Sei sulla pagina 1di 1

www.diritto24.ilsole24ore.

com/lex24/

Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi


24.5.2013 - p.24

CESSIONE DEL QUINTO, REGOLE AGGIORNATE


di Gheido Maria Rosa
Per favorire l'accesso ai finanziamenti dei pensionati l'Inps rinnova la convenzione con le banche e gli intermediari finanziari, sostituendo quella
precedente di cui alla deliberazione 51 del 2007.
Contestualmente l'Istituto aggiorna le regole, anch'esse risalenti al 2007, per la cessione del quinto da parte dei pensionati che si avvalgono di
questemodalitdifinanziamento.Ilnuovoschemadiconvenzionestatoapprovatoconladeterminazionedelpresidenten.76del5aprile2013,
allegata al messaggio 8414 di ieri. Da essa emerge che, in attesa della sottoscrizione della nuova convenzione, ma non oltre il 31 agosto 2013, le
bancheelesocietfinanziariegiconvenzionatepossonoutilizzareiparametrirelativialvecchiotestoconvenzionaleinterminidicondizionie
applicazionedeitassidiinteresseiviindicati,purchutilizzino,dall'1giugno2013,perlacoperturadelrischiodipremorienzadelpensionato,
esclusivamentelecompagniediassicurazionepresentisulmercatoinquanto,dallamedesimadata,nonsarpioperativoilFondorischioInpdap
per la copertura di questo rischio.
In base al Dpr 180/50, innovato dal Dl 35/05, i pensionati pubblici e privati possono contrarre con banche e intermediari finanziari prestiti da
estinguere con la cessione di quote della pensione, fino al quinto dell'importo della stessa al netto delle ritenute fiscali, per periodi non superiori a
diecianni.Inognicasofattosalvol'importocorrispondenteallapensioneminima.Incasodiriduzioneoazzeramentodellaquotacedibilea
seguitodivariazionideltrattamentopensionistico,l'Inpsacomunicareallabancaoistitutofinanziariol'importovariatodellaquotacedibile,che
saranchediseguitooggettodellatrattenutamensile.
Le richieste di prestito vanno presentate dai pensionati interessati direttamente alle banche o agli intermediari aderenti alla convenzione. Prima
dellastipuladelcontrattodicessioneilpensionatetenutoachiedereallasedeInpslacomunicazionedicedibilit.Siricorda,infatti,chenon
possonoformareoggettodicessionelepensionieassegnisocialiitrattamentidiinvaliditcivilel'assegnomensileperl'assistenzapersonalee
continuativaaipensionatiperinabilitgliassegnistraordinaridisostegnoalredditolepensioniacaricodeglienticreditizigliassegnialnucleo
familiare.
I contratti di finanziamento sottoscritti sono trasmessi telematicamente all'Inps che, a seguito della notifica, provvede ad effettua la trattenuta di
regola entro il terzo mese successivo alla notifica. I prestiti vanno tutti assicurati presso compagnie primarie, per garantire il residuo debito in caso
dipremorienzadelbeneficiario.PeripensionatipubblicitalerischiononpuesserecopertoutilizzandoilFondorischidellagestioneex-Inpdap, sia
perchessopugarantiresologliiscrittiallaGestionedelleprestazionicreditizioesociali,siaperchlastimadellariservamatematicadiquesto
Fondo evidenzia un disequilibrio di 11,24 milioni. La nuova convenzione ha effetto fino al 31 dicembre 2015, salvo rinnovo espresso.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Nel testo
01|LA NOTIZIA
Con il messaggio 8414/13 di ieri l'Inps ha dato comunicazione del rinnovo della convenzione con le banche e gli istituti finanziari per la cessione del
quintodapartedeipensionaticheabbianorichiestoprestitiacondizionipifavorevoli
02|LA CLAUSOLA
Inattesadelnuovoaccordo,manonoltreladatadel31agostoprossimo,isoggettigiconvenzionatipossonoutilizzareiparametridelvecchio
testo in materia di condizioni e applicazione dei tassi d'interesse

Lex24 - Gruppo 24 ORE

Pagina 1 / 1