (Los Angeles, 1970) e Kris Pearn (San Diego, 1971)
si sono conosciuti durante la lavorazione di Piovono polpette
(2009). Il primo ha iniziato la sua carriera alla Dreamworks come
dialoghista e storyboarder, per poi passare alla Sony nel 2004.
Ha prestato la sua voce a oltre venti film danimazione, tra cui
Madagascar (2005), Il figlio di Babbo Natale (2011) e tutta la
serie di Shrek. Nel 2010 ha diretto il suo primo lungometraggio,
Boog & Elliot 3. Kris Pearn lavora dalla met degli anni Novanta
come animatore e character designer per serie televisive.
Recentemente ha partecipato alla realizzazione di Pirati! Briganti
da strapazzo (2012).

151

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

6.2
I

Mitici!
Vampyr

152

n occasione dellanteprima torinese di Byzantium, il nuovo vampire


movie di Neil Jordan, Sottodiciotto presenta un programma
speciale dedicato ai signori della notte, tornati alla ribalta tra i
giovani grazie alla saga cine-letteraria di Twilight. Lomaggio inizia con
il Nosferatu di Murnau, pietra miliare del horror e capostipite del cinema
vampiresco, prosegue con Intervista col vampiro a dimostrazione che
Jordan ha sempre amato i non-morti e si conclude con un poetico
spettacolo di burattini vincitore del concorso organizzato da Incanti lo
scorso ottobre.

Byzantium
Gran Bretagna/Usa/Irlanda, 2012, DCP, 118, col.

Regia: Neil Jordan. Soggetto e sceneggiatura: Moira Buffini, dalla


sua pice omonima. Fotografia: Sean Bobbitt. Musica: Javier Navarrete.
Scenografia: Simon Elliott. Costumi: Consolata Boyle. Montaggio: Tony
Lawson. Interpreti e personaggi: Saoirse Ronan (Eleanor Webb), Gemma
Arterton (Clara Webb), Barry Cassin (Robert Fowlds), Warren Brown (Gareth),
Ruby Snape (Wendy). Produzione: Demarest Films/Number 9 Films/Parallel
Film Prod./Westend Films. Distribuzione: Koch Media, via Ripamonti 89, 20141
Milano, tel. 02.5737420.
Dopo essere fuggite dalla scena di un violento crimine, Clara ed Eleanor Webb
si rifugiano in una localit costiera, trovando riparo sul lungomare e in motel
fatiscenti. Per guadagnare un po di denaro, Clara inizia a prostituirsi e un
giorno incontra Noel, un giovane che le mette a disposizione il suo fatiscente
motel, il Byzantium. Nel frattempo Eleanor conosce Frank, che spinge
involontariamente la ragazza a rivelare il suo pi intimo segreto: nonostante
lei e Clara sembrino coetanee, sono in realt madre e figlia, vissute nei primi
anni dellOttocento e discendenti di una stirpe di vampiri. Presentato nei
festival di mezzo mondo da Toronto al Tribeca passando per Glasgow e
Istanbul arriva finalmente in Italia il nuovo emozionante film di Neil Jordan.
Biofilmografia

Neil Jordan (Sligo, Irlanda, 1950) debutta come scrittore di


successo e si avvicina alla sceneggiatura cinematografica
verso la fine degli anni Settanta. Nel 1981 consulente di John
Boorman sul set di Excalibur e lanno dopo realizza il suo primo
film da regista, Angel. Dopo alcuni film di buon successo Mona
Lisa (1986) e Non siamo angeli (1989) su tutti nel 1993 vince
lOscar per la sceneggiatura di La moglie del soldato. Ha poi
diretto Intervista col vampiro (1994), Michael Collins (1996) e
molti altri film di grande richiamo. Attualmente sta lavorando
alla serie Tv I Borgia.

6.

6.2

percorsi

mitici!
vampyr

153

Dracula Il non morto


sfida la morte

D
Intervista col vampiro

Interview with the Vampire: The Vampire Chronicles


Usa, 1994, 35mm, 122, col.

Regia: Neil Jordan. Soggetto e sceneggiatura: Anna Rice, dal suo romanzo.
Fotografia: Philippe Rousselot. Musica: Elliot Goldenthal. Scenografia:
Dante Ferretti. Costumi: Sandy Powell. Interpreti e personaggi: Tom Cruise
(Lestat), Brad Pitt (Louis de Point du Lac), Kirsten Dunst (Claudia), Stephen
Rea (Santiago), Antonio Banderas (Armand). Produzione: Geffen Pictures.
Distribuzione: Warner Bros. Italia, via Varese 16/B, 00185 Roma, tel.
06/448891.
San Francisco, anni Novanta. In una stanza dalbergo un giovane giornalista,
Mallory, ascolta la storia di un uomo diventato vampiro due secoli prima. New
Orleans, 1791. Louis de Point du Lac, ricco proprietario terriero, sconvolto dalla
perdita della moglie e della figlia, viene morso dal vampiro Lestat e riemerge
dalle acque del Mississippi, unendosi al suo assalitore. Inizialmente Louis
tenta di reprimere il proprio desiderio di sangue ma non ce la fa e Lestat lo
coinvolge in scorribande notturne. I due finiscono per adottare unorfana,
Claudia, che si rivela assai feroce. Larrivo di un imponente flusso migratorio
dallEuropa fornisce alla banda di vampiri un gran numero di potenziali
vittime. Girato tra Inghilterra, Francia e Stati Uniti, il film ha vinto tre premi
BAFTA, tre MTV Movie Awards e un Nastro dargento, oltre ad aver ricevuto
due nomination agli Oscar.
Biofilmografia

Neil Jordan (Sligo, Irlanda, 1950) debutta come scrittore di


successo e si avvicina alla sceneggiatura cinematografica
verso la fine degli anni Settanta. Nel 1981 consulente di John
Boorman sul set di Excalibur e lanno dopo realizza il suo primo
film da regista, Angel. Dopo alcuni film di buon successo Mona
Lisa (1986) e Non siamo angeli (1989) su tutti nel 1993 vince
lOscar per la sceneggiatura di La moglie del soldato. Ha poi
diretto Intervista col vampiro (1994), Michael Collins (1996) e
molti altri film di grande richiamo. Attualmente sta lavorando
alla serie Tv I Borgia.

al 1 al 6 ottobre si svolta a Torino, con


grandissimo successo, la XX edizione di
Incanti Rassegna Internazionale di Teatro
di Figura che in collaborazione con AIACE Torino
e Museo Nazionale del Cinema ha dedicato la
sezione Cantiere al rapporto tra cinema e teatro. Il
tema proposto stato la figura di Dracula, che si
prestata a molteplici interpretazioni: dal Vampiro di
John Polidori alla saga contemporanea di Twilight,
dal Nosferatu di Murnau al celebre film di Francis
Ford Coppola, da Polanski a Mel Brooks. Emblematico
personaggio della storia del cinema, Dracula si
adatta sia a livello tematico che immaginifico a
possibili letture stimolanti nellapproccio col Teatro
di Figura. Artisti e compagnie hanno partecipato a
un concorso proponendo le loro riletture di Dracula.
La giuria composta dalla direzione artistica di
Incanti, AIACE Torino, Museo Nazionale del Cinema, Is
Mascareddas, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani,
Teatro del Buratto, Il Cerchio di Gesso e Krapps Last
Post ha premiato lo spettacolo Dracula Il non
morto sfida la morte realizzato dallaltoatesina Eva
Sotriffer con musica dal vivo di Max Castlunger.
Stanco di essere immortale senza trovare affetto,
compassione e amore, Dracula riconosce che il suo
desiderio di vita eterna fallito e cos decide di morire
per trovare pace e tranquillit. Morire per un vampiro,
per, non cos semplice Sottodiciotto e Incanti
ripropongono al cinema questo magico spettacolo.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

6.2

154

6.3

Making Vampyr:
larte di Michele Guaschino

M
Nosferatu il vampiro

Nosferatu, eine Symphonie des Grauens


Germania, 1922, Blu-ray, 97, b/n

Regia: Friedrich Wilhelm Murnau. Soggetto: dal romanzo Dracula di Bram


Stocker. Sceneggiatura: Henrik Galeen. Fotografia: Fritz Arno Wagner.
Scenografia e costumi: Albin Grau. Interpreti e personaggi: Max Schreck
(Nosferatu), Gustav Botz (Sievers), Alexander Granach (Knock), John Gottowt
(professor Bulwer), Wolfgang Heinz (il Secondo). Produzione: Prana Film.
Distribuzione culturale: Eureka, Unit 9, Iron Bridge Close, Great Central Way,
NW10 0UF London, UK, tel. +44.208.4598054.
Brema 1838. Lagente immobiliare Knock invia il giovane Hutter in Transilvania
per concludere un affare col conte Orlok. Hutter prima di lasciare la citt,
chiede a una coppia di amici di prendersi cura di sua moglie Ellen, quindi
parte e giunge al castello sui monti Carpazi. Verso mezzanotte Orlok invita
il giovane a cena e quando questi, affettando il pane, si ferisce ad un dito,
si mostra particolarmente eccitato. Il mattino seguente, svegliandosi,
Hutter nota dei segni sul collo. La notte seguente, rimasto affascinato da
un medaglione col ritratto di Ellen, il conte firma il contratto per lacquisto
di una casa a Brema. Lindomani, sceso nella cripta del castello, Hutter
scopre il conte disteso in un sarcofago e poco dopo lo vede allontanarsi su
di un carro carico di bare... Nuovo, straordinario restauro di uno dei capisaldi
dellespressionismo tedesco, presentato con una nuova partitura musicale
composta da James Bernard.
Biofilmografia

Friedrich Wilhelm Murnau (Bielefeld, Germania, 1888 Santa


Barbara, Stati Uniti, 1931) uno dei pi importanti registi della
storia del cinema. Allievo di Max Reinhardt, esordisce come
regista nel 1919 e ottiene il suo primo, grande successo con
Nosferatu il vampiro (1922). Messo sotto contratto dallUFA, nel
1924 realizza Lultima risata. Dopo il Faust (1926), si trasferisce
negli Stati Uniti e gira per la 20th Century Fox Aurora (1927),
vincendo tre Oscar. Dopo due film di modesto successo, parte per
un viaggio in Polinesia con Robert J. Flaherty e gira Tab (1931),
a met tra documentario e finzione. Prima delluscita del film,
Murnau muore in un incidente dauto.

ichele Guaschino uno dei pi noti


artisti degli effetti speciali e creatore di
maschere e trucchi per lo spettacolo. Con
una passione mai sopita per lhorror, negli anni ha
dato forma a fantasie di ogni tipo: dai manichini di
Cattelan, ai travestimenti per Brachetti, ai make-up
per le imitazioni di Crozza. Per Sottodiciotto sveler
i segreti del mestiere dando vita a un vero vampiro
da brivido!

6.

6.3

percorsi

mitici!
sono tornati
i dinosauri!

155

Mitici!
Sono tornati
i dinosauri!

spasso con i dinosauri, uno dei film danimazione pi attesi


del prossimo anno, insieme alla pirotecnica riedizione 3D del
capolavoro spielberghiano Jurassic Park e alla nuovissima serie
di RaiDue Le straordinarie avventure di Jules Verne, ci fanno proprio
pensare che i dinosauri siano tornati sulla Terra. Perch, quindi, non
dedicare proprio a loro uno speciale, visto che questanno ricorre anche
il cinquantenario della prima trasmissione italiana dei Flinstones?
Sottodiciotto non se l lasciato dire due volte e ha preparato un
percorso di proiezioni per grandi e piccini che regaleranno emozioni e
tanto divertimento. Oltre ai film e alle serie gi citati, il pubblico potr
scoprire Gertie il dinosauro, capostipite del genere, diretto a met degli
anni Dieci dal geniale Winsor McCay, e Non c festa senza Rex, che la
Pixar ha realizzato utilizzando i personaggi di Toy Story. Se sentite in
sala passi pesanti e strani versi, non vi preoccupate sono tornati i
dinosauri!

A spasso con i dinosauri 3D

Walking with Dinosaurs 3D


Usa/Gran Bretagna/Australia, 2013, DCP, 85, col.

Regia: Neil Nightingale, Barry Cook. Soggetto e sceneggiatura: Theodore


Thomas, John Collee. Fotografia: John Brooks. Musica: Paul Leonard-Morgan.
Montaggio: John Carnochan. Interpreti: Charlie Rowe, Angourie Rice.
Produzione: Animal Logic/BBC Earth/BBC Worldwide/Evergreen Films/Reliance
Big Entertainment. Distribuzione: 20th Century Fox Italia, via Salaria 1021,
00138 Roma, tel. 06.881751.
Ambientato 70 milioni di anni fa, al tempo in cui i dinosauri dominavano la
Terra, la storia segue le avventure del pachirinosauro Patchi, lultimo nato
della sua famiglia. Lungo il cammino che lo porter allet adulta, Patchi
dovr sopravvivere in un mondo selvaggio e imprevedibile affrontando
alcuni tra i predatori pi pericolosi. Quando suo padre viene ucciso, il
giovane Patchi, suo fratello maggiore Scowler e una giovane amica di nome
Juniper si ritrovano separati dal resto della mandria. I tre dovranno superare
molti ostacoli e vivere unemozionante avventura durante la quale Patchi
dimostrer il suo immenso coraggio. Il film danimazione 3D pi atteso del
Natale 2013.
Biofilmografia

Neil Nightingale (Londra, 1958) direttore creativo di BBC Earth.


Dopo essersi laureato in zoologia a Oxford, entrato alla BBC
nel 1983 specializzandosi in trasmissioni televisive dedicate
alla natura e agli animali. A spasso con i dinosauri 3D il suo
primo film da regista. Attualmente sta preparando un secondo
lungometraggio, Enchanted Kingdom 3D.
Barry Cook (Nashville, 1959) lavora alla Disney dal 1981, quando
ha partecipato alla realizzazione di Tron. Ha debuttato nella regia
con Mulan (1998) e ha co-diretto Il figlio di Babbo Natale (2011).

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Gertie il dinosauro
Gertie the Dinosaur
Usa, 1914, 12, b/n

Regia, soggetto e animazione: Winsor McCay. Sceneggiatura e


montaggio: John Randolph Bray. Interpreti: W. McCay, George McManus, Roy
McCardell, Thomas A. Dorgan, Tom Powers. Produzione: Vitagraph.
Winsor McCay scommette con un collega di saper animare un dinosauro.
Disegna cos un grande animale erbivoro, di sesso femminile, che chiama
Gertie. Terminato il lavoro, McCay entra nellimmagine. Gertie prende vita, si
muove, mangia un albero e incontra il suo creatore, che porta poi a spasso sul
dorso. Storico cortometraggio, primo esempio di tecnica mista, che stato
fonte di ispirazione per generazioni di animatori. McCay cre Gertie basandosi
sulla figura del brontosauro, attingendo alle informazioni scientifiche
dellepoca e copiando lo scheletro di apatosaurus conservato allAmerican
Museum of Natural History di New York.
Biofilmografia

Winsor McCay (Spring Lake, Stati Uniti, 1869 - 1934) stato un


pioniere del fumetto e del cinema danimazione. Appassionato
di disegno, inizi la sua carriera girando lAmerica con uno
spettacolo di vaudeville. Nei primi anni del Novecento pubblic
celebri fumetti come Little Nemo in Slumberland e Dream of the
Rarebit Fiend. Tra il 1911 e il 1921 realizz dieci film danimazione
per la Vitagraph disegnando personalmente, fotogramma per
fotogramma, gli sfondi e i personaggi, inserendoli poi in sequenze
girate dal vero. Tra i lavori pi celebri vanno ricordati Little Nemo
(1911), The Sinking of the Lusitania (1918) e The Flying House (1921).

156

6.

6.3

percorsi

mitici!
sono tornati
i dinosauri!

Jurassic Park 3D
id.
Usa, 1993, DCP, 126, col.

Regia: Steven Spielberg. Soggetto: dal romanzo di Michael Crichton.


Sceneggiatura: M. Crichton, David Koepp. Fotografia: Dean Cundey. Musica:
John Williams. Scenografia: Rick Carter. Costumi: Sue Moore, Eric Sandberg.
Montaggio: Michael Kahn. Interpreti e personaggi: Sam Neill (Alan Grant),
Laura Dern (Ellie Sattler), Jeff Goldblum (Ian Malcolm), Richard Attenborough
(John Hammond), Bob Peck (Robert Muldoon), Samuel L. Jackson (Ray Arnold),
Martin Ferrero (Donald Gennaro). Produzione: Amblin Entertainment/Universal
Pictures. Distribuzione: Universal Pictures Italia, via Po 12, 00198 Roma, tel.
06.852691.
Il magnate americano John Hammond ha realizzato in gran segreto,
sullisola Nublar, al largo del Costa Rica, il parco divertimenti pi ambizioso
e fantastico della sua vita. Grazie al dottor Wu, uno scienziato cinoamericano esperto di clonazione e ricostruzione del DNA, ha riportato in vita,
utilizzandone il sangue trovato in alcune zanzare vissute nel Giurassico,
alcune specie di dinosauri, erbivori e carnivori. Per ottenere lapprovazione
finale degli azionisti al grandioso progetto, Hammond invita per un weekend
nellisola il paleontologo Alan Grant, la paleobotanica Ellie Sattler, lavvocato
Donald Gennaro, il matematico Ian Malcolm e i due suoi nipotini Lex e Tim.
Torna in 3D il capolavoro di Spielberg, vincitore di tre Oscar e campione di
incassi ventanni fa.
Biofilmografia

Steven Spielberg (Cincinnati, 1946) uno dei pi importanti


registi americani di tutti i tempi. Autodidatta, ha esordito nel
1971 con Duel, seguito poi da Sugarland Express (1974), premiato
a Cannes. Il suo primo grande successo Lo squalo (1975),
vincitore di tre Oscar. Tra i suoi film pi famosi si ricordano I
predatori dellarca perduta (1981), E.T. (1982), Il colore viola (1985),
Schindlers List (1993), Salvate il soldato Ryan (1998), Minority
Report (2002) e il recente Lincoln (2012). Ha vinto due Oscar per
la miglior regia e il Leone doro alla carriera nel 1993.

157

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Le straordinarie avventure di Jules Verne


Centro della Terra
Italia, 2013, HD, 26, col.

Regia: Enrico Paolantonio. Soggetto: Stefano Ambrosio, Francesca Romana


Puggelli, Claudio Sciarrone, Saverio DErcole, Francesco Artibani, dai romanzi
di Jules Verne. Sceneggiatura: Davide Aicardi, S. Ambrosio, F. Artibani,
Lorenza Bernardi, Paolo Braga, Ceo&Pulin, Alessandro Ferrari, Tea Orsi, F. R.
Puggelli, Giorgio Salati. Animazione: SideFx, Sek. Musica: Antongiulio Frulio.
Produzione: Lux Vide/Rai Fiction/Musicartoon.
Jules, Amelie e Artemius partono per una spedizione verso il centro della
Terra, alla ricerca del giovane Johan Saknussem, scoprendo un mondo nuovo,
inesplorato e ricco di insidie. Jules Verne considerato il pi grande scrittore
dellera moderna, le sue avventure hanno fatto sognare generazioni di lettori.
Questa nuovissima serie animata, che va in onda su RaiDue da settembre,
immagina che Verne abbia davvero vissuto, da ragazzo, queste mirabolanti
imprese insieme allaffascinante Amelie e allimprevedibile Artemius Lucas.

Le straordinarie avventure di Jules Verne


Isola dei misteri

Italia, 2013, HD, 26, col.

Regia: Enrico Paolantonio. Soggetto: Stefano Ambrosio, Francesca Romana


Puggelli, Claudio Sciarrone, Saverio DErcole, Francesco Artibani, dai romanzi
di Jules Verne. Sceneggiatura: Davide Aicardi, S. Ambrosio, F. Artibani,
Lorenza Bernardi, Paolo Braga, Ceo&Pulin, Alessandro Ferrari, Tea Orsi, F. R.
Puggelli, Giorgio Salati. Animazione: SideFx, Sek. Musica: Antongiulio Frulio.
Produzione: Lux Vide/Rai Fiction/Musicartoon.
La redazione del Contes parte per una spedizione sulla Domus Errans, una
casa volante costruita da Cyrus Smith, un vulcanologo amico di Artemius.
Ma una forte tempesta fa atterrare i nostri in unisola abitata da strane e
mostruose creature...
Biofilmografia

Enrico Paolantonio (Roma, 1967) ha studiato cinema allIstituto


di Istruzione Superiore Statale Roberto Rossellini e fumetto
allAccademia di Belle Arti. Negli anni Novanta ha iniziato
lattivit di animatore collaborando, tra gli altri, con Videomusic,
e quella di fumettista con molte case editrici. Nel 1994 ha
fondato Musicartoon, societ con la quale ha sviluppato e
realizzato progetti danimazione di respiro internazionale come
Gib & DoppiaW (1996), Up Town (1997), La compagnia della forca
(2000), Hocus & Lotus (2002), Antonio e la banda dei giardinetti
(2006) e Marfy of Dreams (2008).

158

6.

6.3

percorsi

mitici!
sono tornati
i dinosauri!

Non c festa senza Rex 3D


Partysaurus Rex
Usa, 2012, DCP, 7, col.

Regia e sceneggiatura: Mark A. Walsh. Soggetto: John Lasseter, M. A.


Walsh. Animazione: Michael Galbraith, Eric Luhta, Royce Wesley. Musica: Brian
Transeau. Montaggio: Axel Geddes. Produzione: Pixar Animation Studios.
Distribuzione: The Walt Disney Company Italia, via Cantalupo in Sabina 29,
00191 Roma, tel. 06.330831.
Rex viene scelto da Bonnie per una sessione di gioco nella vasca da bagno. L
Rex venerato dagli altri giocattoli, creati appositamente per il bagno e privi
di braccia. Una volta finito il bagno, i giocattoli rimangono soli e, su richiesta
degli altri, Rex d il via a un rave alzando il livello dellacqua nella vasca.
La festa prende una brutta piega quando lacqua minaccia di travalicare
inondando i pavimenti. Rex cerca di risolvere il problema ma il livello
dellacqua ormai fuori controllo. La mamma di Bonnie costretta a chiamare
gli idraulici per riparare i danni. Terzo cortometraggio Pixar ambientato
nelluniverso di Toy Story, dopo Vacanze hawaiane e Buzz a sorpresa, Non c
festa senza Rex stato proiettato nelle sale in abbinamento alla riedizione
3D di Alla ricerca di Nemo. Nella versione originale la voce di Woody di Tom
Hanks, sostituito nella versione italiana da Fabrizio Frizzi.
Biofilmografia

Mark A. Walsh (Los Angeles, 1974) lavora alla Pixar dal 1997,
quando ha preso parte alla realizzazione di A Bugs Life
Megaminimondo. Dopo aver collaborato a Toy Story 2 (1999) e
Monsters & Co. (2001), ha diretto lanimazione di Alla ricerca di
Nemo (2003) e Ratatouille (2007). Non c festa senza Rex segna
il suo debutto nella regia.

159

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Il divo

The Monster from the Tar Pits


Usa, 1960, 30, col.

Regia e soggetto: Joseph Barbera, William Hanna. Sceneggiatura: Warren


Foster, Michael Maltese, Arthur Phillips. Animazione: William Keil, Ed Love, Dick
Lundy, Kenneth Muse, George Nicholas, Don Patterson, Carlo Vinci. Montaggio:
Donald A. Douglas, Warner Leighton, Joe Ruby, Ken Spears, Greg Watson.
Produzione: Hanna-Barbera Productions. Distribuzione: Warner Bros. Italia,
via Varese 16/B, 00185 Roma, tel. 06/448891.
La Hollyrock Film Company sceglie Bedrock come location per il suo nuovo
film Il mostro delle buche nel catrame e Fred viene ingaggiato come sostituto
della star Gary Granite. I veri problemi di Fred cominciano quando Wilma e
Betty decidono anche loro di partecipare alle audizioni del film e finiscono per
impazzire quando incontrano le star Rock Pile e Wednesday Tuesday. Sesto
episodio della prima serie.

Una vacanza

The Snorkasaurus Hunter


Usa, 1961, 30, col.

Regia e soggetto: Joseph Barbera, William Hanna. Sceneggiatura: Warren


Foster, Michael Maltese, Arthur Phillips. Animazione: William Keil, Ed Love, Dick
Lundy, Kenneth Muse, George Nicholas, Don Patterson, Carlo Vinci. Montaggio:
Donald A. Douglas, Warner Leighton, Joe Ruby, Ken Spears, Greg Watson.
Produzione: Hanna-Barbera Productions. Distribuzione: Warner Bros. Italia
Volendo andare a caccia, Fred convince Wilma e i Rubbles a passare le
vacanze tra le montagne, cercando i rari skornosauri. Fred ha grande
successo, ma dovr fare i conti con qualcosa di pi grande quando sua moglie
Wilma insister nel portare a casa uno skornosauro come loro nuovo animale
domestico: il famoso Dino. Diciottesimo episodio della prima serie.
Biofilmografia

William Hanna (Melrose, Stati Uniti, 1910 North Hollywood, 2001)


e Joseph Barbera (New York, 1911 Los Angeles, 2006) sono stati
i fondatori di una delle pi importanti case di produzione di serie
televisive animate. La societ ha lavorato ininterrottamente dal
1956 al 2001. I due si incontrarono nel 1938 alla MGM e per quasi
ventanni lavorarono ai cartoni di Tom & Jerry, producendone
oltre 200 episodi. Messisi in proprio, diedero vita a personaggi
celeberrimi come Braccobaldo, Orso Yoghi, Gli Antenati, I
Pronipoti, La Pantera Rosa, Scooby Doo e Napo Orso capo. Nel
1981 produssero anche la serie dedicata ai Puffi.

160

Yabadabadoo!
Meet the Flintstones

e sono tornati i dinosauri, Sottodiciotto


non pu fare a meno di dedicare un omaggio
speciale ai Flintstones, la famiglia pi famosa
e divertente della preistoria, che celebra proprio
questanno il cinquantesimo anniversario della sua
prima apparizione in Italia. Gli Antenati, comerano
noti allepoca, nascono nel 1960 ad opera dei
geniali William Hanna e Joseph Barbera, inventori
di personaggi del calibro di Braccobaldo, Orso
Yoghi e Scooby Doo. In sei anni vengono prodotti
166 episodi da 30 minuti ciascuno, che vengono
trasmessi ancora oggi dalle televisioni di tutto
il mondo. Allegoria della societ americana degli
anni Sessanta, contrassegnata dal consumismo,
dalla modernizzazione e da unossessione quasi
morbosa per gli elettrodomestici, la serie animata
pur essendo ambientata allet della pietra,
nella cittadina di Bedrock presenta un mondo
contemporaneo, con automobili (a pedali), aeroplani
(in realt dei sauri volanti), banche, alberghi,
bowling e drive-in. Fred Flintstone, sua moglie Wilma,
la piccola Ciottolina e gli amici Barney e Betty,
senza dimenticare Dino, il cucciolo di snorkasauro
da compagnia, sono protagonisti di spassose
avventure, costruite con trovate geniali e dialoghi
indimenticabili. Il Festival presenta unantologia degli
episodi pi celebri, che faranno la gioia dei bambini
ma anche dei loro nostalgici genitori.

6.

6.3

percorsi

mitici!
sono tornati
i dinosauri!

161

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
162

163

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

omaggio a
Ray Harryhausen

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

7.

164

7.
omaggio a
ray harryhausen

165

Omaggio a
Ray Harryhausen

ottodiciotto Filmfestival da sempre attento non solo al cinema


contemporaneo ma anche ai film e agli autori del passato senza
il cui contributo la settima arte non sarebbe giunta ai risultati
odierni. La storia del cinema, va da s, anche la storia dei tanti artigiani
e tecnici che hanno messo il loro ingegno al servizio dellimmagine
in movimento. Uno di essi, il celebre Ray Harryhausen, mago degli
effetti speciali realizzati con la tecnica dellanimazione a passo
uno, scomparso lo scorso maggio a Londra, quasi novantatreenne.
Appassionato di dinosauri sin da bambino (i suoi genitori lo portarono
a vedere Il mondo perduto di Harry Hoyt nel 1925), Harryhausen inizi
subito a realizzare marionette di King Kong e degli animali preistorici,
imparando poi da autodidatta, con una cinepresa 16mm che si era
fatto prestare, larte dellanimazione. I suoi sorprendenti risultati
impressionarono il regista George Pal, che allepoca era sotto contratto
con la Paramount e che gli apr le porte di Hollywood. Film dopo film,
Harryhausen affin la propria tecnica e divenne maestro indiscusso
dellanimazione stop motion inserita in film live action. Il risveglio del
dinosauro, che Sottodiciotto restituisce al grande schermo sessantanni
dopo la sua uscita nelle sale, un vero e proprio saggio del talento
di Harryhausen, capace di influenzare immediatamente il cinema di
genere (Ishiro Honda dichiar di aver diretto Godzilla seguendo il suo
esempio) e di impressionare generazioni di registi, fino a Spielberg e
Del Toro. Dal polpo gigante di Il mostro dei mari (1955) agli alieni di La
Terra contro i dischi volanti (1956), dai dinosauri di The Animal World
(1956) al lucertolone di A 30 milioni di km. dalla Terra (1957), il mondo di
Harryhausen si popol di creature a met tra finzione e realt, dotate di
uno straordinario impatto visivo e perfettamente inserite nellimpianto
drammaturgico dei film. Per ripercorrere questa folgorante carriera,
proseguita senza sosta fino ai primi anni Ottanta, il Festival propone
in esclusiva il documentario Ray Harryhausen: Special Effects Titan,
prodotto dalla Fondazione che porta il suo nome e che tiene viva la
memoria di uno dei pi grandi artisti del cinema americano.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
166

Ray Harryhausen: Special Effects Titan


Ray Harryhausen: Il titano degli effetti speciali
Francia, 2011, Blu-ray, 90, col.

Regia, sceneggiatura e montaggio: Gilles Penso. Musica: Alexandre


Poncet. Produzione: Frenetic Arts/The Ray and Diana Harryhausen Foundation.
Vendita allestero: The Ray and Diana Harryhausen Foundation, Suite 68, 272
Kensigton High Street, W8 6ND London, UK, www.rayharryhausen.com.
Straordinario documentario, commissionato dalla Ray and Diana Harryhausen
Foundation, per ricordare uno dei grandi protagonisti di Hollywood. Raccoglie
interviste allo stesso Harryhausen, realizzate nel corso di cinque anni,
e testimonianze di Peter Jackson, Nick Park, Peter Lord, Terry Gilliam,
John Landis, Guillermo Del Toro, Robert Zemeckis, James Cameron, Steven
Spielberg e tanti altri. Per la prima volta una telecamera entra nello studio di
Harryhausen e mostra bozzetti, modelli e miniature dei suoi personaggi.

Il risveglio del dinosauro


The Beast from 20,000 Fathoms
Usa, 1953, 80, b/n

Regia e scenografia: Eugne Louri. Soggetto: dal racconto The Fog Horn
di Ray Bradbury. Sceneggiatura: Lou Morheim, Fred Freiberger. Fotografia:
Jack Russell. Effetti speciali animati: Ray Harryhausen. Musica: David
Buttolph. Montaggio: Bernard W. Burton. Interpreti e personaggi: Paul
Hubschmid (Tom Nesbitt), Paula Raymond (Lee Hunter), Cecil Kellaway
(Thurgood Elson), Kenneth Tobey (Jack Evans), Donald Woods (Phil Jackson).
Produzione: Jack Dietz Productions per Warner Bros.
In seguito allo scoppio di un ordigno nucleare al Polo Nord, lo scienziato Tom
Nesbitt e un collega vengono attaccati da un animale preistorico risvegliatosi
da un sonno millenario. Tom sopravvive e torna a New York raccontando la
sua storia. Nessuno, per, gli crede, tranne la giovane assistente del noto
paleontologo Elson, con la quale finisce per fidanzarsi. Dopo molte insistenze,
Tom riesce a ottenere lattenzione dellesercito e fa calare Elson con una
sonda nella tana della bestia. Questa, tuttavia, lo uccide e inizia a devastare
New York, invulnerabile alle armi convenzionali che gli americani utilizzano
contro di lei. Un classico della fantascienza (ispir anche Godzilla), il film
ebbe uno straordinario successo di pubblico e ottenne anche una nomination
agli Oscar. Harryhausen cur gli effetti speciali in stop motion e diresse il
trailer. Louri fece altri due film con i mostri preistorici: Il drago degli abissi
(1959) e Gorgo (1961).

7.
omaggio a
ray harryhausen

167

Biofilmografia

Ray Harryhausen (Los Angeles, 1920 Londra, 2013) inizia la sua


carriera nel cinema come animatore alla Paramount nei primi
anni Quaranta, per passare poi alla Warner come responsabile
degli effetti speciali. Dopo il successo di Il risveglio del dinosauro
(1953), viene assunto dalla Columbia per lavorare a Il mostro
dei mari (1955) di Charles H. Schneer, seguito da La Terra contro
i dischi volanti (1956) e da A 30 milioni di km. dalla Terra (1957).
Nel 1958 ottiene un grande successo con Il 7 viaggio di Sinbad di
Nathan H. Juran. Tra i film importanti degli anni Sessanta vanno
ricordati I viaggi di Gulliver (1960), Lisola misteriosa (1961) e Gli
argonauti 2 (1963) di Don Chaffey, da molti considerato il suo
capolavoro. Successivamente inizi una collaborazione con la
britannica Hammer, realizzando i dinosauri di Un milione di anni
fa (1966). Scontro di titani (1981) il suo ultimo film con effetti
speciali a passo uno. Nel 1992 lAcademy gli conferisce un premio
speciale per il suo importante contributo tecnico. Questanno
Guillermo Del Toro ha dedicato a lui e al regista giapponese Ishiro
Honda il suo Pacific Rim.
https://dl.dropboxusercontent.com/sh/1m11sidod26qfhq/7A_
CVcPO8N/Il%20risveglio%20del%20dinosauro_Lourie/Il%20
risveglio%20del%20dinosauro_02.jpg?token_hash=AAFDC0lkn4
Doo29edXuvoIVXqgmjsrksQs8MYbA7YecqKQ

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
168

169

Teenvision

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

8.

170

TeenVision

ottodiciotto Filmfestival coinvolge attivamente oltre 200


ragazzi del territorio torinese in vari ambiti della manifestazione.
Dal 2011 la kermesse ha fatto un nuovo e importante passo
avanti, inserendo unulteriore occasione di confronto e formazione:
a un gruppo di volontari e volontarie di et compresa tra i 16 e i 20
anni stato chiesto di collaborare con lo staff del Festival nella fase
progettuale, al fine di creare un programma pensato dai giovani e rivolto
ai giovani.
Gli appuntamenti di TeenVision sono quindi pi che mai lo sguardo
under20 di Sottodiciotto, nati con lobiettivo di costituire un vero
e proprio ponte tra la visione accompagnata del programma
indirizzato alle scuole e quella indipendente degli spettatori
autonomi. Unesperienza unica anche dal punto di vista formativo: ai
giovanissimi organizzatori viene infatti offerta lopportunit di lavorare
allinterno dellorganizzazione di un evento, scoprendone i retroscena,
sperimentandone tempistiche e fasi di attuazione e - non di minore
importanza - portando a compimento il progetto conducendo in sala gli
appuntamenti con gli ospiti, i registi e il pubblico.
Il programma di questa edizione particolarmente ricco e variegato:
non soltanto film ma anche incontri esclusivi che affrontano, grazie
alla presenza di esperti di fama, temi di grande attualit. Oltre al
documentario dedicato alle Pussy Riot e alla presentazione del progetto
Cultural Shock, TeenVision propone una lezione del musicologo Stefano
Zenni (direttore del Torino Jazz Festival), abbinata alla proiezione dei
corti di Fringe in the Box, un incontro con Luc Jacquet protagonista di
uno degli omaggi del Festival moderato dal direttore di Cinemambiente
Gaetano Capizzi, e uno con Carlo Freccero, figura storica del piccolo
schermo nazionale, che ha appena pubblicato il saggio Televisione per i
tipi di Bollati Boringhieri che insieme a Massimo Coppola - volto storico
di Mtv e oggi coach nel nuovo talent per aspiranti scrittori in onda su
RaiTre Masterpiece- esploreranno la possibilit e, ormai, lurgenza
di un modello alternativo di programmi per il piccolo schermo che,
anzich restituire un mondo fittizio e superficiale, diano al pubblico gli
strumenti per decifrare e comprendere meglio la difficile e complessa
realt in cui viviamo.

Cultural shock

Un programma multipiattaforma che racconta i paesi di origine dei


ragazzi di seconda generazione per capire cosa vuol dire essere
straniero utilizzando web, TV e radio e sperimentando una modalit
narrativa fortemente innovativa, pensata per un target giovanile. Una
coppia di viaggiatori, uno di origine italiana e uno di origine straniera,
sono stati selezionati da una community di 4.000 utenti per un viaggio
di scoperta nel paese di origine del ragazzo straniero. Lavventura
raccontata in diretta dai protagonisti attraverso social network, radio
e pillole televisive, per poi concludersi con una puntata tv che ripercorre
le avventure del viaggio.
Il format crossmediale di Davide Tosco e Massimo Arvat, prodotto da
Zenit Arti Audiovisive e 2+1 in collaborazione con RAI Educational e

8.
teenvision

171

Radio 3 e sviluppato nellambito di 2Rin Content in collaborazione con il


Polo della Creativit Digitale e Multimedia, ha ricevuto a Tokyo il Grand
Prix del Japan Prize 2013, uno dei pi prestigiosi premi internazionali
per i media educativi. La puntata pilota racconta le avventure in prima
persona di Rashid (giovane artista di strada, nato a Banja Luka) e
Agnese (studentessa di scienze politiche a Torino), attraverso la Serbia
e la Bosnia per un viaggio alla riscoperta delle origini Rom di Rashid. Le
loro vicissitudini sono diventate un diario di viaggio in tempo reale su
Facebook, con collegamenti in diretta e quattro reportage trasmessi da
Radio 3. La puntata Tv stata mandata in onda da Rai Scuola lo scorso
giugno e viene adesso riproposta da Sottodiciotto. Video, podcast,
fotografie e racconti sono visibili sul sito www.culturalshock.org.

Fringe in the box

La novit delledizione 2013 del Fringe, sezione off del Torino Jazz
Festival. Ideato e curato da Francesco Pistoi, Ugo Basile e Furio Di
Castri, presenta tre cortometraggi scelti dalla serie dei documenti
audiovisivi prodotti questanno. Lidea alla base di Fringe in the Box
la scommessa di riuscire a integrare il jazz con la musica elettronica.
Realizzare un luogo di scambio e concepire una dialettica tra due
mondi diversi. Per questo stato immaginato un luogo fisico (box)
dove musicisti italiani e stranieri di fama mondiale hanno suonato per
lasciare tracce audio che, dopo essere state campionate e ridotte a
sample, verranno riutilizzate in un contesto elettronico. Questo lavoro
la base per la formazione di un archivio sonoro a cui produttori e dj
di tutto il mondo potranno attingere attraverso la piattaforma web
appositamente creata. I corti in programma, diretti da Alessandro
Tannoia, sono Prabhu Edouard (tablas, 8), Tineke Postma (sax alto, 5)
e Mauro Battisti (contrabbasso, 6). In occasione della presentazione,
il direttore del Torino Jazz Festival Stefano Zenni terr una lezione
sullantropologia del suono attraverso gli strumenti musicali.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
172

Pussy Riot

Pussy Riot A Punk Prayer


Russia/Gran Bretagna, 2012, Blu-ray, 90, col.

Regia e sceneggiatura: Maxim Pozdorovkin, Mike Lerner. Fotografia:


Antony Butts. Musica: Simon Russell. Montaggio: Esteban Uyarra, Simon
Barker. Produzione: Roast Beef Production. Distribuzione: Biografilm Festival,
via Paolo Fabbri 1/3, 40138 Bologna, tel. 051.0953584.
Febbraio 2012. Un video strano e confuso appare su Internet. Quattro donne
con indosso dei passamontagna colorati interpretano con foga un brano
punk, denso di politica e collera. Il bersaglio della loro musica lonnipotente
Vladimir Putin, il luogo che hanno scelto per esibirsi la chiesa ortodossa pi
importante di Mosca. Da quel video che ha fatto il giro del mondo nata la
leggenda delle attiviste russe Pussy Riot. Questo documentario, che riproduce
nello stile lestetica DIY del collettivo, ripercorre le loro performance, gli
scandali, il carcere, le polemiche internazionali, allargando lobiettivo alla
Russia di oggi e alle sue mutate istanze politiche. Un film costruito con
accattivante frammentariet che mostra quanto bello e pericoloso dirne
quattro al potere. Premio speciale della giuria al Sundance e in concorso al
Biografilm Festival di Bologna.
Biofilmografia

Mike Lerner (New York, 1972) un noto produttore di


documentari. Ha iniziato a met degli anni Novanta con la serie
Without Walls ed famoso per i suoi ritratti di artisti come
Picasso, Gauguin e Toulouse-Lautrec. Nel 2011 ha ricevuto una
nomination per Hell and Back Again di Danfung Dennis.
Maxim Pozdorovkin (Mosca, 1978) regista e sceneggiatore. Ha
vissuto a Berlino, San Francisco e New York. Il suo primo film,
Capital (2009), un ritratto di Astana, la futuristica nuova
capitale del Kazakhstan. Attualmente sta preparando un
documentario sulla storia del fucile AK-47.

8.
teenvision

173

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

8.1

ottodiciotto Filmfestival coinvolge


attivamente oltre 200 ragazzi del territorio
torinese in vari ambiti della manifestazione.
Di anno in anno aumenta il coinvolgimento degli
studenti nello svolgimento di specifiche attivit
collegate alla manifestazione. Anche questanno ci
hanno aiutati in molti a fare il Festival attraverso
molteplici esperienze formative, professionalizzanti,
produttive e ideative: questo appuntamento
dedicato a loro.

174

To.Do. Dire, fare guardare il cinema


Workshop professionalizzanti

Con il contributo dellAssessorato alle Politiche giovanili


della Regione Piemonte, grazie al sostegno della
Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della
Giovent, sono stati coinvolti i ragazzi di diverse scuole
superiori in alcuni workshop, tenuti da professionisti
e specialisti, nellambito del cinema, della fotografia e
della comunicazione.

Workshop di giornalismo web


La classe IV H del Liceo V. Gioberti ha seguito un workshop
finalizzato alla gestione del blog di Sottodiciotto, attivo
per tutta la durata della manifestazione. Lesperienza
volta a formare i futuri professionisti nel mondo della
comunicazione audiovisiva si svolta con il tutoraggio
di Stefano Parola, giornalista de la Repubblica e dei
critici cinematografici Umberto Mosca e Michele Marangi.

Made in S18

Workshop di fotografia
La classe IV H dellIIS Bodoni-Paravia ha seguito
un workshop di fotografia. I giovani autori hanno
interpretato un momento della loro rivoluzione
attraverso un dittico strettamente personale. Immagini
che raccontano un luogo qualunque - per molti solo di
passaggio - che pu rivelarsi un punto di svolta, teatro
di una trasformazione. Lesperienza si svolta con il
tutoraggio del fotografo Cosimo Maffione.

Workshop per la realizzazione di


un prodotto audiovisivo
La classe IV R dellIIS Boselli ha seguito un workshop
finalizzato alla creazione di un prodotto audiovisivo. Un
viaggio alla scoperta dellaltro da s, in una dimensione
multiculturale, identitaria, del quotidiano, dei gusti
personali, delle mode, dellappartenenza ad una trib,
del mnage familiare. Lesperienza si svolta con la
supervisione del regista Davide Tosco e il tutoraggio di
Emiliano Darchini di Zenit Arti Audiovisive.

8.

8.1

teenvision

made in s18

Il TG di Sottodiciotto
Gli studenti dellIPSS A. Steiner, realizzano i servizi
televisivi trasmessi ogni giorno al Cinema Massimo e
caricati sul sito de la Repubblica-Torino.
Lo Steiner nasce a Torino circa 40 anni fa come
primo Istituto professionale di Stato per la Grafica
Pubblicitaria, ampliando poi lofferta formativa alla
Fotografia e al settore degli Audiovisivi. Il connubio con
Sottodiciotto nasce nel 2006: ogni anno gli studenti del
Dipartimento Audiovisivi creano e producono reportage
sul Festival seguendo ogni fase di realizzazione, dallidea
alla messa in onda.

Servizi fotografici
I servizi fotografici del Festival sono realizzati dagli
studenti dellIIS Bodoni-Paravia di Torino. LIstituto da
sempre opera nel settore della comunicazione formando
sia periti industriali che operatori e tecnici specializzati
in Grafica, Fotografia, Video-Cinematografia e
Multimedialit. Il Bodoni-Paravia collabora con il Festival
sin dalla prima edizione, i ragazzi ne hanno infatti
documentato la storia a partire dal 2000.

Accoglienza delle classi


e del pubblico
Laccoglienza alle classi che partecipano alle proiezioni,
ai dibattiti e agli incontri e laccoglienza al pubblico
che frequenta gli appuntamenti pomeridiani e serali
affidata agli studenti di quattro istituti torinesi:
lIPSSCTS C. I. Giulio, lIPSSCTAR G. Giolitti, lIPC V. Bosso e
lIISS J.B. Beccari.

Le nuove sigle di Sottodiciotto


Un regalo che gli studenti del Centro Sperimentale
di Cinematografia - Dipartimento Animazione hanno
fatto al Festival. Quattro meravigliose sigle animate
realizzate dagli studenti del II anno del corso in Cinema
dAnimazione. Il corso propone un percorso di formazione
artistica e professionale che fornisce una conoscenza
approfondita di tutte le fasi creative e produttive
dellanimazione per diversi media.

175

Bando per la diffusione della


cultura di parit
In occasione del Bando per la diffusione della cultura di
parit e del principio di non discriminazione nel sistema
educativo e nel mondo del lavoro, promosso dalla
Regione Piemonte nellambito del Programma Operativo
del Fondo Sociale Europeo, nato il progetto Identit
nellimmaginario Under18, ideato con la volont di
diffondere la cultura di parit e della non discriminazione
attraverso il mezzo cinematografico, al fine di
sensibilizzare sulle discriminazioni che persistono verso
persone per differenze di origine etnica e nazionalit,
religione e convinzioni personali, disabilit, et e
orientamento sessuale, e sulle prassi che alimentino le
buone relazioni e favoriscano positivi rapporti sociali.

Guardo, rielaboro, creo.


Il cinema visto dai ragazzi
Presentazione dei prodotti realizzati dai ragazzi di et
compresa tra gli 11 e i 14 anni e provenienti da tutte
le regioni italiane, nellambito del progetto didattico
attivato da Aiace Torino e Sottodiciotto Filmfestival
durante il Summer Camp di Bardonecchia, gestito da San
Marino Tour Service.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
176

177

Baby Special

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

9.1

178

Calimero

sattamente cinquantanni fa nasceva


Calimero, il pulcino piccolo e nero del
Carosello della societ Mira Lanza che
promuoveva il detersivo Ava. Creato da Nino e Toni
Pagot e Ignazio Colnaghi, con la voce di Ignazio
Colnaghi, il personaggio si presenta come il quinto di
una covata della gallina veneta Cesira e del burbero
Gallettoni. Caduto nella fuliggine, diventa tutto
nero ed disconosciuto dalla madre. Il suo mondo,
che inizialmente si sviluppa tutto nellambito di
Carosello, popolato da buffi personaggi secondari
come la fidanzata Priscilla, lamico Valeriano, il furbo
papero Piero e il saccente maestro Gufo Saggio.
La popolarit di Calimero resta molto viva fino agli
anni Settanta, grazie anche ad una lunga serie
animata a colori di 290 episodi, esportata in tutto il
mondo. Nella serie le avventure sono pi articolate
e di maggior durata (dai 13 ai 26 minuti); il pulcino,
inoltre, viene amorevolmente accudito dai genitori
e non ripudiato come nelle pubblicit. Calimero
famosissimo anche in Giappone dove, tra il 1974 e il
1975 e tra il 1992 e il 1993, la Toei ha prodotto due
serie che si sono viste anche in Italia. Da questanno
Calimero torna in Italia con una nuova serie in 3D di
104 episodi da 11 minuti una produzione Gaumont,
Studio Campedelli, RAI, TF1, TV Tokyo, Kodansha e
Calidra che andr in onda su RaiDue. Sottodiciotto
rende omaggio a Calimero riproponendo il primo
spot Mira Lanza, unantologia delle serie dagli anni
Settanta e uno spettacolare episodio della nuova
serie. A presentare il programma sar Marco Pagot,
figlio di Nino, omaggiato da Miyazaki nel mitico Porco
Rosso.

9.

9.1

baby special

calimero

179

Calimero, il pulcino nero

Chi crede ai fantasmi?

Italia 1963, 130, b/n

Italia/Giappone 1974, 13, col.

Autori del personaggio Calimero: Nino Pagot, Toni


Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino e Toni Pagot.
Soggetto: Nino Pagot, Toni Pagot e Ignazio Colnaghi.
Produzione: Pagot Film.
Il debutto di Calimero. Nato dalla gallina Cesira e da
Gallettoni, il pulcino cade nella fuliggine e i suoi genitori
non lo riconoscono pi. Grazie al detersivo Ava, per,
Calimero si smacchia e torna felice in seno alla famiglia.

Autori del personaggio Calimero: Nino Pagot, Toni


Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino e Toni Pagot.
Produzione: Toei/KSS/Pagot.
Calimero e Priscilla stanno facendo i compiti, sera e
sta piovendo. Cesira esce per incontrare Gallettoni. A
Calimero non piace rimanere a casa da solo, ha paura
dei fantasmi. Priscilla lo prende in giro per la sua paura
e gli fa alcuni scherzi. Nel frattempo anche Cesira crede
di vedere un fantasma nella foresta, ma solo Gallettoni
che si tirato il cappotto sulla testa per ripararsi dalla
pioggia. Gli adulti tornano a casa, ma la paura dei
fantasmi ha contagiato anche loro, e li vedono ovunque.

Calimero Don Chisciotte


Italia/Giappone 1974, 13, col.

Autori del personaggio Calimero: Nino Pagot, Toni


Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino e Toni Pagot.
Produzione: Toei/KSS/Pagot.
Il maestro Gufo legge Don Chisciotte: Calimero e Papero
Piero immaginano di essere il cavaliere che salver la
Principessa Priscilla dai mostruosi mulini a vento. Tutti e
due vogliono essere il cavaliere di Priscilla, ma solo uno
di loro pu essere Don Chisciotte. Cos decidono di fare un
duello vicino al cedro solitario presso il fiume. Ma lacqua
del fiume aumenta molto e apre una falla nellargine del
fiume.

Calimero e la barchetta bianca


Italia/Giappone 1974, 13, col.

Autori del personaggio Calimero: Nino Pagot, Toni


Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino e Toni Pagot.
Produzione: Toei/KSS/Pagot.
Gallettoni ha costruito una barchetta per Calimero. Il
pulcino molto felice per il regalo e va a cercare Priscilla
per giocare con lei. Anche a Papero Piero hanno regalato
una barchetta, ma questa telecomandata. A Priscilla
piace molto e decide di giocare sul fiume con Papero
Piero e il suo amico Calimero sembra essere un po triste
e va ad un ruscello dove vara la sua barchetta. Nel
viaggio attraverso il bosco la barchetta incontrer alcuni
passeggeri e amici.

Letterina di Natale
Italia, 1980, 13, col.

Autori del personaggio Calimero: Nino Pagot, Toni


Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino e Toni Pagot. Regia:
Toni Pagot, Marco Pagot. Soggetto: Marco, Gi e Toni Pagot.
Produzione: Rever.
la vigilia di Natale: Calimero, Priscilla e Piero si preparano
a mandare la loro letterina a Babbo Natale con il sistema
del lancio del palloncino. Ma Piero decide di eliminare la
concorrenza e con un colpo di fionda rompe il palloncino di
Calimero facendo precipitare a terra la letterina che poi fa
in coriandoli sostenendo che non serve pi. Dal turbine di
pezzetti di carta appare Babbo Natale con un sacco pieno
di doni. Piero pronto ad impossessarsi di tutti i giocattoli,
ma Babbo Natale spiega che sono tutti per Calimero.

Un giorno speciale
Italia, 1980. 13, col.

Autori del personaggio Calimero: Nino Pagot, Toni


Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino e Toni Pagot.
Regia: Toni Pagot, Marco Pagot. Soggetto: Marco, Gi e
Toni Pagot. Produzione: Rever.
Il 22 dicembre un giorno speciale per Priscilla ma
nessuno sembra ricordarsene. La pulcina cerca di
sollecitare gli amici ripetendo loro che quello un giorno
molto importante per lei ma nessuno sembra cogliere il
messaggio. Priscilla molto delusa e se ne va a casa subito
dopo la scuola. Calimero, rientrando a casa, parla con la
mamma dello strano comportamento dellamica e Cesira gli
ricorda che il 22 dicembre Priscilla compie gli anni.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
180

Calimero sciatore
Italia/Giappone 1993, 26, col.

Autori del personaggio Calimero: Nino Pagot, Toni


Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino e Toni Pagot.
Regia e sceneggiatura: Pagot, Masayuki Kojima
Produzione: Telescreen/TV Tokyo/ Rever.
I nostri piccoli amici sono in vacanza in una bella
stazione sciistica. Nella piazza principale del villaggio c
la grande statua di uno yeti che, secondo una leggenda,
protegge gli abitanti dalle sciagure della montagna.
Calimero, Priscilla, Valeriano e Rossella si divertono sugli
sci, mentre Piero, il solito sbruffone, imperversa, insieme
a Susy, a bordo di un gatto delle nevi a forma di renna.
Valeriano nota uno strano movimento sotto la superficie
della neve: come se una talpa scavasse una galleria
sotterranea. Il Green Team segue la scia lasciata dallo
strano animale ha la sorpresa di scoprire che non
altro che un cucciolo di yeti che si perduto.

Calimero 3d La magia dei fiori


Francia/Italia/Giappone 2013, 12, col.

Regia: William Renaud, Dominique Etchecopar.


Soggetto e sceneggiatura: Marco Pagot, Gi Pagot e
Valerie Baransky. Autori del personaggio Calimero:
Nino Pagot, Toni Pagot e Ignazio Colnaghi. Grafica: Nino
e Toni Pagot. Produzione: Gaumont Animation/Studio
Campedelli/ TV Toyo/ Kodansha/ Calidra.
Belladagio unincantevole cittadina... grande quanto
basta per fare da scenario, con il suo dedalo di viuzze
acciottolate, a innumerevoli ed entusiasmanti avventure
che appassioneranno anche i bambini pi curiosi. qui
che Calimero e i suoi amici, Priscilla, Valeriano e Piero, ci
accompagneranno nel meraviglioso e innocente mondo
dellinfanzia. Con una grande comicit, lamicizia e
un pizzico davventura, il nostro piccolo eroe affronta
con una montagna di coraggio le sfide della vita dogni
giorno. Perch Calimero ha un gran cuore e un profondo
senso per ci che giusto ed onesto.

Biofilmografia

Nino Pagot (Venezia 1908 Milano 1972)


e Toni Pagot (Milano 1921 Roncello 2001)
sono stati due pionieri del fumetto e
dellanimazione italiana, famosi in tutto il
mondo per il personaggio di Calimero. Nino
si trasfer a Milano durante la Prima Guerra
Mondiale e inizi a disegnare per molte
riviste, finendo poi per collaborare anche
tra il 1937 e il 1941 a Topolino e Paperino.
Dal fumetto allanimazione il passo fu
breve e condusse al primo cortometraggio
nel 1938 Scherzi del vento e, qualche anno
pi tardi, Nino e il fratello Toni realizzarono
il lungometraggio I fratelli Dinamite (1946
-1949). Attraverso lo Studio Pagot, fondato
nel 1946, i due fratelli diedero vita a decine
di personaggi (Cocco er Bacillo, Omettino,
Billo e Tappo, Gelsomina, solo per citarne
alcuni) e conquistarono la celebrit con
Calimero, consolidata poi da Jo Condor e
dal draghetto Gris. Marco Pagot (Milano,
1957), figlio di Nino, porta oggi avanti
lattivit del padre e dello zio, dopo essersi
formato alla bottega di Hayao Miyazaki.

9.

9.1

baby special

calimero

181

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

9.2

182

E tu che ne pensi?

possibile insegnare la filosofia ai bambini?


Come possono i loro genitori rispondere a
domande che hanno perso labitudine di farsi
o non osano pi porsi? Sono questi gli interrogativi
con cui si confrontato in questi anni il filosofo
canadese Oscar Brenifier, classe 1954, direttore
dellInstitut de Pratiques Philosophiques e autore di
numerosi libri per i pi piccoli illustrati da Jacques
Desprs, pubblicati in Italia da ISBN (Il libro dei
grandi contrari filosofici, Il libro dei grandi contrari
psicologici, Il senso della vita, Il concetto di Dio, Il
libro dellamore e dellamicizia, Il bene e il male, per
citarne solo alcuni). Adesso le sue esperienze e i
suoi volumi sono diventati una serie animata, in 52
episodi da 5 minuti ciascuno, destinata a bambini dai
4 ai 7 anni e trasmessa in Italia dal canale JimJam. Il
cartone, realizzato in Cgi da Planet Nemo Animation
e Skyline per la britannica BBC, racconta di Hugo e
dei suoi amici con cui i piccoli telespettatori possono
interagire togliendosi ogni tipo di dubbio e avendo
risposte esaurienti a ogni tipo di domanda.
Chi sono? Quando mi sveglio la mattina il mondo
esattamente lo stesso di quello che ho lasciato ieri
notte? Perch la gente triste? Sono piccolo solo se
paragonato a una cosa pi grande? Perch giochiamo
o piangiamo? Il protagonista dal ciuffo rosso, che
spunta fuori dalla sua tuta aderente arancione,
viaggia attraverso il suo mondo e talvolta al di l,
in cerca di comprensione, incontrando una serie di
personaggi basati sui libri del filosofo. Sottodiciotto
Filmfestival, da sempre attentissimo ai bambini in
et prescolare, organizza un incontro speciale con
Oscar Brenifier, pensato anche per gli educatori,
durante il quale lo studioso dialogher con grandi e
piccoli partendo dalla visione di alcuni episodi della
serie.

9.

9.2

baby special

e tu che ne pensi?

Mi servono grandi muscoli


per essere forte?
Do I Need Big Muscles to Be Strong?
Gran Bretagna 2013, 5, col.

Regia: Tanguy de Kermel. Soggetto: dai libri di Oscar


Brenifier. Sceneggiatura: Clare Bradley. Animazione:
Veronique Denoyelle. Musica: Robert Benzrihem, Lionel
Payet Pigeon, Joe Sedula. Montaggio: Jan Gaudissabois.
Produzione: Planet Nemo Animation/Skyline
Entertainment per BBC.
Hugo sfida un elefante e una scimmia a misurare la
propria forza. Hugo impara che anche una scimmia pu
essere molto forte e scopre il potere della mente.

183

Sono coraggioso?
Am I Brave?
Gran Bretagna 2013, 5, col.

Regia: Tanguy de Kermel. Soggetto: dai libri di Oscar


Brenifier. Sceneggiatura: Clare Bradley. Animazione:
Veronique Denoyelle. Musica: Robert Benzrihem, Lionel
Payet Pigeon, Joe Sedula. Montaggio: Jan Gaudissabois.
Produzione: Planet Nemo Animation/Skyline
Entertainment per BBC.
A volte nella vita ci vuole coraggio: quando Hugo va dal
medico e soprattutto quando lotta contro un drago.

Che cosa ci rende intelligenti?


What Makes Someone Clever?
Gran Bretagna 2013, 5, col.

Regia: Tanguy de Kermel. Soggetto: dai libri di Oscar


Brenifier. Sceneggiatura: Clare Bradley. Animazione:
Veronique Denoyelle. Musica: Robert Benzrihem, Lionel
Payet Pigeon, Joe Sedula. Montaggio: Jan Gaudissabois.
Produzione: Planet Nemo Animation/Skyline
Entertainment per BBC.
Hugo conosce tante persone intelligenti: i suoi genitori, il
maestro e un amico scienziato. Per capire se anche lui
intelligente, Hugo costruisce un razzo.

Perch devo sempre aspettare?


Why Do I Always Have to Wait?
Gran Bretagna 2013, 5, col.

Regia: Tanguy de Kermel. Soggetto: dai libri di Oscar


Brenifier. Sceneggiatura: Clare Bradley. Animazione:
Veronique Denoyelle. Musica: Robert Benzrihem, Lionel
Payet Pigeon, Joe Sedula. Montaggio: Jan Gaudissabois.
Produzione: Planet Nemo Animation/Skyline
Entertainment per BBC.
Hugo deve sempre aspettare che il pane sia tostato,
che la sorellina sia pronta, che lautobus arrivi. In alcuni
casi ci vuole davvero molto tempo e tantissima pazienza.

Biofilmografia

Tanguy de Kermel (Parigi, 1970) si


laureato alla Arts Dco nel 1992 e il
suo film di diploma ha vinto un premio
allImagina Festival lanno dopo. Inizia
a lavorare per MTV prima come grafico,
poi come direttore artistico e infine
come regista. Ha realizzato molti spot
pubblicitari sia in animazione 3D che dal
vero. Nel 2007 ha diretto la serie animata
Samsam (52 episodi da 6 minuti ciascuno)
prodotta da Bayard Jeunesse.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

9.3

184

Le nuove avventure
di Capelito

apelito un giovane fungo di bosco con


una capacit magica: quando si preme il
naso, cambia a piacimento la forma del suo
cappelletto. Le idee che saltano fuori dal cappello
di Capelito riflettono con dolcezza la ricchezza
e la fertilit dellimmaginazione dei bambini.
Da questa singolare qualit nasce una serie di
avventure divertenti e fuori dagli schemi dei cartoni
animati classici. Unanimazione in plastilina, con
ambientazioni curate nei minimi dettagli, bellissimi
colori e molte invenzioni. E anche se Capelito e i
suoi amici non parlano mai, i piccoli spettatori
vengono immediatamente catturati dalle storie
divertenti e bizzarre create da Rodolfo Pastor.
Capelito ha ricevuto molti consensi anche da parte
della critica, vincendo numerosi riconoscimenti, tra
cui un prestigioso premio al festival di Annecy e il
premio conferito dalle Nazioni Unite. Sottodiciotto
torna a rendere omaggio allopera di Pastor
con un programma composto da otto episodi, a
completamento di quello proposto lanno scorso.

9.

9.3

baby special

le nuove avventure
di capelito

185

Capelito ammalato

Capelito fa la maglia

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films, 84
rue du President Wilson, 92300 Levallois-Perret, Francia,
tel. +33.1.41270144.
Per tranquillizzare un cagnolino ammalato che si
perduto, Capelito indossa un cappello di pelo con
orecchie da cane. La padrona dellanimale, per, lo
scambia per il cucciolo che non riusciva pi a trovare.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films.
Capelito ha perduto il suo cappello e tosa una pecora per
farsene uno di maglia. La pecora infreddolita, per, gli
mangia il berretto per recuperare il suo mantello.

Capelito lazarillo
Spagna 2006, 5, col.

Capelito e la mosca
Capelito mosqueado
Spagna 2006, 5, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films.
Capelito vuole fare un favore a unamica ma una mosca
lo infastidisce al punto da mandare allaria tutti i suoi
piani.

Capelito esploratore
Capelito explorador
Spagna 2006, 5, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films.
Finalmente anche per Capelito tempo di vacanze.
Decide di partire per un paese lontano, selvaggio ed
esotico ma le sorprese sono appena iniziate...

Capelito tejedor
Spagna 2006, 5, col.

Capelito impostore
Capelito impostor
Spagna 2006, 5, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films.
I topi stanno organizzando una grande festa ma i funghi
non sono invitati. Capelito cerca di prendervi parte in
incognito.

Capelito ingegnoso
Capelito ingenioso
Spagna 2006, 5, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films.
Capelito costruisce un piccolo maneggio per due
funghetti ma loro decidono di utilizzarlo in modo molto
diverso.

Capelito mamma
Capelito mam
Spagna 2006, 5, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films.
Una madre sta per partorire un piccolo fungo. Capelito la
accompagna in ospedale ma finisce per essere ricoverato
al suo posto.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Capelito pesca poco


Capelito pesca-poco
Spagna 2006, 5, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura e animazione:


Rodolfo Pastor. Produzione: Estudio Rodolfo Pastor/
ERP/CNDP/France5/NHK International Japan/TV3/PPM
Multimedia. Vendita allestero: Cinma Public Films.
Capelito ce la mette tutta, dispiega ogni stratagemma
ma non riesce a realizzare una pesca miracolosa come
quella del gatto che allopera accanto a lui.

Biofilmografia

Rodolfo Pastor (La Pampa, Argentina,


1940) nasce in una famiglia dedita al
teatro, al cinema e alla pittura. Giornalista
politico per il quotidiano Democracia,
si dedica allanimazione solo dopo aver
terminato gli studi universitari. Nel
1972 fonda la cooperativa di produzione
e distribuzione C.IN.E. (Cine Infantil
Educativo), realizzando cortometraggi e
mediometraggi con diverse tecniche. Nel
1977 si trasferisce in esilio a Barcellona,
dove fonda lo studio di animazione
Estudio Rodolfo Pastor, specializzandosi in
animazione con plastilina e altre tecniche
di stop motion. Oltre a realizzare spot
pubblicitari e film istituzionali, nascono in
questo contesto le serie Cartas de un pap
(1981), Langostino (1985), il premiato corto
Animatango (1985) e la fortunatissima
serie Capelito (dal 2001), venduta in tutto
il mondo e premiata nei maggiori festival
internazionali di animazione.

9.3

186

9.4

9.

9.4

baby special

tra cielo e terra


con un pizzico di
fantasia

187

na selezione di corti recenti ben fruibile a


un pubblico di bambini e realizzati da autori
pi o meno noti. Opere accomunate da una
forte libert espressiva che prende vita proprio
dallimmaginario infantile.

Tra cielo e terra con


un pizzico di fantasia
Moja mama Samolt

Pereletnaja

Regia, sceneggiatura, disegno: Julija Aronova.


Animazione: Natalja Antipova, Nastja Golovan, Sergej
Kozin, Sergej Ljulin. Suono: N. Kozyrev. Musica: L. Slepner.
Produzione: Studio Pcela.
Una mamma un po insolita e la percezione che di lei ha il
suo bimbo.

Regia: Vera Mjakieva. Sceneggiatura: Julija Aronova.


Disegno: Dina Velikovskaja. Animazione: Anna Judina,
Dmitrij Kulikov, Maksim Uakov. Suono: Anastasija
Pasencuk Musica: Dmitrij Selipanov. Produzione: Studio
Pcela.
Un pulcino sogna di prendere il volo.

Biofilmografia

Biofilmografia

La mia mamma un aeroplano


Russia 2012, 647, col., disegno.

Julija Aronova (Russia) dopo aver


conseguito il diploma al Vgik nel 2002,
frequenta i Corsi Superiori di Regia
e Sceneggiatura di Mosca. Gi durante
gli studi lavora come animatrice e
sceneggiatrice. Debutta nella regia nel
2004 con Eskimo (id.) e nel 2007 realizza
per lo Studio Animos Zhuk, korabl,
abrikot (Lo scarabeo, la nave, lalbicocca)
ottenendo numerosi riconoscimenti.

Au coeur de lhiver

Nel cuore dellinverno


Svizzera 2012, 711, col., decoupage, computer 2D.

Regia, sceneggiatura, decoupage, animazione:


Isabelle Favez. Suono: L.Burkhardt. Musica: M. Batkovic.
Produzione: Schick Productions.
La vita nel bosco quando il freddo si fa sentire.
Biofilmografia

Isabelle Favez (Berna, 1974). Si diploma alla


Scuola Superiore di Design e Arte di Zurigo.
Lavora come filmmaker indipendente nel
campo dellanimazione e dellillustrazione.

Migrazione
Russia 2012, 544, disegno.

Vera Mjakieva (Russia) si specializza


come disegnatrice e regista danimazione
al Vgik di Mosca. Dal 2005 realizza
vari cortometraggi tra cui Ozhidaja
(Nellattesa) riconosciuto nei pi
importanti festival russi.

O xigante

Il gigante
Spagna 2012, 10, computer 2D.

Regia: Luis Da Matta Almeida. Sceneggiatura: Nelia


Cruz. Design: L. Da Matta Almeida, N. Cruz, J. Vazeler.
Animazione: Animation Sparkle World. Suono, Musica:
Nani Garcia. Produzione: Abano
Una bimba piccola piccola vive nel cuore di un gigante e
da l scopre il mondo circostante. Un giorno, per, dovr
andarsene...
Biofilmografia

Luis Da Matta Almeida (Spagna). Regista,


produttore e direttore creativo di decine di
film e serie fin dal 1987. Come produttore ha
vinto il premio Cartoon DOr 2000 e pi di
100 premi internazionali. Membro del Board
of Directors dellEuropean Cartoon.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Le Pre Frimas

Babbo Gelo
Francia 2012, 26, disegno, computer 3D.

Regia: Youri Tcherenkov. Sceneggiatura: Youri


Tcherenkov, A. Lanciaux. Disegno: Z. Trofimova. Musica:
S. Besset. Produzione: Les Films de lArlequin.
Dallalto delle montagne le avventure di Babbo Gelo alle
prese con la difesa delle sue foreste innevate.
Biofilmografia

Youri Tcherenkov (Ucraina, 1961). Terminato


lIstituto dArte Figurativa di Crimea, dove
insegner per alcuni anni, frequenta il
Vgik di Mosca specializzandosi nel cinema
danimazione. Nel 1997 realizza La grande
migration per gli Studi Folimage. Da allora
vive e lavora in Francia.

188

9.

9.4

baby special

tra cielo e terra


con un pizzico di
fantasia

189

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
190

191

10

Sottodiciotto
in corto

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

10.1
I

Giovane animazione
da tutta Europa

192

l CSC Animazione presenta una selezione di cortometraggi realizzati


dagli studenti delle scuole di E.T.N.A. European Training Network
for Animation Schools, la rete che riunisce 35 importanti scuole
ed universit europee che offrono curricula specifici per il settore
dellanimazione, nelle sue diverse espressioni ed applicazioni.
Il programma offre un assaggio della ricchezza, diversit e qualit che
scaturiscono da queste scuole e dalla creativit dei loro studenti:
una variet di storie, atmosfere, temi, stili e tecniche - dalla fiaba
per i piccoli alla sperimentazione pi formale. Le scuole di cinema,
le accademie, le universit sono oggi vivaci laboratori di ricerca sui
linguaggi dei media, di sviluppo di progetti innovativi e sono anche,
probabilmente, i maggiori produttori di cortometraggi animati, sempre
pi diffusi e apprezzati sul web e nei festival di tutto il mondo.
E.T.N.A. nata e cresciuta anno dopo anno grazie al meeting
promosso e organizzato da CARTOON, Associazione Europea del Film
dAnimazione, con il supporto del Programma MEDIA dellUnione Europea.
Costituisce oggi una vasta ed efficace rete per laggiornamento, per la
comunicazione, lo scambio e il confronto di idee e di programmi fra le
migliori scuole, accademie e universit di film e media in tutta Europa
e ha dato origine a numerose iniziative di collaborazione fra paesi.
Ogni scuola diversa, con specifici obiettivi, metodi e curriculum: i
comuni denominatori sono la qualit dellinsegnamento, lo sviluppo
del talento e delle potenzialit dei giovani che puntano allanimazione
per il loro futuro professionale e artistico, nonch, naturalmente, la
passione e limpegno per la creazione e la produzione di animazione in
Europa. Ne membro italiano il CSC Animazione che, nato nel 2001 in
convenzione con la Regione Piemonte, offre a Torino il corso triennale
di specializzazione in cinema danimazione del Centro Sperimentale di
Cinematografia.

10.

10.1

sottodiciotto
in corto

giovane animazione
da tutta europa

193

E.T.N.A. European Training Network


for Animation Schools
www.cartoon-etna.eu

AKTO - Art & Design College, Grecia - www.akto.gr


Ars Animation Group, Spagna www.arsanimation.com
BCFE (Ballyfermot College) - Irish School of
Animation, Irlanda - www.bcfe.ie
Centro Sperimentale di Cinematografia sede
Piemonte, Animazione, Italia www.fondazionecsc.it
CIEAM - Escola Nacional de Belas Artes, Portogallo www.fba.ul.pt
DPSD - University of the Aegean, Grecia www.syros.aegean.gr
ECA-Toulouse, Francia - www.eca-toulouse.fr
Ecole Emile Cohl, Francia - www.cohl.fr
EMCA Angoulme, Francia www.angouleme-emca.fr
ENSAV - Ecole Nationale Suprieure des Arts
Visuels de la Cambre, Belgio - www.lacambre.be
ESIAJ - Ecole Suprieure dInfographie Albert
Jacquard, Belgio - www.infographie-sup.be
ESMA - Ecole Suprieure des Mtiers Artistiques ,
Francia - www.esma-montpellier.com
FAMU - Film & TV School of Academy of Performing
Arts, Repubblica Ceca - www.famu.cz
Filmakademie Baden-Wrttemberg, Germania www.filmakademie.de
Gobelins - LEcole de limage, Francia www.gobelins.fr
h_da - Hochschule Darmstadt, Germania www.mas.h-da.de
HFF - Hochschule fr Film und Fernsehen Konrad
Wolf, Germania - www.hff-potsdam.de
HSLU - Design & Kunst Animation Department,
Svizzera - www.hslu.ch/design-kunst.htm
IADT - National Film School of Ireland, Irlanda www.iadt.ie

IAMA - International Academy of Media & Arts


Halle, Germania - www.halle-academy.de
ILOI - Institut de lImage de lOcan Indien, Francia www.iloi.fr
KASK - School of Arts Ghent / University College
Ghent, Belgio - www.kask.be
Lisaa - LInstitut Suprieur des Arts Appliqus,
Francia - www.lisaa.com/paris/ecolearts.php
MOME - Moholy-Nagy University of Arts & Design
Budapest, Ungheria - www.mome.hu
La Poudrire - Ecole du Film dAnimatin, Francia www.poudriere.eu
Supinfocom / Supinfogame, Francia www.supinfocom.fr
The Animation Workshop, Danimarca www.animwork.dk
The National Film School of Denmark, Danimarca www.filmskolen.dk
Turku University of Applied Sciences - Arts
Academy, Finlandia - www.turkublogs.fi/anielo
University of the West of Scotland, Regno Unito www.uws.ac.uk
University of Wales, Newport School of Art &
Design, Regno Unito - www.southwales.ac.uk
U-TAD - Centro de Arte y Tecnologa Digital,
Spagna - www.u-tad.com
UWE - University of the West of England, Regno
Unito - www.bristolschoolofanimation.co.uk
Vilnius Art Academy, Lituania - www.vda.lt
Vilnius College of Technologies and Design,
Lituania - www.vsdk.lt
E.T.N.A. ha il supporto di:
CARTOON European Association of Animated Film,
Brussels - www.cartoon-media.eu

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Acorns

Ghiande
Gran Bretagna, 2012, 506, col.

Regia: Gemma Roberts. Musica: Ben


Rusch. Tecnica: animazione 2D, disegno.
Produzione: University of Wales,
Newport.
Lo Spirito dellAlbero diventa
limprobabile amico di una ragazzina.
Durante una tempesta la loro amicizia
viene messa alla prova: la ragazzina
capir come importante prendersi cura
della Natura.

Bon appetit boucle dor


Buon appetito riccioli doro
Belgio, 2013, 237, col.

Regia: Susie Lou Chetcuti. Tecnica:


animazione stop motion, pupazzi.
Produzione: Atelier de production de la
Cambre ENSAV, Bruxelles.
Un giorno Riccioli doro entr nella casa
dei tre orsi, assaggi il loro pasto, si
accomod sulle loro poltroncine, dorm
nei loro lettini... questa fiaba ha molte
diverse versioni: qui lautrice si diverte a
raccontarne una nuova.

Contrast

Contrasto
Germania, 2013, 406, col.

Regia: Carmen Buchner. Musica:


Denise Segschneider. Tecnica: tecniche
miste. Produzione: Filmakademie
Baden-Wrttemberg Institut fr
Animation, Visual Effects und Digitale
Postproduktion, Ludwigsburg.
Tutti lo hanno visto, tutti lo amano: un
campo di fiori destate, una distesa di
colori e di forme, un paradiso per miriadi
di animali, ma tuttaltro che un luogo
pacifico.

194

Floating In My Mind
Fluttua nella mia mente
Francia, 2013, 310, col.

Regia: Hlne Leroux. Musica: Mathieu


Alvado. Tecnica: animazione 2D, digitale.
Produzione: Gobelins, lcole de limage,
Parigi.
Un film sulla nostra vita, sulla gente che
incontriamo, sui nostri ricordi.

Fluffy mcCloud
Irlanda, 2010, 255, col.

Regia: Conor Finnegan. Musica: Paul


Hughs. Tecnica: animazione stop motion.
Produzione: National Film School IADT ,
Dublino.
Una brevissima commedia sulla relazione
spesso complicata fra lumanit e Madre
Natura.

Swarming

Kuhina Brulichio
Finlandia, 2011, 718, col.

Regia: Joni Mnnist. Musica: The


World Mnkeri Orchestra. Tecnica:
animazione 2D, digitale, disegno su
carta. Produzione: University of Applied
Sciences - Arts Academy, Turku.
Un bambino scopre la vita dentro il
corpo stecchito di un uccello e inizia a
giocarci.

Mamma mia
Italia, 2013, 714, col.

Regia: Milena Tipaldo, Francesca


Marinelli. Tecnica: animazione 2D,
digitale e su carta. Produzione: Centro
Sperimentale di Cinematografia, sede del
Piemonte - Animazione, Torino.
In due episodi personali (Buon sangue
non mente e Mamma triceratopo)
le autrici raccontano con humor
e tenerezza le loro madri e il peso
indiscutibile della loro eredit.

10.

10.1

sottodiciotto
in corto

giovane animazione
da tutta europa

The Little Match Girl


Mergaite su degtukais
La piccola fiammiferaia
Lituania, 2013, 855, col.

Regia: Bozena Gaidamovic. Musica:


Felix Mendelssohn. Tecnica: disegno
animato. Produzione: College of
Technologies and Design, Vilnius.
La fiaba della piccola fiammiferaia
di H.C. Andersen in tutta la sua
drammaticit.

Ritornello damore
Italia, 2013, 740, col.

Regia: Alessandra Atzori, Silvia


Capitta, Francesca de Bassa, Ludovica
Di Benedetto. Musica: Fulvio Chiara.
Tecnica: animazione CGI 3D. Produzione:
Centro Sperimentale di Cinematografia,
sede del Piemonte - Animazione, Torino.
Un solitario barbone senzatetto vive
sereno, finch si innamora perdutamente
di una radio trovata nella discarica.
I due vivono insieme giorni felici, ma
ben presto le diversit incrinano il loro
rapporto.

The Artists

Gli artisti
Irlanda, 2009, 3, col.

Regia: Sean Mullen. Musica: Daniel


Colin. Tecnica: animazione CGI 3D.
Produzione: Irish School of Animation,
Ballyfermot College, Dublino.
Due buffi pittori della domenica si
affrontano in una gara di virtuosismi
dallesito inatteso.

195

Under the Fold

Sotto la piega
Danimarca, 2013, 734, col.

Regia: Bo Juhl Nielsen. Musica:


Pablo Pico. Tecnica: animazione CGI 3D.
Produzione: The Animation Workshop,
VIA University College, Viborg.
Frank, rimasto disoccupato, cerca
disperatamente lavoro e scivola nella
depressione. Ma il suo bambino dar
alla situazione una svolta ingenua
e fantasiosa, aprendo cos una via
duscita.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

10.2

196

ato nel 1979, il Festival du Court Mtrage di Clermont-Ferrand


un maelstrm di immagini considerato allunanimit
come la manifestazione di riferimento a livello mondiale per il
cortometraggio e ospita ogni anno film da cinquanta Paesi diversi. Fin
dal 2004 Sottodiciotto orgoglioso di presentare unattenta selezione
di corti targati Clermont-Ferrand adatti a un pubblico di tutte le et.
I titoli scelti per ledizione 2013, in parte danimazione e in parte dal
vero, provengono da Francia, Germania, Gran Bretagna, Argentina,
Senegal e Sudafrica.

Selezione del Festival


di Clermont-Ferrand
Address Is Approximate
Lindirizzo approssimativo
Gran Bretagna, 2011, 247, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura,


animazione, fotografia, scenografia e
montaggio: Tom Jenkins. Produzione:
The Theory Ltd. Distribuzione culturale:
Festival International du Court
Mtrage, 6 place Michel-de-lHospital,
63058 Clermont-Ferrand, Francia, tel.
+33.473.916573.
Un soprammobile da scrivania si annoia
e decide di partire per un viaggio nel
Pacifico utilizzando i mezzi che ha a
disposizione: una macchinina e Google
Maps.

Cirage

Lucido da scarpe
Senegal, 2011, 24, b/n

Regia, soggetto e sceneggiatura:


Christophe Tardy. Fotografia: Rmi
Mazet. Montaggio: Mirjam Strugalla.
Interprete: Seydou Diop. Distribuzione
culturale: Festival International du
Court Mtrage.
Un giovane lustrascarpe si accorge che
un cliente ha perso una banconota. La
raccoglie e gliela restituisce ma luomo
decide di lasciargliela. Il ragazzo ne far
buon uso.

Die wundersame Welt des Max X. Die neue Kamera

Il meraviglioso mondo di Max X. La nuova macchina fotografica

Germania/Gran Bretagna, 2012, 222, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura,


animazione, scenografia e montaggio:
Dave Packer. Interprete: Rolf Rische.
Distribuzione culturale: Festival
International du Court Mtrage.
Max X. prova la sua nuova macchina
fotografica digitale ma le cose non
vanno come previsto.

Film noir et blanc


Film in bianco e nero
Francia, 2011, 520, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura


e animazione: Estelle Charleroy.
Distribuzione culturale: Festival
International du Court Mtrage.
Scoppia una guerra tra gli animali
bianchi e quelli neri. Un giovane tasso
cerca di assistere al comizio di un orso
pacifista. Metafora della segregazione.

10.

10.2

sottodiciotto
in corto

selezione del festival


di clermont-ferrand

Loot

Bottino
Sudafrica, 2012, 1032, col.

Regia: Greg Rom. Soggetto e


sceneggiatura: G. Rom, Evy Katz.
Fotografia: Willie Nel. Musica: Matthijs
Van Dijk. Scenografia: Keenan McAdam.
Montaggio: E. Katz. Produzione:
Gentlemen Films. Distribuzione
culturale: Festival International du
Court Mtrage.
Un uomo entra in banca con un piano
molto semplice. Una rapina diversa
dalle altre, dove realt e immaginazione
si confondono e dove le apparenze
ingannano.

Luminaris
Argentina, 2011, 6, col.

Regia, soggetto, sceneggiatura,


animazione e scenografia: Juan Pablo
Zaramella. Distribuzione culturale:
Festival International du Court Mtrage.
In un mondo completamente dominato
dalla luce, un uomo qualunque ha un
progetto che potrebbe cambiare tutto.

197

Lyrebird Soup

Zuppa di lira
Gran Bretagna, 2012, 6, b/n

Regia, soggetto, sceneggiatura,


fotografia, scenografia, montaggio e
produzione: Naren Wilks. Distribuzione
culturale: Festival International du
Court Mtrage.
Dal sarto, un uomo si ritrova davanti
a un grande specchio che comincia a
giocargli strani scherzi. Ispirato a uno
sketch dei fratelli Marx.

Oh Sheep!

Oh, una pecora!


Germania, 2012, 640, col.

Regia, animazione e produzione:


Gottfried Mentor. Soggetto e
sceneggiatura: G. Mentor, Max Lang.
Musica: Matthias Klein. Distribuzione
culturale: Festival International du
Court Mtrage.
Due greggi di pecore cercano compagnia.
I loro pastori, per, non riescono a
capirlo e fanno di tutto per separarli.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

10.3

198

n occasione della premiazione del Concorso


Nazionale dei Prodotti Audiovisivi delle Scuole,
la proiezione speciale di Et voil le cinma, una
piccola testimonianza damore per il cinema e per i
bambini di tutte le et.

Et voil le cinma
Et voil le cinma
Italia, 1997, Betacam SP, 9'25", col.

di Vittorio Alvino e Giovanni Giovannetti


Riflesso della realt, specchio magico della fantasia,
fatto della materia di cui sono fatti i sogni: il cinema
resta pi grande di ogni tentativo di ingabbiarlo in una
definizione. A meno che non ci provi un poeta come Djibril
Diop Mambety, uno dei grandi autori della nouvelle
vague cosmopolita, che dialoga, durante il festival di
Ouagadougou in Burkina Faso, con un gruppo di bambini
innamorati del grande schermo.

10.

10.3

sottodiciotto
in corto

et voil le cinma

199

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

10.4
C

Mygeneration 
Nickelclip
VII edizione
Music video in concorso
Schede a cura di
Chiara Pellegrini e Roberta Pozza

200

lip Contest. Proiezione dei music video della


VII edizione del Concorso Nickelclip per
Videoclip Musicali Italiani Indipendenti,
presentazione da parte degli autori e premiazione
dei vincitori.
MyGeneration una manifestazione promossa
dallInformagiovani di Nichelino, in collaborazione
con la Citt di Savigliano, che offre esperienze
di creativit e comunicazione ai giovani artisti, agli
studenti e agli appassionati di arti visive intorno alle
culture legate allimmagine della musica.

10.

10.3

sottodiciotto
in corto

mygeneration
nickelclip

201

Impressioni oniriche

Nervous Countdown

Italia, 2013, 411, animazione

Italia, 2013, 346, b/n.

Musica: Giorgio Bizzarri

Musica: 2Pigeons

Regia, soggetto e montaggio: Andrea Olindo Bizzarri.


Disegni: Claudio Petrucci. Produzione: Bizzy Art
Production. Genere: cantautore.
Il videoclip basato su una storia vera : un amico che ha
deciso di andarsene anticipatamente. Ci si sentiti in
dovere di salutarlo in qualche modo, per unultima volta
in maniera originale. Inoltre, il videoclip vuole essere un
omaggio alla serie di fumetti in tv Nick Carter.
La produzione e la post-produzione durata sei mesi.
I disegni sono stati realizzati tutti a mano con interventi
aggiuntivi di elementi in computer grafica (il cielo e le
vignette).
Andrea Olindo Bizzarri
La voglia di realizzare un videoclip disegnato mi venuta
guardando il film disegnato Tormenti di Filiberto Scarpelli.
Il regista racconta che lidea nata da una polemica nei
confronti del cinema scatenata da suo zio, Furio Scarpelli.
Il grande maestro sosteneva, negli ultimi anni della sua
vita, che gli spettatori e i critici avevano perso di vista
un pilastro fondamentale del cinema: limportanza di
quello che si vuole raccontare e di come lo si racconta. Per
omaggiare questo film, allinizio del videoclip si vede una
sala cinematografica con linsegna Tormenti.

Regia, montaggio, effetti speciali e produzione: Chiara


Feriani. Fotografia: Stefano Grilli. Genere: elettronica.
Un unico, infinito, piano sequenza mostra lesplosione di
una bomba che distrugger lumanit.
Chiara Feriani
Autrice di visual effects per diversi film italiani di successo
come Il cosmo sul com (2008) e La prima cosa bella
(2010), ha diretto numerosi videoclip dei 2Pigeons come
lacclamato Hardworkinspace del 2012. Nello stesso anno
ha diretto Cuore Doceano del Teatro Degli Orrori feat.
Caparezza.

La parte
Italia, 2013, 328, Col.

Musica: Giochi per bambini


Regia, fotografia e montaggio: David Becheri.
Soggetto: Marco Burroni. Produzione: Babele Filmica e
Pippola Music. Genere: pop.
Un bambino e il suo orsacchiotto gigante vivono un
rapporto di amicizia totalizzante fino a raggiungere,
paradossalmente, la consapevolezza di essere soli, o quasi.
David Becheri
Nato nel 1977, dopo gli studi in Psicologia segue i corsi di
Direttore della Fotografia e di Regia presso la Scuola
di Cinema Anna Magnani di Prato. Nel 2006 inizia a
girare diversi cortometraggi in qualit di operatore e
direttore della fotografia. Nel 2009 cura la fotografia del
lungometraggio 40% di Riccardo Iacopino. Tra gli ultimi
lavori da segnalare il cortometraggio Il Sorriso di Emilio,
selezionato in vari festival italiani.

Un amore eterno
Italia, 2013, 355, col.

Musica: Esterina
Regia: Daniele Fenudi. Produzione: Le Arti Malandrine.
Genere: indie rock.
Black Devil gira per Massarosa, come al solito. Con la sua
bici sotto il sole di unestate che acceca. Dal centro del
paese si muove fino alla periferia pi estrema, nei campi
della bonifica dove si trover a parlare con la luce.
Daniele Fenudi
Videomaker toscano che ha gi collaborato con il gruppo
Esterina per il videoclip precedente Il vuoto intorno.
Vincitore del concorso di cortometraggi RacCORTI
Sociali nel 2009 con La casa, un videodocumentario
dedicato allesperienza di Casa Emma, casa di fuga per
vittime di violenza in ambito domestico, gestita dal
Ce.I.S. Giovani e Comunit di Lucca .

Ultima stazione
Italia, 2013, 530, col.

Musica: Piccola Orchestra Karasci


Regia: Marco Marcassoli. Soggetto: Piccola Orchestra
Karasci. Sceneggiatura: Paolo Bianchi. Produzione:
Yazi.it, Spazio Giovani Edon 2013. Genere: folk-rock
Una partenza o forse un addio, doloroso ma sicuramente
necessario. Un viaggio che arriva in un vecchio cascinale,
dove si respira unaria nostalgica. Pur parlando di morte, si
vuole affermare lenergia della vita in tutta la sua potenza.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Ha vinto Gelli
Italia, 2013, 515, col.

Musica: Factotum band


Regia, montaggio e animazione: Alessandro Mignaccia
(Xander). Effetti sonori: Raffaele Maggiolini. Produzione:
GalaxianArtsExplosion. Genere: indie rock
Il risveglio di un uomo in un mondo paradossale nel quale
dovr lottare per rimanere se stesso.
Videoclip realizzato in collaborazione con i ragazzi del
corso di regia cinematografica tenuto da Alessandro
Mignacca presso il laboratorio creativo Fusolab. Video
girato utilizzando la tecnica del ROTOSCOPE Animation,
che scontorna gli attori frame by frame trasformandoli
in cartoni animati.

Atmosphere

202

Ispirato allestetica del cinema muto tedesco, il music


video una metafora dello stato dincoscienza mediale
cui sottoposto lo spettatore mediale.
Paolo Campana
Laureato in Storia e Critica del Cinema, ha compiuto
parte dei suoi studi allUniversit di Parigi, dove
ha frequentato stage pratici di regia, montaggio e
sceneggiatura. Presente al Festival Cinema Giovani fin
dal 1989 come autore, attore e operatore, ha collaborato
alla realizzazione di diversi cortometraggi in video e in
pellicola. Dal 1994 si interessa attivamente alla videoarte
partecipando con proprie videoinstallazioni a diverse
rassegne. lautore del film musicale rivelazione del 2012
Vinylmania. Quando la vita corre a 33 giri al minuto.

Indispensabile
Italia, 2012, 414, col.

Musica: Pablo Caf

Italia, 2012, 441, col.

Musica: What a Funk


Regia, montaggio e fotografia: Filippo Gasparini.
Trucco e costumi: Veronica Affini. Produzione: Max
Messori. Genere: funk-rock, crossover.
Atmosphere una critica agli artisti moderni, al
neorealitysmo fatto da presunti artisti interessati allo
scalpore per un pubblico intontito da proposte prive di
sostanza.
Si tratta della prima parte di una videotrilogia che
includer i music video di Il proprio niente e Dive.
Filippo Gasparini
Regista emiliano che collabora con il gruppo What a Funk
da diverso tempo, dirigendo videoclip quali Trash Clash
Planet e E.S.O.G., entrambi del 2011.

Lillusionista
Italia, 2013, 452, b/n.

Regia, fotografia e montaggio: Andrea Dalla Costa.


Produzione: David Marchetti per Ghiro Records. Genere:
funk-rock
Un concerto fatto per gli amici, direttamente nel letto
del fiume Tagliamento. Band e strumenti in acqua sono
immersi nellacqua, accerchiati da ottanta comparse.
Andrea Dalla Costa
Nel 2005 partecipa alla 51 Biennale di Arti Visive di
Venezia, con il gruppo Temperaturambiente, allinterno
del padiglione Italia. Nello stesso anno espone
allExposition des peintre italiens a Parigi. Selezionato
tra i co-registi del primo social movie della storia Life in a
Day, prodotto da Ridley Scott e diretto dal Premio Oscar
Kevin MacDonald. Lo stesso anno Sky Italia lo coinvolge
come co-regista nel progetto speciale Buoncompleanno
Italia, in occasione del 150 anniversario dalla fondazione
dItalia. Nel 2011 partecipa al secondo lungometraggio
in crowdsourcing di casa Scott, Britain in a Day, in
collaborazione con la BBC, girato nel Regno Unito.

Musica: Suriak
Regia, fotografia, montaggio e produzione: Paolo
Campana. Genere: Hip-Hop
Lartista hip-hop Suriak si aggira, come in un film muto
espressionista degli anni venti, in un oscuro sotterraneo
urbano, dove una ragazza e un ragazzo preda della sua
fascinazione dipnotista rimangono imprigionati dalle
sue rime. Paolo Campana realizza il videoclip del rapper
torinese a costo zero utilizzando uno smartphone.

La giusta misura
Italia, 2013, 530, col.

Musica: Io. Lassie & il Super-Io


Regia: Luca Nespolon. Soggetto: Giovanni Gorgoni
e Giampiero Turchet (Io. Lassie & il Super-Io). Fotografia:
Andrea Chiarot. Produzione: Giovanni Gorgoni.
Genere: rock.

10.

10.3

sottodiciotto
in corto

mygeneration
nickelclip

Tre persone si incontrano e si scontrano tra realt e


menzogna in un continuo gioco di specchi. Unauto
in panne, una richiesta daiuto, una casa onirica, sullo
sfondo una campagna veneta senza tempo.

She Draws
Italia/Svizzera, 2013, 7 8, b/n.

Musica: Tenko
Regia, fotografia e montaggio: Cosimo Terlizzi.
Produzione: Damien Raimondo. Genere: post punk, new
wave.
La canzone dai toni ipnotici e post punk ha ispirato
questo videoclip in cui lo stesso cantante, Benjamin
Tenko, protagonista. Un percorso urbano tra sogno e
realt, dove le tappe sono segnate da desideri oscuri,
sessuali, e non solo. Un piccolo film a met strada tra
Lynch e Jarmusch.
Cosimo Terlizzi
Cosimo Terlizzi nasce nel 1973 a Bitonto (Bari, Italia).
Segue un percorso di studi artistici a Bologna,
sviluppando il suo lavoro attraverso luso di diversi
media, dalla fotografia alla performance alla video
arte. I suoi film sono stati presentati in numerosi
festival come il Festival Internazionale del Cinema di
Roma, il London International Documentary Festival, il
Premio internazionale del documentario e del reportage
mediterraneo di Marsiglia, France Doc di Parigi, il Torino
Film Festival. Due focus sulla sua opera gli sono stati
dedicati, nel 2011 alla Mostra Internazionale del Nuovo
Cinema di Pesaro nella sezione curata da Antonio
Pezzuto, e nel 2012 al Careof di Milano a cura di Rossella
Moratto. Vive e lavora a La Chaux-de-Fonds in Svizzera.

Negazioni che si negano

203

Il mio risveglio
Italia, 2013, 520, col.

Musica: La pillola del giorno dopo


Regia e fotografia: Roberto Archenza. Sound Design:
Attilio Lombardo. Produzione: Davide Marras. Genere:
pop.
Il racconto di una breve avventura di evasione dalla
routine quotidiana, ispirato al celebre film Animal House.
Roberto Archenza
Regista di videoclip musicali, tra cui Mielacrime dei
Tazenda e Siamo dei Lux, entrambi del 2012.

Lettera a San Donato


Italia, 2013, 405, col.

Musica: Josa Gun + The Ceasars


Regia, fotografia e montaggio: Matteo di Nicola.
Produzione: MED Video Production. Genere: hip hop.
Il racconto di una serie di personaggi accomunati dal
fatto di avere un amico in prigione.

I Have a Name
Italia, 2013, 331, col.

Musica: Osvaldo Supino


Regia e fotografia: Ruaraid Achilleos Sarll. Costumi:
Francesca Carini e Giovanni Pio Supino. Trucco: Kate
Dunbar. Genere: pop.
Interamente girato a Londra, il video si ispira
allautobiografia del giovane musicista Osvaldo Supino.
Per la prima volta lartista rivela uninedita vulnerabilit
nel raccontare il dolore per la fine di una relazione. Tre
diverse storie damore si alternano tra loro.

Italia, 2013, 328, col. Animazione in stop motion.

Musica: Cabeki
Regia e animazione: Alberto Stevanato e Solenn Le
Marchand. Genere: strumentale.
Cabeki una macchina musicale assemblata da Andrea
Faccioli, chitarrista e compositore veronese. I suoi
ingranaggi si muovono fra strumenti convenzionali e non,
in una sequenza di ambientazioni sonore, dal Mississippi
al Marocco, dal kraut al blues, dalla musica da camera
allelettronica minimale. Un video interamente realizzato
in animazione con tecnica stop motion.

Valse de meduse
Italia, 2013, 345, Col.

Musica: Le Cardamom
Regia: Gioia di Biagio e Sara Taigher. Soggetto:
Gioia Di Biagio. Fotografia: Ippolito Simion. Animazione:
Sara Taigher. Sound design: Giancarlo Barbati.
Costumi: Alexia Mingarelli. Produzione: So What & Rat
Creatives, in collaborazione con Le Cardamom. Genere:
folk acustico.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Quattro personaggi alter ego dei musicisti raccontano


ciascuno la propria storia viaggiando in mondi onirici fino
a ricongiungersi nel mondo presente. Nel video si ha la
sensazione di sconfinare dalla realta alla fantasia ove
la storia personale di ciascun musicista si mescola con
limmaginario di artisti surrealisti quali Escher, De Chirico
e Magritte. Un video interamente girato con la tecnica
delle ombre cinesi e rielaborato poi in animazione digitale.
Gioia Di Biagio
Componente della band Le Cardamom. Suona
lorganetto e si occupa degli effetti speciali.
Sara Taigher
Regista e video designer romana, ha studiato Graphic and
Media Design al LCC (London College of Communication).
Lavora come regista di videoclip musicali, di spot
commerciali, di prodotti di video arte. Nel 2008 fonda lo
studio multimediale Rat Creatives, dove inizia a lavorare
su una nuova forma video chiamata E-motion, che
coniuga luso dellanimazione grafica e la fotografia.

La scommessa
Italia, 2013, 251, Col.

Musica: Gli Shakers


Regia: Ivan Vania. Fotografia: Paolo Zaninelli.
Montaggio: Roberto Brudaglio. Trucco: Milena Marchesotti.
Produzione: Ivan Vania e Federica Wu.. Genere: rock.
Una band tenuta in ostaggio che tenta la fuga in un
modo rocambolesco, anzi tipicamente rocknroll. Il ritmo
e la melodia rincorrono le immagini, mentre quattro drag
queens danno la caccia ai musicisti.
Ivan Vania
Regista italiano che lavora per programmi TV, video
musicali, viral video, spot e documentari.
Ha lavorato, tra gli altri, per clienti come Rai, Mediaset,
South African Tourism, BMW, Heineken, Dropscom, H3G, e
Lovingsports.

204

Una misteriosa cassetta giunge a casa di Dylan Dog: il


contenuto inquietante, gli uomini hanno catturato
degli strani mostri!
Stefano Etter
Nato a Milano nel 1988, studente dellAccademia di
Belle Arti di Brera, ha dedicato gli ultimi tre anni del suo
percorso formativo ad affinare le conoscenze nel campo
della video-art e del film-making, realizzando diversi
videoclip musicali, spot e cortometraggi di finzione.
Attualmente sta lavorando alla post-produzione del
lungometraggio-documentario Nioune nio Far.

Problema digestione
Italia, 2013, 223, Col.

Musica: Luisenzaltro
Regia: Stefano Etter. Soggetto: Guido Ingenito.
Fotografia: Giacomo Frittelli. Scenografia e montaggio:
Sami El Kelsh. Produttore: Chiara Tagliazucchi. Genere:
indie rock.
Il precario costretto a vendersi a meno del minimo
sindacale pur di lavorare. Possiamo quindi osservare che
il precariato prostituzione, di quelle pi beffarde. Viene
meno anche la dimensione della contrattazione. In tutti
i sensi.
Stefano Etter
Nato a Milano nel 1988, studente dellAccademia di
Belle Arti di Brera, ha dedicato gli ultimi tre anni del suo
percorso formativo ad affinare le conoscenze nel campo
della video-art e del film-making, realizzando diversi
videoclip musicali, spot e cortometraggi di finzione.
Attualmente sta lavorando alla post-produzione del
lungometraggio-documentario Nioune nio Far.

Run Up
Italia, 2013, 318, Col.

Musica: Sula Ventrebianco

Dylan Dog
Italia, 2013, 4 25, Col.

Musica: Vero su Bianco


Regia: Stefano Etter. Sceneggiatura: Guido Ingenito.
Fotografia: Giacomo Frittelli. Produzione: Guido Ingenito,
Coitempichescorrono. Trucco: Sara Peverelli e Andrea
Giuliani. Costumi: Martina Galluccio. Montaggio: Sami El
Kelsh. Genere: rap.

Regia, soggetto e montaggio: Jacopo Rondinelli.


Fotografia: Alvise Tedesco. Trucco: Cristina Panata.
Costumi: Camilla DellOlio. Genere: rock alternativo.
Mentre la band sta suonando, uno strano personaggio si
esibisce in una singolare danza.
Jacopo Rondinelli
Jacopo Rondinelli inizia il suo percorso artistico agli
inizi degli anni 90 quando, appena ventenne, si affaccia
al mondo del cinema collaborando a diverse produzioni

10.

10.3

sottodiciotto
in corto

mygeneration
nickelclip

cinematografiche come Nirvana di G. Salvatores e


Metalmeccanico e parrucchiera di L. Wertmuller, a spot e
campagne pubblicitarie, per le quali progetta e realizza
oggetti, ambienti ed effetti speciali in collaborazione
con le pi importanti agenzia pubblicitarie italiane. La
sua esperienza in ambito discografico lo porta a diretto
contatto con il mondo delle video-installazioni e dei
video musicali, finch nel 2006 decide di avvicinarsi alla
regia firmando diversi videoclip italiani e internazionali
per artisti come The Bloody Beetroots, Il Teatro Degli
Orrori, Marlene Kuntz, Marina Rei, Perturbazione,
Nicola Conte e altri, grazie ai quali vince diversi premi
e riconoscimenti nei pi importanti festival italiani.
Recentemente ha seguito la regia e la produzione di spot
pubblicitari e documentari, collaborando con brand come
Red Bull, MTV e Zero Edizioni.

Killer Game
Italia, 2013, 529, Col.

Musica: Salmo feat. Gemitaiz e Madman


Regia: Jacopo Rondinelli. Fotografia: Alvise Tedesco.
Montaggio: Fabio Capalbo e Jacopo Rondinelli. Trucco:
Cristina Panata. Costumi: Camilla DellOlio. Produzione:
Daniele Harsh Negri per Tanta Roba Lab. Genere: Rap
Una gang di atleti si diverte a compiere spettacolari
acrobazie in giro per la citt.
Jacopo Rondinelli
Jacopo Rondinelli inizia il suo percorso artistico agli
inizi degli anni 90 quando, appena ventenne, si affaccia
al mondo del cinema collaborando a diverse produzioni
cinematografiche come Nirvana di G. Salvatores e
Metalmeccanico e parrucchiera di L. Wertmuller, a spot e
campagne pubblicitarie, per le quali progetta e realizza
oggetti, ambienti ed effetti speciali in collaborazione
con le pi importanti agenzia pubblicitarie italiane. La
sua esperienza in ambito discografico lo porta a diretto
contatto con il mondo delle video-installazioni e dei
video musicali, finch nel 2006 decide di avvicinarsi alla
regia firmando diversi videoclip italiani e internazionali
per artisti come The Bloody Beetroots, Il Teatro Degli
Orrori, Marlene Kuntz, Marina Rei, Perturbazione,
Nicola Conte e altri, grazie ai quali vince diversi premi
e riconoscimenti nei pi importanti festival italiani.
Recentemente ha seguito la regia e la produzione di spot
pubblicitari e documentari, collaborando con brand come
Red Bull, MTV e Zero Edizioni.

205

Secolo
Italia, 2013, 254, Col.

Musica: La nevicata dell85


Regia, fotografia, montaggio e produzione: Sara
Barozzi. Genere: post-rock.
Il cielo, la terra, un cane e lo scorrere, immobile, del
tempo.

Anni di piombo
Italia, 2013, 442, Col.

Musica: Virginiana Miller


Regia e montaggio: Matteo Scotton. Soggetto:
Simone Lenzi e Matteo Scotton. Fotografia: Karim
Andreotti. Produzione: Bruce Gil. Genere: rock.
Il brano dei Virginiana Miller, dallalbum Venga il regno,
nasce dallidea di ribellarsi al Male della storia, di non
accettare lepilogo tragico e inaccettabile di una ferita
che ha pesato profondamente sulla storia civile del
nostro paese, decidendone in negativo le sorti. Il video
dedicato ai Padri, ed anche un omaggio alla statura
umana di Aldo Moro, al suo coraggio politico e alla sua
capacit di vedere il giusto oltre ogni convenienza.
Matteo Scotton
Giovane regista trentino, ha al suo attivo molti videoclip
musicali. Tra i suoi lavori migliori Contagocce dei
Vetrozero, Ghostbangers e The origin of the species degli
Squirties, Time is Now dei Blame.

Soffiando contro vento


Italia, 2013, 603, Col.

Musica: Vetrozero
Regia, fotografia, montaggio e produzione: Matteo
Scotton. Genere: rock.
Una stupenda cartolina invernale di Koufonissi, isola
delle Piccole Cicladi.
Matteo Scotton
Giovane regista trentino, ha al suo attivo molti videoclip
musicali. Tra i suoi lavori migliori Contagocce dei
Vetrozero, Ghostbangers e The origin of the species degli
Squirties, Time is Now dei Blame.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Reflect That/First Person


Italia, 2013, 445, Col.

Musica: Raleigh Moncrief


Regia: Francesco Lettieri. Fotografia: Giuseppe Truppi.
Montaggio: Valeria Sapienza. Genere: elettronica.
Un docu-videoclip per il musicista californiano Raleigh
Moncrief che racconta il mondo dellippica nella provincia di
Napoli. la storia del fantino Gaetano Di Nardo, del sudore,
della fatica e della passione nascosti dietro ogni gara. Il
racconto di una realt e di uno sport da sempre rimasti un
po in disparte, che vengono sottratti al banale clich delle
sole scommesse per riconoscergli il loro valore originale.
Francesco Lettieri
Nasce a Napoli nel 1985. Nel 2005 si trasferisce a Roma
e inizia a studiare cinema. Due anni dopo realizza i suoi
primi cortometraggi. Nel 2010 inizia la collaborazione con
il musicista K-Conjog per lalbum Le storie che invento
non le so raccontare prodotto da Dirty Demos (UK), con
Chapter II, vincitore di numerosi premi prestigiosi di settore.
Dopo il successo di Chapter II dar vita ai tre successivi
capitoli che costituiranno una vera e propria video-serie
che vincer, tra gli altri premi, il Napoli Film Festival 2011
come miglior corto autoprodotto, siglando la definitiva
collaborazione con il musicista. Nasce cos il live Objects
in mirror are closer than they appear che viene presentato
nello stesso anno in Italia e Spagna. Nel 2012 Lettieri vince il
PIVI Premio Italiano Videoclip Indipendente e la VI edizione
di MyGeneration/Nickelclip con il music video Qwerty, frutto
della collaborazione con K-Conjog.

La domenica
Italia, 2013, 532, Col.

Musica: Giovanni Truppi


Regia: Francesco Lettieri. Sceneggiatura: Peppe
Fiore, Francesco Lettieri, Giovanni Truppi, Marco Buccelli.
Fotografia: Giuseppe Truppi, Salvatore Landi. Montaggio:
Andrea Campajola. Genere: indie rock.
Racconto di pi di sessanta frammenti di vita quotidiana
raccolti esclusivamente di domenica. Le riprese sono
state realizzate tra Roma e Napoli nellarco di circa
cinque mesi, in cui il regista ha seguito diverse persone
riuscendo, senza mai essere invasivo, a estrapolare la
semplicit di vissuti autentici: i protagonisti sono le
persone con le loro vite reali nellatmosfera sospesa di
una domenica qualunque.

206

Francesco Lettieri
Nasce a Napoli nel 1985. Nel 2005 si trasferisce a Roma
e inizia a studiare cinema. Due anni dopo realizza i suoi
primi cortometraggi. Nel 2010 inizia la collaborazione con
il musicista K-Conjog per lalbum Le storie che invento
non le so raccontare prodotto da Dirty Demos (UK), con
Chapter II, vincitore di numerosi premi prestigiosi di
settore. Dopo il successo di Chapter II dar vita ai tre
successivi capitoli che costituiranno una vera e propria
video-serie che vincer, tra gli altri premi, il Napoli Film
Festival 2011 come miglior corto autoprodotto, siglando
la definitiva collaborazione con il musicista. Nasce cos
il live Objects in mirror are closer than they appear che
viene presentato nello stesso anno in Italia e Spagna.
Nel 2012 Lettieri vince il PIVI Premio Italiano Videoclip
Indipendente e la VI edizione di MyGeneration/Nickelclip
con il music video Qwerty, frutto della collaborazione con
K-Conjog.

Did You Hear About Jerry


Italia, 2013, 528, animazione

Musica: Mauro Ottolini & Sousaphonix


Regia e animazione: Hermes Mangialardo. Disegni:
Piero Schirinzi. Montaggio: Paolo Pinaglia. Produzione:
Plasmedia. Genere: Jazz
In un fumoso jazzclub anni Trenta, un gangster irrompe
con i suoi scagnozzi alla ricerca di Jerry. La musica
incalzante dei Sousaphonix per conquista tutti e alla
fine anche i gangsters non potranno fare a meno di
ballarla.
Hermes Mangialardo
Videomaker, ma soprattutto animation designer, ha
da sempre legato le sue animazioni alla musica. La
sua filmografia piena di collaborazioni musicali con
musicisti che vanno dal jazz allelettronica: corti e
videoclip che sono stati premiati nei maggiori festival
internazionali e nazionali. Dal 2006, insieme a uno
staff di designer, ha creato Plasmedia, unagenzia
specializzata nella comunicazione digitale in generale
(web, animazioni, video, carta stampata, applicazioni
multimediali, video arte). Nel 2008 ha realizzato per
MTV Italia la serie in animazione Urban Jungle, una vera
enciclopedia sulle mode giovanili, ma in chiave ironica
e attraverso pillole video di 3 minuti che indagano con
piglio scientifico sulle caratteristiche delle specie
metropolitane. Unisce alla produzione di corti lattivit
di visual live performer, affiancando musicisti (Miss

10.

10.3

sottodiciotto
in corto

mygeneration
nickelclip

Kittin, Bud Spencer Blues Explosion, Andro.id from


Negramaro, Shape, Marco Bardoscia, Luca Aquino,
PlayOnTape) nei propri tour, suonando dal vivo le sue
animazioni e visioni grafiche e con set di architectural
mapping.

4Ever
Italia, 2013, 342, animazione

Musica: Dec
Regia, soggetto e animazione: Hermes Mangialardo.
Disegni e illustrazioni: Piero Schirinzi. Montaggio: Paolo
Pinaglia. Produzione: Plasmedia. Genere: elettro pop.
La neve cade in grande quantit e qualcuno sta rubando
qualcosa di prezioso dal museo. Che cosa sar questo
qualcosa? E dove terminer la fuga dei ladri?
Hermes Mangialardo
Videomaker, ma soprattutto animation designer, ha
da sempre legato le sue animazioni alla musica. La
sua filmografia piena di collaborazioni musicali con
musicisti che vanno dal jazz allelettronica: corti e
videoclip che sono stati premiati nei maggiori festival
internazionali e nazionali. Dal 2006, insieme a uno
staff di designer, ha creato Plasmedia, unagenzia
specializzata nella comunicazione digitale in generale
(web, animazioni, video, carta stampata, applicazioni
multimediali, video arte). Nel 2008 ha realizzato per
MTV Italia la serie in animazione Urban Jungle, una vera
enciclopedia sulle mode giovanili, ma in chiave ironica
e attraverso pillole video di 3 minuti che indagano con
piglio scientifico sulle caratteristiche delle specie
metropolitane. Unisce alla produzione di corti lattivit
di visual live performer, affiancando musicisti (Miss
Kittin, Bud Spencer Blues Explosion, Andro.id from
Negramaro, Shape, Marco Bardoscia, Luca Aquino,
PlayOnTape) nei propri tour, suonando dal vivo le sue
animazioni e visioni grafiche e con set di architectural
mapping.

Sleeping Tears
Italia, 2013, 449, Col.

Musica: Vanity
Regia: Giovanni Aloi. Fotografia: Andrea Barone.
Luci: Niccol Corradini. Effetti visivi: Marco Miraglia.
Produzione: Marco Putignano per A Church Independent.
Genere: rock.

207

Un videoclip che si fa spazio tra uno scontro epico e un


pellegrinaggio esoterico. Girato interamente in Toscana,
tra Marina di Castagneto, Castagneto Carducci e
Bolgheri.
Giovanni Aloi
Dopo gli studi in storia del film e critica presso
lUniversit di Bologna e lUniversit Paris VIII, inizia
a lavorare come scrittore e operatore alla macchina
per il programma televisivo italiano Le Iene, in cerca di
storie non convenzionali che possono urtare il pubblico.
Successivamente si concentra sulla produzione di
documentari e film biografici. Fino ad ora ha diretto
due film: La Promessa e Vite. Ha diretto diversi videoclip
musicali, tra cui Pagans dei Vanity e Anestesia Totale di
Corvino feat. Isabella Ferrari.

Illuminami. Dream of a Moving


Head
Italia, 2013, 401, Col.

Musica: Beniamino Noia


Regia: Cesare Bortolotto. Soggetto: Paolo Tizianel e
Leonardo Benetollo. Fotografia e montaggio: Cesare
Bortolotto. Genere: dance pop.
Una testa mobile robotica (moving head) rievoca in
sogno le mille luci del suo passato.

Misery deve morire


Italia, 2013, 530, Col.

Musica: Daretta
Regia e produzione: Ariele Pitruzzella, Emilio DAleo e
Tommaso Sacchini (Golconda Group). Genere: rap.
Evil Never Dies. Figure grottesche popolano un cantiere
abbandonato torturando il protagonista in una continua
agonia introspettiva.
Golconda Group (Ariele Pitruzzella, Emilio Dalero,
Tommaso Sacchini )
Il collettivo nasce a Firenze nellaprile del 2010 con lo
scopo di costituire un centro di aggregazione per giovani
videomakers e cineasti, che siano interessati ad ideare e
produrre diverse tipologie di materiale audio-video.

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

o
208

S18

sott o di c i o t t
fi l m
f es t i v a l

Potrebbero piacerti anche