Sei sulla pagina 1di 120

CSNET WEB

PSC-A160WEB1

Catalogo Tecnico
Serie Utopia e Set Free
Sistema di controllo della climatizzazione
dell'edificio

Contenuto

Contenuto

Caratteristiche generali

Configurazione dell'hardware

Configurazione computer locale

Funzionamento e configurazione delle unit Packaged

Funzionamento e configurazione con lutilizzo del Building Layout

Opzioni di configurazione e visualizzazione

Risoluzione dei problemi

Connessioni web

RCS Web

III
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Indice generale

Indice generale
1.

Caratteristiche generali.............................................................................................. 9

1.1

Sistema distribuito.................................................................................................................................. 10

1.2

Rete CSNET WEB................................................................................................................................. 10

1.3

Basato sulla tecnologia Java.................................................................................................................. 10

1.4

Connessione LAN.................................................................................................................................. 11

1.5

Collegamento a Internet......................................................................................................................... 11
1.5.1 Via rete LAN....................................................................................................................................................11
1.5.2 Diretta............................................................................................................................................................. 12
1.5.3 Proxy.............................................................................................................................................................. 12

1.6

H-LINK................................................................................................................................................... 13
1.6.1 Compatibile con H-LINK II.............................................................................................................................. 13
1.6.2 Compatibilit con le postazioni centrali.......................................................................................................... 13

1.7

Interfaccia grafica................................................................................................................................... 15
1.7.1 Visualizzazione globale.................................................................................................................................. 15
1.7.2 Timer.............................................................................................................................................................. 17
1.7.3 Opzione consumo energetico......................................................................................................................... 17
1.7.4 Opzione dati storici......................................................................................................................................... 17
1.7.5 Editor del Building Layout............................................................................................................................... 18
1.7.6 Funzioni dell'interfaccia.................................................................................................................................. 19
1.7.7 Ulteriori caratteristiche.................................................................................................................................... 20

2.

Configurazione dell'hardware.................................................................................. 23

2.1

Lavoro iniziale........................................................................................................................................ 24

2.2

CSNET WEB Configurator..................................................................................................................... 25


2.2.1Collegamento all'interfaccia CSNET WEB..................................................................................................... 25
2.2.2 Collegamento al CSNET WEB per la configurazione del software................................................................ 26

2.3

Aggiornamento dell'hardwareCSNET WEB.......................................................................................... 27

2.4

Installazione del software CSNET WEB e del percorso abbreviato sul proprio PC............................... 28

3.

Configurazione computer locale............................................................................. 29

3.1

Pagina iniziale........................................................................................................................................ 31

3.2

Configurazione computer locale............................................................................................................. 32


3.2.1 Elenco delle installazioni................................................................................................................................ 33
3.2.2 Impostazioni proxy......................................................................................................................................... 34
3.2.3 Impostazioni del software............................................................................................................................... 35
3.2.4 Registro delle Software.................................................................................................................................. 35
V
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Indice generale

4. Funzionamento e configurazione delle unit Packaged....................................... 37


4.1

Albero dell'area...................................................................................................................................... 38

4.2

Tabella delle unit interne...................................................................................................................... 39

4.3

Pannello di funzionamento..................................................................................................................... 40
4.3.1 Impostazioni................................................................................................................................................... 40
4.3.2 Timer.............................................................................................................................................................. 41
4.3.3 Configurazione unit...................................................................................................................................... 46
4.3.4 Status sistema................................................................................................................................................ 47
4.3.5 Auto Freddo/Caldo......................................................................................................................................... 50
4.3.6 ColdDraft........................................................................................................................................................ 55
4.3.7 Misuratore di potenza..................................................................................................................................... 56

5. Funzionamento e configurazione con lutilizzo del Building Layout................... 59


5.1

Funzionamento con il Building Layout................................................................................................... 60

5.2

Personalizzazione e configurazione del Building Layout....................................................................... 62

5.3

Importazione di unit dal CSNET WEB.................................................................................................. 63

5.4

Procedura guidata per la creazione di file Building Layout.................................................................... 64

5.5

Creazione file Building layout................................................................................................................. 67


5.5.1 Configurazione del file.................................................................................................................................... 67
5.5.2 Albero del layout............................................................................................................................................. 68
5.5.3 Creazione delle zone...................................................................................................................................... 68
5.5.4 Creazione delle forme.................................................................................................................................... 70

6. Opzioni di configurazione e visualizzazione.......................................................... 73


6.1

Installazione........................................................................................................................................... 74

6.2

Configurare il sistema............................................................................................................................ 75
6.2.1 Impostazioni di rete........................................................................................................................................ 75
6.2.2 Versione e aggiornamenti............................................................................................................................... 76
6.2.3 Modifica password.......................................................................................................................................... 76
6.2.4 Nome dell'installazione................................................................................................................................... 76
6.2.5 Configurazione Auto....................................................................................................................................... 77
6.2.6 Configurazione ora......................................................................................................................................... 77
6.2.7 Ethernet gateway........................................................................................................................................... 78
6.2.8 Configurazione BMS...................................................................................................................................... 78
6.2.9 Notifica allarme............................................................................................................................................... 82
6.2.10 Copia di backup............................................................................................................................................ 84
6.2.11 Rapporto di configurazione........................................................................................................................... 84
6.2.12 Server web................................................................................................................................................... 85

VI
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Indice generale

6.3

Dati storici.............................................................................................................................................. 86
6.3.1 Visualizzazione dati storici............................................................................................................................. 86
6.3.2 Tabella dei valori per le unit Packaged......................................................................................................... 88
6.3.3 Download dei dati storici................................................................................................................................ 89
6.3.4 Caricamento da file........................................................................................................................................ 89
6.3.5 Visualizzazione degli allarmi.......................................................................................................................... 90

6.4

Consumo energetico.............................................................................................................................. 91
6.4.1 Packaged....................................................................................................................................................... 92
6.4.2 Configurazione salvataggio automatico......................................................................................................... 94
6.4.3 Formato file.................................................................................................................................................... 94

7.

Risoluzione dei problemi......................................................................................... 95

7.1

Segnali dallarme.................................................................................................................................... 96

7.2

Allarmi unit........................................................................................................................................... 97

7.3

Opzioni del sistema................................................................................................................................ 97

8.

Connessioni web...................................................................................................... 99

8.1

Sicurezza della connessione................................................................................................................ 100

8.2

Accesso web........................................................................................................................................ 101

8.3

Struttura dell'interfaccia........................................................................................................................ 101

8.4

Visualizzazioni...................................................................................................................................... 102

8.5

Previsioni meteo................................................................................................................................... 104

8.6

Impostazione dell'unit......................................................................................................................... 105

8.7

Comandi Smart.................................................................................................................................... 106

8.8

Configurazione del server web............................................................................................................. 107

9.

RCS Web.................................................................................................................. 109

9.1

Introduzione......................................................................................................................................... 110

9.2

Configurazione computer locale............................................................................................................111


9.2.1 Installazione..................................................................................................................................................112
9.2.2 Filtro dell'unit...............................................................................................................................................112
9.2.3 Impostazioni utente.......................................................................................................................................113
9.2.4 Impostazioni proxy........................................................................................................................................113
9.2.5 Modificare la password dell'installatore.........................................................................................................114

VII
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Indice generale

9.3

Funzionamento con software RCS Web.............................................................................................. 115


9.3.1 Controllo remoto virtuale...............................................................................................................................116
9.3.2 Lista delle unit e stato..................................................................................................................................116
9.3.3 Utilizzo della barra delle applicazioni............................................................................................................117

9.4

Risoluzione dei problemi...................................................................................................................... 117

VIII
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

1.

Caratteristiche generali

Indice
1.1

Sistema distribuito.................................................................................................................................. 10

1.2

Rete CSNET WEB................................................................................................................................. 10

1.3

Basato sulla tecnologia Java.................................................................................................................. 10

1.4

Connessione LAN.................................................................................................................................. 11

1.5

Collegamento a Internet......................................................................................................................... 11
1.5.1 Via rete LAN....................................................................................................................................................11
1.5.2 Diretta............................................................................................................................................................. 12
1.5.3 Proxy.............................................................................................................................................................. 12

1.6

H-LINK................................................................................................................................................... 13
1.6.1 Compatibile con H-LINK II.............................................................................................................................. 13
1.6.2 Compatibilit con le postazioni centrali.......................................................................................................... 13

1.7

Interfaccia grafica................................................................................................................................... 15
1.7.1 Visualizzazione globale.................................................................................................................................. 15
1.7.2 Timer.............................................................................................................................................................. 17
1.7.3 Opzione consumo energetico......................................................................................................................... 17
1.7.4 Opzione dati storici......................................................................................................................................... 17
1.7.5 Editor del Building Layout............................................................................................................................... 18
1.7.6 Funzioni dell'interfaccia.................................................................................................................................. 19
1.7.7 Ulteriori caratteristiche.................................................................................................................................... 20

9
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

1.1 Sistema distribuito


CSNET WEB un sistema di controllo centralizzato indipendente che pu controllare una linea di comunicazione H-LINK.
Quando collegato a un sistema con unit Packaged pu controllare fino a 160 unit interne e 64 unit esterne.
Il CSNET WEB si collega alla Rete di area locale o a Internet (mediante un Router DSL) attraverso la porta Ethernet; in
questo modo i parametri possono essere regolati e controllati a distanza.
La memoria interna per la regolazione del timer e delle unit consente al CSNET WEB di funzionare in modo indipendente,
dopo una regolazione iniziale attraverso un personal computer o un dispositivo similare.
Il CSNET WEB non ha bisogno di un computer dedicato per funzionare.
Il dispositivo fisico (hardware) del CSNET WEB denominato PSC-A160WEB1.
PSC-A160WEB1
H-Link

Unit per il condizionamento


dell'aria
Unit per il condizionamento
dell'aria

Ethernet

Unit per il condizionamento


dell'aria
PC remoto
(regolazione iniziale)

...

N O TA
sempre necessaria una regolazione iniziale.

1.2 Rete CSNET WEB


possibile collegare fino a 4 server CSNET WEB a un client CSNET WEB, creando cos una rete CSNET WEB. Questa
rete dovr essere configurata dalla Configurazione del computer locale.

1.3 Basato sulla tecnologia Java


CSNET WEB utilizza la tecnologia JAVA per controllare e monitorare a distanza il funzionamento dell'installazione.
Se si desidera far funzionare l'applicazione CSNET WEB in un PC, necessario installare JAVA J2SE Runtime Environment.
PSC-A160WEB1 viene fornito con un CD-ROM che ne garantisce un'installazione semplice.

10
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

1.4 Connessione LAN


PSC-A160WEB1 pu essere collegato a una rete LAN attraverso la porta Ethernet. Dopo aver configurato la rete, il sistema
sar accessibile da qualsiasi postazione della rete dell'azienda.
Per il collegamento della rete LAN sono necessarie alcune regolazioni e l'assistenza dell'amministratore di rete.
PC remoto

H-Link

Rete LAN
dell'azienda

...
Unit per il condizionamento
dell'aria

Ethernet

Unit per il condizionamento


dell'aria

PSC-A160WEB1

PC remoto

Unit per il condizionamento


dell'aria

Hub
PC remoto

1.5 Collegamento a Internet


PSC-A160WEB1 stato progettato per essere accessibile via Internet. Ci significa che la manutenzione veloce ed
efficace e soddisfa le esigenze dell'utente finale.

N O TA
Si raccomanda di impostare una linea DSL dedicata per ridurre il carico sulla rete dati esistente dell'edificio.

1.5.1 Via rete LAN


Il PSC-A160WEB1 pu essere collegato a Internet e alla rete LAN dell'azienda utilizzando un router.
La rete LAN deve essere configurata in modo da garantire la sicurezza, utilizzando firewall e software antivirus.
Ci richiede l'assistenza dell'amministratore della rete LAN dell'azienda.
PSC-A160WEB1
Ethernet

PC remoto

Rete
LAN
dell'azienda

Firewall

Firewall

Unit per il condizionamento


dell'aria
Unit per il condizionamento
dell'aria
Unit per il condizionamento
dell'aria

PC remoto
Internet

...

PC remoto

PC remoto

11
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

PC remoto

1 Caratteristiche
generali

1.5.2 Diretta
Utilizzando la porta Ethernet possibile collegare PSC-A160WEB1 direttamente a Internet attraverso un modem DSL
adeguatamente configurato. Ci consente di monitorare il sistema da qualsiasi computer provvisto di accesso a Internet.
necessaria l'assistenza di un informatico. Inoltre, sar necessario garantire la sicurezza mediante mezzi esterni quali
firewall e software antivirus.
Modem DSL

PC remoto

PSC-A160WEB1

Unit per il condizionamento


dell'aria

Internet

Unit per il condizionamento


dell'aria
Unit per il condizionamento
dell'aria

PC remoto

...
PC remoto

1.5.3 Proxy
Un proxy un server di rete che in genere consente l'accesso solo a contenuti Web.
configurato nella nuova finestra di impostazione proxy che stata aggiunta alla Configurazione computer locale, come
illustrato in seguito.
PSC-A160WEB1
Internet
Firewall

Firewall

PC remoto
Server
Proxy

N O TA
Il proxy utilizza il protocollo di autenticazione NTLM1, Kerberos, Basic o Digest. Il protocollo di autenticazione NTLM2
non consentito. L'amministratore di rete dovrebbe fornire le informazioni relative al protocollo di autenticazione. Il
funzionamento attraverso un proxy non garantito in quanto la configurazione di rete e il software antivirus possono
impedire una corretta comunicazione tra il computer client e PSC-A160WEB1.
Il proxy e i firewall consentono la comunicazione attraverso la porta 8080.

12
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

1.6 H-LINK
1.6.1 Compatibile con H-LINK II
PSC-A160WEB1 compatibile con la nuova versione del sistema di comunicazione H-LINK chiamata H-LINK 2 e allo
stesso tempo conserva una totale compatibilit con le attuali unit H-LINK (H-LINK 1).
Il collegamento delle unit H-LINK 1 e H-LINK 2 nelle stessa unit H-LINK possibile tenendo in considerazione i limiti e
l'indirizzo dell'unit.
Il sistema di comunicazione H-LINK 2 offre un maggior numero di indirizzi, fino a 64 indirizzi del refrigerante e fino a 64
indirizzi di unit interna per ogni indirizzo del refrigerante.
Inoltre il sistema H-LINK 2 offre un numero maggiore di dispositivi fino ad un massimo di 200 dispositivi nella linea H-LINK
2. Sono considerati dispositivi un CSNET WEB, un'unit interna, un'unit esterna o altri dispositivi con indirizzo H-LINK.
Il PC-A1IO, il KPI o il Kit-DX corrispondono a una unit interna normale.

1.6.2 Compatibilit con le postazioni centrali


PSC-A160WEB1 compatibile con le postazioni centrali PSC-A64GT & PSC-A64S.
Impostando il pin 7 dell'interruttore DIP opzionale in posizione ON, il PSC-A160WEB1 attiva la compatibilit con le postazioni centrali.
Il CSNET WEB ha la priorit sulle postazioni centrali. Se il CSNET WEB impostato in modalit centralizzata e la postazione centrale cerca di inviare un ordine, il CSNET WEB sovrascriver l'ordine e ripristiner lo stato dell'unit che il CSNET
WEB conosce.
Se il CSNET WEB ha configurato il controllo remoto di un'unit come non disponibile, la postazione centrale non sar in
grado di annullare tale configurazione.

AV V E R T E N Z A
Se questa funzione abilitata, il CSNET WEB richiede a una postazione centrale di comunicare con le unit. Se nessuna postazione centrale controlla le unit, ci provocher importanti problemi di comunicazione dell'H-LINK.
Il CSNET WEB non rileva il sensore RCS in modalit di compatibilit della postazione centrale; pertanto esso non sar
visualizzato nello stato del sistema e non potr essere selezionato come ingresso durante il raffreddamento/riscaldamento automatico.
Vi sono alcune variabili nello stato del sistema come temperatura del liquido o del gas, che saranno visualizzate solo in
seguito a una modifica del valore. Tali valori vengono richiesti dal CSNET WEB solo in seguito alla modifica del valore;
pertanto dopo aver avviato il CSNET WEB saranno visualizzati come 0 fino a quando il loro valore cambier.
Il numero massimo di unit interne pari a 160, mentre quello di unit esterne uguale a 64.
Quando presente un dispositivo di controllo centrale come il PSC-A160WEB1, il numero massimo delle unit totali (unit
interne ed esterne) per solo 1.000 metri di linea H-LINK indicato nella tabella seguente:
Numero massimo
Unit esterne

64

Unit interne

160

Unit (esterne ed interne)

176

Dispositivi H-LINK

200

La lunghezza della linea H-LINK pu raggiungere i 1.000 metri e pu essere incrementata fino a 5.000 metri utilizzando
un massimo di 4 PSC-5HR. Ognuno di essi aggiunge 1.000 metri alla linea, determinando la quantit di unit interne che
possono essere collegate allo stesso H-LINK.
Ogni ripetitore della linea H-LINK (PSC-5HR) corrisponde a 16 unit interne. La tabella seguente riassume l'influenza del
PSC-5HR sul numero massimo di unit interne ed esterne.
Numero di PSC-5HR

Lunghezza massima dell'H-LINK

Numero massimo di unit interne ed esterne

1000 metri

176

2000 metri

160

3000 metri

144

4000 metri

128

5.000 metri

112

13
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

Di conseguenza, considerando i massimi precedenti e il numero di PSC-5HR, il numero massimo di unit interne collegabili ad un controllo centrale, nel cui caso CSNET WEB, viene indicato nella tabella e nel grafico riportati di seguito.
Numero massimo
unit
interne
Maximum
IndoordiUnit
Quantity
160
140

Indoor
Units
Unit
interne

120
100
0 PSC-5HR

80

1 PSC-5HR
60

2 PSC-5HR
3 PSC-5HR

40

4 PSC-5HR

20
0

12

16

20

24

28

32

36

40

44

48

52

56

60

64

0 PSC-5HR

64

160

160

160

160

156

152

148

144

140

136

132

128

124

120

116

112

1 PSC-5HR

64

156

152

148

144

140

136

132

128

124

120

116

112

108

104

100

96

2 PSC-5HR

64

140

136

132

128

124

120

116

112

108

104

100

96

92

88

84

80

3 PSC-5HR

64

124

120

116

112

108

104

100

96

92

88

84

80

76

72

68

64

4 PSC-5HR

64

108

104

100

96

92

88

84

80

76

72

68

64

60

56

52

48

Unit esterne

14
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

1.7 Interfaccia grafica


Il CSNET WEB offre due tipi di presentazione delle informazioni e delle opzioni di programma disponibili:
Visualizzazione globale: utilizza un diagramma ad albero per organizzare le unit dell'installazione e una tabella per
indicare le informazioni sulle unit.
Visualizzazione Building Layout: utilizza un diagramma ad albero per organizzare le unit dell'installazione e un layout
dellarea per indicare le informazioni sulle unit.
Queste due interfacce rendono pi facile l'utilizzo e consentono di accedere al sistema pi velocemente e in modo pi chiaro.

1.7.1 Visualizzazione globale


Il CSNET WEB presenta una schermata iniziale che mostra un layout virtuale delle unit rilevate.
Facendo clic sull'icona dell'unit, apparir un controllo remoto virtuale che consentir all'utente di gestire le unit.

4
1 Albero dell'area: diagramma ad albero delle installazioni con le diverse aree definite dall'utente.
2 Zona unit: elenco di tutte le unit interne con le informazioni di base riguardanti lo stato degli stessi.
3 Opzioni principali: consente di accedere alla visualizzazione dei dati dellinstallazione, alla configurazione di CSNET
WEB, ai dati storici e alle informazioni sul consumo di energia.
4 Stato HARC-WEB: mostra lo stato attuale di quattro collegamenti HARC-WEB, le funzioni attivate del software ed
eventuali aggiornamenti automatici disponibili.

15
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

Il CSNET WEB presenta anche una schermata estesa con funzioni pi complesse.

1 Modifica dell'albero dell'area: consente di modificare il diagramma ad albero dell'area.


2 Pannelli di funzionamento: Area di controllo del funzionamento delle unit.

16
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

1.7.2 Timer
Il CSNET WEB dispone di un timer facile da programmare. Pu memorizzare fino a 4 anni di programmazione e consente
di scegliere un timer annuale indipendente per ogni unit e giorno.
facile creare un Modello giornaliero che pu essere assegnato ai giorni desiderati, e il timer pu essere assegnato facilmente a unit specifiche, in base alle esigenze.
Il Modello giornaliero consente di fissare l'orario di blocco/sblocco delle funzioni del controllo remoto a piacere, e consente
cos di controllare perfettamente il sistema, garantendo il massimo comfort agli utenti.

Modello giornaliero
Timer annuale

1.7.3 Opzione consumo energetico


Il CSNET WEB consente di selezionare il periodo di controllo
del consumo energetico delle unit interne rispetto alle unit
esterne, dai dati di una data particolare a quelli di un anno
intero.

1.7.4 Opzione dati storici


Il CSNET WEB introduce l'opzione di visualizzazione costante dei dati storici nel formato di una tabella e di un grafico,
consentendo di analizzare il problema immediatamente e di
trovare facilmente una soluzione.

17
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Funzioni che possono essere


bloccate

1 Caratteristiche
generali

1.7.5 Editor del Building Layout


Il CSNET WEB dotato di un editor del Building Layout che consente all'utente di personalizzare la schermata e il modo
in cui le unit sono distribuite all'interno dell'installazione.

Le funzioni sono le stesse di cui dotato il CSNET WEB abituale, ma dispone di una nuova visualizzazione di facile utilizzo.
Per controllare ununit Packaged basta fare clic sullarea o sullicona dellunit e avviare il funzionamento mediante il controllo remoto virtuale.

18
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

1.7.6 Funzioni dell'interfaccia


Barra di stato Web HARC

La barra di stato Web HARC indica la data e lora dellHARC attuale a destra, mentre a sinistra presenta unicona per ogni
HARC. Questa icona ci mostrer lo stato attuale di ogni HARC. Alla sinistra della data e dell'ora pu comparire una notifica
dei nuovi aggiornamenti del software.

ICONA

ICONA

STATO DELL'HARC

STATO DELL'HARC

Non configurato

Richiesta sincronizzazione in corso

Collegato e sincronizzato

Sincronizzazione dati in corso

Errore di comunicazione

Autoconfigurazione in corso

Invio informazioni all'HARC in corso

Sono presenti aggiornamenti per l'HARC.

L'ora e la data non sono sincronizzate

Posizionando il mouse sull'icona si otterranno ulteriori informazioni riguardo all'HARC.

N O TA
L'indicazione dell'autoconfigurazione aumenter in base alla percentuale di autoconfigurazione attualmente realizzata.

La barra di stato fornisce informazioni sulle funzioni generali che sono attualmente eseguite dal software.
Il significato delle icone spiegato nella tabella seguente.
ICONA

NOTIFICA
Il salvataggio automatico del file del consumo energetico attualmente attivato.
Il Server Web in funzione senza problemi.
Il Server Web in funzione ma presenta alcuni problemi di comunicazione.
I dati Fidelio sono configurati e funzionanti.
I dati Fidelio sono configurati ma non funzionanti.
L'allarme via e-mail in funzione.
Allarme di errore nell'invio dell'e-mail.
L'allarme via e-mail sta inviando un'e-mail.
I misuratori di potenza sono configurati e attivati.
Problema di comunicazione con i misuratori di potenza.
Sono disponibili aggiornamenti per il software CSNET WEB.

19
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

Visualizzazione della password

In ogni campo riservato alla password possibile inserire la password visualizzando i caratteri battuti.
La password nascosta per impostazione predefinita. Tuttavia nel caso in cui l'utente non sapesse quali errori di battitura
si stiano verificando potr cliccare con il tasto destro del mouse e comparir un men con l'opzione di mostrare o nascondere i dati relativi alla password.

Nel caso in cui l'utente scegliesse l'opzione "Mostrare password", la password attuale sar annullata per questioni di sicurezza, e da quel momento in poi la battitura della password sar visibile.
Le volte successive in cui l'utente acceder a queste finestre, la password sar sempre nascosta all'utente.

1.7.7 Ulteriori caratteristiche


Regolazione di funzioni opzionali

L'uso di un display a 7 segmenti sull'interfaccia del PSC-A160WEB1 facilita l'installazione e la manutenzione.


Il PSC-A160WEB1 include nuove funzioni opzionali che possono essere configurate utilizzando gli interruttori DSW:
Notifica allarme: viene selezionata per impostazione predefinita. viene visualizzata quando si verifica un allarme e ne
indica il codice su un display a 7 segmenti.
Notifica IP: questa funzione mostra l'indirizzo IP attuale sul display a 7 segmenti, e consente all'installatore di realizzare
una connessione quando la configurazione IP diversa da quella predeterminata.
Notifica unit: indica il numero di unit rilevate.
Notifica allarme dettagliato: questa funzione mostra all'installatore il codice di allarme per ogni unit sul display a 7
segmenti.
Configurazione della copia di backup

La manutenzione del CSNET WEB migliorata e consente di realizzare una copia di backup della configurazione corrente.
Se il CSNET WEB deve essere sostituito, la copia di backup del file di configurazione ripristina la configurazione del nuovo
CSNET WEB.

N O TA
Le password non sono salvate nella copia di backup. Devono essere inserite di nuovo manualmente.
Registro degli allarmi

La manutenzione dell'installazione stata migliorata con l'introduzione di un registro degli allarmi. I dati mostrano una
descrizione dettagliata di cosa accaduto per ogni allarme che si verificato. Le informazioni possono essere analizzate
dal CSNET WEB o esportate in un file di testo per un'analisi successiva.
Download dei dati storici

Il CSNET WEB consente di scaricare i dati storici partendo da una data precisa.
I dati storici possono essere memorizzati nel nuovo formato CSNET WEB o in un formato compatibile con le versioni precedenti del CSNET.
Il CSNET WEB in grado di memorizzare fino a 50 MB di dati storici compressi. Quest'opzione potrebbe richiedere alcuni
minuti, a seconda dell'installazione e della connessione.
50 MB di dati compressi possono memorizzare, approssimativamente, i dati di un'installazione costituita da 128 unit
interne per 3 tre mesi.
Salvataggio automatico del registro di errore

Dalla finestra di impostazione del software possibile configurare il registro di errore che deve essere salvato automaticamente nel computer remoto quando si verifica un errore.
20
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

1 Caratteristiche
generali

Salvataggio automatico del consumo energetico

Dalla finestra di impostazione del software possibile configurare il file del consumo energetico che deve essere salvato
quotidianamente nel computer remoto.
Elenco delle installazioni

L'elenco delle installazioni consente di gestire in modo pi facile le installazioni del CSNET WEB da un PC remoto. Esso
consente di selezionare un elenco degli ultimi collegamenti. Se richiesto, il software pu ricordare anche il nome utente e
la password.
Questa caratteristica rende pi facile la gestione dell'installazione per gli utenti che si connettono regolarmente con diverse
configurazioni CSNET WEB.
Aggiornamenti automatici

Il software CSNET WEB ed il software dell'interfaccia possono essere aggiornati on-line dopo aver configurato la connessione ad internet. Questa opzione consente di effettuare gli ultimi aggiornamenti senza avere l'ultima versione del CD-ROM.
Altrimenti, l'interfaccia del CSNET WEB pu essere aggiornata utilizzando l'ultima versione del CSNET WEB in CD-ROM
e il software client CSNET WEB deve essere installato di nuovo per ogni computer remoto utilizzando il software di installazione presente nel CD-ROM.
ColdDraft

Nei sistemi VRF, quando il carico particolarmente basso e vi sono poche unit in funzione in un sistema, possibile che
la temperatura dellaria in uscita scenda al di sotto del valore di comfort. Grazie a questa opzione, HITACHI in grado di
assicurare il massimo comfort anche in queste situazioni, offrendo la possibilit di impostare lunit su Termo OFF quando
la temperatura di uscita dellaria inferiore al valore di comfort e di impostarla nuovamente su Termo ON quando la temperatura rientra nellintervallo di comfort.
H-LINK II

Il CSNET WEB compatibile con H-LINK II, la nuova versione del protocollo di comunicazione sviluppata da Hitachi. Il
software opera ancora con la versione precedente del protocollo.
RCS Web

Il RCS Web un CSNET WEB ridotto per Packaged che consente di controllare solo le funzioni di controllo remoto. un
sistema di facile utilizzo in quanto simile ad un controllo remoto virtuale.
Building Layout automatico

Il CSNET WEB dotato di un editor del Building Layout che consente all'utente di personalizzare la schermata del Building
Layout. Anche se non viene creato il file del Building Layout, il CSNET WEB crea automaticamente una schermata del
layout seguendo l'organizzazione ad albero creata nell'HARC.
Compatibilit con le postazioni centrali

Il PSC-A160WEB1 ora compatibile con le postazioni centrali PSC-A64GT e PSC-A64S ma con alcune restrizioni relativamente al sensore RCS ed alle variabili di temperatura del liquido e del gas.
Server web

Il software CSNET WEB pu essere eseguito come un server web che consente agli utenti di configurare le impostazioni
per le unit consentite agli utenti.
In tal modo, gli utenti possono inviare ordini senza dover installare il software CSNET WEB.
Compatibilit con i misuratori di potenza

I dispositivi misuratori di potenza Modbus-TCP possono essere collegati al CSNET WEB. I dati estratti da tali dispositivi
saranno mostrati e utilizzati per il calcolo del consumo energetico.
Inserimento dei costi di consumo energetico

Il consumo energetico consente di configurare il costo di energia in periodi temporali diversi. Con tali costi di energia definiti, il CSNET WEB indica un costo stimato per unit interna.

21
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

2 Configurazione
dell'hardware

2.

Configurazione dell'hardware

Indice
2.1

Lavoro iniziale........................................................................................................................................ 24

2.2

CSNET WEB Configurator..................................................................................................................... 25


2.2.1Collegamento all'interfaccia CSNET WEB..................................................................................................... 25
2.2.2 Collegamento al CSNET WEB per la configurazione del software................................................................ 26

2.3

Aggiornamento dell'hardwareCSNET WEB.......................................................................................... 27

2.4

Installazione del software CSNET WEB e del percorso abbreviato sul proprio PC............................... 28

23
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

2 Configurazione
dell'hardware

2.1 Lavoro iniziale


Dopo aver completato e controllato l'installazione elettrica, controllare che tutte le unit per il condizionamento dell'aria
funzionano e fornire alimentazione al PSC-A160WEB1 per configurare l'interfaccia CSNET WEB:
1 Collegare il computer che verr usato per la configurazione del CSNET WEB con un cavo Ethernet incrociato.
2 Inserire il CD-ROM (in dotazione) nel computer che gi collegato. Se l'opzione di avvio automatico di Windows
abilitata, il programma di installazione si avvier automaticamente.

N O TA
Se questa opzione non attivata, avviare l'applicazione "autorun.exe presente sul CD-ROM.
Assicurarsi che l'applicazione Java sia installata prima di eseguire l'applicazione "autorun.exe". In caso contrario,
eseguire "java_installer-x32.exe" per Windows a 32 bit o "java_installer-x64.exe" per Windows a 64 bit all'interno della
cartella "DATA".
3 Comparir la pagina iniziale per linstallazione, che indicher le seguenti opzioni:
-- CSNET WEB Configurator: apre linterfaccia del configuratore CSNET WEB, al fine di procedere alla configurazione e all'installazione.
-- IP Change: apre le impostazioni di rete del sistema che consentono di modificare l'IP del computer.
-- CSNET WEB Software: esegue il software CSNET WEB dal CD.
-- Install CSNET WEB in PC: installa una copia di CSNET WEB nel computer locale.
-- CSNET WEB Manual: consente di aprire il catalogo tecnico di CSNET WEB.
-- Upgrade CSNET WEB hardware: consente di aggiornare il firmware del CSNET WEB utilizzando la nostra interfaccia.
-- Building Layout Software: esegue leditor del Building Layout per consentire luso di questa applicazione al fine
di creare un file Building Layout.

24
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

2 Configurazione
dell'hardware

2.2 CSNET WEB Configurator


La pagina iniziale di installazione CSNETWEB Hardware & Software Setup sar visualizzata con le seguenti opzioni
disponibili:
Configure CSNET WEB Hardware (Change Network Settings): consente di modificare la configurazione TCP/IP di
CSNET Web per adattarla alla rete in cui verr installata.
Connect to CSNET WEB for Configuration: consente di collegarsi all'applicazione CSNET WEB per configurare tutti
i punti descritti nei capitoli successivi.
Install CSNET WEB Software in local PC: consente di installare l'applicazione CSNET WEB prima sul proprio PC e
poi nei computer della stessa rete che utilizzeranno il CSNET WEB.
Update CSNET WEB Hardware: consente l'aggiornamento remoto del firmware dell'interfaccia CSNET WEB.

2.2.1 Collegamento all'interfaccia CSNET


WEB
1 Selezionando Configure CSNET WEB Hardware
(Change Network Settings), viene visualizzata la
schermata Select Network Card che indica i diversi
adattatori di rete disponibili sul PC.
2 Selezionare l'adattatore di rete che si utilizzer e fare
clic su Avanti.
3 Verr visualizzata la schermata CSNET WEB Hardware Settings per modificare la configurazione TCP/
IP di CSNET WEB.

Verr


richiesta la password dellinstallatore per configurare il CSNET WEB. La password iniziale Installer,
ma pu essere modificata successivamente. Immettere
questa password nel campo INSTALLER PWD.

< Indietro

Avanti >

Annullare

< Indietro Avanti >

Annullare


I campi HW IP ADDRESS, HW NETMASK e HW GATE
WAY devono essere i parametri di configurazione richiesti per il CSNET WEB; essi verranno forniti dall'amministratore di rete.

 are clic su Avanti per procedere. Verr visualizzato


F
la schermata Time, date & zone configuration.

Inserire la data e l'ora.


Selezionare

l'area geografica pi vicina alla zona geografica di installazione.

SelezionareAvanti per configurare il CSNET WEB.

Il programma di installazione visualizzer il seguente


messaggio per ricordare che sono necessari 2 minuti
per applicare la configurazione.

OK

 na volta terminata la configurazione TCP/IP del


U
CSNET WEB, il software di installazione ritorner alla
schermata iniziale.

25
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

2 Configurazione
dell'hardware

2.2.2 Collegamento al CSNET WEB per la configurazione del software


Questa opzione consente di modificare le impostazioni di rete del PC temporaneamente, e di collegarsi all'interfaccia
CSNET WEB.

AV V E R T E N Z A
Si consiglia di non configurare il software senza aver prima configurato l'interfaccia CSNET WEB.
1 Selezionare Connect to CSNET WEB Software for
Configuration, premere Avanti, in questo modo viene
visualizzata la finestra Select Network Card, la quale
mostra gli adattatori di rete disponibili sul proprio PC.
2 Selezionare l'adattatore di rete che si desidera utilizzare
e premere Avanti.
Si consiglia di selezionare Connessione area locale se
il sistema non presenta una rete specifica (l'amministratore di rete aiuter a realizzare la scelta corretta).
3 Inserire l'IP del CSNET WEB al quale ci si desidera collegare. La configurazione che gi stata scelta viene
visualizzata come predefinita. Si deve sempre inserire
l'IP temporaneo che il PC deve utilizzare.

AV V E R T E N Z A

< Indietro Avanti >

Annullare

< Indietro Avanti >

Annullare

< Indietro Avanti >

Annullare

Se il PC e l'interfaccia CSNET WEB sono collegati a una


rete di area locale, la configurazione di rete dovr essere
fornita dall'amministratore di rete. In caso contrario, utilizzare una configurazione valida tra quelle presenti nella gamma dell'interfaccia CSNET WEB. In caso di dubbio, consultare l'amministratore di rete.
4 Premere Avanti per confermare le modifiche, modificare la configurazione di rete del PC temporaneamente
e avviare l'applicazione CSNET WEB che configura il
sistema.
5 Quando viene avviata l'applicazione, questa configura
il sistema come indicato al capitolo Funzionamento e
configurazione delle unit packaged.
6 Una volta terminata la configurazione chiudere l'applicazione CSNET WEB e fare clic su OK nella finestra di
dialogo Waiting for CSNET WEB software to finish....
L'installazione ritorna alla schermata iniziale.

Connessione area locale

OK

26
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

2 Configurazione
dell'hardware

2.3 Aggiornamento dell'hardwareCSNET WEB


Questa opzione consente l'aggiornamento del firmware del CSNET WEB.
1 Inserire la password predefinita dell'installatore Installer nel campo "Installer Password". Inserire l'indirizzo IP o il
nome della rete CSNET WEB nel campo IP Address.
2 Premere Update. Dopo pochi minuti la barra di stato indica che il processo terminato (il tempo dipender dalla
velocit del collegamento con il CSNET WEB).
3 Chiudere il software di aggiornamento premendo Close.

27
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

2 Configurazione
dell'hardware

2.4 Installazione del software CSNET WEB e del percorso abbreviato sul proprio PC
Procedere come indicato di seguito per installare l'applicazione CSNET WEB sul proprio PC e/o sui computer della stessa
rete che devono essere collegati all'interfaccia CSNET WEB:

AV V E R T E N Z A
Affinch l'applicazione CSNET WEB possa funzionare, necessario installare Java J2SE Runtime Environment sul propio
PC. Se non installato in modo corretto seguire il punto 1. In caso di dubbi, o nel caso in cui fosse gi stato installato,
passare al punto 2. Se ancora in dubbio, consultare l'amministratore di rete.
1 Fare clic sul link Installer file in CD-ROM per installare Java J2SE Runtime Environment 6.0. Viene avviata lapplicazione di installazione Java.
2 Fare clic sul link Install in your computer per installare lapplicazione CSNET WEB.

3 Selezione delle opzioni di installazione.

28
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Scelta della cartella per l'installazione.

3 Configurazione
computer locale

3.

Configurazione computer locale

Indice
3.1

Pagina iniziale........................................................................................................................................ 31

3.2

Configurazione computer locale............................................................................................................. 32


3.2.1 Elenco delle installazioni................................................................................................................................ 33
3.2.2 Impostazioni proxy......................................................................................................................................... 34
3.2.3 Impostazioni del software............................................................................................................................... 35
3.2.4 Registro delle Software.................................................................................................................................. 35

29
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

3 Configurazione
computer locale

Dopo aver configurato l'interfaccia CSNET WEB necessario avviare la configurazione del sistema. Per installare l'RCS
Web invece del CSNET WEB, fare riferimento al capitolo RCS Web. Si ricorda che RCS Web una versione ridotta del
CSNET WEB dotato unicamente di funzioni di controllo remoto ma pi semplice da utilizzare per un utente non esperto.

N O TA
necessario configurare per il CSNET WEB almeno gli elementi indicati di seguito:
Configurazione computer locale (vedere la pagina seguente)
Albero dell'area (vedere capitolo Albero dell'area)
Configurazione dell'unit (vedere capitolo Impostazioni dell'unit)
Auto Freddo/Caldo (vedere capitolo Auto Freddo/Caldo)
Si consiglia di configurare contemporaneamente gli altri punti indicati nel manuale, anche se ci pu essere fatto in seguito.

AV V E R T E N Z A
Occorre ricordare che per accedere al CSNET WEB mediante un percorso abbreviato, necessario collegare il computer
alla connessione Ethernet collegata all'interfaccia CSNET WEB.
Facendo clic sul percorso abbreviato viene visualizzata una pagina in cui necessario specificare la lingua che si desidera
utilizzare. La stessa schermata mostra un timer dei secondi (che pu essere configurato in seguito), che scorre fino a zero
e quindi avvia CSNET WEB nella lingua selezionata.

Se si attendono 10 secondi o se si preme il tasto OK, il CSNET WEB mostrer la pagina iniziale.

30
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

3 Configurazione
computer locale

3.1 Pagina iniziale


La pagina iniziale divisa in due parti:
1 Accesso all'installazione desiderata.
Configurazione software locale: I campi nome utente e password sono sensibili alla differenza tra maiuscole e minuscole.
Se si cerca di accedere all'installazione desiderata, la schermata iniziale mostra tre campi di testo che devono essere
compilati per accedere all'installazione:
Installazione: Inserire l'indirizzo IP del CSNET WEB al quale ci si desidera collegare o il nome dellinstallazione creata
in precedenza. LIP predefinito del CSNET WEB 192.168.0.3.
ID utente: Inserire il nome del tipo di utente che acceder all'installazione.
Esistono due tipi di utenti:
-- Installatore: Ha accesso a tutte le opzioni. Si consiglia di fornire l'accesso a questa opzione solo al personale autorizzato che conosce il programma.
-- Utente: Ha accesso solo alla configurazione delle unit e alla visualizzazione del timer.

N O TA
Il campo ID utente sensibile alla differenza tra maiuscole e minuscole.
Password: Digitare la password che corrisponde all'utente inserito.
-- La password predefinita per Installatore : Installer
-- La password predefinita per Utente : User
2 Usare proxy: Come si pu vedere nella sezione Configurazione del computer locale, se si seleziona questa opzione,
il collegamento verr realizzato attraverso proxy (se configurato).
1

Dopo aver inserito tutti i dati, fare clic su OK. Se si sta accedendo all'installazione per la prima volta, viene visualizzato
il messaggio Nuova Installazione:

No

Annullare

Facendo clic su "S", i dati inseriti verranno salvati. In questo modo ogni volta che viene avviato il CSNET WEB, nel campo
di testo Installazione sar presente un menu a tendina con le diverse installazioni salvate.

In seguito CSNET WEB si collega all'installazione inserita e mostra la schermata principale.

31
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

3 Configurazione
computer locale

3.2 Configurazione computer locale


Questa opzione consente di modificare i diversi parametri di configurazione del computer client, quali la configurazione della connessione Internet, la lingua predefinita, la memorizzazione dati locale o l'elenco di accesso rapido alle installazioni.
Facendo clic su questo tasto si visualizza la schermata successiva:

Questa schermata consente di configurare il funzionamento del software sul proprio computer in termini di:
Elenco installazioni.
Impostazioni proxy.
Impostazioni software.
Registro delle software.

32
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

3 Configurazione
computer locale

3.2.1 Elenco delle installazioni


Premere Nuovo per creare una nuova installazione.
Comparir la finestra "Elemento di rete nuovo. L'installazione pu anche essere modificata o annullata premendo rispettivamente i tasti Modif. e Canc..
Inserire i dati dell'installazione come indicato in seguito:
-- Titolo: Nome identificativo dell'installazione.
-- Building Layout: Cartella contenente il file Building Layout che rappresenta questa installazione. Il file deve essere
creato in precedenza utilizzando leditor building layout. Con laggiunta del file apparir automaticamente un tasto
di configurazione del building layout quando si accede allinstallazione.
-- Apri quando il login: Apre il Building Layout come visualizzazione predefinita dopo aver eseguito il login al CSNET
WEB.
Per ogni porta CS (server CSNET WEB disponibile per effettuare il collegamento):
-- Nome: Nome identificativo del server CSNET WEB.
-- Indirizzo: Indirizzo IP del server CSNET WEB.
-- Porta: Porta di collegamento in cui il server CSNET WEB in ascolto.
-- Proxy: Indica se la comunicazione con il server CSNET WEB passer da un server proxy.
-- Password: Password per l'accesso al CSNET WEB. La password predefinita Installer.

Premere Aggiungere nell'area lista utente per creare un nuovo utente. necessario creare almeno un utente per collegarsi all'installazione. Comparir la finestra "Nuovo utente.... Gli utenti possono anche essere modificati o eliminati
premendo rispettivamente i tasti Modif. e Canc.

33
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

3 Configurazione
computer locale

Inserire l'username e la password desiderati. Selezionare inoltre i diversi privilegi dell'utente. Si noti che il nome utente non
pu essere ripetuto.

In Selezione dell'Unit possono essere assegnate all'utente attuale tutte le unit disponibili del CSNET WEB. Cliccando su
Configura apparir una finestra in cui possibile specificare quale modello descrive le unit per questo utente.
possibile configurare anche l'ordinamento per unit.

3.2.2 Impostazioni proxy


La finestra Impostazioni proxy consente di configurare la connessione attraverso un proxy se necessario. In caso di dubbi
riguardo ai dati necessari contattare l'amministratore di rete.

34
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

3 Configurazione
computer locale

3.2.3 Impostazioni del software


Questa finestra consente di configurare quattro tipi di dati:
Impostazioni lingua: possibile scegliere la lingua di default da utilizzare nella schermata principale. possibile impostare il tempo di visualizzazione (in secondi) e fare in modo che il programma ricordi le modifiche.
Memorizzaz. dati locale: I capitoli Visualizzazione degli allarmi e Consumo Energia forniranno ulteriori dettagli relativamente a queste impostazioni.
Password del Sistema: Impostando questa password, quando un utente desiderer aprire la Configurazione del computer locale gli sar richiesto di inserire la password.
Avvio automatico: Consente di selezionare l'installazione, il nome utente e la password desiderati, che si avvieranno
automaticamente all'avvio del software CSNET WEB.

3.2.4 Registro delle Software


La finestra relativa al registro software consente all'utente di registrare il proprio software per poter accedere al server degli
aggiornamenti.
Dopo aver registrato il software, possibile attivare la ricerca automatica degli aggiornamenti e verificare le nuove versioni
clienti unicamente facendo clic sul tasto di Controllare.
Se presente un aggiornamento, questo pu essere scaricato utilizzando lo stesso tasto e, dopo aver scaricato gli aggiornamenti, il CSNET WEB chieder di installarli e di riavviare il software.

35
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.

 unzionamento e configurazione
F
delle unit Packaged

Indice
4.1

Albero dell'area...................................................................................................................................... 38

4.2

Tabella delle unit interne...................................................................................................................... 39

4.3

Pannello di funzionamento..................................................................................................................... 40
4.3.1 Impostazioni................................................................................................................................................... 40
4.3.2 Timer.............................................................................................................................................................. 41
4.3.3 Configurazione unit...................................................................................................................................... 46
4.3.4 Status sistema................................................................................................................................................ 47
4.3.5 Auto Freddo/Caldo......................................................................................................................................... 50
4.3.6 ColdDraft........................................................................................................................................................ 55
4.3.7 Misuratore di potenza..................................................................................................................................... 56

37
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Il presente capitolo fa riferimento a un sistema con unit Packaged. Non possibile collegare refrigeratori d'acqua e unit
Packaged nella stessa linea di comunicazione H-LINK.

4
1 Albero dell'area: diagramma ad albero delle installazioni con le diverse aree definite dall'utente.
2 Zona unit: elenco di tutte le unit interne con le informazioni di base riguardanti lo stato degli stessi.
3 Opzioni principali: consente di accedere alla visualizzazione dei dati dellinstallazione (Packaged), alla configurazione
di CSNET WEB, ai dati storici e alle informazioni sul consumo di energia.
4 Stato HARC-WEB: mostra lo stato attuale di quattro collegamenti HARC-WEB, le funzioni attivate del software ed
eventuali aggiornamenti automatici disponibili.

4.1 Albero dell'area


Consentire Modifica Area attiva un diagramma ad albero dell'area per questa installazione.
Nuovo: Crea una nuova area.
Modif.: Modifica l'area selezionata nel diagramma
ad albero dell'area.
Canc.: Elimina l'area selezionata.
Sopra: Sposta verso l'alto l'area selezionata, rispettandone il livello.
Sotto: Sposta verso il basso l'area selezionata, rispettandone il livello.
Aggiorna: Salva tutte le aree create e chiude la sezione di modifica dell'area.
Annulla: Chiude la sezione di modifica dell'area
senza salvare le modifiche apportate.

N O TA
Le aree create contengono unit interne. Si prega di leggere il capitolo seguente per selezionare l'area a cui appartiene
ciascuna unit.

38
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.2 Tabella delle unit interne


La tabella delle unit interne presenta una linea per ogni unit interna.

Il significato di ogni colonna il seguente:


Colonna

Descrizione

Contenuto / Simbolo

UE

Indirizzo dell'unit esterna o del circuito di


raffreddamento al quale appartiene l'unit interna.

<numero>

UI

Indirizzo dell'unit interna

<numero>

RCS

Numero controllo remoto

Area

Area alla quale appartiene l'unit selezionata.

<testo descrittivo>

Nome del locale climatizzato dall'unit selezionata.

<testo descrittivo>

Descrizione

<numero>

Accessa
A/S

Controllo

Tset

Ventil.
(*)

RC non
trovato

Indica se ogni unit interna accesa o spenta.

Indica se l'unit interna presenta un parametro di


controllo bloccato che non pu essere modificato
dal controllo remoto.

Parametro bloccato

Temperatura di impostazione

Nessun parametro bloccato

<numero>
Freddo

Modalit

Configurata
senza RC

Spenta

Caldo

Modalit di funzionamento dellunit interna

Bassa

Deumidificazione

Ventilazione

Media

Automatico

Alta

Velocit di ventilazione dell'unit interna


Acceso

Louver

Posizione della feritoia

Timer

Timer utilizzato dall'unit interna.

Non disponibile

<testo descrittivo>

N O TA
(*): Per le unit interne con modalit extra di velocit della ventola (High-H
corrispondente.

39
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

e Auto

), viene indicata la figura

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.3 Pannello di funzionamento


Il pannello di funzionamento presenta i cinque campi di accesso seguenti, che offrono un controllo completo delle unit:
Impostazioni
Timer
Configurazione unit
Status Sistema
Auto Freddo/Caldo
ColdDraft
Di seguito vengono spiegati i campi sopra indicati:

N O TA
La visibilit di questi campi dipende dal livello di privilegio dell'utente.

4.3.1 Impostazioni
Questa opzione mostra i parametri che possono essere selezionati per ogni unit interna.
1

Dopo aver selezionato i parametri da regolare, fare clic su Aggiorna per inviare l'ordine alle unit selezionate o su Annulla
per annullare l'operazione.
1 Seleziona l'unit. L'unit selezionata nella tabella delle unit interne viene definita dal campo Descrizione. Mediante il
campo Configurare per, selezionare il gruppo di unit per le quali si desidera regolare i parametri:
-- Unit singola: L'unit selezionata.
-- Un. Esterna: Tutte le unit interne che appartengono allo stesso circuito di raffreddamento.
-- Area: Tutte le unit che si trovano nella stessa area.
-- Tutte le unit: Tutte le unit controllate dal CSNET WEB.
2 Regolare i parametri. Fare clic con il mouse sul parametro che si desidera selezionare. Selezionare la temperatura con
i tasti o >. L'intervallo della temperatura :
-- Da 19C a 30C per il raffreddamento.
-- Da 17C a 30C per il riscaldamento.

Selezionare la velocit della ventola e la posizione della feritoia premendo i tasti Velocit ventilazione e Louver.

N O TA
La modalit automatica non pu essere impostata nel caso di unit con adattatore RAC PSC-6RAD; pertanto l'opzione non
comparir sullo schermo quando si seleziona questo tipo di unit.
3 Blocco parametro. I parametri che sono stati selezionati in Blocco RCS rimarranno bloccati nella posizione in cui si trovano nel momento in cui l'opzione viene attivata. Ci significa che non possono essere modificati dal controllo remoto.

N O TA
Il blocco A/S blocca solo in Spento (OFF). L'unit pu essere sempre fermata dal controllo remoto.

40
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.3.2 Timer
Questa opzione mostra i tempi di funzionamento che possono essere selezionati per ogni unit interna.
Il timer mostrato corrisponde all'unit selezionata nella tabella delle unit interne, come mostrato nell'esempio.

Il timer composto da:


14 12 11

13

10
Modifica e
assegnazione

3 4

Tasto per la modifica del modello e del timer.

Tasto per assegnare il timer alle unit selezionate.

Campo per selezionare le unit alle quali si desidera assegnare il timer.

Selezione del modello programmato


Blocco parametro

6
(*)
Modello

Bloccato

Sbloccato

Non modificato

Velocit di ventilazione programmata


Bassa

Media

Alta

Non
modificato

Temperatura di impostazione: C / Non modificato


Modalit di funzionamento programmata

Freddo

Caldo

Deumidificazione

Ventilazione

Automatico

Non
modificato

Selezione Acceso/Spento
9

Spento

Acceso

Non modificato

10 Tempo programmato
11 Informazioni sul mese selezionato
Timer

12 Campo per la selezione del mese e dell'anno che si desidera visualizzare.


13 Campo per la selezione del timer programmato.

Assistente

14 Apre la finestra Assistente che consente la gestione dei timer con una modalit pi veloce e centralizzata.

(*): Per le unit interne con modalit extra di velocit della ventola (High-H
corrispondente.
41
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

e Auto

), viene indicata la figura

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Accesso alla programmazione

Per creare un modello e un timer premere il pulsante Modifica Timer e Modello:

Con le seguenti funzioni:


1 Area per aggiornare e chiudere la programmazione.
2 Area per creare, modificare e/o annullare un timer programmato.
3 Area per creare, modificare e/o annullare un modello da
programmare.
4 Voci per il modello giornaliero del proprio programma.
5 Area per creare, modificare e/o annullare una voce del modello programmato.
6 Timer annuale programmato.

Programmazione del modello giornaliero

Dopo l'accesso alla zona programmazione timer seguire le istruzioni indicate di seguito. Per ulteriori dettagli sui parametri
programmabili vedere la pagina precedente.
Come creare un nuovo modello
1 Premere il tasto Nuovo.
2 Inserire il nome del nuovo modello nella casella indicata:
es. Pattern 1.
3 Selezionare il colore utilizzando la selezione di colori e facendo
doppio clic.
4 Dopo aver completato questa fase, premere il tasto Aggiorna per
programmare l'orario del nuovo modello.

N O TA
Dopo aver aggiornato il modello viene visualizzato il primo modello programmato. Per le fasi successive selezionare ancora una volta il modello che appena stato creato.

Come modificare un modello esistente


Selezionare un modello esistente utilizzando il men a tendina.
Premere il tasto Modif.
Modificare il colore del modello selezionato come indicato nel passo relativo alla creazione di un nuovo modello.
Modificare il programma giornaliero come indicato per la programmazione giornaliera.
Come eliminare un modello esistente
Selezionare un modello esistente utilizzando il men a tendina.
Premere il tasto Canc.

42
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Programmazione giornaliera

Dopo aver creato e selezionato il modello possibile cominciare a programmare ogni voce, indicando le condizioni di
lavoro per ogni ora del giorno.
Premere il tasto Nuovo per creare una voce del modello programmato.
Selezionare l'opzione che si desidera programmare in ogni campo.
Trovare il sottocampo "Ora".
Selezionarlo e premere il tasto OK. Il programma voce che viene
visualizzato dipende dal modello selezionato.

Premere il tasto Modif. per modificare una voce che stata creata
e selezionata in precedenza.

Premere il tasto Canc. per eliminare una voce che stata creata e
selezionata in precedenza.

Programmazione timer

Dopo l'accesso alla zona programmazione timer seguire le istruzioni indicate di seguito.
Creare un nuovo timer

1 Premere il tasto Nuovo.


2 Inserire il nome del nuovo timer nella casella indicata:
es. Winter.
3 Premere il tasto Aggiorna per passare al programma del
mese
selezionato.

Programmazione mensile

Assegna il modello giornaliero selezionato in precedenza a ogni giorno del mese, come indicato di seguito:
Selezionare il modello giornaliero utilizzando il men a tendina.

43
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

1 Premendo sul giorno della settimana, il modello selezionato


in precedenza viene assegnato a tutti i giorni del mese che
corrispondono al giorno della settimana selezionato.
2 Premendo su un giorno specifico si assegna il modello selezionato solo al giorno in questione.
3 Premendo la freccia >> si assegna il modello selezionato a
tutti i giorni della settimana.
4 Premendo il nome del mese si assegna il modello selezionato al mese.
5 Premendo il tasto in alto a sinistra saranno selezionati tutti
i giorni lavorativi del mese. Tutti i giorni tranne sabato e
domenica. Questo tasto comparir solo in caso di modalit
modifica del timer.
6 Dopo aver impostato il timer, premere il tasto Aggiorna per
confermare la programmazione.

5
3
2

N O TA
L'aggiornamento del timer durer alcuni minuti; durante questo
lasso di tempo la modifica del timer e del modello sar bloccata
e apparir un messaggio di attesa aggiornamento timer.

Assegnazione del timer

Dopo che il timer stato creato possibile assegnarlo a tutte


le unit che devono utilizzarlo. Fare quanto indicato di seguito:
Premere il tasto del campo 1 dal men a tendina per selezionare le unit alle quali si desidera assegnare il timer. L'elenco
include le seguenti opzioni:
Unit singola: Seleziona l'unit indicata nella tabella delle
unit interne.
Area: Seleziona tutte le unit trovate nello stesso gruppo
come l'unit selezionata nella tabella delle unit interne.
Un. Esterna: Seleziona tutte le unit interne collegate alla
stessa unit esterna come l'unit selezionata nella tabella
delle unit interne.
Tutte le unit: Seleziona tutte le unit interne.

Premere il tasto 2 Assegnare Timer a: per assegnare il timer


alle unit selezionate.

44
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Assistente di Timer

L'Assistente di Timer suddivide il processo di configurazione in 3 parti:


Patterns
Crea tutti i diversi modelli che saranno applicati a una determinata
ora del giorno.

4
Timer
Crea diversi timer e assegna il modello selezionato in base ai
giorni.

L'assegnazione avviene selezionando il modello desiderato;


specificare i giorni della settimana in cui deve essere configurato,
indicando le date in cui deve essere attivo e i giorni esclusi.
Le eccezioni possono essere giornaliere, mensili, annuali o una
combinazione di tutte e 3. Se non viene impostato qualche campo
di un'eccezione, l'eccezione viene applicata per qualsiasi valore
di questo parametro.

Unit
Assegna il timer selezionato alle unit nella tabella.
possibile effettuare una selezione multipla trascinando il mouse
o premendo il tasto CTRL.

45
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.3.3 Configurazione unit


Le impostazioni dell'unit mostrano i dati di ogni unit controllata dal CSNET WEB.
Il timer mostrato corrisponde all'unit selezionata nella tabella delle unit interne, come mostrato nell'esempio.
Le informazioni fornite sono le seguenti:

Descrizione: Nome del locale climatizzato da questa unit.


Area: Zona alla quale appartiene questa unit.
Tipo UI: Modello dell'unit interna (riconosciuto dal sistema) (vedere Nota 1).
Modello UI: Modello esatto di unit interna (vedere nota 2).
Tipo: Modello di unit esterna collegata a questa unit interna (riconosciuto dal sistema) (vedere nota 3)
Modello UE: Modello esatto di unit esterna collegata a questa unit interna (vedere nota 2).
FX: Se viene selezionata la casella di verifica, questa unit corrisponde a un'unit a 3 condotti (FXG o FXN).
R410A: Se viene selezionata la casella di verifica, il sistema di raffreddamento usato R410; se la casella non viene selezionata, il sistema di raffreddamento R407C (vedere Nota 6).
Sez. Indirizzo: nei sistemi Set Free di H-LINK (I) e oltre 16 unit esterne, si utilizza un indirizzo virtuale per indicare che
lunit secondaria rispetto allunit precedente.
N Serie UE: Numero di serie dell'unit esterna alla quale l'unit interna collegata (vedere nota 2).
N Serie UI: Numero di serie dell'unit interna (vedere nota 2)
Gruppo RC: Numero del controllo remoto utilizzato da pi di un'unit interna inclusa questa, ad esempio 1. Un secondo
gruppo dovr avere un numero differente, ecc. Se nessuno dei parametri all'interno di un gruppo viene modificato, tutte le
unit che ne fanno parte adotteranno il valore specificato contemporaneamente. Questo processo automatico e non
necessario selezionare il gruppo di unit da modificare (vedere Nota 4).
Controllo RCS: Imposta il controllo RCS come principale, secondario o RCS non installato.
Unit CH: Numero del quadro di distribuzione CH (Freddo/Caldo) utilizzato da pi di un'unit interna, inclusa questa.
Quando si seleziona il raffreddamento/riscaldamento automatico, si deve scegliere un numero comune in questo campo
affinch tutte queste unit cambino la modalit di funzionamento contemporaneamente.
Se la modalit di funzionamento di una delle unit di questo gruppo viene modificata, il CSNET WEB modifica anche la
modalit di funzionamento delle altre unit dello stesso gruppo la cui modalit di funzionamento non pi compatibile
(vedere Nota 5).
Timer disattivato: Disattiva lopzione di impostazione timer.
Intervallo freddo: Imposta i valori massimi e minimi della temperatura in modalit raffreddamento.
Intervallo calore: Imposta i valori massimi e minimi della temperatura in modalit riscaldamento.
Gruppo UE: Imposta lintervallo di riscaldamento e raffreddamento per tutte le unit interne di questa unit esterna.
46
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

N O TA
1. Se l'unit interna RPC o RPK, CSNET WEB visualizzer RPC(RPK), in quanto non possono essere identificati in modo
corretto.
2. necessario inserire il modello esatto per rendere pi semplici i lavori di riparazione e di manutenzione necessari.
3. Di seguito vengono indicati i tipi di unit esterne possibili:
RAS-#.# (UTO): Utopia e Utopia Big.
RAS-#.# (INV): Utopia Inverter.
RAS-#.# (SF): Set-Free e Mini Set-Free.
4. Non possibile che due o pi unit con controllo remoto funzionino in condizioni differenti. Utilizzare il gruppo di controllo
remoto all'interno dello stesso sistema di raffreddamento o unit CH. Non utilizzare un unico controllo remoto per gestire
unit interne collegate a diverse unit esterne o unit CH.
5. La compatibilit delle modalit di funzionamento la seguente:
Modalit di funzionamento

Modalit compatibili nelle altre unit dello stesso gruppo

Freddo

Freddo, Deumidificazione, Ventilazione

Caldo

Caldo, Ventilazione

Deumidificazione

Freddo, Deumidificazione, Ventilazione

Ventilazione

Freddo, Deumidificazione, Caldo, Ventola

Raffreddamento/riscaldamento automatico

Raffreddamento/riscaldamento automatico

6. Queste informazioni verranno utilizzate dal CSNET WEB per calcolare i parametri di controllo del sistema di raffreddamento, come TdSH.

4.3.4 Status sistema


Il campo dello stato del sistema mostra le condizioni di funzionamento di ogni unit controllata dal CSNET WEB.
Lo stato del sistema mostrato corrisponde alla stessa unit selezionata nella tabella dell'unit interna, come evidenziato
nell'esempio successivo.
Descrizione

Il display delle informazioni diviso in 4 parti:


Dati dell'unit interna.
Dati di impostazione del controllo remoto e/o del campo di configurazione.
Dati dell'unit esterna.
Allarme prodotto e motivo dello stato del compressore.

47
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Spiegazione dei campi

Anche se tutti questi parametri sono disponibili nei sistemi a 3 condotti (Set-Free FX), alcuni non lo sono in altri sistemi.
Questi sono indicati nella tabella.
8

32
6
7

11
12

27

24
25
26

35

28

O = Disponibile
= Non disponibile

48
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Set-Free FX

Kit-DX

Unit RAS

KPI Active

KPI Passive

Modello dell'unit interna e potenza

Termo ON/OFF

OFF/ON

Tempo filtro
h
Temperatura dellaria in uscita
C
Temperatura dellaria in entrata
C
Unit
interna Termistore remoto opzionale (RCS / THM4) (4) C
Temperatura del tubo del gas
C
Temperatura del tubo del liquido
C
Apertura della valvola di espansione
%
Modalit di funzionamento reale
C
Velocit reale della ventola

Temperatura di impostazione

Controllo
Modalit di funzionamento selezionata

remoto
Velocit della ventola selezionata

Modello dell'unit esterna e potenza

Pressione di scarico
MPa
Pressione di aspirazione
MPa
Surriscaldamento del gas di scarico (TdSH)
C
Temperatura del gas di scarico
C
Frequenza compressore
Hz
Unit
Consumo totale dei compressori
A
esterna
Numero dei compressori in funzione

Apertura della valvola di espansione MV1


%
Apertura della valvola di espansione MV2
%
Apertura della valvola di espansione MV3/MVB %
Temperatura ambiente
C
Temperatura di evaporazione (riscaldamento)
C
Numero e descrizione dell'allarme

Allarmi
Ultima causa dell'arresto del compressore (3)

THM1
C
THM2
C
Altro
PCB1 THM1 (RA)
C
PCB1 THM2 (OA)
C
Misuratore
35
Valori del misuratore di potenza

di potenza

Set-Free FS

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34

Mini Set-Free

Descrizione

DC-Inverter

29
30
Utopia N

Gruppo

20
21
22
23

34

10

9
13
14
15

35

Utopia G

16
19

17
18

Unit

31

3
4

O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O

O
O

O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O

O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
(1)
(2)
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O

O
O
O

O
O

O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O

O
O

O
O

O
O
O
O
O

O
O

O
O

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

N O TA
(1): Non per unita FS fino a 10 HP
(2): Non per unita FS fino a 20 HP
(3): Il valore indicato non scompare fino a quando la causa dell'arresto del compressore non cambia.
(4): THM4 il termistore remoto. Ulteriori informazioni sono contenute nella documentazione relativa all'unit interna.
Stato del sistema PC-A1IO

PC-A1IO presenta un layout speciale dello stato del sistema, che mostra il valore di tutte le uscite digitali e di due entrate
analogiche.

4
Stato del sistema di unit RAD

La sua speciale visualizzazione mostra solo i valori che possono essere letti quando collegato un adattatore PSC-6RAD.

Allarmi

Gli allarmi mostrati sul CSNET WEB sono gli stessi che compaiono nel manuale di manutenzione dell'unit esterna in
questione.
Causa dellarresto del compressore

La causa dell'arresto del compressore mostrata sul CSNET WEB la stessa che compare nel manuale di manutenzione
dell'unit esterna in questione.

49
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.3.5 Auto Freddo/Caldo


I sistemi Set-Free FS3/FSG/FSN, Mini Set-Free FSVG/FSVN, DC-Inverter HVRG/HVRN/HRN e Utopia HG/HVG/HN/HNV
sono sistemi a 2 condotti e non sono progettati per operare in modalit Auto Freddo/Caldo quando pi di un'unit interna
collegata alla stessa unit esterna, ma solo per operare in modalit freddo o caldo. Tutte le unit interne collegate alla
stessa unit esterna dovrebbero pertanto passare da una modalit all'altra contemporaneamente. Lo stesso valido per i
sistemi a 3 condotti Set-FREE FXG/FXN, per tutte le unit interne collegate alla stessa unit CH.
In ogni modo, il funzionamento in modalit Auto Freddo/Caldo disponibile mediante il CSNET WEB.

Durante le stagioni temperate, il CSNET WEB calcola la richiesta principale delle unit interne per ogni unit esterna nei
sistemi sopra menzionati, seleziona la modalit necessaria per la maggior parte delle unit nel sistema e regola il controllo
remoto di conseguenza.
Dopo l'ultima modifica realizzata, i requisiti sono controllati per almeno 20 minuti, per dare al sistema tempo di stabilire
una particolare modalit. Questo processo continuo finch le unit interne non sono impostate in modalit Automatico.

Se i sistemi sono stati progettati in modo corretto, cio se tutte le unit interne della stessa unit esterna a 2 condotti presentano richieste di raffreddamento e riscaldamento simili, possibile ottenere un'automatizzazione completa del riscaldamento al mattino (per esempio), del raffreddamento nel pomeriggio e di nuovo del riscaldamento la sera.
Gli utenti gestiscono il controllo locale della temperatura nell'ambiente mediante il controllo remoto.
Il CSNET pu decidere se la modalit di funzionamento deve essere impostata su AUTOMATICO in due modi:
Descrizione della modalit di funzionamento:

Nella modalit Auto Freddo/Caldo richiesta dalle unit interne, il CSNET WEB, prima di procedere alla modifica della modalit di funzionamento, controlla se il circuito di raffreddamento al quale l'unit collegata a 2 o a 3 condotti.
Dopodich, il CSNET WEB calcola la differenza per stabilire la modalit di funzionamento migliore.

N O TA
Modelli a 2 condotti:
Set-Free FS3/FSG/FSN
Mini Set-Free FSVG/FSVN
DC-Inverter HVRG/HVRN/HRN
Utopia HG/HVG/HN/HNV
Unit CH di FXG/FXN con un'unit CH collegata a diverse unit interne
Modelli a 3 condotti:
FXG/FXN con un'unit CH indipendente

50
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

La differenza di temperatura viene calcolata nel modo seguente:


2 Condotti:
Il CSNET WEB prende in considerazione tutte le unit interne che dipendono dallo stesso circuito di raffreddamento. Quindi il CSNET WEB esegue il calcolo nel modo seguente:
Diff. temp. (1) = Temperatura dellaria in entrata (1) - temperatura corretta (1)
Diff. temp. (2) = Temperatura dellaria in entrata (2) - temperatura corretta (2)
.
Diff. temp. (n) = Temperatura dellaria in entrata (n) - temperatura corretta (n)
Diff. temp. = (diff. temp. (1) + diff. temp. (2) + ... + Diff. temp. (n)) / n
Dove:
Temperatura dellaria in entrata (i) = Temperatura dellaria in entrata selezionata (consultare la sezione Descrizione dei
parametri per ulteriori informazioni).
Temp. corretta (i) = Temperatura visualizzata nel controllo remoto o selezionata dal CSNET WEB (se l'unit interna non
dispone di controllo remoto) (vedere la sezione Descrizione dei parametri per ulteriori informazioni).
Diff. temp. (i) = Differenza di temperatura tra la temperatura dell'aria in entrata e la temperatura impostata dell'unit interna
numero "i"
n = Numero di unit interne collegate alla stessa unit esterna.
Diff. temp. = Media delle differenze di temperatura di tutte le unit interne.
3 Condotti
Il CSNET realizza questo calcolo solo per le unit interne in modalit Automatico. Il CSNET realizza calcoli indipendenti
per ogni unit interna:
Diff. temp. = Temperatura dellaria in entrata - Temperatura corretta.
Dove:
Temperatura dellaria in entrata = Temperatura dellaria in entrata selezionata (consultare la sezione Descrizione dei
parametri per ulteriori informazioni).
Temperatura corretta = Temperatura visualizzata nel controllo remoto o selezionata dal CSNET WEB (se l'unit interna
non dispone di controllo remoto) (vedere la sezione Descrizione dei parametri per ulteriori informazioni)
Diff. temp. = Differenza di temperatura tra la temperatura dell'aria in entrata e la temperatura impostata dell'unit interna.
Dopo aver calcolato la modalit di funzionamento che le unit dovrebbero utilizzare, e dopo aver tenuto in considerazione
le condizioni stabilite, come indicato nella sezione Descrizione dei parametri, il CSNET WEB invier l'ordine a tutte le unit
interessate.

N O TA
Se pi di un'unit interna collegata alla stessa unit CH, il CSNET tratta questa unit CH come un'unit esterna a 2
condotti.

51
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Descrizione dei parametri

Per utilizzare questa opzione, necessario impostare i parametri mostrati sul pannello di funzionamento Auto Freddo/
Caldo. In seguito, nel caso in cui l'unit stia funzionando in modalit Auto Freddo/Caldo, possibile visualizzare lo stato
di questa operazione nell'area dello stato del pannello.
Il pannello Auto Freddo/Caldo indicato corrisponde al circuito di raffreddamento dell'unit interna selezionata nella tabella
delle unit interne, come mostrato nell'esempio.

necessario regolare i seguenti parametri:


Unit Master: Campo per la selezione del metodo che il CSNET WEB utilizzer per calcolare la differenza di temperatura.
-- (selezionato): Il CSNET WEB utilizzer solo questa unit per calcolare la differenza di temperatura e decidere
le modifiche, senza prendere in considerazione le altre unit collegate allo stesso circuito di raffreddamento a 2
condotti.
-- (non selezionato): Il CSNET WEB utilizzer la differenza di temperatura media di tutte le unit interne collegate
allo stesso circuito di raffreddamento a 2 condotti.

AV V E R T E N Z A
Quando si utilizza questo metodo (selezionato), non pu essere utilizzata la seguente opzione dell'unit esterna: "controllo
della velocit della ventola dell'unit interna" (durante il funzionamento con il termostato disattivato in modalit riscaldamento, la ventola interna si ferma per 6 minuti e funziona per 2 minuti). Se viene utilizzata, la decisione riguardo a quanto
effettuare la modifica non sar sempre corretta (se viene calcolato durante il ciclo di disattivazione di 6 minuti).
Selezionare dati di ingresso: campo per la selezione della temperatura di ingresso che CSNET WEB dovr utilizzare per
calcolare la differenza di temperatura se un sensore di temperatura remoto opzionale viene collegato al THM4 del PCB
dell'unit interna o se presente un sensore remoto RCS.
Quando si seleziona una combinazione di diversi sensori viene calcolata la loro media.
Se non si seleziona nulla, si deve utilizzare per forza il valore Tin.
MINOAT: Temperatura ambiente esterna minima per modalit di raffreddamento.
-- Regolazione preimpostata: +10C.
-- Fasi di 1C.
-- Intervallo da 0C a 40C.

52
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

MAXOAT: Temperatura ambiente esterna massima per modalit di riscaldamento.


-- Regolazione preimpostata: +20C.
-- Fasi di 1C.
-- Intervallo da 0C a 40C.
-- Il valore MAXOAT deve essere superiore a MINOAT.
-- Il valore MAXOAT deve essere inferiore alla temperatura a bulbo secco (DB) equivalente al margine della temperatura
ambiente esterna massima per la modalit di riscaldamento:
Il margine della temperatura ambiente esterna massima per la modalit di riscaldamento dell'unit esterna 15,5 WB.
Temperatura equivalente a bulbo secco:

Umidit relativa 95% = 16 DB

Umidit relativa 77% = 18 DB

Umidit relativa 62% = 20 DB

Umidit relativa 50% = 22 DB, ecc.

USERMIN: Temperatura di impostazione minima: Se la temperatura selezionata inferiore, il CSNET WEB utilizzer
USERMIN come valore per l'impostazione della temperatura, e cambier questo valore non appena la modalit di funzionamento cambia.
-- Regolazione preimpostata: +20C.
-- Fasi di 1C.
-- Intervallo da 17C a 30C.
USERMAX: Temperatura di impostazione massima. Se la temperatura selezionata superiore, il CSNET WEB utilizzer
USERMAX come valore per l'impostazione della temperatura, e cambier questo valore non appena la modalit di funzionamento cambia.
-- Regolazione preimpostata: +25C.
-- Fasi di 1C.
-- Intervallo da 17C a 30C.
HYSTC: Valore della differenza di temperatura calcolato per passare dalla modalit di riscaldamento a quella di raffreddamento.
-- Regolazione preimpostata: + 2C.
-- Fasi di 0,1C.
-- Intervallo da 1C a 2C.
HYSTH: Valore della differenza di temperatura calcolato per passare dalla modalit di raffreddamento a quella di riscaldamento.
-- Regolazione preimpostata: 1,3C.
-- fasi di 0,1C.
-- Intervallo da 1C a 2C.
Minuti tra cambi di modalit: Tempo che deve trascorrere tra l'ultimo cambio della modalit di funzionamento e il nuovo
cambio.
-- Regolazione preimpostata: 20 min.
-- fasi di 10 min.
-- Intervallo da 20 min. a 60 min.
Correzione: Temperatura corretta al cambio della modalit di funzionamento, per garantire il massimo comfort.
-- Regolazione preimpostata: 0.
-- Fasi di 1C.
-- Margine: 0, 1, 2.
Quando la modalit di funzionamento viene modificata, la temperatura di impostazione viene regolata utilizzando la formula seguente, in base all'opzione DIFF selezionata:
Valore di correzione

Passaggio da freddo a caldo

Passaggio da caldo a freddo

Temp. corretta = Temp. di impostazione

Temp. corretta = Temp. di impostazione

Temp. corretta = Temp. di impostazione + 0

Temp. corretta = Temp. di impostazione + 1

Temp. corretta = Temp. di impostazione - 1

Temp. corretta = Temp. di impostazione + 1

53
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Dove:
Temperatura corretta: Temperatura utilizzata per calcolare il cambio di modalit di funzionamento.
Temperatura di impostazione: Temperatura selezionata dal CSNET WEB o dal controllo remoto dell'unit interna.

N O TA
Il controllo remoto e il CSNET WEB mostrano sempre la temperatura corretta (il risultato la temperatura di impostazione).

In seguito alla regolazione previa dei parametri, nel caso in cui l'unit stesse funzionando in modalit Auto Freddo/Caldo,
nell'area relativa allo stato verr visualizzata l'opzione selezionata in quel momento.

Osservazioni riguardo all'uso della modalit Auto Freddo/Caldo.

Quando viene utilizzato la modalit Auto Freddo/Caldo, la differenza di 4C programmata nella modalit di riscaldamento
di ogni unit interna dovr essere annullata in tutte le unit. In caso contrario potrebbe verificarsi un conflitto tra il programma del sistema e il programma del CSNET WEB. (Consultare il Manuale di manutenzione dell'unit interna per ulteriori
dettagli su come eliminare questo errore di regolazione utilizzando la funzione opzionale b1). Tuttavia, se stato adattato
un sensore remoto opzionale nei locali (uno per ogni unit interna), l'errore di regolazione viene eliminato automaticamente
(non disponibile nelle serie FSGM RPK).
Se un'unit interna viene definita dal CSNET WEB in modalit Auto Freddo/Caldo, tutte le unit interne collegate alla
stessa unit esterna Set-Free FS (o alla stessa unit CH nei sistemi Set-Free FX) passeranno alla modalit Auto Freddo/
Caldo. Ci significa che, ad esempio, se una delle unit interne stata regolata per riscaldare a 17C e l'unit esterna
Set-Free FS o l'unit CH Set-Free FX passano alla modalit di raffreddamento, in base al calcolo del CSNET WEB, questa unit interna comincer a raffreddare quando raggiunge i 17C. Per evitare questo tipo di situazioni, fare attenzione
quando si programma il timer.
Per tutte le unit interne collegate a una singola unit esterna Set-Free FS o ad un'unit CH Set-Free FX, l'ora di avvio
mattutina per la prima unit (vedere Timer) deve servire come ora e condizione di riferimento per tutte le altre unit dello
stesso sistema. Durante la notte, l'ultima unit interna che cambia sar il punto di riferimento per tutte le altre unit del
sistema in questione.
Se un utente seleziona una modalit diversa con il controllo remoto (tipo PC-P1HE) quando la modalit locale in uso,
torner pi tardi alla modalit calcolata dal CSNET WEB. Tuttavia, si consiglia di non utilizzare il selettore della modalit
dei controlli remoti durante il funzionamento Auto Freddo/Caldo del CSNET WEB in modalit locale. La temperatura dovr essere regolata, se necessario, solo con i tasti (su) o (gi). Dopodich il CSNET WEB selezioner e regoler la
modalit necessaria (e possibile) dall'unit esterna (anche nello schermo LCD del controllo remoto PC-P1HE).

54
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.3.6 ColdDraft
Nei sistemi VRF, quando il carico particolarmente basso e vi sono poche unit in funzione in un sistema, possibile che
la temperatura dellaria in uscita scenda al di sotto del valore di comfort. Grazie a questa nuova funzione, HITACHI in
grado di assicurare il massimo comfort anche in queste situazioni, offrendo la possibilit di impostare lunit sulla modalit
Ventilazione quando la temperatura dellaria in uscita inferiore al valore di comfort e di impostarla nuovamente su modalit di raffreddamento quando si ristabilir una temperatura che rientri nellintervallo di comfort.

AV V E R T E N Z A
Nel caso in cui ununit fosse configurata per utilizzare la funzione ColdDraft, non dovr essere mai impostata in modalit
Ventilazione, se cos fosse sar considerata come in modalit raffreddamento Termo OFF e l'unit passer automaticamente alla modalit di raffreddamento.

Parametri configurabili
Opzione abilitata: Attivare/non attivare l'opzione Cold Draft nell'unit interna selezionata.
Temp. uscita obiettivo (C): Temperatura di uscita minima che accettiamo in questo locale per forzare la condizione
Termo OFF.
Riavvio temp. uscita: Temperatura alla quale l'unit sta terminando la condizione Termo OFF forzata.
Periodo di raffreddamento compressore (min.): Tempo minimo forzato tra l'avvio di due compressori quando l'avvio
richiesto dall'opzione ColdDraft.
Tempo richiesta termica attiva minimo (secondi): Tempo minimo in condizione Termo ON prima di accettare una nuova
condizione Termo OFF.
Tempo OFF minimo (secondi): Tempo minimo in cui l'unit dovr rimanere in condizione Termo OFF prima di accettare
una nuova condizione Termo ON.

Osservazioni riguardo all'opzione ColdDraft


L'opzione ColdDraft pu essere visibile unicamente all'utente se questi possiede tale autorizzazione. Questa funzione
dovr essere utilizzata unicamente in sistemi in cui sono presenti problemi riguardanti il comfort e dopo aver analizzato il
problema.

55
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

4.3.7 Misuratore di potenza


La scheda Misuratore di potenza consente all'utente di configurare un misuratore di potenza TCP-MODBUS per ciascuna
unit esterna.
Per ciascun dispositivo misuratore di potenza devono essere inseriti i seguenti parametri:
Indirizzo IP: Indirizzo LAN del misuratore di potenza.
ID del misuratore di potenza: identificatore che consente di conoscere quale misuratore di potenza in uso.
Registri: L'indirizzo Modbus e l'unit di misura di ciascuna delle quattro variabili disponibili nella tabella dovrebbero
essere configurati dall'utente in base alle informazioni specifiche del misuratore di potenza.

AV V E R T E N Z A
Il dispositivo consigliato da Hitachi il dispositivo Siemens 7KM PAC3200.
Verificare che il registro del misuratore di potenza Modbus-TCP inizi da 0. Poich per il CSNET WEB esso parte da 0,
se inizia da 1 sottrarre 1 a ciascun indirizzo di registro.
Se il software CSNET WEB spento non riceve i dati relativi alla potenza.

Il tasto Assistente consente all'utente di impostare questa configurazione per tutte le unit in una sola volta.
Assistente del misuratore di potenza

Nella prima schermata l'utente pu aggiungere tutti i dispositivi misuratori di potenza. Per facilitare l'inserimento dei dati,
copiarne uno con il tasto Copia.

56
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

4 Funzionamento e
configurazione delle
unit Packaged

Selezionare un dispositivo misuratore di potenza nella tabella e configurarne i dati.


ID del misuratore di potenza: identifica il misuratore di potenza.
IP: Indirizzo della rete per comunicare con il dispositivo misuratore di potenza.
Registri: L'indirizzo Modbus e l'unit di misura di ciascuna delle quattro variabili disponibili nella tabella dovrebbero
essere configurati dall'utente in base alle informazioni specifiche del misuratore di potenza.
La schermata delle unit consente di impostare i dispositivi misuratori di potenza per ciascuna delle unit esterne disponibili.
Selezionare l'ID del misuratore di potenza nella casella combinata, selezionare le unit nella tabella e premere il tasto
"Impostata". Il dispositivo sar collegato all'unit esterna.

57
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.

 unzionamento e configurazione
F
con lutilizzo del Building Layout

Indice
5.1

Funzionamento con il Building Layout................................................................................................... 60

5.2

Personalizzazione e configurazione del Building Layout....................................................................... 62

5.3

Importazione di unit dal CSNET WEB.................................................................................................. 63

5.4

Procedura guidata per la creazione di file Building Layout.................................................................... 64

5.5

Creazione file Building layout................................................................................................................. 67


5.5.1 Configurazione del file.................................................................................................................................... 67
5.5.2 Albero del layout............................................................................................................................................. 68
5.5.3 Creazione delle zone...................................................................................................................................... 68
5.5.4 Creazione delle forme.................................................................................................................................... 70

59
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.1 Funzionamento con il Building Layout


Il CSNET WEB fornisce automaticamente un layout intelligente creato seguendo la distribuzione ad albero dell'HARC.

Altrimenti, se presente un file di Building Layout che deve essere creato utilizzando l'editor, questo dovr essere configurato come layout della nostra installazione.
Allinterno dell'opzione Configurazione del computer locale si pu impostare il percorso del file del Building Layout al
momento della creazione o della modifica di un'installazione.

Il Building Layout pu essere configurato come visualizzazione predefinita selezionando l'opzione "Apri quando il login".
Il colore della forma mostra lo stato dell'unit. Tale colore stato impostato in precedenza nell'editor. Le icone delle unit
sono indicate dallapposita cornice.

60
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

Le icone forniscono informazioni sull'unit.


Il bordo presenta un'ombra interna il cui colore indica lo stato.

Per controllare un'unit basta fare clic sullarea o sullicona corrispondente e cominciare a operare con il controllo remoto
virtuale.
Il controllo remoto diviso in due parti, una zona display che visualizza i valori attuali dellunit e una zona tasti.
Le zone del display saranno descritte di seguito:

1 2

1 Indica la situazione di avvio/arresto dellunit e se vi


un allarme.
2 Mostra la modalit di funzionamento dellunit
3 Indica la posizione della feritoia.
4 Mostra la velocit della ventola.
5 Il display centralizzato abilitato se attivato alcun
valore centralizzato.
6 Display della temperatura dellunit.
Le zone dei pulsanti saranno descritte di seguito:
7 Modifica il valore avvio/arresto.
8 Mostra o nasconde il coperchio del dispositivo di controllo remoto.
9 Imposta il valore della temperatura.
10 Modifica la modalit dellunit. Da sinistra a destra:
Automatico, Freddo, Caldo, Deumidificazione e Ventilazione.
11 Imposta la velocit della ventola.
12 Imposta la posizione della feritoia.
13 Blocco parametro. Questi parametri verranno bloccati
sul dispositivo di controllo remoto.
14 Il tasto Aggiorna consentir di inviare informazioni
sullo stato attuale del controllo remoto all'unit. Il tasto
Annulla ripristiner limpostazione precedente.
15 Le opzioni contenute in "Configurare per" impostano
l'ordine del controllo remoto che deve essere inviato
ad ununica unit, ad un'unit esterna, ad una zona,
ad una zona ed alle relative sottozone o a tutte le unit.

61
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

7
8
9
10
11

12

13
14

15

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.2 Personalizzazione e configurazione del Building Layout


Lopzione Building Layout consente di utilizzare uno schema dellinstallazione, mostrando le informazioni riguardanti linstallazione nel modo pi semplice per lutente. Pertanto in grado di rendere pi agevole la gestione dellinstallazione.
Per creare un file Building layout avviare l'applicazione editor del Building layout. Tale applicazione viene fornita nel CDROM di installazione del CSNET WEB.
Vi sono due concetti da tener presente prima di intraprendere la creazione del Building Layout:
Forma: contrassegna l'area di un'unit o una zona.
Zona: una diapositiva che contiene diverse forme.
Leditor del Building Layout costituito da cinque zone:
1
2
3
4
5

Albero: visualizza la topologia dellinstallazione e consente di spostare le zone rapidamente.


Barra dei men: offre una scelta generale di possibili azioni da intraprendere.
Barra degli strumenti: consente la navigazione e dispone di pulsanti per lo zoom.
Zona di modifica: interfaccia per creare le forme allinterno di una zona.
Barra di stato: fornisce informazioni sullo stato del programma.
2
3
1
4

62
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.3 Importazione di unit dal CSNET WEB


Per semplificare la creazione del layout possibile importare le attuali unit del CSNET WEB. A tale fine, aprire lopzione
Propriet file e selezionare la finestra "Importa unit"

Inserire nella finestra IP, porta, utente e password da un CSNET WEB per ottenere le unit esistenti sui file di dati.
Se il collegamento a un CSNET WEB richiede il passaggio attraverso un proxy, impostare la casella di controllo della colonna su proxy, poi andare alla scheda proxy e impostare la configurazione del proxy:

AV V E R T E N Z A
Quando si configura linstallazione sul CSNET WEB, si deve utilizzare lo stesso ordine di HARCS. Se si modifica lordine,
il numero di porta delle unit sar diverso e queste unit saranno considerate come altre unit dal layout

Facendo clic su Importa, il Building Layout utilizzer questi file per caricare le informazioni delle unit, dopodich apparir
la finestra successiva.
Questa finestra di dialogo mostrer lo stato di ciascuna azione di importazione.
Al termine del processo di importazione, si troveranno le unit nella finestra di dialogo delle forme, facendo clic sullopzione
carica.
In questo modo, non sar pi necessario inserire manualmente le informazioni su ogni unit, infatti, baster selezionare
lunit desiderata allinterno dellapposito elenco.

63
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.4 Procedura guidata per la creazione di file Building Layout


Per semplificare la creazione del layout possibile importare le attuali unit del CSNET WEB. A tale fine, aprire lopzione
Propriet file e selezionare la finestra "Importa unit".

Prima di creare il layout, selezionare le unit utilizzate mediante la funzione di procedura guidata.

"Aggiunto dall'utente in precedenza" indica tutte le unit che lutente ha aggiunto inserendo i valori pertinenti nella sezione
di modifica della forma.
Per unit importate si intendono le unit che possono essere importate automaticamente dal CSNET WEB, oggetto del
punto precedente.

Dopodich, selezionare il modo in cui si desidera che le unit siano distribuite dalla procedura guidata.
Per ogni porta o porta e unit esterna esistente verr creata una zona, allinterno della quale sar inserita una forma per
ogni unit.
Lopzione Non dividere inserir tutte le unit nella zona radice.
Il prossimo passo consentir di specificare l'organizzazione delle unit allinterno della zona.

possibile raggruppare tutte le unit in un unico gruppo oppure suddividerle per porta o per unit esterne.

N O TA
Se si distribuiscono e raggruppano le unit sotto la stessa opzione, a ogni zona verr assegnata esclusivamente ununit.

64
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

possibile scegliere la distribuzione delle unit e delle forme allinterno delle zone:
Si possono specificare i limiti della zona, la separazione tra unit e il numero di unit desiderate per ogni linea.

Il prossimo passo consentir di definire come sar l'elemento dellunit:


Le unit possono essere rappresentate solamente da un quadrato che ne copre larea, solamente dallicona dellunit o
da entrambi.
Entrambe le modalit presenteranno unarea sovrastata dallicona. necessario specificare unarea di compensazione.

65
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

Limmagine a fianco fornisce un esempio, nel quale sono applicati i seguenti valori:
1
2
3
4
5

Margine zona X
Margine zona Y
Separazione unit Y
Separazione unit X
Area compensazione

Infine, la finestra di dialogo della procedura guidata visualizzer un pannello di sintesi, che offrir informazioni sintetiche
sulle opzioni selezionate, indicando al contempo due avvisi.
AVVISO 1:
Laccettazione di questa configurazione della procedura guidata comporter la rimozione del layout attuale.
AVVISO 2:
Laccettazione di questa configurazione della procedura guidata comporter considera tutte le unit come aggiunte
dall'utente.

66
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.5 Creazione file Building layout


possibile creare un file layout anche senza il supporto delle finestre di dialogo offerte dalla procedura guidata, bench il
processo sia pi lento. Vi sono 3 passi importanti:
Configurazione del file
Creazione delle zone
Creazione delle forme
Questi punti saranno descritti in seguito.

5.5.1 Configurazione del file


Si possono configurare diverse propriet del file layout. Tali propriet sono:
Dimensioni delle zone
Colore di sfondo
Modelli di colore
Fonte delle unit
La finestra dei File visualizza diverse informazioni riguardanti il file Building Layout. Queste informazioni riportano il percorso del file Building Layout, le dimensioni in MB e la data delle ultime modifiche.
Dimensioni delle zone e colore di sfondo possono essere modificati nella finestra zone attraverso la finestra di dialogo
delle propriet del file.
Tutte le zone avranno le stesse dimensioni, per impedire eventuali anomalie nella visualizzazione durante la navigazione.
Le dimensioni minime della zona sono 400x400 pixel, quelle massime 2500x2500.
Anche il colore di sfondo sar lo stesso in tutte le zone. Lopzione colore di sfondo pu essere utile qualora limmagine di
sfondo presentasse trasparenze o non si utilizzassero immagini di sfondo.

La finestra dei Modelli di colore consente di modificare il colore dei modelli. Il numero dei modelli viene prefissato dallapplicazione. Per modificare il colore di un modello lo si deve selezionare nella casella combinata.
A continuazione appariranno diversi stati del colore (inattivo, in funzione e allarme), che possono essere modificate facendo clic sul colore: apparir una finestra di dialogo per la selezione del colore.
Limpostazione di questi modelli di colore importante per la visualizzazione finale dell'installazione, il cui colore di stato e
modello sar quello impostato nel processo di modifica.
La finestra Importa unit consente di importare unit.
La finestra Proxy consente all'utente di inserire le configurazioni del proxy per potersi collegare al CSNET WEB mediante
il proxy.
Il collegamento via proxy utile quando il Software Building Layout sta importando le unit da un CSNET WEB che non
direttamente collegato alla stessa LAN del computer.

67
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.5.2 Albero del layout


Il diagramma ad albero del layout mostra la topologia dellinstallazione. utile per trovare le zone dellinstallazione e rappresenta uno strumento di facile utilizzo, che consente di organizzare comodamente linstallazione.
Lalbero permette di selezionare la zona che appare nella visualizzazione.
Se una zona viene trascinata verso unaltra, sar spostata come zona secondaria o figlia della zona di destinazione.
Per specificare un ordine concreto, spostare la zona verso il fondo della zona di destinazione: apparir una linea. Rilasciando il mouse, la zona originale seguir nellordine la zona di destinazione.

5.5.3 Creazione delle zone


possibile trovare Zona nel menu Modif. Inoltre, le opzioni sulla zona appaiono sullo schermo, facendo clic con il tasto
destro allinterno dell'albero di installazione.
La zona una diapositiva alla quale si possono aggiungere tutte le forme desiderate. possibile, inoltre, scegliere limmagine di sfondo di una zona e modificarla.
Le zone offrono diverse opzioni:
Nuovo: crea una zona nuova. che sar secondaria nei confronti della zona selezionata sull'albero.
Modif.: consente di modificare la zona selezionata.
Taglia: copia negli appunti la zona selezionata. Quando viene incollata scompare dalla zona padre iniziale.
Copia: clona la zona e permette di incollarla dove si desidera.
Incolla: copia la zona immagazzinata negli appunti come secondaria rispetto alla zona selezionata. La zona radice
non pu essere eliminata.
Canc.: elimina la zona attuale. Quando si sceglie questopzione, appare una finestra di dialogo che permette di scegliere se eliminare tutte le zone secondarie oppure spostarle verso la zona padre della zona selezionata.

68
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

Al momento della creazione o della modifica di una zona, apparir una finestra di dialogo specifica per impostare le informazioni sulla zona. Ogni zona deve essere contraddistinta da informazioni che ne permettano lidentificazione. Il nome
della zona deve essere unico.
possibile inserire unimmagine di sfondo per ogni zona. La finestra dell'immagine dispone di diversi tasti che consentono
di modificare l'immagine di sfondo:
Blocca immagine: blocca la possibilit di trasformare limmagine per evitare modifiche involontarie.
Carica immagine: finestra di dialogo che consente di aprire file per scegliere un'immagine.
Canc.: elimina limmagine di sfondo attuale.
Reset: annulla tutte le trasformazioni realizzate sull'immagine.
Ruota: ruota l'immagine attuale.

5
Mentre in atto la trasformazione, appaiono alcuni quadratini intorno allimmagine. possibile trasformare limmagine
attraverso uno dei quadratini, mentre rimane fisso quello opposto. Il quadrato centrale permette di spostare l'immagine.

69
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

5.5.4 Creazione delle forme


Una forma un elemento che pu essere creato allinterno di una zona. Ogni forma pu essere collegata a una zona o
a un'unit, oppure pu essere autonoma. Le opzioni riguardanti la forma si trovano nel menu Forma, allinterno di Modif.
possibile, tuttavia, accedere alle diverse opzioni facendo clic su una forma.
Nel men Forma si possono trovare diverse opzioni:
Aggiungere: crea una forma nuova.
Incolla: incolla la forma copiata negli appunti. inoltre possibile incollare una forma facendo clic su una forma e selezionando l'opzione Incolla nel men a tendina o facendo clic sul punto di destinazione della forma e selezionando
l'opzione Incolla.
Elimina tutto dalla zona: questa opzione permette di eliminare tutte le forme dalla zona selezionata.
Il men a tendina presenta diverse opzioni:
Apri collegamento: apre la zona collegata a questa forma.
Modif.: apre la finestra di dialogo della forma su "Modifica forma" per modificare le informazioni sulla forma selezionata.
Taglia: taglia la forma selezionata che sar spostata quando viene incollata.
Copia: copia la forma selezionata.
Incolla: incolla la forma copiata.
Canc.: cancella la forma selezionata.
Quando si crea o modifica una forma, apparire la finestra di dialogo a fianco, che consente di inserire le propriet della
forma.
Modalit modifica: consente di scegliere tra modalit Poligonale o Rettangolare. In seguito si analizzer come modificare le propriet di entrambe le modalit.
Bordo: Attiva o disattiva il bordo che circonda la forma.
Trasforma: se l'opzione Trasforma abilitata non possibile effettuare le modifiche nel modo abituale. possibile
infatti spostare il poligono o operare con i punti. Si deve tener presente che licona seguir la forma solo se sono in
contatto.
Modello di colore: seleziona il modello di colore della forma selezionata.
Trasparenza: imposta un valore di trasparenza per la forma selezionata.
Cancella: questo tasto eliminer la forma selezionata.

70
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

Le due diverse modalit di modifica implicano diversi comportamenti al momento della creazione della forma.
Creazione poligono:
Per aggiungere un poligono fare clic sui diversi punti di perimetro
della forma di desiderata. Una linea indicher dove sar aggiunto
il prossimo punto.

Creazione rettangolo:
La creazione di forme rettangolari facile, basta fare clic con il
mouse e trascinarlo, selezionando l'area che si sta creando.

Le due diverse modalit di modifica implicano diversi comportamenti al momento della modifica della forma.
Modifica poligono:
Un poligono pu essere modificato in due maniere diverse:
-- Si pu spostare il poligono facendo clic sullarea della forma,
poi trascinandolo verso la posizione desiderata.
-- anche possibile modificare un unico punto. Si pu trascinare un punto, inoltre, se si fa doppio clic sul quadratino che
lo contraddistingue, apparir un nuovo menu a tendina. Il
men a tendina consente di scegliere tra eliminare o duplicare il punto.
Modifica rettangolo:
-- I quadratini centrali consentono di spostare il rettangolo.
-- I quadratini agli angoli ridimensionano il rettangolo, mantenendo fisso langolo retto opposto.
-- I quadratini tra angoli retti sposteranno gli angoli contigui,
mantenendo fissi quelli opposti.
-- Utilizzando il tasto shift limmagine si trasforma, ma vengono mantenute le sue proporzioni iniziali.

71
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

5 Funzionamento e
configurazione con
lutilizzo del Building
Layout

Per collegare una forma selezionare la finestra "Collegamento" allinterno della finestra di dialogo della forma, dopodich
scegliere la tipologia di collegamento.
Per collegare ad una zona, selezionare la zona di destinazione. A tale fine utilizzare le finestra della zona.
Per cercare una zona, utilizzare la funzione di Ricerca file.

Per effettuare un collegamento con un'unit compilare tutti i campi informativi.


In entrambi i casi, possibile selezionare la tipologia di unit. Se si seleziona la modalit Auto, il CSNET WEB imposter
automaticamente il tipo di unit.

Durante la modifica appariranno:


Icona per unit Packaged

Per semplificare le operazioni, se si sono importati file di configurazione dal CSNET WEB come descritto in precedenza, si
possono caricare i campi selezionando il tasto Carico. Apparir la finestra di dialogo Selettore unit:

Selezionare l'unit desiderata e premere il tasto Seleziona.

72
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.

 pzioni di configurazione e
O
visualizzazione

Indice
6.1

Installazione........................................................................................................................................... 74

6.2

Configurare il sistema............................................................................................................................ 75
6.2.1 Impostazioni di rete........................................................................................................................................ 75
6.2.2 Versione e aggiornamenti............................................................................................................................... 76
6.2.3 Modifica password.......................................................................................................................................... 76
6.2.4 Nome dell'installazione................................................................................................................................... 76
6.2.5 Configurazione Auto....................................................................................................................................... 77
6.2.6 Configurazione ora......................................................................................................................................... 77
6.2.7 Ethernet gateway........................................................................................................................................... 78
6.2.8 Configurazione BMS...................................................................................................................................... 78
6.2.9 Notifica allarme............................................................................................................................................... 82
6.2.10 Copia di backup............................................................................................................................................ 84
6.2.11 Rapporto di configurazione........................................................................................................................... 84
6.2.12 Server web................................................................................................................................................... 85

6.3

Dati storici.............................................................................................................................................. 86
6.3.1 Visualizzazione dati storici............................................................................................................................. 86
6.3.2 Tabella dei valori per le unit Packaged......................................................................................................... 88
6.3.3 Download dei dati storici................................................................................................................................ 89
6.3.4 Caricamento da file........................................................................................................................................ 89
6.3.5 Visualizzazione degli allarmi.......................................................................................................................... 90

6.4

Consumo energetico.............................................................................................................................. 91
6.4.1 Packaged....................................................................................................................................................... 92
6.4.2 Configurazione salvataggio automatico......................................................................................................... 94
6.4.3 Formato file.................................................................................................................................................... 94

73
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.1 Installazione
Per configurare il sistema, accedere ai dati storici e e ai file relativi al consumo di energia, necessario accedere all'area
in basso a sinistra della finestra del CSNET WEB, dove si trovano i seguenti tasti:
-- Building Layout
-- Package
-- Refrigeratore (*)
-- Configurare Sistema
-- Dati storici
-- Consumo energetico
-- Scollegamento

N O TA
(*): Non possibile il collegamento diretto di unit di refrigerazione a PSC-A160WEB1. Tuttavia, il software
WEB CSNET pu essere utilizzato per gestire il dispositivo CSNET WEB v3, che a sua volta in grado di controllare le unit di refrigerazione. Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione CSNET WEB v3 in
dotazione con il dispositivo in questione.
Queste opzioni sono disponibili solo se l'utente entrato come Installatore.

74
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.2 Configurare il sistema


L'area di configurazione del CSNET WEB presenta le seguenti sezioni:
1 Impostazioni di rete
2 Versione e aggiornamenti
3 Modifica password
4 Nome dell'installazione
5 Configurazione Auto
6 Configurazione ora
1
7 Ethernet gateway
2
8 Configurazione BMS
3
9 Notifica allarme
4
10 Copia di backup
5
11 Rapporto di configurazione
6
7
8
9
10

11

6.2.1 Impostazioni di rete


AV V E R T E N Z A
Se la prima volta che il CSNET WEB viene attivato in questa installazione, si consiglia di utilizzare il CD fornito assieme all'interfaccia, come spiegato nel capitoloConfigurazione dell'hardware.
Le impostazioni di rete specificano i parametri per configurare il CSNET WEB in modo tale che possa comunicare con
il resto della rete. Questi parametri sono essenziali e una configurazione errata potrebbe provocare conflitti nella rete
di area locale. Per questo motivo consigliamo di consultare l'amministratore di rete per realizzare queste impostazioni
per l'installazione del CSNET WEB.
Per stabilire e/o modificare la configurazione di rete necessario fare clic sul tasto Cambiare nella sezione Impostazioni
di rete e seguire questi passi:
1 Inserire l'indirizzo IP. L'indirizzo IP costituito da quattro numeri compresi tra 0 e 255.
2 Inserire la Maschera di rete. Come nel caso dell'indirizzo IP, i quattro numeri devono essere compresi tra 0 e 255.
3 Inserire l'indirizzo IP del Gateway. I numeri di questi quattro campi seguono la stessa regola dell'indirizzo IP e della Maschera di rete. Se non si possiede un Gateway, il campo deve contenere un indirizzo IP entro i limiti della rete specificata.

4 Fare clic sul tasto OK situato in alto a destra (sulla stessa linea dell'IP). Viene visualizzato un messaggio come
nell'esempio:

5 Premendo il tasto Aceptar, il CSNET WEB modificato si riavvier e la comunicazione con esso verr interrotta per
all'incirca 2 minuti.
Se in corso l'autoconfigurazione dell'harc, non sar possibile modificare le impostazioni da quella finestra. L'utente dovr
attendere il termine dell'autoconfigurazione.

75
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.2.2 Versione e aggiornamenti


La sezione Versione e aggiornamenti fornisce all'utente informazioni riguardo a quale software installato nell'HARC.
Se la connessione ad internet configurata correttamente, consente di scaricare aggiornamenti dell'HARC e di installarli
semplicemente premendo sul tasto corrispondente.

AV V E R T E N Z A
Impossibile aggiornare l'HARC per mezzo di un proxy.

6.2.3 Modifica password


Il tasto Cambiare situato accanto a impostazione password apre il pannello di modifica della password.
Per modificare la password:
-- Inserire la password dell'installatore. (la password predefinita Installer).
-- Inserire la nuova password.
-- Ripetere la nuova password per confermarla.
-- Fare clic sul pulsante OK per confermare le modifiche e tornare alla finestra di configurazione del sistema.

N O TA
Per il server CSNET WEB pu essere modificata unicamente la password installatore. La password utente non sar pi
utilizzata per il server CSNET WEB.

6.2.4 Nome dell'installazione


Il nome dell'installazione il titolo della finestra principale. Ci consente di identificare dove collegato CSNET WEB.
Per cambiare il nome dell'installazione, inserire innanzitutto il nome desiderato, quindi fare clic sul tasto Cambiare accanto
a Nome dell'installazione.

In questo modo si viene rimandati alla finestra principale, dove si pu vedere che il titolo della pagina principale cambiato.

76
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.2.5 Configurazione Auto


Quando il sistema viene avviato per la prima volta, riconosce tutte le macchine collegate ad HLink. Con il tempo, l'impianto
di climatizzazione pu essere sottoposto a modifiche che hanno una certa ripercussione sul CSNET WEB. Se il sistema
rileva macchine che sono state aggiunte dopo l'installazione del CSNET WEB, o che sono state rimosse dall'HLink, la
funzione Configurazione Auto consente di riconoscere di nuovo tutte le macchine.
Esistono tre opzioni di Configurazione Auto:
-- Mantenere tutte: Vengono aggiunte solo le macchine trovate. Le altre macchine presenti nella tabella delle unit
interne sono mantenute cos come sono.
-- Eliminare non trovate: Se nella tabella delle unit interne vi sono macchine che non sono presenti nell'HLink, il
CSNET WEB le elimina. Tutte le macchine che non sono presenti nella tabella delle unit interne, ma sono presenti
nell'HLink verranno aggiunte.
-- Eliminare tutte: Tutte le macchine presenti nella tabella delle unit interne verranno eliminate, e il CSNET WEB
proceder nuovamente al rilevamento delle macchine collegate ad H

Link. Una volta aggiunte, necessario ricordare che devono essere nuovamente configurate.

Per realizzare la Configurazione Auto:


-- Selezionare l'opzione desiderata nella tabella di selezione Configurazione Auto
-- Premere il tasto Start che si trova a destra del men.
-- Tornando alla finestra principale, possibile vedere il progresso in percentuale (%) sullo schermo, in basso a sinistra.

6
6.2.6 Configurazione ora
La configurazione ora usata per sincronizzare il CSNET WEB con la zona oraria in cui ci si trova. molto importante che
questa configurazione sia corretta, per garantire un corretto funzionamento del timer.
Per realizzare la configurazione ora:
1 Inserire la data e l'ora. importante rispettare il formato aaaa/mm/gg hh:mm, come indicato di seguito: quattro cifre
per l'anno, una barra "/", due cifre per il mese, una barra "/", due cifre per il giorno, uno spazio " ", due cifre per l'ora in
formato da 0 a 23 ore, due punti ":" e due cifre per i minuti.
2 Selezionare la zona oraria. Ci molto importante, in quanto il CSNET WEB deve sapere esattamente la zona oraria
per identificare i cambi dell'ora e quante ore cambiare.
3 Una volta terminato, fare clic sul tasto Cambiare, che si trova nella finestra, in basso a destra. Premendo il tasto viene
visualizzato un messaggio e l'applicazione si chiude.
4 Attendere alcuni minuti e riavviare il CSNET WEB.
1

Il CSNET WEB consente di configurare un server della data che imposter automaticamente la data e lora.
Nel caso in cui il vostro server presentasse il servizio SNTP di data e ora, sar necessario impostare l'IP di quel server nel
campo Server Data e Ora.

77
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.2.7 Ethernet gateway


possibile modificare i valori IP e MAC del vostro Gateway facendo clic sul tasto Cambiare.

6.2.8 Configurazione BMS


Configurazione Modbus

Il CSNET WEB consente di configurare il sistema BMS impostando unID per ogni unit interna. Questa configurazione
collegher il BMS con lH-LINK.

Per avviare la configurazione BMS fare clic sul tasto Cambiare. In seguito apparir una finestra di dialogo che consente di
impostare la configurazione.

Configurazione BMS per Packaged


In questa finestra possibile abilitare il BMS per attivare questa opzione; dopodich impostare le informazioni relative
all'unit in ogni linea.
-- UE corrisponde al numero di unit esterna.
-- UI corrisponde al numero di unit interna.
-- Descrizione indica il campo di ubicazione dell'unit. Questo campo pu essere modificato esclusivamente dalla
finestra delle impostazioni dell'unit.
-- Il campo ID viene impostato automaticamente e non modificabile.
Il CSNET WEB assegner automaticamente unID ad ogni unit trovata. LID pu essere modificata nella tabella.
Il campo ID deve contenere un valore univoco, in caso contrario, il CSNET WEB richieder di modificare lID ripetuta.
In caso di Packaged, il tasto Conf. Automatica Id sar disponibile. Questo tasto consente di aprire una nuova finestra e
l'utente potr automaticamente assegnare l'ID alle unit. Questa assegnazione pu essere effettuata in due modi:
-- H-LINK I: ID BMS = UE x 16 + UI.
-- H-LINK II: l'ID BMS assegnato in base all'ordine di UE e UI.

78
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Tasti di esportazione
Il tasto Salva su File trascrive in un file selezionato con valori delimitati da virgole il contenuto della tabella.
Il tasto Copia negli Appunti trasferisce agli appunti il contenuto della tabella, delimitando le informazioni con tabulazioni.
In entrambi i casi le informazioni della tabella sono predisposte affinch possano essere facilmente visualizzate ed esportate comodamente ad altri programmi, come Excel.
Dati disponibili per unit Packaged
I dati disponibili del CSNET WEB per unit Packaged sono:
Indirizzo
(Nota 1)

Nome

Descrizione

Lettura/Scrittura

0: Non esiste
1: Esiste

Lettura

H-LINK 1: 0~15
H-LINK 2: 0~63

Lettura

SET_ONOFF

Ordine impostazione ON/OFF


0: Arresto
1: Avvio

Lettura/Scrittura

SET_MODE

Ordine impostazione modalit


0: Freddo
1: Deumidificazione
2: Ventilazione
3: Caldo
4: Automatico

Lettura/Scrittura

SET_FAN

Ordine impostazione ventilazione


0: Bassa
1: Media
2: Alta

Lettura/Scrittura

SET_TSET

Temperatura di impostazione
da 17C a 30C

Lettura/Scrittura

SET_LOUVER

Impostazione feritoia
da 0 a 8 (8 Auto)

Lettura/Scrittura

SET_CENTRAL

Impostazione centralizzata
Bit 0: ON/OFF (pu essere sempre arrestato)
Bit 1: Modalit
Bit 2: Temperatura di impostazione
Bit 3: Ventilazione

Lettura/Scrittura

READ_ONOFF

Lettura ON/OFF
0: OFF
1: ON

Lettura

10

READ_MODE

Modalit lettura:
0: Freddo
1: Deumidificazione
2: Ventilazione
3: Caldo
4: Automatico

Lettura

11

READ_FAN

Lettura ventilazione
0: Bassa
1: Media
2: Alta

Lettura

12

READ_TSET

Lettura temperatura di impostazione


(da 17C a 30C)

Lettura

13

READ_LOUVER

Lettura feritoia
da 0 a 8 (8 Auto)

Lettura

14

RCS_GROUP

Gruppo controllo remoto


da 0 a 255

Lettura

15

TIN

Temperatura di ingresso (Nota 2)

Lettura

16

TOUT

Temperatura di uscita (Nota 2)

Lettura

17

TGAS

Temperatura del tubo del gas (Nota 2)

Lettura

EXIST

SYSTEM_ADDRESS

UNIT_ADDRESS

79
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione
Indirizzo
(Nota 1)

Nome

Descrizione

Lettura/Scrittura

18

TLIQUID

Temperatura del tubo del liquido (Nota 2)

Lettura

19

ERROR_CODE

Codice di allarme

Lettura

20

STOP_CAUSE

Causa dellarresto del compressore

Lettura

21

VALVE_OPEN

Apertura della valvola di espansione dell'unit interna

Lettura

22

OPER_CONDITION

Condizione di funzionamento dell'unit


0: OFF
1: Termo OFF
2: Termo ON
3: Allarme

Lettura

23

DEFROST

Sbrinamento

Lettura

24

AMBIENT_TEMP

Temperatura ambiente (Nota 2)

Lettura

25

RCS_TEMP

Temperatura controllo remoto


(solo se disponibile nell'unit) (Nota 2)

Lettura

26

TIMER_DISABLED

Timer disabilitato
0: Disabilitato
1: Attivato

Lettura/Scrittura

27

OPTIONS

Impostazione delle opzioni

Lettura

28

POWER

Consumo energetico calcolato

Lettura

29

COMP_QTY

Numero di compressori in funzionamento (Nota 5)

Lettura

30

COMP_FREQ

Frequenza dell'inverter del compressore

Lettura

REM_TEMP

Temperatura del sensore remoto


(solo se installato) (Nota 2)

Lettura

31

N O TA
1. La posizione di compensazione : 20000 + N*32 + Indirizzo come mostrato nella tabella, dove N l'indirizzo dellunit.
Indirizzo di unit secondo limpostazione della finestra di dialogo di configurazione BMS CSNET WEB. Fare attenzione
in quanto in uso l'indirizzo 0 come primo registro e in Modbus possibile utilizzare 1 come primo valore. In quel caso,
sar necessario aggiungere 1 al calcolo dell'indirizzo.
2. Questi numeri si riferiscono a un valore a 16 bit che utilizza un formato di configurazione in complemento a 2 per valori
negativi.
3. 
Nel

caso in cui l'installazione utilizzasse pi di un CSNET WEB, impiegher diversi Id del dispositivo, utilizzando Id virtuali. Fare riferimento alla configurazione del BMS per l'adattatore Ethernet per sapere come funziona.
4. Il numero di registro 10 utilizzato per lo stato di allarme generale.
5. Il numero di compressori in funzionamento valido solo per le unit con pi di un compressore.

80
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Monitor BMS
Premendo il tasto Monitoraggio si apriranno le seguenti finestre, nelle quali l'utente potr selezionare il CSNET WEB da
monitorare. Dopo averlo selezionato, iniziare il login.

Durante il processo di log in, il CSNET WEB registrer tutte le comunicazioni Modbus che ricever, e queste saranno
mostrate nella tabella.
La tabella seguente mostra quando il messaggio stato ricevuto, se stato trasmesso (Tx) o ricevuto (Rx), i byte di dati
del messaggio, e una traduzione per una maggiore comprensione da parte dell'utente.

81
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Configurazione Fidelio

Il CSNET WEB compatibile con un H-LINK Hitachi a Fidelio Gateway.


Ogni unit pu essere collegata ad un registro Fidelio per sapere se presente una condizione di check-in o check-out
nel locale in questione.
Ad ogni unit pu essere assegnato un modello simile a quello del timer, che descrive una condizione per il check-in e
un'altra per il check-out. possibile inoltre specificare il periodo in cui il modello sar applicato.
Per attivare la compatibilit Fidelio, necessario selezionare la casella e specificare un IP accessibile per il gateway Fidelio
Hitachi.

AV V E R T E N Z A
Le azioni configurate nella finestra di dialogo Fidelio sono gestite dal software del cliente CSNET WEB, pertanto necessario che il programma del computer sia in funzione per utilizzare la compatibilit Fidelio.

N O TA
La compatibilit con il protocollo Fidelio stata testata con IBOX-MBS-FIDELIO_IP di INTESIS. Hitachi garantisce la
compatibilit con questo e con altri dispositivi che funzionano nello stesso modo. Se si desidera utilizzare altri dispositivi,
si prega di contattare Hitachi per confermarne la compatibilit.

6.2.9 Notifica allarme


Il CSNET WEB in grado di notificare allarmi agli utenti. Tali allarmi sono trasmessi via e-mail. Per configurare le notifiche
aprire il dialogo di notifica degli allarmi.
Fare clic sul tasto Cambiare e si aprir una finestra di dialogo che consente di impostare la configurazione. La configurazione divisa in diverse parti:
-- Notifica allarme: consente di abilitare o disabilitare la funzione di notifica allarme e di scegliere di eseguire questo
server sull'HARC del CSNET WEB o sul computer.
-- Dettagli di conto: impostazioni riguardanti il server SMPT.
-- Impostazioni notifica: configurazione dei destinatari e dellintervallo delle notifiche.
La scelta tra l'interfaccia CSNET WEB e il computer determina che elemento eseguir la funzione di allarme principale, e
in ogni caso presenter specifiche differenti.

82
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Le differenze tra le configurazioni sono:


-- Computer
a. La configurazione degli allarmi principali nel computer utilizzata quando il CSNET WEB si trova su una rete LAN
che non passa attraverso un proxy per collegarsi a internet.
b. Gli allarmi principali sono inviati dal computer quando il software CSNET WEB in funzione, in modo che il software
non possa essere chiuso.
c. La connessione consente l'utilizzo di server SMTP gi esistenti su internet, come Gmail, Yahoo o altri. Si tratta di
connessioni criptate, pertanto possono essere utilizzate.
d. L'e-mail inviata contiene la colonna informativa della posizione in quanto gestita dal computer ed pi potente
dell'interfaccia CSNET WEB.
e. I server SMTP possono essere criptati. Gmail, Yahoo o simili.

INTERNET

ROUTER

LAN

H-LINK
Server SMPT

Installazione HITACHI

-- Interfaccia CSNET WEB:


a. La configurazione degli allarmi principali nell'interfaccia CSNET WEB utilizzata quando il CSNET WEB si trova su
una rete LAN che utilizza un proxy per collegarsi a internet.
b. Il dispositivo CSNET WEB invier le e-mail di allarme utilizzando il server SMPT.
c. necessario che il server SMPT si trovi sulla stessa rete LAN del CSNET WEB.
d. L'interfaccia CSNET WEB non pu collegarsi ad un server SMTP criptato.

INTERNET

PROXY

LAN

Server SMPT

H-LINK

Installazione HITACHI

Per quanto riguarda i dati dell'account, necessario indicare i seguenti campi:


-- Nome: nome dell'installazione.
-- Indirizzo e-mail: account di posta dellinstallazione.
-- Server di recapito: indirizzo del server di posta.
-- Porta di server: porta del server di posta.
-- Nome utente: nome utente di posta.
-- Password: password di posta.

83
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Le impostazioni di notifica consentono di definire il destinatario delle notifiche e lintervallo previsto.


-- Intervallo di notifica: possibile impostare un intervallo di notifica di 1, 2, 6, 12 ore oppure 1 giorno.
-- Indirizzo a cui inviare la notifica: consente di impostare il nome e lindirizzo e-mail dei diversi destinatari.

Facendo clic su OK la configurazione sar salvata e sar inviata al CSNET WEB, questa operazione non immediata.
Il CSNET WEB ricever ed elaborer le informazioni e lutente potr seguire le fasi del processo attraverso il campo di
configurazione allarme.
In caso di allarme, il CSNET WEB invier un messaggio di posta elettronica con i seguenti contenuti:
Dall'Interfaccia CSNET WEB:

Dal computer:
UE

UI

Descrizione

Allarme

(x,y) Allarme: #

(x,y) Allarme: #

Rilevato allarme CSNET WEB

(x,y) Allarme: #
(x,y) Allarme: #

In entrambi i casi, ogni parametro corrisponde a:


X: Numero unit esterna
Y: Numero unit interna
#: Codice di allarme
L: Descrizione (solo dal cliente)

6.2.10 Copia di backup


Questa opzione consente di creare una copia di backup dei parametri del CSNET WEB. Il tasto Backup salva la configurazione nel file selezionato del computer dal quale si realizzato l'accesso al sistema.
Il tasto Restore ristabilisce la configurazione memorizzata nel file specificato.

6.2.11 Rapporto di configurazione


Il rapporto di configurazione stampa su un file di testo tutte le impostazioni del CSNET WEB.
Lo scopo di ci fare in modo che, in caso di comportamento errato delle funzioni, sia possibile riferire lo stato e aiutare a
capire se vi sono elementi non configurati correttamente.

84
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.2.12 Server web

Il men Installazione si riferisce ai dati relativi all'installazione generale.


Il luogo di installazione utilizzato dalle funzioni del server web. Il luogo indica la localit in cui si trova l'impianto di
condizionamento dell'aria di Hitachi.
La configurazione del server web attiva il software come server web, consentendo all'utente di configurare le unit
attraverso una rete.
L'utente pu collegarsi al software utilizzando un browser web e digitando semplicemente l'IP del computer in cui in
esecuzione il software CSNET WEB.
Il software CSNET WEB deve essere in esecuzione per potersi connettere.
Per ulteriori informazioni fare riferimento al capitolo Controllare connessione web.

85
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.3 Dati storici


Il CSNET WEB memorizza automaticamente un registro operativo per tutte le unit del sistema. Questi dati possono essere scaricati localmente o visualizzati (sia i dati memorizzati localmente in precedenza che quelli ottenuti dal sistema).
Visualizzazione dati storici
Download dati storici

6.3.1 Visualizzazione dati storici


Il CSNET WEB consente di salvare uno storico dei dati di tutte le macchine collegate all'H-Link.
Inoltre visualizza le informazioni in due formati differenti:
-- Dati in forma di tabella, che possono essere esportati in formato testo, e
-- Dati in forma di grafico, che possono essere utilizzati per generare grafici di visualizzazione.
Per ottenere dati storici:
1
2
3
4
5

Selezionare Visualizza dati.


Selezionare la data di inizio (Da).
Selezionare la data di fine (su).
Selezionare l'unit da visualizzare.
Premere il tasto Ottenere dati.

Per scaricare i dati su disco:


1
2
3
4

Selezionare Download dati.


Selezionare la data di inizio (Da).
Selezionare la data di fine (su).
Premere il tasto Ottenere dati.

Per ottenere dati da file:


1 Selezionare Caricamento da file.
2 Premere il tasto Ottenere dati.

I dati possono essere visualizzati solo per periodi di un giorno, anche se possono essere scaricati per intervalli di tempo
superiori. Selezionare il giorno da visualizzare dal campo "Giorno".

86
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Funzionamento del grafico

Per modificare il display e passare alla modalit grafico, selezionare la finestra del Grafico sul pannello di visualizzazione.
Selezionare la configurazione del grafico premendo Configura....

La finestra di configurazione del grafico presenta diversi campi:


1

6
5

1 Selezione dell'unit: Nel caso di unit Packaged viene indicato l'indirizzo dell'unit interna, mentre per i refrigeratori
d'acqua viene indicato l'indirizzo del ciclo.
2 Valore: Contiene i diversi valori che possono essere visualizzati per l'unit o per il ciclo. Consultare la sezione su Tabella dei valori per ottenere la spiegazione di ogni singolo parametro.
3 Pulsanti di selezione: Consente di aggiungere o di eliminare una serie (unit + valore) dal display.
4 Selezione: Serie da visualizzare.
5 Configurazione grafica: Consente di configurare il display grafico. Il campo Valore min. consente di selezionare il
minimo sull'asse Y e il campo Valore max. consente di selezionare il massimo sull'asse Y.
Per generare un grafico:
Selezionare l'unit (unit interna o ciclo) che si desidera aggiungere alle serie.
Selezionare il valore per l'unit che si desidera aggiungere.
Premere il tasto >>> per aggiungere la selezione a questa lista di serie.
Ripetere i punti 1 e 3 per aggiungere le differenti serie desiderate alla lista. Per eliminare una serie, selezionare la lista
serie e premere il tasto >>>.
Configurare il grafico come desiderato.
Premere OK per aggiornare e tornare al CSNET WEB.
Utilizzare la barra di scorrimento inferiore per selezionare il giorno. Cambiare il giorno nel campo Giorno.
Il tasto Esporta... consente di catturare un grafico in formato JPG. Il tasto Stampa... consente di stampare il grafico.

87
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.3.2 Tabella dei valori per le unit Packaged


Identificazione del tipo di file:
<Tipo=Versione; 3 o 2>
Identificazione temporanea e modulo:
<Anno> <Mese> <Giorno> <Ora> <Minuti>
<Porta CS> <Numero UE> <Numero UI>
Regolazione dell'unit interna (CSNET WEB):
Centrale:

<Centrale=1/Locale=0>

Modalit impostata:

<Regolazione della modalit di funzionamento: VENTILAZIONE=0, FREDDO=1, DEUMIDIFICAZIONE=2,


CALDO=3, AUTOMATICO=4>

Impostazione
ventilazione:

<Regolazione della velocit di ventilazione (non Utopia): BASSA=2, MEDIA=3, ALTA=4>

Impostazione feritoia
orientabile:

(feritoia orientabile)<Regolazione feritoia orientabile: Posizione = 0-6, AUTO=7>

ON/OFF:

<regolazione acceso=1/spento=0>

Tset:

<Temperatura di impostazione in C>

Comunicazione:
Allarme:

<Codice di errore>

Arresto del compressore:<Causa dellarresto del compressore>


Validi:

<Dati validi>
Bit 0=1 (valore 1): I dati letti dall'unit interna sono validi eccetto per l'apertura della valvola di espansione
e lo stato di funzionamento.
Bit 0=1 (valore 2): (non Utopia): I dati dell'apertura della valvola di espansione dell'unit interna sono validi.
Bit 0=1 (valore 4): (non Utopia): I dati sulle condizioni di funzionamento dell'unit interna sono validi.
Bit 3=1 (valore 8): (non Utopia): I dati dell'unit esterna sono validi, il totale deve essere pari a 15 per SET
FREE e a 1 per UTOPIA.

Letture dellunit interna:


Modalit:

<UI: Lettura della modalit di funzionamento (non Utopia): : VENTILAZIONE=0, FREDDO=1,


DEUMIDIFICAZIONE=2, CALDO=3>

Ventilazione:

<UI: Lettura della velocit di ventilazione (non Utopia): : STOP=0, LENTA=1, BASSA=2, MEDIA=3, ALTA=4>

Stato:

<UI: Lettura della condizione di funzionamento: STOP=0, TERMO ON=1, TERMO OFF=2, ALLARME=3>

Feritoia orientabile:

<UI: Lettura della feritoia orientabile: POSIZIONE=0-6, AUTO=7, NON DISPONIBILE=8>

Hz UI:

<UI: Lettura della frequenza richiesta>

Ti:

<UI: Lettura della temperatura dellaria in entrata in C>

To:

<UI: Lettura della temperatura dellaria in uscita in C>

DT C:

<UI: Lettura del valore assoluto della temperatura in entrata-in uscita in C>

Tg:

<UI: Lettura della temperatura del tubo del gas in C>

TL:

<UI: Lettura della temperatura del tubo del liquido in C>

Trem:

<UI: Lettura della temperatura del termistore in C> *1

Lettura Tset:

<UI: Lettura della temperatura di impostazione in C>

iE:

<UI: Lettura della % di apertura della valvola di espansione > (% x 1000 in versione 2)

Letture dellunit esterna:


Impulso:

<UE: Impulsi della valvola di espansione dell'UI richiesta>

Modalit Ou:

<UE: Modalit di funzionamento: CALDO=0, FREDDO=1, DEUMIDIFICAZIONE=2, STOP=3>

Ta:

<UE: Temperatura ambiente in C>

Td:

<UE: Temperatura del gas di scarico in C>

Te:

<UE: Temperatura di evaporazione in C>

N compressore:

<UE: Numero dei compressori in funzione>

Pd:

<UE: Pressione del gas di scarico (non Utopia)>

Ps:

<UE: Pressione di aspirazione (non Utopia)>

Amps:

<UE: Valore del consumo totale del compressore, viene realizzato uno scaglionamento per le unit FX>

Hz:

<UE: Frequenza del compressore in Hz (non Utopia)>

oE1:

<UE: % di apertura della valvola di espansione 1 (non Utopia)> (% x 1000 in versione 2)

oE2:

<UE: % di apertura della valvola di espansione 2 (non Utopia)> (% x 1000 in versione 2)

oE3/oEb:

<UE: % di apertura della valvola di espansione 3 o b (solo set-free 3 condotti)> (% x 1000 in versione 2)

88
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.3.3 Download dei dati storici


Per scaricare i dati storici procedere come indicato di seguito:
-- Selezionare Download dati nella parte sinistra dello
schermo.
-- Selezionare la data a partire dalla quale si desidera
scaricare i dati storici.
-- Premere il tasto Ottenere Dati.

Viene visualizzata una finestra che consente di selezionare la cartella in cui verranno salvati i file.
Formato file

Una volta scaricati i dati storici viene scritto un file per unit esterna. Il nome del file sar hvv00nn, dove:
-- vv la versione selezionata:

02 la versione precedente (CSNET v8)

03 la nuova versione (CSNET WEB)

-- nn il numero dell'unit esterna.

6.3.4 Caricamento da file


Il CSNET WEB consente di visualizzare dati da un file precedentemente salvato. Il caricamento dei dati effettuato facendo clic sul tasto Ottenere Dati e selezionando il file corrispondente. Una volta terminato il caricamento dei dati, questi dati
vengono generalmente visualizzati.

89
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.3.5 Visualizzazione degli allarmi


Il CSNET WEB memorizza anche gli eventi allarme pi importanti che si sono verificati durante la vita dell'installazione.
Il tasto Cancella cancella lo storico allarmi.
Per visualizzare gli allarmi, fare clic sulla finestra Log allarme, e quindi premere il tasto Esporta Log, che si trova in basso
al centro nella finestra. Questa operazione pu tardare alcuni secondi. Una volta terminata l'operazione, viene visualizzata
una tabella simile a quella presentata nell'immagine:
il formato della tabella lo stesso del formato del file descritto di seguito.

Configurazione salvataggio automatico

Il capitolo Configurazione computer locale mostra come accedere alle impostazioni del software. La funzione log allarme
consente anche di salvare e aggiornare una copia del log sul proprio computer.
Per attivare questa opzione:
-- Marcare la casella di selezione.
-- Indicare la cartella nella quale si desidera salvare il file. Il tasto a destra della finestra di testo apre la finestra di
navigazione, e consente di selezionare la cartella.
-- Selezionare la versione del file (vedere il punto successivo Formato file).
Il file risultante (errYY.txt, dove YY sono le due cifre che indicano l'anno) viene aggiornato ogni minuto.

90
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Formato file

Le versioni CSNET e CSNET WEB contengono gli stessi dati. Per garantire future compatibilit stata aggiunta la possibilit di scegliere la versione.
Il formato del file di allarme il seguente:
Porta

UE

UI

Codice di
allarme

1.9.2006 14:20

10

11

(11) Sensore UI: Termistore dellaria di ingresso

FSN 2

1.9.2006 14:31

10

11

(11) Sensore UI: Termistore dellaria di ingresso

FSN 2

1.9.2006 14:45

10

11

(11) Sensore UI: Termistore dellaria di ingresso

FSN 2

1.9.2006 14:53

10

11

(11) Sensore UI: Termistore dellaria di ingresso

FSN 2

5.9.2006 8:39

10

11

(11) Sensore UI: Termistore dellaria di ingresso

FSN 2

5.9.2006 9:0

10

11

(11) Sensore UI: Termistore dellaria di ingresso

FSN 2

5.9.2006 9:51

61

(61) Errore di Comunicazione. L'unit interna non comunica pi

Utopia Big 1

5.9.2006 9:51

61

(61) Errore di Comunicazione. L'unit interna non comunica pi

Utopia Big 2

5.9.2006 9:51

61

(61) Errore di Comunicazione. L'unit interna non comunica pi

Utopia Big 3

Descrizione

Allarme

6.4 Consumo energetico


Il CSNET WEB salva e calcola la percentuale di consumo energetico di ogni unit interna rispetto alle unit esterne, in
modo tale che l'utente possa consultare il livello di consumo in ogni momento.

6
1

La finestra suddivisa in tre parti:


1 La parte superiore consente di selezionare le opzioni che si desidera consultare.
2 La parte centrale mostra i risultati della consultazione.
3 La parte inferiore offre le opzioni di salvataggio dei risultati e di uscita.
Per realizzare una consulta:
1 Indicare le date di inizio e fine con le quali il CSNET WEB realizzer i calcoli. Queste date possono essere selezionate
dal timer che compare premendo la freccia a destra della data.
2 Fare clic sul tasto Ottenere Dati.
3 I risultati della consultazione vengono visualizzati nella parte centrale sotto forma di tabella.
4 Per salvare i risultati della consultazione fare clic sul tasto Salva su File.

91
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.4.1 Packaged
Per conoscere i dati riguardanti il consumo energetico per unit Packaged, inserire l'intervallo temporale e fare clic su
Ottenere Dati.

Apparir una tabella con diverse informazioni.

Significato dei campi della tabella:


UE: Numero dellunit esterna. Il numero tra parentesi indica che le due unit esterne sono uguali e che si sta utilizzando
un indirizzo virtuale per differenziarle.
UI: numero dell'unit interna.
Descrizione: descrizione della macchina. Questo valore corrisponde al campo descrizione della configurazione dell'unit
interna.
% UE: percentuale di consumo dellunit interna rispetto al consumo energetico dellunit esterna.
% Sistema: percentuale di consumo dellunit interna rispetto al consumo energetico di tutta l'installazione.
Energia: Quando i dispositivi misuratore di potenza sono collegati il CSNET WEB in grado di mostrare l'energia consumata dall'unit.
Costo: costo relativo al consumo energetico in base a tariffe dei prezzi configurate.

92
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

Configurazione

Il costo calcolato per ciascuna unit interna basato su tariffe specifiche per il CSNET WEB.

Esistono due sistemi diversi per definire la fonte di energia consumata:


Utilizzare i dispositivi di potenza metro per ottenere i dati: se i dispositivi misuratori di potenza si riferiscono alle
unit, l'energia consumata da ciascuna unit interna sar calcolata in base alle informazioni fornite da questi dispositivi.
Inserire il consumo del sistema sul periodo selezionato:se il consumo del sistema viene inserito manualmente nel
periodo desiderato, l'utente inserisce i dati di lettura in ingresso all'inizio e alla fine del periodo.
possibile specificare anche la valuta attuale.
La tabella delle tariffe consente all'utente di impostare diversi periodi temporali all'interno di una giornata con il relativo costo.

N O TA
L'unit di misura del costo di un periodo tariffario la stessa di quella dei dati di lettura in ingresso. In caso di utilizzo di
un dispositivo misuratore di potenza, l'unit di misura deve essere uguale a quella specificata nella configurazione del
dispositivo misuratore di potenza.

93
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

6 Opzioni di
configurazione e
visualizzazione

6.4.2 Configurazione salvataggio automatico


Il capitolo Configurazione computer locale mostra come accedere alle impostazioni del software. La funzione consumo
energetico consente di generare automaticamente una notifica dettagliata del consumo quotidiano dell'installazione.
Per attivare questa opzione:
-- Marcare la casella di selezione.
-- Indicare la cartella nella quale si desidera salvare il file. Il tasto a destra della finestra di testo apre la finestra di
navigazione, e consente di selezionare la cartella.
-- Selezionare il tipo di consumo energetico:
Mese: Ogni giorno vengono salvati su un file mensile i valori accumulati per le unit dal primo giorno del mese.
Giorno: Ogni giorno vengono salvati su un file mensile i valori del consumo energetico del giorno corrente.

-- Selezionando l'opzione Unico file verr salvato nella cartella un unico file contenente il consumo energetico. In
questo file sar registrato il consumo energetico di ogni giorno.
-- "Includi dati del misuratore di potenza" viene aggiunta una colonna con i valori di energia.
Il salvataggio automatico si avvia ogni giorno alle ore 00:00. Viene salvato un file mensile contenente il consumo energetico accumulato nel corso del mese o giornalmente.
Se attivata l'opzione Unico file verr inoltre salvato il consumo energetico nel file unico.
Il nome del file m1_YYYYMM.txt. YYYY indica l'anno e MM il mese.
Il nome del file unico per le unit Package power_log.txt.

6.4.3 Formato file


Il formato del file salvato presenta diverse colonne separate da una tabulazione. Il significato di queste colonne per il file
packaged il seguente:
Anno

Mese

Giorno

Porta CS

UE

UI

Descrizione

% UE

% Sistema

Se vengono inclusi i dati del misuratore di potenza, il formato del file il seguente:
Anno

Mese

Giorno

Porta CS

UE

UI

Descrizione

% UE

% Sistema

Energia

Per il salvataggio manuale, viene aggiunta una fila all'inizio con il significato di ogni campo. Ci non accade con il salvataggio
automatico.
Il salvataggio automatico deve essere selezionato dalla sezione Configurazione computer locale, come spiegato in precedenza.
Il tasto Salva su file consente di salvare manualmente i dati.

94
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

7 Risoluzione dei
problemi

7.

Risoluzione dei problemi

Indice
7.1

Segnali dallarme.................................................................................................................................... 96

7.2

Allarmi unit........................................................................................................................................... 97

7.3

Opzioni del sistema................................................................................................................................ 97

95
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

7 Risoluzione dei
problemi

7.1 Segnali dallarme


Quando almeno una unit si trova in una situazione di allarme questa verr indicata fisicamente sull'interfaccia dal lampeggiamento del LED ERROR.
Se tutte le unit si trovano in una situazione di allarme si verifica un serio problema di comunicazione e il lampeggiamento
sar pi rapido.
Il software CSNET WEB permette di rilevare quali unit si trovano in una situazione di allarme, in quanto queste unit
verranno marcate in rosso sulla finestra principale. Al tempo stesso, tutte le aree che contengono unit in una situazione
di allarme verranno marcate in rosso.

96
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

7 Risoluzione dei
problemi

7.2 Allarmi unit


Il software CSNET WEB permette di identificare il codice di errore delle unit. Questo codice viene visualizzato nella finestra Status Sistema e corrisponde al codice di errore indicato nel manuale di manutenzione dell'unit in questione.
Sono stati aggiunti nuovi codici di allarme specifici per CSNET WEB per indicare che la comunicazione con una delle unit
stata interrotta.

I codici di errore di comunicazione con CSNET WEB sono i seguenti:


Codice

Descrizione

60

L'unit esterna non comunica con CSNET WEB da pi di 10 minuti

61

L'unit interna non comunica con CSNET WEB da pi di 10 minuti

62

L'unit esterna non comunica con CSNET WEB dall'ultimo avvio

63

L'unit interna non comunica con CSNET WEB dall'ultimo avvio

7.3 Opzioni del sistema


Il PSC-A160WEB1 dispone di diverse opzioni che consentono di conoscerne lo stato in ogni momento. Queste opzioni
sono accessibili solo dal proprio hardware.
Per attivare una funzione:
1
2
3
4

Rimuovere le quattro viti situate nella parte superiore dell'hardware.


Localizzare l'interruttore DIP "Option".
Collocare in posizione ON il pin della funzione richiesta.
Collocare il pin 1 in posizione ON per attivare la funzione.

Una volta configurato l'interruttore DIP, il display a 7 segmenti visualizza diversi caratteri in base alla funzione stabilita. I
valori vengono visualizzati scorrendo orizzontalmente.
Per disattivare la funzione e tornare alla modalit riposo:
Nell'interruttore DIP Option collocare tutti i pin in posizione OFF, lasciando per ultimo il pin 1.
Di seguito viene mostrata la tabella con tutte le funzioni e la relativa descrizione.
Impostazione di fabbrica

97
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

7 8

7 Risoluzione dei
problemi

Di seguito viene mostrata la tabella con tutte le funzioni e la relativa descrizione.


Tabella delle funzioni

Pin

Funzione

Descrizione

Selezione funzione

Questo pin consente l'attivazione delle funzioni selezionate con gli altri pin.

Ristabilire la configurazione
di rete

Ristabilisce l'indirizzo IP, Maschera e Gateway sui valori iniziali di:


IP: 192.168.0.3
Maschera: 255.255.255.0
Gateway: 192.168.0.1

Ripristinare password

Imposta la password utente su "User" e quella di installatore su "Installer"

Ripristinare la configurazione

Cancella la configurazione dell'installazione e ripristina le password come nel punto


precedente

Notifica indirizzo IP

Mostra l'indirizzo IP e la porta PSC-A160WEB1.

Informazione unit

Mostra il numero di unit interne ed esterne riconosciute dal PSC-A160WEB1.


Abilitala compatibilit con le postazioni centrali.

Compatibilit postazione
centrale

Il software CSNET WEB ha sempre la priorit, pertanto se un'unit impostata come


centrale, la postazione centrale non potr modificare lo stato dell'unit. La stessa cosa
succede con l'opzione sensore remoto non configurata.

AV V E R T E N Z A
Tutte le unit dovranno essere controllate da una postazione centrale, in caso contrario
comparir un allarme di comunicazione.
8
Tutti su
OFF

Non utilizzato

Uso interno; deve essere sempre impostato su "OFF".

Riposo

Indica il tipo di installazione (PA: Packaged). In caso di allarme indica il codice di allarme e
le unit che presentano l'allarme.

98
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

8.

Connessioni web

Indice
8.1

Sicurezza della connessione................................................................................................................ 100

8.2

Accesso web........................................................................................................................................ 101

8.3

Struttura dell'interfaccia........................................................................................................................ 101

8.4

Visualizzazioni...................................................................................................................................... 102

8.5

Previsioni meteo................................................................................................................................... 104

8.6

Impostazione dell'unit......................................................................................................................... 105

8.7

Comandi Smart.................................................................................................................................... 106

8.8

Configurazione del server web............................................................................................................. 107

99
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

8.1 Sicurezza della connessione


La connessione web stata richiesta pi volte per consentire di:
Utilizzare PSC-A160WEB1 senza installare il software
Collegarsi da uno smartphone.

Il software del PC deve essere in esecuzione mentre il software viene utilizzato come server.
Il server web la porta collegata all'installazione Hitachi e quindi stato preparato in modo da mantenere tale porta completamente sicura.

Livello

Spiegazione
La connessione fatta dall'utente richiede una password.

Password Utente

La password viene memorizzata sul server dalla finestra elenco utenti, in modo che non
venga mai inviata dal cliente e questo significa che non pu essere copiata.
Anche la connessione fatta dall'utente viene protetta.

Unit consentite

Ciascun utente avr un elenco di unit consentite/bloccate da gestire. Ci significa che


se un utente perde la propria password, le unit accessibili saranno solo quelle che
appaiono nell'elenco.
Per essere in grado di connettersi al server strettamente necessario che l'opzione
server sia attivata.

Attivazione del
server

L'opzione non attivata per impostazione predefinita e tutti i software che non utilizzano
la nuova funzione saranno completamente irraggiungibili dall'esterno.
In caso di comportamento sospetto, l'opzione pu essere disattivata e il sistema sar di
nuovo chiuso a connessioni esterne.

100
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

8.2 Accesso web


Una volta che il software client stato attivato come server web, l'utente pu connettersi all'IP del computer. Apparir la
seguente schermata per il login:

La connessione pu essere eseguita sia da un dispositivo mobile che dal desktop. Le differenze sono poche ma si adatta
meglio al browser.

8.3 Struttura dell'interfaccia


Dopo il login dell'utente vengono mostrate solo le unit disponibili.
1

La schermata ha 3 punti in comune:


Elemento
1

Tasto Men

Barra di stato: mostra informazioni sugli HARCs collegati.

Comandi Smart: consente all'utente di impartire comandi. Se il browser


consente l'ingresso vocale i comandi possono essere impartiti vocalmente.

101
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Icona

8 Connessioni web

Il men comprende i seguenti elementi:

8.4 Visualizzazioni
Esistono due tipi di visualizzazioni per mostrare le unit:

1 Vista della griglia


La visualizzazione a griglia assomiglia alla visualizzazione Building Layout automatico.

102
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

2 Vista di lista
Mostra l'elenco delle unit per utilizzare al meglio lo spazio sullo schermo.

103
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

8.5 Previsioni meteo


Le previsioni meteo mostrano la previsione del giorno attuale e dei 3 giorni successivi.

N O TA
Richiede il collegamento a Internet.
Le previsioni meteo possono essere attivate se l'utente richiede tale informazione.

104
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

8.6 Impostazione dell'unit


La schermata di impostazione dell'unit la seguente.

Funziona come il pannello di impostazione del CSNET WEB.


Gli elementi configurabili sono:
Accesso / Spento

Temperatura
Modalit
Ventilazione
Louver
Elementi di blocco centrale

105
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

8.7 Comandi Smart


I comandi Smart consentono all'utente di comunicare i comandi vocalmente o digitandoli e il CSNET WEB li esegue.
I comandi disponibili sono i seguenti:
Comandi Smart
Azione

Destinazione

Esempio

Voglio

freddo
caldo
aria

Voglio caldo

Ho

freddo
caldo
aria

Ho freddo

Destinazione

Esempio

aprire

Luogo
Porta UE UI

aprire Luogo 2

vedi

Luogo
Porta UE UI

vedi 0 2 4

matrice

vedi matrice

elenco

elenco

meteo

Previsioni meteo

torna indietro

torna indietro

esci

esci

help

help

Azioni di navigazione
Azione

Azioni di impostazione
Azione

accendi

Valore

Destinazione

Esempio

Luogo
Porta UE UI
tutte

accendi tutte

(solo l'azione viene applicata all'unit aperta attuale)

spegni

Luogo
Porta UE UI
tutte

spegni 0 2 4

(solo l'azione viene applicata all'unit aperta attuale)

temperatura

Luogo
Porta UE UI
tutte

temperatura 25 Luogo 2

(solo l'azione viene applicata all'unit aperta attuale)


freddo
deumidificazione
ventilazione
caldo
automatico

modalit

bassa
media
alta

ventilazione

Luogo
Porta UE UI
tutte

modalit freddo

(solo l'azione viene applicata all'unit aperta attuale)


Luogo
Porta UE UI
tutte

ventilazione media Luogo 2

(solo l'azione viene applicata all'unit aperta attuale)

N O TA
I comandi vengono inviati come testo, ma nel caso in cui il browser web permetta l'ingresso vocale essi possono essere
inseriti comunicandoli con il linguaggio del server CSNET WEB.

106
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

8 Connessioni web

8.8 Configurazione del server web


Il server web viene configurato mediante il panello "Configurare Sistema".
stata aggiunta una scheda per avere i dati tutti i dati dell'installazione che influenza i 4 HARCs.

L'utente pu impostare l'attivazione o meno del server e la porta di collegamento.


Inoltre possibile scegliere di mostrare o nascondere le previsioni meteo e i ordini di voice sul men.
La latitudine e la longitudine vengono utilizzate per il meteo.
Le statistiche relative alle connessioni degli utenti vengono mostrate aprendo l'opzione "Statistics Server". In tal modo
possibile verificare il numero di connessione e la durata dell'ultima connessione.

107
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.

RCS Web

Indice
9.1

Introduzione......................................................................................................................................... 110

9.2

Configurazione computer locale............................................................................................................111


9.2.1 Installazione..................................................................................................................................................112
9.2.2 Filtro dell'unit...............................................................................................................................................112
9.2.3 Impostazioni utente.......................................................................................................................................113
9.2.4 Impostazioni proxy........................................................................................................................................113
9.2.5 Modificare la password dell'installatore.........................................................................................................114

9.3

Funzionamento con software RCS Web.............................................................................................. 115


9.3.1 Controllo remoto virtuale...............................................................................................................................116
9.3.2 Lista delle unit e stato..................................................................................................................................116
9.3.3 Utilizzo della barra delle applicazioni............................................................................................................117

9.4

Risoluzione dei problemi...................................................................................................................... 117

109
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.1 Introduzione
Il software RCS Web ha lo scopo di semplificare il CSNET WEB e utilizza solo un dispositivo di controllo remoto per il
Building Layout.
L'idea di base quella di installare questo software nei computer di quegli utenti che necessitano gestire le opzioni del
CSNET WEB. Potranno accedere come nel caso del controllo remoto, ma dal proprio computer.

Unit interna

Computer

Computer

Computer

Unit interna

Unit interna

N O TA
L'utente gestir con l'interfaccia solo le unit interne che l'Installatore gli consentir di gestire.

L'interfaccia del RCS Web ha l'apparenza di un controllo remoto virtuale che intende semplificare e migliorare il controllo
dell'unit da parte dell'utente.

110
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.2 Configurazione computer locale


Dopo aver avviato il software, comparir la finestra principale. Per configurare il software sar necessario selezionare il
pulsante Configura.

Per configurare l'impianto necessaria la password dell'installatore, che per impostazione predefinita "Installer" sia come
username che come password.

9
N O TA
Se l'installatore imposta il testo in bianco, non gli verranno richiesti l'utente e la password.
Le configurazioni dell'installatore consentono di configurare i seguenti oggetti:
-- Installazione: impostare HARCS dove sar collegato il RCS Web.
-- Filtro dell'unit: configurare le unit visibili all'utente.
-- Utente: impostare utente, password e autorizzazioni dell'utente.
-- Proxy: configurare i dati proxy se richiesto.
-- Password installatore: modificare la password per collegare la configurazione.

111
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.2.1 Installazione
Sul pannello di installazione sar possibile configurare 4 HARC. Esattamente come il CSNET WEB.
Ognuno di questi 4 HARC sar specificato utilizzando l'IP e la porta.
Il nome utente e la password di questi HARC saranno configurati dal
CSNET WEB. Per impostazione predefinita sia lo username che che
password sono "Installer".
Cliccando sulla casella di controllo del proxy, il proxy sar utilizzato
per il collegamento con questo HARC.

9.2.2 Filtro dell'unit


Il filtro dell'unit lo schermo in cui l'installatore pu configurare le unit che l'utente potr controllare.

La lista di unit sar definita impostando le unit autorizzate o la lista delle unit proibite.

N O TA
Se la password dell'installatore viene introdotta nella finestra di login, si connetter al RCS Web con tutte le unit disponibili, non solo con quelle qui configurate.

112
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.2.3 Impostazioni utente


La finestra dell'utente consente di configurare il nome utente e la password del profilo dell'utente.

Sono presenti 2 caselle di controllo per gestire le autorizzazioni dell'utente.


Una consentir all'utente di modificare le impostazioni centrali, e l'altra far apparire il messaggio di allarme sulla barra
delle applicazioni.

9.2.4 Impostazioni proxy


La finestra proxy utilizzata per configurare la connessione proxy. Esattamente come nel software CSNET WEB.

Il server proxy sar specificato utilizzando l'indirizzo e la porta.


Per autenticare la connessione al proxy saranno necessari il nome utente e la password per accedere al server proxy.

113
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.2.5 Modificare la password dell'installatore


La finestra Password installatore consente di modificare o di cancellare il nome utente e la password.

I campi di impostazione privi di testo non richiederanno la password dell'Installatore per accedere alla configurazione
locale del software.

114
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.3 Funzionamento con software RCS Web


La finestra principale aperta la finestra del login. In questa finestra, l'utente potr introdurre il nome utente e la password
per accedere al sistema.

In questa finestra sono presenti piccole configurazioni per l'utente quali:


-- Lingua di default: consente di modificare la lingua che il software utilizza quando avviato. Le lingue disponibili
sono English, Espaol, Catal, Italiano, Franais, Deutsch, Nederlan, Portugues, Czech e Russian.
-- Ricordare password: i sistemi ricordano l'ultimo nome utente e l'ultima password configurati al fine di evitare di
digitare nuovamente tali elementi.
-- Login automatico all'avvio: Se il sistema ricorda la password, si collegher automaticamente nell'avviare il software.

N O TA
Se il software spostato nel men di avvio di windows, si avvier una volta acceso il computer.
Selezionando il login automatico all'avvio, questa finestra non comparir.
Le liste di installazione mostrano i CSNET WEB configurati e se questi sono collegati o meno. Lo stato della connessione
cambier solo nel momento in cui l'utente effettuer il login.

115
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.3.1 Controllo remoto virtuale


Una volta che l'utente sar connesso, comparir un'interfaccia simile ad un controllo remoto.
Questa interfaccia uguale a quella del building layout ma con miglioramenti che consentono di effettuare un controllo
centrale.
Gli elementi controllabili saranno avvio/arresto, temperatura di impostazione, modalit, ventilazione, louver e centrale.
Sono esattamente uguali al controllo remoto del Building Layout. possibile trovare ulteriori informazioni nel capitolo
relativo al Building Layout.
In caso di controllo centrale, questo sar abilitato solo nel caso in cui l'installatore conceda all'utente l'autorizzazione per effettuare tale controllo, e nel momento in cui un valore centrale attivato i pulsanti relativi a quel blocco saranno disabilitati.
Effettuando il logout si torner alla finestra del login, e premendo su uscita l'applicazione si chiuder.

9.3.2 Lista delle unit e stato


La casella combinata nella parte superiore sar utilizzata per selezionare le unit nel caso in cui ne fossero presenti pi di
una. Il testo visualizzato corrisponder al campo della descrizione salvato nell'HARC. Nel caso in cui questo testo non fosse
presente, sar visualizzato il testo "Unit: [X,Y,Z] dove i valori sono la fessura, l'indirizzo esterno e l'indirizzo interno dell'unit.
Diversi colori nella casella combinata indicheranno se l'unit in funzione o meno e se presente un'unit con allarme.

Il significato dei colori spiegato nella tabella seguente:


Colore

Significato

Verde

In funzione

Nero

Arresto

Rosso

Allarme

116
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

9 RCS Web

9.3.3 Utilizzo della barra delle applicazioni


Nel caso in cui l'utente chiudesse la finestra utilizzando il tasto a forma di croce, l'applicazione continuer a funzionare e
comparir un'icona sulla barra delle applicazioni.

Facendo clic due volte sull'icona situata sulla barra delle applicazioni, l'applicazione si aprir. Utilizzando il pulsante destro
del mouse si aprir un piccolo men che consentir all'utente di scegliere se chiudere completamente l'applicazione o aprirla.

9.4 Risoluzione dei problemi


L'utente avr generalmente l'applicazione chiusa sulla barra delle applicazioni, in quanto non dovr utilizzarla continuamente. Ma la presenza dell'icona sar molto utile per la notifica di allarme.

Allarme
Descrizione allarme:
Unit [Porta: 1, UE: 11, UI: 1] - > Codice di allarme: 99

In presenza di allarme, l'icona sulla barra delle applicazioni diventer di colore rosso e si manterr di questo colore fino a
quando l'allarme scomparir. Il messaggio di allarme dovr essere attivato nella configurazione dell'utente.
La prima volta in cui si presenter un allarme, comparir una notifica del sistema che indicher che questo allarme comparso, e conterr il codice di allarme e l'indirizzo dell'unit.
Gli allarmi possono anche essere visualizzati sul led degli allarmi del controllo remoto virtuale o nella lista delle unit.

117
TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Hitachi Air Conditioning Products Europe, S.A.U.


Ronda Shimizu, 1 - Polg. Ind. Can Torrella
08233 Vacarisses (Barcelona) Espaa
Hitachi certifica che i suoi prodotti sono conformi ai requisiti di
sicurezza del consumatore, salute e rispetto dell'ambiente
dell'Unione Europea.
Hitachi Air Conditioning Products Europe, S.A.U. certificata con:
ISO 9001 rilasciata da AENOR, (Spagna) per la Gestione della
Qualit secondo la norma.
ISO 14001 rilasciata da AENOR (Spagna) per i suoi sistemi di
Gestione Ambientale secondo la norma.
I prodotti per l'aria condizionata di Hitachi sono fabbricati come da:
ISO 9001 rilasciata da JQA, (Giappone) per la Gestione della Qualit
secondo la norma
ISO 14001 rilasciata da JACO, (Giappone) per la sua conformit di
Gestione Ambientale alla norma.

TCIT0089 rev.0 - 09/2013

Stampato in Spagna