Sei sulla pagina 1di 6

Scheda tecnica

FA R M A C I A

C.so Cotugno, 6/a - Tel. 080.3611627 - RUVO DI PUGLIA

15

In collaborazione con la dott.ssa Marisa Terrigno e con la tirocinante Mariagrazia Roselli

Dottore, PRIMA o DOPO i pasti?


La maggior parte dei farmaci viene assunta per via orale e a tal proposito la domanda rivolta pi di frequente al farmacista la seguente: Dottore, prima o dopo i pasti? Per rispondere in maniera chiara, necessario fare qualche riferimento di fisiologia gastrica. Osservando una sezione trasversale del tubo digerente si notano, dallesterno verso linterno, i seguenti strati: la sierosa, uno strato muscolare longitudinale, uno strato muscolare circolare, la sottomucosa e la mucosa. Lepitelio gastrico essenzialmente protetto dalla presenza di uno spesso strato di muco viscoso, secreto dalle cellule delle ghiandole del fondo e del corpo dello stomaco. Affinch si riscontri un effetto farmacologico, dapprima il farmaco deve essere assorbito per passare nel circolo sistemico; nel caso della somministrazione orale il sito dassorbimento pu variare al livello dello stomaco, del duodeno e del tenue. Il tempo che intercorre tra la somministrazione del farmaco e losservazione delleffetto terapeutico dipende pertanto da alcune variabili, nonch: motilit gastrica, flusso ematico splanctico, dimensione delle particelle, forma farmaceutica, fattori fisico-chimici.

MOTILIT GASTRICA
Questo aspetto incide sull'assorbimento dato che un farmaco assunto a stomaco pieno viene assorbito pi lentamente a causa di una stasi gastrica necessaria affinch avvenga il processo digestivo. Molte patologie quali l'emicrania, la neuropatia diabetica, inducono stasi gastrica con conseguente rallentamento dell'assorbimento. Lo stesso trattamento farmacologico pu aumentare o diminuire la motilit gastrica, andando a modificare tale parametro.

FLUSSO EMATICO SPLANCTICO


Il flusso ematico splanctico un altro fattore cruciale in quanto durante il periodo digestivo una grande quantit di sangue, viene convogliata all'addome, facilitando l'assorbimento. Per questo nei casi d'ipovolemia si ha una riduzione dell'assorbimento del farmaco come conseguenza del ridotto volume sanguigno.

DIMENSIONE DELLE PARTICELLE E FORMULAZIONI FARMACEUTICHE


Anche la dimensione delle particelle importante in quanto pi piccole risulteranno essere queste, tanto pi velocemente saranno assorbite grazie all'esposizione di un'elevata area

superfiFATTORI

FISICO-CHIMICI

Stress, stati ansiosi, malattie dell'apparato gastro-intestinale, febbre, incidono sull'assorbimento dei farmaci, ma non solo anche il pH altrettanto importante; infatti l'assorbimento dell'acido acetil-salicilico (aspirina) avviene a livello gastrico e duodenale ed correlato al fattore pH. Per un suo assorbimento ottimale necessaria la presenza di un pH prettamente acido, ne consegue che a livello gastrico l'assorbimento dell'aliquota di principio attivo pu essere ostacolato in seguito ad un innalzamento del pH dovuto, per esempio, ad un pasto altamente proteico.

QUANDO PRIMA O DOPO I PASTI?


La somministrazione prima dei pasti, prevista per quei farmaci da assumere circa trenta minuti prima del pasto, quando cio ci si trova nella cosiddetta fase cefalica. Pertanto in tal caso la somministrazione del farmaco mirata all'azione diretta sullo stomaco, sulle secrezioni gastriche o sulla motilit gastrica. Un esempio di tali farmaci sono i gastroprotettori; essi devono essere somministrati al mattino, generalmente 30 minuti prima della colazione, in modo tale da garantire una copertura ottimale contro l'ipersecrezione gastrica per tutta la giornata. Anche alcuni antibiotici devono essere assunti lontano dai pasti. E' il caso delle tetracicline, utilizzate nel trattamento di tifo, colera, infezioni miste del tratto respiratorio e infezioni urogenitali. Le tetracicline possono chelare, intrappolare molti elementi come il calcio presente in latte e derivati formando complessi insolubili che non permettono l'assorbimento del farmaco. Con il riferimento, dopo i pasti, s'intende la somministrazione di farmaci di cui si vuole ritardare l'effetto farmaceutico , o di farmaci considerati irritanti o gastrolesivi i quali se somministrati a stomaco pieno esercitano un minor effetto col-

laterale irritante sulla mucosa gastrica. I farmaci antinfiammatori non steroidei (fans) considerati gastrolesivi, ne sono una testimonianza e pertanto la loro somministrazione consigliata a stomaco pieno. Altro esempio quello della claritromicina( antibiotico macrolidico usato per l'eradicazione dell' Helicobacter pylori, batterio che insieme ad altri fattori pu determinare l'ulcera gastrica) somministrata a stomaco pieno per evitare o rendere meno probabile proprio la comparsa d'effetti indesiderati a livello dell'apparato gastrointestinale. Altri farmaci doverosamente da menzionare visto il loro diffuso uso sono le statine, ipocolesterolemizzanti, somministrate la sera prima di coricarsi e gli ACE-inibitori, antiipertensivi, somministrati al mattino un'ora prima della colazione perch l'ingestione di cibo riduce la biodisponibilit di questi. Alla luce di quanto appena detto e non potendo menzionare tutti i farmaci da assumere prima, dopo o lontano dai pasti, ci limitiamo a dire che in linea di massima prima dei pasti si somministrano farmaci con attivit stimolante la secrezione gastrica (eupeptici, ricostituenti, gastroprotettori) per agevolare la successiva digestione; mentre dopo i pasti vengono somministrati sostanzialmente farmaci che si ritiene abbiano un'azione gastrolesiva o irritante; infine i farmaci la cui somministrazione deve avvenire lontano dai pasti riguarda per esempio fermenti lattici che potrebbero risentire di variazioni di pH, purganti e coleretici, la cui azione favorita da un transito lontano dalla fase digestiva. Concludendo possiamo dire che il consiglio riguardante l'assunzione dei farmaci prima, dopo o lontano dai pasti sar basata sul rapporto paziente-medico e anche sul rapporto pazientefarmacista, che terrano conto della sintomatologia esposta dal paziente stesso.

ASSUNZIONE DEI FARMACI IN RAPPORTO AI PASTI


Principio attivo Stomaco Stomaco pieno vuoto Prima pasti Somm. serale

ASSUNZIONE DEI FARMACI IN RAPPORTO AI PASTI


Principio attivo Stomaco Stomaco pieno vuoto Prima pasti Somm. serale

VERAPAMIL VITAMINA A VITAMINA E VITAMINE COMPLESSO ACEBUTOLOLO ACIDO ACETILSALICILICO ACIDO FOLICO ACIDO PIPEMIDICO ALLOPURINOLO ALLUMINIO IDROSSIDO AMBROXOL AMINOFILLINA AMIODARONE ARGININA ASPARTATO DI ARGININA ATENOLOLO AZATRIOPINA AZITROMICINA BEKANAMICINA * * * *

DIGOSSINA DIIDROCODEINA DILTIAZEM DIOSMINA DOMPERIDONE DOXICICLINA EMATOPORFIRINA ENZIMI DIGESTIVI ERITROMICINA ESCINA ESTRATTO DI SERENOA REPENS ESTRATTO PANCREATICO ETAMBUTOLO ETODOLAC ETOSUCCIMIDE FAMOTIDINA FENIL BUTAZONE FENITOINA FERMENTI LATTICI FERRITINA FERRO GLUCONATO FERRO PROTEINSUCCINATO FLAVONOIDI * * * FLUCONAZOLO FLUNARIZINA FLUOXETINA FLURAZEPAM GLIBENCLAMIDE GLICAZIDE GLUCOSAMINA SOLFATO GLUCURONIL GLUCOSAMINGLICANO * GRISEOFULVINA IBUPROFENE IDROCHINIDINA IMIDAZATO INDOBUFENE * * * *

BELLADONNA (in associazione) BENFLUOREX BETAMETASONE BROMELINA CIANCOBALAMINA CANRENONE CARBOCISTEINA CENTELLA ASIATICA CHINIDINA CIMETIDINA CINNARIZINA CIPROTERONE ACETATO CISAPRIDE CLARITROMICINA CLOFIBRATO CLORTETRACICLINA DICLOFENAC DIETILAMINODESTRANO

ASSUNZIONE DEI FARMACI IN RAPPORTO AI PASTI


Principio attivo Stomaco Stomaco pieno vuoto Prima pasti Somm. serale

ASSUNZIONE DEI FARMACI IN RAPPORTO AI PASTI


Principio attivo Stomaco Stomaco pieno vuoto Prima pasti Somm. serale

INDOMETACINA ISONIAZIDE ISOSORBIDE MONONITRATO ISOTRETIONINA JOSAMICINA KETOCONAZOLO KETOPROFENE KLEBSPROTINA LEVO-CISTINA LINCOMICINA LISOZIMA LITIO LORMETAZEPAM METFORMINA NICERGOLINA NIFEDIPINA NIMESULIDE NIMODIPINA NITRAZEPAM NITROFURANTOINA NORFLOXACINA OFLOXACINA OXOLAMINA PANCREATINA PARACETAMOLO PEFLOXACINA PIPERAZINA PIROXICAM POTASSIO CITRATO POTASSIO CLORURO PRAVASTATINA PROBUCOL PROMETAZINA PROPANOLOLO PSILLIO QUAZEPAM RANITIDINA * *

RETINOLO RIFAMPICINA ROXITROMICINA SACCAROMICETI SALBUTAMOLO SENNA SILLIMARINA SIMVASTATINA SINEFRINA SOBREROLO SPIRAMICINA SPIRONOLATTONE SUCRALFATO SULFOZALINA SULINDAC TAMOXIFENE TEOFILLINA TERAZOSINA TICLOPIDINA TIROXINA TOCOFEROLO TRIALOZAM TRIPSINA UBIDECARENONE * * * * *

Nella tabella sono indicati i principi attivi non in associazione (salvo le eccezioni: belladonna, vitamine complesso, enzini digestivi, fermenti lattici) per lassunzione dei quali va tenuto presente lo stato di ripienezza o meno dello stomaco. Per stomaco pieno si intende che il farmaco deve essere assunto durante o dopo i pasti; il segno * specifica che tale indicazione determinata dal fine di evitare o rendere meno probabile la comparsa di effetti indesiderati a livello dellapparato gastrointestinale. La dizione stomaco vuoto indica che il farmaco deve essere assunto almeno unora prima o due ore dopo i pasti principali. Per prima dei pasti si intende pochi minuti prima dei pasti, mentre per somministrazione serale senza altre indicazioni si intende al momento di coricarsi. I principi attivi citati in tabella sono stati desunti dallelenco dei farmaci riportati nel Repertorio Farmaceutico Italiano (V ed.) con laggiunta di numerosi altri.

ANTIDOLORIFICI a base di acidoacetisalicilico: ASPIRINA, ASPRO 500, CEMIRIT, KILIOS ecc. a base di paracetamolo: TACHPIRINA, EFFERALGAN, ACETAMOLO ecc. Antinfiammatori non steroidei: VOLTAREN, FELDENE, ORUDIS ecc. ANTIBIOTICI La maggior parte degli antibiotici ampicillina: AMPLITAL eritromicina: ERITROCINA ecc. alcune tetracicline: MINOCIN, BASSADO ANTIACIDI MAALOX, DIGESTIVO ANTONETTO, MAGNESIA BISURATA AROMATIC ecc. SONNIFERI E CALMANTI Benzodiazepine: TAVOR, VALIUM, LEXOTAN, HALCION ecc.

Per evitare irritazioni allo stomaco, durante o dopo i pasti. Fa eccezione il paracetamolo, che pu essere tranquillamente assunto a stomaco vuoto.

a stomaco pieno preferibilmente 1/2 ore prima dei pasti con un bicchiere dacqua preferibilmente a stomaco vuoto Preferibilmente, non durante i pasti. Per neutralizzare lacidit gastrica: 1/3 ore dopo i pasti o poco prima di coricarsi. Per unazione rapida, a digiuno

LASSATIVI lassativi di volume: FIBROLAX, PLANTEN SERONO, PURSENNID, FIBRE... lassativi a base di paraffina (in associazione)

in qualunque momento

ANTIDEPRESSIVI triciclici: LAROXYL, ADEPRIL, ANAFRANIL... inibitori della serotonina: PROZAC, FLUOXEREN, MAVERAL, FEVARIN ecc.

a stomaco pieno

DIABETE Sostanze che stimolano la produzione di insulina (a base di glibenclamide): DAONIL, EUGLUCON, GLIBEN, GLIBORAL ecc. a base di clorpropamide: DIABEMIDE ecc.

20/30 minuti prima dei pasti per controllare meglio la produzione di insulina durante i pasti

In farmacia una qualsiasi risposta, non mai una risposta..... .....qualsiasi


IN FARMACIA:

MISURAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA PRENOTAZIONI DI PRESTAZIONI SPECIALISTICHE CONSIGLI DIETETICI ESAME GRATUITO DEL CAPELLO ESAME GRATUITO DELLA PELLE NOLEGGIO DI APPARECCHI PER LA DEAMBULAZIONE MISURAZIONE GRATUITA DELLA MASSA GRASSA