Sei sulla pagina 1di 17

MU.

LAB

by MuTools
Tesina esame Informatica Musicale
Biennio di Maestro collaboratore II annualit A. A. 2012/2013
Paola Nardini

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 1 di17

Sommario
1. Introduzione

pg 3

2. Come funziona e Schermata principale

pg 6

Transport Panel

pg 7

Focused Panel

pg 7

Rack

pg 7

Main Men

pg 8

3. Come si scrive

pg 9

Sequenze

pg 10

Parti Audio

pg 10

4. Voci principali del Main Men

pg 12

5. Dimostrazione pratica

pg 15

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 2 di17

Mulab una workstation audio digitale, DAW, per MAC e Windows


progettata da Mutools che trasforma il PC in un sistema di produzione
musicale.
E' necessario un accenno alla DAW che possiamo definire come una
combinazione di software che ci consente di registrare, eseguire ed editare
l'audio digitale.
In altre parole, un sistema elettronico progettato appunto per la
registrazione, l'editing e la riproduzione di suoni digitali.
E nonostante quasi tutti i PC semplicemente dotati di un software di editing
audio e di una buona scheda audio possono funzionare in qualche modo
come una DAW il termine si riferisce in generale a sistemi informatici con
hardware a livello di componenti audio di alta qualit e con un software
adeguato.

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 3 di17

Piccola digressione sulla scheda audio: essa una periferica interna od


esterna costruita e strutturata per le operazioni di audio digitale. Alcune di
esse ,quelle professionali, sono dotate di un processore principale proprio. In
generale le altre sono costituite:
una serie di transistor
una propria memoria
due convertitori ADC e DAC il primo che converte il suono da

analogico a digitale in input e l'altro che converte il suono da da


digitale in analogico attraverso dei trasduttori in output. In altre parole
converte i numeri usati effettivamente nella scheda audio per produrre
i suoni, in suoni effettivi trasdotti dagli altoparlanti.
entrate e uscite
interfaccia midi cio il protocollo di comunicazione tra macchina e

strumenti (riesce per esempio a far suonare gli strumenti con pi


timbri.), la quale interfaccia spesso non presente nelle schede audio
professionali.

Tornando ai software ricordiamo alcuni di essi pi commerciali come Logic


Pro, Pro Tools e Cubase, altri sono freeware come Audacity e Ardour.
La maggior parte delle Daw richiedono parecchia RAM e un processore
potente. I computer attrezzati in tal maniera (o comunque corredati di scheda

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 4 di17

audio professionale) consentono di rimpiazzare alcuni degli apparecchi degli


studi di registrazione (mixer, multitraccia, sintetizzatori).
Sfruttando i vari software, i supporti magnetici e i vari formati standard di
registrazione si possono fare delle piccole produzioni in modo economico,
grazie anche alla virtualizzazione software di alcune periferiche come ad
esempio i VST. Creati da Steinberg, il pap di Cubase, sono uno standard di
plugin musicali, cio un programma che funziona all'interno di un altro
programma che lo ospita. Bisogna distinguere 2 tipi di VST:
1. VST intesi come effetti (riverberi, delay, chorus etc)
2. VSTi intesi come strumenti musicali (software)
Mulab prevede la possibilit di sfruttare I VST (a pagamento ma anche gratis)
una volta reperiti quelli compatibili.

MU.LAB un ottimo compromesso qualit/prezzo, un'applicazione, come si


diceva, che trasforma il PC o Mac in un sistema di produzione musicale.
Proprio in relazione ad altri pi blasonati software come Reason, Logic Pro,
Cubase, si riesce ad ottenere un risultato pi che accettabile considerando il
prezzo assolutamente abbordabile.
Funziona molto intuitivamente, a cominciare dall'installazione: Dopo aver
scaricato il file compresso, basta scompattarlo e cliccare sull'icona di Mulab
per lanciarlo.

E' un software molto flessibile ma mantiene una qualit

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 5 di17

eccellente; esiste una versione demo (che quasi ti induce ad acquistare) con
funzioni ovviamente ristrette come ad esempio il fatto di poter incidere solo
quattro tracce; la versione completa ha la possibilit di tracce illimitate ed
portabile.

Come funziona
Mulab, si diceva, molto intuitivo. Doppio clic sull'icona e si apre una finestra
in cui si pu scegliere cosa fare: aprire l'ultimo file su cui si lavorato, aprirne
uno nuovo o i file recenti o i demo etc.

Schermata principale

Quando si parte con un nuovo progetto o con un file preesistente si apre la

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 6 di17

schermata principale in cui troviamo,nella parte alta, il Main menu, il


Transport panel e il Focused Module panel (come in figura).
Sulla sinistra appare in default un rack (synth) sotto cui (cliccando +) si
possono aggiungere altri rack corrispondenti agli strumenti o alle parti audio
prescelti.

Transport Panel
Presenta i comandi base per avviare, arrestare il sequencer. Inoltre ci permette
di settare, attivare il metronomo, etc.

Focused Module Panel


Il Focused module panel ci mostra quale modulo focalizzato. La tastiera di
cui dispone ci permette di sentire il suono del modulo focalizzato, funzione
molto utile.

Rack
Tutto l'audio e gli eventi sonori che si creano nel Composer possono essere
inviati ai Rack. Essi sono disposti nel Rack desk nella parte bassa della
schermata (e anche nella parte sinistra)

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 7 di17

Il Rack desk mostra tutti i rack utilizzati nella mu-session. Ogni rack pu
essere mostrato interamente o ridotto, attraverso un piccolo pulsante in alto a
sinistra e pu ricevere audio ed eventi sonori da qualsiasi parte del composer
ma pu riceverli anche da altri rack. Questo possibile inserendo un "send" da
un rack in un altro, oppure impostando l'uscita di un rack in un altro rack.

Main Men
Nel Main menu troviamo due voci principali MULAB e SESSION di cui
parler successivamente. La libreria di suoni di Mulab abbastanza fornita
ma si ha la possibilit di sfruttare i VST, da scaricare o acquistare, cio
strumenti virtuali con innumerevoli effetti che funzionano con programmi
host.

Mulab supporta anche REWIRE, un protocollo software nato dalla

collaborazione tra Propellerhead e Steinberg, ( Reason e Cubase). Il protocollo


ha lo scopo di consentire linterfaccia tra due software di produzione
musicale, detto in parole povere un cavo virtuale tra due programmi di
applicazioni musicali. Ossia possibile utilizzare gli strumenti (virtuali) di un
determinato software denominato Slave dei quali magari preferiamo le
sonorit, ad unaltro software Master del quale apprezziamo maggiormente
ad esempio la sezione di effetti o di mixer; in pratica stiamo utilizzando lo
Slave nientaltro che come uno strumento virtuale esterno al Master.

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 8 di17

Come si scrive
Cliccando New dal Men SESSION ovviamente partiamo con un nuovo
progetto.
Una volta (o strada facendo) scelta la strumentazione, si pu cominciare a
scrivere. Mulab non dispone di uno score.
Doppio-click accanto al rack e si crea una sequenza la cui lunghezza
determinata dalle nostre esigenze o gusti. Se si clicca 2 volte sul rettangolo
creato si apre la finestra del sequence Editor (figura seguente)

dove materialmente possiamo creare modificare le note attraverso una griglia


suddivisa in battute, movimenti e frazioni di movimenti che in default
uguale a un sedicesimo, ma modificabile in vari modi.
A sinistra della griglia troviamo una tastiera virtuale che ci aiuta nella

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 9 di17

composizione, utile, anzi necessaria, con i drum: ad ogni tasto infatti


corrisponde un componente delle percussioni.

Sequenze

Sono i moduli musicali composti (nella figura sono I quadratini o rettangoli


colorati in fila). Mulab le numera ma possono essere rinominate. La comodit
sta nel fatto che qualora si debba inserire di nuovo nella composizione la
stessa sequenza basta trascinarla nel punto voluto dalla finestra di destra in
cui sono archiviati tutti gli elementi compositivi del nostro brano.

Parti Audio
Mulab ha la possibilit di registrare l'audio direttamente. La finestra Audio
Setup (figura seguente)

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 10 di17

permette di settare il dispositivo audio. Su OSX, questo avviene tramite un


driver Core Audio, su Windows tramite ASIO o ASIO4ALL o i driver MME.
Se ASIO4ALL non funziona , selezionare Driver Type = MME Audio, Nome del
driver = Sound Mapper.
Nel caso in cui questo non sia possibile, Mulab ha un comando che permette
di aprire un programma di editing audio a nostra scelta, con cui "lavorare" il
file e rientrare direttamente poi in muLab.
Oppure si possono inserire file audio all'interno della composizione senza
problema perch mulab legge file con estensione WAV AIFF MP3 OGG.
Questa una caratteristica non propria di altri programmi anche pi
blasonati.

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 11 di17

Voci principali del Main Men


Quando si apre mulab abbiamo due menu a tendina MULAB e SESSION.

MEN MULAB

Come si vede nella figura, le prime due voci: Audio setup e MIDI setup
riguardano ovviamente la possibilit di impostare I canali MIDI e l'Audio
(come detto precedentemente).
I comandi Manage VST plugin

e Manage shortcuts

ci permettono di

aggiungere o tagliare i plugin (eventuali) dei VST dal database di Mulab e di


scegliere i tasti di scelta rapida.

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 12 di17

Choose the external audio editor ci da la possibilit di scegliere il nostro


programma di editing audio preferito.
I restanti comandi sono ovvii.
MEN SESSION

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 13 di17

Questo il men che contiene i comandi riguardanti la sessione di lavoro.


Nel primo riquadro troviamo Undo e Redo,
Nel secondo riquadro troviamo i comandi New Open Save e Close che
riguardano il file che stiamo lavorando (come per tutti i software).
Solo un appunto a Revert che ci permette di ricaricare la sessione corrente
prima dell ultimo salvataggio escludendo le modifiche fatte.
Nel terzo riquadro troviamo i comandi di importazione ed esportazione di file
audio e MIDI da inserire od estrapolare dalla composizione e Mixdown Audio
che ci permette in pratica di salvare la sessione in un file audio (che per
window di estensione Wav). un comando molto utile perch ci consente
di sentire la musession con altri player.
Il quarto riquadro contiene i comandi Show / Hide che useremo a nostra
discrezione.
Sotto troviamo Manage Audio / Sample Files:: con questo comando possiamo
muovere o copiare un file audio in una cartella della sessione in cui stiamo
lavorando.
Nella sezione successiva sono presenti una serie di comandi riguardanti il
MIDI coi quali possiamo gestire i controller MIDI secondo le nostre esigenze.
I comandi successivi ( Add composition, Select.... etc) riguardano l'eventuale
aggiunta o selezione di una nuova composizione all'interno della sessione.
Il comando Toggle Process On / Off molto utile e ci permette di attivare o

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 14 di17

disattivare la sessione corrente. La disattivazione di una sessione una specie


di muting e ci permette di non utilizzare alcuna CPU.

Dimostrazione pratica

Reparto geriatrico Briccialdi


IL file una piccola produzione musicale (all'insegna dell'autoironia...) creata
con Mulab, sfruttando non moltissimo le sue potenzialit.
Aperto Mulab, clicco su session e successivamente su new. Parte quindi il
nuovo progetto: sulla sinistra appare in default un Rack, con uno strumento,
diciamo di partenza, il Basic synth rack. Volendo aggiungere altri rack e
quindi altri strumenti clicco su + al di sotto del rack in questione. Mi appare
un sottomen a tendina in cui scelgo Add instrument track oppure Add audio

track a seconda mi occorra un rack musicale o audio. Ovviamente l'aggiunta

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 15 di17

di strumenti o audio track arbitraria e segue l'idea che uno ha in testa! Nel
mio caso, ho cominciato con un loop (preesistente) di batteria, componendo
prima il basso, e arrangiando via via gli altri strumenti. Gli audio files sono
stati realizzati con audacity e goldwave in modo casareccio (a causa
dell'equipaggiamento povero) e poi richiamati in Mulab.
Questo il procedimento in generale. Scendendo un po' pi nel dettaglio, come
gi accennato precedentemente,

una volta scelto lo strumento, si pu

cominciare a scrivere, Cliccando 2 volte alla destra del Rack finch non
appare una icona matita e tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, tiro
la sequenza a mio piacere, ad esempio per 4 battute, visualizzate dai numeri
sopra. Doppio click sul rettangolino colorato che si forma (e cio la sequenza),
e appare la griglia del Composer con a sinistra una tastierina. Qui si compone.
Il tempo in default 4/4. La griglia suddivisa in quarti, ogni quarto
quantizzato (in default) in 16-esimi (ma possiamo modificare).
Cliccando duplicemente sui quadratini della griglia, quindi, si scrivono le
note. E cos ho proceduto man mano per tutti I rack, in modo da creare un
piccolo arrangiamento.
Mulab, come gi detto, ci permette di creare le nostre sequence, di nominarle
(mulab le numera) e di richiamarle nella mu.session a nostro piacimento
molto facilmente, trascinandole direttamente dal browser, utilissimo, sulla
destra della schermata. Ovviamente le possiamo riascoltare separatamente o

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 16 di17

insieme alle altre sequenze.


Non avendo potuto registrare direttamente da Mulab il file audio, ho avuto
problemi a sincronizzarlo perfettamente nell'ambito dell'arrangiamento
nonostante abbia fatto attenzione a registrare la traccia con gli editing audio
allo stesso tempo di metronomo. Mulab mi venuto incontro: infatti c' un
comando visibile, cliccando col tasto destro sulla griglia della schermata
principale, cliccando successivamente su grid ,e cio toggle snap off/on che
ci permette di spostare senza scatti e quindi di sfalsare anche di pochissimo
le nostre sequenze.
Dopo aver realizzato tutto l'arrangiamento, ovviamento ho tentato di
aggiustare il suono o di abbassare o alzare, per esempio I volumi, o altro, per
un migliore (secondo me...) bilanciamento, attraverso l'eventuale modifica dei
vari controllers o dei vari parametri. Questo possibile aprendo il composer
e cliccando in basso sull'Event Graph Editor. Si apre un men in cui possiamo
scegliere fra I preset, quello che ci interessa modificare.
Mulab salva in formato *.Mu.Session ma abbiamo la possibilit, come si
detto, di esportare in formato wav, e quindi di ascoltarlo attraverso altri
player.

Tesina esame informatica musicale: Mulab

pagina 17 di17

Potrebbero piacerti anche