Sei sulla pagina 1di 1

CHI GIOCA DIETRO IL FONSPA ?

Siamo i lavoratori del Fonspa, una banca con sede in Roma specializzata nellerogazione di mutui, nella gestione delle cartolarizzazioni e nel recupero di crediti in sofferenza. La nostra banca interamente posseduta da Morgan Stanley, una delle pi grandi banche del mondo, che ha rilevato il Fonspa nel 2000 dalle ex BIN ( oggi Intesa S. Paolo e Unicredit) e, dopo aver lucrato il pi possibile sui crediti acquistati e sulla vendita della sede storica, senza aver mai effettuato alcun serio investimento, ha deciso allinizio del 2008 di disfarsene, spogliandolo progressivamente di quasi tutte le sue attivit. Fino a quel momento il Fonspa era in grado di funzionare perfettamente, ora in attesa, da oltre tre anni, di trovare un serio, solido e affidabile compratore che possa rilanciare le attivit della banca. Non si comprendono le reali intenzioni di Morgan Stanley che non riesce a concludere, dopo tutto questo tempo, una trattativa di vendita. Ci sembra impossibile che una delle pi grandi banche del mondo, che in Italia cura molteplici interessi finanziari ed ha come responsabile un uomo di istituzione quale Domenico Siniscalco che ha ricoperto importanti incarichi, come quello di ministro dellEconomia e di direttore generale del Tesoro, non riesca a dare un futuro ai 150 lavoratori del Fonspa. Da oltre tre anni, a dispetto di un dichiarato costruttivo rapporto basato su sane e corrette relazioni sindacali, continuiamo a subire unassenza totale di informazioni e abbiamo dovuto prendere atto di ripetuti e costanti fallimenti di trattative di vendita con soggetti che si sono rivelati inconcludenti. Da ultimo, verso la fine del 2010, era stato paventato linteressamento di un importante gruppo bancario. In proposito, nel corso di un fortuito e frettoloso incontro tenutosi a Milano lo scorso dicembre, a margine di un presidio sindacale sotto la sede di Morgan Stanley, lo stesso Domenico Siniscalco, nel freddo e inospitale androne del palazzo, aveva assicurato il suo personale interessamento alla vicenda, invitando i lavoratori ad avere fiducia nel suo operato e facendo intravedere una positiva conclusione a breve. Sono trascorsi altri 6 mesi durante i quali Domenico Siniscalco si distinto per un notevole dinamismo su vari fronti e il suo nome frequentemente circolato per ricoprire nuove cariche ai vertici di importanti Enti, mentre appare assente un suo analogo attivismo per la soluzione della vicenda Fonspa. Anche in questa circostanza non riusciamo a comprendere come stiano veramente le cose e quali oscuri disegni ci siano dietro a questo imbarazzante e continuo silenzio. Constatiamo, per esperienza ormai consolidata in questi tre lunghi anni, che n Morgan Stanley, in persona del suo Head Country Italy Domenico Siniscalco, n il Fonspa in persona del suo Amministratore Delegato Luca Preziosi, vogliono scoprire le carte e dirci realmente cosa c dietro la vicenda Fonspa. Per questo motivo i Lavoratori del Fonspa manifestano: per portare la loro vicenda fuori dalle mura della banca; per impedire che Morgan Stanley possa perseguire i suoi ignoti disegni nel silenzio assoluto; per chiedere che il Sistema Bancario, lABI, la Banca dItalia, le Istituzioni competenti, gli Enti Locali, ciascuno nellambito dei propri ruoli, intervengano ad impedire che gli unici a pagare in questa vicenda siano i lavoratori. I Lavoratori del Fonspa non ci stanno ad essere le vittime di chi ha operato una speculazione finanziaria e sono in lotta da oltre tre anni non solo per mantenere il proprio posto di lavoro, ma anche perch il Fonspa continui ad operare, al servizio del paese, nel settore del credito a sostegno di quelle imprese e famiglie cos duramente colpite dalla crisi in atto. Roma, giugno 2011

R. S. A. FONSPA : FABI FIBA CISL FISAC CGIL SINFUB UGL CREDITO


Per maggiori informazioni: http://lavoratori-fonspa.myblog.it Non disperdere nellambiente