Sei sulla pagina 1di 2

SULLO STUDIO II

Ai seminaristi 17/1/2009
Abbiamo iniziato col tempo forte di studio, cio abbiamo iniziato col glie esami. Perci
vorrei semplicemente ricordare la necessit di approfittare di questa grazia che sono gli
studi.
La necessit della scienza si fa chiara dalla S. Scrittura e da tutta la Tradizione della S.
Chiesa. Nell'Antico Testamento ci dice Dio tramite il prfetapresso Malachia Malachi 2:7 7
Infatti le labbra del sacerdote sono le custodi della scienza e dalla sua bocca
si ricerca la legge, perch egli il messaggero del SIGNORE degli eserciti.
E nel profeta Osea dice Hosea 4:6 Poich tu hai rifiutato la conoscenza, anch'io
rifiuter di averti come mio sacerdote;
E poi nel Nuovo Testamento Nostro Signore disse: docete omnes gentes... ma per
insegnare agli altri bisogna prima imparare, averne la scienza.
Della S. Tradizione chiaro perch i Papi, i Concili, i S. Padri ci parlano della necessit
della scienza nei sacerdoti. S. Francesco di Sales disse che la scienza l'ottavo Sacramento
della Gerarchia ecclesiastica; e dice che Se i Sacerdoti di Ginevra non fossero stati ignoranti non si sarebbero lasciati sorprendere e la popolazione ignorante pure non avrebbe
sparsa l'eresia di Lutero. Cominciamoci a persuadere che bisogna studiare. Ed studiar non
solo per passare lesame, e basta. Non questo quello cerchiamo. Uno che non abbia
scienza non idoneo, non pu entrare nel sacerdozio, n andare in missione.
Il Beato Allamano diceva ai suoi seminaristi:
La scienza pu essere infusa e acquisita. La infusa chi l'ha? L'ebbe Salomone per speciale
grazia di Dio. La ebbero anche gli Apostoli che, poveretti, se il Signore non la infondeva, ne
sapevano completamente niente. Ma di regola ordinaria il Signore non la infonde ma vuole
che si acquisti collo studio, con sforzi. E non dire che non ce n' bisogno di studio, perch si
ha ingegno, memoria, perch queste cose senza studio non bastano, e poi se non studia,
non pu acquistare tutto ci che vuole il Signore da lui. Il Signore a chi ha dato due talenti,
a chi cinque. E poi pi si acquista scienza, pi bene si far alle anime: per questo che
bisogna animarsi a studiare. Per un monaco basta aver la piet, ma un sacerdote, un
missionario deve anche avere la scienza, e perci deve acquistarla collo studio. E per
studiare adesso il tempo: ecce nunc tempus acceptabile, se lasciate passare un anno,
non avrete pi tempo: Particula boni diei non te praetereat.
Non bisogna confidare: il Signore la infonder; il Signore infonder quello che mancher
solo dopo che avremo fatto tutto quello che avremo potuto da noi, come a S. Francesco
Saverio, a cui il Signore ha dato il dono delle lingue, ma aspettava a darglielo quando aveva
gi fatto tutti gli sforzi che poteva per studiarle. Cos a voi il Signore dar il dono delle
lingue, se sar necessario, ma solo dopo che avrete fatto tutto quello che dipende da voi.
La Scienza necessaria. Perci alcune comunit non mandano in Missione che i piu dotti.
Come farete laggi a studiare? e i libri? e il tempo? Se non avete volont adesso l'avrete
allora?... Grande la necessit dello studio di tutto ci che l'obbedienza c'impone... Ma
come fare per apprendere con profitto e merito?
Come studiare? Prima di tutto bisogna essere ordinati sia quanto alla qualit,
all'importanza, e all'orario. Certa gente mentre studia una cosa pensa ad un'altra: no!

bisogna star l. Ordine negli studi! Certi momenti si prende un testo... poi un altro, si
tengono cinque minuti, poi si cambia: incostanza! Invece bisogna star l: il Signore
benedice chi fermo... Poi star attenti, non pensare ad altre cose che si devono fare dopo.
Si fanno tante cose se si ordinati; invece col disordine si fanno le cose male.
In secondo luogo bisogna studiare con rettitudine di fine.
Bisogna star attenti a questo. Bisogna studiare: prima per riempire la nostra testa di buoni
pensieri poi per salvare anime il pi possibile. Quindi mettersi d'impegno, costi quello
che vuole!... Se si fa cos si riesce, e si porta via tante altre cose dalla testa.
... Non aver la mania... Certuni hanno la mania di studiare: studiano in tutti i tempi,
persino in Chiesa. Questo non va, Occupare tutte le ore di studio, e basta!... Non studiare in
Chiesa o a pregiudizio della carit. Il Card. Bona diceva che lo studio buono se non si
trasgredisce nessuna regola per studiare. E se quando si in Chiesa viene voglia di pensare
ad altro, mandarlo via: il Signore benedir; imparerai pi in breve tempo quello che avrai
lasciato per obbedienza. Dunque il fine per cui dobbiamo studiare l'amor di Dio e delle
anime; questo il punto!...
Diamoci con trasporto allo studio: ogni cosa che fate qui gi in ordine al salvare poi le
anime: studiate, ma piamente, per amor di Dio, in unione con Dio...
Chiediamo alla madonna la grazia di approfittare gli studi che stiamo facendo a bene
nostro e per la salvezza delle anime.