Sei sulla pagina 1di 12

Concetto di Titolare Effettivo

(Beneficial Owner) art. 1, lett. u)

„ “Titolare Effettivo” è la persona fisica o le


persone fisiche che, in ultima istanza,
possiedono o controllano il cliente nonché la
persona fisica per conto della quale è realizzata
l’operazione o un’attività, individuate sulla base
dei criteri di cui all’allegato tecnico del presente
decreto
Titolare Effettivo art. 2 dell’allegato tecnico
al Decreto
„ La persona fisica o le persone fisiche che esercitino un
controllo diretto ovvero indiretto sulla persona giuridica
(25% più uno di partecipazione al capitale sociale;
„ La persona fisica o le persone fisiche che esercitino in
altro modo il controllo sulla direzione dell’entità giuridica
(es. amministratori di fatto);
„ I futuri beneficiari, la persona fisica o le persone fisiche
beneficiarie del 25% più uno del patrimonio dell’entità
giuridica o che esercitno il controllo in tale misura, la
categoria di beneficiari se già determinati (nel caso di
trust e fondazioni).
Obbligo di adeguata verifica della clientela
art. 15 e ss.

„ Adeguata Verifica della clientela (art. 15


-18 - 19)
„ Adeguata Verifica della clientela (art. 28
rinforzata)
„ Adeguata Verifica della clientela (art. 25
semplificata)
Contenuto degli obblighi di adeguata verifica
della clientela
art. 18
„ Identificazione del cliente e verifica dell’identità
(documenti, dati, informazioni)
„ Identificazione dell’eventuale titolare effettivo e
verifica dell’identità
„ Ottenimento di informazioni sullo scopo, la natura del
rapporto continuativo o della prestazione
professionale
„ Svolgimento di un controllo costante nel corso del
rapporto continuativo o della prestazione
professionale
Modalità di adempimento degli obblighi art.
19
Identificazione e verifica identità del cliente
„ Documenti validi:
„ Carta d’Identità;
„ Passaporto;
„ Patente di guida;
„ Patente Nautica;
„ Libretto della pensione;
„ Porto d’armi;
„ Tessere di riconoscimento rilasciate da una P. A. purchè
munite di fotografie e timbro (Tessere Mod. A/T);
„ Patentino di abilitazione alla conduzione di impianti
termici.
Modalità di adempimento degli obblighi
art. 19
Identificazione e verifica dell’identità del titolare effettivo:

„ Adozione, per le persone giuridiche, di misure adeguate e


commisurate alla situazione di rischio;

„ Ricorso a pubblici registri, elenchi, atti o documenti


conoscibili da chiunque contenenti informazioni sui titolari
effettivi;

„ Verifica delle transazioni effettuate nella costanza del


rapporto al fine di effettuare un controllo costante dello
stesso.
Obblighi del Cliente – art. 21

„ I clienti forniscono, sotto la propria responsabilità, tutte


le informazioni per consentire di adempiere agli obblighi
di adeguata verifica della clientela;

„ Ai fini dell’identificazione del titolare effettivo (beneficial


owner) forniscono per iscritto tutte le informazioni
necessarie ed aggiornate delle quali siano a conoscenza
Obblighi rafforzati di adeguata verifica della
clientela art. 28
„ Nel caso in cui il cliente non sia fisicamente presente gli
intermediari adottano specifiche misure per compensare
il rischio:
„ Accertamento dell’identità attraverso documenti, dati o
informazioni supplementari;
„ Certificazione dei documenti forniti o richiesta di idonea
certificazione di conferma da parte di un ente creditizio o
finanziario soggetto alla direttiva;
„ Verifica che il primo pagamento relativo all’operazione
sia effettuato da un conto intestato al cliente presso un
ente creditizio.
Obblighi semplificati di adeguata verifica
della clientela - art. 25
„ I destinatari del Decreto non sono soggetti agli obblighi
se il cliente è:
„ Uno dei soggetti indicati all’art. 11, 1° comma e 2°
comma, lett. b) e c);
„ Un ente creditizio o finanziario comunitario soggetto alla
direttiva;
„ Un ente creditizio o finanziario situato in uno Stato
extracomunitario che imponga obblighi equivalenti a
quelli previsti dalla direttiva e preveda il controllo del
rispetto di tali obblighi.
Formazione del personale art. 54
„ I destinatari degli obblighi e gli ordini professionali
adottano misure di adeguata formazione del personale e
dei collaboratori includendo programmi di formazione
finalizzati a riconoscere attività potenzialmente connesse
al riciclaggio o al finanziamento del terrorismo, al tal fine
la UIF, la Guardia di Finanza e la DIA forniscono
indicazioni aggiornate circa le prassi operative seguite
dai riciclatori o dai finanziatori del terrorismo.
„ La violazione dell’obbligo di formazione del personale e
dei collaboratori è sanzionata con la sanzione
amministrativa da Euro 10.000,00 a Euro 200.000,00
(art. 56 “Sanzioni Amministrative”).
Implementazione del novero dei reati
previsti in materia di Responsabilità penale
degli Enti (D. Lgs. 231 del 2001)

„ L’art. 63 del Decreto ha inserito tra le


fattispecie rilevanti (art. 25 octies):
„ Art. 648 “Ricettazione”
„ Art. 648 bis “Riciclaggio”;
„ Art. 648 ter “Impiego di denaro, beni o
utilità di provenienza illecita”
Entrata in Vigore
Disposizioni transitorie e finali art. 66

„ Le disposizioni emanate in attuazione di norme


abrogate o sostituite continuano ad essere
applicate, in quanto compatibili, fino alla data di
entrata in vigore dei provvedimenti attuativi del
presente decreto