Sei sulla pagina 1di 79

La

Psicologia clinica

Antonio Cerasa

IBFM-CNR, Catanzaro
Clinica viene dal greco kline
che vuol dire LETTO

FINALITA

Osservazione Diagnosi Terapia


Approccio clinico pu essere

a) IDIOGRAFICO: CHE MIRA AL SINGOLO NELLA SUA


FORMA STORICAMENTE DETERMINATA (APPROCCIO
KANTIANO)

b) NOMOTETICO: CHE CERCA DI SCOPRIRE LE LEGGI E


CONOSCERE LA NATURA DELLE COSE.
RAPPORTO TRA
PSICOLOGIA CLINICA & PSICOLOGIA BASE

NEUROSCIENZE

PSICOLOGIA CLINICA

1900 1930 1960 1990 2010


LA PSICOLOGIA CLINICA E:
LA PSICOLOGIA CLINICA INTEGRA SCIENZA, TEORIA E PRATICA SIA AL FINE
DI CAPIRE , PREDIRE E ALLEVIARE DISATTAMENTO, DISABILITA E DISAGIO
SIA AL FINE DI PROMUOVERE LADATTAMENTO UMANO E LO SVILUPPO
PERSONALE. LA PSICOLOGIA CLINICA SI FOCALIZZA SUGLI ASPETTI
EMOTIVI, INTELLETTIVI, BIOLOGICI, PSICOLOGICI, SOCIALI E
COMPORTAMENTALI DEL FUNZIONAMENTO UMANO LUNGO TUTTO
LACO DI VITA, NELLE VARIE CULTURE E A TUTTI I LIVELLI
SOCIOECONOMICI.

AMERICA PSYCHOLOGICAL ASSOCIATION.
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1875: Viene fondata a


Lipsia da Wundt il primo
laboratorio di psicologia
sperimentale
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1880: Charcot
ottiene labilitazione
ad usare lipnosi in
ambito medico
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1883: Kraeplin
pubblica il suo manuale
che lo render al mondo
come il padre della
psichiatria clinica
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1890: Janet, fonda alla


Salpetriere (invitato da
Charcot) il lab. di Psicologia
Patologica dove studiare
listeria e il Mesmerismo.
Il mesmerismo

Il mesmerismo o magnetismo animale la terapia di malattie o disfunzioni basata


sull'applicazione delle teorie di Franz Anton Mesmer, medico tedesco del 700.

Le sue teorie sono alquanto controverse e non riconosciute dalla scienza medica. Sosteneva
che il corretto funzionamento dell'organismo umano garantito da un usso armonioso di
un uido sico che lo attraversa e che tale uido si identicava con la forza magnetica.
Malattie e disfunzioni sarebbero dovute a blocchi o dicolt di scorrimento di questo uido,
che secondo le sue teorie doveva essere in armonia con quello universale.
Il mesmerismo

Mesmer elabor, su queste basi, un metodo di cura che consisteva nell'applicazione di calamite
sulle parti del corpo dove riteneva fosse presente il blocco di questo uido. Alcuni anni dopo,
Mesmer si rese conto che l'azione sull'ipotetico "uido" non era condizionato dal magnetismo delle
calamite ma da un uido emanante e presente nei corpi umani stessi. Osservando le analogie che le
propriet di questo ipotetico "uido" avevano con le caratteristiche osservate tra il magnetismo
delle calamite, decise di denominarlo "magnetismo animale", aermando che era un fenomeno
completamente dierente dal magnetismo osservato fra i magneti, ossia quel fenomeno ben noto
alla scienza. Col passare del tempo, i vari fraintendimenti ed abusi delle sue teorie fecero sorgere,
da una parte, un movimento chiamato "mesmerismo", che era per lo pi costituito da vari
ciarlatani, e dall'altra, sollev un vento di satira che sminuiva e derideva questo metodo.
Il mesmerismo

Il mesmerismo diede comunque


agevolazione allo sviluppo dellipnosi e 100
anni dopo alla tDCS
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1890: Janet e Charcot


furono i veri padri
dellipnosi/inconscio e della
psicologia clinica, NO
FREUD !!!
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1892: Viene
fondata AMERICAN
PSYCHOLOGYCAL
ASSOCIATION
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1896: University of
Pennsylvania, Witmer
(allievo di Cattell/Wundt)
prima lezione nella storia
di psicologia clinica
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1900: Esce
linterpretazione dei
sogni.
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1904: arriva anche


in italia la legge sui
manicomi per la cura
degli alienati
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1905: la Francia
chiede a Binet di usare i
suoi test per studiare
lecacia scolastica
sullintelligenza.
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1909: Muore Cesare


Lombroso padre
dellantropologia
criminale
Lombroso
Marco Ezechia Lombroso, considerato uno dei padri della
criminologia. E stato uno dei pionieri degli studi sulla criminalit,
e fondatore dell'antropologia criminale. Il suo lavoro stato
fortemente inuenzato dalla siognomica, dal darwinismo
sociale e dalla frenologia.

Le sue teorie si basavano sul concetto del criminale per nascita,


secondo cui l'origine del comportamento criminale era insita nelle
caratteristiche anatomiche del criminale, persona sicamente
dierente dall'uomo normale in quanto dotata di anomalie e
atavismi, che ne determinavano il comportamento socialmente
deviante. Di conseguenza, l'inclinazione al crimine era una
patologia ereditaria e l'unico approccio utile nei confronti del
criminale era quello clinico-terapeutico.
Psicologia della Personalit

a) Le correnti teoriche: Teorie Costituzionaliste

A cavallo tra il 700 800 lanatomista tedesco Franz Gall,


afferm che era possibile riconoscere lesistenza di 45
diverse facolt o tratti del carattere (combattivit,
ottimismo).
Lo sviluppo di queste zone era pari allo sviluppo delle
facolt corrispondenti e, poich la prominenza di ogni
zona encefalica determina anche una prominenza
corrrispondente delle ossa craniche creando una bozza,
studiano queste bozze era possibile capire quali facolt
fossero predominanti e quali carenti in ogni soggetto.

FRENOLOGIA
Psicologia della Personalit

a) Le correnti teoriche: Teorie Costituzionaliste


LOMBROSO: 1835-1908

Le sue teorie si basavano sul concetto del criminale per


nascita, secondo cui l'origine del comportamento criminale
era insita nelle caratteristiche anatomiche del criminale,
persona sicamente dierente dall'uomo normale in quanto
dotata di anomalie e atavismi, che ne determinavano il
comportamento socialmente deviante.

Di conseguenza, secondo lui l'inclinazione al crimine era una
patologia ereditaria e l'unico approccio utile nei confronti
del criminale era quello clinico-terapeutico. Solo nell'ultima
parte della sua vita Lombroso prese in considerazione anche
i fattori ambientali, educativi e sociali come concorrenti a
quelli sici nella determinazione del comportamento
criminale.


LOMBROSO: OGGI SARTORI

Il prof. Sartori, neuro psicopatologo e consulente della difesa, grazie alla risonanza magnetica funzionale "
possibile vedere quelle microfratture a livello neurologico che sono tipiche di alcuni comportamenti di tipo
psicopatologico". Quella compiuta nei giorni scorsi su Veronica Panarello, dunque, potrebbe stabilire la
natura di alcuni comportamenti della donna. La dottoressa, nello specico, ha ribadito: "Penso che la
risonanza eettuata su Veronica Panarello sia funzionale alla ricerca di tracce sommerse, o non identicabili
con altri metodi, di queste alterazioni psicopatologico a livello neurologico".
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1909: Hall invita


Freud negli USA
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1910: Finalmente anche in


Italia arriva la Psicologia.
Viene fondata la Societ
Italiana di Psicologia
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1911: Adler rompe con gli


psicoanalisti e crea un suo pensiero
indipendente. A lui si deve il
concetto di Complesso di
Inferiorit
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1913: Watson
pubblica: Psychology as
the Behavioris Views it
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1918: Woodworth promuove


luso dellespressione Psicologia
dinamica una denizione ombrello
per tutte quelle scuole psicologiche
clinico-applicative
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1920: Watson
pubblica il famoso caso
del Little Albert
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1921: Jung pubblica la sua


teoria dei TIPI psicologici
dove parla di Introversione-
Estroversione
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1921: Allport fu il primo a parlare


di Tratti di Personalit invece che di
Tipi. Preannunciando lera della
psicologia della personalit
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1921: Herman
Rorschach pubblica le
sue famose tavole
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe
1932: Un sconosciuto medico
Rumeno, Levy Romeno, conia il termine
terapia di gruppo ed inventa lo
psicodramma. Un medico diagnostico per
mettere in gioco patologie interpretando
altri ruoli
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe
1943: Con lo scoppio della 2 guerra
mondiale la psicologia diventa uno
strumento fondamentale soprautto per la
valutazione diagnostica. Nasce MMPI
dallo psicologo Hathway e McKinley
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1945: Nel Connecticut viene


approvata la diagnosi fatta da
uno psicologo. Si rivolta il
mondo degli psichiatri
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1947: Musatti ebbe la


prima cattedra di Psicologia
allUniversit di Milano nella
Facolt di Filosoa.
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1952: LAmerican
psychiatric association decide
di pubblicare il DSM-I
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1958: Harlow pubblica le sue


ricerche sul comportamento del
scimmie private
dellaccudimento della madre
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1958: Albert Ellis e Joseph


Wolpe contribuiscono allo
sviluppo della
desensibilizzazione sistematica
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1963: Apre il
primo ospedale di
Basaglia

LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1976: Psichiatria e Neurologia nalmente


vengono scisse in due specializzazioni diverse
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe
1980: nel DSM-III scompare il
termine nevrosi

1987: lomosessualit non


pi una malattia psichiatrica
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe
1988: aprono in tutte italia le scuole di specializzazione in Psicologia clinica.
1989: viene fondato lordine degli psicologi

2010 : Le scuole di specializzazione in psicologia clinica vengono spostate


dallarea medica a quella psicologica
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

1988: aprono in tutte italia le scuole di


specializzazione in Psicologia clinica.

1989: viene fondato lordine degli psicologi



LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe
1980-1990: Un gruppo di
ricercatori di Parma,
capitanati da Giacomo
Rizzolatti scopre i Neuroni
a Specchio
LA PSICOLOGIA CLINICA: Le
tappe

2014: Lauri
Nummenmaa scopre
la mappa topograca
delle emozioni.
La Psicologia clinica:
La diagnostica

Antonio Cerasa

IBFM-CNR, Catanzaro
ESAME PSICODIAGNOSTICO E :
Una raccolta, analisi di informazioni volto a
rispondere a uno dei tanti quesiti posti dalla
psicologia clinica.
Un processo attivo simile a un problem solving.
L immagine quella di un imbuto che va via
via restringendosi.
Non solo un riconoscere un disturbo
mentale.. una diagnosi.
L obiettivo non solo collocare il soggetto
entro una malattia
Strumenti
Colloquio clinico
Osservazione
Interviste strutturate
Test psicodiagnostici
Tecniche proiettive
Test intelligenza
Colloquio clinico

Il colloquio Clinico in psicodiagnostica

come esempio di una relazione professionale


incentrato su di un problema
Colloquio clinico
Ha come finalit l esame del problema che porta il
paziente a rivolgersi allo psicologo;
Serve a collocale il problema all interno della storia
personale del soggetto, delle sue caratteristiche
personologiche e della rete di relazioni familiari e sociali;
processo di ricerca attiva ed intelligente;
Pi del semplice ascolto empatico;
Si avvale di una competenza professionale specifica.
Il primo colloquio
Fase dei preliminari
Apertura ( di quali problemi parliamo )
Specificazione del problema (il presente)
Analisi delle variabili funzionali correlate
Storia del problema
Allargamento su altre tematiche attualmente
presenti
Storia personale (fase del profilo complessivo)
Analisi delle aspettative
Restituzione e chiusura
Fasi di una indagine psicodiagnostica

Osservazione
Naturalistica
(ambiente naturale nel quale spontaneamente si
presenta il problema)
In situazione ambulatoriale
Reattivit di un comportamento

Automonitoraggio
Timed Behavioral Checklist for performance anxiety
Interviste Strutturate

Le interviste strutturate sono a met tra l osservazione


naturalistica e l autovalutazione
Tecnica standardizzata che serve a fornire una serie di
informazioni seguendo una griglia rigida e precodificata
Trasforma i dati in punteggi o a classificazione relativa a
quel dato costrutto
LA PSICOLOGIA CLINICA: La diagnosi

Adult Attachment Interview (Klapan, Main 1985)


18 domande aperte che indagano sull esperienza del
soggetto con le principali figure di riferimento nell infanzia

Risposte audio o video-registrate

Operazioni di codifica

Assegnazione ad una categoria principale dello stile di


adattamento

Richiede un particolare training per poterlo eseguire


LA PSICOLOGIA CLINICA: La diagnosi

Gli studi di Spitz e Bowlby (fine anni 70) hanno sottolineato la vulnerabilit dei
neonati che si trovano in una posizione di dipendenza totale dalla madre o dal
suo sostituto.
Le ricerche etologiche hanno permesso di stabilire che nelle specie animali evolute,
l adulto ricopre una funzione protettrice nei confronti del bambino e svolge un
modello che permette al bambino di identificare i membri della sua specie e di
interagire con loro.

Secondo Bowlby, il legame di attaccamento primario sperimentato dal bambino avr


delle conseguenze fondamentali per lo stabilirsi di ulteriori legami affettivi
LA PSICOLOGIA CLINICA: La diagnosi
Nel 1978 Mary Ainsworth crea la
Strange Situation Procedure


Procedura osservativa standardizzata, naturalistica ed adabile,
creata per misurare e quanticare le dierenze individuali
nella qualit delle relazioni dattaccamento madre-bambino
La S.S. riette lo stretto rapporto esistente tra la responsivit
sensibile della madre e lo stile di attaccamento infantile del
bambino dipendente dalla modalit dierenti di accedere
alle informazioni dovute alla sicurezza.

LA PSICOLOGIA CLINICA: La diagnosi
Ogni aspetto delle reazioni dei partecipanti viene osservato e
videoregistrato attraverso uno specchio unidirezionale che
permette di cogliere i dettagli relativi.

Si giunge ad una classicazione sulla base di tre categorie
principali di Attaccamento Organizzato:


Sicuro

Insicuro-Evitante
Insicuro-Ambivalente
Attaccamento Disorganizzato
Attaccamento sicuro
Attaccamento insicuro
Attaccamento evitante
Attaccamento disorganizzato
Il livello emozionale del sistema dellattaccamento
implica emozioni particolarmente intense:
vpaura per la minaccia di separazione dalla
gura di attaccamento

vcollera per la mancata risposta di questa alle


richieste del bambino

vtristezza per il protrarsi di uneventuale


separazione dalla gura di attaccamento

vgioia per la riunione ad essa,

vsicurezza per la sua costante presenza durante


il gioco e le prime esplorazioni in ambienti nuovi
LA PSICOLOGIA CLINICA: La diagnosi
Adult Attachment Interview AAI
Lintervista affronta diverse tematiche relative allattaccamento, a
partire dallinfanzia del soggetto, attraverso riflessioni generali e
valutazioni complessive delle esperienze, ma anche proponendo di
definire le relazioni significative tramite aggettivi, cui collegare
ricordi ed episodi specifici.
Dunque, durante lintervista, vengono rievocate esperienze passate
del soggetto, in cui il contenuto strettamente collegato agli
assunti di riferimento della teoria dellattaccamento.
Le domande sono centrate sulla rievocazione della storia di
attaccamento dellindividuo e trattano lesperienza del soggetto
con le figure di riferimento durante linfanzia, le situazioni di
difficolt in cui lefficacia e la presenza del genitore sono
fondamentali per la protezione e la cura del piccolo.
TIPI DI ATTACCAMENTO
Attaccamento sicuro: libero di esplorare i propri sentimenti e pensieri

Attaccamento distanziante: quando l individuo manifesta un tentativo


attivo di limitare delle esperienze di attaccamento rispetto alla vita
attuale;

Attaccamento coinvolto e preoccupato: quando l intervistato si


presenta confuso e mostri un invischiamento molto presente

Attaccamento con lutti o traumi non risolti: mancata risoluzione i


lutti, abusi o altri traumi

Attaccamento non classificabile: sovrapposizione di elementi che non


permettono la classificazione
Test Psicodiagnostici Autovalutativi

Servono per approfondire conoscenze o per risolvere


dubbi ricavati dal colloquio clinico
Test di ampio spettro e di carattere generale in una
prima fase
Test pi mirato in epoca successiva
Psicodiagnostica computerizzata
Importante ricordare che il risultato del test anche in
funzione dello stato del soggetto, dell ambiente in cui si
esegue e dalla relazione con il somministratore
Minnesota Multiphasic Personality
Inventory (MMPI)-1
All inizio (anni 30) doveva servire come elemento di
screening tra normalit e patologia
Nel tempo sono state individuate una serie di scale
cliniche che permettono di evidenziare la presenza di
una serie di elementi utili alla diagnosi
Ipocondria (Hs) Paranoia (Pa)
Depressione (D) Psicastenia (Pt)
Isteria (Hy) Schizofrenia (Sc)
Deviazione psicopatica (Pd) Ipomania (Ma)
Sessualit (M/F) Introversione Sociale (Si)
Minnesota Multiphasic Personality
Inventory (MMPI)-2
Si usano scale di controllo che permettono di
effettuare una serie di valutazioni circa
l eventuale volont del paziente a mentire o la
capacit a comprendere le domande
L MMPI.2 indaga su scale ancora pi specifiche
composto da 567 domande alle quali bisogna
rispondere vero-falso
Beck Depression Inventory
Test per la Depressione
Serve a misurare l intensit del disturbo
21 item che indagano su:
Tristezza Ritiro Sociale
Pessimismo Indecisione
Senso di fallimento Svalutazione immag. corporea
Insoddisfazione Calo efficienza lavorativa
Senso di colpa Disturbo del sonno
Aspettativa punizione Affaticabilit
Delusione se stessi Calo appetito
Autoaccusa Calo Ponderale
Idee suicide Preoccupazioni somatiche
Pianto Calo della libido
Irritabilit
Beck Depression Inventory
A ciascun item viene dato un punteggio in ordine crescente in
riferimento alla presenza del disturbo
Fanno riferimento all ultima settimana
Il punteggio totale viene dato dalla somma del punteggio di
ogni singolo item
Punteggio 16 considerato come livello al di sopra del quale
si parla di allarme clinico
Particolare importanza agli iem che riguardano il suicidio (item
2 e 9)
Tecniche Proiettive
Ipotesi Proiettiva: le risposte di un individuo a degli
stimoli ambigui che gli vengono presentati, riflettono
attributi significativi e relativamente stabili della
Personalit
Si presentano al paziente degli stimoli poco strutturati
con la richiesta di interpretarli .
Si attende che il materiale del test funzioni come una
sorta di schermo bianco sul quale il soggetto
proietta le sue caratteristiche psicologiche, bisogni,
conflitti, atteggiamenti, ecc
Tecniche Proiettive
Questi test risentono ancora pi dello stato emotivo del
momento, dall ambiente e dalla interazione con il
somministratore
Non forniscono veri punteggi ma indicazioni generali
che lasciano ampia libert di interpretazione allo
psicologo
Importantissima una formazione rigorosa di chi lo
somministra
Tecniche Proiettive

Primi test proiettivi risalgono ai primi dell 800 con liste di


libere associazioni di parole

Da allora sono stati ideati numerosi test definiti Proiettivi

Reattivo psicodiagnostico di Rorschach (interpretazione di


stimoli privi di contenuto proprio)

Test di Appercezione Tematica (TAT-CAT) (interpretazione di


stimoli di significato incompleto)

Sceno test in cui si utilizzano pupazzi con cui giocare


Reattivo di Rorschach 1

10 tavole
5 solo grigie e nere
2 anche colore roso
3 combinazioni e sfumature di vari colori
cosa potrebbe rappresentare
Si annotano le risposte
Tempo impiegato
Posizione in cui vengono tenute le tavole
Quali aspetti della figura hanno determinato
la risposta
Reattivo di Rorschach 1
Siglatura
Fattore determinante la risposta
Localizzazione all interno della tavola
Contenuto della risposta (animali, oggetti, parti anatomiche, ecc.)
Originalit della risposta

Interpretazione
Frequenza delle caratteristiche della risposta
Numero delle risposte e rifiuti
Tempi di reazione
Caratteristiche emerse dalla siglatura

Scuole e criteri di interpretazione


Test di Intelligenza

Scala Stanford-Binet valuta il Q.I.


(Quoziente Intellettivo) ovvero il rapporto (x
100) tra et mentale corrispondente alle prove
cognitive che il soggetto in grado di
superare e la sua et cronologica
Matrici progressive di Raven si basa sulla
richiesta di una specifica operazione di
ragionamento indotto su stimoli visivi
Scale di Wechsler

Wechsler Adult Intelligence Scale (WAIS)


Wechsler Intelligence Scale Children (WISC e WISPP)
10-11 prove (6 Verbali e 5 di performance)
Informazione Completamento figure
Memoria cifre Riordinamento storie
Vocabolario Disegno cubi
Ragionamento aritmetico Ricostruzione oggetti
Comprensione Associazione simboli-numeri
Analogie

QI Verbale e QI di Performance