Sei sulla pagina 1di 73

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITA
FACOLTA DI INGEGNERIA

DURABILIT
DURABILIT DEL CALCESTRUZZO
AGGRESSIONE CHIMICA
Prof. Ing. Luigi Coppola

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

AGGRESSIVI CHIMICI
Alcune sostanze presenti naturalmente o per
effetto delle attivit antropiche nei terreni e
nelle acque possono determinare il degrado
del calcestruzzo nelle strutture idrauliche ed in
quelle parzialmente o completamente interrate
a causa di reazioni
i i chimiche
hi i h
che
h
esse
stabiliscono con i costituenti della matrice
cementizia.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

AMBIENTI ACIDI
La pasta di cemento costituita principalmente da
idrati di calcio relativamente solubili la cui stabilit
garantita
tit dallambiente
d ll bi t fortemente
f t
t basico
b i
d t
determinato
i t
dalla presenza degli ioni OH- e dagli alcali disciolti nella
f
fase
acquosa dei pori capillari. Pertanto, SE IL

CALCESTRUZZO VIENE IN CONTATTO CON


AMBIENTI ACIDI (TERRENI E ACQUE) QUESTO
Q
PU ESSERE COMPROMESSO
EQUILIBRIO
CON
CONSEGUENTE
DEGRADO
DEGLI
ELEMENTI STRUTTURALI.
STRUTTURALI

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

PROCESSI DI DEGRADO DI TIPO CHIMICO


RIMOZIONE O
SOSTITUZIONE
IONI Ca
C 2+

IDROLISI
E
DILAVAMENTO

- ASPORTAZIONE PARZIALE
DELLA MATRICE LEGANTE
- AUMENTO DELLA
PENETRABILITA

REAZIONI
CHIMICHE
CON ESPANSIONI
- ESPANSIONI,
DISALLINEAMENTI E
DEFORMAZIONI
- FESSURAZIONI
- ESPULSIONI DI PORZIONI
DI CALCESTRUZZO

PERDITA DI MASSA
MASSA, PERDITA DI PORTANZA E RIGIDEZZA
L. Coppola Concretum
Durabilit: aggressione
chimica
ACCELERAZIONE
DEI PROCESSI
DI DEGRADO

NATURALI E ARTIFICIALI
Sono innumerevoli
S
i
li le
l sostanze
t
chimiche
hi i h che
h
possono promuovere i processi di degrado
delle strutture in calcestruzzo ed elencarle
pp
impresa
p
improba,
p
,
tutte rappresenterebbe
soprattutto se si volesse tener conto anche di
tutte quelle di provenienza artificiale
artificiale .

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Tipo di sostanza aggressiva e


manifestazione del degrado delle strutture
in calcestruzzo
Sostanza chimica

Effetto sul calcestruzzo

BASI DEBOLI

Nessun degrado

BASI FORTI

Nessun degrado

ACIDI DEBOLI

Dilavamento ed asportazione della pasta di cemento

ACIDI FORTI

Forte dilavamento e disgregazione della matrice legante

ACQUE DOLCI

Dilavamento con asportazione superficiale della pasta di


cemento

OLI E GRASSI

Disgregazione della matrice cementizia

SOLFATI

p
, disallineamenti,, fessurazioni,, espulsioni
p
di
Espansioni,
porzioni del copriferro e disgregazione della matrice
cementizia

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

NORMA EN 206
206--1
Proprio a causa della impossibilit di elencare
in un
ununica
unica lista tutte le possibili sostanze
aggressive, la normativa europea EN 206 si
limita a fornire le prescrizioni di capitolato per
il confezionamento del calcestruzzo soltanto
per quelle
ll
sostanze
t
chimiche
hi i h
che
h
con
maggiore frequenza si incontrano nei terreni e
nelle acque naturali.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CLASSE XA
DEGRADO DA ATTACCO CHIMICO
Per attacco chimico si intende la pericolosit che pu venire da agenti aggressivi nei
riguardi della pasta cementizia
Prima delle prescrizioni di capitolato deve essere sempre EFFETTUATA L
LANALISI
ANALISI
CHIMICA DELLACQUA E DEL TERRENO A CONTATTO CON IL
CALCESTRUZZO, per stabilire la concentrazione ionica degli agenti aggressivi, il
relativo grado di attacco

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CLASSE XA
DEGRADO DA ATTACCO CHIMICO
DESCRIZIONE DELLAMBIENTE*
TERRENO
CLASSE

Acidit
Bauman
Gully**

ACQUA

SO42(mg/Kg@)

SO42(mg/l)

pH

CO2
(mg/l)

NH4+
(mg/l)

Mg++
(mg/l)

(a/c)ma

C(x/y)mi

cmin
(Kg/m3)

XA1

> 200

2000
3000

200
600

6.5
5.5

15 40

15
30

300
1000

0.55

C28/35

320

XA2

>3000
12000

600
3000

5.5
4 5
4.5

>40
100

>30
60

>1000
3000

0.50

C32/40

340

XA3

>12000
24000

>3000
6000

4.5
4.0

>100

>60
100

>3000

0.45

C35/45

360

(*) Quando due o pi agenti conducono a classi di esposizione diverse, lambiente deve essere classificato nella classe con il grado di aggressione maggiore.
(**) Lacidit del terreno viene valutata con il metodo DIN 4030-2.
(@) Terreni rocciosi o argillosi
g
con p
permeabilit inferiore a 10-5 m/s debbono essere classificati nella classe di esposizione
p
immediatamente inferiore.
2
(#) Valore in N/mm misurato su provini cubici di cls confezionati con cementi di classe 32.5

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

MAGNESIO E AMMONIO
Entrambi danno luogo
g ad una reazione
che consiste in uno scambio cationico
con lo ione calcio dei prodotti di
idratazione del cemento generando sali
solubili di calcio che vengono facilmente
rimossi dall
dallazione
azione delle acque.
acque

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

TERRENI AGRICOLI
AMMONIO

Acque che permeano terreni agricoli sottoposti a


trattamenti di concimazione che utilizzano come
fertilizzanti il cloruro ed il solfato di ammonio

A contatto con il calcestruzzo le acque contenenti


ammonio
i (NH4+) sono capacii di trasformare
t
f
lid
lidrossido
id
di calcio presente nella pasta di cemento in prodotti
fortemente solubili (CaCl2 e 2NH4OH) che per effetto
del dilavamento esercitato dallacqua vengono
asportati generando un incremento della porosit della
matrice cementizia

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CLASSE XA
DEGRADO DA ATTACCO CHIMICO
DESCRIZIONE DELLAMBIENTE*
TERRENO
CLASSE

Acidit
Bauman
Gully**

ACQUA

SO42(mg/Kg@)

SO42(mg/l)

pH

CO2
(mg/l)

NH4+
(mg/l)

Mg++
(mg/l)

(a/c)ma

C(x/y)mi

cmin
(Kg/m3)

XA1

> 200

2000
3000

200
600

6.5
5.5

15 40

15
30

300
1000

0.55

C28/35

320

XA2

>3000
12000

600
3000

5.5
4 5
4.5

>40
100

>30
60

>1000
3000

0.50

C32/40

340

XA3

>12000
24000

>3000
6000

4.5
4.0

>100

>60
100

>3000

0.45

C35/45

360

(*) Quando due o pi agenti conducono a classi di esposizione diverse, lambiente deve essere classificato nella classe con il grado di aggressione maggiore.
(**) Lacidit del terreno viene valutata con il metodo DIN 4030-2.
(@) Terreni rocciosi o argillosi
g
con p
permeabilit inferiore a 10-5 m/s debbono essere classificati nella classe di esposizione
p
immediatamente inferiore.
2
(#) Valore in N/mm misurato su provini cubici di cls confezionati con cementi di classe 32.5

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

MAGNESIO
Il magnesio presenta la peculiarit di poter
g
chimicamente sia con lidrossido di
reagire
calcio che con il C-S-H che per effetto di
questa interazione perde gradualmente ioni
calcio i quali vengono sostituiti proprio dal
magnesio generando un silicato idrato di
magnesio responsabile della perdita parziale
d ll
delle
prestazioni
t i i
meccaniche
i h
d l
del
conglomerato.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CLASSE XA
DEGRADO DA ATTACCO CHIMICO
DESCRIZIONE DELLAMBIENTE*
TERRENO
CLASSE

Acidit
Bauman
Gully**

ACQUA

SO42(mg/Kg@)

SO42(mg/l)

pH

CO2
(mg/l)

NH4+
(mg/l)

Mg++
(mg/l)

(a/c)ma

C(x/y)mi

cmin
(Kg/m3)

XA1

> 200

2000
3000

200
600

6.5
5.5

15 40

15
30

300
1000

0.55

C28/35

320

XA2

>3000
12000

600
3000

5.5
4 5
4.5

>40
100

>30
60

>1000
3000

0.50

C32/40

340

XA3

>12000
24000

>3000
6000

4.5
4.0

>100

>60
100

>3000

0.45

C35/45

360

(*) Quando due o pi agenti conducono a classi di esposizione diverse, lambiente deve essere classificato nella classe con il grado di aggressione maggiore.
(**) Lacidit del terreno viene valutata con il metodo DIN 4030-2.
(@) Terreni rocciosi o argillosi
g
con p
permeabilit inferiore a 10-5 m/s debbono essere classificati nella classe di esposizione
p
immediatamente inferiore.
2
(#) Valore in N/mm misurato su provini cubici di cls confezionati con cementi di classe 32.5

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ACQUE ACIDE
Quando una struttura in calcestruzzo in contatto con acque il cui
pH < 12.5 esistono le condizioni per una parziale dissoluzione dei
p
idrati del cemento. Q
Questo significherebbe
g
che q
qualsiasi
composti
struttura in calcestruzzo a contatto con acque naturali (il cui pH
allincirca pari a 7) dovrebbe subire un degrado con asportazione
di parte della pasta cementizia.
cementizia Tuttavia, da un punto di

vista pratico lazione degradante assume


significativit
g
soltanto se il calcestruzzo
presenta una elevata permeabilit e il valore
del pH dellacqua in contatto < 6.5.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ACQUE ACIDE

pH < 4
1. basso rapporto a/c;
2. rivestimenti protettivi a base di trattamenti
superficiali delle strutture con sistemi
epossidici, poliuretanici o con rivestimenti
ceramici in clinker o gres porcellanato

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CLASSE XA
DEGRADO DA ATTACCO CHIMICO
DESCRIZIONE DELLAMBIENTE*
TERRENO
CLASSE

Acidit
Bauman
Gully**

ACQUA

SO42(mg/Kg@)

SO42(mg/l)

pH

CO2
(mg/l)

NH4+
(mg/l)

Mg++
(mg/l)

(a/c)ma

C(x/y)mi

cmin
(Kg/m3)

XA1

> 200

2000
3000

200
600

6.5
5.5

15 40

15
30

300
1000

0.55

C28/35

320

XA2

>3000
12000

600
3000

5.5
4 5
4.5

>40
100

>30
60

>1000
3000

0.50

C32/40

340

XA3

>12000
24000

>3000
6000

4.5
4.0

>100

>60
100

>3000

0.45

C35/45

360

(*) Quando due o pi agenti conducono a classi di esposizione diverse, lambiente deve essere classificato nella classe con il grado di aggressione maggiore.
(**) Lacidit del terreno viene valutata con il metodo DIN 4030-2.
(@) Terreni rocciosi o argillosi
g
con p
permeabilit inferiore a 10-5 m/s debbono essere classificati nella classe di esposizione
p
immediatamente inferiore.
2
(#) Valore in N/mm misurato su provini cubici di cls confezionati con cementi di classe 32.5

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ANIDRIDE CARBONICA LIBERA


Lazione aggressiva nei confronti del calcestruzzo viene esaltata
dalla presenza di anidride carbonica libera presente nelle acque in
forma di acido carbonico (H2CO3). Infatti, la CO2 libera (cio non
combinata in forma di carbonati o bicarbonato) reagisce
inizialmente con llidrossido
idrossido di calcio della pasta di cemento
formando carbonato di calcio e successivamente questultimo
pu ulteriormente reagire con lacido carbonico dando luogo alla
formazione di bicarbonato di calcio che per la sua elevata
solubilit viene asportato dalla pasta di cemento con conseguente
degrado delle strutture:

CO2 + H2O H2CO3

H2CO3 + Ca
C (OH)2 CaCO
C CO3 + H2O

H2CO3 + CaCO3 Ca(HCO3 )2


L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ANIDRIDE CARBONICA AGGRESSIVA


Esiste nelle acque
q
una concentrazione di CO2 libera
che in grado di garantire lequilibrio della reazione.
Lanidride carbonica aggressiva rappresenta leccesso
di anidride carbonica libera nelle acque oltre il valore
che connota lequilibrio della reazione. In questa
evenienza lequilibrio della reazione si sposta verso
d t cuii consegue una asportazione
destra
t i
d l carbonato
del
b
t di
calcio dalla matrice cementizia con formazione del
bicarbonato
b
ca bo ato c
che
e a causa de
della
a sua e
elevata
e ata so
solubilit
ub t
viene facilmente dilavato dallacqua a contatto con la
struttura. In presenza di CO2 aggressiva, quindi,

lla matrice
ti
cementizia
ti i subisce
bi
una perdita
dit di
massa con conseguente aumento della
porosit
e
riduzione
delle
prestazioni
meccaniche
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ACQUE INCROSTANTI
Se al contrario llacqua
acqua contraddistinta da un tenore
di CO2 libera inferiore rispetto al valore di equilibrio, la
reazione si sposta verso sinistra con formazione del
calcare. Questo significa che parte del bicarbonato
disciolto in acqua si deposita in forma di incrostazioni
calcaree sulla superficie della struttura in calcestruzzo
che, conseguentemente, non subisce alcun effetto
degradante Quando si verificano queste condizioni si
degradante.
dice che LACQUA INCROSTANTE.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CO2 = CO2 equil.


Ca(OH)2

Bicarbonato
(HCO3)2

Situazione teorica

EQUILIBRIO

CO2 > CO2 equil.

DILAVAMENTO

Ca(HCO3)2
Bicarbonati
(HCO3)2

Solubilizzazione Ca(OH)2
Acque pure, sorgive, di
montagna
montagna.

CO2 < CO2 equil.

INCROSTAZIONI

Bicarbonati
(HCO3)2

Formazione di
incrostazioni Acque di
mare poco inquinate

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

DILAVAMENTO
ACQUA IN MOVIMENTO

CO2 DISCIOLTA

CLS SCADENTE

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

POSA IN OPERA
A contatto con acque aggressive calcestruzzi
di elevata porosit subiscono un deciso
dil
dilavamento
t
per effetto
ff tt
d ll
dellasportazione
t i
dellidrossido di calcio che, preferenzialmente,
si manifesta in zone della struttura con difetti
posa in opera
p
((vespai
p e nidi di g
ghiaia),
), di
di p
realizzazione (riprese di getto) o fessurazioni
per mancata protezione umida dei getti.
getti

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

TITOLO ALCALIMETRICO TOTALE


Dal meccanismo di azione sopraesposto si evince
come la concentrazione di CO2 libera che determina
laggressivit di unacqua non costante, ma dipende
dalla concentrazione totale degli anioni (CO32-, HCO3-,
OH-) in essa disciolti (definita anche come Titolo
Alcalimetrico Totale: TAC)

= contenuto CO2 libera


AGGRESSIVIT
DELLACQUA

TAC

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Curva di equilibrio
q
del calcare T=15
T=15C
p H:

10

6 .1

6 .3

6 .5

CO2 liberra (mmolli/litro)


C

6 .6

AG G R E S S IVA

6 .9
9

4
A

7 .2

IN C R O S T AN T E

0
0

10

20
30
T A C ( f )

40

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

50

ACQUE DOLCI
Lasportazione
p
di CH p
pu risultare anche p
pari al
60% circa di quello contenuto nella matrice
cementizia ed aumenta al diminuire della
t
temperatura
t
d ll
dellacqua
a contatto
t tt
con la
l
struttura in calcestruzzo. Per questo motivo
laggressione pu risultare molto severa
soprattutto nelle strutture idrauliche in alta
montagna (sponde di torrenti,
torrenti briglie,
briglie canali,
canali
etc.) sia perch esse sono caratterizzate
generalmente da un basso TAC sia perch
aumenta la solubilit della portlandite alle basse
temperature.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Percentuale di idrossido di calcio residuo nel calcestruzzo a distanze


crescenti dalla superficie a contatto con acqua contenente CO2
aggressiva (pH 5.55.5-6) dopo un anno di esposizione.

Distanza dalla
superficie
della
struttura:

Ca(OH)2 - (%vs massa cemen


C
nto)

20

15

< 3mm
10

> 3mm

T=18C
T=18
C

T=40C
T=40
C

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ACQUE DOLCI

Le acque dolci caratterizzate da un


TAC < 5 gradi francesi, hanno
caratteristiche aggressive gi per
valori:

CO2 libera > 15 mg/l


pH
H = 5.5
556

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CLASSE XA
DEGRADO DA ATTACCO CHIMICO
DESCRIZIONE DELLAMBIENTE*
TERRENO
CLASSE

Acidit
Bauman
Gully**

ACQUA

SO42(mg/Kg@)

SO42(mg/l)

pH

CO2
(mg/l)

NH4+
(mg/l)

Mg++
(mg/l)

(a/c)max C(x/y)min

cmin
(Kg/m3)

XA1

> 200

2000
3000

200
600

6.5
5.5

15 40

15
30

300
1000

0.55

C28/35

320

XA2

>3000
12000

600
3000

5.5
4 5
4.5

>40
100

>30
60

>1000
3000

0 50
0.50

C32/40

340

XA3

>12000
24000

>3000
6000

4.5
4.0

>100

>60
100

>3000

0.45

C35/45

360

(*) Quando due o pi agenti conducono a classi di esposizione diverse, lambiente deve essere classificato nella classe con il grado di aggressione maggiore.
(**) Lacidit del terreno viene valutata con il metodo DIN 4030-2.
(@) Terreni rocciosi o argillosi
g
con p
permeabilit inferiore a 10-5 m/s debbono essere classificati nella classe di esposizione
p
immediatamente inferiore.
2
(#) Valore in N/mm misurato su provini cubici di cls confezionati con cementi di classe 32.5

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CEMENTI POZZOLANICI
Una ulteriore protezione nei confronti dellazione
aggressiva rappresentata dallimpiego di cementi
pozzolanici e daltoforno o dallimpiego di fumo di

silice in combinazione con cementi Portland o


Portland compositi. Queste aggiunte minerali,
infatti, grazie alla reazione pozzolanica, riducono, a
pari volume di pasta cementizia, la percentuale di CH
che p
pu essere asportata
p
dallazione dilavante
dellacqua aggressiva.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

PROVVEDIMENTI

1/K

a/c

Diminuire
dissoluzione Ca(OH)2
ad opera della CO2

Pozzolana: cenere,
loppa daltoforno

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Perdita di massa a seguito dellimmersione in acqua


contenente 15 mg/l di CO2 aggressiva (pH = 5
55.5)
5 5) di malte
confezionate con diversi cementi (a:c:s = 0.5:1:3).
CEM I

Perdita di mas
ssa (%)

10

a/c=0.50
CEM IV/A
CEM III/A
CEM II/A
II/A-L
L
+7% silica fume

0
0

10

15

Tempo (anni)
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

20

CLASSE XA
DEGRADO DA DILAVAMENTO
Concentrazione
Classe di
p
CO2 nelle acque
q
esposizione
(mg/l)

pH

a/c
max

C(x/y) min

Tipo di
cemento
(UNI
9606)

c
((Kg/m
g 3)

XA1

15 40

0 55 C28/35
6 5 5 5 0.55
6.55.5

MRD

320
[300]

XA2

40 100

0 50 C32/40
5 54 5 0.50
5.54.5

ARD

340
[320]

XA3

> 100

4.54.0 0.45 C38/45

AARD

360
[360]

[C30/37]
[C30/37]
[C35/45]

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

STRUTTURE REALI
La realizzazione di strutture durevoli all
allazione
azione delle
acque contenenti CO2 aggressiva si persegue attraverso
una
ACCURATA
PROGETTAZIONE
DEL
CALCESTRUZZO in termini di:
rapporto a/c;
tipo di cemento e di aggiunte minerali
cuii

occorre

affiancare
ffi

una

CORRETTA

REALIZZAZIONE DELLOPERA che abbia come

obiettivo
bi tti
quello
ll di eliminare
li i
i punti
ti di debolezza
d b l
d ll
delle
strutture che possono contribuire allesaltazione del
dilavamento ad opera dell
dellanidride
anidride carbonica

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

DURABILITA DELLE STRUTTURE ALLA CO2 AGGRESSIVA


Contenimento delle
variazioni di sezione
(fessurazioni).

Realizzazione di giunti
strutturali a tenuta
idraulica.

ASPETTI
PROGETTUALI
QUALITA DEL
CALCESTRUZZO
Rapporto a/c max
Classe di resistenza minima;;
Cementi tipo III, IV, o V oppure
impiego di cementi tipo II con
cenere volante e fumo di silice;
Aggregati calcarei.

ASPETTI
ESECUTIVI

Riduzione o eliminazione
p
di vespai
p e nidi di ghiaia;
g
completa
Corretta esecuzione delle riprese
di getto;
Maturazione umida (almeno 7gg).

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

(A)

Fessure p
per mancanza di g
giunti in corrispondenza
p
di una variazione di
geometria del muro di contenimento

(B)

Fessure per erronea ripresa di getto e/o per mancanza di giunti


strutturali

(C)

Perdita di pasta di cemento per scarsa tenuta del cassero durante il


g
getto

(D)

Formazione di nidi di ghiaia nelle zone inclinate per erronea posa in


opera
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

SOLFATI
Il degrado
d
d delle
d ll strutture
t tt
i calcestruzzo
in
l
t
pu manifestarsi se esse sono in
p
contatto con acque e terreni che
contengono solfati.
solfati Questi possono
essere di origine
g
naturale, biologica
g
oppure
derivanti
dallinquinamento
prodotto dalle attivit antropiche sia di
tipo domestico che industriale.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

PERICOLOSIT
PERICOLOSIT

Generalmente la concentrazione di solfato presente nei


g g e,, p
pertanto,, INNOCUA
terreni di circa 100-500 mg/Kg
nei confronti del calcestruzzo. Tuttavia, non raro in
certe regioni
g
rilevare p
percentuali di solfato ((in forma di
gesso biidrato o di anidrite) decisamente maggiori (fino
a 50000 mg/Kg) come avviene, ad esempio, in Italia
nelle zone carniche, in Francia nella zona parigina,
nellAfrica del Nord, in Canada e negli Stati Uniti
(California, Montana).

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

DECOMPOSIZIONE BIOLOGICA
Il solfato,
lf t
i lt
inoltre,
pu
provenire
i
d ll
dalla
decomposizione
biologica
in
condizioni
aerobiche di sostanze organiche contenenti
p ,p
per le p
piante o
zolfo,, come avviene ad esempio,
per i concimi. Il solfato di ammonio,
particolarmente aggressivo,
aggressivo
ad esempio,
esempio
proviene dallutilizzo intensivo di fertilizzanti in
agricoltura.
agricoltura

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

PRSENZA DI SOLFATI

SOLFATI
TERRENI
ALLUVIONALI
U O
E
COERENTI

ACQUE
SOTTERRANEE

TERRENI ZONE
INDUSTRIALI

contengono pirite
( lf
(solfuro
di ferro)
f
)
che in presenza di
ossigeno, formano
acido
solforico
pu dare origine
alla
a
a formazione
o a o e d
di
gesso.

dove un elevato
t
t
di
contenuto
solfati nelle acque
, generalmente,
indice che esse
attraversano
solfati alcalini.

linquinamento pu
determinare
concentrazioni di
solfato nelle acque
ti l
t
particolarmente
pericolose ( 1500
mg/l).

LIQUAMI
DOMESTICI,
IMPIANTI
FOGNARI
OG
E DI
DEPURAZIONE
ove
le
acque
reflue
confluiscono per
essere sottoposte
a
trattamenti
biofisici
che
hanno
come
obiettivo
leliminazione dei
composti
di
natura organica.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

IMPIANTI
FOGNARI

Livello max acqua

IDROGENO
SOLFORATO

DEPOSITI
MATERIALE
ORGANICO

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

IMPIANTI FOGNARI
Per
prevenire
llattacco
attacco
acido
determinato
dallossidazione dallidrogeno solforato ad acido
solforico generalmente non sufficiente confezionare
calcestruzzi di bassa permeabilit, ma necessario
ricorrere a rivestimenti protettivi. Una possibile
soluzione rappresentata dalla realizzazione di un
rivestimento in piastrelle di clinker incollato alla
struttura in calcestruzzo con adesivi a base epossidica
(di tipo R in accordo alla EN 12004) le cui fughe
vengono sigillate con malte anch
anchesse
esse epossidiche (di
tipo RG in accordo alla EN 13888).

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

MANIFESTAZIONE DEL DEGRADO


Il degrado del calcestruzzo promosso
dallattacco solfatico si manifesta in forma di
ESPANSIONE E DISALLINEAMENTI DELLE
STRUTTURE CUI CONSEGUE LA NASCITA DI
QUADRI FESSURATIVI E DI ESPULSIONI di
parti della struttura. In particolari condizioni di
temperatura, inoltre, lattacco pu presentare i
caratteri tipici dell
dellaggressione
aggressione acida con una
vera e propria distruzione della matrice legante
che all
allaspetto
aspetto si presenta come una terra
incoerente.
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

REAZIONI CHIMICHE ATTACCO SOLFATICO


Sebbene
le
reazioni
chimiche
prodotte
dallaggressione del solfato siano strettamente
dipendenti
p
dal tipo
p di catione ad esso associato,, il
processo degradante pu essere ricondotto:
1) trasformazione del CH della matrice cementizia in
gesso che avviene con un processo di dissoluzione e
cristallizzazione
c
sta
a o e de
del gesso a
allinterno
te o de
delle
e po
porosit
os t
capillari della matrice cementizia senza apprezzabili
variazioni di volume:

Ca(OH)2 + SO 4 + 2H2O CaSO4 2H2O + 2OH


2

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

REAZIONI CHIMICHE ATTACCO SOLFATICO


2) Sono coinvolti tutti i residui di C3A ancora anidro o
pi frequentemente i prodotti di idratazione
dellalluminato tricalcico (C-A-H)

C3 A + 3CaSO 4 2H2O + 24 26H2O C3 A 3CaSO 4 H30 32


C3 AH6 + 3(CaSO 4 2H2O ) + 24 26H2O C3 A 3CaSO 4 H30 32
Il prodotto di questa seconda reazione chimica
costituito
i i
d llETTRINGITE Il C3AH6 non il solo
dallETTRINGITE.
l
alluminato che pu reagire con il solfato. La reazione
con questo anione pu interessare anche altre forme
quali il C4AH13 e il monosolfoalluminato (C3A CaSO4
H12).
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ETTRINGITE SECONDARIA
LETTRINGITE generata dalla reazione solfatica
viene definita SECONDARIA (o ritardata) per
g
da q
quella p
primaria formatasi
distinguerla
durante lidratazione del cemento per reazione
dellalluminato
dell
alluminato tricalcico con llacqua
acqua in
presenza del gesso aggiunto per la regolazione
della presa.
presa

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ET
TTRIING
GITE
E
PRIM
MAR
RIA

ETTRINGITE PRIMARIA
fformazione
i
b
benefica
fi
giacch
i
h consente
t
attraverso
tt
un
ALLUNGAMENTO DEL TEMPO DI PRESA per il trasporto e la
messa in opera del conglomerato;
AUMENTO DI VOLUME connesso con la sua formazione
avviene OMOGENEAMENTE in tutta la massa del
conglomerato;
limite imposto dalle norme di legge al tenore di gesso nel
cemento consente di CONTROLLARE LA QUANTIT DI
ETTRINGITE PRIMARIA formatasi e,
e conseguentemente,
conseguentemente
lespansione a valori non pericolosi;
ESPANSIONE connessa con la formazione dellettringite
avviene
i
NELLE PRIME ORE/GIORNI successivi
i i alla
ll messa in
i
opera dellimpasto, conseguentemente, le tensioni indotte dal
contrasto allespansione prodotta dallettringite primaria
vengono mitigate dalla deformazione viscosa del calcestruzzo
che, a causa della giovane et del conglomerato, risulta
relativamente alta.
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ET
TTRIING
GITE
E
S CON
SEC
NDA
ARIA
A

ETTRINGITE SECONDARIA
formazione DELETERIA per il conglomerato;
ESPANSIONE connessa con la sua formazione
INTERESSA SOLO GLI STRATI PI ESTERNI
della struttura in calcestruzzo a contatto con
l bi t solfatico;
lambiente
lf ti
AUMENTO DI VOLUME di questi strati
IMPEDITO DAL CALCESTRUZZO PI INTERNO,
INTERNO
non interessato dallaggressione;
NASCITA DI STATI TENSIONALI superiori alla
resistenza
del
materiale
generando
fessurazioni e distacchi di porzioni di
conglomerato
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

MECCANISMO
Il degrado
g
promosso dalla reazione solfatica riconducibile alla
p
formazione dellettringite secondaria.
Alcuni autori la formazione di cavillature e fessure pou essere
causato da:
1. pressioni generate dallaumento di volume dei prodotti della
reazione solfatica rispetto ai composti originari;
2 aumento di pressione determinato dall
2.
dalladsorbimento
adsorbimento di acqua
da parte dellettringite secondaria che per la sua natura
colloidale contraddistinta da una elevata superficie specifica.
La natura colloidale dell
dellettringite
ettringite secondaria,
secondaria caratterizzata da
cristalli aghiformi e poco accresciuti (spessore qualche decimo
di micrometri e lunghezza pari a qualche micrometro) sembra
sia da ascrivere alla riduzione di solubilit dell
dellettringite
ettringite in
presenza di soluzioni sature di calce (come quella esistente
nella fase interstiziale dei pori capillari) che determinerebbe una
velocit di formazione dei germi maggiore di quella necessaria
per garantire una crescita cristallina

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ESO--ENDO ETTRINGITE
ESO

ETTRINGITE SECONDARIA
generata dallattacco del solfato
ESO-ETTRINGITE SECONDARIA

Ambiente esterno
(degrado esogeno)

ENDO-ETTRINGITE SECONDARIA

Aggregati inquinati
Cemento
(d
(degrado
d endogeno)
d
)
il processo degradante per
manifestarsi ha bisogno di acqua
che, permeando la matrice
cementizia, possa scatenare la
reazione
i
solfatica,
lf ti
la
l formazione
f
i
di
ettringite (endo-ettringite secondaria)
ed il conseguente processo
distruttivo delle strutture.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

ESO--ENDO ETTRINGITE
ESO
ENDO-ETTRINGITE SECONDARIA
generata dallimpiego di ingredienti inquinati
CONTENUTO SO4

INGREDIENTI
0.8%

massa

secca

GROSSI 0.2%

massa

secca

FINI
AGGREGATI

CEMENTO

(UNI-EN 1744/1 punto 12)

della
dellaggregato
gg g
della
dellaggregato
gg g

4%

trattamenti accelerati di
maturazione a vapore che raggiungono
temperature di regime superiori a 80C

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

AGGRESSIONE
Il meccanismo di aggressione pu
p essere cos
riassunto:
1 PENETRAZIONE DELLO IONE SOLFATO nelle zone
1.
corticali della struttura e dei cationi ad esso
associati;
2. FORMAZIONE DI GESSO disponibile in soluzione
nella fase acquosa dei pori capillari (o sua
eventuale precipitazione);
3. reazione degli ioni solfato con il C3A anidro e con i
prodotti dellidratazione dellalluminato tricalcico o
p
con il monosolfoalluminato con formazione di
ETTRINGITE SECONDARIA;

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

AGGRESSIONE (2)
4. ESPANSIONE ED AUMENTO DELLA PRESSIONE
Q
adsorbita dallettringite
g
secondaria a
DELLACQUA
causa della sua natura colloidale;
5. formazione di FESSURE ED ESPULSIONE PARZIALE
del calcestruzzo nelle zone corticali della struttura;
6. ACCENTUAZIONE DEI PROCESSI DI DEGRADO per
la facilit con cui attraverso le zone fessurate il
solfato e le altre sostanze aggressive possono
penetrare nel calcestruzzo;

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

AGGRESSIONE (3)
7. DEGRADO CONSISTENTE DELLE STRUTTURE IN
PRESENZA DI ACQUA in movimento per
laccentuazione
delleffetto
dilavante
di
q
questultima;
8. ulteriore ESALTAZIONE DEI PROCESSI DI
DEGRADO NELLE ZONE DELLA STRUTTURA CHE
ALTERNANO
SITUAZIONI
DI
IMMERSIONE/EMERSIONE per la concomitante
azione della pressione determinata dai fenomeni di
cristallizzazione salina.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

STRUTTURE
S
U U
IDRAULICHE
U C
Lattacco solfatico interessa principalmente:
p
p

STRUTTURE IDRAULICHE:
canali di irrigazione;
tubazioni;
t ba ioni
collettori fognari;
GALLERIE;
PAVIMENTAZIONI POGGIANTI
DIRETTAMENTE SU TERRENI.
TERRENI
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

STRUTTURE IDRAULICHE
Nelle strutture reali lattacco solfatico
generalmente accompagnato da altri fenomeni
che
contribuiscono
al
degrado
del
conglomerato
cementizio,
quali
lazione
dilavante dellanidride carbonica aggressiva e
la cristallizzazione salina

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CRISTALLIZZAZIONE SALINA
Severissimo degrado per alcune pavimentazioni in
calcestruzzo
l
t
che
h presentavano
t
espansioni
i i dirompenti,
di
ti
fessurazioni e completa decoesione della matrice
cementizia.
Lanalisi
petrografica
e
diffrattometrica
aveva
evidenziato per queste strutture lassenza dei prodotti
che
h accompagnano la
l reazione
i
solfatica
lf ti
(
(gesso
ed
d
ettringite). Allinterno delle fessure, tuttavia, rilevante
era la concentrazione di solfato di sodio anidro e
decaidrato. Questo induce a ritenere che il degrado, pi
che allattacco solfatico, fosse da attribuire alla risalita
capillare dell
dellacqua
acqua e alla successiva evaporazione che
aveva favorito le condizioni di sovrassaturazione dei sali
q
dei p
pori capillari
p
con conseguente
g
nella fase acquosa
nascita delle pressioni di cristallizzazione responsabili,
in definitiva, del processo degradante.
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

THAUMASITE
PARTICOLARI CONDIZIONI AMBIENTALI: CLIMA FREDDO ((T = 0 5C);
);
IN PRESENZA DI ACQUA E DI ANIDRIDE CARBONICA

Formazione di thaumasite per reazione del gesso con


la calce e con i silicati idrati di calcio (C-S-H):
Ca(OH)2 + CO2 + CaSO4 2H2O + C S H + 11H2O CaCO3 CaSO4 CaSiO3 11H2O

La formazione di thaumasite ha un effetto molto pi


devastante rispetto allettringite in quanto laggressione
solfatica si esplica nei confronti del C-S-H (responsabile
delle propriet meccaniche del conglomerato) e,
pertanto, essa conduce alla completa PERDITA DI
COESIONE DEL CONGLOMERATO CHE SI PRESENTA
IN FORMA DI TERRICCIO INCOERENTE.
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

PREVENZIONE
Per prevenire
P
i il degrado
d
d del
d l
calcestruzzo p
promosso dallattacco solfatico
occorre:
1.VALUTARE IL GRADO DI AGGRESSIONE
dellambiente solfatico a contatto con le
strutture;
2.CONFEZIONARE
UN
CALCESTRUZZO,
mediante una accurata scelta delle materie
prime ed un opportuno proporzionamento,
capace
di
resistere
chimicamente
allaggressione.
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

TERRENI ED ACQUE SOLFATICHE


DISCIOLTO
IN ACQUA

disponibile per essere veicolato


allinterno
lli t
della
d ll matrice
t i cementizia
ti i e
scatenare la reazione degradante

3 sub-classi (XA1, XA2 e XA3)


concentrazioni di solfato variabili da 200 a 6000 mg/l

SOLFATO
NEL
TERRENO

deve essere disciolto dallacqua e,


quindi,
i di per la
l sua bassa
b
solubilit
l bilit
non tutto prontamente disponibile

3 sub-classi (XA1, XA2 e XA3)


concentrazioni di solfato variabili da 2000 a 2400 mg/kg
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Cl
Classi
i di esposizione
i i
ambientale,
bi t l concentrazione
t i
di solfato
lf t nelle
ll
acque e nei terreni e prescrizioni di capitolato per calcestruzzi
durevoli all
allaggressione
aggressione solfatica
Classe di
Esposizio
ne

Concentrazione
2 nelle acque
SO42(mg/l)

Concentrazione
2 nel terreno
SO42(mg/Kg)

a/c
max

C(x/y) min

Tipo di
cemento
UNI 9156

XA1

200 600
200-600

2000 3000
2000-3000

0 55
0.55

C28/35
[C30/37]

MRS

320
[300]

XA2

600-3000

3000-12000

0 50
0.50

C32/40
[C30/37]

ARS

340
[320]

XA3

3000-6000

12000-24000

0.45
0
5

C38/45
[C35/45]

AARS
S

360
[360]

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

c
(Kg/m3)

TERRENI COESIVI
TERRENI
COERENTI

Permeabilit del terreno < 1.10-5 m/s;


Livello di aggressione ridotto di una classe
rispetto a quella prevista in base alla sola
concentrazione
t i
del
d l solfato
lf t

La norma EN 206-1 prevede un rischio di aggressione anche per quelle


strutture in calcestruzzo a contatto con terreni aventi una acidit
Bauman-Gully maggiore a 200 (determinata in accordo al metodo DIN
4030-2).
4030
2). Alcuni terreni, infatti, che in contatto con acque pure non sono
capaci di scambiare ioni idrogeno sono in grado di farlo quando vengono
in contatto con soluzioni saline dando luogo quindi alla formazione di
sostanze acide che possono determinare il degrado del calcestruzzo. In
queste condizioni, laggressione pu essere prevenuta adottando gli
stessi provvedimenti necessari per la classe di esposizione XA1.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CEMENTI RESISTENTI AI SOLFATI


Allaumentare
All
t
d l grado
del
d di aggressione
i
l
la
normativa impone lutilizzo di un cemento
intrinsecamente resistente al solfato in
accordo alla norma UNI 9156. La resistenza al
solfato del cemento Portland e dei cementi
Portland di miscela contenenti aggiunte inerti
(calcare) o una modesta percentuale (620%) di
aggiunte
pozzolaniche

inversamente
proporzionale al contenuto di alluminato
t i l i del
tricalcico
d l cemento.
t
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CEMENTI RESISTENTI AI SOLFATI


% ALLUMINATO
TRICALCICO

ALLUMINATI
IDRATI
REAZIONE CON
SOLFATO

ETTRINGITE
SECONDARIA

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Tipo di cemento
secondo UNI ENV 197-1

(1)

Classi di resistenza ai solfati


Alta

Moderata(1)

I
II/A-S
I/B-S
II/A D
II/A-D
II/A-P
II/A-V
II/A-L
II/B-L
II/A-M
II/A-W
II/A-T

C3A 8% e SO3 3.5%


C3A 10% e SO3 3.0%

II/B-P
II/B-V
II/B-W
II/B-T

C3A 3% e SO3 3.5%


C3A 5% e SO3 3.0%

C3A = 0%
C4AF o (C4AF + C2F) 20%

Pozzolanicit (2)

Pozzolanicit (2) e C3A 8%

Pozzolanicit (2) e C3A 3%

II/B-M

Pozzolanicit
P
l i it (2) o
C3A 8% e SO3 3.5%
C3A 10% e SO3 3.0%

Pozzolanicit
P
l i it (2) e
C3A 3% e SO3 3.5%
C3A 5% e SO3 3.0%

Pozzolanicit (2) e C3A = 0%

III/A

Nessuna prescrizione

C3A 3% e SO3 3.5%


C3A 5% e SO3 3.0%
3 0%

C3A = 0% e
C4AF o (C4AF + C2F) 20%

III/B
III/C

Nessuna prescrizione

Nessuna prescrizione

C3A 2%

IV/A

Nessuna prescrizione

C3A 6%

C3A 3.5%

IV/B

Nessuna prescrizione

Nessuna prescrizione

C3A 3.5%

V/A

Nessuna prescrizione

C3A 3% e SO3 3.5%


C3A 5% e SO3 3.0%

Pozzolanicit (2) e C3A 3%

V/B

Nessuna prescrizione

Nessuna prescrizione

Pozzolanicit (2) e C3A 3%

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

La classe moderata di resistenza ai solfati comprende, in particolare, la resistenza allacqua di mare


pozzolanicit positiva se il cemento soddisfa il saggio secondo quanto riportato nella UNIEN196-5

(2) La

Altissima

C3A/SO3
La resistenza del cemento allaggressione
solfatica funzione del rapporto C3A/SO3; per
questo motivo la norma UNI 9156 classifica di
pari resistenza al solfato quei cementi che pur
contenendo un maggior quantitativo di C3A
sono caratterizzati da un tenore pi basso di
solfato.

L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

CEMENTI POZZOLANICI
CEM III - CEM IV e CEM V
contengono aggiunte pozzolaniche
MAGGIORE RESISTENZA intrinseca
allaggressione
all
aggressione del solfato per la minore
percentuale di CH disponibile impegnato
nella reazione pozzolanica e per questo
motivo sottratto alla possibile
aggressione con il solfato proveniente
dallambiente esterno
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Degrado del calcestruzzo per immersione in soluzione al 10% di solfato


di sodio in funzione del rapporto a/c e del tenore in C3A del CEM I

CEM I (SO3=3.5%)

160

Degra
ado (%))

a/c:

0.80

120
80

0.60

40
0.45
0
0

3
ARS

6
MRS

C3A (%)

Cemento Comune

AARS
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

12

Influenza del tenore di C3A e di solfato nel cemento


sullespansione
sull
espansione di provini conservati per un anno in
soluzione solfatica
2400

SO3=5%

Espans
sione (m
mm/m)

C3A=12.8%

SO3=4%
4%

2000

C3A=7.4
1600

SO3=3%

1200

C3A=1.8%
A=1 8%

SO3=2.5%

800
400
0
0

C3A/SO3
L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

Espansione di provini di malta per immersione in


soluzione
l i
solfatica
lf ti in
i funzione
f
i
del
d l tipo
ti di cemento
t
0,24

CEM I (C3A=6.4%)
Esp
pansione
e (%)

0,2
,
0,16
0,12

CEM IV/A
0,08

CEM II/A-D
CEM III/B
CEM V/A

0 04
0,04
0
0

12

18

24

Tempo di immersione (mesi)


L. Coppola Concretum Durabilit: aggressione chimica

30