Sei sulla pagina 1di 1

Alle suore della casa di riposo Vanderlei e ai seminaristi Martelli, l11/12/08

Le piccole virt
Marcellino Champagnat era unuomo molto pratico. Una volta il Fratello Lorenzo, il
quale era una persona molto semplice, venuto a dirgli che in una comunit vicina alla sua,
i fratelli, anche se erano bravi, non erano felici: avevano le loro difficolt e ogni tanto
litigavano. Allora il Fratello Lorenzo chiese a Marcellino dei consigli (rimedi) per evitare
tali difficolt.
Marcellino gli rispose con un discorso lungo, nel quale diceva che per vivere
contento in una comunit, ed inoltre essere contento con i colleghi, non servono grandi
teorie, ma piccole virt.
Dunque espose un elenco di piccole virt:
1. Saper perdonare e scusare con allegria ci che non ci piace in quelli che ci sono vicini.
2. Dissimulare e fare finta di non vedere quello che gli altri fanno di cattivo, e cio quello
che a volte usiamo per giustificarci o gettare in faccia quando siamo arrabbiati.
3. Avere un grande cuore per aiutare chi soffre o si sente male.
4. Essere sempre allegro e trasmettere lallegria a tutti.
5. Saper cedere alle proprie idee e opinioni, e non chiudersi in esse.
6. Essere disponibile ad aiutare sempre, a dare sempre una mano, a collaborare in quelle
cose che ci chiedono.
7. Essere educati rispettosi, e dare a tutti la dovuta attenzione.
8. Avere molta pazienza. Sapere lasciar le proprie occupazioni per ascoltare gli altri, per
aiutarli nei loro bisogni.
9. Essere di buon carattere ed evitare momenti di stanchezza, di tristezza o di mal umore,
conservando sempre uno stato danimo allegro.
10. Pensare pi negli altri che in se stesso.
La santit si tesse (lavora) con dettagli; anche la felicit soprannaturale.
Le piccole cose sone quelle che ci rendono capaci di fare grande cose
Luke 16:10 10 Chi fedele nelle cose minime, fedele anche nelle grandi; e chi ingiusto nelle cose
minime, ingiusto anche nelle grandi.