Sei sulla pagina 1di 9
resin LEO 22 ape 141 M48 cam plraman- UNI - ENTE NAZIONALE ITALIANO I UNIFICAZIONE - 2029 MANO, pc A. Ot. 2 cou 744.4 Norma Italiana Lugllo 1988 UNI 3977 Disegni tecnici Convenzioni particolari di rappresentazione oT Technical drawings — Particular conventions of representation La presente norma concorda con le norma ISO 128.82. 1, Scopo e campo di applicazione La prosente norma stabilace regoe convenzion’paticolari da applicae per esecuzione del diggin tut! camp della twcrice ‘Qualora si presertino necessit di norme pid speciche, queste davonorlspettars la congruenza con quole git esate. 2. Parti contigue rappresentate per riferimento ‘Quando & necessarioreppresentare le parti contigue di un oggetio accoppito a quelle principale, queste si dleegnano on linea mista fine @ due trttbrev (ipo K UNI 3068), {La rappresentazione dol oggeto accoppiato non dave nascondere mai quella delfoggetto principale, ma pud essere co- porta da questa (tg. 1) Le part contigue anche se interessate dal piano di sezione non davono essorewatoggiate, Fig. (cog) ‘Us nome UN sono revisoate, cuando neoenao, con la pubbcazlone aad nuove edison a fold agrmemerss, inpoare pra el len date stan a accoino tears in posnnno dena etre 0 fogio taogomamert ag. 2 UNI 9677 |. Intersezion! 3.1. Interseziont reall Le imtersezton’ reali devono essere traccate con tinea continua grossa (ipo A UNI 3968) se le intersezion sono invita @ con linea a tat (ipo E 0 F UNI 3968) se sono nascoste (fig. 2}. Fg.2 3.2. Intersezion! tittiaie Le itersezion’ a superficie raccordate possono essere rapprasontate con linea continua tne (ipo 8 UNI 3968) che non tocchi | contori (3), Fig. 2 3.3. Rappresentazione semplificata delle intersezion! possible usare una rappresentazione semplicata dele intersezioni reali oftiie ta = due clini: le tines cl intrsezione curve sono sostiuite da segment! rttinel (tg. 4, 5 @ 7) — Un clindro e¢ un prisma rettangolare: il segmento retilineo di intersezionereale & spostato ed alineato con le generate di ‘contorne det relatv elinat (ig. 6 @ 8). Questa sempiticazione & da evtare qualora pregivdichi la buena compransione del d'segno, (ooo) UNI 9077 pag. 3 Fig. 5 —6 MA | VA LZZZAZZZA Fig. 6 Fig. 7 Fig. 8 4. Facce plane ‘Le superficie piane in vista iguardant fe facce di un quadro, dun ronco dl plamide od un plano au un corpo clindrco, quando a chiarezza det dlsogno lo richieda, possono essere indicate con due linge diagonal traclate con linea continua fine (po ‘UNI 9988), come indicat in fig 8 =| (op) ag. 4 UNI 307 5, Aperture quadrate e rettangolarl Pec indlcare un'apertura in una parte plana ei possono usar ls sue dlagonallraciate con linea continua tne (po B UNI 3068), come ndleat in fg. 10. aA Fig. 10 6. Parti anterior! al plano di sezione ‘Le part che si trovano davantil piano di sezione devono essere rappresentate, se necessario,con tina mista fine a due tat brow (tipo K UNI 3968), come indleato in ig. 11 Fig. 19 (oogun) 8. LUNI 9077 pag. 5 Viste di oggett! simmetrici ‘Gi ogget simmetcl, pa raparmio 6! spano# tempo, possono eesere daegnat per una metho un quero dela oro ita completa Gli ass cl simmotria dlimitant ia parte rappresentata devono ensere contrassegnat! su caacuna dele loro extremith con due brev tet paral @ perpendicoiar (Hg. da 12 a 14), enogull con linea tne (po 8 UN! 3966). E ugualmente possibile, qualora cid non pregluich la chiarezza dl interprtazione, prolungare ie linge rappresentaive del'og- (gett leggermente ol i i simmetia in questo caso | due brovi tat) parallel possono essere omess (lg. 18). Fig. 13 Fig. 14 Fig. 15 Viste interrotte ‘Quando si wolerappresentare una vista parziale di un oggetto, questa deve ossarelimitata da una linea continua fine iregolare (ipo C UN! 3968) oppure da una linea fine regolare con zig-zag (tipo D UNI 3868), come indcato, per esempio, nel ig , 10 (11. Par risparmio di spazio © di tempo pub essere suticionterappresentare ci un oggetto lungs le part sutcent a defnito awicinat (ig. 18) Fig. 16 (10008) tg. 6 UNI $677, Element! ripetitivi Larappresentazione a element! ripetthi pub essere sempiiiata come mostato nate tg. 17 © In ognl caso, numero @ forma Fig. 17 Fig. 18 10. Particolari rappresentati in scala ingrandita ‘Quando la scala # troppo piceola per permettere la rappresentazione o ia quotatura chiara ci un particolare, questo pub essere ‘eontornato da una linea fine continua (po B UNI 3968) ed identiicato da una lttera maluscoa. Lo stesso partcoare pub allora ‘essere rapprosentat in scala pt grande che deve essere indicate ra parentesi a fanco dela stesa letters idetifcante i part- colar (ig. 19 @ 20), A Hh z AG:1) Fig, 20 Fig. 19 11. Contorno di elementi prima della lavorazione Se @ nocessari liga mist ti rappresentare il contorno dl un elemento, prima dela laverazione, esse deve essere rappresentato mediante du tat brow (ipo K UNI 3968) (fg. 21 22) Fig, 20 (ooo) 1) Non provi ple norma 80 128 UNI 9877 pag. 7 12. Contorno di element! finiti nel disegni di grezzi") ‘Nate rappresentazione dl un grzzo, i contorno del ito pub essere tracciato utlizzando ia tinea fine & due tat revi ipo K UNI 9968) (fig. 2). 13. Oggetti trasparent! ‘Tutt logget realizzati in materia trasparentidevono essere disegnati come se fossero opachi In isegni di complessv, part qual scale graduate, lancete indicate simil che si rovano postriormente ad element raspa- enti, devono essere rappreseatate come visibil Fig, 26 14. Direzione delle fibre” {La drrezione date tore pub essere indicata con Hnee continue fin (po B UNI 2968) come indicate in fig. 25 Pe LLutiizzazion dol colori no dsognitecnci non ® consiglisbile. Se tale ulizzazione # indiepeneabil a fni dala comprension9, il significa doi color deve essere incicatochiaramente sul disagno; in ogni caso occoretenere conto deta possibile presenza ‘del sequent inconvenient: 15. Utillzzazione del colori £2) daltonismo oi chi logge it cisegno: 1) contusion di color vit in condiion di luce scarsa o eolorat: ©) sischio di errors di Interpretazione nel caso ci stampa dei color! con gradazioni aterate; 9) maggior costo © maggire diticota di riproduzione 4) Non pete ral norma 180128 Ente Nazionale italiano di Uniticazione Eni iconascisto con DPR n, 1522 del 20.9.1955 Memoroalano iSO e CEN Via Batistoni Sassi, 11 - 20133 Milano - alia Prafiseo (02) Talatona 700241 - Tolex 312481 UNIL Telolax: Sot. Vencte 70105992 Sat. Tecnico 70106106 ERRATA CORRIGE Ottobre, 1991 UNI 3977 (lug. 1986) Disegni tecnict Convenzioni particolari di rappresentazione Fig. 7. \1diametro del foro vericale in sezione @ erroneamente sovraddimensionato. La rappresentazione corretta é la seguente: & Disegni tecnict Convenzion| particolari di rappresentazione (UNI 3977) ‘Studio cl progtc — Gruppe a lavoro 3 “Revielone norme UNI cotapondant 180 128 « 80 120" della Commlelone “Disegn! went” del UNL, rnin! nel ann 1982 © 1983. ame od approvasione — Commlaslone “Diegal tenet” l'UM,ruron el 27 mar 6 16 apr 1984 ame fale approvasone — Gruppo setorale Vil “Problem! general” dla Commisslone Centrale Tecnica del UNL, unions de 9 ov. 1888, Commlalone Centrale Techie delUN, rion do 1 nov. 1988, atca — Presdante dt'UN!, dlibra ol 4 ug. 1986 Ls publone deta prasante noma nivans con a patecpazone frantiur di Sod, Sond, de Miniter ocel CNR.