Sei sulla pagina 1di 1

4 NAPOLI lunedì 2 novembre 2009

IL GUERRIERO DOPO L’IMPRESA JUVENTINA, IL TECNICO PENSA GIÀ AL CATANIA: «SARÀ UN ESAME DI MATURITÀ»

Ora Mazzarri non vuole fermarsi più


di Salvatore Caiazza «De Laurentiis l’ha detto ma se fac- ANCHE L’ANNO SCORSO CI FU L’EXPLOIT AZZURRO
ciamo benissimo a Catania. Questi
NAPOLI. Per piacere non svegliate-
lo. Il sogno che sta vivendo Walter
ragazzi meritano tanto al di là della
moneta, perché hanno sposato le L’ottobre rosso porta bene:
Mazzarri da quando ha messo pie-
de nel Napoli è di quelli da godersi
mie idee nel migliore dei modi. Il de-
naro non è importante quanto la si- 10 punti su 15 a disposizione
senza limiti. Il toscanaccio ha dato nergia che si è creata tra squadra e
una svolta incredibile ad una squa- società. Mi entusiasma poi vedere il NAPOLI. Anche quest’anno
dra che fino alla partita con la Roma calore dei tifosi, già quando erava- l’ottobre rosso ha portato bene al
era l’ombra di se stessa. Qualche mo tornati da Firenze c’era tanta Napoli. Così come il torneo
match l’aveva pure vinto ma senza gente». passato, il calendario del mese
convincere più di tanto. Inutile par- Quando si ha uno come Hamsik appena concluso non
lare del trend da trasferta. Quattro in squadra diventa tutto più fa- prometteva nulla di buono per
sconfitte su quattro dall’inizio della cile... gli azzurri. Cinque le partite in
stagione. Un fallimento che partiva «È giovane e ha margini di miglio- programma, tre trasferte
dallo scorso campionato quando l’ul- ramento ma è un giocatore univer- proibitive con Roma, Fiorentina
tima gara vinta era stata quella del sale, gioca in più ruoli, corre, attac- e Juventus e le sfide casalinghe
26 ottobre in casa della Lazio. Con ca, difende, ed ho avuto la percezio- con Bologna e Milan. Un ciclo
l’avvento di Mazzarri è cambiato tut- ne che abbia anche la testa sulle terribile che doveva essere
to. A parte i tre punti all’esordio col spalle. È lanciato verso una grandis- superato senza troppi danni.
Bologna, il nuovo allenatore è stato sima carriera. Chiaro che bisogna Certo, per come era iniziato
capace di rompere il tabù da tra- trattenere lui e i pezzi migliori se si c’era da sperare poco. Con in
Walter Mazzarri. Il tecnico conferma che il patron ha promesso un oneroso premio
sferta vincendo in casa della Fio- vuole crescere, poi bisogna pensare panchina ancora Donadoni, gli
Azzurri in festa allʼOlimpico
rentina e di bissare l’altro pomerig- ad un progetto tattico per costruire azzurri partirono con una
gio a Torino con la Juventus. Numeri stress che ti danno «Contro le grandi è più facile giocare una rosa omogenea, con i talenti che sconfitta allo stadio Olimpico
da Champions poiché sono stati in- sempre le partite. al calcio, adesso affronteremo squa- si mettono al servizio della squadra». della capitale. Totti firmò una espugnò l’Olimpico sponda Lazio
cassati tre vittorie ed un pareggio in Col presidente ci dre che lottano per la pagnotta. La Chi sceglie tra Cassano e La- doppietta e segnò anche la fine e travolse la Reggina a
quattro gare. Ma Mazzarri non ha in- siamo salutati al- mia gestione dello spogliatoio è quel- vezzi? dell’esperienza dell’ex ct sulla Fuorigrotta. Nove punti incassati
tenzione di fermarsi. La sua mente l’Olimpico, in matti- la del padre di famiglia che capisce i «Non rispondo, sono due talenti, en- panchina dei partenopei. Con ma le gare erano quattro.
è già al match di sabato prossimo nata non c’era biso- ragazzi. E i soldi non sono tutto» trambi molto bravi ma non si può fa- l’addio del bergamasco ci fu Meglio di così, comunque, non
con il Catania. «Sarà quello il nostro gno di sentirci». re una classifica tra due grandi gio- l’avvento di Walter Mazzarri. poteva finire ottobre. Anzi, ci
esame di maturità - ha spiegato il Come spiega la svolta di questo sto vicino ai calciatori non solo du- catori entrambi molto giovani». Sarà stato anche un caso, ma con vorrebbero più mesi del genere
tecnico a Skysport 24 - perché il dif- Napoli? Con lei c’è più relax? rante l’allenamento, i giocatori san- Quanto deve dire grazie ad Uli- il toscano alla guida di Lavezzi e per il Napoli visto che gli azzurri
ficile viene ora. Contro le grandi per «Il mio modo di gestire lo spogliato- no che ho due cellulari sempre ac- vieri? compagni c’è stata una svolta danno sempre il massimo in
certi versi è più facile giocare a cal- io è far capire che bisogna lavorare cesi e che possono chiamarmi sem- «È stato come il maestro di prima unica. Non solo non si è perso questo periodo dell’anno. Chissà
cio, adesso affronteremo squadre ma non si sta in una caserma, la ge- pre. Sono a loro disposizione. Chia- elementare, mi ha insegnato i fon- più, ma si è ricominciati a sarà la frescura autunnale o
che lottano per la pagnotta, andia- stione è quella del padre di famiglia ro che dando loro fiducia pretendo damentali, poi ho preso la mia stra- vincere in trasferta dopo un l’entrata in forma di quasi tutti,
moci cauti, dobbiamo essere con- che capisce i ragazzi. Per esprimer- sempre un rendimento alto, se così da e sono arrivato dove sono arriva- anno di digiuno e c’è stato sta di fatto che i partenopei non
centrati senza guardare troppo in al- si al meglio la squadra ha bisogno di non fosse mi arrabbierei anche». to grazie alle mie forze. Lo ringrazio addirittura il bis l’altro steccano mai. Ora bisogna capire
to. Ricordiamoci che siamo una questo, i ragazzi hanno dato grande A quanto si è capito per lei il Na- perché è difficile trovare persone che pomeriggio a Torino contro la come comincerà novembre
squadra giovane. Gli obiettivi im- disponibilità. Ci vuole organizzazio- poli è un punto di arrivo. Ma no- ti fanno fare certe esperienze, lui me Juventus. Comunque, il computo partendo dalla trasferta di
portanti non si raggiungono in un ne e concentrazione per fare partite nostante il suo ottimo bagaglio l'ha data». finale è stato quello di dieci Catania. Lo scorso torneo il
giorno, ci vuole equilibrio e pazien- di un certo livello». Con lei le mul- a giugno era rimasto a piedi... Donadoni è stato accusato di punti su quindici a disposizione Napoli perse in casa del Milan in
za, non pensiamo al passato e al- te sono state abolite? «Sono contento della carriera che ho non aver vissuto troppo la cit- frutto di tre vittorie e un malo modo, la speranza è che
l’epoca di Maradona, che è stato ir- «Sono io a capire se un ritardo è da fatto, sono partito da sottozero ed ho tà. Lei come è messo? pareggio. Un ruolino di marcia all’ombra dell’Etna ci possa
ripetibile» punire o meno, ci vuole un po’ di ela- dimostrato di saper far bene, sono «Napoli ancora non l'ho rivista, ho migliore di quello di Reja dello essere un’altra grande gara
Come ha trascorso la notte do- sticità, si palpa lo spogliatoio, non bi- entusiasta di stare a Napoli e il resto fatto solo campo, albergo e allena- scorso anno. Il Napoli del come quella contro la Juventus a
po il pomeriggio da sballo? sogna essere rigidi ad oltranza. Ho non m’interessa». mento, quando avrò un po’ di tempo friulano, dopo la sconfitta Torino. A quel punto l’esame di
«Sono arrivato tardi ma ho dormito, sempre fatto così, me lo dicevano an- Il presidente ha pronto un gran- andrò a rivedere quei posti bellissi- iniziale in casa del Genoa, battè maturità sarebbe
dopo aver smaltito il pathos e lo che i miei ex presidenti, seguo tutto, de premio per i calciatori... mi». la Juventus al San Paolo, definitivamente superato. salcai