Sei sulla pagina 1di 1

v

F-

c-

h a n g e Vi
e

XC

N
y
bu
to
k
lic

c u -tr a c k

Jr J1}

::0l";:-

c u -tr a c k

affe, t, camomilla e tisane


con zucchero di canna possono essere aggiunti come
rimedio per ii dopocena o allo spuntino scelto.
Avete a disposizione tre cucchiaini di olio di oliva a pasto: questo significa che la cottura delle verdure e
sempre a vapore 0 alla grlglia (lolio deve essere sempre assunto crudo e mai
cotto). Lo stesso principio vale peril con-

dimento della pasta che puo essere arricchita nella cottura da spezie a scelta.
Se preferite, per questioni di tempo, potete cimentarvi nel realizzare piatti unicl ma senza dimenticare niente di quello
che vi e concesso.
ll Parmigiano non e ccncessc se nel secondo avete scelta una proteina differonte dai latticini (per esempio carne,
pesce 0 uova).
La pizza e pcrmessa una volta la settimana, ma deve essere sempre preceduta da un'insalata e condita con poca
mozzarella, pomodoro e verdure; durante tordinazione chiedere di non aggiungere olio sulla pizza. Non mangiate pizza
al taglio cotta nelle teglie nere perch e
piena di strutto, owero di grassi. Preferire la pizza al taglio cotta alla pala.
Questa dieta concede la possibilita di
mangiare normalmente anche al ristorante, scegliendo le giuste ordinazio-

ni (per esempio un calamaro e verdure


grigliate con oondimento a partejl.
Sesi desidera strafare, e possibilefarlc ricordando che il giorno seguente tutto deve
tornare come indicato dal nutrizionista e il
tempo dattesa no al raggiungimento della nostra meta si allunga di un po.
E possibile invertire il pranzo con la cena
e gli spuntini con i taglia-fame.
Questa non e una dieta ma uno stile alimentare.
illai proteine diverse nello stesso piatto e
mai carhoidrati diversi nello stesso plattc: una volta appreso il meccanismo delle associazioni, il mantenimento del peso
ottenuto verra automaticamente. ..
E cosi che ho salutato la vecchia Mary del
127 Kg) Buon Appetito!

_
lil_+-"ii W4

.d o

.c

.d o

lic

to

bu

O
W

Ii

er

O
W

._ -__.
w

PD

h a n g e Vi
e

XC

er

PD

F-

ti-Wt

Ecco lo schema alimentare


che ha permesso a Mary di
vincere la sfida con la bilancia.
<<Scelgo e combino i cibi
seguendo la lista qui indicata
e sono sempre in contatto con
il mio nutrizionista>>, spiega.
<<Hc imparato a dosare
zucchero e olio, a usare le

spezie per insaporire i piatti.


Bucino al vapore 0 alla griglia
e quando esagero ora so
come rimediare dal giorno
dopo. <<Lassenza delle
tabelle classiche della dieta
e la varieta di questo stile
alimentare mi permettono
di comporre i pasti
con facilita e di non
rinunciare al ristorante

c
*1 '52ts er
.~

"

cc:-::*.i-it-_" ti
-1

latte parzialmente scremato


(oppure di soia o senza lattosio) 200 g
yogurt bianco 130 g

fette biscottate integrali 50g


fette biscottate 20 g cornflakes 30
g fiocchi d'avena 30 g bisootti
secchi 25 g merendine farcite 50 g
1 pacchetto di bisootti senza grassi (massimo 90 calorie) 1 fetta di
orostata (una volta alla settimana
nel primo mese di dieta e due volte
alla settimana dal secondo mese di
dieta a scelta nel giorni martedimercoledigiovedi e associare in
quel giorno un frutto allo spuntino)

caffe con zucchero di canna t


con zucchero di canna

J.

-a

II: ~

mela 200 g albicocche 500g


arance 200 g banane 100 g mandarini 200 g pere 250 g pesche 500
g pompelmo 250g prugne 200g
succo di arancia (no zucchero)19D g
succo difrutta (no zucchero)150g
latte parzialmente scremato180g
yogurt magro150 g un pacchetto
di bisootti senza grassi (se non scelto nella colazione in quella giornata)
2 fette grandi di prosciutto crudo
senza grasso con due gallette di riso
(prosciutto solo se nel pranzo viene
scelta la carne e una volta alla settimana nel primo mese, due volte alla
settimana dal secondo mese)

.c