Sei sulla pagina 1di 20

Disegni tecnici

NORMA ITALIANA

Principi generali di rappresentazione


Preparazione delle linee con sistemi CAD

UNI EN ISO
128-21
APRILE 2002

Technical drawings

General principles of presentation

CLASSIFICAZIONE ICS

01.100.01; 35.240.10

SOMMARIO

La norma definisce i procedimenti per il calcolo dei tipi fondamentali di


linee a tratti secondo la UNI EN ISO 128-20 e dei loro elementi prodotti
mediante sistemi CAD.

RELAZIONI NAZIONALI
RELAZIONI INTERNAZIONALI

= EN ISO 128-21:2001 (= ISO 128-21:1997)


La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma
europea EN ISO 128-21 (edizione ottobre 2001) e tiene conto delle correzioni introdotte il 2 gennaio 2002.

ORGANO COMPETENTE

Commissione "Disegni tecnici e documentazione tecnica di prodotto"

RATIFICA

Presidente dellUNI, delibera del 20 febbraio 2002

UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unificazione
Via Battistotti Sassi, 11B
20133 Milano, Italia

UNI - Milano
Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento
pu essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza
il consenso scritto dellUNI.

Gr. 5

UNI EN ISO 128-21:2002

NORMA EUROPEA

Preparation of lines by CAD systems

Pagina I

PREMESSA NAZIONALE
La presente norma costituisce il recepimento, in lingua italiana, della norma europea EN ISO 128-21 (edizione ottobre 2001 con correzioni del 2 gennaio 2002), che assume cos lo status di norma nazionale italiana.
La traduzione stata curata dallUNI.
La Commissione "Disegni tecnici e documentazione tecnica di prodotto" dellUNI segue i lavori europei sullargomento per delega della Commissione Centrale Tecnica.
Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione di nuove edizioni o di aggiornamenti.
importante pertanto che gli utilizzatori delle stesse si accertino di essere in possesso dellultima edizione e degli eventuali aggiornamenti.
Si invitano inoltre gli utilizzatori a verificare lesistenza di norme UNI
corrispondenti alle norme EN o ISO ove citate nei riferimenti normativi.

Le norme UNI sono elaborate cercando di tenere conto dei punti di vista di tutte le parti
interessate e di conciliare ogni aspetto conflittuale, per rappresentare il reale stato
dellarte della materia ed il necessario grado di consenso.
Chiunque ritenesse, a seguito dellapplicazione di questa norma, di poter fornire suggerimenti per un suo miglioramento o per un suo adeguamento ad uno stato dellarte
in evoluzione pregato di inviare i propri contributi allUNI, Ente Nazionale Italiano di
Unificazione, che li terr in considerazione, per leventuale revisione della norma stessa.

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina II

INDICE
INTRODUZIONE

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

RIFERIMENTI NORMATIVI

TERMINI E DEFINIZIONI

CALCOLO DEGLI ELEMENTI DI LINEA

4.1

Linea tipo N 02 (a tratti) ............................................................................................................................ 1


figura

figura

figura

figura

figura

figura

figura

figura

figura

figura

10

figura

11

figura

12

figura

13

figura

14

figura

15

figura

16

1
2
Linea tipo N 0,4 (mista a punto e tratto lungo) ....................................................................... 3
............................................................................................................................................................................ 3
............................................................................................................................................................................ 3
Linea tipo N 05 (mista a due punti e tratto lungo) ................................................................. 4
............................................................................................................................................................................ 4
............................................................................................................................................................................ 4
............................................................................................................................................................................ 5
Linea tipo N 07 (a punti) ..................................................................................................................... 5
............................................................................................................................................................................ 5
............................................................................................................................................................................ 6
Linea tipo N 08 (a tratto lungo e tratto corto) .......................................................................... 6
Linea tipo N 09 (tratto lungo e due tratti brevi) ....................................................................... 7
Esempi di combinazioni di tipi di linee fondamentali ............................................................. 7
Due tipi di linee sovrapposte ..................................................................................................................... 7
............................................................................................................................................................................ 7
............................................................................................................................................................................ 8
Linea a zigzag ................................................................................................................................................ 8
............................................................................................................................................................................ 9
............................................................................................................................................................................ 9
............................................................................................................................................................................ 9
Linea a binario ............................................................................................................................................ 10
......................................................................................................................................................................... 10
......................................................................................................................................................................... 11

APPENDICE
(informativa)

BIBLIOGRAFIA

12

APPENDICE
(normativa)

ZA

RIFERIMENTI NORMATIVI ALLE PUBBLICAZIONI INTERNAZIONALI E


PUBBLICAZIONI EUROPEE CORRISPONDENTI

13

4.2

4.3

4.4

4.5
4.6
4.7
4.7.1

4.7.2

4.7.3

............................................................................................................................................................................
............................................................................................................................................................................

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina III

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina IV

Disegni tecnici
NORMA EUROPEA

Principi generali di rappresentazione

EN ISO 128-21

Preparazione delle linee con sistemi CAD


OTTOBRE 2001
Technical drawings
EUROPEAN STANDARD

General principles of presentation


Preparation of lines by CAD systems (ISO 128-21:1997)
Dessins techniques

NORME EUROPENNE

Principes gnraux de reprsentation


Prparation des traits par systmes de CAO (ISO 128-21:1997)
Technische Zeichnungen

EUROPISCHE NORM

Allgemeine Grundlangen der Darstellung


Ausfhrung von Linien mit CAD-Systemen (ISO 128-21:1997)

DESCRITTORI

ICS

01.100.01; 35.240.10

La presente norma europea stata approvata dal CEN il 30 settembre 2001.


I membri del CEN devono attenersi alle Regole Comuni del CEN/CENELEC
che definiscono le modalit secondo le quali deve essere attribuito lo status di
norma nazionale alla norma europea, senza apportarvi modifiche. Gli elenchi
aggiornati ed i riferimenti bibliografici relativi alle norme nazionali corrispondenti possono essere ottenuti tramite richiesta alla Segreteria Centrale oppure ai
membri del CEN.
La presente norma europea esiste in tre versioni ufficiali (inglese, francese e
tedesca). Una traduzione nella lingua nazionale, fatta sotto la propria responsabilit da un membro del CEN e notificata alla Segreteria Centrale, ha il medesimo status delle versioni ufficiali.
I membri del CEN sono gli Organismi nazionali di normazione di Austria,
Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda,
Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito,
Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera.

CEN
COMITATO EUROPEO DI NORMAZIONE
European Committee for Standardization
Comit Europen de Normalisation
Europisches Komitee fr Normung
Segreteria Centrale: rue de Stassart, 36 - B-1050 Bruxelles

2001 CEN
Tutti i diritti di riproduzione, in ogni forma, con ogni mezzo e in tutti i Paesi, sono
riservati ai Membri nazionali del CEN.
UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina V

PREMESSA
Il testo della presente norma internazionale stato elaborato dal Comitato Tecnico ISO/
TC 10 "Disegni tecnici e documentazione tecnica di prodotto" dellOrganizzazione Internazionale di Normazione (ISO) ed stato ripreso come norma europea dal CMC.
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o mediante pubblicazione di un testo identico o mediante notifica di adozione, entro
aprile 2002, e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro aprile 2002.
In conformit alle Regole Comuni CEN/CENELEC, gli enti nazionali di normazione dei seguenti Paesi sono tenuti a recepire la presente norma europea: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia,
Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia e Svizzera.

NOTIFICA DI ADOZIONE
Il testo della norma internazionale ISO 128-21:1997 stato approvato dal CEN come norma europea senza alcuna modifica.

NOTA
I riferimenti normativi alle norme internazionali sono elencati nell'appendice ZA (normativa).

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina VI

INTRODUZIONE
Attualmente la rappresentazione delle linee a tratti sui disegni tecnici elaborati con
lausilio dellelaboratore (CAD) varia in modo considerevole tra i differenti sistemi CAD.
Per tale ragione le regole di unificazione stabilite dalla presente norma internazionale, in
aggiunta a quelle stabilite nella ISO 128-20, sono da considerare come un aiuto per una
coerente rappresentazione degli elementi delle linee calcolati dallelaboratore e tracciate
dai plotter.

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE


La presente parte della ISO 128 precisa i procedimenti per il calcolo dei principali tipi
fondamentali di linee a tratti, secondo la ISO 128-20, e dei loro elementi.

RIFERIMENTI NORMATIVI
Le norme sottoindicate contengono disposizioni valide anche per la presente parte della
ISO 128, in quanto in essa espressamente richiamate. Al momento della pubblicazione
della presente norma erano in vigore le edizioni sottoindicate. Tutte le norme sono
soggette a revisione, pertanto gli interessati che stabiliscono accordi sulla base della
presente parte della ISO 128 sono invitati a verificare la possibilit di applicare le edizioni
pi recenti delle norme richiamate. I membri dell'ISO e dell'IEC posseggono gli elenchi
delle norme internazionali in vigore.
ISO 128-20:1996
Technical drawings - General principles of presentation - Basic
conventions for lines
ISO 5455:1979
Technical drawings - Scales

TERMINI E DEFINIZIONI
Ai fini della presente parte della ISO 128, si applicano le definizioni indicate nella
ISO 128-20.

CALCOLO DEGLI ELEMENTI DI LINEA

4.1

Linea tipo N 02 (a tratti)


La configurazione di questa linea indicata in figura 1.
1

l2

3d

figura

Segmento di linea
l 1 min.
l1

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 1

Esempio
Vedere figura 2
2

l0

l0

figura

Formule:
a)

Lunghezza della linea:

l1 = l0

b)

Numero di segmenti contenuti nella linea:

l 1 12d
n = -------------------- (arrotondato)
15d

c)

Lunghezza dei tratti:

l 1 3dn
l 2 = -------------------n+1

d)

lunghezza minima dei tratti:

l 1 min = l 0 min = 27d


(2 tratti 12d, 1 interspazio 3d)

Se necessario disegnare dei tratti interrotti di lunghezza minore di l 1 = 27d , si deve utilizzare una scala maggiore (cio elementi rappresentati in scala pi grande). Questa scala deve essere scelta fra quelle della gamma contemplata nella ISO 5455.
ammesso disegnare questa linea con tratti di lunghezza costante (12d). In tal caso, il
tratto di estremit della linea pu essere di lunghezza maggiore o minore di tale valore.
Esempio
d = 0, 35

l 1 = 125
125 4, 2
n = ------------------------- = 23, 01
5, 25

23

125 24, 15
l 2 = -------------------------------- = 4, 202
24
Interpretazione del risultato: Un tratto interrotto di lunghezza pari a 125 mm e di
grossezza pari a 0,35 mm costituito da 23 segmenti di lunghezza 5,252 mm
(4,202 mm + 1,050 mm) e da un tratto N di lunghezza pari a 4,202 mm.

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 2

4.2

Linea tipo N 0,4 (mista a punto e tratto lungo)


La configurazione di questa linea indicata in figura 3.
figura

l 0 min.

3d

l3

12d

3d

12d

0,5d

Segmento di linea
l 1 min.

Esempio
Vedere figura 4.
4

;;
;;
;;
;;
;;;
;;;
A-A

12d

figura

A
l0

12d

l1

l0

12d

l1

Formule:
a)

Lunghezza della linea:

l 1 = l 0 + 24d
(linea in corrispondenza dei contorni
esterni da entrambi i lati)

b)

Numero di segmenti compresi nella linea:

l 1 24d
n = -------------------- (arrotondato)
30, 5d

c)

Lunghezza dei tratti lunghi:

l 1 6, 5dn
l 3 = -------------------------n+1

d)

Lunghezza minima della linea:

l 1min = 54, 5d

Le linee la cui lunghezza minore di l1 = 54,5 d devono essere disegnate come linee
continue fini. Allo scopo di ottemperare ai requisiti della ISO 128-20:1996, punto 5,
ammesso aumentare o ridurre la lunghezza dei tratti lunghi.

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 3

Esempio
d = 0, 25

l 0 = 125
l 1 = 125 + 6 = 131
131 6
n = ------------------- = 16, 393
7, 625

16

131 26, 00
l 3 = -------------------------------- = 6,176
17
Interpretazione del risultato: Una linea mista ad un punto e a tratto lungo, di lunghezza
pari a 131 mm e di grossezza pari a 0,25 mm, costituita da 16 segmenti completi di
lunghezza pari a 7,801 mm (6,176 mm + 0,750 mm + 0,125 mm + 0,750 mm) e di un tratto
lungo pari a 6,176 mm.

4.3

Linea tipo N 05 (mista a due punti e tratto lungo)


La figura 5 mostra la configurazione di questa linea.
5

0,5d

l3

3d

3d

0,5d

3d

figura

Segmento di linea
l 1 min.

Esempio
Vedere figura 6.

x/2

x/2

l0

l1

figura

Formule:
a)

Lunghezza della linea:

l1 = l0 x

b)

Numero di segmenti compresi nella linea:

l 1 24d
n = -------------------- (arrotondato)
34d

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 4

c)

Lunghezza dei tratti lunghi:

l 1 10dn
l 3 = ----------------------n+1

d)

Lunghezza minima della linea:

l 1min = 58d

Le linee la cui lunghezza minore di l1 = 58d devono essere disegnate in scala ingrandita,
secondo la ISO 5455.
ammesso disegnare i tratti lunghi con variazioni di direzione vedere figura 7.
figura

Allo scopo di ottemperare ai requisiti della ISO 128-20:1996, punto 5, ammesso che la
lunghezza dei tratti lunghi possa essere aumentata o ridotta.
Esempio
x
--- = 1, 5
2

d = 0, 35

l 0 = 128
l 1 = 128 3 = 125
125 8, 4
n = ------------------------- = 9, 798
11, 9

10

125 35,00
l 3 = -------------------------------- = 8,182
11

4.4

Linea tipo N 07 (a punti)


La configurazione della linea mostrata nella figura 8.
figura

l4

3d

Segmento di linea
l 1 min.
l1

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 5

Esempio
Vedere figura 9.
figura

Formule
a)

Lunghezza della linea:

l1 = l0

b)

Numero di segmenti compresi nella linea:

l 1 0, 5d
n = ----------------------- (arrotondato)
3, 5d

c)

Lunghezza dei punti:

l 1 3dn
l 4 = -------------------n+1

d)

Lunghezza minima della linea:

l 1min = 7, 5d

Esempio
l 1 = 125

d = 0,5

125 0,25
n = ----------------------------- = 71, 286
1, 75

71

125 106, 5
l 4 = -------------------------------- = 0, 257
72

4.5

Linea tipo N 08 (a tratto lungo e tratto corto)


Per questo tipo di linea le condizioni sono le stesse del tipo N 04. Le formule sono leggermente modificate, come indicato di seguito:
a)

Lunghezza della linea:

l1 = l0

b)

Numero di segmenti compresi nella linea:

l 1 24d
n = -------------------- (arrotondato)
32d

c)

Lunghezza del tratto lungo:


Lunghezza del tratto corto

d)

Lunghezza minima del tratto di linea:

UNI EN ISO 128-21:2002

l 1 12dn
l 3 = ----------------------n+1
6 d (vedere prospetto 3 della
ISO 128-20:1996)
l 1min = 60d

UNI

Pagina 6

Esempio
l 1 = 125

d = 0,5

125 12
n = ---------------------- = 7, 063
16

125 42
l 3 = ---------------------- = 10, 375
8

4.6

Linea tipo N 09 (tratto lungo e due tratti brevi)


Per questo tipo di linea le condizioni sono le stesse della linea tipo N 05. Le formule b),
c) e d) sono leggermente modificate, come indicato di seguito:
a)

Lunghezza della linea:

l1 = l0

b)

Numero di segmenti compresi nella linea:

l 1 24d
n = -------------------- (arrotondato)
45d

c)

Lunghezza dei tratti lunghi:

l 1 21dn
l 3 = ----------------------n+1
6d (vedere prospetto 3 della
ISO 128-20:1996)

Lunghezza dei tratti corti


d)

Lunghezza minima della linea:

l 1min = 69d

Esempio
l 0 = 125
125 6
n = ------------------- = 10, 578
11, 25

d = 0, 25
11

125 57, 75
l 3 = -------------------------------- = 5, 604
12

4.7

Esempi di combinazioni di tipi di linee fondamentali

4.7.1

Due tipi di linee sovrapposte


La configurazione della combinazione di queste linee mostrata nella figura 10.
figura

10

d2

Legenda
a)
Linea continua N 01: grossezza di linea, per esempio, 0,25 mm
b)
Linea a tratti distanziati N 3: grossezza di linea, per esempio, 0,5 mm

l2

d1

9d 2

Segmento di linea

a)

b)

l 1 min.
l1

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 7

Esempio
Vedere figura 11.
11

l5

figura

l6

Formule:
l1 = l5 + l6

a)

Lunghezza della linea:

b)

Numero di segmenti compresi nella linea:

c)

Lunghezza dei tratti:

l 1 18d 2 n
l 2 = -------------------------n

d)

Lunghezza minima di questa linea:

l 1min = 30d 2

l1
n = -----------30d 2

(arrotondato)

Esempio
d 1 = 0, 25

l 1 = 125
125
n = ---------- = 8, 333
15

d 2 = 0, 5

125 72
l 2 = ---------------------- = 6, 625
8
Interpretazione del risultato: Questa linea costituita dalla sovrapposizione di una linea
continua avente lunghezza di 125 mm e grossezza di 0,25 mm, e di una linea a tratti di
grossezza 0,5 costituita da 8 tratti ciascuno lungo 6,625 mm e distanziati 9 mm luno
dallaltro (18 d2, vedere prospetto 3 della ISO 128-20:1996). Le estremit sono lunghe
4,5 mm (9 d2).

4.7.2

Linea a zigzag
La configurazione di questa linea mostrata nella figura 12.

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 8

figura

12

(7,5d)

14d

30

Esempi
Vedere figure 13 e 14.

l1

l3

l0

13

l2

figura

l0

14

5d

figura

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 9

Formule:
a)

Lunghezza della linea:

l 1 = l 0 + 10d

b)

Numero di zigzag compresi nella linea:

l
n = -----1- + 1 (arrotondato, l1 < 40 n = 1)
80

c)

Lunghezza del tratto fra due zigzag:

l
l 2 = ---1- 7, 5d
n

d)

Lunghezza dei tratti alle estremit della linea:


-

con due o pi zigzag:

l
l 3 = ---22

con un solo zigzag

l 1 7, 5 d
l 3 = ----------------------2

Se l 0 10d , lo zigzag deve essere configurato come mostrato nella figura 14.
Esempio
l 0 = 125

d = 0,25

l 1 = 125 + 2, 5 = 127, 5
127,5
n = ---------------- + 1 = 2, 594
80

127,5
l 2 = ---------------- ( 7, 5 0, 25 ) = 40, 625
3
40, 625
l 3 = ------------------- = 20, 313
2
Interpretazione del risultato: Una linea a zigzag di lunghezza 127,5 mm e di grossezza
0,25 mm disegnata con 3 zigzag. La distanza fra gli zigzag di 40,625 mm ed i tratti di
estremit hanno una lunghezza di 20,313 mm.

4.7.3

Linea a binario
La configurazione di questa linea mostrata nella figura 15.
figura

15

Legenda
a)
Linea continua N 01
b)
Linea a tratti distanziati N 3

l2

18d
Segmento di linea

a)

b)

l 1 min.

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 10

Esempio
Vedere figura 16
16

l0

figura

Formule
a)

Lunghezza della linea

l1 = l0

b)

Numero di tratti compresi

l 1 12d
n = --------------------- a (arrotondato)
30d

c)

Lunghezza dei tratti

l 1 18dn
l 2 = ----------------------n+1

d)

Lunghezza minima di questa linea

l 1min = 42d

Esempio
l 1 = 125

d = 0, 35

125 4, 2
n = ------------------------- = 11, 505
10, 5

12

125 75, 60
l 2 = -------------------------------- = 3, 800
12 + 1
Interpretazione del risultato: Una linea a binario di lunghezza 125 mm e di grossezza
1,4 mm (4 mm 0,35 mm) costituita da 12 segmenti di linea completi di lunghezza
10,100 mm (3,800 mm + 6,300 mm) ciascuno, e di un tratto di lunghezza 3,800 mm.

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 11

APPENDICE
(informativa)

A BIBLIOGRAFIA
[1]

ISO 6428:1982 Technical drawings - Requirements for microcopying

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 12

APPENDICE
(normativa)

ZA RIFERIMENTI NORMATIVI ALLE PUBBLICAZIONI INTERNAZIONALI E


PUBBLICAZIONI EUROPEE CORRISPONDENTI
La presente norma europea rimanda, mediante riferimenti datati e non, a disposizioni
contenute in altre pubblicazioni. Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati
del testo e vengono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive
modifiche o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte
nella presente norma europea come aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non
datati vale lultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento (compresi gli
aggiornamenti).
Nota

Quando una pubblicazione internazionale stata modificata mediante modifiche comuni, indicate come
(mod.), si applica la corrispondente EN/HD.
Pubblicazione

Anno

Titolo

EN

Anno

ISO 128-20

1996

Technical drawings - General principles of presentation


- Basic conventions for lines

EN ISO 128-20

2001

ISO 5455

1979

Technical drawings - Scales

EN ISO 5455

1994

UNI EN ISO 128-21:2002

UNI

Pagina 13

UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unificazione
Via Battistotti Sassi, 11B
20133 Milano, Italia

La pubblicazione della presente norma avviene con la partecipazione volontaria dei Soci,
dellIndustria e dei Ministeri.
Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 N 633 e successivi aggiornamenti.