Sei sulla pagina 1di 3

II Sport La Provincia

Lunedì 23 novembre 2009

Prima, giornata 14 4’
LA PARTITA AI RAGGI X
Cremonese in vantaggio. Cross di Nizzetto da destra,
Guidetti in scivolata non ci arriva ma la palla viene rubata
da Gori ad un difensore. Cross al centro, velo di Guidetti e
rasoterra vincente di Musetti
FIGLINE 3 9’
Botta di Guidetti con deviazione di un difensore. Il portiere Novembre
si allunga e mette in angolo
CREMONESE 3 Un rimpallo favorisce D’Antoni, che si trova davanti a Paoloni. Il
Figline: Novembre, Mu- 11’ portiere devia il tiro ravvicinato, riprende Fanucchi e mette alto sulla
traversa
gnaini (dal 20’st D’Elia),
Pasquini (dal 35’st Fioret- Pareggio del Figline. Non riesce la tattica del fuorigioco alla
ti), Bettini, Consumi, Pe- 14’ Cremonese, con Cremonesi e Viali tagliati fuori dallo scatto
ruzzi, Guerri, Campolatta- di Frediani. Palla in rete sull’uscita di Paoloni
no, D’Antoni (dal 13’st Re- Figline in vantaggio. Fallo grigiorosso al limite dell’area. Va
domi), Fanucchi, Fredia- 16’ a battere Frediani e infila la palla morbida alla sinistra di
ni. A disposizione: Cassi- Paoloni proteso in tuffo
ni, Duravia, Del Vivo, Co- 20’
Clamorosa occasione di testa sprecata da Gori a lato su punizione di
sentini. All. Torricelli. Zanchetta
Cremonese: Paoloni, A. 25’
Tiro di Guidetti, respinta con i piedi di Novembre. Sulla ribattuta
Bianchi, Rossi (dal 44’st calcia Zanchetta ma Novembre blocca
Pradolin), Fietta (dal 28’st Girata dalla fascia sinistra di Frediani, Paoloni vola a deviare in
Burrai), Viali, Cremonesi 28’
angolo
(dal 20st Coda), Gori, Zan- Nizzetto per Zanchetta, palla che arriva a Guidetti. Il suo tiro viene
chetta, Musetti, Nizzetto, 44’
bloccato da Novembre
Guidetti. A disposizione:
2’st Rossi
apre per Musetti, che gira al volo da due passi. Splendida la
G. Bianchi, Galuppo, Tac- parata di Novembre con la mano destra aperta
chinardi, Sales. All. Ventu-
rato. 26’ Zanchetta da lontano. Novembre si tuffa e manda palla in angolo
Arbitro: Di Francesco di Pareggio della Cremonese. Guidetti su una ribattuta della
Teramo (assistrnti Felici 28’ difesa si libera in area e gira imparabilmente di sinistro
di Ciampino Raparelli di nella porta difesa da Novembre
Albano Laziale). 33’
Angolo di Nizzetto, arriva sulla palla Burrai che manda verso la porta
Reti: nel pt Musetti al 4’, di Novembre. Sulla linea salva Consumi
Frediani al 14’ e 16’; nel st Cremonese in vantaggio. Squadra grigiorossa tutta avanti,
Guidetti al 28’, Nizzetto al 34’ palla a Nizzetto sulla destra. Tiro violento ma non
34’, Fioretti (rigore) al 40’. irresistibile che Novembre non trattiene
Note: spettatori 450. Am- Pareggio del Figline. L’arbitro vede un intervento falloso di
moniti Paoloni e Campo- 40’
Rossi in area su Frediani. Dopo le giustificate proteste dei
lattano. Calci d’angolo 6-4 grigiorossi sul dischetto va Fioretti, che spiazza Paoloni
per la Cremonese. sulla sinistra
49’ Miracolo di Paoloni in tuffo su colpo di testa ravvicinato di Peruzzi
I giocatori grigiorossi festeggiano Musetti dopo il gol

SegnaMusetti, in un minuto e mezzoFrediani opera il sorpasso, pareggia Guidetti,Nizzetto porta avanti i grigiorossi.Poi quel rigore...

Cremo, altra vittoria che se ne va


AFiglinegarariccadiribaltamenti(ederrori),sul3-3decisivol’arbitro
dall’inviato
Giorgio Barbieri Il mister avversario
FIGLINE(Fi) — Un pareggio (3-3)
alterminediunagaraspettacolaree
Torricelli
pienadiemozionifascivolarelaCre-
monese al secondo posto. Il Novara
‘Una bella prova
scappa, il Varese aggancia i grigio-
rossi. Difficile dare un giudizio sulla d’orgoglio’
gara di Figline, a più facce per i gri-
giorossi come spesso accade in que-
sti ultimi tempi. Proviamo a descri-
verli. Partenza sparata e vantaggio
meritato (Musetti al 4’), rallenta-
mento e amnesia totale dal 14’ al 16’
(doppietta di Frediani), poche idee
sinoallafinedelprimotempo.Ripre-
sa all’arrembaggio, grandi parate
del portiere Novembre, poi il pareg-
giodiGuidetti(28’) e ilvantaggio un
po’fortunosodiNizzetto(34’).Quan-
dopareva fattaun po’dirilassamen-
to,ilFiglineinavanti,l’arbitrocheci
casca su una caduta di Frediani in
area e il calcio di rigore di Fioretti
chechiudeildiscorsosul3-3.
Si possono dunque tirare in ballo
lasfortunael’erroredell’arbitro,ma La delusione di Nizzetto a fine gara La protesta fuori dal campo dei tifosi grigiorossi: multati e denunciati
la squadra di Venturato non ha con- Torricelli, mister del Figline
vinto per lunghi tratti della gara. Ci
sono stati errori individuali in tutti i FIGLINE (Fi) — Come sem-
reparti e quando si prendono tre gol pre Moreno Torricelli, alle-
da una squadra che sta nelle zone natore del Figline, è tran-
basse della classifica vuol dire che quillo e flemmatico nella
qualcosa non funziona. Incerta la di- analisi della partita. «Per
fesa, poco mobile il centrocampo, a noi è un grosso risultato
trattileziosol’attacco.Eppurelapar- questo 3-3, abbiamo costret-
titaeraincassaforte,sidovevatene- to la Cremonese ad insegui-
re palla in mezzo al campo per una re per parecchio tempo e
decina di minuti e non lasciare spa- l’abbiamo riagguantata
zioalledisperateeresidueforzegial- quando è andata in vantag-
loblù. gio. E nel finale potevamo
LostadioDelBuffadiFiglineVal- portare a casa i tre punti, ci
darnoè un piccoloimpianto con una siamo andati molto vicini.
tribunettae unpaiodicurvesoloab- Ma non sto qui a lamentar-
bozzate.Davantic’è laferroviae sul- mi del risultato, dico solo
lo sfondo le colline che regalano che sono soddisfatto».
ogni anno Chianti di qualità. Un Torricelli insiste sullo spi-
gruppo di tifosi grigiorossi arriva rito di sacrificio della sua
proprio sui binari e da lì mostra uno squadra. «Avevamo qual-
striscionecontrolatesseradeitifosi, che giocatore fuori per in-
che qua è l’unico strumento per en- fortunio, ma chi è entrato
trareallostadio.Multatiedenuncia- al loro posto se l’è cavata be-
ti. ne. A dimostrazione che sta-
Il gol segnato da Musetti al 4’ del primo tempo Il calcio di rigore decisivo segnato da Fioretti al 40’ della ripresa imo parlando di un gruppo
Torricelli,indimenticatoexdifen- compatto. Mi riferisco in
sore della Juventus, manda in cam- rasoterra vincente. All’11’ Paoloni La ripresa si apre con una doppia particolare al portiere No-
po una squadra offensiva affidando- salvailrisultatosubottaravvicinata prodezza:iltiroalvolodiMusetti(su Hanno detto... «Sul primo gol loro, forse c’era un fuorigioco» vembre e a D’Elia. Una
si per la prima volta al modulo 3-4-3. di D’Antoni liberato da un rimpallo. assistdiRossi)elarispostaconlama- menzione a parte è per Fre-
Venturato non modifica le sue con-
vinzioni tattiche, ma stavolta può
contare sulla regia di Zanchetta in
I padroni di casa trovano il pareggio
al14’conunrasoterrasinistrodiFre-
diani, lanciato sul filo del fuorigioco
no destra di Novembre. La manovra
grigiorossa è comunque confusa e
quando i giocatori riescono ad arri-
Turotti: «Vantaggio sprecato» diani, che sta dimostrando
di poterci stare bene anche
in questa categoria».
mezzo al campo. In avanti torna la da Fanucchi. Ma non è finita, la Cre- vare al tiro (Zanchetta al 26’) trova- FIGLINE (Fi) — Il direttore primo gol era in fuorigioco Torricelli non entra nel
coppiaMusetti-Guidetti. monese va in tilt e il Figline trova il della Cremonese, Sandro e se il rigore era così netto. merito delle decisioni arbi-
StavoltalaCremoneseparteforte vantaggio ancora con Frediani, sta- no sulla loro traiettoria un ispirato Turotti, non è di buon umo- Credo l’abbia visto solo l’ar-
Novembre. Che però nulla può fare trali, ma guarda avanti.
e nei primi minuti sbaglia un paio di volta su punizione dal limite. Calcio re al termine della gara per- bitro. Se una gara finisce «Domenica c’è il derby con
occasioni prima di trovare il gol del impeccabile,nulla da fare per il por- sulla girata di sinistro di Guidetti al ché viene lasciato fuori da- 3-3 significa che si è sbaglia- l’Arezzo, per me è una gara
vantaggioal4’con Musetti.Unabel- tierePaoloni.Unminutodifolliapa- 28’. E poi commette una paperona gli spogliatoi con un ecces- to tanto sia da una parte da affrontare nel solito mo-
la azione partita da Nizzetto sulla si- gatocarissimo.Goripotrebberiapri- su tiro dalla destra di Nizzetto al 34’. so di zelo senza precedenti. che dall’altra e noi non ab- do. Con le grandi abbiamo
nistra, cross bucato da Guidetti da- re la gara, ma di testa mette fuori al Ma non è finita perchè l’arbitro al «Una gara rocambolesca biamo saputo mantenere il sempre fatto bene. Anche
vantialportiere,un difensorerinvia 20’unassistdiZanchetta.Eal25’No- 40’ regala un calcio di rigore ai pa- con tanti errori nostri e del- vantaggio per ben due vol- quando abbiamo perso».
male e Gori può mettere in mezzo vembre di piede va a deviare un tiro droni dicasa per un non fallo di Ros- l’arbitro. Vorrei capire se il te». (i.g.) (barb)
per Musetti (finta di Guidetti) per il ravvicinatodiMusetti. sisuFrediani.BatteFiorettiedè3-3.
La Provincia
Lunedì 23 novembre 2009 Sport III

LE PAGELLE
di Giorgio Barbieri

Paoloni - Almeno tre para-


te decisive, l’ultima delle quali
salva il pareggio proprio allo
scadere. Sui gol le colpe non
7
sono sue

A. Bianchi - E’ il più attivo


della difesa, dalla sua parte il
Figline non sfonda. Si fa pesca-
re due volte consecutive in er- 6
rore sulla rimessa laterale con
le mani

Rossi - Sicuramente è il mi-


gliore del reparto arretrato, so-
prattutto quando si lancia palla
al piede verso l’area avversa-
6,5
ria. Buoni un paio di assist

Fietta - Non preciso come


al solito. La sua pressione su-
gli avversari in mezzo al cam- 6
po non sempre è produttiva

Viali - Giornata negativa,


con tanti palloni persi e troppa
insicurezza nei disimpegni.
Preoccupato come mai lo ab-
5,5
biamo visto
Ieri è rientrato Zanchetta (qui in contrasto con Fanucchi), a sini-
stra la rete del sorpasso di Nizzetto (fotoservizio Ib frame)
Cremonesi - L’aria della
«Il penalty è incredibile, ma ho visto tanti errori individuali e tante occasioni sprecate» nazionale non gli fa bene. Sba-
glia in occasione del primo gol 5
e crea due o tre pericoli per Pa-

«Le partite vanno chiuse»


oloni

Gori - L’assist del primo gol


è suo, purtroppo non è freddo
quando deve segnare. Soprat-
tutto quando va di testa. Una
6,5
Venturato ha molte lamentele prova comunque sufficiente

per la squadra e per l’arbitro Zanchetta - Non è anco-


ra al meglio, molti lanci non
vanno a buon fine. Si impegna 5,5
dere prima la partita senza complicazio- ma è ancora lontano dal regi-
dall’inviato Ivan Ghigi sta d’inizio campionato
ni».
FIGLINE (Fi) — Anche a Figline siamo al- Quando a Venturato viene chiesto se il
le solite, con Roberto Venturato che cer- vero problema della Cremonese è la man-
ca di giustificare un successo gettato alle canza di continuità, il tecnico si inalbera. Musetti - A volte è un po’
ortiche per ben due volte e con in mezzo «Non si può parlare in questi termini, lezioso, ma ieri è stato il più pe-
una rimonta in grande stile. «Mi spiace
molto — esordisce Venturato — per co-
non ci sono squadre che hanno continui-
tà per 90 minuti. Non ha continuità l’In-
ricoloso dei grigiorossi. Ha se-
gnato e costretto Novembre a
6,5
me sono andate le cose perché avevamo ter e non ce l’ha la Cremonese, non si può due parate strepitose
rimediato dopo aver giocato venti minuti tenere il pallino del gioco per tutta la par-
alla grande. Non siamo stati cinici per- tita è impossibile. Cerchiamo sempre di
ché potevamo fare il 2-0 e invece abbia- capire che ci sono giocatori che vanno in Nizzetto - Il gol lo salva da
mo sprecato, è chiaro che su queste cose campo a dare il massimo ma che poi ci so- una prestazione insufficiente.
dobbiamo migliorare perché le squadre no errori individuali che possono costare
come il Figline giocano con un’aggressivi- caro e a volte l’intera partita. Anche sta- Può capitare di far fatica in
qualche partita. Ieri è rimasto
6
tà incredibile». volta non nego che abbiamo sbagliato
Dunque se la partenza è stata buona proprio sotto questo punto di vista, ora spesso ai margini della gara
strada facendo la squadra ha sciupato non resta che stare tranquilli tutti per-
tutto. ché il campionato si decide a marzo e
«Siamo partiti bene ma quando hai la aprile. Dunque il primo obiettivo è resta- Guidetti - Segna ormai
possibilità di chiudere la partita lo devi re nel gruppetto di testa fino a quando sa- con regolarità impressionante.
fare. Comunque siamo stati bravi a resta-
re in partita e a ribaltare il punteggio fi-
rà il momento opportuno. Dobbiamo sa-
per interpretare bene il cammino che ci
E gioca con una mano frattura-
ta. E’ uno che non si arrende
7
no al fattaccio». manca per arrivare fino ad allora». mai
Il rigore c’era? Mister, una gara che finisce 3-3 tra la
«Credo che ci sia stato un errore più capolista e una squadra in bilico indica
che evidente e ora siamo qui a parlare di abbondanza di errori in campo o cosa? Coda - Non si era mai alle-
gara buttata al vento. Il rigore non c’era «Ci sono stati errori da ambo le parti,
nato in settimana. Entra e cer-
Mister Venturato se la prende con l’arbitro Di Francesco
ma noi dobbiamo migliorare moltissimo
sotto certi aspetti perché si poteva chiu-
certamente noi veniamo puniti subito al-
la prima ingenuità». ca di dare il massimo, pur sen- 6
za trovare la via della porta
Giocatori rammaricati: «L’arbitro ha sbagliato, ma dobbiamo essere più cattivi» Burrai - Entra in due o tre

«Beffati da un rigore che non c’era» azioni pericolose, ma perde an-


che due palloni che innescano
il contropiede avversario

Pradolin - Ancora una fet-


5,5

FIGLINE (Fi) — Luca Nizzetto è Frediani nel momento in cui si è


senza parole al termine della par- tuffato nell’area grigiorossa. ta di gioco nel finale, senza
particolari problemi
sv
tita. Il suo gol ha dato alla Cremo- «Rigore inesistente, non c’è
nese la speranza di poter vincere stato alcun contatto e pure lui lo
la partita e invece il disastro do- ha detto ai compagni. Torniamo
veva ancora abbattersi sui grigio- a Cremona con un punto e tanto Venturato - Stavolta la
rossi. rammarico perché si poteva fare squadra parte bene ma in un
«Faccio fatica a commentare il di più. Anche perché avevamo di- minuto e mezzo getta via il van-
modo in cui abbiamo preso due
gol nel giro di due minuti perché
mostrato di poter cambiare la
partita al primo affondo, tanto è
taggio. Nella ripresa muove le
pedine, raggiunge il vantaggio
6
sono arrivati da altrettanti errori vero che abbiamo ribaltato il ri- ma si deve arrendere all’arbi-
nostri. Per fortuna abbiamo recu- sultato. Non siamo perfetti, c’è tro
perato la gara ma il rigore ha rovi- da migliorare domenica dopo do-
nato tutto. Non oso commentare menica e come numero di occa-
la decisione dell’arbitro perché sioni siamo stati nettamente su-
credo che abbiano visto tutti an- periori». Arbitro - Di Francesco di
che dalla tribuna la svista». Max Guidetti è tornato leader
Si chiedeva una partenza accor- dei marcatori grigiorossi firman- Teramo regala il pareggio al Fi-
gline, Frediani (pare che an-
ta e così è stato, peccato per il se-
guito. «Dovevamo partire per fa-
do il sesto gol stagionale con una
girata delle sue dopo un control- che il giocatore abbia confer- 4
re la gara e ci siamo riusciti, ma lo al volo al limite dell’area. mato) non era stato ostacola-
non abbiamo saputo segnare il se- «Siamo stati bravi a rimontare to. Peccato, ha buttato via una
condo gol quando ne abbiamo lo svantaggio, ma quel rigore ha prestazione sufficiente
avuto l’occasione. Il Figline ha rovinato tutto. Non credo che
pareggiato su un lancio viziato questo risultato avrà influenze
da fuorigioco secondo me, ma in negative in vista della sfida con- Figline - Novembre 7, Mugnaini 6,
quel momento ci stavamo rilas- La rete del 2-2 segnata da Guidetti al 28’ della ripresa tro il Novara, dobbiamo conside- Pasquini 5,5, Bettini 6, Consumi 6, Pe-
sando eccessivamente e infatti è rare che dopo il grande secondo
arrivato il raddoppio dei locali su «Quando sciupi una vittoria, al può stare perché influisce poco, tempo contro l’Alessandria, sta- ruzzi 6,5, Guerri 5,5, Campolattano 5,5,
un altro errore nostro». di là degli errori, è segno che ma se non riesci a incrementare volta abbiamo rimontato lo svan- D’Antoni 6, Fanucchi 6,5, Frediani 7,5,
Non è certo un buon biglietto qualcosa non va, che a livello il vantaggio non puoi permetter- taggio e stavamo per vincere. Redomi 6, D’Elia 6, Fioretti 6,5. All. Torri-
da visita in vista del big match di mentale manca qualcosa. Se vin- ti certe leggerezze». Pensiamo a questo per essere ca- celli 6,5.
domenica. ce con tre gol di scarto l’errore ci Salvatore Burrai era vicino a richi al punto giusto». (i.g.)
IV Sport La Provincia
Lunedì 23 novembre 2009

POLPACCI A Figline un pari da accettare a denti stretti: già la Cremo di questi tempi ha i suoi problemi...
&
NUVOLE
Se poi arbitra Robin Hood
Cremo avanti, anzi sotto, anzi avanti, e grossa Frediatura finale
di Giovanni Ratti tono loro, l’Alessandro fa una chi che la prende con filoso-
mezza moina appena agile e fia, le squadre si stirano sul

D i tutto ti saresti aspetta- viene steso al limite. La puni- campo come gatti al sole, si vi-
to, tranne che a Figline zione la tira lui, dove la mette- ve di rotture di gioco, la tela è
Valdarno ti aspettasse rà non c’è bisogno di frate in- riempita in estemporanea e
un’esperienza mistica. Ci hai dovino per saperlo, ma Paolo- non è che in campo siano tutti
messo anche un po’, per realiz- ni parte tardi, due a uno. «Al- artisti, ci sono momenti di im-
zare che cosa fosse quella co- tro che Chiesa», gongola uno barazzante goffaggine, fortu-
sa che risvegliava sensazioni in vena di eresie. E’ bello il na che il Figline non finalizza
sepolte sotto anni di oblìo. duello fra Nizzetto e Mugnai- un paio di contropiede, Gori
Poi ci sei arrivato. L’odore del- ni e chissà se nipote di quello mette un paio di pezze, No-
l’erba. Allo stadio Goffredo che, incapsulato in una biglia vembre fa la parata della vita
del Buffa (fondatore e primo di plastica, nell’estate del ’65 su Coda appena entrato (con
presidente del club gialloblù) vinse un epico circuito della Nizzetto a dritta) ma se si è il-
si sente l’odore dell’erba, e ac- spiaggia di Caorle preceden- luso con questo di essere Za-
corgersene è un risveglio tipo do Adorni, Balmamion e Van mora Guidetti con una sassa-
quando Cristopher Lee si to- Looy. Il Nizza è autore dei po- ta gli manda in frantumi il so-
glie le bende nella Mummia, chi scampoli di gioco grigio- gno, due a due. Anzi quasi
un tuffo nel passato, quando rosso - su un suo cross Gori due a tre quando un’unghiata
seguivi la Leoncelli, la Soresi- manca la porta esagerando la ancora di Guidetti è recupera-
nese, la Castelnuovese del torsione su una sua intuizione ta sulla linea, anzi due a tre
presidente galantuomo Cam- Musetti trova il piede del por- quando Nizzetto rientrato
pagnoli, quando gli odori del tiere - il Mugna lo limita in mo- con agio sul sinistro brucia
calcio erano l’erba e l’olio can- do aitante senza farsi un com- con un diagonale la presa in-
forato e anche in quegli odori plesso di quando viene lascia- certa del portiere. Mancano
perduti c’è la dimensione tut- to sul posto. Anche la difesa undici minuti e una partita di
ta diversa di quel calcio spari- grigiorossa è roba da calcio sani principi sarebbe finita,
to. Il colpo d’occhio non osta- sulla spiaggia, appena qualcu- ma non è da Cremo negare al
colava la suggestione, dato no esce dall’allineamento si pubblico una fettina sia pure
conclusiva di partita vera,
che il del Buffa è un bel cam- aprono varchi biblici da mar Venturato risparmia l’ultimo
petto di un verde uniforme e rosso, ancora Frediani fa vola- cambio disponibile per tempi
ben pettinato, con la tribunet- re Paoloni, «dagli noia» urla migliori, e se poi arbitra Ro-
ta da una parte e la ferrovia la tribuna ai suoi aizzandoli al bin Hood che ruba ai ricchi
dall’altra, insomma quello Paoloni al 49’ della ripresa va a volare per bloccare un colpo di testa di Peruzzi pressing e quelli non si fanno per dare ai poveri tutto si ri-
che ti aspetti il giovedì nel- pregare, la difesa del Figline complica. Così Frediani anco-
l’amichevole fuori porta piut- veda i ragazzoni in gialloblù tita le avrebbe offerto motivo nale da Pontassieve (solo se- è burbera avvitata sul massic- ra lui trova modo di crollare
tosto che la domenica. E an- saltare per il campo per cele- per tirarla fuori, e i quattro- conda classe, deposito bici- cio Peruzzi naturalmente det- in area, con tutta la simpatia
che l’inizio della partita è su brare come si deve il due a cento nasi danteschi seduti in clette in coda, ritardo cinque to Peru, il cinque è scattante è rigore genuino quanto una
quel registro, Gori ricicla un uno per loro. Che cosa è suc- tribuna si erano disciplinata- minuti). Spacca il minuto in- e non concede a Guidetti il mi- forma di grana fatta nel
pallone già pericoloso, una cesso in quei dodici minuti mente disposti a sorbirsi una vece il gol dell’uno a uno, smatch che lo agevolerebbe. Botswana, comunque se Pao-
bella finta di Guidetti agevo- nei quali nessun treno è passa- lezione dai professori giunti Alessandro invia in area Emi- La partita ha le piume arruf- loni si concentrasse sul tiro in-
la la battuta di Musetti, uno a to di fianco al del Buffa? E’ dall’università calcistica di liano (Frediani, uno che in fate, Venturato battibecca vece si farsi ammonire ci sa-
zero e a Torricelli davanti alla successo che la Cremo con no- Cremona, e i giocatori con le questa storia c’entrerà parec- con un giocatore (il Ventura- rebbe una possibilità di evita-
panchina spunta un altro ca- tevole impegno e del tutto fuo- maglie color pappagallo più o chio fino alla fine) che infila to rispose). Il secondo tempo re il tre a tre. Ma sarà proprio
pello bianco. Così il diretto ri contesto ha tirato fuori meno lo stesso, ma la Cremo Paoloni. «Sembra fuorigio- è vario e molto eventuale, Mu- il portiere a mettere il coper-
per Chiusi delle quindicieze- un’altra volta le sue fragilità, ha lo spirito della crocerossi- co», fa notare uno vicino a setti va vicino al gol di manci- chio su questa partita da mat-
rocinque trova la Cremo avan- che sono tecniche e di caratte- na e lo ha sfoderato anche sta- me, e non ho il fegato di mette- no che sarebbe stato storico, ti con un volo sul colpo di te-
ti e il Figline con le orecchie re. La signora che si era sedu- volta, così regala una prima re nero su bianco quello che l’arbitro si annoia e allora si sta di Pelu che aveva minac-
basse, tutto ti aspetteresti ta in tribuna con la sciarpa palla da gol che Alessandro ti- gli viene detto di rimando da diletta con il manuale della ciato di mandarti di traverso
tranne che il locale delle quin- gialla e blu nella borsetta, sen- ra su Paoloni e Jacopo spara quelli intorno. Vabbè, palla perfetta rimessa laterale, la tua Orbit gusto aranciomen-
diciesedici per Montevarchi za troppe speranze che la par- sulla terza carrozza del regio- al centro e ripartire, ma ripar- quattro ne inverte due a Bian- ta.

I TABELLINI DI PRIMA DIVISIONE

14ª giornata. L’Arezzo del neo tecnico Galderisi perde contro il Viareggio, il Perugia si rialza superando il Lecco
Per Novara e Varese due vittorie molto importanti
NOVARA 2 PERUGIA 2 VIAREGGIO 1
BENEVENTO 0 LECCO 1 AREZZO 0
Novara: Ujkani; Gheller, Lisuzzo, Ludi, Tombesi; Shala (38’ st Perugia: Benassi; Zoppetti, Pagani, Accursi, Bonomi; Stamilla Viareggio: Ravaglia; Briotti, Fiale, Panariello, Barsotti; Pizza,
Centurioni), Porcari, Rigoni; Motta (23’ st Evola); Ventola 6l5 (33’ st Gatti), Perra, Menassi, Bondi; Paponi (35’ st Ercolano), Reccolani, Mandorlini (28' st Castaldo); Cristiani, Ferrari (28' st
(35’ st Gonzalez), Rubino. All. Tesser. Del Core (20’ st Martini). All. Zaffaroni. Davini), Martucci (38' st Carnesalini). All. Rossi.
Arezzo: Mazzoni; Music, Poli, Pecorari, Sereni (43' st Rizza);
Benevento: Gori; Cattaneo (14’ st Ignoffo), Landaida, Ferraro, Lecco: Pansera; Bartolucci, Mateo, Villagatti, Guglieri; Buda Venitucci, Coppola, Ferreira; Erpen (22' st Croce), Chianese,
Palermo; Pacciardi, De Liguori; Ciarcià (1’ st Clemente), Castal- (13’ st Giannone), Arrigoni, Calzi, Antonioni; Sau, Ciano (39’ st Fofana (25' st Maniero). All. Galderisi.
do, D’Anna (28’ st La Camera); Evacuo. All. Acori. Santoni). All. Magoni. Arbitro: Borriello di Mantova.
Arbitro: Gambini di Roma. Arbitro: Coccia di San Benedetto del Tronto. Rete: pt 34' Cristiani.
Reti: pt 21’ Lisuzzo, 39’ Motta. Reti: pt 22' Pagani; st 31' Sau, 46' Martini. Note: spettatori 1000 circa. Espulso Ferreira (39' st) per prote-
Note: spettatori 4038. Ammoniti: Tombesi, Ludi, Landaida. Note: spettatori 2.886. Ammoniti: Bondi, Calzi. ste.

ALESSANDRIA 1 VARESE 2 PRO PATRIA 2


PAGANESE 0 FOLIGNO 0 SORRENTO 2
Alessandria: Servili; Pucino, Sottil, Signorini (43‘st Cammaroto), Gho- Varese: Moreau; Camisa, Gentili, Bernardini, Armenise; Tripo- Pro Patria: Caglioni, Pivotto, Chiecchi, Rinaldi, Polverini; Baù
sheh; Chiazzolino, Briano (26‘st Longhi), A. Buglio; Rodriguez, Volpa- li (12' st Gambadori), Osuji, Dos Santos (20' st Momentè), Zec- (31’ st Bruccini), Passiglia, Lombardi, Pacilli (40’ st Sarno); Se-
ra (14‘st Artico); Fantini. All. Buglio. chin; Ebagua (45' st Palazzo), Del Sante. All. Bettinelli. rafini, Urbano. All. Cosco.
Paganese: Melillo; Grimaldi, Panini, Castaldo, Gambi; Izzo, Cucciniel- Foligno: Rossini; Pencelli, Gregori, Guastalvino, Lispi; Sciau- Sorrento: Marconato; Di Nunzio, Lo Monaco, Fernandez, De
lo (35‘st Rana), Memushaj, Sciannamé (7‘ st Tufano); Lasagna (14’st done, Borgese, Castellazzi (32' st Rossi); Da Dalt (20' st Giaco- Giosa; Nicodemo, Greco; Esposito (44’ st Angeli), Paulinho, Ar-
Monticciolo ) Ibekwe. All. Palumbo. melli), Turchi, Cavagna (20' st Calderini). All. Fusi. cidiacono (29’ st Feussi); Saraniti (12’ st Myrtaj). All. Novelli.
Arbitro: Zonno di Bari. Arbitro: Michele Di Ciommo di Venosa. Arbitro: Trentalange di Nichelino.
Rete: st 30’ Artico. Reti: pt 14' Osuji; st 26' Momentè. Reti: pt 8’ Esposito; st 13’ Urbano, 46’ Serafini rig., 49’ Feussi.
Note: spettatori 1800 circa. Espulsi Rodriguez e Monticciolo (31’ st) Note: spettatori 1500 circa. Espulsi Turchi (29' pt) e Guastalvi- Note: spettatori 1370. Ammoniti: De Giosa, Greco, Polverini,
per comportamento non regolamentare e Bolla (31’ st) dalla panchina. no (33' st) per doppia ammonizione. Baù, Lo Monaco, Feussi, Serafini.

LA CLASSIFICA DEI BOMBER

Le Noci in doppia cifra, Motta tiene il passo


10 reti: Le Noci (Pergocre- tani (Novara), Ripa (Pro Pa- 2 reti: Fantini, Rodriguez (Ales-
ma). tria), Paulinho (Sorrento). sandria), Coppola, Maniero I MARCATORI GRIGIOROSSI
9 reti: Motta (Novara). 3 reti: Togni (Arezzo), Clemen- (Arezzo), Cattaneo, La Came- 6 reti: Guidetti
7 reti: Chianese (Arezzo), Eba- te (Benevento), Zanchetta, ra (Benevento), Guazzo, Coz- 5 reti: Coda, Musetti Max Guidetti
gua (Verese). Nizzetto (Cremonese), Fioret- zolino (Como), Gori (Cremone- esulta con
3 reti: Zanchetta, Nizzetto Zanchetta
6 reti: Guidetti (Cremonese). ti (Figline), Calderini (Foligno), se); Chiesa (Figline), Cava- 2 reti: Gori
5 reti: Coda, Musetti (Cremo- Sau, Corrent (Lecco), Emer- gna, Turchi (Foligno); Buda, 1 rete: Bianchi, Fietta, Viali
nese), Cavagna (Foligno), Pin- son, Pesenti (Lumezzane), Bartolucci, Veronese (Lecco),
tori (Lumezzane). Samb (Monza), Rubino, Gon- Scaglia, Lauria, Marconi (Lu-
4 reti: Artico (Alessandria), zalez (Novara), Tortorì (Paga- mezzane); Florean, Uliano
Evacuo, Castaldo (Beneven- nese), Bondi (Perugia), Serafi- (Pergocrema), Menassi (Peru- I MARCATORI GIALLOBLU
to), Frediani, Redomi (Figline), ni (Pro Patria), Fernandez (Sor- gia), Pacilli (Pro Patria), Sarani- 10 reti: Le Noci
Giacomelli (Foligno), Ciano rento), Tripoli, Momentè, Buz- ti (Sorrento), Cristiani (Viareg- 2 reti: Uliano, Florean
(Lecco), Iacopino (Monza), Ber- zegoli (Varese). gio). 1 reti: Tarallo