Sei sulla pagina 1di 13

Indice

1. Organizzazione dell’EHF pag. 3


2. Suddivisione in Categorie pag. 3
3. Risultati e Punteggi individuali pag. 4
4. Risultati e Punteggi a squadre pag. 5
5. Gare a cronometro a squadre pag. 6
6. Handbike – equipaggiamento pag. 6
7. Sicurezza pag. 7
8. Gare pag. 7
9. Regolamento disciplinare, termini e sanzioni pag. 7
10. Premi pag. 9
11. Sponsor pag. 10
12. Esclusione di responsabilità pag. 10

Allegato A – Utilizzo della scia pag. 11


Allegato B – Tabelle montepremi pag, 13

Il presente Regolamento Tecnico sostituisce tutte le precedenti versioni.


Le modifiche sono evidenziate da una riga sul margine destro della pagina.
Redatto nel Novembre 2007.

2
1. EHC e organizzazione dell’EHF

1.1 L’EHC (European Handbike Circuit) è un insieme di gare in Nazioni Europee accreditate
dalla European Handcycling Federation (EHF).

1.2 La richiesta per l’accredito di una gara deve essere inviata al Comitato EHF da una
Nazione membro per conto dell’Organizzatore della gara.

1.3 Un evento di calendario EHC può essere una singola gara o una combinazione di gare
comprese in uno o due giornate.

1.4 Gli eventi di calendario EHC sono aperti ad atleti disabili e non disabili, di tutte le
Nazioni.

1.5 Tutti gli atleti che partecipano ad un evento EHC, sono soggetti alla normativa EHF.

1.6 L’organizzatore di un evento EHC è tenuto al versamento all’EHF di una quota di


contribuzione, proporzionale al numero di atleti partecipanti all’evento stesso.
La tassa di iscrizione annuale per una squadra è pari a € 100,-.

2. Suddivisione in Categorie

2.1 Ciascun nuovo socio attivo è responsabile della propria classificazione e deve, a tal fine,
mettersi in contatto con il rappresentante EHF corrispondente. Le classificazioni che non
presentano difficoltà sono preparate dal rappresentante nazionale. Il primo inserimento in una
categoria è gratuito per ciascun socio; quelli successivi saranno soggetti ad un contributo di €
25,-.

2.2 Qualora il nuovo socio non presenti alcuna prima classificazione, sarà automaticamente
inserito nella Cat. C/FC.

2.3 Un corridore potrà ogni volta liberamente partire in una categoria più alta (vedere par.
Perdita Punteggio, punto 3.9).

2.4 Ciascun atleta ha il diritto di contestare la classificazione. In tal caso sarà il Comitato
EHF, con votazione a maggioranza dei soci presenti, a decidere se accettare la protesta o se
eseguire un ulteriore controllo. Qualora, in quest’ultimo caso, si giunga allo stesso risultato, il
caso sarà definitivamente chiarito. Se la decisione sarà contraria rispetto alla prima prova, il
Comitato EHF si riserva la possibilità di un terzo e definitivo controllo, per mezzo di un
responsabile classificazioni IPC.

2.5 Per quanto riguarda la suddivisione in categorie, EHC segue le attuali linee guida IPC.
Da queste, differisce solo per quanto segue:

a. numero delle Categorie


b. ammissione di atleti/e normodotati/e nelle Categorie C e FC.
3
c. ammissione di tutti gli atleti disabili che risultano esclusi dalla possibilità di
praticare l’Handbike in base alla norma IPC n° 3.

Maschile
Categoria Classe Profilo
A1 Tetraplegici secondo classificazione T51 gare in carrozzina.
A
A2 Tetraplegici secondo classificazione T52 gare in carrozzina.
B B Paraplegici da Th1 a Th 9/10.
C C Tutti gli altri atleti.
Femminile
Categoria Classe Profilo
FA Tetraplegiche.
F FB Paraplegiche da Th1 a Th 9/10.
FC Tutte le altre atlete.

2.6 Un atleta di classe A2 e B con posizione di guida inginocchiata, automaticamente è


inserito nella classe di livello immediatamente superiore, secondo il seguente schema:

A2ÎB BÎC

2.7 Ciascuna categoria si distingue dal colore dei caschi di protezione, secondo lo schema
indicato nelle “Norme Tecniche Handbike”, art. 4.3

2.8 Gli atleti/le atlete normodotati/e hanno gli stessi diritti e doveri di quelli disabili.

3. Risultati e Punteggi individuali

3.1 Il chip elettronico per la rilevazione del tempo di gara, deve essere posizionato, in modo
sicuro, sul lato sinistro della ruota anteriore, in condizione da essere in linea con l’asse
verticale della ruota stessa.

3.2 Le classifiche di ogni singola gara, sono redatte sulla base del tempo lordo rilevato con
sistemi di cronometraggio elettronici. La fornitura del servizio è a cura dell’Organizzatore
della gara.

3.3 Gli atleti classificati dalla 1ª alla 50ª posizione ricevono un punteggio come da tabella sotto
riportata.

4
Pos. Punti Pos. Punti Pos. Punti Pos. Punti Pos. Punti
1 200 11 135 21 97 31 66 41 46
2 185 12 131 22 94 32 64 42 44
3 170 13 128 23 91 33 62 43 42
4 165 14 125 24 88 34 60 44 40
5 160 15 122 25 85 35 58 45 38
6 157 16 119 26 82 36 56 46 36
7 154 17 116 27 79 37 54 47 34
8 152 18 113 28 75 38 52 48 32
9 150 19 110 29 72 39 50 49 30
10 140 20 100 30 69 40 48 50 28

3.4 Classifica generale individuale: il circuito gare annuale è composto da 7-9 eventi. Un
evento può essere una gara singola o una combinazione di gare multiple. Il numero effettivo
delle gare che sono considerate agli effetti della Classifica generale individuale viene definito
e annunciato all’inizio della stagione. Di norma il punteggio pieno viene assegnato per ogni gara
individuale con l’eccezione delle gare a punteggio combinato (TT+RR).

L’Handbiker con il miglior punteggio generale guadagna il titolo di “Campione EHC“ di quell’anno.

3.5 L’atleta che comanda la classifica generale EHC della propria divisione/categoria riceve,
durante la Cerimonia di Premiazione, la Maglia Gialla di Leader,.

Durante le gare, ogni Leader deve obbligatoriamente indossare il copri-casco giallo EHC.

3.6 Colui o coloro che indossano la maglia gialla, possono apporvi i logo degli sponsor personali.

3.7 La maglia gialla deve essere ceduta ad un concorrente/una concorrente, qualora si venga
da questi superati nella classifica generale.

3.8 La norma 3. 7 si applica in modo analogo anche ai piazzamenti individuali.

3.9 Un atleta che, nel corso della stagione, cambi categoria, per qualunque tipo di motivo,
dovrà rinunciare al punteggio ottenuto fino a quel momento. Lo stesso vale anche per gli atleti
sotto osservazione, fino al chiarimento definitivo relativo alla categoria di appartenenza.

4. Risultati e Punteggi a Squadre

4.1 Una squadra è composta di massimo 8 atleti e deve presentarsi alla partenza di una gara
con almeno 4 atleti per poter conquistare punti. La quota di iscrizione annuale per ciascuna
squadra è pari a € 100,-.

4.2 La squadra potrà essere composta di atleti/e di tutte le categorie.

4.3 Non è consentita la sostituzione degli atleti nel corso della stessa stagione agonistica. Si
concede esclusivamente la possibilità di accettare l’iscrizione di atleti mai utilizzati fino a quel

5
momento, nella misura in cui non è stato ancora raggiunto il numero massimo di 8 atleti per
squadra.

4.4 Ai fini dell’attribuzione del punteggio, vengono considerate tutte le classi, sommando tra
loro i punteggi dei quattro atleti meglio piazzati di una squadra (Punteggio massimo per ogni
gara: 800 punti).

4.5 Solo in caso di parità di punteggio tra due o più squadre, sarà considerata la somma totale
dei singoli tempi di gara di ogni atleta ritenuto valido per l’attribuzione dei punti. La classifica
sarà redatta sulla base dei tempi a valore crescente, cioè la squadra con il tempo totale
inferiore dovrà precedere quella con il tempo totale di gara superiore.

4.6 Anche se solo 1 o 2 atleti/e terminano la gara, i loro punteggi avranno validità ai fini della
classifica per squadre.

4.7 In modo analogo a quanto descritto al punto 3.4, il numero delle gare da considerare per la
classifica generale sarà definita ed annunciata all’inizio di ogni stagione.

4.8 I componenti della medesima squadra devono essere riconoscibili tramite una maglia con
identica colorazione e disegno.

5. Gare a cronometro a squadre

5.1 Composizione: ogni Team è composto da 3 o 4 atleti. I team devono essere unicamente
rappresentativi di club o società sportive. Non sono ammessi Team di rappresentative
nazionali.

5.2 Classi: sono previste due Classi secondo lo schema sottoriportato

- Team TC: aperto alle divisioni B, C, FC


Team 4 atleti: composti da minimo 2B oppure 1B+1FC oppure 2FC
Team 3 atleti: composti da minimo 1B oppure 1FC
Il tempo di gara è rilevato sulla ruota anteriore del 3° atleta al traguardo.
- Team TA: aperto a tutte le classi
Team 4 atleti: composto da minimo 1A oppure 1FB
Team 3 atleti: composto minimo da 1A oppure 1FB
Il tempo di gara è rilevato sulla ruota anteriore del 3° atleta al traguardo, nel cui
gruppo deve far parte minimo 1A oppure 1FB.

6. Handbike - equipaggiamento

6.1 Le specifiche tecniche delle handbike ammesse a EHC corrispondono alle specifiche
tecniche IPC/UCI. In aggiunta sono richieste altre specifiche, come meglio evidenziato nelle
“Norme Tecniche Handbike”.

6
7. Sicurezza

7.1 Ogni atleta ha l’obbligo di utilizzare nelle gare su strada uno dei caschi per il ciclismo
conformi alle norme UCI.
7.2 I caschi aerodinamici possono essere utilizzati solo per le gare a cronometro.

7.3 Alle Handbike con applicazioni ritenute pericolose per gli stessi atleti o per gli
avversari, potrà essere negata l’ammissione alla gara.

7.4 Qualora l’attrezzo sportivo, nel corso della gara, fosse danneggiato in modo tale da non
riuscire più a rispettare il regolamento tecnico:
a. l’atleta sarà obbligato a fermarsi e a ripristinare le condizioni del suo mezzo o ad
abbandonare la competizione
b. l’organizzatore è autorizzato a fermare l’atleta per fargli effettuare la riparazione, oppure
ad eliminarlo dalla gara.

8. Gare

8.1. L’ordine di partenza segue la graduatoria generale individuale dell’EHC, sino alla
posizione n° 10. Le posizioni dalla 11 alla 15 sono riservate agli atleti più rinomati pur se fuori
dalle prime 10 posizioni. Gli atleti devono presentarsi sulla linea di partenza 15 minuti prima
del Via. Oltre questo termine, gli atleti ritardatari si posizioneranno in coda alla loro
divisione.

8.2. La partenza delle Categorie C (tutti) – B – A (tutti) ed F (tutti) avviene a blocchi, ad una
distanza di almeno 1 minuto tra un blocco e l’altro. Un organizzatore potrà anche effettuare
singole gare per ciascuna categoria.

8.3 E’ vietata la scia tra due atleti di differente divisione e atleti di altre categorie
partecipanti alla stessa gara (carrozzine, skaters, ecc). Per “scia” (draft zone) si intende uno
spazio di 6 metri in lunghezza dalla zona posteriore dell’atleta che precede.
Tale norma non si applica nelle gare a Cronometro a Squadre in cui la scia è permessa ma solo
all’interno di ogni singola Squadra.

Nota: la scia tra le categorie A1 e A2 è permessa. Vedere Allegato A.

8.4 Per evitare distorsioni dei risultati, un atleta doppiato non può sfruttare la scia
dell’atleta che lo ha doppiato, pur se appartenenti alla medesima divisione. Vedere Allegato A.

9. Regolamento disciplinare, termini e sanzioni

9.1 Ogni membro EHC si impegna a rispettare le norme dell’EHC e ad accettare i giudizi e le
sentenze arbitrali dell’EHC.

9.2 Le dichiarazioni dei commissari di gara, rese in rapporti e notiziari, saranno ritenute
attendibili, a meno che non si dimostrerà il contrario.

7
9.3 Chiunque si comporti in modo scorretto o sleale nei confronti di altri, oppure non adempia
ai propri obblighi relativamente a quanto previsto dal regolamento dell’EHF, sarà soggetto a
sanzioni:
a. in prima istanza da parte della giuria o del comitato disciplinare
b. in ultima istanza dal Consiglio Direttivo dell’EHF. Qualora un membro del Comitato
Direttivo EHF che si trovasse interessato, in qualità di atleta, da una verifica disciplinare, non
può influenzare la decisione con il proprio voto.

9.4 La più alta autorità in una gara EHC è il Presidente di Giuria. Egli, ed un minimo di altri
due giudici, costituisce il Panel di Giuria.

9.5 Entro 30 minuti dal termine della manifestazione, potrà essere presentato un reclamo
scritto al Presidente di Giuria, previo pagamento di una tassa pari a € 50,-. Qualora il reclamo
fosse accolto, l’importo di cui sopra sarà rimborsato.

9.6 La parte oggetto del reclamo avrà la possibilità di difendere la propria posizione fino a 30
minuti dopo la presentazione del reclamo stesso. Nel caso ciò non fosse fatto, si potrà
procedere all’emissione del giudizio anche in sua assenza. Il responsabile della squadra e/o
l’atleta sono tenuti a fornire informazioni circa i fatti oggetto del reclamo, nonché ad essere
presenti durante la discussione.

9.7. L’accusato potrà presentare opposizione alla sentenza, in conformità con il punto 9.3,
previo versamento di € 50,-. Qualora le ragioni dell’atleta fossero accolte, tale somma gli sarà
rimborsata.

9.8 La tipologia dei provvedimenti disciplinari prevede ammonizioni, modifiche del punteggio,
del tempo realizzato, squalifiche, fino ad arrivare alla sospensione.

9.9 Regolamento Gara e Disciplinare, nonché elenco sanzioni e infrazioni (alcune delle quali in
linea con le norme UCI) sono emesse secondo il seguente schema:

Infrazione Sanzione
a Partenza con mezzo non conforme al Divieto di partenza
regolamento
b Gareggia con mezzo non conforme al Eliminazione dalla gara come da norma 6.4b
regolamento
c Corridore alla partenza senza il casco Divieto di partenza
prescritto dal regolamento
d Il corridore si toglie il casco regolamentare Da ammonizione a squalifica
durante la gara
e Mancato rispetto dell’ordine di partenza Perdita di 20 punti (1)
f Scia da un atleta di altra categoria (vedi Penalità cronometrica: 10 minuti.
punto 8.3). Drafting zone = 6 mt.
g Scie tra atleti doppiati (vedi norma 8.4) Penalità cronometrica: 10 minuti.
h Intralcio intenzionale nei confronti di un Squalifica dell’atleta colpevole dell’intralcio
atleta di un’altra categoria

8
i Sprint sul traguardo irregolare all’interno del Retrocessione all’ultimo posto del gruppo
gruppo (abbandono della linea scelta durante dello sprint oppure perdita di 20 punti o
lo sprint e messa in pericolo di un altro ancora retrocessione all’ultimo posto della
corridore) classifica della manifestazione
j Spinta di un avversario o altro Perdita di 20 punti o retrocessione
comportamento intenzionalmente pericoloso all’ultimo posto della classifica della
durante la gara, per una o più volte manifestazione
k Spinte irregolari con lo scopo di ottenere un Vedere punto i
vantaggio
l Evidente accorciamento del percorso di gara Squalifica
m Imbroglio o tentato imbroglio per opera Dalla squalifica alla sospensione per 1
dell’atleta stagione.

n Insulti, minacce e comportamento scorretto Da sanzioni in termini di tempo alla


ai danni di atleti e funzionari di gara. sospensione.

o Mancata presenza alla cerimonia di Perdita del premio, che andrà a favore
premiazione dell’EHC.
p Assenza ingiustificata degli atleti da Perdita di 20 punti
premiare al momento della consegna della
Maglia Gialla. (2)
q Mancato rispetto della distanza di 6m/1m Penalità cronometrica: 30 secondi per
nelle gare a cronometro su distanze brevi ciascuna infrazione
r Mancato rispetto della distanza di 6m/1m Penalità cronometrica: 5 minuti
nelle gare a cronometro sulle grandi distanze

Note:
¹: in caso di partenza neutralizzata, la griglia di partenza deve essere mantenuto sino alla
ripresa della gara.

²: in caso in cui l’assenza non sia evitabile, si prega di contattare il proprio Rappresentante
Nazionale.

10. Premi

10.1 In ogni gara, il monte-premi al vincitore non sarà assegnato nel caso in cui abbiano
partecipato alla gara meno di 3 atleti.

In ogni gara, il monte-premi ai primi 2 classificati non sarà assegnato nel caso in cui abbiano
partecipato alla gara meno di 4 atleti.

In ogni gara, il monte-premi ai primi 3 classificati non sarà assegnato nel caso in cui abbiano
partecipato alla gara meno di 5 atleti.

Per la ripartizione del montepremi minimo di ogni gara, vedere Allegato B

9
10.2 Al termine di ogni stagione agonistica, il Comitato EHF distribuirà un monte-premi ai
migliori atleti piazzati nella classifica generale, secondo quanto indicato nell’Allegato B

10.3 Conformemente alla norma 9.9 – cfr “o”, la non partecipazione alla cerimonia di
premiazione comporterà la perdita del premio a favore dell’EHF.

10.4 In caso di rettifiche delle classifiche, i premi eventualmente già assegnati dovranno
essere ritornati e consegnati ai destinatari secondo la classifica definitiva.

11. Sponsor

11.1 Per gli sponsor è a disposizione un piano di sponsorizzazione a richiesta. L’ufficio


fornirà informazioni alle aziende interessante.

12. Esclusione di responsabilità

12.1 Con la partecipazione ad una o più gare o a manifestazioni di base dell’EHC, si riconosce
l’esclusione di responsabilità del Comitato EHF e di terzi interessati, per danni personali o
materiali, subiti o causati.

10
ALLEGATO A

Scia tra atleti: cos’è e come si può evitare l’uso errato?

“Stare in scia” (in inglese Drafting) è l’azione di viaggiare per un certo tratto dietro un atleta
standogli immediatamente a ridosso, rimanendo nello spazio di aria spostata dall’atleta che
precede.
L’utilizzo di una scia permette quindi all’atleta che segue di mantenere la stessa velocità
dell’atleta che precede con minor fatica.
La scia in un gruppo di atleti di una medesima divisione è permessa ed è una importante parte
di una gara ma la scia con un atleta di una differente divisione durante una gara EHC è
completamente illegale poichè porta un vantaggio sleale.
Vediamo quindi di spiegare meglio il concetto di “scia illegale” tra atleti di differente divisione
per evitare l’applicazione delle relative penalità associate.

Concetto di “Drafting”

a- Ref. art. 8.3 Regolamento Tecnico: E’ vietata la scia tra due atleti di differente
divisione e atleti di altre categorie partecipanti alla stessa gara (carrozzine, skaters, ecc).
Per “scia” (draft zone) si intende uno spazio di 6 metri in lunghezza dalla zona posteriore
dell’atleta che precede.

Tale norma non si applica nelle gare a Cronometro a Squadre in cui la scia è permessa ma solo
all’interno di ogni singola Squadra.

b- L’area di scia (Draft Zone) è definita da uno spazio d’aria rettangolare di 6 metri di
lunghezza e 2 metri di larghezza che circonda completamente ogni atleta.
La barra di sicurezza dell’atleta che precede determina l’inizio di quest’area che termina con
la ruota anteriore dell’atleta che segue., per una lunghezza di 6 metri (la lunghezza di 3 bike,
circa)
La ruota anteriore dell’atleta che precede definisce lo spazio d’aria laterale della Draft Zone,
che è di 1 metro per lato (la larghezza di 1 bike, circa).

La figura che segue rappresenta meglio quanto detto:

11
c- L’atleta che viene “sorpassato” da un altro più veloce di differente Divisione, ha la
responsabilità di evitare di mantenere una posizione sleale e deve immediatamente spostarsi
verso un lato della carreggiata o rallentare in modo da uscire dalla Draft Zone dell’atleta che
sopraggiunge.

Le figure illustrano meglio due esempi di scia illegale:

fig 1: Due atleti B in scia ad un atleta C fig 2: Due atleti C in scia ad un atleta B

Commenti sull’uso scorretto della scia


Molti atleti sono frustrati dal fatto che in alcune gare si evidenzi uno sfacciato e continuo uso
di scie illegali.
Questa regola è molto facile da comprendere e applicare e le differenti Divisioni sono ben
riconoscibili dai colori del casco; chi utilizza la scia di un atleta di una differente Divisione lo
fa quindi in modo consapevole.

Recenti studi in materia, hanno dimostrato che rimanere in scia anche per un breve tratto
offre un notevole vantaggio; il 60-80% della resistenza all’avanzamento di un atleta in
handbike deriva proprio dalla necessità di spostare l’aria che si trova frontalmente.
È ovvio quindi che avere un atleta di fronte, che blocca e sposta questo flusso d’aria, riduce
enormemente la quantità di energia che deve utilizzare l’atleta in scia per viaggiare alla stessa
velocità.
In questo modo, un handbiker può viaggiare anche a velocità più alte di quelle che le sue forze
gli permettono direttamente, lasciando anche forze fresche per un eventuale arrivo in volata.

Si può immaginare la seccatura di un atleta quando si vede superato da un avversario


“trascinato” da un atleta di una diversa Divisione, palesemente infrangendo la regola di scia
illegale ed in particolare se il vantaggio sino a quel momento era stato ottenuto in modo
corretto.
Il lavoro di mesi ed anche anni di preparazione per un evento particolare o la qualificazione ad
un grande appuntamento possono essere annullati da chi inganna in modo irriguardoso.

È chiaro che la maggior responsabilità rimane agli atleti stessi; vero è che molte gare possono
essere affollate o momenti di gara possono essere particolari, ma altrettanto vero è che ciò
non impedisce di osservare le regole!!

12
ALLEGATO B

Prospetto montepremi minimo “gara singola EHC”* Totale 4.000-€

Pos Divisione
A1 A2 B C FA FB FC Teams
1 175 200 300 300 150 175 200 175
2 125 150 200 200 100 125 150 100
3 75 100 150 150 75 75 100
4 100 100
5 75 75
6 50 50
Totale 375 450 875 875 325 375 450 275

Prospetto montepremi minimo “gara combinata EHC"* Totale 6.000-€

Pos Divisione
A1 A2 B C FA FB FC Teams
1 225 300 450 450 200 225 300 250
2 175 225 300 300 150 175 225 150
3 100 150 250 250 100 100 150
4 175 175
5 125 125
6 100 100
Totale 500 675 1400 1400 450 500 675 400

Prospetto montepremi Classifica Generale Finale EHC Totale 7.000-€

Pos Divisione
A1 A2 B C FA FB FC Teams
1 200 300 400 400 175 200 300 500
2 125 200 300 300 100 125 200 300
3 75 100 200 200 75 100 250
4 75 175 175 75 150
5 150 150 100
6 125 125 75
7 100 100
8 75 75
9 50 50
10 25 25
Totale 400 675 1600 1600 275 400 675 1375

*: Il montepremi sarà distribuito in accordo all’Art. 10.


*: Ogni Organizzatore ha facoltà di assegnare un montepremi maggiore.

13