Sei sulla pagina 1di 14

Disegni tecnici

NORMA ITALIANA

Rappresentazione semplificata delle tubazioni


Parti terminali dei sistemi di drenaggio e di ventilazione

UNI EN ISO
6412-3
DICEMBRE 1996

Technical drawings

Simplified representation of pipelines

DESCRITTORI

Disegno, disegno tecnico, metodo di rappresentazione, tubazione, accessorio, segno grafico

CLASSIFICAZIONE ICS

01.100.20; 23.040.90

SOMMARIO

La norma stabilisce alcune rappresentazioni semplificate, utilizzate nei


disegni tecnici per gli accessori degli impianti di ventilazione e di drenaggio.

RELAZIONI NAZIONALI
RELAZIONI INTERNAZIONALI

= EN ISO 6412-3:1996 (= ISO 6412-3:1993)


La presente norma la versione ufficiale in lingua italiana della norma
europea EN ISO 6412-3 (edizione aprile 1996).

ORGANO COMPETENTE

Commissione "Disegni tecnici e documentazione tecnica di prodotto"

RATIFICA

Presidente dellUNI, delibera del 9 dicembre 1996

RICONFERMA

UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unificazione
Via Battistotti Sassi, 11b
20133 Milano, Italia
Gr. 4

NORMA EUROPEA

Terminal features of ventilation and drainage systems

UNI - Milano 1996


Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento pu
essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi, fotocopie, microfilm o altro, senza il consenso scritto dellUNI.

N di riferimento UNI EN ISO 6412-3:1996

This document was created with FrameMaker 4.0.4

Pagina I di IV

PREMESSA NAZIONALE
La presente norma costituisce il recepimento, in lingua italiana, della norma europea EN ISO 6412-3 (edizione aprile 1996), che assume cos lo status di norma nazionale italiana.
La traduzione stata curata dallUNI.
La Commissione "Disegni tecnici e documentazione tecnica di prodotto" dellUNI, che segue i lavori europei sullargomento, per delega della Commissione Centrale Tecnica, ha approvato il progetto
europeo il 22 dicembre 1995 e la versione in lingua italiana della
norma il 15 novembre 1996.
Per agevolare gli utenti, viene di seguito indicata la corrispondenza
tra le norme citate al punto "Riferimenti normativi" e in "Appendice
A" e le norme italiane vigenti:
ISO 128:1982
= UNI 3968:1986, UNI 3970:1986,
UNI 3972:1981, UNI 3977:1986
ISO 6412-1:1989 = UNI EN ISO 6412-1:1996

Le norme UNI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione sia di nuove edizioni sia di fogli di aggiornamento.
importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dellultima edizione o foglio di aggiornamento.

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina II di IV

INDICE
PREMESSA

INTRODUZIONE

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE

RIFERIMENTI NORMATIVI

PROGETTAZIONE E RAPPRESENTAZIONE

RAPPRESENTAZIONE SEMPLIFICATA
............................................................................................................................................................................

3
4

BIBLIOGRAFIA

RIFERIMENTI NORMATIVI ALLE PUBBLICAZIONI INTERNAZIONALI E


PUBBLICAZIONI EUROPEE CORRISPONDENTI

4
prospetto

APPENDICE
(informativa)

APPENDICE
(normativa)

ZA

UNI EN ISO 6412-3:1996

This document was created with FrameMaker 4.0.4

Pagina III di IV

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina IV di IV

Disegni tecnici
NORMA EUROPEA

Rappresentazione semplificata delle tubazioni

EN ISO 6412-3

Parti terminali dei sistemi di drenaggio e di ventilazione


APRILE 1996
Technical drawings
EUROPEAN STANDARD

Simplified representation of pipelines


Terminal features of ventilation and drainage systems (ISO 6412-3:1993)
Dessins techniques

NORME EUROPENNE

Reprsentation simplifie des tuyaux et linges de tuyauteries


Accessoires pour les systmes de ventilation et de drainage (ISO 6412-3:1993)
Technische Zeichnungen

EUROPISCHE NORM

Vereinfachte Darstellung von Rohrleitungen


Zubehrteile fr Lftungs- und Entwsserungsanlagen (ISO 6412-3:1993)

DESCRITTORI

Disegno, disegno tecnico, metodo di rappresentazione, tubazione, accessorio,


segno grafico

ICS

01.100.20; 23.040.90

La presente norma europea stata approvata dal CEN il 2 marzo 1996.


I membri del CEN devono attenersi alle Regole Comuni del CEN/CENELEC
che definiscono le modalit secondo le quali deve essere attribuito lo status di
norma nazionale alla norma europea, senza apportarvi modifiche.
Gli elenchi aggiornati ed i riferimenti bibliografici relativi alle norme nazionali
corrispondenti possono essere ottenuti tramite richiesta alla Segreteria Centrale oppure ai membri del CEN.
Le norme europee sono emanate in tre versioni ufficiali (inglese, francese e tedesca). Traduzioni nella lingua nazionale, fatte sotto la propria responsabilit
da membri del CEN e notificate alla Segreteria Centrale, hanno il medesimo
status delle versioni ufficiali.
I membri del CEN sono gli Organismi nazionali di normazione di Austria,
Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda,
Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera.

CEN
COMITATO EUROPEO DI NORMAZIONE
European Committee for Standardization
Comit Europen de Normalisation
Europisches Komitee fr Normung
Segreteria Centrale: rue de Stassart, 36 - B-1050 Bruxelles

CEN 1996
I diritti di riproduzione sono riservati ai membri del CEN.
UNI EN ISO 6412-3:1996

This document was created with FrameMaker 4.0.4

Pagina 1 di 10

PREMESSA
Il testo della norma internazionale elaborato dallISO/TC 10 "Disegni tecnici, definizione
dei prodotti e documentazione relativa" dellOrganizzazione Internazionale di Normazione
(ISO) stato adottato come norma europea dal Bureau Technique del CEN.
Alla presente norma europea deve essere attribuito lo status di norma nazionale, o mediante la pubblicazione di un testo identico o mediante notifica di adozione, entro ottobre
1996, e le norme nazionali in contrasto devono essere ritirate entro ottobre 1996.
In conformit alle Regole Comuni CEN/CENELEC, i seguenti Paesi sono tenuti ad adottare la presente norma europea: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera.

NOTIFICA DI ADOZIONE
Il testo della norma internazionale ISO 6412-3:1993 stato approvato dal CEN come norma europea senza alcuna modifica.

NOTA
I riferimenti normativi a pubblicazioni internazionali sono elencati nellappendice ZA (normativa).

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 2 di 10

INTRODUZIONE
Il principio della tecnica del disegno di rappresentare un oggetto in scala usando delle
linee. Nelle rappresentazioni semplificate soltanto le caratteristiche essenziali sono indicate preferibilmente in forma di contorno (per economizzare tempo e fatica). Il grado di
semplificazione dipende dal genere di oggetto rappresentato, dalla scala del disegno e
dallo scopo della documentazione.

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE


La presente parte della ISO 6412 stabilisce alcune rappresentazioni semplificate, utilizzate nei disegni tecnici, per gli accessori dei sistemi di ventilazione e di drenaggio.

RIFERIMENTI NORMATIVI
Le norme sottoindicate contengono disposizioni valide anche per la presente norma, in
quanto in essa espressamente richiamate.
Al momento della pubblicazione della presente norma erano in vigore le edizioni sottoindicate.
Tutte le norme sono soggette a revisione, pertanto gli interessati che stabiliscono accordi
sulla base della presente parte della ISO 6412 sono invitati a verificare la possibilit di applicare le edizioni pi recenti delle norme richiamate. I membri dell'ISO e dell'IEC posseggono gli elenchi delle norme internazionali in vigore.
Disegni tecnici - Metodi di proiezione - Rappresentazioni ortograISO 5456-2:-1)
fiche
ISO 6412-1:1989
Disegni tecnici - Rappresentazione semplificata delle tubazioni Principi generali e rappresentazione in proiezioni ortogonali

PROGETTAZIONE E RAPPRESENTAZIONE
Le rappresentazioni semplificate mostrate al punto 4 possono essere combinate con segni grafici, per esempio negli attuatori o nelle tubazioni. I principi generali e i segni grafici
addizionali sono esposti nella ISO 6412-1.

RAPPRESENTAZIONE SEMPLIFICATA
Vedere prospetto 1.
Gli accessori contrassegnati con i numeri dall1 al 9 sono mostrate ciascuna in due viste
in proiezioni ortogonali [in viste anteriori 1.1, 2.1, 3.1, ecc.; e in viste dallalto 1.2, 2.2, 3.2,
ecc. (vedere ISO 5456-2)].
La rappresentazione semplificata indicata con 10 si applica alle alette di direzione nei
condotti. Quella in 10.1 mostra un condotto curvato con due alette. Le rappresentazioni
semplificate in 10.2 mostrano dei condotti di giunzione a T con alette singole in direzioni
opposte.

1)

Da pubblicare.
UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 3 di 10

prospetto

N
1

Descrizione

Rappresentazione semplificata

Scarico

1.1

1.2
2

Scarico con dispositivo di chiusura

2.1

2.2

Scarico con tenuta agli odori e con dispositivo di


chiusura

3.1

3.2
4

Tubo di ventilazione a collo doca

4.1

4.2
5

Cuffia di ventilazione a parete

5.1

5.2

segue nella pagina successiva

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 4 di 10

Descrizione

Rappresentazione semplificata

continua dalla pagina precedente


6

Fungo di ventilazione
Nota - Eventualmente

con

lindicazione

"con

riparo".

6.1

6.2

Fungo di ventilazione con dispositivo di chiusura


Nota - Eventualmente

con

lindicazione

"con

riparo".

7.1

7.2

Cuffia di ventilazione fissa

8.1

8.2

Cuffia di ventilazione orientabile

9.1

Uscita o scarico

9.2

Ingresso o aspirazione

segue nella pagina successiva

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 5 di 10

Descrizione

Rappresentazione semplificata

continua dalla pagina precedente


10

Aletta di direzione in una linea di flusso (tubazione o


condotto)
Nota - Si indicano rispettivamente:

con un tratto obliquo la posizione


dellaletta, con alcune linee corte, tracciate
a 90 rispetto al tratto obliquo, il numero
delle alette.

10.1

10.2

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 6 di 10

APPENDICE
(informativa)

A BIBLIOGRAFIA
[1]
[2]

ISO 128:1982
ISO 5455:1979

UNI EN ISO 6412-3:1996

Disegni tecnici - Principi generali di rappresentazione


Disegni tecnici - Scale

Pagina 7 di 10

APPENDICE
(normativa)

ZA RIFERIMENTI NORMATIVI ALLE PUBBLICAZIONI INTERNAZIONALI E


PUBBLICAZIONI EUROPEE CORRISPONDENTI
La presente norma rimanda, mediante riferimenti datati e non, a disposizioni contenute in
altre pubblicazioni. Tali riferimenti normativi sono citati nei punti appropriati del testo e
vengono di seguito elencati. Per quanto riguarda i riferimenti datati, successive modifiche
o revisioni apportate a dette pubblicazioni valgono unicamente se introdotte nella presente norma come aggiornamento o revisione. Per i riferimenti non datati, vale lultima edizione della pubblicazione alla quale si fa riferimento (compresi gli aggiornamenti).
Pubblicazione

Anno

Titolo

EN

Anno

ISO 6412-1

1989

Disegni tecnici - Rappresentazione semplificata delle


tubazioni - Regole generali e rappresentazione in proiezioni ortogonali

EN ISO
6412-1

1994

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 8 di 10

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 9 di 10

PUNTI DI INFORMAZIONE E DIFFUSIONE UNI

Milano (sede)

Via Battistotti Sassi, 11b - 20133 Milano - Tel. (02) 70024200 - Fax (02) 70105992 Internet: www.unicei.it - Email: diffusione@uni.unicei.it

Roma

Piazza Capranica, 95 - 00186 Roma - Tel. (06) 69923074 - Fax (06) 6991604

Bari

c/o Tecnopolis Csata Novus Ortus


Strada Provinciale Casamassima - 70010 Valenzano (BA) - Tel. (080) 8770301 - Fax (080) 8770553

Bologna

c/o CERMET
Via A. Moro, 22 - 40068 San Lazzaro di Savena (BO) - Tel. (051) 6257511 - Fax (051) 6257650

Brescia

c/o AQM s.r.l.


Via Lithos, 53 - 25086 Rezzato (BS) - Tel. (030) 2590656 - Fax (030) 2590659

Firenze

c/o Associazione Industriali Provincia di Firenze


Via Valfonda, 9 - 50123 Firenze - Tel. (055) 2707268 - Fax (055) 281616

Napoli

c/o Consorzio Napoli Ricerche


Corso Meridionale, 58 - 80143 Napoli - Tel. (081) 5537106 - Fax (081) 5537112

Torino

c/o Centro Estero Camere Commercio Piemontesi


Via Ventimiglia, 165 - 10127 Torino - Tel. (011) 6700511 - Fax (011) 6965456

Vicenza

c/o Associazione Industriali Provincia di Vicenza


Piazza Castello, 3 - 36100 Vicenza - Tel. (0444) 545573 - Fax (0444) 547318

UNI
Ente Nazionale Italiano
di Unificazione
Via Battistotti Sassi, 11b
20133 Milano, Italia

La pubblicazione della presente norma avviene con la partecipazione volontaria dei Soci,
dellIndustria, dei Ministeri e del CNR.
Riproduzione vietata - Legge 22 aprile 1941 N 633 e successivi aggiornamenti.

UNI EN ISO 6412-3:1996

Pagina 10 di 10