Sei sulla pagina 1di 2

II PRIMO PIANO il Resto del Carlino SABATO 12 LUGLIO 2008

ALLARME VIOLENZA

«Sentivo le sue mani su di me. Ero


Il racconto della ragazza pedinata e aggredita di giorno in casa: «Non
UNA STUDENTESSA bolognese di 23 anni è rimasta vittima di
di DEBORAH DIRANI
un’aggressione a sfondo sessuale nelle prime ore del pomeriggio di
SOS DONNE ON È una ragazza appari- giovedì. A tentare la violenza, secondo l’accusa, è stato un
L’aggressione alla
studentessa di 23 anni è la
seconda in pochi giorni
Segue quella accaduta in via
N scente, Valentina, chia-
miamola così. E’ grazio-
sa: ha gli occhi nocciola, i capelli
brindisino trentenne residente in città, C. D. T., incensurato e che
ora si trova agli arresti domiciliari accusato di violenza sessuale e
violazione di domicilio. L’uomo, adocchiata la ragazza, intorno alle
14 mentre dalla zona di piazza Cavour lei camminava per rientrare
a casa, in via del Pratello, l’ha seguita cercando di non farsi notare.
Pontida dove un rumeno — castani, mossi e li tiene raccolti
che per il momento l’ha fatta con uno spillone sulla nuca. E’ mi- La vittima, che pure si era accorta dell’uomo, alto un metro e 94,
franca — ha cercato di con i capelli rasati a zero e un vistoso paio di occhiali da sole, non
nuta, assomiglia molto più a uno ha però ritenuto di essere in pericolo e ha continuato per la sua
violentare una ragazza scricciolo che a una femme fatale.
di 26 anni strada. Ha camminato per via Farini, Barberia e piazza San
Ha 23 anni e un sorriso che, an- Francesco e, giunta davanti al portone di casa, non vedendolo più,
che il giorno dopo l’aggressione è salita in ascensore fino al corridoio che conduce all’appartamento
subita, si sforza di uscire. in cui vive con i familiari. Messa la chiave nella toppa, però, si è
sentita afferrare con forze alle spalle. Nulla ha potuto per
E’ dolce e sensibile, scrive poesie, divincolarsi dalla presa dell’uomo che è riuscito a entrare in casa.
e le ha anche pubblicate in un li- Ma lì, accortosi che c’era un televisore acceso, e che quindi c’era
bro: «Sono un po’ tristi», si scher- qualcuno, è scappato. La polizia, grazie alla descrizione fornita
misce. Sono belle e delicate. Co- dalla vittima, ha rintracciato l’aggressore in piazza Minghetti
me lei. seduto su uno scooter che chiacchierava con un’altra ragazza. Lui
all’inizio ha negato, poi ha ammesso solo di aver seguito per un
Come stai oggi? tratto la giovane perché l’aveva scambiata per un’amica, ma di
«Meglio, grazie. Sono anche riu- essere poi tornato indietro resosi conto di aver sbagliato. La
scita a riposare. Ieri ero terrorizza- giovane, in stato di choc, è stata medicata al Sant’Orsola con una
ta, così all’ospedale mi hanno da- prognosi di tre giorni. Sulla vicenda è intervenuto Manes
Bernardini, segretario della Lega Nord che parla di «fragilità» del
to qualche goccia di calmante. E’ tessuto sociale e di «latitanza del Comune in tema di sicurezza».
servita a rilassarmi e a permetter- d. d.
mi di dormire».
Ti senti di raccon- UN’OMBRA li da sole e una t- non mi guardava. Camminava
tare come è an- shirt verde, che
data?
«L’ho notato normalmente guardandosi attor-
per strada, era era dietro di me. no. Non mi è venuto da pensare
«Sì ora sì. Stavo rien- Ho anche pensa-
trando a casa, erano da un po’ che stesse seguendo me. E poi ero
che mi stava dietro» to: “Io quello lì al telefono con un’amica, stavo
le due del pomerig-
l’ho già visto”. Cer- chiacchierando, non mi è nemme-
gio, circa. Ero stata
to che l’avevo vi- no passato per la testa».
in centro a fare delle commissioni
sto, era da un po’ che mi stava die-
camminavo tranquilla, cammino Eppure sentivi che c’era qual-
un sacco io, in particolare in esta- tro». cosa di strano...
te. A un certo punto, in via Barbe- Ti sei spaventata, hai capito «Sì, tant’è vero che quando sono
ria, mi sono accorta di questo tipo che ti seguiva? arrivata sotto il portone di casa,
alto, con la testa rasata, gli occhia- «No, per niente. Anche perché mentre infilavo le chiavi nella top-

Tratta di prostitute dalla Lituania


LA PROSTITUZIONE in favoreggiamento della marciapiedi, che aveva
città non conosce più confini. prostituzione aggravato, i segnalato l’insolita presenza
E’ lituano — una novità — primi due anche per di ragazze lituane in diversi
l’ultimo filone favoreggiamento della punti della città, in particolare
antiprostituzione che ha permanenza di clandestini tra i viali e il cimitero dei
portato i carabinieri a nonché fabbricazione e polacchi. Dalle ricerche è
sgominare una pericolosa possesso di documenti falsi emerso che il gruppo, con la
banda di sfruttatori. validi per l’espatrio. complicità della fidanzata
In carcere, su disposizione del L’indagine, condotta dai russa di uno dei tre, gestiva il
gip Gabriella Castore, sono militari del nucleo operativo e lavoro hard di otto donne.
finiti il 30enne lituano Audrius radiomobile di San Lazzaro e L’organizzazione aveva dato
Kalugin e una coppia di fratelli coordinata dal pm Enrico vita a un traffico di esseri
albanesi, Enton Islamaj detto Cieri, è partita nel dicembre umani dalla Lituania
‘Toni’, 34enne e capo della 2007 grazie alla segnalazione attraverso l’utilizzo di
gang, e Gentian Islami, 31 dell’associazione Fiori di passaporti falsi. Le lucciole
anni. Quest’ultimo per Strada, impegnata a venivano accompagnate sul
sfruttamento e strappare le lucciole dal posto di lavoro con diverse

ANTICHITA’ DAL LUZZOSAS


di Casagrande Glauco e C.
Acquistiamo per la nostra selezionata clientela
dipinti antichi e primo ‘900, sculture e interi arredi antichi
Trattative riservate - Stime
Via Dal Luzzo, 4/a-b - 40125 Bologna - Tel. 051.229119 - Email: antichitadalluzzo@alice.it
SABATO 12 LUGLIO 2008 il Resto del Carlino PRIMO PIANO III
ALLARME VIOLENZA

terrorizzata»
riuscivo a liberarmi»
pa mi sono guardata intorno». Per fortuna in casa c’era la mia
Tutto tranquillo? mamma e la televisione era acce-
«Sì, tutto tranquillo, non l’ho vi- sa».
sto. Non riesco ancora a capire co- Lui ha sentito il rumore, ha ca-
me abbia fatto a entrare nel palaz- pito che non eravate soli ed è
zo e sorprendermi alle spalle. Io scappato?
sono salita in ascensore, e lui deve «Sì è uscito di corsa mentre mia
essere sgattaiolato dentro e avere madre arrivava da me per capire
salito di corsa le scale». cosa stava succedendo. Sono riu-
scita a spiegarle tutto e lei ha chia-
E poi tu sei arrivata davanti
alla porta dell’appartamen- mato la polizia. Così lo hanno pre-
to e lui ti ha afferrato per un so, praticamente subito».
braccio? Tu poi lo hai riconosciuto?
«Questo lo dice lui, ma non è ve- «Sì, non ho avuto nessun dubbio.
ro». So che ora è agli arresti domicilia- IL CASO
Lui dice anche che non ti ha ri».
aggredita, che sul pianerotto-
lo ti ha detto
“ciao”, scam- LA FUGA
Non piange, Valen-
tina, e non usa nem-
meno parole ranco-
Abusi su un compagno di scuola
biandoti
una sua amica.
per

«No, lui mi ha affer-


rata da dietro men-
«Per fortuna rose verso l’uomo
c’era mia mamma che 24 ore prima
con la tv accesa l’ha aggredita. Se
Condannato a quattro anni
di LORENZO PRIVIATO di un professore che informò il preside e chie-
tre io cercavo di E lui è scappato» ne sta seduta sul se l’intervento dei carabinieri. Nel frattempo
suo letto, nella sua ORNA nel carcere minorile di Bolo-
aprire la porta di ca-
sa, mi ha tirato su il vestito, mi te- camera. E’ la camera di una ragaz-
neva stretta. Sentivo le sue mani za della sua età piena di libri di te-
sulle mie gambe. Cercava di im- sto ammonticchiati sulla scriva-
T gna, dopo un periodo trascorso in una
comunità di Monterenzio, uno dei due
ragazzini marocchini arrestati nel maggio
anche la sorella della vittima imparò la vicen-
da, il ragazzino si confidò con la madre che
subito sporse querela. Scattarono le indagini
e i successivi arresti anche per il possesso di
2007 con l’accusa di violenza sessuale su un materiale pedopornografico. Proprio la pre-
mobilizzarmi». nia, accanto al computer. Assomi- quindicenne, compagno di scuola nell’istitu- senza delle immagini assieme alle testimo-
Però tu sei riuscita lo stesso a glia a una tana, il posto più sicuro to Taddia di Cento, nel Ferrarese. Il minore, nianze, ebbero un ruolo fondamentale nelle
entrare in casa... dove lasciar trascorrere il tempo, 16 anni, è stato condannato dal tribunale dei indagini coordinate dal pm della procura mi-
«Sì, ma lui mi è venuto dietro, in attesa che il ricordo dell’aggres- minorenni a quattro anni di reclusione per norile Eufemia Milelli.
violenza sessuale di gruppo, oltre a un’am-
non riuscivo a liberarmi. Lui è al- sione piano piano venga elabora- menda di 26mila euro che dovrebbe essere NELLA SENTENZA di primo grado i due
to un metro e 94, io non avevo ab- to e chiuso in un angolo della me- commutato in un aggravio di pena. Dopo la imputati furono condannati a 4 anni e sei me-
bastanza forza per contrastarlo. moria. rinuncia al ricorso in Cassazio- si, con sentenza ridotta in ap-
Continuava a mettermi le mani Ci vorrà tempo, questo lo sai, ne, la condanna è diventata de- pello a quattro anni benché la
finitiva anche per il complice CARCERE difesa chiedesse uno sconto di
addosso e io non riuscivo nemme- vero?
no a urlare tanto ero spaventata. «Sì, ma sono sicura di farcela». dello stupro, 15enne, tutt’ora a Ragazzino torna un anno e sei mesi. Ora la sen-
piede libero dopo che il tribu- dentro dopo periodo tenza è diventata definitiva in
nale del riesame gli aveva aper- nella comunità quando, spiega il legale del
to le porte del carcere per un ca- 16enne, avvocato Gaetana Ca-
di Monterenzio
Sgominata una gang villo giudiziario, l’assenza dal
fascicolo di un verbale di testi-
cioppo, «non ci è stato conferi-
to il mandato per ricorrere in
monianza. Al 16enne, l’autore materiale della Cassazione». La linea di difesa si basava essen-
auto: cinque, e tutti di grossa sequestrare anche violenza, i carabinieri di San Lazzaro hanno zialmente su due aspetti: «Dalle testimonian-
cilindrata (Bmw serie 1, Audi documenti falsi, 11mila euro notificato il provvedimento di carcerazione al ze – continua il legale – emergeva che c’era sta-
6 sw, Opel Zafira, Mercedes e una trentina di cellulari.
Pratello e sono andati a prelevarlo dalla comu- to il consenso della vittima, il che escludeva il
più una moto MV Augusta), i nità di recupero ‘Compagni di sogni’ di Sassu- reato. Inoltre avevamo chiesto la messa alla
mezzi sequestrati durante IL GIP ha rilevato che i fatti
accertati sono gravi e di alto no, nel comune di Monterenzio, che fa parte prova, che consisteva in una sospensione del
l’operazione. Gli sfruttatori dell’associazione Giovanni XXIII. processo per vedere l’evoluzione della perso-
facevano prostituire le allarme sociale, con un
“pericolo altissimo” di nalità dei ragazzi, ma il tribunale lo ha rigetta-
ragazze anche in due L’EPISODIO risale al 20 aprile 2007, nei ba- to». Gli autori, peraltro, avevano confessato
appartamenti — in via delle reiterazione dei reati in virtù
Tovaglie e via Broccaindosso
dell’alto guadagno (20mila gni della scuola ferrarese, e fu anche ripreso tutto.
— con tariffe tra i 150 e 200
euro al mese) e che nessuno con un telefonino. Fu proprio il 15enne a im- E mentre il 16enne era stato affidato alla co-
munità di Monterenzio, per l’altro fu il tribu-
dei tre lavora. Durante mortalare le fasi della violenza perpetrata nale civile ad attribuirne la difesa al Comune,
euro. A entrambe le case, di l’indagine, inoltre, è emerso
proprietà di un anziano e dall’altro connazionale ai danni di un compa- in quanto allontanato dai genitori che erano
che una delle ragazze, gno di classe con qualche deficit di apprendi- stati espulsi poiché clandestini. Di lui non ha
affittate a una delle sottoposta a perizia
prostitute, sono stati messi i mento e per questo seguito da un insegnante più notizie neppure il suo legale, avvocato
psichiatrica, aveva disturbi di di sostegno. Quelle foto choc fecero il giro di Giuseppe Trimboli, che pure conferma che la
sigilli. Le perquisizioni hanno mente.
permesso ai militari di Lorenzo Priviato parenti e amici, finché arrivarono tra le mani condanna è diventata definitiva.