Sei sulla pagina 1di 4

HO SPESO

MENO DA
VIDEO SATELLITE EURONICS POINT
di Ricciardelli Giuseppe
www.hotelaranci.it www.hotelaranci.com
e-mail: info@hotelaranci.com

Via S.Maria di Merino, 46 - Vieste


Tel.0884.702731

e-mail: ilfaro@viesteonline.it

Redazione: Via Messapia, 1 - Vieste (Fg)-Fax 0884/704191 Anno XII n.47 (572) 21 dicembre 2007

ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE DEL 2007:


REGIONE PUGLIA,
APPROVATO IL REGOLAMENTO PER LACCOGLIENZA TURISTICA,
PIANO DELLE COSTE
IN DIRITTURA DARRIVO? BASE DI PARTENZA PER IL SISTEMA DELLA VIESTE CARD
La Puglia avr un proprio piano
integrato delle coste, un piano che si
avvarr degli studi europei pi avanzati. Lennesimo annuncio stato
(ri)fatto dagli assessori regionali,
Michele Losappio (Ecologia) e Guglielmo Minervini (Demanio marittimo)
che negli scorsi giorni hanno presenziato ai lavori del network internazionale per la protezione dell'eco-regione
mediterranea. L'incontro, svoltosi nella
sede dell'Istituto agronomico mediterraneo di Bari, stata soprattutto

l'occasione per presentare le conclusioni del progetto "Innova, lo studio


promosso dalla Regione Puglia
nell'ambito del programma Interreg III
B "Arcipelago Mediterraneo", il cui
obiettivo stato definire modelli
comuni di pianificazione, gestione
integrata e sostenibile, nonch di
monitoraggio delle aree ad elevato
valore ambientale.
Il piano integrato delle coste, sulla
carta, annunciato anche come un
primo passo concreto per affrontare
e risolvere l'annoso problema della
frammentazione delle competenze tra
i vari assessorati: opere pubbliche,
demanio, ambiente, agricoltura, autorit di bacino. L'obiettivo minimo, ha
spiegato Losappio, che comunque
non ha nascosto le difficolt, di
mettere in rete tutto questo in modo
da consentire il superamento la
frammentazione. Ancora p ottimista, sul punto, Minervini, il quale ha
annunciato il varo di una vera e
propria "rivoluzione" con
l'insediamento di otto direzioni di
aree nelle quali saranno integrate
tutte le parti amministrative che
afferiscono ad un'unica area. Secondo Minervini ci sar cos una direzione che riguarder l'ambiente e il
territorio, una sulio sviluppo economico, una che unir politica della salute
ed inclusione sociale, una relativa alle
politiche di valorizzazione del territorio
e capitale umano, sviluppo rurale.
Infine tre direzioni integrate di programmazione e finanze, relazioni
istituzionali e gestione-organizzazione
della Regione.

BUON
NATALE,
FELICE 2008

Si tenuto mercoled scorso 19


dicembre il Consiglio Comunale di
Vieste, lultimo previsto per il 2007.
Solo tre gli accapi allordine del
giorno ("Regolamento dellaccoglienza
e della promozione turistica", Pianificazione strategica di area vasta
Capitanata 2020, Piano per il diritto
allo studio anno 2008) tutti approvati
allunanimit dei presenti in meno di
40 minuti.
Il pi importante riguardava il
cosiddetto "Regolamento dellaccoglienza e della promozione turistica",
un documento messo a punto, dopo
alcuni mesi di lavoro, da una commissione presieduta dal capogruppo
del PD, Antonio Giuffreda, composta
dagli as-sessori Nicola Rosiello (Turismo), Raffaele Zaffarano (Attivit
Produttive), dai consi-glieri comunali
Girolamo Dirodi (FI), Do-menico
Prudenza (Udc), Giuseppina Fal-cone
(FI), Michele Nobiletti (Udeur) e dagli
esperti Domenico Spina Diana (ex
sinda-co), Carlo Nobile (ex assessore
al Turismo).
Nel Regolamento, se per la parte
dedicata al "patrimonio turistico ricettivo locale" si ripropone quanto disposto dalla relativa legislazione regionale, le novit pi significative
riguardano i beni e le attivit culturali
locali, la certificazione di qualit, la
tanto sospirata "Vieste Card" e la
difesa dell'ospite.
Per l'aspetto culturale, oltre ad
enumerare i beni culturali locali per

la cui conservazione e valorizzazione


ci si vuole adoperare, s'introduce la
figura dei "promotori culturali locali",
ovvero le associazioni ed comitati
che in citt operano a vario modo
nell'ambito culturale. Nell'elencazione
di questi "promotori" si era stranamente tralasciato di inserire Ondaradio, l'organo d'informazione locale via
etere. Per questo nel corso del
dibattito i consiglieri del PD Antonio
Giuffreda e Mauro Clemente sono
intervenuti argomentando affinch si
correggesse, come poi stato fatto,
il relativo articolo con l'inserimento
(continua a pag.4)

La sala pesi dedicata al docente di educazione fisica Saverio Chionchio

INTITOLATA A GAETANO NOTARANGELO LA PALESTRA DELLIPSSAR


Semplice ma significativa stata
la manifestazione per lintitolazione
della palestra dellIpssar a Gaetano
Notarangelo, educatore, amministratore pubblico e dirigente sportivo,
scomparso nel 1987.
Molto commovente stata anche
lintitolazione della sala pesi alla
memoria del docente di educazione
fisica Saverio Chionchio, venuto a
mancare allaffetto dei propri cari in
un incidente stradale a 36 anni, nel
1996 a Varese.
Oltre ai familiari delle due figure
educative commemorate, numerosi
gli intervenuti a testimoniare come sia
ancora vivo il loro ricordo in una
societ viestana, troppo spesso
distratta dal contingente (economico
ed amministrativo), e dimentica dei
reali valori della vita che dovrebbe
coniugare pi lausiliare essere che
lavere. I primi lasciano una duratura
eredit sociale e morale allintera
collettivit, i secondi una mera eredit
materiale ed economica a vantaggio
di pochi ed il cui ricordo presto
svanir. E stata questa, in sintesi, la
motivazione che ha portato il dirigente scolastico dellIpssar Andrea Cariglia, Collegio dei docenti ed Consiglio
dIstituto, alle due intitolazioni.
Su questonda auspicabile che
il nuovo dirigente del Circolo Didattico
Paolo Soldano (da cui part nel 1997
lidea di voler ricordare la figura del
maestro Notarangelo, subito avvallata
dallattuale dirigente del Fazzini,

allepoca presidente del Distretto)


possa modificare lattuale anonimato
dei vari plessi (ora denoinati in base
allubicazione: Spina, Tommaseo,
Giolitti, Manzoni) facendo riferimento
ai migliori educatori sociali e morali
di Vieste.
Alla cerimonia intervenuta il
sindaco Ersilia Nobile, che ha tracciato i profili dei due educatori, cos
come la Giunta comunale.
Erano presenti, inoltre, i dirigenti
delle scuole viestane, il presidente
provinciale della Fipav Ciro David,
Nino DApice responsabile provinciale
Fipav settore scuola, colleghi amici
ed ex alunni del maestro, anche il
Preside Cariglia ha ricordato brevemente i tratti salienti delle due figure.
Per lintitolazione della palestra lufficialit del ricordo toccata a Ludovico Ragno, collega ed amico personale nonch ex sindaco di Ninino
Notarangelo. Per la sala pesi Michele
Notarangelo ha parlato del suo figlioccio e collega Saverio Chionchio,
ricordandone lo spessore sia come
atleta che come docente, definito per
la mitezza del suo carattere il
gigante buono.
Al termine della cerimonia, curata
dei docenti tecnico-pratici dellIpssar,
il presidente della Fipav ha consegnate delle targhe a personaggi ed
imprenditori impegnati per la promozione dello sport a Vieste ed una
piccola targa ricordo dellevento a tutti
gli intervenuti.

Per lo studio fatto realizzare dalla Provincia di Foggia

SUPERSTRADA, VIA LIBERA ALLO STUDIO DI PREFATTIBILIT


E arrivato dallAnas il via libera
allo studio di prefattibilit per il
completamento della strada a scorrimento veloce del Gargano.
Lassenso al progetto stato
comunicato dallAnas in risposta al
dossier inviato dalla Provincia di
Foggia il 10 ottobre scorso. Nella
lettera di risposta dellAnas
si affida, dunque, alla
Provincia il compito di
redigere lo studio di fattibilit che costituir si
legge nella lettera il
riferimento per la redazione del progetto preliminare
e dello studio di impatto
ambientale.
Un altro tassello importante stato posto.
Grazie alla Provincia di
Foggia, per il Gargano, la
questione infrastrutturale
si avvia a trovare una
soluzione definitiva, hanno commentato il presidente della Provincia di Foggia,
Carmine Stallone, e lassessore
provinciale ai Lavori Pubblici.
Per la cosidetta supestrada del
Gargano va ricordato che sempre a
ottobre, lAnas aveva comunicato alla
Provincia di Foggia linserimento del
finanziamento per il suo completamento nel piano di investimenti
2007-2011 del contratto di programma sottoscritto con il Ministero delle
Infrastrutture.
Una prima tranche disponibile per
la realizzazione dellimportante opera

pubblica individuata nel piano ed


pari a 21.197.237 euro. Laccordo
Ministero-Anas prevede anche che le
somme non utilizzate per i progetti
vengano destinate ad altri.
In sostanza, oltre ai 21 milioni di
euro nel periodo 2007-2011, la strada
a scorrimento veloce, potrebbe bene-

ficiare di ulteriori stanziamenti persi


da altre progetti non finanziati.
Lo studio di fattibilit presentato
a Palazzo Dogana nel luglio scorso
prevede uninfrastruttura della lunghezza complessiva di 11 chilometri
e 650 metri, divisa in due tratti che
consentiranno che la strada a scorrimento veloce colleghi Vico del Gargano a Mandrione (Vieste). Costo
complessivo del progetto: 144 milioni
di euro. L'infrastruttura avr due
corsie (di 3,75 metri ciascuna) e 2
banchine (1,50 metri).

I Carabinieri di Vieste hanno notificato e dato esecuzione all'ordinanza del gip

MANETTE A BOLOGNA PER IL SECONDO RAPINATORE


DEL SUPERMERCATO OLMO
E' stato arrestato dai carabinieri a Bologna l'altro responsabile della rapina messa
a segno il 16 novembre scorso nel supermercato Olmo
di Vieste. Si tratta di Danilo
Pietro Della Malva, 22 anni,
gi noto alle forze dell'ordine,
nei confronti del quale stata
eseguita l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip
del tribunale di Foggia, Rita
Curci, che ha accolto le richieste del sostituto procuratore Ludovico Vaccaro. Il provvedimento stato notificato nel carcere
di Bologna dove il giovane detenuto per rapina.
Il 16 novembre scorso alle ore

VIA EUGENIO MONTALE, 5


(adicente Caserma Carabinieri)

la qualit del marchio a prezzi imbattibili

APERTO DINVERNO

19,45, il Della Malva e Giuseppe


Germinelli, arrestato pochi giorni dopo
il colpo, perpetravano una rapina a
mano armata ai danni del noto supermercato. I due, pistola in pugno,
nonostante la presenza di numerosi
clienti, facevano irruzione dentro il
supermercato e sotto la minaccia
dell'arma costringevano la cassiera
ad allontanarsi e, con violenza asportavano il danaro contenuto nel cassetto del registratore di cassa per poi
darsi alla fuga con un ciclomotore
dileguandosi tra le tortuose vie del
centro. Tra le persone presenti una
giovane mamma con in braccio il suo
bambino, spintonata durante la fuga
e rimasta scioccata dallo spavento.
Le indagini, scattate immediatamente
da parte dei Carabinieri della Tenenza di Vieste, guidata dal comandate
Gianluca Sirsi [vedi foto], e del NOR
della Compagnia di Vico del Gargano, gi presenti in forze nella cittadina per un servizio "antirapina", per(continua a pag.3)

pag.2

CALCIO

settimanale
Lanno splendente dellAtletico Vieste
rischia di volgere al tramonto?

ATLETICO VIESTE, CON IL VIA VAI DI GIOCATORI


IDILLIO FINITO TRA IL TECNICO MIMMO E LA SOCIETA?
Per lAtletico Vieste il 2007 stato
un anno stellare: prima il ritorno in
Promozione dopo 15 anni e poi un
inizio di campionato scintillante con il
secondo posto in classifica al giro di
boa. Il 2007 stato anche lanno del
trionfo in Prima Categoria, un torneo
vinto largamente ed anticipatamente.
E stata una vittoria quasi esagerata,
condita da 15 vittorie consecutive e il
conseguente strapotere dello squadrone viestano, sancito, anche, dai
26 goal del bomber Maurizio Gentile
e dalle illuminanti giocate dei gemelli
Paolo e Rocco Augelli.
Era il Vieste dei grandi sponsor:
di Antonio e Michele DAprile, dei
fratelli Mangini, dei fratelli Pecorelli,
del vice presidente Pino Papagni e
del patron Lorenzo Spina Diana che,
con con managerialit aveva dato
finalmente inizio ad un nuovo ciclo.
Il team manager Matteo Azzarone
ed il tecnico Michele Mimmo hanno
sempre avuto le idee chiare, anche
quando c stato il flop di Cannorozzi
e Lasalandra. Cos affiatati che sapevano di poter vincere ancora senza
nulla cambiare. Quella squadra era
stata costruita con raziocinio e con
acquisti eccellenti che potessero
durare nel tempo.
E stato un inizio di campionato a

dir poco esaltante con lAtletico Vieste


protagonista assoluto per tutto il
girone di andata. E stato un susseguirsi di emozioni con quelle strepitose vittorie contro tutte le grandi:
Castellana, Mola, ma soprattutto il
forte Polignano che ha dovuto arrendersi al gioco veloce e travolgente
dellAtletico che anche in trasferta sui
difficili campi di Terlizzi e Fortis Trani
ha giganteggiato.
Una squadra straordinaria e matura, pilotata da Michele Mimmo,
ottimo conoscitore della categoria.,
capace di forgiare in un modo granitico il gruppo. Una ricetta semplice
quella di Michele Mimmo basata su
regole antiche: equilibrio da parte di
tutti, nessun fanatismo da parte dei
tifosi e soprattutto rispetto dei ruoli.
Questo equilibrio stato garantito da
tutti, stampa compresa. Per il bene
del progetto tante notizie di corridoio
non sono state sventolate. Si
sorvolato sui casi Elia Gravinese e
Francesco Azzarone pur discutibili
nella loro gestione. Sono passati
quasi inosservati, quando anche i
muri sapevano che sono partiti senza
il consenso del tecnico Michele Mimmo che pure sul giovane Francesco
Azzarone era disposto a scommettere. Ma la societ ha preferito cederlo.
Poi, la strana storia dei procuratori
o amici di Barletta, il tesseramento di
Modesto Alessio Severino, quello di
Carlo Capuano ed ultimamente quello
del centravanti, un italo-argentino
proveniente dal campionato abruzzese, anche questo tramite procuratore.
Tutte ombre sullultima e discutibile
gestione. Discutibili anche le impen-

nate della societ che ha armato


(non si capisce ancora se volutamente) il sergente di ferro Matteo Azzarone per eregersi a protagonista ad
oltranza di un calcio mercato ombroso, old style. Di quel calcio alla viva
il parroco, tanto da scatenare una
vera e propria crisi di fiducia tra il

tecnico Mimmo e la stessa societ.


Sia ben chiaro, se lobiettivo della
societ tenere tutto sotto il proprio
diretto controllo, la cosa potrebbe
essere condivisibile. Ma se invece si
tratta di estemporanee decisioni, tutti
i dubbi sullultimo operato sono
legittimi. Cosa st accadendo allora
in casa Atletico Vieste?
La risposta, quasi restio, lha
sussurrata lo stesso patron Lorenzo
Spina Diana annunciando candidamente lennesimo acquisto fatto dalla
societ allinsaputa del tecnico, sottolineato da un tra la societ e lo staff
tecnico c un clima infuocato.
Michele Mimmo queste cose le
ha sempre minimizzate. Dissapori tra
lui ed il team manager Matteo Azzarone erano noti da tempo. Un braccio
di ferro quasi infantile tra i due. Da
una parte limporre al tecnico giocatori a lui sconosciuti, dallaltra bocciare
tutte le iniziative di Mimmo. Questi
modi di fare stanno destabilizzando
lo stesso spogliatoio che solo grazie
alla maturit dei ragazzi non si
ancora diviso. Due strategie, quelle
di Mimmo e Azzarone, completamente differenti per cui si avvicina ormai
la classica resa dei conti.
Mister Mimmo sembra amareggiato. Per ragioni di opportunit,
facilmente immaginabili, preferisce
glissare e non commentare i particolari. Si limitato a sussurrare poche

parole: Non capisco certi atteggiamenti. Voglio parlare solo con il


presidente.
Alla vigilia di Natale con lAtletico
Vieste protagonista del campionato di
Promozione, c da registrare cos un
clamoroso autogoal della dirigenza
che rischia di compromettere non
solo il rapporto con il tecnico, con i
giocatori pi importanti, e perci
lintero proseguo del campionato.
Questo perch? Per imporre la propria ragione economico-dirigenziale?
Michele Mascia

DEDICATO A
Tutto scorre finch si in
discesa. Poi gli anni passano ed
iniziano le ardue salite. Qualcuno
direbbe che solamente un punto di
vista. Il ventenne (classe 87) dove lo
metto? Cos non posso parcheggiare
quattro della Juniores (seconda squadra della formazione principale) oppure passarli in Prima, Seconda e Terza
Categoria (juniores a scadenza annuale). In Eccellenza ed in Promozione obbligatorio utilizzare due giocatori classe 1988 ed un del 1989.
Nella notte di San Silvestro il nostro
ragazzo passa da titolare inamovibile
a giocatore in esubero in prima
squadra, forse nellintero organico ed
anche a casa sua.
Allungare la vita calcistica a
questi ragazzi di casa nostra possibile senza inventarsi false strategie.
Una domanda nasce spontanea: si
lavorato abbastanza per trasformare
questi calciatori precari in titolari di
ruolo? Il peccato originale nellincompiuta: il passaggio tra il
settore giovanile e quello puramente
agonistico non curato abbastanza.
Pochi accettano la sfida di essere

JUNIORES Regionale
Atl.Vieste-Sporting Club Vico 7-1
Atl.Vieste: Grima (Quitadamo),
Vetrano, Curatolo (Fusillo), Palumbo,
Fezga, Cariglia, Sicuro N., Troiano,
Stefania (Del Duca), Scirocco (Losito), Sicuro A. all. L. Ranuschio.
Reti: Stefania, Troiano, Sicuro A.
(3), Sicuro N., Palumbo.
Un fine settimana con vento e
neve, la squadra allenata da Luigi
Ranuschio ottiene la quarta vittoria e

SPORTELLO UNICO
E VECCHI PROBLEMI

contemporaneamente educatori, preparatori ed allenatori. Gli interessi di


classifica ed i perversi tatticismi
offuscano il lavoro settimanale di
miglioramento individuale e di gruppo.
Spesso let cronologica non
corrisponde a quella biologica e
quindi assistiamo a fenomeni di
sviluppo precoce o ritardato sia fisico
che mentale. Il tempo corregge tutto
e se noi avessimo un po pi di
pazienza nel raccogliere i frutti
avremmo uno juniores in meno ed
un uomo in pi. I giovani non devono
subire passivamente ed al pessimismo latente bisogna sostituire la
voglia di migliorarsi.
Non solo un problema di destro
e sinistro o di stop e colpo di testa,
un giusto metodo ed uno stile di vista
sano favorirebbe linserimento in
qualsiasi squadra sia calcistica che
del mondo del lavoro. Ragazzi,
questa let delle discese. Poi inizieranno le salite! Cari ragazzi del 1988,
non tremate per il botto di fine anno.
Un buon procuratore ed un curriculum addomesticato potrebbero
confezionarvi un pacco su misura
anche a voi.
Franco Patrone

conserva il primato in classifica.


Tengono il passo il Don Bosco Carpino e lA.Potenza Lesina.
Diverse le gare da recuperare in
questo girone. La gara con il Vico
conferma alcune buone sensazioni:
ladattabilit tattica di Giuseppe Palumbo nel ruolo difensivo, labile regia
in zona dattacco di Samuele Scirocco, la vena di goleador di Antonello
Sicuro ed un voto superiore alla
media per tutti gli altri ragazzi.
Continua lesilio in campo neutro
per le squadre giovanili viestane (a
Peschici). Nellanno che verr forse
ci sar lavvicinamento al Riccardo
Spina.
Le prossime gare (date da programmare): Don Bosco Carpino
Atl.Vieste (a Carpino); A.R.C.A. Vieste
Arcobaleno Apricena (a Peschici).

Uno sportello unico per il settore


giovanile e la F.I.G.C./Lega Calcio
Dilettanti Puglia stato avviato dal 1
luglio 2007. Un vantaggio per tutte le
societ: solo cos esse avranno un
unico punto di riferimento per
la parte amministrativa, assicurativa e per le problematiche del
tesseramento.
Dal convegno Il calcio nella
societ Nuove strategie del
mondo dilettantistico e
giovanile, si concorda sui programmi di rilancio e di organizzazione generale. Quadri tecnici
e dirigenziali con uomini appassionati e professionalmente
pronti a mettersi al servizio dello
sport. Si rivaluta il maestro di
tecnica, figura che andava
scomparendo in questo frenetico
correre a tutto campo.
Gli interessi di classifica
dovrebbero passare in secondo
piano rispetto allorganizzazione,
alla programmazione ed alla
prevenzione: accertare lidoneit
medica e quella attitudinale per
un equilibrio immediato e futuro.
Ci auguriamo di avere anche a
Vieste uno spazio attrezzato
(presso il Poliambulatorio) utile
per il controllo non solo della
pratica sportiva, ma anche di
quella lavorativa e del tempo
libero. Inutile ripetere che la
carenza di strutture pubbliche
resta il primo grande problema
sociale, unico test valido per
Quello
misurare la qualit della vita.

Loc.Campo Sportivo - Peschici


cell.347.2926149 - Fax 0884.964352
e-mail: caropreseviaggi@tiscali.it

PALLAVOLO

Fermi i campionati per lemergenza neve, lunica partita giocata regolarmente stata quella di Prima
Divisione maschile tra Trinitapoli e
Mattinata, terminata 3-1 per i padroni
di casa. Nella femminile laltra partita
giocabile tra Apricena e Manfredonia
stata sospesa sul risultato di parit
di set 1-1 per mancanza di dellenergia elettrica. In settimana si recuperato lincontro della femminile fra CSP
Ipssar Volley Vieste Olimpia Apricena, con un secco 3-0 per le ragazze
allenate da Maria Vescera e Marta
Olivieri: troppa la differenza tecnica
tra le due formazioni scese in campo,
non a caso il CSP al secondo
posto in classifica dietro allo Sport
Lab Foggia mentre le ospiti stazionano nella zona bassa.
Saranno recuperate le altre partite
dei team viestani femminili, la Si.Eco
New Volley si recher a Foggia in
una proibitiva trasferta in casa della
capolista Sportlab, mentre il CSP
ospiter unaltra squadra in forte
recupero, lAvis Villa Igea di Foggia:
sar necessario non perdere punti
per rimanere alle spalle della squadra
leader del campionato.
La maschile del CSP Ipssar Volley Vieste ospiter il Lucera e, se
vorr rimanere squadra campione
dinverno, dovr vincere senza lasciare punti sul campo anche per rifarsi
della prestazione, non proprio esaltante fatta a Mattinata.

Campionato Provinciale Under 18


Girone A 1 Giornata (ritorno)
Si.Eco. Vieste New Volley
3
Anspi Or. S.Teresa Sannicandro 0
(25/7-25/14-25/07)
Ennesima prova corale della
Si.EcO. Vieste New Volley che, aggiudicandosi la vittoria nella prima
giornata di ritorno sulla matricola
Anspi Oratorio S. Teresa Sannicandro, ha consolidato il suo primato in
classifica nel girone A. Sono bastati
soli quaranta minuti di gioco per
chiudere lincontro. A questo punto
non ci si pu pi nascondere sullobiettivo di raggiungere la vittoria
finale del girone. Si attende, infatti,
solo la certezza matematica, anche
se restano quattro giornate per concludere il torneo. I numeri ottenuti
finora parlano chiaro: 15 punti in
classifica e nessun set perso.
Laltro incontro previsto in calendario fra Il Sammarco Pallavolo e
lAsd Pol. S.Pietro Vico, non stato
disputato a causa della neve. In
questo turno riposava la Pol. Olimpia
Apricena. La prossima giornata di
campionato prevista dopo le feste
di fine anno e prevede per gioved
10 gennaio lincontro Pol. Olimpia
ApricenaSammarco Pallavolo e per
venerd 11 quello ASD Pol. S. Pietro
VicoSI.ECO. Vieste New Volley,
mentre riposa ANSPI Oratorio S.
Teresa Sannicandro.
Classifica: Si.Eco. Vieste New
Volley 15; ASD Pol. S. Pietro Vico*,
Sammarco Pallavolo*, Pol. Olimpia
Apricena 6; Anspi Or. S.Teresa Sannicandro 0. (*una partita in meno).

KARATE

OLMO Vieste

che vuoi tu, e un po di pi


Parrocchia
Cattedrale
CORSO
DI ORGANO
del maestro
A. Colasurdo
docente al
Conservatorio
di Avellino
per iscrizioni
telefonare a
0884.708078
347.1804689
oppure
rivolgersi
in Parrocchia

Come ormai tradizione per


questo periodo, anche questanno si
svolta la Coppa Shotokan, manifestazione di karate giunta alla 39
edizione. Sabato 15 dicembre 2007
ad Imola si tenuta questa competizione a livello nazionale a cui hanno
partecipato come sempre gli atleti
della Kensho di Veiste.
Ormai tradizione: quando nei
palazzetti dello sport vengono fatti i
loro nomi, la gente inizia ad applaudire prima ancora di vedere la prestazione. Stiamo parlando naturalmente
dei due istruttori della Kensho di
Vieste, Nazario Moffa e Matteo Leone
e di una nuova promessa per il
karate viestano, Giovanni Ruggieri.
Questi atleti sono diventati ormai
delle vere macchine da guerra, programmate solo per vincere qualsiasi
competizione. Questi i risultati ottenuti
ad Imola: Nazario Moffa 1 posto
kat; Leone Matteo 1 posto kumit;
squadra della Puglia 3 posto con
Nazario Moffa, Matteo Leone e Giovanni Ruggieri.

RICEVITORIA SISAL

EDICOLA DE MARIA
BIGLIETTI FERROVIARI
Corso L. Fazzini Tel./Fax 0884.701224
e-mail: demaria.car@vigilio.it

pag.3

settimanale

A VIESTE IL MAGISTRATO DEL GIUDICE FU ANCHE ANTIFASCISTA

Bench la serata del 15 dicembre


scorso sia stata funestata dal maltempo, il convegno organizzato dalla
Sezione di Societ di Storia Patria di
Vieste in collaborazione con il Comune ha avuto un soddisfacente interessamento da parte del pubblico.
Vieste ha voluto ricordare, nella
ricorrenza del 150 centenario della
sua nascita, il magistrato Mauro Del
Giudice di Rodi Garganico, lillustre
magistrato che individu in Benito
Mussolini il mandante delluccisione
del deputato Giacomo Matteotti.
Franco Ruggieri, Presidente della
locale Societ di Storia Patria, ne ha
inquadrato il personaggio come luomo che fu testimone con i suoi 94
anni da lui vissuti, delle varie evoluzione dItalia, a cominciare dal Regno
di Napoli di Ferdinando II di Borbone,
al Regno dItalia di Vittorio Emanuele
III fino alla Repubblica italiana retta
dal Presidente Luigi Einaudi. Egli
visse, anche se indirettamente, il
movimento del brigantaggio, le guerre
della Libia, della Prima Guerra Mondiale, della conquista dellImpero, le
lotte partigiane di Spagna, la II Guerra Mondiale con la distruzione di
tante citt e il momento della rinascita
del suo Paese.
Il sacerdote don Pasquale Vescera ha improntato il suo discorso sulla
religiosit cattolica vissuta da questo
magistrato, che da pensionato volle
trascorre i suoi anni di riposo, lontano
dai fragori della citt, ritirandosi in
Vieste.
Fu un ottimo collaboratore dellarcivescovo Andrea Cesarano con un
notevole contributo di pensiero sul
cattolicesimo, scrivendo dottissimi
articoli sul Bollettino dellArchidiocesi
di Manfredonia e della Diocesi di
Vieste.
Mimmo Aliota invece si limitato
a ricordare le giornate trascorse
dalleccellenza Del Giudice con i
tanti amici di Vieste e le localit da
lui frequentate.
Maria Teresa Rauzino nella sua
minuziosa ricerca ha messo a nudo
la scrupolosit e lintegerrima figura
del magistrato nel condurre le indagini
sul caso Matteotti. Ritenuto il Del
Giudice un magistrato troppo scomodo a Roma, fu promosso procuratore
generale a Catania. Nomi grossi
furomo indagati: Emilio De Bono,
quadriumviro e capo della Pubblica
Sicurezza, Finzi, sottosegretario agli
Interni, Cesare Rossi, responsabile
dellufficio stampa del capo del Governo, i diretti uccisori del Matteotti a
cominciare da Amerigo Dumini, che
si definiva il sicario del Duce, per
finire con Albino Volpi e Amleto
Poveromo. Il processo, celebrato a
Chieti, fu una farsa e soltanto questi
ultimi tre furono condannati a cinque
anni, undici mesi e venti giorni di
carcere. Pena questa che non fu
scontata per intero perch, con lamnistia, furono messi in libert dopo
circa due anni.
A Vieste il nobile magistrato,
certamente non stette con le mani in
mano, scrisse le memorie di quelluccisione di Matteotti, pubblicate poi
postume, e la silenziosa attivit di
antifascista.
Questultima si pu ricavare dalle
deliberazioni n. 113 e 114 della
Giunta Comunale di Vieste del 5
maggio 1945, che trascrivo integralmente: Veduta la circolare prefettizia
29 marzo 1945 n. 697 gab.
Considerato che nelle condizioni dello
stesso contemplate si trova il signor
Devicienti Ernesto fu Luigi, procuratore di Dogana residente a Vieste,
fervido antifascista, che gi durante il
triste periodo del regime tirannico,
insieme a S.E. Mauro Del Giudice (il
famoso Giudice Istruttore del processo Matteotti che mand a Regina
Coeli i massimi esponenti del deprecato partito, per il che venne silurato
e poscia perseguitato), allo scrittore

Francesco Paolo Gioffreda, gi ammonito politico e pochissimi altri, ha


tenuto desta e viva in questa cittadina
lidea di libert, animati da una fede
non estinta n soffocata da inchieste
e minacce subite e dai gravi pericoli
cui veniva cos ad esporsi; segnalato alle milizie tedesche per la
fucilazione durante la dominazione
nazista in questa regione. Nel
settembre 1943, con il proprio grave
pericolo della vita, essendo in tale
epoca questa citt sotto la giurisdizione militare tedesca, soccorreva ed
avviava, insieme ad altro noto antifascista e patriota, geom. Antonio
Gioffreda, fornendoli di adeguati
mezzi di navigazione, nove prigionieri
di guerra alleati, incaricati di importanti missive per il loro Comando Supremo, verso le coste del Mezzogiorno;
Tenuti presenti le comunicazioni
che per tale benemerito atto pervenivano al Devicienti nel luglio 1944, la
prima a tramite di questo Municipio,
la seconda a mezzo dei CC.RR. che
qui si riportano in traduzione:
Oggetto: Ricompensa 17 luglio
1944. Al Sindaco di Vieste, da Provincial Officer, AMP Gargano District:
1 - Sono autorizzato a dare, nellinteresse del Comando Militare Alleato
una ricompensa di L. 9.000 al sig.
Devicienti Ernesto, residente in Vieste, per la sua splendida assistenza
data ai prigionieri di guerra alleati. 2
E mio desiderio di assolvere tale
compito di persona quando visiter
Vieste, la prossima mattinata di
venerd, 21 luglio 1944, allo scopo di
potere personalmente esprimere i
ringraziamenti per il suo aiuto agli
sforzi uniti di guerra. 3 Compiacetevi di trasmettere la presente informazione al sig. al sig. Devicienti. F.to
Ray W. Wilson, Major AMP.
Governo Militare Alleato- Distretto
Garganico 25 luglio 1944. Sig.
Devicienti Ernesto Vieste. A seguito
di ordini del Comando Militare Alleato,
mio grato dovere di esprimervi la
stima e la riconoscenza delle Nazioni
Unite per la splendida assistenza da
voi resa nellaiutare prigionieri di
guerra alleati a sfuggire al nemico.
F.to Ray W. Wilson, Major A.M.P.
P.O. A.M.G. Gargano District.
Considerato che lazione elogiato
dallo stesso Comando Supremo
Alleato, non pu reputarsi fenomeno
sporadico di un entusiasmo occasionale e improvviso, ma gesto facente
parte di una notoria coerente continuativa attivit spietatamente antifascista e appassionatamente patriottico
Delibera
Di segnalare ai sensi della citata
circolare Prefettizia n. 697 29
marzo 1945 - il sig. Devicienti Ernesto, , procuratore di Dogana qui
residente, per i motivi esposti in
narrativa
Seguono le firme di Francesco
Cirillo, Sindaco, Vincenzo Lanzone,
Assessore e Alpinolo Senzani, Segretario.
Le medesime motivazioni sono
riportate nella successiva deliberazione n. 114 riguardante il signor Gioffredo Antonio di Francesco Paolo,
geometra. A questi per veniva assegnato la ricompensa di L. 5.000.
Matteo Siena

ADDOBBI FLOREALI

MANETTE A BOLOGNA
PER IL SECONDO RAPINATORE
DEL SUPERMERCATO OLMO
(segue da pag.1)
mettevano sin dalle prime battute,
grazie alle telecamere della videosorveglianza del locale, di individuare e
trarre in arresto in flagranza di reato
Germinelli Giuseppe, giovane ventenne incensurato del luogo.
Nell'occasione veniva recuperata la
refurtiva, il mezzo di fuga, un ciclomotore denunciato quale oggetto di
furto, l'arma, rivelatasi una pistola a
giocattolo, priva del tappo rosso, del
tutto simile al modello originale, e
l'abbigliamento usato per compiere il
delitto. Il complice, anche lui immortalato dalle immagini del supermercato,
riusciva invece a far perdere le
proprie tracce. Le successive indagini,
coordinate dal pm Ludovico Vaccaro,
per permettevano agli investigatori
dell'Arma, anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini, ai particolari
immortalati dalle telecamere e minuzioso sopralluogo volto alla ricerca di
tracce e impronte, di identificare il
secondo rapinatore. Sabato scorso, a
Bologna, militari della Tenenza di
Vieste, notificavano e davano esecuzione all'ordinanza del gip nei confronti dell'indagato che si trovava gi
ristretto presso la Casa Circondariale
di quel centro poich, in data 28
novembre 2007, veniva tratto in
arresto in flagranza di reato per
rapina a mano armata in danno di
altro supermercato.
I capi d'imputazione a carico del
secondo arrestato sono concorso in
rapina aggravata dalla minaccia con
arma, di pi persone riunite e con il
volto travisato e concorso nella ricettazione del ciclomotore di provenienza delittuosa. I due rapinatori rimangono tuttora ristretti presso le case
circondariali di Foggia e Bologna a
disposizione dell'autorit giudiziaria.

La quarta edizione, nel 2008, si svolger a Vieste

PREMIO SACCIA 2007, RICOSCIMENTI


A STUDENTI ED IMPRENDITORI VIESTANI
Si svolta domenica scorsa 16
dicembre a Peschici, nella sala convegni dellHotel DAmato la cerimonia
di premiazione della terza edizione
del Premio Antonio Saccia ovvero
Il Gargano che lavora. La manifestazione, ideata e organizzata dal
periodico di informazione locale Il
Belvedere dIschitella ha raccolto un
numeroso pubblico proveniente da
vari centri del Gargano, fra cui i
sindaci ed amministratori chiamati
anche a consegnare i premi.
Sono stati premiati gli imprenditori
e anche coloro che con il proprio
lavoro hanno dato forza e impulso
alla crescita economica e sociale del
territorio. Questanno, il premio

stato integrato, grazie alla sensibilit


degli eredi di Antonio Saccia, limprenditore scomparso a cui intitolato levento, da 10 borse di studio che
sono tate assegnate ad altrettanti
studenti del quinto anno degli Istituti
superiori del gargano, selezionati da
una giuria qualificata in base ad un
elaborato sul tema del turismo, realizzato nel mese di ottobre.
La giuria era composta da Rino
Caputo, preside della Facolt di
Lettere e Filosofia dellUniversit di

COMUNITA MONTANA, INDAGATI


PRESIDENTE ED ASSESSORE

Tor Vergata-Roma, da Ernesto Di


Renzo, docente di Storia delle tradizioni popolari e Antropologia del
turismo della stessa universit, da
Maria Fiori, ordinaria di Geografia
Economica e Marketing dellUniversit
di Bari, da Isabella Varraso vice
Preside della Facolt di Economia
delUniversit di Foggia, e da Rocco
Guerra, dirigente scolastico dellIstituto
comprensivo di Ischitella, che ne ha
anche coordinato i lavori.
Fra gli alunni premiati, due studentesse di Vieste: Ilaria Corso
dellIpssar Mattei e Viviana delli
Santi del Liceo Fazzini. Ai giovani
maturandi stato consegnato un
personal computer portatile ed una
pergamena riportante le motivazioni
di merito. Tutte le opere selezionate
saranno raccolte in una pubblicazione
di prossima edizione.
Fra gli impreditori e le associazioni del Gargano insigniti del premio
Antonio Saccia 2007, per Vieste,
Angela Traja Notarangelo del Centro
Turistico Gattarella e lAssociazione
Cuochi del Gargano e Capitanata.
Il premio alla memoria 2007
andato al maestro Alfredo Bortoluzzi
ed il premio speciale del Belvedere
a Matteo Delli Muti, un giovane
peschiciano che con la sua imbarcazione, nonostante un grave handicap
fisico, ha tratto in salvo numerose
persone in pericolo durante lincendio
dello scorso luglio a Peschici.
La prossima edizione del premio
sar ospitata a Vieste.

la radio che serve al Gargano


(107.200 Mhz;
100.900 Mhz; 105.200 Mhz)
Tel. 0884.704191 0884 705248

www.ondaradio.info
SMS 3404354365
Viale C.Colombo, 7 Vieste

settimanale
Direttore responsabile:
Nin delli Santi
Direttore editoriale:
Antonio Troia
Collaboratori:
Luther Blisset, Vincenzo Casamassima
Annamaria Cellamare, Michele Mascia
Michele Notarangelo, Franco Patrone,
Giuseppe Ruggieri, Saverio Serlenga,
Matteo Siena, Sandro Siena

"Il FARO" settimanale sar in edicola


venerd 11 gennaio 2008
Reg. Tribunale Foggia n.6 dell11 giugno 1996
Stampa: Grafiche Iaconeta
Giornale stampato su carta riciclata

Sono indagati per concussione il


presidente della Comunit montana
del Gargano, Nicola Pinto, 64 anni di
Rodi Garganico, esponente dello Sdi,
e l'assessore alla Cultura dello stesso
ente, Giuseppe Maratea, 70 anni, di
Vico del Gargano, dell'Italia dei valori.
Agenti della sezione di polizia
giudiziaria del Tribunale di Foggia
hanno perquisito le abitazioni dei due
amministratori, su ordine
dei pubblici ministeri Enrico
Infante e Giuseppe Gatti
del pool della Procura di
Foggia che si occupa dei
reati contro la pubblica
amministrazione. L'inchiesta
ruoterebbe intorno a un
progetto finanziato dallUnione Europa.

Via Valeri, 13 - VIESTE


IERVOLINO
MARIO

GIOIELLERIA
Via S.Maria
di Merino, 34

dei F.lli Pecorelli

Piazzetta Padre Pio, 3 - Chiosco al cimitero

Macchine per cerimonie nunziali

Servizio autoambulanza
per uso privato
Il Giardino
di Cupido
di Gianpiero DOnofrio

Due passioni: il caff


ed il nostro mare fino in fondo
Lungomare Europa, 31 - VIESTE
Tel.0884.701581 - 339.1504317

Fiori, Piante,
Addobbi
Floreali
Bomboniere
Via Milano, 7 - Vieste
0884.701419

Via Giovanni XXIII, 107 - VIESTE


Tel./Fax 0884/70.17.79

MARKET
LUNGAESSE
di Antonio Santoro

DOVE LA BUONA SPESA E DI CASA


Piazzale Aldo Moro, 54-56 - VIESTE

Via Dalla Chiesa, 6 71019 Vieste (Fg)


0884.702346 Fax 707611

e-mail: ilfaro@viesteonline.it

notizie notizie notizie notizie notizie notizie

ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE DEL 2007: APPROVATO IL REGOLAMENTO


PRESEPI NEL CENTRO STORICO, PER NON DIMENTICARE
PER LACCOGLIENZA TURISTICA, BASE DI PARTENZA PER IL SISTEMA DELLA VIESTE CAR
CHE IL BORGO ANTICO ESISTE ANCHE DINVERNO
(segue da pag.1)

Da qualche anno Vieste sta tentando, durante linverno, di riscoprire


delle tradizioni. Cos accade da tre
anni a questa parte che, durante le
festivit natalizie, si pu ammirare nel
centro storico unesposizione di presepi realizzati da associazioni e liberi
cittadini che ne hanno riscoperto il
valore simbolico. Il centro storico,

anche a dicembre, pare cos recuperare un po di quel tran tran estivo


con gli addetti alla realizzazione dei
presepi od alla predisposizione dei
presidi per offrire dolci natalizi, pettole
e caldarroste.
Il programma messo a punto
copre tutto larco delle festivit difine con vari appuntamenti coordinati
da un apposito comitato presieduto
da Aristide Frascolla.Questa iniziativa spiega il promotore delliniziativa nata tre anni fa dalla constatazione che Vieste d'inverno e
soprattutto nel periodo natalizio era
un mortorio. Passeggiando con alcuni
amici in centro mi dissi che quando
sarei diventato presidente dei Lions
avrei fatto qualcosa per la valorizzazione del nostro suggestivo centro
storico anche nel periodo natalizio.
Fra laltro io sono nato proprio in

questi vicoli e vi sono perci molto


legato. L'avventura ha avuto
inizio tre anni fa con tre punti di
ristoro sparsi nel paese, nei quali
venivano offerte le pettole ed i
dolci natalizi. Il tutto era allietato
dalle musiche dei complessi bandistici cittadini con contorno di vari
babbi natale e zampognari.
L'anno scorso sottolinea Frascolla iniziammo con i presepi.
Erano circa una decina grazie
anche alla collaborazione della
parrocchia della Cattedrale. Ed il
risultato stato entusiasmante.
Abbiamo invitato la gente a visitare inostri presepi. Cos quest'anno
ladesione per fare i presepi
stata davvero incredibile. Sono
aumentati tanto i partecipanti che
se ne sono realizzati una quindicina. E sono bellissimi.
I presepi sono stati allestiti
allinterno di piccoli locali del centro
storico curati sia da associazioni che
da privati cittadini appassionati di
quest'arte antica. C quello fatto
dalla Lega Navale, quello curato
dall'Aeronautica Militare e quello
allestito dalla Confraternita di San
Giorgio. tiene a sottolineare il
presidente del comitato Abbiamo
iI presepe allestito dalla Confraternita
della Santissima Trinit. Anche lAssociazione Cattolica della Cattedrale
ha messo su un bel presepe. Tra i
presepi delle associazioni c' quello
dell'Aido e quello
dell'associazione di portatori di
handicap di Vieste Angeli H.
Tra i privati c' quello del
titolare dell'Hotel Seggio che
con un sarto locale ha messo
su un presepe veramente
straordinario. E poi c' iI presepe delle cosiddette cummer
cuntent, comari contente,
quattro signore simpaticissime
che si sono dedicate a questo
lavoro.
Le festivit natalizie a Vieste iniziano iI 22 dicembre con
Ia passeggiata per il centro
storico con pettolata e caldarroste distribuite dai boy scouts.
Il 29 gennaio annuncia
Frascolla ci sar sempre la
passeggiata e poi un mega fal che
riprende le antiche tradizioni viestane.
Ci saranno gli stand dei dolci messi
a disposizione da tutti i pasticcieri
locali. Il 1 gennaio dopo la messa
che sar celebrata dal vescovo,
mons. D'Ambrosio, saranno consegnati gli attestati di partecipazione a
coloro che hanno realizzato i presepi.
Il 5 gennaio ricorda Frascolla
ci sar un'altra pettolata e per

questo dobbiano ringraziare per la


collaborazione i boy scout di Vieste,
i pasticcieri e gli oleifici. La cosa bella
che hanno collaborato davero tutti.
Debbo ringraziare per la preziosissima collaborazione il parroco della
Cattedrale don Gioacchino Strizzi. Il
nostro slogan "una stella per ogni
stalla" ed il prossimo anno il nostro
comitato sar ufficializzato.
La speranza quella di creare un
appuntamento in grado di attrarre
visitatori a Vieste anche nel periodo
invernale. Sono fiducioso conclu-

de Frascolla che tra 4 o 5 anni


questa diventi una manifestazione
conosciuta a livello nazionale e che
ci permetta di far aprire gli alberghi
anche d'inverno. A Vieste Il centro
storico a Natale non mai stato
illuminato come in questoccasione e
ne siamo davvero soddisfatti. Sono
cose che non si sono mai fatte e per
noi un grande risultato oltre al fatto
che la gente finalmente contenta.

dell'Associazione Amici della Radio,


titolare dell'emittente radiofonica.
Si definiscono, inoltre, poli culturali
strategici (seppur taluni ancora virtuali) il Castello, la biblioteca civica, il
complesso dell'Adriatico ed il Centro
visita del Parco del Gargano.
Infine torna alla ribalta "Agenda",
definita come "un'associazione culturale costituita in forma di impresa
senza fini di lucro" per cui si dice che
i soci ordinari, di cui si indicano i
requisiti minimi, vengono selezionati
con bando pubblico ogni tre anni.
"Agenda" dovrebbe "gestire i beni e
le attivit affidatele in conformit agli
indirizzi del Comune e con criteri di
efficienza ed economicit" (e la
trasparenza?).
Sul marchio di qualit si parla di
un non meglio definito "protocollo di
valorizzazione territoriale" per cui si
dovr individuare l'ente certificatore
attraverso bando pubblico, in modo
tale che il Comune potr rilasciare
alle aziende in regola un certo "marchio territoriale di qualit".
Si arriva poi alla "carta dei servizi", meglio nota come "Vieste Card",
cuore centrale di tutto quello che si
ritiene di regolamentare, visto che
sar il meccanismo attraverso cui
reperire le risorse economiche per far
funzionare il tutto. Peraltro taluni
ritengono che in realt tutto il Regolamento serva soprattutto da giustificazione e contorno al meccanismo
finanziario sotteso alla "Vieste Card"
indispensabile per far affluire risorse
nelle casse comunali. La "Card"
dovrebbe assicurare all'ospite assistenza informativa e legale con
l'ufficio di "Difesa dell'ospite" e fornire
prestazioni gratuite varie e sconti
presso esercizi commerciali. La
"Card" verr emessa dal Comune e
gestita da operatori economici o
societ appositamente costituita, per
messo di convenzione. Rispetto alle
prime impostazioni ora la "Card" non
sar pi acquistata preventivamente dalle strutture ricettive per darla al
turista ma sar messa in
vendita. La destinazione
dei proventi servir al funzionamento di vari servizi
inerenti il turismo cittadino.
Viene, infine, introdotto
presso quello che
l'Ufficio del Turismo il servizio di "difesa dell'ospite"
che, in collaborazione con

VENDITA AUTO - MOTO - NUOVO


USATO AZIENDALI - KM ZERO

FERRAMENTA - UTENSILERIA
BULLONERIA - SERVIZIO CHIAVI
SISTEMA TINTOMETRICO
CON COLORI BRIGNOLA

Via Dante Alighieri, 4 - Tel.0884.706346 VIESTE


MAGAZZINI
ALIMENTARI RAGNI

Via Generale C.A. Orario apertura:


dalla Chiesa, 18/18A 8,00-13,00

Il risparmio
di qualit

16,30-20,30
Giovedi
pomeriggio
chiuso

LOC. MOLINELLA - Vieste


Tel. 0884-702109 - Fax 0884701117

OFFERTE
VALIDE
DAL 10 AL 31
DICEMBRE

l'ufficio legale, svolger attivit gratuita


di prima assistenza e consulenza a
favore di tutti gli ospiti muniti della
"Vieste Card".
Fin qui il Regolamento. Ora bisogner darne attuazione e confrontarsi
con la realt, in particolare verificare
se alla "Vieste Card" si sar capaci
di legare dei servizi validi, non banali
ed utili per il turista se davvero si
vuole che sborsi qualche euro per
acquistarla. Altrimenti tutto il meccanismo s'incepper.
Non ci sono state le interrogazioni
e quindi la riunione si svolta in un
clima di grande cordialit. Breve
seduta e poi il classico rompete le
righe con relativo scambio di auguri.
Si avuta comunque limpressione che la maggioranza in questo
momento alquanto svogliata politicamente e, pur di andare avanti, d
limpressione di farsi trainare dalle
proposte della minoranza.
FARMACIE
Reperibilit notturna:
FARMACIA DEL PORTO
dal 22.12.2007 al 28.12.2007
FARMACIA SAN GIUSEPPE
dal 29.12.2007 al 04.01.2008
DISTRIBUTORI CARBURANTI
Orari: 7.0012.30 15.3020.00
Self-service:
API di La Torre Via Manzoni
API di Somarelli L.re Mattei
AGIP di Latino L.re Europa
ESSO di Mantuano L.re Mattei
Turno festivo
23 dicembre
API di Somarelli L.re Mattei
25 dicembre
AGIP di Latino L.re Europa
26 dicembre
ESSO di Mantuano L.re Mattei
30 dicembre
API di La Torre Via Manzoni
1 gennaio
API di Somarelli L.re Mattei
6 gennaio
AGIP di Latino L.re Europa